Indice generale. Prefazione all edizione americana Prefazione all edizione italiana Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice generale. Prefazione all edizione americana Prefazione all edizione italiana Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura"

Transcript

1 Indice generale Prefazione all edizione americana Prefazione all edizione italiana Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura PARTE 1 Introduzione XIII XIV XV XVI CAPITOLO 1 Brevi cenni storici 1.1 La genetica della trasmissione 1 Le leggi di Mendel dell ereditarietà 2 La teoria cromosomica dell ereditarietà 3 Ricombinazione genetica e mappatura 5 Evidenze fisiche della ricombinazione Genetica molecolare 6 La scoperta del DNA 7 Le relazioni tra geni e proteine 7 Le attività dei geni I tre domini della vita 12 Riassunto 14 CAPITOLO 2 La natura molecolare dei geni 2.1 Natura del materiale genetico 17 La trasformazione nei batteri 17 Natura chimica delle catene nucleotidiche Struttura del DNA 25 Evidenze sperimentali di base 25 La doppia elica Geni costituiti da RNA Chimica fisica degli acidi nucleici 30 Diversità delle strutture di DNA 30 DNA di diverse misure e forme 35 Riassunto 38 Per il ripasso 39 Per l approfondimento 39 CAPITOLO 3 Introduzione alla funzione dei geni 3.1 La conservazione dell informazione 41 Introduzione all espressione genica 41 Struttura delle proteine 42 Ruolo delle proteine 47 Scoperta degli RNA messaggeri 49 Trascrizione 50 Traduzione Replicazione Mutazioni 61 Anemia falciforme 61 Riassunto 64 Per il ripasso 65 Per l approfondimento 65 PARTE 2 Metodiche della biologia molecolare CAPITOLO 4 Tecniche di clonaggio molecolare 4.1 Clonaggio dei geni 67 Il ruolo delle endonucleasi di restrizione 68 Identificare un clone specifico con una sonda specifica 85 Clonaggio di cdna Reazione a catena della polimerasi 90 La PCR convenzionale 91 Box 4.1 Jurassic Park: solo fantasia? 93 PCR Real-Time Metodi per l espressione di geni clonati 96 Vettori di espressione 96 Altri vettori eucariotici 105 Uso del plasmide Ti per trasferire geni nelle piante 106 Riassunto 108 Per il ripasso 109 Per l approfondimento 109 CAPITOLO 5 Strumenti molecolari per lo studio dei geni e dell attività genica 5.1 Separazioni molecolari 111 Elettroforesi su gel 111 Elettroforesi bidimensionale 114 Cromatografia a scambio ionico 116 Cromatografia per filtrazione su gel 117 Cromatografia di affinità Traccianti marcati 119 Autoradiografia 120 Phosphorimaging 121 Conta a scintillazione in liquido 122

2 VIII Indice generale Traccianti non radioattivi L ibridazione degli acidi nucleici 124 Identificazione di frammenti di DNA mediante Southern blot 124 Tipizzazione del DNA e DNA fingerprinting 126 Impiego forense delle impronte digitali del DNA e della sua tipizzazione 127 Immunoblot (Western blot) 130 Sequenziamento del DNA 132 Mappatura per restrizione 136 Modificazione delle proteine tramite clonaggio genico: mutagenesi sito diretta Mappare e quantificare i trascritti 141 Northern blot 142 Mappatura S1 143 Estensione dell innesco (Primer extension) 146 Trascrizione run-off e trascrizione di cassette senza G Misura del tasso di trascrizione in vivo 150 Trascrizione nucleare run-on 150 Trascrizione di geni reporter 152 Misura dell accumulo di proteine in vivo Studio delle interazioni DNA-proteine 155 Legame su filtro 155 Saggio di ritardo (shift) della mobilità su gel 156 Footprinting con DNasi 156 Footprinting con DMS e altre tecniche di footprinting Alla ricerca di sequenze di RNA che interagiscono con altre molecole 160 SELEX 160 SELEX Funzionale Knockouts 162 Riassunto 166 Per il ripasso 167 Per l approfondimento 168 PARTE 3 La trascrizione nei procarioti CAPITOLO 6 Il meccanismo della trascrizione nei procarioti 6.1 La struttura della RNA polimerasi 169 La specificità del fattore sigma (σ) I promotori 170 Il legame della RNA polimerasi ai promotori 171 La struttura del promotore Inizio della trascrizione 175 Le funzioni di σ 175 Struttura e funzione del fattore σ 181 Il ruolo della subunità-α nel riconoscimento dell elemento a monte del promotore Allungamento 186 Struttura del complesso di allungamento Terminazione della trascrizione 205 Terminazione Rho-dipendente 209 Riassunto 213 Per il ripasso 214 Per l approfondimento 215 CAPITOLO 7 Gli operoni: il controllo fine della trascrizione nei procarioti 7.1 L operone lac 217 Il controllo negativo dell operone lac 219 La scoperta dell operone 221 Il meccanismo della repressione 222 Il controllo positivo dell operone lac 224 Il meccanismo di azione di CAP L operone ara 231 La struttura a cappio del DNA nella repressione dell operone ara 231 Evidenze a favore della struttura a cappio nella repressione dell operone ara 233 Autoregolazione di AraC L operone trp 234 Il ruolo del triptofano nel controllo negativo dell operone trp 234 Il controllo dell operone trp mediante attenuazione 236 Annullamento dell attenuazione Ribointerruttori 240 Riassunto 243 Per il ripasso 244 Per l approfondimento 245 CAPITOLO 8 Regolatori trascrizionali in procarioti: struttura e funzione 8.1 Modificazioni del fattore sigma 247 L infezione fagica 248 La sporulazione 250 Geni con promotori multipli 251 Altre modificazioni del fattore σ La RNA polimerasi codificata dal fago T L infezione di E. coli a opera del fago λ 254

3 Indice generale IX La riproduzione litica del fago λ 256 Stabilirsi della lisogenia 263 Autoregolazione del gene ci durante la lisogenia 265 Il destino di un infezione fagica: lisi o lisogenia 269 L induzione della lisogenia La famiglia dei repressori di λ 272 Analisi della specificità di legame mediante mutagenesi sito-diretta 272 Box 8.1 Cristallografia a raggi X 274 Analisi ad alta risoluzione delle interazioni repressore-operatore di λ Il repressore del triptofano 282 Il ruolo del triptofano Considerazioni generali sulle interazioni proteina-dna 285 Capacità di formare legami idrogeno delle quattro differenti paia di basi 285 L importanza delle proteine multimeriche che legano il DNA Le proteine che legano il DNA: azione a distanza 287 L operone gal 287 Gli operatori duplicati di λ 288 Riassunto 290 Per il ripasso 292 Per l approfondimento 293 PARTE 4 La trascrizione negli eucarioti CAPITOLO 9 RNA polimerasi, promotori e fattori generali della trascrizione in eucarioti 9.1 Molteplicità delle RNA polimerasi eucariotiche 295 I ruoli delle tre RNA polimerasi nucleari 296 Struttura a subunità delle RNA polimerasi Promotori 315 Promotori di classe II 315 Promotori di classe I 320 Promotori di classe III Enhancer e silenziatori 325 Enhancer 325 Silenziatori Fattori generali di trascrizione negli eucarioti 329 I fattori e il complesso di preinizio di classe Il 329 Struttura e funzione di TFIID 332 Struttura e funzione di TFIIB 344 Struttura e funzione di TFIIH 346 Formazione della bolla di trascrizione 349 Il complesso del mediatore e l oloenzima della polimerasi II 351 Il fattore di allungamento TFIIS Fattori di classe I 354 Il fattore che lega l elemento centrale 355 Il fattore che lega l elemento UPE 357 Struttura e funzione di SL Fattori di classe III 359 TFIIIA 360 TFIIIB e C 361 Il ruolo di TBP 363 Riassunto 365 Per il ripasso 368 Per l approfondimento 369 CAPITOLO 10 Attivatori trascrizionali negli eucarioti 10.1 Categorie di attivatori 371 Domini di legame al DNA 372 Domini di attivazione trascrizionale Strutture dei motivi di legame al DNA degli attivatori 373 Dita di zinco 373 La proteina GAL4 376 I recettori nucleari 378 Omeodomini 380 I domini bzip e bhlh Indipendenza dei domini degli attivatori Funzioni degli attivatori 385 Reclutamento di TFIID e dell oloenzima Interazione tra gli attivatori 387 Dimerizzazione 388 Azione a distanza 389 Enhancer complessi 392 Fattori di trascrizione architetturali 394 Isolatori Regolazione dei fattori di trascrizione 401 Coattivatori 401 Ubiquitilazione di un attivatore 405 Sumoilazione dell attivatore 407 Acetilazione dell attivatore 408 Vie di trasduzione del segnale 408 Riassunto 412 Per il ripasso 413 Per l approfondimento 414

4 X Indice generale CAPITOLO 11 Struttura della cromatina e suoi effetti sulla trascrizione 11.1 Istoni Nucleosomi 417 La fibra da 30 nm 421 L ordine di ripiegamento superiore della cromatina Struttura della cromatina ed espressione genica 426 L effetto degli istoni sulla trascrizione dell RNA ribosomale (rrna) 5S 426 L effetto degli istoni sulla trascrizione dei geni di classe II 428 Il posizionamento dei nucleosomi 431 Acetilazione degli istoni 437 Deacetilazione degli istoni 439 Il rimodellamento della cromatina 442 Eterocromatina e silenziamento 452 I nucleosomi e l allungamento della trascrizione 457 Riassunto 460 Per il ripasso 461 Per l approfondimento 462 PARTE 5 Processi post trascrizionali CAPITOLO 12 Il processing dell RNA messaggero. Fase I: splicing 12.1 Geni a pezzi 463 Evidenze di geni interrotti 464 Lo splicing dell RNA 466 I segnali di splicing Il meccanismo di splicing dei precursori nucleari dell mrna 469 Un intermedio ramificato 469 Il segnale di ramificazione 472 Spliceosomi 473 Assemblaggio e funzione dello spliceosoma 479 Reclutamento, selezione del sito di splicing e splicing alternativo 482 Ruolo del CTD della polimerasi II 486 Meccanismi di controllo dello splicing Gli RNA che fanno auto-splicing 492 Introni di gruppo I 492 Introni di gruppo II 495 Riassunto 496 Per il ripasso 497 Per l approfondimento 498 CAPITOLO 13 Il processing dell RNA messaggero. Fase II: capping e poliadenilazione 13.1 Capping 499 Struttura del cap 499 Sintesi del cap 500 Funzioni del cap Poliadenilazione 504 Poli(A) 504 Funzioni del poli(a) 506 Il meccanismo di base della poliadenilazione 507 I segnali di poliadenilazione 509 Taglio e poliadenilazione di un pre-mrna 511 Poli(A) polimerasi 514 Turnover del Poli(A) Coordinazione degli eventi di processamento dell mrna 517 Effetto del cap sullo splicing 517 Effetto del poli(a) sullo splicing 518 Il legame del CTD di Rpb1 alle proteine che processano l mrna 518 I cambiamenti nell associazione tra i fattori di processamento dell RNA e il CTD sono correlati ai cambiamenti dello stato di fosforilazione del CTD 519 Accoppiamento tra terminazione della trascrizione e processamento dell estremità 3 dell mrna 520 Meccanismo della terminazione 521 Il ruolo della poliadenilazione nel trasporto dell mrna 523 Riassunto 524 Per il ripasso 525 Per l approfondimento 526 CAPITOLO 14 Altri eventi di processamento dell RNA 14.1 Processamento dell RNA ribosomale 527 Processamento dell rrna eucariotico 527 Processamento dell rrna batterico Processamento dell RNA transfer 532 Il taglio di precursori policistronici 532 Formazione di estremità mature al Formazione di estremità mature al Trans-splicing 534 Il meccanismo del trans-splicing Editing dell RNA 537 Meccanismo dell editing 539

5 Indice generale XI Editing attraverso deaminazione nucleotidica Controllo post trascrizionale dell espressione genica 543 Stabilità dell mrna della caseina 544 Stabilità dell mrna per il recettore della trasferrina 544 Interferenza dell RNA 545 MicroRNA e silenziamento genico 556 Riassunto 561 Per il ripasso 562 Per l approfondimento 563 PARTE 6 La traduzione CAPITOLO 15 Il meccanismo della traduzione I: l inizio 15.1 L inizio della traduzione nei batteri 565 Il caricamento del trna 565 Dissociazione dei ribosomi 567 Formazione del complesso di inizio 30S 571 La formazione del complesso di inizio 70S 579 Sommario dell inizio nei batteri Inizio negli eucarioti 582 Il modello di scansione dell inizio 582 Fattori d inizio eucariotici 586 Sguardo globale dell inizio della traduzione negli eucarioti Controllo dell inizio 593 Controllo della traduzione nei batteri 594 Riassunto 597 Per il ripasso 598 Per l approfondimento 598 CAPITOLO 16 Il meccanismo della traduzione II: allungamento e terminazione 16.1 La direzione della sintesi e della traduzione dell mrna Il codice genetico 603 I codoni non si sovrappongono 604 Non ci sono interruzioni nel codice 604 Il codice a triplette 606 La decifrazione del codice 607 Appaiamenti insoliti tra codone e anticodone 609 Un codice (quasi) universale Il meccanismo dell allungamento 614 Uno sguardo sull allungamento 614 Il modello a tre siti del ribosoma 616 Fase 1 dell allungamento: legame di un amminoacil-trna al sito A del ribosoma 619 Fase 2 dell allungamento: formazione del legame peptidico 621 Fase 3 dell allungamento: la traslocazione 622 Le GTPasi e la traduzione La terminazione 625 I codoni di terminazione 625 Fattori di rilascio 627 Utilizzo dei codoni di stop per inserire amminoacidi inusuali Post-traduzione 631 Il ripiegamento delle proteine nascenti 632 Rilascio dei ribosomi dall mrna 633 Riassunto 635 Per il ripasso 636 Per l approfondimento 636 CAPITOLO 17 Ribosomi e trna WEB PARTE 7 Replicazione, ricombinazione e trasposizione del DNA CAPITOLO 18 Meccanismi di base nella replicazione e nel riparo del DNA 18.1 Caratteristiche principali della replicazione del DNA 641 Replicazione semiconservativa 641 Replicazione semidiscontinua del DNA 644 Inneschi nella sintesi del DNA 647 Replicazione bidirezionale e unidirezionale 648 Replicazione a circolo rotante Enzimologia della replicazione del DNA 652 Tre DNA polimerasi in E. coli 653 Fedeltà della replicazione 658 DNA polimerasi eucariotiche multiple 659 Separazione dei filamenti 660 Proteine che legano il DNA a singolo filamento 662 Topoisomerasi Danni al DNA e riparo 669 Danni causati dall alchilazione delle basi 669 Danni causati dalle radiazioni ultraviolette 671 Danni causati da raggi gamma e raggi X 672 Riparo diretto del danno 672 Riparo per escissione 674

6 XII Indice generale Riparo delle rotture a doppio filamento di DNA negli eucarioti 682 Il ruolo del rimodellamento della cromatina nel riparo delle rotture a doppio filamento 684 Riparo da appaiamento errato 686 Fallimento del sistema di riparo degli errori da appaiamento errato nell uomo 687 Affrontare il danno al DNA senza ripararlo 688 Riassunto 692 Per il ripasso 694 Per l approfondimento 695 CAPITOLO 19 Meccanismo dettagliato della replicazione del DNA 19.1 Inizio 697 L inizio della replicazione del DNA in E. coli 697 L inizio negli eucarioti Allungamento 705 L oloenzima pol III e la processività della replicazione Terminazione della replicazione 713 Decatenanzione: separazione delle molecole figlie di DNA 714 Terminazione negli eucarioti 716 Box 19.1 I telomeri, il limite di Hayflick e il cancro 720 Riassunto 726 Per il ripasso 727 Per l approfondimento 728 CAPITOLO 20 La ricombinazione omologa 20.1 Il pathway di RecBCD per la ricombinazione omologa Esperimenti a supporto del pathway di RecBCD 733 RecA 733 RecBCD 737 RuvA e RuvB 737 RuvC Ricombinazione meiotica 744 Il meccanismo di ricombinazione meiotica: una visione d insieme 744 La rottura a doppio filamento del DNA 745 Formazione delle estremità a singolo filamento sulle DSB La conversione genica 749 Riassunto 750 Per il ripasso 750 Per l approfondimento 751 CAPITOLO 21 La trasposizione PARTE 8 Genomi WEB CAPITOLO 22 Genomica, proteomica e bioinformatica 22.1 Il clonaggio posizionale: un introduzione alla genomica 755 Strumenti tipici del clonaggio posizionale 756 A caccia del gene mutato in una malattia umana 759 Box 22.1 Problemi nello screening genetico Sequenziamento genomico 766 Il Progetto Genoma Umano 769 Vettori per progetti su genomi di grandi dimensioni 771 La strategia clone-per-clone 773 Sequenziamento shotgun 777 Gli standard nel sequenziamento 780 Sequenziamento del genoma umano 780 Genomi di altri vertebrati 790 Il genoma minimo 793 Il codice a barre della vita Applicazioni della genomica 796 Trascrittomica 797 Mappatura trascrizionale di interi cromosomi 805 Profiling genomico funzionale 808 Profiling funzionale tessuto-specifico 811 Localizzazione di siti bersaglio per fattori di trascrizione 813 Polimorfismi di singoli nucleotidi: farmacogenomica Proteomica 820 Separazione delle proteine 821 Analisi delle proteine 822 Interazioni tra proteine Bioinformatica 828 Riassunto 834 Per il ripasso 836 Per l approfondimento 837 Indice analitico I1

Indice dell'opera. Prefazione. Capitolo 1 Introduzione alla genetica Genetica classica e moderna Genetisti e ricerca genetica Sommario

Indice dell'opera. Prefazione. Capitolo 1 Introduzione alla genetica Genetica classica e moderna Genetisti e ricerca genetica Sommario Indice dell'opera Prefazione Capitolo 1 Introduzione alla genetica Genetica classica e moderna Genetisti e ricerca genetica Capitolo 2 DNA: il materiale genetico La ricerca del materiale genetico La composizione

Dettagli

Dal DNA all RNA. La trascrizione nei procarioti e negli eucarioti

Dal DNA all RNA. La trascrizione nei procarioti e negli eucarioti Dal DNA all RNA La trascrizione nei procarioti e negli eucarioti DOGMA CENTRALE DELLA BIOLOGIA MOLECOLARE Gene Regione di DNA che porta l informazione (= che CODIFICA) per una catena polipeptidica o per

Dettagli

SINTESI DELL RNA. Replicazione. Trascrizione. Traduzione

SINTESI DELL RNA. Replicazione. Trascrizione. Traduzione SINTESI DELL RNA Replicazione Trascrizione Traduzione L RNA ha origine da informazioni contenute nel DNA La TRASCRIZIONE permette la conversione di una porzione di DNA in una molecola di RNA con una sequenza

Dettagli

Struttura e funzione dei geni. Paolo Edomi - Genetica

Struttura e funzione dei geni. Paolo Edomi - Genetica Struttura e funzione dei geni 1 Il DNA è il materiale genetico La molecola di DNA conserva l informazione genetica: topi iniettati con solo DNA di batteri virulenti muoiono 2 Proprietà del DNA Il DNA presenta

Dettagli

www.fisiokinesiterapia.biz TRASCRIZIONE

www.fisiokinesiterapia.biz TRASCRIZIONE www.fisiokinesiterapia.biz TRASCRIZIONE TRASCRIZIONE Processo mediante il quale una sequenza di DNA (un gene) viene copiata in una sequenza di RNA Dalla trascrizione derivano gli mrna, che verranno tradotti

Dettagli

La regolazione genica nei eucarioti

La regolazione genica nei eucarioti La regolazione genica nei eucarioti Lic. Scientifico A. Meucci Aprilia Prof. Rolando Neri Differenziamento negli eucarioti pluricellulari Negli eucarioti le cellule specializzate dei vari tessuti contengono

Dettagli

INDICE. VOLUME 1 Cellula. VOLUME 2 Genetica. Capitolo 9 Comunicazione cellulare 181. Capitolo 1 Introduzione alla biologia 1

INDICE. VOLUME 1 Cellula. VOLUME 2 Genetica. Capitolo 9 Comunicazione cellulare 181. Capitolo 1 Introduzione alla biologia 1 00PrPag_Vol_02_BROOKER 30/07/10 11:22 Pagina V VOLUME 1 Cellula Capitolo 1 Introduzione alla biologia 1 PARTE I Capitolo 2 Chimica Basi chimiche della vita I: atomi, molecole e acqua 19 Capitolo 3 Basi

Dettagli

Regolazione dell espressione genica EUCARIOTI

Regolazione dell espressione genica EUCARIOTI Regolazione dell espressione genica EUCARIOTI Regolazione della espressione genica Molte proteine sono comuni a tutte le cellule RNA polimerasi, proteine ribosomali, enzimi che regolano il metabolismo,

Dettagli

Replicazione del DNA

Replicazione del DNA Replicazione del DNA la replicazione del DNA viene effettuata da ENZIMI: DNA-polimerasi (catalizza la formazione del legame fosfodiestere) ogni filamento fa da stampo (enzima diretto dallo stampo) le DNA-polimerasi

Dettagli

Corso di Biologia Molecolare

Corso di Biologia Molecolare Corso di Biologia Molecolare Dott.ssa Renata Tisi Dip. Biotecnologie e Bioscienze Ed. U4 Tel. 02 6448 3522 renata.tisi@unimib.it Acidi nucleici Il ruolo degli acidi nucleici è quello di custodire e trasmettere

Dettagli

Dal DNA alle proteine: La trascrizione e la traduzione

Dal DNA alle proteine: La trascrizione e la traduzione Dal DNA alle proteine: La trascrizione e la traduzione DNA RNA Trascrizione RNA PROTEINE Traduzione Dove avvengono? GLI EUCARIOTI I PROCARIOTI Cambell, Reece Biologia ZANICHELLI Trascrizione Sintesi di

Dettagli

Stabilità della doppia elica di DNA in soluzione 23 Strutture alternative e strutture superiori degli acidi nucleici 25

Stabilità della doppia elica di DNA in soluzione 23 Strutture alternative e strutture superiori degli acidi nucleici 25 Indice DALLA SCOPERTA DEL DNA AL CODICE GENETICO E STRUTTURA DEGLI ACIDI NUCLEICI 1 A Capitolo 1 Introduzione alla Biologia Molecolare 3 1.1 Che cos è la Biologia Molecolare? 3 1.2 Il gruppo del fago e

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER GLI INSEGNANTI DELLE SCUOLE MEDIE SUPERIORI INGEGNERIA GENETICA E SUE APPLICAZIONI

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER GLI INSEGNANTI DELLE SCUOLE MEDIE SUPERIORI INGEGNERIA GENETICA E SUE APPLICAZIONI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER GLI INSEGNANTI DELLE SCUOLE MEDIE SUPERIORI INGEGNERIA GENETICA E SUE APPLICAZIONI mercoledì 5 maggio 2004 La regolazione dell'espressione genica prof. Giovanna Viale - Università

Dettagli

eucarioti Cellula umana contiene circa 30000 geni

eucarioti Cellula umana contiene circa 30000 geni Eucarioti eucarioti Cellula umana contiene circa 30000 geni Geni per RNA Geni per proteine Ogni cellula in un determinato momento esprim e solo una piccola parte di questo potenziale ( 5000 geni) Geni

Dettagli

Corso di Laurea in Farmacia Insegnamento di BIOCHIMICA. Angela Chambery Lezione 22

Corso di Laurea in Farmacia Insegnamento di BIOCHIMICA. Angela Chambery Lezione 22 Corso di Laurea in Farmacia Insegnamento di BIOCHIMICA Angela Chambery Lezione 22 La trascrizione procariotica dell RNA Concetti chiave: L RNA polimerasi è simile alla DNA polimerasi nella struttura e

Dettagli

RNA polimerasi operone. L operatore è il tratto

RNA polimerasi operone. L operatore è il tratto La regolazione genica nei procarioti Alcune proteine vengono prodotte dalla cellula ad un ritmo relativamente costante e l attività dei geni che codificano queste proteine non è regolata in modo sofisticato.

Dettagli

Regolazione dell espressione genica

Regolazione dell espressione genica Regolazione dell espressione genica I promotori batterici hanno due sequenza consenso distinte Trascrizione nei procarioti Regolazione dell espressione genica nei procarioti Il modello dell operone di

Dettagli

REGOLAZIONE DELL'ESPRESSIONE GENICA

REGOLAZIONE DELL'ESPRESSIONE GENICA REGOLAZIONE DELL'ESPRESSIONE GENICA Con ESPRESSIONE GENICA si intende quella serie di eventi che dall'attivazione della trascrizione di un gene, conducono alla produzione della proteina corrispondente.

Dettagli

REGOLAZIONE DELL ESPRESSIONE GENICA

REGOLAZIONE DELL ESPRESSIONE GENICA REGOLAZIONE DELL ESPRESSIONE GENICA Solo una piccola parte dei 4000 geni che costituiscono il genoma batterico o dei circa 30000 geni del genoma umano viene espressa in maniera costante (GENI COSTITUTIVI)

Dettagli

Dott.ssa Renata Tisi. Dip. Biotecnologie e Bioscienze Ed. U4 Tel. 02 6448 3522 renata.tisi@unimib.it

Dott.ssa Renata Tisi. Dip. Biotecnologie e Bioscienze Ed. U4 Tel. 02 6448 3522 renata.tisi@unimib.it Dott.ssa Renata Tisi Dip. Biotecnologie e Bioscienze Ed. U4 Tel. 02 6448 3522 renata.tisi@unimib.it Il ruolo degli acidi nucleici è quello di custodire e trasmettere l informazione genetica nelle cellule,

Dettagli

La possibilita di conoscere i geni deriva dalla capacita di manipolarli:

La possibilita di conoscere i geni deriva dalla capacita di manipolarli: La possibilita di conoscere i geni deriva dalla capacita di manipolarli: -isolare un gene (enzimi di restrizione) -clonaggio (amplificazione) vettori -sequenziamento -funzione Il gene o la sequenza

Dettagli

La trascrizione negli eucarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie

La trascrizione negli eucarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie La trascrizione negli eucarioti Il promotore eucariotico L inizio della trascrizione negli eucarioti necessita della RNA polimerasi e dei fattori di trascrizione. Qualsiasi proteina sia necessaria per

Dettagli

LA TRADUZIONE E IL CODICE GENETICO

LA TRADUZIONE E IL CODICE GENETICO LA TRADUZIONE E IL CODICE GENETICO La traduzione La traduzione è il processo di sintesi di una catena polipeptidica, un polimero costituito da amminoacidi legati insieme da legami peptidici Le molecole

Dettagli

C2. Il rilascio del fattore sigma marca il passaggio alla fase di allungamento della trascrizione.

C2. Il rilascio del fattore sigma marca il passaggio alla fase di allungamento della trascrizione. Soluzioni ai problemi del Capitolo 12 Domande concettuali C1. A. I geni dei trna codificano molecole di trna e i geni degli rrna le molecole di rrna che si trovano nei ribosomi. Esistono anche dei geni

Dettagli

Definizione di genoteca (o library) di DNA

Definizione di genoteca (o library) di DNA Definizione di genoteca (o library) di DNA Collezione completa di frammenti di DNA, inseriti singolarmente in un vettore di clonaggio. Possono essere di DNA genomico o di cdna. Libreria genomica: collezione

Dettagli

DNA - RNA. Nucleotide = Gruppo Fosforico + Zucchero Pentoso + Base Azotata. Le unità fondamentali costituenti il DNA e l RNA sono i Nucleotidi.

DNA - RNA. Nucleotide = Gruppo Fosforico + Zucchero Pentoso + Base Azotata. Le unità fondamentali costituenti il DNA e l RNA sono i Nucleotidi. DNA - RNA Le unità fondamentali costituenti il DNA e l RNA sono i Nucleotidi. Nucleotide = Gruppo Fosforico + Zucchero Pentoso + Base Azotata. Esistono 4 basi azotate per il DNA e 4 per RNA Differenze

Dettagli

SEQUENZIAMENTO DEL DNA

SEQUENZIAMENTO DEL DNA SEQUENZIAMENTO DEL DNA Il metodo di Sanger per determinare la sequenza del DNA Il metodo manuale La reazione enzimatica Elettroforesi in gel denaturante di poliacrilammide Autoradiografia Il metodo automatico

Dettagli

L adattamento dei batteri. Strategie di adattamento

L adattamento dei batteri. Strategie di adattamento L adattamento dei batteri Strategie di adattamento mutazione trasferimento genico orizzontale regolazione dell espressione genica regolazione della trascrizione regolazione della traduzione regolazione

Dettagli

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA)

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA Il DNA cellulare contiene porzioni geniche e intergeniche, entrambe necessarie per le funzioni vitali della

Dettagli

PLASMIDI puc ALTRI TIPI DI VETTORI. VETTORI λ 17-06-2010

PLASMIDI puc ALTRI TIPI DI VETTORI. VETTORI λ 17-06-2010 PLASMIDI puc ALTRI TIPI DI VETTORI VETTORI λ (15-20 Kb) = vettori ottenuti apportando delle modifiche al genoma del batteriofago λ. COSMIDI (40-45 Kb) = plasmidi che contengono i siti cos di λ utili per

Dettagli

Soluzioni ai problemi del Capitolo 15. Domande concettuali

Soluzioni ai problemi del Capitolo 15. Domande concettuali Soluzioni ai problemi del Capitolo 15 Domande concettuali C1. 1. La struttura DNA-cromatina. Questo livello comprende l amplificazione genica, un aumento del numero di copie; riarrangiamenti di geni, come

Dettagli

Il metabolismo dell RNA. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie

Il metabolismo dell RNA. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie Il metabolismo dell RNA I vari tipi di RNA Il filamento di DNA che dirige la sintesi dello mrna è chiamato filamento stampo o filamento antisenso. L altro filamento che ha sequenza identica a quella dello

Dettagli

Analisi Molecolare di sequenze di acidi nucleici

Analisi Molecolare di sequenze di acidi nucleici Analisi Molecolare di sequenze di acidi nucleici 1. L Analisi di restrizione di frammenti o RFLP (Restriction Fragment Lenght Polymorphism) di DNA comporta lo studio delle dimensioni dei frammenti di DNA

Dettagli

DNA non codificante ncdna

DNA non codificante ncdna DNA non codificante ncdna Teorie sul ruolo genetico RNAi e mirna Liberamente tratto dalla tesina del Dr. Emiliano Mancini ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti

Dettagli

Biologia Molecolare. CDLM in CTF 2010-2011 La modificazione dell RNA e la traduzione

Biologia Molecolare. CDLM in CTF 2010-2011 La modificazione dell RNA e la traduzione Biologia Molecolare CDLM in CTF 2010-2011 La modificazione dell RNA e la traduzione La maturazione del trascritto primario I microrna Le componenti del macchinario di traduzione Il meccanismo della traduzione

Dettagli

REPLICAZIONE DEL DNA

REPLICAZIONE DEL DNA REPLICAZIONE DEL DNA La replicazione (o anche duplicazione) è il meccanismo molecolare attraverso cui il DNA produce una copia di sé stesso. Ogni volta che una cellula si divide, infatti, l'intero genoma

Dettagli

Corso di Biologia Molecolare

Corso di Biologia Molecolare Corso di Biologia Molecolare Dott.ssa Renata Tisi Dip. Biotecnologie e Bioscienze Ed. U4 Tel. 02 6448 3522 renata.tisi@unimib.it Acidi nucleici Il ruolo degli acidi nucleici è quello di custodire e trasmettere

Dettagli

La traduzione: dall mrna alle proteine

La traduzione: dall mrna alle proteine La traduzione: dall mrna alle proteine Le infezioni batteriche sono una grave causa di malattie e morte in Europa e negli USA. Le infezioni batteriche si curano con antibiotici che colpiscono l espressione

Dettagli

Elementi di Bioinformatica. Genomica. Introduzione

Elementi di Bioinformatica. Genomica. Introduzione Corso di Elementi di Bioinformatica Ingegneria Biomedica AA 2013-14 Elementi di Bioinformatica Genomica Introduzione Genomica Genomica (genomics) Riguarda lo studio del genoma degli organismi viventi e,

Dettagli

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie La trascrizione nei procarioti Concetti base Nucleoside base purinica o pirimidinica legata alla posizione 1 dell anello pentoso Nucleotide base azotata-pentoso-fosfato Concetti base La trascrizione comporta

Dettagli

Analisi molecolare dei geni

Analisi molecolare dei geni Analisi molecolare dei geni Denaturazione e rinaturazione di una molecola di DNA Si rompono i legami idrogeno 100 C Denaturazione del DNA Rinaturazione per riassociazione delle sequenze complementari Ogni

Dettagli

Indice. Capitolo 1 Gli inizi della biologia molecolare. Capitolo 3 L organizzazione del genoma: dai nucleotidi alla cromatina

Indice. Capitolo 1 Gli inizi della biologia molecolare. Capitolo 3 L organizzazione del genoma: dai nucleotidi alla cromatina Indice Capitolo 1 Gli inizi della biologia molecolare 1.1 Introduzione 1 1.2 Prospettiva storica 2 La comprensione dei meccanismi dell eredità basata sulla differenza tra piselli lisci e rugosi: la genetica

Dettagli

MECCANISMI DI RIPARAZIONE DEL DNA

MECCANISMI DI RIPARAZIONE DEL DNA MECCANISMI DI RIPARAZIONE DEL DNA MUTAZIONI SPONTANEE ED INDOTTE Il danno al DNA non riparato può portare a mutazioni che causano malattie o morte delle cellule. Le mutazioni derivano da cambiamenti della

Dettagli

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI LEZIONE 16 Sistemi di regolazione SISTEMI DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI In che modo un batterio sente e risponde a specifici segnali provenienti dall ambiente? Per esempio, nel caso dell operone lac

Dettagli

MODELLO SCHEDA INSEGNAMENTO

MODELLO SCHEDA INSEGNAMENTO Corso di Laurea Denominazione insegnamento: Numero di Crediti: Anno: Semestre: Docente Titolare: MODELLO SCHEDA INSEGNAMENTO Triennale in Scienze Biologiche Biologia molecolare 9 CFU II II Lina Sabatino

Dettagli

LA GENETICA: DNA e RNA LA GENETICA. DNA e RNA. Prof. Daniele Verri

LA GENETICA: DNA e RNA LA GENETICA. DNA e RNA. Prof. Daniele Verri LA GENETICA DNA e RNA Prof. Daniele Verri L'acido desossiribonucleico o deossiribonucleico (DNA) è un acido nucleico che contiene le informazioni necessarie per la formazione di RNA e proteine. LA GENETICA:

Dettagli

Un po di storia La visione mendeliana del mondo BOX 1.1 Le leggi di Mendel BOX 1.2 i geni sono legati ai cromosomi struttura e studio

Un po di storia La visione mendeliana del mondo BOX 1.1 Le leggi di Mendel BOX 1.2 i geni sono legati ai cromosomi struttura e studio INDICE PARTE 1 Un po di storia Capitolo 1 La visione mendeliana del mondo 5 Le scoperte di Mendel 6 Il principio della segregazione indipendente 6 BOX 1.1 CONCETTI AVANZATI Le leggi di Mendel 6 Alcuni

Dettagli

Regolazione dell espressione genica imputabile esclusivamente a regolatori di natura proteica?

Regolazione dell espressione genica imputabile esclusivamente a regolatori di natura proteica? Regolazione dell espressione genica imputabile esclusivamente a regolatori di natura proteica? 18 1 Watson-Baker-Bell-Gann-Levine-Losick Biologia molecolare del gene Gli RNA regolatori Già gli studi di

Dettagli

MEDICINA E CHIRURGIA ANNO ACCADEMICO OFFERTA

MEDICINA E CHIRURGIA ANNO ACCADEMICO OFFERTA FACOLTÀ MEDICINA E CHIRURGIA ANNO ACCADEMICO OFFERTA 2014/2015 FORMATIVA ANNO ACCADEMICO EROGAZIONE 2014/2015 CORSO DI LAUREA (o LAUREA MAGISTRALE) Medicina e Chirurgia Canale Chirone- Sede Formativa Palermo

Dettagli

Cenni al controllo dell espressione genica

Cenni al controllo dell espressione genica http://www.nature.com/scitable/ebooks/essentials-of-cell-biology- 14749010/16433210#bookContentViewAreaDivID Cenni al controllo dell espressione genica Biotecnologie_2012 Il controllo differenziale della

Dettagli

8-06-2010. BLOTTING degli acidi nucleici: RT-PCR SOUTHERN BLOTTING NORTHERN BLOTTING. BLOTTING delle proteine: NORTHERN BLOTTING SOUTHERN BLOTTING

8-06-2010. BLOTTING degli acidi nucleici: RT-PCR SOUTHERN BLOTTING NORTHERN BLOTTING. BLOTTING delle proteine: NORTHERN BLOTTING SOUTHERN BLOTTING 8-06-2010 TECNICHE PER L ANALISI DELL ESPRESSIONE GENICA BLOTTING degli acidi nucleici: RT-PCR REAL TIME PCR SOUTHERN BLOTTING NORTHERN BLOTTING NORTHERN BLOTTING BLOTTING delle proteine: MICROARRAYS MACROARRAYS

Dettagli

PERCHE I BATTERI HANNO SUCCESSO

PERCHE I BATTERI HANNO SUCCESSO PERCHE I BATTERI HANNO SUCCESSO VERSATILITA METABOLICA VELOCITA DI ADATTAMENTO ALLE VARIAZIONI AMBIENTALI Livia Leoni Università Roma Tre Dipartimento Biologia Laboratorio di Biotecnologie Microbiche Stanza

Dettagli

Controllo post-trascrizionale dell espressione genica

Controllo post-trascrizionale dell espressione genica Controllo post-trascrizionale dell espressione genica Livelli di controllo dell espressione genica Rivisitazione del concetto di gene Per gli organismi eucariotici più evoluti il dogma un gene = una proteina

Dettagli

PCR. PCR o reazione di polimerizzazione a catena. Amplificazione esponenziale di DNA. Puo amplificare un tratto di DNA per piu di 1 milione di volte

PCR. PCR o reazione di polimerizzazione a catena. Amplificazione esponenziale di DNA. Puo amplificare un tratto di DNA per piu di 1 milione di volte PCR Prof.ssa Flavia Frabetti PCR o reazione di polimerizzazione a catena Fine anni 80 Amplificazione esponenziale di DNA. Puo amplificare un tratto di DNA per piu di 1 milione di volte Permette di estrarre

Dettagli

Le basi chimiche dell ereditarietà

Le basi chimiche dell ereditarietà Le basi chimiche dell ereditarietà 1 Il codice della vita Il DNA, o acido desossiribonucleico, è cos7tuito da lunghe catene di nucleo7di; ogni nucleo7de è composto da uno zucchero (deossiribosio), un gruppo

Dettagli

LA TRASCRIZIONE...2. Terminazione della trascrizione...10

LA TRASCRIZIONE...2. Terminazione della trascrizione...10 LA TRASCRIZIONE...2 INDUZIONE ENZIMATICA...3 Organizzazione geni dei procarioti...4 Organizzazione geni degli eucarioti...5 Sequenze dei Promotori dei procarioti...6 Sequenze dei Promotori degli eucarioti...6

Dettagli

SINTESI PROTEICA. Replicazione. Trascrizione. Traduzione

SINTESI PROTEICA. Replicazione. Trascrizione. Traduzione Replicazione SINTESI PROTEICA Trascrizione Traduzione 61 codoni codificanti 3 triplette non senso (STOP) AUG codone di inizio codone per Met Caratteristiche del codice genetico Specificità Il codice genetico

Dettagli

Maria Antonietta Lepore. Principali tecniche di biologia molecolare clinica

Maria Antonietta Lepore. Principali tecniche di biologia molecolare clinica Maria Antonietta Lepore Principali tecniche di biologia molecolare clinica Copyright MMIX ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133 a/b 00173 Roma (06)

Dettagli

Vettori di espressione

Vettori di espressione Vettori di espressione Vengono usati per: 1.Generare sonde di RNA 2.Produrre la proteina codificata Per fare questo viene utilizzato un promotore che risiede sul vettore, modificato per ottimizzare l interazione

Dettagli

Indice. Parte 1 Chimica e genetica. Le scoperte di Mendel 6. Caratteristiche dei legami chimici 41

Indice. Parte 1 Chimica e genetica. Le scoperte di Mendel 6. Caratteristiche dei legami chimici 41 Indice Parte 1 Chimica e genetica CAPITOLO 1 La visione mendeliana del mondo Le scoperte di Mendel 6 Il principio della segregazione indipendente 6 BOX 1.1 CONCETTI AVANZATI Le leggi di Mendel 6 Alcuni

Dettagli

Il genoma dinamico: gli elementi trasponibili

Il genoma dinamico: gli elementi trasponibili Il genoma dinamico: gli elementi trasponibili Anni trenta: studi sul mais ribaltano la visione classica secondo cui i geni si trovano solo in loci fissi sul cromosoma principale Esistono elementi genetici

Dettagli

Organizzazione del genoma umano III

Organizzazione del genoma umano III Organizzazione del genoma umano III Lezione 9 Il DNA codificante Ricapitoliamo l'organizzazione e il funzionamento dei geni eucariotici Sito di inizio trascrizione +1 Codone di stop AATAAA segnale di poliadenilazione

Dettagli

Biologia Molecolare Corso di Laurea Magistrale in CTF aa corso A- L. Docente: Massimo Gulisano

Biologia Molecolare Corso di Laurea Magistrale in CTF aa corso A- L. Docente: Massimo Gulisano Biologia Molecolare Corso di Laurea Magistrale in CTF aa 2013-2014 corso A- L Docente: Massimo Gulisano m.gulisano@unict.it www.gulisanolab.it Componen' chimici della cellula: Importanza dei legami deboli

Dettagli

Plasmidi come vettori di clonaggio

Plasmidi come vettori di clonaggio Plasmidi come vettori di clonaggio Un vettore plasmidico di buona qualità deve possedere le seguenti proprietà: 1. Piccole dimensioni (

Dettagli

Genetica dei microrganismi 3

Genetica dei microrganismi 3 Genetica dei microrganismi 3 2 In questo caso il filtro poroso non eliminava lo scambio, indicando l esistenza di un fattore diffusibile DNasi resistente Trasduzione generalizzata 3 Figura 10.14 4 Trasduzione

Dettagli

Espressione Genica Informazione contenuta nei geni (DNA) viene decodificata prima in RNA (Trascrizione) e successivamente in proteine (Traduzione)

Espressione Genica Informazione contenuta nei geni (DNA) viene decodificata prima in RNA (Trascrizione) e successivamente in proteine (Traduzione) Espressione Genica Informazione contenuta nei geni (DNA) viene decodificata prima in RNA (Trascrizione) e successivamente in proteine (Traduzione) Nucleotidi e Ribonucleotidi L RNA è costituituito

Dettagli

Regolazione genica post- trascrizionale

Regolazione genica post- trascrizionale 18. L RNA regolatore contiene materiale protetto da copyright, ad esclusivo uso personale; non è consentita diffusione ed utilizzo di tipo commerciale Regolazione genica post- trascrizionale L espressione

Dettagli

LE MOLECOLE DI RNA: rrna trna mrna

LE MOLECOLE DI RNA: rrna trna mrna LE MOLECOLE DI RNA: rrna trna mrna RNA polimerasi Localizzazione Prodotti Effetti dell α-amanitina I Nucleolo 25S, 17S e 5.8S rrna Nessuno II Nucleoplasma mrna, U1, U2, U4 e U5 Fortemente inibitori III

Dettagli

La nuova biologia.blu

La nuova biologia.blu David Sadava, David M. Hillis, H. Craig Heller, May R. Berenbaum La nuova biologia.blu Genetica, DNA ed evoluzione PLUS 2 Capitolo B4 La regolazione genica 3 Il genoma procariotico /1 I genomi procariotici

Dettagli

Tecniche Diagnostiche molecolari

Tecniche Diagnostiche molecolari Tecniche Diagnostiche molecolari Tecniche di Biologia Molecolare La scoperta che il DNA è alla base di tutte le funzioni della cellula ha aperto la strada allo sviluppo di una disciplina denominata biologia

Dettagli

Nozioni di base. cromosoma. 2. I cromosomi sono composti dal DNA. Ogni essere vivente è composto di cellule DNA. corpo cellulare

Nozioni di base. cromosoma. 2. I cromosomi sono composti dal DNA. Ogni essere vivente è composto di cellule DNA. corpo cellulare Nozioni di base cromosoma Ogni essere vivente è composto di cellule 2. I cromosomi sono composti dal DNA batterio cellula vegetale cellula muscolare cellula nervosa DNA corpo cellulare 1. I geni sono situati

Dettagli

Genetica dei microrganismi

Genetica dei microrganismi Genetica dei microrganismi Dott.ssa Silvia Preziuso Dipartimento di Scienze Veterinarie Università di Camerino Sezione di Patologia Animale, Profilassi e Igiene degli Alimenti Argomenti trattati Gli acidi

Dettagli

Il flusso dell informazione genetica. DNA -->RNA-->Proteine

Il flusso dell informazione genetica. DNA -->RNA-->Proteine Il flusso dell informazione genetica DNA -->RNA-->Proteine Abbiamo visto i principali esperimenti che hanno dimostrato che il DNA è la molecola depositaria dell informazione genetica nella maggior parte

Dettagli

Biologia Molecolare Corso di Laurea Magistrale in CTF aa corso A- L

Biologia Molecolare Corso di Laurea Magistrale in CTF aa corso A- L Biologia Molecolare Corso di Laurea Magistrale in CTF aa 2014-2015 corso A- L Docente: Massimo Gulisano Cell 3483391646 Email m.gulisano@unict.it www.gulisanolab.it Componen' chimici della cellula: Importanza

Dettagli

DOGMA CENTRALE DELLA BIOLOGIA

DOGMA CENTRALE DELLA BIOLOGIA DOGMA CENTRALE DELLA BIOLOGIA REPLICAZIONE DEL DNA (SINTESI o DUPLICAZIONE) MODELLO SEMICONSERVATIVO Meselson e Stahl (1958) DNA POLIMERASI CROMOSOMA NON DUPLICATO CROMOSOMA DUPLICATO (CROMATIDI FRATELLI)

Dettagli

immagine Biologia applicata alla ricerca bio-medica Materiale Didattico Docente: Di Bernardo

immagine Biologia applicata alla ricerca bio-medica Materiale Didattico Docente: Di Bernardo Esperto in processi innovativi di sintesi biomolecolare applicata a tecniche di epigenetica Materiale Didattico Biologia applicata alla ricerca bio-medica immagine Docente: Di Bernardo TECNICHE PER L ANALISI

Dettagli

Indice. Introduzione alle metodologie biochimiche 1 (Martino Luigi Di Salvo, Roberto Contestabile)

Indice. Introduzione alle metodologie biochimiche 1 (Martino Luigi Di Salvo, Roberto Contestabile) VII Indice Prefazione XII Capitolo 1 Introduzione alle metodologie biochimiche 1 (Martino Luigi Di Salvo, Roberto Contestabile) 1.1 La Biochimica, una scienza sperimentale 1 1.2 Come si progetta, si esegue

Dettagli

Diagnostica Biomolecolare: Tecnologie e Applicazioni

Diagnostica Biomolecolare: Tecnologie e Applicazioni Diagnostica Biomolecolare: Tecnologie e Applicazioni Preparazione dei campioni: (Estrazione del DNA o dell RNA dal tessuto di interesse) Analisi delle mutazioni: SSCP DHPLC Dot blot - Southern - PCR (ARMS

Dettagli

MODIFICAZIONI POST-TRASCRIZIONALI. 5 NT non tradotto 3 NT

MODIFICAZIONI POST-TRASCRIZIONALI. 5 NT non tradotto 3 NT MODIFICAZIONI POST-TRASCRIZIONALI 5 NT non tradotto 3 NT Numero introni per gene n esoni = n introni +1 Media esoni: 150 basi Introni: anche migliaia di basi Sequenze consenso presenti sul pre-mrna e

Dettagli

Prof. C. Mazzoni. Corso di Laurea Triennale in Biotecnologie Agro- Industriali Università di Roma La Sapienza. Appunti della lezione 16 Capitolo 8

Prof. C. Mazzoni. Corso di Laurea Triennale in Biotecnologie Agro- Industriali Università di Roma La Sapienza. Appunti della lezione 16 Capitolo 8 MICROBIOLOGIA GENERALE Prof. C. Mazzoni Corso di Laurea Triennale in Biotecnologie Agro- Industriali Università di Roma La Sapienza Appunti della lezione 16 Capitolo 8 REGOLAZIONE TRASCRIZIONE DELLA Negli

Dettagli

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

Gli attivatori trascrizionali sono delle proteine modulari. domini funzionali sovrapposti

Gli attivatori trascrizionali sono delle proteine modulari. domini funzionali sovrapposti Gli attivatori trascrizionali sono delle proteine modulari domini funzionali sovrapposti DIMOSTRAZIONE SPERIMENTALE DI DOMINI FUNZIONALI SEPARATI NEL TF DI LIEVITO GAL 4! Esperimenti di Ptshane. Cellule

Dettagli

Programma Didattico Annuale

Programma Didattico Annuale LICEO SCIENTIFICO STATALE GALILEO GALILEI PdQ - 7.06 Ediz.: 1 Rev.: 0 Data 02/09/05 Alleg.: D01 PROG. M2 PROCEDURA della QUALITA' Programma Didattico Annuale Anno Scolastico 2012/2013 MATERIA : Scienze

Dettagli

I marcatori molecolari. Dipartimento di Scienze Agronomiche e Genetica Vegetale Agraria Corso di Genetica Agraria Giovanna Attene

I marcatori molecolari. Dipartimento di Scienze Agronomiche e Genetica Vegetale Agraria Corso di Genetica Agraria Giovanna Attene I marcatori molecolari Dipartimento di Scienze Agronomiche e Genetica Vegetale Agraria Corso di Genetica Agraria Giovanna Attene Marcatori molecolari del DNA I marcatori molecolari sono sequenze di DNA

Dettagli

GENETICA GENERALE E MOLECOLARE

GENETICA GENERALE E MOLECOLARE GENETICA GENERALE E MOLECOLARE Il genoma umano: organizzazione e funzione delle sequenze - Correlazione tra contenuto di DNA e complessità -Sequenze uniche: struttura dei geni -Famiglie multigeniche e

Dettagli

METODI DI MARCATURA DEGLI ACIDI NUCLEICI

METODI DI MARCATURA DEGLI ACIDI NUCLEICI METODI DI MARCATURA DEGLI ACIDI NUCLEICI Marcatura di acidi nucleici Una sonda per ibridazione è una molecola di DNA marcata, con una sequenza complementare al DNA bersaglio da individuare. Poiché la sonda

Dettagli

Lo Splicing dell RNA. Geni non interrotti

Lo Splicing dell RNA. Geni non interrotti Lo Splicing dell RNA I geni interrotti negli eucarioti si ritrovano in ogni classe: geni nucleari codificanti per proteine, rrna e trna. I geni interrotti sono presenti anche nei mitocondri e nei cloroplasti,

Dettagli

RNA non codificanti ed RNA regolatori

RNA non codificanti ed RNA regolatori RNA non codificanti ed RNA regolatori RNA non codificanti ed RNA regolatori Piccoli RNA non codificanti RNA regolatore microrna RNAi e sirna Piccoli RNA non codificanti Gli RNA non codificanti (ncrna)

Dettagli

Si tratta di corpiccioli di natura ribonucleoproteica che nel citoplasma di tutte le cellule presiedono ai processi di sintesi proteica.

Si tratta di corpiccioli di natura ribonucleoproteica che nel citoplasma di tutte le cellule presiedono ai processi di sintesi proteica. I R I BOSOM I I RIBOSOMI sono organuli citoplasmatici presenti in tutte le cellule, sia procariotiche che eucariotiche. Sono visibili al M.O. solo quando presenti in gran numero, (come capita nelle cellule

Dettagli

immagine Biologia applicata alla ricerca bio-medica Materiale Didattico Docente: Di Bernardo

immagine Biologia applicata alla ricerca bio-medica Materiale Didattico Docente: Di Bernardo Esperto in processi innovativi di sintesi biomolecolare applicata a tecniche di epigenetica Materiale Didattico Biologia applicata alla ricerca bio-medica immagine Docente: Di Bernardo A COSA SERVE il

Dettagli

GENOMA. c varia da pochi kb nei virus a milioni di kb in piante e animali

GENOMA. c varia da pochi kb nei virus a milioni di kb in piante e animali GENOMA Insieme del materiale genetico presente in una cellula (DNA nucleare, plastidiale e mitocondriale) Contiene tutte le informazioni necessarie per consentire la vita alla cellula e all individuo Nei

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2013-2014

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2013-2014 SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2013-2014 ASSE DISCIPLINA SCIENTIFICO TECNOLOGICO BIOTECNOLOGIE AGRARIE DOCENTE DARMAN ELENA 2 BIENNIO CLASSE 3 CORSO E SEZIONE TECNICA

Dettagli

Risposta: 2. Uracile. Risposta: 2. legami idrogeno. Adenina, Citosina e Guanina si trovano sia nell RNA che nel DNA.

Risposta: 2. Uracile. Risposta: 2. legami idrogeno. Adenina, Citosina e Guanina si trovano sia nell RNA che nel DNA. Risposta: 2. Uracile Adenina, Citosina e Guanina si trovano sia nell RNA che nel DNA. La Timina si trova soltanto nel DNA; l Uracile si sostituisce alla Timina nelle molecole dell RNA. Risposta: 2. legami

Dettagli

Trascrizione negli Eucariotici

Trascrizione negli Eucariotici Trascrizione negli Eucariotici Cytoplasm DNA RNA Transcription RNA Processing mrna G Nucleus AAAAAA Export G AAAAAA CLASSI DI GENI Le unità di trascrizione eucariotiche sono più complesse di quelle procariotiche

Dettagli

La regolazione genica nei virus

La regolazione genica nei virus La regolazione genica nei virus Lic. Scientifico A. Meucci Aprilia Prof. Rolando Neri I VIRUS INDICE Caratteristiche dei virus: il capside e il genoma virale Classificazione virale Fasi del ciclo riproduttivo

Dettagli

Traduzione dell informazione genetica (1)

Traduzione dell informazione genetica (1) Traduzione dell informazione genetica (1) 1 Traduzione dell informazione genetica (2) Il processo negli eucarioti richiede: 70 diverse proteine ribosomiali >20 enzimi che attivano i precursori degli amminoacidi

Dettagli

Downloaded from www.immunologyhomepage.com. Riarrangiamento dei geni per le Immunoglobuline e sviluppo dei linfociti B

Downloaded from www.immunologyhomepage.com. Riarrangiamento dei geni per le Immunoglobuline e sviluppo dei linfociti B Downloaded from www.immunologyhomepage.com Riarrangiamento dei geni per le Immunoglobuline e sviluppo dei linfociti B I geni che codificano i recettori per gli antigeni (BCR e TCR) sono presenti in uno

Dettagli

Regolazione della trascrizione. Operoni catabolici nei procarioti (controllo negativo)

Regolazione della trascrizione. Operoni catabolici nei procarioti (controllo negativo) Regolazione della trascrizione Operoni catabolici nei procarioti (controllo negativo) I geni possono essere accesi e spenti In un organismo pluricellulare adulto, vi sono molti tipi di cellule differenti,

Dettagli

TRADUZIONE LA TRADUZIONE E QUEL PROCESSO ATTRAVERSO CUI SI PASSA DAL LINGUAGGIO RIBONUCLEOTIDICO DELL RNA A QUELLO AMINOACIDICO DELLE PROTEINE. IL CODICE GENETICO E L INSIEME DI CODONI (TRIPLETTE NUCLEOTIDICHE)

Dettagli

FORMAZIONE DEL LEGAME PEPTIDICO

FORMAZIONE DEL LEGAME PEPTIDICO AMINOACIDI FORMAZIONE DEL LEGAME PEPTIDICO SEQUENZA AMINOACIDICA DELL INSULINA STRUTTURA SECONDARIA DELLE PROTEINE STRUTTURA TERZIARIA DELLE PROTEINE STRUTTURA QUATERNARIA DELLE PROTEINE Definizione Processi

Dettagli