Il Latte oggi: un Alimento per il movimento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Latte oggi: un Alimento per il movimento"

Transcript

1 Atti del convegno Il Latte oggi: un Alimento per il movimento 6 novembre 2013 Salone d Onore del CONI Foro Italico - Roma

2 Tutte le pagine del presente documento sono soggette al Copyright Parmalat

3 Indice Premessa pag. 5 Saluti e presentazione, Antonio Vanoli, Giovanni Malagò pag. 7 Sessione scientifica, conducono Andrea Ghiselli e Maurizio Casasco pag. 13 Introduzione: Il Latte Oggi, Andrea Ghiselli pag. 15 Pierpaolo De Feo I benefici dell esercizio fisico e l utilizzazione dei substrati energetici per la contrazione muscolare pag. 23 Julien Louis Interaction between exercise and nutrition for muscle health: the role of milk pag. 43 Michelangelo Giampietro Il latte, un alimento per il movimento pag. 71 Conclusioni, Maurizio Casasco pag. 83 Tavola rotonda: Il Latte ci nutre, ci parla, conduce Eugenio Del Toma pag. 89 Massimo Forino L andamento dei consumi del latte pag. 92 Valerio Saffirio Vuoi latte? Campagna web di Assolatte pag. 99 Marco Ivaldi e Marco Iacuaniello We-sport: promuovere l attività fisica e la corretta nutrizione pag. 105 Michelangelo Giampietro L esperienza di un nutrizionista dello sport pag. 111 Maria Rita Parsi Benessere psicofisico: alimentazione, sport, studio ovvero mente, corpo e immaginario per un corretto stile di vita pag. 124 Testimonials: stile di vita e alimentazione, elementi chiave per i risultati pag. 129 Fiona May, Raffaello Leonardo e Mauro Berruto pag

4

5 Premessa Anche quest anno Parmalat ha organizzato un Convegno allo scopo di favorire la diffusione della cultura del latte attraverso la presentazione di nuove conoscenze su questo alimento fondamentale per una sana e corretta alimentazione. Siamo consapevoli di quanto non sia facile il compito che ci siamo assunti ma il senso di responsabilità da leader di categoria, come è Parmalat in Italia e in altri Paesi del mondo, ci spinge a continuare ad impegnarci nel sostenere e promuovere il consumo del latte. Purtroppo oggi assistiamo ad una riduzione dei consumi di latte dovuta all abbandono di questo alimento da parte della popolazione più giovane, dei ragazzi, ma anche all esistenza di pregiudizi spesso non giustificati come, ad esempio, quello relativo all intolleranza al lattosio, una diagnosi spesso imprecisa ed abusata con troppa facilità senza elementi effettivi di conoscenza. Inoltre, in un contesto come quello attuale di perdurante crisi, è utile ricordare che il latte è la fonte più economica di proteine, calcio, fosforo e di alcune vitamine, in confronto ad altri alimenti di origine animale, come carne e uova. Il Convegno Il Latte Oggi: un Alimento per il Movimento è l occasione per approfondire un tema di interesse ancor più ampio di quelli svolti in passato in quanto tocca una quota importante della popolazione e cioè quella di coloro che praticano esercizio fisico a tutti i livelli. L obiettivo del Convegno è stato quello di affermare che latte ed attività fisica sono un binomio vincente nella vita quotidiana come dimostrano le ultime evidenze scientifiche e le testimonianze di grandi sportivi. Antonio Vanoli Direttore Generale per le Attività Operative Gruppo Parmalat 5

6

7 Saluti e presentazione Antonio Vanoli, Direttore Generale per le Attività Operative, Gruppo Parmalat Il Latte fa bene, il Latte conviene a tutte le età. Fotogramma tratto dall episodio del film Boccaccio 70 del 1962 girato da Federico Fellini Signore e Signori buongiorno, siamo oggi qui riuniti per dare un senso scientifico all esortazione tratta dalle immagini che avete appena visto. Dopo questo attacco un po amarcord, un po leggero, entriamo nel vivo di questa giornata; quindi grazie a tutti quanti voi per aver accolto l invito, che vi ho rivolto a nome di Parmalat, a partecipare a questa mezza giornata di riflessioni sul latte; grazie ovviamente al Coni ed al suo presidente Giovanni Malagò, per averci dato l uso di questa prestigiosissima sala. Speriamo che il Presidente abbia il tempo di intervenire per rivolgerci un saluto, anche breve; grazie alla struttura del Coni, che ci ha assistito nell organizzazione ed in particolare al dottor Cherubini, che ha pazientemente accolto le nostre richieste, e grazie ovviamente ai relatori, ai partecipanti alla tavola rotonda, ed ai nostri testimonial. Perché oggi ci troviamo proprio qui? Ovviamente la scelta del Coni come sede del nostro terzo convegno non è casuale. Nei primi due convegni abbiamo trattato del latte come elemento che aiuta nella prevenzione di molte patologie; oggi invece vogliamo parlare del latte quale alimento che aiuta 7

8 nel recupero dall esercizio fisico. Intendiamo perciò rivolgerci a tutti coloro che, in maniera più o meno regolare, svolgono un attività fisica, e quindi non soltanto agli sportivi che fanno agonismo ma soprattutto a coloro che hanno beneficio e piacere a mantenere in esercizio il proprio fisico e che rappresentano una quota importante e crescente della nostra popolazione, come si può vedere da alcuni dati contenuti in questa tabella. In Italia nel 2012 praticavano una qualche forma di attività fisica ben 35 milioni di persone; è una quantità crescente, che negli ultimi dieci anni è passata da 32,6 milioni appunto a 35,4 milioni e la cosa importante è che coloro che fanno attività fisica in maniera continuativa, in maniera impegnata, che siano o non siano tesserati per qualche federazione sportiva, sono ben 12 milioni. Si assiste quindi ad una democratizzazione dell attività fisica perché il fenomeno coinvolge trasversalmente tutta la popolazione, a prescindere dalla condizione socio-economica, dall età e dal sesso. Perché Parmalat si impegna nel divulgare le qualità del latte? Molto semplicemente perché Parmalat è leader di questa categoria in Italia e in molti altri paesi del mondo. 8

9 La Parmalat di oggi è una multinazionale del settore lattiero-caseario che fattura circa 5,2 miliardi di euro, è presente direttamente in 19 paesi con 70 stabilimenti e impiega circa 16 mila addetti. È una Società quotata alla Borsa di Milano e da giugno 2011 è posseduta per l 84% dal gruppo Lactalis, un grande gruppo nel settore lattiero-caseario, uno dei più grandi al mondo che operava già in Italia con i marchi Galbani, Invernizzi, Locatelli, Vallelata. È un onere del leader di categoria non spingere soltanto la domanda dei propri prodotti, ma anche promuovere i consumi di un alimento come il latte del quale scopriamo ogni giorno le virtù. Ciò è tanto più vero in un settore come quello del latte dove si spende quasi nulla in investimenti pubblicitari. C è un paradosso: parlano di latte e pubblicizzano il latte più le aziende che non lo vendono e producono che quelle che vendono e producono latte. Faccio l esempio di aziende come la Ferrero o la Barilla o la Nestlè, che si appropriano del latte come ingrediente per esaltare la qualità dei propri prodotti. Questo perché? La risposta è molto semplice: perché operano in settori con margini molto elevati che quindi consentono un sostegno pubblicitario importante. Nel latte, come sappiamo, specie di questi tempi, i margini sono molto molto bassi e quindi ciò va a detrimento del sostegno dei consumi. Ma c è infine un altro motivo che porta Parmalat ad interessarsi allo sport, al movimento e che è un po nel DNA di quest azienda. Parmalat negli anni ha associato i propri brand al mondo dello sport; quella di Parmalat è una storia intensa e appassionata e vediamo insieme alcuni elementi di questo fil rouge che viene da lontano. 9

10 Parmalat e lo Sport: una passione irrefrenabile da oltre 40 anni 10

11 Vedo che nel frattempo è arrivato il Presidente del Coni, il dottor Giovanni Malagò, al quale chiederei se può indirizzarci un saluto. Giovanni Malagò, Presidente Coni Buongiorno a tutti. Ho sentito l amico Antonio ringraziare il Coni per aver messo a disposizione questa sala. Forse è stata una scelta coraggiosa, sicuramente diversa e innovativa, ma io penso che siamo noi, io ed il Comitato olimpico, a dover ringraziare lui e tutte le persone che hanno promosso questo incontro. Perché dico questo? Perché sono fermamente convinto che lo sport non può e non deve essere isolato, soprattutto nei tempi che viviamo, con il contesto congiunturale di oggi, che non riguarda solo il nostro Paese. Di conseguenza dobbiamo andare a braccetto con quelli che sono i nostri compagni di viaggio ideali, innanzitutto la scuola. E lo Stato che ovviamente si occupa della scuola; però noi ci teniamo a fare la nostra parte e la vogliamo fare sempre con maggior impegno, tanto che spesso si confondono anche i ruoli agli occhi dell opinione pubblica. E poi il turismo. Sono tornato l altro ieri dalla Sardegna, dalla finale della Fed Cup, e in quell occasione ho lanciato una provocazione, perché erano presenti il Presidente della Regione e tutti i Presidenti delle Federazioni. Ho detto: a mio parere, in Sardegna, anzi direi a livello Nazionale, a livello di esecutivo di Governo, si dovrebbe istituire un Ministero con portafoglio Sport e Turismo. Il mondo dello sport può fare sinergie con moltissime altre competenze, come possono essere gli affari regionali, come possono essere le pari opportunità, come può essere il mondo dei giovani, ecc... E poi grandi sinergie e collaborazioni possono sorgere con il mondo della scienza e della medicina. E mi rivolgo ora a Maurizio Casasco, Presidente della Federazione Medici Sportivi e agli altri amici e colleghi Presidenti quali Giuseppe Abbagnale, Carlo Magri e Davide Tizzano. Anche un bambino può comprendere le opportunità e i vantaggi reciproci che derivano dalla condivisione di competenze e know how. Per quanto ci riguarda, possiamo mettere a disposizione la nostra forza, i numeri impressionanti dello sport: 35 milioni di persone praticanti, più di 4,5 milioni di tesserati, 95 mila Società riconosciute. Quest insieme si può unire con il mondo della medicina, e quando dico medicina intendo dire anche scienza, e quando dico scienza intendo dire anche alimentazione. Gent.li signori e signore, questo è il futuro! Poi possiamo parlare a lungo di glutine così come di proteine, di vitamine, di integratori, di latte. Però si può fare molto, si può ottenere molto solo se lavorano insieme, soprattutto si può dare valore aggiunto, se uniamo il mondo dello sport con altre competenze! Il filmato appena visto fa capire come questa grande Azienda che oggi ospitiamo è Leader di mercato perché ha una posizione che ha guadagnato, che ha meritato; ma bisogna anche dirle grazie perché ha abbinato il suo nome a tantissime imprese e successi sportivi che hanno caratterizzato addirittura epoche intere e in modo multidisciplinare: sci, automobilismo, pallavolo, calcio. Anche su questo 11

12 bisogna far riflettere, anche per questo occorre dirle complimenti! Io spero che questa non resti un iniziativa isolata vedo l amico Bianchi del Triathlon, vedo la grande Fiona, nostro membro di giunta, vedo Lello Leonardo, pluricampione presente nel Consiglio Nazionale, vedo Mauro Berruto. Un parterre de rois straordinario, quindi il nostro mondo è molto rappresentato. Il mio auspicio, il mio augurio, e diciamo, anche il mio desiderio è che, in questo luogo, comunque nel mondo dello sport, questo tipo di iniziative non rappresentino più un eccezione ma diventino eventi molto frequenti. Grazie a tutti. Antonio Vanoli Grazie Giovanni, grazie ancora per la tua disponibilità e per il tuo saluto. Vedo che nel frattempo hanno preso posto al tavolo dei relatori i professori Maurizio Casasco e Andrea Ghiselli, ai quali lascio volentieri la conduzione della sessione scientifica e auguro a tutti buon ascolto. Grazie. 12

13 Sessione Scientifica conducono Andrea Ghiselli e Maurizio Casasco 13

14 Maurizio Casasco Buongiorno a tutti. Benvenuti nel salone d onore del Coni, dopo il saluto del Presidente che credo non sia stato solo un saluto, ma sia stato anche una breve sintesi di una visione a 360 di come il nuovo Coni voglia interpretare la sua attività, la sua missione. Il Presidente ha parlato di sport e turismo, di scuola, di salute come sistema integrato e quindi ha dato proprio un significato importante a questo nuovo corso che ha voluto intraprendere fin dal suo primo insediamento. Credo che sia doveroso un saluto al Generale Comandante dei NAS, che ci onora della sua presenza, Cosimo Piccinno. Un sentito grazie non solamente alla persona, ma a tutta l attività che il nucleo dei carabinieri sta facendo per la tutela della salute. Invito cortesemente il Generale per un breve saluto. Grazie. Generale Cosimo Piccinno Non sono assolutamente preparato a parlare però devo ringraziare Maurizio Casasco, il Coni ed il suo Presidente e Parmalat per aver organizzato questo convegno, perché come voi sapete i NAS si interessano da cinquant anni alla salute, ma anche e soprattutto alla salute degli sportivi. Sono onorato delle parole del professor Casasco, non per quello che ho fatto io, ma per quello che fanno i miei uomini a favore della salute, così come previsto all articolo 32 della Costituzione. È un occasione per ribadire un concetto molto importante, poichè credo che in questa sala siano presenti molti sportivi: fare attenzione a Internet, attenzione a quello che viene venduto tramite Internet, meglio bere, e così concludo, mezzo litro di latte a sera che comprare qualcosa in Internet. Lascio la parola ai professionisti. Maurizio Casasco Grazie Generale, perché in poche parole ha presentato in sintesi tutta l attività che i NAS quotidianamente, giorno e notte, stanno facendo per la salute non solo degli sportivi, ma anche per quella di tutta la popolazione e dei nostri ragazzi. Quindi a nome della Federazione del Coni e di tutti noi dico sinceramente grazie a tutto il corpo dei NAS. Andrea Ghiselli Signori e signore buongiorno. Ho il piacere di chiamare al tavolo dei relatori il prof. Pierpaolo De Feo, il dottor Julien Louis, il professor Michelangelo Giampietro. 14

15 Sessione Scientifica Introduzione Andrea Ghiselli Il Latte Oggi 15

16 Maurizio Casasco Passo la parola ad Andrea Ghiselli, nutrizionista di CRA-NUT che tutti i giorni, per il suo tipo di lavoro, risponde alle domande del consumatore sui problemi dell alimentazione. Sicuramente molte di queste riguardano il latte, per cui a te Andrea il compito di fare il punto sullo stato dell arte e sulle più recenti evidenze scientifiche di questo alimento. Andrea Ghiselli Grazie prof. Casasco per la presentazione, grazie a Parmalat per l invito. In questa mia breve introduzione sul valore nutrizionale e salutistico del latte e sulle più recenti conoscenze, cercherò di focalizzare alcuni concetti di particolare rilievo, Parlando di latte dobbiamo innanzitutto dare uno sguardo alla situazione attuale dei consumi. Ne consumiamo poco più di 100 grammi pro capite come media nazionale. I numeri riportati sulle barre rappresentano la percentuale dei consumatori sul campione, per cui il 98% del campione dei bambini consuma latte: ovviamente la % dei bambini che beve latte è molto elevata ma si riduce con l avvicinarsi all età adulta. Nella fascia dell anziano, probabilmente per tradizione, la % dei consumatori è leggermente più elevata rispetto a quella dell adulto. Anche la quantità consumata 16

17 dai bambini è più elevata rispetto a quella dell adulto. Quindi siamo una Nazione che consuma poco latte. Il latte è l alimento presente nella dieta dell uomo da migliaia di anni e che ancora oggi continua ad essere oggetto di ricerche e a suscitare l interesse di studioso di tutte le discipline medico-scientifiche. Il latte Oggi è il titolo di 2 convegni organizzati da Sapienza Università di Roma e dall Università Federico II di Napoli, in collaborazione con Parmalat, per divulgare le più recenti conoscenze in materia. Il latte è un alimento estremamente ricco di nutrienti, sicuramente le proteine, i grassi e i carboidrati e il calcio, sono gli elementi a cui si associa un concetto di nutrizione e importanza per la salute: e del resto, agli italiani, più del 50% dell apporto di calcio viene fornito dal latte. 17

18 Per la sua importanza in un alimentazione equilibrata, è raccomandato dalle Linee Guida alimentari di tutti i Paesi e trova spazio ovviamente nella Piramide alimentare della dieta mediterranea dove, insieme ai suoi derivati, ne viene consigliato un consumo giornaliero di 2-3 porzioni. 18

19 Nel percorso di crescita che porta il bambino a diventare adulto le abitudini alimentari hanno un importanza fondamentale. Ad esempio l abitudine a non fare la colazione è sicuramente un elemento che è direttamente correlato al sovrappeso e gli studi che lo dimostrano sono molteplici. Nei bambini la colazione dovrebbe arrivare a coprire circa il 20%, (15-20%) delle chilocalorie della giornata. Indispensabile quindi rimarcare come primo punto l importanza dell abitudine a fare una buona colazione, e, come secondo, di fare una colazione in cui sia presente il latte. Il latte, come tutti sappiamo rappresenta una fonte di calcio importante. Il picco di massa ossea, cioè il picco di massima quantità di calcio nell osso, si forma in particolare verso i vent anni, tanto è vero che in età pediatrica è consigliabile aumentare proprio l apporto di quegli alimenti che siano fonte di calcio. Fino ai anni siamo in una fase di acquisizione di calcio ; il periodo fra i 30 e i 40 anni o fra i 20 e i 40, a seconda di quando è iniziata la pubertà, è il periodo di stabilità ed il periodo successivo è quello in cui non possiamo che perderlo. Questo è un dato che ha portato a definire l osteoporosi una malattia pediatrica, perché tutto ciò che interferisce nell età pediatrica e della crescita con l acquisizione di un picco di massa ossea adeguato, cioè con la realizzazione della solidità dello scheletro, condizionerà il futuro di quell individuo. 19

20 Il latte è di gran lunga più complesso di quanto appare dalle indicazioni riportate in etichetta, in quanto costituisce un vero e proprio mare di macro- e micro-nutrienti che svolgono o possono svolgere funzioni biologiche ben definite. Queste molecole bioattive appartengono alla frazione lipidica, glicidica, proteica, vitaminica, etc... C è dunque una consistente parte sommersa, non immediatamente palese ad un analisi grossolana delle componenti; è un fluido biologico, dotato di proprietà che vanno ben oltre le proprietà nutrizionali e includono attività salutistiche, grazie alla presenza di diverse componenti bioattive. 20

21 Il consumo di latte è associato a una serie di effetti benefici per la salute, che vanno dalla salute dei denti e dell osso, alla protezione nei confronti dell obesità, della pressione arteriosa, del cancro, delle malattie cardiovascolari, dell insulinoresistenza, della sindrome metabolica e diabete di tipo 2. Il latte è ottimo anche per l idratazione e la reidratazione dello sportivo. Quand ero giovane e andavo a giocare a calcio, alla fine della partita ci fornivano confezioni di latte da mezzo litro (i vecchi tetraedri tetrapack) che rappresentava il nostro reintegro di liquidi, energie e minerali dopo una partita di calcio. E infine il latte aiuta a mantenere corrette abitudini alimentari: chi consuma latte generalmente ha abitudini alimentari più corrette rispetto agli altri. 21

22 Un problema che può condizionare il consumo di latte è l intolleranza al lattosio, ovvero la maldigestione del lattosio, dovuta alla diminuita attività dell enzima lattasi deputato a scindere il lattosio nei suoi due zuccheri semplici glucosio e galattosio, facilmente assorbibili. E vero che i soggetti intolleranti al lattosio, purtroppo, incontrano dei problemi nell assunzione di latte, tuttavia occorre distinguere tra i coloro che credono dinessere intolleranti e chi lo è veramente, che sono in numero veramente ridotto rispetto ai primi. Esperimenti in doppio cieci dimostrano che il numero delle persone veramente intolleranti è molto ridotto e che comunque anche un intollerante può consumare senza sintomatologiai piccole quantità di latte frazionato durante la giornata soprattutto se sccompagnato da un pasto adeguato e abituare la flora batterica intestinale a predisporsi per la digestione di lattosio. Inoltre esistono sul mercato i così detti latti ad alta digeribilità, ovvero latti naturalmente predigeriti dall industria che, grazie all aggiunta dell enzima lattasi (lo stesso presente nel nostro intestino, facilitano il compito al nostro organismo e consentono a tutti di assumere il latte, apptofittando dei benefici e senza incorrere in fastidiosi inconvenienti. 22

23 Sessione Scientifica Pierpaolo De Feo I benefici dell esercizio fisico e l utilizzazione dei substrati energetici per la contrazione muscolare 23

24 Andrea Ghiselli Ora ho il piacere di introdurre Pierpaolo De Feo, direttore dell Healthy Lifestyle Institute dell Università di Perugia ed è non solo il direttore, ma credo anche il promotore, di CURIAMO, il Centro Universitario di Ricerca Interdipartimentale dell Attività Motoria. È professore associato di Endocrinologia a Perugia. A lui la parola per presentare i Benefici dell esercizio fisico e l utilizzazione dei substrati energetici della contrazione muscolare. Pierpaolo De Feo Ringrazio gli organizzatori per avermi invitato a presentare questa relazione che ben si sposa con quanto abbiamo sentito precedentemente sul rapporto latte e movimento e sull importanze di consumare latte quando si fa attività fisica. Il significato della mia relazione è quello di spiegare perché è importante fare esercizio fisico e quali sono i substrati che vengono utilizzati per la contrazione muscolare. L importanza dell esercizio lo possiamo capire se facciamo un salto di 7-8 milioni di anni indietro nel tempo. Appare evidente che l esercizio fisico era fondamentale per la sopravvivenza dei nostri antenati. Era talmente fondamentale che ci siamo attrezzati, proprio dal punto di vista genetico, per rispondere a due esigenze; la prima, quella di un attività fisica rapida per gestire le situazioni di fuga o 24

25 attacco, la seconda, quella per un attività fisica sostenuta nel tempo, per trovare cibo, per trovare riparo e così via per le migrazioni Il nostro organismo è strutturato con fibre muscolari che devono rispondere a queste due esigenze: le fibre muscolari bianche, che servono per la contrazione rapida e immediata e le fibre muscolari rosse, che servono invece per gli spostamenti, per attività di lunga durata. Queste fibre muscolari si contraggono perché c è un energia che è fornita da un anello terminale che si chiama adenosintrifosfato (ATP), 25

26 si tratta di una piccola molecola che, cedendo fosforo, consente appunto la contrazione muscolare. Questo ATP ha una vita molto breve, la sua emivita è inferiore al secondo, per cui è necessario rinnovarlo in maniera continua, tanto che solo a riposo si cambiano ogni ora circa 1,6 kg di queste molecole, che quindi vengono distrutte e rifatte. Ma durante l esercizio fisico c è bisogno di una grande quantità di energia: nell esercizio intenso, per le persone di 70 kg, sono richiesti circa 30 kg di energia sotto forma di ATP! Questo lascia immaginare quanto deve essere sofisticato il sistema dal punto di vista metabolico, ormonale, cardio-respiratorio, vascolare per assicurare questa formazione di energia. I sistemi energetici che abbiamo a disposizione nel muscolo sono essenzialmente deputati a quelle due attività che abbiamo visto prima, 26

27 quindi abbiamo un sistema che serve per le contrazioni rapide. Nel muscolo abbiamo delle riserve di fosfocreatina che servono proprio per i gesti di brevissima durata, 3-4 secondi, poi sono fonti che si esauriscono, e la glicolisi anaerobia, che consente la produzione di ATP in assenza di ossigeno. Questa riesce a far fronte al primo minuto di attività; se andiamo oltre è necessario per forza ricorrere alla fosforilazione ossidativa dei substrati energetici, processo sempre per la produzione di energia sotto forma di ATP, che utilizziamo per la contrazione lenta e sostenuta; questa fosforilazione ossidativa avviene all interno della cellula in organelli che si chiamano mitocondri, che vedete lì rappresentati, in questa bella immagine della cellula tridimensionale, in verde: questi mitocondri hanno delle sottili creste e su queste creste si svolgono i processi attraverso cui i substrati energetici, che sono i carboidrati, i lipidi e le proteine, vengono completamente degradati fino ad acqua e anidride carbonica e cedono quindi la loro energia sotto forma di ATP. Di questi substrati energetici, in realtà, quelli che vengono essenzialmente utilizzati durante l esercizio fisico sono i carboidrati e i lipidi: è l intensità dell esercizio fisico che regola la loro utilizzazione. Come appare da questo classico studio 27

28 a intensità moderate 40-60% della capacità aerobica massima vengono utilizzati in maniera quasi uguale i grassi, i lipidi acidi grassi liberi e il glucosio per assicurare la contrazione muscolare. Se aumenta però l intensità e andiamo quindi a intensità sub-massimali e massimali, vedete che l utilizzazione dei lipidi cala drasticamente e aumenta moltissimo invece l utilizzazione dei carboidrati. Questo perché, a parità di consumo di ossigeno, i carboidrati producono più ATP rispetto i lipidi, quindi, diciamo, sono i substrati di eccellenza quando c è il massimo della richiesta energetica. Se vogliamo quindi immaginare, per esempio, un attività fisica fatta per ridurre il peso corporeo, per ridurre la massa grassa, è ovvio che bisogna lavorare a dei ritmi che sono nella fascia moderata-intensa, quella cosiddetta della massima ossidazione lipidica: la massima ossidazione lipidica è dipendente dal grado di allenamento del soggetto. Questo è un dato molto importante da considerare perché l allenamento fisico e qui vedete un esempio di uno pseudoatleta, cioè il sottoscritto - 28

29 condiziona la capacità da parte dei mitocondri di bruciare più lipidi rispetto ai carboidrati, quindi aumenta le capacità di resistenza dell individuo. Questo è stato anche documentato in soggetti sedentari e non allenati, facendo due test di consumo di substrati energetici prima e dopo sei settimane di allenamento semplice, un ora di bici al giorno tre volte alla settimana; solo con queste sedute di allenamento si è visto che c è stata una riduzione del 25% della ossidazione dei carboidrati, che quindi è stata sostituita dai lipidi come 29

30 substrato energetico. La chiave di questo sta sempre nei mitocondri, che con l allenamento possono aumentare, addirittura si è visto che dopo sei mesi il loro numero può duplicarsi, perché i mitocondri hanno all interno un DNA. Sono gli unici organelli cellulari provvisti del loro DNA, quindi possono replicarsi, e l esercizio fisico è un potente stimolo per la replicazione dei mitocondri. In soggetti allenati qui vedete alcuni studi che abbiamo prodotto noi 30

31 c è una correlazione tra la quantità di DNA mitocondriale e la capacità aerobica del soggetto, maggiore è la capacità aerobica, maggiore è il patrimonio dei mitocondri e la loro efficienza nel produrre l ATP. In effetti, siamo costruiti come una macchina che è nata per correre e proprio questa capacità dell uomo di correre, anche meglio rispetto ad alcune specie che sono concorrenti in queste attività, tipo, immaginate, il cavallo, ci differenzia e ha consentito alla specie umana di arrivare dove siamo. Un analisi comparativa delle caratteristiche tecniche dell uomo, per esempio rispetto al cavallo, fa vedere un dato interessantissimo: aumentando la velocità di corsa aumenta la nostra efficienza energetica, per cui consumiamo meno ossigeno per km percorso a differenza per esempio di un cavallo che va al trotto. Il motivo di ciò sta nella nostra struttura biomeccanica, che è caratterizzata dalla presenza di un tendine di Achille allungato e di un arco plantare, che consentono quindi durante il gesto atletico della corsa un ritorno elastico che è circa il 50% della spesa iniziale; sta nelle capacità di stabilizzazione del nostro organismo, grazie ai muscoli glutei che servono durante la corsa, alla dissociazione che abbiamo tra la testa e il collo. Questo ci differenzia dai primati nostri progenitori, le scimmie, per cui nella corsa possiamo tenere la testa dritta e ruotare le spalle; sta nella nostra capacità di termo-regolare, con le ghiandole sudoripare, e di sopperire all assenza di importante pelo e nella capacità di ventilare con la bocca oltre che col naso. Tutte queste caratteristiche ci hanno favorito e fanno appunto di noi una macchina d eccellenza per la corsa, soprattutto la corsa di lunga durata. Se andiamo a vedere la scala evolutiva e per darvi l idea di quello che è successo negli ultimi milioni di anni 31

32 andiamo ad accorciare un po il passo, facendo finta che 1000 anni li abbiamo in un ora, allora la nostra storia evolutiva la possiamo riassumere in soli quattro giorni. In questi quattro giorni, l industrializzazione copre solo gli ultimi nove minuti e la tecnologia, l informatica, l epoca che stiamo vivendo adesso, solo gli ultimi 80 secondi. Questo dà l idea del fatto che il nostro patrimonio genetico, che è stato selezionato e si è adattato per alcune esigenze, adesso non ha avuto, nelle attuali situazioni ambientali, il tempo di riadattassi, ci vorranno altri milioni di anni per questo, e quindi nell evoluzione della specie umana che c è stata finora stiamo andando verso, in quella che possiamo definire 32

33 l involuzione della specie, legata all attuale situazione ambientale. Adesso non è più necessario fare esercizio fisico per sopravvivere, questa è un po la sintesi del problema, e passiamo la maggior parte delle nostre ore in uno stato sedentario, come stiamo adesso, seduti. Questa sedentarietà ha un importanza fondamentale dal punto di vista della salute, perché riduce non solo gli anni di vita, ma anche la qualità della vita. Questa è una review, pubblicata lo scorso anno su Lancet, una prestigiosa rivista di medicina che presenta la mappa della sedentarietà e di quanto si riducono gli anni e la qualità della vita delle persone per questo tipo di atteggiamento. Ovviamente la risposta, la conseguenza di questa sedentarietà è l incremento ponderale; 33

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

Sostituisci 1 o 2 dei tre pasti principali giornalieri con altrattanti shake FORMULA 1 PRO

Sostituisci 1 o 2 dei tre pasti principali giornalieri con altrattanti shake FORMULA 1 PRO SOSTITUTO DEL PASTO PER SPORTIVI Prima dell allenamento, scegli una nutrizione che ti dà sicurezza. Nutrizione bilanciata ricca di carboidrati, proteine, vitamine e minerali, Formula 1 Pro è un sostituto

Dettagli

IN CASO DI SPORT SCOPRI PERCHÉ. con i consigli della nutrizionista Elisabetta Orsi, consulente della Nazionale di Calcio Italiana

IN CASO DI SPORT SCOPRI PERCHÉ. con i consigli della nutrizionista Elisabetta Orsi, consulente della Nazionale di Calcio Italiana IN CASO DI SPORT SCOPRI PERCHÉ con i consigli della nutrizionista Elisabetta Orsi, consulente della Nazionale di Calcio Italiana ATTIVITÀ SPORTIVA ENDURANCE ALIMENTAZIONE 2 1 ADEGUATO APPORTO DI TUTTI

Dettagli

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale ALIMENTAZIONE dell ATLETA Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale A CHE SERVE MANGIARE? Gli alimenti ci forniscono l energia per muoverci, per respirare,per il battito cardiaco, per il funzionamento

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport ALIMENTAZIONE E SPORT Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport Argomenti: 1) Il fabbisogno energetico 2) Gli alimenti 3) L acqua 4) Vitamine, sali minerali, integratori 5) La dieta dello sportivo

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

UNITà 7 Alimentazione e salute

UNITà 7 Alimentazione e salute unità Alimentazione e salute I termini e i concetti fondamentali 1 l organismo e l energia Per stabilire i fabbisogni nutrizionali dell organismo umano, bisogna conoscerne la composizione chimica. L organismo

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA Una corretta alimentazione nello sport Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA CARBOIDRATI Sono alla base dell alimentazione costituiscono circa il 50% delle calorie che occorrono ogni giorno POSSIAMO

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

Nutrizione e Sport Piergiorgio Pietta. Verona 15 aprile 2012 IV Congresso Nazionale DMSA

Nutrizione e Sport Piergiorgio Pietta. Verona 15 aprile 2012 IV Congresso Nazionale DMSA Nutrizione e Sport Piergiorgio Pietta Verona 15 aprile 2012 IV Congresso Nazionale DMSA L'alimentazione dello sportivo non è molto diversa dall'alimentazione indicata per la popolazione in generale. Non

Dettagli

Gli integratori: cosa sono e a cosa servono

Gli integratori: cosa sono e a cosa servono Gli integratori: cosa sono e a cosa servono Gli integratori alimentari, nella vita quotidiana, sono prodotti specifici che favoriscono l'assunzione di sostanze quali macronutrienti (carboidrati e proteine)

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi:

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi: Legumi I legumi sono considerati la carne dei poveri per il loro contenuto proteico. Sono utilissimi ai vegetariani e ai vegani (questi, a differenza dei vegetariani, non utilizzano neanche i latticini

Dettagli

Il ruolo della carne nell alimentazione degli anziani

Il ruolo della carne nell alimentazione degli anziani L'organizzazione settoriale dell'economia svizzera della carne Proviande società cooperativa Finkenhubelweg 11 Casella postale CH-3001 Berna +41(0)31 309 41 11 +41(0)31 309 41 99 info@proviande.ch www.carnesvizzera.ch

Dettagli

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE BALLO LATINO AMERICANO CORSA NUOTO FOOTBALL MOUNTAIN BIKE TENNIS BICICLETTA SCIARE CAMMINARE VELOCE ATTIVITA LAVORATIVA 250 CALORIE

Dettagli

ALIMENTAZIONE E FORZA

ALIMENTAZIONE E FORZA Savigliano, 16 aprile 2011 ALIMENTAZIONE E FORZA Enrico Arcelli Facoltà di Scienze Motorie Università degli Studi di Milano Alimentazione e forza Si pensa che più proteine assunte portino a più forza.

Dettagli

EVOLUZIONE ED OBESITA. Dott.ssa D Angelo Angelica

EVOLUZIONE ED OBESITA. Dott.ssa D Angelo Angelica EVOLUZIONE ED OBESITA Dott.ssa D Angelo Angelica Definizione di obesità Per obesità si intende la presenza di un eccesso della massa corporea. Il grado di obesità si misura con l indice di massa corporea

Dettagli

Curve di crescita di alcune razze di cani. Età di raggiungimento delle dimensioni. Crescita

Curve di crescita di alcune razze di cani. Età di raggiungimento delle dimensioni. Crescita I cuccioli hanno un fabbisogno nutrizionale più elevato: non devono solo preoccuparsi del buon funzionamento del loro organismo e di mantenere la giusta temperatura corporea, ma devono anche sviluppare

Dettagli

ACQUA ALCALINA IONIZZATA

ACQUA ALCALINA IONIZZATA Dott.ssa M. Chiara Cuoghi ACQUA ALCALINA IONIZZATA... i benefici: IL CORPO UMANO ADULTO E COSTITUITO AL 70% D ACQUA QUANTA acqua si deve introdurre ogni giorno nel corpo per mantenere un adeguata idratazione?

Dettagli

IL Piccolo Cronista Sportivo

IL Piccolo Cronista Sportivo IL Piccolo Cronista Sportivo Stagione Sportiva 2014-2015 Asp.Scuola calcio Qualificata EDIZIONE SPECIALE SULL INCONTRO DEL 10.11.2014 SUL TEMA: L Educazione alimentare per la salute e lo sport Piccoli

Dettagli

SCHEDA 4. Quarto Congresso Internazionale su Attività fisica, Invecchiamento e Sport Heidelberg, Germania, agosto 1996

SCHEDA 4. Quarto Congresso Internazionale su Attività fisica, Invecchiamento e Sport Heidelberg, Germania, agosto 1996 SCHEDA 4 Le Linee guida di Heidelberg per la promozione dell attività fisica per le persone anziane (The Heidelberg Guidelines for promoting physical activity among older persons) Quarto Congresso Internazionale

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Carboidrati circa 55-60% dell'introito calorico giornaliero

Carboidrati circa 55-60% dell'introito calorico giornaliero Qualunque cibo introdotto nel corpo umano viene trasformato, tramite reazioni chimiche, nei suoi costituenti elementari che sono proteine, lipidi, carboidrati, vitamine, minerali e acqua, perché è solo

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

la digestione, l assorbimento, l alimentazione

la digestione, l assorbimento, l alimentazione la digestione, l assorbimento, l alimentazione 1 LA DIGESTIONE Digestione meccanica, il cibo è macinato, rimescolato e insalivato Digestione chimica, il cibo è scomposto in sostanze più semplici dall azione

Dettagli

INTEGRATORI LIFECODE A SUPPORTO DEGLI SPORT DI ENDURANCE (Ciclismo, Nuoto e Corsa sulle medie/lunghe distanze, Triathlon, Escursionismo)

INTEGRATORI LIFECODE A SUPPORTO DEGLI SPORT DI ENDURANCE (Ciclismo, Nuoto e Corsa sulle medie/lunghe distanze, Triathlon, Escursionismo) INTEGRATORI LIFECODE A SUPPORTO DEGLI SPORT DI ENDURANCE (Ciclismo, Nuoto e Corsa sulle medie/lunghe distanze, Triathlon, Escursionismo) Lifecode è un azienda italiana che produce integratori di qualità,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA: NUTRIZIONE E BENESSERE A cura di www.integratorinutrizionali.it - infoline: 347 3712411

RASSEGNA STAMPA: NUTRIZIONE E BENESSERE A cura di www.integratorinutrizionali.it - infoline: 347 3712411 NUTRIZIONE CELLULARE: QUELLO CHE IL TUO MEDICO DEVE SAPERE Parla il Dr. David B. Katzin, M.D., Ph.D. specialista in Scienza della Nutrizione, Fisiologia, Cardiovascolare e Medicina interna (...) Io sono

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

Con noi arrivi PRIMO Nello Sport e nella Vita!

Con noi arrivi PRIMO Nello Sport e nella Vita! Opuscolo informativo per ottenere il benessere psicofisico degli sportivi, professionisti e amatoriali. Con noi arrivi PRIMO Nello Sport e nella Vita! Energy & Mental Coaching Nutrizione Sportiva Raggiungi

Dettagli

www.dietahl.com Distributore Herbalife Benessere e Salute da Famiglia a Famiglia

www.dietahl.com Distributore Herbalife Benessere e Salute da Famiglia a Famiglia www.dietahl.com Distributore Herbalife Benessere e Salute da Famiglia a Famiglia Ciao! Sono Nella Cortese di www.dietahl.com, distributore Herbalife. In questo piccolo documento voglio spiegarti come usare

Dettagli

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI!

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! Paese, 13 marzo 2013 dott.ssa Laura Martinelli dietista sportiva www.alimentazionesportivamartinelli.com ARGOMENTI L alimentazione dei bambini in Italia Elementi di dietetica

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

COLAZIONE & BENESSERE.

COLAZIONE & BENESSERE. COLAZIONE & BENESSERE. IL BUONGIORNO SI VEDE DALLA PRIMA COLAZIONE. ORE 7, SUONA LA SVEGLIA: TI ALZI, FAI LA DOCCIA, PRENDI UN CAFFÈ AL VOLO, TI VESTI ED ESCI DI CASA DI CORSA. FORSE NON LO SAI, MA STAI

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA Questo opuscolo è stato creato per dare delle reali risposte ai tipici luoghi comuni riguardanti l' alimentazione e le possibili cause dell'

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista ALIMENTAZIONE E SALUTE Dott.ssa Ersilia Palombi Medico Nutrizionista Alimentarsi bene e nutrirsi bene: non sempre i due comportamenti corrispondono, infatti il segnale fisiologico dell appetito da solo

Dettagli

Mangia le mandorle. Vuoi restare in forma? Nuova scoperta. Viaggio tra salute e alimenti Che benessere dalla frutta! Problema acne Cause e cure

Mangia le mandorle. Vuoi restare in forma? Nuova scoperta. Viaggio tra salute e alimenti Che benessere dalla frutta! Problema acne Cause e cure Anno IX - Numero 10 - Novembre 2013 Nuova scoperta Vuoi restare in forma? Mangia le mandorle www.azsalute.it facebook.com/azsalute Viaggio tra salute e alimenti Che benessere dalla frutta! L inganno del

Dettagli

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti L ALFABETO DELLA CORRETTA NUTRIZIONE Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti delle membrane cellulari hanno destato negli ultimi anni maggior interesse. E ormai

Dettagli

APPUNTI SINTETICI DI TEORIA

APPUNTI SINTETICI DI TEORIA APPUNTI SINTETICI DI TEORIA In ogni attività fisica o sportiva vi sono varie modalità per produrre l energia necessaria alla contrazione muscolare; inoltre, a seconda del tipo di gesto compiuto, variano

Dettagli

COLAZIONE & BENESSERE.

COLAZIONE & BENESSERE. COLAZIONE & BENESSERE. IL BUONGIORNO SI VEDE DALLA PRIMA COLAZIONE. ORE 7, SUONA LA SVEGLIA: TI ALZI, FAI LA DOCCIA, PRENDI UN CAFFÈ AL VOLO, TI VESTI ED ESCI DI CASA DI CORSA. FORSE NON LO SAI, MA STAI

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

Corso Preparatori Atletici Professionisti 2007. Adattamento aerobico. Simone Germano

Corso Preparatori Atletici Professionisti 2007. Adattamento aerobico. Simone Germano Corso Preparatori Atletici Professionisti 2007 Adattamento aerobico Simone Germano Adattamento aerobico Alcune precisazioni. Capacità aerobica: E la capacità di sopportare il più a lungo possibile uno

Dettagli

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE Il nuoto è una disciplina sportiva di tipo aerobico-anaerobico misto in cui sono coinvolti principalmente i CARBOIDRATI per soddisfare il fabbisogno energetico. Devono essere

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

DA MADRE. Èla madre che -

DA MADRE. Èla madre che - DA MADRE a figlio 2 Èla madre che - durante la gravidanza e l allattamento - dona al figlio tutto il calcio necessario a formare lo scheletro. Durante la gravidanza, soprattutto nel terzo trimestre, il

Dettagli

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 DOCENTE: Madaschi Rossana Dietista e Docente di Scienza dell Alimentazione MATERIE: Dietologia - Scienza dell Alimentazione CLASSE:

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L uomo è ciò che mangia Ippocrate 400 a.c. Una sana e adeguata alimentazione

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi.

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. Perché mangiamo L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. L energia è necessaria per ogni attività del nostro corpo:

Dettagli

Un problema di cuore.

Un problema di cuore. Le malattie cardiovascolari nella donna Le malattie cardiovascolari nella donna Opuscolo redatto da Maria Lorenza Muiesan* e Maria Vittoria Pitzalis*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*,

Dettagli

INFORMAZIONE PROMOZIONALE

INFORMAZIONE PROMOZIONALE All the Whey Protein Powder All the Whey Protein Powder è la base ideale per un integratore di pasto povero di calorie e ricco di nutrienti o come integratore alimentare. Ogni porzione di All the Whey

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SPORT I nutrienti giusti nei tempi giusti e perché! CORTISOLO (Abstract della presentazione alla scuola di allenatori. Riccione 2010. Relatore Prof. Angelo Pulcini) ---------------------------------------------

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

CHE COSA SI INTENDE PER "ATTIVITÀ FISICA"?

CHE COSA SI INTENDE PER ATTIVITÀ FISICA? LA SALUTE La salute viene definita dall'o.m.s. come "uno stato di equilibrio bio-chimico, psico-fisico ed affettivo-relazionale". Quando tutte queste componenti sono in equilibrio, allora si può affermare

Dettagli

Herbalife24 è una soluzione completa per lo sportivo, ideata per soddisfare le esigenze dell'atleta 24 ore su 24. Il prodotto base della linea

Herbalife24 è una soluzione completa per lo sportivo, ideata per soddisfare le esigenze dell'atleta 24 ore su 24. Il prodotto base della linea Herbalife24 è una linea completa di nutrizione per lo sport rivolta a tutti: da chi pratica saltuariamente jogging, a chi si reca ogni giorno in palestra, all atleta professionista - Herbalife24 ti offre

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE. Cibo e Salute: Giornata di prevenzione dell Osteoporosi della CRI.

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE. Cibo e Salute: Giornata di prevenzione dell Osteoporosi della CRI. CROCE ROSSA ITALIANA SCHEDA DI APPROFONDIMENTO Il Consigliere del Presidente Nazionale Prof. Giuliano Da Villa Cell. 3355499265 e-mail: ciboesalute@cri.it CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE Cibo e

Dettagli

Presentazione, Francesco Totti Prefazione alla seconda edizione Prefazione alla prima edizione

Presentazione, Francesco Totti Prefazione alla seconda edizione Prefazione alla prima edizione Indice VII Presentazione, Francesco Totti Prefazione alla seconda edizione Prefazione alla prima edizione XIII XV XVII parte prima Alimentazione, benessere e salute 1. Le regole fondamentali 3 Perché bisogna

Dettagli

Due facce della medaglia dello Sport: alimentazione e doping

Due facce della medaglia dello Sport: alimentazione e doping BIELLA, 14 Marzo 2009 Hotel Agorà Via Lamarmora, n. 13 CONVEGNO NAZIONALE U.N.A.S.C.I. Due facce della medaglia dello Sport: alimentazione e doping Moderni orientamenti nell alimentazione dell atleta e

Dettagli

Benvenuti al training sui Prodotti Herbalife

Benvenuti al training sui Prodotti Herbalife Benvenuti al training sui Prodotti Herbalife Raggiungere una nutrizione equilibrata Nutrizione di Base Lascia che la ruota della nutrizione di base ti aiuti Raggiungi e mantieni la tua forma ideale con

Dettagli

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Intorno al concetto del giusto peso si sono formulate tante teorie, a volte vere, altre assolutamente prive di valenza scientifica. Nella grande

Dettagli

3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso. dal risultato straordinario!

3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso. dal risultato straordinario! 3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso dal risultato straordinario! Pasto Sostitutivo Pasto Sostitutivo al delizioso sapore di cioccolato o vaniglia francese.

Dettagli

Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche sulla Nutrizione Umana e i Disturbi del comportamento Alimentare Ambulatorio di Dietologia

Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche sulla Nutrizione Umana e i Disturbi del comportamento Alimentare Ambulatorio di Dietologia Università degli Studi di Pavia Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche sulla Nutrizione Umana e i Disturbi del comportamento Alimentare Ambulatorio di Dietologia Direttore: Prof. Anna Tagliabue

Dettagli

2 CONVEGNO DIABESITA

2 CONVEGNO DIABESITA 2 CONVEGNO DIABESITA La co-morbidità nel paziente con diabesità Dott. Roberto Gualdiero 7 Giugno 2014- CAVA DEI TIRRENI Diabesità è il neologismo coniato dall OMS per sottolineare la stretta associazione

Dettagli

E' arrivata Herbalife24

E' arrivata Herbalife24 E' arrivata Herbalife24 N 3 5 Piuma Road: Malibu, CA 6 Michael O. Johnson Herbalife CEO Sulla maglia, nel corpo! Identità Certificazione Attivazione Herbalife24 filosofia: Completa: 7 prodotti, programma

Dettagli

GLI INTEGRATORI ALIMENTARI NELLA PRATICA SPORTIVA

GLI INTEGRATORI ALIMENTARI NELLA PRATICA SPORTIVA GLI INTEGRATORI ALIMENTARI NELLA PRATICA SPORTIVA INTRODUZIONE Un corretto regime alimentare è in grado di soddisfare il fabbisogno nutrizionale di un individuo sano. Esistono casi in cui è necessario

Dettagli

Corso Sorveglianza e prevenzione della malnutrizione nelle strutture assistenziali per anziani L ATTIVITA FISICA NELL ETA AVANZATA

Corso Sorveglianza e prevenzione della malnutrizione nelle strutture assistenziali per anziani L ATTIVITA FISICA NELL ETA AVANZATA Corso Sorveglianza e prevenzione della malnutrizione nelle strutture assistenziali per anziani L ATTIVITA FISICA NELL ETA AVANZATA GOTTIN Maurizio - Responsabile SSD Medicina Sportiva ASL TO4 Referente

Dettagli

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.»

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.» AZIENDA UNITÁ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta

Dettagli

ALIMENTAZIONE E BENESSERE

ALIMENTAZIONE E BENESSERE NICOLETTA PROIETTI Consulente alimentare DIRETTIVO A.L.B.A. ALIMENTAZIONE E BENESSERE PROGETTO POHEFA Materiale divulgativo incontri ROCCADIMEZZO FOSSA UN ATLETA DI NOME CHARMIS VINCE DELLE GARE IN BASE

Dettagli

SUPPORTO NUTRIZIONALE ALLA PREPARAZIONE ATLETICA Silvia Pogliaghi

SUPPORTO NUTRIZIONALE ALLA PREPARAZIONE ATLETICA Silvia Pogliaghi Seminario sul tema: La Preparazione Fisica nel Rugby: Sport di Accelerazioni Ripetute Federazione Italiana Rugby Centro Studi FIR Lunedì 14 Gennaio 2008, ore 14.30 Facoltà di Scienze Motorie, Verona Università

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 2 Argomento ALIMENTAZIONE BAMBINI 0-3 ANNI Eccoci al secondo appuntamento, dedicato ai più piccoli. Una dieta sana ed equilibrata

Dettagli

Elena Casiraghi: LA FORZA DELLE PROTEINE

Elena Casiraghi: LA FORZA DELLE PROTEINE Elena Casiraghi: LA FORZA DELLE PROTEINE Cosa mangiare e quando farlo se si vuole ottenere il massimo dell'efficacia da un corretto allenamento di forza. Necessità proteica per gli atleti E' ben noto quale

Dettagli

dieta nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona ricerca in campo nutrizionale componenti alimentari nuovi alimenti

dieta  nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona ricerca in campo nutrizionale componenti alimentari nuovi alimenti Lo scopo primario della dieta è fornire nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona. Sono sempre più numerose le prove scientifiche a sostegno dell ipotesi che alcuni alimenti

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

illatte Di che latte sei? DI CHE LATTE SEI?

illatte Di che latte sei? DI CHE LATTE SEI? di chelatte sei? DI CHE LATTE SEI? Di che latte sei? è l opuscolo creato dal Centro Latte Rapallo (Latte Tigullio) con l obiettivo di informare i consumatori sulle peculiarità proprie di ogni latte, aiutandoli

Dettagli

IL LATTE. Le femmine dei mammiferi cominciano a produrre latte al termine della gravidanza in seguito a stimoli neuroendocrini.

IL LATTE. Le femmine dei mammiferi cominciano a produrre latte al termine della gravidanza in seguito a stimoli neuroendocrini. IL LATTE DEFINIZIONE GENERALE Per latte alimentare si intende il prodotto ottenuto dalla mungitura regolare, ininterrotta e completa di animali in buono stato di salute e di nutrizione. Le femmine dei

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

CICLISMO E ALIMENTAZIONE

CICLISMO E ALIMENTAZIONE CICLISMO E ALIMENTAZIONE Il ciclismo su strada o pista e la mountain bike sono sport di endurance caratterizzati da un elevato dispendio energetico. Per questo, l alimentazione e l integrazione, dando

Dettagli

Senza il dolce, il cuore è più leggero.

Senza il dolce, il cuore è più leggero. Il diabete Il diabete Opuscolo redatto da Franco Veglio*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*, appartengono anche i seguenti titoli: Senza il dolce, il cuore è più leggero. L attività fisica

Dettagli

Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della

Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della 1. ACQUA E PESO CORPOREO 36 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente in maggior

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CERA, CIOCCHETTI, PISACANE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CERA, CIOCCHETTI, PISACANE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2290 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI CERA, CIOCCHETTI, PISACANE Istituzione delle figure professionali di esperto in scienze delle

Dettagli

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE Per sentirsi bene e in salute è necessario non solo raggiungere un peso salutare ma è necessario fare anche dei cambiamenti nel proprio stile di vita e nel proprio modo

Dettagli

LE CAUSE DELLA STANCHEZZA MUSCOLARE

LE CAUSE DELLA STANCHEZZA MUSCOLARE LE CAUSE DELLA STANCHEZZA MUSCOLARE Fausto Spagnoli (Unità Endocrino Metabolica) da "SPORT E SALUTE" (Anno II, numero 1 - Gennaio 2005) Molti atleti, professionisti e non, ancora ignorano tutti i fattori

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

CHE COSA E JUICE PLUS+ COMPLETE?

CHE COSA E JUICE PLUS+ COMPLETE? Buongiorno e complimenti per avere scelto Juice Plus+ COMPLETE. Con la tua decisione, hai scelto di essere una persona che può fare la differenza, nella tua vita e in quella dei tuoi cari, dando il tuo

Dettagli

Il Latte La salute in un bicchiere

Il Latte La salute in un bicchiere Il Latte La salute in un bicchiere Il latte presso i vari popoli In ogni angolo del mondo, per i neonati dei mammiferi il latte è il primo ed unico alimento. I vari popoli della terra per assicurare costante

Dettagli

I colori della salute

I colori della salute I colori della salute Trainer Natural e l alimentazione funzionale Il concetto di alimento funzionale è nato in Giappone negli anni 80 dalla necessità delle autorità sanitarie di incrementare l aspettativa

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

1) Alimentazione allenamento: dieta da 2800-3400 calorie (atleta di 70 kg che si allena regolarmente).

1) Alimentazione allenamento: dieta da 2800-3400 calorie (atleta di 70 kg che si allena regolarmente). Alimentazione e Competizione 1) Alimentazione allenamento: dieta da 2800-3400 calorie (atleta di 70 kg che si allena regolarmente). 2) Alimentazione pre-gara Nelle discipline di lunga durata (> 60-90 minuti),

Dettagli

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione PoliCulturaExpoMilano2015 I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione Versione estesa Paolo Paolini, HOC-LAB (DEIB, Politecnico di Milano, IT), da una intervista a Dott.ssa Antonia Trichopoulou

Dettagli

L'aspettativa di vita sana sta crollando in Italia Come invecchiare bene? Prevenzione e segreti

L'aspettativa di vita sana sta crollando in Italia Come invecchiare bene? Prevenzione e segreti Anziani f-+ m gamba L'aspettativa di vita sana sta crollando in Italia Come invecchiare bene? Prevenzione e segreti organizzata dalla Fondazione Veronesi nell 'ambito del programma "The Future qfscience

Dettagli

PROGETTO PIEDIBUS : PUO FUNZIONARE?

PROGETTO PIEDIBUS : PUO FUNZIONARE? http://digilander.libero.it/riminisportmedicina riminisportmedicina@libero.it MEDICINA dello SPORT e PROMOZIONE dell ATTIVITA FISICA PROGETTO PIEDIBUS : PUO FUNZIONARE? dr. Eugenio Albini Tutte le più

Dettagli

CHI PUÒ UTILIZZARE LA BILANCIA IMPEDENZIOMETRICA

CHI PUÒ UTILIZZARE LA BILANCIA IMPEDENZIOMETRICA CHI PUÒ UTILIZZARE LA BILANCIA IMPEDENZIOMETRICA L uso della bilancia impedenziometrica è consigliato ad adulti di età compresa tra 18 e 99 anni. Bambini tra 5 e 17 anni possono utilizzare la bilancia

Dettagli

L ALIMENTAZIONE PRIMA E DURANTE LE ULTRAMARATONE

L ALIMENTAZIONE PRIMA E DURANTE LE ULTRAMARATONE Schio, 14 marzo 2009 L ALIMENTAZIONE PRIMA E DURANTE LE ULTRAMARATONE ENRICO ARCELLI Facoltà di Scienze Motorie Università degli Studi di Milano ALIMENTAZIONE ED ULTRAMARATONE Nelle ultramaratone é importante

Dettagli

COS È E COSA CONTIENE

COS È E COSA CONTIENE SOMMARIO 6 INTRODUZIONE 8 LA STORIA 22 COS È E COSA CONTIENE 50 PER LA SALUTE 80 PER LA BELLEZZA 100 FATTO IN CASA 118 IN CUCINA LO YOGURT INTRODUZIONE Siamo abituati a pensare ai batteri come a nemici

Dettagli

Il formaggio sardo nella Sana Alimentazione Bambino, adulto, anziano, sportivo

Il formaggio sardo nella Sana Alimentazione Bambino, adulto, anziano, sportivo Cagliari, mercoledì 30 novembre 2011 METTI IL FORMAGGIO SARDO NELLA TUA DIETA Il formaggio sardo nella Sana Alimentazione Bambino, adulto, anziano, sportivo Giovanna Maria Ghiani Specialista in Scienza

Dettagli

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti Dietista - Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 La abitudini alimentari della famiglia acquisite nei primi anni di vita

Dettagli

IL BENESSERE CHE NASCE DA UN PRODOTTO SEMPLICE COME IL PANE

IL BENESSERE CHE NASCE DA UN PRODOTTO SEMPLICE COME IL PANE IL BENESSERE CHE NASCE DA UN PRODOTTO SEMPLICE COME IL PANE Nicola Damiano Responsabile Ricerca & Sviluppo Gruppo Novelli Convegno Associazione Giuseppe Dossetti La salute vien mangiando dalla nascita

Dettagli