finanza&mercato Informativa ai partecipanti Panorama mercati risparmio gestito Ai sensi del Regolamento Emittenti n /99

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "finanza&mercato Informativa ai partecipanti Panorama mercati risparmio gestito Ai sensi del Regolamento Emittenti n. 11971/99"

Transcript

1 f finanza&mercato & m risparmio gestito Fil. Milano - Registrazione Tribunale di Milano N. 581/2008 Anno VII - Una copia 0,52 n. 1 febbraio 2015 Informativa ai partecipanti Ai sensi del Regolamento Emittenti n /99 Panorama mercati Informativa ai partecipanti

2 2 - finanza&mercato - febbraio 2015 MERCATI Alla ricerca della crescita L evoluzione dei mercati finanziari è stata influenzata anche nel 2014 da fattori geopolitici, oltre che da considerazioni delle banche centrali sulla liquidità, a cui si sono aggiunti nel secondo semestre, fenomeni quali il crollo del prezzo del petrolio (- 50% in sei mesi per il Brent che è sceso sotto i 60 dollari alla fine dell'anno). Nel mese di agosto e nei primi giorni di settembre, i mercati hanno accolto favorevolmente l'impegno di Mario Draghi di allentare ulteriormente le condizioni monetarie nell'area dell'euro, mentre in autunno, gli eventi geopolitici sono tornati al centro delle preoccupazioni degli investitori (interventi militari in Iraq e in Siria) e conseguentemente nel mese di ottobre e poi di dicembre il mercato azionario ha raggiunto i livelli di massima volatilità dell anno. Mercato azionario in altalena, chiusura d anno leggermente positiva Il VIX (l indice di volatilità calcolato in base alle opzioni dell S&P500), che aveva raggiunto quasi il 22% nel mese di febbraio, ha superato il 26% nel mese di ottobre e circa il 24% nel mese di dicembre, per poi chiudere l'anno a 19,2% contro il 13,7% dell'anno precedente. Il calo del prezzo del greggio ha ovviamente pesato sui mercati dei paesi produttori di petrolio (azioni e valute) ed è uno dei motivi del calo annuale dei titoli azionari dei mercati emergenti (-4,6% l'indice MSCI Emerging dollari). Fattori geopolitici e calo del prezzo del petrolio hanno influenzato l andamento delle borse mondiali I mercati finanziari russi sono stati particolarmente colpiti da quanto accaduto, il declino del rublo (-35% in tre mesi, nonostante gli sforzi della banca centrale russa) ha riportato alla ribalta la crisi dell orso russo. I mercati europei sono invece stati influenzati dalla situazione socio-economica della Grecia, che rimane un motivo d instabilità per tutta la zona euro. Il bilancio annuale per le azioni globali è leggermente positivo, con un incremento del 2,1% dell'indice MSCI AC World in dollari. Le performance sono state molto eterogenee tra una macro-area e l'altra. I mercati statunitensi hanno beneficiato della conferma della buona salute dell'economia, dopo un primo trimestre condizionato negativamente anche dalle pessime condizioni metereologiche. L'S&P500 ha guadagnato l 11,4%, toccando nuovi massimi in diverse occasioni grazie ai risultati soddisfacenti delle società e alle molte operazioni finanziarie (fusioni e acquisizioni, IPO). Nella zona euro al contrario, crescita debole e bassa inflazione hanno pesato sugli indici limitandone l incremento (+ 1,2% per l'euro Stoxx50). La sotto-performance è aumentata negli ultimi mesi a causa delle preoccupazioni per la Russia e la Grecia. Gli indici giapponesi (+ 7,1% per il Nikkei225) hanno beneficiato dello yen più debole e di una politica economica di sostegno alle imprese. Obbligazionario: rendimenti in discesa Nel contesto descritto, il rendimento sul Bund tedesco a 10 anni è passato dall 1,93% a fine 2013 allo 0,54% (-139 bp) un anno più tardi con una discesa quasi ininterrotta (ad eccezione di un lieve rimbalzo nel mese di settembre). L ottima performance dei titoli europei è dovuta a diversi fattori. In primo luogo, la politica monetaria della BCE, con due tagli dei tassi di sconto e numerosi annunci fatti in giugno e settembre

3 3 - finanza&mercato - febbraio 2015 f & m finanza&mercato risparmio gestito In questo numero p. 2 Panorama mercati p. 5 Informativa ai partecipanti MERCATI Avvertenze: Il documento è prodotto a titolo informativo e non va considerato una consulenza finanziaria. I dati si basano su fonti ritenute affidabili ed in buona fede. Le opinioni rappresentano il parere di BNP Paribas Investment Partners SGR alla data indicata nel documento stesso e sono quindi soggette a modifiche senza preavviso. Qualsiasi decisione di investimento che venga presa in relazione all'utilizzo di informazioni ed analisi presenti nel documento è di esclusiva responsabilità del lettore, che deve considerarne i contenuti come strumenti di informazione, analisi e supporto alle decisioni. Direttore Responsabile: Enrico Donzelli Editore: BNP Paribas Investment Partners SGR SpA - Corso Italia, Milano Stampa: La Neograf, Sesto Ulteriano (MI) Grafica: AZIONI GLOBALI VS. OBBLIGAZIONI GLOBALI 10,00% 8,00% 6,00% 4,00% 2,00% 0,00% -2,00% -4,00% -6,00% 31/12/13 31/01/14 28/02/14 31/03/14 30/04/14 31/05/14 30/06/14 31/07/14 31/08/14 30/09/14 31/10/14 30/11/14 30/12/14 31/01/15 Global Governments Bonds (Obbligazioni Globali) MSCI World Free Local (Azioni Globali) Fonte: BNP Paribas Investment Partners SGR, febbraio 2015 DIFFERENZIALE RENDIMENTI TITOLI DI STATO DECENNALI ITALIA - GERMANIA 2,5 2 1,5 La politica monetaria della BCE decisiva per la discesa del rendimento del decennale tedesco da Mario Draghi, cui hanno fatto seguito commenti molto accomodanti, hanno alimentato la speranza di acquisto di titoli di Stato entro breve. In secondo luogo anche la delusione sulla crescita ed il rallentamento dell inflazione hanno orientato gli investitori verso le obbligazioni. Infine, lo status di bene rifugio del Bund è stato determinante nel far si che il rendimento del decennale tedesco scendesse sotto l'1% nel mese di agosto, in risposta alle marcate oscillazioni sul mercato azionario più influenzate dai timori relativi a quanto avveniva sui mercati finanziari russi e per la situazione politica in Grecia. 1 0,5 0 31/12/13 31/01/14 28/02/14 Spread BTP 10 anni vs Bund 10 anni Fonte BNP Paribas Investment Partners SGR, febbraio 2015 Il tergiversare del governo greco ha portato allo scioglimento del Parlamento aprendo la strada ad elezioni anticipate, elezioni che hanno visto la vittoria di un partito orientato a rinegoziare i termini degli aiuti finanziari internazionali concessi alla Grecia. Questo ravviva i timori di una nuova crisi in Europa. Il basso livello dell inflazione nell'area Euro (0,3 % in novembre) e diversi commenti 31/03/14 30/04/14 31/05/14 30/06/14 31/07/14 31/08/14 30/09/14 espressi da parte dei membri della BCE hanno alimentato le aspettative verso un allentamento monetario. Questa ipotesi è stata favorevolmente raccolta dai mercati periferici, causando un restringimento dello spread con la Germania. In un anno, i rendimenti italiani sul decennale sono scesi di 224 bps arrivando all 1,89%, mentre quelli spagnoli sono scesi di 252 bps arrivando all 1,63%. 31/10/14 30/11/14 31/12/14 31/01/15

4 4 - finanza&mercato - febbraio 2015 MERCATI Valute: la ripresa del dollaro nei confronti dell euro Fino ad aprile, la parità EUR / USD si è mossa senza una precisa direzione tra 1,34 e 1,39, tanto che il mercato dei cambi non sembrava fosse sensibile alle rassicurazioni da parte della BCE, lasciando che l Euro si apprezzasse nonostante il rischio di vedere l inflazione nella zona Euro restare a livelli molto bassi per un periodo più lungo rispetto al previsto. Sensibile calo dell Euro: rapporto EUR/USD ai minimi degli ultimi anni I commenti della BCE hanno trovato maggior riscontro a decorrere dall inizio di maggio, quando le indicazioni di Mario Draghi (tra cui il passaggio ad un tasso di deposito negativo) sarebbero state adottate il mese successivo. La differenza di politica monetaria su entrambi i lati dell'atlantico è quindi diventata logicamente la forza trainante delle variazioni dei cambi. Il differenziale di crescita tra gli Stati Uniti e la zona euro si muove nello stesso senso con un forte rimbalzo delle attività e dei sondaggi incoraggianti da un lato e, dall altro, di una crescita limitata. Infine, la ripresa dei rischi geopolitici ha contribuito a rafforzare il dollaro, tradizionalmente considerato una valuta sicura. La ripresa del dollaro nei confronti dell'euro si è accentuata all'inizio di settembre dopo che, a sorpresa, la BCE ha tagliato il tasso di sconto ed anche, poco più tardi, a seguito dell incontro del FOMC in cui la Fed ha confermato le sue intenzioni di far risalire il tasso di sconto nel La ripresa, che ha portato la parità dall 1,39 di maggio ad 1,25 ai primi di ottobre, ha perso vigore sul finire dell anno a causa di turbolenze sui mercati finanziari oltre ad un repentino ribasso. Le variazioni non sono state degne di nota fino a metà dicembre, e la parità è rimasta sull 1,24. Il cambio si è, in seguito, ulteriormente indebolito scendendo fino a 1,21, il livello più basso dal luglio 2012 a causa delle incertezze provocate dalla situazione russa (rifugio nel dollaro) e dalla crisi politica in Grecia che hanno pesato sull'euro. Secondo la BCE, le indiscrezioni sull acquisto di titoli di stato a breve termine ha, certamente, contribuito all arretramento dell'euro nei confronti del dollaro. L'euro, quindi, chiude a 1,2104 dollari, in calo del 12,1% in dodici mesi. Cosa ci aspetta nel 2015? Il nuovo anno è iniziato sulle aspettative che nel 2015 la Federal Reserve, la banca centrale statunitense, decida di avviare un nuovo ciclo di rialzo dei tassi. Un eventuale decisione in tal senso, segnerebbe la fine delle politiche monetarie non convenzionali varate negli USA dalla fine del Pertanto tra le sfide del 2015, ci saranno gli effetti del cambiamento della politica monetaria della Federal Reserve sui prezzi degli attivi finanziari. È fuor di dubbio che un inversione di rotta, decisa unilateralmente da una banca centrale potrebbe avere delle conseguenze sui prezzi degli attivi. Tuttavia le Banche Centrali sono solo uno dei numerosi fattori da considerare nell'influenza dei prezzi degli strumenti finanziari. Nel lungo periodo, infatti, le tendenze dei prezzi reali delle attività vengono determinate da fattori economici concreti e non da quelli esclusivamente monetari.

5 5 - finanza&mercato - febbraio 2015 Informativa ai partecipanti ai sensi di quanto disposto dal Regolamento Consob n /99 (Regolamento Emittenti) Variazioni delle informazioni contenute nei Prospetti intervenute nel corso del 2014 (art. 19, commi 1 e 2 del Regolamento Emittenti Consob) INFORMATIVA AI PARTECIPANTI Di seguito si segnalano gli eventi di particolare importanza che, nel corso del 2014, hanno interessato la documentazione d offerta (Prospetti, KIID e Regolamenti di gestione) dei fondi comuni d investimento mobiliare di diritto italiano rientranti nell ambito di applicazione della Direttiva 2009/65/CE istituiti e gestiti da BNP Paribas Investment Partners SGR S.p.A. 1 gennaio 2014 entrata in vigore della modifica regolamentare concernente l eliminazione della facoltà di richiedere l emissione, la conversione, il frazionamento o il raggruppamento di certificati rappresentativi delle quote al portatore, pur restando comunque consentita la conversione dei certificati da al portatore a nominativi, nonché il frazionamento e/o il raggruppamento di certificati nominativi ; 19 febbraio 2014 consueto aggiornamento annuale dei documenti d offerta (Prospetti e KIID) di ciascu, secondo modalità e termini di cui alla normativa comunitaria (Regolamento UE n. 583/2010) e secondaria (Regolamento Consob n /99) vigente; 11 aprile 2014 conclusione del processo di razionalizzazione della gamma prodotti rappresentata dai fondi comuni di diritto italiano, ultimato con la trasformazione in OICR feeder del fondo BNL Azioni Italia, il cui OICR master è, dalla stessa data, il Comparto della Sicav di diritto lussemburghese BNP Paribas L1 denominato Equity Italy; 22 aprile 2014 trasferimento della sede sociale della SGR da via Dante n Milano alla nuova sede di corso Italia n Milano, fermi restando i recapiti telefonici (centralino: / telefax: / ), il numero verde ( ) e l indirizzo Internet (www.bnpparibas-ip.it) già in uso, così come specificati all interno dei documenti d offerta (Prospetto e KIID) di ogni Fondo all uopo aggiornati; 1 luglio 2014 entrata in vigore della modifiche regolamentari deliberate nel corso della riunione consiliare del 30 aprile concernenti, in particolare, la soppressione della pubblicazione a mezzo stampa del valore unitario delle quote dei Fondi e delle eventuali modifiche regolamentari, informazioni comunque reperibili sul sito Internet della SGR (www.bnpparibas-ip.it); 22 luglio 2014 istituzione, da parte della Banca d Italia, del nuovo Albo delle SGR ex art. 35 del T.U.F., nel quale BNP Paribas Investment Partners SGR S.p.A. - già iscritta al n. 10 del precedente Albo delle Società di Gestione del Risparmio - risulta iscritta al n. 4 (Gestori di OICVM) ed al n. 3 (Gestori di FIA); 3 settembre 2014 trasformazione del fondo BNP Paribas Conservative Hedge da speculativo ad armonizzato rientrante nell ambito di applicazione della Direttiva n. 2009/65/CE; dalla stessa data il Fondo viene ridenominato BNP Paribas Strategy Convictions cambiando obiettivi e politica d investimento; viene semplificato il regime delle spese e modificata la frequenza di valorizzazione - da mensile a settimanale - del valore unitario della quota, contestualmente frazionato in rapporto 1:1.000; dalla sua trasformazione sino al 28 settembre 2014 il Fondo viene gestito da BNP Paribas Capital Partners, società specializzata nella gestione di questo tipo di attivi facente parte del Gruppo BNP Paribas; dal 29 settembre 2014 il Fondo viene direttamente gestito da BNP Paribas Investment Partners SGR S.p.A., mentre BNP Paribas Capital Partners dalla stessa data assume il ruolo di Advisor ; 1 dicembre 2014 entrata in vigore dei Regolamenti di gestione approvati dal Consiglio di Amministrazione della SGR il 15 ottobre 2014 contenenti, tra l altro: - i nuovi numeri di iscrizione all Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia, identificativi di BNP Paribas Investment Partners SGR S.p.A.; - il nuovo esercizio finanziario dei fondi BNL Obbligazioni Emergenti, BNL Azioni Europa Dividendo, BNL Azioni America e BNL Azioni Emergenti, reso omogeneo a quello dei rispettivi OICR master, in scadenza al 31 dicembre anziché al 28 febbraio di ciascun anno. Costi e spese sostenute dai fondi Fondi BNL Spese correnti 1 BNL Liquidità 0,40% 2 BNL Obbligazioni Globali 1,35% BNL Obbligazioni Emergenti 1,47% BNL Azioni Europa Dividendo 2,18% BNL Azioni Italia 2,26% BNL Azioni America 2,23% BNL Azioni Emergenti 2,17% BNL Assetto Comfort 1,01% BNL Assetto Dinamico 2,03% BNL Reddito Plus 1,21% BNP Paribas Strategy Convictions 3,43% 1) dato comprensivo delle spese correnti dell'oicr master 2) dato stimato in quanto l'esercizio contabile del Fondo chiude al 31 marzo di ogni anno

6 6 - finanza&mercato - febbraio 2015 Fondi BNL STATISTICHE FONDI BNL Liquidità fondo di mercato monetario Euro 4,5% 3,5% 3,0% 2,5% 1,5% 1,0% 0,5% -0,5% -1,0% 3,9 3,5 3,0 2,7 2,4 2,6 1,8 1,9 1,7 1,7 1,3 1,3 1,1 0,5 0,6 0,0 0,1-0,1-0,4-0,6 n Benchmark: 100% EONIA (Euro OverNight Index Average) Total Return Index, in Euro Il Fondo rientra nella categoria dei fondi di mercato monetario a breve termine (c.d. money market fund short term ) secondo la definizione emanata dalla BCE con proprio Regolamento (UE) n. 883/2011. Dal 29/11/2013 il Fondo è un feeder del fondo comune d investimento di diritto francese BNP Paribas Trésorerie (OICR Master). Pertanto, i risultati illustrati nel grafico sino al 31/12/2013 sono ottenuti in circostanze non più valide. Il benchmark è cambiato nel corso degli anni. L attuale benchmark è in vigore dal 29 novembre a) Data di inizio del collocamento delle quote 22/01/1985 c) Patrimonio netto (mln ) al 30/12/ ,024 d) Valore della quota al 30/12/2014 (in ) 22,594 Costi a carico del Fondo: quota parte percepita in media dai 72,17% BNL Obbligazioni Globali fondo obbligazionario altre specializzazioni 16,0% ,0% 6,0% - - 4,7 3,2-0,4-1,3 1,4 0,5 1,8 6,9 4,9 4,7 2,4 1,2 n Benchmark: 100% Barclays Global Aggregate Total Return Index in dollari USA, convertito in Euro Dal 29/11/2013 il Fondo è un feeder della Sicav di diritto lussemburghese BNP Paribas L1, comparto Bond World Plus (OICR Master). Pertanto, i risultati Il benchmark è cambiato nel corso degli anni. L attuale benchmark è in vigore dal 1 luglio a) Data di inizio del collocamento delle quote 04/10/1999 c) Patrimonio netto (mln ) al 31/12/ ,630 d) Valore della quota al 31/12/2014 (in ) 8,520 Costi a carico del Fondo: quota parte percepita in media dai 78,19% 0,6 3,2 10,8 11,3 0,8 0,8 11,0 14,8 BNL Obbligazioni Emergenti fondo obbligazionario paesi emergenti 35,0% 3 25,0% 2 15,0% 1 5,0% -5,0% -1-15,0% -2 16,9 15,8 0,1-0,6-2,8-4,9-14,2-5,8 30,6 22,0 22,7 14,6 14,4 15,9 17,4 15,3 10,4 6,0-10,8-9,3 n Benchmark: 100% JP Morgan Emerging Markets Bonds Index EMBI Global diversified Composite, convertito in Euro Dal 29/11/2013 il Fondo è un feeder della Sicav di diritto lussemburghese Parvest, comparto Bond World Emerging (OICR Master). Pertanto, i risultati Il benchmark è cambiato nel corso degli anni. L attuale benchmark è in vigore dal 17 ottobre a) Data di inizio del collocamento delle quote 20/11/1991 c) Patrimonio netto (mln ) al 31/12/ ,439 d) Valore della quota al 31/12/2014 (in ) 30,366 Costi a carico del Fondo: quota parte percepita in media dai 70,11% BNL Azioni Europa Dividendo fondo azionario Europa ,3 18,0 17,4 13,2 1,7-0,9-34,8-38,5 28,1 23,4 20,3 15,5 14,2 12,8 10,4 8,2 4,0 1,0-6,0-8,1 n Benchmark: 100% Standard & Poor s Europe High Income Equity Index (Luxem based) Net Total Return, in Euro Dal 29/11/2013 il Fondo è un feeder della Sicav di diritto lussemburghese Parvest, comparto Equity High Dividend Europe (OICR Master). Pertanto, i risultati illustrati nel grafico sino al 31/12/2013 sono ottenuti in circostanze non più valide. Il benchmark è cambiato nel corso degli anni. L attuale benchmark è in vigore dal 28 ottobre a) Data di inizio del collocamento delle quote 03/07/2000 c) Patrimonio netto (mln ) al 31/12/ ,771 d) Valore della quota al 31/12/2014 (in ) 3,112 Costi a carico del Fondo: quota parte percepita in media dai 69,01%

7 7 - finanza&mercato - febbraio 2015 Fondi BNL STATISTICHE FONDI BNL Azioni Italia fondo azionario Italia BNL Azioni America fondo azionario America ,6 18,7 11,8 11,1-4,0-6,5 La politica di investimento è variata a partire dall 11/04/ ,8 22,4-3,5-7,1-21,4-21,4 9,1 12,9 21,9 21,7-3,8 3, ,3 24,6 21,7 19,8 17,0 14,1-2,2 2,4-3,9-2,8-2,2 4,8 5,8 12,0 27,4 28,9 29,6 24, ,3-43, ,1-35,2 n Benchmark: 100% FTSE MIB Total Return Index, in Euro Dall 11/04/2014 il Fondo è un feeder della Sicav di diritto lussemburghese BNP Paribas L1, comparto Equity Italy (OICR Master). Pertanto, i risultati illustrati nel grafico sino al 31/12/2014 sono ottenuti in circostanze non più valide. Il benchmark è cambiato nel corso degli anni. L attuale benchmark è in vigore dall 11 aprile n Benchmark: 100% Russell 1000 Growth Total Return Index in dollari USA, convertito in Euro Dal 29/11/2013 il Fondo è un feeder della Sicav di diritto lussemburghese Parvest, comparto Equity USA Growth (OICR Master). Pertanto, i risultati illustrati nel grafico sino al 31/12/2013 sono ottenuti in circostanze non più valide. Il benchmark è cambiato nel corso degli anni. L attuale benchmark è in vigore dal 29 novembre a) Data di inizio del collocamento delle quote 05/04/1988 c) Patrimonio netto (mln ) al 31/12/ ,681 d) Valore della quota al 31/12/2014 (in ) 17,416 Costi a carico del Fondo: quota parte percepita in media dai 69,65% a) Data di inizio del collocamento delle quote 20/11/1991 c) Patrimonio netto (mln ) al 31/12/ ,694 d) Valore della quota al 31/12/2014 (in ) 27,589 Costi a carico del Fondo: quota parte percepita in media dai 69,34% BNL Azioni Emergenti fondo azionario paesi emergenti ,0 40,2 4 22,0 2 16,8 14,6 17, ,1-45,2 65,9 54,1 24,9 19,4-18,3-15,3 14,5 16,1-9,2-6,9 n Benchmark: 100% MSCI Daily Total Return Net Emerging Markets Index in dollari USA, convertito in Euro 9,1 11,7 Dal 29/11/2013 il Fondo è un feeder della Sicav di diritto lussemburghese Parvest, comparto Equity World Emerging (OICR Master). Pertanto, i risultati Il benchmark è cambiato nel corso degli anni. L attuale benchmark è in vigore dal 31 maggio a) Data di inizio del collocamento delle quote 04/10/1999 c) Patrimonio netto (mln ) al 31/12/ ,727 d) Valore della quota al 31/12/2014 (in ) 9,835 Costi a carico del Fondo: quota parte percepita in media dai 65,92% BNL Assetto Comfort fondo flessibile Rendimento annuo del Fondo 5,0% 3,0% 1,0% -1,0% - -3,0% 2,4 4,4 n Benchmark: non previsto Dal 29/11/2013 il Fondo è un feeder del fondo comune d investimento di diritto francese BNP Paribas Fixed Income Moderate (OICR Master). Pertanto, i risultati Misura di rischio ex ante: 3,00% (Volatilità attesa ex ante su base annua) Misura di rischio ex post: 0,33% (Volatilità ex post su base annua) ovvero ammontare di rischio sopportato dal Fondo nel corso dell ultimo anno solare. a) Data di inizio del collocamento delle quote 02/07/2007 c) Patrimonio netto al 31/12/2014 (mln ) 1.263,908 d) Valore della quota al 31/12/2014 (in ) 5,591 Costi a carico del Fondo: quota parte percepita in media dai 70,50% 0,1-1,8 3,6 0,9 0,6

8 8 - finanza&mercato - febbraio 2015 XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX C/0050/2010 Fondi BNL BNL Assetto Dinamico fondo flessibile Rendimento annuo del Fondo 15,0% 1 5,0% -5,0% -1-15,0% -2-17,5 9,6 3,6-3,7 2,6 4,5 5,6 BNL Reddito Plus BNL Reddito Plus fondo obbligazionario flessibile 1 1 8,0% 6,0% ,2 3,1 7, ,6 1, , STATISTICHE FONDI n Benchmark: non previsto Dal 29/11/2013 il Fondo è un feeder del fondo comune d investimento di diritto francese BNP Paribas Multi-asset Isovol 6% (OICR Master). Pertanto, i risultati Misura di rischio ex ante: 6,00% (Volatilità attesa ex ante su base annua) Misura di rischio ex post: 6,21% (Volatilità ex post su base annua) ovvero ammontare di rischio sopportato dal Fondo nel corso dell ultimo anno solare. a) Data di inizio del collocamento delle quote 02/07/2007 c) Patrimonio netto (mln ) al 31/12/ ,768 d) Valore della quota al 31/12/2014 (in ) 5,039 Costi a carico del Fondo: quota parte percepita in media dai 70,31% n Benchmark: non previsto Dal 29/11/2013 il Fondo è un feeder del fondo comune d investimento di diritto francese armonizzato Fondo BNPP SeiCedole (OICR Master). Pertanto, i risultati illustrati nel grafico sono stati ottenuti in circostanze non più valide. Dalla data di inizio dell operatività (25/10/2010) sino al 28/11/2013 il rendimento annuo del Fondo è stato confrontato con il seguente parametro di riferimento: 100% Merrill Lynch EMU Broad Market Index, 3-5 Years, in Euro. Misura di rischio ex ante: 3,00% (Volatilità attesa ex ante su base annua) Misura di rischio ex post: 1,68% (Volatilità ex post su base annua) ovvero ammontare di rischio sopportato dal Fondo nel corso dell ultimo anno solare. a) Data di inizio del collocamento delle quote 25/10/2010 b) Data di chiusura del collocamento delle quote 27/02/2012 c) Valuta delle quote euro d) Patrimonio netto (mln ) al 31/12/ ,174 e) Valore della quota al al 31/12/2014 (in ) 4,992 Costi a carico del Fondo: quota parte percepita in media dai 68,97% BNP Paribas Strategy Convictions BNP Paribas Strategy Convictions fondo flessibile Rendimento annuo del Fondo 8,0% 6,0% ,0% -8,0% n Benchmark: non previsto La politica di investimento è variata a partire dal 03/09/2014 6,3 0,2-5,5-1,9 4,0-4,7 Il Fondo è stato originariamente istituito nella forma di fondo speculativo mobiliare di tipo aperto e denominato BNP Paribas Conservative Hedge. Dal 3 settembre 2014 viene ridenominato BNP Paribas Strategy Convictions e trasformato in fondo comune di investimento mobiliare di tipo aperto rientrante nell ambito di applicazione della Direttiva 2009/65/CE. Pertanto, i risultati illustrati nel grafico sino al 31/12/2013 sono stati ottenuti in circostanze non più valide. Sino al 2 settembre 2014 il Fondo - non armonizzato - apparteneva alla categoria dei fondi di tipo speculativo. Dal 3 settembre 2014 il Fondo viene trasformato in fondo comune di investimento mobiliare aperto rientrante nell ambito di applicazione della Direttiva 2009/65/CE. Dalla stessa data il valore unitario della quota è calcolato sulla base del rapporto di frazionamento di 1:1000, predeterminato dalla SGR in sede di trasformazione del Fondo in OICR armonizzato rientrante nell ambito di applicazione della Direttiva 2009/65/UE. Misura di rischio ex ante: 5,00% (Volatilità attesa ex ante su base annua) Misura di rischio ex post: 3,19% (Volatilità ex post su base annua) ovvero ammontare di rischio sopportato dal Fondo nel corso dell ultimo anno solare. a) Data di inizio del collocamento delle quote (3) 03/09/2014 (4) c) Patrimonio netto (mln ) al 30/12/ ,565 d) Valore della quota al 30/12/2014 (in ) 432,317 Costi a carico del Fondo: quota parte percepita in media dai 70,00% NOTE AI GRAFICI: 1. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. 2. I dati di rendimento del Fondo non includono i costi di sottoscrizione (né gli eventuali costi di rimborso) a carico dell investitore. Dal 1 luglio 2011 la tassazione è a carico dell investitore. I rendimenti del Fondo e del benchmark sono riportati al netto degli oneri fiscali sino al 30/6/2011 ed al lordo degli oneri fiscali per il periodo successivo. 3. Il Fondo speculativo è stato commercializzato a partire dal 2 maggio 2008 nel rispetto del divieto di cui all articolo 16, comma 4 del D.M. 228 del Data di efficacia della trasformazione del Fondo da speculativo ad armonizzato rientrante nell ambito di applicazione della Direttiva n. 2009/65/UE. BNP Paribas Investment Partners SGR SpA - Corso Italia, Milano - - Numero verde dedicato ai clienti Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 17,30

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Linea Investimento NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Contratto di Assicurazione caso morte a vita intera a premio unico Il presente Fascicolo Informativo contenente: Scheda Sintetica, Nota Informativa,

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11 Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercati FX Termini Legali Fed: aspettative sul rialzo dei tassi a Settembre in stand-by- Yann Quelenn

Dettagli

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Jacob Gyntelberg Peter Hördahl jacob.gyntelberg@bis.org peter.hoerdahl@bis.org Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Fra inizio settembre e fine

Dettagli

BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili

BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Mod. T915 Ed. 07/2014 BNL Risparmio Prodotto EVPH Il presente

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza.

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza. Carissimi azionisti, il 2014 ci ha riservato molte sorprese: petrolio e materie prime che crollano, dollaro che sale, tassi di interesse sempre più bassi, bond che vanno a ruba, spread dell Europa periferica

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Perché esistono gli intermediari finanziari

Perché esistono gli intermediari finanziari Perché esistono gli intermediari finanziari Nella teoria economica, l esistenza degli intermediari finanziari è ricondotta alle seguenti principali ragioni: esigenza di conciliare le preferenze di portafoglio

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercato FX Termini Legali Svizzera: aggiornamenti - Arnaud Masset Difficoltà del Canada e bassi

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

CIO View. Un pezzo dopo l altro. Verso l integrazione fiscale europea. Deutsche Asset & Wealth Management

CIO View. Un pezzo dopo l altro. Verso l integrazione fiscale europea. Deutsche Asset & Wealth Management Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Giugno 2015 CIO View Un pezzo dopo l altro Verso l integrazione fiscale europea Nove posizioni Le nostre previsioni L aumento

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Il nuovo Regolamento Intermediari n. 16190/2007 emanato dalla Consob ed il Regolamento congiunto del 29 ottobre 2007 emanato da Banca

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di pag. 0 1 In un piano di rimborso di un mutuo a tasso fisso, basato su uno schema di ammortamento alla francese: la rata è costante la quota capitale è costante la quota interessi è costante la rata è decrescente

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015 CIO View I giganti asiatici Sfida tra modelli economici Nove Posizioni Le nostre previsioni Il crollo delle esportazioni

Dettagli

FONTEDIR. Selezione Gestori Finanziari. Milano, luglio 2007. Institutional Sales Manager

FONTEDIR. Selezione Gestori Finanziari. Milano, luglio 2007. Institutional Sales Manager FONTEDIR Selezione Gestori Finanziari Monica Basso Milano, luglio 2007 Institutional Sales Manager Agenda Struttura e esperienza del mercato dei Fondi pensione Filosofia e Processo di investimento Sistema

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Chiara Vita T Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Il presente Fascicolo informativo, contenente: Scheda sintetica Nota informativa Condizioni contrattuali

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori Documentazione Informativa e Contrattuale Sommario INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA, SUI SERVIZI D INVESTIMENTO E SULLA SALVAGUARDIA

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Da oggi i Certificates si sottoscrivono anche online!

Da oggi i Certificates si sottoscrivono anche online! un All interno intervista esclusiva a Pietro Poletto di Borsa Italiana 44 GENNAIO 12 GENNAIO 12 CERTIFICATES BNP PARIBAS Investire con un click Innovative soluzioni di investimento per cogliere le opportunità

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris Uno Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Lungavita) Iris PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. **** Comunicazione periodica agli iscritti

Dettagli

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Il presente modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia delle classi di azioni dei comparti dell OICVM Dexia Quant, Società d investimento a capitale variabile di diritto Lussemburghese

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

Modulo di sottoscrizione

Modulo di sottoscrizione Modulo di sottoscrizione Il presente Modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia di azioni di JPMORGAN INVESTMENT FUNDS, SICAV di diritto lussemburghese a struttura multicomparto e multiclasse.

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione.

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. 1 Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. Il ruolo della finanza nell economia. La finanza svolge un ruolo essenziale nell economia. Questo ruolo

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Il controllo della moneta e il ruolo delle Banche Centrali

Il controllo della moneta e il ruolo delle Banche Centrali Monetario Mercato monetario e mercato finanziario Finanziario Breve termine: 0-18 m. Lungo termine: > 18 m. Impiego liquidità Valuta / banconote / B.o.t. (buoni ordinati del tesoro) C/c (conto corrente)

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli