LE TELECOMUNICAZIONI VIA SATELLITE Una doverosa premessa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LE TELECOMUNICAZIONI VIA SATELLITE Una doverosa premessa"

Transcript

1 Una doverosa premessa La mia presentazione si basa su esperienze ed elaborazioni personali spalmate su un arco temporale che va dal 1966 ai nostri giorni. Molte altre persone, alcune delle quali purtroppo non più presenti fra noi, sono certamente portatrici di un importante valore aggiunto a quanto sto per esporre. Mi auguro perciò che la mia presentazione venga considerata soltanto come l esposizione di un punto di vista (Leibniz), da complementare con tanti altri per svolgere un efficace esercizio di verità.

2 La nascita Le telecomunicazioni sono state la prima applicazione spaziale sviluppata. Il primo satellite artificiale (Sputnik 1956) era un satellite di TLC (ma solo unidirezionali, per la trasmissione a terra di un segnale radio elementare). Il primo vero satellite di TLC (bidirezionale) fu il pallone di plastica metallizzata Echo, visibile a occhio nudo nelle notti serene; tuttavia esso era un ripetitore passivo (specchio), non aveva elettronica a bordo. Il primo satellite attivo di TLC fu il Telstar (1962) dei Bell Labs, funzionante in banda C. La Telespazio, S.p.A. per le Telecomunicazioni via Satellite, venne fondata nel 1961, per iniziativa di un gruppo di ingegneri dell Italcable. Il confronto fra le date suddette ci parla di un Italia diversa, capace di guardare molto lontano.

3 Il sistema Intelsat Con tre soli satelliti geostazionari venne coperta tutta la Terra, escluse le calotte polari. Il sistema globale così ottenuto venne posseduto dal consorzio internazionale Intelsat, di cui Telespazio era l azionista italiano. Il satellite Intelsat III era spinnato, pesava circa 130 Kg e generava una potenza elettrica di circa 130 w; oggi esso verrebbe considerato un microsatellite! Il successivo Intelsat IV pesava circa 700 Kg; oggi esso verrebbe considerato un minisatellite. Grazie ad una battaglia vittoriosa di Mr. Houssin del CNET, delegato francese al Comitato Tecnico dell Intelsat, l industria europea partecipò alla realizzazione degli Intelsat IV. In particolare, l ing. Benito Palumbo della Selenia Industrie visitò la Hughes di El Segundo per sviluppare la progettazione delle antenne satellitari di responsabilità Selenia.

4 Il programma Sirio Concepito nel 1968 dal prof. F.Carassa del Politecnico di Milano per salvare l investimento italiano nel satellite ELDO-PAS. Il satellite era grande quanto un Intelsat III ed era largamente debitore alla tecnologia americana. Esperimento di propagazione e TLC nelle bande Ku e Ka. Lancio soltanto nell agosto 1977 per difficoltà di finanziamento. La data di lancio avrebbe dovuto essere il (la data perfetta!). Una medaglietta raffigurante la Madonna venne incollata sul satellite e andò in orbita (primo esempio di tecnologia celestiale?). Il prof. Carassa diede tempo, il dr. Cerutti (della STET) diede denaro, il dr. Teofilatto (della CIA) diede sangue (confronta con il celebre motto di Stalin a proposito della Seconda Guerra Mondiale).

5 Il programma Symphonie Al contrario del Sirio, che era un programma sperimentale, il francotedesco Symphonie era un programma tecnologico, con l obiettivo dichiarato di rendere l industria dei due paesi tecnologicamente indipendente dagli SUA, ed in prospettiva, competitiva con l industria americana. L industria franco-tedesca sviluppò il controllo d assetto a tre assi, la propulsione unificata, le pale solari orientabili, i tubi ad onda progressiva, etc. Date le grandi difficoltà tecnologiche, il programma Symphonie durò anch esso molti anni, ma conseguì un risultato molto importante: l indipendenza tecnologica dagli SUA e la conseguente capacità di competere alla pari con l industria americana nel mercato mondiale dei satelliti di TLC. Per motivi simili gli europei decisero di sviluppare il lanciatore Ariane (gli americani non garantivano l uso dei loro missili per il lancio di satelliti europei).

6 L Eutelsat e l Inmarsat Al sistema globale Intelsat fecero seguito altri sistemi, globali, regionali o nazionali. Particolare rilievo hanno i sistemi Eutelsat ed Inmarsat. Il sistema Eutelsat ebbe origine dal satellite preoperativo OTS dell ESA, lanciato nel Concepito soprattutto per comunicazioni fra punti fissi, il sistema venne invece impiegato soprattutto per broadcasting televisivo (importanza della trasparenza!). Oggi il sistema punta anche sul superamento del digital divide. Il sistema Inmarsat ebbe origine con il satellite Marecs A (derivato dal MAROTS dell ESA), lanciato nel dicembre Esso ha lo scopo di fornire servizi TLC fra mezzi mobili. La Telespazio ha avuto partecipazioni azionarie importanti in Intelsat, Inmarsat ed Eutelsat (nel terzo caso di riferimento). Dopo l assorbimento in Telecom Italia Telespazio ha perso queste partecipazioni, e questo ha indebolito il suo posizionamento.

7 Il programma Italsat All inizio degli anni 80 l Italia concepì il satellite Italsat, che copriva tutto il territorio nazionale mediante sei spot in banda Ka. La prima unità di volo venne lanciata nel In fase di studio ben quattro società italiane aspiravano a realizzare il controllo d assetto a tre assi, che poi invece venne fornito dalla francese Matra. Il payload riusciva a realizzare funzioni equivalenti a quelle del satellite ACTS-6 della NASA, pur disponendo di tecnologie meno sofisticate. Il programma fu un completo successo tecnologico, ma sfortunatamente non fu un successo commerciale, nonostante tutti gli attori principali facessero all epoca parte del Gruppo STET. Il successo tecnologico diede comunque una notevole credibilità all industria italiana.

8 Il negoziato italo-tedesco Grazie al successo del Sirio ed al lancio del nuovo programma Italsat, l Italia attraversò un momento di credibilità, tanto da essere contattata dalla Germania. Il contatto avvenne con il Ministero della Ricerca tedesco (Finke e Schrub) e con il DFVLR. I tedeschi ci proposero una collaborazione bilaterale su due programmi: Italsat (a guida italiana) e TV-SAT (a guida tedesca). Dopo un avvio molto promettente, l iniziativa naufragò miseramente per l incapacità da parte italiana di coordinare gli interessi industriali italiani e stabilire delle priorità per l industria nazionale, in una riunione svoltasi al DFVLR risultò che le industrie italiane volevano fare tutto, tanto che alle industrie tedesche non restava nulla da fare! I tedeschi chiusero i negoziati con gli italiani e strinsero un accordo con i francesi.

9 Il satellite Atlantic Bird A seguito dei successi dell industria italiana nel campo delle TLC satellitari (Olympus, Italsat, Artemis), l Eutelsat (presidenza Berretta) concesse alla Alenia Spazio una importante opportunità: il contratto a trattativa diretta per la realizzazione di un satellite TLC da posizionare sull Atlantico. Purtroppo, a causa di qualche disattenzione nei riguardi dei problemi di scarica elettrostatica, il satellite dimostrò un funzionamento incerto (specialmente nei periodi di forte attività solare) e venne declassato. Questo episodio negativo nocque alla credibilità dell industria nazionale, prima di tutto e specialmente agli occhi del suo principale azionista (vedi dichiarazioni dell ing. Guarguaglini alla manifestazione del , organizzata dal PDS), che non esitò a concludere un accordo purchessia con la francese Alcatel. L accordo, che prevedeva il controllo qualificato da parte francese, venne confermato anche quando l Alcatel venne costretta dal governo francese a cedere il settore spaziale alla Thales.

10 Molti successi ma poca tecnologia Per molti anni una frazione importante delle risorse disponibili in Italia è stata dedicata allo sviluppo di missioni di TLC. Oggi il baricentro dell impegno del paese si è spostato nel settore dell osservazione della Terra. Tutte le missioni istituzionali sono state coronate da successo, un record che appare invidiabile. Tuttavia non va nascosto che questo record, oltre che dalla serietà e dal livello qualitativo dell impegno, nasce anche dal livello medio/basso del rischio tecnologico assunto, specialmente per quanto riguarda la piattaforma e, in generale, la componentistica. Il rovescio della medaglia consiste perciò in un posizionamento debole sul mercato commerciale, dove i franco-tedeschi, vantando un indipendenza tecnologica molto superiore, hanno potuto mietere importanti successi, fino a mettere sotto controllo l industria italiana del settore.

11 Servizi mobili e/o a larga banda Date le sue caratteristiche, il satellite per TLC si è affermato per le comunicazioni con mezzi mobili e per la radiodiffusione, soprattutto televisiva. Per quanto riguarda invece i servizi di comunicazioni fra punti fissi, il satellite è stato relegato in un ruolo di nicchia, data la concorrenza delle fibre ottiche. Di particolare interesse appare la configurazione del sistema KaSAT dell Eutelsat, concepito per combattere il cosiddetto digital divide, fornendo servizi a larga banda ad utenti remoti, non ancora serviti dalla rete terrestre. Tuttavia, a due anni dall inizio delle operazioni, il KaSAT è riempito soltanto per il 6% circa, e continua a puntare molto sui servizi mobili.

12 Conclusioni-1/2 La mia presentazione venga considerata come l esposizione di un punto di vista (Leibniz), da complementare con tanti altri per svolgere un efficace esercizio di verità. A me sembra che, date le risorse impegnate in passato in questo settore, il posizionamento odierno dell industria italiana delle TLC spaziali lasci alquanto a desiderare. L industria dei satelliti, infatti, vede oggi una partecipazione azionaria maggioritaria di aziende non italiane; per fortuna essa mantiene una presenza importante sul territorio nazionale, che non viene messa in discussione, nonché una totale indipendenza strategica ed operativa per i programmi nazionali di varia natura. L industria dei servizi, d altra parte, pur essendo ancora saldamente controllata da capitale italiano, ha visto il suo posizionamento molto indebolito per la vendita delle partecipazioni azionarie nei segmenti spaziali.

13 Conclusioni-2/2 Come recuperare? Occorre ripartire dal buon livello di capacità tecnica esistente nel paese, spostando per un tempo sufficientemente lungo un volume importante di risorse dai programmi alle tecnologie. Occorre estendere laddove possibile la competizione, in modo da garantire la migliore utilizzazione delle limitate risorse disponibili. Occorre migliorare il coordinamento esercitato dall ASI sull industria nazionale, sviluppando un Piano Tecnologico che conduca in tempi ragionevoli ad un rafforzamento della nostra posizione competitiva. Occorre migliorare il coordinamento fra ASI ed ESA, assicurando una più tempestiva realizzazione dei contratti di sviluppo tecnologico supportati dall ASI. Occorre investire oculatamente in segmenti spaziali che diano buone prospettive di ritorno economico.

XIII Conferenza EISC. Berlino 17-18 Ottobre 2011. Intervento dell on. Andrea Lulli

XIII Conferenza EISC. Berlino 17-18 Ottobre 2011. Intervento dell on. Andrea Lulli XIII Conferenza EISC Berlino 17-18 Ottobre 2011 Intervento dell on. Andrea Lulli In vista dei prossimi appuntamenti di fine anno europei, con lo Space Council del prossimo dicembre, è importante definire

Dettagli

Banda Ultralarga e Satellite

Banda Ultralarga e Satellite Banda Ultralarga e Satellite Antonio Sposito, Agenzia Spaziale Italiana SMART BUILDING FORUM La rivoluzione del Broadband, Bologna 15 ott. 2015 1 L AGENZIA SPAZIALE ITALIANA L'Agenzia Spaziale Italiana

Dettagli

INFORMAZIONE FINANZIARIA TRIMESTRALE EUTELSAT COMMUNICATIONS REGISTRA UNA CRESCITA RECORD DELL 11,6% DEL FATTURATO NEL PRIMO TRIMESTRE

INFORMAZIONE FINANZIARIA TRIMESTRALE EUTELSAT COMMUNICATIONS REGISTRA UNA CRESCITA RECORD DELL 11,6% DEL FATTURATO NEL PRIMO TRIMESTRE CS/56/09 INFORMAZIONE FINANZIARIA TRIMESTRALE EUTELSAT COMMUNICATIONS REGISTRA UNA CRESCITA RECORD DELL 11,6% DEL FATTURATO NEL PRIMO TRIMESTRE 2009-2010 Fatturato in forte crescita in tutte le applicazioni:

Dettagli

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa Bozza provvisoria FILIPPO SABETTA, Presidente del Consiglio d area di ingegneria aerospaziale dell Università La Sapienza di Roma. Io parlerò brevemente del ruolo della ricerca e dell università nelle

Dettagli

Le evoluzioni della politica spaziale italiana: le applicazioni spaziali per i cittadini e le imprese

Le evoluzioni della politica spaziale italiana: le applicazioni spaziali per i cittadini e le imprese DANIELE CAPEZZONE, Presidente della X Commissione, Attività produttive, commercio e turismo, delegato al coordinamento delle attività del Comitato VAST. Invito a prendere la parola il direttore del coordinamento

Dettagli

A Torino, un parco tecnologico al centro del mondo Trasmissioni bidirezionali IP via satellite: una soluzione atutti i vostri problemi

A Torino, un parco tecnologico al centro del mondo Trasmissioni bidirezionali IP via satellite: una soluzione atutti i vostri problemi A Torino, un parco tecnologico al centro del mondo Trasmissioni bidirezionali IP via satellite: una soluzione atutti i vostri problemi La banda larga bidirezionale via satellite è una soluzione per tutte

Dettagli

Il nostro obiettivo è connettervi al mondo COMUNICARE OVUNQUE

Il nostro obiettivo è connettervi al mondo COMUNICARE OVUNQUE Il nostro obiettivo è connettervi al mondo COMUNICARE OVUNQUE [ ] Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia. Arthur Charles Clarke Digitaria nel mondo Specializzata in telecomunicazioni

Dettagli

Quarta lezione Le telecomunicazioni parte II

Quarta lezione Le telecomunicazioni parte II Università Roma Tre Corso di laurea magistrale CINEMA, TELEVISIONE E PRODUZIONE MULTIMEDIALE Corso Media digitali: Televisione, video, Internet Docente: Enrico Menduni Quarta lezione Le telecomunicazioni

Dettagli

Eutelsat: 30 anni in crescita continua

Eutelsat: 30 anni in crescita continua Eutelsat: 30 anni in crescita continua Nella dimensione digitale contemporanea, solo i satelliti consentono di offrire collegamenti a banda larga con copertura universale in tutti i territori, portando

Dettagli

Introduzione FlorenceonLine

Introduzione FlorenceonLine 0 Introduzione La tecnologia di trasmissione satellitare bidirezionale non è una novità, in quanto esiste da più di trent anni sotto la sigla VSAT (Very Small Aperture Terminal). A lungo però questa tecnologia

Dettagli

Oltre 30 anni in continua crescita

Oltre 30 anni in continua crescita kit Oltre 30 anni in continua crescita Nella dimensione digitale contemporanea, solo i satelliti consentono di offrire collegamenti a banda larga con copertura universale in tutti i territori, distribuendo

Dettagli

Corso di Studio in Ingegneria Aerospaziale Laboratori progettuali anno accademico 2005-2006 Orientamento propedeutico

Corso di Studio in Ingegneria Aerospaziale Laboratori progettuali anno accademico 2005-2006 Orientamento propedeutico Corso di Studio in Ingegneria Aerospaziale Laboratori progettuali anno accademico 2005-2006 Orientamento propedeutico Laboratorio Progettuale (numero, sigla, data ) Proponente Prof. Luigi DeLuca Tutor

Dettagli

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa. Bozza provvisoria

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa. Bozza provvisoria Bozza provvisoria UMBERTO GUIDONI, Deputato al Parlamento europeo. Intanto ringrazio rapidamente il ministro, il presidente e tutto il gruppo del VAST, che ha avuto la sensibilità di organizzare questo

Dettagli

Tab. 1. Gamma di frequenze [GHz]

Tab. 1. Gamma di frequenze [GHz] 58 Ponti radio Per ponte radio si intende un sistema di collegamento, bidirezionale, a larga banda, che utilizza le onde elettromagnetiche per trasmettere informazioni sia analogiche sia digitali. I ponti

Dettagli

allegato al Decreto n. 15/2006 N. assegni

allegato al Decreto n. 15/2006 N. assegni 2 3 Tematica Partecipazione al Programma Nazionale di Sviluppo, Integrazione e Circolarità del Patrimonio Informativo della Pubblica Amministrazione per assicurare l'interoperabilità e la cooperazione

Dettagli

Tecnologie Spaziali per la Sicurezza del Territorio

Tecnologie Spaziali per la Sicurezza del Territorio RUSSIA E OLTRE - RELAZIONI ECONOMICHE ED EQUILIBRI POLITICI RUSSIA: HIGH TECH ED ENERGIA, LE STRATEGIE E LE REGOLE Pavia 9 Ottobre 2009 Tecnologie Spaziali per la Sicurezza del Territorio L. Zucconi Amministratore

Dettagli

Le prospettive di utilizzazione dei progetti spaziali europei per il territorio, i cittadini e le imprese

Le prospettive di utilizzazione dei progetti spaziali europei per il territorio, i cittadini e le imprese MARCO AIRAGHI, Deputato del Comitato per la valutazione delle scelte scientifiche e tecnologiche. Do ora la parola al direttor Giovanni Soccodato, Direttore delle strategie di Finmeccanica. GIOVANNI SOCCODATO,

Dettagli

La Stazione Spaziale Internazionale: un programma tecnologico di collaborazione internazionale. Seminario a cura dell Agenzia Spaziale Europea

La Stazione Spaziale Internazionale: un programma tecnologico di collaborazione internazionale. Seminario a cura dell Agenzia Spaziale Europea La Stazione Spaziale Internazionale: un programma tecnologico di collaborazione internazionale Seminario a cura dell Agenzia Spaziale Europea e del Dottorato di Ricerca in Scienze e Ingegneria dello Spazio

Dettagli

Gli elementi che hanno caratterizzato questo decennio sono:

Gli elementi che hanno caratterizzato questo decennio sono: Consultazione pubblica in merito agli aspetti regolamentari relativi all assetto della rete di accesso fissa ed alle prospettive delle reti di nuova generazione a larga banda CGIL, CISL, UIL e SLC, FIStel,

Dettagli

Le evoluzioni della politica spaziale italiana: le applicazioni spaziali per i cittadini e le imprese

Le evoluzioni della politica spaziale italiana: le applicazioni spaziali per i cittadini e le imprese DANIELE CAPEZZONE, Presidente della X Commissione, Attività produttive, commercio e turismo, delegato al coordinamento delle attività del Comitato VAST. Ringraziamo Gilles Maquet per questo intervento.

Dettagli

Digital Divide: superarlo grazie alle alternative alle connessioni via cavo aprile 2013

Digital Divide: superarlo grazie alle alternative alle connessioni via cavo aprile 2013 Digital Divide: superarlo grazie alle alternative alle connessioni via cavo aprile 2013 Confronto tra diverse tecnologie per connettersi a Internet Indice: Indice p. 1 Introduzione p. 2 Il problema del

Dettagli

Introduzione al progetto SSCAM

Introduzione al progetto SSCAM Introduzione al progetto SSCAM L idea di sviluppare alcune tecnologie essenziali per un sistema di controllo di assetto e orbita è stato il punto di partenza che ha portato alla partecipazione al Bando

Dettagli

PRINcIPI DI SySTEm ENGINEERING APPLIcATI ALLA REALIzzAzIONE DI UN GROUND SEGmENT SATELLITARE

PRINcIPI DI SySTEm ENGINEERING APPLIcATI ALLA REALIzzAzIONE DI UN GROUND SEGmENT SATELLITARE INGEGNERIA della a cura di Ing. g. Nicolai Ing. M. Nava commissione ingegneria dei sistemi complessi Visto da: Ing. g. d agnese PRINcIPI DI SySTEm ENGINEERING APPLIcATI ALLA REALIzzAzIONE DI UN GROUND

Dettagli

Tecnologie e Servizi Satellitari. Rapporti con il mondo Open Source. VILLA GALLIA Como 17.11.2010. 19-11-2010 All rights reserved 2007, Telespazio

Tecnologie e Servizi Satellitari. Rapporti con il mondo Open Source. VILLA GALLIA Como 17.11.2010. 19-11-2010 All rights reserved 2007, Telespazio Tecnologie e Servizi Satellitari Rapporti con il mondo Open Source VILLA GALLIA Como 17.11.2010 Telespazio: Operatore Internazionale delle Telecomunicazioni Operazioni Satellitari Osservazione della terra

Dettagli

Managed Satellite IP and TV Solutions

Managed Satellite IP and TV Solutions Managed Satellite IP and TV Solutions Managed broadband and broadcast solutions 1 Skylogic propone soluzioni universali a banda larga basate su tecnologia satellitare bidirezionale in grado di consentire

Dettagli

Nella produzione libraria 2006 sulla gestione

Nella produzione libraria 2006 sulla gestione LE VIE DELLA PROMOZIONE Il segmento intermedio tra lettori forti e deboli di Paola Dubini Il segmento delle persone che leggono dai due ai dieci libri l anno rappresenta la scommessa per la crescita stabile

Dettagli

Banda Larga e Digital Divide: Clouditalia rinnova l impegno http://www.arezzonotizie.it/art_generi/art_economia/banda-larga-digital-divide-cloudi... Pagina 1 di 2 05/03/2014 Menu ULTIMO AGGIORNAMENTO:

Dettagli

EUTELSAT COMMUNICATIONS REGISTRA UN ULTERIORE AUMENTO DEI RISULTATI NEL PRIMO SEMESTRE 2009-2010

EUTELSAT COMMUNICATIONS REGISTRA UN ULTERIORE AUMENTO DEI RISULTATI NEL PRIMO SEMESTRE 2009-2010 CS/09/10 EUTELSAT COMMUNICATIONS REGISTRA UN ULTERIORE AUMENTO DEI RISULTATI NEL PRIMO SEMESTRE 2009-2010. IL GRUPPO AUMENTA GLI OBIETTIVI PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2009-2010 Crescita sostenuta delle

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Il servizio di accesso ad internet mediante satellite è composto dalle seguenti componenti:

Il servizio di accesso ad internet mediante satellite è composto dalle seguenti componenti: Servizio di accesso ad internet mediante satellite Informazioni Tecniche Rete-Tel fornisce i servizi di accesso ad Internet via satellite utilizzando le infrastrutture tecnologiche di Eutelsat che eroga

Dettagli

SPACE APPLICATION AREA. 16 a Edizione 19-20-21 Marzo 2009 Fiera Roma

SPACE APPLICATION AREA. 16 a Edizione 19-20-21 Marzo 2009 Fiera Roma SPACE APPLICATION AREA 16 a Edizione 19-20-21 Marzo 2009 Fiera Roma Il contesto L Italia è il terzo contribuente di ESA (European Space Agency) con 370 milioni di Euro investiti nel 2007 su un budget di

Dettagli

Lunedì 20 dicembre 2010. Docente del corso: prof. V. Maiorino

Lunedì 20 dicembre 2010. Docente del corso: prof. V. Maiorino Lunedì 20 dicembre 2010 Docente del corso: prof. V. Maiorino Se la Terra si spostasse all improvviso su un orbita dieci volte più lontana dal Sole rispetto all attuale, di quanto dovrebbe variare la massa

Dettagli

Convegno di studio. L'Italia nello spazio Le attività spaziali italiane dalle origini al Piano Spaziale Nazionale.

Convegno di studio. L'Italia nello spazio Le attività spaziali italiane dalle origini al Piano Spaziale Nazionale. Convegno di studio L'Italia nello spazio Le attività spaziali italiane dalle origini al Piano Spaziale Nazionale. Dipartimento di Ingegneria Aerospaziale della II Facoltà di Ingegneria dell Università

Dettagli

PIERO CHIARA. IL RACCONTO DI UNA VITA L infanzia

PIERO CHIARA. IL RACCONTO DI UNA VITA L infanzia L infanzia Intervista della Televisione Svizzera Italiana a Piero Chiara Mi è sempre piaciuto raccontare agli amici i casi della mia vita: ed è proprio su questi casi che io ritorno per ritrovare la materia

Dettagli

1 2 3 4 5 6 7 La riduzione delle copie vendute nel quinquennio è stata di 400 milioni, oltre un milione di copie al giorno. Lievemente meno accentuato il calo degli abbonamenti, passati da circa 380mila

Dettagli

DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA

DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA 1 IL QUADRATO DELLA RADIO Le nuove realtà del mondo ICMT: la rete, gli operatori e l l industria L' IMPIEGO DELLE TECNOLOGIE WIRELESS PER

Dettagli

OSSERVAZIONE DELLA TERRA

OSSERVAZIONE DELLA TERRA OSSERVAZIONE DELLA TERRA Gestione del Territorio Monitoraggio Ambientale Prevenzione Rischi Naturali Le caratteristiche di unicità della Telespazio Telespazio ha sviluppato Servizi Applicativi che rispondono

Dettagli

ISTITUTO DI RADIOASTRONOMIA Stelio Montebugnoli Senior Engineer

ISTITUTO DI RADIOASTRONOMIA Stelio Montebugnoli Senior Engineer . ISTITUTO DI RADIOASTRONOMIA Stelio Montebugnoli Senior Engineer XXII Convegno Nazionale del GAD (Gruppo Astronomia Digitale) Ravenna 10-12 Ottobre 2014 La Croce nel Nord in numeri.. - 500 T di peso

Dettagli

Mezzi trasmissivi. Vittorio Maniezzo Università di Bologna. Funzionamento di base

Mezzi trasmissivi. Vittorio Maniezzo Università di Bologna. Funzionamento di base Mezzi trasmissivi Vittorio Maniezzo Università di Bologna Funzionamento di base Si codificano i dati come energia e si trasmette l'energia Si decodifica l'energia alla destinazione e si ricostruiscono

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

DELIBERA n. 438/13/CONS

DELIBERA n. 438/13/CONS DELIBERA n. 438/13/CONS AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI ANALISI SULLE CONDIZIONI E MODALITÀ DI UTILIZZO DELLA CAPACITÀ TRASMISSIVA PER LA DIFFUSIONE DI CONTENUTI AUDIOVISIVI, SULLE PRINCIPALI PIATTAFORME TRASMISSIVE

Dettagli

Super Hi-Vision a IBC 2008 Riceve lo Special Award

Super Hi-Vision a IBC 2008 Riceve lo Special Award Super Hi-Vision a IBC 2008 Riceve lo Special Award 1. Oltre l Alta Definizione La Rai ha seguito sempre con particolare attenzione l evoluzione tecnologica al fine di garantire la migliore qualità dell

Dettagli

Ing.. Roberto Campitelli. Chairman Hughes Network Systems Europe Ltd.

Ing.. Roberto Campitelli. Chairman Hughes Network Systems Europe Ltd. Dallo spazio un contributo alla modernita del Paese Ing.. Roberto Campitelli Chairman Hughes Network Systems Europe Ltd. Il caso Olanda L Olanda e un paese piccolo (1/10 dell Italia), densamente popolato

Dettagli

Radioastronomia. Come costruirsi un radiotelescopio

Radioastronomia. Come costruirsi un radiotelescopio Radioastronomia Come costruirsi un radiotelescopio Come posso costruire un radiotelescopio? Non esiste un unica risposta a tale domanda, molti sono i progetti che si possono fare in base al tipo di ricerca

Dettagli

ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE 1 ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a. l ambito dell

Dettagli

ExoMars è la prima missione del programma di esplorazione Aurora dell ESA, portato

ExoMars è la prima missione del programma di esplorazione Aurora dell ESA, portato EXOMARS: la missione su Marte ExoMars è la prima missione del programma di esplorazione Aurora dell ESA, portato avanti in collaborazione con la NASA. La missione è volta a dimostrare fattibilità di alcune

Dettagli

AERONAUTICO (ATC;Sistemi di Missione;Visione; Navigazione e Comunicazione; UAV sia per il segmento di terra che di bordo)

AERONAUTICO (ATC;Sistemi di Missione;Visione; Navigazione e Comunicazione; UAV sia per il segmento di terra che di bordo) AZIENDA InterConsulting Via Adriano Olivetti, 24 00131 - Roma Tel. +39-06.41204467 Fax +39-06.41228120 Web : http://www.inter-consulting.it Via Giovanni Battista Magnaghi, 1/18 16129 - Genova Tel. +39-010.5536388

Dettagli

INNOVAZIONE TECNOLOGICA E DIVARIO DIGITALE NELLE VALLI DI LANZO. RACCONTA PROBLEMATICHE E SFIDE

INNOVAZIONE TECNOLOGICA E DIVARIO DIGITALE NELLE VALLI DI LANZO. RACCONTA PROBLEMATICHE E SFIDE INNOVAZIONE TECNOLOGICA E DIVARIO DIGITALE NELLE VALLI DI LANZO. RACCONTA PROBLEMATICHE E SFIDE Tv digitale terrestre, internet a banda larga, ricezione dei telefoni cellulari, ma anche possibilità di

Dettagli

ENERGIA SOLARE: Centrali fotovoltaiche e termosolari. Istituto Paritario Scuole Pie Napoletane - Anno Scolastico 2012-13 -

ENERGIA SOLARE: Centrali fotovoltaiche e termosolari. Istituto Paritario Scuole Pie Napoletane - Anno Scolastico 2012-13 - ENERGIA SOLARE: Centrali fotovoltaiche e termosolari L A V E R A N A T U R A D E L L A L U C E La luce, sia naturale sia artificiale, è una forma di energia fondamentale per la nostra esistenza e per quella

Dettagli

LE PROPOSTE PER L INNOVAZIONE

LE PROPOSTE PER L INNOVAZIONE LE PROPOSTE PER L INNOVAZIONE Ricerca e innovazione in Italia. Le proposte della politica Italianieuropei intervista Maria Chiara Carrozza I ricercatori appartengono alla schiera dei potenziali innovatori.

Dettagli

Energia: sostenere diritti dei consumatori per sviluppo qualità e convenienza dei servizi

Energia: sostenere diritti dei consumatori per sviluppo qualità e convenienza dei servizi Energia: sostenere diritti dei consumatori per sviluppo qualità e convenienza dei servizi Audizione dell Autorità energia al CNCU Roma, 27 gennaio 2011 - La tutela dei consumatori è una delle missioni

Dettagli

Rete elettrica e telecomunicazioni nell ottica smart grid

Rete elettrica e telecomunicazioni nell ottica smart grid Politecnico di Milano Advanced Network Technologies Laboratory Rete elettrica e telecomunicazioni nell ottica smart grid Antonio Capone 1 Reti di Comunicazione ed Elettriche Electric Network & Communication

Dettagli

(a) Segnale analogico (b) Segnale digitale (c) Segnale digitale binario

(a) Segnale analogico (b) Segnale digitale (c) Segnale digitale binario A.s. 2010-2011 2011 Segnali analogici e digitali (a) Segnale analogico (b) Segnale digitale (c) Segnale digitale binario Un segnale si definisce analogico se può assumere tutti gli infiniti valori nel

Dettagli

GESTIONE KNOW HOW E MANAGEMENT DELLE TECNOLOGIE LEZIONE 4. Angelo BONOMI

GESTIONE KNOW HOW E MANAGEMENT DELLE TECNOLOGIE LEZIONE 4. Angelo BONOMI GESTIONE KNOW HOW E MANAGEMENT DELLE TECNOLOGIE LEZIONE 4 Angelo BONOMI TECNOLOGIA E STRATEGIE INDUSTRIALI La tecnologia è da sempre un fattore importante delle strategie industriali In linea generale

Dettagli

Audizione al Parlamento. ViceMinistro On. Paolo Romani

Audizione al Parlamento. ViceMinistro On. Paolo Romani Audizione al Parlamento ViceMinistro On. Paolo Romani 1 L Italia per la sua crescita economica, in tutti i settori, ha bisogno di un infrastruttura di rete elettronica a banda larga. Le misure di policy

Dettagli

Il Sistema NVIS e la Protezione Civile in Sardegna

Il Sistema NVIS e la Protezione Civile in Sardegna Il Sistema NVIS e la Protezione Civile in Sardegna Associazione Radioamatoriale Sardinia QRP Club 1 di 9 Indice Indice...2 Prefazione...3 Scenario...4 La Propagazione dei Segnali Radio...5 I vantaggi del

Dettagli

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC INCONTRO 31 GENNAIO 2012 TRA ASSTEL E SLC-CGIL, FISTEL-CISL E UILCOM-UIL SUL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO Sviluppo e

Dettagli

Che cos è TivùSat? Che differenza c è fra la tv digitale terrestre e la tv digitale satellitare? Quando parte TivùSat?

Che cos è TivùSat? Che differenza c è fra la tv digitale terrestre e la tv digitale satellitare? Quando parte TivùSat? Che cos è TivùSat? TivùSat è la piattaforma digitale satellitare gratuita italiana realizzata da Tivù s.r.l. (Rai 48,25%, Mediaset 48,25% e Telecom Italia Media 3,5%). TivùSat nasce come piattaforma complementare

Dettagli

In nome di Francesco Valdoni. Le telecomunicazioni via satellite: storia, presente e prospettive

In nome di Francesco Valdoni. Le telecomunicazioni via satellite: storia, presente e prospettive In nome di Francesco Valdoni Le telecomunicazioni via satellite: storia, presente e prospettive E. Saggese Italian Space Agency President Pontecchio Marconi 4 Dicembre 2012 2 Da A. C. Clarke agli anni

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Ricezione satellitare 2014 Totale audio 33

Ricezione satellitare 2014 Totale audio 33 Ricezione satellitare 2014 Totale audio 33 RIC. SATELLITARE Introduzione a TV via satellite 3 Satelliti per telecomunicazioni 2 Posizione satelliti-puntamento 6 Frequenze utilizzate e LNB Scelta della

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO

I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO I modelli di business nel sistema televisivo vengono definiti in base ai soggetti che finanziano le azioni di produzione e ed erogazione del servizio offerto.

Dettagli

La capitalizzazione composta. Operazione finanziaria = un operazione in cui avviene uno scambio di denaro in tempi diversi.

La capitalizzazione composta. Operazione finanziaria = un operazione in cui avviene uno scambio di denaro in tempi diversi. La capitalizzazione composta Operazione finanziaria = un operazione in cui avviene uno scambio di denaro in tempi diversi. Mutuante o creditore = chi concede il prestito Mutuatario o debitore = chi riceve

Dettagli

Dalle Relazioni, il Valore

Dalle Relazioni, il Valore Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto 80 Schemi e prospetti 82 Le strategie e il Valore 86 Il Valore delle relazioni 88 Indici di Sostenibilità 89 78 79 Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto

Dettagli

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT Dai il via al tuo futuro ACCENDI NUOVE OPPORTUNITÀ Il tuo futuro parte adesso. Perché il mondo delle telecomunicazioni è il futuro. E Telecom Italia

Dettagli

IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI

IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI Eccoci alla puntata finale del percorso di costruzione di un budget annuale: i visitatori del nostro sito www.controllogestionestrategico.it

Dettagli

Focus su Inquinamento elettromagnetico e ambiente urbano. S. Curcuruto, M. Logorelli Servizio Agenti Fisici - ISPRA

Focus su Inquinamento elettromagnetico e ambiente urbano. S. Curcuruto, M. Logorelli Servizio Agenti Fisici - ISPRA Focus su Inquinamento elettromagnetico e ambiente urbano S. Curcuruto, M. Logorelli Servizio Agenti Fisici - ISPRA Argomento Focus È stata focalizzata l attenzione su un tema molto attuale che riguarda

Dettagli

Che cos è Tooway TM. Per chi è Tooway TM. www.open-sky.it

Che cos è Tooway TM. Per chi è Tooway TM. www.open-sky.it Che cos è Tooway TM Tooway è un servizio internet satellitare di terza generazione in grado di portare fino a 10Mbps di banda larga in tutta Italia. Il sistema non necessita di linea telefonica e la connessione

Dettagli

Viaggiare, fotografare, guadagnare

Viaggiare, fotografare, guadagnare Paolo Gallo Viaggiare, fotografare, guadagnare Crea il tuo secondo stipendio con il Microstock Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta con alcun

Dettagli

IL BUSINESS WIMAX: LE POSSIBILITA SECONDO NOKIA SIEMENS NETWORKS

IL BUSINESS WIMAX: LE POSSIBILITA SECONDO NOKIA SIEMENS NETWORKS IL BUSINESS WIMAX: LE POSSIBILITA SECONDO NOKIA SIEMENS NETWORKS Il business di WiMax si basa sull incontro tra una domanda variegata di servizi, sia destinati al consumatore che per le aziende, ed un

Dettagli

Guglielmo Marconi. Reginald Fessenden Nikola Tesla

Guglielmo Marconi. Reginald Fessenden Nikola Tesla Guglielmo Marconi Reginald Fessenden Nikola Tesla Telefono mobile Telefono fisso L'invenzione della radio è frutto di una serie di esperimenti tenuti alla fine dell'ottocento che dimostravano la possibilità

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. (Applausi)

BOZZA NON CORRETTA. (Applausi) MAURO FACCHINI, Vice Capo Ufficio GMES della Direzione generale Imprese della Commissione europea. Signor Presidente, onorevoli deputati, direttore Liebig, signore e signori, innanzitutto vorrei esprimere

Dettagli

PUOI AVERE TUTTI I DATI E LE CIFRE, TUTTE LE PROVE, TUTTI GLI APPOGGI CHE VUOI, MA SE NON PADRONEGGI LA FIDUCIA NON ANDRAI DA NESSUNA PARTE.

PUOI AVERE TUTTI I DATI E LE CIFRE, TUTTE LE PROVE, TUTTI GLI APPOGGI CHE VUOI, MA SE NON PADRONEGGI LA FIDUCIA NON ANDRAI DA NESSUNA PARTE. FIDUCIA IN AZIONE Se tratti un uomo quale egli è, rimarrà così com è. Ma se lo tratti come se fosse quello che potrebbe essere, egli diverrà ciò che potrebbe essere. J. W. Goethe PUOI AVERE TUTTI I DATI

Dettagli

Guido Salerno Aletta. Direttore Generale Fondazione Ugo Bordoni

Guido Salerno Aletta. Direttore Generale Fondazione Ugo Bordoni Dalla televisione digitale di prima generazione alla Ip-TV Guido Salerno Aletta Direttore Generale Fondazione Ugo Bordoni Il passaggio al digitale nella telefonia mobile e nella televisione inizia dal

Dettagli

Rete Satellitare per le telecomunicazioni di emergenza SkyPlexNetE TM

Rete Satellitare per le telecomunicazioni di emergenza SkyPlexNetE TM Rete Satellitare per le telecomunicazioni di emergenza SkyPlexNetE TM La rete SkyplexNetE TM, fornita e gestita da Telespazio, rappresenta la cosidetta Dorsale Satellitare Nazionale per le comunicazioni

Dettagli

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2014 07080/027 Area Sistema Informativo GC 0/A CITTÀ DI TORINO

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2014 07080/027 Area Sistema Informativo GC 0/A CITTÀ DI TORINO Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2014 07080/027 Area Sistema Informativo GC 0/A CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 16 dicembre 2014 Convocata la Giunta presieduta

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

Cos è l infinito? Verso l'infinito... e oltre

Cos è l infinito? Verso l'infinito... e oltre Cos è l infinito? Infinito: che è assolutamente privo di determinazioni spaziali o temporali. l infinito è molto difficile da immaginare nel suo complesso: possiamo avere un accenno ammirando un cielo

Dettagli

Introduzione e prime definizioni

Introduzione e prime definizioni Elettronica per lo Spazio Introduzione e prime definizioni SATELLITE Un satellite è un oggetto che orbita attorno ad un corpo celeste descrivendo, in un sistema di riferimento solidale con questo, una

Dettagli

PROFILO AZIENDALE STORIA

PROFILO AZIENDALE STORIA PROFILO AZIENDALE Mediasud è un azienda specializzata nel settore delle telecomunicazioni con ampia offerta di infrastrutture e servizi agli Operatori nei diversi e specifici settori (Fm, TV digitale,

Dettagli

1 2 3 4 5 6 7 8 9 La relazione tra le varie fasi di lotta agli incendi e le competenze di Fires. La linea tratteggiata che lega il programma fires con il monitoraggio, sta a ricordare che il monitoraggio

Dettagli

La Rai di domani. Restyling and Renaming Di Rebecca Rabozzi, redazione Brandforum.it

La Rai di domani. Restyling and Renaming Di Rebecca Rabozzi, redazione Brandforum.it La Rai di domani Restyling and Renaming Di Rebecca Rabozzi, redazione Brandforum.it Nel 2009 è iniziato lo switch over del segnale televisivo analogico, che regione dopo regione terminerà le trasmissioni,

Dettagli

IL MODELLO ATOMICO DI BOHR

IL MODELLO ATOMICO DI BOHR IL MODELLO ATOMICO DI BOHR LA LUCE Un valido contributo alla comprensione della struttura dell atomo venne dato dallo studio delle radiazioni luminose emesse dagli atomi opportunamente sollecitati. Lo

Dettagli

Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio

Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio Le iniziative della Regione Lazio a supporto del settore aerospaziale promosse e gestite da Filas 58 M contributi POR FESR + 20 M per il Venture Capital A fare

Dettagli

Il ruolo dell ICT. Alfonso Fuggetta CEFRIEL - Politecnico di Milano 5 Dicembre 2005. Alfonso Fuggetta - 2005

Il ruolo dell ICT. Alfonso Fuggetta CEFRIEL - Politecnico di Milano 5 Dicembre 2005. Alfonso Fuggetta - 2005 Il ruolo dell ICT Alfonso Fuggetta CEFRIEL - Politecnico di Milano 5 Dicembre 2005 Si parla di crisi di competitività... I nostri prodotti si vendono meno o non interessano più Altri producono a costi

Dettagli

L ATOMO. Risponde (o almeno ci prova)

L ATOMO. Risponde (o almeno ci prova) L ATOMO Di cosa sono fatte le cose? Come si è arrivati a capire gli atomi? Com è fatto un atomo? Quanto è grande un atomo? Che atomi esistono in natura? Perché esistono gli atomi? Risponde (o almeno ci

Dettagli

Misura 321 Azione 4 Reti tecnologiche di informazione e comunicazione (ICT)

Misura 321 Azione 4 Reti tecnologiche di informazione e comunicazione (ICT) Misura 321 Motivazioni dell intervento Nel panorama regionale esistono alcune aree, soprattutto quelle più marginali, dove la copertura di banda larga non è ancora presente, o in larga parte insufficiente

Dettagli

Radio Waves Surfing (surfando sulle Onde Radio)

Radio Waves Surfing (surfando sulle Onde Radio) Progetto ARISS ITIS ˆE.fermi Lucca Andrea Ghilardi 2011 The fascinating world of Radio Waves Surfing (surfando sulle Onde Radio) Onde Elettromagnetiche Un elettrone immobile genera, a causa della sua carica,

Dettagli

CONVEGNO SPACE ECONOMY Roma, 25 maggio 2004

CONVEGNO SPACE ECONOMY Roma, 25 maggio 2004 CONVEGNO SPACE ECONOMY Roma, 25 maggio 2004 25/05/2004 1 Business Sat: : un servizio 25/05/2004 2 1 Business Sat Business Sat è una soluzione totalmente satellitare per fornire larga banda alla clientela

Dettagli

Configurazioni del Bilancio Sociale. Oggi più di ieri e sicuramente meno di domani, il centro di produzione, ovvero il centro di

Configurazioni del Bilancio Sociale. Oggi più di ieri e sicuramente meno di domani, il centro di produzione, ovvero il centro di Configurazioni del Bilancio Sociale Oggi più di ieri e sicuramente meno di domani, il centro di produzione, ovvero il centro di interessi, deve fare i conti con un contesto ampio e complesso che esprime,

Dettagli

Internet a banda larga per tutti gli europei: la Commissione avvia un dibattito sul futuro del servizio universale

Internet a banda larga per tutti gli europei: la Commissione avvia un dibattito sul futuro del servizio universale IP/08/1397 Bruxelles, 25 settembre 2008 Internet a banda larga per tutti gli europei: la Commissione avvia un dibattito sul futuro del servizio universale In che modo l'unione europea potrà garantire l'accesso

Dettagli

Laboratorio Ancitel S.p.A. dall identificazione in rete al coinvolgimento dei cittadini Roma,3 febbraio 2010

Laboratorio Ancitel S.p.A. dall identificazione in rete al coinvolgimento dei cittadini Roma,3 febbraio 2010 Laboratorio Ancitel S.p.A. dall identificazione in rete al coinvolgimento dei cittadini Roma,3 febbraio 2010 Le ICT nei Comuni: il Rapporto Ancitel 2009 Paolo Teti, Ancitel Spa Roma, 3 Febbraio 2010 Ancitel

Dettagli

Regolamentazione della condotta e regolamentazione strutturale: il caso Telecom Italia e l esperienza dei Paesi dell OECD

Regolamentazione della condotta e regolamentazione strutturale: il caso Telecom Italia e l esperienza dei Paesi dell OECD Regolamentazione della condotta e regolamentazione strutturale: il caso Telecom Italia e l esperienza dei Paesi dell OECD Corso di Economia Industriale 2 Davide Arduini Facoltà di Economia - Università

Dettagli

SICRAL (Sistema Italiano per Comunicazioni. L Impiego operativo del satellite. Il Sistema SICRAL COL. MAURO LANCELLOTTI - CAP.

SICRAL (Sistema Italiano per Comunicazioni. L Impiego operativo del satellite. Il Sistema SICRAL COL. MAURO LANCELLOTTI - CAP. L Impiego operativo del satellite COL. MAURO LANCELLOTTI - CAP. ALESSANDRO FUSCO Il Sistema SICRAL SICRAL (Sistema Italiano per Comunicazioni Riservate ed Allarmi) è il sistema di comunicazioni militari

Dettagli

EUTELSAT COMMUNICATIONS PUBBLICA SOLIDI RISULTATI SEMESTRALI 2011-2012

EUTELSAT COMMUNICATIONS PUBBLICA SOLIDI RISULTATI SEMESTRALI 2011-2012 CP/09/12 Nota: questo comunicato contiene i dati semestrali consolidati non certificati, preparati con conformità agli IFRS, adottati dal Consiglio di Amministrazione di Eutelsat Communications il 16 febbraio

Dettagli

TESINA DI FISICA L ESPERIMENTO DI MICHELSON E MORLEY. Gioia Loprete

TESINA DI FISICA L ESPERIMENTO DI MICHELSON E MORLEY. Gioia Loprete TESINA DI FISICA L ESPERIMENTO DI MICHELSON E MORLEY Gioia Loprete 2 INDICE INTRODUZIONE 3 ESPERIMENTO STANDARD 4 ESPERIMENTO EFFETTUATO CON ROTAZIONE DI 90 7 CONCLUSIONE 8 3 INTRODUZIONE Già al tempo

Dettagli

PROGETTO VETTA Valorizzazione delle Esperienze e dei prodotti Turistici Transfrontalieri delle medie ed Alte quote

PROGETTO VETTA Valorizzazione delle Esperienze e dei prodotti Turistici Transfrontalieri delle medie ed Alte quote PROGETTO VETTA Valorizzazione delle Esperienze e dei prodotti Turistici Transfrontalieri delle medie ed Alte quote La connessione a banda larga sbarca nei rifugi: l esperienza lombarda Luca Grimaldi Dipartimento

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRA LARGA NELLE AREE RURALI DELLA PUGLIA

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRA LARGA NELLE AREE RURALI DELLA PUGLIA Regione Puglia ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRA LARGA NELLE AREE RURALI DELLA PUGLIA TRA LA REGIONE PUGLIA E IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 1 Roma, novembre 2014 2 Accordo

Dettagli