L importanza dei benchmark nei periodi di cambiamento, sistemi di KPI ed indicatori di riferimento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L importanza dei benchmark nei periodi di cambiamento, sistemi di KPI ed indicatori di riferimento"

Transcript

1 L importanza dei benchmark nei periodi di cambiamento, sistemi di KPI ed indicatori di riferimento Lazise 16 Maggio 2012 Experian and the marks used herein are service marks or registered trademarks of Experian Limited. Other product and company names mentioned herein may be the trademarks of their respective owners. No part of this copyrighted work may be reproduced, modified, or distributed in any form or manner without the prior written permission of Experian Limited.

2 Agenda 1. Chi è Experian 2. Le strategie e la loro misurazione 3. Il Benchmarking 4. Le Balance Scorecard ed i KPI (Key Performance Indicators) 5. Esempi pratici in situazioni tipiche 6. Conclusioni 2

3 Experian: alcuni numeri Volume d affari superiore ai quattro miliardi di dollari addetti nel mondo Uffici in 40 paesi e clienti in oltre 65 paesi Dimensione doppia rispetto al più diretto concorrente Distribuzione geografica incomparabile a qualsiasi altro concorrente 4 anni di crescita a doppia cifra per fatturato e utili 3

4 Chi è Experian Core business groups Credit Services Fornisce ai clienti le informazioni necessarie alla concessione di credito ai consumatori finali e alle imprese, massimizzando i ricavi e minimizzando i rischi. Decision Analytics Valorizza il dato e aiuta i clienti ad applicare tool analitici e software per convertire i dati in decisioni di business. Marketing Services Aiuta i clienti a identificare e acquisire nuova clientela, sviluppare e gestire le relazioni con i clienti esistenti. 4

5 Experian Italia Due business line Credit Services Decision Analytics Consumer Information Business Information Automotive services Analytics Software Data 5

6 Credit Service un esteso patrimonio informativo Consumer Information Database creditizio relativo a persone ed aziende contiene dati condivisi dagli operatori creditizi e informazioni pubbliche con oltre 50 milioni di posizioni registrate Business Information Database con informazioni commerciali, contiene 20 milioni di anagrafiche, 1,3 milioni di aziende, 1,6 milioni di visure ipocatastali Automotive Information Database automotive, integra dati su autoveicoli usati provenienti da: PRA, Motorizzazione Civile, UNRAE, Quattroruote, Eurotax 6

7 Definizione delle strategie e loro misurazione Nell ambito della definizione delle strategie è indispensabile tenere conto dei cambiamenti macro-ambientali, più che mai in periodi di crisi come quello attuale. Implementata la strategia, misuriamo i risultati ottenuti! La pianificazione strategica La pianificazione tattica Il processo di budgeting Valutazione e analisi performance Revisione strategie Revisione programmi 7

8 Il benchmarking Individuato cosa vogliamo fare, e come lo vogliamo fare, cerchiamo di capire se siamo sulla strada giusta utilizziamo il benchmarking Cos è A standard of excellence or achievement against which other similar things must be measured or judged Is the search for industry best practices that lead to superior perfomance A cosa serve A confrontare la propria situazione con una milestone di riferimento (appunto il benchmark) costituito dalla migliore esperienza rilevata; Ad introdurre in azienda i cambiamenti e le misure correttive necessarie per migliorare la propria posizione. 8

9 Ok misurare, ma cosa e come? Cosa vogliamo misurare Risultati economici, finanziari, patrimoniali Politiche di mercato/marketing Qualità/processi Rischiosità del proprio portafoglio clienti Come lo misuriamo Bilancio, ROI, ROE, Liquidità Quota di mercato, brand awareness Time to market, customer satisfaction Indice di fallimento, DSO, etc Ogni area o funzione aziendale può avere i suoi parametri di riferimento. I più conosciuti e usati per stabilire se una azienda è sana e produce ricchezza sono quelli relativi al bilancio. Questi indicatori, ROI, ROE, fatturato etc, sono spesso utilizzati come unici riferimenti per valutare i risultati ottenuti 9

10 Alcuni limiti ma ci sono diversi aspetti che rendono gli indicatori della sfera del capitale economico non sempre idonei. Le misure finanziarie descrivono molto bene il passato ma nulla dicono sul futuro. Sono legate esclusivamente a elementi tangibili mentre oggi più che mai l intangibile deve essere oggetto di misurazione. Tendono a essere utilizzate nel breve periodo, e le azioni correttive derivate spesso trascurano il medio-lungo periodo. Viste senza altri indicatori o linee guida, non dicono nulla su priorità, strategie e obiettivi. Usiamo più prospettive, definiamo diversi obiettivi specifici per la nostra funzione ma, soprattutto, non perdiamo di vista il quadro generale in altre parole, usiamo una Balance Scorecard. 10

11 Ma prima le strategie! Nel processo di definizione delle strategie è essenziale coinvolgere tutte le business unit aziendali, cercando di ampliare la prospettiva in ottica di medio-lungo periodo ed effettuando una scrematura tra attività e iniziative strategiche e non, attraverso le mappe strategiche. Piani strategici delle B.U. Iniziative strategiche Mappe strategiche Iniziative non strategiche Azioni Concezione Iniziazione Planning Controllo + esecuzione Completamento 11

12 Su quale iniziativa puntare Definite le strategie, occorre scegliere su quali iniziative puntare. È necessario quindi partire dall alto (cosa vogliamo fare e cosa serve) fino ad arrivare ai livelli operativi (come farlo). La mappa strategica aiuta a identificare le iniziative da portare avanti nell anno fiscale. Margine di contribuzione Entrate Value proposition Brand awareness Processo 1 Processo 2 Processo 3 Processo N Bene o servizio 1 Bene o servizio 2 Bene o servizio N P R O S P E T T I V A 12

13 La Balance Scorecard Individuate le iniziative strategiche, occorre misurare gli obiettivi raggiunti. Per questo l utilizzo di una Balance Scorcard può venire in soccorso. Essa considera non solo la dimensione economicafinanziaria di un impresa ma anche la prospettiva del cliente, dei processi interni e la prospettiva della formazione/crescita. Il bilanciamento dei queste 4 dimensioni consente una visione d insieme della strategia aziendale. Prospettiva economicafinanziaria Prospettiva del cliente Prospettiva dei processi Prospettiva della crescita Obiettivi Indicatori Target Iniziative Obiettivi Indicatori Target Iniziative Obiettivi Indicatori Target Iniziative Obiettivi Indicatori Target Iniziative 13

14 Quali indicatori? Fissato l obiettivo, abbiamo bisogno di uno o più indicatori per monitorare i risultati. Parliamo quindi di Key Performance Indicator, parte integrante della definizione di sistemi di benchmarking e metodo di misurazione oggettivo dei risultati. Definire correttamente i KPI è il primo passo verso una misurazione efficace del proprio business. Caratteristiche dei KPI Rilevanti Semplici Bilanciati Flessibili Accessibili Collegati alla funzione/strategia Facili da spiegare Aspetti economici e non economici Adattabili e misurabili Facilmente reperibili 14

15 Un set di KPI per ogni funzione Ovviamente ogni area avrà i suoi KPI specifici, ma con specifico riferimento alla funzione Credito, e sulle leve direttamente azionabili, è possibile citare a titolo esemplificativo i seguenti indicatori: KPI 1. Costo del debito 2. Rischiosità del portafoglio 3.Tasso di ingresso nuovi clienti 4. Accettazione nuovi clienti 5.Costo gestione del credito Esempio 1.Perdite per Bad Debt, Debiti posticipati 2.Algoritmi di Scoring ed indici di fallimento 3.Rapporto nuovi clienti/clienti in portafoglio 4.Application accettate/totale nuove application 5.Informazioni commerciali, recupero crediti, costi struttura 15

16 L importanza del credito Spesso alcuni dati e indicatori tipici della funzione Crediti vengono sottovalutati nella loro importanza alla contribuzione dei più famosi indicatori economici-finanziari. Considerando i limiti in termini di prospettiva economica del classico R.O.I. è interessante notare come la posta Crediti giochi un ruolo di fondamentale importanza nella formazione dell E.V.A. Economic Value Added (E.V.A.)= Net Operating Profit After Taxes (N.O.P.A.T.) WACC*CI Capitale Investito = Capitale Fisso + CCN Capitale Circolante Netto = Attività Correnti Passività Correnti 16

17 Esempi pratici : Le fasi del processo Cosa vogliamo monitorare Come vogliamo monitorare (KPI) Definire gli obiettivi giusti Misurare i KPI Intraprendere le azioni correttive 17

18 Esempi pratici : Azienda Sviluppo Software Step 1 - Cosa vogliamo misurare? a - Andamento finanziario della nostra impresa (Area Finance) b - Andamento delle vendite (Area Vendite) c Customer Satisfaction (Area Operation) Revisione: MENSILE con i responsabili delle funzioni coinvolte Milestones : chiusura del primo semestre e del secondo semestre (fine anno fiscale) 18

19 Esempi pratici : Azienda Sviluppo Software Step 2 e 3 Quali KPI utilizzare per misurare ed i target da raggiungere? a Andamento Finanziario (CFO/Controller) Target KPI Finanziari ID Metrica Fonte dati Green Range Yellow Range Red Range Costi / Revenue F1 % ERP - Finance [80 ; 100] [40 ; 80] [0 ; 40] EBIT F2 Migliaia ERP - Finance [-300 ; 1000] [-500 ; -300] [< -500] DSO F3 Giorni ERP - Finance [60 ; 90] [90; 150] [> 150] Costi Fissi di Struttura. F4 Migliaia ERP - Finance [< 800] [800 ; 1000] [> 1000] N.B. Un valore troppo elevato del DSO indica che la società sta vendendo il suo prodotto ai clienti a credito ed impiega molto tempo per raccogliere quanto dovuto 19

20 Esempi pratici : Azienda Sviluppo Software Step 2 e 3 Quali KPI utilizzare per misurare ed i target da raggiungere? b Andamento Vendite (Sales) KPI Vendite ID Metrica Fonte dati Green Range Yellow Range Red Range Nuovi contratti al mese Contratti di manutenzione rinnovati all anno Total Sales V3 Migliaia V1 Numero CRM Sales/Fin [>10] [5; 10] [< 5] V2 Numero CRM Sales/Fin [500] [300 ; 500] [< 300] ERP - Finance [> 1000] [800 ; 1000] [< 800] TTM V4 Giorni ERP - Finance [< 30] [30 ; 90] [> 90].. N.B. Un valore troppo elevato del TTM indica che il processo di vendita (dall opportunità alla firma del contratto) è troppo elevato e quindi si stanno sprecando risorse 20

21 Esempi pratici : Azienda Sviluppo Software Step 2 e 3 Quali KPI utilizzare per misurare ed i target da raggiungere? c Customer Satisfaction (IT/Operation) KPI CS ID Metrica Fonte dati Green Range Yellow Range Red Range Percentuale di Incidenti chiusi in meno di 24h Percentuale di giudizi positivi a seguito di una Survey Telefonica Secondi in attesa operatore in caso di contatto telefonico.. C1 % CRM IT [ < 5] [5 ; 10] [> 10] C2 % Partner esterno [>95] [75 ; 95] [< 75] C3 sec CRM [< 10] [10 ; 20] [> 20] N.B. Un valore troppo basso di giudizi positivi può portare ad una cancellazione dei contratti 21

22 Esempi pratici : Azienda Sviluppo Software Step 4 Revisione dei KPI con l uso di dashboard specifiche CONCEPTUAL Step 5 Implementazione delle azioni correttive 22

23 Esempi pratici : Assicurazione su CQS (cessione del quinto dello stipendio) Step 1 - Cosa vogliamo misurare? a - Andamento finanziario dell impresa (Area Finance) b - Andamento delle vendite (Area Vendite) c Rischiosità del portafoglio clienti (Area Risk Management) Revisione: MENSILE con i responsabili delle funzioni coinvolte Milestones : chiusura del primo semestre, chiusura dell anno fiscale. 23

24 Esempi pratici : Assicurazione su CQS Step 2 e 3 Quali KPI utilizzare per misurare ed i target da raggiungere? a Andamento Finanziario (CFO/Controller) KPI Finanziari ID Metrica Fonte dati Green Range Yellow Range Red Range Costi / Revenue F1 % ERP - Finance [50 ; 100] [30 ; 50] [0 ; 30] EBIT F2 Migliaia ERP - Finance [-300 ; 1000] [-500 ; -300] [< -500] Costi Fissi F3 Migliaia ERP - Finance [700 ; 800] [800 ; 1000] [> 1000] ROI F4 % ERP - Finance [> 10] [-10 ; 10] [< -10]. 24

25 Esempi pratici : Assicurazione su CQS Step 2 e 3 Quali KPI utilizzare per misurare ed i target da raggiungere? b Andamento Vendite (Sales) KPI Vendite ID Metrica Fonte dati Green Range Yellow Range Red Range Nuovi contratti al mese (canale agenti) Nuovi contratti al mese (canale sales) Total Sales V3 Migliaia Copertura Mercato/Territorio (canale agenti).. V1 Numero CRM Sales/Fin [10 ; 15] [5; 10] [< 5] V2 Numero CRM Sales/Fin [10 ; 15] [5; 10] [< 5] ERP - Finance [> 1000] [800 ; 1000] [< 800] V4 % CRM - Sales [> 70] [50 ; 70] [< 50] 25

26 Esempi pratici : Assicurazione su CQS Step 2 e 3 Quali KPI utilizzare per misurare ed i target da raggiungere? c Andamento del Rischio di Portafoglio (CFO/Credit Manager) KPI CS ID Metrica Fonte dati Green Range Yellow Range Red Range Indice di Fallimento medio Numero medio dipendenti Numero di Sinistri Liquidati Limite di Credito Medio concesso Indice di Bilancio (ROI) dei propri clienti R1 Numero Partner BI [8 ; 10] [4; 7] [< 4] R2 Numero Partner BI [>100] [15 ; 100] [< 15] R3 Numero ERP - Finance [< 2] [2 ; 4] [> 4] R4 Migliaia Partner BI [30 ; 40] [40 ; 50] [> 50] R5 % Partner BI [> 5] [-4; 5] [< -4] 26

27 Esempi pratici : Assicurazione su CQS Step 4 Revisione dei KPI con l uso di dashboard specifiche CONCEPTUAL Step 5 Implementazione delle azioni correttive 27

28 Non facciamoci ingannare dalla memoria Non è semplice scegliere e monitorare i KPI in particolare quelli collegati al rischio del portafoglio. Quando l ambiente macroeconomico cambia, i valori di riferimento del mercato seguono la stessa strada. È essenziale quindi prestare sempre attenzione a come si evolve il mercato e riformulare, se necessario, i KPI ed i range con valori verosimili ed adatti alla realtà. A volte non è affatto semplice ed un partner commerciale come Experian viene in aiuto nel fornire gli strumenti giusti per analizzare i mutamenti. 28

29 Per esempio... i nostri analisti hanno studiato quanto sia mutato negli ultimi anni l andamento di alcuni indici tipici nel caso di aziende fallite scoprendo che... I giorni medi di credito vs i clienti sono aumentati, quindi impostare l indice di riferimento al valore di 100/120 gg non è più correttamente predittivo di un imminente fallimento e potrebbe quindi avere l effetto contrario di rifiutare nuovi clienti e di conseguenza portare meno guadagni all azienda 29

30 Per esempio.. Il valore della produzione è costantemente diminuito fino ad attestarsi mediamente sotto 1Mln 30

31 Per esempio.. Anche il cash flow medio per una azienda fallita è statisticamente diminuito fino ad attestarsi mediamente nell intorno di -500K. Per cui, anche un cash flow negativo non implica necessariamente un fallimento diretto ed immediato. 31

32 Oppure... notiamo come sia necessario adattare i KPI in maniera differente in base al mercato di riferimento in cui si opera. Nel caso del DSO è evidente la differenza dei valori da considerare normali tra il mercato domestico e non. Tempi medi di pagamento analisi comparativa 32

33 Le Fonti Dati L altro punto di attenzione è che, fatta la scelta, per poter misurare efficacemente i KPI è fondamentale accedere a FONTI DATI che garantiscano l integrità e la correttezza del dato su cui si baserà la valutazione. Le Fonti Dati possono essere : Interne (Sistemi CRM, sistemi ERP, DataBase locali, etc), nel caso i KPI da misurare siano relativi esclusivamente a dati interni all azienda Esterne (fonti pubbliche, partner esterni) nel caso sia necessario misurare risorse esterne all azienda 33

34 Le Fonti Dati Experian da anni è uno dei leader di mercato nell ambito delle informazioni commerciali. Aiuta migliaia di clienti a prendere decisioni consapevoli ed effettuare analisi approfondite del proprio stato oltre che del proprio portafoglio clienti. Experian offre: - il semplice accesso ad informazioni pubbliche (camerali, bilanci, archivio protesti e preg. di tribunale e conservatoria) - prodotti a valore aggiunto che, grazie all applicazione di griglie di scoring (anche personalizzabili) ed indici statistici, premettono di avere una valutazione in tempo reale dei propri partner o clienti - la possibilità di applicare una preventiva analisi statistica approfondita del vs portafoglio clienti - prodotti per il monitoraggio che offrono la garanzia di mantenere sempre aggiornati i valori di riferimento sotto osservazione 34

35 Grazie per l attenzione PRODOTTI E SERVIZI Oppure scrivendo a: o 2009 Experian Limited. All rights reserved. 35

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

un occhio al passato per il tuo business futuro

un occhio al passato per il tuo business futuro 2 3 5 7 11 13 17 19 23 29 31 37 41 43 47 53 59 61 un occhio al passato per il tuo business futuro BUSINESS DISCOVERY Processi ed analisi per aziende virtuose Che cos è La Business Discovery è un insieme

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Orientamenti sulla valutazione ex ante dei Programmi 2014-2020. Il sistema di indicatori nella programmazione 2014-2020

Orientamenti sulla valutazione ex ante dei Programmi 2014-2020. Il sistema di indicatori nella programmazione 2014-2020 Orientamenti sulla valutazione ex ante dei Programmi 2014-2020 Il sistema di indicatori nella programmazione 2014-2020 Simona De Luca, Anna Ceci UVAL DPS Roma 11 luglio 2013 Indice 1. Indicatori: un modo

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Corso Tecnologie dell informazione applicata ai processi aziendali. Il sistema di misurazione delle prestazioni aziendali

Corso Tecnologie dell informazione applicata ai processi aziendali. Il sistema di misurazione delle prestazioni aziendali Corso Tecnologie dell informazione applicata ai processi aziendali. Il sistema di misurazione delle prestazioni aziendali Simone.cavalli@unibg.it Bergamo, Febbraio 2008 Il sistema di misurazione delle

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time NOVITÀ 2013! CONSUMER INTELLIGENCE FORUM 7 Aziende: Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time > Nicola Aliperti Global It Project Manager Marketing

Dettagli

white paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo

white paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo white paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo White paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo Pagina 2 Sintesi

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence aggregazione dati Business Intelligence analytic applications query d a t a w a r e h o u s e aggregazione budget sales inquiry data mining Decision Support Systems MIS ERP data management Data Modeling

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014 @MailUp @MailUp_US www.mailup.com CHE COSA FA MAILUP MailUp è una società tecnologica che ha sviluppato una piattaforma digitale di cloud computing (Software

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

ANALISI DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI

ANALISI DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI ANALISI DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI testo di riferimento: Analisi inanziaria (a cura di E. Pavarani) McGraw-Hill, 2001 cap. 10. Indice Introduzione I criteri tradizionali di valutazione degli investimenti

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

Le Dashboard di cui non si può fare a meno

Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le aziende più sensibili ai cambiamenti stanno facendo di tutto per cogliere qualsiasi opportunità che consenta loro di incrementare il business e di battere

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 2 Agenda 17.00 17.15 Introduzione Matteo Carcano Orc Software 17.15 17.30 Le opportunità di

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

Manuale del Credit Manager canali consumi fuori casa

Manuale del Credit Manager canali consumi fuori casa Sommario Presentazione Note di lettura OBIETTIVI E MODELLI DI GESTIONE Resistenza e possibilità del cambiamento Premessa Paradigma: la natura dell impresa Sistema informativo e sistema informatico Caccia

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Valutazione e valorizzazione di un sito web di una struttura alberghiera. Andrea Tiburzi Rimini, 9 marzo 2013

Valutazione e valorizzazione di un sito web di una struttura alberghiera. Andrea Tiburzi Rimini, 9 marzo 2013 Valutazione e valorizzazione di un sito web di una struttura alberghiera. Andrea Tiburzi Rimini, 9 marzo 2013 Introduzione Agenda La misura del valore: i fattori che influenzano il valore di un azienda

Dettagli

Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma

Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma Aprile 2005 Definire un nuovo prodotto: Metterne a fuoco il concept, ovvero

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop.

Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop. Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop. Sottotitolo : Soluzioni di Asset Management al servizio delle attività di Facility Management Avanzato Ing. Sandro

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti Federico Corradi Workshop SIAM Cogitek Milano, 17/2/2009 COGITEK s.r.l. Via Montecuccoli 9 10121 TORINO Tel. 0115660912 Fax. 0115132623Cod. Fisc.. E Part.

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli