Ermeneutica dell Espressione Sportiva Progetto EdES

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ermeneutica dell Espressione Sportiva Progetto EdES"

Transcript

1 Saggistica Aracne

2 Ermeneutica dell Espressione Sportiva Progetto EdES

3 Paolo Marchesini Il Precettore Sportivo Libro II: Principii di Metodo (Testo metodologico) Prefazione di Roberto Busa SJ Presentazione di Roberta Baldi

4 Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. via Raffaele Garofalo, 133/A B Roma (06) ISBN I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento anche parziale, con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i Paesi. Non sono assolutamente consentite le fotocopie senza il permesso scritto dell Editore. I edizione: febbraio 2013

5 A Giovanni, Carla, Alberto, Davide con indissolubile sentimento ed immensa riconoscenza A Padre Roberto Busa con sconfinata e intramontabile ammirazione A Tazio Roversi con commossa gratitudine.

6

7 L educazione non si fonda su di un fatto di scienza (ossia l uso di un solo capitolo della realtà) bensì su di un atto di sapienza (ovvero il senso di tutto il libro della realtà) e richiede pertanto un approccio operativo eminentemente interdisciplinare. La naturale predisposizione dell uomo all universalità non a caso inscritta nel significato stesso della parola io spiritus cui si da nome persona ne è ad un tempo alfabeto, vocabolario ed enciclopedia. (da un intervista radiofonica dell Autore)

8

9 Prefazione di ROBERTO BUSA SJ Al corpus scritto de Il Precettore Sportivo (Compendio) Non sono mai stato uno sportivo. Da ragazzo mai ho giocato bene a pallone: quando ero necessario per salvare il numero, le due squadre facevano a pari e dispari per decidere chi dovesse sopportarmi. In compenso, oltre a grandi camminate sulle Alpi fino alle cime del Cevedale che passa i 4000 metri andavo bene sui libri, prima per forza di memoria e più tardi per forza di metodo. E così i miei sport furono, e sono, soltanto quattro: filosofia, teologia, linguistica e informatica. Delle migliaia di libri non so quante ne lessi e quante ne studiai; di quelli che scrissi, so che tra 102 volumi e 445 articoli al Settembre di questo 2008 sono 547, in sedici lingue, di complessive pagine né una più né una meno... Perciò dapprima recalcitrai all invito di prefare questo volume: ma poi per l antica amicizia e stima verso la famiglia dell Autore, cedetti e accettai, pur confessando qui che di attività sportive mai ne feci né mi riuscì di provarne interesse. Ma quando aprii il libro, mi trovai di fronte a un vero trattato di filosofia, di etica e di scienza della espressione sportiva e conseguentemente dell educazione a essa. La qualità di questo scritto presenta misure che mi stupirono, tanto più che conoscendo bene l Autore so che esso 9

10 10 Prefazione nacque non da lettura bensì da solo quel libro originario che è la realtà delle partite di calcio. Paolo Marchesini, nato nel 1972 a Bologna, era entrato precocemente nella categoria professionistica dei calciatori, ma quando dal 1990 una serie d incidenti di gioco gli guastò entrambe le ginocchia, rimase e rimane sul campo soprattutto nelle sue esperienze all estero non più soltanto come giocatore, bensì anche come un analizzatore acuto e sorprendente dei comportamenti nel gioco dei suoi colleghi. Quindi il libro è genuinissimo, tanto più in quanto è originale, e sbocciato dalla sola osservazione vissuta ed esperienziale su realtà di fatti: a documentarlo senza considerare il notevole Trattato di Introduzione bastano i soli Principii di Metodo o la sola Didattica di Programma che arricchiscono il Compendio. E chi negli indici ammirasse anche solo la struttura dei titoli degli argomenti e dei loro rimandi finali alle esercitazioni, si renderebbe subito conto che il testo è frutto d una creatività classificatoria, intuitiva, penetrante e introspettiva, ossia in una parola intelligente, con dimensioni di intelligenza rare a incontrarsi tra la massa dei tanti che si occupano solamente delle fatiche del vivere. Tanto che l esergo di San Paolo sembrerebbe presentare l Autore come un profeta mandato dalla Provvidenza a parlarci chiaro, sui doveri morali, cui non badassimo più, in qualsiasi campo, compreso quello agonistico. La vitamina di base d ogni forma di attività e vitalità umana è la pietas, ovverosia quanto i nostri vecchi chiamavano il Santo timor di Dio tradotto molto spesso oggi appunto come i principii o come il ritorno alle proprie radici, con i suoi preziosi e pregevoli effetti. Sapienza e saggezza sono d altronde implicite e nascoste nel fatto universale degli allenamenti che precedono e preparano

11 Prefazione 11 le prestazioni sportive: per aumentare il proprio valore, occorre che l atleta si imponga regole, esercizi e diete, ossia una disciplina di umano auto-dominio. Nessun allenamento è infatti una comodità bensì una utilità ed una valorizzazione di sé: Cristo ne è il Maestro per crucem ad lucem. Marchesini dunque non è solo un ex atleta o un conoscitore dell ambiente calcistico, ma anche un loro ermeneuta, vale a dire interprete, che di ogni empirico fatto sportivo cerca le cause e, quando vi riscontri difetti, ne individua e ne esprime i rimedi. È cioè un filosofo non professionale, ma spontaneo, con una capacità nativa di capire ogni cosa e ogni evento che si chiama più sapienza che scienza, cercata con lo sforzo di ricostruirne il sistema di forze che lo mettono e tengono in essere. Fin dalle prime pagine del Compendio d altra parte Principio 1º L uomo-calciatore egli ri evidenzia l antica consapevolezza che anche lo sport, in quanto una delle espressioni dell uomo, trova le sue ultime radici e le sue supreme finalità in quell insieme di forze che chiamiamo persona, misterioso sistema di una moltitudine a non finire di io unici, eterni, irripetibili, espressioni e parole o per dir così manufatti unici, eterni, irripetibili, dell Essere Infinito cui diamo il nome sacro e amato di Dio. Stento a ritenere che Paolo Marchesini sia il primo che abbia affrontato un ermeneutica psicologica e filosofica dell espressione sportiva. Tuttavia risulta certo che pur senza previe informazioni altrui sull argomento egli ne ha distillato, decantato e quindi analizzato strutture, valori e definizioni, da ventennali esperienze personalmente vissute, che inoltre ha arricchito comparando le proprie con quelle di quanti altri egli abbia conosciuto averne avute analoghe. In tal senso il suo scrivere, sobrio e dignitoso, preferisce proprio perché cerca

12 Prefazione cause e rimedi la sintassi alla paratassi. E con ciò voglio dire che questo Compendio non può essere letto di corsa, bensì frenandosi a pensare passo passo su ogni frase. *** Concludo: questo libro è per tanti versi importante e duraturo. È infatti un opera di vero e proprio magistero educativo, che nell indicare una nuova frontiera dell educazione per ammirabile ampiezza, sapiente funzionalità ed innovativa strutturazione resterà valido anche con il passare dei decenni. Entrerà esso a far parte dei programmi di metodologia ed allenamento, non solo del calcio ma anche analogamente di tutti gli altri sport? Come? Risposte a questa domanda esistono già in esso. Ed è quanto gli auguriamo. Roberto Busa ( ) Gallarate, settembre Figura. Il dicembre il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi conferisce a Roberto Busa SJ il Cavalierato di Gran Croce dell Ordine della Repubblica

13 Esercitati nella pietà, perché l esercizio fisico è utile a poco, mentre la pietà è utile a tutto, portando con sé la promessa della vita presente e della vita futura. San Paolo, 1ª Lettera a Timoteo, cap. 4, vers. 7.

14

15 Indice 17 Presentazione di Roberta Baldi La copiosa semina di un pioniere dell educazione 26 Breve Memorandum 29 Principio 1 L uomo calciatore (ossia certezza vissuta abilità acquisita ) 33 Principio 2 Le 3 ma 4 componenti (ossia l autentico patrimonio dell individuo atleta) 39 Principio 3 La fondamentale differenza tra eseguire e discernere (ossia un gravissimo problema di contenuti ) 43 Principio 4 Dalla ridondanza alla sintesi (ossia procedendo per togliere non per aggiungere ) 49 Principio 5 Idee nuove ed esempi confortanti (ossia l approccio educativo che suscita un interesse reale) 55 Progetto EdES Origine, storia, sviluppo, prospettive, conclusioni (Indici sommario e articolato) 15

16

17 Presentazione di ROBERTA BALDI La copiosa semina di un pioniere dell educazione Il progresso della ricerca scientifica e l espansione dell applicazione tecnologica hanno inaugurato un epoca di forte impulso alle specializzazioni delle diverse competenze settoriali. Ad ogni livello conseguentemente ciò ha prodotto il moltiplicarsi di indirizzi disciplinari ed il proliferare di linguaggi specialistici che per certi versi soprattutto ove non filtrati complicano o parcellizzano l efficacia di tutte le fruibili agevolazioni necessarie all apprendimento. Per la scienza dell educazione tale tendenza comporta il rischio di smarrire le corrispondenze tra le assimilazioni del fare o dell avere ed i costitutivi dell essere, implicando il riscontrato pericolo che gli specialisti nel loro ruolo ignorino lo sviluppo complessivo dell azione educativa (si pensi per esempio in ambito sportivo all intensificazione precoce del gesto tecnico contrastante con la gradualità prevista in fisiologia o all inselvaggimento ultra agonistico del giocare contrastante con i doveri etico morali del vivere). Generalmente nel tentativo di tamponare a valle questo dannoso frazionamento, si cercano obiettivi trasversali a cui affidare la funzione di collante provvisorio, senza tener conto che a monte anche le agenzie educative di principale riferimento (la famiglia e la scuola in primis) agiscono sotto la spinta di interessi comunque di parte e quindi in nome di scelte non 17

18 18 Presentazione sempre condivise, ponendosi così da subito già di per sé stesse su posizioni di chiusa diffidenza o di aperto conflitto. Come porre rimedio dunque a tale vasta parcellizzazione devastante dal punto di vista educativo? Scienze quali la pedagogia, la psicologia e la sociologia, essendo da tempo alla ricerca di risposte a questo fondamentale quesito, riconoscono ormai universalmente nel paradigma gioco vita un irrinunciabile laboratorio di studio ed un favorevole terreno di incontro capace di fungere da passe par tout per le problematiche citate, ma a causa del rapporto ancora inadeguato tra gli ambienti sportivi e le scienze sociali, non ne sono scaturite finora valide proposte e concrete soluzioni. Lo sport infatti oltre a costituire uno dei sensori più potenti delle dinamiche umane, in virtù delle molteplici ricadute sui modelli comportamentali, sugli stili di vita o sull evoluzione dei consumi, rappresenta per gli studiosi quel fenomeno ideale di perfetta e stimolante polivalenza, da cui estrarre o nel quale testare principii metodologici per l educazione dalla garantita validità. Tuttavia, per il suo affermarsi come campo autonomo di sperimentazione e per il suo distinguersi come spazio esclusivo di potenzialità, rimane l oggetto del desiderio che tuttora non si riesce a far proprio. Perché? In virtù di che cosa? A causa di quali precise ed autentiche motivazioni? Circoscrivendo per esigenza di sintesi il problema al settore calcio (ma non astraendone affatto l origine delle cause che è comunemente riscontrabile nell universo vita) occorre riflettere sul lavoro svolto al suo interno anzitutto da pedagoghi e psicologi. Per un insieme di ragioni che svariano dall iper nozionismo all auto referenzialità, un numero cospicuo di questi professionisti trascura o comunque sacrifica la completezza valoriale

19 Presentazione 19 della pratica sportiva, considerandone invece esclusivamente alcune singole specificità. Nel corso degli anni pertanto e proprio in seguito all influsso esasperato delle specializzazioni, essa è stata ridotta ad una routine incentrata sull uso, sulle modalità, sulla misurazione, cosicché oggi viene pericolosamente sottoposta ad un indotto neo comportamentismo (lo studio cioè del soggetto come oggetto ) che separa il calciatore dall uomo, le regole dai valori, il gioco dalla vita. Ad essere perseguiti nella maggioranza dei casi insomma sono protocolli assistenziali specifici utili ad attività particolari della biopsiche, anziché programmi educativi complessivi necessari alla realtà globale della persona. Ne deriva che le evidenti difficoltà di un simile frastagliato scenario, non potranno esser risolte con iniziative minime o accademicamente titolate dall identica impronta monotematica, ma dovranno esser affrontate con progetti complessivi ed esemplarmente strutturati dall inedita ispirazione interdisciplinare. È qui che si distingue il criterio di lavoro sistematico inaugurato da Paolo Marchesini, il quale nel sommare la propria esperienza vissuta di atleta sia all osservazione laboriosa di vasti ambiti dell attuale mondo giovanile, che allo studio in presa diretta di molte delle diverse discipline sportive, ha prima scelto come presupposti su cui operare i valori umani, ha poi definito tempi, spazi e modi per codificarli all interno dell attività di allenamento stessa ed ha infine ideato, costituito e sperimentato l inedito ruolo di precettore sportivo, approdando così alla notevole sintesi di una proposta educativa universale: il Progetto EdES. Senza soffermarmi sul proprium del suo onnicomprensivo Compendio (di cui altre personalità del mondo scientifico anche di livello internazionale come l insigne umanista Roberto Busa previdero gli orizzonti e riconobbero le prospettive)

20 20 Presentazione completo quindi volentieri l impegno di presentarne il Libro II Principii di Metodo riassumendo i ricchi spunti innovativi proposti dal testo. Nel realizzare una metodologia per l educazione allo sport di riferimento per tutti, l Autore si propone di stabilire un ordine sistematico di ruoli e di funzioni mediante una reale Ermeneutica dell Espressione Sportiva 1 soddisfacendo con ciò un esigenza oggi improcrastinabile. Tuttora infatti la totale assenza di un canone metodologico non già paragonabile a questo (che unisce gioco a vita) ma anche solamente degno del suo scopo (la vera introduzione alla realtà), è tanto grave quanto è diffusa la dimenticanza del binomio educazione calcio. Basti pensare al problema dei tesserati ciclicamente ammoniti o espulsi per le stesse identiche lacune comportamentali, cui si risponde ormai da lustri solo a parole accampando l adozione di fantomatici protocolli educativi, che però essendo come detto appena pseudo assistenziali si rivelano nei fatti inutili e vani. La sola prospettazione di questi Principii di Metodo dunque (costituendo in campi scientifici così parcellizzati un atto coraggioso e in ambiti sportivi così refrattari una rara novità) assume di per sé un reale valore pionieristico proprio e soprattutto in senso fondativo. Coerentemente agli scopi di Marchesini pertanto la loro scansione logica, strutturata e sequenziale, rappresenta una profilassi metodologica estremamente innovativa, di cui il considerevole Breve Memorandum è ad un tempo didascalica anticipazione ed esemplare sintesi. 1. P. MARCHESINI, Il Precettore Sportivo (Libro I Trattato di Introduzione), Aracne editrice, Roma 2012, n (5ª 6ª riga), p. 31.

Alessandro Giosi Azione di governo e ruolo della contabilità pubblica nell Italia liberale e corporativa

Alessandro Giosi Azione di governo e ruolo della contabilità pubblica nell Italia liberale e corporativa A13 Alessandro Giosi Azione di governo e ruolo della contabilità pubblica nell Italia liberale e corporativa Copyright MMXII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele

Dettagli

Andrea Quintiliani L impresa di assicurazione

Andrea Quintiliani L impresa di assicurazione A13 Andrea Quintiliani L impresa di assicurazione Profili di rischio e di solvibilità Prefazione di Antonio Minguzzi Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it

Dettagli

La Chimica nella Scuola. a cura della

La Chimica nella Scuola. a cura della A03 La Chimica nella Scuola a cura della Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173 Roma (06) 93781065 ISBN 978-88-548-xxxx-x

Dettagli

Vito Di Gioia Il sito web come strumento di promo commercializzazione del prodotto turistico

Vito Di Gioia Il sito web come strumento di promo commercializzazione del prodotto turistico DIRITTO DI STAMPA 61 DIRITTO DI STAMPA Il diritto di stampa era quello che, nell università di un tempo, veniva a meritare l elaborato scritto di uno studente, anzitutto la tesi di laurea, di cui fosse

Dettagli

Marco Senatore Scambiare autonomia. Le motivazioni interiori come risorse per affrontare le crisi del nostro tempo

Marco Senatore Scambiare autonomia. Le motivazioni interiori come risorse per affrontare le crisi del nostro tempo Saggistica Aracne Marco Senatore Scambiare autonomia Le motivazioni interiori come risorse per affrontare le crisi del nostro tempo Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it

Dettagli

PSICOLOGIA CLINICA E PSICOTERAPIA

PSICOLOGIA CLINICA E PSICOTERAPIA PSICOLOGIA CLINICA E PSICOTERAPIA 23 Direttore Rosario DI SAURO Università degli Studi di Roma Tor Vergata Centro Ricerche e Interventi in Psicologia Applicata (Ce- RIPA) di Latina Scuola Internazionale

Dettagli

Introduzione al management in sanità

Introduzione al management in sanità A13 373 Marco Pauletto Franco Tartaglia Introduzione al management in sanità Organizzazione aziendale e psicologia del lavoro Copyright MMX ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it

Dettagli

Raffaele Fiorentino Il change management nei processi d integrazione tra aziende

Raffaele Fiorentino Il change management nei processi d integrazione tra aziende A13 Raffaele Fiorentino Il change management nei processi d integrazione tra aziende Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B

Dettagli

LA GINNASTICA ARTISTICA NEL XXI SECOLO

LA GINNASTICA ARTISTICA NEL XXI SECOLO Atti del Convegno Scientifico Nazionale LA GINNASTICA ARTISTICA NEL XXI SECOLO Dalla ricerca scientifica alla qualificazione olimpica 7 Dicembre 2007 Cittadella Universitaria Monserrato - Cagliari ARACNE

Dettagli

Il caso del Passante di Mestre

Il caso del Passante di Mestre A13 Luciano Bologna Schemi interpretativi per calmierare l entropia nel sistema di realizzazione delle opere pubbliche alla luce delle odierne tendenze di esternalizzazione Il caso del Passante di Mestre

Dettagli

La Collana si articolerà in tre sezioni:

La Collana si articolerà in tre sezioni: La Collana Incontro alla Vita costituisce una delle iniziative che la Fondazione Internazionale Il Giardino delle Rose Blu O.N.L.U.S. ha individuato come strumenti di sensibilizzazione, formazione e promozione

Dettagli

Manuela Repetto Creare e condividere conoscenze in gruppo

Manuela Repetto Creare e condividere conoscenze in gruppo Manuela Repetto Creare e condividere conoscenze in gruppo Un modello per l analisi delle interazioni in rete Prefazione di Guglielmo Trentin Copyright MMXII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

Le strategie competitive dell azienda nei mercati finanziari

Le strategie competitive dell azienda nei mercati finanziari Michele Galeotti Le strategie competitive dell azienda nei mercati finanziari ARACNE Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133 A/B

Dettagli

Manuela Massari Deborah Mola Valeria Roncone Il crowdfunding, i finanziamenti viaggiano in rete. Un modo innovativo per finanziare progetti e imprese

Manuela Massari Deborah Mola Valeria Roncone Il crowdfunding, i finanziamenti viaggiano in rete. Un modo innovativo per finanziare progetti e imprese A13 Manuela Massari Deborah Mola Valeria Roncone Il crowdfunding, i finanziamenti viaggiano in rete Un modo innovativo per finanziare progetti e imprese Copyright MMXIV Aracne editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

Luigi Lepore Loris Landriani Alessandro Scaletti I costi standard delle aziende dei trasporti pubblici locali

Luigi Lepore Loris Landriani Alessandro Scaletti I costi standard delle aziende dei trasporti pubblici locali A13 494 Luigi Lepore Loris Landriani Alessandro Scaletti I costi standard delle aziende dei trasporti pubblici locali Stato dell arte e problematiche aperte verso il federalismo fiscale Copyright MMXII

Dettagli

Valerio Cellini Il falso in bilancio. Aspetti economico-aziendali e giuridici

Valerio Cellini Il falso in bilancio. Aspetti economico-aziendali e giuridici A13 Valerio Cellini Il falso in bilancio Aspetti economico-aziendali e giuridici Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Federico Maurizio d Andrea La società per azioni e il suo sistema di controllo interno e di gestione dei rischi

Federico Maurizio d Andrea La società per azioni e il suo sistema di controllo interno e di gestione dei rischi A12 407 Federico Maurizio d Andrea La società per azioni e il suo sistema di controllo interno e di gestione dei rischi Gli attori che presidiano la control governance Copyright MMXII ARACNE editrice

Dettagli

Il Project Work Serena Donati

Il Project Work Serena Donati Il Project Work Serena Donati Gli elementi principali dei modelli teorici affrontati nel primo capitolo, ovvero quello pedagogico, psicologico e sociologico, nonché il ruolo fondamentale della valutazione

Dettagli

Saggistica Aracne 262

Saggistica Aracne 262 Saggistica Aracne 262 Mauro Annese Il Petrolio Un percorso quasi autobiografico lungo le vie del petrolio descritto in 101 domande e risposte Prefazione di Brunetto Chiarelli Copyright MMXIII ARACNE editrice

Dettagli

QUADERNI DI RICERCA ECONOMICO AZIENDALE: TEORIA E CASI / 7

QUADERNI DI RICERCA ECONOMICO AZIENDALE: TEORIA E CASI / 7 QUADERNI DI RICERCA ECONOMICO AZIENDALE: TEORIA E CASI / 7 Collana del Centro Universitario Studi Aziendali (CUSA) "Quaderni di Ricerca Economico-Aziendale: Teoria e Casi" coordinata da Marcantonio Ruisi

Dettagli

La destinazione dell uomo

La destinazione dell uomo Lettura 2 Johann Gottlieb Fichte La destinazione dell uomo Johann Gottlieb Fichte, Lezioni sulla missione del dotto, a cura di G.P. Marotta, Bergamo, Minerva Italica, 1969, pp. 47-53, 56-57, 59-60 Nel

Dettagli

Liliana Signorini Psicologia del lavoro

Liliana Signorini Psicologia del lavoro Liliana Signorini Psicologia del lavoro ARACNE Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133 a/b 00173 Roma (06) 93781065 ISBN 978-88 548

Dettagli

Diventare ciò che si è

Diventare ciò che si è Calogero Caltagirone Diventare ciò che si è La prospettiva etica come principio di umanizzazione ARACNE Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele

Dettagli

SVILUPPO DELLA PERSONA ED ESERCIZIO DEI DIRITTI UMANI SEZIONE DI MIGRAZIONE E DIRITTI UMANI

SVILUPPO DELLA PERSONA ED ESERCIZIO DEI DIRITTI UMANI SEZIONE DI MIGRAZIONE E DIRITTI UMANI SVILUPPO DELLA PERSONA ED ESERCIZIO DEI DIRITTI UMANI SEZIONE DI MIGRAZIONE E DIRITTI UMANI 1 Direttore Vincenzo GULÌ Università di Palermo Comitato scientifico Silvia ANTOSA Università di Palermo Francesco

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA PARITARIA E PARIFICATA SACRO CUORE P.E. PROGETTO EDUCATIVO

SCUOLA PRIMARIA PARITARIA E PARIFICATA SACRO CUORE P.E. PROGETTO EDUCATIVO SCUOLA PRIMARIA PARITARIA E PARIFICATA SACRO CUORE P.E. PROGETTO EDUCATIVO anno scolastico 2012-2013 La persona viene prima di tutto; il limite, l errore, lo sbaglio è un cammino, non un giudizio; l altro

Dettagli

Comunicazione per Agenda 21L Agenda 21L per la comunicazione

Comunicazione per Agenda 21L Agenda 21L per la comunicazione COM-PA Bologna, 21 settembre 2000 Salone della Comunicazione Pubblica e dei servizi al cittadino Comunicazione per Agenda 21L Agenda 21L per la comunicazione Appunti per una Carta di riferimento su Comunicazione

Dettagli

Liceo Marco Foscarini - Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) A.S. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA

Liceo Marco Foscarini - Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) A.S. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA RELIGIONE CATTOLICA L insegnamento della religione cattolica (Irc) risponde all esigenza di riconoscere nei percorsi scolastici il valore della cultura religiosa e il contributo che i principi del cattolicesimo

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G)

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G) GLI INDIRIZZI DI STUDIO E I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto, sempre attento alle esigenze formative del territorio nel quale opera, ha diversificato, nel corrente anno scolastico, la propria offerta formativa

Dettagli

Beatrice Orlando Slack organizzativo e shadow options

Beatrice Orlando Slack organizzativo e shadow options A13 Beatrice Orlando Slack organizzativo e shadow options L influenza della path dependency sulle potenzialità di sviluppo Prefazione di Antonio Renzi Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

PROGETTO SCUOLA CALCIO A.S.D. TERME VIGLIATORE

PROGETTO SCUOLA CALCIO A.S.D. TERME VIGLIATORE Premessa Prima di parlare di un progetto concreto di scuola calcio, riteniamo opportuno analizzare alcuni comportamenti fondamentali che ci vengono propinati dalla società. I bambini d oggi non hanno a

Dettagli

Direttori. Comitato redazionale Laura D AMATI. Maria Teresa NICOTRI. Aniello PARMA. Francesco Maria SILLA. Università degli Studi di Trieste

Direttori. Comitato redazionale Laura D AMATI. Maria Teresa NICOTRI. Aniello PARMA. Francesco Maria SILLA. Università degli Studi di Trieste LE VIE DEL DIRITTO 4 Direttori Mario FIORENTINI Università degli Studi di Trieste Maria MICELI Università degli Studi di Palermo Comitato redazionale Laura D AMATI Università degli Studi di Foggia Maurilio

Dettagli

CODICE ETICO A.S.D. DON BOSCO RIVOLI

CODICE ETICO A.S.D. DON BOSCO RIVOLI CODICE ETICO A.S.D. DON BOSCO RIVOLI Premessa Il presente Codice etico specifica i doveri fondamentali, inderogabili e obbligatori, di lealtà, correttezza e probità nonché le norme sostanziali e comportamentali

Dettagli

L innalzamento dell obbligo e il curricolo verticale

L innalzamento dell obbligo e il curricolo verticale L innalzamento dell obbligo e il curricolo verticale Carlo Fiorentini Finalmente l obbligo di istruzione è a 16 anni, come scrive il ministro Fioroni nella lettera del 3 agosto 2007: L innalzamento dell

Dettagli

Il Six Sigma per la gestione della qualità in azienda

Il Six Sigma per la gestione della qualità in azienda Roberto Candiotto Il Six Sigma per la gestione della qualità in azienda ARACNE Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133 A/B 00173

Dettagli

PUZZLE Media e politica. Collana diretta da Lorella Cedroni

PUZZLE Media e politica. Collana diretta da Lorella Cedroni PUZZLE Media e politica 11 Collana diretta da Lorella Cedroni Direttrice Lorella CEDRONI Sapienza Università di Roma Comitato scientifico Paula DIEHL Humboldt Universität, Berlin Gianpiero GAMALERI Università

Dettagli

Welfare e politiche pubbliche

Welfare e politiche pubbliche Gian Luigi Bulsei Welfare e politiche pubbliche Istituzioni, servizi, comunità ARACNE Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133 A/B

Dettagli

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice?

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice? INTRODUZIONE Perché abbiamo stilato questo Codice? Con questo insieme di regole la società GSD MontecatiniMurialdo vuole avvicinarsi ai propri giovani calciatori, cercando di insegnare loro le fondamentali

Dettagli

STORIA CONTEMPORANEA

STORIA CONTEMPORANEA STORIA CONTEMPORANEA 15 Direttore Valentina SOMMELLA Sapienza Università di Roma Comitato scientifico Antonello Folco BIAGINI Sapienza Università di Roma Giuliano CAROLI Università Telematica delle Scienze

Dettagli

Crisi economica e suicidi in italia

Crisi economica e suicidi in italia a cura del dottor Roberto ciavoni Sociologo Crisi economica e suicidi in italia Crisi e suicidio nel mondo del lavoro Parlarne senza Tabù è la prima forma Di Prevenzione Crisi economica e suicidi in italia

Dettagli

FILOSOFIA DELLA SCIENZA CERVELLO, COMPORTAMENTO, SOCIETÀ

FILOSOFIA DELLA SCIENZA CERVELLO, COMPORTAMENTO, SOCIETÀ FILOSOFIA DELLA SCIENZA CERVELLO, COMPORTAMENTO, SOCIETÀ 1 Direttore Silvano TAGLIAGAMBE Università degli Studi di Sassari Comitato scientifico Giovanni BIGGIO Università degli Studi di Cagliari Francesco

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

PRODUZIONI ANIMALI E SICUREZZA ALIMENTARE

PRODUZIONI ANIMALI E SICUREZZA ALIMENTARE PRODUZIONI ANIMALI E SICUREZZA ALIMENTARE 8 Direttore Paolo POLIDORI Università degli Studi di Camerino Comitato scientifico Federica CHELI Università degli Studi di Milano Biagina CHIOFALO Università

Dettagli

PERCHÈ IMPARARE L INGLESE DA PICCOLI?

PERCHÈ IMPARARE L INGLESE DA PICCOLI? Secondo numerose ricerche psicolinguistiche e pedagogiche, imparare una seconda lingua in età infantile è un processo più semplice, efficace ed immediato rispetto all età adulta perché i bambini sperimentano

Dettagli

Valori giuridici fondamentali

Valori giuridici fondamentali A12 301 Valori giuridici fondamentali a cura di Francesco D Agostino Contributi di Carlo Cardia, Francesco D Agostino Giuseppe Dalla Torre, Gianfranco Garancini Raffaele Iannotta, Andrea Nicolussi Copyright

Dettagli

L INTEGRAZIONE TRA PSICOLOGIA E FILOSOFIA. Intervista con il professor Michael Pakaluk

L INTEGRAZIONE TRA PSICOLOGIA E FILOSOFIA. Intervista con il professor Michael Pakaluk L INTEGRAZIONE TRA PSICOLOGIA E FILOSOFIA Intervista con il professor Michael Pakaluk di Genevieve Pollock In un istituto fondato solo qualche decennio fa, gli studiosi stanno cercando di porre rimedio

Dettagli

Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Diritto, Economia e Management della Pubblica Amministrazione

Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Diritto, Economia e Management della Pubblica Amministrazione CIRPA / 10 Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Diritto, Economia e Management della Pubblica Amministrazione Master di II livello in Direzione delle Aziende e delle Organizzazioni Sanitarie DAOSan

Dettagli

TEMATICHE PER L ESAME DI BACCALAUREATO IN TEOLOGIA PER L ANNO ACCADEMICO 2010-2011

TEMATICHE PER L ESAME DI BACCALAUREATO IN TEOLOGIA PER L ANNO ACCADEMICO 2010-2011 TEMATICHE PER L ESAME DI BACCALAUREATO IN TEOLOGIA PER L ANNO ACCADEMICO 2010-2011 TEMATICA FONDAMENTALE La Rivelazione cristiana di Dio: - L idea di rivelazione nel Concilio Vaticano I e nel Concilio

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

Il Project Work. Adottare compiti di lavoro e di realtà (traduzione letterale del termine Project Work 2 ) parte da due considerazioni di fondo:

Il Project Work. Adottare compiti di lavoro e di realtà (traduzione letterale del termine Project Work 2 ) parte da due considerazioni di fondo: Il Project Work Serena Donati Un importante sviluppo delle didattiche di laboratorio, della scuola attiva e del progetto strutturato con il pensiero riflessivo è il Project Work, la metodologia richiede

Dettagli

Paolo Lenzi Claudio Sottoriva L applicazione del financial fair play alle società di calcio professionistiche

Paolo Lenzi Claudio Sottoriva L applicazione del financial fair play alle società di calcio professionistiche A13 Paolo Lenzi Claudio Sottoriva L applicazione del financial fair play alle società di calcio professionistiche Indicazioni operative e considerazioni critiche Prefazione di Michele Uva Copyright MMXIII

Dettagli

Scienze umane 89 89 89 89 89

Scienze umane 89 89 89 89 89 Scienze umane 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Scienze umane 89 89 89 89 89 Premessa generale Il ruolo delle Scienze Umane nella formazione liceale Le scienze umane si sono costituite a partire

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

PON I ciclo Educazione Linguistica Italiano

PON I ciclo Educazione Linguistica Italiano PON I ciclo Educazione Linguistica Italiano Titolo percorso Parole senza frontiere Autore Nicola De Laurentiis Unità teorica di riferimento Modulo 7 Lessico e dizionari dell italiano Nucleo tematico di

Dettagli

Proposta operativa: Osservare per conoscere, comunicare per crescere: il bosco. Un possibile itinerario

Proposta operativa: Osservare per conoscere, comunicare per crescere: il bosco. Un possibile itinerario Proposta operativa: Osservare per conoscere, comunicare per crescere: il bosco. Un possibile itinerario Per infinite e complicate che possano essere le mosse di una partita di scacchi, persino il gioco

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Competenze da conseguire alla fine del II anno relativamente all asse culturale:

Competenze da conseguire alla fine del II anno relativamente all asse culturale: PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO DISCIPLINA: SCIENZE MOTORIE DOCENTI: Faini- Zocca- Serra

Dettagli

LA SCIENZA DEL SILENZIO COLLANA DI STUDI INTERDISCIPLINARI SULLA SORDITÀ

LA SCIENZA DEL SILENZIO COLLANA DI STUDI INTERDISCIPLINARI SULLA SORDITÀ LA SCIENZA DEL SILENZIO COLLANA DI STUDI INTERDISCIPLINARI SULLA SORDITÀ 6 Direttore Massimo CAPPANERA Psicologo clinico esperto in disabilità sensoriale, Palermo Comitato scientifico Anna CARDINALETTI

Dettagli

Antonio De Blasiis Il rilievo del degrado ambientale. Metodi ingegneristici

Antonio De Blasiis Il rilievo del degrado ambientale. Metodi ingegneristici A09 162 Antonio De Blasiis Il rilievo del degrado ambientale Metodi ingegneristici Copyright MMXII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173

Dettagli

DOMENICO BODEGA. Le forme della leadership

DOMENICO BODEGA. Le forme della leadership DOMENICO BODEGA Le forme della leadership Redazione e fotocomposizione Norma, Parma ISBN 978-88-17-05823-0 Copyright 2002 RCS Libri S. p. A. Prima edizione Etas: maggio 2002 Quinta ristampa Rizzoli Etas:

Dettagli

L IMPRESA PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA

L IMPRESA PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA L IMPRESA PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA a cura di Roberto Cafferata Saggi di Gianpaolo Abatecola, Alessandro Giosi, Sara Poggesi, Francesco Scafarto, Silvia Testarmata ARACNE Copyright MMVIII ARACNE editrice

Dettagli

CLASSI: 4SU DOCENTE: Brunoni Stefano LIBRO DI TESTO: S. BOCCHINI, Religione e religioni. Triennio, EDB.

CLASSI: 4SU DOCENTE: Brunoni Stefano LIBRO DI TESTO: S. BOCCHINI, Religione e religioni. Triennio, EDB. ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 DISCIPLINA: Religione CLASSI: 4SU DOCENTE: Brunoni Stefano LIBRO DI TESTO: S. BOCCHINI, Religione e religioni. Triennio, EDB. ELENCO MODULI 1 Vivere secondo la Bibbia 2 Gesù,

Dettagli

Codice Etico e Comportamentale Stagione Sportiva 2015-2016

Codice Etico e Comportamentale Stagione Sportiva 2015-2016 Codice Etico e Comportamentale Stagione Sportiva 2015-2016 Pag. 1 di 10 CODICE ETICO E COMPORTAMENTALE Piacenza Calcio 1919 Premessa Il Codice Etico della Società reca norme sostanziali e comportamentali

Dettagli

Requisiti per l Assicurazione della Qualità dei Corsi di Studio universitari

Requisiti per l Assicurazione della Qualità dei Corsi di Studio universitari Requisiti per l Assicurazione della Qualità dei Corsi di Studio universitari Documento elaborato, per iniziativa del Presidente della CRUI, dalla Cabina di Regia della Fondazione CRUI per la valutazione,

Dettagli

SOMMARIO. Scopri che albero sei. In quale figura ti identifichi meglio: una pianta solitaria o un albero di bosco?...pag. 19

SOMMARIO. Scopri che albero sei. In quale figura ti identifichi meglio: una pianta solitaria o un albero di bosco?...pag. 19 SOMMARIO Introduzione Gli alberi, antenati maestosi e sacri, specchio di noi stessi...pag. 7 Scopri che albero sei Primo passo In quale figura ti identifichi meglio: una pianta solitaria o un albero di

Dettagli

I media. Sport, media e genere.

I media. Sport, media e genere. INTRODUZIONE Nell anno 2012/2013 la nostra scuola, il Liceo Marconi di Foggia, ci ha offerto la possibilità di partecipare ad un corso formativo al fine di ampliare la nostra conoscenza su quello che è

Dettagli

«Persona e formazione. Riflessioni per la pratica educativa e psicoterapeutica» a cura di A. Manenti, S. Guarinelli e H. Zollner *

«Persona e formazione. Riflessioni per la pratica educativa e psicoterapeutica» a cura di A. Manenti, S. Guarinelli e H. Zollner * Tredimensioni 5(2008) 105-110 «Persona e formazione. Riflessioni per la pratica educativa e psicoterapeutica» a cura di A. Manenti, S. Guarinelli e H. Zollner * Carlo Bresciani E ssendo un libro scritto

Dettagli

PROFILO PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO PER I DOCENTI DELLE SCUOLE COMUNALI

PROFILO PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO PER I DOCENTI DELLE SCUOLE COMUNALI CISCo Ufficio delle scuole comunali PROFILO PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO PER I DOCENTI DELLE SCUOLE COMUNALI Per profilo professionale è intesa la descrizione accurata delle competenze e dei comportamenti

Dettagli

Save the Children Italia Onlus Via Volturno, 58 00185 Roma Italia Tel: +39 06 48070 047 Fax: +39 06 48070 039 www.savethechildren.

Save the Children Italia Onlus Via Volturno, 58 00185 Roma Italia Tel: +39 06 48070 047 Fax: +39 06 48070 039 www.savethechildren. A12 Save the Children Italia Onlus Via Volturno, 58 00185 Roma Italia Tel: +39 06 48070 047 Fax: +39 06 48070 039 www.savethechildren.it Un sistema di giustizia a misura di minore: il ruolo delle Legal

Dettagli

Leadership Judgement Indicator

Leadership Judgement Indicator Leadership Judgement Indicator Michael Lock, Robert Wheeler, Nick Burnard e Colin Cooper Adattamento italiano di Palmira Faraci RAPPORTO INTERPRETATIVO Nominativo: Codice test: Data della prova: 09/01/2012

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

LA LINGUA TEDESCA IN LETTERATURA, TRADUZIONE E INTERPRETAZIONE TEORIE E METODOLOGIE A CONFRONTO

LA LINGUA TEDESCA IN LETTERATURA, TRADUZIONE E INTERPRETAZIONE TEORIE E METODOLOGIE A CONFRONTO LA LINGUA TEDESCA IN LETTERATURA, TRADUZIONE E INTERPRETAZIONE TEORIE E METODOLOGIE A CONFRONTO 3 Direttori Roberto BERTOZZI Università degli Studi Gabriele d Annunzio di Chieti Pescara Demeter Michael

Dettagli

VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE. Carlo Petracca carlo.petracca@tin.it

VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE. Carlo Petracca carlo.petracca@tin.it VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE carlo.petracca@tin.it VALUTAZIONE NON PROVE STANDARDIZZATE

Dettagli

Fattori r O r O g r ani n co M us u c s olari r : Fattori r a na n gra r fi f ci s t s ru r t u tur u a r li

Fattori r O r O g r ani n co M us u c s olari r : Fattori r a na n gra r fi f ci s t s ru r t u tur u a r li Il Coaching nei Giochi Sportivi Perché un atleta si allena? Per far in modo che nell organismo avvengano dei cambiamenti tali da determinare un miglioramento della prestazione. Dr. Fabrizio Perroni, Ph.D.

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Religione Classe: I AM A.S. 2015-2016 Docente: Emanuela Cerato

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Religione Classe: I AM A.S. 2015-2016 Docente: Emanuela Cerato SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Religione Classe: I AM A.S. 2015-2016 Docente: Emanuela Cerato PREMESSA Anche quest anno la programmazione risulterà aderente ai

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI Documento riservato non riproducibile CHI SIAMO La XXL PALLACANESTRO è un associazione sportiva dilettantistica, nata ufficialmente nel 1989, che opera sul territorio

Dettagli

CAMINANTES COLLANA DI STUDI INTERRELIGIOSI

CAMINANTES COLLANA DI STUDI INTERRELIGIOSI CAMINANTES COLLANA DI STUDI INTERRELIGIOSI 1 Direttore Gaspare MURA Pontificia Università Urbaniana Comitato scientifico Angela ALES BELLO Pontificia Università Lateranense Mustafa Cenap AYDIN Istituto

Dettagli

S.S. Sangiorgina. Presentazione attività Settore Giovanile. San Giorgio di Nogaro Ottobre 2012. S.S. Sangiorgina!! Presentazione Attività, Pagina 1

S.S. Sangiorgina. Presentazione attività Settore Giovanile. San Giorgio di Nogaro Ottobre 2012. S.S. Sangiorgina!! Presentazione Attività, Pagina 1 S.S. Sangiorgina Presentazione attività Settore Giovanile San Giorgio di Nogaro Ottobre 2012 S.S. Sangiorgina!! Presentazione Attività, Pagina 1 S.S.Sangiorgina, a Scuola di Calcio Per cominciare, qualche

Dettagli

Luca Savoja. L identità locale come fattore di successo turistico dei territori

Luca Savoja. L identità locale come fattore di successo turistico dei territori Luca Savoja L identità locale come fattore di successo turistico dei territori Copyright MMIX ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133 a/b 00173 Roma

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE CLASSE PRIMA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE CLASSE PRIMA PROGRAMMAZION DISCIPLINAR PR COMPTNZ PRIMO BINNIO LICO SCINTIFICO OPZION SCINZ APPLICAT ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1. PRIMO BINNIO disciplina: INSGNAMNTO RLIGION CATTOLICA docenti: PACHRA RICCARDO C O M

Dettagli

NUTRIAMO L ALBERO DEL TENNIS. e coordinativo fossero di marginale importanza. Oggi sosteniamo che tutti gli elementi

NUTRIAMO L ALBERO DEL TENNIS. e coordinativo fossero di marginale importanza. Oggi sosteniamo che tutti gli elementi NUTRIAMO L ALBERO DEL TENNIS Per molti anni, si è erroneamente pensato, che la disciplina sportiva del tennis, si potesse insegnare attraverso una esclusiva trattazione della tecnica, e che gli altri aspetti,

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Il Progetto di Educazione Scientifica promosso dalla Regione Toscana ha coinvolto i docenti in un attività

Dettagli

DIRITTO NOVITÀ. collana diretta da Paolo Cendon DIRITTO CIVILE

DIRITTO NOVITÀ. collana diretta da Paolo Cendon DIRITTO CIVILE DIRITTO NOVITÀ collana diretta da Paolo Cendon 2 DIRITTO CIVILE DIRITTO NOVITÀ collana diretta da Paolo Cendon Le sentenze che cambiano il diritto, l Europa e le sue regole, il legislatore speciale che

Dettagli

Stagione Sportiva 2014-2015: il progetto tecnico-educativo A cura di Giovanni Natucci (3357826141)

Stagione Sportiva 2014-2015: il progetto tecnico-educativo A cura di Giovanni Natucci (3357826141) Stagione Sportiva 2014-2015: il progetto tecnico-educativo A cura di Giovanni Natucci (3357826141) Nell arco della Stagione Sportiva in corso il Venezia Mestre Junior Team si prefigge di offrire a tutti

Dettagli

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE 6 Direttore Roberto Chionne Professore ordinario di Economia e Gestione delle Imprese Facoltà di Lingua e Cultura Italiana Università per Stranieri di Perugia Comitato

Dettagli

LE COMPETENZE-CHIAVE POF 2012

LE COMPETENZE-CHIAVE POF 2012 1 LE COMPETENZE-CHIAVE In ragione delle scelte etiche e pedagogiche operate dal collegio e dai consigli di classe, il Buonarroti ha individuato le competenze chiave necessarie allo sviluppo globale della

Dettagli

2 - gli esperti selezionati saranno appositamente formati per dare una corretta attuazione a tutti gli interventi previsti dal Programma

2 - gli esperti selezionati saranno appositamente formati per dare una corretta attuazione a tutti gli interventi previsti dal Programma 2 - gli esperti selezionati saranno appositamente formati per dare una corretta attuazione a tutti gli interventi previsti dal Programma 3 - il Programma intende coinvolgere tutte le classi prime di Scuola

Dettagli

o saper formulare con i compagni riflessioni ed ipotesi interpretative, non su richiesta del docente, ma in modo il più spontaneo possibile

o saper formulare con i compagni riflessioni ed ipotesi interpretative, non su richiesta del docente, ma in modo il più spontaneo possibile RELAZIONE FINALE PROGETTO COMPETENZE IN CRESCITA. Laboratorio 2 1) TITOLO: Il gusto della lettura 2) CLASSE: Classi della scuola dell infanzia (solo bambini di 5 anni) Classi prime, seconde e quarte della

Dettagli

NATURAL MENTE: CONOSCIAMO VIVIAMO E RISPETTIAMO LA NATURA

NATURAL MENTE: CONOSCIAMO VIVIAMO E RISPETTIAMO LA NATURA NATURAL MENTE: CONOSCIAMO VIVIAMO E RISPETTIAMO LA NATURA Questo progetto nasce come continuazione e approfondimento del lavoro dello scorso anno, si è pensato di continuare in questa direzione prendendo

Dettagli

Laboratorio di Didattica dell Analisi Prof. F. Spagnolo. Il problema dell inversione: dal grafico all espressione analitica di una funzione

Laboratorio di Didattica dell Analisi Prof. F. Spagnolo. Il problema dell inversione: dal grafico all espressione analitica di una funzione S.I.S.S.I.S. - Indirizzo 2 Laboratorio di Didattica dell Analisi Prof. F. Spagnolo Il problema dell inversione: dal grafico all espressione analitica di una funzione Erasmo Modica erasmo@galois.it Giovanna

Dettagli

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano Rubiu Stefano Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011 IL TIRO IN PORTA Il tiro in porta rappresenta l azione conclusiva delle varie strategie di gioco, al fine di raggiungere l obiettivo

Dettagli

SCUOLA CALCIO SETT. GIOV. AGON. TECNICA MARCHI ERNESTO

SCUOLA CALCIO SETT. GIOV. AGON. TECNICA MARCHI ERNESTO CONSULENZA categoria: categorie correlate: titolo / oggetto: SCUOLA CALCIO SETT. GIOV. AGON. TECNICA COME ALLENARE LA TECNICA INDIVIDUALE NELLA SCUOLA CALCIO E NEL SETTORE GIOVANILE autore / docente /

Dettagli

Quaderni del Dipartimento di Scienze Giuridiche LUISS Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli A12 226/6

Quaderni del Dipartimento di Scienze Giuridiche LUISS Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli A12 226/6 Quaderni del Dipartimento di Scienze Giuridiche LUISS Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli 6 A12 226/6 Studi sull effettività delle regole societarie a cura di Gian Domenico

Dettagli

Terra Iberica. Collana diretta da Patrizia Botta Sezione I, Didattica A10 215

Terra Iberica. Collana diretta da Patrizia Botta Sezione I, Didattica A10 215 Terra Iberica Collana diretta da Patrizia Botta Sezione I, Didattica 9 A10 215 Collana Terra Iberica diretta da Patrizia BOTTA Comitato di redazione Elisabetta VACCARO (Capo Redattore) e Carla BUONOMI

Dettagli

Diversi da chi? a cura dell Osservatorio nazionale per l integrazione degli alunni stranieri e per l intercultura del Miur

Diversi da chi? a cura dell Osservatorio nazionale per l integrazione degli alunni stranieri e per l intercultura del Miur Diversi da chi? a cura dell Osservatorio nazionale per l integrazione degli alunni stranieri e per l intercultura del Miur 1. Nella scuola: esercizi di mondo Una buona scuola è una scuola buona per tutti

Dettagli

Spazio per incontrarsi Chi siamo. Cosa facciamo. Perché lo facciamo.

Spazio per incontrarsi Chi siamo. Cosa facciamo. Perché lo facciamo. Spazio per incontrarsi Chi siamo. Cosa facciamo. Perché lo facciamo. Karim C.* era arrabbiato con il mondo. Noi non gli abbiamo chiesto il perché. Gli abbiamo invece consegnato una maglietta blu con la

Dettagli