Società Italiana di Embryo Transfer

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Società Italiana di Embryo Transfer"

Transcript

1 Società Italiana di Embryo Transfer Notiziario Maggio 2010 Cari colleghi, con entusiasmo, tante idee e molti progetti abbiamo iniziato il nuovo triennio. Il consiglio direttivo si è rinnovato durante l ultimo congresso di Rimini: diamo quindi il benvenuto ai colleghi Davide Bolognini, Maurizio Frate, Rosario Mancuso, Michelangelo La Spisa ed Emilio Olzi; il consiglio è completato dai vecchietti Raffaele Boni e Pierluigi Guarneri. Un sentito ringraziamento va a Marcello Lora, dimissionario per motivi personali, che con Francesco e Silvia Bardelli ha fornito un grosso contributo allo sviluppo e all ammodernamento della nostra società. Il programma del congresso di Cremona, 8-9 Ottobre, è già pronto e prevede la partecipazione di un ospite straniero di chiara fama internazionale, Brad Stroud, collega texano che ho avuto modo di apprezzare lo scorso settembre a Montreal durante il meeting CETA/AETA dove ha presentato una grossa mole di dati a supporto di suggerimenti tecnici e valutazioni pratiche che definirei preziose per il bagaglio culturale di un veterinario che opera in questo settore. Quest anno abbiamo proposto per il venerdì pomeriggio una formula nuova, il practitioner forum: Brad Stroud e Roberto Landriscina risponderanno a domande inerenti l ET e la riproduzione bovina scritte e consegnate al moderatore durante la mattinata dai congressisti; vi esorto già da ora, vista l esperienza e la preparazione dei due relatori a segnarvi i dubbi quotidiani. La giornata del venerdì sarà completata dalla presenza del Prof. Fabio De Rensis. Durante la giornata del sabato, storicamente dedicata a temi meno specialistici, parleremo di transition cow, ospiti il Prof. Francesco Masoero che con i colleghi Livio Prati e Francesco Testa animerà la tavola rotonda, formula sempre molto apprezzata. Riproponiamo visto il successo degli anni scorsi, il corso per trapiantatori, a numero chiuso (max 15), durante tutta la giornata del giovedì 7 ottobre. Ora qualche nota di carattere amministrativo magari meno piacevole. La Siet ha deciso di separare l iscrizione alla società dalla quota di partecipazione al congresso. La prima rappresenta un tentativo di fidelizzare i soci con una simbolica quota d iscrizione annua di 30 euro, indipendentemente dalla partecipazione al congresso. Ciò consentirà di avere un libro soci più affidabile e di organizzare l accesso di servizi ed informazioni da parte di professionisti operanti nel settore. A tale riguardo il comitato direttivo ha deliberato, ad esempio, di patrocinare l adozione di software di raccolta dati, già sviluppato e presentato nello scorso congresso siet, finanziandone l accesso dei soci per il primo anno e favorendo così la valutazione di tale sistema che renderebbe la gestione dei dati ET senz altro più efficiente. Oltre alla quota sociale c è da considerare la quota di partecipazione al congresso che sarà di 120 euro, sia per i soci che per i non soci. E, tuttavia, previsto un risparmio di questa quota di partecipazione a 100 euro se si procede all invio mediante bonifico bancario entro il 31 agosto. Maggiori informazioni in merito saranno presto riportate sul sito della società, attualmente in allestimento, all indirizzo o rivolgendosi direttamente alla segreteria, gestita ora dalla Sefoco, al o mediante a: Un arrivederci a Cremona, mi raccomando non mancate! Pierluigi Guarneri Notiziario SIET - Maggio 2010 sede sociale : c/o Faver, Via Belgio 10, Verona

2 CORPO LUTEO: FUNZIONI E DISFUNZIONI Stefano Mazziotta e Raffaele Boni Luteogenesi Il corpo luteo (CL) è una ghiandola transitoria, tipica dei mammiferi, che ha origine nell ovaio a seguito dell evento ovulatorio. Esso è responsabile delle modificazioni morfo-funzionali a carico dell apparato genitale femminile necessarie all instaurarsi e al mantenimento della gravidanza. Il CL si forma, grazie all azione dell ormone luteinizzante (LH) sul follicolo pre-ovulatorio. Le cellule della granulosa e della teca subiscono una serie di cambiamenti strutturali e funzionali, noti come luteinizzazione, che trasformano cellule a prevalente secrezione di estradiolo (E2) in cellule che secernono progesterone (P4). Il CL subisce un rapido sviluppo sostenuto da una ricca vascolarizzazione che promuove l aumento delle cellule luteali. Le cellule della teca e della granulosa, che diventano cellule luteiniche grandi e piccole, mantengono distinte peculiarità sulla base di caratteristiche morfologiche e funzionali (Fitz et al., 1982). Tali cellule aumentano il loro diametro e l attività steroidogenetica nel corso del processo di luteogenesi (Farin et al., 1986). La secrezione di P4 aumenta grazie ad un attivazione di enzimi steroidogenici; la secrezione di estrogeni ed androgeni mostra, invece, una sensibile riduzione (Rodgers et al., 1986, 1987). L aumento della secrezione di progesterone può essere attribuita anche all aumento del flusso di sangue nel CL (Niswender et al., 1976) fornendo maggiori quantità di colesterolo per la steroidogenesi (Grummer and Carroll, 1988). Man mano che il processo di luteinizzazione va avanti, le cellule piccole del corpo luteo aumentano la produzione di progesterone, in risposta allo stimolo dell LH, mentre la secrezione basale di progesterone delle cellule grandi è indipendente dall LH (Hoyer and Niswender, 1985). Le cellule luteali grandi, tuttavia, producono all incirca l 80% del progesterone presente in circolo (Niswender et al., 1985). A partire all incirca dal 12 giorno del ciclo, la produzione di progesterone aumenta, nonostante avvenga una riduzione della stimolazione luteale da parte dell LH. Questo incremento è principalmente attribuibile alla differenziazione delle cellule luteali grandi (Figura 1). Strutturalmente il corpo luteo appare simile nelle diverse specie; notevoli differenze si riscontrano, tuttavia, nei meccanismi di mantenimento e regressione. Fig 1. Illustrazione schematica degli elementi cellulari del CL con relativa incidenza numerica (N) e volumetrica (V). Da McCracken et al. (1999) modificato. Nella pecora e nella vacca, specie in cui le prostaglandine F2α (PGF2α) sono responsabili del meccanismo luteolitico, lo sviluppo e la persistenza del CL sono la risultante di stimoli di carattere luteotropico e luteolitico (McCracken et al., 1971). Da una parte l LH e, probabilmente, la prolattina ne supportano lo sviluppo e la funzione; dall altra, l incremento della secrezione di prostaglandine di classe F2α esercita un effetto luteolitico. Le PGF2α sono prodotte dall utero sotto lo stimolo dell estradiolo e del progesterone. Tra il giorno 12 ed il giorno 14 del ciclo estrale, con andamento pulsatile, l utero rilascia le prostaglandine F2α nella vena utero-ovarica che, attraverso uno scambio controcorrente, passano nell arteria ovarica (McCracken et al., 1971). Le PGF2α stimolano il rilascio di ossitocina da parte del corpo luteo (riserva luteinica) che, a sua volta, stimola l utero a produrre altre prostaglandine. Un importante ruolo nel mantenimento delle funzioni luteali è svolto dall LH. Esso interagisce con recettori presenti nell ovaio la cui concentrazione raggiunge il massimo a metà della fase luteale del ciclo estrale (Fitz et al., 1982). Nella pecora e nella vacca, le cellule luteali piccole rispondono allo stimolo luteotropico, aumentando la secrezione di AMPc e progesterone. L ipofisi esercita un importante controllo sulla funzionalità del corpo luteo. Attraverso esperimenti eseguiti in animali ipofisectomizzati a vari stadi del ciclo estrale, Denamur et al. (1966) sono arrivati alla conclusione che il corpo luteo è sempre sottoposto al controllo dell ipofisi. L effetto dell ipofisectomia varia, tuttavia, a seconda dello stadio del ciclo estrale in cui viene eseguita. Tra il giorno 2 e 5 del ciclo estrale, l ipofisectomia provoca la regressione del corpo luteo, mentre la secrezione di progesterone prosegue fino al giorno 9. La riduzione della secrezione di progesterone è molto più rapida qualora l ipofisectomia viene eseguita al giorno 10 del ciclo. Quindi, il corpo luteo per svolgere le sue normali funzioni necessita di un controllo luteotropico dell ipofisi. Durante la fase luteale, la

3 secrezione di LH segue un andamento pulsatile, con pulsazioni che durano circa un ora il primo giorno e arrivano a 4-6 ore il giorno 12 (Baird, 1978). Nella pecora anche la secrezione di progesterone è pulsatile, ed è talora sincrona alla pulsatività dell LH. Baird et al. (1976) hanno raccolto, in pecore scozzesi, campioni di sangue ad intervalli di 15 minuti per 48 ore al giorno 6 e 7, e al giorno 13 e 14 del ciclo estrale. In entrambi i casi, ad una pulsazione di LH è seguita una simultanea increzione di progesterone. In un secondo gruppo di animali la secrezione di LH è stata sospesa iniettando un antagonista del GnRH, con conseguente caduta dei livelli di progesterone che sono rimasti bassi per tutta la durata della fase luteale. Se l iniezione dell antagonista del GnRH veniva eseguita il giorno 13 del ciclo, la secrezione di progesterone diminuiva rapidamente, associata alla regressione del corpo luteo. La contemporanea iniezione di LH esogeno, insieme ad un anticorpo anti-gnrh, riportò i livelli di P4 entro valori fisiologici. I risultati di questi esperimenti dimostrano chiaramente il ruolo svolto dall LH per la normale funzione luteale nelle diverse fasi del ciclo estrale. Infatti, se la secrezione di LH viene inibita per 48 ore, il corpo luteo non regredisce, ma le sue funzioni secretorie risultano compromesse per il resto del ciclo. A partire dal giorno 13 del ciclo estrale, il corpo luteo diviene sempre più dipendente dall increzione di LH; infatti, una riduzione dell attività luteotropica ipofisaria comporta una rapida caduta dei livelli di progesterone. Nella fase centrale del diestro, la frequenza delle pulsazioni di LH sono notevolmente ridotte a causa degli alti livelli di progesterone. L utero inizia a secernere PGF2α che interferisce con l LH ed il sistema dell adenilciclasi. Il corpo luteo è molto sensibile all effetto luteolitico delle prostaglandine, soprattutto nei momenti in cui i livelli di LH sono bassi, tra una pulsazione e l altra. Luteolisi Il ciclo sessuale nei mammiferi domestici può essere distinto in base alla dinamica di regressione del CL in 5 tipologie: (1) nell uomo e primati; (2) negli animali zootecnici e porcellino d India; (3) nei roditori da laboratorio; (4) negli animali con ovulazione indotta (coniglio, gatto, furetto, camelidi); (5) nei canidi. Nei primi 2 gruppi la luteolisi rappresenta il mezzo mediante il quale il ciclo sessuale può ripetersi a seguito di un insuccesso un fecondativo. Nei gruppi 3 e 4, invece, la luteolisi è un meccanismo che può verificarsi allo scopo di abbreviare una condizione di pseudogravidanza; nel gruppo 5 non c è evidenza di meccanismi luteolitici per cui il CL persiste per un periodo equivalente a quello della gravidanza. Nei primati l ovulazione e lo sviluppo del CL avvengono sotto il controllo delle gonadotropine. Al termine di un ciclo fertile, il CL, che produce sia P4 e sia E2, va incontro a luteolisi riavviando un nuovo ciclo sessuale. L abbassamento dei livelli di P4 porta allo sfaldamento dell endometrio ipertrofico, con conseguente mestruazione. Questo fenomeno è tipico dell uomo e dei primati del vecchio mondo ed è legato alla contrazione di un componente vascolare spiraliforme presente al di sotto dell endometrio; tale formazione manca nei primati del nuovo mondo che non presentano, pertanto, mestruazioni. In caso di successo fecondativo, nei primati il CL, supportato dalle gonadotropine ipofisarie e placentari, assicura il mantenimento della gravidanza finchè tale controllo non viene sostenuto completamente dal P4 placentare. Negli animali zootecnici (gruppo 2), il ciclo sessuale è caratterizzato da una fase follicolare (con concentrazioni di P4 serico < ad un livello soglia= 1.5 ng/ml) pressoché equivalente alla fase luteale (P4> 1.5 ng/ml). In corrispondenza del minimo livello serico di P4 si verifica un massimo livello di E2 ed un picco di LH. Questo consente un elevata recettività sessuale (estro) entro un periodo che precede l ovulazione. Il successo fecondativo evita che si stabiliscano i normali meccanismi di luteolisi ad opera delle PGF2α prodotte dall endometrio, inibite, in questo caso, ad opera dell Interferone Tau-1 prodotto dall embrione. In alcune specie (maiale, capra e topo) il CL è la principale fonte di P4 per tutta la durata della gravidanza; in altre specie (pecora, bovina, equina) il CL cede il passo alla placenta nella produzione di P4. Gli animali del gruppo 3 (roditori da laboratorio) hanno sviluppato una strategia riproduttiva molto efficiente che gli consente di concepire ogni 3-4gg. Ciò è possibile grazie al fatto che dopo l ovulazione non si forma un CL perfettamente funzionante; così non si verifica un interferenza nell attività delle gonadotropine ipofisarie. Lo stimolo coitale, in questi animali, è responsabile di uno stimolo luteinico sia che l accoppiamento sia fertile che sterile (pseudogravidanza). E presente in molte specie di roditori, tuttavia, un meccanismo luteolitico che riduce il periodo di pseudogravidanza. Gli animali con ovulazione indotta (gruppo 4) presentano la possibilità di sviluppare ondate follicolari entro un periodo relativamente lungo Notiziario S.I.E.T. - Maggio 2010

4 caratterizzato da una diversa recettività sessuale. Il CL si sviluppa in conseguenza del picco di LH indotto dal coito. Lo sviluppo del CL è indipendente dal successo fecondativo e può durare, in caso di insuccesso fecondativo, quanto una normale gravidanza (furetto) o meno per lo stabilirsi di meccanismi luteolitici (coniglio). I canidi (gruppo 5) presentano solo 2 cicli riproduttivi in un anno. Il CL che si sviluppa permane per tutta la durata della gravidanza o della pseudogravidanza, mancando, in queste specie, meccanismi luteolitici così come descritto nelle altre specie. Nella pseudogravidanza, la mancata ripresa dell attività sessuale è accompagnata da manifestazioni gravidiche (organizzazione di un nido, mammogenesi e lattopoiesi). L isterectomia non ha effetto sulla durata del CL ma può accorciare il periodo di anaestro. Luteolisi nei ruminanti Nei ruminanti domestici, le prostaglandine, secrete dall utero non gravido sono responsabili della regressione del corpo luteo (McCracken et al., 1972). L attività primaria delle PGF2α è rivolta alla riduzione del flusso ematico al corpo luteo con conseguente ipossia del tessuto luteale e, quindi, regressione. Sono, tuttavia, descritti meccanismi di incremento dell attività lisosomiale e l attivazione di fenomeni apoptotici a carico delle cellule luteiniche, così come l attivazione delle cellule del sistema reticolo-istiocitario che si infiltrano nel CL in regressione. Un ulteriore attività svolta dalle PGF2α si suppone legata alla riduzione della secrezione di progesterone; tale ipotesi non è tuttavia suffragata da studi che dimostrino il coinvolgimento diretto delle prostaglandine nel meccanismo di secrezione luteale. Corpo luteo inadeguato In molte circostanze, quando inizia l attività riproduttiva (pubertà), o quando riprende dopo un periodo di inattività (anaestro), si verificano dei cicli estrali anormali. Una fase luteale anormale è caratterizzata da livelli bassi di progesterone (< 1,5 ng ml, corpo luteo a bassa produzione) associata o meno ad una prematura regressione del corpo luteo (corpo luteo a rapida involuzione). Una fase luteale anormale si ha, talora, quando si cerca di indurre l ovulazione in animali che si trovano in anaestro stagionale. La somministrazione di GnRH provoca una scarica di LH con conseguente ovulazione a cui segue una fase luteale inadeguata (Hunter, 1991). Quando la somministrazione di GnRH viene eseguita in modo pulsatile (0.25 μg ad intervalli di 2 ore) si ha un increzione pulsatile di LH che porta ad una fase luteale normale. In anaestro, un trattamento con progesterone prima della terapia con GnRH pulsatile, si rende necessario per consentire lo sviluppo di una fase luteale adeguata (McLeod and Haresign, 1984). La normale funzionalità del corpo luteo sembra essere influenzata dall ambiente endocrino a cui è sottoposto il follicolo prima dell ovulazione. Un trattamento con progesterone ed una bassa frequenza nelle pulsazioni di GnRH aumentano verosimilmente il tempo necessario per la maturazione del follicolo dominante, favorendo la secrezione dell estradiolo necessario per la scarica di LH. Negli animali trattati con GnRH ogni ora le pulsazioni di LH stimolano le cellule follicolari a secernere più precocemente estradiolo. Anche l utero sembra essere coinvolto nei meccanismi che portano ad una fase luteale inadeguata. Un trattamento con progesterone previene il prematuro rilascio di prostaglandine da parte dell utero, evitando una fase luteale breve (Hunter, 1991). Anomalie dell attività luteale L attività del corpo luteo può presentare disfunzioni che possono essere riconducibili a due diverse tipologie. Distinguiamo, infatti, corpi lutei a rapida involuzione caratterizzati da una durata inferiore alla norma (Odde et al, 1980; Colema and Dailey, 1983; Copelin et al, 1987) e corpi lutei a normale involuzione ma con bassa secrezione di progesterone (Pratt et al, 1982; Coleman and Dailey, 1983). Una fase luteale breve si verifica soprattutto alla pubertà, nella prima ovulazione post-partum, oppure nella ripresa riproduttiva in animali stagionali. Notiziario SIET - Maggio 2010 sede sociale : c/o Faver, Via Belgio 10, Verona

5 Gli animali con una fase luteale breve sono caratterizzati da un ciclo estrale breve (7-10 giorni), con crollo della concentrazione ematica di progesterone 5-6 giorni in anticipo rispetto agli animali con fase luteale normale (Copelin et al, 1987). Nel caso di corpi lutei di breve durata non sono state osservate differenze nel rapporto tra piccole e grandi cellule luteali; tuttavia, il numero totale e la grandezza di queste cellule risulta ridotto (O'Shea et al. 1984). Nelle bovina il corpo luteo di breve durata risulta essere meno sensibile all effetto luteolitico delle PGF2α (Copelin et al,1988). I meccanismi che portano ad una anomala fase luteale possono essere ricondotti a: Inadeguato sviluppo del follicolo preovulatorio; Riduzione del supporto luteotropico; Rilascio prematuro di fattori luteolitici Inadeguato sviluppo del follicolo preovulatorio La formazione del corpo luteo è una diretta conseguenza della maturazione follicolare; inoltre, la preparazione delle cellule luteali alla successiva sintesi e secrezione di progesterone avviene già prima dell ovulazione (Hansel and Fortune, 1978). Riduzione del supporto luteotropico L azione coordinata tra FSH ed LH è necessaria al fine di ottenere un adeguata preparazione delle cellule follicolari alla successiva luteinizzazione e secrezione di progesterone. La fase luteale viene anche influenzata dalle concentrazioni di estradiolo plasmatico durante la fase follicolare (Inskeep et al., 1988). Un basso numero di recettori dell LH sulle cellule della granulosa e della teca del follicolo preovulatorio sono causa di una crescita follicolare inadeguata (Inskeep et al., 1988). 1989). Tale trattamento favorisce lo sviluppo di cicli brevi. Nel post-partum delle bovine e delle pecore, un trattamento con progesterone può risultare utile al fine di migliorare l attività luteale ed ostacolare una tempestiva secrezione di prostaglandine (Ramirez-Godinez et al., 1981; Hunter et al., 1986; Copelin et al., 1987). Il progesterone nella prima parte della fase luteale inibisce la sintesi dei recettori dell estradiolo nell endometrio. Infatti, la concentrazione di questi risulta bassa nella prima fase del ciclo estrale. Successivamente, l effetto inibitorio del progesterone si riduce ed il numero dei recettori aumenta. L ossitocina stimola la secrezione di PGF2α che, a sua volta, induce la liberazione di ossitocina da parte del corpo luteo. Quindi, si instaura un meccanismo di feedback tra PGF2α e ossitocina, che è necessario ai fini della luteolisi. Il trattamento con progesterone ha un effetto indiretto sulla secrezione di PGF2α aumentando la concentrazione preovulatoria di estradiolo. Nelle vacche con una fase luteale breve, l aumento della concentrazione di estradiolo nella fase preovulatoria porta allo sviluppo di recettori del P4 creando le premesse per la successiva secrezione di PGF2α in uno stadio avanzato della fase luteale. La riduzione della concentrazione di progesterone consente una sintesi anticipata dei recettori dell estradiolo e, quindi, un conseguente aumento dei recettori dell ossitocina in animali con una fase luteale breve rispetto agli animali con fase luteale normale. Quindi, un trattamento con progestinici provocherebbe una riduzione del numero di recettori dell ossitocina nell endometrio riducendone cosi la sensibilità uterina. Bibliografia disponibile presso gli autori Rilascio prematuro di fattori luteolitici Una delle principali cause di luteolisi prematura è rappresentata dal rilascio anticipato di prostaglandine da parte dell utero. Infatti, in animali a cui è stata eseguita l isterectomia, il corpo luteo mantiene le sue normali funzioni e la secrezione di progesterone nel tempo (Copelin et al., 1987). L infusione intrauterina di indometacina (un potente inibitore della sintesi di prostaglandine) riduce l incidenza di regressioni anticipate del corpo luteo (Troxel e Kesler, 1984). Un trattamento con ossitocina nel post-partum delle bovine porta ad un rilascio di prostaglandine dopo circa 5 giorni, con un intensità di secrezione simile a quella che si verifica in corrispondenza del giorno 16 di un ciclo estrale regolare (Zollers et al., Notiziario S.I.E.T. - Maggio 2010

6 Comunicazioni ai soci In allegato al Notiziario abbiamo inserito il programma preliminare del prossimo congresso siet, del corso pre-congresso nonché una locandina di altri eventi legati alla riproduzione animale e organizzati in diverse parti del mondo. Notiziario SIET - Maggio 2010 sede sociale : c/o Faver, Via Belgio 10, Verona

7 Corso pre-congresso 7 Ottobre 2010 Visto il successo delle precedenti edizioni, anche quest anno viene proposto il corso precongressuale a numero chiuso, riservato ai primi 15 iscritti. Corso pre-congresso sulla valutazione della ricevente, trasferimento embrionale e tecniche di congelamento-scongelamento. Ore 9.30 Applicazione dell ET nella pratica buiatrica (M. Lora) Ore Teorico/pratico: Ovocita ed embrione. Caratteristiche e distinzione (R. Boni) Ore Teorico/pratico: Valutazione microscopica dell embrione bovino e classificazione per stadio di sviluppo e qualità (R. Boni) Ore Teorico: Tecniche di congelamento embrionale (R. Boni) Ore Pratico: Tecniche di manipolazione dell embrione (P. Guarneri, R. Carminati, M. Lora) Ore Teorico/pratico: Prove di scongelamento (P. Guarneri, R. Carminati, M. Lora) Ore Pausa Pranzo Ore Pratico: Confezionamento dell embrione in paillette e preparazione della pistolette per trapianto (P. Guarneri, R. Carminati, M. Lora) Ore Teorico/visivo: Sessione teorico-pratica di vitrificazione bovina ed equina (G. Morini) Ore Aspetti legislativi Ore Termine lavori Siet Società Italiana di Embryotransfer Via Belgio 10 Verona Segreteria delegata : SEFOCO SAS Fraz. Pradaglia Pianello Val Tidone PC Tel.: Fax: Siet Società Italiana di Embryotransfer Programma preliminare IXX Congresso 8-9 Ottobre 2010 Cremona Palace Hotel Via Castelleone 62 Castelverde CR

8 IXX Congresso Nazionale Programma scientifico preliminare Venerdì 09 Ottobre 2010 Ore 8.30 Apertura segreteria Ore 9.30 Recupero di embrioni nella bovina. Evoluzione della tecnica e comparazione delle metodiche disponibili. (Brad Stroud, Texas) Ore Coffee break Ore Impiego dell'ecografia nella riproduzione bovina. (Brad Stroud, Texas) Ore Pranzo Ore Controllo del ciclo sessuale nella bovina (Fabio De Rensis, Parma) Ore Brad Stroud vs Roberto Landriscina. Risposte a confronto su domande dei partecipanti al congresso. Moderatore: Gigi Guarneri Ore Comunicazioni scientifiche libere Ore Assemblea annuale (probabilmente assemblea straordinaria) Ore Cena sociale Sabato 10 Ottobre Ore 9.00 Applicazione della genetica molecolare nella pratica zootecnica (ANAFI) Ore Coffee break Ore Aspetti pratici di razionamento nella fase di transizione della bovina. (Francesco Masoero, Piacenza) Ore Pranzo Ore Tavola rotonda. Considerazioni pratiche sulla transition cow (interventi: F. Masoero, F. Testa, L. Prati Moderatore: L. Silvestrelli) Ore Chiusura lavori Iscrizioni e informazioni : Presso la segreteria delegata: Sefoco sas tel mail E prevista la traduzione simultanea delle relazioni del dott. Brad Strout Vi attendiamo numerosi a Cremona Il Presidente SIET Pierluigi Guarneri

9 AETE Meeting 10 TH 11 TH September Kuopio, FINLAND PRELIMINARY PROGRAMME INVITED LECTURES Use of sexed semen in single ovulated and superovulated cows and heifers Mel DeJarnette (USA) Genomic selection and reproduction techniques Patrice Humblot (Sweden) Life imaging of reproductive processes in the oviduct Sabine Koelle (Austria) WORKSHOPS Non invasive methods to assess oocyte/embryo quality Organizer: Jedrzej Jaskowski (Poland) Embryo freezing/vitrification: Status and Future Directions Organizer: Catherine Guyader-Joly (France) PIONEER AWARD From non surgical embryo transfer to somatic cloning in cattle: Technical challenges and hurdles to the use of reproductive biotechnologies Yvan Heyman (France)

10 XXIV Reunião Anual da Sociedade Brasileira de Tecnologia de Embriões Pagina 1 di 1 27/04/2010 Programação da XXIV Reunião Anual da SBTE Palestra de Abertura Os 25 anos da SBTE: passado, presente e futuro Workshops Simultâneos Fisiologia da Reprodução e Biotecnologias Reprodutivas em: Bovinos, Pequenos Ruminantes, Eqüinos, Cães e gatos e Humanos. Encontro da rede MOIFOPA Plenárias Temáticas Biologia do desenvolvimento pós-fiv e Clonagem Diferenciação e reprogramação celular Efeitos mecanísticos do cultivo in vitro no desenvolvimento pré- e pós-natal Desenvolvimento embrionário e expressão gênica Avanços na biologia reprodutiva Impactos na fertilidade e no desenvolvimento Reserva folicular e relação com fertilidade, ambiente materno e produção in vitro de embriões Tecnologias moleculares emergentes aplicadas à reprodução Micro RNAs em gametas e embriões Tecnologia de endereçamento de genes e aplicações em transgênese Proteômica, lipidômica e metabolômica Tecnologias reprodutivas avançadas Otimização da produção de embriões em programas de TE em eqüinos Tecnologia doppler em pequenos ruminantes Criopreservação de gametas e embriões Produtividade Seleção assistida por marcadores Interação nutrição-reprodução Biotécnicas da reprodução e interações com patógenos Questões econômicas em programas de OPU/FIV e IATF/TETF Controle do ciclo reprodutivo Palestrantes confirmados para a Programação Principal: Christina Ramires Ferreira, Thomson Lab, UNICAMP, Brasil David Wells, Reproductive Technologies Group, AgResearch Ruakura, Hamilton, Nova Zelândia Fidel de Ovídio Castro, Facultad de Ciencias Veterinárias, Universidad de Concepción, Chile Gabor Vajta, Faculty of Medicine, Health & Molecular Sciences, James Cook University, Austrália Gandhi Radis-Baptista, Labomar, Universidade Federal do Ceará, Brasil James D. Murray, Department of Animal Science, University of California, EUA João Henrique Viana, EMBRAPA Juiz de Fora, Brasil José Fernando Garcia, UNESP-Araçatuba, Brasil José Luiz Rodrigues, Faculdade de Veterinária, Universidade Federal do Rio Grande do Sul, Brasil Kevin Sinclair, Centre for Reproduction and Early Life, University of Nottingham, Reino Unido Lino Fernando Campos-Chillon, Equine Reproduction Innovations, Inc., CO, EUA Lleretny Rodríguez, Facultad de Ciencias Veterinárias, Universidad de Concepción, Chile Matthew Wheeler, University of Illinois at Urbana-Champaign, EUA Michael Holker, Institute of Animal Science, University of Bonn, Alemanha Michel Thibier, INRA-Paris, França Pascal Mermillod, INRA-Nouzilly, França Alex Evans, University College Dublin, Ireland Palestrantes confirmados para os Workshops: André Monteiro da Rocha, Huntington Medicina Reprodutiva, Brasil Davide Rondina, Universidade Estadual do Ceará, Brasil Edmund Chada Baracat, Universidade de São Paulo, Brasil Gabor Vajta, Faculty of Medicine, Health & Molecular Sciences, James Cook University, Austrália Gary D. Smith, University of Michigan, EUA Jairo Pereira Neves, Universidade de Brasília, Brasil José Carlos de Andrade Moura, Universidade Federal da Bahia, Brasil Lino Fernando Campos-Chillon, Equine Reproduction Innovations, Inc., CO, EUA Paulo Bianchi, Universidade de São Paulo/Huntington Medicina Reprodutiva, Brasil Pericles Assad Hassun, Genesis Genetics Brasil, Brasil

11 XXIV Reunião Anual da Sociedade Brasileira de Tecnologia de Embriões Pagina 1 di 1 27/04/2010 XXIV Reunião Anual da Sociedade Brasileira de Tecnologia de Embriões 19 a 21 de agosto Enotel Resort & SPA - Porto de Galinhas, PE Para reservas no ENOTEL contate: Agência Paradigma Viagens e Turismo Ltda. Contato: (11) ou (11) / Site: Impacto das Biotecnologias Reprodutivas na Saúde e Produção Animal 25 anos da SBTE Venha comemorar o jubileu de prata da nossa sociedade no paraíso tropical! Abertura Comemorativa com homenagem especial aos ex-presidentes Coquetel e Show Musical Novidade nos workshops simultâneos: sala com temática em biotecnologia reprodutiva humana Plenárias temáticas com assuntos contemporâneos e de relevância científica e comercial para a tecnologia de embriões. Apresentação de pesquisadores nacionais e internacionais. Tradicionais premiações dos trabalhos científicos Jantar comemorativo no aniversário da SBTE: uma festa bem brasileira! SBTE solidária: iniciativa de uma sociedade madura

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3 Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita Serie N. 3 Guida per il paziente Livello: medio Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita - Serie 3 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

48 Congresso SItI. Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors. www.siti2015.org

48 Congresso SItI. Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors. www.siti2015.org 48 Congresso Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors COMITATI Presidente del Congresso: Carlo Signorelli, Presidente Presidente Comitato organizzatore: Francesco Auxilia,

Dettagli

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali Differenziamento = Creazione cellule specializzate Cos è una cellula staminale? Cosa mostra la foto Un pezzo di metallo e molti diversi tipi di viti. Dare origine a diversi tipi di cellule è un processo

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Introduzione ai Microarray

Introduzione ai Microarray Introduzione ai Microarray Anastasios Koutsos Alexandra Manaia Julia Willingale-Theune Versione 2.3 Versione italiana ELLS European Learning Laboratory for the Life Sciences Anastasios Koutsos, Alexandra

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

ENTRY FORM/ISCRIZIONI SQUADRE ITALIANE

ENTRY FORM/ISCRIZIONI SQUADRE ITALIANE ENTRY FORM/ISCRIZIONI SQUADRE ITALIANE Il Comitato Organizzatore dell INTERNATIONAL SWIM MEETING AZZURRI D ITALIA ha il piacere di informare le Nazioni interessate, le Squadre e gli Atleti che la manifestazione

Dettagli

64 CONGRESSO NAZIONALE SICPRE

64 CONGRESSO NAZIONALE SICPRE 64 CONGRESSO NAZIONALE SICPRE Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica MILANO (16) 17-19 Settembre 2015 PROSPETTO SPONSOR INFORMAZIONI GENERALI: Presidente: Prof. Riccardo Mazzola,

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli edifici

Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli edifici Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli edifici http://www.globalnetworking group.com/ Page 1 of 2 Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli Edifici Speakers

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Istruzioni per gli autori

Istruzioni per gli autori Istruzioni per gli autori Informazioni generali LO SCALPELLO OTODI Educational è la rivista ufficiale della Società Italiana degli Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri d Italia (OTODI) e pubblica articoli

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

4 th INTERNATIONAL FORUM OF DESIGN AS A PROCESS

4 th INTERNATIONAL FORUM OF DESIGN AS A PROCESS DIVERSITY: DESIGN / HUMANITIES 4 th INTERNATIONAL FORUM OF DESIGN AS A PROCESS LA DIVERSITA: DESIGN/HUMANITIES Incontro tematico scientifico della Rete Latina per lo sviluppo del design dei processi 19-22

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

IPOTALAMO-FUNZIONI. Termoregolazione. Scaricato da www.sunhope.it

IPOTALAMO-FUNZIONI. Termoregolazione. Scaricato da www.sunhope.it IPOTALAMO-FUNZIONI Termoregolazione Nel corpo, il calore viene prodotto dalla contrazione muscolare, dall assimilazione degli alimenti e da tutti i processi vitali che contribuiscono al metabolismo basale.

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Brixia International Conference

Brixia International Conference Brixia International Conference OPEN ISSUES IN THE CLINICAL AND THERAPEUTIC MANAGEMENT OF MAJOR PSYCHIATRIC DISORDERS Brescia, June 11 th -13 th, 2015 Siamo lieti di invitarvi al congresso annuale Brixia

Dettagli

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE».

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE». Federcongressi&eventi è l associazione delle imprese e dei professionisti che lavorano nell industria italiana dei convegni, congressi ed eventi: un industria che dà lavoro a 287.741 persone, di cui 190.125

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità Uno più uno fa tre di Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità La formula della fertilità Esiste una stretta relazione tra fertilità e stili di vita: individui perfettamente sani dal

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Corsi di General English

Corsi di General English Corsi di General English 2015 A Londra e in altre città www.linglesealondra.com Cerchi un corso di inglese a Londra? Un soggiorno studio in Inghilterra o in Irlanda? I nostri corsi coprono ogni livello

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione.

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Da dove viene remac... remac è un'iniziativa a seguito del progetto EUCO2

Dettagli

Terapia ormonale in menopausa: quando è utile, quando è dannosa

Terapia ormonale in menopausa: quando è utile, quando è dannosa Scheda informativa Terapia ormonale in menopausa: quando è utile, quando è dannosa I preparati ormonali vengono impiegati da anni nelle donne durante e dopo la menopausa per alleviare i disturbi del climaterio.

Dettagli

Il sistema endocrino Il sistema endocrino sistema ormonale ghiandole cellule proteiche lipidiche organismo umano sistema nervoso

Il sistema endocrino Il sistema endocrino sistema ormonale ghiandole cellule proteiche lipidiche organismo umano sistema nervoso Il sistema endocrino Il sistema endocrino o sistema ormonale è rappresentato da un insieme di ghiandole e cellule (dette ghiandole endocrine e cellule endocrine) le quali secernono delle sostanze proteiche

Dettagli

Ipertiroidismo. Serie n. 15a

Ipertiroidismo. Serie n. 15a Ipertiroidismo Serie n. 15a Guida per il paziente Livello: medio Ipertiroidismo - Series n. 15a (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera, dal Prof. Gary Butler

Dettagli

Nome del concorrente - Competitor's name :...

Nome del concorrente - Competitor's name :... MODULO DI RICHIESTA DI MATERIALE SUPPLEMENTARE ADDITIONAL MATERIAL ORDER FORM Il materiale e i documenti compresi nella tassa di iscrizione sono elencati nell'appendice VI del 2015 FIA WRC Sporting Regulations

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 AGENDA Introduzione Valutazione dei prodotti Valutazione dell organizzazione per la sicurezza

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

3,5 CREDITI. Provider ECM Medical Service n ID. 176 Ig. Dentali

3,5 CREDITI. Provider ECM Medical Service n ID. 176 Ig. Dentali 3,5 CREDITI ACCREDITAMENTO E.C.M. Provider ECM Medical Service n ID. 176 Ig. Dentali PRESENTAZIONE Cari Colleghi, Cari Amici, La Società Italiana di Scienze dell Igiene Orale, nata 5 anni fa, è arrivata

Dettagli

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali Guida alle attività è un attività da usare con studenti dagli 11 ai 14 anni o con più di 16 anni. Consiste in un set di carte riguardanti le conoscenze basilari sulle cellule staminali e sulle loro applicazioni

Dettagli

il software per la gestione del programma scientifico SEMTIFIC

il software per la gestione del programma scientifico SEMTIFIC il software per la gestione del programma scientifico SEMTIFIC le principali funzioni 1/2 CARATTERISTICHE DEL CONGRESSO SCIENTIFICO - Possibilità di predefinire le caratteristiche del congresso a supporto

Dettagli

30-APRILE/03 MAGGIO-2015.

30-APRILE/03 MAGGIO-2015. INFORMAZIONI GENERALI Il corso ISA 2015 DISCIPLINE OLIMPICHE è un corso formativo ed evolutivo relativamente alle discipline della Fossa Olimpica Skeet Double Trap, e viene organizzato per la 1 volta in

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology QUEST Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology versione 2.0 L. Demers, R. Weiss-Lambrou & B. Ska, 2000 Traduzione italiana a cura di Fucelli P e Andrich R, 2004 Introduzione Il

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Digital Humanities 2015: Studi umanistici digitali globali (Global Digital Humanities)

Digital Humanities 2015: Studi umanistici digitali globali (Global Digital Humanities) Digital Humanities 2015: Studi umanistici digitali globali (Global Digital Humanities) I. Informazioni Generali L Alliance of Digital Humanities Organisations (ADHO) invita la proposta di abstracts per

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

solo per lei ogni mese son dolori!

solo per lei ogni mese son dolori! solo per lei ogni mese son dolori! 64 Prima o durante il flusso mestruale molte donne soffrono di mal di schiena, cefalea, crampi all utero o umore altalenante. Colpa degli ormoni Lo specialista La dottoressa

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT 9.00-11.00 I SESSIONE L essenziale di... in Anestesia Presidente: A. De Monte Udine Moderatori: F.E. Agrò Roma, Y. Leykin Pordenone 9.00 La gestione delle

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione 1 Carlo Sabbarese Gruppo di ricerca: R. Buompane, F. De Cicco, V. Mastrominico, A. D Onofrio 1 L attività di ricerca è svolta

Dettagli

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Le NIPT utilizzano DNA libero. Campione di sangue materno DNA

Dettagli

Linee guida per la presentare una ricerca scientifica per la pubblicazione

Linee guida per la presentare una ricerca scientifica per la pubblicazione Linee guida per la presentare una ricerca scientifica per la pubblicazione John P. Fisher, PhD John A. Jansen, DDS, PhD Peter C. Johnson, MD Antonios G. Mikos, PhD Co-Redattori capo Ingegneria tissutale

Dettagli

P.E./24H La cas@ fuori casa. Programma. Venerdì 18 ottobre 2013 PAD.14 STAND M34 N47 ORARIO LOCATION EVENTO TEMA

P.E./24H La cas@ fuori casa. Programma. Venerdì 18 ottobre 2013 PAD.14 STAND M34 N47 ORARIO LOCATION EVENTO TEMA Venerdì 18 ottobre 2013 Welcome Coffee 12.30-14.30 Area 14.30-16.30 Master Class Il bar del futuro Lavoro nella Ristorazione: risorsa vincente oltre i confini generazionali Il breakfast e la tradizione

Dettagli

gtld: i nuovi domini web gtld strategies

gtld: i nuovi domini web gtld strategies gtld: i nuovi domini web gtld strategies CEO MEMO 2011 INNOVA ET BELLA 2011 - Riproduzione vietata - www.i-b.com p. 1 gtld: i nuovi domini web gtld strategies Con una decisione rivoluzionaria l ICANN,

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO Poste ALL. 15 Informazioni relative a FDA (Food and Drug Administration) FDA: e un ente che regolamenta, esamina, e autorizza l importazione negli Stati Uniti d America d articoli che possono avere effetti

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

- MZ GROUP - Standard di prodotto e servizio fornito

- MZ GROUP - Standard di prodotto e servizio fornito Pagina 1 di 13 - MZ GROUP - Standard di prodotto e servizio fornito SOMMARIO MZ GROUP pag. 3 MZ CONGRESSI S.RL. pag. 4 PIANIFICAZIONE 1. Scelta della sede congressuale pag. 5 2. Gestione pratica ECM (Educazione

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

Valutazione delle tecnologie emergenti

Valutazione delle tecnologie emergenti Dott Tom Jefferson Consulente Sez. Innovazione, Sperimentazione e Sviluppo Valutazione delle tecnologie emergenti Dispositivi Impiantabili: revisioni legislative" - Roma, 7 novembre 2013 L Agenzia Ente

Dettagli

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni A.S. 2011/2012 Giulia Tavellin Via Palesella 3/a 37053 Cerea (Verona) giulia.tavellin@tiscali.it cell. 349/2845085

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

ESPERTI IN IMPORT EXPORT ITALIA USA

ESPERTI IN IMPORT EXPORT ITALIA USA ESPERTI IN IMPORT EXPORT ITALIA USA dal 14 ottobre 1999 al 10 luglio 2001 ITALIA Sassari Via P.ssa Iolanda n. 2 Tel. 079/292509 - Fax 079/295920 USA Stamford Sacred Heart University 12 Omega Drive USA

Dettagli