Guida la tua crescita professionale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida la tua crescita professionale"

Transcript

1 Guida la tua crescita professionale FORMAzione 2015

2

3 Quello che tutte le organizzazioni cercano è l uomo già formato e competente, una persona che sia già stata ben formata da altri. Ma è solo quando realizzeremo che è un nostro dovere, oltre che un opportunità, collaborare per formare chi lavora con noi e renderlo sempre più competente invece di cercarlo già formato, che avremo imboccato la strada della vera efficienza (Anonimo) Organizzazioni più complesse, stakeholder più esigenti, competizione più intensa. La crisi ha cambiato lo scenario economico di riferimento delineando la necessità di un assestamento strutturale che coinvolge le professioni impegnate nella gestione del rischio, nella sua accezione più ampia. Ciò costituisce un importante sfida anche per gli Internal Auditors. L evoluzione in atto ha cambiato anche il profilo e il ruolo dell Internal Auditor, un professionista oggi sempre più organicamente inserito nei meccanismi di governo aziendale, divenuto il punto di riferimento della control governance. In questo contesto, AIIA si sente investita della responsabilità di supportare i professionisti ad ampliare le proprie competenze di base (management, sistemi informativi, contabilità avanzata) e specialistiche, e promuovere la capacità dell Internal Auditor di costruire e gestire relazioni in organizzazioni complesse.

4 INDICE generale Pag. AIIA: storia e VISIONE DELLA CRESCITA PROFESSIONALE... 6 ITER FORMATIVI... 8 FORMAZIONE A CATALOGO... 9 INDICE TEMATICO CALENDARIO CORSI 1 SEMESTRE CALENDARIO CORSI 2 SEMESTRE CALENDARIO CORSI ROMA 1 SEMESTRE CALENDARIO CORSI ROMA 2 SEMESTRE I NOSTRI CORSI I NOSTRI ITER formativi CALENDARIO ITER FORMATIVI STRUMENTI E COMPETENZE PER L INTERNAL AUDITOR (LIVELLO BASE) STRUMENTI E COMPETENZE PER L INTERNAL AUDITOR (LIVELLO AVANZATO) FOCUS SUL FRAUD Auditing FOCUS SUL RISK MANAGEMENT FOCUS SULLA QUALITY ASSURANCE FOCUS SULL IT-Auditing FORMAZIONE SPECIALISTICA DIPLOMA IN CONTROLLO E INTERNAL Auditing PERCORSO DI SPECIALIZZAZIONE PER RESPONSABILI DELLA VIGILANZA EX D.Lgs. 231/ CORSO PER L ACCREDITAMENTO DELLA QUALIFICA DI EXTERNAL ASSESSOR/VALIDATOR (QAR) CERTIFICAZIONI INTERNAZIONALI CALENDARIO CORSI DI SUPPORTO PER LA PREPARAZIONE ALL ESAME CIA REVIEW COURSE PART I - CIA REVIEW COURSE PART II - CIA REVIEW COURSE PART III CCSA CORSO DI ADDESTRAMENTO ALLA FACILITATION CFSA REVIEW COURSE CRMA REVIEW COURSE Audit Tutoring FORMAZIONE SU MISURA INFORMAZIONI GENERALI MODALITA DI PARTECIPAZIONE AI CORSI COME RAGGIUNGERCI

5 5

6 AIIA: STORIA E visione della crescita professionale AIIA, Associazione Italiana Internal Auditors, associazione senza fini di lucro, nasce a Milano nel In questi decenni di attività, AIIA ha contribuito a migliorare i sistemi di governo, di gestione del rischio e di controllo delle organizzazioni attraverso la valorizzazione della funzione di Internal Audit. Inserita in un contesto internazionale, AIIA è ufficialmente riconosciuta come affiliazione italiana dell Institute of Internal Auditors (The IIA), the global voice of the internal Audit profession. The IIA, costituitosi nel 1941, conta più di membri in 190 paesi e centinaia tra affiliates e chapters locali e rappresenta, grazie alla varietà di servizi e prodotti come gli standard professionali, le certificazioni, i progetti formativi e, più in generale, il knowledge, il punto di riferimento, a livello globale, per gli Internal Auditors. AIIA aderisce anche alla European Confederation of Institutes of Internal Auditing (ECIIA), organizzazione che si pone l obiettivo di promuovere il valore della Professione in Europa e di consolidare il network a livello sovranazionale. In oltre 40 anni di formazione, studi e confronto con istituzioni, professionisti e imprese, AIIA ha fortemente contribuito all evoluzione dei modelli di control governance verso i migliori Standard Internazionali e all affermazione del ruolo e della professionalità dell Internal Auditor. Con oltre soci in rappresentanza di più di 900 tra gruppi e aziende, l Associazione rappresenta oggi il primo punto di riferimento per le tematiche di Corporate Governance e Controllo in Italia. AIIA attribuisce un valore fondamentale all estensione delle competenze e all aggiornamento professionale. Per la delicatezza del ruolo svolto nei sistemi di governo e le numerose valutazioni che è chiamato a esprimere, un professionista dell Internal Auditing deve oggi disporre di competenze specialistiche e manageriali, unite alla capacità di costruire e gestire le relazioni all interno delle organizzazioni. La costruzione dei programmi formativi è, infatti, l esito di un processo rigoroso che prevede il monitoraggio delle esigenze di mercato, il contributo scientifico dei comitati tematici e l elaborazione di flussi informativi internazionali. Rafforzare, ampliare e innovare costantemente l offerta formativa allo scopo di supportare l Internal Auditor nell affrontare le scelte formative e affiancarlo nel suo percorso di crescita professionale, è una delle attività cardine dell Associazione, unitamente allo sviluppo e all aggiornamento costante delle competenze. 6

7 AIIA presenta quindi una nuova offerta, riprogettata sulla base di una puntuale ricognizione dei fabbisogni formativi e di una forte riflessione sugli hot topics della Professione e sul ruolo dell Internal Auditor, sviluppata attraverso: FORMAZIONE A CATALOGO per guidare la tua crescita professionale FORMAZIONE SPECIALISTICA...per valorizzare la tua crescita professionale CERTIFICAZIONI INTERNAZIONALI per qualificare la tua crescita professionale Audit Tutoring per favorire lo sviluppo della funzione di Internal Audit FORMAZIONE SU MISURA per progettare la crescita della funzione di Internal Audit Al fine di riorganizzare i contenuti in maniera più sistematica e approfondire temi sempre più specifici e di taglio pratico, i corsi a catalogo sono stati raggruppati in 7 aree: aree Governance e sistema di controllo interno Competenze e strumenti per la professione Governo della Funzione Compliance normativa Presidio dei rischi competenze relazionali Competenze settoriali 7

8 iter formativi Inoltre, per affiancare e supportare il professionista sia nell individuazione delle proprie esigenze che nella scelta delle attività formative da seguire, AIIA introduce e propone 6 iter formativi, ovvero raggruppamenti di corsi, che suggeriscono un indirizzo specifico per lo sviluppo di competenze di base, avanzate e legate a specifici ambiti tematici come il Fraud Auditing, il Risk Management, la Quality Assurance e l IT Auditing. STRUMENTI E COMPETENZE PER L INTERNAL AUDITOR (LIVELLO BASE) STRUMENTI E COMPETENZE PER L INTERNAL AUDITOR (LIVELLO AVANZATO) FOCUS SUL FRAUD Auditing FOCUS SUL RISK MANAGEMENT FOCUS SULLA QUALITY ASSURANCE FOCUS SULL IT-Auditing docenti Il parco docenti di AIIA è da sempre estremamente qualificato e costituito da: Autorevoli esponenti del mondo aziendale: Chief Audit Executive (CAE) e Responsabili della funzione Internal Audit Professionisti del Controllo Interno Consulenti di Direzione e membri di Organismi di Vigilanza Autorevoli esponenti del mondo accademico Tutti i professionisti sopra elencati sono riconosciuti per capacità e competenze e sono in grado di trasferire in aula l esperienza professionale acquisita sul campo e nel corso degli anni. L albo docenti è interamente consultabile sul sito all interno del quale è possibile trovare un breve estratto del curriculum vitae di ogni singolo docente AIIA. iso I contenuti dei corsi sono costantemente aggiornati per rispondere al meglio alle esigenze formative delle organizzazioni e la formula interaziendale consente il confronto in aula tra professionisti e manager di differenti settori. L interazione tra partecipanti aventi diversi background favorisce lo scambio di esperienze professionali e best practice aziendali. L Associazione Italiana Internal Auditors ha adeguato le procedure operative agli standard fissati dagli organismi di certificazione di livello internazionale, ottenendo la certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2008 per il settore EA 37: istruzione per la progettazione ed erogazione di servizi formativi in ambito professionale. La certificazione permette alle aziende di utilizzare i Fondi Paritetici Interprofessionali per accedere a tutti i corsi di formazione AIIA, organizzati in modalità interaziendale, aziendale e Tutoring, e usufruire dei finanziamenti previsti per la Formazione Continua dei professionisti del settore Auditing. 8

9 FORMAZIONE A CATALOGO...per guidare la tua crescita professionale 9

10 INDICE tematico Governance e sistema di controllo interno!!! la Corporate Governance La Governance ed i controlli interni: approccio secondo gli Standard internazionali dell IIA... La Control Governance, i diversi sistemi di controllo interno e gli organi di controllo L integrazione dei sistemi di controllo... i Framework di riferimento Progettazione dei Sistemi di controllo interno secondo i Framework di riferimento ERM: sviluppo di un Sistema di Risk Management Il framework Cobit... Coso Report: un framework di riferimento... I processi amministrativi e contabili e l analisi di bilancio Pag !!!! Accounting & Finance Risks per Internal Auditors... Financial Auditing: l approccio per voci di bilancio e cicli operativi Analisi e mappatura dei processi amministrativi e contabili e principi contabili Analisi del Bilancio d esercizio e del Bilancio consolidato, KPI e misurazione della performance La rendicontazione delle performance aziendali non economiche: analisi dell informazione integrata 26 Competenze e strumenti per la professione! Gli strumenti e le tecniche di Audit Strumenti e tecniche per la professione di IA: le fasi dell attività e le carte di lavoro... Strumenti e tecniche per la professione di IA: gestire gli Audit complessi e gli strumenti avanzati Mappare i processi e intervenire sull organizzazione degli stessi... It per non It Auditors... Le metodologie e i tool a supporto dell attività ! Valutazione del Sistema di Controllo Interno per la governance aziendale... Metodologia di valutazione del Sistema di Controllo Interno... Strumenti statistici per l IA... I sistemi informatici per il controllo Continuous Auditing e Continuous Monitoring... Project management: strumenti e tecniche di supporto per l Internal Auditor... Data Audit & analytics tools La conduzione della funzione Governo della Funzione Governo e conduzione della funzione Internal Audit... La funzione IA nelle aziende quotate: requisiti richiesti e adeguamento... IL piano di Audit e la QAIP Il piano di Audit Risk based e integrato... Audit report writing... Le raccomandazioni di Audit: monitoraggio delle azioni correttive e follow-up... Quality Assurance & Improvement program (QAIP); disegno ed implementazione... Marketing della funzione IA Compliance normativa Il D.Lgs. 231/01 e la normativa di impatto generale! Costruzione del Modello Organizzazione e Controllo ai fini 231 Recente giurisprudenza ed implicazioni sui Modelli Organizzativi e sulle condotte degli Organismi di Vigilanza... Frodi e reati 231 : dalla fattispecie legale al rischio in azienda... Internal Auditing e i processi dati in outsorcing: efficacia, efficienza e particolari attenzioni in ottica 231/01... Adempimenti e verifiche richieste dal D. Lgs. 81/08... Verifiche e Regolamento UE in materia di privacy... La normativa di impatto settoriale ! La legge Anticorruzione (L. 190/2012) nella PA: adempimenti opportunità e ruolo dell IA... Gestire i rapporti con Banca d Italia, Ivass e Consob... Circolare Banca D Italia

11 l ApprocCio risk based PAG! Control risk self-assessment - CRSA... Assurance sul Risk management... Le aree di rischio e l analytical review: rilevazione e analisi delle variabili di rischio... Risk based Auditing: accrescere il valore aggiunto dell IA... Il Risk assessment e le diverse metodologie Gli strumenti statistici per il Risk assessment la gestione delle diverse tipologie di rischio Presidio dei rischi! Individuazione del rischio frode e Fraud Governance secondo le normative vigenti... Strumenti per l attività di fraud management: prevenzione, rilevazione, investigazione... Costituzione di un Fraud Risk Management Program... La gestione dei rischi negli Enti Municipalizzati... Gestione del rischio nel controllo delle parti terze... ICT e globalizzazione: approcci metodologici di Audit cloud,e-commerce e cybercrime... Assessment dell Internal Audit sul Risk Appetite Framework... L Auditing dei sistemi ICT Audit della funzione Risorse Umane l impatto dei rischi emergenti al media & Reputational Risk... Reati ambientali e gestione del rischio... Business Continuity Management La gestione dei rapporti durante l attività di Audit Tecniche di gestione e conduzione delle interviste nell IA... Tecniche di negoziazione e gestione dei conflitti nell IA competenze relazionali la gestione dei rapporti interni ed esterni alla funzione La gestione e la motivazione dei propri collaboratori... Time Management... La comunicazione efficace verso gli altri organi di controllo e la comunicazione dei dati sensibili al board il settore assicurativo!! Le frodi in campo assicurativo - Ramo danni RCA... Le frodi in campo assicurativo - Ramo danni no RCA Il processo di adeguamento a Solvency II: impatti sulle organizzazioni 74 il settore finanziario Competenze settoriali!! Audit sul processo del credito... Internal Auditing per il settore finanziario (corso avanzato)... Le verifiche ispettive di Banca d Italia: finalità, strutturazione e documentazione richiesta... il settore manifatturiero e il settore dei servizi L Audit dei processi di Approvvigionamento e Appalti Il Fraud Auditing nel settore manifatturiero/telco/servizi Mergers & Acquisitions: quali rischi e quale ruolo per l Internal Auditor !! il settore della pubblica amministrazione Start-up della funzione Internal Audit nelle Amministrazioni Pubbliche... D. Lgs. 33/2013: obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni Le aziende partecipate: peculiarità e caratteristiche del Sistema dei controlli 79! Corso nuovo Corso in finalizzazione - a breve disponibili contenuti di dettaglio. 11

12 CALENDARIO CORSI (1 semestre) GEN FEB Verifiche e Regolamento UE in materia di privacy Risk based Auditing: accrescere il valore aggiunto dell IA La Governance ed i controlli interni: approccio secondo gli Standard internazionali di IIA Accounting & Finance Risks per Internal Auditors Mergers & Acquisitions: quali rischi e quale ruolo per l Internal Auditor Gestire i rapporti con Banca d Italia, Ivass e Consob MAR Il piano di Audit Risk based e integrato Le aree di rischio e l analytical review: rilevazione e analisi delle variabili di rischio La Control Governance, i diversi sistemi di controllo interno e gli organi di controllo Assessment dell Internal Audit sul Risk Appetite Framework Strumenti e tecniche per la professione di IA: le fasi dell attività e le carte di lavoro Internal Auditing e i processi dati in outsorcing: efficacia, efficienza e particolari attenzioni in ottica 231/01 Reati ambientali e gestione del rischio Internal Auditing per il settore finanziario (corso avanzato) Le frodi in campo assicurativo - Ramo danni RCA APR Le frodi in campo assicurativo - Ramo danni no RCA Governo e conduzione della funzione IA Individuazione del rischio frode e Fraud Governance secondo le normative vigenti Costruzione del Modello Organizzazione e Controllo ai fini 231 Strumenti e tecniche per la professione di IA: gestire gli Audit complessi e gli strumenti avanzati MAG Recente giurisprudenza ed implicazioni sui Modelli Organizzativi e sulle condotte degli Organismi di Vigilanza Audit sul processo del credito Tecniche di gestione e conduzione delle interviste nell IA Continuos Auditing e continous monitoring Le raccomandazioni di Audit: monitoraggio delle azioni correttive e follow-up Il Risk assessment e le diverse metodologie Progettazione dei Sistemi di controllo interno secondo i Framework di riferimento Strumenti per l attività di fraud management: prevenzione, rilevazione, investigazione Business Continuity Management 12 GIU Costituzione di un Fraud Risk Management Program Financial Auditing: l approccio per voci di bilancio e cicli operativi Metodologia di valutazione del Sistema di Controllo Interno Strumenti statistici per il risk assessment Tecniche di negoziazione e gestione dei conflitti nell IA Il Fraud Auditing nel settore manifatturiero/telco/servizi Assurance sul Risk management

13 GEN FEB MAR APR MAG GIU

14 CALENDARIO CORSI (2 semestre) LUG La gestione dei rischi negli Enti Municipalizzati La funzione IA nelle aziende quotate: requisiti richiesti e adeguamento SET Quality assurance e improvement program (QAIP): disegno e implementazione Audit della funzione Risorse Umane IT per non IT Auditors Coso Report: un framework di riferimento Le verifiche ispettive di Banca d'italia: finalità, strutturazione e documentazione richiesta Audit Report Writing L'Auditing dei sistemi ICT Control risk self-assessment - CRSA Circolare Banca D'Italia OTT Strumenti e tecniche per la professione di IA: le fasi dell'attività e le carte di lavoro Analisi del Bilancio d'esercizio e del Bilancio consolidato, KPI e misurazione della performance Il framework Cobit Mappare i processi e intervenire sull'organizzazione degli stessi Analisi e mappatura dei processi amministrativi e contabili e principi contabili Project Management: strumenti e tecniche di supporto per l'internal Auditor NOV ERM: sviluppo di un Sistema di Risk Management ICT e globalizzazione: sviluppi tecnici recenti e approcci metodologici : Cloud, E-commerce e Cybercrime Frodi e reati 231 : dalla fattispecie legale al rischio in azienda Adempimenti e verifiche richieste dal D. Lgs. 81/08 Valutazione del Sistema di Controllo Interno per la governance aziendale La rendicontazione delle performance aziendali non economiche: analisi dell'informazione integrata Marketing della funzione IA Le aziende partecipate: peculiarità e caratteristiche del Sistema dei controlli al media & Reputational Risk Strumenti statistici per l'internal Auditing L'integrazione dei sistemi di controllo DIC Data Audit & analytics tools I sistemi informatici per il controllo 14

15 LUG AGO SET OTT NOV DIC

16 CALENDARIO CORSI Roma (1 semestre) FEB Time management MAR Start-up della funzione Internal Audit nelle Amministrazioni Pubbliche Gestione del rischio nel controllo delle parti terze APR Strumenti e tecniche per la professione di IA: le fasi dell attività e le carte di lavoro La legge Anticorruzione (L. 190/2012) nella PA: adempimenti opportunità e ruolo dell IA Coso Report: un framework di riferimento La Control Governance, i diversi sistemi di controllo interno e gli organi di controllo Mappare i processi e intervenire sull organizzazione degli stessi MAG Quality Assurance & Improvement program (QAIP); disegno ed implementazione La gestione e la motivazione dei propri collaboratori Strumenti e tecniche per la professione di IA: gestire gli Audit complessi e gli strumenti avanzati GIU Audit Report writing D. Lgs. 33/2013: obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni 16

17 GEN FEB MAR APR MAG GIU

18 CALENDARIO CORSI roma (2 semestre) LUG Strumenti statistici per l Internal Auditing Progettazione dei Sistemi di controllo interno secondo i Framework di riferimento SET Risk Based Auditing: accrescere il valore aggiunto dell'ia Individuazione del rischio frode e Fraud Governance secondo le normative vigenti Assessment dell Internal Audit sul Risk Appetite Framework Marketing della funzione IA Il piano di Audit risk-based e integrato Gli strumenti statistici per il Risk assessment OTT Le aree di rischio e l analytical review: rilevazione e analisi delle variabili di rischio Strumenti per l'attività di fraud management: prevenzione, detection, investigazione La Governance ed i controlli interni: approccio secondo gli Standard internazionali dell IIA Tecniche di gestione e conduzione delle interviste nell' IA Il processo di adeguamento a Solvency II: impatti sulle organizzazioni L'Audit dei processi di Approvvigionamento e Appalti Metodologia di Valutazione del Sistema di Controllo Interno Accounting e finance risks per internal Auditors Strumenti e tecniche per la professione di IA: le fasi dell'attività e le carte di lavoro NOV La gestione dei rischi negli Enti Municipalizzati Internal Auditing per il settore finanziario (corso avanzato) Tecniche di negoziazione e gestione dei conflitti nell' IA Le raccomandazioni di Audit: monitoraggio delle azioni correttive e follow-up Costituzione di un Fraud Risk Management Program Assurance sul risk management (CRMA mod.2) DIC La comunicazione efficace verso gli altri organi di controllo e la comunicazione dei dati sensibili al board 18

19 LUG AGO SET OTT NOV DIC

20 20

21 I NOSTRI CORSI 21

22 Governance e sistema di controllo interno LA GOVERNANCE ED I CONTROLLI INTERNI: APPROCCIO SECONDO GLI STANDARD INTERNAZIONALI Dell IIA ROMA Non 13 febbraio 7 ottobre 600 Euro Euro 1 giorno Il corso si rivolge a Internal Auditors di nuova o recente assunzione. La Corporate Governance è il sistema delle regole secondo le quali le imprese sono gestite e controllate, coniugando il raggiungimento degli obiettivi, un comportamento coerente alle aspettative e la trasparenza nei confronti di azionisti e stakeholder. La conoscenza delle possibili relazioni tra la funzioni di Internal Audit e gli altri attori della governance, alla luce degli standard professionali internazionali, diventa quindi necessaria per svolgere quotidianamente l attività di Audit con l obiettivo di generare valore aggiunto nei processi di controllo, di gestione dei rischi e di corporate governance. Sulla base di queste premesse, il programma intende fornire le conoscenze su: la Corporate Governance il Sistema di Controllo Interno il Framework della Professione di Internal Auditor le relazioni tra l IA e gli altri attori della Governance Il corso si svolge con lezioni frontali. Ai partecipanti verrà, inoltre, fornita una bibliografia completa per l eventuale successivo approfondimento delle tematiche trattate. La Corporate Governance Le fonti legislative e i regolamenti in materia di Corporate Governance Gli attori della Governance nelle diverse tipologie di organizzazioni aziendali Il ruolo della funzione Internal Audit e le aspettative del management Il Sistema di Controllo Interno Gli elementi del SCI La Best Practices nazionali e internazionali per la valutazione del SCI I tre livelli di controllo e l Internal Audit La gestione dei rischi I controlli e la loro implementazione Il Framework della Professione di Internal Auditor Il framework internazionale della Professione di Internal Auditor Gli standard di connotazione e di prestazione Le attività di assurance e di consulenza Gli ambiti, le competenze e le specializzazioni degli Internal Auditors Le relazioni tra l Internal Audit e gli altri attori della Governance Le attività del risk management I controlli interni nel sistema della qualità Le funzioni di compliance Le finalità del controllo di gestione Le relazioni periodiche al vertice aziendale I rapporti con la società di revisione Il supporto all Organismo di Vigilanza ex. D.Lgs. 231/2001 L interazione con il management nello svolgimento degli interventi di Audit 22

23 L INTEGRAZIONE DEI SISTEMI DI CONTROLLO L integrazione dei sistemi di controllo è diventata una necessità per tutte le società che attualmente si trovano ad affrontare una maggiore complessità sia in termini di aree da presidiare e control framework da applicare sia in termini di soggetti coinvolti. Ciò implica l esigenza di disporre di avanzati sistemi di coordinamento tra gli Organi e le Funzioni aziendali preposte al controllo, nonché della messa a sistema dei perimetri, delle metodologie e degli obiettivi degli interventi di Audit. Il corso ha l obiettivo di: identificare e condividere metodologie integrate di esecuzione e/o raccordo delle verifiche, che permettano alle Funzioni di controllo l utilizzo dei delivery e/o flussi informativi delle altre Funzioni di controllo disegnare delle modalità di coordinamento e flussi informativi utilizzabili in ottica di integrazione definire degli strumenti condivisi tra le funzioni di controllo Programmare l integrazione Gli attori del controllo e il loro coordinamento I perimetri di possibile integrazione L. 262/05, SOX e controlli sul financial reporting D. Lgs. 231/01 e controlli in materia di responsabilità amministrativa D. Lgs. 81/08 e controlli in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro D. Lgs. 152/06 e controlli in materia ambientale D. Lgs. 196/03 e controlli in materia di privacy e trattamento dei dati Perimetri definiti dal programma di Internal Auditing Codici e regolamentazione di settore Cosa integrare e cosa non integrare Limiti alle logiche di integrazione; Necessità di mantenere flussi di reporting distinti per i diversi attori del controllo Gestione integrata del rischio (esempi concreti di mappature di rischio integrate) Criteri di definizione delle priorità di intervento in logica olistica Audit program coordinati a copertura dei diversi perimetri (esempi concreti) Ottimizzazione degli interventi di Audit su più legal entity in logica di Gruppo Struttura dei flussi di reporting Gestione del reporting a livello local e corporate Gestire l integrazione (tutti i punti saranno accompagnati da esempi concreti) Pianificazione dei cicli di Audit integrati Gestione degli interventi di Audit in logica coordinata Criteri di selezione dei campioni secondo un approccio integrato Impostazione delle carte di lavoro Predisposizione degli Audit report Criteri di classificazione, archiviazione e tracciabilità Dalla operatività ordinaria alla gestione delle emergenze Ridefinizione continua delle priorità e formalizzazione delle stesse Gestione delle segnalazioni e degli special Audit Gestione delle emergenze e impostazione del Crisis Management (cenni) Non 26 novembre 600 Euro Euro 1 giorno Il corso si rivolge ai Responsabili e team della funzione Internal Auditing, Legal & Compliance Officer, CEO & CFO, Responsabili Funzioni Sicurezza e Ambiente, Responsabili Privacy, Componenti Organismi di Vigilanza ex D. Lgs. 231/01. Il corso si svolge con lezioni frontali. Dato il taglio estremamente operativo del corso, verranno forniti esempi di mappature di rischio, Audit plan e Audit report sviluppati in logica integrata e orientati al cost saving. 23

24 Governance e sistema di controllo interno IL FRAMEWORK COBIT 20 ottobre Oggi gran parte delle informazioni inerenti il Business viene prodotta attraverso l uso di sistemi informatici. Non 600 Euro Euro 1 giorno Il corso si rivolge a Internal Auditors di aziende altamente strutturate che vogliono acquisire le competenze necessarie per affrontare in modo adeguato le attività di Audit dei Sistemi Informativi ed anche a Risk Managers e Controllers che desiderino acquisire e migliorare le competenze relative ai controlli e all attività di Auditing. L efficace gestione dell informazione e dell Information Technology (IT) è di fondamentale importanza per la sopravvivenza ed il successo di un organizzazione. Il Framework COBIT 5 costituisce la generazione più recente di linee guida di ISACA per la Governance e il Management dell IT. Obiettivo dichiarato del Framework è quello di aiutare le organizzazioni a ottenere dall IT il valore ottimale garantendo il mantenimento del necessario equilibrio tra la generazione di benefici per l organizzazione, utilizzando al meglio i sistemi informatici, e l ottimizzazione dei livelli di rischio e di impiego delle risorse. Il corso ha l obiettivo di: istruire i partecipanti sul funzionamento del modello COBIT quale framework di riferimento per la gestione dell Information and Communication Technology fornire le informazioni necessarie per valutare la maturità dei processi di IT Governance secondo criteri di: - allineamento strategico dell IT al Business - gestione strategica del portafoglio di progetti IT - gestione del rischio IT - gestione delle performance Il corso si svolge con lezioni frontali. Saranno previsti case study ed esercitazioni pratiche. Ai partecipanti verrà, inoltre, fornita una bibliografia completa per l eventuale successivo approfondimento delle tematiche trattate. 24 Perché ragionare in termini di rischi e controlli: Ridurre i rischi legati all Information Technology al fine di supportare le aziende nel raggiungimento dei loro obiettivi strategici ed operativi attraverso il mantenimento di elevati standard qualitativi. Definizione del framework per IT Governance: Esplicitare come i vari framework, best practice e standard per il governo dell IT (Val IT, ITIL, ISO27001, etc.) possono essere approcciati in un unico modo consolidato e sinergico. Principi fondamentali del COBIT 5: Creare valore per gli stakeholder; Coprire l intera organizzazione aziendale; Utilizzare un unico framework integrato; Facilitare approccio interdisciplinare per l implementazione dei sistemi di IT Governance e IT Management; Separare Governance e Management. Struttura del Cobit 5: Evaluate, Direct and Monitor (EDM); Align, Plan and Organize (APO); Build, Acquire and Implement (BAI); Deliver, Service and Support (DSS); Monitor, Evaluate and Assess (MEA).

PROFESSIONAL DEVELOPMENT PROGRAM

PROFESSIONAL DEVELOPMENT PROGRAM PROFESSIONAL DEVELOPMENT PROGRAM FORMAZIONE 2014 2 storico particolarmente sfidante. Partendo da questi dati, ci siamo chiesti come potevamo fare ancora meglio. Il catalogo che Vi apprestate a consultare

Dettagli

PROFESSIONAL DEVELOPMENT PROGRAM

PROFESSIONAL DEVELOPMENT PROGRAM PROFESSIONAL DEVELOPMENT PROGRAM FORMAZIONE 2014 2 storico particolarmente sfidante. Partendo da questi dati, ci siamo chiesti come potevamo fare ancora meglio. Il catalogo che Vi apprestate a consultare

Dettagli

L attività dell Internal Audit. G.M. Mirabelli

L attività dell Internal Audit. G.M. Mirabelli L attività dell Internal Audit G.M. Mirabelli Milano 13 ottobre 2006 Obiettivi della presentazione Evidenziare i compiti che nel nuovo Codice di autodisciplina sono assegnati all Internal Auditing, se

Dettagli

Esercizi per la redazione del Business Plan

Esercizi per la redazione del Business Plan Esercizi per la redazione del Business Plan Una società intende iniziare la sua attività l 1/1/2010 con un apporto in denaro di 20.000 euro. Dopo aver redatto lo Stato Patrimoniale iniziale all 1/1/2010

Dettagli

Università di Macerata Facoltà di Economia

Università di Macerata Facoltà di Economia Materiale didattico per il corso di Internal Auditing Anno accademico 2011-2012 Università di Macerata Facoltà di Economia 1 Obiettivo della lezione QUALITY ASSESSMENT REVIEW I KEY PERFORMANCE INDICATORS

Dettagli

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma Il Risk Management Integrato in eni Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato 1 Ottobre 2014, Roma Indice - Sviluppo del Modello RMI - Governance e Policy - Processo e Strumenti

Dettagli

MILANO, 68 a edizione. ROMA, 4 a edizione Dal 10 Aprile 2014 DIPLOMA IN CONTROLLO E INTERNAL AUDITING EDIZIONE 2015-2016

MILANO, 68 a edizione. ROMA, 4 a edizione Dal 10 Aprile 2014 DIPLOMA IN CONTROLLO E INTERNAL AUDITING EDIZIONE 2015-2016 MILANO, 68 a edizione Dal 28 Dal Settembre 10 Marzo 2015 2014 ROMA, 4 a edizione Dal 10 Aprile 2014 DIPLOMA IN CONTROLLO E INTERNAL AUDITING EDIZIONE 2015-2016 EDIZIONE 2014 INTRODUZIONE Il Diploma in

Dettagli

L Enterprise Risk Management in Italia

L Enterprise Risk Management in Italia DISCUSSION PAPER L Enterprise Risk Management in Italia Risultati della survey condotta in collaborazione con l Osservatorio di Revisione della SDA Bocconi Seconda edizione Maggio 2012 kpmg.com/it 2 L

Dettagli

L evoluzione del Processo di Enterprise Risk Management nel Gruppo Telecom Italia

L evoluzione del Processo di Enterprise Risk Management nel Gruppo Telecom Italia GRUPPO TELECOM ITALIA Roma, 17 giugno 2014 L evoluzione del Processo di Enterprise Risk Management nel Gruppo Telecom Italia Dirigente Preposto ex L. 262/05 Premessa Fattori Esogeni nagement - Contesto

Dettagli

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Corso di Qualificazione per Auditor Interni dei Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Tutor:

Dettagli

Università di Macerata Facoltà di Economia

Università di Macerata Facoltà di Economia Materiale didattico per il corso di Internal Auditing Anno accademico 2010-2011 Università di Macerata Facoltà di Economia Obiettivo della lezione ERM - Enterprise Risk Manangement Per eventuali comunicazioni:

Dettagli

certificazioni internazionali

certificazioni internazionali QUALIFICA la tua crescita professionale certificazioni internazionali INDICE AIIA SI PRESENTA... 4 CIA (CERTIFIED INTERNAL AUDITOR): marchio di eccellenza riconosciuto in tutto il mondo... 6 CCSA (CERTIFICATION

Dettagli

SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site

SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site La Tecnologia evolve velocemente ed anche gli esperti IT più competenti hanno bisogno di una formazione costante per tenere il passo Come

Dettagli

Corporate Governance - Oltre la compliance

Corporate Governance - Oltre la compliance Corporate Governance - Oltre la compliance Prof. Angelo Riccaboni Corso di Economia e Governo Aziendale Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici riccaboni@unisi.it www.disag.unisi.it Agenda L interesse

Dettagli

Modello dei controlli di secondo e terzo livello

Modello dei controlli di secondo e terzo livello Modello dei controlli di secondo e terzo livello Vers def 24/4/2012_CLEN INDICE PREMESSA... 2 STRUTTURA DEL DOCUMENTO... 3 DEFINIZIONE DEI LIVELLI DI CONTROLLO... 3 RUOLI E RESPONSABILITA DELLE FUNZIONI

Dettagli

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi Approvate dal Consiglio di Amministrazione dell 11 marzo 2014 1 Sommario 1. Il Sistema di Controllo Interno e di

Dettagli

FNM SpA Linee di Indirizzo del Sistema di Controllo Interno e Gestione dei Rischi

FNM SpA Linee di Indirizzo del Sistema di Controllo Interno e Gestione dei Rischi FNM SpA Linee di Indirizzo del Sistema di Controllo Interno e Gestione dei Rischi Approvate dal Consiglio di Amministrazione in data 17 aprile 2014 Linee di Indirizzo del SCIGR 1. Premessa Il Sistema di

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Il Sistema di Controllo Interno

Il Sistema di Controllo Interno GRUPPO TELECOM ITALIA Il Sistema di Controllo Interno Definizione, attori e competenze Federico Maurizio d Andrea Indice Il sistema di controllo interno quale elemento della corporate governance I livelli

Dettagli

INTERNAL AUDITING ROMA, 12 MAGGIO 2005 FORUM PA GIUSEPPE CERASOLI, CIA RESPONSABILE COMITATO PA

INTERNAL AUDITING ROMA, 12 MAGGIO 2005 FORUM PA GIUSEPPE CERASOLI, CIA RESPONSABILE COMITATO PA INTERNAL AUDITING ROMA, 12 MAGGIO 2005 FORUM PA Fondato a New York nel 1941 Presente in 160 paesi, conta ora più di 110.000 membri Ha sede negli USA ma la sua Governance è Globale Globali sono pure il

Dettagli

Company profile. Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole. Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less

Company profile. Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole. Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less Company profile Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole Business Consultant S.r.l. Via La Cittadella, 102/G 93100 Caltanissetta

Dettagli

ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione

ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione Il percorso di Poste Italiane verso la certificazione Cristina Imperi Il Profilo del Gruppo Poste Italiane Il Gruppo Poste Italiane è una

Dettagli

MILANO, 67 a edizione Dal 210 Ottobre Marzo 2014. ROMA, 4 a edizione Dal 10 Aprile 2014 DIPLOMA IN CONTROLLO E INTERNAL AUDITING EDIZIONE 2014-2015

MILANO, 67 a edizione Dal 210 Ottobre Marzo 2014. ROMA, 4 a edizione Dal 10 Aprile 2014 DIPLOMA IN CONTROLLO E INTERNAL AUDITING EDIZIONE 2014-2015 MILANO, 67 a edizione Dal 210 Ottobre Marzo 2014 ROMA, 4 a edizione Dal 10 Aprile 2014 DIPLOMA IN CONTROLLO E INTERNAL AUDITING EDIZIONE 2014-2015 EDIZIONE 2014 INTRODUZIONE Il Diploma in Controllo e Internal

Dettagli

Sistema di Controllo Interno e Gestione Rischi

Sistema di Controllo Interno e Gestione Rischi Management System Guideline Sistema di Controllo Interno e Gestione Rischi 11 aprile 2013 1 Messaggio del CEO Il Sistema di Controllo Interno e Gestione dei Rischi (di seguito SCIGR) è considerato in eni

Dettagli

Approfondimento. Controllo Interno

Approfondimento. Controllo Interno Consegnato OO.SS. 20 maggio 2013 Approfondimento Controllo Interno Maggio 2013 Assetto Organizzativo Controllo Interno CONTROLLO INTERNO ASSICURAZIONE QUALITA DI AUDIT E SISTEMI ETICA DEL GOVERNO AZIENDALE

Dettagli

Insight. Chief Financial Officer. Una professione in continua evoluzione (Survey) N. 27 Ottobre 2009

Insight. Chief Financial Officer. Una professione in continua evoluzione (Survey) N. 27 Ottobre 2009 Insight N. 27 Ottobre 2009 Chief Financial Officer. Una professione in continua evoluzione (Survey) In uno scenario di business e finanziario sempre più volatile, il Chief Financial Officer (CFO) si trova

Dettagli

Il ruolo dell Internal Auditing

Il ruolo dell Internal Auditing Il ruolo dell Internal Auditing Meccanismi di governance, evoluzione dei controlli interni e Position Paper AIIA Milano, 16 marzo 2006 Carolyn Dittmeier Presidente AIIA 1 Alcuni nuovi meccanismi di governance

Dettagli

I soci di AUDITA sono orientati ad un profondo rispetto dei valori della deontologia professionale.

I soci di AUDITA sono orientati ad un profondo rispetto dei valori della deontologia professionale. P R E S E N TA Z I O N E AUDITA è una Società di Revisione e Organizzazione Contabile nata nel 2011 su iniziativa di sei professionisti del settore. Opera su tutto il territorio nazionale con la priorità

Dettagli

ICT Financial Management

ICT Financial Management ICT Financial Management L ICT ha un ruolo decisivo per lo sviluppo di servizi innovativi orientati all incremento dei ricavi ormai non più basati solo sui prodotti tradizionali e rappresenterà una leva

Dettagli

LA COSTRUZIONE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO (IL CASO DELLE COMPAGNIE DI ASSICURAZIONE)

LA COSTRUZIONE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO (IL CASO DELLE COMPAGNIE DI ASSICURAZIONE) LA COSTRUZIONE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO (IL CASO DELLE COMPAGNIE DI ASSICURAZIONE) Dott. Werther Montanari Direttore Audit di Gruppo Società Cattolica di Assicurazione Soc. Coop. Verona, 9 dicembre

Dettagli

Il Sistema dei Controlli nel Gruppo Bancario Iccrea. Aggiornato al 13/11/2013

Il Sistema dei Controlli nel Gruppo Bancario Iccrea. Aggiornato al 13/11/2013 Il Sistema dei Controlli nel Gruppo Bancario Iccrea Aggiornato al 13/11/2013 1 Il sistema dei controlli adottato da Iccrea Holding Le attività, i processi, l assetto organizzativo, la gestione del rischio,

Dettagli

Carolyn Dittmeier Titolo di Studio University of Pennsylvania, Wharton School of Business, USA, Laurea in Economia e Commercio Esperienza Professionale 2002 -presente Poste Italiane S.p.A Responsabile

Dettagli

Andaf Riproduzione riservata

Andaf Riproduzione riservata Terrorismo internazionale Etica Globalizzazione Operazioni straordinarie Mercati Tecnologie Relazioni internazionali Evoluzione normativa Business & strategie Finanziari Contabili Strategici Operativi

Dettagli

Legge sulla Tutela del Risparmio e Corporate Governance

Legge sulla Tutela del Risparmio e Corporate Governance Legge sulla Tutela del Risparmio e Corporate Governance 8 Legge sulla Tutela del Risparmio e Corporate Governance OBIETTIVI DELLA SESSIONE Legge 262/05: esigenze introdotte, responsabilità e punti d attenzione

Dettagli

ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione

ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione Cristina Imperi Torino, 3 Luglio 2008 Il Profilo del Gruppo Poste Italiane 1 Poste Italiane è una delle realtà di servizi al cittadino e

Dettagli

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione della Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione della Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Corso di Qualificazione per Auditor Interni dei Sistemi di Gestione della Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Tutor:

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

6 Il Valore della Sostenibilità. Il valore della sostenibilità

6 Il Valore della Sostenibilità. Il valore della sostenibilità 6 Il Valore della Sostenibilità Il valore della sostenibilità Il Valore della Sostenibilità 7 Strategia e approccio GRI - G4: 1 In Snam sostenibilità e creazione di valore sono concetti fortemente legati.

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI GIUSEPPE CERASOLI ESPERIENZA LAVORATIVA C U R R I C U L U M V I T A E. Nome. Nazionalità Italiana Data di nascita 31/12/1968

INFORMAZIONI PERSONALI GIUSEPPE CERASOLI ESPERIENZA LAVORATIVA C U R R I C U L U M V I T A E. Nome. Nazionalità Italiana Data di nascita 31/12/1968 C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome GIUSEPPE CERASOLI Nazionalità Italiana Data di nascita 31/12/1968 ESPERIENZA LAVORATIVA Date da 01/09/03 Ragioneria Generale dello Stato Dirigente

Dettagli

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Contesto di riferimento Framework Lo standard

Dettagli

Stato e Prospettive del Quadro dei Controlli Interni dell Azienda. Armando BOFFI Partner PRICEWATERHOUSECOOPERS

Stato e Prospettive del Quadro dei Controlli Interni dell Azienda. Armando BOFFI Partner PRICEWATERHOUSECOOPERS Stato e Prospettive del Quadro dei Controlli Interni dell Azienda Armando BOFFI Partner PRICEWATERHOUSECOOPERS Perché l attenzione sui controlli interni? 2 Corporate Governance e controllo interno negli

Dettagli

Università di Macerata Facoltà di Economia

Università di Macerata Facoltà di Economia Materiale didattico per il corso di Internal Auditing Anno accademico 2010-2011 Università di Macerata Facoltà di Economia 01 Angelo Micocci: fonti e definizioni 1 Obiettivo della lezione Internal Control

Dettagli

ICT Financial Management

ICT Financial Management ICT Financial Management L ICT ha un ruolo decisivo per lo sviluppo di servizi innovativi orientati all incremento dei ricavi ormai non più basati solo sui prodotti tradizionali e rappresenterà una leva

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2015

CATALOGO FORMAZIONE 2015 CATALOGO FORMAZIONE 2015 www.cogitek.it Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo

Dettagli

Processi di Gestione dei Sistemi ICT

Processi di Gestione dei Sistemi ICT Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A3_1 V1.1 Processi di Gestione dei Sistemi ICT Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

L esperienza d integrazione in SSC

L esperienza d integrazione in SSC Roma, 10 dicembre 2010 Centro Congressi Cavour L esperienza d integrazione in SSC Approcci multimodello nelle pratiche aziendali Il presente documento contiene informazioni e dati di S.S.C. s.r.l., pertanto

Dettagli

1- Corso di IT Strategy

1- Corso di IT Strategy Descrizione dei Corsi del Master Universitario di 1 livello in IT Governance & Compliance INPDAP Certificated III Edizione A. A. 2011/12 1- Corso di IT Strategy Gli analisti di settore riportano spesso

Dettagli

Linea 4. Accompagnamento alla certificazione di Qualità. - Documento operativo preliminare: struttura e attività previste -

Linea 4. Accompagnamento alla certificazione di Qualità. - Documento operativo preliminare: struttura e attività previste - Linea 4. Accompagnamento alla certificazione di Qualità. - Documento operativo preliminare: struttura e attività previste - Riorganizzazione dei processi lavorativi e di ottimizzazione delle risorse e

Dettagli

Corso specialistico AIEA di: ICT Financial Management

Corso specialistico AIEA di: ICT Financial Management Training Partner Corso specialistico AIEA di: ICT Financial Management VALORE ESCLUSIVO DELL OFFERTA AIEA: Numero chiuso per favorire il confronto diretto Focus su Processi, Strumenti e Tecniche di ICT

Dettagli

ICT Financial Management

ICT Financial Management Training Partner Corso specialistico AIEA di: ICT Financial Management Numero chiuso per favorire il confronto diretto Focus su Processi, Strumenti e Tecniche di ICT Fin. Mgt Budgeting, KPI e Pianificazione

Dettagli

Standard di Connotazione

Standard di Connotazione Standard di Connotazione 1000 Finalità, Poteri e Responsabilità Le finalità, i poteri e le responsabilità dell attività di internal audit devono essere formalmente definite in un Mandato di internal audit,

Dettagli

Una modalità operativa per la Quality Assurance

Una modalità operativa per la Quality Assurance p w c Una modalità operativa per la Quality Assurance Milano, 28 Novembre 2006 *connectedthinking Massimiliano Pizzardi CIA - CCSA Indice Definizione del concetto di Quality Assurance dell attività di

Dettagli

Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche: principali novità

Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche: principali novità FLASH REPORT Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche: principali novità Luglio 2013 Il 2 luglio 2013 la Banca d Italia, all esito dell attività di consultazione avviata nel mese di settembre

Dettagli

FORMAZIONE A SUPPORTO PIANO D IMPRESA 2014/2017 GRUPPO INTESA SANPAOLO S.P.A.

FORMAZIONE A SUPPORTO PIANO D IMPRESA 2014/2017 GRUPPO INTESA SANPAOLO S.P.A. FBA Fondo Banche Assicurazioni Avviso 1/2014 Piani aziendali, settoriali e territoriali FORMAZIONE A SUPPORTO PIANO D IMPRESA 2014/2017 GRUPPO INTESA SANPAOLO S.P.A. 1 MOTIVAZIONI AZIENDALI In un momento

Dettagli

sfide del ventunesimo Secolo

sfide del ventunesimo Secolo 21 Century Finance Survey Ottimizzare i le potenzialità, garantire i risultati. ti Il CFO di fronte alle sfide del ventunesimo Secolo Copyright 2013 - Business International È vietata la riproduzione,

Dettagli

Coordinamento, sinergie e flussi informativi tra l OdV, gli organi di controllo interno e le funzioni di assurance: uno schema di analisi

Coordinamento, sinergie e flussi informativi tra l OdV, gli organi di controllo interno e le funzioni di assurance: uno schema di analisi L importanza della comunicazione Coordinamento, sinergie e flussi informativi tra l OdV, gli organi di controllo interno e le funzioni di assurance: uno schema di analisi FAbio ACCARDi se nella ricerca

Dettagli

Il Sistema dei Controlli Interni per gli Organi Societari e le Funzioni di Controllo

Il Sistema dei Controlli Interni per gli Organi Societari e le Funzioni di Controllo Il Sistema dei Controlli Interni per gli Organi Societari e le Funzioni di Controllo Alla luce delle nuove Disposizioni di Banca d Italia Ing. Riaz Bashir Opentech Confidi Day 2014 - Castelbuono (PA) 15

Dettagli

Il secondo pilastro: il processo di controllo prudenziale

Il secondo pilastro: il processo di controllo prudenziale : il processo di controllo prudenziale! Il processo di controllo prudenziale (Supervisory Review Process SRP) si articola in due fasi integrate! La prima è rappresentata dal processo interno di determinazione

Dettagli

Edizione 2013. Diploma in Controllo e Internal Auditing. [5 a edizione] [3 a edizione]

Edizione 2013. Diploma in Controllo e Internal Auditing. [5 a edizione] [3 a edizione] Edizione 2013 Diploma in Controllo e Internal Auditing Milano, dal 17 aprile al 9 dicembre Roma, dal 14 maggio al 16 dicembre [5 a edizione] [3 a edizione] Introduzione sempre più attuale. Sono stati

Dettagli

Presentazione. agili e flessibili; costantemente aderenti al business model ed alla sua evoluzione geografica e temporale;

Presentazione. agili e flessibili; costantemente aderenti al business model ed alla sua evoluzione geografica e temporale; Presentazione Blu Consulting è una società di consulenza direzionale certificata ISO 9001:2008, fondata da Mauro Masciarelli nel 2009, specializzata nella revisione delle strategie di business, adeguamento

Dettagli

Processo di gestione del rischio d informazione finanziaria

Processo di gestione del rischio d informazione finanziaria Processo di gestione del rischio d informazione finanziaria Deltas S.p.A. La comunicazione finanziaria Sondrio, 9 marzo 2010 Agenda Vincoli di conformità alla L. 262/20005 Soluzioni operative Nuove sfide

Dettagli

Esperto in Direzione e Valutazione dei Sistemi di Gestione Integrata: Qualità, Ambiente e Sicurezza

Esperto in Direzione e Valutazione dei Sistemi di Gestione Integrata: Qualità, Ambiente e Sicurezza QUALITY FOR MASTER Esperto in Direzione e Valutazione dei Sistemi di Gestione Una preparazione meramente teorica, seppur di rilievo, non è più sufficiente per affrontare le complesse dinamiche aziendali.

Dettagli

Offerta formativa AIEA per il 2014

Offerta formativa AIEA per il 2014 Training Partner Offerta formativa AIEA per il 2014 ESCLUSIVA AIEA Corsi con focus pratico ed interattivo Numero chiuso per favorire il confronto diretto Possibilità di organizzare corsi COBIT in base

Dettagli

Controllo Interno. Aree Territoriali. RUO Sviluppo Organizzativo e Pianificazione

Controllo Interno. Aree Territoriali. RUO Sviluppo Organizzativo e Pianificazione Controllo Interno Aree Territoriali RUO Sviluppo Organizzativo e Pianificazione Agenda 2 Il modello organizzativo : logiche e obiettivi Il perimetro organizzativo/geografico Controllo Interno: Aree Territoriali

Dettagli

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment General Risk Assessment Conduzione di un General Risk Assessment in coerenza con i requisiti ISO 9001:2015. nel 2015 verrà pubblicata la nuova UNI EN ISO 9001 che avrà sempre più un orientamento alla gestione

Dettagli

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000 Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 1 Agenda Presentazione Le norme della serie ISO/IEC 20000 L IT Service Management secondo

Dettagli

Agenda. La società. Industries. I servizi. Credentials. Il network. I contatti

Agenda. La società. Industries. I servizi. Credentials. Il network. I contatti Company profile Agenda La società Industries I servizi Credentials Il network I contatti 1 La società Profile KEP Consulting è una società di consulenza indipendente creata da professionisti con esperienza

Dettagli

Analisi e gestione dei rischi. in TBS Group

Analisi e gestione dei rischi. in TBS Group 18 ottobre 2012 Analisi e gestione dei rischi in TBS Group Avv. Aldo Cappuccio (presidente del Comitato di Controllo Interno) 1 TBS Group S.p.A. TBS Group S.p.A. nasce e si sviluppa, agli inizi degli anni

Dettagli

Parte E Informazioni sui rischi e sulle relative politiche di copertura

Parte E Informazioni sui rischi e sulle relative politiche di copertura Parte E Informazioni sui rischi e sulle relative politiche di copertura SEZIONE 1 RISCHI DEL GRUPPO BANCARIO Il Gruppo Intesa Sanpaolo attribuisce una forte rilevanza alla gestione e al controllo dei rischi,

Dettagli

TECNICO IN AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE

TECNICO IN AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE TECNICO IN AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Operazione Rif. PA n 2010-521/Pr Approvata con Delibera della Giunta Provinciale n 554 del 12 ottobre 2010 I SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL ATTIVITA

Dettagli

Formalizzare i processi aziendali per

Formalizzare i processi aziendali per Formalizzare i processi aziendali per accrescere l efficacia l dei controlli Bankadati S.I. Gruppo Creval La comunicazione finanziaria Sondrio, 9 marzo 2010 LA GESTIONE PER PROCESSI IN CREVAL La gestione

Dettagli

Università di Macerata Facoltà di Economia

Università di Macerata Facoltà di Economia Materiale didattico per il corso di Internal Auditing Secondo Anno livello accademico 2010-2011 Università di Macerata Facoltà di Economia 08 Silvia Giacomelli: La Normativa 262 e il sistema dei controlli

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D. Lgs. 231/2001 GOVERNANCE ORGANIZZATIVA

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D. Lgs. 231/2001 GOVERNANCE ORGANIZZATIVA Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D. Lgs. 231/2001 Rev. 1-20/10/2010 GOVERNANCE ORGANIZZATIVA 1. Sistema di governance organizzativa L assetto organizzativo, amministrativo e contabile

Dettagli

Assessment degli Operational Risk. Assessment. Progetto Basilea 2. Agenda. Area Controlli Interni Corporate Center - Gruppo MPS

Assessment degli Operational Risk. Assessment. Progetto Basilea 2. Agenda. Area Controlli Interni Corporate Center - Gruppo MPS Progetto Basilea 2 Area Controlli Interni Corporate Center - Gruppo MPS degli Operational Risk 2003 Firm Name/Legal Entity Agenda Il nuovo contesto di vigilanza: novità ed impatti Analisi Qualitativa 1

Dettagli

INTERNAL AUDIT LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016

INTERNAL AUDIT LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 INTERNAL AUDIT LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 Presentazione La funzione di internal audit ha acquisito, negli anni, un ruolo di primaria importanza nell'ambito dell'adozione delle migliori regole

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A.

LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A. LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A. (APPROVATE DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA SOCIETÀ NELLA RIUNIONE DEL 10 MAGGIO 2012) TOD S S.P.A.

Dettagli

INTERNAL AUDIT & COMPLIANCE

INTERNAL AUDIT & COMPLIANCE GOVERNANCE & COMPLIANCE A.A. 2014-2015 INTERNAL AUDIT & COMPLIANCE Prof. Alberto Nobolo Governance & compliance 1 Internal auditing Attività indipendente e obiettiva di assurance e consulenza finalizzata

Dettagli

FINANCIAL RISK MANAGEMENT

FINANCIAL RISK MANAGEMENT RISK MANAGEMENT PERCORSO EXECUTIVE IN FINANCIAL RISK MANAGEMENT INDICE MIP Management Academy 1 AREA TEMATICA 2 Direzione 3 Percorso Executive in Financial Risk Management 4 Programma 5 Costi e modalità

Dettagli

PMO: così fanno le grandi aziende

PMO: così fanno le grandi aziende PMO: così fanno le grandi aziende Tutte le grandi aziende hanno al loro interno un PMO - Project Management Office che si occupa di coordinare tutti i progetti e i programmi aziendali. In Italia il project

Dettagli

Il sistema di governo dell ICT: ambiti di evoluzione del ruolo di COBIT in Enel

Il sistema di governo dell ICT: ambiti di evoluzione del ruolo di COBIT in Enel Il sistema di governo dell ICT: ambiti di evoluzione del ruolo di COBIT in Enel Mario Casodi ICT Governance / epm Convegno Nazionale AIEA Pisa, 21 maggio 2009 INDICE Introduzione Gestione della mappa dei

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

IS Governance in action: l esperienza di eni

IS Governance in action: l esperienza di eni IS Governance in action: l esperienza di eni eni.com Giancarlo Cimmino Resp. ICT Compliance & Risk Management Contenuti L ICT eni: mission e principali grandezze IS Governance: il modello organizzativo

Dettagli

I SISTEMI DI GESTIONE COME STRUMENTO MANAGERIALE PER LA COMPLIANCE AZIENDALE. Massimo Tronci Università di Roma La Sapienza

I SISTEMI DI GESTIONE COME STRUMENTO MANAGERIALE PER LA COMPLIANCE AZIENDALE. Massimo Tronci Università di Roma La Sapienza I SISTEMI DI GESTIONE COME STRUMENTO MANAGERIALE PER LA COMPLIANCE AZIENDALE Massimo Tronci Università di Roma La Sapienza Confindustria - Bari, 30 settembre 2008 Questa presentazione Il contesto di riferimento

Dettagli

CONSOLIDATO. Le vostre esigenze. La nostra offerta di sevizi. I nostri punti di forza. Formazione. Assistenza nei processi complessi

CONSOLIDATO. Le vostre esigenze. La nostra offerta di sevizi. I nostri punti di forza. Formazione. Assistenza nei processi complessi Le vostre esigenze Beneficiare di un assistenza puntuale e regolare nella produzione della vostra informativa finanziaria consolidata permettendovi di rendere flessibile il vostro livello di risorse Rendere

Dettagli

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS www.btoweb.it L unione tra il know-how gestionale e organizzativo maturato in oltre 12 anni di consulenza e l esperienza nell ambito dell informatizzazione dei processi ha consentito a Sinergest lo sviluppo

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

I SERVIZI DI AQM PER PROGETTAZIONE E ASSISTENZA PER LA REALIZZAZIONE DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D.

I SERVIZI DI AQM PER PROGETTAZIONE E ASSISTENZA PER LA REALIZZAZIONE DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. I SERVIZI DI AQM PER PROGETTAZIONE E ASSISTENZA PER LA REALIZZAZIONE DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. LGS. 231/2001 ( RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA D IMPRESA) La norma

Dettagli

Il valore della Risk Governance La gestione del rischio IT nella prospettiva della IS Governance

Il valore della Risk Governance La gestione del rischio IT nella prospettiva della IS Governance Il valore della Risk Governance La gestione del rischio IT nella prospettiva della IS Governance Gianluca Salviotti, SDA Bocconi School of Management Padova, 10 Aprile 2014 Agenda Elementi di contesto

Dettagli

AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO

AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO 23.12.2104 ORDINE DI SERVIZIO n. 33/14 AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO Con riferimento all Ordine di Servizio n. 26 del 19.11.2014, si provvede a definire l articolazione della funzione AMMINISTRAZIONE,

Dettagli

Aziende speciali, multiutility e servizi ambientali Supporto allo sviluppo

Aziende speciali, multiutility e servizi ambientali Supporto allo sviluppo Aziende speciali, multiutility e servizi ambientali Supporto allo sviluppo Executive Summary Il settore delle utilities è fra quelli che avranno una maggiore crescita nei valori economici e nell occupazione.

Dettagli

CSR, Globalizzazione e Modelli di Capitalismo Sostenibile

CSR, Globalizzazione e Modelli di Capitalismo Sostenibile Tavola Rotonda CSR, Globalizzazione e Modelli di Capitalismo Sostenibile Mauro Cicchinè,, Presidente Dexia Crediop S.p.A. Milano 14 Luglio 2005 Capitalismo Sostenibile e CSR fra globale e locale : dai

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

PRASSI DI RIFERIMENTO UNI/PdR 10.5:2014

PRASSI DI RIFERIMENTO UNI/PdR 10.5:2014 PRASSI DI RIFERIMENTO UNI/PdR 10.5:2014 Profili professionali presenti nelle banche commerciali - Requisiti di conoscenza, capacità e competenza - Aree Risk Management, Compliance, Operation e Amministrazione

Dettagli

WORKSHOP Riorganizzazione aziendale: ri-partenza per lo sviluppo 30/11/2012

WORKSHOP Riorganizzazione aziendale: ri-partenza per lo sviluppo 30/11/2012 WORKSHOP Riorganizzazione aziendale: ri-partenza per lo sviluppo 30/11/2012 KPMG nel mondo 2 KPMG Advisory in Italia 3 I servizi che offriamo KPMG ITALIA AUDIT ADVISORY TAX CORPORATE FINANCE TRANSACTION

Dettagli

BUSINESS RISK CONSULTING RISK. DISPUTES. STRATEGY.

BUSINESS RISK CONSULTING RISK. DISPUTES. STRATEGY. BUSINESS RISK CONSULTING RISK. DISPUTES. STRATEGY. BUSINESS RISK CONSULTING PROCESS OPTIMIZATION Mappatura as is dei processi, definizione dello stato to be, gap analysis, definizione ed implementazione

Dettagli

ERM FOR DUMMIES: l evoluzione da Risk Manager a Chief Risk Officer. Massimo Livatino e Paola Tagliavini. Lab ERM SDA Bocconi

ERM FOR DUMMIES: l evoluzione da Risk Manager a Chief Risk Officer. Massimo Livatino e Paola Tagliavini. Lab ERM SDA Bocconi ERM FOR DUMMIES: l evoluzione da Risk Manager a Chief Risk Officer Massimo Livatino e Paola Tagliavini Lab ERM SDA Bocconi Agenda Centralità della gestione del rischio nel Codice di Autodisciplina Evoluzione

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016

OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016 OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016 Obiettivi formativi corsi di laurea, raggruppamenti disciplinari, insegnamenti Economia: banche, aziende e mercati Obiettivi formativi corso di laurea I laureati in Economia:

Dettagli

CONOSCERE L AZIENDA GESTIRE I SUOI RISCHI. Sintesi presentazione società

CONOSCERE L AZIENDA GESTIRE I SUOI RISCHI. Sintesi presentazione società CONOSCERE L AZIENDA GESTIRE I SUOI RISCHI Sintesi presentazione società Indice Chi siamo pag. 3 I professionisti pag. 4 I servizi professionali pag. 5 Metodologia per modelli organizzativi ex 231/01 pag.

Dettagli

Carta della Qualità dell Offerta Formativa Perform

Carta della Qualità dell Offerta Formativa Perform 1. LIVELLO STRATEGICO Carta della Qualità dell Offerta Formativa Perform 1.1 POLITICA DELLA QUALITÀ La dirigenza di Unindustria Perform Srl intende perseguire, quale mission dell Organizzazione, il miglioramento

Dettagli

Assetti Organizzativi, di Controllo e Risk Governance nei Confidi. Firenze, 28 Febbraio 2013

Assetti Organizzativi, di Controllo e Risk Governance nei Confidi. Firenze, 28 Febbraio 2013 Assetti Organizzativi, di Controllo e Risk Governance nei Confidi Firenze, 28 Febbraio 2013 Indice ß Introduzione ß Assetti Organizzativi ß Sistema dei Controlli Interni ß Risk Governance ß Conclusioni

Dettagli