XII Manuale di Neonatologia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "XII Manuale di Neonatologia"

Transcript

1 XI Indice generale 1. Definizione di periodo neonatale, caratteristiche morfologiche, classificazione dei neonati, fenomeni fisiologici e punteggio di Apgar (G. Di Feo)...1 Periodo neonatale...1 Caratteristiche morfologiche...1 Neonato a termine... 1 Caratteristiche prenatali...2 Caratteristiche neonatali...2 Curve di accrescimento Cute...3 Testa...3 Tumore da parto...3 Cefaloematoma monolaterale...3 Cefaloematoma bilaterale...4 Scafodolicocefalia...4 Oxiacrocefalia...4 Faccia...4 Collo...5 Torcicollo...5 Torace Forma...6 Clavicola...6 Mammelle...6 Cuore e vasi...6 Attività cardiocircolatoria...6 Frequenza cardiaca...6 Pressione arteriosa...6 Addome...6 Genitali...6 Ano...7 Ano imperforato...7 Linfonodi...7 Dorso e colonna vertebrale...7 Seno pilonodale...7 Spino-dermico...7 Arti e Anche...7 Polidattilia...7 Sindattilia...8 Ipoplasia delle unghie...8 Comportamento...8 Postura...8 Neonato maturo...8 Postura in posizione prona...9 Attività motoria spontanea...9 Tono muscolare...9 Tono passivo...9 Angolo popliteo...9 Manovra del foulard...9

2 XII Manuale di Neonatologia Angolo degli adduttori...9 Tono attivo...9 Sospensione ventrale...9 Manovra di trazione...9 Riflessi neonatali...9 Riflesso di Moro...10 di suzione...10 dei punti cardinali...10 dell ammiccamento...10 di prensione...10 tonico del collo...10 della marcia automatica...11 di Babinski...11 di prensione palmare...12 di prensione plantare...12 Ipertono generalizzato...12 Ipotono generalizzato...12 Neonato pretermine...13 Caratteristiche morfologiche...13 Quadro clinico...14 Termoregolazione...14 Apparato respiratorio...14 Apparato cardiocircolatorio...15 Problemi neurologici...15 metabolici...15 gastrointestinali...15 immunologici...16 Neonato piccolo per l età gestazionale...16 Asfissia neonatale...17 Ipoglicemia...17 Ipocalcemia...17 Termoregolazione...17 Policitemia...17 Diagnosi prenatale...17 Il neonato post-termine...18 Classificazione dei neonati...18 Età gestazionale (EG)...18 Peso alla nascita (PN)...18 Maturità neuromuscolare...20 Maturità fisica...21 Fenomeni fisiologici neonatali...21 Emissione meconio...21 prime urine...21 Calo ponderale...21 Tumore da parto...22 Crisi genitale...22 Ittero fisiologico...22 Dermatosi transitoria...23 Eritema tossico del neonato...23 Salmon patches...23 Miliaria...24 Macchie mongoliche...24 Iperplasia delle ghiandole sebacee...24

3 Indice generale XIII Acne...25 Bolle da suzione...25 Punteggio di Apgar...25 Test di autovalutazione per ECM Neonato sano: ruolo del ginecologo (R. Ingallina)...29 Introduzione...29 Il monitoraggio della gravidanza...29 Benessere fetale...30 Diagnostica prenatale...30 L ecografia...30 Riconoscimento di una gravidanza plurima...31 Datazione della gravidanza...31 Riconoscimento di iposviluppo fetale...31 di patologie malformative fetali...31 Lo sviluppo embrio-fetale...32 Il parto pretermine...32 Prevenzione primaria...32 secondaria...32 terziaria...32 Modalità del parto...34 Anomalie dello sviluppo fetale IUGR: management clinico...35 Presidi diagnostici...36 Management...36 Lo studio della placentazione...36 Il Doppler...36 L età gestazionale...36 Il tracciato cardiotocografico...36 La macrosomia fetale...37 Analisi dei problemi legati alla macrosomia...38 Complicanze della macrosomia...39 Distocia di spalla...39 Paralisi del plesso brachiale...39 Morte fetale...39 Sproporzione cefalo-pelvica...39 Timing e modalità del parto nella microsomia fetale in donna non diabetica...40 in donna diabetica...40 Trattamento della distocia di spalla...40 Gravidanza protratta...41 Il trattamento della gravidanza post-termine (>294 gg)...42 Assistenza al travaglio di parto...43 Procedure di fronte all evento fisiologico del periodo espulsivo...44 I possibili interventi farmacologici, fisiologici e strumentali nel periodo espulsivo...45 Ruolo attuale della cardiotocografia nel controllo del benessere fetale...46 Monitoraggio combinato cardiotocografico ed elettrocardiografico...47 Prevenzione e trattamento della sindrome da aspirazione di meconio (MAS)...48 Test di autovalutazione per ECM Patologia traumatica da parto (G. Mucedola)...53 Emorragie extracraniche...54 Cefaloematoma... Ematoma del muscolo sternocleidomastoideo...54 Lesioni di organi endoaddominali...54

4 XIV Manuale di Neonatologia dei nervi periferici...56 del nervo facciale...56 del nervo frenico...57 del nervo laringeo superiore...57 del nervo laringeo inferiore o ricorrente...57 del plesso lombo-sacrale...58 del plesso brachiale...58 lesione di tipo superiore (paralisi di Erb)...59 lesione di tipo inferiore (paralisi di Dejerine-Klumpke)...59 lesione completa...59 Fratture...60 Clavicola...60 Omero...61 fratture della diafisi omerale...61 distacco epifisario prossimale...61 Femore...61 frattura diafisaria...61 distacco epifisario prossimale...62 Cranio...62 Lesioni dei tessuti molli...62 Test di autovalutazione per ECM Rianimazione neonatale (G. Battisti)...65 Introduzione...65 Cenni di fisiologia...66 L asfissia...66 cause di asfissia neonatale...66 FASE A: Identificazione neonati da rianimare e mantenimento pervietà vie aeree...68 aspirazione di meconio...68 pulizia delle prime vie aeree e stimolazione respiratoria...69 FASE B: Valutazione della funzione respiratoria...69 Concentrazioni di ossigeno...69 nei neonati a termine...69 neonati pretermine...69 Ventilazione a pressione positiva...70 pallone di ambu o auto-gonfiantesi...70 pallone da anestesia o va e vieni...70 sistema a tubo a T...70 Maschere...71 Intubazione oro-tracheale...72 materiale...73 tubi...73 posizione del neonato per l intubazione...73 FASE C: Assistenza circolo...74 Massaggio cardiaco...74 in quanti si effettua...74 come si effettua...75 tecnica di compressione con i pollici...75 con due dita...75 FASE D: Farmaci (Drug)...76 Accessi venosi...76 la vena ombelicale...76 altri accessi...77

5 Indice generale XV Adrenalina...77 Espansori volemici...77 Naloxone...78 Controllo della glicemia...78 Ipotermia...78 Rianimazione del prematuro...78 Questioni etiche...80 consenso informato...80 Materiale necessario per rianimazione...81 Test di autovalutazione per ECM Alimentazione del neonato prematuro (A. Romano, L. Bonacini, D. Frizziero, F. Mahmudaj, A. Ndongko, M. Werth)...85 Caratteristiche del neonato prematuro...85 Alimentazione enterale...87 I fabbisogni nella nutrizione enterale...88 liquidi...88 carboidrati...88 proteine...89 lipidi...89 vitamine e oligominerali...89 calcio e fosforo...90 ferro...90 Aspetti pratici della nutrizione con latte materno...90 I benefici del latte materno...90 Limiti del LM...91 Fortificazione del latte materno...91 Formule per neonati prematuri...92 Alimentazione parenterale...93 Tecniche di somministrazione della NP...95 Composizione e somministrazione delle infusioni...96 carboidrati...96 proteine...96 lipidi...97 altri nutrienti nella NP...97 Le complicanze della NP...97 da catetere...97 da soluzioni infuse...97 Complicanze da contaminanti della NPT...98 Test di autovalutazione per ECM Alimentazione del neonato a termine (E. Menghetti) Aspetti caratteristici della digestione del lattante Classificazione delle fasi della digestione intestinale Inizio dell alimentazione Difficoltà dell allattamento al seno Dieta materna e composizione del latte Rooming-in nei Reparti di ostetricia Farmaci ed allattamento materno Allattamento artificiale Composizione media del latte umano e del latte vaccino Latti industriali Schema alimentare per il neonato allattato artificialmente...110

6 XVI Manuale di Neonatologia Scelta del latte industriale Classificazione dei latti dell industria I latti formulati proiettati nel futuro Test di autovalutazione per ECM L epidemiologo di fronte al neonato: screening neonatali e difetti congeniti (A. Spagnolo) Gli screening neonatali L attuale normativa La situazione italiana I principali screening neonatali Screening per la fenilchetonuria per l ipotiroidismo congenito per la fibrosi cistica per le emoglobinopatie Screening neonatale allargato: la tandem-massa spettrometrica Screening per la sordità congenita per la displasia congenita dell anca La sorveglianza delle Malformazioni Congenite Test di autovalutazione per ECM Prevenzione delle malattie dell adolescente e dell adulto già in epoca neonatale (A.M. Ambruzzi, F. Cremisini Carosi) Introduzione Foetal origins hypothesis e teoria del programming di malattie dell adulto (trascinamento metabolico) Influenze biologiche materne e alimentazione in gravidanza Alimentazione nel periodo neonatale e Prevenzione di malattie future Alimentazione della nutrice La prevenzione dell allergia Gravidanza Alimentazione dopo la nascita Latti di prevenzione Test di autovalutazione per ECM 9. Il sistema nervoso: normalità e patologia (F. Allemand, A. Allemand, F. Reale, A. Santamaria Palombo, M. Sposato) Esame neurocomportamentale del neonato Stimoli luminosi, acustici, nocicettivi: soglia e habituation Apparato visivo acustico Postura prevalente Tono di fondo Tono passivo Collo rotazione della testa flessione della testa estensione del collo Arti superiori manovra della sciarpa recoil Arti inferiori angolo degli adduttori dei poplitei di dorsiflessione lenta del piede di dorsiflessione veloce del piede tallone-orecchio...154

7 Indice generale XVII Motilità spontanea Motilità provocata Riflessi arcaici Riflesso bicipitale e rotuleo Tono attivo Seduto Trazione per le braccia Sospensioni ventrale dorsale verticale Eretto raddrizzamento riflesso della marcia Stati comportamentali Convulsioni neonatali Introduzione Eziologia Encefalopatia ipossico-ischemica(eii) Emorragia intracranica Alterazioni metaboliche Infezioni intracraniche Difetti di sviluppo Sospensione brusca di farmaci Crisi idiopatiche Aspetti clinici Crisi minime cloniche toniche miocloniche Diagnosi Terapia Premesse Farmaci anticonvulsivanti Terapia di mantenimento Prognosi Encefalopatia ipossico-ischemica Introduzione Valutazione antepartum Valutazione intrapartum Aspetti clinici Correlati anatomoclinici Status marmoratus Lesione parasagittale Leucomalacia periventricolare Necrosi ischemiche Correlati neuroradiologici Prognosi e trattamento Emorragie intracraniche Emorragia peri-intraventricolare Anatomia patologica Prognosi Quadri clinici Meccanismi del danno cerebrale...166

8 XVIII Manuale di Neonatologia Correzione o prevenzione dei disturbi emodinamici Trattamento della dilatazione ventricolare Test di autovalutazione per ECM Problemi ematologici neonatali (D. Del Principe, B. Scialanga, R. Torriero) Ematopoiesi Fetale/Cenni Anemia Anemia da perdita Anemia da mancata produzione Anemia da aumentata distruzione non immune Eritrociti neonatali Sindromi alfa talassemiche Beta talassemia Emoglobine instabili Alterazione del metabolismo eritrocitario Difetti di membrana Approccio diagnostico al neonato anemico Policitemia Alterazioni della coagulazione Emostasi neonatale Approccio diagnostico al neonato emorragico Coagulopatia ereditaria Emofilia Malattia di Von Willebrand (vw) Coagulopatie rare Difetti acquisiti della coagulazione Emorragie da deficit di Vitamina K Trombocitopenie neonatali Trombocitopenia neonatale alloimmune Trombocitopenia neonatale autoimmune (passiva) Trombocitopenia nei Reparti di terapia intensiva neonatale Malattie trombotiche Trombosi neonatale: localizzazione Tromboembolia: test di screening per i fattori di rischio Neotropenia Neonatale Cause di Neutropenia Neutropenia neonatale alloimmune Neutropenia neonatale autoimmune Neutropenia nei neonati da madre ipertesa Neutropenia congenita grave (Sindrome di Kostmann) Neutropenia ciclica Sindrome di Shwachman Leucemia congenita Aspetti clinici e di laboratorio Test di autovalutazione per ECM Patologia respiratoria del neonato (A. Romano, L. Bonacini, D. Frizziero, F. Mahmudaj, A. Ndongko, M. Werth) Introduzione Patologia dell apparato respiratorio del neonato Disturbi transitori della respirazione Il distress respiratorio grave Ipertensione polmonare persistente del neonato...194

9 Indice generale XIX Traumatismo Malformazioni Pneumotorace Particolari affezioni del neonato prematuro Malattia delle membrane ialine polmonari Displasia broncopolmonare Sindrome di Wilson-Mikity Apnea e ALTE del prematuro Infezioni polmonari Polmonite Sindrome da inalazione di meconio Diagnostica funzionale e per immagine Test di autovalutazione per ECM Principali affezioni cardiovascolari (A. Agnetti, B. Tchana, R. Virdis) Cardiopatie congenite Epidemiologia Genetica Cardiopatie congenite sintomatiche in epoca neonatale Cardiopatie congenite con cianosi Trasposizione delle grandi arterie (TGA) Tetralogia di Fallot (TOF) estrema Atresia della valvola polmonare con difetto interventricolare Atresia della valvola polmonare a setto interventricolare integro Arteria della valvola tricuspide Anomalia di Ebstein Ritorno venoso anomalo polmonare totale (RVAPT) Cardiopatie congenite con scompenso cardiaco Coartazione dell aorta Arco aortico interrotto Cuore sinistro ipoplasico Ipertensione arteriosa neonatale Sintomatologia e cause Test di autovalutazione per ECM Rene e vie urinarie (G. Lama, C. Grassia, M. Esposito Salsano) Embriologia Generale Normale sviluppo del rene Fisiologia del rene neonatale Flusso ematico renale e sua regolazione Sistema renina-angiotensina Chinine Prostaglandine Sistema adrenergico Ossido nitrico Dopamina Arginina vasopressina Fattore natriuretico atriale Filtrazione glomerulare Funzione tubulare Tubulopatie Ipercalciuria, nefrocalcinosi e calcolosi renale Sindrome di Fanconi...243

10 XX Manuale di Neonatologia Sindrome di Bartter Acidosi tubulare renale prossimale distale mista Nefrotossicità Insufficienza renale acuta Necrosi Tubulare Acuta Ischemica (NTAI) Necrosi Tubulare Acuta Tossica (NTAT) Aspetti terapeutici dell insufficienza renale acuta Insufficienza renale cronica Dialisi Ipertensione neonatale Incidenza Etiologia Ipertensione Nefrovascolare Trombosi dell arteria renale ombelicale Stenosi arteria renale Displasia broncopolmonare La coartazione aortica Cause genetiche di ipertensione La sindrome di Liddle Iperaldosteronismo sopprimibile con glucocorticoidi (GRA) Aspetti Clinici Indagini di laboratorio e strumentali Terapia della crisi ipertensiva acuta Infezioni delle vie urinarie Epidemiologia Eziologia Patogenesi Aspetti clinici Patogenesi del danno renale Diagnosi Terapia Sindrome nefrosica Sindrome nefrosica ereditaria Sindrome nefrosica congenita di tipo finlandese (cnf o nphs1) Sindrome di Denys-Drash e Frasier Proteinuria Ematuria Anomalie del rene e del tratto genitourinario Anomalie del rene Agenesia renale Rene soprannumerario Anomalie di volume Ipoplasia Duplicità (triplicità) renale-bifidità Malattia cistica Malattia del rene policistico autosomica recessiva ARPKCD (di tipo infantile) Rene policistico di tipo adulto (ADPCKD) Rene multicistico Malattie cistiche della midollare Nefronoftisi...273

11 Indice generale XXI Il rene a spugna midollare Anomalie di ascesa Anomalie di forma e fusione Anomalie di rotazione Uropatie ostruttive Stenosi del giunto pieloureterale (SGPU) Stenosi del giunto vescicoureterale (SCVU) Ureterocele Valvole uretra posteriore Uropatie non ostruttive Estrofia vescicale Masse addominali di origine renale Tumori renali Trombosi vena renale Emorragia surrenalica Anomalie dei genitali: maschili Agenesia del pene Duplicazione del pene Ipospadia Epispadia Criptorchidismo Tumori testicolari Frequenti anomalie genitali femminili Agenesia della vagina (Sindrome di Mayer-Rokitanski-Kuster-Hauser) Idrocolpo ed idrometrocolpo Test di autovalutazione per ECM Malattie dell apparato gastroenterico (E. Menghetti) Enterocolite necrotizzante o NEC Diagnosi Terapia Difetti congeniti della parete addominale Onfalocele Diagnosi Terapia Gastroschisi Diagnosi Terapia Ostruzioni dell apparato digerente Atresia dell esofago Diagnosi Terapia Ostruzioni duodenali Diagnosi Terapia Malrotazione e volvolo intestinale Diagnosi Terapia Stenosi ipertrofica congenita del piloro Diagnosi Terapia Atresia e stenosi intestinale Diagnosi...296

12 XXII Manuale di Neonatologia Terapia Ileo da meconio e peritonite meconiale Diagnosi Terapia Megacolon agangliare o malattia di Hirschsprung Diagnosi Terapia Malformazioni ano-reattali Diagnosi Terapia Test di autovalutazione per ECM Itteri patologici (F. Mazza) Cos è la bilirubina L ittero del neonato Ittero patologico Ittero patologico a bilirubina indiretta Ittero patologico a bilirubina diretta Ittero patologico a bilirubina mista Approccio clinico al neonato con ittero Terapia dell ittero neonatale Fototerapia Immunoglobuline endovena Exsanguinotrasfusione Conclusioni Test di autovalutazione per ECM Malattie dell occhio (M.P. Paroli, P. Pivetti Pezzi) Congiuntiviti neonatali (oftalmia neonatorum) Dacriostenosi congenita Cataratta congenita Glaucoma congenito La retinopatia del prematuro Retinoblastoma Test di autovalutazione per ECM L apparato uditivo: fisiologia e patologia (A. Musacchio) Quand è che comincia la sensibilità al suono? La sordità ed il linguaggio in un mondo sonoro Cause prenatali perinatali postatali Il riconoscimento alla nascita di un neonato a rischio Gli screening Le otoemissioni acustiche Otoscopia del neonato Otite media acuta neonatale Test di autovalutazione per ECM Malattie della pelle nel neonato (P. Musacchio, L. Tawill) Dermatosi Neonatali Transitorie Vernice caseosa Lanugine Bolle da suzione...339

13 Indice generale XXIII Cutis mormorata Macchia mongolica Milia Acne neonatale Dermatite seborroica Eritema tossico del neonato Infezioni Neonatali Impetigine Scabbia neonatale Candidosi neonatale Herpes simplex Dermatosi specifiche del neonato Dermatite da pannolino Psoriasi neonatale Angiomi Angiomi immaturi o emangiomi Malformazioni vascolari Iperpigmentazioni Nevo ipercromico congenito Ipopigmentazioni Albinismo Aplasia cutis Genodermatosi Ittiosi Collodion baby Feto arlecchino Epidermolisi bollose ereditarie EB epidermolitiche (semplici) giunzionali dermolitiche o distrofiche xeroderma pigmentoso incontinentia pigmenti Test di autovalutazione per ECM Il neonato con ritardo di accrescimento endouterino (M. Strambi) Neonati SGA proporzionati Neonati SGA sproporzionati Come assistere il neonato IUGR Nutrizione La care del neonato di basso peso Ritardo di crescita in utero e malattie dell adulto Test di autovalutazione per ECM Il nato da madre farmacodipendente (G. Albino) Introduzione Alcol sindrome feto-alcolica Oppioidi Cocaina Amfetamine Cannabis Conclusioni Test di autovalutazione per ECM...370

14 XXIV Manuale di Neonatologia 21. Il figlio di madre diabetica (C. Latella, F. Mazza) Metabolismo materno e fetale Complicanze neonatali Controlli diagnostici Terapia dell ipoglicemia Follow up Test di autovalutazione per ECM Il figlio di madre con patologia tiroidea (P. Costa) Placenta ed attività tiroidea materno-fetale Funzione tiroidea nel feto e nel neonato Nel neonato a termine pretermine I neonati piccoli per l età gestazionale Ipotiroidismo Ipotiroidismo congenito permanente (I.C.) Ipotiroidismo congenito transitorio (I.T.) Ipertiroidismo Test di autovalutazione per ECM L affidamento del neonato a termine e del prematuro al Pediatra di famiglia. Dimissione neonatale precoce: interfaccia tra Ospedale e Pediatria Territoriale (A. Palma) Dimissione precoce: definizioni Dimissione precoce-pro Dimissione precoce-contro Ruolo dell Ospedale nella dimissione del neonato a termine sano Ruolo dell Ospedale per una dimissione precoce sicura Progetto dimissioni precoci, appropriate e concordate del neonato sano Premessa Obiettivo generale Accordo Linee guida di assistenza al neonato dimesso precocemente Calo ponderale-stato di idratazione-adeguatezza apporto calorico Ittero Respiro Attività cardiaca Infezioni Aspetti motori-sensoriali e comportamentali Cura degli occhi Emissioni di urine Emissioni di meconio/feci Ombelico Bagno e igiene della cute Profilassi anti-emorragica Screening biochimici SIDS (Sudden Infant Death Sindrome) Aspetti organizzativi dell assistenza sul Territorio La dimissione precoce del Prematuro Assistenza domiciliare ai bambini con patologia cronica Assistenza ambulatoriale a bambini con patologia cronica Conclusioni Test di autovalutazione per ECM...408

15 Indice generale XXV 24. I dati di laboratorio: dalla normalità alla patologia (R. Pascone) Concetto di intervallo di riferimento Peculiarità della medicina di laboratorio in epoca neonatale Principali indagini di laboratorio nelle patologie più frequenti del neonato Emogasanalisi ed equilibrio acido-base Equilibrio idroelettrolitico e funzionalità renale Funzionalità epatica Iperbilirubinemia Monitoraggio dei farmaci Emostasi in epoca neonatale Anemia neonatale Test di autovalutazione per ECM...422

ASSISTENZA PERINATALE

ASSISTENZA PERINATALE ASSISTENZA PERINATALE ALESSANDRO VOLTA Responsabile Assistenza Neonatale Ospedale di Montecchio Emilia (RE) ottenere la stessa mortalità e morbosità perinatale dei nati da madre senza diabete Inizio 900

Dettagli

DIABETE E GRAVIDANZA. SASSUOLO 3 dicembre 2011 ESITI PERINATALI

DIABETE E GRAVIDANZA. SASSUOLO 3 dicembre 2011 ESITI PERINATALI DIABETE E GRAVIDANZA SASSUOLO 3 dicembre 2011 ESITI PERINATALI ALESSANDRO VOLTA Alessandro.Volta@ausl.re.it ottenere la stessa mortalità e morbosità perinatale dei nati da madre senza diabete Inizio 900

Dettagli

Allegato 1: Malformazioni minori escluse

Allegato 1: Malformazioni minori escluse Allegato 1: Malformazioni minori escluse ICD9 7428 Altre anomalie non specificate del sistema nervoso 7436 Anomalie congenite delle palpebre, del sistema lacrimale e dell'orbita 74361 Ptosi congenita 74362

Dettagli

GERMOGLIARE onlus. Gravidanze e Neonati ad Alto Rischio

GERMOGLIARE onlus. Gravidanze e Neonati ad Alto Rischio Gravidanze e Neonati ad Alto Rischio Dott. F. Stoppoloni, Responsabile U.O.S. Gravidanze ad alto rischio Dott. G. Salvia, Responsabile U.O.S. Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale Osp. Buon Consiglio

Dettagli

L Orizzonte di Lorenzo. Il bambino che stiamo aspettando ha un problema al cuore: che cosa dobbiamo fare e che cosa possiamo fare?

L Orizzonte di Lorenzo. Il bambino che stiamo aspettando ha un problema al cuore: che cosa dobbiamo fare e che cosa possiamo fare? L Orizzonte di Lorenzo Nostro figlio ha un problema al cuore. Che fare? Bergamo 3/10/2010 Il bambino che stiamo aspettando ha un problema al cuore: che cosa dobbiamo fare e che cosa possiamo fare? A. Borghi

Dettagli

VARIAZIONI CODICI ICD9-CM

VARIAZIONI CODICI ICD9-CM 1997 2002 Var.% DIAGNOSI 11.493 11.745 +2.19 INTERVENTI 3.543 3.582 +1.10 TOTALE 15.036 15.327 +1.94 Diagnosi Interventi Nuovi codici Nuove descrizioni Diagnosi Capitoli Nuovi Nuove Codici codici descrizioni

Dettagli

DIABETE GESTAZIONALE: QUALE MODALITA DEL PARTO? G.SCAGLIARINI

DIABETE GESTAZIONALE: QUALE MODALITA DEL PARTO? G.SCAGLIARINI DIABETE GESTAZIONALE: QUALE MODALITA DEL PARTO? G.SCAGLIARINI Parto e Diabete Timing del parto Modalità del parto Timing del parto pretermine a termine Modalità del parto Travaglio spontaneo Induzione

Dettagli

DALLA DIAGNOSI PRENATALE... ALLA DIMISSIONE: COUNSELING CHIRURGICO DELLE MALFORMAZIONI CONGENITE

DALLA DIAGNOSI PRENATALE... ALLA DIMISSIONE: COUNSELING CHIRURGICO DELLE MALFORMAZIONI CONGENITE Capitolo 1 DALLA DIAGNOSI PRENATALE... ALLA DIMISSIONE: COUNSELING CHIRURGICO DELLE MALFORMAZIONI CONGENITE Che cos è il Counseling prenatale? Per counseling si intende la consulenza prenatale da parte

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE SINTETICO SULLA NATIMORTALITA. Servizio Epidemiologia Clinica e Valutativa

RAPPORTO ANNUALE SINTETICO SULLA NATIMORTALITA. Servizio Epidemiologia Clinica e Valutativa RAPPORTO ANNUALE SINTETICO SULLA NATIMORTALITA Anno 2013 Area Sistemi di Governance Servizio Epidemiologia Clinica e Valutativa Trento Luglio 2014 A cura di Riccardo Pertile Mariangela Pedron Silvano Piffer

Dettagli

Infermieristica clinica applicata alla medicina materno infantile

Infermieristica clinica applicata alla medicina materno infantile UNIVERSITA DEGLI STUDI di CAGLIARI Corso di Laurea in Infermieristica Sede di Nuoro Infermieristica clinica applicata alla medicina materno infantile Docente: Dott.ssa INFERMIERISTICA CLINICA IN AREA MATERNO

Dettagli

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Informazioni per i genitori A cosa serve lo screening neonatale Questa pubblicazione serve ad illustrare perché è così importante

Dettagli

Il vostro bambino e lo Screening Neonatale

Il vostro bambino e lo Screening Neonatale Il vostro bambino e lo Screening Neonatale Guida per i Genitori A cura di: Centro Fibrosi Cistica e Centro Malattie Metaboliche AOU A. Meyer, Firenze Cari genitori, la Regione Toscana, secondo un programma

Dettagli

10 Congresso Nazionale

10 Congresso Nazionale 10 Congresso Nazionale medico - infermieristico MI PUO CAPITARE! L URGENZA IN PEDIATRIA sul territorio, in pronto soccorso, in reparto L ecografia nell arresto cardiaco Adele Borghi Cardiologia Pediatrica

Dettagli

Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto una risposta)

Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto una risposta) A.T.S. ERFAP LAZIO - ASSOCIAZIONE COLUMBUS (Università Cattolica del Sacro Cuore) Codice Progetto COLUM/1 Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto

Dettagli

ASP Catanzaro Presidio Ospedaliero di Lamezia Terme U.O. Neonatologia e TIN Direttore: dott. S. A. Canepa Relatore: Filomena Cuda Catanzaro, 07/06/2008 Bambino nelle prime quattro settimane di vita extra-uterina.

Dettagli

LE MALATTIE PEDIATRICHE

LE MALATTIE PEDIATRICHE LE MALATTIE PEDIATRICHE Malattie infettive Tumori Malattie congenite e ereditarie Paralisi cerebrale infantile Idrocefalo Autismo Disturbi dell età evolutiva 1 LE MALATTIE INFETTIVE Le malattie infettive

Dettagli

Dott. G. K. de Toffoli

Dott. G. K. de Toffoli Anomalie dell apparato urinario Dott. Giuseppe Konishi de Toffoli Dott. G. K. de Toffoli Università degli Studi di Padova - Facoltà di Medicina e Chirurgia Dipartimento di Scienze Ginecologiche e della

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA INFERMIERISTICA PEDIATRICA

CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA INFERMIERISTICA PEDIATRICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Università degli Studi di Brescia Dipartimento di Specialità medico chirurgiche, scienze radiologiche e sanità pubblica CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA INFERMIERISTICA

Dettagli

Alcune domande ed alcune risposte per chi desidera saperne di più

Alcune domande ed alcune risposte per chi desidera saperne di più Alcune domande ed alcune risposte per chi desidera saperne di più Dott. Gustavo Boemi U.O.C. Ginecologia e Ostetricia. P.O. Garibaldi Nesima. Catania. Specialista in Ginecologia e Ostetricia. Università

Dettagli

ADATTAMENTO DEL NEONATO ALLA VITA EXTRAUTERINA

ADATTAMENTO DEL NEONATO ALLA VITA EXTRAUTERINA ADATTAMENTO DEL NEONATO ALLA VITA EXTRAUTERINA U.O.C. di NEONATOLOGIA E TERAPIA INTENSIVA NEONATALE DIRETTORE: DOTT. FRANCESCO LOMBARDO OSPEDALE UMBERTO I - SIRACUSA ADATTAMENTO NEONATALE Per adattamento

Dettagli

Indice generale. Unità 1. Introduzione all assistenza in area materno-infantile 1. 1 La donna, la famiglia, la comunità e la salute 3

Indice generale. Unità 1. Introduzione all assistenza in area materno-infantile 1. 1 La donna, la famiglia, la comunità e la salute 3 Indice generale Indice dei riferimenti on-line Prefazione alla seconda edizione Autori e collaboratori Unità 1 XIII XVII XXIII Introduzione all assistenza in area materno-infantile 1 1 La donna, la famiglia,

Dettagli

VALUTAZIONE E STRATIFICAZIONE DEL PROFILO DI RISCHIO DEL DEL MEDICO DI FAMIGLIA

VALUTAZIONE E STRATIFICAZIONE DEL PROFILO DI RISCHIO DEL DEL MEDICO DI FAMIGLIA VALUTAZIONE E STRATIFICAZIONE DEL PROFILO DI RISCHIO DEL PAZIENTE IPERTESO NELLO STUDIO DEL MEDICO DI FAMIGLIA Traduzione Pratica Ho idea del livello di rischio cardiovascolare del paziente iperteso che

Dettagli

S.C. PEDIATRIA / NEONATOLOGIA

S.C. PEDIATRIA / NEONATOLOGIA S.C. PEDIATRIA / NEONATOLOGIA Direttore Dott. Cesare ARIONI INFORMAZIONI PER L UTENTE Ospedale Beauregard Reparto di Patologia Neonatale e Terapia Intensiva Tel. 0165/545476 Aosta CARI GENITORI, sappiamo

Dettagli

DRG s: risposta compatibile con la medicina della complessità? Anna Micaela Ciarrapico Università di Roma Tor Vergata

DRG s: risposta compatibile con la medicina della complessità? Anna Micaela Ciarrapico Università di Roma Tor Vergata DRG s: risposta compatibile con la medicina della complessità? Anna Micaela Ciarrapico Università di Roma Tor Vergata DRG s Metodo adeguato di valutazione, valorizzazione e gestione della complessità??

Dettagli

IL TERZO TRIMESTRE: NON SOLO BIOMETRIA

IL TERZO TRIMESTRE: NON SOLO BIOMETRIA IL TERZO TRIMESTRE: NON SOLO BIOMETRIA Rosita Fratto Ecografia nel III trimestre : FINALITA Valutazione della crescita fetale Presentazione fetale Inserzione placentare Valutazione indici biofisici materno-fetali

Dettagli

PROBLEMI NEONATALI INTRODUZIONE

PROBLEMI NEONATALI INTRODUZIONE PROBLEMI NEONATALI INTRODUZIONE PROBLEMI NEONATALI La qualità dell assistenza offerta dal Pediatra di Libera Scelta (PLS), con particolare riferimento alla corretta presa in carico del neonato e della

Dettagli

Malformazioni fetali

Malformazioni fetali Malformazioni fetali Indagine morfologica precoce Via transaddominale Sonde a elevata risoluzione Via transvaginale Epoca gestazionale 11-14 settimane Translucenza nucale Indagine morfologica precoce Strutture

Dettagli

PRESENTAZIONE PODALICA

PRESENTAZIONE PODALICA 1 2 3 INDICE 4 PRESENTAZIONE PODALICA 4% delle gravidanze a termine (CeDAP 2008) Nel 2000 è stato pubblicato un Trial multicentrico randomizzato internazionale (Term Breech trial) che ha dimostrato che

Dettagli

CAPITOLO 5 LA MORTALITA EVITABILE

CAPITOLO 5 LA MORTALITA EVITABILE CAPITOLO 5 LA MORTALITA EVITABILE CAP 5 LA MORTALITA EVITABILE 5.1 LA MORTALITA EVITABILE PER TIPOLOGIA D INTERVENTO In accordo con quanto indicato dalla letteratura internazionale più recente e accreditata,

Dettagli

Follow up eta à pediatrica. Anna Cereda roberto panceri

Follow up eta à pediatrica. Anna Cereda roberto panceri Follow up eta à pediatrica Anna Cereda roberto panceri follow up=seguire occuparsi dei bisogni del bambino nel corso della sua crescita bisogni di un bambino cdls bisogni comuni a tutti i bambini bisogni

Dettagli

DIABETE MELLITO. Organi danneggiati in corso di diabete mellito INSULINA

DIABETE MELLITO. Organi danneggiati in corso di diabete mellito INSULINA DIABETE MELLITO Il diabete mellito è la più comune malattia endocrina: 1-2% della popolazione E caratterizzato da : -alterazione del metabolismo del glucosio -danni a diversi organi Complicanze acute:

Dettagli

Patogenesi e manifestazioni cliniche della rosolia

Patogenesi e manifestazioni cliniche della rosolia Patogenesi e manifestazioni cliniche della rosolia Rosolia (Compendio delle malattie dei bambini G Steiner, Vallardi ed, 1877 pagg 423-4) Si dà il nome di rosolia a quell esantema acuto indipendente, per

Dettagli

La Calcolosi Urinaria

La Calcolosi Urinaria La Calcolosi Urinaria le calcolosi più frequenti sono a contenuto calcico ( 5-10% ) CALCIO FOSFATO ( 70-80% ): OSSALATO quelle meno frequenti sono: STRUVITE: associati a infezione urinaria (5-10%) ACIDO

Dettagli

Corso Integrato di Medicina clinica specialistica II

Corso Integrato di Medicina clinica specialistica II Corso Integrato di Medicina clinica specialistica II Cordinatore del Corso Integrato: Prof. Claudio Pignata Insegnamenti (SSD) Docenti: MED/33 Malattie apparato locomotore BIO/14 Farmacologia MED/38 Pediatria

Dettagli

L ipertensione arteriosa nell adolescente

L ipertensione arteriosa nell adolescente L ipertensione arteriosa nell adolescente PD Dr. med. Giacomo D. Simonetti Einheit für pädiatrische Nephrologie 2 Road Map 1. Introduzione lo sviluppo della pressione arteriosa nel bambino, definizione

Dettagli

Tetralogia di Fallot

Tetralogia di Fallot Tetralogia di Fallot Mortalità 0-5% - sindromici,, anomalie associate Reinterventi 10% (?) - Insufficienza polmonare - Stenosi residue / ricorrenti - DIV residuo - Endocarditi - Aritmie (blocco AV 2%)

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Radiazioni e gravidanza

Radiazioni e gravidanza Treviso 24.11.2011 Radiazioni e gravidanza G.Bracalente gbracalente@ulss.tv.it Unita Operativa Semplice DIAGNOSI PRENATALE ED ECOGRAFIA OSTETRICA Dir. Dott.ssa G.Bracalente Unità Operativa Complessa GINECOLOGIA

Dettagli

Difetti genetici(14) Sebbene l agenesia sacrale è sporadica e comunemente correlata al diabete materno, in letteratura, è stata riportata anche una

Difetti genetici(14) Sebbene l agenesia sacrale è sporadica e comunemente correlata al diabete materno, in letteratura, è stata riportata anche una Agenesia del sacro Dr.ssa Roberta Granese Dipartimento di Scienze Ginecologiche,Ostetriche e Medicina della Riproduzione,Policlinico Universitario "G. Martino", Messina, Italia. Introduzione: Nel 1852,

Dettagli

Nutrizione enterale del bambino critico

Nutrizione enterale del bambino critico Nutrizione enterale del bambino critico U.O.C. di neonatologia e T.I.N. A.O. G.Rummo Benevento Gaetano di Manso Università degli Studi di Roma La Sapienza Master di II livello in Terapia Intensiva Neonatale

Dettagli

INTRODUZIONE. Capitolo 2 Anatomia della pelvi femminile Genitali esterni Genitali interni Test di autovalutazione

INTRODUZIONE. Capitolo 2 Anatomia della pelvi femminile Genitali esterni Genitali interni Test di autovalutazione INTRODUZIONE Capitolo 1 Anamnesi e visita ginecologica Anamnesi ostetrico-ginecologica Visita ginecologica Visita ostetrica Esami diagnostici strumentali Capitolo 2 Anatomia della pelvi femminile Genitali

Dettagli

Azienda USL Valle d Aosta. Informazioni ostetriche sul. Parto Cesareo

Azienda USL Valle d Aosta. Informazioni ostetriche sul. Parto Cesareo Azienda USL Valle d Aosta Informazioni ostetriche sul Parto Cesareo Informazioni ostetriche sul Parto Cesareo In Italia e in Valle d Aosta, il parto cesareo (PC) riguarda ormai un caso di parto su tre.

Dettagli

CONNOTAZIONI SOCIO-SANITARIE DELLE MALATTIE RARE. Anna Maria Guadagni. Consiglio Direttivo dell Associazione Onlus Giuseppe Dossetti: i Valori

CONNOTAZIONI SOCIO-SANITARIE DELLE MALATTIE RARE. Anna Maria Guadagni. Consiglio Direttivo dell Associazione Onlus Giuseppe Dossetti: i Valori CONNOTAZIONI SOCIO-SANITARIE DELLE MALATTIE RARE Anna Maria Guadagni Consiglio Direttivo dell Associazione Onlus Giuseppe Dossetti: i Valori Malattie Rare e Disabilità Prima Giornata Europea delle Malattie

Dettagli

L a G a t s ros o c s h c i h si D tt t. t ssa a A. De D e La L zzari

L a G a t s ros o c s h c i h si D tt t. t ssa a A. De D e La L zzari Università degli Studi di Padova Dipartimento di Scienze Ginecologiche e della Riproduzione Umana Scuola di Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia Direttore Prof. Giovanni Battista Nardelli La Gastroschisi

Dettagli

Università degli studi di Genova. Scuola di Scienze mediche e farmaceutiche. Corso di Laurea in Fisioterapia. Corso Integrato:

Università degli studi di Genova. Scuola di Scienze mediche e farmaceutiche. Corso di Laurea in Fisioterapia. Corso Integrato: Università degli studi di Genova Scuola di Scienze mediche e farmaceutiche Corso di Laurea in Fisioterapia Corso Integrato: Medicina materno-infantile Il Corso Integrato di Medicina materno-infantile comprende

Dettagli

Medicina materno-infantile

Medicina materno-infantile Università degli studi di Genova Scuola di Scienze mediche e farmaceutiche Corso di Laurea in Fisioterapia Corso Integrato: Medicina materno-infantile Il Corso Integrato di Medicina materno-infantile comprende

Dettagli

www.ecocardiografiaveterinaria.it www.clinicaveterinariagransasso.it

www.ecocardiografiaveterinaria.it www.clinicaveterinariagransasso.it Stenosi polmonare www.ecocardiografiaveterinaria.it www.clinicaveterinariagransasso.it Arteria polmonare L arteria polmonare è il vaso sanguigno che porta il sangue dal ventricolo destro ai polmoni dove

Dettagli

L esame morfologico precoce: mito o realtà? Silvia Sansavini

L esame morfologico precoce: mito o realtà? Silvia Sansavini L esame morfologico precoce: mito o realtà? Silvia Sansavini L esame morfologico precoce: mito o realtà? Silvia Sansavini Modena 29 marzo 2012 Ecografia del I trimestre: 11-14 w Ecografia nel I trimestre

Dettagli

PATOLOGIE IN ETA PRENATALE

PATOLOGIE IN ETA PRENATALE PATOLOGIE IN ETA PRENATALE PREMATURITA La WHO definisce il parto pretermine come il parto che avviene prima delle 37 settimane di gravidanza 6-10% dei parti sono pretermine ma di questi 50% > 35 settimane.

Dettagli

Assistenza al neonato in ipotermia

Assistenza al neonato in ipotermia Assistenza al neonato in ipotermia Laura Brombin Sabrina Gibin NEONATO CON ENCEFALOPATIA IPOSSICO ISCHEMICA AFISSIA PERINATALE è un evento raro ( 3-5 neonati / 1.000 nati vivi ) Conseguenze su vari organi

Dettagli

INDICE. Aspetti generali dell assistenza infermieristica in area materno-infantile

INDICE. Aspetti generali dell assistenza infermieristica in area materno-infantile Autori Presentazione XI XIV PARTE PRIMA Aspetti generali dell assistenza infermieristica in area materno-infantile capitolo 1 QUADRO TEORICO CONCETTUALE DELL INFERMIERISTICA 3 Danilo Cenerelli La disciplina

Dettagli

ALLEGATO 1 - II parte

ALLEGATO 1 - II parte CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE - ICD-9-CM MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL Codice Definizione di malattia Codice esenzione 394 MALATTIE DELLA

Dettagli

La rosolia nella donna in gravidanza

La rosolia nella donna in gravidanza Corso di aggiornamento obbligatoria Arezzo, 16/06/2007 La rosolia nella donna in gravidanza Dott. Ario Joghtapour Specialista in Ginecologia e Ostetricia e Fisiopatologia della Riproduzione Dott. Francesco

Dettagli

Dr.ssa IVANA ALGERI IL LIQUIDO AMNIOTICO

Dr.ssa IVANA ALGERI IL LIQUIDO AMNIOTICO Dr.ssa IVANA ALGERI IL LIQUIDO AMNIOTICO CONGRESSO REGIONALE AOGOI 25/26/27 MARZO 2010 OLIGOIDRAMNIOS OLIGOIDRAMNIOS Liquido amniotico Compartimento/Distretto dinamico in continua e stretta correlazione

Dettagli

Capitolo 5_d URGENZE MEDICHE ADULTO

Capitolo 5_d URGENZE MEDICHE ADULTO Capitolo 5_d URGENZE MEDICHE ADULTO 1 OBIETTIVI RICONOSCERE LE PRINCIPALI PATOLOGIE NEUROLOGICHE CHE PROVOCANO ALTERAZIONI DELLA COSCIENZA IDENTIFICARE I SEGNI E SINTOMI DI: SINCOPE, CONVULSIONI, MENINGITE,

Dettagli

1) Docente, dal 1985, del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia. Aspetti della patologia fetale in gravidanza.

1) Docente, dal 1985, del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia. Aspetti della patologia fetale in gravidanza. 1) Docente, dal 1985, del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia. Aspetti della patologia fetale in gravidanza. 2) Docente, dal 1995, della Scuola di Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia. - Diagnosi

Dettagli

La dimissione dei neonati piccoli dall ospedale: raccomandazioni. Dr Elsa Buffone Dr Chiara Protano UOC Neonatologia, AO S.

La dimissione dei neonati piccoli dall ospedale: raccomandazioni. Dr Elsa Buffone Dr Chiara Protano UOC Neonatologia, AO S. La dimissione dei neonati piccoli dall ospedale: raccomandazioni Dr Elsa Buffone Dr Chiara Protano UOC Neonatologia, AO S. Camillo Forlanini Epidemiologia MODERATE PRETERM = tra la 32 e la 33 settimana

Dettagli

DEFINIZIONE. L annegamento è una sindrome asfittica

DEFINIZIONE. L annegamento è una sindrome asfittica SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA ANNEGAMENTO PROF.SSA A. SCAFURO DEFINIZIONE L annegamento è una sindrome asfittica caratterizzata t dall alterazione lt degli scambi

Dettagli

INSUFFICIENZA RENALE ACUTA

INSUFFICIENZA RENALE ACUTA - alterazione funzione renale con quadro clinico molto vario da muto a gravissimo - patogenesi varia, distinta in tre forme: 1. pre-renale (funzionale) 2. renale (organica) 3. post-renale (ostruttiva)

Dettagli

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO 1. Definizione 2. Classificazione 2.1. Diabete mellito di tipo 1 2.2. Diabete mellito di tipo 2 2.3. Diabete gestazionale 2.4. Altre forme di diabete 2.5.

Dettagli

Convenzione sulle diagnosi e i codici di diagnosi

Convenzione sulle diagnosi e i codici di diagnosi Versione 27.03.02 Allegato 4 Convenzione sulle diagnosi e i codici di diagnosi Sulla base dell'art. 9, cpv. 7, lett. g del contratto base TARMED del 27.03.02, dell'art. 42 LAMal e dell'art. 59 OAMal, le

Dettagli

Sezione Ticino. Gravidanza

Sezione Ticino. Gravidanza Sezione Ticino Gravidanza Una gravidanza normale dura circa 40 settimane ovvero 280 giorni dal primo giorno dell ultima mestruazione. Si considera a termine un bambino nato tra 37+0 e 41+6 e viene considerato

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI Cognome. Nome. Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica. Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale

INFORMAZIONI PERSONALI Cognome. Nome. Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica. Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome COLOMBO Nome GIOVANNI Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale Giovanni.colombo2@crs.lombardia.it telefono 029682495 TITOLI DI

Dettagli

gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno

gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno Quando il primo bambino al mondo rise per la prima volta, il suo riso si ruppe in mille frammenti che se ne andarono saltando tutto intorno.

Dettagli

Obiettivi. Identificare le emergenze ostetrico/ ginecologiche. Assistere la donna durante la fase di travaglio e parto fisiologico

Obiettivi. Identificare le emergenze ostetrico/ ginecologiche. Assistere la donna durante la fase di travaglio e parto fisiologico CAPITOLO 6 Obiettivi Identificare le emergenze ostetrico/ ginecologiche Assistere la donna durante la fase di travaglio e parto fisiologico Assistere il neonato Assistere la donna con complicanze da parto

Dettagli

( ) %'!"#$%!&'(!)*%%+!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 0 # $, $%!-'(!)"$& +1 (( (!)*%%!"(!!($%!&(

( ) %'!#$%!&'(!)*%%+!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 0 # $, $%!-'(!)$& +1 (( (!)*%%!(!!($%!&( !"##"$!"#!" %&#' ) %'!"#$%!&'!)*%%+!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 0 # $, $%!-'!)"$& +1!)*%%!"!!$%!&!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 2 & * ## $! #!"! "!""!+"&#,-!&! 1/3 4#56!7#5 # 8 1#/ 3 ' *,,!9%"$%!- 8 / #8,*)$!*:$9%"$%!-'

Dettagli

Allegato 1 Drg ad Ato rischio di non appropriatezza in regime di degenza ordinaria/dh e tariffe Day Service. 1 C 006 Decompressione del tunnel carpale

Allegato 1 Drg ad Ato rischio di non appropriatezza in regime di degenza ordinaria/dh e tariffe Day Service. 1 C 006 Decompressione del tunnel carpale Allegato 1 Drg ad Ato rischio di non appropriatezza in regime di degenza ordinaria/dh e tariffe Day Service mdc tipo 1 C 006 Decompressione del tunnel carpale 588,63 5% 1 C Interventi su nervi periferici

Dettagli

può l attività fisica essere considerata un valido strumento sulla via per raggiungere questo obbiettivo?

può l attività fisica essere considerata un valido strumento sulla via per raggiungere questo obbiettivo? Nel 1989 la dichiarazione di Saint Vincent indicava come obiettivo quello di portare la mortalità e morbilità perinatale dei bambini nati da madre con diabete allo stesso livello di quelli nati da mamme

Dettagli

IIS SELLA AALTO LAGRANGE. Sezione associata L.Lagrange. a.s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE DI IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA CLASSI QUINTE SOCIALI

IIS SELLA AALTO LAGRANGE. Sezione associata L.Lagrange. a.s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE DI IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA CLASSI QUINTE SOCIALI IIS SELLA AALTO LAGRANGE Sezione associata L.Lagrange a.s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE DI IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA CLASSI QUINTE SOCIALI DOCENTE: BENVENUTI CLASSI: 5R, 5S SCANSIONE DEI CONTENUTI

Dettagli

PRESENTAZIONE INFORMAZIONI GENERALI DELL U.O. Numero annuale nuovi nati anno 2010: circa 1000 Tasso di mortalità neonatale annuale: anno 2010 = 0

PRESENTAZIONE INFORMAZIONI GENERALI DELL U.O. Numero annuale nuovi nati anno 2010: circa 1000 Tasso di mortalità neonatale annuale: anno 2010 = 0 1 PRESENTAZIONE Il settore di Neonatologia dell U. O. C. di Pediatria dell Ospedale di Vibo Valentia attualmente è rappresentato dal Nido. In questa struttura si accolgono tutti i nati sani all interno

Dettagli

Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Scienze Ginecologiche, Ostetriche e della Riproduzione. L. Cobellis.

Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Scienze Ginecologiche, Ostetriche e della Riproduzione. L. Cobellis. Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Scienze Ginecologiche, Ostetriche e della Riproduzione L. Cobellis IUGR: definizione IUGR: Un feto non in grado di raggiungere il suo potenziale

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM PIANO DIDDATICO DEL MASTER IN CHIRURGIA TROPICALE E DELLE EMERGENZE UMANITARIE. A.A. 00-0 Denominazione Moduli Denominazione insegnamenti ORE di didattica frontale per insegnamento CFU tot. Per modulo

Dettagli

L ELETTROCARDIOGRAMMA IN ETA PEDIATRICA

L ELETTROCARDIOGRAMMA IN ETA PEDIATRICA L ELETTROCARDIOGRAMMA IN ETA PEDIATRICA CORSO INFERMIERI 30 NOVEMBRE - 2013 ENNA DR LUIGI RUSSO COME PUOI DESCRIVERE A PAROLE L ANATOMIA DEL CUORE SENZA RIEMPIRE UN LIBRO INTERO? ANCORA, PIU DETTAGLI SCRIVI,

Dettagli

Unità Operativa Complessa NEFROLOGIA E DIALISI PEDIATRICA. Numeri di telefono per prenotare visite ed esami

Unità Operativa Complessa NEFROLOGIA E DIALISI PEDIATRICA. Numeri di telefono per prenotare visite ed esami Unità Operativa Complessa NEFROLOGIA E DIALISI PEDIATRICA Numeri di telefono per prenotare visite ed esami Attività sanitaria Descrizione L équipe sanitaria multidisciplinare, composta da 6 medici strutturati,

Dettagli

A seguito della nota del D.G. prot. n 0039201 del 05/07/2011 si comunica che le elaborazioni di seguito riportate fanno riferimento all estrazione

A seguito della nota del D.G. prot. n 0039201 del 05/07/2011 si comunica che le elaborazioni di seguito riportate fanno riferimento all estrazione A seguito della nota del D.G. prot. n 0039201 del 05/07/2011 si comunica che le elaborazioni di seguito riportate fanno riferimento all estrazione dei dati concordata al16/07/2011. IL PESO EDIO DEI D.R.G.

Dettagli

Principali patologie renali -Pielonefrite acuta e cronica -Glomerulonefrite acuta e cronica -Sindrome nefrosica -Insufficienza renale reversibile e irreversibile -Calcolosi renale Pielonefrite acuta Da

Dettagli

La sincope: Modalità di codifica

La sincope: Modalità di codifica GIAC Volume 6 Numero 3 Settembre 2003 NOTE DI ECONOMIA SANITARIA La sincope: Modalità di codifica a cura di AIAC e Medtronic G Ital Aritmol Cardiostim 2003;3:152-157 S econdo il recente accordo Stato-Regioni,

Dettagli

Corso di Laurea in FISIOTERAPIA

Corso di Laurea in FISIOTERAPIA Disciplina: MEDICINA INTERNA Docente: Prof. Alessandro SQUIZZATO Scopo del corso è la trattazione sistematica delle più comuni patologie della Medicina Interna e delle sue principali Specializzazioni.

Dettagli

Il ruolo del Pediatra di Famiglia nei nati da madre diabetica. Dottor Roberto Cionini

Il ruolo del Pediatra di Famiglia nei nati da madre diabetica. Dottor Roberto Cionini Il ruolo del Pediatra di Famiglia nei nati da madre diabetica Dottor Roberto Cionini A cosa deve fare attenzione il Pediatra di Famiglia in un bambino nato da madre diabetica. ANOMALIE NEL FETO INDOTTE

Dettagli

Manifestazioni cliniche della rosolia e della rosolia congenita

Manifestazioni cliniche della rosolia e della rosolia congenita Manifestazioni cliniche della rosolia e della rosolia congenita L. Chiandetti Dipartimento di Pediatria - Padova Corso Regionale sulla Rosolia Congenita e nuove strategie di Prevenzione Padova, 11 giugno

Dettagli

Il decalogo del diabetico. La Gravidanza

Il decalogo del diabetico. La Gravidanza G La Gravidanza Il diabete e le alterazioni del metabolismo glucidico in gravidanza possono essere preesistenti alla gravidanza (diabete pregravidico: diabete tipo 1, 2, ridotta tolleranza glucidica) o

Dettagli

Patologia infettiva oculare coesistente

Patologia infettiva oculare coesistente Azienda Ospedaliera Pediatrica SANTOBONO PAUSILIPON ANNUNZIATA S.S.D. Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi ed il Trattamento della Retinopatia della Prematurità Direttore dott. Salvatore Capobianco

Dettagli

Patologia infettiva oculare coesistente

Patologia infettiva oculare coesistente Azienda Ospedaliera Pediatrica SANTOBONO PAUSILIPON ANNUNZIATA S.S.D. Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi ed il Trattamento della Retinopatia della Prematurità Direttore dott. Salvatore Capobianco

Dettagli

La diagnosi di morte: la morte encefalica. Dr. Maurizio Cecconi A.O. San Giovanni Addolorata Roma, 12 Ottobre 2012

La diagnosi di morte: la morte encefalica. Dr. Maurizio Cecconi A.O. San Giovanni Addolorata Roma, 12 Ottobre 2012 La diagnosi di morte: la morte encefalica Dr. A.O. San Giovanni Addolorata Roma, 12 Ottobre 2012 Premessa indispensabile per poter parlare di prelievi d organo a scopo di trapianto è il concetto di morte

Dettagli

PUERICULTURA = sviluppo del = bambino Scienza che studia la crescita e lo sviluppo del

PUERICULTURA = sviluppo del = bambino Scienza che studia la crescita e lo sviluppo del PUERICULTURA = Scienza che PUERICULTURA studia la crescita e lo sviluppo del = bambino Scienza che studia la crescita e lo sviluppo del Oggetto: studio delle condizioni che favoriscono la migliore realizzazione

Dettagli

Scritto da andrea Domenica 23 Gennaio 2011 12:35 - Ultimo aggiornamento Domenica 08 Gennaio 2012 16:49

Scritto da andrea Domenica 23 Gennaio 2011 12:35 - Ultimo aggiornamento Domenica 08 Gennaio 2012 16:49 FERTILITA, GRAVIDANZA E CELIACHIA 4. Malattia celiaca,aborto spontaneo,peso alla nascita e lattazione Le Alterazioni riproduttive più frequentemente riscontrate nelle donne affette da Malattia Celiaca

Dettagli

Cause di malattia Genetiche:

Cause di malattia Genetiche: omeostasi Cause di malattia Genetiche: relativamente poche e derivano da alterazioni a carico di uno o più geni. Esempio: sindrome di Down (dovuta a trisomia del cromosoma 21); sindrome di Turner (dovuta

Dettagli

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 9 GHIANDOLE SESSUALI (SECONDA PARTE)

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 9 GHIANDOLE SESSUALI (SECONDA PARTE) ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 9 GHIANDOLE SESSUALI (SECONDA PARTE) ORMONI FEMMINILI Altri effetti Gli estrogeni hanno inoltre importanti effetti metabolici: ad alte concentrazioni riducono

Dettagli

MALATTIE DELL APPARATO URINARIO

MALATTIE DELL APPARATO URINARIO MALATTIE DELL APPARATO URINARIO Diuresi = quantità di urina emessa nelle 24ore (1500 ml) Sintomi e segni legati all apparato urinario: - Ematuria = sangue nelle urine - piuria = pus nelle urine - oliguria

Dettagli

Alterazioni equilibrio acidobase

Alterazioni equilibrio acidobase Alterazioni equilibrio acidobase In base all equazione di HendersonHasselbalch ph = pk+ log [HCO 3 ] [CO 2 ] Acidosi: rapporto HCO 3 /CO 2 ph. Se diminuzione dipende da: HCO 3 acidosi metabolica (nonrespiratoria)

Dettagli

OFFERTA SERVIZI. Servizi Sanitari Ospedalieri. Assistenza Primaria

OFFERTA SERVIZI. Servizi Sanitari Ospedalieri. Assistenza Primaria OFFERTA SERVIZI Servizi Sanitari Ospedalieri Questi servizi vengono resi all interno del Presidio Ospedaliero di Bobbio e si declinano in: primo intervento urgente valutazioni diagnostico specialistiche

Dettagli

Protocollo Operativo per la Gestione del neonato ipoglicemico PO.PED.01. REFERENTI DEL DOCUMENTO Giovanni Danesi,.

Protocollo Operativo per la Gestione del neonato ipoglicemico PO.PED.01. REFERENTI DEL DOCUMENTO Giovanni Danesi,. Pag.: 1 di 7 Protocollo Operativo per la gestione del neonato ipoglicemico REFERENTI DEL DOCUMENTO Giovanni Danesi,. Indice delle revisioni Codice Documento Revisione N Data nuova emissione Doc. sostituiti

Dettagli

Presentazione. Strategie europee contro il cancro 3

Presentazione. Strategie europee contro il cancro 3 00_carpanelli_ok 9-09-2002 16:52 Pagina V Autori Presentazione XI XVII MODULO 1 Epidemiologia, prevenzione e ricerca 1 Strategie europee contro il cancro 3 Il quinto programma quadro 3 Il programma qualità

Dettagli

ANALGESIA ED ANESTESIA OSTETRICA. Teresa Giusto

ANALGESIA ED ANESTESIA OSTETRICA. Teresa Giusto ANALGESIA ED ANESTESIA OSTETRICA Teresa Giusto La scelta dell anestesia loco-regionale nel taglio cesareo è influenzata da diversi fattori: poiché non esercita un azione depressiva sul nascituro rende

Dettagli

Corso di Laurea in INFERMIERISTICA

Corso di Laurea in INFERMIERISTICA Disciplina: MALATTIE INFETTIVE Docente: Prof. Paolo GROSSI Varese Prof. Luigi PUSTERLA Como Prof.ssa Claudia Giuseppina ZEROLI Busto Arsizio Modalità di diffusione delle malattie infettive: trasmissione

Dettagli

L origine della vita si ha nell incontro tra due cellule specializzate: uno Spermatozoo (Maschile) e un Ovulo (Femminile), chiamati Gameti

L origine della vita si ha nell incontro tra due cellule specializzate: uno Spermatozoo (Maschile) e un Ovulo (Femminile), chiamati Gameti L origine della vita si ha nell incontro tra due cellule specializzate: uno Spermatozoo (Maschile) e un Ovulo (Femminile), chiamati Gameti L ovulo prima del concepimento: solo uno di questi spermatozoi

Dettagli

Corso di Primo Soccorso. Dolore. Gonfiore. Turgore. Calore. Funzione lesa. Corso di Primo Soccorso. contrazione in eccentrica

Corso di Primo Soccorso. Dolore. Gonfiore. Turgore. Calore. Funzione lesa. Corso di Primo Soccorso. contrazione in eccentrica Patologie dell apparato locomotore Traumatologia Traumatologia Ossa Fratture Definizioni Per trauma si intende una lesione fisica di natura violenta che si manifesta in maniera più o meno improvvisa. Articolazioni

Dettagli

AGGIORNAMENTO IN GINECOLOGIA PEDIATRICA: LA VISITA GINECOLOGICA. Peschiera del Garda (VR) 24 gennaio 2009

AGGIORNAMENTO IN GINECOLOGIA PEDIATRICA: LA VISITA GINECOLOGICA. Peschiera del Garda (VR) 24 gennaio 2009 AGGIORNAMENTO IN GINECOLOGIA PEDIATRICA: LA VISITA GINECOLOGICA Peschiera del Garda (VR) 24 gennaio 2009 MALFORMAZIONI UTERO- VAGINALI E A. D ALESSIO CHIRURGIA PEDIATRICA LEGNANO (MI) Caso clinico 1 S.S.,

Dettagli

Principi di Chirurgia Pediatrica ed Infantile

Principi di Chirurgia Pediatrica ed Infantile Prof. Claudio Spinelli Direttore Cattedra di Chirurgia Pediatrica ed Infantile Scuola di Specializzazione in Chirurgia Pediatrica Università di Pisa Principi di Chirurgia Pediatrica ed Infantile presentazione

Dettagli