SIATE CREDIBILI. FATE SEMPRE SEGUIRE I FATTI ALLE PAROLE. INTERVISTA A VINCENZO DI FIORE GRUPPO BURGO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SIATE CREDIBILI. FATE SEMPRE SEGUIRE I FATTI ALLE PAROLE. INTERVISTA A VINCENZO DI FIORE GRUPPO BURGO"

Transcript

1 SIATE CREDIBILI. FATE SEMPRE SEGUIRE I FATTI ALLE PAROLE. INTERVISTA A VINCENZO DI FIORE GRUPPO BURGO a cura di Nicoletta Daminato, Antonio Garganese, Francesca Maggioni, Maria Cristina Masullo (partecipanti alla XVII edizione del Master in Risorse Umane e Organizzazione) Una splendida giornata quasi primaverile sul lago di Garda accompagna la nostra visita allo stabilimento di Toscolano Maderno (Brescia) del Gruppo Burgo, dove il 17 febbraio 2012 incontriamo e conosciamo Vincenzo Di Fiore (HR Mill Manager). Appena arrivati, Di Fiore ci accoglie nel suo ufficio per poi condurci nella sala riunioni. Iniziamo l intervista presentandoci reciprocamente: Vincenzo Di Fiore ci chiede un po di noi, dei nostri studi e dei nostri progetti futuri, ma soprattutto che cosa vorremmo fare e per quale motivo abbiamo scelto il ramo HR. Inoltre, ci chiede informazioni riguardo al master e agli argomenti trattati, sottolineando il fatto che uno dei temi fondamentali da trattare è la sicurezza, come poi ribadirà e spiegherà nell intervista. Da subito appare molto disponibile per incontrare dei giovani e ragionare insieme a loro su quali siano i compiti e le funzioni HR all interno dell azienda, in particolare in uno stabilimento produttivo e non in un azienda di servizi. Ci racconti un po di sé e di come è arrivato a ricoprire questa posizione Un giorno, un amico ingegnere mi chiese come si arriva ad essere la testa di un team di HR: ebbene, non è certo una passione che accompagna un bambino durante la sua crescita, bensì un insieme di circostanze che ci fanno approdare a questo ambito. Le circostanze della vita mi hanno fatto sviluppare quelle che chiamo le mie due vite: La mia attività lavorativa era inizialmente indirizzata verso la psicoanalisi, in coerenza con i miei studi di tipo psicologico. In quel periodo avevo fondato con altri colleghi un associazione di psicologi (Centro per lo Studio della Personalità), nell ambito del quale ho conosciuto un collega che mi ha messo in contatto con l ANCIFAP (Associazione Nazionale Centri IRI Formazione e Addestramento Professionale), dove ho svolto un periodo lavorativo come formatore e scoperto il mondo dell azienda, che ho trovato molto interessante. Ho quindi deciso di lasciare la psicologia clinica (anche per motivi di sostenibilità economica ) e dedicarmi alle Risorse Umane. Tali esperienze hanno fatto in modo che la mia vita professionale fosse segnata da un susseguirsi di opportunità in diverse aziende nell ambito delle gestione delle Risorse Umane. Il mio percorso da HR Manager è iniziato nell Agusta, dove ho trascorso dieci anni ( ), occupandomi prima di organizzazione, poi anche di sviluppo e di relazioni sindacali ed arrivando alla posizione di responsabile del personale di uno stabilimento. Quindi sono passato come HR Plant Manager ad uno stabilimento di produzione vetraria per il mercato automobilistico della PPG (multinazionale statunitense), successivamente ceduto alla multinazionale europea Glaverbel, nel quale mi sono trattenuto dal 1997 al La terza

2 tappa mi ha portato a ricoprire la posizione attuale all interno del Gruppo Burgo, nel quale il mio rapporto iniziò prima nello stabilimento di Duino (Trieste), e successivamente in quelli di Tolmezzo (Udine) e Chiampo (Vicenza), oltre a gestire la funzione di organizzazione e sviluppo per le operations del Gruppo. Infine, oggi mi trovo a Toscolano (Brescia); qui ho ricoperto e ricopro tuttora la funzione di HR Mill Manager. Da sottolineare il fatto che il mio ruolo è quasi sempre stato quello del ristrutturatore e riorganizzatore. Ci può raccontare una sua giornata tipo? La giornata tipo di un HR non esiste; non adagiatevi eccessivamente su un idea di lavoro di tipo statico. Un HR manager è colui che in modo flessibile riesce ad adattarsi ed affrontare quotidianamente le molteplici problematiche che si possono presentare. Quali sono, secondo lei, le maggiori difficoltà del lavoro HR? La struttura aziendale è organizzata per ottenere dei risultati di efficienza. Nel momento in cui questo obiettivo risulta compromesso, spesso è necessario trovare il modo di rimuovere ciò che ostacola il percorso. A tal fine, la funzione della gestione delle Risorse Umane deve riuscire a conciliare due tipologie d approccio: quella soft e quella hard. La parte soft rappresenta lo sviluppo delle relazioni, la comunicazione, la formazione e lo sviluppo professionale delle persone, quella hard è spesso caratterizzata, soprattutto in tempi di crisi come questi, dallo sviluppo delle relazioni industriali e dal riuscire a mantenere la disciplina all interno dell azienda, gestendo, se necessario, anche l interruzione del rapporto lavorativo. Il buon HR manager è colui che riesce a mantenere il giusto equilibrio tra le due parti, tenendo conto delle necessità sia dell impresa che delle persone e della loro sensibilità. Una situazione critica da dover affrontare può essere la fusione tra aziende differenti, come possono essere gestite e come impattano sul personale? In che modo le persone vivono le acquisizioni dipende sia dalla capacità che si dimostra nel gestirle correttamente, che dal contesto, in particolar modo è fondamentale comprendere se ciò comporta o meno un cambiamento nell ambiente lavorativo. Dalle mie diverse esperienze, ho notato delle differenze nel modo di gestire la funzione HR durante le acquisizioni. Ad esempio quando la PPG è stata acquistata da Glaverbel, l acquisizione è stata gestita come una fusione; la funzione Hr si è occupata di stilare un elenco dei punti di forza e dei punti di debolezza di entrambe le aziende, cercando di serbare il meglio delle due aziende. Quindi, si è cercato di mantenere i punti di forza dell azienda in procinto di acquisizione e di sostituirli ai punti di debolezza dell azienda che acquista. La parte più complicata in queste circostanze è convincere ogni persona che non si è più parte della PPG, ma si è Glaverbel: è dunque necessario far accettare il cambiamento. Spesso infatti le persone si identificano fermamente con l azienda tanto da continuare a sentirsi appartenenti all azienda precedente anche quando ormai la gestione è passata ad una successiva. Nel momento in cui gestisci in modo scorretto determinate situazioni si alimenta una scontentezza complessiva, per cui gli acquisiti si sentono colonizzati, mentre coloro che acquistano sono convinti che gli altri siano trattati in modo migliore. Al contrario, e utile sin dall inizio evitare di riferirci ad un noi diverso da un loro, comunicare efficacemente e

3 concedere il medesimo rispetto ad entrambe le parti in causa. In conclusione, l azienda che acquista necessita di comprendere l azienda che sta acquistando, deve possedere le capacità di interfacciarsi con essa, deve conoscere il sistema e prendere quello che c è di buono. E quindi necessario e doveroso mettere insieme le persone. Fondamentale è quindi gestire il personale, cosa significa esattamente? Gestire il personale significa allo stesso tempo sia motivare che disciplinare le persone, in modo da uniformare i comportamenti dei dipendenti alle regole esistenti. La fabbrica è simile ad un microsistema sociale che per funzionare ha bisogno di regole condivise e da rispettare e, come direttore del personale, sei, in questo sistema, sia un poliziotto che un giudice. Fondamentale è anche la formazione e il rafforzamento dei responsabili attraverso il coaching, ad esempio. Inoltre è utile mantenere sempre una sana concretezza delle cose e tenere presente che le persone sono vere ed in carne ed ossa ed hanno il diritto di essere trattate con rispetto in ogni circostanza che ci si ritrova ad affrontare, anche e soprattutto nei casi di riduzione degli organici. Tornando alle fusioni, se le due aziende hanno una diversa modalità di gestione del personale, quale si utilizza? E necessario attuare una scelta riguardo a quale dei due sistemi di gestione utilizzare e poi estenderlo ed applicare il sistema di gestione anche all altra azienda. Ad esempio, nella Burgo la figura del funzionario era intermediaria tra quadro e dirigente; tale figura non esisteva nella Marchi e quando vi è stata la fusione è stato deciso di eliminarla definitivamente. Il problema si è presentato nel momento in cui vi era il bisogno di fare accettare ai funzionari (mantenendo la medesima retribuzione di prima) il fatto che erano formalmente dei quadri. Ciò rappresenta ancora un argomento sensibile per gli exfunzionari. Essere HR in fabbrica, cosa comporta e quali sono i rapporti con la linea produttiva? Essere il Responsabile del Personale di uno stabilimento ha le sue peculiarità, lavorare in uno stabilimento significa essere legato ai tempi della fabbrica, non hai controllo sul tuo tempo, soprattutto in fabbriche come la nostra che sono a ciclo continuo e vi è la necessità di stare dietro ai turni di lavoro e agli uomini della produzione. In particolare hai a che fare con tanti operaiacci (ride affettuosamente n.d.r.) che è necessario gestire, questo significa parlare di meno e agire di più. Nel lavoro in uno stabilimento si ha a che fare con un sistema eterogeneo, ciò comporta dei vincoli in più e ti costringe ad avere una visione a 360 gradi non solo dei vari compiti HR, ma anche della vita della fabbrica e della produzione. Significa, quindi, anche contribuire all ottimizzazione della fabbrica, come è avvenuto nel caso dello stabilimento di Duino (Trieste), in cui abbiamo modificato il processo produttivo passando alla Lean production: abbiamo realizzato una nuova struttura organizzativa, una nuova organizzazione del lavoro, in cui il capo della linea diventa più responsabile seguendo il processo produttivo dall inizio alla fine.

4 Come è necessario comportarsi in situazioni di riduzione dell'organico? Innanzitutto è necessario aver sempre presente che ci si trova di fronte a delle persone che spesso hanno un forte legame con l azienda, in cui hanno passato una buona fetta della loro vita. Quindi è utile parlargli, spiegargli la situazione e comprendere quali possono essere le leve su cui agire per far meglio accettare a loro la dura decisione che stiamo approntando. Nella riduzione dell organico bisogna affrontare dunque, oltre che le tematiche strettamente legate alla gestione pratica delle mobilità, anche questioni di natura puramente personale. Vi faccio l esempio di una situazione che mi diverto a chiamare incentivo all esodo con i boccioni. Ad esempio, quando lavoravo in PPG nello stabilimento di Roccasecca (Frosinone) mi son trovato a dover gestire una riduzione del personale, attraverso una procedura di mobilità rivolta a dipendenti che avrebbero raggiunto nel periodo di mobilità i requisiti per il pensionamento. In questa situazione uno degli operai (un carrellista), che aveva già concordato l uscita con relativo incentivo economico in quanto sarebbe arrivato alla pensione, la sera di uno degli ultimi giorni di lavoro, all inizio del turno, cominciò a dire che aveva cambiato idea e non voleva più lasciare l azienda. Venuto a conoscenza di questa situazione, ho deciso di parlargli personalmente per capire quale era il motivo che lo spingeva a rifiutare l accordo già stabilito. In realtà si trattava di un momento di crisi personale legata al fatto di sentirsi in qualche modo svuotato della sua importanza come lavoratore all interno dell azienda che era diventata negli anni il suo mondo (il problema che chiunque si pone nel momento in cui sta andando in pensione). Dopo un paio d ore di colloquio il dipendente si calmò, e per confermare definitivamente la volontà di andare via mi chiese di consentirgli di portarsi via un po di boccioni dell acqua vuoti. I boccioni erano i serbatoi contenenti l acqua da bere dei distributori che si trovavano nei reparti ed uffici. Erano molto apprezzati dai lavoratori in quanto si trattava di una zona di campagna dove serbatoi come quelli erano utili per diversi fini. All inizio lasciavamo che le persone li portassero via quando si svuotavano, poi avevamo dovuto smettere quando ci accorgemmo che li svuotavano apposta per portarli via. Tornando al nostro lavoratore, ovviamente non erano una decina di serbatoi di plastica a poterlo convincere a lasciare il lavoro, ma attraverso quella richiesta aveva sbloccato una situazione psicologica, ottenendo in qualche modo un qualcosa in più rispetto a quanto già concordato. Vi racconto questo per farvi capire che le resistenze che si possono trovare in un accordo di questo tipo, spesso, non sono di natura contrattuale, ma puramente legate alla sfera umana e personale del singolo lavoratore e vanno affrontate di conseguenza. Situazioni difficili di questo genere coinvolgono anche l attiva presenza dei sindacati, come avvengono le relazioni industriali e, in particolare, le trattative? I rapporti con i sindacati non si riducono alla semplice trattativa, questa è solo la parte conclusiva del rapporto; la trattativa, infatti, rispecchia i rapporti tra le parti che sussistono già prima di sedersi intorno al tavolo. Sia nelle trattative che nei rapporti con i sindacati, in generale, è fondamentale la gestione della comunicazione e, in particolare, la gestione della parola. Infatti è necessario essere consapevoli che queste situazioni comunicative sono diverse da quelle che si affrontano quotidianamente, come ad esempio parlare con i colleghi; la comunicazione richiesta è più strategica: vi sono contenuti che si vuole far passare a tutti e altri che è utile siano colti solo da alcuni partecipanti. Inoltre, è necessario non complicare il discorso, parlare chiaramente in modo da far capire il perché delle misure applicate (come ad esempio nel caso sopracitato della mobilità) e farle accettare.

5 E necessario perseguire gli obiettivi prefissati e per raggiungerli è fondamentale essere preparati e sapere dove si vuole andare, ma soprattutto è necessario saperci arrivare nonostante tutte le deviazioni: si ha un obiettivo da raggiungere e la maggior parte delle volte la strada per ottenerlo non è lineare, è necessario essere flessibili e non perdere mai di vista la meta che ci si prefigge. Ritengo che una delle capacità essenziali è quella di saper interpretare le resistenze che s incontrano, per poter meglio comprendere quali siano le leve giuste da usare per raggiungere l obiettivo. Ha affermato che è molto importante saper interpretare le resistenze, può meglio spiegarci cosa intende? Per farvi comprendere meglio l argomento, vi racconto un episodio che mi è accaduto qualche anno fa, quando abbiamo organizzato un intervento di Development Center per le persone chiave in azienda. I partecipanti hanno dimostrato inizialmente un atteggiamento diffidente e una resistenza ai temi trattati nel corso; siamo andati ad indagare il perché di questo atteggiamento e abbiamo scoperto che, poiché l azienda si trovava ad affrontare una riduzione di organico, molti partecipanti del corso lo avevano interpretato come un occasione per valutarli e decidere chi licenziare, quando invece il nostro scopo era quello di potenziare i talenti. Ogni cosa può avere un significato diverso a seconda del contesto che si sta vivendo; è allora importante saper interpretare le resistenze e affrontarle essendo chiari e credibili. Cosa intende con credibilità? Per essere credibili bisogna assumersi le proprie responsabilità, anche quando non si può o non si vuole decidere autonomamente non bisogna sembrare colui che deve sempre chiedere qualcosa a qualcun altro, è auspicabile rispondere semplicemente con un ci devo pensare e successivamente verificare la tua reale capacità e competenza in quella circostanza. Quindi bisogna avere responsabilità delle proprie decisioni e saper gestire le situazioni, proprio laddove non hai potere decisionale. Infine è fondamentale far sempre seguire i fatti alle parole. Abbiamo discusso di relazioni sindacali, ma le relazioni verso l esterno non sono solo queste, giusto? Quando hai a che fare con le relazioni sindacali, le relazioni esterne, con Confindustria, e con le istituzioni, è necessario ricordarti sempre che rappresenti l azienda sia verso l interno che verso l esterno. Bisogna essere sempre proattivi nel rapportarsi con le più disparate personalità (es. sindaci, consiglieri, presidenti di regioni o province) e stakeholders. A seconda del contesto ambientale in cui l azienda ha luogo ci si trova ad affrontare problematiche sempre differenti. A volte è utile far leva sull importanza economica che ha l azienda per il tessuto economico e sociale, per poter fare pressione sulla politica locale e ottenere ciò che serve per lo sviluppo della stessa

6 Per concludere, ha qualche consiglio utile da fornirci sulle qualità che deve avere un buon HR? In primis è necessario essere persone credibili. In secondo luogo, anche quando si ha a che fare con persone complicate è utile mettersi in campo e gestirle nel migliore dei modi. Inoltre, come vi ho accennato precedentemente, la sicurezza è un tema molto importante anche per il manager delle risorse umane, anche se il ruolo RSPP (Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione dei rischi) dipende solitamente dal direttore di stabilimento. Tuttavia, il problema della sicurezza non riguarda esclusivamente la sua posizione, infatti si può decidere di affrontarlo e gestirlo dall inizio oppure si decide di aspettare che si presenti il problema. Comunque in un modo o nell altro, la salute delle persone è qualcosa che ci si ritrova sul tavolo. Ad esempio, uno dei modi che si sono sperimentati alla Burgo per trattare la sicurezza è stato quello di intraprendere delle iniziative formative, in particolare all interno di un progetto di Change management per tutti i capi, sono stati affrontati gli aspetti comportamentali e di responsabilizzazione sugli infortuni. Più cose sai fare, più servi. Così Vincenzo Di Fiore, Hr manager dalle mille sfaccettature, conclude la sua intervista. Più che una conclusione, la sua è un esortazione ad essere poliedrici e flessibili nel mondo HR: ciò è rappresentato dalla ricchezza di contenuti differenti che traspare sia nella sua formazione che nella sua carriera professionale. Dalle sue parole emerge un secondo consiglio di notevole importanza: la credibilità. Nel mondo del lavoro Hr è fondamentale essere credibili, ma in che modo? Assumendosi la propria parte di responsabilità anche quando non si è completamente indipendenti, non rinviando semplicemente ad un autorità superiore. Un ulteriore aspetto rilevante è rappresentato dalla gestione di persone e cose spiacevoli : il mondo Hr è un mondo costituito non solo da componenti soft come la formazione, lo sviluppo e l organizzazione, ma anche da componenti hard come l essere in grado di licenziare persone. Complessivamente il focus agli obiettivi è l anello che chiude la catena dell intervista e la determinazione e concretezza di Di Fiore emerge chiaramente dal suo monito finale: fate sempre seguire i fatti alle vostre parole. La concretezza dimostrata durante l intervista emerge chiaramente nella sua disponibilità a mostrarci come funziona l azienda in carne ed ossa. Il nostro viaggio nello stabilimento cartario inizia, nel primo pomeriggio, con i depositi di cellulosa; ci poi viene mostrato come funziona l impianto per la depurazione dell acqua. Infatti la posizione dell azienda in riva al lago è strategica, dato il grande quantitativo di acqua che serve per il processo di creazione della carta. Il nostro giro prosegue all interno degli edifici dove sono posizionati i macchinari e si conclude nel laboratorio dove la carta prodotta è testata per verificarne la composizione e confrontarla con la ricetta richiesta dal committente.

CORSO VENDITE LIVELLO BASE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI

CORSO VENDITE LIVELLO BASE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI CORSO VENDITE LIVELLO BASE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1. Vai a visitare un cliente ma non lo chiudi nonostante tu gli abbia fatto una buona offerta. Che cosa fai? Ti consideri causa e guardi

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di Sessione La negoziazione Introduzione INTRODUZIONE Il presente modulo formativo ha lo scopo di aiutare il manager a riesaminare le dinamiche interpersonali e le tecniche che caratterizzano una negoziazione

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

L angolo del personal coaching. Data: 01 Ottobre 2015 Web

L angolo del personal coaching. Data: 01 Ottobre 2015 Web L angolo del personal coaching Data: 01 Ottobre 2015 Web giovedì 1 ottobre 2015 ESPLORATORI DEL CAMBIAMENTO di Elena MURELLI Come accompagnare se stessi e i propri collaboratori nei processi di trasformazione

Dettagli

www.learningschool.it

www.learningschool.it Piano di Formazione Scuola Vendite Progetto Finanziato dal Fondo Coordinato da e Informazioni: Gli ultimi 2 anni, causati dalla profonda crisi economica internazionale, hanno visto un rallentamento del

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

liste di liste di controllo per il manager liste di controllo per il manager liste di controllo per i

liste di liste di controllo per il manager liste di controllo per il manager liste di controllo per i liste di controllo per il manager r il manager liste di controllo per il manager di contr liste di liste di controllo per il manager i controllo trollo per il man liste di il man liste di controllo per

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione Le nostre proposte per un percorso educativo di qualità Roma, 10 Aprile 2015 sala Da Feltre Intervento Claudia Lichene, insegnante di scuola dell infanzia

Dettagli

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ Convegno sull inserimento lavorativo delle persone con disabilità: iniziative, servizi, esperienze e riflessioni Esperienze aziendali tratte dal video prodotto

Dettagli

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Mentore Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Vision Creare un futuro migliore per le Nuove Generazioni Come? Mission Rendere quante più persone possibili Libere Finanziariamente Con

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO. Dai vita ai tuoi libri!

LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO. Dai vita ai tuoi libri! LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO Dai vita ai tuoi libri! "I libri. Sono stati i miei grandi amici, perché non c è di meglio che viaggiare con qualcuno che ha fatto già la stessa strada, che ti racconta

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

Un altro anno di crescita per Media Vending

Un altro anno di crescita per Media Vending edia Vending Un altro anno di crescita per edia Vending e i t e n d i v R l I e r c a t o d d e l V e n d i n g edia Vending è una dinamica rivendita che da alcuni anni opera con successo nella Provincia

Dettagli

UNIVERSITÀ TELEMATICA GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE. Corso di Laurea in Scienze dell Educazione e della Formazione

UNIVERSITÀ TELEMATICA GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE. Corso di Laurea in Scienze dell Educazione e della Formazione UNIVERSITÀ TELEMATICA GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE Corso di Laurea in Scienze dell Educazione e della Formazione L Outsourcing Relatore Prof.ssa Concetta Mercurio Candidato Mario

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione Forum P.A. - ROMA, 6 Maggio 2003 Vorrei utilizzare questo tempo a mia disposizione

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro)

Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro) Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro) Rispondi alle seguenti domande indicando quale risposta è più vicino

Dettagli

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Bologna - Tel. & fax 051 543101 e-mail: e.communication@fastwebnet.it www.excellencecommunication.it Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Docente: Antonella Ferrari

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Cosa ci può stimolare nel lavoro?

Cosa ci può stimolare nel lavoro? a Cosa ci può stimolare nel lavoro? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa

Dettagli

Comunicato ai lavoratori e-utile FERIE NO! FERIE. SI!

Comunicato ai lavoratori e-utile FERIE NO! FERIE. SI! FERIE NO! FERIE. SI! Veniamo a conoscenza che i Responsabili OGGI stanno obbligando le proprie risorse a pianificare entro fine anno il residuo ferie arretrato. Gli stessi Responsabili IERI hanno negato

Dettagli

law firm of the year Chambers Europe Awards

law firm of the year Chambers Europe Awards Oltre 360 avvocati 4 volte Law Firm of the Year agli IFLR Awards nell ultimo decennio (2011, 2010, 2006, 2004) 9 sedi, 5 in Italia e 4 all estero law firm of the year Chambers Europe Awards for excellence

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Modulo 6 Sviluppo delle capacità personali Guida per i tutor

Modulo 6 Sviluppo delle capacità personali Guida per i tutor Modulo 6 Sviluppo delle capacità personali Guida per i tutor Estratto dal progetto Foundations for Work per gentile concessione di DiversityWorks (Progetto n. 2012-1-GB2-LEO05-08201) Introduzione Perché

Dettagli

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore Salvatore Salamone Manuale d istruzione per Coppie che Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE!... tutto sommato un libro d amore CAPITOLO 31 Aiuto, Controllo e Conoscenza Una delle cose di cui necessita sempre

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Supronto Back AG, Egolzwil (LU)

Supronto Back AG, Egolzwil (LU) Supronto Back AG, Egolzwil (LU) La Supronto Back AG Il datore di lavoro Willi Suter: «Siamo una tradizionale panetteria-pasticceria industriale. Io e mia moglie abbiamo iniziato 25 anni fa con un apprendista

Dettagli

Quando la destinazione di un viaggio è la crescita

Quando la destinazione di un viaggio è la crescita Quando la destinazione di un viaggio è la crescita destinazione sviluppo Quando la destinazione di un viaggio è la crescita, il cambiamento della propria organizzazione, anche il viaggiatore più avventuroso

Dettagli

L UOMO L ORGANIZZAZIONE

L UOMO L ORGANIZZAZIONE UNITÀ DIDATTICA 1 L UOMO E L ORGANIZZAZIONE A.A 2007 / 2008 1 PREMESSA Per poter applicare con profitto le norme ISO 9000 è necessario disporre di un bagaglio di conoscenze legate all organizzazione aziendale

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

Organizzazione di un team virtuale: alcuni aspetti chiave

Organizzazione di un team virtuale: alcuni aspetti chiave TEAM VIRTUALI Team virtuali Team di progetto i cui membri interagiscono in rete tramite l uso di strumenti ICT Sono usati in modo crescente nelle aziende, specialmente quelle con unità di progetto sparse

Dettagli

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr Verona Innovazione Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr 19/06/2015 Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi La parola ai nostri protagonisti Diario descrittivo

Dettagli

La Fantasia è più importante del sapere Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito!

La Fantasia è più importante del sapere Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito! Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito! Migliora il tuo sito e migliorerai il tuo business Ti sei mai domandato se il tuo sito aziendale è professionale? È pronto a fare quello che ti aspetti

Dettagli

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Anselm Grün VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Vivere le nostre relazioni al di là della morte Queriniana Introduzione Nel nostro convento tengo regolarmente dei corsi per persone in lutto, in particolare

Dettagli

progettiamoci Progetto Educativo Gruppo AGESCI Trento 4

progettiamoci Progetto Educativo Gruppo AGESCI Trento 4 progettiamoci Progetto Educativo Gruppo AGESCI Trento 4 Triennio 2009/2012 IL GRUPPO Trento 4 Il gruppo Tn4, nato nel 1947 nella parrocchia di Santa Maria, e lì cresciuto fino a che sono iniziati i lavori

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

[moduli operativi di formazione] Manager. Atteggiamento, carattere, capacità, buonsenso.

[moduli operativi di formazione] Manager. Atteggiamento, carattere, capacità, buonsenso. [moduli operativi di formazione] Manager Atteggiamento, carattere, capacità, buonsenso. [MODULI OPERATIVI DI FORMAZIONE] MANAGER Ottenere risultati, dominare gli eventi, portare a termine le operazioni

Dettagli

LA VITA E CAMBIAMENTO

LA VITA E CAMBIAMENTO Free Session Included! LA VITA E CAMBIAMENTO Giuliano Mandotti COACHING - INFORMATICA - FORMAZIONE Chi vuole fare sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa Proverbio africano Life COACHING

Dettagli

Motivare alla sicurezza: IL PROGETTO SCS Sviluppo Comportamenti Sicuri

Motivare alla sicurezza: IL PROGETTO SCS Sviluppo Comportamenti Sicuri Motivare alla sicurezza: IL PROGETTO SCS Sviluppo Comportamenti Sicuri Ing. Alberto Cogo - Dott.ssa Alice Lorenzetto 1 Presentazione dell azienda Vertical spa, azienda metalmeccanica fondata nel 1981 a

Dettagli

Per la gestione e lo sviluppo di una rete di vendita

Per la gestione e lo sviluppo di una rete di vendita Formazione professionale manageriale 1 Per la gestione e lo sviluppo di una rete di vendita Il ruolo del team manager Acquisire la consapevolezza delle relazioni (verso i suoi capi, verso i suoi collaboratori,

Dettagli

Il Venditore Vincente! Sai piacere a qualcuno? Renditi desiderabile e venderai qualsiasi cosa!

Il Venditore Vincente! Sai piacere a qualcuno? Renditi desiderabile e venderai qualsiasi cosa! Il Venditore Vincente! Sai piacere a qualcuno? Renditi desiderabile e venderai qualsiasi cosa! Impara con me le tecniche di vendita più efficaci e i segreti della comunicazione verbale e non-verbale per

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Grazie mille. sono io la violenza, scusatemi tanto, spero che sia una bella violenza in realtà. Mi piaceva molto il titolo della

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Il datore di lavoro Sandra Meier La signora F. è impiegata nella nostra azienda al servizio clienti. Lavora alla Helsana da oltre 20 anni. L ho conosciuta nel 2006 al

Dettagli

Le fondamenta del successo

Le fondamenta del successo 13 October 2014 Le fondamenta del successo Articolo a cura di Nicola Doro - Responsabile Commerciale Ad Hoc Le fondamenta del successo? Responsabilità al 100%! Le persone di successo si assumono il 100%

Dettagli

I 12 principi della. Leadership Efficace in salone

I 12 principi della. Leadership Efficace in salone I 12 principi della Leadership Efficace in salone Leadership = capacita di condurre e di motivare Per condurre i tuoi dipendenti devono avere stima e fiducia di te. Tu devi essere credibile. Per motivare

Dettagli

!"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente

!#$%&%'()*#$*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente !"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente Il Terzo Pilastro del Biker Vincente La Mountain Bike e la Vita Ciao e ben ritrovato! Abbiamo visto nelle ultime due lezioni, come i dettagli siano fondamentali

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

FINESTRE INTERCULTURALI

FINESTRE INTERCULTURALI Scuola Classe 1C FINESTRE INTERCULTURALI DIARIO DI BORDO 2013 / 2014 IC Gandhi - Secondaria di primo grado Paolo Uccello Insegnante / materia lettere Data Febbraio Durata 4h TITOLO DELLA FINESTRA INTERCULTURALE

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico.

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Assumersi responsabilità. Con provvedimenti energeticamente efficienti. L efficienza energetica è una strategia efficace per la protezione

Dettagli

Alimentazione al Femminile A cura di

Alimentazione al Femminile A cura di Milano, 22 Giugno 2015 Alimentazione al Femminile A cura di SCENARIO E OBIETTIVI DELLA RICERCA PRESSO LE DONNE ITALIANE Questa ricerca ha l obiettivo di indagare a 360 gradi il tema dell alimentazione

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

METTI IN MOTO IL TALENTO

METTI IN MOTO IL TALENTO METTI IN MOTO IL TALENTO Laboratorio di sviluppo, al femminile e non solo. Progetto di valorizzazione del personale rivolto ai dipendenti dell Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino Provincia di

Dettagli

I sondaggi consentono la realizzazione di strategie di marketing, promozione e PR, consapevoli e mirate. LORENZA MIGLIORATO - CONSULENTE

I sondaggi consentono la realizzazione di strategie di marketing, promozione e PR, consapevoli e mirate. LORENZA MIGLIORATO - CONSULENTE La comunicazione efficace - cioè quella qualità nella comunicazione che produce il risultato desiderato nell interlocutore prescelto - è il prodotto di un perfetto ed equilibrato mix di scientificità,

Dettagli

IL PERCORSO DI COACHING

IL PERCORSO DI COACHING IL PERCORSO DI COACHING UNA RISORSA PER IL CAMBIAMENTO PROFESSIONALE E IL POTENZIAMENTO PERSONALE Non c èc nulla che spaventi di più l uomo che prendere coscienza dell immensit immensità di cosa è capace

Dettagli

Giovanna - Quali sono gli argomenti che si trattano all interno di questi colloqui?

Giovanna - Quali sono gli argomenti che si trattano all interno di questi colloqui? A PROPOSITO DI COACHING Giovanna Combatti intervista Giacomo Mosca Abbiamo chiesto a Giacomo Mosca, Formatore e Coach, Counsellor in Analisi Transazionale associato al CNCP (Coordinamento Nazionale Counsellor

Dettagli

Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione

Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione 4 LEZIONE: Programmazione su Carta a Quadretti Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10 Minuti Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione SOMMARIO:

Dettagli

COME LIMITIAMO NOI STESSI

COME LIMITIAMO NOI STESSI COME LIMITIAMO NOI STESSI 1 Il 63 % delle persone crede che il raggiungimento dei propri obiettivi finanziari sia possibile solo attraverso una grossa vincita Non si può ottenere quello che non si riesce

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accogliere e trattenere i volontari in associazione Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accoglienza Ogni volontario dovrebbe fin dal primo incontro con l associazione, potersi sentire accolto e a proprio

Dettagli

FINESTRE INTERCULTURALI

FINESTRE INTERCULTURALI Scuola Classe 1C FINESTRE INTERCULTURALI DIARIO DI BORDO 2013 / 2014 IC Gandhi - Secondaria di primo grado Paolo Uccello Insegnante / materia Anelia Cassai/lettere Data Febbraio Durata 4h TITOLO DELLA

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Cosa Vedrai, Udrai, Sentirai, Percepirai quando li avrai Raggiunti?

Cosa Vedrai, Udrai, Sentirai, Percepirai quando li avrai Raggiunti? - Fermati un Momento a Riflettere sulla Direzione in cui stai Procedendo e Chiediti se proprio in quella Vuoi Andare. Se la tua Risposta è Negativa, Ti Propongo di Cambiare. - Se Fossi Sicuro di non poter

Dettagli

Diversity management & Best practices aziendali. Gini Dupasquier donnalab

Diversity management & Best practices aziendali. Gini Dupasquier donnalab Diversity management & Best practices aziendali Gini Dupasquier donnalab Il contesto di riferimento esterno Le donne rappresentano almeno la metà dei talenti e valorizzarle significa sfruttare un più ampio

Dettagli

Caso Pratico Stili di Direzione

Caso Pratico Stili di Direzione In questo caso, vi proponiamo di analizzare anche 4 situazioni relative alla presa di decisioni. Questa documentazione, come sapete già, è centrata su modelli di stili di direzione e leadership, a seconda

Dettagli

Agenzia Regionale di Protezione Civile &!!

Agenzia Regionale di Protezione Civile &!! Agenzia Regionale di Protezione Civile!!!"#$ % &!! '()* &+#),) Ascoltiamo un po. Parole chiave di Velasco Motivazione Mentalità vincente Esercizio Impegno Adattamento Flessibilità Punti in comune. Quali

Dettagli

Chi sono. Progettista di Formazione. Giudice di Gara dal 1972. Giudice di Partenza Nazionale dal 1981

Chi sono. Progettista di Formazione. Giudice di Gara dal 1972. Giudice di Partenza Nazionale dal 1981 Chi sono Francesco lo Basso Molfetta (Ba) Progettista di Formazione Giudice di Gara dal 1972 Giudice di Partenza Nazionale dal 1981 Esperienze specifiche: Tutor Progetto Formazione Giovani Obiettivi Acquisire

Dettagli

EXTERNAL HR MANAGEMENT

EXTERNAL HR MANAGEMENT EXTERNAL HR MANAGEMENT PER LO SVILUPPO CONTINUO DEI KEY PEOPLE AZIENDALI Dotarsi dei servizi di una moderna Direzione di Sviluppo delle Risorse Umane per la cura dei propri Key People abbattendo i costi

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE Non c è mai una seconda occasione per dare una prima impressione 1. Lo scenario Oggi mantenere le proprie posizioni o aumentare le quote di mercato

Dettagli

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con della società René Faigle AG La René Faigle AG svolge la sua attività con successo da più di ottant anni. L azienda svizzera a conduzione familiare

Dettagli

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE Il Libro Bianco sul Welfare presentato dal Ministro del Lavoro si muove su uno scenario

Dettagli

Studio Ramenghi PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE PSICOLOGIA COMUNICAZIONE DELLA

Studio Ramenghi PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE PSICOLOGIA COMUNICAZIONE DELLA Studio Ramenghi PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE Catalogo formativo COM01 COM02 COM03 COM04 COM05 COM06 COMUNICARE Team working L arte di ascoltare - modulo 1 L arte di ascoltare

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

The Leader. Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. Emanuele Radice. Sviluppo personale - self Help

The Leader. Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. Emanuele Radice. Sviluppo personale - self Help Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. The Leader Sviluppo personale - self Help Permettimi di darti un consiglio: Scegli ora di essere tu il tuo LEADER SEMPRE! Sviluppo personale

Dettagli

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti 10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti Nel 2013 hanno chiuso in Italia oltre 50.000 aziende, con un aumento di oltre

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago ECCELLENZE: Lorenzo Zago dal 2007 - Kryptos LA PERSONA Nel corso della storia, la libertà di scelta è stata una grande conquista da parte dell uomo. Oggi, la maggior parte di noi vive in Paesi dove è possibile

Dettagli

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS)

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Werner Wassermann, datore di lavoro La signora L. lavora da noi da tanto tempo. È stata capo reparto e noi, ma anche gli altri collaboratori

Dettagli

ARI LIENTI COLLEGHI. A) La Relazione B) La Posizione in Azienda

ARI LIENTI COLLEGHI. A) La Relazione B) La Posizione in Azienda BUSINESS CASE ARI LIENTI COLLEGHI Vi ringraziamo per la vostra attenzione e i numerosi feedback ricevuti; dopo l invio del Business Case proposto il 29 ottobre 2015, vi proponiamo una sintetica analisi

Dettagli

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo.

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il vuoto Una tazza di tè Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il maestro servì il tè. Colmò la tazza del suo

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE Premessa 3 Obiettivi e strumenti metodologici dell intervento di formazione 4 Moduli e contenuti dell intervento di

Dettagli

IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI.

IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI. IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI. 2 IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI La lotta ai cambiamenti climatici prevede che tutti i cittadini europei

Dettagli

PERSONAL BRANDING COME PROMUOVERSI & FARSI CAPIRE NEL MONDO DEL LAVORO

PERSONAL BRANDING COME PROMUOVERSI & FARSI CAPIRE NEL MONDO DEL LAVORO in collaborazione con PERSONAL BRANDING COME PROMUOVERSI & FARSI CAPIRE NEL MONDO DEL LAVORO Fausto Ciarcia (Direttore HR W. Astoria Hilton) Stefano Biscioni (Presidente ESI) Giovedi 13/03/2014 Salone

Dettagli

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili In questa unità didattica sono indicate alcune modalità di comportamento con persone disabili, in modo da migliorare la conoscenza rispetto

Dettagli