CODICE FISCALE. Riservato al soggetto non residente nelle ipotesi di passaggio da rappresentente fiscale a identificazione diretta e viceversa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CODICE FISCALE. Riservato al soggetto non residente nelle ipotesi di passaggio da rappresentente fiscale a identificazione diretta e viceversa"

Transcript

1 CONFORME AL DECRETO MIN. FINANZE DEL /0/00 - DATA PRINT GRAFIK tecnologia di stampa FISCOLASER QUADRO VA INFORMAZIONI E DATI RELATIVI ALL'ATTIVIT Sez. - Dati analitici generali Sez. - Dati analitici Coesistenza di pi regimi speciali IVA. Casi particolari MODELLO IVA 00 Periodo d'imposta 00 VA VA VA VA VA5 VA8 VA9 Indirizzo del sito web Internet service provider QUADRI VA Ripartire il totale acquisti e importazioni (rigo VF9) nei seguenti importi: Beni ammortizzabili Beni strumentali non ammortizzabili Beni destinati alla rivendita ovvero alla produzione di beni e servizi Altri acquisti e importazioni Ammontare complessivo degli acquisti di beni e servizi di cui all'art. 7, comma, delle operazioni di cui agli artt. 7, comma, lettera e), 7 ter, comma 8 e altre ipotesi particolari Ammontare complessivo degli acquisti intracomunitari di beni e delle prestazioni di servizi di cui all'art. 0, commi -bis, 5, 6 e 8 del D.L. /9, annotati nei registri di cui agli artt. o (esclusi acquisti di oro e argento puro) Sez. - Riservato ai soggetti che hanno usufruito di agevolazioni per eventi eccezionali Dati riepilogativi VA0 Indicare il codice desunto dalla "Tabella eventi eccezionali" delle istruzioni VA Riservato all'indicazione di eccedenze di credito di societ ex controllanti da garantire VA Eccedenza di credito di gruppo relativa all'anno Importo compensato nell'anno 00 Operazioni con la Repubblica di San Marino: INFORMAZIONI SULL'ATTIVIT In caso di effettuazioni di subforniture barrare la casella VA0 Barrare la casella se il modulo relativo all'attivit della prima frazione d'anno VA Ammontare delle cessioni di beni ad operatori sammarinesi VA5 Ammontare degli acquisti di beni senza pagamento dell'iva con pagamento IVA VA6 In caso di fusioni, scissioni, ecc. indicare la partita IVA del soggetto fuso, scisso, ecc. Barrare la casella se il soggetto trasformato continua a svolgere l'attivit Operazioni effettuate nei confronti di condominii agli effetti dell'iva Indicare il codice dell'attivit svolta CODICE ATTIVIT VA6 Acquisti e importazioni di oro e argento puro con pagamento dell'imposta a carico dell'acquirente Acquisti all'interno VA7 VA VA VA0 VA Da compilare a cura del soggetto risultante da operazioni straordinarie Da compilare a cura del soggetto dante causa nelle ipotesi di operazioni straordinarie Barrare la casella se il contribuente ha partecipato ad operazioni straordinarie Riservato al soggetto non residente nelle ipotesi di passaggio da rappresentente fiscale a identificazione diretta e viceversa Indicare la partita IVA relativa all'istituto in precedenza adottato Barrare la casella qualora venga indicata IVA detraibile al rigo VG7 Operazioni esenti di cui all'art. 0, n. 7-quinquies Riservato ai curatori fallimentari e ai commissari liquidatori (da compilare soltanto per l'anno di inizio della procedura) Maggiori corrispettivi per effetto dell'adeguamento ai parametri o agli studi di settore per il 00 (imponibile e imposta) Regime speciale dei beni usati ecc. (D.L. /995): Se stato applicato nel 00 il regime ordinario dell'iva per operazioni rientranti VA nel regime del margine ai sensi dell'art. 6, comma, del D.L. n. /95, barrare la casella Acquisti intracomunitari Importazioni TOTALE di cui oro da investimento imponibile per opzione Riservato ai soggetti di cui all'art. 9, comma 5 bis, che effettuano cessioni di oro da investimento, diversi da produttori e trasformatori Riservato ai soggetti che svolgono attivit di commercio elettronico Riservato alle societ di gestione del risparmio (art. 8, D.L. 5/00) Denominazione del fondo Operazioni esenti occasionali ovvero operazioni di cui ai numeri da a 9 dell art. 0, in presenza di altro regime speciale di cui al quadro VG Barrare la casella se le operazioni esenti effettuate sono occasionali ovvero riguardano esclusivamente operazioni di cui ai nn. da a 9 dell'art. 0, non rientranti nell'attivit propria dell'impresa o accessorie ad operazioni imponibili Cessioni occasionali di beni usati (D.L. n. /95), in presenza di altro regime speciale di cui al quadro VG Barrare la casella se sono state effettuate operazioni occasionali con l'applicazione del regime del margine Dati analitici Operazioni VA0 VA Operazioni intracomunitarie non imponibili Acquisti intracomunitari di beni Cessioni di beni Imponibile intracomunitarie, importazioni ed VA Importazioni Imponibile esportazioni VA Esportazioni 5 5 Imposta Prestazioni di servizi Imposta Numero Banca d'italia 0 proprio ospitante Codice fiscale Denominazione

2 CONFORME AL DECRETO MIN. FINANZE DEL /0/00 - DATA PRINT GRAFIK tecnologia di stampa FISCOLASER QUADRO VB CONTRIBUENTI MINIMI QUADRO VC ESPORTATORI E OPERATORI ASSIMILATI ACQUISTI E IMPORTAZIONI SENZA APPLICAZIONE DELL' SUL VALORE AGGIUNTO QUADRO VD CESSIONE DEL CREDITO IVA DA PARTE DELLE SOCIET DI GESTIONE DEL RISPARMIO (Art. 8 D.L. n. 5/00) VC VD VD QUADRO VB-VC-VD CONTRIBUENTI MINIMI, ESPORTATORI E OPERATORI ASSIMILATI, CESSIONE DEL CREDITO IVA (Art. 8 D.L. n. 5/00) PLAFOND DISPONIBILE AL GENNAIO 00 Metodo adottato per la determinazione del plafond per il 00 SOLARE TOTALE CREDITO CEDUTO Codice fiscale Importo VD Codice fiscale MENSILE VD VD VD VD VD5 VD5 Sez. - Societ cedente -VD6 VD6 Elenco societ o enti cessionari VD7 VD7 Sez. - Societ o ente cessionario - Elenco societ cedenti MODELLO IVA 00 Periodo d'imposta 00 VC GEN VC FEB VC MAR VC APR VC5 MAG VC6 GIU VC7 LUG VC8 AGO VC9 SET VC0 OTT VC NOV VC DIC VC TOTALE VD8 VD8 VD9 VD9 VD0 VD0 VD VD VD VD VD VD VD VD VD VD VD5 VD5 VD6 VD6 VD7 VD7 VD8 VD8 VD9 VD9 VD0 VD50 VD5 VD5 VD55 VD56 Importo VB Indicare il volume d'affari oppure barrare la casella in assenza di operazioni attive VB Totale imposta sulle operazioni imponibili VB Percentuale di forfettizzazione dell'imposta VB Imposta forfettaria (da riportare al rigo VL) (rigo VB x percentuale rigo VB) VD5 VD5 PLAFOND UTILIZZATO ANNO 00 ANNO 00 ALL'INTERNO O PER ALL'IMPORTAZIONE VOLUME D'AFFARI ESPORTAZIONI VOLUME D'AFFARI ESPORTAZIONI ACQUISTI INTRACOM. TOTALE RICEVUTI Eccedenza a credito risultante dalla dichiarazione precedente (da VD56 della dichiarazione IVA 00) Totale eccedenze (VD5+VD5) Importo utilizzato in diminuzione dei versamenti IVA Importo utilizzato in compensazione nel mod. F Eccedenza a credito 0 Codice fiscale Importo Codice fiscale Importo Codice fiscale Denominazione

3 QUADRO VE DETERMINAZIONE DEL VOLUME VE D'AFFARI E DELLA RELATIVA ALLE VE OPERAZIONI IMPONIBILI VE Sez. - VE Conferimenti di prodotti agricoli VE5 e cessioni da agricoltori VE6 esonerati (in VE7 caso di superamento VE8 di /) VE9 CONFORME AL DECRETO MIN. FINANZE DEL /0/00 - DATA PRINT GRAFIK tecnologia di stampa FISCOLASER VE0 Sez. - VE0 Operazioni imponibili VE agricole (art. comma ) VE e operazioni imponibili VE commerciali o VE professionali VE5 Altre operazioni QUADRO VF AMMONTARE DEGLI ACQUISTI EFFETTUATI NEL TERRITORIO DELLO STATO, DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNI- TARI E DELLE IMPORTAZIONI VE0 VE VE VF VF VF VF VF5 VF6 VF7 VF8 VF9 VF0 VF VF VF VF5 VF6 VF7 VF8 VF9 VF0 QUADRI VE-VF DETERMINAZIONE DEL VOLUME D'AFFARI, OPERAZIONI ATTIVE E PASSIVE Passaggi a cooperative e ad altri soggetti di cui al comma lett. c) art. di beni di cui alla parte della tabella A allegata al D.P.R. 6/7 e cessioni degli stessi beni da parte di agricoltori esonerati che abbiano superato il limite di / (art. ), distinti per aliquota d'imposta (corrispondente alla percentuale di compensazione), al netto delle variazioni in diminuzione, e relative imposte TOTALI (somma dei righi da VE a VE7) Variazioni e arrotondamenti d'imposta (indicare con il segno +/-) TOTALE (VE8 VE9) Operazioni imponibili diverse dalle operazioni di cui alla sezione distinte per aliquota, al netto delle variazioni in diminuzione, e relative imposte TOTALI (somma dei righi da VE0 a VE) Variazioni e arrotondamenti d'imposta (indicare con il segno +/-) TOTALE (VE VE) Operazioni non imponibili di cui al comma degli articoli 8, lettere a) e b), 8-bis e 9, operazioni intracomunitarie e operazioni di cui agli artt. e 58 del D.L. /99 Operazioni non imponibili a seguito di dichiarazione di intento Altre operazioni non imponibili VE Operazioni esenti (art. 0) VE Operazioni non soggette all'imposta (art. 7, commi 8 e 9) VE6 VE7 Sez. - VE0 Volume d'affari e totale imposta VE MODELLO IVA 00 Periodo d'imposta 00 VE5 VE8 Operazioni non soggette all'imposta effettuate nei confronti dei terremotati Operazioni effettuate nell'anno ma con imposta esigibile in anni successivi Operazioni effettuate in anni precedenti ma con imposta esigibile nel 00 Acquisti e importazioni imponibili (esclusi quelli di cui ai righi VF6 e VF7) distinti per aliquota d'imposta (anche se corrispondente alla percentuale di compensazione), al netto delle variazioni in diminuzione, e relative imposte TOTALI (somma dei righi da VF a VF9) Variazioni e arrotondamenti d'imposta (indicare con il segno +/-) TOTALE SUGLI ACQUISTI E IMPORTAZIONI IMPONIBILI (VF0 VF0) VE9 (meno) Cessioni di beni ammortizzabili e passaggi interni VF VF Cessioni di oro industriale e argento puro, nonch operazioni relative all'oro da investimento (art. 0, n. ) imponibili a seguito di opzione (meno) VOLUME D'AFFARI (somma dei righi VE8, VE e da VE0 a VE7 meno VE8 e VE9) TOTALE SULLE OPERAZIONI IMPONIBILI (somma dei righi VE0 e VE5) Acquisti e importazioni senza pagamento d'imposta, con utilizzo del plafond (Art., comma, legge n. 8/997) Altri acquisti non imponibili, non soggetti ad imposta e relativi ad alcuni regimi speciali Acquisti esenti (art. 0) e importazioni non soggette all'imposta Acquisti, non soggetti all'imposta, dei beni di cui all'art. 7, commi 8 e 9 Acquisti e importazioni non soggetti all'imposta effettuati dai terremotati Acquisti e importazioni per i quali non Acquisti registrati nell'anno ma con detrazione dell'imposta differita ad anni successivi (meno) TOTALE ACQUISTI E IMPORTAZIONI (somma dei righi da VF0 a VF7 meno VF8) ammessa la detrazione dell'imposta Acquisti registrati negli anni precedenti ma con imposta esigibile nel 00 7,5 8,5 7 9, ,5 8,5 0, Codice fiscale Denominazione

4 CONFORME AL DECRETO MIN. FINANZE DEL /0/00 - DATA PRINT GRAFIK tecnologia di stampa FISCOLASER QUADRO VG Sez. - Agenzie di viaggio (art. 7 ter) Sez. - VG VG VG Sez. - VG0 Regime speciale beni usati VG (D.L. /995) VG Operazioni esenti Sez. 5 - Imprese agricole (art. ) Sez. 6 - IVA ammessa in detrazione MODELLO IVA 00 Periodo d'imposta 00 VG0 VG VG5 VG6 QUADRO VG IVA AMMESSA IN DETRAZIONE BARRARE LA CASELLA RELATIVA AL METODO UTILIZZATO PER LA DETERMINAZIONE DELL'IVA AMMESSA IN DETRAZIONE Credito di costo dell'anno precedente (da rigo VG della dichiarazione relativa al 00) Base imponibile lorda ovvero Credito di costo, da riportare nell'anno successivo Margine negativo dell'anno precedente (da rigo VG della dichiarazione relativa al 00) Margine complessivo lordo Margine negativo da riportare nell'anno successivo Se le operazioni esenti di cui al rigo VE sono occasionali, ovvero riguardano esclusivamente operazioni di cui ai nn. da a 9 dell'art. 0, non rientranti nell'attivit propria dell'impresa o accessorie ad operazioni imponibili, barrare la casella VG Se le operazioni imponibili sono occasionali barrare la casella VG VG7 e indicare l'imponibile e l'imposta degli acquisti destinati alle operazioni imponibili Se per l'anno 00 ha avuto effetto l'opzione di cui all'art. 6 bis barrare la casella Percentuale di detrazione (arrotondata all'unit pi prossima) IVA detraibile per gli acquisti relativi all'oro effettuati dai soggetti diversi dai produttori e trasformatori ai sensi dell'art.9, comma 5 bis VG8 IVA ammessa in detrazione VG0 Attivit di agriturismo (art. 5, L. /99) VG VG50 Riservato alle imprese agricole miste - Totale operazioni imponibili diverse VG5 Riservato alle cooperative e altri soggetti di cui al c., lett. c) dell'art. VG5 VG5 VG5 VG55 VG56 VG57 VG58 VG59 VG60 VG6 VG6 VG70 VG7 metodo base da base per le agenzie di viaggio metodo del margine per i beni usati attivit attivit con effettuazione di operazioni esenti di agriturismo associazioni operanti in agricoltura regime agevolativo per spettacoli viaggianti e contribuenti minori regime speciale per le imprese agricole Operazioni imponibili agricole di cui alle sezioni e del quadro VE distinte per percentuale di compensazione, al netto delle variazioni in diminuzione, per la determinazione dell'iva detraibile forfettariamente Somma algebrica dei righi da VG5 a VG59 TOTALE IVA ammessa in detrazione (VG60 + VG6) TOTALE rettifiche (indicare con il segno +/-) (Sez. ) (Sez. ) (Sez. ) (Sez. ) (Sez. ) Variazioni e arrotondamenti d'imposta (indicare con il segno +/-) da rigo VE9 IVA ammessa in detrazione [(rigo VF oppure VG8 o VG0 o VG o VG o VG6) (Sez. ) 6 (Sez. 5) VG Se per l'anno 00 sono state effettuate esclusivamente operazioni esenti barrare la casella (vedi istruzioni) IVA non assolta sugli acquisti e importazioni indicati al rigo VF Associazioni operanti in agricoltura (art. 78, L. /99) VG Regime agevolativo per spettacoli viaggianti e contribuenti minori (art. 7 quater, comma 5) Riduzione della base imponibile e della relativa imposta TOTALI - IVA ammessa in detrazione - IVA ammessa in detrazione IVA detraibile imputata alle operazioni di cui al rigo VG50 (per le cooperative vedere istruzioni) VG70] da riportare al rigo VL5 - Percentuale dei conferimenti da soci agevolabili ,5 8,5 9, Codice fiscale Denominazione

5 CONFORME AL DECRETO MIN. FINANZE DEL /0/00 - DATA PRINT GRAFIK tecnologia di stampa FISCOLASER QUADRO VH LIQUIDAZIONI PERIODICHE ovvero E TRASFERITI (*) QUADRO VK Sez. - Dati della controllante Sez. - Determinazione dell'eccedenza d'imposta Cessazione del controllo in corso d'anno Dati relativi al periodo di controllo MODELLO IVA 00 Periodo d'imposta 00 VK VK0 Totale dei crediti trasferiti VK Eccedenza di credito compensata VK VK VK VK0 VK VK VK Totale dei debiti trasferiti Eccedenza di debito (VK - VK0) Eccedenza di credito (VK0 - VK) IVA sulle operazioni imponibili IVA relativa agli acquisti di beni e servizi di cui all'art. 7, c. alle operazioni di cui agli artt. 7, c., lett. e) e 7 ter, comma 8 VK5 IVA relativa agli acquisti e servizi intracomunitari e agli acquisti ed importazioni di oro e argento puro annotati nei registri di cui agli artt. o IVA ammessa in detrazione Eccedenza chiesta a rimborso dalla controllante VK6 Crediti di imposta utilizzati VK7 Interessi trimestrali trasferiti VK Importo detraibile per le cessioni dei prodotti agricoli di cui all'art., primo comma, effettuate ai sensi degli articoli 8, primo comma, 8 quater e 7, nonch per le cessioni intracomunitarie degli stessi prodotti VK5 VK7 PARTITA IVA Interessi dovuti per le liquidazioni trimestrali Credito d'imposta utilizzato nelle liquidazioni periodiche ULTIMO MESE DI CONTROLLO DENOMINAZIONE VK6 Interessi dovuti a seguito di ravvedimento VK8 VK9 Firma QUADRI VH-VK LIQUIDAZIONI PERIODICHE, SOCIET CONTROLLANTI E CONTROLLATE Versamenti a seguito di ravvedimento, comprensivi degli interessi Versamenti integrativi d'imposta VH VK0 Acconto riaccreditato dalla controllante (*) Le diciture in corsivo riguardano soltanto le societ controllanti e controllate che aderiscono alla procedura di liquidazione dell'iva di gruppo di cui all'art. 7 u.c. VH VH8 VH VH9 VH VH0 VH5 VH VH6 VH VH Codice fiscale Denominazione

6 CONFORME AL DECRETO MIN. FINANZE DEL /0/00 - DATA PRINT GRAFIK tecnologia di stampa FISCOLASER QUADRO VL LIQUIDAZIONE DELL' ANNUALE Sez. - Determinazione dell'iva dovuta o a credito per il periodo d'imposta Sez. - Determinazione dell'iva a debito o a credito QUADRI COMPILATI QUADRO VX DETERMINA- ZIONE DELL'IVA DA VERSARE O DEL CREDITO D' Per chi presenta la dichiarazione con pi moduli compilare solo nel modulo n. 0 MODELLO IVA 00 Periodo d'imposta 00 VL VL VL VL VL5 VL6 VL7 VL8 VL0 VL VL VL VL5 VL6 VL7 VL8 VL0 VL VL VL VL VL6 IVA a debito (somma dei righi VL, VL e VL) Ammontare dei debiti trasferiti (*) Versamenti integrativi d'imposta QUADRI VL-VX LIQUIDAZIONE DELL' ANNUALE, DETERMINAZIONE DELL IVA DA VERSARE O A CREDITO IVA sulle operazioni imponibili (da rigo VE oppure rigo VB) IVA relativa alle operazioni di cui al rigo VA IVA relativa agli acquisti di beni e alle prestazioni di cui ai righi VA5 e VA6 IVA ammessa in detrazione (da rigo VG7) Importo detraibile per le cessioni, anche intracomunitarie, dei prodotti agricoli di cui all'art., primo comma, effettuate ai sensi degli articoli 8, primo comma, 8 quater e 7 IVA detraibile (somma dei righi VL5 e VL6) DOVUTA (VL - VL7) O A CREDITO (VL7 - VL) Rimborsi infrannuali richiesti (art. 8-bis, comma ) Ammontare dei crediti trasferiti (*) Credito IVA risultante dalla dichiarazione per il 00 compensato nel mod. F Interessi dovuti per le liquidazioni trimestrali Credito risultante dalla dichiarazione per il 00 Credito richiesto a rimborso in anni precedenti, computabile in detrazione a seguito di diniego dell'ufficio Crediti d'imposta utilizzati nelle liquidazioni periodiche e per l'acconto, compresi i crediti ricevuti da societ di gestione del risparmio IVA A CREDITO [(VL8 col. + righi da VL6 a VL) - (VL8 col. + righi da VL0 a VL5)] ovvero IVA A DEBITO [(VL8 col. + righi da VL0 a VL5) - (VL8 col. + righi da VL6 a VL)] Crediti di imposta utilizzati in sede di dichiarazione annuale Interessi dovuti in sede di dichiarazione annuale VA VB VC VD VE VF VG VH VK VL VX VO VS VL Credito IVA risultante dai primi trimestri del 00 compensato nel mod. F VL9 Interessi dovuti a seguito di ravvedimento Ammontare versamenti periodici, compresi acconto, interessi trimestrali, imposta e interessi da ravvedimento VL5 Crediti ricevuti da societ di gestione del risparmio utilizzati in sede di dichiarazione annuale VL7 Credito ceduto ai sensi dell'art. 8 del D.L. n. 5/00 VX VX VX VX X X X X X X IVA da versare IVA a credito da ripartire o da trasferire (*) Importo di cui si richiede il rimborso tra i righi VX e VX Importo da riportare in detrazione o in compensazione o da trasferire (*) VV VW VY VZ (*) Le diciture in corsivo riguardano soltanto le societ controllanti e controllate che aderiscono alla procedura di liquidazione dell'iva di gruppo di cui all'art. 7 u.c Eccedenze di versamento Codice fiscale Denominazione

7 MODELLO IVA 00 Periodo d'imposta 00 QUADRO VO OPZIONI 0 QUADRO VO COMUNICAZIONI DELLE OPZIONI E REVOCHE Sez. - Opzioni, rinunce e revoche agli effetti dell'imposta sul valore aggiunto VO VO VO Art. 9 bis - comma - RETTIFICA DETRAZIONE PER BENI AMMORTIZZABILI LIQUIDAZIONI TRIMESTRALI (art. 7, D.P.R. n. 5/99) Art. - AGRICOLTURA - : Soggetti esonerati o semplificati - comma : Applicazione del regime ordinario IVA VO Art. 6 - comma - ESERCIZIO DI PI ATTIVIT Rinuncia comma comma CONFORME AL DECRETO MIN. FINANZE DEL /0/00 - DATA PRINT GRAFIK tecnologia di stampa FISCOLASER Sez. - e revoche agli effetti delle imposte sui redditi Opzioni e revoche agli effetti sia dell'iva che delle imposte sui redditi VO8 VO9 Sez. - agli effetti dell' imposta sugli VO0 intrattenimenti Sez. 5 - agli effetti dell'irap VO5 Art. 6 bis - DISPENSA DAGLI ADEMPIMENTI PER LE OPERAZIONI ESENTI VO6 VO7 CESSIONI DI BENI USATI - (art. 6, D.L. /995) Applicazione del metodo analitico del margine VO0 CESSIONI INTRACOMUNITARIE IN BASE A CATALOGHI, PER CORRISPONDENZA E SIMILI (art., D.L. /9) VO VO VO0 VO ACQUISTI INTRACOMUNITARI - (art. 8,, D.L. /99) Opzioni Revoche REGIME DI CONTABILIT ORDINARIA PER LE IMPRESE MINORI (art. 8,, D.P.R. n. 600/7) REGIME DI CONTABILIT ORDINARIA PER GLI ESERCENTI ARTI E PROFESSIONI (art., comma, D.P.R. n. 695/96) VO AGRITURISMO - Determinazione dell'iva e del reddito nei modi ordinari (art. 5, L. /99) APPLICAZIONE SUGLI INTRATTENIMENTI NEI MODI ORDINARI (art., D.P.R. 5/99) Opzioni comma Revoche comma BE DE DK EL ES FR GB IE LU NL PT SM AT FI SE CONTRIBUENTI CON CONTABILIT PRESSO TERZI (art., comma, D.P.R. 00/998) VO APPLICAZIONE DELLA "DUAL INCOME TAX" (Art. 5, D.lgs. n. 66/997) VO0 VO VO Art. 7 - comma - EDITORIA - Applicazione dell'imposta in relazione al numero delle copie vendute Art. 7 - APPLICAZIONE DEL REGIME ORDINARIO IVA - : Intrattenimenti e giochi - comma : Rottami, ecc. VO Art. 0 - n. - APPLICAZIONE DELL'IVA ALLE CESSIONI DI ORO DA INVESTIMENTO VO VO50 Art. 7 quater ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE ED ASSIMILATE Determinazione forfetaria dell'iva e dei redditi (L. n. 98/99) ASSOCIAZIONI SINDACALI E DI CATEGORIA OPERANTI IN AGRICOLTURA Determinazione dell'iva e del reddito nei modi ordinari (art. 78, comma 8, L. /99) CONTRIBUENTI MINIMI - Determinazione dell'iva e dei redditi nei modi ordinari (art. commi da 7 a 76 della L. n. 66/96) Cedente: DETERMINAZIONE DELLA BASE IRAP DA PARTE DEI SOGGETTI PUBBLICI CHE ESERCITANO ANCHE ATTIVIT COMMERCIALI (art. 0-bis, comma, D.Lgs. n. 6/97 e successive modificazioni) Opzioni singole operazioni tutte le operazioni - comma 5 - APPLICAZIONE DEL REGIME ORDINARIO IVA PER SPETTACOLI VIAGGIANTI E CONTRIBUENTI MINORI comma Intermediario: singole operazioni Codice fiscale Denominazione

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 Premessa rmativa Entro il 28 febbraio 2013 i soggetti pasvi IVA devo presentare telematicamente il Modello per la comunicazione dati

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015 CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 13 aprile 2015 OGGETTO: Operazioni effettuate nei confronti di pubbliche amministrazioni: cd. scissione dei pagamenti. Articolo 1, commi 629, lettere

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti Suite Contabile Fiscale 08 novembre 2013 Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti 1) Domanda: Come posso verificare i codici fiscali errati delle anagrafiche

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

CIRCOLARE N. 6/E. Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 6/E. Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 6/E Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa 1.1 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Chiarimenti interpretativi relativi a quesiti posti in occasione degli eventi Videoforum

Dettagli

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO Articolo 17- ter Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO 1. Premessa L art. 1, comma 629 della legge 23 dicembre 2014,

Dettagli

1 Soggetti obbligati alla presentazione del Modello UNICO Enti non commerciali ed equiparati 7 2 Compilazione del frontespizio 10

1 Soggetti obbligati alla presentazione del Modello UNICO Enti non commerciali ed equiparati 7 2 Compilazione del frontespizio 10 genzia ntrate UNICO Enti non commerciali ed equiparati 2014 Dichiarazione degli enti non commerciali residenti e delle società ed enti non residenti equiparati soggetti all Ires - Periodo d imposta 2013

Dettagli

Ordine dei dottori commercialisti e degli esperi contabili di Modena Commissione imposte dirette I REGIMI AGEVOLATI. 2. I contribuenti minimi pag.

Ordine dei dottori commercialisti e degli esperi contabili di Modena Commissione imposte dirette I REGIMI AGEVOLATI. 2. I contribuenti minimi pag. Ordine dei dottori commercialisti e degli esperi contabili di Modena Commissione imposte dirette I REGIMI AGEVOLATI A cura di: Dott.ssa Luana Bernardoni Dott.ssa Antonella Scaglioni Dott. Marco Ferri Dott.

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A)

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A) D.L. 22.06.2012 n. 83, in vigore dal 26.06.2012 IMMOBILI ABITATIVI - La disciplina delle cessioni di fabbricati abitativi Con riferimento al regime delle cessioni la novella sostituisce il n. 8-bis dell

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI 2003 AGENZIA DELLE ENTRATE INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI artt. 8, 9, 9-bis e 14 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e successive modificazioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA AA9/11 DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA (IMPRESE INDIVIDUALI E LAVORATORI AUTONOMI) ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE (ove non diversamente specificato,

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

UNICO 01 FASCICOLO 1. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 01 FASCICOLO 1. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 02 FASCICOLO 2 Quadro RH Quadro RL Quadro RM Quadro RT Quadro RR Redditi di partecipazione in

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Modello 770 SEMPLIFICATO 2015

Modello 770 SEMPLIFICATO 2015 genzia ntrate 770 Modello 770 SEMPLIFICATO 2015 Redditi 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA PER L ANNO 2014 DATI RELATIVI A CERTIFICAZIONI COMPENSI ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

HELP 05. a cura di Flavio Chistè. Help Federcircoli n. 5 pag. 1/5

HELP 05. a cura di Flavio Chistè. Help Federcircoli n. 5 pag. 1/5 a cura di Flavio Chistè RESPONSABILITA' CIVILE DEGLI ENTI NON COMMERCIALI E DEI RAPPRESENTANTI LEGALI L'istituto del ravvedimento operoso, introdotto dall'articolo 13 del D.Lgs. 472/97, consente ai contribuenti,

Dettagli

Istruzioni Quadro F - Tipologia 1

Istruzioni Quadro F - Tipologia 1 genzia ntrate 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore Istruzioni Quadro F - Tipologia 1 Il contribuente, per la compilazione

Dettagli

= Circolare n. 9/2013

= Circolare n. 9/2013 = Scadenze + 27 dicembre + Invio degli elenchi INTRA- STAT mensili versamento acconto IVA mediante Mod. F24 + 30 dicembre + Stampa dei libri contabili dell'anno 2012 (libro giornale, registri IVA, libro

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015

OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015 OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015 RAPPORTI DI LAVORO ATTIVATI (1) NEI MESI GENNAIO-MARZO DEGLI ANNI 2013, 2014 E 2015 A. NUOVI RAPPORTI DI LAVORO A1. Assunzioni a tempo indeterminato gen-mar

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Split payment: come regolarizzare le fatture irregolari della Dott.ssa Cristina Seregni

Split payment: come regolarizzare le fatture irregolari della Dott.ssa Cristina Seregni Studio Associato Servizi Professionali Integrati Member Crowe Horwath International Split payment: come regolarizzare le fatture irregolari della Dott.ssa Cristina Seregni Abstract Le fatture emesse mediante

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare Vademecum operativo Marzo 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1 Abitazioni... 4 1.1 Cessioni... 4 1.1.1 Esercizio dell opzione

Dettagli

CIRCOLARE N. 25/E. OGGETTO: EXPO MILANO 2015 Ulteriori chiarimenti - Risposte a quesiti in materia fiscale (Frequently Asked Questions FAQ)

CIRCOLARE N. 25/E. OGGETTO: EXPO MILANO 2015 Ulteriori chiarimenti - Risposte a quesiti in materia fiscale (Frequently Asked Questions FAQ) CIRCOLARE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 7 luglio 2015 OGGETTO: EXPO MILANO 2015 Ulteriori chiarimenti - Risposte a quesiti in materia fiscale (Frequently Asked Questions FAQ) 2 1. PREMESSA...

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

Roma, 28 aprile 2015

Roma, 28 aprile 2015 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti RISOLUZIONE N. 42/E Roma, 28 aprile 2015 Oggetto: Estensione alla modalità di versamento F24 Enti pubblici dei codici tributo utilizzati con il modello F24 per

Dettagli

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri HELP DESK Nota Salvatempo 0006 MODULO Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri Quando serve La normativa Termini presentazione Consente la rilevazione automatica sui registri IVA dell adeguamento agli

Dettagli

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export La documentazione contabile delle operazioni di import/export Importazioni - Esportazioni Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export Importazioni GRUPPO DI LAVORO OPERAZIONI DOGANALI

Dettagli

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Sebastiano Di Diego Sebastiano Di Diego Il regime fiscale delle perdite La disciplina generale

Dettagli

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le informazioni fornite nel presente documento hanno esclusivamente scopo informativo

Dettagli

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE INTRODUZIONE Uno degli obiettivi che il nuovo consiglio federale si è posto all atto del proprio insediamento

Dettagli

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012 COMUNE DI MORGONGIORI PROVINCIA DI ORISTANO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. anno 2012 VADEMECUM ILLUSTRATIVO Con l art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in Legge 22 dicembre 2011, n. 214

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA 1 NOTE DI VARIAZIONE IVA (art. 26 del DPR n. 633/1972) Obbligatorie Facoltative Si tratta delle variazioni in aumento

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. LUGLIO 998, N. 3 RELATIVA ALL'ANNO 0 Pagina AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA Codice fiscale Cognome

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: Prot. n. 2014/159941 Modalità operative per l inclusione nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie, di cui all art. 17 del Regolamento (UE) n. 904/2010 del Consiglio

Dettagli

GUIDA FISCALE PER GIOVANI AVVOCATI

GUIDA FISCALE PER GIOVANI AVVOCATI GUIDA FISCALE PER GIOVANI AVVOCATI Ordine degli avvocati di Genova Direzione Regionale della Liguria La Guida prende spunto dal confronto tra Agenzia delle Entrate e Ordine degli Avvocati di Genova. Principale

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015 Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali Art. 1 (Risultati differenziali del bilancio dello Stato) 1. I livelli massimi del saldo netto da finanziare

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 «Trattamento di fine rapporto e istituzione dei fondi pensione dei pubblici dipendenti». (Gazzetta Ufficiale n. 111 del 15 maggio 2000

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA Periodico quindicinale FE n. 02 7 marzo 2012 COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA ABSTRACT Il crescente utilizzo del web ha contribuito alla diffusione dell e-commerce quale mezzo alternativo

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

RISOLUZIONE N. 15/E. Roma, 12 febbraio 2015

RISOLUZIONE N. 15/E. Roma, 12 febbraio 2015 Direzione b Centrale Servizi ai Contribuenti RISOLUZIONE N. 15/E Roma, 12 febbraio 2015 OGGETTO: Istituzione dei codici tributo per il versamento, mediante i modelli F24 ed F24 Enti pubblici, dell IVA

Dettagli

IL REGIME FISCALE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (COMPRESE LE SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE)

IL REGIME FISCALE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (COMPRESE LE SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE) RIVISTA DI ISSN 1825-6678 DIRITTO ED ECONOMIA DELLO SPORT Vol. III, Fasc. 1, 2007 IL REGIME FISCALE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (COMPRESE LE SOCIETÀ SPORTIVE

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica Prot. n. 18978/RU IL DIRETTORE DELL AGENZIA di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica VISTA la direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28

Dettagli

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013 Circolare n. 12/E Direzione Centrale Normativa Roma, 3 maggio 2013 OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dall articolo 1, comma 1,

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

VARIAZIONE IN AUMENTO. RF7/8 - PLUSVALENZE e SOPRAVVENIENZE ATTIVE

VARIAZIONE IN AUMENTO. RF7/8 - PLUSVALENZE e SOPRAVVENIENZE ATTIVE Analisi di alcune fattispecie di variazione in aumento ed in diminuzione maggiormente significative per la determinazione del reddito d'impresa nel Modello Unico SC/2010 Il quadro RF contenuto nel Modello

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

CIRCOLARE N.12/E OGGETTO: Roma, 1 marzo 2007. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

CIRCOLARE N.12/E OGGETTO: Roma, 1 marzo 2007. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N.12/E OGGETTO: Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 1 marzo 2007 OGGETTO: Decreto legge n. 223 del 4 luglio 2006 e successive modifiche Revisione del regime fiscale delle cessioni

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE Prot. n. 2012/74461 Approvazione del modello di versamento F24 Semplificato per l esecuzione dei versamenti unitari di cui all articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997 n. 241 e successive modificazioni

Dettagli

SETTORE POLITICHE FINANZIARIE BILANCIO E TRIBUTI VADEMECUM TASI

SETTORE POLITICHE FINANZIARIE BILANCIO E TRIBUTI VADEMECUM TASI SETTORE POLITICHE FINANZIARIE BILANCIO E TRIBUTI Che cos'è la TASI VADEMECUM TASI E' il tributo dovuto per la copertura dei servizi indivisibili. Il presupposto E' il possesso o la detenzione a qualsiasi

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

ACE: le novità 2014 per i soggetti IRES

ACE: le novità 2014 per i soggetti IRES Circolare Monografica 12 maggio 2014 n. 1971 DICHIARAZIONI ACE: le novità 2014 per i soggetti IRES Le istruzioni per i soggetti IRES di Ivan Cemerich Il 2014 è un anno di svolta per l'applicazione dell'aiuto

Dettagli

Roma, 30 dicembre 2014. OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Primi chiarimenti. Circolare n.

Roma, 30 dicembre 2014. OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Primi chiarimenti. Circolare n. Circolare n. 31/E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 dicembre 2014 OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Primi chiarimenti. PREMESSA... 5 CAPITOLO I:

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, il 21 dicembre 2007, ha approvato il seguente disegno di legge, d iniziativa del Governo, già approvato dal Senato e modificato dalla Camera

Dettagli

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011 CIRCOLARE N. 26/E Direzione Centrale Normativa Roma, 01 giugno 2011 Oggetto: Cedolare secca sugli affitti Articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 (Disposizioni in materia di federalismo

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Relazioni illustrative. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Relazioni illustrative. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015 Relazioni illustrative Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali Art. 1 Risultati differenziali del bilancio dello Stato La disposizione rinvia all allegato

Dettagli

Il testo della legge di stabilità per il 2015 approvato dal Senato il 20 dicembre 2014

Il testo della legge di stabilità per il 2015 approvato dal Senato il 20 dicembre 2014 Il testo della legge di stabilità per il 2015 approvato dal Senato il 20 dicembre 2014 1. I livelli massimi del saldo netto da finanziare e del ricorso al mercato finanziario, in termini di competenza,

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

Notiziario mensile N E W S

Notiziario mensile N E W S LA LETTRE FISCALE Notiziario mensile CIRCOLARE INFORMATIVA Aprile 2013 N E W S MORATORIA ABI Prorogato al 30 giugno 2013 il termine per la presentazione delle istanze Con un comunicato stampa l Associazione

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

l agenzia 5 in f orma

l agenzia 5 in f orma l agenzia 5 in f orma 2004 GLI ADEMPIMENTI FISCALI PER L AVVIO DI UN ATTIVITÀ AGENZIA DELLE ENTRATE Ufficio Relazioni Esterne INDICE I. INTRODUZIONE 2 II. DITTA INDIVIDUALE O SOCIETÀ DI PERSONE? 3 Ditta

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. 2015/4790 Approvazione della Certificazione Unica CU 2015, relativa all anno 2014, unitamente alle istruzioni di compilazione, nonché del frontespizio per la trasmissione telematica e del quadro

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

LEGGE 23 dicembre 2014, n. 190

LEGGE 23 dicembre 2014, n. 190 LEGGE 23 dicembre 2014, n. 190 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilita' 2015). (14G00203) (GU n.300 del 29-12-2014 - Suppl. Ordinario n. 99) Vigente

Dettagli

Lavoro. Le istruzioni per adeguarsi al nuovo obbligo utilizzando il calendario parzialmente o totalmente sfasato rispetto alla maturazione

Lavoro. Le istruzioni per adeguarsi al nuovo obbligo utilizzando il calendario parzialmente o totalmente sfasato rispetto alla maturazione Rassegna stampa del 02 Febbraio 2009 Fonte Il sole 24 ore Lavoro. Le istruzioni per adeguarsi al nuovo obbligo utilizzando il calendario parzialmente o totalmente sfasato rispetto alla maturazione Il libro

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 18/E. Roma, 28 aprile 2015

CIRCOLARE N. 18/E. Roma, 28 aprile 2015 CIRCOLARE N. 18/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 aprile 2015 OGGETTO: Addizionale IRES per il settore energetico (c.d. Robin Hood Tax) - Articolo 81, commi 16, 17 e 18, del decreto legge 25 giugno

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 16 15.05.2014 Unico in caso di trasformazione Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Scadenze Ai sensi dell art. 5-bis, comma 1, del D.P.R.

Dettagli

OGGETTO: Videoconferenza del 14 maggio 2002 sui modelli di dichiarazione UNICO 2002. Risposte ai quesiti in materia di questioni interpretative.

OGGETTO: Videoconferenza del 14 maggio 2002 sui modelli di dichiarazione UNICO 2002. Risposte ai quesiti in materia di questioni interpretative. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 12 giugno 2002 CIRCOLARE N. 50/E OGGETTO: Videoconferenza del 14 maggio 2002 sui modelli di dichiarazione UNICO 2002. Risposte ai quesiti in materia di

Dettagli

Indice. Roma, 24 marzo 2015. Prot. 2009/ OGGETTO: Descrizione. OGGETTO: Depositi IVA CIRCOLARE N. 12/E

Indice. Roma, 24 marzo 2015. Prot. 2009/ OGGETTO: Descrizione. OGGETTO: Depositi IVA CIRCOLARE N. 12/E CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa Prot. 2009/ Roma, 24 marzo 2015 OGGETTO: Descrizione OGGETTO: Depositi IVA Indice 1. Premessa... 3 2. Depositi IVA - definizione... 4 Agenzia delle Entrate

Dettagli