LA SOLVIBILITA DEL GARANTE NEL PRICING DELLE POLIZZE LINKED CON MINIMO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA SOLVIBILITA DEL GARANTE NEL PRICING DELLE POLIZZE LINKED CON MINIMO"

Transcript

1 LA SOLVIBILITA DEL GARANTE NEL PRICING DELLE POLIZZE LINKED CON MINIMO Paola Biffi Università Cattolica del Sacro Cuore Sede di Milano Ist. di Econometria e Matematica per le Decisioni Economiche, Finanziarie ed Attuariali ( ABSTRACT: La presenza di un garante esterno per la prestazione minima nelle polizze linked può comportare un aggravamento del rischio complessivo, a causa della potenziale insolvenza del garante. Il modello di pricing con le copule permette di valorizzare la relazione tra il rischio demografico, corretto per il rischio di longevità, e quello finanziario, aggiustato per il rischio associato all inadempimento del garante. KEYWORDS: polizze linked, garanzia di minimo, copule, opzioni digitali. 1 Le polizze linked con garanzia di minimo Le polizze linked sono strumenti che incorporano una funzione previdenziale di protezione dell individuo dai rischi legati al ciclo della vita e una funzione di intermediazione del risparmio nel tempo. Il rischio demografico, aggravato dalla considerazione del rischio di longevità, e il rischio finanziario agiscono congiuntamente sulle polizze linked; così al fine di fornire una rappresentazione di tale interrelazione verranno usate le copule, funzioni di distribuzione congiunte bivariate in grado di individuare la relazione fra i due rischi. Molte polizze linked presentano un trasferimento di parte del rischio finanziario a carico dell emittente, mediante l introduzione di clausole che offrono garanzie di rendimento minimo o di conservazione del valore del capitale a scadenza. Gli assicuratori provvedono alla copertura degli impegni dei contratti linked con garanzia di minimo attraverso l acquisto di titoli strutturati 1, talvolta, protetti da un garante esterno. Le copule verranno utilizzate in questo contesto per descrivere l effetto di un potenziale default del garante sulla prestazione minima garantita da quest ultimo. La tecnica di option pricing basata sulle copule fornisce lo strumento per valutare la componente di prestazione garantita implicita nei contratti linked. L esistenza o la possibile costruzione sintetica di opzioni che replicano il payoff del 1 I titoli strutturati sono formati da un obbligazione e da un opzione con la quale si scommette sull andamento di singoli strumenti finanziari, così da poter sfruttare gli andamenti positivi dei mercati. 1

2 contratto, e in particolare della garanzia minima, consente la realizzazione di portafogli di replicazione in grado di definire in modo appropriato il costo di tali componenti contrattuali Le copule nel pricing di una polizza linked Il modello di pricing con le copule viene applicato alla polizza index linked UNICO WORLD Mutual Fund Linked II, a fronte della quale, la compagnia emittente ha appositamente acquisito un titolo strutturato garantito da CREDIT SUISSE FIRST BOSTON INTERNATIONAL (CSFBI). La polizza UNICO WORLD Mutual Fund (UW), 2000/08, è una mista temporanea formata da due termini: il primo è un assicurazione a capitale differito (CD) che paga all assicurato se vivo (A=alive) dopo n anni il capitale investito rivalutato (X), se la variazione dell indice è positiva (H=high), se la performance è invece negativa (L=low), verrà comunque garantita la restituzione del capitale inizialmente assicurato (R); il secondo è un assicurazione temporanea-caso morte (TCM) che paga al beneficiario alla morte dell assicurato (D=dead), se questa avviene entro n anni, il valore del titolo con l aggiunta del 2% del capitale assicurato. Nello svolgimento del lavoro si adotteranno le seguenti ipotesi: valore stimato 2 dell indice a scadenza pari a 174,87, capitale investito 100, età dell assicurato 45, tasso free risk 3% e assenza di imposte e spese. I riferimenti probabilistici relativi alla sopravvivenza/premorienza del soggetto 45enne si basano sul modello RG48, in modo da considerare il rischio di longevità. Il pricing con le copule verrà applicato alla componente capitale differito (CD) il cui payoff, data l ipotesi dell andamento dell indice, è: Stato di natura AH AL DH DL Payoff CD 174, Tabella 1. Payoff componente capitale differito. La tecnica di replicazione di portafoglio in assenza di opportunità di arbitraggio richiede l uso dei seguenti contratti di durata pari ad 8 anni: Polizza vita a capitale differito (VCD)- il contratto 3 prevede il pagamento di X se il soggetto assicurato è in vita alla scadenza, 0 altrimenti. Il prezzo del contratto, che incorpora il rischio demografico, è 135,7242. Zero coupon bond free risk (ZCBF)- il contratto paga X alla scadenza indipendentemente dallo stato di natura. Il prezzo è pari a 138,04. 2 Per la stima del valore dell indice è stata utilizzata una funzione di regressione lineare, si veda BIFFI P, Si osservi che il payoff di questo contratto è assimilabile a quello di un opzione digitale univariata, cioè max ( 0;X) se in vita. 2

3 Zero coupon bond rischioso (ZCBR)- il contratto è agganciato al rendimento dell indice MUTUAL FUND II e garantisce il pagamento di X se X>R, altrimenti paga R. Il prezzo, data la funzione di regressione, è pari a 133,58. Polizza capitale differito (CD)- il contratto paga X se il soggetto Beta è in vita alla scadenza e si ha X>R, paga R se Beta è vivo e si ha X<R, paga 0 altrimenti. In sintesi il suo payoff è quello di un opzione digitale bivariata sulla vita di un soggetto, max ( 0; max( X, R) ) (1) Il prezzo di quest ultimo contratto verrà ricavato costruendo i seguenti portafogli: il portafoglio Q, nel quale viene individuato il rischio finanziario, presenta la seguente composizione: Portafoglio Q ( 174,87 100) AH AL DH DL ZCBF - ZCBR 0 174, ,87 174,87 Tabella 2. Payoff del portafoglio Q. Il portafoglio P, nel quale si isola lo scenario più rischioso per la polizza a capitale differito CD, è dato dalla successiva combinazione: Portafoglio P ( 174,87 100) AH AL DH DL VCD - CD 0 174, ,87 Tabella 3. Payoff del portafoglio P. Attraverso una rielaborazione del portafoglio P in termini forward si ricava il prezzo della polizza CD ( 174,87 100) VCD ZCBF ZCBR CD = VCD ZCBF C AL ; (2) 174,87 ZCBF ( 174,87 100) ZCBF 174,87 dove la copula C AL ha due argomenti: il primo individua il rischio demografico, implicito in VCD, e il secondo cattura il rischio finanziario, rappresentato dal portafoglio Q. Il prezzo della mista UW si ottiene sommando al prezzo della TCM 3

4 (4,8694), il prezzo della CD, calcolato ricorrendo a due tipi di copule, la Mixture e la Clayton 4. UW MIXTURE UW CLAYTON 136, ,1263 Tabella 4. Valori della polizza UW. 2 La solvibilità del garante esterno L osservazione che viene introdotta ora, riguarda la capacità del prezzo dello zero coupon bond rischioso, usato nel modello precedente, di rappresentare l eventuale insolvenza del garante esterno CSFBI in merito alla prestazione minima. Il payoff relativo allo ZCB rischioso, individuando gli stati di natura definiti in base al rendimento del paniere di fondi (H= rendimento high e L= rendimento low) e allo stato di solvibilità della garante CSFBI (OK= solvibile e KO= non solvibile), è dato da: Stato di natura HOK HKO LOK LKO Payoff 174,87 174, Tabella 5. ZCB rischioso garantito da CSFBI con stati di natura legati al rendimento e alla solvibilità del garante. In realtà è da segnalare che qualora il rendimento fosse low (L) e il garante fosse in default (KO) il vero payoff dello ZCBR nello stato LKO sarebbe compromesso, in questo modo il garante potrebbe pagare solo un valore 5, R -, inferiore al suo impegno. La garanzia di minimo sarà rispettata solo coprendo questo rischio di controparte legato al garante, combinando lo ZCBR vulnerabile 6 con un contingent claim che paghi la differenza tra la prestazione minima e il recovery rate R - nello stato di natura LKO. Il contingent claim CC può essere interpretato come un opzione digitale bivariata D, scritta su due sottostanti, che paga un ammontare fisso (100-R - ) se i due sottostanti (S 1,S 2 ) sono contemporaneamente in the money, nel nostro caso (S 1 <X 1, S 2 <X 2 ) 7, e zero altrimenti; schematicamente: S 2 >X 2 =OK S 2 <X 2 =KO S 1 >X 1 =H 0 0 S 1 <X 1 =L 0 (100-R - ) Tabella 6. Payoff del contingent claim con la struttura dell opzione digitale bivariata. 4 Si veda Nelsen R. An introduction to copulas ed. Springer, R - sta per recovery rate della garante CSFBI. 6 Vulnerabile sta per esposto all insolvenza del garante. 7 X 1 e X 2 rappresentano i prezzi di esercizio. 4

5 Nel nostro esempio S 1 è l elemento legato al rischio di performance scarsa dell indice, con gli stati di natura: S 1 <X 1 = rendimento low (L) e S 1 >X 1 = rendimento high (H); mentre S 2 è l elemento connesso alla solvibilità del garante esterno, con gli stati di natura: S 2 >X 2 = garante solvibile (OK) e S 2 <X 2 = garante in default (KO). Il prezzo del contingent claim CC ( L; KO), cioè l opzione digitale bivariata D, può essere determinato con una semplice strategia di super-replication di portafoglio, usando due opzioni digitali univariate D 1 e D 2, scritte rispettivamente sulle attività S 1 e S 2, come argomenti di una copula C, come segue: LKO LKO 1 D 2 ( S X ;S < X ) = CC( L;KO) = C ( D ; ) D < (3) La copula C LKO è in grado di cogliere l interrelazione fra il rischio che il rendimento abbia una performance scarsa e il rischio che il garante non sia solvibile. Si riportano di seguito alcuni dati necessari ai calcoli successivi: recovery rate del garante (R - ) pari a 40, tasso medio sui bond a medio termine 8 3,73% e probabilità di rendimento low a scadenza 2%. Lo strumento 9 che rappresenta il rischio di rendimento low è dato da un capitale differito (CDL) pari a 60 (100-40, minimo garantito- R - ) pagabile in caso di performance inadeguata del paniere di riferimento, indipendentemente dallo stato di solvibilità del garante. Il relativo prezzo è calcolato pari a 0,895. Il portafoglio G 10, che rappresenta il rischio di default del garante, è formato da una posizione lunga su uno ZCBF con payoff pari a 60, con prezzo pari a 47,364, e una posizione corta su uno ZCBR emesso da CSFBI ( ZCBR CSFBI )con payoff pari a 60 in caso di solvibilità e a zero in caso di default, il cui prezzo è 44,7627, entrambi i bond hanno una durata di 8 anni. Il prezzo, in termini forward, del contingent claim CC ( L; KO) sarà: CDL ZCBF ZCBR CSFBI CC( L; KO) = ZCBF* C LKO ; (4) ZCBF ZCBF che sommato al prezzo originario dello ZCBR esposto al potenziale fallimento del garante restituisce il valore dello ZCBR protetto dall insolvenza del garante. I prezzi ottenuti per lo ZCBR protetto (ZCBR p ) verranno utilizzati nel pricing del termine CD della mista UW, come proposto nella prima parte del lavoro, al posto del prezzo dello ZCBR originariamente considerato. Ai nuovi valori calcolati per il termine CD andrà aggiunto il prezzo del contratto TCM (temporanea caso morte) che è pari a 4,8694 così da ottenere: 8 Il tasso è rilevato dalla Borsa valori del Lussemburgo. 9 Si veda l opzione digitale univariate D Si veda l opzione digitale univariate D 2. 5

6 Garanzia di minimo valorizzata con copula Mixture Garanzia di minimo valorizzata con copula Clayton Garanzia di minimo non valorizzata dalla copula UW con copula MIXTURE UW con copula CLAYTON 136, , , , , ,1263 Tabella 7. Riepilogo dei prezzi della polizza index linked UW. 3 Considerazioni conclusive L idea di partenza è stata quella di rappresentare nel prezzo di una polizza index linked la relazione fra rischio finanziario e rischio demografico, tenendo in opportuna considerazione l effetto del longevity risk sulla componente demografica del contratto. Dalla lettura delle caratteristiche della polizza è emersa, inoltre, la presenza di un garante esterno, che ha suscitato una riflessione in merito alla sua capacità di far fronte agli impegni di copertura della prestazione minima garantita e quindi alla sua solvibilità. L obiettivo è stato quello di far pesare sul prezzo del contratto anche il rischio di insolvenza del garante esterno. La copula ha permesso di cogliere in una prima fase la relazione tra la solvibilità del garante esterno (Credit Suisse First Boston International) e la prestazione del soggetto emittente, legata all andamento del paniere di fondi comuni d investimento. Il risultato ottenuto è stato convogliato nel prezzo dello zero coupon bond rischioso rappresentativo della prestazione finanziaria promessa con minimo garantito. Il passaggio successivo è stato quello di individuare la connessione, per mezzo di una copula, tra il rischio finanziario con garanzia di minimo protetta e il rischio demografico aggravato dal rischio di longevità. Bibliografia BIFFI, P I rischi finanziario e demografico nelle polizze linked: le copule in un modello di pricing. Quaderno dell Istituto di Econometria e Matematica dell Università Cattolica di Milano. BIFFI, P La solvibilità del garante nel pricing delle polizze linked con minimo. Quaderno dell Istituto di Econometria e Matematica dell Università Cattolica di Milano. CHERUBINI, U. & LUCIANO, E Multivariate Option Pricing with Copulas. NELSEN, R.B An Introduction to Copulas. New York: Springer. 6

GIANCARLO CAPOZZA Dipartimento di Scienze Statistiche Carlo Cecchi, Università degli Studi di Bari

GIANCARLO CAPOZZA Dipartimento di Scienze Statistiche Carlo Cecchi, Università degli Studi di Bari GIANCARLO CAPOZZA Dipartimento di Scienze Statistiche Carlo Cecchi, Università degli Studi di Bari SULLA STRUTTURA FINANZIARIA DI CONTRATTI ASSICURATIVI LINKED CON MINIMO GARANTITO SOMMARIO 1. Introduzione

Dettagli

La definizione di Spread e le diverse metodologie di calcolo. 17 Maggio 2012

La definizione di Spread e le diverse metodologie di calcolo. 17 Maggio 2012 La definizione di Spread e le diverse metodologie di calcolo 17 Maggio 2012 DEFINIZIONE DELL UNIVERSO INVESTIBILE UNIVERSO INVESTIBILE AZIONARIO OBBLIGAZIONARIO L acquisto di una azione o simil strumento

Dettagli

La tua Assicurazione svizzera. Longevity Risk Laura Romanello 7 Aprile 2014

La tua Assicurazione svizzera. Longevity Risk Laura Romanello 7 Aprile 2014 La tua Assicurazione svizzera. Longevity Risk Laura Romanello 7 Aprile 2014 L assicurazione vita Contratto Assicurativo Assicurazioni Vita: Gestione professionale dei rischi In un contratto di assicurazione

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di. Economia. I flussi monetari generati dalle gestioni assicurative

Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di. Economia. I flussi monetari generati dalle gestioni assicurative Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi I flussi monetari generati dalle gestioni assicurative 1 Le passività della compagnia di assicurazione La

Dettagli

E. Marsiglia Vicedirettore generale Gruppo Unipol

E. Marsiglia Vicedirettore generale Gruppo Unipol E. Marsiglia Vicedirettore generale Gruppo Unipol Il pricing dei prodotti assicurativi Convegno ADEIMF, Ancona 18 gennaio 2008 assicurazioni danni: il premio L origine della parola premio è legata al trasporto

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI Sintesi Descrizione delle caratteristiche qualitative con l indicazione di: categoria Morningstar, categoria Assogestioni, indice Fideuram. Commenti sulla gestione

Dettagli

Metodologia di valutazione e di pricing e Regole Interne per l emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Trento

Metodologia di valutazione e di pricing e Regole Interne per l emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Trento Metodologia di valutazione e di pricing e Regole Interne per l emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Trento 2014 PREMESSA Il presente documento definisce ed illustra

Dettagli

ESERCITAZIONE MATEMATICA FINANZIARIA OPZIONI. Matematica finanziaria Dott. Andrea Erdas Anno Accademico 2011/2012

ESERCITAZIONE MATEMATICA FINANZIARIA OPZIONI. Matematica finanziaria Dott. Andrea Erdas Anno Accademico 2011/2012 ESERCITAZIONE MATEMATICA FINANZIARIA 1 OPZIONI 2 LE OPZIONI Le opzioni sono contratti che forniscono al detentore il diritto di acquistare o vendere una certa quantità del bene sottostante a una certa

Dettagli

ANALISI DEL RISCHIO DI CONTROPARTE NELLA RELAZIONE TRA ASSICURATORE E RIASSICURATORE.

ANALISI DEL RISCHIO DI CONTROPARTE NELLA RELAZIONE TRA ASSICURATORE E RIASSICURATORE. ANALISI DEL RISCHIO DI CONTROPARTE NELLA RELAZIONE TRA ASSICURATORE E RIASSICURATORE. Paola Biffi Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e-mail: paola.biffi@unicatt.it Ilaria Colivicchi Università

Dettagli

Scheda Sintetica - Informazioni Generali

Scheda Sintetica - Informazioni Generali Scheda Sintetica - Informazioni Generali La parte Informazioni Generali, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le informazioni generali

Dettagli

Bongini,Di Battista, Nieri, Patarnello, Il sistema finanziario, Il Mulino 2004 Capitolo 2. I contratti finanziari. Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI

Bongini,Di Battista, Nieri, Patarnello, Il sistema finanziario, Il Mulino 2004 Capitolo 2. I contratti finanziari. Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI 1 Indice Definizione di contratto finanziario Contratti finanziari bilaterali e multilaterali Contratto di debito Contratto di partecipazione Contratto assicurativo Contratto

Dettagli

REGOLAMENTO N. 32 DELL 11 GIUGNO 2009

REGOLAMENTO N. 32 DELL 11 GIUGNO 2009 REGOLAMENTO N. 32 DELL 11 GIUGNO 2009 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLE POLIZZE CON PRESTAZIONI DIRETTAMENTE COLLEGATE AD UN INDICE AZIONARIO O ALTRO VALORE DI RIFERIMENTO DI CUI ALL ARTICOLO 41,

Dettagli

MODELLI IN EXCEL PER LA VALUTAZIONE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI COMPLESSI. Calcolo del fair value e misurazione dei rischi

MODELLI IN EXCEL PER LA VALUTAZIONE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI COMPLESSI. Calcolo del fair value e misurazione dei rischi Corso tecnico - pratico MODELLI IN EXCEL PER LA VALUTAZIONE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI COMPLESSI Calcolo del fair value e misurazione dei rischi Modulo 1 (base): 22-23 aprile 2015 Modulo 2 (avanzato):

Dettagli

Schema di Scheda sintetica dei contratti index linked

Schema di Scheda sintetica dei contratti index linked ELENCO ALLEGATI Allegato 1 Schema di Scheda sintetica dei contratti di assicurazione sulla vita e di capitalizzazione con partecipazione agli utili Allegato 2 Schema di Scheda sintetica dei contratti unit

Dettagli

3 articolo CAFARO. Anche le c.d. linked life policies sono prodotti di investimento

3 articolo CAFARO. Anche le c.d. linked life policies sono prodotti di investimento 3 articolo CAFARO Anche le c.d. linked life policies sono prodotti di investimento Le polizze c.d. indicizzate, siano esse index linked (ossia con una redditività legata all andamento di un determinato

Dettagli

VI Esercitazione di Matematica Finanziaria

VI Esercitazione di Matematica Finanziaria VI Esercitazione di Matematica Finanziaria 2 Dicembre 200 Esercizio. Verificare la proprietà di scindibilità delle leggi del prezzo { v(t, s) = exp } 2 (s2 t 2 ) e v(t, s) = e t(s t) Soluzione. Possiamo

Dettagli

Alcuni dati di mercato. Agenda. Alcuni dati di mercato. Definizione. Alcuni dati di mercato I CONTRATTI DI ASSICURAZIONE VITA

Alcuni dati di mercato. Agenda. Alcuni dati di mercato. Definizione. Alcuni dati di mercato I CONTRATTI DI ASSICURAZIONE VITA Corso di GESTIONE DEI RISCHI E DELLE ASSICURAZIONI Si nota un trend complessivo di crescita dei prodotti Vita con un rallentamento nel 2011. I prodotti vita tradizionali rappresentano oltre 80% dei premi

Dettagli

Fondamenti e didattica di Matematica Finanziaria

Fondamenti e didattica di Matematica Finanziaria Fondamenti e didattica di Matematica Finanziaria Silvana Stefani Piazza dell Ateneo Nuovo 1-20126 MILANO U6-368 silvana.stefani@unimib.it 1 Unità 10 Contenuti della lezione Valutazione di titoli obbligazionari

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE FONDO PENSIONE APERTO CARIGE INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE I dati e le informazioni riportati sono aggiornati al 31 dicembre 2006. 1 di 8 La SGR è dotata di una funzione di Risk Management

Dettagli

I contratti finanziari. Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

I contratti finanziari. Corso di Economia degli Intermediari Finanziari I contratti finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Definizioni I contratti finanziari-detti anche attività finanziarie e strumenti finanziari-sono beni intangibili che costituiscono

Dettagli

Crescita più Minimo. nella polizza assicurativa sulla vita. Refund 100% Crescita più Minimo

Crescita più Minimo. nella polizza assicurativa sulla vita. Refund 100% Crescita più Minimo Trasformazione della polizza assicurativa di tipo index linked Crescita più Minimo nella polizza assicurativa sulla vita Refund 100% Crescita più Minimo DOCUMENTO INFORMATIVO DELL OPERAZIONE DI TRASFORMAZIONE

Dettagli

Trasformazione della polizza assicurativa di tipo index linked. Single Best. nella polizza assicurativa sulla vita. Refund 100% Single Best

Trasformazione della polizza assicurativa di tipo index linked. Single Best. nella polizza assicurativa sulla vita. Refund 100% Single Best Trasformazione della polizza assicurativa di tipo index linked Single Best nella polizza assicurativa sulla vita Refund 100% Single Best DOCUMENTO INFORMATIVO DELL OPERAZIONE DI TRASFORMAZIONE ai sensi

Dettagli

I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS. Federica Miglietta Bari, luglio 2014

I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS. Federica Miglietta Bari, luglio 2014 I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS Federica Miglietta Bari, luglio 2014 GLI STRUMENTI DERIVATI Gli strumenti derivati sono così denominati perché il loro valore deriva dal prezzo di una attività sottostante,

Dettagli

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE Aggiornamento Rating di Emissione Recovery Rating

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE Aggiornamento Rating di Emissione Recovery Rating DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE Aggiornamento Rating di Emissione Recovery Rating 18 Dicembre 2014 1 di 10 SOMMARIO 1. MOTIVAZIONE... 3 1.1. Consultazione... 4 1.2. Definizioni... 4 2. SCALE DI VALUTAZIONE...

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

Appendice Richiesta dall Organo di Controllo-ISVAP

Appendice Richiesta dall Organo di Controllo-ISVAP Appendice Richiesta dall Organo di Controllo-ISVAP IMPERUM Nota informativa B AVVERTENZE PER IL CONTRAENTE Questa polizza rientra nella categoria di polizze collegate a fondi di investimento denominate

Dettagli

Metodologia di valutazione e di pricing per la emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Pinzolo

Metodologia di valutazione e di pricing per la emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Pinzolo Metodologia di valutazione e di pricing per la emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Pinzolo 13 novembre 2014 PREMESSA Il presente documento definisce ed illustra

Dettagli

23 Giugno 2003 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari ESERCIZIO 1

23 Giugno 2003 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari ESERCIZIO 1 23 Giugno 2003 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari In uno schema uniperiodale e in un contesto di analisi media-varianza, si consideri un mercato

Dettagli

I derivati creditizi. Giuseppe Squeo

I derivati creditizi. Giuseppe Squeo I derivati creditizi Giuseppe Squeo 1 Il trasferimento del rischio di credito L attività di impiego, sia sotto forma di prestito che di acquisto obbligazioni, comporta un rischio di credito collegato sia

Dettagli

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 30/2008

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 30/2008 DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 30/2008 SCHEMA DI REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLE POLIZZE CON PRESTAZIONI DIRETTAMENTE COLLEGATE AD UN INDICE AZIONARIO O AD UN ALTRO VALORE DI RIFERIMENTO DI CUI

Dettagli

Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse

Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse Milano 12 marzo Fondazione Ambrosianeum Via delle Ore 3 Un Azienda ha la necessità di finanziare la sua attività caratteristica per un importo

Dettagli

CIRCOLARE N. 332 D. del 25 Maggio1998

CIRCOLARE N. 332 D. del 25 Maggio1998 CIRCOLARE N. 332 D. del 25 Maggio1998 OGGETTO: contratti di assicurazione sulla vita e di capitalizzazione con prestazioni direttamente collegate a fondi di investimento o ad indici azionari o altri valori

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. I prodotti della bancassicurazione : Polizze Index e Unit linked. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. I prodotti della bancassicurazione : Polizze Index e Unit linked. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi I prodotti della bancassicurazione : Polizze Index e Unit linked 1 Le polizze index linked Il principio base

Dettagli

INDICE. Prefazione...» XV Paola Leone e Franco Tutino. Introduzione... Fabrizio Santoboni

INDICE. Prefazione...» XV Paola Leone e Franco Tutino. Introduzione... Fabrizio Santoboni VII Autori... pag. XIII Prefazione...» XV Paola Leone e Franco Tutino Introduzione... Fabrizio Santoboni» XIX Capitolo 1. Le funzioni della produzione assicurativa Fabrizio Santoboni 1. Il contratto assicurativo...

Dettagli

Capitolo 1. Profilo finanziario degli investimenti 1

Capitolo 1. Profilo finanziario degli investimenti 1 Indice Prefazione Introduzione XIII XV Capitolo 1. Profilo finanziario degli investimenti 1 1.1 Definizione e tipologie di investimento 1 1.1.1 Caratteristiche degli investimenti produttivi 3 1.1.2 Caratteristiche

Dettagli

info Prodotto Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 A chi si rivolge Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 info Prodotto Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento del

Dettagli

La valutazione dei derivati illiquidi

La valutazione dei derivati illiquidi La valutazione degli attivi illiquidi detenuti dagli intermediari finanziari La valutazione dei derivati illiquidi ROBERTO CONTINI Banca Intermobiliare S.p.A. Milano 12 luglio 2012 S.A.F. SCUOLA DI ALTA

Dettagli

BANCA ALETTI & C. S.p.A.

BANCA ALETTI & C. S.p.A. CONDIZIONI DEFINITIVE D OFFERTA BANCA ALETTI & C. S.p.A. in qualità di Emittente e responsabile del collocamento del Programma di offerta al pubblico e/o quotazione dei certificates BORSA PROTETTA e BORSA

Dettagli

SOCIETE GENERALE EXCHANGE RATE LINKED NOTES 30/06/2015 (Isin XS0512071902)

SOCIETE GENERALE EXCHANGE RATE LINKED NOTES 30/06/2015 (Isin XS0512071902) SCHEDA PRODOTTO SOCIETE GENERALE EXCHANGE RATE LINKED NOTES 30/06/2015 (Isin XS0512071902) Natura dello strumento finanziario Il titolo SOCIETE GENERALE EXCHANGE RATE LINKED NOTES 30/06/2015 è un obbligazione

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di SCELGO INDEX 13 prodotto finanziario-assicurativo di tipo index linked

Offerta pubblica di sottoscrizione di SCELGO INDEX 13 prodotto finanziario-assicurativo di tipo index linked Società Cattolica di Assicurazione Società Cooperativa Offerta pubblica di sottoscrizione di SCELGO INDEX 13 prodotto finanziario-assicurativo di tipo index linked (codice prodotto I161) Il presente completo

Dettagli

Giampaolo Ferradini Autore Il Sole 24 ORE L uso dei derivati nella gestione del Portafoglio. Milano, 12 aprile 2008

Giampaolo Ferradini Autore Il Sole 24 ORE L uso dei derivati nella gestione del Portafoglio. Milano, 12 aprile 2008 Giampaolo Ferradini Autore Il Sole 24 ORE L uso dei derivati nella gestione del Portafoglio Milano, 12 aprile 2008 Sono contratti finanziari in cui si definisce un accordo di remunerazione. La remunerazione

Dettagli

Traguardo. Nota Informativa e Condizioni Contrattuali

Traguardo. Nota Informativa e Condizioni Contrattuali Traguardo Nota Informativa e Condizioni Contrattuali 4 Informazioni relative a Poste Vita S.p.A. Poste Vita S.p.A. ha la sua Sede Sociale in Largo Virgilio Testa 19-00144 Roma - ITALIA. È stata autorizzata

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE DI TIPO INDEX LINKED A PREMIO UNICO (Cod. 752-5752)

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE DI TIPO INDEX LINKED A PREMIO UNICO (Cod. 752-5752) PROTEZIONE RISPARMIO INVESTIMENTO PREVIDENZA EQUIILIIBRIIOAURORA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE DI TIPO INDEX LINKED A PREMIO UNICO (Cod. 752-5752) Il presente fascicolo contrattuale contenente: a) Prospetto

Dettagli

Che cosa è una polizza Index Linked? Come viene investito il mio capitale? Cosa è la componente obbligazionaria? Cosa è la componente derivata?

Che cosa è una polizza Index Linked? Come viene investito il mio capitale? Cosa è la componente obbligazionaria? Cosa è la componente derivata? frequently Asked questions (FAQ) le polizze unit linked In collaborazione con il Gruppo Montepaschi e le Associazioni dei Consumatori: Acu Adiconsum Adoc Assoconsum Assoutenti Casa del Consumatore Cittadinanzattiva

Dettagli

Gli Strumenti Finanziari secondo. i Principi Contabili Internazionali IAS 32-39

Gli Strumenti Finanziari secondo. i Principi Contabili Internazionali IAS 32-39 Gli Strumenti Finanziari secondo i Principi Contabili Internazionali IAS 32-39 Relatore: Dott. Stefano Grumolato Verona, aprile 2008 Overview dell intervento Strumenti finanziari e tecniche di valutazione

Dettagli

POLICY DI VALUTAZIONE E PRICING DEGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONARI

POLICY DI VALUTAZIONE E PRICING DEGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONARI POLICY DI VALUTAZIONE E PRICING DEGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONARI Delibera del Consiglio di Amministrazione del 20/12/2010 integrata con delibera del 18/11/2011 Redatto da: Direzione Operativa

Dettagli

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti:

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: Strumenti derivati Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: attività finanziarie (tassi d interesse, indici azionari, valute,

Dettagli

Danilo Mascia, PhD Student Università degli Studi di Cagliari Anno Accademico 2012-2013 Economia e tecnica del mercato mobiliare

Danilo Mascia, PhD Student Università degli Studi di Cagliari Anno Accademico 2012-2013 Economia e tecnica del mercato mobiliare Danilo Mascia, PhD Student Università degli Studi di Cagliari Anno Accademico 2012-2013 Economia e tecnica del mercato mobiliare danilo.mascia@gmail.com 1 Credit spread products I credit spread products

Dettagli

Note integrative di Moneta e Finanza Internazionale. c Carmine Trecroci 2004

Note integrative di Moneta e Finanza Internazionale. c Carmine Trecroci 2004 Note integrative di Moneta e Finanza Internazionale c Carmine Trecroci 2004 1 Tassi di cambio a pronti e a termine transazioni con consegna o regolamento immediati tasso di cambio a pronti (SR, spot exchange

Dettagli

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE 27 Ottobre 2015 1 di 11 SOMMARIO 1 MOTIVAZIONE... 3 1.1 Consultazione... 4 1.2 Definizioni... 4 2 SCALA DI VALUTAZIONE... 7 2.1 Scala di Rating... 7 3 METODOLOGIA E RATING CRITERIA...

Dettagli

L asset liability management visto da Generali Investments Carlo Cavazzoni, Responsabile Globale Distribuzione

L asset liability management visto da Generali Investments Carlo Cavazzoni, Responsabile Globale Distribuzione L asset liability management visto da Generali Investments Carlo Cavazzoni, Responsabile Globale Distribuzione Contenuti 1. Asset liability management: il contesto e le evoluzioni 2. L approccio di Generali

Dettagli

1. VALUTAZIONE DEL PORTAFOGLIO POLIZZE AL

1. VALUTAZIONE DEL PORTAFOGLIO POLIZZE AL Oggetto: Appendice al Report Risk del 30.06. - valutazione del portafoglio polizze e rendicontazione del rendimento complessivo del portafoglio investimenti maturato nel primo semestre del 1. VALUTAZIONE

Dettagli

Metodologia di valutazione e di pricing per la emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Trento

Metodologia di valutazione e di pricing per la emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Trento Metodologia di valutazione e di pricing per la emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Trento Data 16 febbraio 2011 Delibera Consiglio d Amministrazione del marzo

Dettagli

Aviva Target 8% Index Linked a premio unico. Gruppo Aviva. Aviva S.p.A.

Aviva Target 8% Index Linked a premio unico. Gruppo Aviva. Aviva S.p.A. Aviva Target 8% Index Linked a premio unico Offerta pubblica di sottoscrizione di AVIVA TARGET 8%, prodotto finanziario-assicurativo di tipo index linked a premio unico. Il presente Prospetto Informativo

Dettagli

Prestazioni di capitale caso morte

Prestazioni di capitale caso morte Prestazioni di capitale caso morte Giovanni Zambruno e Asmerilda Hitaj Bicocca, 2014 Outline Assicurazione elementare caso morte 1 Assicurazione elementare caso morte 2 3 4 5 6 Assicurazione elementare

Dettagli

Metodologia Rating di emissione

Metodologia Rating di emissione Metodologia Rating di emissione giugno 2014 SOMMARIO IL RATING - DEFINIZIONI...3 CERVED GROUP RATING... 3 IL RATING di emissione... 3 LA SCALA DI RATING...3 METODOLOGIA DI RATING DI EMISSIONE...5 Ambito

Dettagli

Coperture plain vanilla e coperture esotiche: opportunità e rischi

Coperture plain vanilla e coperture esotiche: opportunità e rischi Coperture plain vanilla e coperture esotiche: opportunità e rischi Prof. Manuela Geranio, Università Bocconi Prof. Giovanna Zanotti, Università Bocconi Assolombarda, 1 Aprile 2008, Milano Agenda I. Obiettivi

Dettagli

WEB to LIFE. Selezionare WEB to LIFE. La schermata sopra riportata descrive la procedura di accesso della rete agenziale di Cattolica.

WEB to LIFE. Selezionare WEB to LIFE. La schermata sopra riportata descrive la procedura di accesso della rete agenziale di Cattolica. WEB to LIFE La procedura WEB to LIFE consente di visualizzare, direttamente dall ambiente dei ServiziWEB, i contratti registrati sul portafoglio Vita LIFE. L interrogazione fornisce informazioni generali

Dettagli

Modelli di portafoglio

Modelli di portafoglio Università Bicocca - Milano Anno Accademico 2007 / 2008 Modelli di portafoglio Corso di Risk Management Milano, 26 Marzo 2008 Perchè stimare EL e UL: un esempio Actual Portfolio Loss 2.00% 1.80% 1.60%

Dettagli

Dettaglio riserve matematiche pure del segmento vita: scadenza matematica

Dettaglio riserve matematiche pure del segmento vita: scadenza matematica SEZIONE 2 RISCHI DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE 2.1 RISCHI ASSICURATIVI INFORMAZIONI DI NATURA QUALITATIVA E QUANTITATIVA Ramo Vita I rischi tipici del portafoglio assicurativo Vita (gestito attraverso

Dettagli

Zurich Energy. scheda sintetica. prodotto finanziario-assicurativo di tipo index linked

Zurich Energy. scheda sintetica. prodotto finanziario-assicurativo di tipo index linked Zurich Energy prodotto finanziario-assicurativo di tipo index linked scheda sintetica La presente Scheda sintetica è stata depositata in CONSOB il 30 novembre 2007 ed è valida a partire dal 3 dicembre

Dettagli

Sicurezza per il futuro: interessante investimento di capitale e copertura finanziaria per i vostri cari

Sicurezza per il futuro: interessante investimento di capitale e copertura finanziaria per i vostri cari PREVIDENZA E PATRIMONIO L ASSICURAZIONE SULLA VITA SCALA PREVIDENZA E PATRIMONIO Assicurazione sulla vita a premio unico CONFORTA Sicurezza per il futuro: interessante investimento di capitale e copertura

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CILINDRICA

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CILINDRICA BANCA CARIGE SpA SCHEDA PRODOTTO: CAMBI OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CILINDRICA TIPOLOGIA DI STRUMENTO: DERIVATI SU CAMBI OBIETTIVO Il prodotto denominato Cambi Opzione Vendita Divisa Struttura Cilindrica

Dettagli

Strumenti finanziari e scelte di investimento. Roma, 8 maggio 2009

Strumenti finanziari e scelte di investimento. Roma, 8 maggio 2009 Strumenti finanziari e scelte di investimento Roma, 8 maggio 2009 IL MERCATO DEI CAPITALI Il MERCATO DEI CAPITALI è il luogo ideale dove si incontrano domanda e offerta di strumenti finanziari. Lo scopo

Dettagli

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Economia dei mercati mobiliari e finanziamenti di aziende Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Gli stili di gestione Stile di gestione come espressione

Dettagli

Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti

Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti Fausto Tenini - Analista Quantitativo presso Ufficio Studi MF-MilanoFinanza - Prof. presso Univ. Statale di Milano, facoltà

Dettagli

Le polizze vita. Trento, Giovedì 19 Novembre 2009

Le polizze vita. Trento, Giovedì 19 Novembre 2009 Le polizze vita Trento, Giovedì 19 Novembre 2009 Chi siamo Dott. Marco Picetti Dott. Matteo Picetti Studio di analisi e consulenza finanziaria indipendente Ifa Nordest. Consulenza finanziaria senza conflitti

Dettagli

Matematica Attuariale

Matematica Attuariale Matematica Attuariale Insieme di modelli matematici relativi all attività assicurativa. Attività assicurativa: attività economica consistente nella gestione dei rischi trasferiti ad un assicuratore da

Dettagli

METODOLOGIA DI VALUTAZIONE E DI PRICING PER L EMISSIONE/NEGOZIAZIONE DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DI PROPRIA EMISSIONE

METODOLOGIA DI VALUTAZIONE E DI PRICING PER L EMISSIONE/NEGOZIAZIONE DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DI PROPRIA EMISSIONE METODOLOGIA DI VALUTAZIONE E DI PRICING PER L EMISSIONE/NEGOZIAZIONE DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DI PROPRIA EMISSIONE Delibera del Consiglio di Amministrazione Padergnone, 16 gennaio 2014 AGGIORNAMENTO

Dettagli

ESAME DI STATO PER LA PROFESSIONE DI ATTUARIO ANNO 2013 II SESSIONE PROVA PRATICA BUSTA N. 1

ESAME DI STATO PER LA PROFESSIONE DI ATTUARIO ANNO 2013 II SESSIONE PROVA PRATICA BUSTA N. 1 ANNO 2013 II SESSIONE BUSTA N. 1 TECNICA ATTUARIALE DELL ASSICURAZIONE SULLA VITA Il candidato predisponga la Relazione Tecnica sulla Tariffa (Nota Tecnica), in base all allegato riportato nel regolamento

Dettagli

CONTRATTI E TASSI SWAP

CONTRATTI E TASSI SWAP CONTRATTI E TASSI SWAP FLAVIO ANGELINI Sommario. In queste note vengono definite, analizzate e valutate le tipologie più comuni di contratti interest rate swap e si discute l importanza che i tassi swap

Dettagli

Strategie α nella costruzione di portafoglio. 03 Maggio 2012

Strategie α nella costruzione di portafoglio. 03 Maggio 2012 Strategie α nella costruzione di portafoglio 03 Maggio 2012 AGENDA La costruzione di portafoglio Le strategie alpha Il portafoglio con strategie alpha LA COSTRUZIONE DI UN PORTAFOGLIO FINANZIARIO Un portafoglio

Dettagli

EURO SECTOR NEW. Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Scheda Sintetica

EURO SECTOR NEW. Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Scheda Sintetica Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Scheda Sintetica Parte I Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte II Illustrazione dei dati storici

Dettagli

BONUS CAP CERTIFICATE

BONUS CAP CERTIFICATE BONUS CAP CERTIFICATE Puoi ottenere un extra-rendimento (Bonus) e il prezzo di emissione, finché il sottostante si mantiene sopra il livello di barriera. In caso contrario replichi la performance del sottostante

Dettagli

DATA INIZIO OPERATIVITÀ 22 MAGGIO 2009 ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA

DATA INIZIO OPERATIVITÀ 22 MAGGIO 2009 ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA REGOLAMENTO DELL ATTIVITA DI NEGOZIAZIONE PER CONTO PROPRIO SU TITOLI DI STATO ITALIANI E OBBLIGAZIONI DI PROPRIA EMISSIONE SVOLTA DALLA BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA Soc.Cooperativa DATA INIZIO OPERATIVITÀ

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

BONUS CAP CERTIFICATE

BONUS CAP CERTIFICATE BONUS CAP CERTIFICATE Puoi ottenere un extra-rendimento (Bonus) e il prezzo di emissione, finché il sottostante si mantiene sopra il livello di barriera. In caso contrario replichi la performance del sottostante

Dettagli

OPZIONI, DURATION E INTEREST RATE SWAP (IRS)

OPZIONI, DURATION E INTEREST RATE SWAP (IRS) ESERCITAZIONE MATEMATICA FINANZIARIA 1 OPZIONI, DURATION E INTEREST RATE SWAP (IRS) Valutazione delle opzioni Esercizio 1 2 ESERCIZIO 1 Il portafoglio di un investitore è composto di 520 azioni della società

Dettagli

Nota integrativa consolidata Parte E Informazioni sui rischi e sulle relative politiche di copertura

Nota integrativa consolidata Parte E Informazioni sui rischi e sulle relative politiche di copertura SEZIONE 2 RISCHI DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE 2.1 RISCHI ASSICURATIVI Ramo Vita I rischi tipici del portafoglio assicurativo Vita (gestito attraverso EurizonVita, EurizonLife, SudPoloVita e CentroVita)

Dettagli

PRIMO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

PRIMO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Unione di Banche Italiane S.c.p.A. Sede Sociale e Direzione Generale: Bergamo, Piazza Vittorio Veneto, 8 Sedi operative: Brescia e Bergamo Codice Fiscale, Partita IVA ed Iscrizione al Registro delle Imprese

Dettagli

Fondo Pensione Gruppo Intesa

Fondo Pensione Gruppo Intesa Fondo Pensione Gruppo Intesa Fondo Gruppo Intesa Sommario 2 Le linee di investimento Il Multicomparto La linea garantita I criteri di scelta delle linee di investimento Le commissioni I rendimenti delle

Dettagli

Puro Rischio TCM. Di regola non esiste RISCATTO e RIDUZIONE.

Puro Rischio TCM. Di regola non esiste RISCATTO e RIDUZIONE. Il Ramo Vita 1 Puro rischio TCM 2 Puro Rischio TCM Garantiscono al Beneficiario un capitale in caso di decesso dell Assicurato entro un dato periodo di tempo. Il premio è calcolato in base: al sesso dell

Dettagli

CODICE ISIN GB00B39MSQ94 SCHEDA TECNICA

CODICE ISIN GB00B39MSQ94 SCHEDA TECNICA CREDIT SUISSE TRIGGER YIELD CERTIFICATES DUE 2013 ( DOLLAR PREMIUM ) LINKED TO EUR/USD emessi da Credit Suisse International Certificato a cinque anni con rimborso anticipato automatico collegato al tasso

Dettagli

Gli strumenti derivati

Gli strumenti derivati Gli strumenti derivati EMM A - Lezione 6 Prof. C. Schena Università dell Insubria 1 Gli strumenti derivati Derivati perché il loro valore deriva da quello di altre attività dette beni/attività sottostanti

Dettagli

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento

Dettagli

LS Advisor ANALISI SINTETICA DEI DERIVATI STIPULATI DAL COMUNE DI ROMA

LS Advisor ANALISI SINTETICA DEI DERIVATI STIPULATI DAL COMUNE DI ROMA ANALISI SINTETICA DEI DERIVATI STIPULATI DAL COMUNE DI ROMA Gli swap sono accordi tra società per scambiarsi futuri pagamenti. L accordo definisce le date in cui i pagamenti vengono scambiati e il modo

Dettagli

Le passività senza attività corrispondenti. Franco Moriconi Membro del Consiglio dei Garanti Università di Perugia

Le passività senza attività corrispondenti. Franco Moriconi Membro del Consiglio dei Garanti Università di Perugia Le passività senza attività corrispondenti Franco Moriconi Membro del Consiglio dei Garanti Università di Perugia Avversione al rischio e remunerazione del rischio Price of time e Price of risk Valutazione

Dettagli

Informazioni chiave per gli investitori

Informazioni chiave per gli investitori Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo Comparto. Non si tratta di un documento

Dettagli

Finanza delle Assicurazioni e della Previdenza

Finanza delle Assicurazioni e della Previdenza Finanza delle Assicurazioni e della Previdenza Francesco Menoncin Le zi one 24 /04/2006 Sommario Si presentano le principali problematiche di gestione dei fondi pensione nei due sistemi Pay-As-You-Go e

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Informazioni chiave per gli investitori

Informazioni chiave per gli investitori Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo Comparto. Non si tratta di un documento

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA A.A. 2007 2008 Prova del 4 luglio 2008. Esercizio 1 (6 punti)

MATEMATICA FINANZIARIA A.A. 2007 2008 Prova del 4 luglio 2008. Esercizio 1 (6 punti) MATEMATICA FINANZIARIA A.A. 2007 2008 Prova del 4 luglio 2008 Nome Cognome Matricola Esercizio 1 (6 punti) Dato un debito di 20 000, lo si voglia rimborsare mediante il pagamento di 12 rate mensili posticipate

Dettagli

L analisi del d. m. n. 259/2012: criticità interpretative e proposte di soluzione: aspetti attuariali

L analisi del d. m. n. 259/2012: criticità interpretative e proposte di soluzione: aspetti attuariali Associazione Italiana per la Previdenza e Assistenza Complementare LA SOLVIBILITÀ DEI FONDI PENSIONE: NORMATIVA ITALIANA E SITUAZIONE IN AMBITO UE L analisi del d. m. n. 259/2012: criticità interpretative

Dettagli

COVERSIONE DEL CAPITALE IN UNA RENDITA VITALIZIA RITARDATA A cura di Luca Buratto

COVERSIONE DEL CAPITALE IN UNA RENDITA VITALIZIA RITARDATA A cura di Luca Buratto Introduzione COVERSIONE DEL CAPITALE IN UNA RENDITA VITALIZIA RITARDATA A cura di Luca Buratto L art. 1882 del Codice Civile stabilisce che «L assicurazione è il contratto con il quale l assicuratore,

Dettagli

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Equity Coupon 02/2014 A chi si rivolge

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Equity Coupon 02/2014 A chi si rivolge info Prodotto è il nuovo Comparto del fondo comune di diritto lussemburghese Investment Solutions by Epsilon, promosso da Eurizon Capital S.A. e gestito da Epsilon SGR. Il Comparto mira ad ottenere un

Dettagli

Carry Strategies. Fondo con alto livello di delega e profilo di rischio basso

Carry Strategies. Fondo con alto livello di delega e profilo di rischio basso Carry Strategies Fondo con alto livello di delega e profilo di rischio basso Versione riservata ai Financial Partner ad esclusivo uso interno Maggio 2014 La posizione di Carry Strategies nell offerta AzFund

Dettagli

SCHEMA DI SCHEDA SINTETICA CONTRATTO UNIT LINKED

SCHEMA DI SCHEDA SINTETICA CONTRATTO UNIT LINKED Allegato 2 SCHEMA DI SCHEDA SINTETICA CONTRATTO UNIT LINKED Inserire la seguente avvertenza: ATTENZIONE: LEGGERE ATTENTAMENTE LA NOTA INFORMATIVA PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DEL CONTRATTO. La presente Scheda

Dettagli

Bisogno di investimento del risparmio

Bisogno di investimento del risparmio Bisogno di investimento del risparmio Domanda e Offerta di strumenti di investimento del risparmio Bisogno di investimento Strumenti bancari (contratti bilaterali) depositi tempo; PcT; CD Strumenti di

Dettagli

BANCA ALETTI & C. S.p.A. PER DUE CERTIFICATE e PER DUE CERTIFICATES DI TIPO QUANTO CONDIZIONI DEFINITIVE D OFFERTA

BANCA ALETTI & C. S.p.A. PER DUE CERTIFICATE e PER DUE CERTIFICATES DI TIPO QUANTO CONDIZIONI DEFINITIVE D OFFERTA BANCA ALETTI & C. S.p.A. in qualità di emittente e responsabile del collocamento del Programma di offerta al pubblico e/o di quotazione di investment certificates denominati PER DUE CERTIFICATE e PER DUE

Dettagli