MASTER PLANNING AEROPORTUALE. Paolo Sordi Processi di Scalo ed Aviazione Generale SEA Aeroporti di Milano

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MASTER PLANNING AEROPORTUALE. Paolo Sordi Processi di Scalo ed Aviazione Generale SEA Aeroporti di Milano"

Transcript

1 MASTER PLANNING AEROPORTUALE Paolo Sordi Processi di Scalo ed Aviazione Generale SEA Aeroporti di Milano 1 1

2 Definizioni Aeroporto Cos è un aeroporto? - sistema complesso - infrastruttura attrezzata per il decollo e l atterraggio degli aerei - punto di interscambio tra differenti modalità di trasporto - elemento di collegamento tra sistemi di scala diversa Da che cosa è caratterizzato? - infrastrutture di volo - area terminale - sistemi di accesso Come si pianifica lo sviluppo di in aeroporto? - Piano Regolatore Aeroportuale 2

3 Definizioni Aeroporto = sistema di collegamento intermodale Malpensa Linate 3

4 Caratteristiche generali Il progetto di un infrastruttura complessa come un aeroporto richiede lo studio di una rete di relazioni (funzionali, architettoniche, sociali, ambientali, economiche, ecc.) in continua evoluzione. Il Piano Regolatore Aeroportuale: - analizza le diverse funzioni, - tiene conto delle regole e dei vincoli esistenti, - sviluppa delle previsioni, - individua le necessità, - considera i rapporti con il territorio, - definisce le modalità di evoluzione dei diversi sottosistemi. 4

5 Infrastrutture air side Le varie funzioni si sviluppano su uno schema base infrastrutturale costituito da pista (o piste) di volo, piazzali di sosta aeromobili e vie di rullaggio 5

6 Infrastrutture air-side 6

7 Infrastrutture land side L elemento più rappresentativo e simbolico è costituito dal terminal passeggeri, che richiede analisi accurate in termini di dimensionamento, schemi funzionali, forme architettoniche e spaziali. 7

8 Infrastrutture land side 8

9 Infrastrutture land side 9

10 Le principali funzioni dell aeroporto (sotto-sistemi) In uno schema base, gli elementi essenziali che compongono il Piano Regolatore Aeroportuale sono: - le infrastrutture air side (pista/e di volo, vie di rullaggio, piazzali di sosta aeromobili) - l area passeggeri - l area merci - i sistemi di accesso - l area tecnica (centrali di produzione, aree per la manutenzione, ) - la torre di controllo (localizzazione adeguata per idonea visuale) - la stazione dei Vigili del Fuoco - il deposito carburanti Inoltre possono essere presenti: area aviazione generale (aerei privati per lavoro/turismo, aerotaxi); hangar per ricovero e manutenzione aerei; altri edifici e attività di supporto (palazzine uffici, hotel, aree commerciali, caserme Enti di Stato, ) 10

11 Le principali funzioni dell aeroporto (sotto-sistemi) 11

12 Le principali funzioni dell aeroporto (sotto-sistemi) 12

13 Le principali funzioni dell aeroporto (sotto-sistemi) 13

14 Le principali funzioni dell aeroporto (sotto-sistemi) 14

15 La zonizzazione AREA DI MOVIMENTO: pista, vie di rullaggio, piazzale 1. AREA PASSEGGERI 2. AREA MERCI 3. AREE TECNICHE (centrale tecnologica, manutenzione, depositi) 4. AVIAZIONE GENERALE 5. MANUTENZIONE AA/MM DEP. CARB. TORRE DI CONTROLLO VV.F Accessibilità: strada (parcheggi) ferrovia 4 15

16 Ruolo dell aeroporto Per definire correttamente le caratteristiche di un aeroporto, bisogna considerare il suo possibile ruolo ed effettuare una stima del traffico previsto, così da poterne delineare lo schema di base: numero delle piste, dimensioni dei piazzali, dimensione e tipologia delle aree terminali passeggeri e merci, ecc. Il ruolo dell aeroporto ( locale, regionale, internazionale, intercontinentale ; hub, point to point ; traffico prevalente di aviazione commerciale o di aviazione generale, ) condiziona fortemente i flussi di traffico (in termini di volumi e tipologie). Il traffico che viene accolto in aeroporto (la domanda ) costituisce l elemento base per il dimensionamento di tutti i sotto-sistemi, che devono poter offrire una capacità adeguata. 16

17 Ruolo dell aeroporto Schema point-to point CPH Schema HUB (and spokes) CPH WAW WAW LYS MXP LYS MXP ATH ATH TUN TUN 17

18 Le piste di volo La conformazione di un aeroporto è fortemente condizionata dal numero, dalla posizione e dall orientamento delle piste. Il numero delle piste dipende dall entità del traffico e dalle condizioni anemometriche. L orientamento tiene conto di diversi parametri: orografia, caratteristiche meteorologiche (vento), destinazioni d uso del territorio circostante, rumore che viene generato sul territorio stesso. 18

19 La zonizzazione Una volta definite le caratteristiche della/e pista/e, lo schema urbanistico dell aeroporto deve considerare la posizione del principale centro di attività, ovvero il terminal passeggeri. La posizione reciproca tra area terminale e piste comporta distanze - e quindi tempi di percorrenza - che si traducono in costi per le compagnie aeree e per i viaggiatori. 19

20 La zonizzazione Tenendo conto che gran parte delle merci viaggia nella stiva degli aerei passeggeri, bisogna considerare il rapporto (e la distanza) tra area passeggeri e area merci. Quest ultima può essere dotata di proprie infrastrutture e deve anch essa essere collegata ai sistemi di accesso. Non si può poi prescindere da alcuni vincoli operativi per la collocazione dei servizi fondamentali per il controllo e la sicurezza delle operazioni: torre di controllo, stazione dei Vigili del Fuoco: - la torre di controllo deve avere visuale libera sull area di manovra, in modo da poter controllare le distanze e la posizione relativa degli aerei (riflessi su posizione e altezza); - la stazione dei VV.F. deve essere collocata in modo da garantire l intervento in modi e tempi codificati dalle norme (il punto più lontano di una pista deve essere raggiunto entro 3 min. da un eventuale allarme). 20

21 Rapporti con il territorio ferrovia Se pensiamo all aeroporto come punto di interscambio modale, assume particolare importanza lo studio delle relazioni con il territorio circostante in termini di accessibilità stradale e ferroviaria, e risulta indispensabile valutare la capacità e l efficienza della rete di adduzione. MALPENSA autostrada A8 A4 MILANO 21

22 Rapporti con il territorio Per quanto riguarda le aree limitrofe all aeroporto, è importante verificare il grado di compatibilità tra il territorio e l attività aeronautica, tenendo conto sia degli effetti negativi provocati dall aeroporto (rumore, traffico veicolare indotto, rischio di incidenti), sia dei disturbi che eventuali attività presenti sul territorio possono produrre sulle operazioni di volo (ostacoli, ciminiere, luci, presenza di volatili, ). Gli strumenti urbanistici saranno quindi caratterizzati da: - destinazioni d uso compatibili con l attività aeroportuale e di sorvolo, - vincoli di salvaguardia imposti sul territorio. 22

23 Regole e vincoli 1) Schema generale della/e pista/e di volo - traffico stimato: numero di decolli e atterraggi/ora (una o più piste) - orientamento in funzione dell orografia della zona e dei venti - orientamento in funzione dell urbanizzazione circostante (inquinamento acustico - sorvoli) 2) Relazione tra funzioni - aeroporto / territorio: accessibilità per passeggeri e merci - aerostazione passeggeri (piazzale) / pista di volo: tempi operativi - area passeggeri / area merci: gran parte delle merci viaggia nei voli passeggeri - aree di servizio (assistenza rampa, catering): rapidità di acceso al piazzale - torre di controllo e stazione VV.F.: necessità di posizioni adeguate - centrale tecnologica (produzione di energia, caldo e freddo): baricentrica 23

24 Schemi tipo Da quanto sopra discendono i vari tipi e schemi di aeroporto: PISTA SINGOLA PISTE PARALLELE PISTE PERPENDICOLARI PISTE A V 24

25 Esempi di aeroporti Atlanta, è l aeroporto più trafficato del mondo con quasi 90 milioni di passeggeri/anno Ha cinque piste parallele. L aerostazione si trova al centro, con un corpo principale per le diverse funzioni base e vari moli paralleli per l attracco degli aerei. 25

26 Esempi di aeroporti 26

27 Esempi di aeroporti Chicago, serve attualmente circa 65 milioni di passeggeri/anno ha sette piste di volo, con una configurazione mista tra quelle degli schemi presentati. Anche i terminal passeggeri presentano tipologie di vario genere. 27

28 Esempi di aeroporti 28

29 Esempi di aeroporti Parigi, serve circa 58 milioni di passeggeri/anno, dispone di quattro piste parallele, con due aree terminali passeggeri e una vasta area merci. La vecchia aerostazione è ad anello, mentre la nuova è costituita da moduli e ingloba la stazione del TGV. AREE TERMINALI AREA TECNICA CARGO CITY 29

30 Esempi di aeroporti Francoforte, registra circa 54 milioni di passeggeri/anno; dispone di tre piste (due delle quali parallele non indipendenti, mentre la terza è stata realizzata anche per attenuare i problemi di impatto ambientale) e due terminal passeggeri. AREA TECNICA CARGO CITY AREA TERMINALE 30

31 Esempi di aeroporti Monaco di Baviera, costituisce un esempio di buona pianificazione aeroportuale, ha due piste parallele distanti 2 km (indipendenti), con l area passeggeri al centro. Serve un traffico di circa 34 milioni di passeggeri/anno. CARGO CITY AREA TECNICA AREA TERMINALE 31

32 Gli aeroporti di Milano La città di Milano dispone di due aeroporti: Linate copre una superficie di circa 350 ettari ed è dotato di una pista principale di 2,4 km e di una pista minore (600 m) per l aviazione generale. Nel 2010 ha registrato un traffico di ca. 8,3 milioni di passeggeri/anno (ma in passato è giunto a servire fino ad oltre 14 milioni di passeggeri/anno). Malpensa presenta una superficie di circa ettari e ha due piste parallele lunghe circa 4 km e distanziate di ca. 800 m. Dispone di due aree terminali e nel 2010 ha registrato un traffico di quasi 19 milioni di passeggeri/anno (quasi 24 milioni di pass./anno nel 2007). 32

33 Gli aeroporti di Milano Aerostazione Cargo Av. Generale MILANO - LINATE 33

34 Gli aeroporti di Milano 34

35 Gli aeroporti di Milano MILANO - MALPENSA T 2 T 1 CARGO CITY 35

36 Gli aeroporti di Milano Il Terminal 2 di Malpensa venne realizzato nell immediato dopoguerra e si è successivamente sviluppato nel corso degli anni; è posizionato in fondo alle piste perché in origine il traffico aereo era assai modesto e l intervallo tra l arrivo di un aereo e la partenza di un altro era tale da consentire decolli e atterraggi contrapposti. Si potevano così ridurre al minimo i percorsi di rullaggio a terra degli aerei. La nuova area terminale è stata sviluppata ad ovest delle piste e comprende tutte le principali funzioni aeroportuali; in particolare l aerostazione passeggeri (Terminal 1) è articolata in un corpo principale e tre satelliti dove attraccano gli aerei. Le due piste parallele non hanno una separazione sufficiente a garantire l indipendenza dei movimenti e, quindi, la possibilità di due atterraggi contemporanei, tuttavia l aeroporto può comunque gestire fino a 70 movimenti/ora. 36

37 Gli aeroporti di Milano L aeroporto di Malpensa negli anni 60 37

38 Gli aeroporti di Milano Il Terminal 1 di Malpensa (superficie ca m 2 ) 38

39 Gli aeroporti di Milano Il Terminal 1 di Malpensa La torre di controllo 39

40 Gli aeroporti di Milano Il Terminal 1 di Malpensa 40

41 L aerostazione passeggeri Gli schemi funzionali Il terminal passeggeri costituisce l elemento più significativo di un grande aeroporto. Esistono vari tipi di aerostazioni, con differenti schemi funzionali: - lineare, - modulare, - con finger e/o satelliti, - a uno o più livelli 41

42 L aerostazione passeggeri Gli schemi funzionali Schema base Piazzale aerei Aerostazione 42

43 L aerostazione passeggeri Gli schemi funzionali Schema lineare Piazzale aerei Aerostazione 43

44 L aerostazione passeggeri Gli schemi funzionali Schema lineare Piazzale aerei Aerostazione 44

45 L aerostazione passeggeri Gli schemi funzionali Amsterdam Schiphol (6 piste; 45 milioni pass./anno) 45

46 L aerostazione passeggeri Gli schemi funzionali Schema a satelliti Piazzale aerei Aerostazione 46

47 L aerostazione passeggeri Gli schemi funzionali Milano Malpensa 47

48 L aerostazione passeggeri Gli schemi funzionali Piazzale aerei Schema a moduli Aerostazione Accesso Aerostazione Piazzale aerei 48

49 L aerostazione passeggeri Gli schemi funzionali Parigi Roissy Charles de Gaulle Sviluppo modulare 49

50 L aerostazione passeggeri Gli schemi funzionali Parigi Roissy Charles de Gaulle 50

51 L aerostazione passeggeri Gli schemi funzionali Parigi Roissy Charles de Gaulle 51

52 L aerostazione passeggeri Gli schemi funzionali Parigi Roissy Charles de Gaulle 52

53 L aerostazione passeggeri Gli schemi funzionali Schema a 1 livello Piazzale aerei Riconsegna bagagli N SCH Partenze Nsch BHS Check-in Partenze sch Riconsegna bagagli SCH Controlli pass. X-ray X-ray arrivi Atrio pubblico arrivi Strada Strada partenze arrivi Piazzale aerei sezione trasversale 53

54 L aerostazione passeggeri Gli schemi funzionali Schema a 2 livelli Piano terra 1 piano arrivi partenze Viadotto Check-in partenze Strada arrivi Piazzale aerei sezione trasversale 54

55 L aerostazione passeggeri Il progetto Il terminal passeggeri viene normalmente suddiviso in tre unità : - unità di traffico, - unità commerciale (e amministrativa), - unità tecnologica. L unità di traffico occupa in genere circa il 50-55% della superficie complessiva e costituisce l area direttamente utilizzata per il servizio dei passeggeri (in partenza / in arrivo / in transito) e dei loro bagagli; l unità commerciale (negozi, ristoranti e bar, sale VIP, uffici, ) occupa circa il 25-30% della superficie complessiva e costituisce un importante fonte di reddito per l aeroporto; il restante 15-20% va riservato all unità tecnologica, che comprende impianti e servizi. 55

56 L aerostazione passeggeri Il progetto 56

57 L aerostazione passeggeri Il progetto L unità di traffico comprende: - Flusso in partenza - atrio check-in (collegato al sistema smistamento bagagli) - zona controlli (sicurezza e passaporti) - zona di attesa - aree di imbarco (da cui si accede agli aerei) - Flusso in arrivo - sbarco e zone controlli (passaporti, sanitari, sicurezza) - sale di riconsegna bagagli - atrio arrivi (uscita verso i trasporti di superficie) - Percorsi per i passeggeri in transito 57

58 L aerostazione passeggeri Il progetto Il corretto dimensionamento di tutti i vari sotto-sistemi che compongono il terminal presuppone la conoscenza della domanda di traffico (numero di passeggeri/anno; numero di passeggeri nell ora di punta ; quota di passeggeri in transito rispetto a quelli originanti ; ripartizione tra traffico business e traffico turistico; ) e richiede di stabilire le prestazioni che si vogliono garantire (livello di servizio). Il traffico di riferimento deve essere definito mediante previsioni a anni. Utilizzando parametri di riferimento definiti a livello internazionale, si possono così determinare le dotazioni necessarie in termini di spazi ed attrezzature (ad esempio: numero di banchi di check-in, numero di postazioni di controllo, numero di gates, numero di nastri per la riconsegna dei bagagli, ). Come dato di riferimento preliminare si possono considerare ca m 2 per ogni milione di passeggeri/anno, oppure m 2 per pass./hpt. 58

59 L aerostazione passeggeri Il progetto La progettazione deve tenere conto per quanto possibile della prevedibile evoluzione dei parametri operativi (tempi medi di controllo dei passeggeri, curve di presentazione, ) e dello sviluppo tecnologico (ad es.: self ticketing, self check-in, ). Un elemento fondamentale per garantire un corretto utilizzo degli spazi e per agevolare i passeggeri è inoltre costituito dagli elementi di comunicazione presenti all interno del terminal. 59

60 L aerostazione passeggeri Il Terminal 1 di Malpensa Lay-out soluzione A 60

61 L aerostazione passeggeri Il Terminal 1 di Malpensa Lay-out soluzione B 61

62 L aerostazione passeggeri Il Terminal 1 di Malpensa Lay-out soluzione C 62

63 L aerostazione passeggeri Il Terminal 1 di Malpensa 63

64 L aerostazione passeggeri Il Terminal 1 di Malpensa Land-side Air-side Check-in Partenze Arrivi CORPO PRINCIPALE SEZIONE TRASVERSALE 64

65 L aerostazione passeggeri Il Terminal 1 di Malpensa 65

66 L aerostazione passeggeri Il Terminal 1 di Malpensa 66

67 L aerostazione passeggeri Il Terminal 1 di Malpensa 67

68 L aerostazione passeggeri Il Terminal 1 di Malpensa 68

69 L aerostazione passeggeri Il Terminal 1 di Malpensa 69

70 L aerostazione passeggeri Il Terminal 1 di Malpensa 70

71 I prossimi sviluppi A

72 I prossimi sviluppi A

GLI AEROPORTI parte 1/2 GLI AEROPORTI

GLI AEROPORTI parte 1/2 GLI AEROPORTI corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica a.a. 2008-2009 GLI AEROPORTI GLI AEROPORTI parte 1/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione L aeroporto costituisce un elemento di fondamentale

Dettagli

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica parte 1/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica parte 1/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica GLI AEROPORTI parte 1/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione L aeroporto costituisce un elemento di fondamentale importanza in quanto

Dettagli

LO SVILUPPO E L ADEGUAMENTO INFRASTRUTTURALE DEI GRANDI AEROPORTI NAZIONALI ROMA, MILANO, VENEZIA

LO SVILUPPO E L ADEGUAMENTO INFRASTRUTTURALE DEI GRANDI AEROPORTI NAZIONALI ROMA, MILANO, VENEZIA DIREZIONE CENTRALE INFRASTRUTTURE AEROPORTI E SPAZIO AEREO LO SVILUPPO E L ADEGUAMENTO INFRASTRUTTURALE DEI GRANDI AEROPORTI NAZIONALI ROMA, MILANO, VENEZIA AGENDA 1. IL PIANO NAZIONALE AEROPORTI 2. I

Dettagli

IL PIANO REGOLATORE GENERALE

IL PIANO REGOLATORE GENERALE DOSSIER TORINO Lo sviluppo dell aeroporto di Torino Caselle è regolato da un Piano Regolatore Generale (Master Plan), definito dalla Società di gestione nel 1986, che individua le aree su cui devono essere

Dettagli

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione L aeroporto costituisce un elemento di fondamentale importanza in quanto nodo

Dettagli

Gestione operativa dei movimenti nell Apron. Malpensa Layout Aeroportuale Malpensa Dati di traffico Malpensa Apron Mangement Control SEA

Gestione operativa dei movimenti nell Apron. Malpensa Layout Aeroportuale Malpensa Dati di traffico Malpensa Apron Mangement Control SEA Gestione operativa dei movimenti nell Apron Sommario: Malpensa Layout Aeroportuale Malpensa Dati di traffico Malpensa Apron Mangement Control SEA SEA Milan MXP -LIMC Layout aeroportuale 1 MXP Hub Master

Dettagli

CORRISPETTIVI REGOLAMENTATI

CORRISPETTIVI REGOLAMENTATI CORRISPETTIVI REGOLAMENTATI Gennaio 2016 - DIRITTI AEROPORTUALI - SERVIZI DI SICUREZZA - INFRASTRUTTURE CENTRALIZZATE - ASSISTENZA PRM - SERVIZI DI HANDLING - BENI IN USO ESCLUSIVO INDICE GENERALE I CORRISPETTIVI

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA CIVILE

LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA CIVILE UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA FACOLTA DI INGEGNERIA LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI ED ELIPORTUALI LECTURE 03 REQUISITI DI UN AREA AEROPORTUALE

Dettagli

Accessibilità e connettività per i trasporti a medio e lungo raggio in Lombardia

Accessibilità e connettività per i trasporti a medio e lungo raggio in Lombardia Accessibilità e connettività per i trasporti a medio e lungo raggio in Lombardia Indice Analisi congiunturale Indicatori di accessibilità 2 Analisi congiunturale 3 Aeroporti e segmenti di mercato Mercato

Dettagli

La mobilità delle merci nell area metropolitana milanese: vincoli e opportunità. L opportunità offerta da Milano Malpensa Cargo

La mobilità delle merci nell area metropolitana milanese: vincoli e opportunità. L opportunità offerta da Milano Malpensa Cargo La mobilità delle merci nell area metropolitana milanese: vincoli e opportunità L opportunità offerta da Milano Malpensa Cargo Giulio De Metrio Chief Operating Officer and Deputy CEO SEA Aeroporti di Milano

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO ICCSAI International Center for Competitiveness Studies in the Aviation Industry Il sistema aeroportuale lombardo: sviluppi passati, contesto attuale e prospettive. di

Dettagli

MASTER PLAN 2014-2029 AEROPORTO DI FIRENZE A. VESPUCCI

MASTER PLAN 2014-2029 AEROPORTO DI FIRENZE A. VESPUCCI MASTER PLAN 2014-2029 AEROPORTO DI FIRENZE A. VESPUCCI FIRENZE PALAZZO VECCHIO 6 NOVEMBRE 2014 OBIETTIVI E ASSUNTI DEL NUOVO MASTER PLAN IL NUOVO MASTER PLAN 2014-2029 Il Nuovo Master Plan si pone l obiettivo

Dettagli

Fiumicino e Malpensa: due sistemi aeroportuali a confronto. IL SISTEMA DEI VALICHI ALPINI Monitoraggio dei flussi e valutazione degli effetti sulle

Fiumicino e Malpensa: due sistemi aeroportuali a confronto. IL SISTEMA DEI VALICHI ALPINI Monitoraggio dei flussi e valutazione degli effetti sulle Fiumicino e Malpensa: due sistemi aeroportuali a confronto Maggio 2007 IL SISTEMA DEI VALICHI ALPINI Monitoraggio dei flussi e valutazione degli effetti sulle 1 Premessa La presentazione che segue si pone

Dettagli

Prefattibilità dell Aeroporto di Latina. Latina, 28/02/2007

Prefattibilità dell Aeroporto di Latina. Latina, 28/02/2007 Prefattibilità dell Aeroporto di Latina Latina, 28/02/2007 Attività svolte 1. Definizione dello scenario di riferimento 2. Identificazione dei fattori di successo dell aeroportualità minore a livello europeo

Dettagli

01/06/2014-1 - AEROPORTO DI MILANO-BERGAMO

01/06/2014-1 - AEROPORTO DI MILANO-BERGAMO 01/06/2014-1 - AEROPORTO DI MILANO-BERGAMO LA PORTA D ACCESSO DELLA ZONA EST DELLA REGIONE LOMBARDIA Uno dei principali fattori di successo dell Aeroporto di Milano Bergamo è dato dalla posizione geografica,

Dettagli

LA METROPOLITANA DI ORLY

LA METROPOLITANA DI ORLY LA METROPOLITANA DI ORLY Il secondo scalo della capitale francese si presenta come un esempio di aeroporto collegato al centro urbano mediante una linea metropolitana, anche se con i limiti di un percorso

Dettagli

Aeroporto di Bari Karol Wojtyla Master Plan 2022 Chiarimenti ed integrazioni al documento tecnico e allo SIA

Aeroporto di Bari Karol Wojtyla Master Plan 2022 Chiarimenti ed integrazioni al documento tecnico e allo SIA Sommario 1 PREMESSA...2 2 I FLUSSI DI TRAFFICO PASSEGGERI E MERCI...2 2.1 SCENARIO ATTUALE MOVIMENTI E PASSEGGERI...2 2.2 SCENARIO FUTURO MOVIMENTI E PASSEGGERI...6 2.3 TRAFFICO MERCI...7 3 ANALISI DELLE

Dettagli

I PROGETTI METROPOLITANI L AEROPORTO L. Mantecchini CdA SAB. Convegno stato attuazione PTCP Bologna, 15 Maggio 2013

I PROGETTI METROPOLITANI L AEROPORTO L. Mantecchini CdA SAB. Convegno stato attuazione PTCP Bologna, 15 Maggio 2013 I PROGETTI METROPOLITANI L AEROPORTO L. Mantecchini CdA SAB Convegno stato attuazione PTCP Bologna, 15 Maggio 2013 MASTERPLAN AEROPORTUALE ANALISI INIZIALE 1) DEFINIZIONE DI MASTERPLAN 2) STUDIO DEL TRAFFICO

Dettagli

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica parte 2/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica parte 2/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica GLI AEROPORTI parte 2/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Airside: classificazione degli aeroporti Gli aeroporti sono classificati in diversi modi.

Dettagli

LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEL TRASPORTO AEREO PASSEGGERI E MERCI NEL NORD ITALIA

LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEL TRASPORTO AEREO PASSEGGERI E MERCI NEL NORD ITALIA Intervento Giuseppe Castelli Vice Presidente Assolombarda Seminario LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEL TRASPORTO AEREO PASSEGGERI E MERCI NEL NORD ITALIA Sala Falck Assolombarda 10 febbraio 2009 Tutte le relazioni

Dettagli

Venezia Marco Polo (VCE/LIPZ) STORIA

Venezia Marco Polo (VCE/LIPZ) STORIA Venezia Marco Polo (VCE/LIPZ) STORIA L aeroporto di Venezia Tessera intitolato a Marco Polo fu aperto nel 1960 con lo scopo di divenire un punto di riferimento per i passeggeri del nord est. 1 Esso sorge

Dettagli

Gli Aeroporti milanesi per. Milano, 22 ottobre 2013

Gli Aeroporti milanesi per. Milano, 22 ottobre 2013 Gli Aeroporti milanesi per 2015 Milano, 22 ottobre 2013 Gli Aeroporti milanesi per Expo 2015 Numerose sono le azioni che SEA sta sviluppando ed intende sviluppare per Expo 2015 e numerosi sono i progetti

Dettagli

MALPENSA: LA TERZA PISTA A cura di Beppe Balzarini

MALPENSA: LA TERZA PISTA A cura di Beppe Balzarini Somma Lombardo, 28 novembre 2009 CONVEGNO: STRUMENTI PER CAPIRE MALPENSA Organizzato da C.U.V. (Comitato Urbanistico Volontario) CONTRIBUTO DI UNI.CO.MAL. LOMBARDIA (Unione Comitati del Comprensorio di

Dettagli

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it INTRODUZIONE Definizioni Si definisce stazione ogni complesso organico di impianti

Dettagli

Il travel retail di AdR nel sistema degli aeroporti italiani Prospettive di crescita. Fulvio Fassone Direttore Commerciale AdR

Il travel retail di AdR nel sistema degli aeroporti italiani Prospettive di crescita. Fulvio Fassone Direttore Commerciale AdR Il travel retail di AdR nel sistema degli aeroporti italiani Prospettive di crescita Fulvio Fassone Direttore Commerciale AdR Il sistema aeroportuale gestito da Aeroporti di Roma Aeroporti di Roma gestisce

Dettagli

CONTRATTO DI PROGRAMMA ENAC-SEA

CONTRATTO DI PROGRAMMA ENAC-SEA CONTRATTO DI PROGRAMMA ENAC-SEA sottoperiodo 2016-2020 PIANO INVESTIMENTI AEROPORTO DI MALPENSA RELAZIONE TECNICA Milano, 22 ottobre 2015 Sommario 1. Introduzione... 3 2. La configurazione attuale dell

Dettagli

AEROPORTI MOLI E TERMINAL

AEROPORTI MOLI E TERMINAL AEROPORTI MOLI E TERMINAL 86 A.A. 2015/16 Schema generale di un aeroporto 87 A.A. 2015/16 Caratteristiche generali degli aeroporti POSIZIONE GEOGRAFICA Gli aeroporti per condizioni di operatività e di

Dettagli

ADF. PROGETTO AEROPORTO FROSINONE Strutture ed infrastrutture aeroportuali ed eliportuali e loro integrazione con le reti di mobilità terrestre

ADF. PROGETTO AEROPORTO FROSINONE Strutture ed infrastrutture aeroportuali ed eliportuali e loro integrazione con le reti di mobilità terrestre www.aeroportofrosinone.it AEROPORTO PROGETTO AEROPORTO FROSINONE Strutture ed infrastrutture aeroportuali ed eliportuali e loro integrazione con le reti di mobilità terrestre Progetto Aeroporto Frosinone

Dettagli

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. SAVE Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. SAVE Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2 Le aree di attività pag. 3 I risultati pag. 6 Il Gruppo in sintesi pag. 7 Venezia,

Dettagli

INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI CORSO DI STRADE, FERROVIE ED AEROPORTI A. A. 2007-08

INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI CORSO DI STRADE, FERROVIE ED AEROPORTI A. A. 2007-08 INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI CORSO DI STRADE, FERROVIE ED AEROPORTI A. A. 2007-08 Prof. Giovanni Leonardi, 2007 1 Introduzione L aeroporto costituisce un elemento di fondamentale importanza in quanto nodo

Dettagli

IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 2011-2020: EFFETTI SUL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO. Modena, 4 aprile 2011

IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 2011-2020: EFFETTI SUL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO. Modena, 4 aprile 2011 IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 2011-2020: EFFETTI SUL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO Modena, 4 aprile 2011 1 PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA Strumento per la Competitività del Paese In un paese

Dettagli

D I R I T T I E T A R I F F E

D I R I T T I E T A R I F F E DIRITTI E TARIFFE Edizione Dicembre 2013 DEFINIZIONE DEI TERMINI Definizione dei termini Società il soggetto cui spetta l esecuzione delle operazioni aeroportuali. Vettore la persona giuridica che svolge

Dettagli

CAP. 1: Generalità sul trasporto aereo 11. CAP. 2: Lo scenario normativo del trasporto aereo 43

CAP. 1: Generalità sul trasporto aereo 11. CAP. 2: Lo scenario normativo del trasporto aereo 43 Prefazione INDICE CAP. 1: Generalità sul trasporto aereo 11 1.1 Introduzione 11 1.2 Definizione di trasporto aereo 11 1.3 Definizione della convenienza all uso dell aereo 12 1.4 Il trasporto aereo nel

Dettagli

Al Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Viale Cristoforo Colombo 44 00147 ROMA

Al Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Viale Cristoforo Colombo 44 00147 ROMA .., /.. /.. Al Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Viale Cristoforo Colombo 44 00147 ROMA OGGETTO : Valutazione di Impatto Ambientale ai sensi dell art.26 del D.lgs 152/06

Dettagli

L AEROPORTO INTERNAZIONALE DI ZURIGO-KLOTEN

L AEROPORTO INTERNAZIONALE DI ZURIGO-KLOTEN INTEGRAZIONE AEROPORTO ZURIGO L AEROPORTO INTERNAZIONALE DI ZURIGO-KLOTEN Lo scalo svizzero è un esempio di integrazione delle funzioni modali e accessorie, tra loro e con la città, ma anche di ruolo urbano

Dettagli

Cpt G. MANSUTTI - CEDRA Aeroporti & Ambiente Safety & Security

Cpt G. MANSUTTI - CEDRA Aeroporti & Ambiente Safety & Security PIANO DEI RISCHI IN ITALIA PIANI DI RISCHIO Il piano di rischio rappresenta lo strumento per la gestione del rapporto tra aeroporto e territorio come misura di tutela reciproca. A tal fine il Piano di

Dettagli

AEROPORTI GARDERMOEN E ARLANDA AEROPORTI E TERRITORIO La tutela e la ricerca della compatibilità e dell equilibrio per gli scali aeroportuali rappresenta un elemento ormai centrale, sia nella progettazione

Dettagli

FIRENZE FIRENZE SI RINNOVA

FIRENZE FIRENZE SI RINNOVA AEROPORTI FIRENZE FIRENZE SI RINNOVA L aeroporto del capoluogo toscano ha inaugurato nel dicembre scorso la nuova aerostazione passeggeri con la quale, in attesa del prolungamento della pista e del complessivo

Dettagli

LA LOMBARDIA PER IL RILANCIO DI MALPENSA E PER LA SOLUZIONE DELLA CRISI ALITALIA

LA LOMBARDIA PER IL RILANCIO DI MALPENSA E PER LA SOLUZIONE DELLA CRISI ALITALIA Nel corso degli ultimi dieci anni, la Lombardia ha fortemente investito in una strategia di rafforzamento dell accessibilità aerea propria e dell Italia settentrionale, operando per il rafforzamento della

Dettagli

PROCEDURE PER ARRIVI E PARTENZE DEI VISITATORI/PILOTI PARTECIPANTI AL SALONE DEL VOLO DI PADOVA

PROCEDURE PER ARRIVI E PARTENZE DEI VISITATORI/PILOTI PARTECIPANTI AL SALONE DEL VOLO DI PADOVA PROCEDURE PER ARRIVI E PARTENZE DEI VISITATORI/PILOTI PARTECIPANTI AL SALONE DEL VOLO DI PADOVA L organizzazione tiene in altissima considerazione la Sicurezza del Volo e per questo, con il supporto e

Dettagli

Frankfurt Hahn (HHN/EDFH)

Frankfurt Hahn (HHN/EDFH) Frankfurt Hahn (HHN/EDFH) STORIA L aeroporto di Francoforte Hahn si trova a 120 km dalla città di Francoforte, ed è stato per lungo tempo una base aerea della NATO che ospitava il cinquantesimo squadrone

Dettagli

Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei S.p.A.

Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei S.p.A. Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei S.p.A. Pisa International Airport Pisa International Airport Affidamento del servizio di progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, coordinamento sicurezza

Dettagli

Gli acquisti in SEA Aeroporti di Milano. Roma, venerdì 11 ottobre 2013

Gli acquisti in SEA Aeroporti di Milano. Roma, venerdì 11 ottobre 2013 Gli acquisti in SEA Aeroporti di Milano Roma, venerdì 11 ottobre 2013 Il gruppo SEA: chi siamo Il Gruppo SEA gestisce il sistema aeroportuale milanese in base alla Convenzione, di durata quarantennale,

Dettagli

Approva l Accordo a Latere sottoscritto dal Comune con R.F.I. S.p.A. e FS Sistemi Urbani;

Approva l Accordo a Latere sottoscritto dal Comune con R.F.I. S.p.A. e FS Sistemi Urbani; PROGETTO PEOPLE MOVER 16 luglio 2011 A cura di Comune di Pisa, SAT e PISAMO Contenuti della delibera del 14 luglio 2011 Contenuti Prende atto dell Accordo di Programma siglato in data 13 aprile 2011 da

Dettagli

Cyber Security Come governare la sicurezza informatica nella gestione di un aeroporto internazionale

Cyber Security Come governare la sicurezza informatica nella gestione di un aeroporto internazionale Cyber Security Come governare la sicurezza informatica nella gestione di un aeroporto internazionale Mario De Pascale Information Technology Aeroporto di Pisa mario.depascale@toscana-aeroporti.com Agenda

Dettagli

Contesto operativo aeroportuale Conformità delle infrastrutture e procedure operative alle norme tecniche ed alle norme di Sicurezza

Contesto operativo aeroportuale Conformità delle infrastrutture e procedure operative alle norme tecniche ed alle norme di Sicurezza Contesto operativo aeroportuale Conformità delle infrastrutture e procedure operative alle norme tecniche ed alle norme di Sicurezza SOGAER AEROPORTO di CAGLIARI - ELMAS Ing. Mario Orrù Direttore Infrastrutture

Dettagli

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE Gli indicatori delle modalità di arrivo a Firenze: i bus turistici e il traffico aereo Tra le numerose modalità di arrivo a Firenze si evidenziano quelle più rappresentative dell andamento turistico nonché

Dettagli

AEROPORTO TREVISO - CANOVA

AEROPORTO TREVISO - CANOVA AEROPORTO TREVISO - CANOVA UNA PISTA TRA IL SILE E LA NOALESE Com.te Giuliano Mansutti Quinto di Treviso 4 marzo 2011 1 2 L AEROPORTO E UBICATO A SUD OVEST DELLA CITTA DI TREVISO, TRA LA STRADA NOALESE

Dettagli

TERMINAL CROCIERE A MIAMI

TERMINAL CROCIERE A MIAMI PORTI MIAMI TERMINAL CROCIERE A MIAMI La capitale del traffico croceristico internazionale presenta numerose strutture per l imbarco e lo sbarco che subiscono però il peso degli anni e del massiccio afflusso

Dettagli

Studio sul settore del commercio in sede fissa

Studio sul settore del commercio in sede fissa COMUNE DI MASSA (Provincia di Massa Carrara) Studio sul settore del commercio in sede fissa Valutazioni finalizzate alla predisposizione delle norme di pianificazione commerciale da inserire nel Regolamento

Dettagli

alta velocità per il Ticino?

alta velocità per il Ticino? AlpTransit 2019: un futuro ad alta velocità per il Ticino? 24 marzo 2011 SUPSI, Lugano-Trevano Alptransit e le infrastrutture italiane del Nordovest: stato di avanzamento, problemi e prospettive Vittorio

Dettagli

Corrispettivi per: Diritti aeroportuali Servizi di sicurezza Infrastrutture centralizzate

Corrispettivi per: Diritti aeroportuali Servizi di sicurezza Infrastrutture centralizzate Corrispettivi per: Diritti aeroportuali Servizi di sicurezza Infrastrutture centralizzate INDICE GENERALE 1 DIRITTI AEROPORTUALI Diritti aeromobili 1.1 Diritti di approdo 1.2 Diritti di partenza 1.3 Diritti

Dettagli

SEA: Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di Bilancio 2011

SEA: Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di Bilancio 2011 SEA: Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di Bilancio 2011 Risultati 2011 in crescita rispetto all esercizio 2010 Ricavi gestionali 1 : 579,3 milioni di Euro (+5,3%) EBITDA gestionale 1

Dettagli

SAVE spa Aeroporto Marco Polo di Venezia Contratto di programma

SAVE spa Aeroporto Marco Polo di Venezia Contratto di programma SAVE spa Aeroporto Marco Polo di Venezia Contratto di programma INVESTIMENTI PER CUI E ACCORDATO IL WACC INCREMENTALE E RELATIVA DISCIPLINA PER L APPLICAZIONE 1. L applicazione di una remunerazione incrementale

Dettagli

Allegato alla proposta di delibera cod. n. 10/2007

Allegato alla proposta di delibera cod. n. 10/2007 Allegato alla proposta di delibera cod. n. 10/2007 EMERGENZA DERIVANTE DA RISCHIO AEROPORTUALE SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI NOVARA Progetto per la messa a punto di procedure di intervento e l organizzazione

Dettagli

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it INTRODUZIONE Definizioni Si definisce stazione ogni complesso organico di impianti ferroviari

Dettagli

UNI EN ISO 9001:2008 Certificato n.9175.arpl

UNI EN ISO 9001:2008 Certificato n.9175.arpl L aeroporto di Bergamo Orio al Serio insiste sul territorio dei comuni di Orio al Serio, di Grassobbio e di Seriate, e si trova a pochi chilometri dal centro di Bergamo. Lo sviluppo programmato a partire

Dettagli

L AEROPORTO DI ARLANDA

L AEROPORTO DI ARLANDA L AEROPORTO DI ARLANDA L aeroporto della capitale svedese rappresenta la principale porta del paese con il resto del mondo e uno dei più importanti nodi di comunicazione tra il nord Europa e l area del

Dettagli

IL COMPLESSO DI MALPENSA NORD

IL COMPLESSO DI MALPENSA NORD AEROPORTI MALPENSA NORD IL COMPLESSO DI MALPENSA NORD L attuale aerostazione di Malpensa, scalo intercontinentale del nord Italia e maggiore aeroporto italiano per il traffico charter, è da tempo oggetto

Dettagli

Capitolo 5. Network. Analisi di un sistema aeroportuale: il caso Gesac

Capitolo 5. Network. Analisi di un sistema aeroportuale: il caso Gesac Capitolo 5 * Network Analisi di un sistema aeroportuale: il caso Gesac SOMMARIO: Introduzione. 2. Tema. Le relazioni inter-organizzative di un network aeroportuale. 2.1. Il caso Gesac. 3. Conclusioni.

Dettagli

APPALTI e CONCESSIONI

APPALTI e CONCESSIONI DOTAZIONE INFRASTRUTTURE: DATI UE E NAZIONALI L ISPO (Istituto per gli studi sulla Pubblica opinione) ha reso noti i dati di una ricerca comparata sulle infrastrutture, sia a livello comunitazio che nazionnale.

Dettagli

Frankfurt Hahn (HHN/EDFH)

Frankfurt Hahn (HHN/EDFH) (Aggiornata 2014) Frankfurt Hahn (HHN/EDFH) STORIA L aeroporto di Francoforte Hahn si trova a 120 km dalla città di Francoforte, ed è stato per lungo tempo una base aerea della NATO che ospitava il cinquantesimo

Dettagli

Allegato 2 PROGRAMMA DEGLI INVESTIMENTI DI LUNGO TERMINE

Allegato 2 PROGRAMMA DEGLI INVESTIMENTI DI LUNGO TERMINE Allegato 2 PROGRAMMA DEGLI INVESTIMENTI DI LUNGO TERMINE Ottobre 2012 1. I cronoprogrammi di cui al presente allegato 2 sono stati redatti alla data del 31/10/2011. 2. Essi diverranno vincolanti a decorrere

Dettagli

AEROPORTO DI LINATE. D. Lgs. 194/05

AEROPORTO DI LINATE. D. Lgs. 194/05 AEROPORTO DI LINATE Mappatura acustica dell infrastruttura aeroportuale D. Lgs. 194/05 Mappatura acustica ex D.Lgs 194/05 a cura di SEA Aeroporti di Milano Data: 29 giugno 2012 1 INTRODUZIONE La presente

Dettagli

Il piano della mobilità urbana nella regione Ile-de-France

Il piano della mobilità urbana nella regione Ile-de-France 27 Novembre 2012 Il piano della mobilità urbana nella regione Ile-de-France Laurence Debrincat, STIF Workshop sui Piani Urbani della Mobilità Sostenibile - Milano 2 Sommario Il contesto delle politiche

Dettagli

ORDINANZA N. 54/2005

ORDINANZA N. 54/2005 Direzione Aeroportuale Milano-Malpensa ORDINANZA N. 54/2005 Il Dirigente dell Enac competente per la Direzione Aeroportuale di Milano Malpensa, VISTI gli allegati tecnici ICAO nn. 6 e 17 e il Documento

Dettagli

Cos è Un HUB? Ing. Alessandro Pelosi Gianfranco Cincotta Wehrhahn. 03/10/2008 Associazione Viva Malpensa Viva

Cos è Un HUB? Ing. Alessandro Pelosi Gianfranco Cincotta Wehrhahn. 03/10/2008 Associazione Viva Malpensa Viva Cos è Un HUB? Ing. Alessandro Pelosi Gianfranco Cincotta Wehrhahn Ing. Pelosi Alessandro Laureato in Ing. Civile ind. Trasporti presso il Politecnico di Milano, durante il periodo di studi lavora part-time

Dettagli

Complessità e specificità dell area industriale di Padova

Complessità e specificità dell area industriale di Padova COMUNE di PADOVA Complessità e specificità dell area industriale di Padova Patrizio Mazzetto, Capo Settore Ambiente del Comune di Padova Dennis Wellington, Settore Ambiente del Comune di Padova Padova,

Dettagli

Innsbruck Kranebitten (INN/LOWI)

Innsbruck Kranebitten (INN/LOWI) (Aggiornata 2014) Innsbruck Kranebitten (INN/LOWI) STORIA L idea di costruire un aeroporto nell area di Innsbruck nasce dal governo provinciale tirolese nel 1920, che avvia la stesura dei progetti e l

Dettagli

Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est

Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est Grazie agli interventi di potenziamento infrastrutturale e di ammodernamento tecnologico delle linee ferroviarie del Nord Est portati a termine negli ultimi anni

Dettagli

Con riferimento alla richiesta di pronuncia di compatibilità ambientale ai sensi dell art.26 del D.lgs 152/06 e

Con riferimento alla richiesta di pronuncia di compatibilità ambientale ai sensi dell art.26 del D.lgs 152/06 e .., /.. /.. Al Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. OGGETTO : Valutazione di Impatto Ambientale ai sensi dell art.26 del D.lgs 152/06 e s.m.i. relativa al nuovo Master Plan

Dettagli

IL CANTIERE FIUMICINO

IL CANTIERE FIUMICINO PROGETTI ROMA IL CANTIERE FIUMICINO L aeroporto intercontinentale di Roma Fiumicino procede verso la sua completa ristrutturazione attraverso una politica dei piccoli passi, condizionata dai finanziamenti

Dettagli

NAVETTE E ALTA VELOCITÀ PER FRANCOFORTE

NAVETTE E ALTA VELOCITÀ PER FRANCOFORTE AEROPORTI & FRANCOFORTE NAVETTE E ALTA VELOCITÀ PER FRANCOFORTE Con la recente inaugurazione del nuovo terminal 2 il maggiore scalo tedesco guarda al futuro del trasporto aereo, affidandosi a un complesso

Dettagli

Contratto di Programma SAC S.p.A.

Contratto di Programma SAC S.p.A. Contratto di Programma SAC S.p.A. Consultazione con gli Utenti su Proposta di Aggiornamento Tariffario 2015 Informazioni preliminari 20 Novembre 2014 Indice Analisi del traffico aeroportuale 2014 Stato

Dettagli

IL PRINCIPALE GESTORE AEROPORTUALE DEL NORD ITALIA

IL PRINCIPALE GESTORE AEROPORTUALE DEL NORD ITALIA COMPANY PROFILE LA MISSIONE DEL GRUPPO Facendo crescere gli aeroporti che gestisce, SEA contribuisce alla crescita di un intero territorio: la sua gente, la sua economia, la sua capacità di occupazione,

Dettagli

Documentazione richiesta per il rilascio del parere di compatibilità acustica ambientale (clima/impatto acustico)

Documentazione richiesta per il rilascio del parere di compatibilità acustica ambientale (clima/impatto acustico) l.g. cantieri 04/14 Dipartimento Tutela Ambientale - Protezione Civile U.O. Tutela dagli Inquinamenti Documentazione richiesta per il rilascio del parere di compatibilità acustica ambientale (clima/impatto

Dettagli

PIANO DI RISCHIO DELL AEROPORTO DI REGGIO CALABRIA

PIANO DI RISCHIO DELL AEROPORTO DI REGGIO CALABRIA PIANO DI RISCHIO DELL AEROPORTO DI REGGIO CALABRIA Il Piano di Rischio redatto dal Comune di Reggio Calabria è conforme ai requisiti di seguito riportati: 1) Tipologie di Rischio I rischi si articolano

Dettagli

PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO

PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO Scalo Smistamento Retroporto Casello Alessandria sud A27 Genova - Gravellona Toce Strada di collegamento con la tangenziale 1 PRA STRADA DI COLLEGAMENTO CON LA TANGENZIALE

Dettagli

ANALISI DEI COSTI DEL TRASPORTO AEREO

ANALISI DEI COSTI DEL TRASPORTO AEREO CORSO DI TRASPORTI AEREI Prof. Luigi La Franca DEL TRASPORTO AEREO A.A. 2004/05 PROCESSO ANALISI DI DEREGULATION DEI COSTI DIRITTI AEROPORTUALI SERVIZI DI SICUREZZA INFRASTRUTTURE CENTRALIZZATE DIRITTI

Dettagli

La Città di Palermo laboratorio di mobilità sostenibile 2009 2020

La Città di Palermo laboratorio di mobilità sostenibile 2009 2020 La Città di Palermo laboratorio di mobilità sostenibile 2009 2020 CESARE LAPIANA Assessore all Ambiente del Comune di Palermo La mobilità nella Città di Palermo 1. MANCANZA DI FLESSIBILITÀ NEL COMPLESSO

Dettagli

Trasporti: politiche, qualità e soluzioni

Trasporti: politiche, qualità e soluzioni Ordine degli Ingegneri della Provincia di Palermo con il patrocinio di AICQ Sicilia Trasporti: politiche, qualità e soluzioni Palermo, 14-02-2014 IL SISTEMA QUALITA AEROPORTUALE Dr.ssa Antonella Saeli

Dettagli

CONSORZIO PER L AREA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DI GELA

CONSORZIO PER L AREA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DI GELA Per l Area di Sviluppo Industriale di Gela CONSORZIO PER L AREA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DI GELA INDAGINE CONOSCITIVA Il Consorzio Dati sulle Aziende Giudizio sui servizi presenti Aspettativa di nuovi servizi

Dettagli

La Piattaforma Logistica delle Marche

La Piattaforma Logistica delle Marche La Piattaforma Logistica delle Marche Logistica e sistema interportuale italiano Confindustria Ancona, 28 Maggio 2013 I principali nodi logistici delle Marche 3 nodi per 4 modi di trasporto Significativa

Dettagli

Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km

Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km 1. CARATTERISTICHE DELLA LINEA Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km 2. IL RUOLO DELLE GREENWAYS

Dettagli

I principali aeroporti nazionali ed il collegamento alla rete ferroviaria. Febbraio 2015

I principali aeroporti nazionali ed il collegamento alla rete ferroviaria. Febbraio 2015 I principali aeroporti nazionali ed il collegamento alla rete ferroviaria Febbraio 2015 Traffico passeggeri dei principali Aeroporti nazionali - 2014 Aeroporto Nazionali Internazionali di cui C. Europea

Dettagli

AEROPORTO DI MALPENSA. D. Lgs. 194/05

AEROPORTO DI MALPENSA. D. Lgs. 194/05 AEROPORTO DI MALPENSA Mappatura acustica dell infrastruttura aeroportuale D. Lgs. 194/05 Mappatura acustica ex D.Lgs 194/05 a cura di SEA Aeroporti di Milano Data: 29 giugno 2012 1 INTRODUZIONE La presente

Dettagli

Bilancio di Sostenibilità 2009 - SINTESI

Bilancio di Sostenibilità 2009 - SINTESI Bilancio di Sostenibilità 2009 - SINTESI 1 PERCHÉ ABBIAMO FATTO IL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ? (1/2) Perché operiamo in un settore che ha impatti significativi su Ambiente naturale Comunità di cui Passeggeri

Dettagli

Corso Professionale PERSONALE AEREOPORTUALE DI TERRA. Online

Corso Professionale PERSONALE AEREOPORTUALE DI TERRA. Online Online Istituti Professionali ti aiuta a trovare il percorso giusto per te con la formazione online. Ovunque tu sia. Corso Professionale PERSONALE AEREOPORTUALE DI TERRA Corso Professionale PERSONALE AEREOPORTUALE

Dettagli

Aeroporto Internazionale di Milano Orio al Serio Milan Orio al Serio International Airport. Chief Financial Officer Sacbo SpA

Aeroporto Internazionale di Milano Orio al Serio Milan Orio al Serio International Airport. Chief Financial Officer Sacbo SpA LA MOBILITA AEREA, IL VOLO LOW-COST COST, IL RUOLO DELL AEROPORTO NELLE FUNZIONI URBANE Ciro Ciaccio Chief Financial Officer Sacbo SpA Dicembre 2009 UNO SCALO IN CONTINUA CRESCITA 8.000.000 7.000.000 6.000.000

Dettagli

Presentazione dei principali contenuti del SIA

Presentazione dei principali contenuti del SIA Master Plan2014-19 Procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale Presentazione dei principali contenuti del SIA Sesto Fiorentino, 21 aprile 2015 AEROPORTO DI FIRENZE STATO ATTUALE LOCALIZZAZIONE Comuni:

Dettagli

CLIMA ACUSTICO E RUMORE AEROPORTUALE

CLIMA ACUSTICO E RUMORE AEROPORTUALE cap 09 rumore 1-03-2004 17:02 Pagina 93 93 CAPITOLO 9 CLIMA ACUSTICO E RUMORE AEROPORTUALE L a Lombardia occupa una posizione di primo piano nel contesto economico nazionale ed europeo. Se è vero che la

Dettagli

Centro Studi Demetra

Centro Studi Demetra Centro Studi Demetra IX corso di Formazione Giuridico - Amministrativa Roma 15 dicembre 2014 FACOLTA Di ARCHITETTURA Dipartimento di Architettura e Progetto - DIAP Un modello di valutazione per lo sviluppo

Dettagli

Grandi aeroporti e aeroporti accessibili. L investimento di easyjet per la Lombardia

Grandi aeroporti e aeroporti accessibili. L investimento di easyjet per la Lombardia MOBILITY CONFERENCE 2015 CONNESSIONI AEREE E SVILUPPO AEROPORTUALE Grandi aeroporti e aeroporti accessibili. L investimento di easyjet per la Lombardia FRANCES OUSELEY, Direttore Italia easyjet Milano,

Dettagli

Workshop «Un nuovo modello di governance per la city logistics: i primi risultati dell Osservatorio Mobilità e Trasporti di Eurispes»

Workshop «Un nuovo modello di governance per la city logistics: i primi risultati dell Osservatorio Mobilità e Trasporti di Eurispes» Workshop «Un nuovo modello di governance per la city logistics: i primi risultati dell Osservatorio Mobilità e Trasporti di Eurispes» Dalla distribuzione urbana alla smart logistics Fulvio Lino Di Blasio

Dettagli

Ferroplan. Recupero dell area della stazione ferroviaria di Bolzano

Ferroplan. Recupero dell area della stazione ferroviaria di Bolzano Venezia, 10-20 novembre 2004 Catalogo della Mostra Comune di Bolzano Ferroplan. Recupero dell area della stazione ferroviaria di Bolzano L ambito della trasformazione Il tema dell area ferroviaria di Bolzano

Dettagli

Integrazione Quadro Conoscitivo

Integrazione Quadro Conoscitivo PIANO REGIONALE INTEGRATO DEI TRASPORTI2020 Integrazione Quadro Conoscitivo Fase adozione INTEGRAZIONE QUADRO CONOSCITIVO INDICE 1 ESTRATTI DALLO STUDIO DEL SISTEMA AEROPORTUALE ITALIANO, SCENARI E STRATEGIE

Dettagli

Aiuto di Stato N 45/2009 - Italia Progetto relativo a interventi integrati per il sistema aeroportuale toscano

Aiuto di Stato N 45/2009 - Italia Progetto relativo a interventi integrati per il sistema aeroportuale toscano COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 8.04.2009 C(2009) 2462 definitivo Oggetto: Aiuto di Stato N 45/2009 - Italia Progetto relativo a interventi integrati per il sistema aeroportuale toscano Signor Ministro,

Dettagli

Comunicato stampa del 16 luglio 2015

Comunicato stampa del 16 luglio 2015 Comunicato stampa del 16 luglio 2015 Boom del turismo internazionale in Sardegna: il 2014 si è chiuso con un milione di arrivi stranieri confermando il record 2013 Tra il 2006 e il 2014 il numero dei passeggeri

Dettagli

L INTERPORTO DI BERGAMO MONTELLO

L INTERPORTO DI BERGAMO MONTELLO LOMBARDIA Situato a est di Bergamo, l'interporto di Montello si pone come il punto di riferimento per potenzialità, posizione e rete infrastrutturale del bacino produttivo a nord est di Milano e della

Dettagli

CAPITOLO 4 IL SISTEMA AEROPORTUALE

CAPITOLO 4 IL SISTEMA AEROPORTUALE CAPITOLO 4 IL SISTEMA AEROPORTUALE Il Sistema dei Trasporti nella Provincia di Pesaro-Urbino 174 Premessa Per la provincia di Pesaro-Urbino assumono importanza gli aeroporti di Falconara Marittima e Rimini

Dettagli