il Laboratorio Modenese

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "il Laboratorio Modenese"

Transcript

1 il Laboratorio Modenese Primi Risultati Flavio Bonfatti & Paola Monari Facoltà di Ingegneria di Modena SATA srl

2 Sommario Breve storia Analisi della situazione esistente Specifica dei requisiti del progetto L idea di Broker Che servizi offre, come opera Quale architettura funzionale Piano di lavoro Fase #1: messa a punto e sperimentazione Fase #2: lancio del servizio a regime Come aderire Adesione delle aziende utenti Accreditamento degli operatori logistici Broker della Logistica Modena, 3 Dicembre

3 Prima indagine sui flussi Fase di analisi Periodo Ottobre 2006 Marzo aziende aderenti ARBE Grafiche, BBS, Elettromeccanica Tironi, Rossi Motoriduttori, Caprari, ITACO Chimica, Manitou C.I., ERGOTECH, Edil Fontana, Pivetti Gomme, STILMA Coinvolte con il supporto del CAP e delle associazioni imprenditoriali Quali elaborazioni Raccolta di un campione dei flussi di trasporto in entrata/uscita Ricostruzione della situazione logistica attuale della singola azienda Simulazione in caso di aggregazione dei carichi delle aziende Stima dei benefici (costi, distanze, tempi) Broker della Logistica Modena, 3 Dicembre

4 Costi annui stimati Individualmente e poi con aggregazione Azienda #01 Azienda #02 Azienda #03 Azienda #04 Azienda #05 Azienda #06 Azienda #07 Azienda #08 Azienda #09 Azienda #10 Azienda #11 Da sole Insieme TOTALI Differenza % 18,27% 24,47% 41,25% 50,76% 31,77% 47,88% 51,07% 13,77% 11,45% 22,26% 40,43% ,98% Broker della Logistica Modena, 3 Dicembre 2007

5 Indagine sul Broker /1 Priorità dei servizi di trasporto Ordinamento per valore d interesse decrescente Volume inteso come carico medio giornaliero In tutto circa 50 richieste e 140 ordini al giorno Tipo di servizio Interesse Volume Aggregazione dei carichi per l Italia 71% 80 ordini Ottimizzazione dei trasporti per la singola azienda 64% 60 ordini Collaborazione di vicinato sui trasporti per l Italia 57% 20 richieste Servizio informativo sulle offerte di trasporto 50% 15 richieste Trasporti con l Europa Occidentale 36% 4 richieste Trasporti con l Europa Centro-orientale 21% 5 richieste Trasporti con l Europa del Nord 21% 3 richieste Trasporti con in Far East 21% 1 richiesta Collaborazione di vicinato per trasporti eccezionali 14% 1 richiesta Trasporti con le Americhe 7% <1 richiesta Broker della Logistica Modena, 3 Dicembre

6 Indagine sul Broker /2 Priorità dei servizi di stoccaggio Ordinamento per valore d interesse decrescente Volume inteso come carico medio giornaliero In tutto circa 5 richieste al giorno Tipo di servizio Interesse Volume Servizio informativo sulle offerte di stoccaggio 57% 3 richieste Collaborazione di vicinato per lo stoccaggio 38% 2 richieste Broker della Logistica Modena, 3 Dicembre

7 I servizi del Broker Servizi quotidiani Inoltre Ogni azienda utente invia al Broker le proprie richieste di servizio di trasporto utilizzando uno dei canali disponibili (portale del Broker, file Excel) Il Broker aggrega le richieste giunte e le pianifica cercando la migliore soluzione possibile, che può coinvolgere sia le flotte interne sia quelle dei trasportatori esterni Il Broker comunica ai trasportatori selezionati le missioni di trasporto già valorizzate e chiede conferma in caso di mancata conferma seleziona altri trasportatori Infine il Broker informa le aziende utenti sul mezzo prenotato e sugli orari del suo passaggio pressi i siti da visitare, e sulla quota di costo della missione a suo carico La pianificazione avviene almeno due volte al giorno e comunque il suo ritmo sarà concordato dalle aziende utenti Quotazione dei servizi logistici su richiesta Eventuale abbonamento a portali delle occasioni (es. TRASPOBANK) Servizi mensili Riepilogo dei servizi per azienda e per trasportatore Produzione di fatture pro-forma a scopo di controllo Verifica della ripartizione dei costi Analisi delle eccezioni e dei rifiuti Broker della Logistica Modena, 3 Dicembre

8 Supporto informatico OdT privilegiati [Tutte le aziende] Flotta interna Pianificazione a CF OdT aggregati Saturazione mezzi MdT definitive Pianificazione a CI Conferma Quotazione Tipi di mezzi Listini trasp Listino interno Ripartizione costi [Aziende con flotta] MdT confermate Ripartizione costi Broker della Logistica Modena, 3 Dicembre

9 Capacità finita Parco mezzi delle flotte private Descrizione di ciascun veicolo e della sua capacità Descrizione degli accessori fissi e mobili E compatibilità con i materiali da trasportare Listino interno Tariffa da applicare per ciascun veicolo Tariffa da applicare per ciascun accessorio Calendario / agenda Disponibilità giornaliera di ciascun veicolo Da aggiornare in funzione delle proprie esigenze Broker della Logistica Modena, 3 Dicembre

10 Capacità infinita Operatori logistici esterni Individuazione dei trasportatori da accreditare Loro accettazione del protocollo di collaborazione Incluso livello di servizio, tempo di risposta, modalità di interazione Offerta di mezzi Listini Quali tipi di veicoli e di accessori Quali regioni (aree geografiche, direttrici) Acquisizione dei listini attuali, incluso il noleggio Negoziazione di condizioni per tutto il consorzio Completamento della copertura con listino di default Broker della Logistica Modena, 3 Dicembre

11 Ripartizione dei costi Criterio di ripartizione Si applica alla singola MdT di cui è data la valorizzazione È una funzione pesata (concordata) di: Nr di OdT serviti di ciascuna azienda Quantità di materiale trasportato di ciascuna azienda Uso di accessori di ciascuna azienda Sulla flotta interna Si applica il criterio sulle tariffe della flotta interna L azienda titolare della flotta è rimborsata dalle altre Con i trasportatori esterni Si applica il criterio sulle tariffe confermate dal trasportatore Ogni azienda è informata della sua quota parte di tale spesa Anche il trasportatore riceve il riepilogo e fattura alle diverse aziende Broker della Logistica Modena, 3 Dicembre 2007

12 Piano di lavoro Attività del 2007 Definizione della modalità provvisoria di gestione Convenzione Assunzione a contratto del primo addetto (e corso di formazione) Analisi dettagliata delle richieste operative delle aziende partecipanti Sviluppo e test in laboratorio del software di supporto al Broker Definizione delle regole di collaborazione e di ripartizione dei costi Accreditamento dei primi operatori logistici e acquisizione dei loro listini FATTO FATTO FATTO FATTO IN CORSO IN CORSO Attività del 2008 Fase di collaudo con le aziende per la messa a punto del sistema Lancio dei primi servizi per le aziende partecipanti Studio dell interfacciamento con i sistemi informativi degli utenti Coinvolgimento di altri utenti del sistema, consolidamento dei servizi Eventuale revisione delle regole di collaborazione Valutazione e analisi delle prestazioni del sistema Attività del 2009 Formalizzazione dell iniziativa in termini societari e di governance Estensione della varietà di servizi offerti, coinvolgimento di altri utenti Broker della Logistica Modena, 3 Dicembre

13 Risultati preliminari Esaminati OdT delle ditte promotrici 75% dei viaggi nell intorno di Modena (tutti i giorni) 15% dei viaggi nel Nord Est (quasi tutti i giorni) 7% dei viaggi in zona Milano (tutte le settimane) Esempio #1 Originale: MO>FC e PG>MO (totale 824 km) Aggregato: MO>FC>PG>MO (totale 598 km, risparmio 29%) Esempio #2 Originale: MO>MI e VI>MO (totale 788 km) Aggregato: MO>MI>VI>MO (totale 551 km, risparmio 30%) Esempio #3 Originale: MO>MI e MO>MI>RO>VR>MO (totale 1002 km) Aggregato: MO>MI>RO>VR>MO (totale 638 km, risparmio 36%) Esempio #4 Originale: MO>MI e MO>FC e RA>MO (totale 840 km) Aggregato: MO>MI>FC>RA>MO (totale 630 km, risparmio 25%) Broker della Logistica Modena, 3 Dicembre

14 Come aderire Consorzio aperto Ogni azienda del territorio può richiedere di entrare come utente È riconosciuto il potere di veto da parte delle aziende già aderenti Contributo economico Quota di adesione di a copertura delle attività fino al primo semestre 2009 Il principale contributo finanziario viene da ITL e CAP Procedura di adesione L azienda fissa un appuntamento per un primo incontro con gli addetti L azienda inoltra una richiesta formale di adesione, rapida decisione del consorzio L azienda comunica l eventuale presenza di flotta interna da pianificare L azienda segnala eventuali operatori logistici di fiducia da accreditare L azienda diventa immediatamente utente dei servizi del Broker Per ulteriori informazioni Visitate il sito Broker della Logistica Modena, 3 Dicembre

Un sistema di brokering per imprese di produzione dell area Modenese: risultati e sviluppi

Un sistema di brokering per imprese di produzione dell area Modenese: risultati e sviluppi Un sistema di brokering per imprese di produzione dell area Modenese: risultati e sviluppi Flavio Bonfatti University of Modena & Reggio Emilia SATA Bologna, 22 Ottobre 2007 Laboratori di Logistica per

Dettagli

Seminario sulla logistica sostenibile Provincia di Bologna, 22/11/2011

Seminario sulla logistica sostenibile Provincia di Bologna, 22/11/2011 IL BROKER PER I TRASPORTI E LA LOGISTICA Seminario sulla logistica sostenibile, Dott. Marco Mobrici Project Manager 1 Sommario Background e origini Indagine sul Broker Il Broker Modello alternativo Dal

Dettagli

IL BROKER DELLA LOGISTICA

IL BROKER DELLA LOGISTICA IL BROKER DELLA LOGISTICA Responsabile del Progetto: MARINO CAVALLO, Provincia di Bologna Autori: VALERIA STACCHINI, Provincia di Bologna CRISTINA GIRONIMI, Provincia di Bologna Il documento è stato realizzato

Dettagli

SCS LOGISTICA TRASPORTI SPEDIZIONI

SCS LOGISTICA TRASPORTI SPEDIZIONI SCS LOGISTICA TRASPORTI SPEDIZIONI Sistema Informatico per la Gestione della Società di, Logistica Trasporti Spedizioni Pagina 1 di 20 INDICE 1 SCOPO E FINALITÀ DEL DOCUMENTO... 4 2 DESCRIZIONE GENERALE...

Dettagli

Negli anni abbiamo operato in molte realtà industriali ed insieme costituiamo un gruppo di lavoro molto affiatato e collaudato.

Negli anni abbiamo operato in molte realtà industriali ed insieme costituiamo un gruppo di lavoro molto affiatato e collaudato. CHI SIAMO La PROGETTI S.r.l., con sede a Mantova, è stata creata nel marzo del 1993, da professionisti che sin dal 1987 hanno operato all interno del Gruppo Eni (Stabilimenti di Mantova, Ferrara, Porto

Dettagli

Pianificazione e costi del trasporto. Strumenti per ottimizzarli.

Pianificazione e costi del trasporto. Strumenti per ottimizzarli. Ana Casado Pianificazione e costi del trasporto. Strumenti per ottimizzarli. Trento, 14 Dicembre 2010 12/03/2014 AGENDA Importanza del costo trasporto Chiavi per ridurre i costi trasporto Particolarità

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

B-B LOGISTICS. Pianificare per risparmiare. Vantaggi

B-B LOGISTICS. Pianificare per risparmiare. Vantaggi B-B LOGISTICS Pianificare per risparmiare La logistica dei trasporti, oltre che essere imprescindibile per le aziende che forniscono i servizi di trasporto, riguarda anche le aziende commerciali e di produzione

Dettagli

RENT. Insieme per un risultato unico

RENT. Insieme per un risultato unico RENT Insieme per un risultato unico Soluzione integrata per il mondo del Noleggio Marzo 2012 Scenari di Applicazione NAV RENTAL è la soluzione software per la gestione completa della aziende di noleggio

Dettagli

Approfondimento Autotrasporti Maurizio Aguiari

Approfondimento Autotrasporti Maurizio Aguiari Approfondimento Autotrasporti Maurizio Aguiari Stefano Dondi, Chiara Iorfida ITL 23/12/2014 Bologna Contesto operativo Autotrasporti Maurizio Aguiari «Maurizio»: Azienda di trasporto a gestione familiare

Dettagli

Come avviare o sviluppare un centro di noleggio

Come avviare o sviluppare un centro di noleggio Come avviare o sviluppare un centro di noleggio Seminari - Copyright ASSODIMI Chi può essere interessato ad aprire un centro noleggio? 1. Distributori/Concessionari [movimento terra, macchine edili, gru,

Dettagli

Il progetto EnergyNetwork:

Il progetto EnergyNetwork: Il progetto EnergyNetwork: Il kit a supporto delle Agenzie per l Energie di Renael 1 KIT DELLE AGENZIE ANEA: Coordinamento, ottenimento TEE e vendita presso il GME Agenzia Partner: Promozione sul territorio

Dettagli

Relais Borgo Lanciano. Corso di formazione

Relais Borgo Lanciano. Corso di formazione Relais Borgo Lanciano 19, 20, 21 Giugno 2013 Corso di formazione Strumenti di Office avanzati per le aziende Excel e Posta elettronica CENTRO DI FORMAZIONE E CERTIFICAZIONE Aplos Informatica snc Agenda

Dettagli

35(0(662. C:\Documents and Settings\melotti.l\Desktop\SITO WEB PROVINCIA\pedrazzi\incentivi gas metano e GPL\protocollo d intesa.

35(0(662. C:\Documents and Settings\melotti.l\Desktop\SITO WEB PROVINCIA\pedrazzi\incentivi gas metano e GPL\protocollo d intesa. 35272&2//2',17(6$ 75$/$3529,1&,$',02'(1$(/($662&,$=,21,',&$7(*25,$3(5/$35202=,21( '(// 862'(,02725,$*3/(0(7$123(5$87275$=,21( La PROVINCIA DI MODENA, rappresentata da, autorizzato alla firma del presente

Dettagli

Cosa può fare Suite Studio Professionale. Funzionalità di Suite Studio Professionale SCHEDA TECNICA

Cosa può fare Suite Studio Professionale. Funzionalità di Suite Studio Professionale SCHEDA TECNICA Scheda Tecnica Cosa può fare Suite Studio Professionale SUITE Studio Professionale è la soluzione di Aster Solution per gestire in maniera rapida ed efficace tutte le principali problematiche di uno studio

Dettagli

Estratto della presentazione dell ing. Roberto Faraguti, su: Strumenti e Processi di Ottimizzazione per la Logistica Distributiva

Estratto della presentazione dell ing. Roberto Faraguti, su: Strumenti e Processi di Ottimizzazione per la Logistica Distributiva Estratto della presentazione dell ing. Roberto Faraguti, su: Strumenti e Processi di Ottimizzazione per la Logistica Distributiva Il caso NUMBER 1 Con i miei più sentiti ringraziamenti all ing. Faraguti

Dettagli

f. essere disponibili a sottoporre i veicoli trasformati al monitoraggio delle prestazioni previste dal al paragrafo 8, punti a e c.

f. essere disponibili a sottoporre i veicoli trasformati al monitoraggio delle prestazioni previste dal al paragrafo 8, punti a e c. LINEE GUIDA AL PROGETTO PILOTA PER L INCENTIVAZIONE DELLE TRASFORMAZIONI A GPL E METANO DEI VEICOLI COMMERCIALI CON ALIMENTAZIONE DIESEL INIZIATIVA ICBI Finanziamenti ai Comuni per l utilizzo dei carburanti

Dettagli

LA SOLUZIONE INNOVATIVA PER GESTIRE LA TUA FLOTTA E PER ORGANIZZARE I TUOI SERVIZI

LA SOLUZIONE INNOVATIVA PER GESTIRE LA TUA FLOTTA E PER ORGANIZZARE I TUOI SERVIZI Sage Sistemi Srl Treviglio (BG) 24047 Via Caravaggio, 47 Tel. 0363 302828 Fax. 0363 305763 e-mail sage@sagesistemi.it portale web LA SOLUZIONE INNOVATIVA PER GESTIRE LA TUA FLOTTA E PER ORGANIZZARE I TUOI

Dettagli

MERCURIO. Il software per la gestione ed il noleggio dei mezzi tecnici. Presentazione del prodotto

MERCURIO. Il software per la gestione ed il noleggio dei mezzi tecnici. Presentazione del prodotto Presentazione del prodotto Facile da usare Personalizzabile Economico MERCURIO Mercurio è il software che vi permette la gestione di tutte le attività connesse al noleggio dei vostri mezzi tecnici: dall

Dettagli

PIANO SPORTELLI - SUPPORTO APERTURA NUOVE FILIALI. ll supporto messo a punto per il piano sportelli ed il rilancio della rete consente di:

PIANO SPORTELLI - SUPPORTO APERTURA NUOVE FILIALI. ll supporto messo a punto per il piano sportelli ed il rilancio della rete consente di: PIANO SPORTELLI - SUPPORTO APERTURA NUOVE FILIALI ll supporto messo a punto per il piano sportelli ed il rilancio della rete consente di: individuare le piazze a maggiore opportunità di business per la

Dettagli

AT Assistenza Tecnica MANUALE TECNICO - OPERATIVO LA GESTIONE OPERATIVA - TECNICO ECONOMICA PER INSTALLATORI ED AZIENDE DI SERVICE

AT Assistenza Tecnica MANUALE TECNICO - OPERATIVO LA GESTIONE OPERATIVA - TECNICO ECONOMICA PER INSTALLATORI ED AZIENDE DI SERVICE MANUALE TECNICO - OPERIVO LA GESTIONE OPERIVA - TECNICO ECONOMICA PER INSTALLORI ED AZIENDE DI SERVICE Sistema Informatico per la Gestione Operativa delle società che operano nel settore dell impiantistica

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI MODENA E LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA PER LA PROMOZIONE DELL USO DEI MOTORI A GPL E METANO PER AUTOTRAZIONE

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI MODENA E LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA PER LA PROMOZIONE DELL USO DEI MOTORI A GPL E METANO PER AUTOTRAZIONE PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI MODENA E LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA PER LA PROMOZIONE DELL USO DEI MOTORI A GPL E METANO PER AUTOTRAZIONE 2006 / 2008 - La PROVINCIA DI MODENA, rappresentata da,

Dettagli

DECISIONE n. 303 Modena, 16 luglio 2014

DECISIONE n. 303 Modena, 16 luglio 2014 Dipartimento Amministrativo Servizio Acquisti e Logistica DECISIONE n. 303 Modena, 16 luglio 2014 OGGETTO: Affidamento diretto del servizio di smaltimento delle apparecchiature elettriche ed elettroniche

Dettagli

leggeri, No leggi o spe veico ciali RENT pesa nt i,

leggeri, No leggi o spe veico ciali RENT pesa nt i, RENT Noleggio veicoli pesanti, leggeri, speciali Ottobre 2011 Scenari di Applicazione Sateltrack RENT è un software di Gestione Flotta avanzato e integrato con la tecnologia GPS, costruito per servire

Dettagli

f. essere disponibili a sottoporre i veicoli trasformati al monitoraggio delle prestazioni previste dal al paragrafo 8, punti a e c.

f. essere disponibili a sottoporre i veicoli trasformati al monitoraggio delle prestazioni previste dal al paragrafo 8, punti a e c. LINEE GUIDA AL PROGETTO PILOTA PER L INCENTIVAZIONE DELLE TRASFORMAZIONI A GPL E METANO DEI VEICOLI COMMERCIALI CON ALIMENTAZIONE DIESEL INIZIATIVA ICBI Finanziamenti ai Comuni per l utilizzo dei carburanti

Dettagli

AVVISO 02/14 per il finanziamento di una formazione individuale a catalogo

AVVISO 02/14 per il finanziamento di una formazione individuale a catalogo FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA NEGLI STUDI PROFESSIONALI E NELLE AZIENDE COLLEGATE AVVISO 02/14 per il finanziamento di una formazione individuale a catalogo 1.

Dettagli

Progetto ANAMA REGOLAMENTO 101210

Progetto ANAMA REGOLAMENTO 101210 Progetto ANAMA REGOLAMENTO 101210 Nell ambito del Progetto ANAMA (di seguito denominato anche Progetto ) ideato da ANAMA CONFESERCENTI, Via Nazionale 60 00184 Roma, tel. 06/47.251, il presente REGOLAMENTO

Dettagli

20 MLN I GRANDI EVENTI COME ACCELERATORI DI BUSINESS RESTO DEL ITALIA. Produttori. Investitori MONDO. Compratori. Compratori Fornitori.

20 MLN I GRANDI EVENTI COME ACCELERATORI DI BUSINESS RESTO DEL ITALIA. Produttori. Investitori MONDO. Compratori. Compratori Fornitori. PADIGLIONE ITALIA I GRANDI EVENTI COME ACCELERATORI DI BUSINESS 145 PAESI 3 ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI 13 ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE 23 PARTNER 20 MLN VISITATORI ITALIA RESTO DEL Produttori Compratori

Dettagli

Specifiche dello sviluppo di un progetto software e indicazioni sulla documentazione e sulle modalità di esercizio delle prestazioni

Specifiche dello sviluppo di un progetto software e indicazioni sulla documentazione e sulle modalità di esercizio delle prestazioni Specifiche dello sviluppo di un progetto software e indicazioni sulla documentazione e sulle modalità di esercizio delle prestazioni Redatto dalla Commissione per l elettronica, l informatica e la telematica

Dettagli

La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale. Relatore: dott.

La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale. Relatore: dott. La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale Relatore: dott.ssa Anna Censi Innanzitutto chi sono.. Mi chiamo Anna Censi ed ho collaborato

Dettagli

Documento sulla politica di investimento

Documento sulla politica di investimento DEI DIPENDENTI DELLE IMPRESE DEL GRUPPO UNIPOL Iscrizione all Albo dei Fondi Pensione n 1292 Documento sulla politica di investimento Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 approvato

Dettagli

Il Car-sharing 100% elettrico

Il Car-sharing 100% elettrico LE GIORNATE DELL EFFICIENZA ENERGETICA REGIONE EMILIA-ROMAGNA e ANCI-ER 15 e 16 aprile 2013 Sala Rustica - Piano Terra Terza Torre - Viale Della Fiera 6 Il Car-sharing 100% elettrico Cos è il car sharing

Dettagli

A cura di: Pietro Teofilatto, Direttore ANIASA

A cura di: Pietro Teofilatto, Direttore ANIASA FLOTTE A NOLEGGIO: VERSO UNA TELEMATICA 100% A cura di: Pietro Teofilatto, Direttore ANIASA Agenda Focus sull auto aziendale ed il noleggio veicoli 2009-2011: 2011: triennio difficile - TCO e ruolo Noleggio

Dettagli

Il progetto BABEL. come costruire e sviluppare un sistema di gestione documentale. ForumPA 25 Maggio 2016

Il progetto BABEL. come costruire e sviluppare un sistema di gestione documentale. ForumPA 25 Maggio 2016 Il progetto BABEL come costruire e sviluppare un sistema di gestione documentale ForumPA 25 Maggio 2016 LE MOTIVAZIONI BABEL è un sistema integrato per la gestione dell archivio corrente, sviluppato dall

Dettagli

EQM è la vostra soluzione per i Servizi di Finanza Agevolata.

EQM è la vostra soluzione per i Servizi di Finanza Agevolata. Gentile Cliente, EQM Consulting è una società che svolge attività di: Consulenza Formazione Valutazione per diffondere cultura imprenditoriale e manageriale, ponendosi l obiettivo strategico di creare

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Dr.

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Dr. Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Dr. Alberto Baldini Sviluppo di un sottosistema in grado di agevolare l aggregazione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SCHEDA ASSISTENZA TECNICA

CAPITOLATO SPECIALE SCHEDA ASSISTENZA TECNICA CAPITOLATO SPECIALE SCHEDA ASSISTENZA TECNICA OGGETTO: PROCEDURA APERTA N. 58/2014 PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E POSA IN OPERA DI UNA TAC DUAL ENERGY PRESSO L ISTITUTO ORTOPEDICO RIZZOLI DI BOLOGNA

Dettagli

Relais Borgo Lanciano. Corso di formazione

Relais Borgo Lanciano. Corso di formazione Relais Borgo Lanciano 20 e 21 Giugno 2013 Corso di formazione Strumenti di Office avanzati per le aziende Excel e Posta elettronica CENTRO DI FORMAZIONE E CERTIFICAZIONE Aplos Informatica snc Agenda 1

Dettagli

Servizi dedicati di supporto e di gestione dell IMU

Servizi dedicati di supporto e di gestione dell IMU Servizi dedicati di supporto e di gestione dell IMU L entrata in vigore, dal 1 gennaio 2012, dell IMU impone ai Comuni un notevole sforzo organizzativo e strutturale. Infatti, oltre agli adempimenti formali

Dettagli

LINEE GUIDA ICBI 2012

LINEE GUIDA ICBI 2012 Allegato al Regolamento per la costituzione ed il funzionamento dell Ufficio operativo della Convenzione di Comuni Iniziativa Carburanti a Basso Impatto REQUISITI E MODALITA OPERATIVE PER L EROGAZIONE

Dettagli

IL CONSORZIO STABILE. Consorzio Valori Servizi Vantaggi Adesione Certificazioni. Agoraa.it

IL CONSORZIO STABILE. Consorzio Valori Servizi Vantaggi Adesione Certificazioni. Agoraa.it IL CONSORZIO STABILE Consorzio Valori Servizi Vantaggi Adesione Certificazioni Agoraa.it indice Cos è un consorzio pag. 4 Il Consorzio Stabile Agoraa pag. 5 Valori pag. 6 Servizi pag. 8 Vantaggi pag.

Dettagli

La mobilità sostenibile: le soluzioni per diminuire gli impatti energetici ed ambientali generati dai trasporti.

La mobilità sostenibile: le soluzioni per diminuire gli impatti energetici ed ambientali generati dai trasporti. La mobilità sostenibile: le soluzioni per diminuire gli impatti energetici ed ambientali generati dai trasporti. Gabriella Messina Servizio Mobilità sostenibile Roma, 14 maggio 2015 Consumi del settore

Dettagli

AGE.AGEDP1RM.REGISTRO DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE.0000119.21-11-2013-R

AGE.AGEDP1RM.REGISTRO DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE.0000119.21-11-2013-R AGE.AGEDP1RM.REGISTRO DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE.0000119.21-11-2013-R Direzione Provinciale I di Roma Staff del Direttore Roma 21/11/2013 DISPOSIZIONE DI SERVIZIO N. 98/2013 ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DI

Dettagli

Circolare nr. 128/2011 GENOVA CAR SHARING NUOVA CONVENZIONE PER LE AZIENDE ASSOCIATE

Circolare nr. 128/2011 GENOVA CAR SHARING NUOVA CONVENZIONE PER LE AZIENDE ASSOCIATE Circolare nr. 128/2011 Genova, 29 Marzo 2011 GENOVA CAR SHARING NUOVA CONVENZIONE PER LE AZIENDE ASSOCIATE In un ottica di sempre maggiore sviluppo dei servizi ai Soci, Spediporto propone per il 2011 una

Dettagli

ZEC ZERO EMISSION CITY

ZEC ZERO EMISSION CITY ZEC ZERO EMISSION CITY PIANO DI MOBILITÀ ELETTRICA PER LA CITTÀ DI PARMA Carlo Iacovini, Responsabile Progetto Comune di Parma Caratteristiche del progetto ZEC 2 Il progetto ZEC intende implementare un

Dettagli

ROUTEMATE Pianificazione Ottimale delle Spedizioni e dei Carichi. Nemsys Srl Copyright 2009 - Pagina 1

ROUTEMATE Pianificazione Ottimale delle Spedizioni e dei Carichi. Nemsys Srl Copyright 2009 - Pagina 1 ROUTEMATE Pianificazione Ottimale delle Spedizioni e dei Carichi Nemsys Srl Copyright 2009 - Pagina 1 FASI del PROCESSO Pianificazione Definizione dei Carichi Pianificazione dei Viaggi Esecuzione Carico

Dettagli

Federfarma Napoli Associazione Sindacale dei Titolari di Farmacia della Provincia di Napoli. website: http://farpresa.ised.it

Federfarma Napoli Associazione Sindacale dei Titolari di Farmacia della Provincia di Napoli. website: http://farpresa.ised.it Federfarma Napoli Associazione Sindacale dei Titolari di Farmacia della Provincia di Napoli website: http://farpresa.ised.it IDEA L idea del presente Progetto nasce dall esperienza delle prenotazioni Cup

Dettagli

SOLUZIONE INFORMATICA. EGGs.web GLOBAL SERVICE

SOLUZIONE INFORMATICA. EGGs.web GLOBAL SERVICE SOLUZIONE INFORMATICA EGGs.web GLOBAL SERVICE CARATTERISTICHE DEL SISTEMA EGGs Global Service è un innovativo software gestionale per le imprese di servizi che, sfruttando le possibilità offerte dalla

Dettagli

» La fideiussione va presentata alla sede INAIL competente, entro 60 giorni successivi al ricevimento della comunicazione di ammissione.

» La fideiussione va presentata alla sede INAIL competente, entro 60 giorni successivi al ricevimento della comunicazione di ammissione. Bando Inail 3 MARZO 7 MAGGIO 2015 Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza (D.Lgs. 81/2008, Art. 11 comma 1 e 5) Incentivare le imprese, affinché possano realizzare interventi finalizzati

Dettagli

LIFE09ENVIT000188-EnvironmentalCOoperation model for Cluster - Acronimo: ECO-CLUSTER

LIFE09ENVIT000188-EnvironmentalCOoperation model for Cluster - Acronimo: ECO-CLUSTER -EnvironmentalCOoperation model for Cluster - Acronimo: ECO-CLUSTER Linee Guida Modello di gestione ambientale ECO-CLUSTER: programma ambientale di cluster Comune di Collagna Responsabile dell azione Istituto

Dettagli

Assemblea degli Azionisti. Genova, 24 Aprile 2007

Assemblea degli Azionisti. Genova, 24 Aprile 2007 Assemblea degli Azionisti Genova, 24 Aprile 2007 2 INDICE MEDITERRANEA IN BREVE Struttura societaria e Azionisti Evoluzione EBITDA e Fatturato per Attività Risultati 2006 Consolidati Capitale Investito

Dettagli

SAFETY & QUALITY FORUM 2010. Metodi e strumenti per il governo delle prestazioni aziendali 10-137 FQ001 Rev.0

SAFETY & QUALITY FORUM 2010. Metodi e strumenti per il governo delle prestazioni aziendali 10-137 FQ001 Rev.0 SAFETY & QUALITY FORUM 2010 1 Metodi e strumenti per il governo delle prestazioni aziendali 2 Le Tappe: 1987-1994 2000-2008 Le Tappe: 1987-1994 2000-2008 OGGETTO 1987 Sistema Qualità FORNITORE/ ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Giuseppe PROTO Amm. Delegato - Sadem Vice Presidente Extra.TO

Giuseppe PROTO Amm. Delegato - Sadem Vice Presidente Extra.TO IL SISTEMA BIP NELLA PROVINCIA DI TORINO UNO STRUMENTO DI PAGAMENTO MULTIAZIENDA SU UNA RETE EXTRAURBANA Giuseppe PROTO Amm. Delegato - Sadem Vice Presidente Extra.TO Coordinato da: Organizzato da: Roma

Dettagli

City logistics, Italy Riorganizzazione della distribuzione delle merci nell area di Parma

City logistics, Italy Riorganizzazione della distribuzione delle merci nell area di Parma City logistics, Italy Riorganizzazione della distribuzione delle merci nell area di Parma Reorganisation of the distribution of goods within the urban territory of Parma Presentation By Valeria Battaglia

Dettagli

Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00

Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00 Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00 A cura del Dott. Tommaso Ciritella Intesa San Paolo Camera di Commercio di Reggio Emilia Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere.

Dettagli

NOLEGGIO LUNGO TERMINE PRESENTAZIONE

NOLEGGIO LUNGO TERMINE PRESENTAZIONE NOLEGGIO LUNGO TERMINE PRESENTAZIONE Con chi lavoriamo: ALD AUTOMOTIVE #2 in Europa #3 nel mondo Parte di Rating BBB assegnato da S&P 5.100 M revenue nel 2012 Oltre 1.000.000 veicoli gestiti (+8% per anno)

Dettagli

Il REPORT GARANZIA GIOVANI IN ITALIA E IN EUROPA. Roma, 26 Marzo 2015

Il REPORT GARANZIA GIOVANI IN ITALIA E IN EUROPA. Roma, 26 Marzo 2015 Roma, 26 Marzo 2015 I giovani avviati ad una misura prevista dal Programma Garanzia Giovani sono 49.190, un valore in crescita, nell ultimo mese, del 43,1%. Con la Toscana e la Basilicata continua la presentazione

Dettagli

DCSIT Area Gestione Reddituale redditiweb@inps.it CAMPAGNA RED ITALIA SERVIZI WEB MANUALE OPERATIVO VERSIONE 7.8.9 24/05/2013 1

DCSIT Area Gestione Reddituale redditiweb@inps.it CAMPAGNA RED ITALIA SERVIZI WEB MANUALE OPERATIVO VERSIONE 7.8.9 24/05/2013 1 CAMPAGNA RED ITALIA SERVIZI WEB MANUALE OPERATIVO VERSIONE 7.8.9 24/05/2013 1 Nota tecnica. La procedura è stata progettata ed ottimizzata per essere utilizzata con il browser Internet Explorer, si consiglia

Dettagli

REGOLE SISTEMA REGIONALE SANITARIO 2015. Direzione Generale Sanità

REGOLE SISTEMA REGIONALE SANITARIO 2015. Direzione Generale Sanità REGOLE SISTEMA REGIONALE SANITARIO 2015 Direzione Generale Sanità 1 ARGOMENTI TRATTATI NELLE REGOLE DI SISTEMA 1. Inquadramento economico e finanziario: il bilancio ponte 2. Il livello programmatorio:

Dettagli

Il software per la gestione completa dei trasporti. Scheda presentazione prodotto

Il software per la gestione completa dei trasporti. Scheda presentazione prodotto Il software completa www.trucksolution.it Scheda presentazione prodotto TRATTE e LINEE CHILOMETRICI GIRI e CONSEGNE Il software completa Software sviluppato per: Microsoft Windows 2000 Windows XP Home

Dettagli

Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere. Il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo

Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere. Il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere. Il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo Guidizzolo, 25 novembre Contratto di Rete Descrizione Caratteristiche Obiettivi strategici

Dettagli

SOCIETÀ DEL NETWORK Madruzza & Associati www.madruzzaeassociatispa.com

SOCIETÀ DEL NETWORK Madruzza & Associati www.madruzzaeassociatispa.com SOCIETÀ DEL NETWORK Madruzza & Associati www.madruzzaeassociatispa.com Città più vivibili e accessibili Mobilità sostenibile Infomobilità Soluzioni chiavi in mano per servizi ecosostenibili e nuovi business

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA PROVINCIA DI BOLOGNA DETERMINAZIONE : AREA ECONOMICO/FINANZIARIA E CONTROLLO SERVIZIO BILANCIO PROGRAMMAZIONE CONTROLLO E ECONOMATO 232 IMPEGNO DI SPESA PER IL NOLEGGIO E L'ASSISTENZA

Dettagli

PROGETTO CONSERVAZIONE A NORMA DOCUMENTI INFORMATICI CONTRATTI - DELIBERE (Giunta e Consiglio) - DETERMINE PROTOCOLLO GENERALE, REGISTRO GIORNALIERO

PROGETTO CONSERVAZIONE A NORMA DOCUMENTI INFORMATICI CONTRATTI - DELIBERE (Giunta e Consiglio) - DETERMINE PROTOCOLLO GENERALE, REGISTRO GIORNALIERO PROGETTO CONSERVAZIONE A NORMA DOCUMENTI INFORMATICI CONTRATTI - DELIBERE (Giunta e Consiglio) - DETERMINE PROTOCOLLO GENERALE, REGISTRO GIORNALIERO DI PROTOCOLLO - FATTURE ELETTRONICHE Vers.1.0 Data:

Dettagli

Parte il ReddiTest per misurare la coerenza tra reddito familiare e spese Si alza il sipario sul nuovo accertamento sintetico

Parte il ReddiTest per misurare la coerenza tra reddito familiare e spese Si alza il sipario sul nuovo accertamento sintetico Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA Parte il ReddiTest per misurare la coerenza tra reddito familiare e spese Si alza il sipario sul nuovo accertamento sintetico Tutti i contribuenti possono verificare la

Dettagli

tra CGIL del Trentino rappresentata dal Segretario Provinciale Bruno Dorigatti e da Franco Ischia

tra CGIL del Trentino rappresentata dal Segretario Provinciale Bruno Dorigatti e da Franco Ischia ACCORDO INTERCONFEDERALE PROVINCIALE PER LA COSTITUZIONE DELLA ARTICOLAZIONE PER LA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO DEL FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA NELL ARTIGIANATO

Dettagli

LA GESTIONE DELLE AGEVOLAZIONI PER LE AZIONI DI. Convenzione tra il Comune di Bologna (CF n 0123227 10374)

LA GESTIONE DELLE AGEVOLAZIONI PER LE AZIONI DI. Convenzione tra il Comune di Bologna (CF n 0123227 10374) CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BOLOGNA E ATC SPA, PER LA GESTIONE DELLE AGEVOLAZIONI PER LE AZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT Convenzione tra il Comune di Bologna (CF n 0123227 10374) rappresentato dall Ing.

Dettagli

PROGETTO CONSERVAZIONE A NORMA DOCUMENTI INFORMATICI REGISTRO GIORNALIERO DI PROTOCOLLO

PROGETTO CONSERVAZIONE A NORMA DOCUMENTI INFORMATICI REGISTRO GIORNALIERO DI PROTOCOLLO PROGETTO CONSERVAZIONE A NORMA DOCUMENTI INFORMATICI REGISTRO GIORNALIERO DI PROTOCOLLO Vers.1.0 Data: Settembre 2015 OBBIETTIVO La presente offerta riguarda il servizio di Conservazione a Norma di Documenti

Dettagli

Presentazione della Società

Presentazione della Società Presentazione della Società La Società G & A S.p.A. nasce dalla fusione dei rami d azienda trasporto prodotti petroliferi di AUTOSPED G S.p.A. e AGOGLIATI G. & B. S.r.l. G & A S.p.A. opera nel settore

Dettagli

STAZIONE APPALTANTE DESCRIZIONE DELL APPALTO TIPOLOGIA DELL APPALTO

STAZIONE APPALTANTE DESCRIZIONE DELL APPALTO TIPOLOGIA DELL APPALTO PROT. 002_0839022D7 STAZIONE APPALTANTE Expo 2015 SpA Via Rovello, 2 20121 Milano ITALIA 1 DESCRIZIONE DELL APPALTO Servizio di consulenza di direzione strategica, organizzativa ed operativa a supporto

Dettagli

Opti-Time GeoScheduling

Opti-Time GeoScheduling Opti-Time GeoScheduling Opti-Time GeoScheduling (OTGS) La soluzione per pianificare attività e risorse in tempo reale Opti-Time Geoscheduling è la soluzione che consente di pianificare le attività del

Dettagli

Ogni anno, milioni di persone soffrono di ansia da regali.

Ogni anno, milioni di persone soffrono di ansia da regali. Ogni anno, milioni di persone soffrono di ansia da regali. Giftshake offre loro un esperienza semplice e divertente per trovare il regalo perfetto per gli amici. Composizione del team Flavio Ubezio è laureato

Dettagli

esolver per la Gestione Automezzi

esolver per la Gestione Automezzi SISTEMA IMPRESA Sistema integrato per la gestione aziendale. esolver per la Gestione Automezzi Software e servizi per la gestione di flotte, mezzi, attrezzature e risorse. esolver per la Gestione Automezzi

Dettagli

MANUALE OPERATIVO GESTIONE INCENTIVI AUTO A GAS MSE 2008 IN USO ESCLUSIVO DEI CONCESSIONARI UCRI

MANUALE OPERATIVO GESTIONE INCENTIVI AUTO A GAS MSE 2008 IN USO ESCLUSIVO DEI CONCESSIONARI UCRI MANUALE OPERATIVO GESTIONE INCENTIVI AUTO A GAS MSE 2008 IN USO ESCLUSIVO DEI CONCESSIONARI UCRI 1. PROCEDURA ON-LINE DI ACCESSO AGLI INCENTIVI Il sito per accedere alla procedura è raggiungibile attraverso

Dettagli

Poli di Innovazione. Polo di Innovazione INOLTRA: Innovazione nella Logistica e Trasporto. Questionario Informativo

Poli di Innovazione. Polo di Innovazione INOLTRA: Innovazione nella Logistica e Trasporto. Questionario Informativo Poli di Innovazione Decisione CE 2006/C/323/01; Decreto M.I.S.E. 27/3/2008 n. 87 POR FESR ABRUZZO 2007-2013 Attività I.1. Sostegno alla creazione dei Poli di innovazione Polo di Innovazione INOLTRA: Innovazione

Dettagli

Il modello di servizio del sistema per la gestione del personale

Il modello di servizio del sistema per la gestione del personale Il modello di servizio del sistema per la gestione del personale Roma, settembre 2012 DCSII P.za Dalmazia, 1 00198 ROMA Tel. 06 47 61 11 dcsii.dag@pec.mef.gov.it Indice Introduzione La struttura del sistema

Dettagli

LA GIUNTA PROVINCIALE

LA GIUNTA PROVINCIALE LA GIUNTA PROVINCIALE Premesso che: - la congestione del traffico automobilistico richiede soluzioni plurime ed un approccio che integri diverse tecniche di governo della mobilità, quali il controllo degli

Dettagli

CASI DI SUCCESSO. Prima Posizione Srl Tutti i diritti riservati. 2

CASI DI SUCCESSO. Prima Posizione Srl Tutti i diritti riservati. 2 CASI DI SUCCESSO Prima Posizione Srl Tutti i diritti riservati. 2 BOOM di adesioni online alla promozione 50Special grazie alla lead generation In soli 3 mesi di campagna: 30.000 visitatori unici sviluppati,

Dettagli

PSA. Dynamics. Project & Service Administration. www.pdcitaly.com

PSA. Dynamics. Project & Service Administration. www.pdcitaly.com PSA Project & Service Administration La soluzione verticale certificata per Microsoft Dynamics NAV per il Project Management integrato. PSA offre all azienda trasparenza e flessibilità in tutte le fasi

Dettagli

COSTI STANDARD DEI PRODOTTI/SERVIZI PER BANCHE CEDACRI GRUPPO DI LAVORO MARZO GIUGNO 2015 START UP NUOVA DATA 31/03/2015 PRESSO CEDACRI COLLECCHIO

COSTI STANDARD DEI PRODOTTI/SERVIZI PER BANCHE CEDACRI GRUPPO DI LAVORO MARZO GIUGNO 2015 START UP NUOVA DATA 31/03/2015 PRESSO CEDACRI COLLECCHIO COSTI STANDARD DEI PRODOTTI/SERVIZI PER BANCHE CEDACRI GRUPPO DI LAVORO MARZO GIUGNO 2015 START UP NUOVA DATA 31/03/2015 PRESSO CEDACRI COLLECCHIO PROPOSTA 23/02/2015 1 DEL GRUPPO DI LAVORO L utilizzo

Dettagli

Il partner su misura per il tuo Call Center

Il partner su misura per il tuo Call Center Il partner su misura per il tuo Call Center il software fastring FastRing è un software web based innovativo per call center outbound che ha come obiettivo facilitare tutte le operazioni che riguardano

Dettagli

per fidelizzare i clienti

per fidelizzare i clienti 24 Aumentare i servizi per fidelizzare i clienti Offrire il servizio di revisione dei veicoli può essere un opportunità per raggiungere diversi obiettivi: aumentare e saturare il lavoro, impiegare meglio

Dettagli

Come le imprese chimiche affrontano la criticità dell Energia.

Come le imprese chimiche affrontano la criticità dell Energia. Come le imprese chimiche affrontano la criticità dell Energia. Filippo Carletti Presidente Comitato Energia FEDERCHIMICA Milano, 15 Marzo 2011 V Workshop TACEC L energia, fattore cruciale per l industria

Dettagli

Quali informazioni posso comunicare o ricevere?

Quali informazioni posso comunicare o ricevere? I n f o W E B A cosa serve InfoWEB? InfoWEB è una soluzione completamente web che, presentandosi con l aspetto di un sito internet, permette di distribuire tutte le informazioni di presenza volute, e non

Dettagli

Comune di Mantova La gestione virtuosa dei Servizi Sociali

Comune di Mantova La gestione virtuosa dei Servizi Sociali Comune di Mantova La gestione virtuosa dei Servizi Sociali Relatore: Dott. Ernesto Ghidoni, Dirigente Settore Servizi Educativi e Sociali MANTOVA IN CIFRE Superficie 64 Kmq Rilevazione Istat 1 gennaio

Dettagli

CONTRATTI CEDOLINI ADEMPIMENTI

CONTRATTI CEDOLINI ADEMPIMENTI CONTRATTI CEDOLINI ADEMPIMENTI TUTTI I PLUS DI UN PROGRAMMA COMPLETO CARATTERISTICHE PRINCIPALI CARATTERISTICHE FUNZIONALI Protezione Date Validità Office Internet Stampe Manuali Protezione delle funzioni

Dettagli

IL CAPO DEL SETT. ECONOMICO-FINANZIARIO GABRIELE NUNZIATA

IL CAPO DEL SETT. ECONOMICO-FINANZIARIO GABRIELE NUNZIATA SETTORE ECONOMICO-FINANZIARIO SERVIZIO ECONOMATO DETERMINA N. 3 ANNO 2015 DEL 14-01-2015 NUMERO DETERMINA DI SETTORE: 2 OGGETTO: TRAPANI IACP SEF FORNITURA ANNUALE DI ENERGIA ELETTRICA PER LA SEDE IACP

Dettagli

SERVIZI DI GESTIONE E ORGANIZZAZIONE AFFITTI

SERVIZI DI GESTIONE E ORGANIZZAZIONE AFFITTI SERVIZI DI GESTIONE E ORGANIZZAZIONE AFFITTI Pagina 1 INDICE 1. Gestione fornitori 2. Servizi di gestione affitto (segreteria) 3. Organizzazione e gestione in loco 4. Costi di intermediazione per prenotazioni

Dettagli

Budget 2009. Chiusura processo di negoziazione. 05 marzo 2009. Dr. Renzo Alessi DIRETTORE GENERALE

Budget 2009. Chiusura processo di negoziazione. 05 marzo 2009. Dr. Renzo Alessi DIRETTORE GENERALE Budget 2009 Chiusura processo di negoziazione Dr. Renzo Alessi DIRETTORE GENERALE 05 marzo 2009 Missione dell Azienda L Azienda ULSS 5 assicura ai cittadini l erogazione di prestazioni Socio-Sanitarie

Dettagli

PROGETTO ORGANIZZATIVO PER LA GESTIONE ECONOMICO E PREVIDENZIALE DEL PERSONALE DIPENDENTE E ASSIMILATO IN FORMA ASSOCIATA

PROGETTO ORGANIZZATIVO PER LA GESTIONE ECONOMICO E PREVIDENZIALE DEL PERSONALE DIPENDENTE E ASSIMILATO IN FORMA ASSOCIATA PROGETTO ORGANIZZATIVO PER LA GESTIONE ECONOMICO E PREVIDENZIALE DEL PERSONALE DIPENDENTE E ASSIMILATO IN FORMA ASSOCIATA Cesena, 2 novembre 2009 IL MODELLO ORGANIZZATIVO Il modello organizzativo proposto

Dettagli

Comune di Bassano del Grappa

Comune di Bassano del Grappa Comune di Bassano del Grappa DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Registro Unico 117 / 2013 Area A1 - Area Risorse, Sviluppo OGGETTO: ADESIONE CONVENZIONE MINISTERIALE CONSIP "CARBURANTI RETE - FUEL CARD 5" PER

Dettagli

La Logistica Collaborativa di CEVA Logistics La condivisione come leva per innalzare la competitività aziendale

La Logistica Collaborativa di CEVA Logistics La condivisione come leva per innalzare la competitività aziendale La Logistica Collaborativa di CEVA Logistics La condivisione come leva per innalzare la competitività aziendale Antonio Ascari, VP Business Development, CEVA Italia Bologna, 19 Marzo 2015 CEVA Logistics

Dettagli

RIPARTONO GLI INCENTIVI ICBI A gas per l ambiente

RIPARTONO GLI INCENTIVI ICBI A gas per l ambiente Comune di Parma RIPARTONO GLI INCENTIVI ICBI A gas per l ambiente Aria più pulita grazie agli incentivi ICBI! Dal giorno 20 FEBBRAIO 2012 saranno nuovamente attivi gli incentivi per l installazione di

Dettagli

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN OPERATIONS & SUPPLY CHAIN CORSI BREVI IN GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN GESTIONE E OTTIMIZZAZIONE DEI TRASPORTI www.mip.polimi.it/scm/trasporti OBIETTIVI Fornire un quadro d insieme delle

Dettagli

Roma, 15 ottobre 2002. All Area POI SEDE. All Area Gestione Tributi e Rapporti con gli Utenti SEDE

Roma, 15 ottobre 2002. All Area POI SEDE. All Area Gestione Tributi e Rapporti con gli Utenti SEDE Roma, 15 ottobre 2002 Protocollo: 2164 Rif.: Allegati: All Area POI All Area Gestione Tributi e Rapporti con gli Utenti All Area Verifiche e controlli tributi doganali e accise, laboratori chimici All

Dettagli

Protocollo d Intesa TRA. PROVINCIA di CUNEO ENTI LOCALI, CONSORZI, ASSOCIAZIONI, SOGGETTI PUBBLICI, ENTI DEL PRIVATO SOCIALE, E PARTI SOCIALI

Protocollo d Intesa TRA. PROVINCIA di CUNEO ENTI LOCALI, CONSORZI, ASSOCIAZIONI, SOGGETTI PUBBLICI, ENTI DEL PRIVATO SOCIALE, E PARTI SOCIALI Protocollo d Intesa TRA PROVINCIA di CUNEO E ENTI LOCALI, CONSORZI, ASSOCIAZIONI, SOGGETTI PUBBLICI, ENTI DEL PRIVATO SOCIALE, E PARTI SOCIALI Per la promozione, l elaborazione, la gestione di Progetti

Dettagli

il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha provveduto:

il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha provveduto: DELIBERAZIONE 22 GENNAIO 2015 10/2015/A ADESIONE DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO ALLA CONVENZIONE STIPULATA DALLA SOCIETÀ CONSIP S.P.A. PER IL NOLEGGIO DI UNA AUTOVETTURA

Dettagli

Direzione dei Sistemi Informativi e dell Innovazione

Direzione dei Sistemi Informativi e dell Innovazione Direzione dei Sistemi Informativi e dell Innovazione Guida alla determinazione e comparazione degli elementi di costo relativi ai servizi stipendiali erogati dal Ministero dell Economia e delle Finanze

Dettagli

Fondo Alpha Immobiliare Evoluzione e Situazione al 31 dicembre 2003

Fondo Alpha Immobiliare Evoluzione e Situazione al 31 dicembre 2003 Fondo Alpha Immobiliare Evoluzione e Situazione al 31 dicembre 2003 Evoluzione dell attivo 500 467 461 472 Valore dell'attivo (mln di euro) 450 400 350 300 250 200 150 100 260 292 386 404 50 0 01/03/2001

Dettagli