Il mondo delle applicazioni ATM è universalmente noto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il mondo delle applicazioni ATM è universalmente noto"

Transcript

1

2

3 EDITORIALE Innovazione nelle architetture dei sistemi ATM Ancora un eccellenza ENAV di Vincenzo Smorto responsabile Area Tecnica ENAV Il mondo delle applicazioni ATM è universalmente noto per le sue applicazioni software estremamente robuste, affidabili, ma raramente allo stato dell arte della tecnologia usata. Questa apparente contraddizione, comune a tutti i grandi sistemi complessi ad alta sicurezza, come quelli della Difesa e dello Spazio, ha come origine i lunghissimi tempi di realizzazione di applicazioni del genere, e come conseguenza delle lunghe vite operative degli stessi. Il corrente sistema ATM italiano è in esercizio da 15 anni, quello precedente lo era stato per 22, in Francia molti sottosistemi hanno superato i 25, negli USA in alcuni centri i 30, fatti salvi periodici rinnovamenti dell hardware. Siamo abituati nella vita quotidiana, su applicazioni certamente non mission- critical, a diverse dinamiche dei cicli di innovazione, dell ordine dei pochi anni. Nella stessa ENAV, nell ambito dei Sistemi Informativi Gestionali, l allineamento allo stato dell arte tecnologico, è decisamente più veloce, come descritto nel piano della Digital Strategy, illustrata ai lettori di Cleared in vari numeri. Con il programma di ricerca SESAR lanciato dalla Commissione Europea, in cui ENAV è coinvolta attivamente insieme ai principali service provider Europei, si sta indirizzando il superamento di questo tradizionale limite degli sviluppi ATM, anticipando il più possibile l uso delle future tecnologie e costruendo delle metodologie che accorcino significativamente i cicli di realizzazione delle applicazioni. L obiettivo strategico è quello di fornire al Cielo unico europeo tutti gli elementi tecnologici innovativi per la realizzazione del futuro sistema di Air Traffic Management. Anche questa volta ENAV ha centrato un risultato di assoluta eccellenza, riuscendo ad unire innovazione e sperimentazione, nuove piattaforme e nuovi concetti operativi, candidandoci come leader in Europa nella costruzione dei nuovi Sistemi ATM del futuro. Lo ha riconosciuto l osservatorio dell università di Milano dopo una attenta ricerca nel panorama industriale Italiano, assegnando ad ENAV il Cloud Innovation Award 2014 ', per le innovative piattaforme utilizzate nelle sperimentazioni SESAR e che saranno la base dei futuri sistemi che vedremo in esercizio fra qualche anno. Il Cloud rivoluziona la tradizionale associazione statica fra computer e applicazione software nel costituire un sistema come quello ATM. Nella sperimentazione che si è aggiudicata il premio, una applicazione replica del sistema ground di controllo del traffico aereo assieme ad altre applicazioni che simulavano gli aerei in volo, è stata separata dalle macchine e collocata su una infrastruttura Cloud, ossia è stata resa in grado di utilizzare i computer disponibili, anche in siti diversi, a seconda delle esigenze, sfruttandone un numero minore o maggiore ove le prestazioni o i livelli di servizio lo dovessero richiedere. Cloud significherà quindi minor costo dell infrastruttura hardware, semplificazione di gestione applicativa, maggiore affidabilità e miglioramento di prestazioni per i sistemi: continuità, robustezza, sicurezza, capacità di passare ad modello orientato al servizio, riduzione dei cicli di sviluppo e sistemi sempre più vicini allo stato dell arte in quanto sviluppati più rapidamente. Il traffico aereo si svolgerà tra le nuvole, i sistemi di ENAV per controllarli saranno nel Cloud, ma ben piantati a terra. 1

4 AIREON La tecnologia di sorveglianza per un servizio globale di Iacopo Prissinotti responsabile Strategie Internazionali ENAV dal 2014 è nel capitale di Aireon, l unica società al mondo che dal 2018 fornirà un servizio di sorveglianza su scala globale grazie all utilizzo di satelliti (quelli della costellazione Iridium Next) ed alla tecnologia ADS-B. Gli altri ANSP che, con Iridium, partecipano alla società sono: Nav Canada, la danese Naviair e l lrish Aviation Authority (IAA). L'accordo prevede, inoltre, che ENAV abbia un ruolo chiave nello sviluppo del servizio verso altri service provider come, ad esempio quelli dell'area Mediterranea e del Sud-Est asiatico dove la Società é già presente con la controllata di Kuala Lumpur, ENAV Asia Pacific. Che cos è Aireon La società Aireon è proprietaria di apparati, installati a bordo dei satelliti della costellazione Iridium Next di prossimo lancio ( ), che le permetteranno di fornire il servizio di sorveglianza ADS-B con una copertura globale. I principali vantaggi competitivi del servizio satellitare rispetto a quello terrestre sono la possibilità per gli ANSP clienti di ricevere un dato di sorveglianza senza dover sviluppare locali infrastrutture terrestri e la disponibilità del servizio anche nelle aree oceaniche e remote dove non è altrimenti possibile, o conveniente, realizzare un sistema di sorveglianza convenzionale basato su radar od ADS-B terrestre. È in particolare in queste aree che Aireon offre i maggiori benefici, consentendo di diminuire, in sicurezza, le separazioni tra velivoli ottimizzando le rotte e consentendo così alle linee aeree di ridurre tempi di volo e consumo di carburante. Come opera il servizio ADS-B satellitare Tramite la tecnologia ADS-B l aereo trasmette periodicamente in broadcast informazioni relative al proprio codice di identificazione, alla propria posizione, così come fornita dai sistemi di bordo (principalmente GPS), ed alla propria velocità. Cogliendo queste informazioni, l ATC è in grado di posizionare e separare l aereo. Nelle aree oceaniche e remote dove non arriva la copertura radar e dove non è disponibile un infrastruttura terrestre per svolgere il servizio ADS-B, Aireon, con i suoi 66 satelliti in orbita bassa (780 km) interconnessi tra di loro ed in grado di coprire l intero pianeta, si presta ad essere esclusivo strumento per ricevere il messaggio ADS-B e consegnarlo ai centri ATC. In tal modo l ANSP abbonato al servizio, riceve, direttamente da Aireon, i messaggi ADS-B relativi agli aerei della propria area di interesse senza peraltro la necessità di sviluppare specifiche infrastrutture di sorveglianza. Per garantire l affidabilità del servizio fornito, oltre ai 66 satelliti operativi, sono presenti in orbita altri 6 satelliti di riserva e 9 satelliti gemelli pronti ad essere lanciati. Le prestazioni di Aireon Oggi i dati di sorveglianza degli aeromobili provengono in larghissima parte dai dati di posizione forniti dalle testate radar, o dalle stazioni ADS-B terrestri, installate sul territorio nazionale di ogni singolo stato. Si stima che le aree del mondo coperte da tale tecnologie siano circa il 10% della superficie terrestre. Per le aree oceaniche, polari e remote, dove non è possibile o non è economicamente vantaggioso l installazione di tale infrastruttura terrestre, per la sorveglianza ci si basa su riporti che l aereo comunica all ANSP ogni tot minuti (18 minuti nel caso dell area del nord atlantico). In tali aree, il dato di sorveglianza non frequentemente aggiornato, porta ad un drastico aumento delle separazioni minime tra due aeromobili, che possono arrivare fino alle 80NM. Con Aireon, senza alcuna modifica all hardware ADS-B di bordo (già installato nella stragrande maggioranza degli aeromobili), si ha un dato di posizione dell aeromobile robusto e globale, portando dal 10% al 100% l area per la quale è fruibile un dato di sorveglianza. Ogni singolo ANSP, cliente di Aireon, avrà la possibilità di avere la posizione dell aereo aggiornata ogni pochi secondi e questo si traduce nel caso, ad esempio, del nord atlantico (affetto tra l altro da limitazioni sulle comunicazioni), nella possibilità di effettuare delle separazioni tra aeromobili di sole 10-15NM, consentendo quindi di assegnare rotte ottimizzate (per livello di volo e jet stream favorevoli) ad un numero maggiore di aeromobili. Da un analisi condotta da Aireon, solo nell aerea oceanica nord atlantica e pacifica i risparmi di carburante consentiti dalla sopra descritta ottimizzazione delle rotte ammonterebbero a circa 8 miliardi di dollari nel periodo La maggiore frequenza di aggiornamento del 2

5 Sorveglianza satellitare Da sinistra a destra nella foto: Rudy Kellar (NavCanada), Claudio Rinaldi (ENAV), Don Thoma (CEO Aireon), Alan Khalili (Aireon), Iacopo Prissinotti (ENAV), Michael Thomsen (Naviair), Peter Kearney ((IAA), Claus Skjaerbaek (Naviair), Philip Hughes (IAA), Claudio Cannavicci (ENAV). dato di posizione in aree oceaniche e remote è inoltre un sicuro vantaggio anche per attività come il Search And Rescue (SAR), tema di attualità dopo la scomparsa del volo MH730: in tale campo il servizio Aireon potrebbe ridurre drasticamente (ossia di circa un paio di ordini di grandezza) l area di ricerca in caso di aereo scomparso. ENAV in Aireon. Il servizio ADS-B satellitare Aireon sta cogliendo apprezzamenti a livello globale, forte anche di un robusto business case che ha già stimolato un manifesto interesse nell area Oceanica Nord Atlantica di utenti quali FAA, NATS, NAV-Portugal, IAA e Naviair ed ovviamente NavCanada (principale azionista di Aireon). ENAV, terzo maggior azionista di Aireon (con il 12,5% del capitale azionario) e presente nel CdA e nello Strategy Committee di tale Società, è tra i maggiori promotori di una commercializzazione globale del servizio e faciliterà il raggiungimento di tale obiettivo sviluppando sinergie con le attività di strategia internazionale e sviluppo commerciale già in essere. Grazie all investimento in Aireon, ENAV potrà assumere un ruolo chiave in una delle tecnologie che cambieranno la storia del controllo del traffico aereo e, già da adesso, migliora la sua posizione sul mercato mondiale, aumentando il valore della società ed allargando gli orizzonti del business aziendale. Elementi tutt altro che secondari rispetto alla imminente cessione ai privati del 49% del capitale in quanto il miglioramento della posizione competitiva e l incremento di valore, porteranno maggiori introiti alle casse del nostro paese. n 3

6 Già in turno i CTA di ENAV sulle torri di Ciampino e Verona dopo l addestramento all Academy di Forlì. Ciampino e Villafranca ECCOCI! di Roberto Quarto responsabile Formazione Continua e Progetti Esterni ENAV Academy Nel mese di maggio ENAV, con il proprio personale operativo, è subentrata all Aeronautica Militare nella gestione del traffico aereo sugli aeroporti di Roma-Ciampino e Verona-Villafranca. Un lavoro svolto in completa sinergia e collaborazione con i colleghi con le stellette che rafforza l eccellenza, il core business e la visibilità di ENAV e del Provider militare non solo a livello nazionale ma anche all estero. In seguito agli accordi con la nostra Forza Armata e con Enac, l autorità di vigilanza e controllo, le gestioni sia operative che tecniche di queste due importanti Torri di controllo sono, transitate dunque, da una gestione militare ad una gestione civile. ENAV ha, inoltre, previsto, per entrambi gli aeroporti, un importante piano di ammodernamento tecnologico in linea con gli obiettivi aziendali. Grazie alla collaborazione tra ENAV, ENAC ed AMI che ricordiamo ha addestrato e abilitato i primi colleghi di ENAV, il passaggio di tale gestione ha segnato un passo fondamentale nella realtà operativa del nostro sistema ATM non solo nei riguardi della continuità del servizio quanto nella gestione del processo di transito con cui si è arrivati alla piena efficacia ed efficienza del prodotto richiesto. L Academy di Forlì, nell ambito di questo processo, ha ricoperto un ruolo fondamentale gestendo l attività di addestramento dall inizio alla fine. Il training ha riguardato 12 colleghi provenienti da altri aeroporti, per un totale di 1680 ore di formazione erogate grazie all impiego di personale Academy e di personale Ojti proveniente dalla Direzione Servizi Navigazione Aerea, per un totale di 1880 ore di impiego. Sono stati utilizzati 2 simulatori 3D Adacel 270 nella sede di Forlì per il training dei CTA destinati alla torre di Verona Villafranca (LIPX) e, grazie al coordinamento ed alla disponibilità della struttura di Roma Fiumicino, anche il simulatore 3D Adacel 360 lì presente, per il training dei CTA destinati alla Torre di Roma Ciampino (LIRA). A questo va aggiunto tutto il lavoro svolto in Academy relativo anche al processo dell analisi dei fabbisogni, della progettazione degli interventi formativi, dell erogazione e della valutazione di processo e di prodotto che ha impegnato la funzione ANS Training; nello specifico, un ruolo particolare ha avuto per due mesi interi il settore Formazione Continua e Progetti Esterni attraverso l utilizzo di risorse umane e materiali quantificabili in ore, oltre ovviamente all espletamento di tutti i corsi previsti da programmazione. Non nascondo che in Academy quando a Gennaio ricevemmo l incarico di predisporre il training relativo all apertura dei due aeroporti, ci guardammo preoccupati pensando all esiguità del tempo a disposizione., alla novità ed all importanza del processo da intraprendere e della notevole mole di lavoro da espletare. La richiesta, sicuramente considerata un vero e proprio challenge, fu presa in carico e la reazione pronta e consistente grazie anche al continuo coor- 4

7 Addestramento dinamento ed al supporto della DSNA e del personale coinvolto nel processo di transizione. L attività svolta ha riguardato principalmente l organizzazione del lavoro, lo studio e la costruzione degli scenari di simulazione, degli esercizi ad essi associati, l erogazione degli interventi formativi, sia teorici che pratici, e del controllo su di essi svolto in sinergia con DSNA ed Enac. Sia per lo scenario relativo a Ciampino che per quello di Verona sono stati costruiti, partendo dal volato reale, 24 esercizi di simulazione a workload crescente, andando ad esplorare nel minimo dettaglio situazioni di traffico comune fino a situazioni di traffico realmente intenso, con problematiche operative di estrema difficoltà. Tutti i partecipanti al training hanno lavorato nelle posizioni operative previste effettuando 36 simulazioni ciascuno per Ciampino e 30 simulazioni ciascuno per Villafranca. Le attività di training si sono svolte dal 1 aprile fino al 9 maggio per la torre di Ciampino, e dal 5 al 23 maggio per la torre di Verona. A seguito di una prima fase di teoria riguardante l addestramento di transizione degli impianti interessati, debitamente verificato attraverso un accertamento scritto come previsto da UTP (Unit Training Plan: i programmi di addestramento specifici previsti per gli impianti), si è passati poi ad una fase intensiva di simulazione. La costruzione degli esercizi sul volato effettivo, unitamente alla geografia pressoché reale realizzata grazie ai simulatori 3D, ha fatto si che la maggior parte del training relativo all apertura del servizio in questi due aeroporti si sia potuta svolgere in un ambiente simulato permettendo, in accordo con Enac, di ridurre i periodi On the Job previsti da UTP. Il lavoro svolto in questi mesi ha funzionato oltretutto come banco di prova nel testare la reattività e l accuratezza delle operazioni svolte in particolar modo da ENAV nell affrontare le problematiche di transizione. Oggi possiamo dire che l esperienza sviluppata è stata altamente positiva visto anche l esito: l apertura dei nuovi servizi, si è svolta in modo efficace ed efficiente. La sinergia tra AMI, Enac ed ENAV nel breve arco di 4 mesi ha reso possibile progettare, erogare ed implementare un training che ha permesso il transito di un servizio di controllo del traffico aereo in due aeroporti così delicati ed importanti garantendo gli alti livelli di safety erogati dalla Società. n 5

8 Buon compleanno CLEARED! di Luca Morelli responsabile Comunicazione Interna ENAV DDieci anni e non sentirli! Eppure ripensandoci, dopo 100 numeri pubblicati, di strada ne abbiamo fatta da maggio del 2004 quando siamo usciti con la prima copia. Due lustri per raccontare ENAV, per spiegare cosa accade nel nostro mondo professionale con un occhio al cielo dove volano gli aerei ed uno dentro le Sale operative dove le donne e gli uomini di ENAV seguono traiettorie invisibili svolgendo il loro delicato mestiere. Cleared spegne le sue 10 candeline, ma non mostra ancora le sue rughe. Era nata dall esigenza di avere uno strumento per dialogare, per avere gli stessi punti di riferimento e guardare avanti nella stessa direzione, per ridurre ogni barriera geografica, per creare la giusta armonia tra le direttive del centro e le esigenze del territorio, per muoversi come le dita di una stessa mano. Era nata per dire che dalle Alpi alla Sicilia siamo l ENAV! (Cleared n.1/2004) Ieri era la rivista di ENAV SpA, oggi quella di un Gruppo formato da Techno Sky, Sicta, Asia Pacific, con impegni economici in consorzi internazionali come Aireon. Un Azienda profondamente cambiata, che oggi sta per affrontare la privatizzazione con un nuovo assetto economico-finanziario. Un Gruppo il cui nome è legato ai più importanti programmi internazionali del panorama ATM ed a partner stranieri di primo piano. Oggi partecipiamo inoltre alla costruzione del futuro sistema globale satellitare, un progetto impensabile solo pochi anni fa. A pensarlo corre un brivido di orgoglio e di apprensione insieme. A dieci anni di distanza dalla sua nascita, oggi abbiamo appoggiato l orecchio sul corpo di Cleared ed abbiamo ascoltato i suoi flussi vitali; abbiamo raccolto i vostri feedback e li abbiamo utilizzati per riorganizzarci e ne è nata una rivista più ricca. Ma l errore più grande di uno staff che si occupa di fare un giornale sarebbe quello di considerare di aver finito dopo l espletamento di un test, senza continuare ad accompagnare tutto il suo ciclo vitale e non osservando le continue trasformazioni e l organizzazione in cui vive. E il compito di Cleared quale sarà da domani? Sarà quello di raccontare, con il vostro aiuto e con il registro delle parole, un Azienda piena di speranze e con grandi potenzialità, ecco quello che faremo In questi anni, con il contributo e la partecipazione di tutti, abbiamo cercato di svolgere un opera di informazione diffondendo una cultura d impresa, rafforzando la fiducia nell Azienda e accrescendo lo spirito di appartenenza dei suoi dipendenti. Ma non finisce qui... il meglio deve ancora venire! n 6

9 ENAVriorganizza gli Spazi Aerei di Paolo Nasetti DSNA responsabile Operazioni di Rotta Negli ultimi anni, dal lancio del programma Cielo unico europeo, si è affermata in Europa la necessità di provvedere ad una rivisitazione dell organizzazione dello spazio aereo che abbattesse il problema della frammentazione e che modificasse le modalità di fruizione dello spazio aereo da parte degli Airspace Users. Per definire le corrette modalità di attuazione e, al tempo stesso, avviare il processo di cambiamento, la Commissione europea ha emanato il regolamento EU 691/2010 che individua 4 aree di performance e definisce, per ognuna, degli indicatori di performance (KPI: Key Performance Indicators) elaborati sia a livello di blocco funzionale di spazio aereo (FAB) che a livello di Stato, su cui misurare le performance degli ANSP. Le 4 aree, Safety, Enviroment, Capacity e Cost Efficiency, introducono, fra gli altri, i concetti di efficienza orizzontale del volo di crociera, di efficienza verticale con eliminazione progressiva dei vincoli alla pianificazione (RAD, PTRs e FLAS), di uso flessibile dello spazio aereo e delle configurazioni operative, di riduzione dei ritardi ATFCM, con chiara indicazione del target di minuti di ritardo per volo assistito (0.5 a livello di network europeo dal 2015 al 2019), di rivisitazione dei criteri utilizzati per l emissione di regolazioni, con l introduzione del nuovo concetto di STAM (Short ATFCM Measures) che rappresenta l applicazione di misure ATFCM su base tattica applicate sui singoli voli per minimizzare i ritardi del Network. A questi si somma la necessità di implementare il Free Route, a livello europeo, in tutto lo spazio aereo superiore a FL 315, dove la pianificazione avverrà non più utilizzando le rotte ATS ma i punti d ingresso e di uscita dallo spazio aereo di ogni singolo stato, opportunamente definiti, collegati dal percorso diretto più funzionale alle esigenze dell Airspace Users che tenga conto della permeabilità di eventuali aree regolamentate. DSNA di ENAV, ha ritenuto percorribile l ipotesi di una riorganizzazione complessiva dello spazio aereo italiano che, recependo le indicazioni comunitarie in materia di Performances nella fornitura dei Servizi della Navigazione Aerea consolidate nel citato regolamento EU 691/10, sposasse un nuovo concetto di organizzazione dello spazio aereo customer oriented, nel quale le necessità in termini di sicurezza dell utenza, prestazioni-macchina, contenimento dei costi, e salvaguardia dell ambiente diventassero il motore del cambiamento. Il risultato finale si è consolidato nel programma Riorganizzazione Spazi Aerei, elaborato dalla funzione Operazioni di Rotta ed implementato in stretto coordinamento con le Funzioni PSA, Prestazioni ATM e Operazioni di Aeroporto, presentato agli stakeholder lo scorso 27 Febbraio. Nello specifico, il progetto interviene in maniera significativa sulla modifica dei volumi di spazio aereo di responsabilità dei diversi ACC e di alcuni avvicinamenti complessi, disegnando nuove traiettorie ottimizzate sul piano orizzontale e minimizzando, fino a rimuovere completamente, i constraints alla pianificazione, in termini di Level Capping, RAD e Flight Profile Restrictions, per traguardare l obiettivo di efficienza verticale del volo. In pillole, i principali pillar che caratterizzano la riorganizzazione possono essere cosi riassunti: Modifica delle linee di responsabilità degli ACC Rivisitazione dei limiti verticali degli ACC Standardizzazione dei Division Flight Level (DFL) Uso Flessibile delle Settorizzazioni Nuovo schema di rotte ATS Implementazione del Free Route Riduzione dei constrains alla pianificazione: Riduzione dei Level Capping Riduzione delle restrizioni RAD e dei Flight Profile Restriction Il programma di riorganizzazione ha visto la realizzazione della prima fase lo scorso 3 aprile con il trasferimento della responsabilità nella gestione dello spazio aereo inferiore al di sotto di FL315 che insiste sugli aeroporti calabresi e siciliani, dall ACC di Brindisi a quello di Roma. Dal 1 Maggio, con l implementazione della seconda fase, è stato realizzato il trasferimento della responsabilità per il controllo dello spazio aereo superiore dell area milanese, al di sopra di FL 315, dall ACC di Roma a quello di Milano. Il prossimo 13 novembre il programma si completerà con il terzo ed ultimo step di questa complessa riorganizzazione. In quest ultima fase verranno modificate le linee di confine tra i quattro ACC italiani; si darà applicazione ad una nuova e più flessibile architettura di spazio aereo idonea a individuare con maggiore capillarità le configurazioni settoriali proprie di ogni ACC, che meglio rispondono ad istantanee misurazioni della domanda; disegnerà un più efficiente network aeroviario, tanto per il traffico domestico, quanto per i sorvoli; porrà rimedio ad un collo di bottiglia storico nei cieli italiani, quale quello della gestione del nodo di Firenze e degli avvicinamenti collegati agli aeroporti di Peretola e Bologna Marconi. Le due fasi ad oggi implementate, stanno restituendo feed back che testimoniano la bontà del cammino intrapreso in termini di Flight Efficency, minor consumo di carburante e riduzione dell impatto ambientale di ogni singolo volo. Benefici che la Società, al completamento del percorso, ha stimato una riduzione media per volo sulle percorrenze che determina un minor consumo di carburante pari a 80 kg e una riduzione dell impatto ambientale per circa 250 kg di CO2. È significativo considerare l incremento del numero dei voli che, dal 1 maggio, stanno interessando lo spazio aereo trasferito sotto la responsabilità di Milano evidenziando un incremento di circa il 35% rispetto al volume che interessava la stessa porzione di spazio aereo prima del passaggio. L ultimo passaggio, previsto il 13 novembre, consentirà di misurare tali miglioramenti anche nelle porzioni di spazio aereo gestite da Padova e negli interscambi fra Padova e gli altri 3 ACC. n 7

10 e-commerce, con quel fascino legato all Air Traffic Control Anche ENAV ha il proprio official store di Giulio Gamaleri responsabile Brand Development Commercio elettronico e fascino del brand. Una miscela esplosiva e quanto mai moderna, una scelta importante per le grandi aziende e che dunque vede ENAV approdare sul mercato dell online con un proprio sito web. Non solo le imprese commerciali ma anche le aziende di servizio devono oggi infatti dotarsi di un forte brand che ne accrediti immagine, funzione e serietà presso il grande pubblico. Corollario importante nella promozione del brand è il merchandising, cioè la proposta di prodotti che devono essere attinenti e coerenti con le caratteristiche dell Azienda, rappresentandone l immagine. Nel nostro caso si tratta di riflettere la mission, sia negli aspetti oggettivi attinenti alta qualità e affidabilità del servizio fornito, sia anche - e soprattutto - valorizzando il profilo della figura di punta: il controllore del traffico aereo. Figura che ha un forte ascendente nell immaginario collettivo perché ad essa si attribuisce, e giustamente, la sicurezza del passeggero in volo. Il progetto, nato quindi dall idea di diffondere l immagine di una Società d eccellenza, dinamica e leader di settore anche a livello internazionale, è stato frutto della collaborazione di diverse Funzioni aziendali, volte alla verifica di tutti gli aspetti: legale, amministrativo, tecnologico, economico, fiscale. Elevati standard di sicurezza, affidabilità, professionalità: ecco le keywords che hanno caratterizzano l idea di partenza. Lo stesso core business aziendale è divenuto il claim, per caratterizzare la linea dei prodotti realizzati: AIR TRAFFIC CONTROL, al quale è stato associato il pay-off votato da tutto il personale del Gruppo e che si sintetizza nel seguente OUR JOB, YOUR SAFETY. Obiettivo dell iniziativa non è solo quello di valorizzare l immagine dell Azienda presso il grande pubblico, ma anche quello di favorire lo spirito di appartenenza del personale che avrà modo di indossare capi di abbigliamento e accessori personalizzati con il logo della Società; e ciò sia nel tempo libero che durante il lavoro. L idea di realizzare un sito di e-commerce nasce anche dall esigenza di allineare l Azienda alle grandi imprese operanti sul mercato e che ormai utilizzano tale strumento per raggiungere - proprio attraverso il proprio brand - i diversi target di pubblico. Bisogna altresì aggiungere che il debutto di questa iniziativa si colloca in un momento di fortissima crescita dell e-commerce, sia a livello italiano che mondiale; nel 2013 solo in Italia si sono effettuati acquisti online per 22,3 miliardi di Euro, mentre a livello mondiale il giro d affari è stimato in 1500 miliardi di dollari per l anno Entrando nel merito della realizzazione dell online store ENAV, la linea dei prodotti offerti si caratterizza per una forte aderenza alla mission aziendale - fattore moltiplicatore della sua immagine - nonché per la qualità dei singoli pezzi, abbinata a un corretto rapporto qualità-prezzo. Avendo escluso l opzione di acquisire sul mercato prodotti preconfezionati per poi personalizzarli, si è riusciti a parità di costi a realizzare prodotti esclusivi per ENAV, con un prestigio di catalogo nettamente superiore. Tutti i capi sono realizzati utilizzando materiali di prima qualità - taglio, colore, ecc. - grazie a produzioni europee totalmente rispettose della filosofia green. Tutti sono inoltre personalizzati con etichetta ENAV. La stessa oggettistica si caratterizza per profili di qualità, grazie alla scelta di 8

11 e-commerce realtà europee ed extra-europee di alta affidabilità. Particolare attenzione è stata quindi dedicata alla scelta della piattaforma web. Si tratta infatti di una primaria realtà europea che annovera tra i suoi clienti prestigiose aziende, garantendo così anche a ENAV di entrare nel circuito internazionale delle vendite online. Il sistema vanta la massima sicurezza e affidabilità nel campo delle transazioni economiche legate all acquisto e permette di effettuare anche transazioni in Paesi extra-europei. Tale piattaforma garantirà di commercializzare a breve anche altre tipologie di prodotti, come ad esempio AIP. E importante sottolineare che l intero progetto è stato realizzato seguendo un attento e preciso business plan. Il prezzo finale di vendita dei prodotti ai dipendenti è dunque rappresentato unicamente dalla spese di produzione e distribuzione mentre per quanto riguarda le vendite esterne è stato invece pianificato un ragionevole margine di ricavo, rispettando tutte le norme legali e fiscali specifiche e con nessun costo aggiuntivo per la Società. n 9

12 L Università Milano Bicocca STUDIA i Controllori del Traffico Aereo di Nicoletta Lombardo responsabile Human Performance Imolteplici e sfidanti obiettivi a cui sistema ATM è sottoposto, in un contesto politico-economico in costante mutamento hanno portato a considerare nuovi e più profondi strumenti di analisi volti a comprendere meglio l'attività del Controllore del traffico aereo e le interazioni con il sistema in cui è inserito. ENAV si caratterizza per una concezione all'avanguardia, tesa all'innovazione tecnologica e orientata al connubio di due fattori fondamentali, safety and performance. Partendo da questi presupposti, per la prima volta, ENAV - ANACNA - ATMPP- FITCISL, con il supporto del gruppo di lavoro "La responsabilità nelle attività a rischio consentito", hanno commissionato all'università degli Studi di Milano Bicocca, Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale, uno studio etnografico allo scopo di approfondire e migliorare la conoscenza della professione del Controllore di volo e l'ambiente di lavoro che gli appartiene. Il tema del progetto La professione dell air traffic controller: operare in contesti ad alta affidabilità tra efficienza e sicurezza si propone di descrivere ed analizzare la dimensione pratica e quotidiana del lavoro del Controllore del traffico aereo. Secondo un approccio metodologico positivo, si avrà la possibilità di migliorare ulteriormente il livello di eccellenza raggiunto, marchio distintivo di ENAV e del suo personale operativo. Il Team di ricerca incaricato, guidato dal Prof. Maurizio Catino, ha infatti una profonda conoscenza delle organizzazioni complesse, dei principi della just culture, della reportistica di safety e di tutti quegli aspetti che caratterizzano una High Reliability Organization (HRO). La ricerca etnografica è un metodo utilizzato per comprendere dal basso (dal particolare) un fenomeno che investe un sistema e/o un gruppo sociale. È uno strumento ampiamente utilizzato nelle scienze sociali. L etnografia organizzativa, infatti, consente di descrivere ed interpretare i processi quotidiani nelle organizzazioni complesse, attraverso una metodologia di ricerca che si fonda sull osservazione diretta. La caratteristica principale della ricerca etnografica risiede nel concetto che la maggior parte delle informazioni devono essere raccolte direttamente sul campo, intervistando ed osservando i professionisti nello svolgimento delle loro attività quotidiane. In un sistema complesso e tecnologicamente all'avanguardia come il nostro non dobbiamo mai dimenticare che l'uomo è la risorsa più importante. Lo studio etnografico, dunque, rappresenta l'osservazione da parte di un ricercatore di un definito ambiente di lavoro, al fine di rilevare ed evidenziare tutte quelle attività peculiari proprie di uno specifico gruppo di appartenenza. Gli usi, le consuetudini, i "rituali", le culture, i rapporti diretti e indiretti, la comunicazione verbale e non verbale propria del gruppo durante l attività lavorativa sono l oggetto della ricerca. Per soddisfare le modalità e le finalità di uno studio di questo tipo, il ricercatore adotterà la cosiddetta osservazione partecipante: un'osservazione a stretto contatto con il gruppo studiato, ma interagendo al contempo nel modo meno intrusivo possibile. Le finalità che ENAV e i diversi collaboratori si prefiggono, si possono sintetizzare in alcuni momenti: l'individuazione di possibili best practices, meccanismi e spazi d intervento per migliorare l efficacia e l affidabilità del controllo del traffico aereo; la promozione di una migliore conoscenza dell attività del controllo del traffico aereo anche in settori diversi da quelli accademici-professionali (es: mezzi di comunicazione, politica, magistratura); una più precisa comprensione delle dinamiche sociali legate alla percezione del rischio. Un fattore estremamente importante da ricordar,e infine, è che le risultanze saranno utilizzate esclusivamente per finalità scientifiche e a supporto di iniziative legislative tese a un migliore incasellamento nell'ordinamento giuridico italiano delle professioni a rischio consentito. L iniziativa interesserà gli impianti ENAV di Roma ACC, Milano ACC, e le Torri di Fiumicino e Malpensa. Lo studio avrà inizio nella sede del Centro di Controllo d Area di Roma, dove uno o più ricercatori affiancheranno i CTA in postazione operativa. n 10

13 NEWS Firmato accordo su parte specifica ATM-CCNL Trasporto Aereo ASSOCONTROL, in rappresentanza di ENAV, Techno Sky e SICTA, e le organizzazioni sindacali FILT-CGIL, FIT-CISL, UILT e UGL-T hanno sottoscritto la Parte Specifica del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Settore del Trasporto Aereo, relativa ai Servizi ATM (Air Traffic Management) con decorrenza Blocco spazio aereo BLUE MED, ratifica più vicina Passi avanti per la ratifica e l'esecuzione dell'accordo sulla creazione del blocco funzionale dello spazio aereo BLUE MED tra la Repubblica italiana, la Repubblica di Cipro, la Repubblica ellenica e la Repubblica di Malta, fatto a Limassol il 12 ottobre Anpac Safety Day a Roma Il 20% delle cause negli incidenti aerei gravi, avvenuti negli ultimi anni, ha avuto la fatica come fattore contributivo: è quanto emerso nel corso dell Anpac Safety Day, organizzato dalla maggior organizzazione dei piloti italiani per discutere proprio sul ruolo della fatica dei piloti e sulla sua incidenza sulla sicurezza del volo. Nuovo piano di espansione per Heathrow Heathrow ha annunciato un nuovo piano di espansione dell aeroporto e che secondo le previsioni creerà oltre nuovi posti di lavoro e almeno 100 miliardi di sterline di benefici economici. Aeroporti: bozza piano, 11 scali strategici tra cui Malpensa Sono undici gli aeroporti selezionati come "strategici" nella bozza del "Piano nazionale degli aeroporti" in elaborazione al ministero dei Trasporti e in attesa di essere esaminato e varato da una delle prossime riunioni del Consiglio dei ministri. A.M.: il Gen. Magnani lascia la sicurezza volo, subentra Lupinacci Il Gen. Amedeo Magnani ha lasciato l incarico di Ispettore per la sicurezza del volo e di presidente dell Istituto Superiore per la sicurezza del volo per assumere quello di addetto per la Difesa e per l Aeronautica presso la sede di Vienna (Austria) e di Military Advisor presso l Organization for Security and Co-operation in Europe (OSCE). Piccoli studenti visitano la sede ENAV di Via Agri Il 20 maggio le Classi 2 sezione E ed F della Scuola Primaria Nino Manfredi di Roma, hanno visitato il centro ENAV di via Agri per conoscere le attività riguardanti il controllo del traffico aereo ed anche poter visitare le sale simulazione. Ad accogliere i piccoli allievi sono stati i colleghi della sede che hanno mostrato le principali funzionalità dei monitor e dei sistemi ATC. Hanno visitato il centro 40 bambini insieme a 4 maestre ed alcuni accompagnatori. Magazine Contact Registrazione Tribunale di Roma n. 526 del 15/12/2003 EDITORE ENAV SpA Massimo Garbini (Amministratore Unico) Direttore Responsabile Nicoletta Tomiselli Comitato Editoriale Corrado Fantini Maurizio Gasparri Luca Morelli Umberto Musetti Maurizio Paggetti Iacopo Prissinotti Vincenzo Smorto Nicoletta Tomiselli Coordinamento Editoriale Luca Morelli In Redazione Luca Morelli, Gianluca Ciacci, Mariapaola Lentini, Enrico Mosca e Roberto Ascheri (fotografie), Federico Maranghi (collaborazione grafica) Redazione via Salaria, Roma tel fax. Stampa LitografTodi Todi (PG) 11

14 Progetto Info Mobility: la mobilità in azienda per essere più vicini al BUSINESS di Marco Simoncini responsabile Linee guida, Livelli di Servizio e Reportistica La pubblicità di un PC, che in questo periodo è fortemente veicolato dai media, propone dei ragazzi che corrono in diversi momenti della loro vita passandosi un PC portatile che diventa tablet e torna ad essere PC. Questa pubblicità sollecita, attraverso una metafora fatta d immagini, diverse suggestioni proprie del nostro tempo. Tra queste il concetto di velocità, la necessità di accedere alle informazioni in qualunque luogo, e la contaminazione tra professione e tempo libero. Gli analisti che hanno prodotto lo spot hanno proposto un paradigma tecnocentrico, attraverso il quale la tecnologia è in grado di risolvere necessità sentite così come sollecitare bisogni inespressi. Questo esempio però ci pone di fronte ad alcune importanti questioni che l Information Technology è portata a dover risolvere, per far fronte al fatto che l evoluzione delle tecnologie e le nuove esigenze del business procedono a velocità diverse. Da un punto di vista generale, la necessità dell IT è d indirizzare i processi di acquisizione in modo tale da mantenere il più possibile allineata la tecnologia alle strategie industriali. D altro canto, risulta essenziale che l IT diventi attore sempre più accreditato per l attuazione dei processi di creazione del valore dell Organizzazione, in un contesto in cui viene richiesto contemporaneamente di realizzare importanti risparmi in termini di costi, oltre che rispettare le norme sempre più severe in termini di affidabilità e sicurezza delle informazioni. Questa premessa per introdurre un progetto in fase di realizzazione chiamato INFO MOBILITY, la cui responsabilità fa capo ai Sistemi Informativi Gestionali 12

15 Progetto Info Mobility di ENAV, e che permetterà la sperimentazione e la realizzazione dell architettura informatica utile ad erogare servizi applicativi gestionali (soluzioni MDM: Mobile Device Management) accendibili attraverso una pluralità di device mobili (pc portatili, tablet, smatphone) in modalità sicura e controllata. Attraverso questo progetto, anche ENAV si sta quindi adeguando a cogliere le sfide della new economy, compiendo un passo fondamentale per la realizzazione della Digital Strategy dei Sistemi Informativi di Gruppo. Si porteranno le informazioni lì dove sono necessarie, indipendentemente dal punto di accesso o dallo strumento utilizzato per dare risposte sempre più vicine a supportare le esigenze del top management e della DSNA. Il progetto sarà realizzato in fasi successive. Attualmente si sta concludendo la fase di implementazione della infrastruttura IT che permetterà l accessibilità via web ad alcune funzionalità applicative. Questa fase sarà testata su un numero ristretto di utenti. Successivamente sarà esteso l accesso via web ad ulteriori sistemi e saranno realizzate le funzionalità avanzate per la gestione delle applicazioni mobile native (soluzioni MAM: Mobile Application Management); infine saranno sviluppate specifiche App con la graduale pubblicazione attraverso App Store. Gli obiettivi dichiarati del Progetto sono: 1. business agility: si potrà lavorare accedendo ai servizi aziendali da qualunque posizione e con qualsiasi dispositivo si potrà implementare l erogazione dei servizi gestionali in una logica Cloud (App store). 2. ensure user experience: verrà mantenuta la stessa interfaccia grafica, indipendentemente dal dispositivo con il quale ci si collega. 3. IT opex reduction: si potrà apprezzare una riduzione dei costi legati al service management (service desk informatico, IT operation). Il Progetto, inoltre, apre la porta ad un ulteriore possibilità, quella del passaggio ad una logica chiamata BYOD (Bring Your Own Device), ovvero la possibilità di accedere ai servizi aziendali attraverso i device mobili personali. Un recente studio di Gartner indica che il trend dell adozione, da parte delle Organizzazioni Worldwide di una logica All BYOD, aumenterà, nel periodo , rapidamente con un incremento atteso di +40%. Molti infatti sono spinti a seguire i trend di crescita delle tecnologie, spesso velocissimi (l obsolescenza media device mobile è data a meno di 2 anni), rincorrendo i tam-tam mediatici posti in essere dai grandi vendor; ma le Organizzazioni devono sottostare a driver di acquisizione molto diversi. Ed ecco, però, che l utilizzo delle filosofie di erogazione dei servizi IT in logica Cloud (termine utilizzato per rappresentare che l accesso alle informazioni non è più confinato solo a luoghi e/o dispositivi specifici) come il BYOD, può in qualche modo riuscire a coniugare l esigenza del singolo ad utilizzare la tecnologia a lui più adeguata, e dell IT ad erogare servizi sempre più vicini alle esigenze del business, in un contesto di riduzione dei costi operativi. In questo scenario di evoluzione, dove tutto sembra diventare molto più semplice ed accessibile, occorre risolvere una serie di problematiche nel corso dell implementazione, che porteranno a definire i dettagli della Mobility Maturity Strategy. Infatti, l evoluzione verso BYOD comporta la necessità di affrontare aspetti legati ai nuovi schemi di contratto/servizio per i device, oltre agli aspetti tecnici relativi alla sicurezza dovuti alla compresenza di dati aziendali su dispositivi, dati privati, e altro. La sperimentazione, della durata prevista di 8-10 mesi, terrà conto di queste differenti prospettive. ENAV s Digital Revolution is arriving, join us now!. 13

16 Il cammello ha lo stesso sapore del lama, ma il motore è sempre MOTORE di MAURO BONINI Funzione Safety ENAV Potevamo stupirvi con effetti speciali, ma abbiamo scelto di vendere Safety. Il cammello è commestibile e, nel sapore, assomiglia al lama, mentre le mandorle macerate nel latte fresco sono il tipico spuntino estivo a Bengasi. È curioso, invece, scoprire che motore, in libico, si pronuncia motore, esattamente come a Roma o a Milano. Per scoprire queste e altre curiosità, basta viaggiare, leggere qualche buon libro o qualche rivista, sintonizzarsi su National Geographic channel oppure vendere Safety. L umanità e la professionalità che le donne e gli uomini di ENAV mettono in ciò che fanno si percepisce e fa la differenza, specie quando riesce ad abbattere barriere culturali e linguistiche ed è anche per questo che, sempre di più, molti Paesi si rivolgono ad ENAV per aumentare conoscenze e abilità anche nel campo della Safety. Sì, d accordo, proponiamo Safety ogni volta che un controllore parla ad un pilota. La Safety è il servizio che forniamo, è il nostro core-business, le Compagnie aeree pagano per la gestione dei voli in rotta, pagano per i servizi in avvicinamento e in aeroporto, pagano per giungere, in massima sicurezza, a destinazione e solo dopo, chiedono di volare la migliore traiettoria e con il massimo di puntualità. Affermare che la Safety è il core-business di ENAV equivale a scoprire l acqua calda, ma se volessimo affermare che la Safety è anche uno dei più importanti ancillary business di ENAV, in quanti sarebbero d accordo? Associare la Safety al business, per di più ancillary, potrebbe apparire non propriamente politically correct e il rischio di un fraintendimento è dietro l angolo, insieme a giudizi sommari e ai pregiu- 14

17 Safety dizi. Riflettiamo un momento. Tutti percepiscono (anche se non lo sanno calcolare) l inestimabile valore di un servizio reso garantendo il massimo livello di sicurezza del volo, ma quanti saprebbero valutare il lavoro di chi (fra gli altri) crea le condizioni affinché ciò possa avvenire? Chi può garantire che il controllore e il sistema che supporterà il controllore sia adeguato a garantire il massimo livello di sicurezza e, quindi, il miglior livello di qualità (puntualità, efficienza, ecc.)? All estero, specie in Paesi che ancora devono giungere ad una piena maturità aeronautica, certi valori li comprendono appieno, è forse per questo che la funzione Sviluppo Commerciale è diventata un canale privilegiato per intercettare le molteplici e sempre più articolate esigenze di sicurezza. Nel villaggio globale, colpito dalla crisi economica ed in continua ricerca di efficienza, poter essere annoverati fra i soggetti capaci di garantire ad un ANS Provider o ad una Civil Aviaton Authority, piuttosto che un Airport Operator, la progettazione di un sistema safe è un inestimabile valore. La capacità di ENAV di poter vendere, non accanto ad ogni altro prodotto, ma prima e sopra ogni altro prodotto, la Safety, è un grande valore di cui dobbiamo divenire sempre più consapevoli. E stato così per la Malesia, per Dubai e, ultima, ma solo in ordine di tempo, per la Libia. Ed è stato proprio durante l ultimo business che abbiamo scoperto che il cammello ha il sapore del lama e che, la Safety è sempre la Safety e che è il motore che alimenta la capacità di erogare i servizi della navigazione aerea, a Bengasi, proprio come a Roma o a Milano. Aver avuto modo di condividere le esperienze maturate in ambito Safety, è stata una grande esperienza con la sorpresa, per coloro che hanno collaborato a questa attività, di aver appreso qualcosa. Loro provengono da un popolo antico e saggio, vogliono dimenticare decenni di dittatura e pur vivendo un presente difficile, sono animati da grande senso di responsabilità e pieni d ambizioni per il futuro. Incredibilmente, non chiedevano ad ENAV cose molto diverse da quelle che chiede il pilota a un nostro controllore: volevano solo una guida e gli strumenti per poter realizzare un sistema efficiente e sicuro, sopra ogni cosa. Non è un caso che abbiano voluto acquistare una specifica formazione di Safety: introduzione al Safety Management System, un iniziale corso per Investigatore ATM ed un corso, con esame finale, per Risk Assessor. Torneranno a casa con molte cose da applicare e noi, come sempre in questi casi, saremo più ricchi, sia perché resteremo contaminati dalla loro grande voglia di imparare e di affrancarsi da qualsiasi stereotipo e pregiudizio sia perché la Safety è un prodotto che piace e che ha grandi prospettive di vendita sul mercato internazionale. Non abbiamo la pretesa che, in libico, la Safety, si possa pronunciare sicurezza operativa, ma abbiamo la presunzione di aver fatto sapere che la Safety è il motore dell ENAV. n 15

18 L INTERVISTA La Parola a... Don Thoma Presidente e CEO di Aireon. 16 ENAV, con un investimento di 61 milioni di dollari, ha acquistato il 12,5% di Aireon, l'azienda statunitense per la fornitura del servizio di sorveglianza satellitare agli aeromobili basata su ADS-B (Automatic Dependent Surveillance-Broadcast) che sfruttando la prossima costellazione Iridium avrà una copertura globale della superficie terrestre. ENAV ed Aireon oggi sono insieme: come immagina gli sviluppi futuri? Quali le strategie comuni? Aireon LLC è una joint-venture tra i principali fornitori di servizi di navigazione aerea e il gruppo leader nelle comunicazioni satellitari in orbita terrestre bassa, con una visione comune per il futuro della gestione del traffico aereo. Abbiamo la fortuna di poter contare su partner dotati non soltanto di questa visione, ma anche del coraggio di investire notevoli capitali e risorse per la realizzazione di Aireon. Noi puntiamo a un rapporto di stretta collaborazione con ENAV e i nostri partner ANSP (fornitori di servizi di navigazione aerea) per costruire questo sistema innovativo di sorveglianza globale, per dimostrarne il valore attraverso una maggiore efficienza e sicurezza per le compagnie aeree, e per sostenere l adozione a livello globale dell ADS-B spaziale. I primi satelliti della nuova piattaforma di sorveglianza dedicata al controllo e alla gestione del traffico aereo saranno lanciati già a partire dal 2015 ed il servizio sarà pienamente operativo dal Possiamo sperare in un futuro sicuro che non contempli più episodi come la tragedia malese? Restano ancora degli interrogativi su quanto sia accaduto esattamente nel caso dell MH370, ma nel complesso la vicenda ha evidenziato le difficoltà e le lacune da superare nelle tecnologie attualmente in uso. Come saprete, le capacità di sorveglianza sugli oceani o nelle aree più remote del globo sono limitate e il sistema attuale si affida alle segnalazioni periodiche dei piloti, il che rende molto imprecisi i dettagli per la localizzazione. Con AireonSM, un aeromobile trasmetterebbe automaticamente, in tempo pressoché reale, ogni secondi, alle autorità di controllo del traffico aereo, informazioni precise sulla sua posizione basate sul GPS. Anche qualora un trasponder fosse disattivato, le informazioni inviate fino a quel momento, compresa la trasmissione dell ultimo rilevamento, sarebbero immediatamente disponibili. I dati in tempo reale forniti da Aireon, associati alla copertura globale della rete satellitare Iridium, daranno alle operazioni di ricerca e soccorso maggiore efficienza, efficacia e, auspicabilmente, maggiori probabilità di successo. ENAV è entrata nel capitale di Aireon in partnership con altri service provider: NAVCanada, IAA (Irish Aviation Authority) e NAVIAIR (ANSP Danese), ed avrà un ruolo chiave nello sviluppo del servizio ad esempio verso service provider dell'area mediterranea e del Sudest asiatico. Si prevede quindi una rivoluzione del controllo del traffico aereo: un grande impatto in termini di efficienza, miglioramento della sicurezza, forti risparmi economici Tutto questo è verissimo. Noi prevediamo che Aireon avrà un impatto enorme. In termini di sicurezza e sorveglianza, come abbiamo già osservato, costituirà uno straordinario passo avanti nella localizzazione degli aeromobili, specialmente al disopra degli oceani o su altre aree remote, come ad esempio l Africa o i poli. Aireon, grazie al sistema spaziale ADS-B, consentirà la sorveglianza di molte regioni remote finora irraggiungibili e garantirà la localizzazione globale in tempo pressoché reale con una precisione di gran lunga maggiore. Prevediamo inoltre che Aireon avrà un impatto significativo in termini di efficienza e di risparmio. Grazie a rilevamenti più precisi e in tempo pressoché reale, Aireon avrà un sensibile impatto su rotte e capacità di volo. Riducendo la separazione longitudinale, Aireon offrirà inoltre agli aeromobili maggiori possibilità di ottenere migliori livelli di volo. Con aeromobili in grado di ridurre i minimi di separazione laterale, le compagnie aeree potranno altresì sfruttare rotte dei venti più favorevoli. Calcoliamo che queste innovazioni consentiranno un risparmio sui costi dei carburanti di 6-8 milioni di dollari tra il 2017 e il Un risparmio di combustibili che comporterà anche una considerevole riduzione delle emissioni di gas serra. L interoperabilità delle piattaforme tecnologiche è per gli utenti di servizi aeronautici un tema rilevante: come contribuiranno ENAV e Aireon a realizzare scenari non più regionali ma globali? Si stanno facendo considerevoli investimenti per aggiornare i sistemi di Gestione del Traffico Aereo mondiali. Uno degli elementi chiave nei sistemi di controllo del traffico aereo della prossima generazione è la sorveglianza ADS-B. Aireon creerà una piattaforma satellitare che permetterà l adozione di uno standard globale comune per la sorveglianza, svincolato dalle limitazioni dei sensori terrestri. Questo significa che anche le aree più remote, come gli oceani e i paesi in via di sviluppo, avranno la possibilità di accedere a un sistema di sorveglianza di avanguardia senza dover sostenere un cospicuo investimento preventivo di capitali. Gli ANSP potranno così implementare un uso coordinato dello spazio aereo regionale e globale utilizzando un sistema di sorveglianza comune, sviluppando procedure e standard comuni che permetteranno alla compagnie di usare lo spazio aereo in modo più efficiente e sicuro, in qualsiasi parte del mondo. Per esempio, ENAV potrà collaborare con i suoi partner nel blocco di spazio aereo del Mediterraneo per realizzare un architettura e un servizio di gestione del traffico coordinati nell intera regione, utilizzando una comune piattaforma di sorveglianza tecnologicamente all avanguardia.

19

20 enav.it

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Il controllo del traffico Aereo

Il controllo del traffico Aereo Il controllo del traffico Aereo Dispensa a cura di Giulio Di Pinto (MED107) Rev. 03 - Mar/11 1 Il controllo del traffico aereo (ATC - Air Traffic Control) è quell'insieme di regole ed organismi che contribuiscono

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY THE FUTURE IS CLOSER Il primo motore di tutte le nostre attività è la piena consapevolezza che il colore è

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

FPL - Novità introdotte AIRAC 11/2014

FPL - Novità introdotte AIRAC 11/2014 FPL - Novità introdotte AIRAC 11/2014 enav.it Web conference 02/12/2014 Documenti fonte REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 923/2012 DELLA COMMISSIONE del 26 settembre 2012 + determinazioni ENAC ad esito

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano www.osservatori.net COMUNICATO STAMPA Osservatorio Mobile Enterprise Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Il mercato

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library A. Bardelli (Univ. Milano Bicocca), L. Bernardis (Univ.

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli