Guida la tua crescita professionale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida la tua crescita professionale"

Transcript

1 Guida la tua crescita professionale FORMAzione 2015

2

3 Quello che tutte le organizzazioni cercano è l uomo già formato e competente, una persona che sia già stata ben formata da altri. Ma è solo quando realizzeremo che è un nostro dovere, oltre che un opportunità, collaborare per formare chi lavora con noi e renderlo sempre più competente invece di cercarlo già formato, che avremo imboccato la strada della vera efficienza (Anonimo) Organizzazioni più complesse, stakeholder più esigenti, competizione più intensa. La crisi ha cambiato lo scenario economico di riferimento delineando la necessità di un assestamento strutturale che coinvolge le professioni impegnate nella gestione del rischio, nella sua accezione più ampia. Ciò costituisce un importante sfida anche per gli Internal Auditors. L evoluzione in atto ha cambiato anche il profilo e il ruolo dell Internal Auditor, un professionista oggi sempre più organicamente inserito nei meccanismi di governo aziendale, divenuto il punto di riferimento della control governance. In questo contesto, AIIA si sente investita della responsabilità di supportare i professionisti ad ampliare le proprie competenze di base (management, sistemi informativi, contabilità avanzata) e specialistiche, e promuovere la capacità dell Internal Auditor di costruire e gestire relazioni in organizzazioni complesse.

4 INDICE generale Pag. AIIA: storia e VISIONE DELLA CRESCITA PROFESSIONALE... 6 ITER FORMATIVI... 8 FORMAZIONE A CATALOGO... 9 INDICE TEMATICO CALENDARIO CORSI 1 SEMESTRE CALENDARIO CORSI 2 SEMESTRE CALENDARIO CORSI ROMA 1 SEMESTRE CALENDARIO CORSI ROMA 2 SEMESTRE I NOSTRI CORSI I NOSTRI ITER formativi CALENDARIO ITER FORMATIVI STRUMENTI E COMPETENZE PER L INTERNAL AUDITOR (LIVELLO BASE) STRUMENTI E COMPETENZE PER L INTERNAL AUDITOR (LIVELLO AVANZATO) FOCUS SUL FRAUD Auditing FOCUS SUL RISK MANAGEMENT FOCUS SULLA QUALITY ASSURANCE FOCUS SULL IT-Auditing FORMAZIONE SPECIALISTICA DIPLOMA IN CONTROLLO E INTERNAL Auditing PERCORSO DI SPECIALIZZAZIONE PER RESPONSABILI DELLA VIGILANZA EX D.Lgs. 231/ CORSO PER L ACCREDITAMENTO DELLA QUALIFICA DI EXTERNAL ASSESSOR/VALIDATOR (QAR) CERTIFICAZIONI INTERNAZIONALI CALENDARIO CORSI DI SUPPORTO PER LA PREPARAZIONE ALL ESAME CIA REVIEW COURSE PART I - CIA REVIEW COURSE PART II - CIA REVIEW COURSE PART III CCSA CORSO DI ADDESTRAMENTO ALLA FACILITATION CFSA REVIEW COURSE CRMA REVIEW COURSE Audit Tutoring FORMAZIONE SU MISURA INFORMAZIONI GENERALI MODALITA DI PARTECIPAZIONE AI CORSI COME RAGGIUNGERCI

5 5

6 AIIA: STORIA E visione della crescita professionale AIIA, Associazione Italiana Internal Auditors, associazione senza fini di lucro, nasce a Milano nel In questi decenni di attività, AIIA ha contribuito a migliorare i sistemi di governo, di gestione del rischio e di controllo delle organizzazioni attraverso la valorizzazione della funzione di Internal Audit. Inserita in un contesto internazionale, AIIA è ufficialmente riconosciuta come affiliazione italiana dell Institute of Internal Auditors (The IIA), the global voice of the internal Audit profession. The IIA, costituitosi nel 1941, conta più di membri in 190 paesi e centinaia tra affiliates e chapters locali e rappresenta, grazie alla varietà di servizi e prodotti come gli standard professionali, le certificazioni, i progetti formativi e, più in generale, il knowledge, il punto di riferimento, a livello globale, per gli Internal Auditors. AIIA aderisce anche alla European Confederation of Institutes of Internal Auditing (ECIIA), organizzazione che si pone l obiettivo di promuovere il valore della Professione in Europa e di consolidare il network a livello sovranazionale. In oltre 40 anni di formazione, studi e confronto con istituzioni, professionisti e imprese, AIIA ha fortemente contribuito all evoluzione dei modelli di control governance verso i migliori Standard Internazionali e all affermazione del ruolo e della professionalità dell Internal Auditor. Con oltre soci in rappresentanza di più di 900 tra gruppi e aziende, l Associazione rappresenta oggi il primo punto di riferimento per le tematiche di Corporate Governance e Controllo in Italia. AIIA attribuisce un valore fondamentale all estensione delle competenze e all aggiornamento professionale. Per la delicatezza del ruolo svolto nei sistemi di governo e le numerose valutazioni che è chiamato a esprimere, un professionista dell Internal Auditing deve oggi disporre di competenze specialistiche e manageriali, unite alla capacità di costruire e gestire le relazioni all interno delle organizzazioni. La costruzione dei programmi formativi è, infatti, l esito di un processo rigoroso che prevede il monitoraggio delle esigenze di mercato, il contributo scientifico dei comitati tematici e l elaborazione di flussi informativi internazionali. Rafforzare, ampliare e innovare costantemente l offerta formativa allo scopo di supportare l Internal Auditor nell affrontare le scelte formative e affiancarlo nel suo percorso di crescita professionale, è una delle attività cardine dell Associazione, unitamente allo sviluppo e all aggiornamento costante delle competenze. 6

7 AIIA presenta quindi una nuova offerta, riprogettata sulla base di una puntuale ricognizione dei fabbisogni formativi e di una forte riflessione sugli hot topics della Professione e sul ruolo dell Internal Auditor, sviluppata attraverso: FORMAZIONE A CATALOGO per guidare la tua crescita professionale FORMAZIONE SPECIALISTICA...per valorizzare la tua crescita professionale CERTIFICAZIONI INTERNAZIONALI per qualificare la tua crescita professionale Audit Tutoring per favorire lo sviluppo della funzione di Internal Audit FORMAZIONE SU MISURA per progettare la crescita della funzione di Internal Audit Al fine di riorganizzare i contenuti in maniera più sistematica e approfondire temi sempre più specifici e di taglio pratico, i corsi a catalogo sono stati raggruppati in 7 aree: aree Governance e sistema di controllo interno Competenze e strumenti per la professione Governo della Funzione Compliance normativa Presidio dei rischi competenze relazionali Competenze settoriali 7

8 iter formativi Inoltre, per affiancare e supportare il professionista sia nell individuazione delle proprie esigenze che nella scelta delle attività formative da seguire, AIIA introduce e propone 6 iter formativi, ovvero raggruppamenti di corsi, che suggeriscono un indirizzo specifico per lo sviluppo di competenze di base, avanzate e legate a specifici ambiti tematici come il Fraud Auditing, il Risk Management, la Quality Assurance e l IT Auditing. STRUMENTI E COMPETENZE PER L INTERNAL AUDITOR (LIVELLO BASE) STRUMENTI E COMPETENZE PER L INTERNAL AUDITOR (LIVELLO AVANZATO) FOCUS SUL FRAUD Auditing FOCUS SUL RISK MANAGEMENT FOCUS SULLA QUALITY ASSURANCE FOCUS SULL IT-Auditing docenti Il parco docenti di AIIA è da sempre estremamente qualificato e costituito da: Autorevoli esponenti del mondo aziendale: Chief Audit Executive (CAE) e Responsabili della funzione Internal Audit Professionisti del Controllo Interno Consulenti di Direzione e membri di Organismi di Vigilanza Autorevoli esponenti del mondo accademico Tutti i professionisti sopra elencati sono riconosciuti per capacità e competenze e sono in grado di trasferire in aula l esperienza professionale acquisita sul campo e nel corso degli anni. L albo docenti è interamente consultabile sul sito all interno del quale è possibile trovare un breve estratto del curriculum vitae di ogni singolo docente AIIA. iso I contenuti dei corsi sono costantemente aggiornati per rispondere al meglio alle esigenze formative delle organizzazioni e la formula interaziendale consente il confronto in aula tra professionisti e manager di differenti settori. L interazione tra partecipanti aventi diversi background favorisce lo scambio di esperienze professionali e best practice aziendali. L Associazione Italiana Internal Auditors ha adeguato le procedure operative agli standard fissati dagli organismi di certificazione di livello internazionale, ottenendo la certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2008 per il settore EA 37: istruzione per la progettazione ed erogazione di servizi formativi in ambito professionale. La certificazione permette alle aziende di utilizzare i Fondi Paritetici Interprofessionali per accedere a tutti i corsi di formazione AIIA, organizzati in modalità interaziendale, aziendale e Tutoring, e usufruire dei finanziamenti previsti per la Formazione Continua dei professionisti del settore Auditing. 8

9 FORMAZIONE A CATALOGO...per guidare la tua crescita professionale 9

10 INDICE tematico Governance e sistema di controllo interno!!! la Corporate Governance La Governance ed i controlli interni: approccio secondo gli Standard internazionali dell IIA... La Control Governance, i diversi sistemi di controllo interno e gli organi di controllo L integrazione dei sistemi di controllo... i Framework di riferimento Progettazione dei Sistemi di controllo interno secondo i Framework di riferimento ERM: sviluppo di un Sistema di Risk Management Il framework Cobit... Coso Report: un framework di riferimento... I processi amministrativi e contabili e l analisi di bilancio Pag !!!! Accounting & Finance Risks per Internal Auditors... Financial Auditing: l approccio per voci di bilancio e cicli operativi Analisi e mappatura dei processi amministrativi e contabili e principi contabili Analisi del Bilancio d esercizio e del Bilancio consolidato, KPI e misurazione della performance La rendicontazione delle performance aziendali non economiche: analisi dell informazione integrata 26 Competenze e strumenti per la professione! Gli strumenti e le tecniche di Audit Strumenti e tecniche per la professione di IA: le fasi dell attività e le carte di lavoro... Strumenti e tecniche per la professione di IA: gestire gli Audit complessi e gli strumenti avanzati Mappare i processi e intervenire sull organizzazione degli stessi... It per non It Auditors... Le metodologie e i tool a supporto dell attività ! Valutazione del Sistema di Controllo Interno per la governance aziendale... Metodologia di valutazione del Sistema di Controllo Interno... Strumenti statistici per l IA... I sistemi informatici per il controllo Continuous Auditing e Continuous Monitoring... Project management: strumenti e tecniche di supporto per l Internal Auditor... Data Audit & analytics tools La conduzione della funzione Governo della Funzione Governo e conduzione della funzione Internal Audit... La funzione IA nelle aziende quotate: requisiti richiesti e adeguamento... IL piano di Audit e la QAIP Il piano di Audit Risk based e integrato... Audit report writing... Le raccomandazioni di Audit: monitoraggio delle azioni correttive e follow-up... Quality Assurance & Improvement program (QAIP); disegno ed implementazione... Marketing della funzione IA Compliance normativa Il D.Lgs. 231/01 e la normativa di impatto generale! Costruzione del Modello Organizzazione e Controllo ai fini 231 Recente giurisprudenza ed implicazioni sui Modelli Organizzativi e sulle condotte degli Organismi di Vigilanza... Frodi e reati 231 : dalla fattispecie legale al rischio in azienda... Internal Auditing e i processi dati in outsorcing: efficacia, efficienza e particolari attenzioni in ottica 231/01... Adempimenti e verifiche richieste dal D. Lgs. 81/08... Verifiche e Regolamento UE in materia di privacy... La normativa di impatto settoriale ! La legge Anticorruzione (L. 190/2012) nella PA: adempimenti opportunità e ruolo dell IA... Gestire i rapporti con Banca d Italia, Ivass e Consob... Circolare Banca D Italia

11 l ApprocCio risk based PAG! Control risk self-assessment - CRSA... Assurance sul Risk management... Le aree di rischio e l analytical review: rilevazione e analisi delle variabili di rischio... Risk based Auditing: accrescere il valore aggiunto dell IA... Il Risk assessment e le diverse metodologie Gli strumenti statistici per il Risk assessment la gestione delle diverse tipologie di rischio Presidio dei rischi! Individuazione del rischio frode e Fraud Governance secondo le normative vigenti... Strumenti per l attività di fraud management: prevenzione, rilevazione, investigazione... Costituzione di un Fraud Risk Management Program... La gestione dei rischi negli Enti Municipalizzati... Gestione del rischio nel controllo delle parti terze... ICT e globalizzazione: approcci metodologici di Audit cloud,e-commerce e cybercrime... Assessment dell Internal Audit sul Risk Appetite Framework... L Auditing dei sistemi ICT Audit della funzione Risorse Umane l impatto dei rischi emergenti al media & Reputational Risk... Reati ambientali e gestione del rischio... Business Continuity Management La gestione dei rapporti durante l attività di Audit Tecniche di gestione e conduzione delle interviste nell IA... Tecniche di negoziazione e gestione dei conflitti nell IA competenze relazionali la gestione dei rapporti interni ed esterni alla funzione La gestione e la motivazione dei propri collaboratori... Time Management... La comunicazione efficace verso gli altri organi di controllo e la comunicazione dei dati sensibili al board il settore assicurativo!! Le frodi in campo assicurativo - Ramo danni RCA... Le frodi in campo assicurativo - Ramo danni no RCA Il processo di adeguamento a Solvency II: impatti sulle organizzazioni 74 il settore finanziario Competenze settoriali!! Audit sul processo del credito... Internal Auditing per il settore finanziario (corso avanzato)... Le verifiche ispettive di Banca d Italia: finalità, strutturazione e documentazione richiesta... il settore manifatturiero e il settore dei servizi L Audit dei processi di Approvvigionamento e Appalti Il Fraud Auditing nel settore manifatturiero/telco/servizi Mergers & Acquisitions: quali rischi e quale ruolo per l Internal Auditor !! il settore della pubblica amministrazione Start-up della funzione Internal Audit nelle Amministrazioni Pubbliche... D. Lgs. 33/2013: obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni Le aziende partecipate: peculiarità e caratteristiche del Sistema dei controlli 79! Corso nuovo Corso in finalizzazione - a breve disponibili contenuti di dettaglio. 11

12 CALENDARIO CORSI (1 semestre) GEN FEB Verifiche e Regolamento UE in materia di privacy Risk based Auditing: accrescere il valore aggiunto dell IA La Governance ed i controlli interni: approccio secondo gli Standard internazionali di IIA Accounting & Finance Risks per Internal Auditors Mergers & Acquisitions: quali rischi e quale ruolo per l Internal Auditor Gestire i rapporti con Banca d Italia, Ivass e Consob MAR Il piano di Audit Risk based e integrato Le aree di rischio e l analytical review: rilevazione e analisi delle variabili di rischio La Control Governance, i diversi sistemi di controllo interno e gli organi di controllo Assessment dell Internal Audit sul Risk Appetite Framework Strumenti e tecniche per la professione di IA: le fasi dell attività e le carte di lavoro Internal Auditing e i processi dati in outsorcing: efficacia, efficienza e particolari attenzioni in ottica 231/01 Reati ambientali e gestione del rischio Internal Auditing per il settore finanziario (corso avanzato) Le frodi in campo assicurativo - Ramo danni RCA APR Le frodi in campo assicurativo - Ramo danni no RCA Governo e conduzione della funzione IA Individuazione del rischio frode e Fraud Governance secondo le normative vigenti Costruzione del Modello Organizzazione e Controllo ai fini 231 Strumenti e tecniche per la professione di IA: gestire gli Audit complessi e gli strumenti avanzati MAG Recente giurisprudenza ed implicazioni sui Modelli Organizzativi e sulle condotte degli Organismi di Vigilanza Audit sul processo del credito Tecniche di gestione e conduzione delle interviste nell IA Continuos Auditing e continous monitoring Le raccomandazioni di Audit: monitoraggio delle azioni correttive e follow-up Il Risk assessment e le diverse metodologie Progettazione dei Sistemi di controllo interno secondo i Framework di riferimento Strumenti per l attività di fraud management: prevenzione, rilevazione, investigazione Business Continuity Management 12 GIU Costituzione di un Fraud Risk Management Program Financial Auditing: l approccio per voci di bilancio e cicli operativi Metodologia di valutazione del Sistema di Controllo Interno Strumenti statistici per il risk assessment Tecniche di negoziazione e gestione dei conflitti nell IA Il Fraud Auditing nel settore manifatturiero/telco/servizi Assurance sul Risk management

13 GEN FEB MAR APR MAG GIU

14 CALENDARIO CORSI (2 semestre) LUG La gestione dei rischi negli Enti Municipalizzati La funzione IA nelle aziende quotate: requisiti richiesti e adeguamento SET Quality assurance e improvement program (QAIP): disegno e implementazione Audit della funzione Risorse Umane IT per non IT Auditors Coso Report: un framework di riferimento Le verifiche ispettive di Banca d'italia: finalità, strutturazione e documentazione richiesta Audit Report Writing L'Auditing dei sistemi ICT Control risk self-assessment - CRSA Circolare Banca D'Italia OTT Strumenti e tecniche per la professione di IA: le fasi dell'attività e le carte di lavoro Analisi del Bilancio d'esercizio e del Bilancio consolidato, KPI e misurazione della performance Il framework Cobit Mappare i processi e intervenire sull'organizzazione degli stessi Analisi e mappatura dei processi amministrativi e contabili e principi contabili Project Management: strumenti e tecniche di supporto per l'internal Auditor NOV ERM: sviluppo di un Sistema di Risk Management ICT e globalizzazione: sviluppi tecnici recenti e approcci metodologici : Cloud, E-commerce e Cybercrime Frodi e reati 231 : dalla fattispecie legale al rischio in azienda Adempimenti e verifiche richieste dal D. Lgs. 81/08 Valutazione del Sistema di Controllo Interno per la governance aziendale La rendicontazione delle performance aziendali non economiche: analisi dell'informazione integrata Marketing della funzione IA Le aziende partecipate: peculiarità e caratteristiche del Sistema dei controlli al media & Reputational Risk Strumenti statistici per l'internal Auditing L'integrazione dei sistemi di controllo DIC Data Audit & analytics tools I sistemi informatici per il controllo 14

15 LUG AGO SET OTT NOV DIC

16 CALENDARIO CORSI Roma (1 semestre) FEB Time management MAR Start-up della funzione Internal Audit nelle Amministrazioni Pubbliche Gestione del rischio nel controllo delle parti terze APR Strumenti e tecniche per la professione di IA: le fasi dell attività e le carte di lavoro La legge Anticorruzione (L. 190/2012) nella PA: adempimenti opportunità e ruolo dell IA Coso Report: un framework di riferimento La Control Governance, i diversi sistemi di controllo interno e gli organi di controllo Mappare i processi e intervenire sull organizzazione degli stessi MAG Quality Assurance & Improvement program (QAIP); disegno ed implementazione La gestione e la motivazione dei propri collaboratori Strumenti e tecniche per la professione di IA: gestire gli Audit complessi e gli strumenti avanzati GIU Audit Report writing D. Lgs. 33/2013: obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni 16

17 GEN FEB MAR APR MAG GIU

18 CALENDARIO CORSI roma (2 semestre) LUG Strumenti statistici per l Internal Auditing Progettazione dei Sistemi di controllo interno secondo i Framework di riferimento SET Risk Based Auditing: accrescere il valore aggiunto dell'ia Individuazione del rischio frode e Fraud Governance secondo le normative vigenti Assessment dell Internal Audit sul Risk Appetite Framework Marketing della funzione IA Il piano di Audit risk-based e integrato Gli strumenti statistici per il Risk assessment OTT Le aree di rischio e l analytical review: rilevazione e analisi delle variabili di rischio Strumenti per l'attività di fraud management: prevenzione, detection, investigazione La Governance ed i controlli interni: approccio secondo gli Standard internazionali dell IIA Tecniche di gestione e conduzione delle interviste nell' IA Il processo di adeguamento a Solvency II: impatti sulle organizzazioni L'Audit dei processi di Approvvigionamento e Appalti Metodologia di Valutazione del Sistema di Controllo Interno Accounting e finance risks per internal Auditors Strumenti e tecniche per la professione di IA: le fasi dell'attività e le carte di lavoro NOV La gestione dei rischi negli Enti Municipalizzati Internal Auditing per il settore finanziario (corso avanzato) Tecniche di negoziazione e gestione dei conflitti nell' IA Le raccomandazioni di Audit: monitoraggio delle azioni correttive e follow-up Costituzione di un Fraud Risk Management Program Assurance sul risk management (CRMA mod.2) DIC La comunicazione efficace verso gli altri organi di controllo e la comunicazione dei dati sensibili al board 18

19 LUG AGO SET OTT NOV DIC

20 20

21 I NOSTRI CORSI 21

22 Governance e sistema di controllo interno LA GOVERNANCE ED I CONTROLLI INTERNI: APPROCCIO SECONDO GLI STANDARD INTERNAZIONALI Dell IIA ROMA Non 13 febbraio 7 ottobre 600 Euro Euro 1 giorno Il corso si rivolge a Internal Auditors di nuova o recente assunzione. La Corporate Governance è il sistema delle regole secondo le quali le imprese sono gestite e controllate, coniugando il raggiungimento degli obiettivi, un comportamento coerente alle aspettative e la trasparenza nei confronti di azionisti e stakeholder. La conoscenza delle possibili relazioni tra la funzioni di Internal Audit e gli altri attori della governance, alla luce degli standard professionali internazionali, diventa quindi necessaria per svolgere quotidianamente l attività di Audit con l obiettivo di generare valore aggiunto nei processi di controllo, di gestione dei rischi e di corporate governance. Sulla base di queste premesse, il programma intende fornire le conoscenze su: la Corporate Governance il Sistema di Controllo Interno il Framework della Professione di Internal Auditor le relazioni tra l IA e gli altri attori della Governance Il corso si svolge con lezioni frontali. Ai partecipanti verrà, inoltre, fornita una bibliografia completa per l eventuale successivo approfondimento delle tematiche trattate. La Corporate Governance Le fonti legislative e i regolamenti in materia di Corporate Governance Gli attori della Governance nelle diverse tipologie di organizzazioni aziendali Il ruolo della funzione Internal Audit e le aspettative del management Il Sistema di Controllo Interno Gli elementi del SCI La Best Practices nazionali e internazionali per la valutazione del SCI I tre livelli di controllo e l Internal Audit La gestione dei rischi I controlli e la loro implementazione Il Framework della Professione di Internal Auditor Il framework internazionale della Professione di Internal Auditor Gli standard di connotazione e di prestazione Le attività di assurance e di consulenza Gli ambiti, le competenze e le specializzazioni degli Internal Auditors Le relazioni tra l Internal Audit e gli altri attori della Governance Le attività del risk management I controlli interni nel sistema della qualità Le funzioni di compliance Le finalità del controllo di gestione Le relazioni periodiche al vertice aziendale I rapporti con la società di revisione Il supporto all Organismo di Vigilanza ex. D.Lgs. 231/2001 L interazione con il management nello svolgimento degli interventi di Audit 22

23 L INTEGRAZIONE DEI SISTEMI DI CONTROLLO L integrazione dei sistemi di controllo è diventata una necessità per tutte le società che attualmente si trovano ad affrontare una maggiore complessità sia in termini di aree da presidiare e control framework da applicare sia in termini di soggetti coinvolti. Ciò implica l esigenza di disporre di avanzati sistemi di coordinamento tra gli Organi e le Funzioni aziendali preposte al controllo, nonché della messa a sistema dei perimetri, delle metodologie e degli obiettivi degli interventi di Audit. Il corso ha l obiettivo di: identificare e condividere metodologie integrate di esecuzione e/o raccordo delle verifiche, che permettano alle Funzioni di controllo l utilizzo dei delivery e/o flussi informativi delle altre Funzioni di controllo disegnare delle modalità di coordinamento e flussi informativi utilizzabili in ottica di integrazione definire degli strumenti condivisi tra le funzioni di controllo Programmare l integrazione Gli attori del controllo e il loro coordinamento I perimetri di possibile integrazione L. 262/05, SOX e controlli sul financial reporting D. Lgs. 231/01 e controlli in materia di responsabilità amministrativa D. Lgs. 81/08 e controlli in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro D. Lgs. 152/06 e controlli in materia ambientale D. Lgs. 196/03 e controlli in materia di privacy e trattamento dei dati Perimetri definiti dal programma di Internal Auditing Codici e regolamentazione di settore Cosa integrare e cosa non integrare Limiti alle logiche di integrazione; Necessità di mantenere flussi di reporting distinti per i diversi attori del controllo Gestione integrata del rischio (esempi concreti di mappature di rischio integrate) Criteri di definizione delle priorità di intervento in logica olistica Audit program coordinati a copertura dei diversi perimetri (esempi concreti) Ottimizzazione degli interventi di Audit su più legal entity in logica di Gruppo Struttura dei flussi di reporting Gestione del reporting a livello local e corporate Gestire l integrazione (tutti i punti saranno accompagnati da esempi concreti) Pianificazione dei cicli di Audit integrati Gestione degli interventi di Audit in logica coordinata Criteri di selezione dei campioni secondo un approccio integrato Impostazione delle carte di lavoro Predisposizione degli Audit report Criteri di classificazione, archiviazione e tracciabilità Dalla operatività ordinaria alla gestione delle emergenze Ridefinizione continua delle priorità e formalizzazione delle stesse Gestione delle segnalazioni e degli special Audit Gestione delle emergenze e impostazione del Crisis Management (cenni) Non 26 novembre 600 Euro Euro 1 giorno Il corso si rivolge ai Responsabili e team della funzione Internal Auditing, Legal & Compliance Officer, CEO & CFO, Responsabili Funzioni Sicurezza e Ambiente, Responsabili Privacy, Componenti Organismi di Vigilanza ex D. Lgs. 231/01. Il corso si svolge con lezioni frontali. Dato il taglio estremamente operativo del corso, verranno forniti esempi di mappature di rischio, Audit plan e Audit report sviluppati in logica integrata e orientati al cost saving. 23

24 Governance e sistema di controllo interno IL FRAMEWORK COBIT 20 ottobre Oggi gran parte delle informazioni inerenti il Business viene prodotta attraverso l uso di sistemi informatici. Non 600 Euro Euro 1 giorno Il corso si rivolge a Internal Auditors di aziende altamente strutturate che vogliono acquisire le competenze necessarie per affrontare in modo adeguato le attività di Audit dei Sistemi Informativi ed anche a Risk Managers e Controllers che desiderino acquisire e migliorare le competenze relative ai controlli e all attività di Auditing. L efficace gestione dell informazione e dell Information Technology (IT) è di fondamentale importanza per la sopravvivenza ed il successo di un organizzazione. Il Framework COBIT 5 costituisce la generazione più recente di linee guida di ISACA per la Governance e il Management dell IT. Obiettivo dichiarato del Framework è quello di aiutare le organizzazioni a ottenere dall IT il valore ottimale garantendo il mantenimento del necessario equilibrio tra la generazione di benefici per l organizzazione, utilizzando al meglio i sistemi informatici, e l ottimizzazione dei livelli di rischio e di impiego delle risorse. Il corso ha l obiettivo di: istruire i partecipanti sul funzionamento del modello COBIT quale framework di riferimento per la gestione dell Information and Communication Technology fornire le informazioni necessarie per valutare la maturità dei processi di IT Governance secondo criteri di: - allineamento strategico dell IT al Business - gestione strategica del portafoglio di progetti IT - gestione del rischio IT - gestione delle performance Il corso si svolge con lezioni frontali. Saranno previsti case study ed esercitazioni pratiche. Ai partecipanti verrà, inoltre, fornita una bibliografia completa per l eventuale successivo approfondimento delle tematiche trattate. 24 Perché ragionare in termini di rischi e controlli: Ridurre i rischi legati all Information Technology al fine di supportare le aziende nel raggiungimento dei loro obiettivi strategici ed operativi attraverso il mantenimento di elevati standard qualitativi. Definizione del framework per IT Governance: Esplicitare come i vari framework, best practice e standard per il governo dell IT (Val IT, ITIL, ISO27001, etc.) possono essere approcciati in un unico modo consolidato e sinergico. Principi fondamentali del COBIT 5: Creare valore per gli stakeholder; Coprire l intera organizzazione aziendale; Utilizzare un unico framework integrato; Facilitare approccio interdisciplinare per l implementazione dei sistemi di IT Governance e IT Management; Separare Governance e Management. Struttura del Cobit 5: Evaluate, Direct and Monitor (EDM); Align, Plan and Organize (APO); Build, Acquire and Implement (BAI); Deliver, Service and Support (DSS); Monitor, Evaluate and Assess (MEA).

L attività dell Internal Audit. G.M. Mirabelli

L attività dell Internal Audit. G.M. Mirabelli L attività dell Internal Audit G.M. Mirabelli Milano 13 ottobre 2006 Obiettivi della presentazione Evidenziare i compiti che nel nuovo Codice di autodisciplina sono assegnati all Internal Auditing, se

Dettagli

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma Il Risk Management Integrato in eni Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato 1 Ottobre 2014, Roma Indice - Sviluppo del Modello RMI - Governance e Policy - Processo e Strumenti

Dettagli

Modello dei controlli di secondo e terzo livello

Modello dei controlli di secondo e terzo livello Modello dei controlli di secondo e terzo livello Vers def 24/4/2012_CLEN INDICE PREMESSA... 2 STRUTTURA DEL DOCUMENTO... 3 DEFINIZIONE DEI LIVELLI DI CONTROLLO... 3 RUOLI E RESPONSABILITA DELLE FUNZIONI

Dettagli

Università di Macerata Facoltà di Economia

Università di Macerata Facoltà di Economia Materiale didattico per il corso di Internal Auditing Anno accademico 2011-2012 Università di Macerata Facoltà di Economia 1 Obiettivo della lezione QUALITY ASSESSMENT REVIEW I KEY PERFORMANCE INDICATORS

Dettagli

IT governance & management. program

IT governance & management. program IT governance & management Executive program VI EDIZIONE / GENNAIO - maggio 2016 PERCHÉ QUESTO PROGRAMMA Nell odierno scenario competitivo l ICT si pone come un fattore abilitante dei servizi di business

Dettagli

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Corso di Qualificazione per Auditor Interni dei Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Tutor:

Dettagli

1- Corso di IT Strategy

1- Corso di IT Strategy Descrizione dei Corsi del Master Universitario di 1 livello in IT Governance & Compliance INPDAP Certificated III Edizione A. A. 2011/12 1- Corso di IT Strategy Gli analisti di settore riportano spesso

Dettagli

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment General Risk Assessment Conduzione di un General Risk Assessment in coerenza con i requisiti ISO 9001:2015. nel 2015 verrà pubblicata la nuova UNI EN ISO 9001 che avrà sempre più un orientamento alla gestione

Dettagli

Linee di indirizzo per il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi

Linee di indirizzo per il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi 3 Linee di indirizzo per il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi 1. Premessa Il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi di Fiat S.p.A. (la Società ) costituisce elemento

Dettagli

INTERNAL AUDIT LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016

INTERNAL AUDIT LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 INTERNAL AUDIT LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 Presentazione La funzione di internal audit ha acquisito, negli anni, un ruolo di primaria importanza nell'ambito dell'adozione delle migliori regole

Dettagli

Approfondimento. Controllo Interno

Approfondimento. Controllo Interno Consegnato OO.SS. 20 maggio 2013 Approfondimento Controllo Interno Maggio 2013 Assetto Organizzativo Controllo Interno CONTROLLO INTERNO ASSICURAZIONE QUALITA DI AUDIT E SISTEMI ETICA DEL GOVERNO AZIENDALE

Dettagli

Presentazione. agili e flessibili; costantemente aderenti al business model ed alla sua evoluzione geografica e temporale;

Presentazione. agili e flessibili; costantemente aderenti al business model ed alla sua evoluzione geografica e temporale; Presentazione Blu Consulting è una società di consulenza direzionale certificata ISO 9001:2008, fondata da Mauro Masciarelli nel 2009, specializzata nella revisione delle strategie di business, adeguamento

Dettagli

Banche e Sicurezza 2015

Banche e Sicurezza 2015 Banche e Sicurezza 2015 Sicurezza informatica: Compliance normativa e presidio del rischio post circolare 263 Leonardo Maria Rosa Responsabile Ufficio Sicurezza Informatica 5 giugno 2015 Premessa Il percorso

Dettagli

INTERNAL AUDIT. Presentazione. Livello II - A.A. 2014-2015 Edizione II. Contrattualistica, Fiscalità e Finanza 1

INTERNAL AUDIT. Presentazione. Livello II - A.A. 2014-2015 Edizione II. Contrattualistica, Fiscalità e Finanza 1 1 Riapertura dei termini iscrizioni Livello II - A.A. 2014-2015 Edizione II Presentazione La funzione di internal audit ha acquisito, negli anni, un ruolo di primaria importanza nell'ambito dell'adozione

Dettagli

GESTIONE E CONTROLLO DEL RISCHIO FISCALE L architettura formativa di ABIFormazione

GESTIONE E CONTROLLO DEL RISCHIO FISCALE L architettura formativa di ABIFormazione PERCORSO FORMATIVO Modulo 1 12-14 maggio 2014 Modulo 2 3-5 giugno 2014 PERCORSO DI APPROFONDIMENTO 12-13 giugno 2014 23-24 giugno 2014 GESTIONE E CONTROLLO DEL RISCHIO FISCALE L architettura formativa

Dettagli

INTERNAL AUDITING ROMA, 12 MAGGIO 2005 FORUM PA GIUSEPPE CERASOLI, CIA RESPONSABILE COMITATO PA

INTERNAL AUDITING ROMA, 12 MAGGIO 2005 FORUM PA GIUSEPPE CERASOLI, CIA RESPONSABILE COMITATO PA INTERNAL AUDITING ROMA, 12 MAGGIO 2005 FORUM PA Fondato a New York nel 1941 Presente in 160 paesi, conta ora più di 110.000 membri Ha sede negli USA ma la sua Governance è Globale Globali sono pure il

Dettagli

ARPAT. Politica per la Qualità

ARPAT. Politica per la Qualità ARPAT Politica per la Qualità POLITICA PER LA QUALITÀ La missione di ARPAT L Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana (ARPAT) concorre alla promozione dello sviluppo sostenibile e contribuisce

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

MANDATO DELLA FUNZIONE AUDIT. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Enel Green Power il 12 marzo 2015)

MANDATO DELLA FUNZIONE AUDIT. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Enel Green Power il 12 marzo 2015) MANDATO DELLA FUNZIONE AUDIT (Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Enel Green Power il 12 marzo 2015) 1 INDICE DEI CONTENUTI 1. INTRODUZIONE E FINALITA DEL DOCUMENTO 2. MISSIONE 3. AMBITO 4. PROFESSIONALITA

Dettagli

PROFESSIONAL DEVELOPMENT PROGRAM

PROFESSIONAL DEVELOPMENT PROGRAM PROFESSIONAL DEVELOPMENT PROGRAM FORMAZIONE 2014 2 storico particolarmente sfidante. Partendo da questi dati, ci siamo chiesti come potevamo fare ancora meglio. Il catalogo che Vi apprestate a consultare

Dettagli

MANDATO DI AUDIT DI GRUPPO

MANDATO DI AUDIT DI GRUPPO MANDATO DI AUDIT DI GRUPPO Data: Ottobre, 2013 UniCredit Group - Public MISSION E AMBITO DI COMPETENZA L Internal Audit è una funzione indipendente nominata dagli Organi di Governo della Società ed è parte

Dettagli

È costituito dagli atteggiamenti e dalle azioni del board e del management rispetto all'importanza del controllo all'interno.

È costituito dagli atteggiamenti e dalle azioni del board e del management rispetto all'importanza del controllo all'interno. Glossario Internal Auditing Fonte: Associazione Italiana Internal Audit (AIIA) www.aiiaweb.it Adeguato controllo Un controllo è adeguato se viene pianificato e organizzato (progettato) dal management in

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE OBIETTIVI Master Breve di formazione personalizzata Il Master

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

Il ruolo dell Internal Auditing

Il ruolo dell Internal Auditing Il ruolo dell Internal Auditing Meccanismi di governance, evoluzione dei controlli interni e Position Paper AIIA Milano, 16 marzo 2006 Carolyn Dittmeier Presidente AIIA 1 Alcuni nuovi meccanismi di governance

Dettagli

Il controllo interno delle imprese

Il controllo interno delle imprese Corso di International Accounting Università degli Studi di Parma - Facoltà di Economia (Modulo 1 e Modulo 2) LAMIB Il controllo interno delle imprese Anno Accademico 2009-2010 1 SISTEMA DI CONTROLLO IL

Dettagli

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione della Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione della Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Corso di Qualificazione per Auditor Interni dei Sistemi di Gestione della Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Tutor:

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Convegno sulla Sicurezza delle Informazioni La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Giambattista Buonajuto Lead Auditor BS7799 Professionista indipendente Le norme

Dettagli

Il Sistema dei Controlli nel Gruppo Bancario Iccrea. Aggiornato al 13/11/2013

Il Sistema dei Controlli nel Gruppo Bancario Iccrea. Aggiornato al 13/11/2013 Il Sistema dei Controlli nel Gruppo Bancario Iccrea Aggiornato al 13/11/2013 1 Il sistema dei controlli adottato da Iccrea Holding Le attività, i processi, l assetto organizzativo, la gestione del rischio,

Dettagli

REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI IN AGOS ITAFINCO SPA

REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI IN AGOS ITAFINCO SPA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI IN AGOS ITAFINCO SPA PREMESSA SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI ORGANI E FUNZIONI DI VALUTAZIONE DEL SISTEMA DEI CONTROLLI IN AGOS AUDITING: OBIETTIVI, MODELLO

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza è lieta di

Dettagli

AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO

AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO 23.12.2104 ORDINE DI SERVIZIO n. 33/14 AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO Con riferimento all Ordine di Servizio n. 26 del 19.11.2014, si provvede a definire l articolazione della funzione AMMINISTRAZIONE,

Dettagli

2.1 L associazione professionale 19. 2.2 Gli Standard professionali dell internal auditing 23. 2.3 Le competenze professionali 29

2.1 L associazione professionale 19. 2.2 Gli Standard professionali dell internal auditing 23. 2.3 Le competenze professionali 29 Prefazione di Vittorio Mincato XIII Introduzione 1 Ringraziamenti 5 Parte prima LA PROFESSIONE DI INTERNAL AUDITING 1 La definizione di internal auditing 9 2I riferimenti della professione 19 2.1 L associazione

Dettagli

Università di Macerata Facoltà di Economia

Università di Macerata Facoltà di Economia Materiale didattico per il corso di Internal Auditing Anno accademico 2010-2011 Università di Macerata Facoltà di Economia Obiettivo della lezione ERM - Enterprise Risk Manangement Per eventuali comunicazioni:

Dettagli

Evoluzione della definizione di Internal Auditing 1941 V.Z. Brink 1957 Statement sull Internal Auditing

Evoluzione della definizione di Internal Auditing 1941 V.Z. Brink 1957 Statement sull Internal Auditing Evoluzione della definizione di Internal Auditing Nel 1941 V.Z. Brink, Presidente del Dipartimento di Ricerca dell Institute of Internal Auditors statunitense l Internal Auditing come attività organizzata

Dettagli

PROFESSIONAL DEVELOPMENT PROGRAM

PROFESSIONAL DEVELOPMENT PROGRAM PROFESSIONAL DEVELOPMENT PROGRAM FORMAZIONE 2014 2 storico particolarmente sfidante. Partendo da questi dati, ci siamo chiesti come potevamo fare ancora meglio. Il catalogo che Vi apprestate a consultare

Dettagli

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia Argomenti trattati Evoluzione delle figura professionale: da EM a EGE L Esperto in Gestione dell Energia Requisiti, compiti e competenze secondo UNI CEI 11339 Opportunità Schema di certificazione L Energy

Dettagli

CONOSCERE L AZIENDA GESTIRE I SUOI RISCHI. Sintesi presentazione società

CONOSCERE L AZIENDA GESTIRE I SUOI RISCHI. Sintesi presentazione società CONOSCERE L AZIENDA GESTIRE I SUOI RISCHI Sintesi presentazione società Indice Chi siamo pag. 3 I professionisti pag. 4 I servizi professionali pag. 5 Metodologia per modelli organizzativi ex 231/01 pag.

Dettagli

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti Eurispes Italia SpA Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti COSTITUZIONE E SEDE Nell ambito delle sue attività istituzionali, l Eurispes Italia SpA ha deciso di

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

Dettagli

IL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO

IL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO http://www.sinedi.com ARTICOLO 27 OTTOBRE 2008 IL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO PRODUZIONE DI VALORE E RISCHIO D IMPRESA Nel corso del tempo, ogni azienda deve gestire un adeguato portafoglio di strumenti

Dettagli

Edizione 2010. www.sovedi.it

Edizione 2010. www.sovedi.it Edizione 2010 www.sovedi.it SOVEDI s.r.l. Via Antica, 3-25080 Padenghe sul Garda (BS) email: info@sovedi.it tel: +39 0302076341 CAP.SOC. 51.480,00 - C.F. p.iva 00632180246 SOVEDI nasce nel 1978 a Vicenza.

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE OFFERTA FORMATIVA Titolo: MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Padova, Roma e Bologna. Destinatari: Il Master si rivolge a laureati, preferibilmente in discipline economiche,

Dettagli

Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino. Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP

Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino. Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP CHI È ASAP ASAP Società in house della Regione Lazio Finalità Formazione del personale

Dettagli

Università di Macerata Facoltà di Economia

Università di Macerata Facoltà di Economia Materiale didattico per il corso di Internal Auditing Anno accademico 2010-2011 Università di Macerata Facoltà di Economia 01 Angelo Micocci: fonti e definizioni 1 Obiettivo della lezione Internal Control

Dettagli

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Comitato SGQ Comitato Ambiente Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Mercoledì, 23 febbraio 2005 - Palazzo FAST (Aula Morandi) Piazzale Morandi, 2 - Milano E' una

Dettagli

LA STRUTTURA DEL CORSO

LA STRUTTURA DEL CORSO CORSO PER VALUTATORI DEI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ RIVOLTO AL PERSONALE DEGLI UFFICI METRICI E L ACCREDITAMENTO DEI LABORATORI MAGGIO - SETTEMBRE 2011 1 PREMESSA Il sistema Qualità Italia è l

Dettagli

Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30

Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30 Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO PROFESSIONALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza

Dettagli

Company profile. Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole. Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less

Company profile. Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole. Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less Company profile Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole Business Consultant S.r.l. Via La Cittadella, 102/G 93100 Caltanissetta

Dettagli

L internal auditing nell Agenzia delle Entrate: una realtà in evoluzione. Dott. Salvatore Di Giugno Direttore Centrale Audit e Sicurezza

L internal auditing nell Agenzia delle Entrate: una realtà in evoluzione. Dott. Salvatore Di Giugno Direttore Centrale Audit e Sicurezza L internal auditing nell Agenzia delle Entrate: una realtà in evoluzione Dott. Salvatore Di Giugno Direttore Centrale Audit e Sicurezza Forum P.A. 24 maggio 2007 Missione e Organizzazione Le competenze

Dettagli

Direzione Centrale Audit e Sicurezza IL SISTEMA DELL INTERNAL AUDIT NELL AGENZIA DELLE ENTRATE

Direzione Centrale Audit e Sicurezza IL SISTEMA DELL INTERNAL AUDIT NELL AGENZIA DELLE ENTRATE IL SISTEMA DELL INTERNAL AUDIT NELL AGENZIA DELLE ENTRATE Maggio 2006 1 La costituzione dell Audit Interno La rivisitazione del modello per i controlli di regolarità amministrativa e contabile è stata

Dettagli

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Logo azienda/università I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Ottimizzazione energetica nelle imprese e nelle istituzioni Labmeeting

Dettagli

BASILEA II. Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa. Milano, 12 maggio 2004

BASILEA II. Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa. Milano, 12 maggio 2004 BASILEA II Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa Relatore: Aldo Camagni Presidente commissione finanza, controllo di gestione e contabilità d impresa dell Ordine dei Dottori Commercialisti

Dettagli

Codice di Corporate Governance

Codice di Corporate Governance Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 1 del 3 maggio 200 Indice 1 Introduzione 2 Organizzazione della Società 2.1 Assemblea dei Soci 2.2 Consiglio di Amministrazione 2.3 Presidente

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR DI S.G.Q. NEL SETTORE COSTRUZIONI E IMPIANTI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR DI S.G.Q. NEL SETTORE COSTRUZIONI E IMPIANTI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.it sigla: SH84 Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

Analisi e gestione dei rischi. in TBS Group

Analisi e gestione dei rischi. in TBS Group 18 ottobre 2012 Analisi e gestione dei rischi in TBS Group Avv. Aldo Cappuccio (presidente del Comitato di Controllo Interno) 1 TBS Group S.p.A. TBS Group S.p.A. nasce e si sviluppa, agli inizi degli anni

Dettagli

Maintenance & Energy Efficiency

Maintenance & Energy Efficiency Industrial Management School Maintenance & Conoscenze, metodi e strumenti per operare nel campo della gestione dell energia - Integrare le politiche di manutenzione con quelle legate all energia - Ottimizzare

Dettagli

OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA

OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA PROGETTARE IN EUROPA Risultati attesi La partecipazione ad un bando europeo presuppone, prima di tutto, lo sviluppo di un idea progettuale contenutisticamente

Dettagli

CAPIRE LA FINANZA IN AZIENDA

CAPIRE LA FINANZA IN AZIENDA FINANCE CAPIRE LA FINANZA IN AZIENDA Come le scelte operative, commerciali, produttive impattano sugli equilibri finanziari dell azienda CORSO EXECUTIVE CUOA FINANCE 1 fondazione cuoa Da oltre 50 anni

Dettagli

Processi di Gestione dei Sistemi ICT

Processi di Gestione dei Sistemi ICT Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A3_1 V1.1 Processi di Gestione dei Sistemi ICT Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

Incentive & La soluzione per informatizzare e gestire il processo di. Performance Management

Incentive & La soluzione per informatizzare e gestire il processo di. Performance Management Incentive & Performance Management La soluzione per informatizzare e gestire il processo di Performance Management Il contesto di riferimento La performance, e di conseguenza la sua gestione, sono elementi

Dettagli

Qualità - Privacy - Sicurezza - Ambiente e Mobility Management Soluzioni ICT - Assessment e Formazione - Marketing e Comunicazione

Qualità - Privacy - Sicurezza - Ambiente e Mobility Management Soluzioni ICT - Assessment e Formazione - Marketing e Comunicazione Qualità - Privacy - Sicurezza - Ambiente e Mobility Management Soluzioni ICT - Assessment e Formazione - Marketing e Comunicazione RATE SERVIZI Srl Via Santa Rita da Cascia, 3-20143 Milano Tel 0287382838

Dettagli

La reingegnerizzazione dei processi nella Pubblica Amministrazione

La reingegnerizzazione dei processi nella Pubblica Amministrazione La reingegnerizzazione dei processi nella Pubblica Amministrazione Dott.ssa Teresa Caltabiano Area della Ricerca Catania, 15 luglio 2011 Agenda Il contesto di riferimento Le organizzazioni I processi Il

Dettagli

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Le caratteristiche del mercato finanziario e le dinamiche competitive emerse sin dall emergere della crisi hanno imposto

Dettagli

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37).

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37). Carta di qualità dell offerta formativa La Carta della Qualità ha la finalità di esplicitare e comunicare al sistema committente/beneficiari gli impegni che SINTESI SpA assume nei suoi confronti a garanzia

Dettagli

Sistema dei Controlli interni Gestione coordinata delle aree di miglioramento

Sistema dei Controlli interni Gestione coordinata delle aree di miglioramento Sistema dei Controlli interni Gestione coordinata delle aree di miglioramento Stefano Moni Resp. Servizio Validazione e Monitoraggio Convegno ABI - Basilea 3 Roma, 16-17 Giugno 2014 INDICE 1. INTRODUZIONE

Dettagli

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu CHI SIAMO Carmaconsulting nasce dall intuizione dei soci fondatori di offrire

Dettagli

Procedura. Politica in materia di salute, sicurezza, ambiente, energia e incolumità pubblica. enipower. POL.HSE.pro-01_ep_r03. POL.HSE.

Procedura. Politica in materia di salute, sicurezza, ambiente, energia e incolumità pubblica. enipower. POL.HSE.pro-01_ep_r03. POL.HSE. Procedura Politica in materia di salute, sicurezza, ambiente, energia e incolumità pubblica. TITOLO PROCEDURA TITOLO PRPOCEDURA TITOLO PROCEDURA MSG DI RIFERIMENTO: HSE 1 Frontespizio TITOLO: Politica

Dettagli

Introduzione. Introduzione. 1. I contenuti del Codice di Autodisciplina promosso da Borsa Italiana 2. Le modifiche approvate nel marzo 2010

Introduzione. Introduzione. 1. I contenuti del Codice di Autodisciplina promosso da Borsa Italiana 2. Le modifiche approvate nel marzo 2010 Oggetto: Sintetica descrizione del contenuto del Codice di Autodisciplina, promosso da Borsa Italiana S.p.A., approvato dal Comitato per la corporate governance nel marzo 2006 e successivamente modificato

Dettagli

Contabilità e fiscalità pubblica

Contabilità e fiscalità pubblica Contabilità e fiscalità pubblica Corso 60 ore Negli ultimi anni è in corso un consistente sforzo - che partendo dal piano normativo si ripercuote sull ordinamento e sulla gestione contabile di tutte le

Dettagli

PROPOSTE FORMATIVE. Aprile 2015

PROPOSTE FORMATIVE. Aprile 2015 PROPOSTE FORMATIVE Aprile 2015 AREE TEMATICHE GESTIONE D IMPRESA COMPLIANCE E-LEARNING ANALISI ORGANIZZATIVA FINALITA : Intraprendere un progetto di cambiamento organizzativo prevede la capacità di individuare

Dettagli

Controllo Interno. Aree Territoriali. RUO Sviluppo Organizzativo e Pianificazione

Controllo Interno. Aree Territoriali. RUO Sviluppo Organizzativo e Pianificazione Controllo Interno Aree Territoriali RUO Sviluppo Organizzativo e Pianificazione Agenda 2 Il modello organizzativo : logiche e obiettivi Il perimetro organizzativo/geografico Controllo Interno: Aree Territoriali

Dettagli

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Contesto di riferimento Framework Lo standard

Dettagli

Linea 4. Accompagnamento alla certificazione di Qualità. - Documento operativo preliminare: struttura e attività previste -

Linea 4. Accompagnamento alla certificazione di Qualità. - Documento operativo preliminare: struttura e attività previste - Linea 4. Accompagnamento alla certificazione di Qualità. - Documento operativo preliminare: struttura e attività previste - Riorganizzazione dei processi lavorativi e di ottimizzazione delle risorse e

Dettagli

DM.9 agosto 2000 LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA TITOLO I POLITICA DI PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI RILEVANTI

DM.9 agosto 2000 LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA TITOLO I POLITICA DI PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI RILEVANTI DM.9 agosto 2000 LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA TITOLO I POLITICA DI PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI RILEVANTI Articolo 1 (Campo di applicazione) Il presente decreto si

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITA NELLO STUDIO LEGALE

ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITA NELLO STUDIO LEGALE 22 aprile 2015 ore 14:30 / 18:30 Sala della Fondazione Forense Bolognese Via del Cane, 10/a Presiede e modera Avv. Federico Canova Consigliere dell Ordine degli Avvocati di Bologna ANALISI,REVISIONEEIMPLEMENTAZIONEDIUNMODELLO

Dettagli

Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano!

Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano! 2013 Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano! Nel mondo economico dei nostri tempi, la maggior parte delle organizzazioni spende migliaia (se non milioni) di euro per

Dettagli

Una modalità operativa per la Quality Assurance

Una modalità operativa per la Quality Assurance p w c Una modalità operativa per la Quality Assurance Milano, 28 Novembre 2006 *connectedthinking Massimiliano Pizzardi CIA - CCSA Indice Definizione del concetto di Quality Assurance dell attività di

Dettagli

AZIONI DI ASSISTENZA TECNICA PER LE UNIONI REGIONALI

AZIONI DI ASSISTENZA TECNICA PER LE UNIONI REGIONALI PROPOSTE PER LA REALIZZAZIONE DI AZIONI DI ASSISTENZA TECNICA PER LE UNIONI REGIONALI DELLE CAMERE DI COMMERCIO PREMESSA Con l approvazione del Decreto legislativo n. 23 del 15 febbraio 2010 è stata varata

Dettagli

*(67,21(,03$77,25*$1,==$7,9,(

*(67,21(,03$77,25*$1,==$7,9,( 3,1,),=,21((21752//2, *(67,21(,0377,25*1,==7,9,( 68//(5,6256(801( 7HVWLPRQLDQ]DGHO*UXSSR%DQFD/RPEDUGD *=DQRQL 0LODQRJLXJQR Struttura del Gruppo Banca Lombarda 6WUXWWXUDGHO*UXSSR%DQFD/RPEDUGDH3LHPRQWHVH

Dettagli

MANAGEMENT DELLA SICUREZZA E GOVERNANCE PUBBLICA - MASGOP

MANAGEMENT DELLA SICUREZZA E GOVERNANCE PUBBLICA - MASGOP MANAGEMENT DELLA SICUREZZA E GOVERNANCE PUBBLICA - MASGOP Master di I Livello - A.A. 2015/2016 Premessa Il tema dell innovazione della Pubblica amministrazione italiana richiede oggi, dopo anni di dibattito

Dettagli

Aziende speciali, multiutility e servizi ambientali Supporto allo sviluppo

Aziende speciali, multiutility e servizi ambientali Supporto allo sviluppo Aziende speciali, multiutility e servizi ambientali Supporto allo sviluppo Executive Summary Il settore delle utilities è fra quelli che avranno una maggiore crescita nei valori economici e nell occupazione.

Dettagli

Andaf Riproduzione riservata

Andaf Riproduzione riservata Terrorismo internazionale Etica Globalizzazione Operazioni straordinarie Mercati Tecnologie Relazioni internazionali Evoluzione normativa Business & strategie Finanziari Contabili Strategici Operativi

Dettagli

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia Argomenti trattati Evoluzione delle figura professionale: da EM a EGE L Esperto in Gestione dell Energia Requisiti, compiti e competenze secondo UNI CEI 11339 Opportunità Schema di certificazione L Energy

Dettagli

INDICE. p. 3 AZIENDA. p. 4. FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua. p. 6 RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE

INDICE. p. 3 AZIENDA. p. 4. FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua. p. 6 RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE Indice INDICE AZIENDA FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE CONSULENZA - Risorse Umane - Sviluppo Organizzativo - Commerciale

Dettagli

4. GESTIONE DELLE RISORSE

4. GESTIONE DELLE RISORSE Pagina 1 di 6 Manuale Qualità Gestione delle Risorse INDICE DELLE EDIZIONI.REVISIONI N DATA DESCRIZIONE Paragraf i variati Pagine variate 1.0 Prima emissione Tutti Tutte ELABORAZIONE VERIFICA E APPROVAZIONE

Dettagli

ORGANISMO DI VIGILANZA

ORGANISMO DI VIGILANZA ALLEGATO 3 ORGANISMO DI VIGILANZA 12 1. Il decreto 231/01 e l istituzione dell OdV Come noto il Decreto 231/01 ha introdotto una nuova forma di responsabilità delle persone giuridiche per alcuni tipi di

Dettagli

NSM Nexus Scuola di Management

NSM Nexus Scuola di Management NSM Nexus Scuola di Management NSM è la Scuola di Management della Nexus Srl, agenzia di formazione accreditata presso la Regione Abruzzo per la Formazione continua e superiore, che opera dal 1991 fornendo

Dettagli

COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA OTTIMALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA OTTIMALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA OTTIMALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APRILE 2015 1 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO... 4 3 PROFILO TEORICO DEL CONSIGLIERE... 5 3.1 Ruoli

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E

Dettagli

Fraud Management assicurativo: processi e modelli operativi

Fraud Management assicurativo: processi e modelli operativi ATTIVITA DI RICERCA 2013 2014 Fraud Management assicurativo: processi e modelli operativi PROPOSTA DI ADESIONE 1 TEMI E MOTIVAZIONI Le frodi nel settore assicurativo rappresentano un fenomeno che sta assumendo

Dettagli

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa Massimo Bozeglav Responsabile Direzione Internal Audit Banca Popolare di Vicenza Indice 1. I fattori di cambiamento 2. L architettura

Dettagli

Compliance in Banks 2010

Compliance in Banks 2010 Compliance 2010 Compliance in Banks 2010 Dott. Giuseppe Aquaro Responsabile Group Audit Unicredit S.p.A. Il coordinamento complessivo del Sistema dei Controlli Interni in Banca Roma, 12 Novembre 2010 Premessa:

Dettagli

ESSERE O APPARIRE. Le assicurazioni nell immaginario giovanile

ESSERE O APPARIRE. Le assicurazioni nell immaginario giovanile ESSERE O APPARIRE Le assicurazioni nell immaginario giovanile Agenda_ INTRODUZIONE AL SETTORE ASSICURATIVO La Compagnia di Assicurazioni Il ciclo produttivo Chi gestisce tutto questo Le opportunità di

Dettagli

Fattori critici di successo

Fattori critici di successo CSF e KPI Fattori critici di successo Critical Success Factor (CSF) Definiscono le azioni o gli elementi più importanti per controllare i processi IT Linee guida orientate alla gestione del processo Devono

Dettagli