Analisi strutturata della soluzione per BMC Remedy IT Service Management v 7

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Analisi strutturata della soluzione per BMC Remedy IT Service Management v 7"

Transcript

1 WHITE PAPER SULLE BEST PRACTICE Analisi strutturata della soluzione per BMC Remedy IT Service Management v 7 Per un utilizzo ottimale delle best practice, BMC propone un approccio pratico all analisi della soluzione

2 Sommario Introduzione...1 Metodologia progettuale di BMC...2 > > Pianificazione e preparazione...2 > > Analisi...2 > > Progettazione...2 > > Realizzazione...2 > > Convalida...3 > > Distribuzione...3 Anatomia di un implementazione di BMC Remedy IT Service Management...3 Analisi strutturata della soluzione per BMC Remedy IT Service Management v7...4 Workshop di analisi della soluzione BMC Remedy IT Service Management v7...4 > > Workshop sui dati fondamentali...5 > > Workshop sui processi...5 > > Workshop TPL (allineamento tecnologia-processi)...5 > > Workshop tecnico su CMDB...8 > > Workshop sui requisiti supplementari...9 > > Workshop di modellazione dei dati...9 Conclusioni...10

3 Introduzione Questo documento si rivolge alle aziende che hanno scelto di implementare BMC Remedy IT Service Management v 7 per conseguire i propri obiettivi e allineare l attività dell organizzazione IT alle best practice dello schema ITIL (IT Infrastructure Library ). L implementazione di BMC Remedy IT Service Management v 7 equivale all adozione delle attuali best practice per la gestione dei servizi. È legittimo tuttavia porsi alcune domande, ad esempio: come si può avere la certezza, intraprendendo questo progetto, che l implementazione risultante sia efficace? Oppure: l organizzazione IT aziendale è già allineata ai processi e alle procedure previste dalle best practice? Se non lo è, quanto tempo occorrerà dedicare alla personalizzazione di BMC Remedy IT Service Management v 7 per adattare la soluzione alle procedure attualmente in uso? Per rispondere a questi interrogativi, BMC ha sviluppato un approccio pratico all analisi della soluzione per BMC Remedy IT Service Management v 7, basato su una serie di workshop, che consente in primo luogo di valutare in che misura i processi e le procedure delle best practice integrate nella soluzione siano in linea con le esigenze della propria azienda e, in secondo luogo, di definire i processi IT che la soluzione dovrà supportare. Una volta definiti questi processi, è possibile confrontarli con la soluzione e identificare i requisiti aziendali da soddisfare. Poiché BMC Remedy IT Service Management v 7 è una soluzione orientata ai processi e ai dati, nella maggior parte dei casi è possibile rispondere alle esigenze con un processo di configurazione o di inserimento di dati. Questo documento spiega in che modo l approccio all implementazione di BMC Consulting Services permetta alle organizzazioni di allinearsi alle best practice e di ridurre notevolmente gli interventi di personalizzazione. Viene spiegata l importanza dell analisi della soluzione all interno del ciclo di implementazione (Solution Implementation Lifecycle), a sua volta codificato in una speciale metodologia progettuale di BMC (BMC Blueprint Methodology); viene inoltre descritto l approccio pratico strutturato che consente di ridurre i rischi e la durata del progetto, di garantire il conseguimento degli obiettivi e di migliorare i livelli di soddisfazione e di adozione della soluzione prescelta. In particolare, il contenuto di questo documento permette di comprendere: >>La relazione tra le attività di analisi della soluzione e gli altri aspetti dell implementazione di BMC Remedy IT Service Management v 7 >>I vantaggi dell approccio pratico strutturato sviluppato da BMC per l analisi della soluzione >>La sequenza di workshop consigliata per una corretta implementazione delle soluzioni BMC Remedy IT Service Management v 7, incluso il CMDB (Configuration Management Database) BMC Atrium >>Gli obiettivi dei workshop previsti dalla fase di Analisi del ciclo di implementazione della soluzione nell ambito della metodologia del progetto di BMC, con indicazione dei destinatari principali PAGE > 1

4 Metodologia progettuale di BMC La metodologia progettuale di BMC (BMC Blueprint Methodology) definisce i ruoli, le attività e i metodi di controllo che BMC ritiene essenziali per una corretta ed efficace implementazione. Per ogni progetto di implementazione relativo a una soluzione BSM è previsto un ciclo standard suddiviso in sei fasi. La figura 1 illustra questo ciclo standard, insieme alle principali attività e ai relativi deliverable. Le fasi, benché rappresentate in sequenza, possono all occorrenza sovrapporsi o ripetersi. Ad esempio, le attività delle fasi di Realizzazione e Convalida possono svolgersi in un ciclo iterativo (durante la creazione e il perfezionamento dei prototipi o per consentire la risoluzione dei problemi nei cicli di prova). È importante osservare che ogni fase si conclude con una revisione formale dei principali deliverable. In questo modo si garantisce che il team di implementazione e il team dell azienda siano concordi sul completamento dei deliverable previsti per quella fase e sul fatto che gli obiettivi corrispondenti siano stati conseguiti. I deliverable approvati per ogni fase fungono da base per le attività delle fasi successive. Ad esempio, tutti i requisiti identificati e approvati nel documento contenente i requisiti della soluzione, che rappresenta il deliverable primario della fase di Analisi, vengono utilizzati nella fase di Progettazione e documentati nel progetto della soluzione. In questo modo, tutti gli elementi riguardanti la configurazione o la personalizzazione della soluzione implementata sono riconducibili ai deliverable di ogni fase, in modo che sia possibile risalire al requisito originario. Ognuna delle sei fasi del ciclo di implementazione della soluzione inizia con un attività di pianificazione, nella quale vengono definite le aspettative e viene verificato che il piano sia compatibile con la disponibilità di risorse. Al termine di ogni fase sono previste attività di documentazione e revisione, che hanno lo scopo di documentare formalmente i risultati ottenuti, di presentarli al team dell azienda e di ottenere il consenso e l approvazione di tali risultati. Pianificazione e preparazione La fase di Pianificazione e preparazione inizia alla firma del contratto. L obiettivo di questa fase è quello di coordinare e preparare sia il team di BMC che il team aziendale in vista del progetto. Il documento contenente il piano del progetto identifica i metodi di controllo che verranno applicati, ad esempio il processo di controllo dei cambiamenti. Definisce inoltre le strategie ad alto livello da adottare per le varie aree dell implementazione, ad esempio per i test, la formazione e la distribuzione. I project manager delle due organizzazioni definiscono congiuntamente il piano e la strategia di esecuzione del progetto, in modo da evitare discrepanze di approccio o di filosofia che possano compromettere l implementazione. Analisi Il primo obiettivo della fase di Analisi è quello di definire i processi IT che la soluzione dovrà supportare, e di stabilire le attività di configurazione, inserimento dei dati, integrazione e personalizzazione necessarie perché la soluzione supporti i processi così definiti. Le varie attività svolte durante la fase di Analisi sono descritte in maggiore dettaglio nelle parti successive del documento. Progettazione Durante la fase di Progettazione, tutti i requisiti identificati nella fase di Analisi vengono trattati in un documento dettagliato contenente il progetto relativo alla soluzione. Questa fase può includere prototipi e presentazioni per garantire che il progetto elaborato consenta effettivamente di sod disfare i requisiti dell azienda. Le attività di Progettazione includono la finalizzazione del modello di dati, l identifi cazione della configurazione richiesta e l individuazione delle modifiche o delle aggiunte necessarie per soddisfare specifici requisiti funzionali o consentire l integrazione con altri sistemi. FASI Pianificazione Analisi Progettazione Realizzazione Convalida Distribuzione e preparazione ATTIVITÀ Riunione di preparazione con il cliente Preparazione dell ambiente Pianificazione del progetto Pianificazione della fase di Analisi Workshop di analisi Documentazione dei requisiti e delle raccomandazioni di Progettazione Identificazione della configurazione e dei dati richiesti Progettazione delle personalizzazioni Progettazione delle integrazioni di Realizzazione Installazione della soluzione Configurazione della soluzione Attuazione delle personalizzazioni Attuazione delle integrazioni Inserimento dei dati richiesti di Convalida Esecuzione dei test di accettazione dell utente Gestione delle eccezioni di Distribuzione Esecuzione del piano di distribuzione Formazione degli utenti e degli amministratori DELIVERABLE Piano del progetto Strategie di formazione, test e distribuzione Tempistica preliminare (WBS) Documento contenente i requisiti della soluzione Guida al processo Tempistica aggiornata Documento contenente il progetto della soluzione Scenari per i test funzionali Documento descrittivo della soluzione Piano di formazione Piano di distribuzione Relazioni sui test condotti sul sistema Relazioni sui test di accettazione di Distribuzione Documentazione finale Riepilogo dell implementazione Documento di chiusura del progetto Figura 1. Il ciclo di implementazione della soluzione secondo la metodologia progettuale di BMC PAGE > 2

5 Realizzazione La fase di Realizzazione include tutte le attività necessarie per configurare, inserire i dati, modificare o integrare la soluzione in risposta ai requisiti specifici dell azienda.durante questa fase, gli esperti di BMC Consulting Services installano l applicazione in un ambiente di sviluppo per realizzarla e provarla con le specifiche stabilite a livello di configurazione, personalizzazione, integrazione e inserimento dei dati. Al termine della fase di Realizzazione, la soluzione finale ha superato tutti i test di unità e di sistema ed è pronta per la prova di accettazione da parte degli utenti. Convalida Durante questa fase, la soluzione viene sottoposta a test formali basati su situazioni o scenari d uso derivati dall attività specifica dell azienda. L obiettivo è quello di garantire che i criteri di successo definiti nel documento di pianificazione del progetto siano stati soddisfatti, e che perciò la soluzione sia pronta per essere distribuita. Distribuzione A questo punto del progetto la soluzione, superati i test e ricevuta la necessaria approvazione, viene distribuita nell ambiente di produzione. Questa fase include la formazione eventualmente necessaria per gli utenti e gli amministratori. La distribuzione può assumere molte forme, ma deve in ogni caso aderire alla strategia concordata nella fase di Pianificazione e preparazione. BMC era l unico fornitore a proporre una suite di prodotti integrata, una visione in sintonia con la nostra e un offerta di servizi di formazione e professionali che potesse garantire la buona riuscita dell implementazione. Steve Moore, Technology Leader, Mary Kay Anatomia di un implementazione di BMC Remedy IT Service Management Nel corso degli anni, la soluzione BMC Remedy IT Service Management è cresciuta in termini di maturità e robustezza funzionale. Le prime versioni erano considerate una base di partenza su cui realizzare una soluzione più complessa, mentre la piattaforma sottostante BMC Remedy Action Request System veniva utilizzata per personalizzare la soluzione in base alle esigenze specifiche di ogni organizzazione. Per supportare queste prime versioni della soluzione, la fase di Analisi dei progetti era fortemente incentrata sull analisi dei requisiti funzionali, in modo da identificare le lacune da colmare con la successiva personalizzazione dell applicazione. Oggi, il flusso di lavoro di BMC Remedy IT Service Management v 7 è allineato ai principi dello schema ITIL. Le funzionalità dell applicazione sono orientate prevalentemente ai dati, perciò possono essere modificate per soddisfare alcune esigenze senza bisogno di interventi di personalizzazione. Poiché ITIL rappresenta oggi lo standard del settore per quanto riguarda le best practice nella gestione dei servizi e all interno delle organizzazioni IT assumono sempre più importanza la standardizzazione e l ottimizzazione dei processi le soluzioni BMC Remedy IT Service Management v 7 sono ben più di un semplice strumento per l automatizzazione delle operazioni IT. Le organizzazioni IT richiedono una soluzione che supporti direttamente le best practice e favorisca la razionalizzazione e la standardizzazione dei processi IT. Per questa ragione, le implementazioni di BMC Remedy IT Service Management v 7 sono oggi maggiormente orientate alla definizione dei processi e all allineamento delle tecnologie, in contrasto con l approccio precedente incentrato sull analisi delle lacune tecniche e sulla personalizzazione. Per effetto di questo cambiamento nelle priorità, una tipica implementazione di BMC Remedy IT Service Management v 7 comporta un attenzione molto maggiore alle attività di analisi della soluzione e all allineamento dell organizzazione aziendale alle best practice. Ne risulta generalmente una riduzione degli interventi di personalizzazione, insieme a una riduzione del tempo necessario per la costruzione e la convalida della soluzione. La figura 2 illustra uno schema tipico di allocazione dei tempi nelle diverse fasi delle implementazioni di BMC Remedy IT Service Management v7: Pianificazione e preparazione 10 % Analisi 25% Progettazione 15% Realizzazione 20% Convalida 15% Distribuzione 15% Figura 2. Durata relativa delle fasi di implementazione Questi dati si riferiscono ai tempi di implementazione medi e sono forniti a solo titolo di esempio. Ogni progetto di implementazione viene eseguito con modalità differenti, che dipendono dalla maturità dei processi dell organizzazione, dal numero di personalizzazioni e integrazioni necessarie rispetto ad altri sistemi e da altri fattori. PAGE > 3

6 Analisi strutturata della soluzione per BMC Remedy IT Service Management v7 Le attività di analisi della soluzione eseguite durante la fase di Analisi sono essenziali per la buona riuscita dell implementazione. Le organizzazioni IT sono interessate ad adottare processi basati su best practice e a implementare strumenti che permettano di automatizzare le procedure operative. Tali processi e procedure sono spesso complessi e correlati tra loro, e gli strumenti e le applicazioni di supporto devono essere strettamente integrati. Tutto questo richiede una profonda trasformazione nel modo di affrontare le attività di analisi delle soluzioni. BMC Consulting Services ha elaborato un approccio strutturato, basato su workshop, che riflette questo nuovo modo di eseguire le analisi necessarie per implementare efficacemente le applicazioni di BMC Remedy IT Service Management v7. Questi workshop consistono in discussioni di gruppo collaborative e interattive, a cui partecipano risorse chiave appartenenti sia al team dell azienda che al team di implementazione di BMC Consulting Services. I temi centrali delle discussioni sono le best practice e l allineamento delle tecnologie alle esigenze dell azienda. Workshop di analisi della soluzione BMC Remedy IT Service Management v7 La fase di Analisi di BMC Remedy IT Service Management v 7 include una serie di workshop differenti che si aggiungono alle attività di pianificazione, documentazione e revisione previste in ogni fase di implementazione della soluzione (vedere la figura 3). Prima dello svolgimento dei workshop, il team di implementazione di BMC Consulting Services partecipa a una revisione dell ambiente per verificare la propria conoscenza della situazione attuale, degli obiettivi aziendali e delle aspettative nei confronti della soluzione. Verifica inoltre che tutti i membri del team di implementazione provenienti dall azienda possiedano le conoscenze e la formazione necessarie per partecipare pienamente ed efficacemente ai workshop di analisi della soluzione. Queste attività permettono a ognuno dei team di ricollegarsi ad uno schema di riferimento comune durante le discussioni sulle applicazioni di BMC Remedy IT Service Management v 7 e sulla transizione dallo stato attuale alla nuova soluzione. Le esperienze passate dimostrano che il tempo investito in queste attività riduce enormemente il tempo richiesto per i workshop. Gli obiettivi della fase di Analisi sono i seguenti: >>Preparare il team aziendale sui processi basati su best practice supportati dalla soluzione e sulle funzionalità già integrate nella soluzione >>Istruire il team di BMC sulle esigenze, le problematiche, l ambiente, i processi e gli standard dell azienda >>Definire i processi IT che saranno supportati dalla soluzione >>Identificare i requisiti necessari per inserire i dati, configurare o personalizzare la soluzione a supporto dei processi IT definiti > >Identificare i requisiti aziendali o tecnici che la soluzione dovrà supportare (ad esempio, l integrazione con i sistemi esistenti) >>Elaborare un piano ad alto livello con cui affrontare tutti i requisiti identificati Analisi Pianificazione della fase di Analisi Esame dell ambiente attuale Formazione del cliente per i workshop Conduzione dei workshop sui processi Conduzione del workshop sui dati fondamentali Conduzione dei workshop TPL Poiché le risorse aziendali sono coinvolte attivamente sin dall inizio del progetto, sono proprietarie e dirette responsabili della nuova soluzione. Il team di implementazione di BMC Consulting Services offre assistenza e consulenza al personale aziendale sul modo migliore per distribuire le best practice IT integrate e utilizzare gli strumenti di supporto comuni. La verifica e la conferma dei requisiti in ogni fase riduce i rischi del progetto e fa sì che la soluzione produca risultati soddisfacenti. Ogni workshop si caratterizza per argomenti e obiettivi ben definiti, e la serie è strutturata per istruire gradualmente il personale sulle best practice e sulla soluzione adattata all ambiente in uso, in modo da favorire una graduale transizione all ambiente di produzione alla fine del progetto Conduzione del workshop tecnico su CMDB Conduzione dei workshop supplementari Conduzione dei workshop di modellazione dei dati Preparazione del documento contenente i requisiti della soluzione Revisione e approvazione Figura 3. La fase di Analisi del ciclo di implementazione di BMC Remedy IT Service Management v7 PAGE > 4

7 Workshop sui dati fondamentali Il primo obiettivo del workshop sui dati fondamentali è quello di istruire i partecipanti ai workshop di analisi della soluzione in relazione a tutte le aree dei processi, perché comprendano l impatto degli elementi di dati fondamentali sulle funzionalità dell applicazione. I contenuti di questo workshop forniscono al team aziendale una solida base per definire i requisiti durante i workshop successivi, il workshop di collegamento tra tecnologia e processi e il workshop tecnico di configurazione del CMDB. Benché alcune decisioni riguardo al modello di dati fondamentale possano essere adottate durante il workshop sui dati fondamentali, le decisioni su questa materia vengono documentate e riprese durante i successivi workshop di modellazione dei dati. La partecipazione a questo workshop presuppone il completamento dei corsi di formazione propedeutici consigliati su BMC Remedy IT Service Management v7. Il workshop sui dati fondamentali completa la formazione sulla versione standard della soluzione esaminando in modo più approfondito le strutture di dati fondamentali e il loro impatto sulle funzionalità dell applicazione. Obiettivi del workshop sui dati fondamentali >>Esaminare le strutture di dati e i ruoli degli utenti alla base della soluzione BMC Remedy IT Service Management v7 >>Comprendere l uso e le implicazioni di ogni struttura di dati e di ciascun ruolo >>Esaminare i principi funzionali correlati Partecipanti Partecipanti appartenenti al team di implementazione di BMC Consulting Services: >>Facilitatore del workshop Assicura che tutte le aree del processo siano rappresentate Conduce il workshop e modera le discussioni Pianifica i workshop di modellazione dei dati >>Architetto della soluzione Fornisce un contributo di natura tecnica Annota le decisioni adottate o i problemi sollevati Partecipanti in rappresentanza del cliente: >>Team responsabile del processo IT Assicura che tutte le aree del processo siano rappresentate Verifica che il modello di dati fondamentale supporti il flusso di informazioni tra le applicazioni >>Team di gestione delle configurazioni Identifica le strutture di dati che saranno utilizzate dagli elementi di configurazione (CI, configuration item) all interno del CMDB BMC Atrium >>Rappresentanti di tutte le aree del processo coinvolte Identificano i ruoli, le strutture di dati fondamentali e i dati di configurazione che saranno utilizzati per supportare la rispettiva area del processo Al termine di questo workshop, il team avrà acquisito una conoscenza approfondita delle strutture di dati in cui occorrerà inserire i dati perché le applicazioni supportino i processi e le procedure richieste. I dati da utilizzare per le strutture saranno identificati durante il workshop di modellazione dei dati, che avrà luogo in un momento successivo della fase di Analisi. Alla fine del workshop sui dati fondamentali vengono identificate le persone che parteciperanno al workshop di modellazione dei dati. Workshop sui processi Viene condotto un workshop sui processi per ogni area del processo IT che sarà supportata dalla soluzione BMC Remedy IT Service Management v 7 (ad esempio, la gestione degli incidenti, la gestione dei problemi o la gestione dei cambiamenti). L obiettivo primario di questi workshop è quello di definire e documentare ognuno dei processi IT aziendali che sono interessati dall implementazione. Il risultato di questo workshop è il processo documentato in base al quale saranno valutati tutti i requisiti identificati. Una volta eseguito lo studio generale sul cliente, il team di implementazione di BMC Consulting Services avrà acquisito una prima conoscenza dei processi attualmente in uso. Queste informazioni potranno essere integrate da un eventuale documentazione sui processi del cliente. L approccio raccomandato per la definizione dei processi dipende dallo stato attuale e dalla maturità dei processi IT dell azienda. Il documento di pianificazione del progetto e la descrizione del lavoro (SOW) definiranno la portata dell attività di analisi dei processi e l approccio da adottare per questo workshop. Tale approccio può influire sulla portata, sulla durata e sul grado di impegno richiesto per questa attività. Il cliente può decidere di utilizzare i flussi di processo consigliati, basati sulle best practice, come punto di partenza per definire i propri flussi di processo. Il team di implementazione di BMC Consulting Services può assistere il team del cliente nell attuazione dei flussi di processo basati su best practice che sono supportati dalla soluzione BMC Remedy IT Service Management, in modo da valutare i ruoli e le attività associate rispetto alle esigenze dell azienda. Insieme, il team del cliente e il team di implementazione di BMC Consulting Services identificheranno le eventuali modifiche da apportare ai ruoli e ai flussi di PAGE > 5

8 processo definiti per soddisfare le specifiche esigenze dell azienda. Il facilitatore del workshop chiederà al cliente di giustificare le modifiche richieste sulla base di specifici requisiti aziendali, al fine di sfruttare il più possibile le best practice dello schema ITIL e ridurre al minimo la personalizzazione della soluzione. In alternativa, l organizzazione potrebbe aver già documentato i processi standard che la soluzione dovrà supportare. In questo caso, i workshop sui processi offrono al team del cliente l opportunità di istruire il team di implementazione di BMC Consulting Services su tali processi documentati. I titolari dei processi aziendali descriveranno al team di implementazione di BMC Consulting Services i flussi di processo accettati insieme ai ruoli e alle attività rilevanti. Il facilitatore del workshop chiederà al team del cliente di giustificare gli elementi dei flussi di processo che non siano conformi alle best practice, per far sì che la soluzione elaborata aderisca alle linee guida dello schema ITIL e ridurre l esigenza di personalizzazioni della soluzione. Alla fine dei workshop sui processi, sia il team del cliente che il team di implementazione di BMC Consulting Services avranno una visione comune dei processi che saranno utilizzati per valutare i requisiti durante i workshop successivi. Obiettivi dei workshop sui processi >>Definire lo scopo e gli obiettivi del processo IT >>Definire i ruoli coinvolti nel processo >>Definire le attività che costituiscono il processo >>Identificare i punti di interazione o di integrazione con altri processi >>Identificare i criteri e le metriche richieste a supporto del processo I seguenti principi guida favoriscono lo svolgimento efficace e produttivo del workshop sui processi: >>Verificare che il gruppo dei partecipanti rappresenti adeguatamente il processo in discussione >>Porre le domande opportune per consentire al team di implementazione di BMC Consulting Services di comprendere le problematiche dell azienda e le sue aspettative nei confronti della soluzione >>Chiedere conferma al team aziendale in ogni fase del ciclo >>Focalizzarsi sui processi aziendali ed evitare che le discussioni del workshop vertano sulle funzionalità delle applicazioni o sulle procedure operative >>Prendere in esame molti scenari differenti o usare casi esemplificativi per verificare che il processo sia coerente, anche in situazioni fuori dall ordinario >>Approfondire le domande sulle interazioni tra i processi >>Dopo aver discusso del processo, riprendere il tema dei ruoli e delle responsabilità e convalidare le definizioni di ciascun ruolo Partecipanti Partecipanti appartenenti al team di implementazione di BMC Consulting Services: >>Facilitatore del workshop Assicura che tutte le aree del processo siano rappresentate Conduce il workshop e modera le discussioni >>Architetto della soluzione Fornisce un contributo di natura tecnica Annota le decisioni adottate o i problemi sollevati Partecipanti in rappresentanza del cliente: >>Responsabile del processo IT Presenta il processo dell azienda Assume le decisioni relative al processo che dovranno essere supportate dalla soluzione >>Rappresentanti degli utenti Descrivono il processo attuale Forniscono spunti per il processo proposto Al termine dei workshop sui processi futuri, il team del cliente e il team di implementazione di BMC Consulting Services avranno una visione comune e concorde sui processi IT che dovranno essere supportati dalla soluzione. I team assegnati al progetto produrranno una guida ai processi in cui saranno documentati i processi IT che la soluzione dovrà supportare, unitamente ai criteri, alle procedure e alle metriche associate. Tutti i requisiti identificati per la soluzione saranno valutati sulla base di questa guida ai processi. Workshop TPL (allineamento tecnologia-processi) Viene condotto un workshop TPL per ogni area del processo IT che dovrà essere supportata dalla soluzione BMC Remedy IT Service Management v7. Il primo obiettivo di questi workshop è quello di allineare la soluzione BMC Remedy IT Service Management v 7 ai processi IT definiti identificando le impostazioni di configurazione e i dati richiesti perché la soluzione possa supportare il flusso di processo definito, nonché identificando gli eventuali requisiti funzionali non supportati dalla versione standard della soluzione. I risultati dei workshop sui processi, delineati nella sezione precedente, rispondono alla domanda: quali processi saranno adottati per rispondere agli obiettivi aziendali? I workshop TPL devono rispondere alla domanda successiva: in che modo la soluzione supporterà questi processi a livello funzionale e procedurale? La tecnica TPL raccomandata da BMC consiste nel ripercorrere i processi definiti e di presentare il modo in cui ogni attività viene supportata dall applicazione. Questa tecnica facilita la discussione e l identificazione dei requisiti del processo che non siano supportati dalla soluzione. PAGE > 6

9 Tutti i requisiti vengono valutati sulla base della guida ai processi per stabilirne la validità e la priorità. Tutti i partecipanti devono aver partecipato al corso propedeutico riguardo BMC Remedy IT Service Management v 7 e al workshop sui dati fondamentali. La conoscenza di base acquisita in queste sessioni riguardo alle funzionalità di BMC Remedy IT Service Management v 7 e al flusso di lavoro relativo ai dati permette di ridurre sensibilmente il tempo necessario per i workshop TPL. Il BMC Service Management Process Model offre un metodo specifico ed efficace per documentare il collegamento tra i processi e la tecnologia. Se l azienda ha scelto di usare i flussi di processo basati su best practice consigliati da BMC come punto di partenza per definire i flussi di processo richiesti, è possibile usare il BMC Service Management Process Model per facilitare e ottimizzare il workshop TPL, riducendo così sensibilmente i tempi di preparazione e svolgimento. Obiettivi dei workshop TPL >>Assegnare le autorizzazioni per le applicazioni e i ruoli funzionali in base ai ruoli e alle responsabilità degli utenti in relazione ai processi >>Monitorare il ciclo di vita di un ticket per l intera durata del processo >>Definire le procedure operative necessarie a supporto del processo > >Determinare le modalità di utilizzo delle console applicative destinate ai manager e agli utenti >>Identificare le impostazioni di configurazione necessarie a supporto del processo >>Identificare i contratti di servizio (SLA) e gli obiettivi necessari a supporto del processo >>Identificare le regole applicative necessarie a supporto del processo (ad esempio, la mappatura delle approvazioni, i criteri di assegnazione e proprietà o i criteri di notifica) >>Descrivere le funzioni di reportistica necessarie a supporto del processo >>Identificare i dati fondamentali e i dati legacy necessari per il supporto del processo >>Definire i criteri di archiviazione >>Identificare le altre applicazioni da integrare con BMC Remedy IT Service Management v 7 per consentire il supporto del processo I seguenti principi favoriscono lo svolgimento efficace e produttivo del workshop TPL: >>Verificare che il gruppo dei partecipanti rappresenti adeguatamente il processo in discussione >>Spiegare in che modo i dati di configurazione possano influire sulle funzionalità dell applicazione, facendo comprendere esattamente al team aziendale i dati di configurazione da inserire Figura 4. Allineamento della gestione dei servizi IT ai processi sulla base del BMC Service Management Process Model PAGE > 7

10 >>Spiegare in che modo ogni fase del processo possa essere realizzata nell applicazione >>Focalizzarsi sulle procedure operative e richiedere una decisione procedurale ogni volta che l applicazione presenta più alternative per lo svolgimento di un attività >>Stimolare eventuali domande per trattare anche le situazioni anomale >>Per prima cosa, documentare tutti i requisiti identificati; successivamente, ordinarli per priorità e stabilire come verranno affrontati Partecipanti Partecipanti appartenenti al team di implementazione di BMC Consulting Services: >>Facilitatore del workshop Assicura che tutte le aree del processo siano rappresentate Conduce il workshop e modera le discussioni >>Architetto della soluzione Fornisce un contributo di natura tecnica Annota le decisioni adottate o i problemi sollevati >>Partecipanti in rappresentanza del cliente: >>Responsabile della soluzione Verifica che tutti i partecipanti concordino sui requisiti identificati >>Responsabile del processo IT Identifica le lacune funzionali che dovranno essere risolte perché l applicazione supporti il processo >>Rappresentanti degli utenti Contribuiscono alla definizione dei ruoli e delle procedure operative che supporteranno il processo Identificano le lacune funzionali che dovranno essere risolte perché l applicazione supporti il processo a livello operativo Benché durante questo workshop sia possibile stabilire molte impostazioni di configurazione e definire una parte dei dati fondamentali e dei parametri di configurazione dei processi lo scopo di questo workshop non è quello di determinare come la soluzione sarà modificata per consentire il supporto del processo. Il workshop TPL intende soprattutto dimostrare in che modo la soluzione supporti il processo presentando specifiche procedure operative, e identificando i requisiti del processo che richiedano un cambiamento della configurazione o altri tipi di modifica rispetto alla versione standard della soluzione per il supporto di tali procedure. Al termine dei workshop TPL, il team assegnato al progetto avrà identificato tutti i requisiti specifici che dovranno essere affrontati perché la soluzione supporti i processi definiti. Alcuni di questi requisiti dovranno essere ulteriormente chiariti o analizzati in workshop successivi. Workshop tecnico su CMDB L obiettivo principale di questo workshop è quello di esaminare e documentare i requisiti a livello di dati e le lacune funzionali relative al CMDB BMC Atrium, inclusa l identificazione dei punti di integrazione e delle fonti di dati. La discussione e l analisi sono guidate dal facilitatore per permettere al team aziendale di comprendere l architettura del CMDB BMC Atrium e di identificare le possibili esigenze di integrazione e gli eventuali punti deboli. Questo workshop non si propone di definire il processo o le procedure di gestione della configurazione. Poiché lo schema ITIL non definisce un approccio all implementazione dei CMDB, ogni azienda deve decidere l approccio migliore in base alle proprie esigenze specifiche. Questo workshop introduce il team del cliente all approccio basato su best practice di BMC, che consente di progettare il modello di dati del CMDB in modo da favorire la buona riuscita dei processi di implementazione e manutenzione. Durante questo workshop vengono riprese e convalidate le eventuali decisioni prese durante i precedenti workshop di analisi della soluzione riguardo ai CI e al CMDB BMC Atrium. I dati devono essere inseriti nel CMDB BMC Atrium in modo da soddisfare i requisiti delle diverse aree di processo e dei diversi gruppi di utenti. La partecipazione a questo workshop fornisce la formazione raccomandata sui CMDB, che prevede una conoscenza di base sul funzionamento del CMDB BMC Atrium. Cosi come il workshop sui dati fondamentali fornisce una conoscenza più approfondita delle strutture di dati fondamentali e del loro impatto sulle funzionalità delle applicazioni, il workshop tecnico CMDB permette di comprendere in modo più dettagliato le possibilità d impiego del CMDB BMC Atrium nell ambiente aziendale. Obiettivi del workshop tecnico CMDB >>Riprendere le definizioni di CMDB e CI ed elaborare linee guida sui contenuti da memorizzare nel CMDB BMC Atrium > >Comprendere le modalità di utilizzo del CMDB BMC Atrium nelle applicazioni BMC Remedy IT Service Management v 7 >>Definire il ciclo di vita dei CI >>Determinare in che modo verranno utilizzate le interfacce utente del CMDB BMC Atrium >>Definire il modello di dati della propria organizzazione (classi, attributi e relazioni) >>Identificare i consumatori e i fornitori di dati >>Definire le relazioni tra i CI PAGE > 8

11 >>Creare un modello di servizi di riferimento >>Definire le regole di federazione >>Identificare i requisiti per la cronologia dei CI >>Definire i set di dati e l approccio per la loro riconciliazione >>Determinare le modalità di utilizzo della Definitive Software Library Conversione dei dati (ad esempio, l inserimento in BMC Remedy IT Service Management v 7 di dati storici provenienti dai sistemi legacy) Sicurezza Formazione personalizzata (se necessaria) Reportistica Partecipanti Partecipanti appartenenti al team di implementazione di BMC Consulting Services: >>Facilitatore del workshop Assicura che tutte le aree del processo siano rappresentate Conduce il workshop e modera le discussioni >>Architetto della soluzione Fornisce un contributo di natura tecnica Annota le decisioni adottate o i problemi sollevati >>Partecipanti in rappresentanza del cliente: >>Responsabile della soluzione Verifica che tutti i partecipanti concordino sui requisiti identificati >>Team di gestione delle configurazioni Identifica gli elementi di dati richiesti >>Asset manager Identifica gli elementi di dati richiesti Al termine di questo workshop, il team del cliente avrà appreso l approccio da adottare per l inserimento dei dati nel CMDB BMC Atrium in modo da supportare i processi e le procedure aziendali. Il team saprà inoltre identificare il responsabile di ogni elemento di dati, i dati da inserire nel processo di caricamento iniziale e lo svolgimento di questo processo. Workshop sui requisiti supplementari I workshop sui requisiti supplementari sono condotti per identificare o chiarire i requisiti aggiuntivi che il team di implementazione dovrà affrontare durante la personalizzazione o altre attività. Questi workshop possono servire per affrontare requisiti specifici dell organizzazione o per esplorare in modo più dettagliato un requisito identificato in precedenza. Questi workshop possono trattare numerosi argomenti, ad esempio: 1. Architettura del sistema (se le attività precedenti, ad esempio l analisi dello stato attuale dell ambiente, hanno permesso di raccogliere sufficienti informazioni, non è necessario tenere un workshop separato per identificare i requisiti relativi all architettura del sistema) 2. Integrazioni (si potrà condurre un workshop separato per ogni sistema da integrare con BMC Remedy IT Service Management v7) I workshop supplementari richiesti dipenderanno dalla portata dell iniziativa di implementazione (ad esempio, la preparazione di materiale di formazione personalizzato può essere inclusa o esclusa) e dai requisiti identificati durante i precedenti workshop di analisi della soluzione. Ad esempio, l integrazione con un prodotto di terze parti viene spesso indicata come requisito e discussa da un punto di vista funzionale nell ambito dei workshop TPL; tuttavia, è spesso necessario esaminare in modo più approfondito i requisiti tecnici specifici di quell integrazione nell ambito di un workshop supplementare. Questi workshop possono consistere in discussioni di gruppo moderate, analoghe agli altri workshop di analisi della soluzione, oppure in riunioni individuali con esperti della materia. I partecipanti e i temi trattati variano a seconda dell argomento e dell ambito dell iniziativa. Al termine di questi workshop, e dopo lo studio della documentazione fornita dal cliente, il team di implementazione di BMC Consulting Services avrà acquisito una conoscenza più precisa dei requisiti del cliente e sarà in grado di preparare un progetto ad alto livello e un piano di lavoro che consentano di soddisfare tali requisiti. Workshop di modellazione dei dati L obiettivo primario di questo workshop è quello di stabilire in che modo ognuna delle strutture di dati fondamentali di BMC Remedy IT Service Management v 7 verrà usata nell ambiente del cliente, di identificare un responsabile per ogni elemento di dati e di predisporre il piano di acquisizione dei dati. Durante questo workshop, è necessario identificare la fonte di ognuno dei vari elementi di dati fondamentali e, se il tempo lo consente, iniziare a identificare i dati veri e propri (questo processo verrà in ogni caso completato durante le successive attività di acquisizione dei dati). Questo workshop è inoltre la sede ideale per affrontare le procedure di manutenzione e gestione delle modifiche ai dati fondamentali da eseguire nell ambiente di produzione. Il team del cliente acquisirà le conoscenze necessarie per fornire i dati nel formato appropriato e verificare la validità delle loro caratteristiche (tipo di dati, lunghezza dei campi, ecc.). Sono disponibili fogli elettronici di caricamento dei dati per facilitare l identificazione dei dati che dovranno essere importati nella soluzione. PAGE > 9

12 I workshop di modellazione dei dati devono essere preceduti dall identificazione di tutti gli altri requisiti, in modo che sia possibile definire il modello di dati tenendo conto dei requisiti identificati. In genere, è l ultima attività ad essere eseguita prima della finalizzazione del documento contenente i requisiti della soluzione. Il workshop può essere singolo o articolato in una serie di sessioni. L obiettivo principale del workshop è quello di stabilire in che modo le strutture di dati fondamentali verranno usate nell ambiente del cliente e di identificare i tipi di dati che verranno inseriti in tali strutture. Nel corso di questo workshop sarà possibile identificare alcuni dei dati effettivi. Tali dati saranno confermati e ripresi nelle attività di acquisizione dei dati previste nelle fasi di Progettazione e Realizzazione. Obiettivi del workshop di modellazione dei dati >>Comprendere l utilizzo dei fogli elettronici di caricamento dei dati per l acquisizione dei dati fondamentali >>Identificare il responsabile, lo scopo, la fonte e le date di scadenza per ognuna delle strutture di dati fondamentali >>Verificare che il modello di dati proposto supporti i requisiti identificati durante i workshop precedenti >>Definire le regole di assegnazione per la convalida del modello di dati Partecipanti Partecipanti appartenenti al team di implementazione di BMC Consulting Services: >>Facilitatore del workshop Assicura che tutte le aree del processo siano rappresentate Conduce il workshop e modera le discussioni >>Architetto della soluzione Fornisce un contributo di natura tecnica Annota le decisioni adottate o i problemi sollevati >>Partecipanti in rappresentanza del cliente: >>Team responsabile del processo aziendale Assicura che tutte le aree del processo siano rappresentate Verifica che il modello di dati fondamentale supporti il flusso di informazioni tra le applicazioni >>Team di gestione delle configurazioni Verifica che le strutture di dati supportino i requisiti identificati per i CI all interno del CMDB BMC Atrium >>Rappresentanti degli utenti Verificano che le strutture di dati fondamentali supportino i processi e le procedure operative dell azienda Al termine di questo workshop, il team aziendale avrà acquisito una conoscenza approfondita del modo in dovranno essere inseriti i dati nelle strutture di dati fondamentali perché le applicazioni supportino i processi e le procedure richieste, e avrà identificato un responsabile per ogni struttura di dati. Saranno state inoltre definite le aspettative sui tempi in cui i dati di base dovranno essere disponibili per l importazione nell applicazione. Benché questa attività possa sembrare più attinente alla fase di Progettazione (poiché comporta la definizione del modello di dati fondamentale), è necessario completarla durante la fase di Analisi per poter identificare le differenze tra il modello di dati di BMC Remedy IT Service Management v 7 e i requisiti del cliente e includerle nel documento contenente i requisiti della soluzione. Inoltre, la capacità del progetto di soddisfare altri requisiti può dipendere dalla definizione del modello di dati fondamentale. Conclusioni I workshop e le attività previsti nella fase di Analisi del ciclo di implementazione offrono importanti vantaggi per un efficace implementazione di BMC Remedy IT Service Management v7. Questi workshop e le relative attività permettono di ottenere risultati molto superiori a quelli delle tradizionali analisi dei requisiti e delle lacune. Grazie a questo approccio strutturato, il team aziendale apprende per prima cosa i processi, e quindi le tecnologie di supporto necessarie per garantire che la soluzione soddisfi le esigenze, gli obiettivi e le aspettative dell organizzazione (vedere la figura 5). Il risultato della fase di Analisi è un documento firmato e approvato contenente tutti i requisiti della soluzione. Questo documento, a sua volta, fungerà da base di partenza per le successive attività di Progettazione e Realizzazione. Con l ausilio di BMC Consulting Services, il team aziendale può iniziare a utilizzare le applicazioni di BMC Remedy IT Service Management più rapidamente e in modo da supportare efficacemente i requisiti e i processi dell organizzazione IT. Per chi desideri adottare nella propria soluzione i flussi di processo basati su best practice consigliati da BMC, un approccio particolarmente utile può essere quello fornito da BMC Rapid Results Services for BMC Remedy IT Service FASI Pianificazione Analisi Progettazione Realizzazione Convalida Distribuzione e preparazione ATTIVITÀ DELIVERABLE Figura Riunione di 5. Il ciclo di implementazione Pianificazione della della soluzione secondo la metodologia progettuale di BMC preparazione con fase di Analisi di Progettazione di Realizzazione di Convalida il cliente Workshop di analisi Identificazione della configu- Installazione della soluzione Esecuzione dei test di razione e dei dati richiesti Preparazione Configurazione della soluzione Documentazione accettazione dell utente dell ambiente Progettazione delle Attuazione delle dei requisiti e delle personalizzazioni personalizzazioni Gestione delle eccezioni Pianificazione raccomandazioni Progettazione delle Attuazione delle integrazioni del progetto integrazioni Inserimento dei dati richiesti Piano del progetto Strategie di formazione, test e distribuzione Documento contenente i requisiti della soluzione Guida al processo Documento contenente il progetto della soluzione Scenari per i test funzionali PAGE > 10 Documento descrittivo della soluzione Piano di formazione Relazioni sui test di accettazione di Distribuzione Esecuzione del piano di distribuzione Formazione degli utenti e degli amministratori di Distribuzione Documentazione finale Riepilogo dell implemen-

13 Management v7. Questo approccio prevede una serie di workshop di analisi della soluzione studiati appositamente per allineare l organizzazione aziendale a un insieme di processi e procedure basati su best practice standard, in modo da ridurre sensibilmente il tempo necessario per lo svolgimento delle fasi di Progettazione e Realizzazione. Per maggiori informazioni, contattare il proprio account manager BMC o telefonare al numero (800) La metodologia progettuale di BMC BMC offre soluzioni complete che vanno oltre la fornitura del software. La metodologia progettuale di BMC è frutto dell esperienza maturata in migliaia di implementazioni e definisce i ruoli, le attività e i metodi di controllo che si sono dimostrati essenziali per un implementazione corretta ed efficace. >>BMC Educational Services offre un approccio strutturato con cui sviluppare le competenze necessarie per implementare efficacemente e nel modo più proficuo i processi e le soluzioni BSM e ITIL. >>BMC Customer Support propone un portafoglio completo di offerte di supporto strutturate che consentono di adattare i servizi alle esigenze e alle capacità di supporto interne di ogni organizzazione. >>Il contributo dei partner migliora sensibilmente l offerta di soluzioni e servizi di BMC, estendendone la copertura geografica con una presenza locale in tutto il mondo e potenziando le risorse disponibili a BMC. I partner arricchiscono inoltre la gamma delle competenze disponibili grazie a varie specializzazioni in aree specifiche, ad esempio nella consulenza strategica. Per maggiori informazioni sulle offerte di BMC Services per ridurre i costi, i tempi e i rischi associati alla trasformazione aziendale e alla realizzazione di vantaggi misurabili con BSM, visitare BSM Delivery Model BMC Consulting Services è un componente essenziale del BSM Delivery Model, che comprende tutti i servizi disponibili per completare e sviluppare le conoscenze e le competenze interne dell azienda in tutte le aree dalla definizione della strategia BSM all implementazione delle soluzioni, fino alla misurazione e all ottimizzazione dei vantaggi forniti da queste soluzioni. Nell ambito di questo modello, BMC Consulting Services opera a stretto contatto con BMC Educational Services, BMC Customer Support e un ampia rete di partner. PAGE > 11

14 About BMC Software BMC Software offre soluzioni che migliorano il contributo del dipartimento IT all attività aziendale grazie a una gestione più efficiente delle tecnologie e dei processi IT. Le soluzioni di Business Service Management permettono di ridurre i costi, di attenuare i rischi di interruzione dell attività aziendale e di sfruttare al meglio un infrastruttura IT creata per supportare la crescita e la flessibilità. Solo BMC fornisce processi IT basati su best practice, una gestione automatizzata delle tecnologie e BMC Atrium, una tecnologia che permette di studiare sotto diversi profili la capacità dei servizi IT di supportare le priorità aziendali. Nota grazie a soluzioni di classe aziendale per mainframe, sistemi distribuiti e dispositivi per utenti finali, BMC offre anche soluzioni orientate alle problematiche specifiche delle medie imprese. Fondata nel 1980, BMC è presente in tutto il mondo e nell anno fiscale 2007 ha registrato un fatturato di 1,58 miliardi di dollari. Activate your business with the power of IT. Per saperne di più su come BMC può rendere più dinamica l attività aziendale, visitare il sito Web o telefonare al numero (800) BMC, BMC Software e il logo BMC Software sono di proprietà esclusiva di BMC Software, Inc., sono marchi registrati presso l Ufficio Brevetti e Marchi statunitense e sono registrati o in attesa di registrazione in altri paesi. Tutti gli altri marchi, marchi di servizi e logotipi BMC possono essere registrati o in attesa di registrazione negli Stati Uniti o in altri paesi. ITIL è un marchio registrato, e un marchio comunitario registrato dell Ufficio del commercio governativo (Office of Government Commerce, OCG); è registrato presso l Ufficio Brevetti e Marchi statunitense e viene utilizzato da BMC Software, Inc., su licenza e con l autorizzazione dell OGC. IT Infrastructure Library è un marchio registrato dell Ufficio del commercio governativo (Office of Government Commerce, OCG) e viene usato da BMC Software, Inc., su licenza e con l autorizzazione dello stesso OGC. Gli altri marchi o marchi registrati sono di proprietà dei rispettivi titolari BMC Software, Inc. Tutti i diritti riservati. *96560*

Il modello di ottimizzazione SAM

Il modello di ottimizzazione SAM Il modello di ottimizzazione control, optimize, grow Il modello di ottimizzazione Il modello di ottimizzazione è allineato con il modello di ottimizzazione dell infrastruttura e fornisce un framework per

Dettagli

Misurare il successo Guida alla valutazione dei service desk per le medie imprese:

Misurare il successo Guida alla valutazione dei service desk per le medie imprese: WHITE PAPER SULLE BEST PRACTICE Misurare il successo Guida alla valutazione dei service desk per le medie imprese: Come scegliere la soluzione ottimale per il service desk e migliorare il ROI Sommario

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

REQUISITI FUNZIONALI DELLE PROCEDURE ELETTRONICHE PER GLI APPALTI PUBBLICI NELL UE VOLUME I

REQUISITI FUNZIONALI DELLE PROCEDURE ELETTRONICHE PER GLI APPALTI PUBBLICI NELL UE VOLUME I REQUISITI FUNZIONALI DELLE PROCEDURE ELETTRONICHE PER GLI APPALTI PUBBLICI NELL UE VOLUME I GENNAIO 2005 eprocurement pubblico Clausola di esclusione della responsabilità Commissione europea Original document

Dettagli

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido Starter Package è una versione realizzata su misura per le Piccole Imprese, che garantisce una implementazione più rapida ad un prezzo ridotto. E ideale per le aziende che cercano ben più di un semplice

Dettagli

1- Corso di IT Strategy

1- Corso di IT Strategy Descrizione dei Corsi del Master Universitario di 1 livello in IT Governance & Compliance INPDAP Certificated III Edizione A. A. 2011/12 1- Corso di IT Strategy Gli analisti di settore riportano spesso

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance CUSTOMER SUCCESS STORY Febbraio 2014 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Società: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

Le aree funzionali ed i processi

Le aree funzionali ed i processi Le aree funzionali ed i processi Gestione Operativa ITIL Information Technology Infrastructure Library (ITIL) è un insieme di linee guida ispirate dalla pratica (Best Practice) nella gestione dei servizi

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Allegato 4 Manuale di Progetto

Allegato 4 Manuale di Progetto Telematica per la gestione integrata delle chiamate di emergenza Progetto Pilota Elemento di rilascio D1.1 Allegato 4 Manuale di Progetto Confidenzialità : Interna Partecipanti : TTS-Italia Autori : O.

Dettagli

ACADEMY MICROSOFT DYNAMICS CRM ONLINE

ACADEMY MICROSOFT DYNAMICS CRM ONLINE SKILL4YOU ACADEMY MICROSOFT DYNAMICS CRM ONLINE 2015 PERCORSO ACADEMY MICROSOFT DYNAMICS CRM ONLINE 2015 A CHI E RIVOLTO IL CORSO Questo piano formativo si rivolge a tutte le persone che desiderano acquisire

Dettagli

The ITIL Foundation Examination

The ITIL Foundation Examination The ITIL Foundation Examination Esempio di Prova Scritta A, versione 5.1 Risposte Multiple Istruzioni 1. Tutte le 40 domande dovrebbero essere tentate. 2. Le risposte devono essere fornite negli spazi

Dettagli

EMC Documentum Soluzioni per il settore assicurativo

EMC Documentum Soluzioni per il settore assicurativo Funzionalità EMC Documentum per il settore assicurativo La famiglia di prodotti EMC Documentum consente alle compagnie assicurative di gestire tutti i tipi di contenuto per l intera organizzazione. Un

Dettagli

WHITE PAPER SULLE BEST PRACTICE. L applicazione pratica dello schema ITIL

WHITE PAPER SULLE BEST PRACTICE. L applicazione pratica dello schema ITIL WHITE PAPER SULLE BEST PRACTICE L applicazione pratica dello schema ITIL Sommario Introduzione...1 Motivi di scetticismo...3 > >Definizione delle aree di intervento...3 Risposte alle obiezioni più comuni...3

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

<Insert Picture Here> Il Successo nel Cloud Computing con Oracle Advanced Customer Services (ACS)

<Insert Picture Here> Il Successo nel Cloud Computing con Oracle Advanced Customer Services (ACS) Il Successo nel Cloud Computing con Oracle Advanced Customer Services (ACS) Sandro Tassoni Oracle Support Director Maggio 2011 Agenda Panoramica Strategia Portafoglio ACS per Cloud

Dettagli

AT&S Aumenta l Efficienza e l Agilità del Business Tramite il Miglioramento della Gestione IT

AT&S Aumenta l Efficienza e l Agilità del Business Tramite il Miglioramento della Gestione IT CUSTOMER SUCCESS STORY Ottobre 2013 AT&S Aumenta l Efficienza e l Agilità del Business Tramite il Miglioramento della Gestione IT PROFILO DEL CLIENTE Settore: Manifatturiero Azienda: AT&S Dipendenti: 7500

Dettagli

Quattro passi verso la competenza

Quattro passi verso la competenza Quattro passi verso la competenza Incompetenza inconscia (non so di non sapere) Incompetenza conscia (so di non sapere) Competenza conscia (finalmente so di sapere) Competenza inconscia (non so di sapere)

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 2

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 2 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 2 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli

OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA

OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA PROGETTARE IN EUROPA Risultati attesi La partecipazione ad un bando europeo presuppone, prima di tutto, lo sviluppo di un idea progettuale contenutisticamente

Dettagli

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica CAPITOLATO TECNICO PER UN SERVIZIO DI MANUTENZIONE, GESTIONE ED EVOLUZIONE DELLA COMPONENTE AUTOGOVERNO DEL SISTEMA INFORMATIVO

Dettagli

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Comitato SGQ Comitato Ambiente Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Mercoledì, 23 febbraio 2005 - Palazzo FAST (Aula Morandi) Piazzale Morandi, 2 - Milano E' una

Dettagli

Riepilogo delle modifiche di PA-DSS dalla versione 2.0 alla 3.0

Riepilogo delle modifiche di PA-DSS dalla versione 2.0 alla 3.0 Settore delle carte di pagamento (PCI) Standard di protezione dei dati per le applicazioni di pagamento () Riepilogo delle modifiche di dalla versione 2.0 alla 3.0 Novembre 2013 Introduzione Il presente

Dettagli

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT)

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) CONSIP S.p.A. Allegato 6 Capitolato tecnico Capitolato relativo all affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) Capitolato Tecnico

Dettagli

Professional Services per contact center Mitel

Professional Services per contact center Mitel Professional Services per contact center Mitel Una struttura rigorosa per un offerta flessibile Rilevamento Controllo dello stato Requisiti della soluzione Architettura Roadmap strategica Ottimizzazione

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations CUSTOMER SUCCESS STORY LUGLIO 2015 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Azienda: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

Gestione Operativa e Supporto

Gestione Operativa e Supporto Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A6_1 V1.0 Gestione Operativa e Supporto Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per

Dettagli

Fattori critici di successo

Fattori critici di successo CSF e KPI Fattori critici di successo Critical Success Factor (CSF) Definiscono le azioni o gli elementi più importanti per controllare i processi IT Linee guida orientate alla gestione del processo Devono

Dettagli

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione ALLEGATO IV Capitolato tecnico ISTRUZIONI PER L ATTIVAZIONE A RICHIESTA DEI SERVIZI DI ASSISTENZA SISTEMISTICA FINALIZZATI ALLA PROGETTAZIONE E

Dettagli

Percorsi Manageriali

Percorsi Manageriali Percorsi Manageriali La finanza per le piccole medie imprese Presentazione dell iniziativa Biella, 4 marzo 2009 Obiettivi dell iniziativa L Unione Industriale Biellese intende offrire ai propri Associati

Dettagli

Servizio di IT Asset Inventory e Management

Servizio di IT Asset Inventory e Management Servizio di IT Asset Inventory e Management Dexit S.r.l. Sede legale: via G. Gilli, 2-38121 Trento (TN) Tel. 0461/020500 Fax 0461/020599 Cap.Soc. Euro 700.000,00 - Codice Fiscale, P.IVA, Registro Imprese

Dettagli

Programma per le soluzioni dei Partner di Altair HyperWorks

Programma per le soluzioni dei Partner di Altair HyperWorks Programma per le soluzioni dei Partner di Altair HyperWorks Domande frequenti (FAQ) Introduzione ad Altair Altair Engineering, Inc. promuove processi di innovazione tecnologica e di decision-making proponendo

Dettagli

Teeled S.r.l. PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ

Teeled S.r.l. PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ Teeled S.r.l. PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ Teeled S.r.l. - Sede in Rapallo (GE), Corso Italia n.36/6 C.F. e P.IVA: 01931930992 - Capitale sociale: 10.000,00 - Iscritta presso la C.C.I.A.A. di Genova - R.E.A.446248

Dettagli

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA Allegato 2 Offerta Tecnica Pag. 1 di 10 ALLEGATO 2 - OFFERTA TECNICA La busta B - Gara a procedura aperta ai sensi del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i per l affidamento dei servizi per

Dettagli

OGGETTO DELLA FORNITURA...4

OGGETTO DELLA FORNITURA...4 Gara d appalto per la fornitura di licenze software e servizi per la realizzazione del progetto di Identity and Access Management in Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. CAPITOLATO TECNICO Indice 1 GENERALITÀ...3

Dettagli

Identificare come i vari elementi dei Microsoft Dynamics CRM possono essere utilizzati per le relazioni con i clienti

Identificare come i vari elementi dei Microsoft Dynamics CRM possono essere utilizzati per le relazioni con i clienti PERIODO : Dal 11 novembre 2015 AL 4 dicembre 2015 Sede del corso: Presso GI Formazione in Piazza IV novembre 5, Milano Orari dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 A CHI E RIVOLTO IL CORSO Questo

Dettagli

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force.

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Sicuritalia S.p.A. Utilizzata con concessione dell autore. SAP Customer Success Story Sicurezza e servizi fiduciari Sicuritalia S.p.A Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Partner Nome

Dettagli

PROCEDURA PR.07/03. Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE. Verificato da

PROCEDURA PR.07/03. Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE. Verificato da PROCEDURA PR.07/03 Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE NUMERO REVISIONE DATA Emesso da DT Fabio 0 15/07/03 Matteucci 1 22/12/03 Fabio Matteucci 2 Verificato da Rappresentante della Direzione

Dettagli

I VANTAGGI. Flessibilità

I VANTAGGI. Flessibilità E-LEARNING E-LEARNING La proposta E-Learning della suite Agorà di Dedagroup A CHI SI RIVOLGE L OFFERTA fornisce al cliente un sistema complementare di formazione a distanza sui prodotti della suite Agorà

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi

Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi Soluzioni per la gestione di risorse e servizi A supporto dei vostri obiettivi di business Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi Utilizzate

Dettagli

Gestione dei Progetti (2005-2006)

Gestione dei Progetti (2005-2006) Gestione dei Progetti (2005-2006) Alessandro Agnetis DII Università di Siena (Alcune delle illustrazioni contenute nella presentazione sono tratte da PMBOK, a guide to the Project Management Body of Knowledge,

Dettagli

ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA Allegato 2 Modello di offerta tecnica Pagina 1 di 23 Premessa Nella redazione dell Offerta tecnica il concorrente deve seguire lo schema del modello proposto in questo

Dettagli

Le Raccomandazioni ministeriali per la prevenzione dei rischi in chirurgia: linee di indirizzo regionali di implementazione a livello aziendale

Le Raccomandazioni ministeriali per la prevenzione dei rischi in chirurgia: linee di indirizzo regionali di implementazione a livello aziendale Le Raccomandazioni ministeriali per la prevenzione dei rischi in chirurgia: linee di indirizzo regionali di implementazione a livello aziendale PREMESSA Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche

Dettagli

IBM Implementation Services per Power Systems Blade server

IBM Implementation Services per Power Systems Blade server IBM Implementation Services per Power Systems Blade server Questo allegato descrittivo del servizio ( Allegato ) è tra il Cliente (nel seguito denominato Cliente ) e IBM Italia S.p.A. (nel seguito denominata

Dettagli

Catalogo Corsi. Aggiornato il 16/09/2013

Catalogo Corsi. Aggiornato il 16/09/2013 Catalogo Corsi Aggiornato il 16/09/2013 KINETIKON SRL Via Virle, n.1 10138 TORINO info@kinetikon.com http://www.kinetikon.com TEL: +39 011 4337062 FAX: +39 011 4349225 Sommario ITIL Awareness/Overview...

Dettagli

SISTEMA E-LEARNING INeOUT

SISTEMA E-LEARNING INeOUT SISTEMA E-LEARNING INeOUT AMBIENTE OPERATIVO 1 Premesse metodologiche La complessità di un sistema informatico dipende dall aumento esponenziale degli stati possibili della sua architettura. Se è vero

Dettagli

Certificazione per i Partner di canale di Axis

Certificazione per i Partner di canale di Axis Axis Communications Academy Certificazione per i Partner di canale di Axis Il nuovo requisito per i Partner esperti di soluzioni è anche uno dei loro maggiori benefici. Axis Certification Program lo standard

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03

POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03 POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03 FIRMA: RIS DATA DI EMISSIONE: 13/3/2015 INDICE INDICE...2 CHANGELOG...3 RIFERIMENTI...3 SCOPO E OBIETTIVI...4 CAMPO DI APPLICAZIONE...4 POLICY...5

Dettagli

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight CUSTOMER SUCCESS STORY April 2014 Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight PROFILO DEL CLIENTE: Azienda: S.p.A. Settore: logistica e trasporti Fatturato: 8,2

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze

SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze Caso di successo Microsoft Integration SACE BT SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze Informazioni generali Settore Istituzioni finanziarie Il Cliente Il Gruppo

Dettagli

SOLUZIONE PER L'IDENTIFICAZIONE UNIVOCA DEI DISPOSITIVI DI PTC

SOLUZIONE PER L'IDENTIFICAZIONE UNIVOCA DEI DISPOSITIVI DI PTC SOLUZIONE PER L'IDENTIFICAZIONE UNIVOCA DEI DISPOSITIVI DI PTC Soluzione per l'identificazione univoca dei dispositivi di PTC Conformità senza complessità La soluzione per l'identificazione univoca dei

Dettagli

Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento*

Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento* Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento* *ma senza le note scritte in piccolo Allineare gli investimenti tecnologici con le esigenze in evoluzione dell attività Il finanziamento è una strategia

Dettagli

Corso di Specializzazione in Gestione dei Servizi IT Motivazioni, contenuti, obiettivi

Corso di Specializzazione in Gestione dei Servizi IT Motivazioni, contenuti, obiettivi Corso di Specializzazione in Gestione dei Servizi IT Motivazioni, contenuti, obiettivi 4 febbraio 2013 Tullio Vardanega Dipartimento di Matematica Università di Padova tullio.vardanega@math.unipd.it David

Dettagli

catalogo corsi di formazione 2014/2015

catalogo corsi di formazione 2014/2015 L offerta formativa inserita in questo catalogo è stata suddivisa in quattro sezioni tematiche che raggruppano i corsi di formazione sulla base degli argomenti trattati. Organizzazione, progettazione e

Dettagli

società di revisione legale iscritta al registro dei revisori legali al n. 166055 del MEF

società di revisione legale iscritta al registro dei revisori legali al n. 166055 del MEF società di revisione legale iscritta al registro dei revisori legali al n. 166055 del MEF Le giuste soluzioni alle sfide del futuro società di revisione legale RENOVA AUDIT Srl è una giovane realtà che

Dettagli

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6 Pag. 1 di 6 L Informedica è una giovane società fondata nel 2004 che opera nel settore dell'information Technology per il settore medicale. Negli ultimi anni attraverso il continuo monitoraggio delle tecnologie

Dettagli

La gestione dei rapporti con i fornitori è un tema cruciale per le grandi Aziende nello scenario attuale del mercato e delle sue logiche di sviluppo.

La gestione dei rapporti con i fornitori è un tema cruciale per le grandi Aziende nello scenario attuale del mercato e delle sue logiche di sviluppo. La gestione dei rapporti con i fornitori è un tema cruciale per le grandi Aziende nello scenario attuale del mercato e delle sue logiche di sviluppo. Il perfezionamento delle relazioni operative tra grandi

Dettagli

CRM: Come le PMI possono organizzare la loro attività senza costi di licenza

CRM: Come le PMI possono organizzare la loro attività senza costi di licenza CRM: Come le PMI possono organizzare la loro attività senza costi di licenza Il Customer Relationship Management (CRM) punta a costruire, estendere ed approfondire le relazioni esistenti tra un'azienda

Dettagli

PROFILO AZIENDALE 2011

PROFILO AZIENDALE 2011 PROFILO AZIENDALE 2011 NET STUDIO Net Studio è un azienda che ha sede in Toscana ma opera in tutta Italia e in altri paesi Europei per realizzare attività di Consulenza, System Integration, Application

Dettagli

SISTEMA DI LOG MANAGEMENT

SISTEMA DI LOG MANAGEMENT SIA SISTEMA DI LOG MANAGEMENT Controllo degli accessi, monitoring delle situazioni anomale, alerting e reporting Milano Hacking Team S.r.l. http://www.hackingteam.it Via della Moscova, 13 info@hackingteam.it

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

Lo Studio di Fattibilità

Lo Studio di Fattibilità Lo Studio di Fattibilità Massimo Mecella Dipartimento di Informatica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Definizione Insieme di informazioni considerate necessarie alla decisione sull investimento

Dettagli

La fusione tra servizio e qualità

La fusione tra servizio e qualità La fusione tra servizio e qualità esperienza e competenza Banca Aletti è dal 2001 il polo di sviluppo delle attività finanziarie del Gruppo Banco Popolare. All attività di Private Banking si affiancano

Dettagli

Taminco: incremento della produttività della forza vendite grazie all app Sales Anywhere

Taminco: incremento della produttività della forza vendite grazie all app Sales Anywhere 2013 SAP AG o una sua affiliata. Tutti i diritti riservati.. Taminco: incremento della produttività della forza vendite grazie all app Sales Anywhere Partner Taminco Settore di mercato Industria chimica

Dettagli

Change Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input. Funzioni

Change Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input. Funzioni Change Management Obiettivi Obiettivo del Change Management è di assicurarsi che si utilizzino procedure e metodi standardizzati per una gestione efficiente ed efficace di tutti i cambiamenti, con lo scopo

Dettagli

Al tuo fianco. nella sfida di ogni giorno. risk management www.cheopeweb.com

Al tuo fianco. nella sfida di ogni giorno. risk management www.cheopeweb.com Al tuo fianco nella sfida di ogni giorno risk management www.cheopeweb.com risk management Servizi e informazioni per il mondo del credito. Dal 1988 assistiamo le imprese nella gestione dei processi di

Dettagli

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!!

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! MISSION La mission di CSR Solution è quella di supportare soluzioni software avanzate nei settori della progettazione e della produzione industriale per le aziende

Dettagli

come posso migliorare le prestazioni degli SLA al cliente riducendo i costi?

come posso migliorare le prestazioni degli SLA al cliente riducendo i costi? SOLUTION BRIEF CA Business Service Insight for Service Level Management come posso migliorare le prestazioni degli SLA al cliente riducendo i costi? agility made possible Automatizzando la gestione dei

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

La gestione della qualità nelle aziende aerospaziali

La gestione della qualità nelle aziende aerospaziali M Premessa La AS 9100 è una norma ampiamente adottata in campo aeronautico ed aerospaziale dalle maggiori aziende mondiali del settore, per la definizione, l utilizzo ed il controllo dei sistemi di gestione

Dettagli

Strumenti di programmazione, monitoraggio e controllo. Il processo di budget

Strumenti di programmazione, monitoraggio e controllo. Il processo di budget Servizio Controllo di Gestione Strumenti di programmazione, monitoraggio e controllo Il processo di budget Il processo ho la scopo di garantire il raggiungimento dei risultati annuali previsti dalla Direzione

Dettagli

LINEA PROJECT MANAGEMENT

LINEA PROJECT MANAGEMENT LINEA PROJECT MANAGEMENT ITIL FOUNDATION V3 46.10.3 3 giorni Il corso, nell ambito della Gestione dei Servizi IT, mira a: 1. Comprendere Struttura e Processi di ITIL V3 - Information Technology Infrastructure

Dettagli

Processi di Gestione dei Sistemi ICT

Processi di Gestione dei Sistemi ICT Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A3_1 V1.1 Processi di Gestione dei Sistemi ICT Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

Moda.PDM. Scheda tecnica

Moda.PDM. Scheda tecnica Scheda tecnica Modasystem è una sofware house, leader nel settore, nata e strutturata per realizzare e proporre software applicativo per industrie di abbigliamento e calzature. Il personale di Modasystem

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

Metodologia TenStep. Maggio 2014 Vito Madaio - TenStep Italia

Metodologia TenStep. Maggio 2014 Vito Madaio - TenStep Italia Metodologia TenStep Maggio 2014 Vito Madaio - TenStep Italia Livello di Complessità Processo di Project Management TenStep Pianificare il Lavoro Definire il Lavoro Sviluppare Schedulazione e Budget Gestire

Dettagli

CATEGORIZZAZIONE PREVENTIVA di tutte le tipologie di richieste e dei dati necessari alla loro gestione Change Mgmt

CATEGORIZZAZIONE PREVENTIVA di tutte le tipologie di richieste e dei dati necessari alla loro gestione Change Mgmt Trouble Ticketing Contesto di riferimento I benefici del Trouble Ticketing Nell area Operations Support si collocano le varie fasi della gestione di un infrastruttura IT: a tale area è strettamente correlata

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 8

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 8 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 8 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli

Controllo della qualità dei servizi per l impiego e di tutela dei disabili. Informazioni per gli assistiti

Controllo della qualità dei servizi per l impiego e di tutela dei disabili. Informazioni per gli assistiti Controllo della qualità dei servizi per l impiego e di tutela dei disabili Informazioni per gli assistiti Indice Sommario... 3 Controllo della qualità 3 La verifica 3 Commenti degli assistiti 3 Esiti 3

Dettagli

LA REDAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO

LA REDAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO Istituto superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali In collaborazione con: Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE OBIETTIVI Master Breve di formazione personalizzata Il Master

Dettagli

Gestione Unica Utenti End User Support and Application Management Services

Gestione Unica Utenti End User Support and Application Management Services A COSA SERVE Fornisce supporto a 360 agli Utenti Gestione ottimizzata dell intero «ciclo di vita» degli asset informatici dalla acquisizione alla dismissione, eliminando l impatto della complessità tecnologica

Dettagli

MEGA INTERNATIONAL MANAGING ENTERPRISE COMPLEXITY

MEGA INTERNATIONAL MANAGING ENTERPRISE COMPLEXITY MEGA INTERNATIONAL MANAGING ENTERPRISE COMPLEXITY 2 MANAGING ENTERPRISE COMPLEXITY Oggi il mondo del business è in rapida evoluzione. Le decisioni devono essere prese sempre più velocemente e sotto pressione.

Dettagli

COME MISURARE UN SERVICE DESK IT

COME MISURARE UN SERVICE DESK IT OSSERVATORIO IT GOVERNANCE COME MISURARE UN SERVICE DESK IT A cura di Donatella Maciocia, consultant di HSPI Introduzione Il Service Desk, ovvero il gruppo di persone che è l interfaccia con gli utenti

Dettagli

Share The Vision 2010. La vostra missione, il nostro obiettivo

Share The Vision 2010. La vostra missione, il nostro obiettivo La vostra missione, il nostro obiettivo Obiettivo L'obiettivo di SOFTECH è assistere le aziende manifatturiere nel raggiungimento del successo soddisfacendone le esigenze di globalizzazione, time-to-market

Dettagli

La norma UNI EN ISO 14001:2004

La norma UNI EN ISO 14001:2004 La norma COS È UNA NORMA La normazione volontaria Secondo la Direttiva Europea 98/34/CE del 22 giugno 1998: "norma" è la specifica tecnica approvata da un organismo riconosciuto a svolgere attività normativa

Dettagli

Indice strutturato dello studio di fattibilità

Indice strutturato dello studio di fattibilità Indice strutturato dello studio di fattibilità DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 10 Indice 1 2 SPECIFICITÀ DELLO STUDIO DI FATTIBILITÀ IN UN PROGETTO DI RIUSO... 3 INDICE STRUTTURATO DELLO

Dettagli

D2 Guideline Linee Guida per la realizzazione di Audit Energetici

D2 Guideline Linee Guida per la realizzazione di Audit Energetici D2 Guideline Linee Guida per la realizzazione di Audit Energetici Target: Energy Auditors Deliverable 2 Final version 02.07.2008 Indice A. Introduzione... 2 Tenere conto delle condizioni nei diversi Paesi...

Dettagli

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA Allegato 2 Offerta Tecnica Pag. 1 di 9 ALLEGATO 2 - OFFERTA TECNICA La busta B - Gara a procedura aperta ai sensi del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i per l affidamento dei servizi per

Dettagli

Veloce, economico e sicuro: rendete più agile il vostro lavoro, diminuite il TCO e migliorate la vostra sicurezza grazie alla soluzione di job

Veloce, economico e sicuro: rendete più agile il vostro lavoro, diminuite il TCO e migliorate la vostra sicurezza grazie alla soluzione di job Veloce, economico e sicuro: rendete più agile il vostro lavoro, diminuite il TCO e migliorate la vostra sicurezza grazie alla soluzione di job scheduling senza agente White paper preparato per BMC Software

Dettagli

Utilizzare la soluzione giusta, semplicemente.

Utilizzare la soluzione giusta, semplicemente. Grandi Aziende Utilizzare la soluzione giusta, semplicemente. Nuove prospettive per la vostra azienda. Sempre in buona compagnia con la nostra gamma di servizi. Consulting Benvenuti al «think tank»! Qui

Dettagli