Dichiarazione IVA/2014: liquidazione della società e cessazione di attività Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dichiarazione IVA/2014: liquidazione della società e cessazione di attività Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma"

Transcript

1 Dichiarazione IVA/2014: liquidazione della società e cessazione di attività Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma ADEMPIMENTO " FISCO La dichiarazione annuale IVA/2014 deve essere presentata anche dai contribuenti che hanno cessato l attività nel corso dell anno 2013 e per coloro che in tale esercizio hanno posto in liquidazione la società. Regole particolari sono previste nel caso in cui la cessazione dell attività intervenga tra il 1º gennaio ed il 30 settembre 2014, termine di presentazione della dichiarazione per l anno RIFERIMENTI " Agenzia delle Entrate, provvedimento 15 gennaio D.P.R. 22 luglio 1998 n. 322, art. 8. D.P.R. n. 633/1972, art. 35, commi 3 e 4. SOGGETTI PASSIVI " 1) Devono presentare la dichiarazione annuale IVA/2014 tutti i soggetti che nel corso del 2013 hanno esercitato, anche per una parte dell anno, attività d impresa o attività artistica o professionale 2) Sono tenuti alla presentazione della dichiarazione anche: coloro che nel corso del 2013 hanno cessato l attività imprese che nel 2013 erano in fase di liquidazione, qualora la procedura non sia ancora terminata. PROCEDURE " In caso di società in liquidazione, sia che la procedura sia cessata nel corso del 2013 sia che la stessa sia ancora in corso: i dati della società devono essere riportati nel frontespizio, nel riquadro Dati del contribuente i dati del liquidatore vanno indicati nel riquadro Dichiarante diverso dal contribuente, con indicazione del codice 8 SCADE " CASI PARTICOLARI " La presentazione della dichiarazione annuale IVA deve essere effettuata in via telematica: nel periodo tra il 1º febbraio e il 30 settembre 2014, in caso di presentazione su Modello autonomo entro il 30 settembre 2014, se la dichiarazione viene presentata su Modello unificato UNICO ) Contribuente nel corso dell anno 2013 abbia cessato l attività (con conseguente cancellazione della partita IVA) e poi nel corso dello stesso anno abbia ripreso la stessa o altra attività (con apertura di una nuova partita IVA). 2) Decesso del professionista o dell imprenditore individuale. 3) Operazioni straordinarie comportanti l estinzione del soggetto dante causa nel periodo compreso tra il 1º gennaio 2014 e la data di presentazione della dichiarazione annuale. 20 Pratica Fiscale e Professionale n. 12 del 24 marzo 2014

2 MODELLO IVA/2014 ADEMPIMENTO " 1 I soggetti che hanno cessato l attività sono tenuti alla presentazione dell ultima dichiarazione annuale nell anno successivo a quello in cui l attività è cessata, entro i normali termini: nel periodo tra il 1º febbraio eil30 settembre 2014, in caso di presentazione su Modello autonomo entro il 30 settembre 2014, se la dichiarazione viene presentata su Modello unificato UNICO Va precisato che le società di capitali e gli enti soggetti ad IRES con periodo d imposta non coincidente con l anno solare nonché i soggetti, diversi dalle persone fisiche, con periodo d imposta chiuso in data anteriore al 31 dicembre 2013 sono tenuti alla presentazione della dichiarazione mediante modello autonomo. Attenzione Per esercizi non coincidenti con l anno solare si intendono gli esercizi c.d. cavallo e quelli che riguardano un arco temporale interamente compreso nell anno 2013, che hanno avuto termine, però, anteriormente al 31 dicembre. Pertanto, le società che hanno cessato l attività nel 2013, anteriormente al 31 dicembre, devono presentare la dichiarazione IVA su modello autonomo. Attenzione Per le imprese (societarie ed individuali), l attività si intende cessata alla data di ultimazione delle operazioni relative alla liquidazione dell azienda. In caso di cessazione dell attività senza liquidazione Una società di capitali ha ultimato le operazioni di liquidazione, cessando quindi l attività, il 26 settembre La dichiarazione IVA relativa a tale esercizio deve essere presentata su modello autonomo (esercizio non coincidente con l anno solare in quanto chiuso in data anteriore al 31 dicembre 2013) nel periodo tra il 1º febbraio e il 30 settembre Una società di persone (s.n.c.) è stata sciolta nel corso del 2013 senza formale liquidazione. Trattandosi di soggetto diverso dalle persone fisiche con periodo d imposta chiuso in data anteriore al 31 dicembre 2013, la società è tenuta alla presentazione della dichiarazione mediante modello autonomo (cfr. circolare n. 55/E del 14 giugno 2001, risp. 6.2). 3 Un impresa individuale ha cessato l attività, ultimando le operazioni di liquidazione, in data 31 marzo La dichiarazione IVA/2014 deve essere presentata su modello UNICO 2014 entro il 30 settembre 2014 (ferma restando la facoltà di presentare la dichiarazione in via autonoma qualora si intenda utilizzare in compensazione o chiedere a rimborso il credito d imposta risultante dalla dichiarazione stessa ovvero se la dichiarazione in forma autonoma viene presentata entro il mese di febbraio al fine di poter usufruire dell esonero dalla presentazione della comunicazione annuale dati Iva). Dichiarazione di cessazione dell attività In caso di cessazione dell attività, il contribuente deve presentare, entro 30 giorni, l apposita comunicazione (art. 35, comma 3, D.P.R. n. 633/1972), su modello conforme a quello approvato dal direttore dell Agenzia delle Entrate (provvedimento 18 maggio 2012). Il termine per la presentazione della comunicazione di cessazione decorre, per le imprese, dalla data di ultimazione delle operazioni relative alla liquidazione dell azienda, per le quali rimangono ferme le disposizioni relative al versamento dell imposta, alla fatturazione, registrazione, liquidazione e dichiarazione. Per un lavoratore autonomo, l attività cessa, di norma, quando lo stesso, astenendosi dal porre in essere ulteriori prestazioni, provveda ad un complesso di operazioni tese alla Pratica Fiscale e Professionale n. 12 del 24 marzo

3 definizione di tutti i rapporti giuridici pendenti, compreso l incasso dei crediti maturati e rimasti insoluti (risoluzione n. 232/E del 20 agosto 2009). In pratica, l attività del professionista non si può considerare cessata fino all esaurimento di tutte le operazioni, ulteriori rispetto all interruzione delle prestazioni professionali, dirette alla definizione dei rapporti giuridici pendenti, ed, in particolare, di quelli aventi ad oggetto crediti strettamente connessi alla fase di svolgimento dell attività professionale (circolare n. 11/E del 16 febbraio 2007, p 7.1). La cessazione dell attività per il professionista non coincide, pertanto, con il momento in cui egli si astiene dal porre in essere le prestazioni professionali, bensì con quello, successivo, in cui chiude i rapporti professionali, fatturando tutte le prestazioni svolte e dismettendo i beni strumentali. Nell ultima dichiarazione annuale deve tenersi conto anche dell imposta dovuta per la destinazione di beni all uso o al consumo personale o familiare dell imprenditore o di coloro i quali esercitano un arte o una professione o ad altre finalità estranee alla impresa o all esercizio dell arte o della professione (con esclusione di quei beni per i quali non è stata operata, all atto dell acquisto, la detrazione dell imposta). Imprese poste in liquidazione nel 2013 con procedura ancora in corso Per quanto concerne le imprese poste in liquidazione volontaria nel corso dell anno 2013, con procedura ancora in corso al 31 dicembre, si precisa che l inizio della liquidazione non costituisce cessazione dell attività né causa di frazionamento del periodo d imposta, per cui, ai fini della presentazione della dichiarazione IVA, valgono le regole ordinarie relative alla presentazione in forma unificata o in forma separata. Pertanto, se il primo periodo di liquidazione è considerato, ai fini delle imposte dirette, coincidente con l anno solare, la dichiarazione annuale IVA va presentata in forma unificata, salvo rientrare in altri casi particolari che impongono la dichiarazione IVA autonoma (ad esempio IVA di gruppo) e ferma restando la facoltà di presentare la dichiarazione in forma autonoma entro il mese di febbraio 2014 (v. infra). Una Società di capitali è stata posta in liquidazione con effetto dal 14 luglio La liquidazione, al 31 dicembre 2013 (data di chiusura dell esercizio), era ancora in corso. Il periodo d imposta che va dal 14 luglio 2013 al 31 dicembre 2013 è considerato coincidente con l anno solare e la dichiarazione IVA per l intero anno 2013 deve essere presentata in forma unificata con il Modello UNICO 2014 relativo al periodo 14 luglio - 31 dicembre (a meno che non si rientri in casi che impongono la presentazione in via autonoma e salva l opzione per la dichiarazione in via autonoma) (cfr. circolare n. 55/E del 14 giugno 2001, risp. 6.11). Procedure di liquidazione iniziata in anni precedenti al 2013 e in corso Le imprese che sono state poste in liquidazione in anni precedenti e che nel 2013 continuano l attività in regime di liquidazione, presentano, di norma, la dichiarazione in forma unificata se il periodo d imposta si chiude il 31 dicembre, in quanto lo stesso è da considerare coincidente con l anno solare. Le società per le quali la liquidazione termina nel corso del 2013 ricadono nell ipotesi di cessazione di attività e, quindi, presentano la dichiarazione in forma autonoma (a meno che la cessazione non abbia effetto proprio il 31 dicembre). SCHEMA DI SINTESI Liquidazione di società Periodo 1º gennaio - Data di messa in liquidazione Data di messa in liquidazione - 31 dicembre Presentazione UNICO Ultimo giorno del nono mese successivo a quello di messa in liquidazione 30 settembre o ultimo giorno del nono mese successivo a quello di chiusura del periodo d imposta Dichiarazione IVA Modello unificato (1) 22 Pratica Fiscale e Professionale n. 12 del 24 marzo 2014

4 MODELLO IVA/2014 Periodo Annualità successive intere Data di chiusura della liquidazione Presentazione UNICO 30 settembre o ultimo giorno del nono mese successivo a quello di chiusura del periodo d imposta Ultimo giorno del nono mese successivo a quello di chiusura della liquidazione Dichiarazione IVA Modello unificato (1) Modello autonomo (2) (1) Sempreché non si rientri in casi in cui vi è obbligo della dichiarazione in via autonoma e salva la facoltà di presentare la dichiarazione in via autonoma (v. infra). (2) Modello unificato se la cessazione ha avuto effetto proprio il 31 dicembre Imprese individuali e lavoratori autonomi Le imprese individuali ed i lavoratori autonomi che hanno cessato l attività nel corso dell anno 2013 sono tenuti alla presentazione della dichiarazione IVA su modello Unificato, fermo restando i casi in cui vi è obbligo o facoltà di presentare la dichiarazione in forma autonoma. Facoltà di presentare la dichiarazione in forma autonoma Tutti i soggetti tenuti alla presentazione della dichiarazione in forma unificata possono comunque scegliere di presentare la dichiarazione in via autonoma: a) quando intendono utilizzare in compensazione ovvero chiedere a rimborso il credito d imposta risultante dalla dichiarazione annuale (art. 3, comma 1, D.P.R. n. 322/1998) b) i soggetti che presentano la dichiarazione entro il mese di febbraio al fine di poter usufruire dell esonero dalla presentazione della comunicazione annuale dati IVA (cfr. circolare n. 1/E del 25 gennaio 2011). SOGGETTI OBBLIGATI " PROCEDURE " Nel caso di: 1) cessazione di attività: l ultima dichiarazione annuale deve essere presentata dal soggetto cessato, a meno che non si verta nei casi di trasformazioni sostanziali soggettive che comportano la cessazione del soggetto (ad esempio: fusione per incorporazione, scissione totale, ecc.) nel qual caso la dichiarazione deve essere presentata dal soggetto risultante dalla trasformazione (ad esempio, società incorporante, società beneficiaria) 2) cessazione di attività dell imprenditore individuale o del lavoratore autonomo: la dichiarazione deve essere presentata dallo stesso soggetto che ha cessato l attività. Si osserva, tuttavia, che le Istruzioni per la dichiarazione della dichiarazione IVA/2014 prevedono, nella Tabella dei codici di carica, anche l ipotesi di Liquidatore (liquidazione volontaria di ditta individuale - periodo ante messa in liquidazione) (codice 12) 3) procedura di liquidazione di un impresa individuale, con nomina di un liquidatore diverso dall imprenditore individuale: sarà il liquidatore tenuto alla presentazione dell ultima dichiarazione annuale 4) società: la dichiarazione deve essere presentata dal liquidatore 5) decesso dell imprenditore individuale o di lavoratore autonomo: la dichiarazione deve essere presentata dagli eredi (v. casi particolari ). Liquidazione di società In caso di società in liquidazione, sia che la procedura sia cessata nel corso del 2013 sia che la stessa sia ancora in corso: i dati della società devono essere riportati nel frontespizio, nel riquadro Dati del contribuente i dati del liquidatore vanno indicati nel riquadro Dichiarante diverso dal contribuen- Pratica Fiscale e Professionale n. 12 del 24 marzo

5 Compila te, con indicazione del codice 8 (nel caso di liquidatore della ditta individuale, indicare il codice 12 ). Le Istruzioni per la compilazione della dichiarazione stabiliscono che, nell ipotesi di cui al codice 8 indicare anche la data di nomina. Trasformazioni sostanziali soggettive Regole particolari sono previste nell ipotesi di trasformazioni soggettive sostanziali (operazioni straordinarie) con estinzione del contribuente, effettuate nel corso del Infatti, quando il soggetto dante causa si estingue (società fusa o incorporata, società scissa, ecc.) la funzione di società dichiarante è assunta dall avente causa (società risultante dalla fusione o incorporante, società beneficiaria della scissione totale, ecc.), che deve presentare, oltre alla propria dichiarazione, anche un modulo per ogni soggetto estinto (società incorporata, scissa, ecc.). La società ALFA S.p.A., codice fiscale e partita IVA ha incorporato, in data 1º dicembre 2013, la società BETA S.r.l., codice fiscale e partita IVA Per effetto dell incorporazione, la società BETA S.r.l. cessa la propria attività. Nelprimo Campo del rigo la società ALFA S.p.A. (incorporante) deve indicare la partita IVA del soggetto incorporato (BETA S.r.l.: ) e non deve essere barrata la casella 2 perché BETA S.r.l. non continua a svolgere la propria attività. Compila 24 Pratica Fiscale e Professionale n. 12 del 24 marzo 2014

6 MODELLO IVA/2014 SCADE CASI PARTICOLARI Anche in caso di cessazione di attività, il termine di presentazione della dichiarazione è quello ordinario, per cui la dichiarazione IVA/2014 deve essere presentata, esclusivamente in via telematica (art. 8 del D.P.R. n. 322/1998): nel periodo tra il 1º febbraio eil30 settembre 2014, in caso di presentazione su Modello autonomo entro il 30 settembre 2014, se la dichiarazione viene presentata su Modello unificato UNICO Nel caso di decesso del contribuente la dichiarazione annuale può essere presentata entro 6 mesi dalla data della morte (art. 35-bis del D.P.R. n. 633/1972), anche nel caso i termini di presentazione siano scaduti, purché non oltre quattro mesi prima di tale data. Sul punto si veda Casi particolari. Attività cessata e ripresa nel 2013 Qualora un contribuente, nel corso dell anno 2013, abbia cessato l attività (con conseguente cancellazione della partita IVA) e successivamente abbia ripreso la stessa o altra attività (con apertura di una nuova partita) deve presentare un unica dichiarazione, costituita da: il frontespizio, nel quale devono essere indicati nella parte anagrafica la partita IVA corrispondente all ultima attività esercitata nell anno 2013 un modulo (mod. n. 01), in cui devono essere compilati tutti i quadri riportando i dati relativi all ultima attività esercitata. Esclusivamente nel modulo n. 01 devono essere compilati i quadri VT e VX al fine di riepilogare i dati di entrambe le attività un modulo, in cui devono essere compilati tutti i quadri riportando i dati relativi alla prima attività esercitata nell anno ed indicando, in particolare, nel rigo VA1, campo 1, la corrispondente partita IVA. Un lavoratore autonomo ha cessato l attività in data 31 marzo 2013, chiudendo la partita IVA Lo stesso soggetto ha ripreso l attività professionale in data 1 ottobre 2013, aprendo una nuova partita IVA La partita IVA da indicare nel frontespizio è La partita IVA da indicare nel modulo 01 è La partita IVA da indicare nel modulo relativo all attività cessata il 31 marzo è Compila Pratica Fiscale e Professionale n. 12 del 24 marzo

7 Nel modulo 01 devono essere compilati tutti i quadri riportando i dati relativi all ultima attività esercitata. Inoltre, solo in questo modulo n. 01 devono essere compilati i quadri VT e VX al fine di riepilogare i dati di entrambe le attività. Modulo vecchia attività - Quadro VA1 In questo modulo, relativo all attività cessata, devono essere compilati tutti i quadri - ad eccezione dei quadri VT e VX - riportando i dati relativi alla prima attività esercitata nell anno ed indicando, in particolare, nel rigo VA1, campo 1, la corrispondente partita IVA. Decesso del professionista o del lavoratore autonomo Gli eredi possono adempiere gli obblighi IVA - tra i quali anche quello di presentazione della dichiarazione annuale - non ancora eseguiti o che non sono stati eseguiti nei termini previsti dal contribuente deceduto, entro sei mesi dalla morte del contribuente medesimo (art. 35- bis D.P.R. n. 633/1972). Ciò a condizione che, alla data del decesso, i termini per il loro adempimento non siano scaduti da oltre quattro mesi. Il termine di presentazione della dichiarazione, quindi, dipende sia dalla data del decesso sia dal fatto che il de cuius abbia o meno adempiuto agli obblighi dichiarativi. 26 Pratica Fiscale e Professionale n. 12 del 24 marzo 2014

8 MODELLO IVA/2014 Contribuente deceduto nel corso dell anno 2013 L erede, o gli eredi, dovranno presentare la dichiarazione entro il termine ordinario in quanto successivo al periodo di sei mesi dalla data del decesso. Se il decesso è avvenuto il 25 luglio 2013, il termine di presentazione della dichiarazione annuale IVA 2014 è quello ordinario del 30 settembre 2014, in quanto in scadenza oltre i sei mesi dal decesso; pertanto, l erede, o gli eredi, dovranno presentare la dichiarazione relativa all anno 2013 (per i mesi - da gennaio a luglio - in cui l attività è stata esercitata dal de cuius) entro il 30 settembre Per quanto riguarda le modalità di compilazione della dichiarazione, occorre distinguere se gli eredi continuano o meno l attività del de cuius. Attenzione Qualora l erede, o gli eredi, non hanno proseguito l attività del de cuius, gli stessi sono tenuti a presentare la dichiarazione per conto di quest ultimo, indicando i propri dati nel riquadro del Frontespizio Dichiarante diverso dal contribuente, compreso il codice carica n. 7, e utilizzando il Modello autonomo o il Modello unificato nel rispetto degli obblighi dichiarativi che, in tal senso, erano in capo allo stesso de cuius. Se, invece, l erede o gli eredi hanno proseguito l attività del de cuius devono presentare la dichiarazione utilizzando due distinti moduli: il primo (modulo 01) per le operazioni effettuate direttamente (compilazione dei Quadri relativi alle operazioni effettuate, compresi i Quadri VA, Sezione 2, VL, Sezione 2 e 3, VT e VX) il secondo (modulo 02) per le operazioni effettuate dal de cuius (compilazione dei Quadri interessati, compresi il Quadro VA, Sezione 2, e VL, Sezione 2 e 3). Contribuente deceduto tra il 1º gennaio 2014 e il 30 settembre 2014 senza presentare la dichiarazione annuale IVA 2014 L erede, o gli eredi, potranno presentare la dichiarazione oltre il termine ordinario del 30 settembre 2014, senza applicazione di sanzioni e interessi, purché entro i sei mesi dal decesso del contribuente. Se il decesso avviene il 20 agosto 2014 senza che il contribuente abbia presentato la dichiarazione IVA 2014, la stessa può essere presentata dall erede, o dagli eredi, entro i sei mesi successivi alla data del decesso, quindi entro il 20 febbraio In questa ipotesi l erede o gli eredi presentano la dichiarazione per conto del contribuente deceduto indicando i propri dati nel riquadro del Frontespizio Dichiarante diverso dal contribuente, compreso il codice carica n. 7, e utilizzano il Modello autonomo o il Modello unificato nel rispetto degli obblighi dichiarativi che, in tal senso, erano in capo al de cuius. Decesso che avviene dopo il 30 settembre 2014 Se l adempimento dichiarativo relativo al periodo di imposta 2013 viene a scadenza non oltre quattro mesi prima della morte del contribuente, l erede, o gli eredi, possono provvedere alla presentazione del Modello di dichiarazione IVA 2014 entro sei mesi dalla data del decesso. Pratica Fiscale e Professionale n. 12 del 24 marzo

9 Se il decesso avviene il 15 gennaio 2015 senza che il contribuente abbia presentato la dichiarazione IVA 2014, la stessa può essere presentata dall erede, o dagli eredi, entro i sei mesi successivi alla data del decesso, quindi entro il 15 luglio 2015, in quanto il termine per la presentazione della dichiarazione (30 settembre 2014) è scaduto non oltre 4 mesi prima della data del decesso. Operazioni straordinarie comportanti l estinzione del dante causa tra il 1º gennaio 2014 e la presentazione della dichiarazione annuale Occorre considerare che il Dante causa (società incorporata, scissa), estintosi nel corso del 2014, ha svolto la sua attività per l intero anno 2013, fino al normale termine del 31 dicembre. Se l operazione straordinaria che comporta l estinzione del soggetto interviene dopo che il medesimo ha adempiuto all obbligo dichiarativo, non si pongono problemi perché la dichiarazione è stata presentata dal contribuente medesimo. Se, invece, nel momento in cui si verifica l estinzione del soggetto la dichiarazione non è stata presentata, il soggetto Avente causa (incorporante, società beneficiaria, ecc.) deve presentare, oltre alla propria dichiarazione, anche quella del soggetto estinto relativa all anno La società ALFA S.p.A., codice fiscale e partita IVA ha incorporato, in data 1º settembre 2014, la società BETA S.r.l., codice fiscale e partita IVA Se al momento della fusione BETA non ha ancora provveduto alla presentazione della dichiarazione IVA relativa al 2013, tale dichiarazione deve essere presentata da ALFA per conto di BETA. Nella dichiarazione presentata per conto di BETA i dati del soggetto estinto (BETA) devono essere indicati nel riquadro Contribuente, e quelli di ALFA nel riquadro Dichiarante diverso dal contribuente, che riporterà il codice carica 9 (Rappresentante legale della società ALFA: Mario Rossi, nato a Roma il 18 ottobre 1969). La dichiarazione deve essere presentata obbligatoriamente in forma autonoma. Compila 28 Pratica Fiscale e Professionale n. 12 del 24 marzo 2014

Dichiarazione IVA/2015: liquidazione della società e cessazione di attività Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma

Dichiarazione IVA/2015: liquidazione della società e cessazione di attività Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma Dichiarazione IVA/2015: liquidazione della società e cessazione di attività Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma ADEMPIMENTO " FISCO La dichiarazione annuale IVA/2015 deve essere presentata anche

Dettagli

Dichiarazione IVA/2014: la fusione di società Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma

Dichiarazione IVA/2014: la fusione di società Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma Dichiarazione IVA/2014: la fusione di società Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma ADEMPIMENTO " FISCO La dichiarazione annuale IVA/2014 deve essere presentata, con modalità particolari, dai soggetti

Dettagli

Dichiarazione IVA 2014: la scissione di società Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma

Dichiarazione IVA 2014: la scissione di società Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma Carmela Di Rosa - Copyright Wolters Kluwer Italia s.r.l. MODELLO IVA 2014 Dichiarazione IVA 2014: la scissione di società Roberto Fanelli - Revisore contabile in Roma ADEMPIMENTO " FISCO La dichiarazione

Dettagli

IVA 2012: fusione di societa`

IVA 2012: fusione di societa` IVA 2012: fusione di societa` di Roberto Fanelli (*) L ADEMPIMENTO La fusione di societa` comporta l estinzione della societa` fusa o incorporata. Le disposizioni in materia di dichiarazione annuale prevedono

Dettagli

La dichiarazione IVA 2012

La dichiarazione IVA 2012 La dichiarazione IVA 2012 di Roberto Fanelli (*) L ADEMPIMENTO Con Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle Entrate sono stati approvati i modelli IVA per la presentazione della dichiarazione. Pratica

Dettagli

Fiscal News N. 39. IVA: adempimenti in caso di morte del dichiarante. La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News N. 39. IVA: adempimenti in caso di morte del dichiarante. La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 39 04.02.2014 IVA: adempimenti in caso di morte del dichiarante Le modalità di presentazione della dichiarazione IVA nel caso di decesso del titolare

Dettagli

3.3 Contribuenti con operazioni straordinarie (fusioni, scissioni ecc.) o altre trasformazioni sostanziali soggettive

3.3 Contribuenti con operazioni straordinarie (fusioni, scissioni ecc.) o altre trasformazioni sostanziali soggettive ATTENZIONE: si precisa che nel caso di esercizio di più attività gestite con contabilità separata, tra le quali figuri anche un attività per la quale è previsto l esonero dalla presentazione della dichiarazione

Dettagli

3. MODULISTICA DA ADOTTARE IN RELAZIONE ALLE DIVERSE CATEGORIE DI CONTRIBUENTI

3. MODULISTICA DA ADOTTARE IN RELAZIONE ALLE DIVERSE CATEGORIE DI CONTRIBUENTI 3.1 Contribuenti con contabilità IVA unificata 3. MODULISTICA DA ADOTTARE IN RELAZIONE ALLE DIVERSE CATEGORIE DI CONTRIBUENTI Come prima evidenziato (vedi paragrafo 1.2), i contribuenti con contabilità

Dettagli

MODELLO IVA 2016 ADEMPIMENTO " RIFERIMENTI " Agenzia delle Entrate, provvedimento n. 15 gennaio 2016 n SOGGETTI OBBLIGATI " SOGGETTI ESONERATI "

MODELLO IVA 2016 ADEMPIMENTO  RIFERIMENTI  Agenzia delle Entrate, provvedimento n. 15 gennaio 2016 n SOGGETTI OBBLIGATI  SOGGETTI ESONERATI Modello IVA/2016: nuovo regime forfetario, split payment e reverse charge di Antonella Benedetto - Dottore Commercialista e Massimiliano De Bonis - Consulente del Lavoro ADEMPIMENTO " NOVITÀ " FISCO Con

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 43 02.03.2017 Operazioni straordinarie Come compilare la Certificazione Unica? A cura di Debhorah Di Rosa Categoria: Dichiarazione

Dettagli

Fiscal News N. 78. Dichiarazione Iva autonoma anche dopo il 28 Febbraio. La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News N. 78. Dichiarazione Iva autonoma anche dopo il 28 Febbraio. La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 78 17.03.2014 Dichiarazione Iva autonoma anche dopo il 28 Febbraio Dubbi per chi presenta la Dichiarazione Iva in forma autonoma per scelta, e

Dettagli

Anno 2014 N. RF238. La Nuova Redazione Fiscale UNICO/IRAP - PRESENTAZIONE IN CASO DI OPERAZIONI STRAORDINARIE

Anno 2014 N. RF238. La Nuova Redazione Fiscale UNICO/IRAP - PRESENTAZIONE IN CASO DI OPERAZIONI STRAORDINARIE Anno 2014 N. RF238 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 OGGETTO RIFERIMENTI CIRCOLARE DEL 16/09/2014 UNICO/IRAP - IN CASO DI OPERAZIONI STRAORDINARIE ART. 2 C. 5 DL

Dettagli

Come presentare il Modello IVA 26 Mascia Dalmaggioni e Manuela Castellani, Dottori commercialisti in Bergamo

Come presentare il Modello IVA 26 Mascia Dalmaggioni e Manuela Castellani, Dottori commercialisti in Bergamo Come presentare il Modello 26 Mascia Dalmaggioni e Manuela Castellani, Dottori commercialisti in Bergamo ADEMPIMENTO " RIFERIMENTI " SOGGETTI INTERESSATI " SOGGETTI ESCLUSI " PROCEDURE " SCADE " CASI PARTICOLARI

Dettagli

RISOLUZIONE N. 108/E

RISOLUZIONE N. 108/E RISOLUZIONE N. 108/E Roma, 24 NOVEMBRE 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Soggetto non residente Possibilità di recuperare il credito IVA maturato dalla posizione di identificazione diretta nelle

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 15 22.01.2016 Dichiarazione IVA 2016: termini e modalità di presentazione Dichiarazione IVA in forma autonoma entro il 28.02.2016 per l esonero

Dettagli

Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 13 13.04.2015 Semplificati i termini per Unico SP Categoria: Irpef Sottocategoria: Detrazione 55% L articolo 17, D.Lgs. 21 novembre 2014,

Dettagli

Anno 2013 N. RF096. La Nuova Redazione Fiscale UNICO/IRAP: PRESENTAZIONE IN CASO DI OPERAZIONI STRAORDINARIE

Anno 2013 N. RF096. La Nuova Redazione Fiscale UNICO/IRAP: PRESENTAZIONE IN CASO DI OPERAZIONI STRAORDINARIE Anno 2013 N. RF096 www.redazionefiscale.it La Nuova Redazione Fiscale Pag. 1 / 7 OGGETTO RIFERIMENTI CIRCOLARE DEL 15/05/2013 UNICO/IRAP: IN CASO DI OPERAZIONI STRAORDINARIE ART. 2, C. 5 DEL DL 16/2012;

Dettagli

Ditta individuale in liquidazione: gli obblighi dichiarativi

Ditta individuale in liquidazione: gli obblighi dichiarativi Ditta individuale in liquidazione: gli obblighi dichiarativi a cura di Antonio Gigliotti L Agenzia delle Entrate è intervenuta sugli adempimenti dichiarativi delle imprese individuali che si avvalgono

Dettagli

2. AVVERTENZE GENERALI

2. AVVERTENZE GENERALI conservare copia della dichiarazione trasmessa, anche su supporto informatico, per lo stesso periodo previsto dall art. 43 del d.p.r. 29 settembre 1973 n. 600, ai fini dell eventuale esibizione all Amministrazione

Dettagli

DICHIARAZIONE IVA 2016

DICHIARAZIONE IVA 2016 Circolare informativa per la clientela n. 6/20166 del 18 febbraio 2016 DICHIARAZIONE IVA 2016 In questa Circolare 1. Soggetti obbligati 2. Soggetti esonerati 3. Modello 2016 Imposte 2015 4. Termini di

Dettagli

Circolare di studio n. 2/2017

Circolare di studio n. 2/2017 Circolare di studio n. 2/2017 Periodo 1 15 Febbraio 2017 STUDIO GAETANI Sommario Sommario... 2 Bene a sapersi... 3 Detrazione Irpef del 50% per l acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici... 3 Particolarità

Dettagli

Comunicazione dati IVA: come presentare il modello Gabriele Liberatore - Esperto fiscale

Comunicazione dati IVA: come presentare il modello Gabriele Liberatore - Esperto fiscale Comunicazione dati IVA: come presentare il modello Gabriele Liberatore - Esperto fiscale FISCO ADEMPIMENTO " Entro il 28 febbraio deve essere presentata la comunicazione annuale dati IVA 2014, che riporta

Dettagli

Adempimenti fiscali a carico del curatore nel corso della procedura fallimentare

Adempimenti fiscali a carico del curatore nel corso della procedura fallimentare Adempimenti fiscali a carico del curatore nel corso della procedura fallimentare di Antonella Benedetto e Sabatino Ungaro 1. Adempimenti rilevanti ai fini IVA Dopo gli adempimenti fiscali effettuati in

Dettagli

NEWSLETTER 6/2016. Corato, 12 febbraio 2016 SOMMARIO DISPOSIZIONI LEGISLATIVE

NEWSLETTER 6/2016. Corato, 12 febbraio 2016 SOMMARIO DISPOSIZIONI LEGISLATIVE NEWSLETTER 6/2016 Corato, 12 febbraio 2016 SOMMARIO 1 DISPOSIZIONI LEGISLATIVE D.P.R. n. 633 del 1972 L esposizione che segue, rappresenta una breve sintesi di disposizioni legislative, chiarimenti ministeriali

Dettagli

La dichiarazione Iva autonoma e i limiti alla compensazione del credito Iva

La dichiarazione Iva autonoma e i limiti alla compensazione del credito Iva Numero 25/2014 Pagina 1 di 8 La dichiarazione Iva autonoma e i limiti alla compensazione del credito Iva Numero : 25/2014 Gruppo : IVA Oggetto : DICHIARAZIONE IVA AUTONOMA E CREDITO IVA Norme e prassi

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA BASE

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA BASE Ravenna, 1 febbraio 2016 Circolare n. 3/16 OGGETTO: La Dichiarazione IVA 2016 L Agenzia delle Entrate ha approvato i nuovi modelli, con le relative istruzioni, concernenti le dichiarazioni relative all

Dettagli

Modificate le cause di esclusione dagli studi di settore

Modificate le cause di esclusione dagli studi di settore Modificate le cause di esclusione dagli studi di settore - a cura dello Studio Tributario Gigliotti e Associati - La Finanziaria 2007 (D.Lgs. n. 296/2006), ai commi 16, 18 e 19 dell articolo unico, ha

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 160 23.05.2016 Unico: la compilazione del frontespizio Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico Tra i campi da compilare nel modello Unico

Dettagli

L indice degli argomenti evidenziati

L indice degli argomenti evidenziati CIRCOLARE NR. 1/2012 OGGETTO: COMUNICAZIONE DATI IVA 2012 CONTENUTO Nella presente circolare sintetizziamo e portiamo in evidenza alcuni punti del prossimo adempimenti IVA. Entro il 29 febbraio 2012, infatti,

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL IMPOSTA SOSTITUTIVA SUI FINANZIAMENTI (ART. 20 D.P.R. 29 SETTEMBRE 1973, N. 601)

DICHIARAZIONE DELL IMPOSTA SOSTITUTIVA SUI FINANZIAMENTI (ART. 20 D.P.R. 29 SETTEMBRE 1973, N. 601) DICHIARAZIONE DELL IMPOSTA SOSTITUTIVA SUI FINANZIAMENTI (ART. 20 D.P.R. 29 SETTEMBRE 1973, N. 601) I. INTRODUZIONE L imposta sostitutiva sui finanziamenti è dovuta sulle operazioni effettuate ai sensi

Dettagli

La compilazione della dichiarazione Iva nelle operazioni straordinarie a cura di Luca Caramaschi

La compilazione della dichiarazione Iva nelle operazioni straordinarie a cura di Luca Caramaschi Il Punto sull Iva La compilazione della dichiarazione Iva nelle operazioni straordinarie a cura di Luca Caramaschi Premessa Il modello di dichiarazione annuale Iva, diversamente dalle altre dichiarazioni,

Dettagli

4.2.9 QUADRO VL LIQUIDAZIONE DELL IMPOSTA ANNUALE. SEZIONE 2 - Credito anno precedente

4.2.9 QUADRO VL LIQUIDAZIONE DELL IMPOSTA ANNUALE. SEZIONE 2 - Credito anno precedente 4.2.9 QUADRO VL LIQUIDAZIONE DELL IMPOSTA ANNUALE Il quadro VL è composto di tre sezioni. Nel caso di compilazione di più moduli per effetto di contabilità separate (art. 36), le sezioni 2 e 3 del presente

Dettagli

N Maggio Ai gentili clienti. Loro sedi CIRCOLARE OPERATIVA

N Maggio Ai gentili clienti. Loro sedi CIRCOLARE OPERATIVA N. 15 5 Maggio 2017 Loro sedi Ai gentili clienti CIRCOLARE OPERATIVA PRONTO IL MODELLO PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI DELLE LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA: SCADENZA PRIMO TRIMESTRE AL 31 MAGGIO 2017 L Agenzia

Dettagli

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento 730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 31 19.04.2016 Le operazioni straordinarie dal punto di vista dichiarativo Categoria: Operazioni straordinarie Sottocategoria: Varie Nel frontespizio

Dettagli

Bologna, 29 maggio Circolare n. 17/2017. Oggetto: Comunicazioni periodiche IVA: le FAQ dell Agenzia delle Entrate

Bologna, 29 maggio Circolare n. 17/2017. Oggetto: Comunicazioni periodiche IVA: le FAQ dell Agenzia delle Entrate Oggetto: Comunicazioni periodiche IVA: le FAQ dell Agenzia delle Entrate Bologna, 29 maggio 2017 Circolare n. 17/2017 Gentile Cliente, Il D.L. 193/2016 ha introdotto l obbligo, per i soggetti passivi IVA,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 92/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 92/E QUESITO RISOLUZIONE N. 92/E Roma, 22 settembre 2010 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Interpello - Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 Liquidazione Iva di gruppo ed operazione straordinaria di fusione per

Dettagli

Studio Associato Zaniboni

Studio Associato Zaniboni N. protocollo: 24/2017 PRONTO IL MODELLO PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI DELLE LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA: SCADENZA PRIMO TRIMESTRE AL 31 MAGGIO 2017 L Agenzia delle entrate ha pubblicato il provvedimento

Dettagli

RISOLUZIONE N. 66/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 66/E QUESITO RISOLUZIONE N. 66/E Roma, 6 luglio 2010 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 - Adempimenti dichiarativi in caso di liquidazione di società

Dettagli

Gli adempimenti dichiarativi e comunicativi ai fini IVA

Gli adempimenti dichiarativi e comunicativi ai fini IVA Gli adempimenti dichiarativi e comunicativi ai fini IVA Prima parte: La Comunicazione e la Dichiarazione IVA Torino, 25 marzo 2014 Dott. Marco Bodo La Comunicazione IVA E un modello con cui vengono indicati

Dettagli

Modello IRAP 2014: le principali novità Emiliano Ribacchi - Dottore commercialista in Roma - ACP Studio - Alonzo Committeri & Partners

Modello IRAP 2014: le principali novità Emiliano Ribacchi - Dottore commercialista in Roma - ACP Studio - Alonzo Committeri & Partners Modello IRAP 2014: le principali novità Emiliano Ribacchi - Dottore commercialista in Roma - ACP Studio - Alonzo Committeri & Partners ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO Il Modello IRAP 2014 è utilizzato per

Dettagli

Circolare n. 3/2015 ENTRO IL INVIO DELLA COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA. In questa Circolare

Circolare n. 3/2015 ENTRO IL INVIO DELLA COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA. In questa Circolare Ai gentili Clienti Loro Sedi Circolare n. 3/2015 ENTRO IL 28.02.2015 INVIO DELLA COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA In questa Circolare 1. Soggetti obbligati e esonero 2. Scadenza e modalità di invio 3. Soggetti

Dettagli

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento 730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 67 10.06.2016 Modello Unico PF 2016: la dichiarazione presentata dagli eredi Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico Per l anno di

Dettagli

COMUNICAZIONE ANNUALE IVA SOLLECITO DATI PER LA COMPILAZIONE

COMUNICAZIONE ANNUALE IVA SOLLECITO DATI PER LA COMPILAZIONE CIRCOLARE INFORMATIVA 5/2015 7 FEBBRAIO 2015 COMUNICAZIONE ANNUALE IVA SOLLECITO DATI PER LA COMPILAZIONE Circolare informativa ai Clienti Gentile Cliente, la presente per comunicarle che il prossimo 28

Dettagli

IL MODELLO IVA 2013 QUADRO VE

IL MODELLO IVA 2013 QUADRO VE Circolare n. 04 del 21 gennaio 2013 A tutti i Clienti Loro sedi IL MODELLO IVA 2013 Sul sito Internet dell Agenzia delle Entrate è disponibile il Provvedimento di approvazione del mod. IVA 2013 utilizzabile

Dettagli

Liquidazione Iva per il 2014

Liquidazione Iva per il 2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 24 24.01.2014 Liquidazione Iva per il 2014 Categoria: Iva Sottocategoria: Adempimenti La liquidazione e l'eventuale versamento (se a debito) dell'iva,

Dettagli

730, Redditi 2017 Pillole di aggiornamento

730, Redditi 2017 Pillole di aggiornamento 730, Redditi 2017 Pillole di aggiornamento N. 4 06.04.2017 Modello 730/2017: il frontespizio Contribuente Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 La corretta compilazione del frontespizio del Modello

Dettagli

Fiscal News N. 249 Unico 2012: integrativa entro il Categoria: Sottocategoria: ravvedimento di Unico 2012 Premessa 30 settembre Dichiarazione

Fiscal News N. 249 Unico 2012: integrativa entro il Categoria: Sottocategoria: ravvedimento di Unico 2012 Premessa 30 settembre Dichiarazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 249 26.09.2013 Unico 2012: integrativa entro il 30.09 Categoria: Intermediari Sottocategoria: Adempimenti Il termine del 30.09.2013 incide anche

Dettagli

LA DICHIARAZIONE IVA A cura di Avv. Giorgio Confente e Dr.ssa Nadia Gentina

LA DICHIARAZIONE IVA A cura di Avv. Giorgio Confente e Dr.ssa Nadia Gentina LA DICHIARAZIONE IVA 2016 A cura di Avv. Giorgio Confente e Dr.ssa Nadia Gentina Con l emanazione del Provvedimento n. 7772/2016 in data 15.01.2016, l Agenzia delle Entrate ha approvato il modello di dichiarazione

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 16 25.01.2016 IVA: periodicità liquidazione per il 2016 Categoria: Iva Sottocategoria: Adempimenti La possibilità di liquidare l IVA con periodicità

Dettagli

STUDIO LAMBERTO RAG. DANIELA T.F. 011/ Informativa per la clientela di studio

STUDIO LAMBERTO RAG. DANIELA T.F. 011/ Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio N. 19 del 04.02.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Comunicazione IVA: la raccolta dei dati per la compilazione Il prossimo 28 febbraio 2015 scade il termine

Dettagli

Informativa n. 48. Versamento dell IVA dopo la riscossione del corrispettivo INDICE. del 26 novembre 2012

Informativa n. 48. Versamento dell IVA dopo la riscossione del corrispettivo INDICE. del 26 novembre 2012 Informativa n. 48 del 26 novembre 2012 Versamento dell IVA dopo la riscossione del corrispettivo INDICE 1 Premessa... 2 1.1 Provvedimenti attuativi... 2 1.2 Decorrenza... 2 1.3 Abrogazione dell attuale

Dettagli

Guido Marzorati Area Fiscale e Societaria 12 settembre 2005

Guido Marzorati Area Fiscale e Societaria 12 settembre 2005 ELENCHI CLIENTI E FORNITORI Normativa e Interpretazioni Art. 37, commi 8 e 9 D.L. 4.7.2006, n. 223 convertito dalla Legge 4.8.2006, n. 248; Art. 8-bis, comma 4-bis del DPR. n. 322 del 22.7.1998. CAE 4.8.2006,

Dettagli

Imposte dirette - IRPEF - IRES - IRAP - Cedolare Secca - Acconti

Imposte dirette - IRPEF - IRES - IRAP - Cedolare Secca - Acconti Prot. 298/2012 Milano, 12-11-2012 Circolare n. 110/2012 AREA: Circolari, Fiscale Imposte dirette - IRPEF - IRES - IRAP - Cedolare Secca - Acconti Con l avvicinarsi della scadenza del 30 novembre, termine

Dettagli

Casi particolari di presentazione della dichiarazione annuale Iva a cura di Luca Caramaschi

Casi particolari di presentazione della dichiarazione annuale Iva a cura di Luca Caramaschi Il Punto sull Iva Casi particolari di presentazione della dichiarazione annuale Iva a cura di Luca Caramaschi Contribuenti che esercitano più attività con contabilità separate I soggetti che esercitano

Dettagli

ELENCO CLIENTI E FORNITORI: Dubbi risolti e questioni ancora aperte

ELENCO CLIENTI E FORNITORI: Dubbi risolti e questioni ancora aperte ELENCO CLIENTI E FORNITORI: Dubbi risolti e questioni ancora aperte A cura di Antonio Gigliotti La legge n. 127/2007 di conversione del D.L. 81/2007 ha apportato delle ulteriori semplificazioni relative

Dettagli

NOVITÀ della DICHIARAZIONE IVA 2012 ACQUISIZIONE della DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

NOVITÀ della DICHIARAZIONE IVA 2012 ACQUISIZIONE della DOCUMENTAZIONE NECESSARIA Circolare informativa per la clientela n. 4/2012 del 2 febbraio 2012 VITÀ della DICHIARAZIONE IVA 2012 ACQUISIZIONE della DOCUMENTAZIONE NECESSARIA In questa Circolare 1. Modello Iva 2012 2. Acquisizione

Dettagli

OPERAZIONI STRAORDINARIE: AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE

OPERAZIONI STRAORDINARIE: AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE OPERAZIONI STRAORDINARIE: AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE di Sergio Lombardi Nel mutevole scenario economico, il ricorso alle operazioni straordinarie è sempre più frequente. Approfondiremo di seguito gli

Dettagli

Quadro VL del Mod. IVA 2013: liquidazione dell imposta annuale

Quadro VL del Mod. IVA 2013: liquidazione dell imposta annuale Quadro VL del Mod. IVA 2013: liquidazione dell imposta annuale di Roberto Fanelli (*) L ADEMPIMENTO Nel Quadro VL della dichiarazione IVA annuale sono riportati gli elementi relativi alla liquidazione

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti:

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: CIRCOLARE N. 04 DEL 20/01/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LE NUOVE DICHIARAZIONI DI INTENTO: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE E LA COMPILAZIONE DEL MOD.

Dettagli

MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI

MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI Soggetti utilizzatori del modulo Società semplice Società in nome collettivo Società in accomandita semplice

Dettagli

STUDIO CONSULENTI ASSOCIATI Dottori Commercialisti Revisori Legali Via G. Bovini, Ravenna (RA)

STUDIO CONSULENTI ASSOCIATI Dottori Commercialisti Revisori Legali Via G. Bovini, Ravenna (RA) Dottori Commercialisti Revisori Legali Via G. Bovini, 41-48123 Ravenna (RA) www.consulentiassociati.ra.it Dott. Vincenzo Morelli Tel. +39 0544 501881 Dott. Paolo Mazza Fax +39 0544 461503 Dott. Gianluca

Dettagli

SOMMARIO SOGGETTI OBBLIGATI ED ESONERATI MODALITÀ DI PRESENTAZIONE TERMINI DI PRESENTAZIONE... 30

SOMMARIO SOGGETTI OBBLIGATI ED ESONERATI MODALITÀ DI PRESENTAZIONE TERMINI DI PRESENTAZIONE... 30 SOMMARIO MODELLO IVA 2017 NOVITÀ... 9 FRONTESPIZIO... 9 QUADRO VE... 9 QUADRO VF... 10 QUADRO VJ... 11 QUADRO VI... 12 QUADRO VN... 12 QUADRO VL... 12 QUADRO VX... 13 QUADRO VO... 13 QUADRO VG... 14 PROSPETTO

Dettagli

COMUNICAZIONE ANNUALE & DICHIARAZIONE IVA PER L ANNO a cura del Dott. C. ZAGO - BOLZANO

COMUNICAZIONE ANNUALE & DICHIARAZIONE IVA PER L ANNO a cura del Dott. C. ZAGO - BOLZANO COMUNICAZIONE ANNUALE & DICHIARAZIONE IVA PER L ANNO 2014 a cura del Dott. C. ZAGO - BOLZANO 1 COMUNICAZIONE ANNUALE Presentazione solo telematica. Scadenza invio entro il 28 febbraio. Sommatoria operazioni

Dettagli

NORMATIVA e APPROFONDIMENTI

NORMATIVA e APPROFONDIMENTI NORMATIVA e APPROFONDIMENTI GUIDA PRATICA LA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA PER IL 2009 Febbraio 2010 - COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA 2009 - La presente guida pratica ha lo scopo di approfondirne

Dettagli

Contenuto in sintesi

Contenuto in sintesi DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2012 Circ. n. 105 09.11.2012-105/GD/om TITOLO: Imposte dirette - IRPEF - IRES - IRAP - Cedolare Secca Acconti. Contenuto in sintesi Con la presente comunicazione si illustrano

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Oggetto: Comunicazione annuale dati Iva anno d imposta 2015 I soggetti IVA tenuti alla presentazione della dichiarazione annuale sono obbligati a trasmettere all Agenzia delle Entrate la Comunicazione

Dettagli

N. 75 FISCAL NEWS. Saldo Iva

N. 75 FISCAL NEWS. Saldo Iva a cura di Antonio Gigliotti N. 75 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale Saldo Iva 2009 25.02.2010 Categoria Sottocategoria Entro il prossimo 16.3 i soggetti tenuti alla presentazione

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 6 08.02.2017 IVA mensile: versamento con opzione della contabilità presso terzi A cura di Micaela Chiruzzi Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria:

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA BASE

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA BASE Ravenna, 12 Febbraio 2013 Circolare n. 11/13 OGGETTO: Dichiarazione annuale IVA L Agenzia delle Entrate, con Provvedimento del Direttore n. 2013/5267 del 15/01/2013, ha approvato i nuovi modelli, con le

Dettagli

II. ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO IRAP

II. ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO IRAP II. ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO IRAP 1. COMPILAZIONE DEL FRONTESPIZIO 1.1 Generalità Il frontespizio del modello IRAP si compone di tre facciate. La prima facciata contiene l informativa

Dettagli

SOMMARIO. Parte Prima Istruzioni generali. Parte Seconda Compilazione dei Quadri

SOMMARIO. Parte Prima Istruzioni generali. Parte Seconda Compilazione dei Quadri SOMMARIO Parte Prima Istruzioni generali Inquadramento Pag. 4 Cosa cambia» 10 Soggetti obbligati» 11 Soggetti esonerati» 11 Soggetti che effettuano operazioni esenti» 13 Termini e modalità di presentazione»

Dettagli

DICHIARAZIONE INTEGRATIVA SEMPLICE. - art.8, legge 27 dicembre 2002 n. 289.

DICHIARAZIONE INTEGRATIVA SEMPLICE. - art.8, legge 27 dicembre 2002 n. 289. DICHIARAZIONE INTEGRATIVA SEMPLICE - art.8, legge 27 dicembre 2002 n. 289. SOGGETTI INTERESSATI TUTTI I CONTRIBUENTI CHE HANNO PRESENTATO O CHE AVREBBERO DOVUTO PRESENTARE UNA DICHIARAZIONE ENTRO IL 31

Dettagli

F.N.A.A.R.C. Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio

F.N.A.A.R.C. Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio F.N.A.A.R.C. Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio 2 DICEMBRE 2013 - IMPOSTE DIRETTE - IRPEF - IRES - IRAP - CEDOLARE SECCA - ACCONTI Si ricorda la scadenza del 2 dicembre

Dettagli

COMPENSAZIONI IVA 2011 COMUNICAZIONE DEI DATI IVA PER IL 2010 DICHIARAZIONE IVA PER IL 2010

COMPENSAZIONI IVA 2011 COMUNICAZIONE DEI DATI IVA PER IL 2010 DICHIARAZIONE IVA PER IL 2010 Circolare n. 1/2011 Bologna, 16 febbraio 2011 AI SIGNORI CLIENTI LORO SEDI LORO INDIRIZZI COMPENSAZIONI IVA 2011 COMUNICAZIONE DEI DATI IVA PER IL 2010 DICHIARAZIONE IVA PER IL 2010 COMPENSAZIONI IVA 2011

Dettagli

Studio Tributario e Societario. Lo sdoppiamento della CU e l unificazione dei flussi informativi CU e 770

Studio Tributario e Societario. Lo sdoppiamento della CU e l unificazione dei flussi informativi CU e 770 Studio Tributario e Societario Lo sdoppiamento della CU e l unificazione dei flussi informativi CU e 770 Lo Sdoppiamento della CU ai fini della dichiarazione precompilata Articolo 4, comma 6-quinques DPR

Dettagli

R2 - COMPILAZIONE DEL FRONTESPIZIO

R2 - COMPILAZIONE DEL FRONTESPIZIO R2 - COMPILAZIONE DEL FRONTESPIZIO 2.1 Generalità Il frontespizio del modello UNICO SP va utilizzato per la presentazione: della dichiarazione in forma unificata; della dichiarazione dei redditi da parte

Dettagli

Circolare informativa 6/2016. ( a cura di Sara Razzi) BOLLO VIRTUALE

Circolare informativa 6/2016. ( a cura di Sara Razzi) BOLLO VIRTUALE Roma, 14 marzo 2016 Circolare informativa 6/2016 ( a cura di Sara Razzi) BOLLO VIRTUALE L imposta di bollo può essere corrisposta: mediante pagamento ad intermediario convenzionato con l Agenzia delle

Dettagli

I modelli di dichiarazione SP e SC 2017: novità, termini di presentazione e nuove dichiarazioni integrative

I modelli di dichiarazione SP e SC 2017: novità, termini di presentazione e nuove dichiarazioni integrative Cristina Sergiacomi (Commercialista in Cuneo) I modelli di dichiarazione SP e SC 2017: novità, termini di presentazione e nuove dichiarazioni integrative 1 Diposizioni di approvazione dei modelli Modello

Dettagli

Il nuovo regime dell IVA per CASSA

Il nuovo regime dell IVA per CASSA Via Vittorio Veneto, 69 52100 Arezzo Tel. 0575907007 Fax 0575 907008 Email: info@studiocappietti.com Sito Web: www.studiocappietti.com Introduzione Con la pubblicazione del decreto attuativo del 11/10/12

Dettagli

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2013 pag. 293 PERSONE FISICHE E SOCIETA DI PERSONE

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2013 pag. 293 PERSONE FISICHE E SOCIETA DI PERSONE SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2013 pag. 293 19 novembre 2013 108/GD/om Imposte dirette - IR- PEF - IRES - IRAP - Cedolare Secca - Acconti Contenuto in sintesi Si illustrano le modalità di determinazione e versamento

Dettagli

FOCUS MENSILE FISCALITA LE NOVITA DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Alla luce anche della manovra fiscale (D.L. 50/2017) Torino, lì 23 maggio 2017

FOCUS MENSILE FISCALITA LE NOVITA DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Alla luce anche della manovra fiscale (D.L. 50/2017) Torino, lì 23 maggio 2017 23 MGGIO 1 FOCUS MENSILE FISCALITA LE NOVITA DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Alla luce anche della manovra fiscale (D.L. 50/) Torino, lì 23 maggio Relatore: Andrea Gippone - Commercialista 2 TERMINI DI PRESENTAZIONE

Dettagli

COMUNICAZIONE LIQUIDAZIONE PERIODICA IVA

COMUNICAZIONE LIQUIDAZIONE PERIODICA IVA COMUNICAZIONE LIQUIDAZIONE PERIODICA IVA Gestione delle comunicazioni delle liquidazioni periodiche IVA ex art. 4 comma 2 Decreto legislativo 193 / 2016 Prerequisito per l installazione Sistema Operativo

Dettagli

Mod. 770 semplificato: lavoro dipendente, assimilati e assistenza fiscale Marco Peverelli e Angelo Francioso - Dottori commercialista in Milano

Mod. 770 semplificato: lavoro dipendente, assimilati e assistenza fiscale Marco Peverelli e Angelo Francioso - Dottori commercialista in Milano Mod. 770 semplificato: lavoro dipendente, assimilati e assistenza fiscale Marco Peverelli e Angelo Francioso - Dottori commercialista in Milano ADEMPIMENTO " FISCO La comunicazione dati certificazioni

Dettagli

CIRCOLARE n. 16 del 09/12/2013 IL VERSAMENTO DELL ACCONTO IVA 2013

CIRCOLARE n. 16 del 09/12/2013 IL VERSAMENTO DELL ACCONTO IVA 2013 CIRCOLARE n. 16 del 09/12/2013 IL VERSAMENTO DELL ACCONTO IVA 2013 INDICE 1. PREMESSA 2. METODO STORICO 3. METODO PREVISIONALE 4. METODO DELLE OPERAZIONI EFFETTUATE 5. SOGGETTI ESONERATI DAL VERSAMENTO

Dettagli

I NUOVI MODELLI PER RICHIEDERE IL CODICE FISCALE E LA PARTITA IVA

I NUOVI MODELLI PER RICHIEDERE IL CODICE FISCALE E LA PARTITA IVA Patrizia Clementi I NUOVI MODELLI PER RICHIEDERE IL CODICE FISCALE E LA PARTITA IVA I modelli che gli enti devono utilizzare per le comunicazioni riguardanti il codice fiscale e la partita IVA hanno una

Dettagli

Prospetto SV TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF

Prospetto SV TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF Prospetto SV TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI COME SI COMPILA CASI PARTICOLARI CASI PRATICI Il prospetto SV riguarda il riepilogo dei dati relativi alle trattenute

Dettagli

N. 37. Studi di settore I codici delle diverse cause di esclusione. Premessa. Cause di esclusione.

N. 37. Studi di settore I codici delle diverse cause di esclusione. Premessa. Cause di esclusione. a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it N. 37 04.06.2010 Categoria Sottocategoria Studi di settore I codici delle diverse cause di esclusione Studi di settore Cause di esclusione In presenza di

Dettagli

MODELLO IRAP 2015: NOVITÀ

MODELLO IRAP 2015: NOVITÀ Studio Fabrizio Mariani Viale Brigata Bisagno 12/1 16129 Genova Tel. e. fax. 010.59.58.294 f.mariani@studio-mariani.it Circolare n. 18/2015 Del 28 maggio 2015 MODELLO IRAP 2015: NOVITÀ In questa Circolare

Dettagli

- ASPETTI GENERALI DELLA DICHIARAZIONE IVA

- ASPETTI GENERALI DELLA DICHIARAZIONE IVA INDICE Novità dei modelli IVA 2016... pag. 9 Avviso telematico all intermediario...» 9 Nuove ipotesi di reverse charge...» 10 Operazioni con split payment...» 11 Regimi fiscali agevolati...» 11 Dichiarazioni

Dettagli

Il Mod. 730/2010 integrativo

Il Mod. 730/2010 integrativo Il Mod. 730/2010 integrativo di Roberta Aiolfi e Valerio Artina (*) L ADEMPIMENTO Qualora il contribuente, oltre i termini ordinari di presentazione del Mod. 730/2010, riscontri nella dichiarazione 730

Dettagli

La Comunicazione Dati Iva 2012 entro il

La Comunicazione Dati Iva 2012 entro il Numero 29/2012 Pagina 1 di 8 La Comunicazione Dati Iva 2012 entro il 29.02.2012 Numero : 29/2012 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : Scarica qui il File excel per la precompilazione della Comunicazione

Dettagli

NOVITÀ della DICHIARAZIONE IVA 2011 ACQUISIZIONE della DOCUMENTAZIONE per la sua PREDISPOSIZIONE

NOVITÀ della DICHIARAZIONE IVA 2011 ACQUISIZIONE della DOCUMENTAZIONE per la sua PREDISPOSIZIONE Circolare informativa per la clientela n. 4/2011 del 3 febbraio 2011 VITÀ della DICHIARAZIONE IVA 2011 ACQUISIZIONE della DOCUMENTAZIONE per la sua PREDISPOSIZIONE In questa Circolare 1. Modello Iva 2011

Dettagli

Circolare informativa per i Clienti

Circolare informativa per i Clienti Studio Associato Cavadini Cavadini Marelli Circolare informativa per i Clienti ZCIR0502_CP 1 NUOVA COMUNICAZIONE DELLE LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA La compilazione dei quadri Nel presente contributo continuiamo

Dettagli

La Dichiarazione d intento

La Dichiarazione d intento La Dichiarazione d intento Alessandra Cannavò Settore Fisco e Diritto d Impresa Questo materiale è predisposto da Assolombarda per i propri associati. Ogni altra forma di utilizzo o riproduzione non è

Dettagli

Agenzia delle Entrate Circolare 22 agosto 2013, n.28/e

Agenzia delle Entrate Circolare 22 agosto 2013, n.28/e www.soluzioni24fisco.ilsole24ore.com Agenzia delle Entrate Circolare 22 agosto 2013, n.28/e Assistenza fiscale prestata dai Centri di assistenza fiscale per lavoratori dipendenti e dai professionisti abilitati

Dettagli

Applicabilità dell'imposta sul valore aggiunto alle operazioni immobiliari

Applicabilità dell'imposta sul valore aggiunto alle operazioni immobiliari FORMAZIONE TELEMATICA Applicabilità dell'imposta sul valore aggiunto alle operazioni immobiliari 2 ottobre 2013 PROBLEMATICHE RELATIVE ALL INIZIO ED ALLA FINE DELL IMPRESA THOMAS TASSANI Università degli

Dettagli

in caso di credito i rimborsi sono eseguiti dall Amministrazione finanziaria sulla base del risultato finale delle dichiarazioni

in caso di credito i rimborsi sono eseguiti dall Amministrazione finanziaria sulla base del risultato finale delle dichiarazioni Focus di pratica professionale di Roberto Chiumiento Modalità per la presentazione del Modello 730 in assenza di sostituto d imposta. Il Provvedimento e la circolare n.28/e dell Agenzia delle Entrate del

Dettagli

Agenzia delle Entrate FAQ Liquidazioni Periodiche IVA

Agenzia delle Entrate FAQ Liquidazioni Periodiche IVA Agenzia delle Entrate FAQ Liquidazioni Periodiche IVA Nel rigo VP8 deve essere indicato l'intero importo del credito risultante dal periodo precedente o solo la quota utilizzata in detrazione? Il rigo

Dettagli

genzia ntrate COMUNICAZIONE LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

genzia ntrate COMUNICAZIONE LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE BOZZA DEL 21/03/2017 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE Gli articoli di legge richiamati nelle istruzioni al modello di comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA (di seguito Comunicazione )

Dettagli

Nel rigo VP8 deve essere indicato l'intero importo del credito risultante dal periodo precedente o solo la quota utilizzata in detrazione?

Nel rigo VP8 deve essere indicato l'intero importo del credito risultante dal periodo precedente o solo la quota utilizzata in detrazione? Nel rigo VP8 deve essere indicato l'intero importo del credito risultante dal periodo precedente o solo la quota utilizzata in detrazione? L'imponibile delle operazioni passive per le quali, in base a

Dettagli