Società Italiana di Embryo Transfer

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Società Italiana di Embryo Transfer"

Transcript

1 Società Italiana di Embryo Transfer Notiziario Maggio 2010 Cari colleghi, con entusiasmo, tante idee e molti progetti abbiamo iniziato il nuovo triennio. Il consiglio direttivo si è rinnovato durante l ultimo congresso di Rimini: diamo quindi il benvenuto ai colleghi Davide Bolognini, Maurizio Frate, Rosario Mancuso, Michelangelo La Spisa ed Emilio Olzi; il consiglio è completato dai vecchietti Raffaele Boni e Pierluigi Guarneri. Un sentito ringraziamento va a Marcello Lora, dimissionario per motivi personali, che con Francesco e Silvia Bardelli ha fornito un grosso contributo allo sviluppo e all ammodernamento della nostra società. Il programma del congresso di Cremona, 8-9 Ottobre, è già pronto e prevede la partecipazione di un ospite straniero di chiara fama internazionale, Brad Stroud, collega texano che ho avuto modo di apprezzare lo scorso settembre a Montreal durante il meeting CETA/AETA dove ha presentato una grossa mole di dati a supporto di suggerimenti tecnici e valutazioni pratiche che definirei preziose per il bagaglio culturale di un veterinario che opera in questo settore. Quest anno abbiamo proposto per il venerdì pomeriggio una formula nuova, il practitioner forum: Brad Stroud e Roberto Landriscina risponderanno a domande inerenti l ET e la riproduzione bovina scritte e consegnate al moderatore durante la mattinata dai congressisti; vi esorto già da ora, vista l esperienza e la preparazione dei due relatori a segnarvi i dubbi quotidiani. La giornata del venerdì sarà completata dalla presenza del Prof. Fabio De Rensis. Durante la giornata del sabato, storicamente dedicata a temi meno specialistici, parleremo di transition cow, ospiti il Prof. Francesco Masoero che con i colleghi Livio Prati e Francesco Testa animerà la tavola rotonda, formula sempre molto apprezzata. Riproponiamo visto il successo degli anni scorsi, il corso per trapiantatori, a numero chiuso (max 15), durante tutta la giornata del giovedì 7 ottobre. Ora qualche nota di carattere amministrativo magari meno piacevole. La Siet ha deciso di separare l iscrizione alla società dalla quota di partecipazione al congresso. La prima rappresenta un tentativo di fidelizzare i soci con una simbolica quota d iscrizione annua di 30 euro, indipendentemente dalla partecipazione al congresso. Ciò consentirà di avere un libro soci più affidabile e di organizzare l accesso di servizi ed informazioni da parte di professionisti operanti nel settore. A tale riguardo il comitato direttivo ha deliberato, ad esempio, di patrocinare l adozione di software di raccolta dati, già sviluppato e presentato nello scorso congresso siet, finanziandone l accesso dei soci per il primo anno e favorendo così la valutazione di tale sistema che renderebbe la gestione dei dati ET senz altro più efficiente. Oltre alla quota sociale c è da considerare la quota di partecipazione al congresso che sarà di 120 euro, sia per i soci che per i non soci. E, tuttavia, previsto un risparmio di questa quota di partecipazione a 100 euro se si procede all invio mediante bonifico bancario entro il 31 agosto. Maggiori informazioni in merito saranno presto riportate sul sito della società, attualmente in allestimento, all indirizzo o rivolgendosi direttamente alla segreteria, gestita ora dalla Sefoco, al o mediante a: Un arrivederci a Cremona, mi raccomando non mancate! Pierluigi Guarneri Notiziario SIET - Maggio 2010 sede sociale : c/o Faver, Via Belgio 10, Verona

2 CORPO LUTEO: FUNZIONI E DISFUNZIONI Stefano Mazziotta e Raffaele Boni Luteogenesi Il corpo luteo (CL) è una ghiandola transitoria, tipica dei mammiferi, che ha origine nell ovaio a seguito dell evento ovulatorio. Esso è responsabile delle modificazioni morfo-funzionali a carico dell apparato genitale femminile necessarie all instaurarsi e al mantenimento della gravidanza. Il CL si forma, grazie all azione dell ormone luteinizzante (LH) sul follicolo pre-ovulatorio. Le cellule della granulosa e della teca subiscono una serie di cambiamenti strutturali e funzionali, noti come luteinizzazione, che trasformano cellule a prevalente secrezione di estradiolo (E2) in cellule che secernono progesterone (P4). Il CL subisce un rapido sviluppo sostenuto da una ricca vascolarizzazione che promuove l aumento delle cellule luteali. Le cellule della teca e della granulosa, che diventano cellule luteiniche grandi e piccole, mantengono distinte peculiarità sulla base di caratteristiche morfologiche e funzionali (Fitz et al., 1982). Tali cellule aumentano il loro diametro e l attività steroidogenetica nel corso del processo di luteogenesi (Farin et al., 1986). La secrezione di P4 aumenta grazie ad un attivazione di enzimi steroidogenici; la secrezione di estrogeni ed androgeni mostra, invece, una sensibile riduzione (Rodgers et al., 1986, 1987). L aumento della secrezione di progesterone può essere attribuita anche all aumento del flusso di sangue nel CL (Niswender et al., 1976) fornendo maggiori quantità di colesterolo per la steroidogenesi (Grummer and Carroll, 1988). Man mano che il processo di luteinizzazione va avanti, le cellule piccole del corpo luteo aumentano la produzione di progesterone, in risposta allo stimolo dell LH, mentre la secrezione basale di progesterone delle cellule grandi è indipendente dall LH (Hoyer and Niswender, 1985). Le cellule luteali grandi, tuttavia, producono all incirca l 80% del progesterone presente in circolo (Niswender et al., 1985). A partire all incirca dal 12 giorno del ciclo, la produzione di progesterone aumenta, nonostante avvenga una riduzione della stimolazione luteale da parte dell LH. Questo incremento è principalmente attribuibile alla differenziazione delle cellule luteali grandi (Figura 1). Strutturalmente il corpo luteo appare simile nelle diverse specie; notevoli differenze si riscontrano, tuttavia, nei meccanismi di mantenimento e regressione. Fig 1. Illustrazione schematica degli elementi cellulari del CL con relativa incidenza numerica (N) e volumetrica (V). Da McCracken et al. (1999) modificato. Nella pecora e nella vacca, specie in cui le prostaglandine F2α (PGF2α) sono responsabili del meccanismo luteolitico, lo sviluppo e la persistenza del CL sono la risultante di stimoli di carattere luteotropico e luteolitico (McCracken et al., 1971). Da una parte l LH e, probabilmente, la prolattina ne supportano lo sviluppo e la funzione; dall altra, l incremento della secrezione di prostaglandine di classe F2α esercita un effetto luteolitico. Le PGF2α sono prodotte dall utero sotto lo stimolo dell estradiolo e del progesterone. Tra il giorno 12 ed il giorno 14 del ciclo estrale, con andamento pulsatile, l utero rilascia le prostaglandine F2α nella vena utero-ovarica che, attraverso uno scambio controcorrente, passano nell arteria ovarica (McCracken et al., 1971). Le PGF2α stimolano il rilascio di ossitocina da parte del corpo luteo (riserva luteinica) che, a sua volta, stimola l utero a produrre altre prostaglandine. Un importante ruolo nel mantenimento delle funzioni luteali è svolto dall LH. Esso interagisce con recettori presenti nell ovaio la cui concentrazione raggiunge il massimo a metà della fase luteale del ciclo estrale (Fitz et al., 1982). Nella pecora e nella vacca, le cellule luteali piccole rispondono allo stimolo luteotropico, aumentando la secrezione di AMPc e progesterone. L ipofisi esercita un importante controllo sulla funzionalità del corpo luteo. Attraverso esperimenti eseguiti in animali ipofisectomizzati a vari stadi del ciclo estrale, Denamur et al. (1966) sono arrivati alla conclusione che il corpo luteo è sempre sottoposto al controllo dell ipofisi. L effetto dell ipofisectomia varia, tuttavia, a seconda dello stadio del ciclo estrale in cui viene eseguita. Tra il giorno 2 e 5 del ciclo estrale, l ipofisectomia provoca la regressione del corpo luteo, mentre la secrezione di progesterone prosegue fino al giorno 9. La riduzione della secrezione di progesterone è molto più rapida qualora l ipofisectomia viene eseguita al giorno 10 del ciclo. Quindi, il corpo luteo per svolgere le sue normali funzioni necessita di un controllo luteotropico dell ipofisi. Durante la fase luteale, la

3 secrezione di LH segue un andamento pulsatile, con pulsazioni che durano circa un ora il primo giorno e arrivano a 4-6 ore il giorno 12 (Baird, 1978). Nella pecora anche la secrezione di progesterone è pulsatile, ed è talora sincrona alla pulsatività dell LH. Baird et al. (1976) hanno raccolto, in pecore scozzesi, campioni di sangue ad intervalli di 15 minuti per 48 ore al giorno 6 e 7, e al giorno 13 e 14 del ciclo estrale. In entrambi i casi, ad una pulsazione di LH è seguita una simultanea increzione di progesterone. In un secondo gruppo di animali la secrezione di LH è stata sospesa iniettando un antagonista del GnRH, con conseguente caduta dei livelli di progesterone che sono rimasti bassi per tutta la durata della fase luteale. Se l iniezione dell antagonista del GnRH veniva eseguita il giorno 13 del ciclo, la secrezione di progesterone diminuiva rapidamente, associata alla regressione del corpo luteo. La contemporanea iniezione di LH esogeno, insieme ad un anticorpo anti-gnrh, riportò i livelli di P4 entro valori fisiologici. I risultati di questi esperimenti dimostrano chiaramente il ruolo svolto dall LH per la normale funzione luteale nelle diverse fasi del ciclo estrale. Infatti, se la secrezione di LH viene inibita per 48 ore, il corpo luteo non regredisce, ma le sue funzioni secretorie risultano compromesse per il resto del ciclo. A partire dal giorno 13 del ciclo estrale, il corpo luteo diviene sempre più dipendente dall increzione di LH; infatti, una riduzione dell attività luteotropica ipofisaria comporta una rapida caduta dei livelli di progesterone. Nella fase centrale del diestro, la frequenza delle pulsazioni di LH sono notevolmente ridotte a causa degli alti livelli di progesterone. L utero inizia a secernere PGF2α che interferisce con l LH ed il sistema dell adenilciclasi. Il corpo luteo è molto sensibile all effetto luteolitico delle prostaglandine, soprattutto nei momenti in cui i livelli di LH sono bassi, tra una pulsazione e l altra. Luteolisi Il ciclo sessuale nei mammiferi domestici può essere distinto in base alla dinamica di regressione del CL in 5 tipologie: (1) nell uomo e primati; (2) negli animali zootecnici e porcellino d India; (3) nei roditori da laboratorio; (4) negli animali con ovulazione indotta (coniglio, gatto, furetto, camelidi); (5) nei canidi. Nei primi 2 gruppi la luteolisi rappresenta il mezzo mediante il quale il ciclo sessuale può ripetersi a seguito di un insuccesso un fecondativo. Nei gruppi 3 e 4, invece, la luteolisi è un meccanismo che può verificarsi allo scopo di abbreviare una condizione di pseudogravidanza; nel gruppo 5 non c è evidenza di meccanismi luteolitici per cui il CL persiste per un periodo equivalente a quello della gravidanza. Nei primati l ovulazione e lo sviluppo del CL avvengono sotto il controllo delle gonadotropine. Al termine di un ciclo fertile, il CL, che produce sia P4 e sia E2, va incontro a luteolisi riavviando un nuovo ciclo sessuale. L abbassamento dei livelli di P4 porta allo sfaldamento dell endometrio ipertrofico, con conseguente mestruazione. Questo fenomeno è tipico dell uomo e dei primati del vecchio mondo ed è legato alla contrazione di un componente vascolare spiraliforme presente al di sotto dell endometrio; tale formazione manca nei primati del nuovo mondo che non presentano, pertanto, mestruazioni. In caso di successo fecondativo, nei primati il CL, supportato dalle gonadotropine ipofisarie e placentari, assicura il mantenimento della gravidanza finchè tale controllo non viene sostenuto completamente dal P4 placentare. Negli animali zootecnici (gruppo 2), il ciclo sessuale è caratterizzato da una fase follicolare (con concentrazioni di P4 serico < ad un livello soglia= 1.5 ng/ml) pressoché equivalente alla fase luteale (P4> 1.5 ng/ml). In corrispondenza del minimo livello serico di P4 si verifica un massimo livello di E2 ed un picco di LH. Questo consente un elevata recettività sessuale (estro) entro un periodo che precede l ovulazione. Il successo fecondativo evita che si stabiliscano i normali meccanismi di luteolisi ad opera delle PGF2α prodotte dall endometrio, inibite, in questo caso, ad opera dell Interferone Tau-1 prodotto dall embrione. In alcune specie (maiale, capra e topo) il CL è la principale fonte di P4 per tutta la durata della gravidanza; in altre specie (pecora, bovina, equina) il CL cede il passo alla placenta nella produzione di P4. Gli animali del gruppo 3 (roditori da laboratorio) hanno sviluppato una strategia riproduttiva molto efficiente che gli consente di concepire ogni 3-4gg. Ciò è possibile grazie al fatto che dopo l ovulazione non si forma un CL perfettamente funzionante; così non si verifica un interferenza nell attività delle gonadotropine ipofisarie. Lo stimolo coitale, in questi animali, è responsabile di uno stimolo luteinico sia che l accoppiamento sia fertile che sterile (pseudogravidanza). E presente in molte specie di roditori, tuttavia, un meccanismo luteolitico che riduce il periodo di pseudogravidanza. Gli animali con ovulazione indotta (gruppo 4) presentano la possibilità di sviluppare ondate follicolari entro un periodo relativamente lungo Notiziario S.I.E.T. - Maggio 2010

4 caratterizzato da una diversa recettività sessuale. Il CL si sviluppa in conseguenza del picco di LH indotto dal coito. Lo sviluppo del CL è indipendente dal successo fecondativo e può durare, in caso di insuccesso fecondativo, quanto una normale gravidanza (furetto) o meno per lo stabilirsi di meccanismi luteolitici (coniglio). I canidi (gruppo 5) presentano solo 2 cicli riproduttivi in un anno. Il CL che si sviluppa permane per tutta la durata della gravidanza o della pseudogravidanza, mancando, in queste specie, meccanismi luteolitici così come descritto nelle altre specie. Nella pseudogravidanza, la mancata ripresa dell attività sessuale è accompagnata da manifestazioni gravidiche (organizzazione di un nido, mammogenesi e lattopoiesi). L isterectomia non ha effetto sulla durata del CL ma può accorciare il periodo di anaestro. Luteolisi nei ruminanti Nei ruminanti domestici, le prostaglandine, secrete dall utero non gravido sono responsabili della regressione del corpo luteo (McCracken et al., 1972). L attività primaria delle PGF2α è rivolta alla riduzione del flusso ematico al corpo luteo con conseguente ipossia del tessuto luteale e, quindi, regressione. Sono, tuttavia, descritti meccanismi di incremento dell attività lisosomiale e l attivazione di fenomeni apoptotici a carico delle cellule luteiniche, così come l attivazione delle cellule del sistema reticolo-istiocitario che si infiltrano nel CL in regressione. Un ulteriore attività svolta dalle PGF2α si suppone legata alla riduzione della secrezione di progesterone; tale ipotesi non è tuttavia suffragata da studi che dimostrino il coinvolgimento diretto delle prostaglandine nel meccanismo di secrezione luteale. Corpo luteo inadeguato In molte circostanze, quando inizia l attività riproduttiva (pubertà), o quando riprende dopo un periodo di inattività (anaestro), si verificano dei cicli estrali anormali. Una fase luteale anormale è caratterizzata da livelli bassi di progesterone (< 1,5 ng ml, corpo luteo a bassa produzione) associata o meno ad una prematura regressione del corpo luteo (corpo luteo a rapida involuzione). Una fase luteale anormale si ha, talora, quando si cerca di indurre l ovulazione in animali che si trovano in anaestro stagionale. La somministrazione di GnRH provoca una scarica di LH con conseguente ovulazione a cui segue una fase luteale inadeguata (Hunter, 1991). Quando la somministrazione di GnRH viene eseguita in modo pulsatile (0.25 μg ad intervalli di 2 ore) si ha un increzione pulsatile di LH che porta ad una fase luteale normale. In anaestro, un trattamento con progesterone prima della terapia con GnRH pulsatile, si rende necessario per consentire lo sviluppo di una fase luteale adeguata (McLeod and Haresign, 1984). La normale funzionalità del corpo luteo sembra essere influenzata dall ambiente endocrino a cui è sottoposto il follicolo prima dell ovulazione. Un trattamento con progesterone ed una bassa frequenza nelle pulsazioni di GnRH aumentano verosimilmente il tempo necessario per la maturazione del follicolo dominante, favorendo la secrezione dell estradiolo necessario per la scarica di LH. Negli animali trattati con GnRH ogni ora le pulsazioni di LH stimolano le cellule follicolari a secernere più precocemente estradiolo. Anche l utero sembra essere coinvolto nei meccanismi che portano ad una fase luteale inadeguata. Un trattamento con progesterone previene il prematuro rilascio di prostaglandine da parte dell utero, evitando una fase luteale breve (Hunter, 1991). Anomalie dell attività luteale L attività del corpo luteo può presentare disfunzioni che possono essere riconducibili a due diverse tipologie. Distinguiamo, infatti, corpi lutei a rapida involuzione caratterizzati da una durata inferiore alla norma (Odde et al, 1980; Colema and Dailey, 1983; Copelin et al, 1987) e corpi lutei a normale involuzione ma con bassa secrezione di progesterone (Pratt et al, 1982; Coleman and Dailey, 1983). Una fase luteale breve si verifica soprattutto alla pubertà, nella prima ovulazione post-partum, oppure nella ripresa riproduttiva in animali stagionali. Notiziario SIET - Maggio 2010 sede sociale : c/o Faver, Via Belgio 10, Verona

5 Gli animali con una fase luteale breve sono caratterizzati da un ciclo estrale breve (7-10 giorni), con crollo della concentrazione ematica di progesterone 5-6 giorni in anticipo rispetto agli animali con fase luteale normale (Copelin et al, 1987). Nel caso di corpi lutei di breve durata non sono state osservate differenze nel rapporto tra piccole e grandi cellule luteali; tuttavia, il numero totale e la grandezza di queste cellule risulta ridotto (O'Shea et al. 1984). Nelle bovina il corpo luteo di breve durata risulta essere meno sensibile all effetto luteolitico delle PGF2α (Copelin et al,1988). I meccanismi che portano ad una anomala fase luteale possono essere ricondotti a: Inadeguato sviluppo del follicolo preovulatorio; Riduzione del supporto luteotropico; Rilascio prematuro di fattori luteolitici Inadeguato sviluppo del follicolo preovulatorio La formazione del corpo luteo è una diretta conseguenza della maturazione follicolare; inoltre, la preparazione delle cellule luteali alla successiva sintesi e secrezione di progesterone avviene già prima dell ovulazione (Hansel and Fortune, 1978). Riduzione del supporto luteotropico L azione coordinata tra FSH ed LH è necessaria al fine di ottenere un adeguata preparazione delle cellule follicolari alla successiva luteinizzazione e secrezione di progesterone. La fase luteale viene anche influenzata dalle concentrazioni di estradiolo plasmatico durante la fase follicolare (Inskeep et al., 1988). Un basso numero di recettori dell LH sulle cellule della granulosa e della teca del follicolo preovulatorio sono causa di una crescita follicolare inadeguata (Inskeep et al., 1988). 1989). Tale trattamento favorisce lo sviluppo di cicli brevi. Nel post-partum delle bovine e delle pecore, un trattamento con progesterone può risultare utile al fine di migliorare l attività luteale ed ostacolare una tempestiva secrezione di prostaglandine (Ramirez-Godinez et al., 1981; Hunter et al., 1986; Copelin et al., 1987). Il progesterone nella prima parte della fase luteale inibisce la sintesi dei recettori dell estradiolo nell endometrio. Infatti, la concentrazione di questi risulta bassa nella prima fase del ciclo estrale. Successivamente, l effetto inibitorio del progesterone si riduce ed il numero dei recettori aumenta. L ossitocina stimola la secrezione di PGF2α che, a sua volta, induce la liberazione di ossitocina da parte del corpo luteo. Quindi, si instaura un meccanismo di feedback tra PGF2α e ossitocina, che è necessario ai fini della luteolisi. Il trattamento con progesterone ha un effetto indiretto sulla secrezione di PGF2α aumentando la concentrazione preovulatoria di estradiolo. Nelle vacche con una fase luteale breve, l aumento della concentrazione di estradiolo nella fase preovulatoria porta allo sviluppo di recettori del P4 creando le premesse per la successiva secrezione di PGF2α in uno stadio avanzato della fase luteale. La riduzione della concentrazione di progesterone consente una sintesi anticipata dei recettori dell estradiolo e, quindi, un conseguente aumento dei recettori dell ossitocina in animali con una fase luteale breve rispetto agli animali con fase luteale normale. Quindi, un trattamento con progestinici provocherebbe una riduzione del numero di recettori dell ossitocina nell endometrio riducendone cosi la sensibilità uterina. Bibliografia disponibile presso gli autori Rilascio prematuro di fattori luteolitici Una delle principali cause di luteolisi prematura è rappresentata dal rilascio anticipato di prostaglandine da parte dell utero. Infatti, in animali a cui è stata eseguita l isterectomia, il corpo luteo mantiene le sue normali funzioni e la secrezione di progesterone nel tempo (Copelin et al., 1987). L infusione intrauterina di indometacina (un potente inibitore della sintesi di prostaglandine) riduce l incidenza di regressioni anticipate del corpo luteo (Troxel e Kesler, 1984). Un trattamento con ossitocina nel post-partum delle bovine porta ad un rilascio di prostaglandine dopo circa 5 giorni, con un intensità di secrezione simile a quella che si verifica in corrispondenza del giorno 16 di un ciclo estrale regolare (Zollers et al., Notiziario S.I.E.T. - Maggio 2010

6 Comunicazioni ai soci In allegato al Notiziario abbiamo inserito il programma preliminare del prossimo congresso siet, del corso pre-congresso nonché una locandina di altri eventi legati alla riproduzione animale e organizzati in diverse parti del mondo. Notiziario SIET - Maggio 2010 sede sociale : c/o Faver, Via Belgio 10, Verona

7 Corso pre-congresso 7 Ottobre 2010 Visto il successo delle precedenti edizioni, anche quest anno viene proposto il corso precongressuale a numero chiuso, riservato ai primi 15 iscritti. Corso pre-congresso sulla valutazione della ricevente, trasferimento embrionale e tecniche di congelamento-scongelamento. Ore 9.30 Applicazione dell ET nella pratica buiatrica (M. Lora) Ore Teorico/pratico: Ovocita ed embrione. Caratteristiche e distinzione (R. Boni) Ore Teorico/pratico: Valutazione microscopica dell embrione bovino e classificazione per stadio di sviluppo e qualità (R. Boni) Ore Teorico: Tecniche di congelamento embrionale (R. Boni) Ore Pratico: Tecniche di manipolazione dell embrione (P. Guarneri, R. Carminati, M. Lora) Ore Teorico/pratico: Prove di scongelamento (P. Guarneri, R. Carminati, M. Lora) Ore Pausa Pranzo Ore Pratico: Confezionamento dell embrione in paillette e preparazione della pistolette per trapianto (P. Guarneri, R. Carminati, M. Lora) Ore Teorico/visivo: Sessione teorico-pratica di vitrificazione bovina ed equina (G. Morini) Ore Aspetti legislativi Ore Termine lavori Siet Società Italiana di Embryotransfer Via Belgio 10 Verona Segreteria delegata : SEFOCO SAS Fraz. Pradaglia Pianello Val Tidone PC Tel.: Fax: Siet Società Italiana di Embryotransfer Programma preliminare IXX Congresso 8-9 Ottobre 2010 Cremona Palace Hotel Via Castelleone 62 Castelverde CR

8 IXX Congresso Nazionale Programma scientifico preliminare Venerdì 09 Ottobre 2010 Ore 8.30 Apertura segreteria Ore 9.30 Recupero di embrioni nella bovina. Evoluzione della tecnica e comparazione delle metodiche disponibili. (Brad Stroud, Texas) Ore Coffee break Ore Impiego dell'ecografia nella riproduzione bovina. (Brad Stroud, Texas) Ore Pranzo Ore Controllo del ciclo sessuale nella bovina (Fabio De Rensis, Parma) Ore Brad Stroud vs Roberto Landriscina. Risposte a confronto su domande dei partecipanti al congresso. Moderatore: Gigi Guarneri Ore Comunicazioni scientifiche libere Ore Assemblea annuale (probabilmente assemblea straordinaria) Ore Cena sociale Sabato 10 Ottobre Ore 9.00 Applicazione della genetica molecolare nella pratica zootecnica (ANAFI) Ore Coffee break Ore Aspetti pratici di razionamento nella fase di transizione della bovina. (Francesco Masoero, Piacenza) Ore Pranzo Ore Tavola rotonda. Considerazioni pratiche sulla transition cow (interventi: F. Masoero, F. Testa, L. Prati Moderatore: L. Silvestrelli) Ore Chiusura lavori Iscrizioni e informazioni : Presso la segreteria delegata: Sefoco sas tel mail E prevista la traduzione simultanea delle relazioni del dott. Brad Strout Vi attendiamo numerosi a Cremona Il Presidente SIET Pierluigi Guarneri

9 AETE Meeting 10 TH 11 TH September Kuopio, FINLAND PRELIMINARY PROGRAMME INVITED LECTURES Use of sexed semen in single ovulated and superovulated cows and heifers Mel DeJarnette (USA) Genomic selection and reproduction techniques Patrice Humblot (Sweden) Life imaging of reproductive processes in the oviduct Sabine Koelle (Austria) WORKSHOPS Non invasive methods to assess oocyte/embryo quality Organizer: Jedrzej Jaskowski (Poland) Embryo freezing/vitrification: Status and Future Directions Organizer: Catherine Guyader-Joly (France) PIONEER AWARD From non surgical embryo transfer to somatic cloning in cattle: Technical challenges and hurdles to the use of reproductive biotechnologies Yvan Heyman (France)

10 XXIV Reunião Anual da Sociedade Brasileira de Tecnologia de Embriões Pagina 1 di 1 27/04/2010 Programação da XXIV Reunião Anual da SBTE Palestra de Abertura Os 25 anos da SBTE: passado, presente e futuro Workshops Simultâneos Fisiologia da Reprodução e Biotecnologias Reprodutivas em: Bovinos, Pequenos Ruminantes, Eqüinos, Cães e gatos e Humanos. Encontro da rede MOIFOPA Plenárias Temáticas Biologia do desenvolvimento pós-fiv e Clonagem Diferenciação e reprogramação celular Efeitos mecanísticos do cultivo in vitro no desenvolvimento pré- e pós-natal Desenvolvimento embrionário e expressão gênica Avanços na biologia reprodutiva Impactos na fertilidade e no desenvolvimento Reserva folicular e relação com fertilidade, ambiente materno e produção in vitro de embriões Tecnologias moleculares emergentes aplicadas à reprodução Micro RNAs em gametas e embriões Tecnologia de endereçamento de genes e aplicações em transgênese Proteômica, lipidômica e metabolômica Tecnologias reprodutivas avançadas Otimização da produção de embriões em programas de TE em eqüinos Tecnologia doppler em pequenos ruminantes Criopreservação de gametas e embriões Produtividade Seleção assistida por marcadores Interação nutrição-reprodução Biotécnicas da reprodução e interações com patógenos Questões econômicas em programas de OPU/FIV e IATF/TETF Controle do ciclo reprodutivo Palestrantes confirmados para a Programação Principal: Christina Ramires Ferreira, Thomson Lab, UNICAMP, Brasil David Wells, Reproductive Technologies Group, AgResearch Ruakura, Hamilton, Nova Zelândia Fidel de Ovídio Castro, Facultad de Ciencias Veterinárias, Universidad de Concepción, Chile Gabor Vajta, Faculty of Medicine, Health & Molecular Sciences, James Cook University, Austrália Gandhi Radis-Baptista, Labomar, Universidade Federal do Ceará, Brasil James D. Murray, Department of Animal Science, University of California, EUA João Henrique Viana, EMBRAPA Juiz de Fora, Brasil José Fernando Garcia, UNESP-Araçatuba, Brasil José Luiz Rodrigues, Faculdade de Veterinária, Universidade Federal do Rio Grande do Sul, Brasil Kevin Sinclair, Centre for Reproduction and Early Life, University of Nottingham, Reino Unido Lino Fernando Campos-Chillon, Equine Reproduction Innovations, Inc., CO, EUA Lleretny Rodríguez, Facultad de Ciencias Veterinárias, Universidad de Concepción, Chile Matthew Wheeler, University of Illinois at Urbana-Champaign, EUA Michael Holker, Institute of Animal Science, University of Bonn, Alemanha Michel Thibier, INRA-Paris, França Pascal Mermillod, INRA-Nouzilly, França Alex Evans, University College Dublin, Ireland Palestrantes confirmados para os Workshops: André Monteiro da Rocha, Huntington Medicina Reprodutiva, Brasil Davide Rondina, Universidade Estadual do Ceará, Brasil Edmund Chada Baracat, Universidade de São Paulo, Brasil Gabor Vajta, Faculty of Medicine, Health & Molecular Sciences, James Cook University, Austrália Gary D. Smith, University of Michigan, EUA Jairo Pereira Neves, Universidade de Brasília, Brasil José Carlos de Andrade Moura, Universidade Federal da Bahia, Brasil Lino Fernando Campos-Chillon, Equine Reproduction Innovations, Inc., CO, EUA Paulo Bianchi, Universidade de São Paulo/Huntington Medicina Reprodutiva, Brasil Pericles Assad Hassun, Genesis Genetics Brasil, Brasil

11 XXIV Reunião Anual da Sociedade Brasileira de Tecnologia de Embriões Pagina 1 di 1 27/04/2010 XXIV Reunião Anual da Sociedade Brasileira de Tecnologia de Embriões 19 a 21 de agosto Enotel Resort & SPA - Porto de Galinhas, PE Para reservas no ENOTEL contate: Agência Paradigma Viagens e Turismo Ltda. Contato: (11) ou (11) / Site: Impacto das Biotecnologias Reprodutivas na Saúde e Produção Animal 25 anos da SBTE Venha comemorar o jubileu de prata da nossa sociedade no paraíso tropical! Abertura Comemorativa com homenagem especial aos ex-presidentes Coquetel e Show Musical Novidade nos workshops simultâneos: sala com temática em biotecnologia reprodutiva humana Plenárias temáticas com assuntos contemporâneos e de relevância científica e comercial para a tecnologia de embriões. Apresentação de pesquisadores nacionais e internacionais. Tradicionais premiações dos trabalhos científicos Jantar comemorativo no aniversário da SBTE: uma festa bem brasileira! SBTE solidária: iniciativa de uma sociedade madura

SCEGLIETE DI AFFRONTARE CON FIDUCIA IL VOSTRO PERCORSO.

SCEGLIETE DI AFFRONTARE CON FIDUCIA IL VOSTRO PERCORSO. SCEGLIETE DI AFFRONTARE CON FIDUCIA IL VOSTRO PERCORSO. Il Test innovativo per la valutazione precoce dello sviluppo dell embrione. Merck Serono You. Us. We re the parents of fertility. Il vostro viaggio

Dettagli

Utilizzo Di Seme Sessato Nelle Biotecnologie Riproduttive Della Specie Bovina

Utilizzo Di Seme Sessato Nelle Biotecnologie Riproduttive Della Specie Bovina Utilizzo Di Seme Sessato Nelle Biotecnologie Riproduttive Della Specie Bovina in LE BIOTECNOLOGIE DELLA RIPRODUZIONE INCONTRANO LA GENOMICA 5 Maggio 2009 Sala Guarneri del Gesù Cremona Fiere CESARE GALLI

Dettagli

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 9 GHIANDOLE SESSUALI (SECONDA PARTE)

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 9 GHIANDOLE SESSUALI (SECONDA PARTE) ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 9 GHIANDOLE SESSUALI (SECONDA PARTE) ORMONI FEMMINILI Altri effetti Gli estrogeni hanno inoltre importanti effetti metabolici: ad alte concentrazioni riducono

Dettagli

le basi biologiche della riproduzione, il ciclo mestruale, le irregolarità mestrual i

le basi biologiche della riproduzione, il ciclo mestruale, le irregolarità mestrual i le basi biologiche della riproduzione, il ciclo mestruale, le irregolarità mestrual i Fisiologia della funzione ovarica Nucleo arcuato dell ipotalamo: produzione di GnRH (gonadotropin - releasing-hormon)

Dettagli

SCHEDA INSEGNAMENTO RIFERIMENTI GENERALI

SCHEDA INSEGNAMENTO RIFERIMENTI GENERALI Pag. 1 di 5 RIFERIMENTI GENERALI Corso di Laurea Magistrale: Scienze Zootecniche An di Corso: II Semestre: I Insegnamento: Gestione dei sistemi di allevamento estensivo Modulo: Fisiopatologia della riproduzione

Dettagli

APPARATO GENITALE INSIEME DI ORGANI DEPUTATI ALLA : FORMAZIONE DEI GAMETI FECONDAZIONE SVILUPPO DELL EMBRIONE E DEL FETO

APPARATO GENITALE INSIEME DI ORGANI DEPUTATI ALLA : FORMAZIONE DEI GAMETI FECONDAZIONE SVILUPPO DELL EMBRIONE E DEL FETO APPARATO GENITALE INSIEME DI ORGANI DEPUTATI ALLA : FORMAZIONE DEI GAMETI FECONDAZIONE SVILUPPO DELL EMBRIONE E DEL FETO APPARATO RIPRODUTTORE MASCHILE GONADI VIE SPERMATICHE convogliano i gameti all uretra

Dettagli

X CICLO DI CONFERENZE

X CICLO DI CONFERENZE X CICLO DI CONFERENZE Professione Biologo Biologo della Fecondazione Assistita Giovedì 27 settembre 2012 Alessandro Miceli Promea S.p.A. - Torino alessandro.miceli@promea.net Dipartimento di Biologia Animale

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO FtM

OPUSCOLO INFORMATIVO FtM 2 INTRODUZIONE Scopo di queste pagine è di fornire alcune informazioni di carattere generale, ma scientificamente corrette, circa il trattamento ormonale che viene somministrato alle persone affette da

Dettagli

Azioni neuroendocrine Apparato riproduttivo Sistema nervoso centrale

Azioni neuroendocrine Apparato riproduttivo Sistema nervoso centrale 1 I progestinici sono composti con attività simile a quella del progesterone e includono il progesterone e agenti simili come il medrossiprogesterone acetato (pregnani), agenti simili al 19-nortestosterone

Dettagli

CENTRAL EUROPEAN VASCULAR FORUM

CENTRAL EUROPEAN VASCULAR FORUM 9th INTERNATIONAL CONGRESS of the CENTRAL EUROPEAN VASCULAR FORUM 2014 October, 16-18, 2014 Rome, Italy 1 Ateneo Pontificio Regina Apostolorum The following Scientific Society will join the Congress Le

Dettagli

LE BIOTECNOLOGIE DELLA RIPRODUZIONE NEGLI ANIMALI DA ALLEVAMENTO: RISULTATI E PROSPETTIVE

LE BIOTECNOLOGIE DELLA RIPRODUZIONE NEGLI ANIMALI DA ALLEVAMENTO: RISULTATI E PROSPETTIVE LE BIOTECNOLOGIE DELLA RIPRODUZIONE NEGLI ANIMALI DA ALLEVAMENTO: RISULTATI E PROSPETTIVE CESARE GALLI Laboratorio di Tecnologie della Riproduzione LTR-CIZ, Ist. Sper. Ital. Lazzaro Spallanzani Via Porcellasco

Dettagli

ROMA. European Fertility Meeting: Strategies to improve IVF success rate. 11/12 december 2015. President: Ermanno Greco

ROMA. European Fertility Meeting: Strategies to improve IVF success rate. 11/12 december 2015. President: Ermanno Greco Strategies to improve IVF success rate President: Ermanno Greco ROMA 11/12 december 2015 Congress Venue: Auditorium Via Veneto - Via Veneto, 89-00187 Roma SPEAKERS / Agarwal Ashok Alviggi Carlo Campbell

Dettagli

Sponsorship opportunities

Sponsorship opportunities The success of the previous two European Workshops on Focused Ultrasound Therapy, has led us to organize a third conference which will take place in London, October 15-16, 2015. The congress will take

Dettagli

(ciclo vaginale) (azione degli ormoni estrogeni)

(ciclo vaginale) (azione degli ormoni estrogeni) Sistema Riproduttore Femminile (struttura e fisiologia) Il s.r.f. si compone di strutture atti alla produzione di gameti, le ovaie, e di una serie di organi che ne completano la funzionalità. L ovaio è

Dettagli

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA Informazioni per la coppia A cura del dott. G. Ragni Unità Operativa - Centro Sterilità Responsabile: dott.ssa C. Scarduelli FONDAZIONE OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO MANGIAGALLI

Dettagli

Gentile Signora, Gentile Signore,

Gentile Signora, Gentile Signore, Biotech PMA Centro di Procreazione Medicalmente Assistita Numero 050040 del Reg. Naz. PMA presso l Istituto Superiore di Sanità Direttore Sanitario: Dott.ssa Giuliana Bruno Spec. in Ginecologia e ostetricia

Dettagli

Embrio transfer per una fertilità migliore

Embrio transfer per una fertilità migliore TECNICA Embrio transfer per una fertilità migliore Le bovine moderne, a causa delle grandi quantità di latte prodotte, sono molto sensibili alle temperature elevate, che inducono un innalzamento di quella

Dettagli

Dott. LUCA TODINI: CURRICULUM VITAE, FORMATIVO E PROFESSIONALE

Dott. LUCA TODINI: CURRICULUM VITAE, FORMATIVO E PROFESSIONALE Dott. LUCA TODINI: CURRICULUM VITAE, FORMATIVO E PROFESSIONALE Nato a Piano di Sorrento (NA) - 14/11/1963. Luglio 1982 - Diploma di Maturità Classica presso il Liceo Classico Statale "Anco Marzio" di Lido

Dettagli

Utilizzo del seme sessato nella inseminazione strumentale in manze bufaline

Utilizzo del seme sessato nella inseminazione strumentale in manze bufaline Utilizzo del seme sessato nella inseminazione strumentale in manze bufaline Campanile, Gasparrini, Vecchio, Senatore, Bella, Neglia, Presicce, Zicarelli. Cipab Capaccio 21/12/2010 INTRODUZIONE Sebbene

Dettagli

Creare la massa critica Building critical mass

Creare la massa critica Building critical mass SWIFTNet Funds Workshop Creare la massa critica Building critical mass Hotel Michelangelo Via Scarlatti 33 20124 Milan Italy Giovedí, 30 marzo 2006 Thursday, 30 March 2006 Venite a sentire cosa ne pensano

Dettagli

Schema dell apparato genitale femminile visto di fronte non sezionato (a) e in sezione (b) ciclo mestruale. Endometrio=mucosa uterina

Schema dell apparato genitale femminile visto di fronte non sezionato (a) e in sezione (b) ciclo mestruale. Endometrio=mucosa uterina Schema dell apparato genitale femminile visto di fronte non sezionato (a) e in sezione (b) ciclo Endometrio=mucosa uterina Le tonache mucose Tonache mucose La mucosa (o tonaca mucosa, o membrana mucosa)

Dettagli

Gli ormoni sessuali e il differenziamento cerebrale. In che modo?

Gli ormoni sessuali e il differenziamento cerebrale. In che modo? Gli ormoni sessuali e il differenziamento cerebrale L esposizione agli androgeni porta allo sviluppo di differenze nelle strutture cerebrali, oltre che degli organi sessuali interni ed esterni, che porterà

Dettagli

Fecondazione In Vitro (FIV / ICSI)

Fecondazione In Vitro (FIV / ICSI) Fecondazione In Vitro (FIV / ICSI) In che consiste? La fecondazione in vitro (FIV) è una tecnica di procreazione assistita che consiste nella fecondazione dell ovocita (o gamete femminile) con lo spermatozoo

Dettagli

Eco-REFITec: Seminary and Training course

Eco-REFITec: Seminary and Training course Eco-REFITec: Seminary and Training course About Eco-REFITec: Eco-REFITEC is a research project funded by the European Commission under the 7 th framework Program; that intends to support repair shipyards

Dettagli

RISULTATI E CORRELAZIONI CLINICHE

RISULTATI E CORRELAZIONI CLINICHE AMBIENTE E SALUTE: Il progetto PREVIENI Interferenti endocrini, ambiente e salute riproduttiva Roma, 25 ottobre 2011 Aula Magna Rettorato Sapienza Università di Roma RISULTATI E CORRELAZIONI CLINICHE Francesca

Dettagli

Sponsorship opportunities

Sponsorship opportunities Platinum Sponsor: The sponsor can obtain a space during the Special Session FUS Technology update of Thursday October 10 exhibition area 3x2 sqm link on Congress website of the sponsor s site sponsor s

Dettagli

L Inseminazione Intrauterina

L Inseminazione Intrauterina L Inseminazione Intrauterina Informazioni per la coppia UNITÀ OPERATIVA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA FONDAZIONE IRCCS IRCCS CA' GRANDA OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO PAD. REGINA ELENA VIA M. FANTI,

Dettagli

The Social Doctrine Opening Session

The Social Doctrine Opening Session Thursday 24 th June 2010 Pontifical Lateran University The Social Doctrine Opening Session h. 9.00 a.m. Prayer and welcome: H.E.Msg.LuigiMORETTI Vice-Director of the Diocese of Rome Introduction: Msg.LorenzoLEUZZI

Dettagli

Europe 2020: Offering New Perspectives and Incentives for Young People

Europe 2020: Offering New Perspectives and Incentives for Young People 1 st Project meeting or Short-term Exchange of groups of pupils (LTT) 2 nd Transnational Meeting in Campobasso- Italy, from 13 to 19 April 2015 Monday, 13 April Guests Arrival: - German delegation at 8.15

Dettagli

La fertilità umana 1

La fertilità umana 1 La fertilità umana 1 La fertilità umana È la capacità per cui un uomo e una donna possono concepire un figlio in seguito ad un rapporto sessuale. Gli organi principali della fertilità sono l apparato genitale

Dettagli

A ROMA IL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA SINDROME DI DOWN

A ROMA IL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA SINDROME DI DOWN A ROMA IL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA SINDROME DI DOWN Si svolgerà a Roma, l 8 e il 9 Novembre 2013, presso Palazzo Carpegna, in via Aurelia 481, il Congresso Internazionale sulla Sindrome di Down,

Dettagli

La zootecnia di precisione: esperienze applicative nell estate 2015

La zootecnia di precisione: esperienze applicative nell estate 2015 In collaborazione con: La zootecnia di precisione: esperienze applicative nell estate 2015 Andrea Galli Centro di Ricerca per le Produzioni Foraggere e Lattiero Casearie (FLC, Lodi) Consiglio per la Ricerca

Dettagli

Le bovine hanno un potenziale riproduttivo largamente in eccesso di quello normalmente realizzato con i normali accoppiamenti.

Le bovine hanno un potenziale riproduttivo largamente in eccesso di quello normalmente realizzato con i normali accoppiamenti. Le bovine hanno un potenziale riproduttivo largamente in eccesso di quello normalmente realizzato con i normali accoppiamenti. Due particolarità degli ovari: presenza di relativamente alto numero di follicoli

Dettagli

Vol. 5, n. 4 - Dicembre 2004. Advances in ART. Ferring International Center Copenhagen 24 Settembre 2004

Vol. 5, n. 4 - Dicembre 2004. Advances in ART. Ferring International Center Copenhagen 24 Settembre 2004 Vol. 5, n. 4 - Dicembre 2004 Advances in ART Ferring International Center Copenhagen 24 Settembre 2004 Advances in ART MINI SYMPOSIUM Ferring International Center Copenhagen 24 Settembre 2004 CHAIRMAN

Dettagli

PRELIMINARY PROGRAMME

PRELIMINARY PROGRAMME 7 th LIPIDCLUB & Therapeutic Apheresis 2012 Interdisciplinary Educational Forum Updating in Apheresis and Atherosclerosis Research 80 th European Atherosclerosis Society Congress Satellite Symposium San

Dettagli

collaborazione internazionale

collaborazione internazionale Giorn. It. Ost. Gin. Vol. XXXII - n. 1 Gennaio-Febbraio 2010 collaborazione internazionale Trasferimento di embrioni scongelati. Risultati di un sondaggio A. WEISSMAN La crioconservazione post-ivf (In

Dettagli

APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE

APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE ANATOMIA 2 Il corpo umano è costituito da organi ed apparati uguali tra maschi e femmine ad esclusione dell apparato riproduttivo. L apparato riproduttivo è composto

Dettagli

IL CICLO VITALE DEI MAMMIFERI

IL CICLO VITALE DEI MAMMIFERI IL CICLO VITALE DEI MAMMIFERI Cellule germinali primordiali 1. Le cellule germinali primordiali (PGC) colonizzano le gonadi primitive che differenziano in testicoli ed ovaie. 2. Le cellule germinali si

Dettagli

Titolo LA FECONDAZIONE ASSISTITA OGGI E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE

Titolo LA FECONDAZIONE ASSISTITA OGGI E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE Titolo LA FECONDAZIONE ASSISTITA OGGI E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE Id Evento 158914 Presidente del Congresso Data inizio 11/06/2016 Data fine 11/06/2016 Orario di inizio e di fine dalle ore 09.00 alle

Dettagli

Il ruolo del LABORATORIO

Il ruolo del LABORATORIO Il ruolo del LABORATORIO di Biologia della Riproduzione Alessandra Fusconi Infertilità: passato, presente, futuro Ascona 23 ottobre 2015 L Andrologo Il Lab e la DIAGNOSI La fertilità maschile tradizionalmente

Dettagli

2. INTRODUZIONE. dell azienda. Negli ultimi anni, margini di guadagno più bassi hanno costretto i produttori a

2. INTRODUZIONE. dell azienda. Negli ultimi anni, margini di guadagno più bassi hanno costretto i produttori a 1. RIASSUNTO L analisi e l elaborazione dei dati aziendali sono ormai diventate elementi insostituibili per la gestione delle performance riproduttive, l informatizzazione potrebbe diventare un importante

Dettagli

dalla biologia della riproduzione alla salute riproduttiva

dalla biologia della riproduzione alla salute riproduttiva Hot Topics in Medicina della Riproduzione Presidenti Onorari F. Facchinetti, A.Volpe Direttori del Meeting A. La Marca, S. Giulini Segreteria Scientifica C. Argento, A.Tirelli Modena 12-13 Dicembre 2014

Dettagli

DAL PICK UP TRANSFER. Lab. Biologia della Riproduzione - Potenza

DAL PICK UP TRANSFER. Lab. Biologia della Riproduzione - Potenza DAL PICK UP ALL EMBRYO TRANSFER Lab. Biologia della Riproduzione - Potenza Fisiologia del gamete maschile Lo spermatozoo è costituito da tre parti principali: a) La testa: sede del patrimonio genetico;

Dettagli

CHI SIAMO WHO WE ARE 2015

CHI SIAMO WHO WE ARE 2015 INFORMATION CHI SIAMO WHO WE ARE Piacenza Paracycling July 3 4-5 Castel San Giovanni -Borgonovo Val Tidone Sarmato (Italy) Organigramma / Organisation Team Giudice Internazionale/International Commissaire

Dettagli

Contraccezione d emergenza? Ma non scherziamo...

Contraccezione d emergenza? Ma non scherziamo... Contraccezione d emergenza? Ma non scherziamo... La presa di posizione dei vescovi tedesci e spagnoli ha riproposto il quesito che riguarda il meccanismo d azione dei cosiddetti contraccettivi d emergenza,

Dettagli

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Ref. 123 / 2009 Reparto di Medicina della Riproduzione Servicio de Medicina de la Reproducción Gran Vía Carlos III 71-75 08028 Barcelona Tel.

Dettagli

Il controllo del ciclo ovarico e mestruale

Il controllo del ciclo ovarico e mestruale Il controllo del ciclo ovarico e mestruale A.R. Genazzani, F. Cristello Divisione di Ginecologia ed Ostetricia Universitaria Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana, Pisa riadattato da Endocrinologia

Dettagli

Centro di procreazione assistita Trattamenti per l infertilità di coppia - 18

Centro di procreazione assistita Trattamenti per l infertilità di coppia - 18 Centro di procreazione assistita Trattamenti per l infertilità di coppia - 18 01. IL PROCESSO RIPRODUTTIVO 3 La Riproduzione umana 4 Infertilità di coppia 5 Percorsi terapeutici e opportunità 6 L Inseminazione

Dettagli

- Riproduzione riservata - 1

- Riproduzione riservata - 1 Riproduzione - aspetti ginecologici; La trasformazione morfologica in adulto (pubertà) avviene nei cani in un periodo che può variare dai 6 ai 24 mesi a seconda della razza e della taglia. Il pieno sviluppo

Dettagli

Fertilità Tutta la complessità del rilevamento dei calori

Fertilità Tutta la complessità del rilevamento dei calori I metodi di rilevazione dei calori delle bovine? Sono fondamentalmente di tre tipi: quelli visivi, quelli assistiti e le sincronizzazioni. Ma sono molto diffuse anche le forme miste Fertilità Tutta la

Dettagli

http://www.sipre.eu/

http://www.sipre.eu/ http://www.sipre.eu/ informazione corretta ECs MOA essenziale per la donna per esprimere un consenso all uso libero e informato essenziale per il medico perchè possa compiere scelte professionali libere

Dettagli

Paola Vigano San Raffaele Scientific Institute Milano

Paola Vigano San Raffaele Scientific Institute Milano Conservazione di tessuti e gameti femminili: dal congelamento al reimpianto Paola Vigano San Raffaele Scientific Institute Milano Approcci alla preservazione della fertilità Follicoli primordiali Primari

Dettagli

Il Grande Salone della Pasta. The Great Pasta Exhibition. Shanghai, China, 11-14 September 2010 PASTATREND W WW. PAS TATREND.COM

Il Grande Salone della Pasta. The Great Pasta Exhibition. Shanghai, China, 11-14 September 2010 PASTATREND W WW. PAS TATREND.COM The Great Pasta Exhibition. Shanghai, China, 11-14 September 2010 PASTATREND Il Grande Salone della Pasta. W WW. PAS TATREND.COM Workshop Internazionale L ALIMENTAZIONE E LO STILE DI VITA ITALIANI INCONTRANO

Dettagli

Origine embrionale dell infertilità bovina Lodi 07-06-06

Origine embrionale dell infertilità bovina Lodi 07-06-06 Origine embrionale dell infertilità bovina Lodi 07-06-06 Galli C, Colleoni S, Duchi R, Crotti G, Turini P, Aleandri R, Lazzari G Laboratorio di Tecnologie della Riproduzione, CIZ srl, Istituto Sperimentale

Dettagli

1 Mediterranean Forum of Neuro-Oncology Presidents: Francesco Maiuri, Salvatore Del Prete

1 Mediterranean Forum of Neuro-Oncology Presidents: Francesco Maiuri, Salvatore Del Prete R O I Under the auspices of: Congress Sponsors: Platinum Sponsor Universita degli Studi di Napoli Federico II Regione Campania ASL 3 Napoli st 1 Mediterranean Forum of Neuro-Oncology Presidents: Francesco

Dettagli

ANATOMIA E FISIO-PATOLOGIA L APPARATO RIPRODUTTIVO

ANATOMIA E FISIO-PATOLOGIA L APPARATO RIPRODUTTIVO ANATOMIA E FISIO-PATOLOGIA L APPARATO RIPRODUTTIVO CORSO CORSO OSS DISCIPLINA: OSS DISCIPLINA: ANATOMIA PRIMO E FISIO-PATOLOGIA SOCCORSO MASSIMO MASSIMO FRANZIN FRANZIN SISTEMA RIPRODUTTIVO 1. L APPARATO

Dettagli

Lo sviluppo dell ovocita e il ciclo mestruale. www.fisiokinesiterapia.biz

Lo sviluppo dell ovocita e il ciclo mestruale. www.fisiokinesiterapia.biz Lo sviluppo dell ovocita e il ciclo mestruale www.fisiokinesiterapia.biz Siti utili http://faculty.clintoncc.suny.edu/faculty/michael.gregory/files/ Bio%20102/Bio%20102%20lectures/Animal%20Reproduction/

Dettagli

Gentile Signora, Gentile Signore,

Gentile Signora, Gentile Signore, Biotech PMA Centro di Procreazione Medicalmente Assistita Numero 050040 del Reg. Naz. PMA presso l Istituto Superiore di Sanità Direttore Sanitario: Dott.ssa Giuliana Bruno Spec. in Ginecologia e ostetricia

Dettagli

TEORICO-PRATICO DI CRIOCONSERVAZIONE DEL TESSUTO OVARICO UMANO

TEORICO-PRATICO DI CRIOCONSERVAZIONE DEL TESSUTO OVARICO UMANO U.C.I. Ostetricia e Ginecologia Policlinico S.Orsola-Malpighi U.O. Fisiopatologia della Riproduzione Umana Stefano Venturoli I WORKSHOP NAZIONALE TEORICO-PRATICO DI CRIOCONSERVAZIONE DEL TESSUTO OVARICO

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Ariela Benigni. Biol.Sci.D., Ph.D.

CURRICULUM VITAE. Ariela Benigni. Biol.Sci.D., Ph.D. CURRICULUM VITAE Ariela Benigni Biol.Sci.D., Ph.D. Dati Personali: Nome: Ariela Benigni Data e luogo di nascita: 16 Dicembre, 1955 - Bergamo Cittadinanza: Italiana Tel. 035 42131 E-mail: ariela.benigni@marionegri.it

Dettagli

PROF. SSA MARIA CRISTINA VERONESI CURRICULUM VITAE. Abilitazione all esercizio della professione di Medico Veterinario

PROF. SSA MARIA CRISTINA VERONESI CURRICULUM VITAE. Abilitazione all esercizio della professione di Medico Veterinario PROF. SSA MARIA CRISTINA VERONESI CURRICULUM VITAE 1965 Nasce a Busto Arsizio (VA) il 5 settembre 1993 Laurea in Medicina Veterinaria (110/110 e lode) presso la Facoltà di Medicina Veterinaria dell Università

Dettagli

Responsabile - S.C. Ostetricia e Ginecologia.

Responsabile - S.C. Ostetricia e Ginecologia. INFORMAZIONI PERSONALI Nome Meir Yoram Jacob Data di nascita 01/12/1955 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico ASL DI BASSANO D. GRAPPA Responsabile

Dettagli

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 me Ho CALL FOR PAPERS: 4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 Software Engineering aims at modeling, managing and implementing software development products

Dettagli

RECENTI ACQUISIZIONI SCIENTIFICHE E TRASFERIBILITÀ IN CAMPO

RECENTI ACQUISIZIONI SCIENTIFICHE E TRASFERIBILITÀ IN CAMPO FONDAZIONE INIZIATIVE ZOOPROFILATTICHE E ZOOTECNICHE - BRESCIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE ZOOTECNICHE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA in collaborazione con l ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA ITALIANA DI CONIGLICOLTURA

Dettagli

FERTILITÀ E INFERTILITÀ

FERTILITÀ E INFERTILITÀ FERTILITÀ E INFERTILITÀ COME E PERCHÉ? 2004-2005 20 ANNI Leuven Institute for Fertility and Embryology L.I.F.E Leuven Institute for Fertility and Embryology Premessa La nascita di Louise Brown, ormai due

Dettagli

LE CELLULE STAMINALI: dalla ricerca di base alle applicazioni

LE CELLULE STAMINALI: dalla ricerca di base alle applicazioni LE CELLULE STAMINALI: dalla ricerca di base alle applicazioni Perché ci troviamo oggi a parlare delle cellule staminali? Driesch (fine 800) dimostra la totipotenza dei blastomeri dell embrione embrione

Dettagli

PROCEDURA di I LIVELLO INSEMINAZIONE INTRAUTERINA ARTIFICIALE OMOLOGA (AIH IU)

PROCEDURA di I LIVELLO INSEMINAZIONE INTRAUTERINA ARTIFICIALE OMOLOGA (AIH IU) PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA PROCEDURA di I LIVELLO INSEMINAZIONE INTRAUTERINA ARTIFICIALE OMOLOGA (AIH IU) ISTRUZIONI PER LA COPPIA Iniezione intrauterina del liquido seminale Aggiornamento 15.01.2013

Dettagli

La sterilità di coppia

La sterilità di coppia La sterilità di coppia STERILITA Incapacità di procreare dopo almeno un anno di rapporti non protetti PRIMARIA La coppia non ha mai concepito SECONDARIA Si è già verificato nella coppia un concepimento.

Dettagli

Cosa è la Maturazione in Vitro degli Ovociti (in inglese: IVM = In Vitro Maturation) A ogni ciclo mestruale fisiologico nelle ovaie, da un pool di piccoli follicoli (formazioni presenti nelle ovaie in

Dettagli

DigiTraining Plus: New Technologies for the European Cinemas of the Future. 9 13 luglio 2014. Monaco di Baviera e Lago di Costanza Germania

DigiTraining Plus: New Technologies for the European Cinemas of the Future. 9 13 luglio 2014. Monaco di Baviera e Lago di Costanza Germania DigiTraining Plus: New Technologies for the European Cinemas of the Future 9 13 luglio 2014 Monaco di Baviera e Lago di Costanza Germania DigiTraining Plus: New Technologies for the European Cinemas of

Dettagli

Congresso Nazionale di Medicina della Riproduzione Riccione, 23-24-25 maggio 2013

Congresso Nazionale di Medicina della Riproduzione Riccione, 23-24-25 maggio 2013 Congresso Nazionale di Medicina della Riproduzione Riccione, 23-24-25 maggio 2013 RAZIONALE SCIENTIFICO A tutti coloro che quotidianamente contribuiscono con passione al meraviglioso viaggio nella Riproduzione

Dettagli

Joint Congress SIBV - SIGA - I Announcement - PRIMA CIRCOLARE

Joint Congress SIBV - SIGA - I Announcement - PRIMA CIRCOLARE FEEDING THE PLANET: PLANT SCIENCE AND BREEDING FOR THE FUTURE OF AGRICULTURE PRIMA CIRCOLARE Il Comitato Scientifico del Convegno Congiunto delle Società Italiana di Biologia Vegetale (SIBV) e Società

Dettagli

TECNOBIOS PROCREAZIONE. Symposium 2012. Rome 2012. Roma. november 15 th -17 th. NH Hotel Vittorio Veneto. advanced programme

TECNOBIOS PROCREAZIONE. Symposium 2012. Rome 2012. Roma. november 15 th -17 th. NH Hotel Vittorio Veneto. advanced programme TECNOBIOS PROCREAZIONE Symposium 2012 Rome 2012 november 15 th -17 th NH Hotel Vittorio Veneto Roma advanced programme Welcome The Tecnobios Procreazione Symposium 2012 is aimed at providing clinicians,

Dettagli

Inseminazione artificiale

Inseminazione artificiale Inseminazione artificiale In cosa consiste? L inseminazione artificiale è una tecnica di procreazione assistita che consiste nell introduzione di spermatozoi, trattati in precedenza in laboratorio, all

Dettagli

Corti Laura San Raffaele Scientific Institute Milano

Corti Laura San Raffaele Scientific Institute Milano Social freezing e cellule staminali: applicazioni cliniche presen5 e future per la conservazione della fer5lità Corti Laura San Raffaele Scientific Institute Milano Approcci alla preservazione della fer5lità

Dettagli

Infertilità e Procreazione Medicalmente Assistita (PMA)

Infertilità e Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) Infertilità e Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) Indice Definizione Epidemiologia Etiopatogenesi Diagnosi Terapia PMA Presentazione, attività e risultati del Centro per la Diagnosi e la Terapia

Dettagli

Riproduzione e sviluppo

Riproduzione e sviluppo www.matematicamente.it Riproduzione e sviluppo (medicina) 1 Riproduzione e sviluppo Domande tratte dal test di ammissione a medicina, odontoiatria e veterinaria 1. Nel liquido spermatico di una sola eiaculazione

Dettagli

UNCONSCIOUS EXPERIENCE: RELATIONAL PERSPECTIVES L'ESPERIENZA INCONSCIA: PROSPETTIVE RELAZIONALI

UNCONSCIOUS EXPERIENCE: RELATIONAL PERSPECTIVES L'ESPERIENZA INCONSCIA: PROSPETTIVE RELAZIONALI UNCONSCIOUS EXPERIENCE: RELATIONAL PERSPECTIVES L'ESPERIENZA INCONSCIA: PROSPETTIVE RELAZIONALI CONFERENCE CO-CHAIRS: GIANNI NEBBIOSI PHD - EMANUEL BERMAN PHD presented International Association for Relational

Dettagli

Le terapie nell infertilità femminile

Le terapie nell infertilità femminile Le terapie nell infertilità femminile Dr. Enrico Papaleo Centro Scienze della Natalità San Raffaele Hospital, Milan, Italy Agenda Indicazioni cliniche alla PMA Tecniche di PMA IUI IVF/ICSI Ciclo di stimolazione

Dettagli

Deficit Ormonali Ipofisari Multipli. Serie N. 11

Deficit Ormonali Ipofisari Multipli. Serie N. 11 Deficit Ormonali Ipofisari Multipli Serie N. 11 Guida per il paziente Livello: medio Deficit Ormonali Ipofisari Multipli - Serie 11 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott.

Dettagli

Glossario essenziale a cura di Salvino Leone

Glossario essenziale a cura di Salvino Leone Glossario essenziale a cura di Salvino Leone I molti termini tecnici usati dagli addetti ai lavori in materia di procreazione assistita non sono usuali. Ne proponiamo un elenco che pur non essendo completo

Dettagli

Fecondazione in vitro

Fecondazione in vitro Fecondazione in vitro Informazioni per la coppia UNITÀ OPERATIVA MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE FONDAZIONE IRCCS CA' GRANDA OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO VIA M. FANTI, 6-20122 MILANO TEL. 02 55034311-09 centrosterilita@policlinico.mi.it

Dettagli

Riproduzione Bovina Breve raccolta d immagini di ecografia clinica con Easi-Scan

Riproduzione Bovina Breve raccolta d immagini di ecografia clinica con Easi-Scan Riproduzione Bovina Breve raccolta d immagini di ecografia clinica con Easi-Scan Il tuo supporto nella diagnostica per immagini veterinaria Questa breve raccolta d immagini cliniche relative alla riproduzione

Dettagli

TRATTAMENTI CONSERVATIVI IN ONCOLOGIA GINECOLOGICA QUALITA' DI VITA E DESIDERIO DI SALUTE. CONFRONTO PLURIDISCIPLINARE

TRATTAMENTI CONSERVATIVI IN ONCOLOGIA GINECOLOGICA QUALITA' DI VITA E DESIDERIO DI SALUTE. CONFRONTO PLURIDISCIPLINARE TRATTAMENTI CONSERVATIVI IN ONCOLOGIA GINECOLOGICA QUALITA' DI VITA E DESIDERIO DI SALUTE. CONFRONTO PLURIDISCIPLINARE PADOVA PALAZZO DELLA RAGIONE 20-21 MAGGIO 2013 Presentazione Con il trascorrere dei

Dettagli

IL CONGELAMENTO DEGLI OVOCITI: UNA VALIDA ALTERNATIVA AL CONGELAMENTO DEGLI EMBRIONI?

IL CONGELAMENTO DEGLI OVOCITI: UNA VALIDA ALTERNATIVA AL CONGELAMENTO DEGLI EMBRIONI? IL CONGELAMENTO DEGLI OVOCITI: UNA VALIDA ALTERNATIVA AL CONGELAMENTO DEGLI EMBRIONI? Silvia Bernardi Centri Medici GynePro Bologna Congelamento degli ovociti umani Le prime gravidanze ottenute con ovociti

Dettagli

TECNOLOGIA E RICERCA A PORTATA DI MANO

TECNOLOGIA E RICERCA A PORTATA DI MANO COLLABORAZIONI TECNOLOGIA E RICERCA A PORTATA DI MANO Il Laboratorio di Tecnologie della Riproduzione (LTR) Ciz, a Cremona, in via Porcellasco, è uno dei laboratori di biotecnologia meglio attrezzati e

Dettagli

BALKANS MILLERS PROGRAM - PROGRAMMA THE GRAIN INTERNATIONAL CONFERENCE. Sibiu (Romania), 23-24 February 2013 ANTIM. Congress Centre - Hotel Ramada

BALKANS MILLERS PROGRAM - PROGRAMMA THE GRAIN INTERNATIONAL CONFERENCE. Sibiu (Romania), 23-24 February 2013 ANTIM. Congress Centre - Hotel Ramada ANTIM Associazione Nazionale Tecnici dell Industria Molitoria Romanian National Association of Flour Milling and Baking Industries BALKANS MILLERS THE GRAIN INTERNATIONAL CONFERENCE Sibiu (Romania), 23-24

Dettagli

Promuovere l'innovazione per il progresso sociale:

Promuovere l'innovazione per il progresso sociale: Gruppo Attività diverse Comitato economico e sociale europeo Programma della riunione straordinaria del Gruppo III "Attività diverse" del CESE, 23 ottobre 2014, ore 9.30 18.00, sul tema Promuovere l'innovazione

Dettagli

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 4 1. DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITÀ MEDICINALE Puregon 50 U.I. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Puregon è costituito da una polvere liofilizzata

Dettagli

Repeat breeders: approccio

Repeat breeders: approccio serie buiatria Repeat breeders: approccio terapeutico individuale G. Gnemmi Medico veterinario, libero professionista, Verbania L approccio diagnostico, e successivamente terapeutico, alla sindrome repeat

Dettagli

ORMONI SESSUALI E FARMACI CORRELATI

ORMONI SESSUALI E FARMACI CORRELATI ORMONI SESSUALI E FARMACI CORRELATI Ormoni steroidei Adrenocorticoidi o Corticosteroidi Ormoni sessuali Glucocorticoidi Mineralcorticoidi Maschi Femmine Impieghi terapie ormono-sostitutive antiinfiammatori

Dettagli

Introduzione. 20 domande/risposte per dare a tante donne la possibilità di conoscere per scegliere e preservare il loro sogno di maternità.

Introduzione. 20 domande/risposte per dare a tante donne la possibilità di conoscere per scegliere e preservare il loro sogno di maternità. Introduzione Oggi è possibile preservare la fertilità delle donne, grazie ai progressi della criobiologia. Si effettua mediante la crioconservazione ovocitaria. Questa possibilità, è ancora poco conosciuta

Dettagli

Effetti patogenetici del fumo sul futuro nascituro

Effetti patogenetici del fumo sul futuro nascituro INIZIATIVA FORMATIVA Tabagismo: dimensioni, effetti ed approcci diagnostico-terapeutici 20 Ottobre 2012 Effetti patogenetici del fumo sul futuro nascituro Dott. Giovanni Ruspa S.C. Ostetricia e Ginecologia

Dettagli

Infertilità e fattore età

Infertilità e fattore età Infertilità e fattore età F. Iannotti, GB. La Sala Struttura Complessa di Ostetricia Ginecologia Arcispedale S. Maria Nuova Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia La fertilità, definita come capacità di

Dettagli

10 CONGRESSO NAZIONALE DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA DI MIOLOGIA

10 CONGRESSO NAZIONALE DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA DI MIOLOGIA 10 CONGRESSO NAZIONALE DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA DI MIOLOGIA Milano - Università degli Studi, 3-5 giugno 2010 PROGRAMMA PRELIMINARE giovedì 3 giugno 2010 14.00 Registrazione dei partecipanti 14.30 Apertura

Dettagli

Le criticità chirurgiche pre implantari

Le criticità chirurgiche pre implantari Sezione provincia di Trento Le criticità chirurgiche pre implantari 10 NOVEMBRE 2012 Cantina ROTARI, San Michele all Adige (TN) Via Tonale, 110 Evento in fase di accreditamento ECM Programma Moderatori:

Dettagli

PATOLOGIE DEL CICLO MESTRUALE

PATOLOGIE DEL CICLO MESTRUALE PATOLOGIE DEL CICLO MESTRUALE Nel ciclo mestruale fisiologico c è una produzione ormonale coordinata, che comporta una proliferazione dell endometrio, che lo prepara ad accogliere l embrione. Tale ciclo

Dettagli

SIL 2016 SPONSORSHIP PROPOSAL XXXIII CONGRESS TORINO 31 JULY 5 AUGUST. Italian version ITALY. International Society of Limnology

SIL 2016 SPONSORSHIP PROPOSAL XXXIII CONGRESS TORINO 31 JULY 5 AUGUST. Italian version ITALY. International Society of Limnology www.sil2016.it SIL 2016 ITALY TORINO 31 JULY 5 AUGUST International Society of Limnology XXXIII CONGRESS SPONSORSHIP PROPOSAL invitation Dear Sponsor, Dear Exhibitor, as Chairs of the upcoming XXXIII Congress

Dettagli