SCOLIOMETRIA: osserviamo e decidiamo che fare. Marco Maria Mariani. Guido Barneschi. Pediatra di base Arezzo. Dir. Prof. M.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCOLIOMETRIA: osserviamo e decidiamo che fare. Marco Maria Mariani. Guido Barneschi. Pediatra di base Arezzo. Dir. Prof. M."

Transcript

1 SCOLIOMETRIA: osserviamo e decidiamo che fare Guido Barneschi I Clinica Ortopedica Università di Firenze Dir. Prof. M.Innocenti Marco Maria Mariani Pediatra di base Arezzo

2 Piano frontale LORDOSI CIFOSI LORDOSI Piano sagittale

3 La scoliosi è una deviazione del rachide sul piano frontale Dal greco skolios = storto NORMALE SCOLIOSI

4 Poiché una curvatura laterale del rachide può essere causata da numerose condizioni patologiche, e talora anche parafisiologiche, il termine non identifica un entità nosologica unica, ma situazioni diverse in cui la deviazione del rachide è il segno clinico SCOLIOSI NON E UNA DIAGNOSI

5 CLASSIFICAZIONE EZIOLOGICA Non strutturali Deviazioni sul piano forntale ATTEGGIAMENTI SCOLIOTICI paramorfismi Strutturali SCOLIOSI Dismorfismi Carattere permanente

6 SCOLIOSI strutturale = La colonnavertebrale non presenta soltanto una curvatura laterale ma nella stessa sede presenta un alterazione permanente della morfologia e della funzionalità ANOMALIE: - anatomo-patologiche - cliniche - funzionali - radiografiche

7 Anomalie dal punto di vista clinico Presenza di un gibbo

8 CLASSIFICAZIONE EZIOLOGICA SCOLIOSI Scoliosi strutturali IDIOPATICA - CONGENITA - NEUROFIBROMATOSICA - NEUROLOGICA - TORACOGENICA - MARFAN - ECC

9 DEFINIZIONE SCOLIOSI IDIOPATICA La scoliosi è una deviazione permanente del rachide sul piano frontale in un soggetto altrimenti sano

10 DEFINIZIONE BASATA SULL ASPETTO RADIOGRAFICO BIDIMENSIONALE

11 La scoliosi è una deformità tridimensionale

12 Alterazioni sul piano frontale Scoliosi 45 Alterazioni sul piano orizzontale Rotazione Alterazioni sul piano sagittale Es. ipocifosi toracica

13 DEFINIZIONE SCOLIOSI IDIOPATICA La scoliosi è una deviazione permanente del rachide sul piano frontale in un soggetto altrimenti sano, con asimmetrie che si sviluppano nei tre piani dello spazio CURVA TRIDIMENSIONALE

14 Dobbiamo considerare non solo le tre dimensioni dello spazio ma anche il fattore tempo 11 anni Menarca da 1 anno A 3 anni anni Prepubere A 3 anni

15 LA SCOLIOSI E UNA DEFORMITA QUADRIMENSIONALE 11a 14a

16 Atteggiamenti scoliotici posturali Postura perfetta Atteggiamenti scoliotici

17 Lievi differenze di lunghezza degli arti inferiori e/o piccole asimmetrie di bacino creano normalmente piccole curve di compenso

18 Il rachide non presenta curve sul piano frontale ad eccezione di una piccola curva toracica destra dovuta probabilmente all asimmetria del cuore e dei grossi vasi G.Chiarugi L.Bucciante

19 SCOLIOSI = curva strutturale di 11 o maggiore Scoliosis Research Society

20 DEFINIZIONE SCOLIOSI IDIOPATICA La scoliosi è una deviazione permanente del rachide sul piano frontale in un soggetto altrimenti sano, con asimmetrie che si sviluppano nei tre piani dello spazio, superiore ai 10 Cobb

21 LE SCOLIOSI DI COMUNE OSSERVAZIONE NELLA PRATICA CLINICA SONO: Scoliosi Idiopatiche Dell adolescenza

22 LE SCOLIOSI DI COMUNE OSSERVAZIONE NELLA PRATICA CLINICA SONO: Scoliosi Idiopatiche Dell adolescenza

23 % EPIDEMIOLOGIA 2% 0,4% 0,2% PREVALENZA SCOLIOSI (10-16 anni)

24 Epidemiologia scoliosi Piccole curve non evolutive = Curve maggiori dei 30 <

25 % Inizio pubertà Risser anni ACCRESCIMENTO STATURALE (cm/anno)

26 cm Inizio Risser 5+ Crescita staturale pubertà Velocità accresc. rachide anni

27 gradi Aggravamento scoliosi Velocità accresc. rachide anni

28 SCOLIOSI IDIOPATICA EZIOLOGIA SCONOSCIUTA MULTIFATTORIALE - difetti neurologici - difetti tessuto collagene - Ecc. GENETICA

29 SCOLIOSI IDIOPATICA EZIOLOGIA FATTORI GENETICI Madre Figlia Fratello Sorella

30 ELEVATA CONCORDANZA NEI GEMELLI MONOCORIALI

31 LA DIAGNOSI E : - CLINICA - RADIOGRAFICA

32 QUADRO CLINICO QUADRO CLINICO ortostatismo ASIMMETRIA ALTEZZA SCAPOLE CURVA LINEA DELLE SPINOSE PROMINENZA SCAPOLA ASIMMETRIA DEI TRIANGOLI DELLA TAGLIA

33 ASIMMETRIA ALTEZZA SCAPOLE - scarsa rilevanza - lieve o assente nella scoliosi idiopatica

34 SCARSA RILEVANZA - le spinose si spostano medialmente nella scoliosi CURVA DELLA LINEA DELLE SPINOSE

35 PROMINENZA SCAPOLA Prominenza monolaterale (scoliosi) Prominenza bilaterale (scapole alate)

36 ASIMMETRIA DEI TRIANGOLI DELLA TAGLIA - sensibile - non specifico

37 QUADRO CLINICO QUADRO CLINICO flessione anteriore del tronco Forward bending test test di Adams

38 IL GIBBO = asimmetria del tronco, generalmente posteriore e asimmetrica, espressione clinica di una scoliosi strutturata.

39 Gibbo costale

40 Quantificazione clinica della deformità Misurazione dell altezza gibbo (livella e centimetro rigido) Misurazione dell angolo di inclinazione del tronco (scoliometro)

41 MISURAZIONE DEL GIBBO (cut-off = 5 mm) A B AB = altezza del gibbo

42

43 MISURAZIONE DELL ANGOLO DI ROTAZIONE DEL TRONCO (cut-off = 5 ) SCOLIOMETRO X ( X= angolo di rotazione del tronco

44 Misurazione del gibbo Scoliometro di Bunnell

45 ATTENZIONE AI DIFETTI DI POSIZIONAMENTO - arti inferiori - arti superiori

46 Piedi divaricati e simmetrici Maggiore stabilità (allargamento base di appoggio)

47 Piedi divaricati e simmetrici Riduzione delle lievi eterometrie da oscillazione del bacino

48 Piedi divaricati e simmetrici Frequente presenza di ginocchio valgo dai 2 agli 8 anni

49 Arti superiori Le mani unite evitano le oscillazioni del tronco

50 Arti superiori ma le braccia non hanno la stessa lunghezza

51 Atteggiamenti scoliotici di compenso ETEROMETRIA DEGLI ARTI INFERIORI Innalzamento spalla Appiattimento fianco Accorciamento arto inferiore destro

52 Atteggiamenti scoliotici di compenso ETEROMETRIA DEGLI ARTI INFERIORI Gibbo dal lato opposto all appiattimento del fianco Gibbo totale o esteso

53 Gibbo dal lato opposto all appiattimento del fianco Gibbo totale o esteso ETEROMETRIA DEGLI ARTI INFERIORI Gibbo dal lato dell appiattimento del fianco Gibbo localizzato SCOLIOSI STRUTTURALE

54 Quadro clinico dell atteggiamento scoliotico da eterometria (accorciamento destro)

55 Esame radiografico PRESCRIZIONE: 1 Rx PA rachide in toto, in ortostatismo

56 Proiezione PA Postero-Anteriore

57 Nel primo esame anche 1 Rx laterale rachide in toto, in ortostatismo

58 CARATTERISTICHE DELLA CURVA - entità - sede - strutturazione - forme non idiopatiche ETA SCHELETRICA ETEROMETRIA

59 LA SEDE DELLA SCOLIOSI VIENE DEFINITA IN BASE ALLA VERTEBRA APICALE Vertebra apicale T1-T10 SCOLIOSI TORACICA Vertebra apicale T11-L2 SCOLIOSI TORACO LOMBARE Vertebra apicale L3-L4 SCOLIOSI LOMBARE

60 LA SEDE DELLA SCOLIOSI VIENE DEFINITA IN BASE ALLA VERTEBRA APICALE T9 Scoliosi toracica Vertebra apicale: T9 D

61 LA SCOLIOSI VIENE FEDINITA DESTRA O SINISTRA IN BASE AL LATO DELLA CONVESSITA Scoliosi toracica destra Convessità a destra Scoliosi sinistro concava D scorretto Scoliosi destro convessa pleonastico

62 Eta scheletrica Test di Risser

63 ALTRI ESAMI STRUMENTALI Topografia di superficie -ISIS -Metrecom -ecc.

64 ALTRI ESAMI STRUMENTALI RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE - FORME ATIPICHE - sede (toraciche sinistre) - evoluzione - scoliosi infantili - associate a disturbi neurologici - scoliosi secondarie chirurgiche

65 Là dove non ci sono screening scolastici, il pediatra deve controllare - COSA CONTROLLARE? - COME CONTROLLARE? -! QUANDO CONTROLLARE? -! PERCHE CONTROLLARE

66 - COSA CONTROLLARE? IL GIBBO

67 - COME CONTROLLARE? MISURAZIONE DEL GIBBO -! Riduce drasticamente il numero di Rx -! Fornisce informazioni affidabili sul grado di strutturazione a parità di valori angolari - Permette di monitorizzare l aggravamento

68 - QUANDO EFFETTUARE RX? - Gibbo > 5 mm - ART > aumento del gibbo nelle visite periodiche

69 - QUANDO CONTROLLARE? STADIO 2 DI TANNER -!Nella fase di accrescimento, soprattutto durante la poussée puberale

70 - QUANDO CONTROLLARE? - Nella fase di accrescimento, soprattutto durante la poussée puberale ogni 4 mesi % ogni 8-12 mesi P2 Tanner anni

71 Velocità di crescita del rachide Seno Peli pubici Peli ascellari Menarca Risser Fusione apofisi Età anagrafica FEMMINE

72 Velocità di crescita del rachuide Sviluppo genitali Risser Peli pubici Fusione apofisi Peli ascellari Barba MASCHI Età anagrafica

73 FREQUENZA CONTROLLI % ogni 3-4 mesi (da ircarca a menarca) ogni 6 mesi ( dopo menarca) ogni 8-12 mesi ogni 6 mesi ( telarca) STOP - Risser mesi postmenarca anni

74 - PERCHE CONTROLLARE? Solo una parte delle curve strutturali si aggrava nel tempo e non esistono segni certi di distinzione fra curve evolutive e non evolutive

75 TRATTAMENTO DELLA SCOLIOSI

76 Età del paziente Eziologia della scoliosi Gravità della curva

77 Infantile 0-3 Età del paziente Giovanile 4-10 Dell adolescenza > 10 Eziologia della scoliosi Idiopatica Secondaria

78 LE SCOLIOSI DI COMUNE OSSERVAZIONE NELLA PRATICA CLINICA SONO: Scoliosi Idiopatiche Dell adolescenza

79 Scoliosi idiopatica = Eziologia sconosciuta Impossibile attuare una terapia eziologica

80 Non è una malattia carenziale Non sono necessari farmaci

81 Il trattamento della scoliosi non è rivolto alla malattia ma alla sua espressione clinica, cioè alla deformità

82 Gravità della curva osservazione conservativo chirurgico VALORE ANGOLARE

83 ZONE INTERMEDIE FATTORI AGGIUNTIVI - Relativi alla curva (sede, strutturazione, raggio, ecc.) - Relativi al paziente (età scheletrica, collaborazione)

84 Valore angolare osservazione conservativo chirurgico WATCH AND WAIT 0 15 NESSUN TRATTAMENTO

85 Curve al di sotto dei 20 TRATTAMENTI DIVERSI DAL BUSTO? - MASSOTERAPIA, - OSTEOPATIA, CHIROPRATICA -! ESERCIZI TERAPEUTICI -! ECC.

86 E.B.M. LINEE GUIDA MASSOTERAPIA, OSTEOPATIA, CHIROPRATICA NON SONO EFFICACI

87 ESERCIZI

88 Nel trattamento della scoliosi nessuna forma di terapia fisica strumentale, di fisiochinesiterapia o di riabilitazione è in grado di modificare la storia naturale della malattia, se impiegata isolatamente

89 E.B.M. IN GOD WE TRUST ALL OTHERS MUST BRING DATA! EFFICACIA NON PROVATA

90 LINEE GUIDA - INTERNAZIONALI Non vengono presi in considerazione trattamenti conservativi diversi dal busto - ITALIANE (SIMFER) attualmente non c è evidenza sufficiente per raccomandare o sconsigliare l utilizzo della cinesiterapia e di esercizi specifici

91 La scoliosi ha una complessa architettura tridimensionale Modello tridimensionale di scoliosi vista dall alto

92 - La complessa biomeccanica del rachide rende difficile lo sfruttamento dei muscoli per fini correttivi. I muscoli che controllano i movimenti del rachide sono complessi strutturalmente e funzionalmente

93 L elettrostimolazione muscolare, anche se guidata dall e.m.g. o dalla teletermografia, si è rivelata inefficace

94 TECNICHE RIABILITATIVE - Klapp - Schroth - Charrière et Roy - Sohier - Souchard - Mézières - Dolto - Ecc.

95 TECNICHE RIABILITATIVE (Motivi della diffusione nella pratica corrente) - Hanno un effetto positivo sulle componenti posturali - Sono ben accettate e non hanno controindicazioni - Rispondono all esigenza di fare comunque qualcosa - La storia naturale della malattia le rende apparentemente efficaci

96 NON TUTTE LE SCOLIOSI STRUTTURALI SI AGGRAVANO NEL TEMPO: - Meno del 10% dei pazienti con scoliosi superiori ai 10 richiede un trattamento attivo Scoliosis Research Society (Prevalence and natural history committee)

97 TECNICHE RIABILITATIVE Aspetti negativi - Rischio di problemi psicologici - Impegno economico da parte delle famiglie - Possibile ritardo nell avvio di terapie efficaci in caso di aggravamento

98 Scoliosi minore di 20 Esiste una difficoltà di coordinazione sensitivo-motoria? NO SPORT Esiste un disordine muscolo scheletrico (rigidità, ecc.)? SI RIABILITAZIONE

99 QUALE SPORT?

100 Valore angolare osservazione conservativo chirurgico ZONA GRIGIA

101 15 20 ZONA GRIGIA EBM Linee guida Pratica corrente = nessun trattamento = nessun trattamento = corsetto part time in casi selezionati (aumento del gibbo in soggetti a rischio)

102 Valore angolare osservazione conservativo chirurgico 0 CORSETTO ORTOPEDICO 20 40

103 CORSETTI ALTI (CTLSO) BASSI (TLSO)

104 CORSETTI ALTI TERMINE TECNICO: ortesi cervico-toraco-lombo-sacrale (C.T.L.S.O. = cervico-thoraco-lumbo-sacral orthosis) MODELLI: - Milwaukee

105 CORSETTO MILWAUKEE

106 CORSETTI ALTI Milwaukee modificato

107 CORSETTI BASSI TERMINE TECNICO: ortesi toraco-lombo-sacrale (T.L.S.O. = thoraco-lumbo-sacral orthosis) MODELLI: - Lyonese - Michel e Allégre - Boston - Wilmington - Cheneau - Nottingham - La Padula - Ecc.

108 CORSETTO BASSO (indicazioni) SEDE DELLA CURVA - Apice al di sotto di T9 ETA DEL PAZIENTE - Scoliosi giovanili o dell adolescenza

109 CORSETTI BASSI

110 CORSETTI BASSI Cheneau modificato

111 CORSETTI BASSI

112 CORSETTI BASSI CORSETTO BOSTON

113 TEMPO PIENO ore al giorno PART TIME - 16 ore al giorno - di notte (almeno 8 ore) - Corsetti classici -Corsetti notturni specifici ( Charleston)

114 gradi Inizio corsetto Migliore correzione A distanza Svezzamento anni

115 I SEGRETI DEL SUCCESSO Una curva flessibile in un soggetto in accrescimento Un bravo tecnico ortopedico Un paziente diligente

116 Il trattamento conservativo del maschio adolescente è difficile ed i risultati sono scadenti

117 - Obesità Firenze 1500 Firenze 2000

118 IN CASO DI INSUCCESSO NON E IL BUSTO CHA HA FALLITO MA: Il medico ha sbagliato la diagnosi (curva non idiopatica) o il programma terapeutico (part time/full time) Il tecnico ha sbagliato a confezionare il busto Il paziente non ha portato il busto

119 Valore angolare osservazione conservativo chirurgico 0 20 >50 INTERVENTO CHIRURGICO

120 Inizio corsetto Previsione teorica di aggravamento nella curva non trattata gradi A distanza Svezzamento Migliore correzione anni

121 L ARTRODESI VERTEBRALE TRASFORMA UN VERTEBRATO IN UN ANFIOSSO

122 A study of functional spinal motion in women after instrumentation and fusion for deformity or trauma. Winter R.B. et alii, Spine 1997 L intervento di artrodesi vertebra produce una moderata perdita intervento di artrodesi vertebra produce una moderata perdita di motilità del rachide, soprattutto nelle fusioni prossimali a L4

123 LA FLESSIONE ANTERIORE DEL TRONCO RESTA COMUNQUE AMPIA

124 STRUMENTARI TRIDIMENSIONALI -! Cotrel Dubousset -! ISOLA -! TSRH -! ecc.

125 Strumentari tridimensionali - Eliminazione del gesso post-operatorio - Controllo sulle curve sagittali - Ancoraggio segmentario (viti, uncini, fili sublaminari, ecc.) - Elevata resistenza e stabilità - Maggiori capacità correttive

126 70

127

128

129

130 CONCLUSIONI Il busto correttivo Spine-O-Fix determina una straordinaria corretta postura in tutti quelli che lo indossano. Compralo oggi! ATTENZIONE: può causare Nazismo!

Rachide normale. Piano frontale (coronale) Piano sagittale. Piano assiale

Rachide normale. Piano frontale (coronale) Piano sagittale. Piano assiale Le Scoliosi Rachide normale Piano frontale (coronale) Piano sagittale Piano assiale Rachide normale Piano frontale (coronale) Assenza di deviazioni laterali rispetto alla linea mediana Rachide normale

Dettagli

LE DEFORMITA DELLA COLONNA SCOLIOSI E CIFOSI

LE DEFORMITA DELLA COLONNA SCOLIOSI E CIFOSI LE DEFORMITA DELLA COLONNA SCOLIOSI E CIFOSI E CIFOSI La colonna vertebrale presenta fisiologicamente una serie di curve sul piano sagittale (laterale), mentre normalmente non presenta curve sul piano

Dettagli

Una deviazione di un tratto del rachide che si sviluppa su un piano obliquo. Vera scoliosi

Una deviazione di un tratto del rachide che si sviluppa su un piano obliquo. Vera scoliosi Una deviazione di un tratto del rachide che si sviluppa su un piano obliquo. Vera scoliosi Atteggiamento scoliotico Specifiche alterazioni anatomopatologiche, delle quali la rotazione delle vertebre e

Dettagli

Epidemiologia, definizione, eziopatogenesi

Epidemiologia, definizione, eziopatogenesi PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO PER LA DIAGNOSI E LA CURA DELLA SCOLIOSI IDIOPATICA Epidemiologia, definizione, eziopatogenesi La scoliosi idiopatica dell adolescente (SIA) colpisce dal 1 al 3% dei soggetti

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO GALILEO GALILEI CATANIA PARAMORFISMI

LICEO SCIENTIFICO GALILEO GALILEI CATANIA PARAMORFISMI LICEO SCIENTIFICO GALILEO GALILEI CATANIA Dipartimento di Scienze Motorie PARAMORFISMI Si tratta di deformità in genere transitorie, correggibili volontariamente, non sostenute da alterazioni anatomiche

Dettagli

La Scoliosi del Bambino e dell Adulto. Dott. Giancarlo Corti Responsabile Clinica e Chirurgia della colonna Ospedale di Gallarate

La Scoliosi del Bambino e dell Adulto. Dott. Giancarlo Corti Responsabile Clinica e Chirurgia della colonna Ospedale di Gallarate La Scoliosi del Bambino e dell Adulto Dott. Giancarlo Corti Responsabile Clinica e Chirurgia della colonna Ospedale di Gallarate 1 2 SCOLIOSI 3 SCOLIOSI Skolios: dal greco curvatura Descritta da Ippocrate

Dettagli

Rilevazione dei vizi posturali più comuni nei ragazzi in età scolare

Rilevazione dei vizi posturali più comuni nei ragazzi in età scolare Rilevazione dei vizi posturali più comuni nei ragazzi in età scolare Andrea Bergna DO MROI 6 Maggio 2013 Obiettivo Screening muscolo-scheletrico per valutare i paramorfismi vertebrali e degli arti inferiori.

Dettagli

Fondazione Don Gnocchi I.R.C.C.S. Firenze. U.O. Scoliosi e Patologie Vertebrali Responsabile Dr. A.Corigliano

Fondazione Don Gnocchi I.R.C.C.S. Firenze. U.O. Scoliosi e Patologie Vertebrali Responsabile Dr. A.Corigliano Fondazione Don Gnocchi I.R.C.C.S. Firenze U.O. Scoliosi e Patologie Vertebrali Responsabile Dr. A.Corigliano DORSO CURVO A. Corigliano LIMITE TRA NORMALITA E PATOLOGIA ENTITA DELLA CURVA Difficoltà

Dettagli

TRATTAMENTO ORTOPEDICO LIONESE

TRATTAMENTO ORTOPEDICO LIONESE TRATTAMENTO ORTOPEDICO LIONESE II gesso - Il corsetto Il trattamento ortopedico richiede un periodo di riduzione con gessi tipo Abbott (modificato da Y. Cotrel: E.D.F. = elongazione, derotazione, flessione).

Dettagli

GLI SCANOGRAMMI ESEGUITI IN ORTOSTASI CON TECNICA DIGITALE. Danesi Radiologia Ospedale Bufalini-Cesena Direttore Dott M.Mughetti

GLI SCANOGRAMMI ESEGUITI IN ORTOSTASI CON TECNICA DIGITALE. Danesi Radiologia Ospedale Bufalini-Cesena Direttore Dott M.Mughetti GLI SCANOGRAMMI ESEGUITI IN ORTOSTASI CON TECNICA DIGITALE Dott Bisulli-Dott.ssa Danesi Radiologia Ospedale Bufalini-Cesena Direttore Dott M.Mughetti Nella valutazione delle sindromi dolorose degli atleti

Dettagli

Epidemiologia, definizione, eziopatogenesi

Epidemiologia, definizione, eziopatogenesi LA SCOLIOSI: INFORMAZIONI PER I GENITORI Di cosa si tratta? Per scoliosi si intende la curvatura della colonna verso destra o verso sinistra. Di solito si manifesta nell'adolescenza, più spesso nelle femmine

Dettagli

Fisiatra Responsabile U.O. Protesica e Riabilitazione ASL FG

Fisiatra Responsabile U.O. Protesica e Riabilitazione ASL FG Valentino Petruzzi Fisiatra Responsabile U.O. Protesica e Riabilitazione ASL FG Scelta e prescrizione ortesica nel soggetto scoliotico SCOLIOSI alterazione dell assetto del rachide che si presenta incurvato

Dettagli

Busto in fibra di carbonio

Busto in fibra di carbonio Busto in fibra di carbonio Nuove frontiere correttive con busti in fibra di carbonio e applicazioni di nuovi strumenti per il controllo delle rotazioni vertebrali Dr Ottorino Catani Chirurgo ortopedico

Dettagli

La valutazione del paziente scoliotico: indice

La valutazione del paziente scoliotico: indice La valutazione del paziente scoliotico: indice Introduzione Capitolo 1: La valutazione clinica Paolo Giudici, Stefano Negrini, Paolo Sibilla Anamnesi Anamnesi familiare Anamnesi fisiologica Anamnesi patologica

Dettagli

Dr Pasquale CINNELLA. SC Chirurgia Vertebrale Ospedale CTO-Maria Adelaide Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza Torino

Dr Pasquale CINNELLA. SC Chirurgia Vertebrale Ospedale CTO-Maria Adelaide Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza Torino Dr Pasquale CINNELLA SC Chirurgia Vertebrale Ospedale CTO-Maria Adelaide Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza Torino SCOLIOSI - -Deformità strutturale (dismorfismo) della colonna vertebrale

Dettagli

CENTRO EUROPEO COLONNA VERTEBRALE - ITALIA Via Nastrucci 16/A 29100 Piacenza

CENTRO EUROPEO COLONNA VERTEBRALE - ITALIA Via Nastrucci 16/A 29100 Piacenza La scoliosi idiopatica Matteo Pennisi Viene definita come scoliosi una deviazione della colonna sul piano frontale maggiore di 10º Cobb associata a rotazione vertebrale (indice di strutturazione) in una

Dettagli

Istituto Scientifico Italiano Colonna vertebrale Fabio Zaina, Stefano Negrini Il ruolo delle ortesi spinali nel progetto riabilitativo La Scoliosi: il terremoto della colonna vertebrale Scoliosi Deformità

Dettagli

I corsetti ortopedici e la riabilitazione nelle deformità vertebrali

I corsetti ortopedici e la riabilitazione nelle deformità vertebrali I corsetti ortopedici e la riabilitazione nelle deformità vertebrali La scoliosi idiopatica scaricato da www.sunhope.it 1 Deviazioni del rachide nel piano frontale non strutturate: paramorfismi, atteggiamenti

Dettagli

Un approccio innovativo nel trattamento delle patologie della colonna: evidenze cliniche e 24 mesi di esperienze

Un approccio innovativo nel trattamento delle patologie della colonna: evidenze cliniche e 24 mesi di esperienze Un approccio innovativo nel trattamento delle patologie della colonna: evidenze cliniche e 24 mesi di esperienze Dr Paolo Fraschini IRCCS Medea Officine Ortopediche Rizzoli Metodologia di base presa di

Dettagli

Tabella 5: Manovre utili per l inquadramento clinico-funzionale del rachide e per un orientamento verso sospette patologie di specifico interesse

Tabella 5: Manovre utili per l inquadramento clinico-funzionale del rachide e per un orientamento verso sospette patologie di specifico interesse Tabella 5: Manovre utili per l inquadramento clinico-funzionale del rachide e per un orientamento verso sospette patologie di specifico interesse MODALITA DI ESECUZIONE PATOLOGIA SOSPETTABILE RITMO LOMBO-

Dettagli

Scoliosi giovanile. di Lisa Zamboni

Scoliosi giovanile. di Lisa Zamboni Scoliosi giovanile di Lisa Zamboni CURVE DEL RACHIDE Lordosi cervicale Cifosi dorsale Lordosi lombare Curva sacrale REQUISITI MECCANICI RIGIDITA' ELASTICITA' FUNZIONI DEL RACHIDE SOSTEGNO PROTEZIONE MOBILITA'

Dettagli

Indice Generalità sulla scoliosi Componenti biomeccaniche, neurofisiologiche e psicologiche nella rieducazione Basi funzionali della rieducazione

Indice Generalità sulla scoliosi Componenti biomeccaniche, neurofisiologiche e psicologiche nella rieducazione Basi funzionali della rieducazione Indice 1 Generalità sulla scoliosi... 1 1.1 Definizioni... 1.1 Scoliosi idiopatica maggiore... 1.2 Scoliosi idiopatica minore... 1.3 Atteggiamento scoliotico... 1 Fattori statici non posturali... 3 Fattori

Dettagli

POSTUROLOGIA. Laboratorio di Fitness & Wellness. Dott. Romilda Palma MsC Human Performance and Sports Sciences romildapalma@hotmail.

POSTUROLOGIA. Laboratorio di Fitness & Wellness. Dott. Romilda Palma MsC Human Performance and Sports Sciences romildapalma@hotmail. Università degli Studi di Enna - Kore Laboratorio di Fitness & Wellness POSTUROLOGIA Dott. Romilda Palma MsC Human Performance and Sports Sciences romildapalma@hotmail.it Do#. Romilda Palma 1 SCOLIOSI

Dettagli

Parte I : principi generali e classificazione.

Parte I : principi generali e classificazione. Dott. Victor Rosso Resp. Centro Scoliosi Clinica Ortopedica e Traumatologica Università degli Studi di Torino Dir. Prof. P.Rossi Paramorfismi e dismorfismi vertebrali 1 parte: principi generali e classificazione

Dettagli

L ESAME RADIOLOGICO DELLA COLONNA LOMBO-SACRALE

L ESAME RADIOLOGICO DELLA COLONNA LOMBO-SACRALE L ESAME RADIOLOGICO DELLA COLONNA LOMBO-SACRALE COLONNA LOMBARE o LOMBO-SACRALE PROIEZIONI STANDARD ANTERO-POSTERIORE Indicazioni: traumatologia, lesioni ossee focali, patologia artrosica e flogistica,

Dettagli

EDUCAZIONE POSTURALE

EDUCAZIONE POSTURALE EDUCAZIONE POSTURALE Le statistiche dicono che 8 persone su 10 hanno sofferto o soffrono di mal di schiena; questo fenomeno è in aumento anche tra i giovani e le cause principali, sulle quali si può intervenire,

Dettagli

CENTRO FISIOTERAPICO E RIABILITATIVO

CENTRO FISIOTERAPICO E RIABILITATIVO La postura di un individuo è frutto del vissuto della persona stessa, determinato da stress, traumi fisici ed emotivi, posture professionali scorrette ripetute e mantenute nel tempo, respirazione scorretta,

Dettagli

SOSORT INTERNATIONAL SOCIETY ON SCOLIOSIS ORTHOPAEDIC AND REHABILITATION TREATMENT

SOSORT INTERNATIONAL SOCIETY ON SCOLIOSIS ORTHOPAEDIC AND REHABILITATION TREATMENT Standard per la gestione terapeutica della scoliosi idiopatica mediante corsetti nella pratica clinica quotidiana e nella ricerca clinica I criteri SOSORT per il trattamento ortesico Esperienza e competenza

Dettagli

La scoliosi è una curva anomale del rachide su un sistema di coordinate tridimensionali e un fattore temporale. La scoliosi è una deformazione della colonna che può essere considerata benigna per le alterazioni

Dettagli

La Mobilizzazione del rachide scoliotico nell età evolutiva come fondamento per una più efficace chinesiterapia e un miglior uso del corsetto.

La Mobilizzazione del rachide scoliotico nell età evolutiva come fondamento per una più efficace chinesiterapia e un miglior uso del corsetto. Andrea QUAGLIOZZI Dottore in Ingegneria Meccanica Indirizzo Bio-Medica Francesco TROPEA Dottore in Ingegneria Meccanica Indirizzo Bio-Medica Michele TORRUSIO Dottore in Scienze Motorie-Chinesiologo-Membro

Dettagli

LA CURA EDUCAZIONE E RIEDUCAZIONE POSTURALE, RIABILITAZIONE FUNZIONALE E PREVENTIVA TORNARE IN SALUTE O STAR BENE SENZA INTERVENTO

LA CURA EDUCAZIONE E RIEDUCAZIONE POSTURALE, RIABILITAZIONE FUNZIONALE E PREVENTIVA TORNARE IN SALUTE O STAR BENE SENZA INTERVENTO SCOLIOSI? STOP AL BUSTO! DOLORE ALLA SPALLA? STOP ALL' INTERVENTO! DOLORE ALLA SCHIENA, ALLE SPALLE, TUNNEL CARPALE, ARTRITE ARTROSI DELLE PICCOLE E GRANDI ARTICOLAZIONI, LOMBALGIA, CERVICALGIA, DORSALGIA,

Dettagli

RETRAZIONE CATENA MUSCOLARE POSTERIORE

RETRAZIONE CATENA MUSCOLARE POSTERIORE RETRAZIONE CATENA MUSCOLARE POSTERIORE È il test iniziale della batteria di prove a carattere funzionale : da posizione seduta, con arti inferiori distesi e piedi a martello, distendere gli arti superiori

Dettagli

spinometria formetric

spinometria formetric spinometria formetric veloce affidabile senza impiego di raggi X unica nel suo genere ANALISI POSTURALE E VALUTAZIONE DELLA COLONNA VERTEBRALE Un ampio spettro applicativo Indicazioni cliniche La precisione

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE DI EDUCAZIONE FISICA. Tesina di diploma ORTESI NEL TRATTAMENTO DELLE SCOLIOSI

ISTITUTO SUPERIORE DI EDUCAZIONE FISICA. Tesina di diploma ORTESI NEL TRATTAMENTO DELLE SCOLIOSI ISTITUTO SUPERIORE DI EDUCAZIONE FISICA Tesina di diploma ORTESI NEL TRATTAMENTO DELLE SCOLIOSI Relatore: prof.sarto Diego studente: Boscolo Enrico Nata Anno scolastico 2000/2001 SCOLIOSI IDIOPATICA Definizione

Dettagli

Che cos'è la postura

Che cos'è la postura Che cos'è la postura Si può definire la Postura come il modo di stare in equilibrio del corpo umano.. Essa esprime una funzione relativa alle capacità del corpo d acquisire e mantenere tutte le posizioni,

Dettagli

TECNOLAB TECNO. Catalogo Produzione. Laboratorio tecnico di ortesi ortopediche

TECNOLAB TECNO. Catalogo Produzione. Laboratorio tecnico di ortesi ortopediche TECNO Laboratorio tecnico di ortesi ortopediche Catalogo Produzione TecnoLab laboratorio tecnico di ortesi su misura; si occupa di fornire un supporto alle officine ortopediche nella fornitura di semi

Dettagli

formetric 3D/4D VALUTAZIONE DELLA COLONNA VERTEBRALE E ANALISI POSTURALE veloce senza impiego di raggi X unica nel suo genere

formetric 3D/4D VALUTAZIONE DELLA COLONNA VERTEBRALE E ANALISI POSTURALE veloce senza impiego di raggi X unica nel suo genere formetric 3D/4D ricostruzione tridimensionale della colonna vertebrale veloce senza impiego di raggi X unica nel suo genere VALUTAZIONE DELLA COLONNA VERTEBRALE E ANALISI POSTURALE biomedical solutions

Dettagli

Figura 2. Corsetto Lionese. Figura 3. Il corsetto di Sibilla nella sua ultima evoluzione.

Figura 2. Corsetto Lionese. Figura 3. Il corsetto di Sibilla nella sua ultima evoluzione. Prescrizione e collaudo del corsetto secondo il concetto SpoRT (Symmetric Patientoriented Rigid Three-dimensional active): Sforzesco e Chêneau- Sibilla Negrini S, Marchini G, Merola G, Negrini Al, Parzini

Dettagli

DIAGNOSI FUNZIONALE E TRATTAMENTO APPLICATI ALLA COLONNA LOMBARE, BACINO E ARTO INFERIORE, SECONDO I CONCETTI DI SHIRLEY SAHRMANN

DIAGNOSI FUNZIONALE E TRATTAMENTO APPLICATI ALLA COLONNA LOMBARE, BACINO E ARTO INFERIORE, SECONDO I CONCETTI DI SHIRLEY SAHRMANN DIAGNOSI FUNZIONALE E TRATTAMENTO APPLICATI ALLA COLONNA LOMBARE, BACINO E ARTO INFERIORE, SECONDO I CONCETTI DI SHIRLEY SAHRMANN (quadrante inferiore) DATA : 5-6 ottobre, 30 novembre e 1 dicembre LUOGO

Dettagli

PAR A A R M A OR O F R I F SMI

PAR A A R M A OR O F R I F SMI PARAMORFISMI LA COLONNA VERTEBRALE IL RACHIDE È COMPOSTO DA NUMEROSI SEGMENTI SOVRAPPOSTI L UNO ALL ALTRO, LE VERTEBRE. È MOLTO FLESSIBILE È COSTITUISCE UN SOSTEGNO STABILE, MOBILE ED ELASTICO PER TESTA,

Dettagli

Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato

Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato Dott.ssa Elisa Parri*, Prof. Mario Marella*, Dott.ssa Elena Castellini*, Dott. Matteo Levi

Dettagli

Le immagini mostrano delle radiografie della colonna vertebrale di persone con una scoliosi.

Le immagini mostrano delle radiografie della colonna vertebrale di persone con una scoliosi. L A S C O L I O S I Il trattamento della scoliosi è stato, da sempre, la massima sfida per l Educazione Fisica. Tutti i cinesiologi, nostri colleghi, che si sono occupati di Ginnastica Correttiva hanno

Dettagli

L analisi posturale. Dott. Andrea Pelosi

L analisi posturale. Dott. Andrea Pelosi L analisi posturale Dott. Andrea Pelosi da Kendall L'analisi posturale permette al terapeuta di valutare visivamente il paziente al fine di stabilire la sua posizione rispetto ad una posizione ideale.

Dettagli

La scoliosi WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ

La scoliosi WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ La scoliosi WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ Corso di Radiologia La scoliosi La scoliosi Introduzione Definizione Classificazione ed eziopatogenesi Esame clinico Aspetti radiologici Trattamento conservativo

Dettagli

SCOLIOSI : ESAME POSTURALE E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE

SCOLIOSI : ESAME POSTURALE E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE SCOLIOSI : ESAME POSTURALE E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE DEFINIZIONE: LA SCOLIOSI (DISMORFISMO) E UNA DEVIAZIONE DELLA COLONNA NEI TRE PIANI DELLO SPAZIO. 1 sul piano frontale si manifesta con una deflessione

Dettagli

LA BIOMEDICA POSTURALE

LA BIOMEDICA POSTURALE LA POSTUROLOGIA LA BIOMEDICA POSTURALE La posturologia è la scienza che studia la posizione del corpo umano nello spazio. Nel corpo umano esiste un sistema posturale che viene informato della posizione

Dettagli

Il corsetto Cheneau. Guida all uso

Il corsetto Cheneau. Guida all uso Il corsetto Cheneau Guida all uso Indice Istruzioni d uso iniziale per il corsetto tipo Cheneau La scoliosi Come notiamo la scoliosi? Il corsetto Cheneau Come indossare il corsetto? Quanta correzione Fino

Dettagli

Giuseppe TOMBOLINI Carmine SIMEONE Tombolini Officine Ortopediche Taranto

Giuseppe TOMBOLINI Carmine SIMEONE Tombolini Officine Ortopediche Taranto Valutazione e Prescrizione Ortesi, Protesi ed Ausili Corso Nazionale di Aggiornamento SIMFER 2010 Manfredonia FOGGIA -15/17 novembre 2010 1 Giuseppe TOMBOLINI Carmine SIMEONE Tombolini Officine Ortopediche

Dettagli

L EVOLUZIONE DI UN ESAME COMPLETO DELL APPARATO SCHELETRICO

L EVOLUZIONE DI UN ESAME COMPLETO DELL APPARATO SCHELETRICO L EVOLUZIONE DI UN ESAME COMPLETO DELL APPARATO SCHELETRICO Sistema brevettato - certificato CE Iscritto nel Repertorio dei dispositivi Medici del Ministero della Salute ESAME BIOMETRICO POSTURALE 3D RADIATION

Dettagli

Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Gian Battista Camurri - Direttore IN... FORMA. Esercizi per la scoliosi

Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Gian Battista Camurri - Direttore IN... FORMA. Esercizi per la scoliosi Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Gian Battista Camurri - Direttore IN... FORMA Esercizi per la scoliosi Medicina Fisica e Riabilitativa 2 Esercizi per la scoliosi 1) Supini;

Dettagli

PARAMORFISMI. (Lesur) Deviazioni in cui la colonna si presenta più o meno rigida (Zanoli) Semplici alterazioni funzionali, senza lesione strutturali.

PARAMORFISMI. (Lesur) Deviazioni in cui la colonna si presenta più o meno rigida (Zanoli) Semplici alterazioni funzionali, senza lesione strutturali. PARAMORFISMI Esistono molte definizioni dei paramorfismi tutte abbastanza valide: (Sorrentino) Complesso di abiti morfologici paranormali compresi tra i confini della normalità e della patologia; (Pivetta)

Dettagli

La colonna. Colonna vertebrale, corpo. Posizione in rapporto alla regione. Contenitore e protezione di porzioni del sistema nervoso

La colonna. Colonna vertebrale, corpo. Posizione in rapporto alla regione. Contenitore e protezione di porzioni del sistema nervoso La colonna Colonna vertebrale, pilastro vertebrale centrale del corpo. Posizione in rapporto alla regione. Contenitore e protezione di porzioni del sistema nervoso La colonna La colonna vertebrale concilia

Dettagli

ORTESI MODULARE PER UN RECUPERO GRADUALE DELL ATTIVITA QUOTIDIANA E SPORTIVA. Ing. Chiara Firenze

ORTESI MODULARE PER UN RECUPERO GRADUALE DELL ATTIVITA QUOTIDIANA E SPORTIVA. Ing. Chiara Firenze ORTESI MODULARE PER UN RECUPERO GRADUALE DELL ATTIVITA QUOTIDIANA E SPORTIVA Ing. Chiara Firenze Nei paesi occidentali, quasi tutte le persone hanno sofferto, o soffriranno almeno una volta, di disturbi

Dettagli

LA SCOLIOSI IDIOPATICA A cura del dott. Gaetano Anania Casa di Cura Ulivella e Glicini - Firenze

LA SCOLIOSI IDIOPATICA A cura del dott. Gaetano Anania Casa di Cura Ulivella e Glicini - Firenze LA SCOLIOSI IDIOPATICA A cura del dott. Gaetano Anania Casa di Cura Ulivella e Glicini - Firenze Viene definita come scoliosi idiopatica una o più curvature patologiche della colonna vertebrale che invece

Dettagli

IPERCIFOSI. Cifosi posturali Cifosi congenite Cifosi idiopatiche

IPERCIFOSI. Cifosi posturali Cifosi congenite Cifosi idiopatiche IPERCIFOSI Cifosi posturali Cifosi congenite Cifosi idiopatiche IPERCIFOSI Nella pratica clinica si definisce cifosi il dismorfismo del rachide dorsale caratterizzato dall'aumento permanente ed oltre i

Dettagli

Premessa. quando le alterazioni dello scheletro si sono ormai cronicizzate e e non possono essere modificate con la cinesiterapia.

Premessa. quando le alterazioni dello scheletro si sono ormai cronicizzate e e non possono essere modificate con la cinesiterapia. Premessa L Età evolutiva è caratterizzata da un continuo sviluppo corporeo, sia dal punto di vista osseo e della mobilità articolare, sia relativamente all ampliarsi ampliarsi dei tendini e dei muscoli.

Dettagli

IL TRATTAMENTO ORTESICO NELLA MALATTIA OSTEOPOROTICA VERTEBRALE

IL TRATTAMENTO ORTESICO NELLA MALATTIA OSTEOPOROTICA VERTEBRALE IL TRATTAMENTO ORTESICO NELLA MALATTIA OSTEOPOROTICA VERTEBRALE Claudio Testi Corsetteria Ortopedica Dinamica TLM Gerenzano (VA) ORTESI VERTEBRALI Le ortesi sono dispositivi finalizzati al recupero di

Dettagli

LA SCOGLIOSI CENNI STORICI ED INTRODUZIONE

LA SCOGLIOSI CENNI STORICI ED INTRODUZIONE CENNI STORICI ED INTRODUZIONE LA SCOGLIOSI La scoliosi è una deformità riconosciuta e studiata fin dall'antichità. Una trattazione delle alterazioni strutturali tipiche della scoliosi viene prodotta già

Dettagli

Università degli Studi Federico II Napoli. Dipartimento di Chirurgia Ortopedica, Ortopedia Infantile,Traumatologia, Microchirurgia e Riabilitazione

Università degli Studi Federico II Napoli. Dipartimento di Chirurgia Ortopedica, Ortopedia Infantile,Traumatologia, Microchirurgia e Riabilitazione Università degli Studi Federico II Napoli Dipartimento di Chirurgia Ortopedica, Ortopedia Infantile,Traumatologia, Microchirurgia e Riabilitazione Scoliosi : Importanza della individuazione precoce e il

Dettagli

CANOTTAGGIO: PREVENZIONE E RIEDUCAZIONE DELLE ALTERAZIONI POSTURALI INDOTTE DAL CICLO DI VOGA. Tesi di Laurea di: CAUDULLO Claudio Matricola N 3809553

CANOTTAGGIO: PREVENZIONE E RIEDUCAZIONE DELLE ALTERAZIONI POSTURALI INDOTTE DAL CICLO DI VOGA. Tesi di Laurea di: CAUDULLO Claudio Matricola N 3809553 UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO Facoltà di scienze della formazione Corso di Laurea in Scienze E Tecniche Delle Attività Motorie Preventive e Adattate CANOTTAGGIO: PREVENZIONE E RIEDUCAZIONE

Dettagli

Università degli Studi di Pisa. Corso di Laurea in Scienze Motorie. Spinal Mouse. Elena Castellini

Università degli Studi di Pisa. Corso di Laurea in Scienze Motorie. Spinal Mouse. Elena Castellini Università degli Studi di Pisa Corso di Laurea in Scienze Motorie Spinal Mouse Tecnologie e strumentazioni biomediche Elena Castellini 1 Test Morfologico Colonna Vertebrale Corpo (a/p e l/l) Piede 2 3

Dettagli

Cos'è la postura. Si può definire Postura il modo di stare in equilibrio del corpo umano in tutte le posizioni..

Cos'è la postura. Si può definire Postura il modo di stare in equilibrio del corpo umano in tutte le posizioni.. Cos'è la postura Si può definire Postura il modo di stare in equilibrio del corpo umano in tutte le posizioni.. L uomo, nella sua evoluzione, è passato dalla POSTURA di quadrupede a quella di Homo Erectus.

Dettagli

Centro di Posturologia Clinica Paone Riabilitazione

Centro di Posturologia Clinica Paone Riabilitazione Centro di Posturologia Clinica Paone Riabilitazione Dott. Giosuè Paone Posturologia Clinica Riabilitazione Fisioterapia Valutazione Posturale Esame Baropodometrico in Statica e in Dinamica Analisi del

Dettagli

Recupero delle curve fisiologiche della colonna vertebrale. RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved

Recupero delle curve fisiologiche della colonna vertebrale. RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved Recupero delle curve fisiologiche della colonna vertebrale VALUTAZIONE CURVE COLONNA Il rachide per definizione è l insieme delle vertebre che compongono quella struttura di sostegno alla quale si ancorano,

Dettagli

Corso per tecnici di pesistica Valutazioni funzionale

Corso per tecnici di pesistica Valutazioni funzionale Corso per tecnici di pesistica Valutazioni funzionale Senza un attenta analisi posturale, non possiamo inoltrarci in una valutazione funzionale (squat test, one legged test, etc.) A cura di Ferdinando

Dettagli

Strategie preventive nella gestione di limitazioni lavorative in fisioterapia

Strategie preventive nella gestione di limitazioni lavorative in fisioterapia LA GESTIONE DEI WMSDs DEGLI OPERATORI SANITARI: interpretazione del rischio specifico, e gestione aziendale della collocazione lavorativa Strategie preventive nella gestione di limitazioni lavorative in

Dettagli

IN COLLABORAZIONE CON PREVENZIONE E CURA DELLE ALTERAZIONI MUSCOLO-SCHELETRICHE NELL'ETA' EVOLUTIVA

IN COLLABORAZIONE CON PREVENZIONE E CURA DELLE ALTERAZIONI MUSCOLO-SCHELETRICHE NELL'ETA' EVOLUTIVA IN COLLABORAZIONE CON GUIDARE LA CRESCITA PREVENZIONE E CURA DELLE ALTERAZIONI MUSCOLO-SCHELETRICHE NELL'ETA' EVOLUTIVA Mercoledì 1 Febbraio 2012, ore 17.30 Aula Magna Istituto Stefanini - TREVISO GUIDARE

Dettagli

scheda 04.07 Chirurgia Chirurgia mininvasiva percutanea del piede

scheda 04.07 Chirurgia Chirurgia mininvasiva percutanea del piede scheda 04.07 Chirurgia Chirurgia mininvasiva percutanea del piede Cos è Il piede è una parte dello scheletro che condiziona tutta la postura, in particolare ginocchia, anche, bacino colonna vertebrale.

Dettagli

MAL DI SCHIENA l attività sportiva previene il mal di schiena?

MAL DI SCHIENA l attività sportiva previene il mal di schiena? MAL DI SCHIENA l attività sportiva previene il mal di schiena? Stretching Beneficio attività sportive: Rinforzo muscolare 1. RINFORZO MUSCOLARE (STABILITA ) 2. ALLUNGAMENTO E STRETCHING (FORZA E DISTRIBUZIONE

Dettagli

Regole fondamentali e posture

Regole fondamentali e posture Regole fondamentali e posture Propongo adesso sotto forma schematica una serie di input basilari, da tenere sempre presenti ogni volta che mi accingo a proporre uno stiramento: - I nostri muscoli sono

Dettagli

Test per gli arti superiori

Test per gli arti superiori Test per gli arti superiori TF 1 Lancio della palla medica È uno dei più classici e semplici test per la forza, che si fa lanciando palle di vario peso. Chi è più alto è favorito perché ha leve più lunghe

Dettagli

PROIEZIONI RADIOLOGICHE. Cingolo scapolare

PROIEZIONI RADIOLOGICHE. Cingolo scapolare UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia PROIEZIONI RADIOLOGICHE. Cingolo scapolare A.A. 2014 2015

Dettagli

Rachide. Complesso osteo-artro-muscolare -> principale formazione di sostegno del tronco

Rachide. Complesso osteo-artro-muscolare -> principale formazione di sostegno del tronco Rachide Complesso osteo-artro-muscolare -> principale formazione di sostegno del tronco Porzione scheletrica: CV-> vertebre intervallate ai dischi intervertebrali Porzione articolare : articolazioni corpovertebrali

Dettagli

formetric 3D/4D VALUTAZIONE DELLA COLONNA VERTEBRALE E ANALISI POSTURALE veloce senza impiego di raggi X unica nel suo genere

formetric 3D/4D VALUTAZIONE DELLA COLONNA VERTEBRALE E ANALISI POSTURALE veloce senza impiego di raggi X unica nel suo genere formetric 3D/4D Analisi posturale tridimensionale tramite Spinometria veloce senza impiego di raggi X unica nel suo genere VALUTAZIONE DELLA COLONNA VERTEBRALE E ANALISI POSTURALE Un largo spettro applicativo

Dettagli

NOSTRA ESPERIENZA SUL TRATTAMENTO INCRUENTO DELLE SCOLIOSI: DIAGNOSI PRECOCE E SCREENING SCOLASTICO. di C. LA MAESTRA

NOSTRA ESPERIENZA SUL TRATTAMENTO INCRUENTO DELLE SCOLIOSI: DIAGNOSI PRECOCE E SCREENING SCOLASTICO. di C. LA MAESTRA Istituto Ortopedico del Mezzogiorno d'italia "F. Scalabrino" di Messina Direttore: Dott. Vincenzo Tedesco NOSTRA ESPERIENZA SUL TRATTAMENTO INCRUENTO DELLE SCOLIOSI: DIAGNOSI PRECOCE E SCREENING SCOLASTICO

Dettagli

Lombalgia cronica, Approccio Osteopatico

Lombalgia cronica, Approccio Osteopatico Casi clinici controversi in Riabilitazione muscolo-scheletrica: Lombalgia cronica, Approccio Osteopatico Dott. VIRGILIO SALUTARI Medico Fisiatra, Osteopata. Caso clinico: sig. Valentino 33 aa., celibe,

Dettagli

cell. +39.347.86.66.834 fax +39.0422.422.963 www.paolobruniera.it info@paolobruniera.it PROGRAMMA 1 ANNO CORSO DI OSTEOPATIA N.S.O.

cell. +39.347.86.66.834 fax +39.0422.422.963 www.paolobruniera.it info@paolobruniera.it PROGRAMMA 1 ANNO CORSO DI OSTEOPATIA N.S.O. PROGRAMMA 1 ANNO CORSO DI OSTEOPATIA N.S.O. Tot ore annue 272 da 45 OSTEOPATIA DELL APPARATO MUSCOLO SCHELETRICO: 158 ORE da 45 Piede e caviglia: Presentazione: anatomia funzionale e biomeccanica della

Dettagli

2010 2013 PATOLOGIA DEL FILUM TERMINALE ESPERIENZE E PROSPETTIVE. Centro Medico Mantia Presidio Ambulatoriale di Recupero e Riabilitazione Funzionale

2010 2013 PATOLOGIA DEL FILUM TERMINALE ESPERIENZE E PROSPETTIVE. Centro Medico Mantia Presidio Ambulatoriale di Recupero e Riabilitazione Funzionale 2010 2013 PATOLOGIA DEL FILUM TERMINALE ESPERIENZE E PROSPETTIVE Centro Medico Mantia Presidio Ambulatoriale di Recupero e Riabilitazione Funzionale www.centromedicomantia.it DIPARTIMENTO STUDI. Il Dipartimento

Dettagli

2. forza-potenza, con lo scopo di ottenere un incremento della forza e della potenza sviluppata dai maggiori gruppi muscolari; 3.

2. forza-potenza, con lo scopo di ottenere un incremento della forza e della potenza sviluppata dai maggiori gruppi muscolari; 3. SOMMARIO Il presente lavoro, nato dalla collaborazione tra il Dipartimento di Bioingegneria del Politecnico di Milano e la Polisportiva Milanese, ha come obiettivo la valutazione di possibili benefici

Dettagli

La Scoliosi. Aspetti clinici e trattamento

La Scoliosi. Aspetti clinici e trattamento La Scoliosi. Aspetti clinici e trattamento Dr.ssa Tiziana Greggi Responsabile della Struttura Semplice Dipartimentale Chirurgia delle deformità del rachide, Istituto Ortopedico Rizzoli Dicembre 2009 Indice

Dettagli

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE CARIE DENTALE MIOPIA SCOLIOSI OBESITA CARIE DENTALE La carie dentale nasce come processo erosivo e si evolve come processo destruente del dente che perde così

Dettagli

1. INTRODUZIONE. Il rachide. Modello matematico del rachide. Influenza dell'assetto del bacino sulla deformazione nel piano sagittale

1. INTRODUZIONE. Il rachide. Modello matematico del rachide. Influenza dell'assetto del bacino sulla deformazione nel piano sagittale 1. INTRODUZIONE Il rachide Lo studio della colonna vertebrale risulta molto complesso, a causa della sua struttura e delle funzioni statiche e cinematiche che svolge. Il rachide è l'elemento che collega

Dettagli

esame biometrico posturale 3D SISTEMA CERTIFICATO DISPOSITIVO MEDICO CLASSE I/M

esame biometrico posturale 3D SISTEMA CERTIFICATO DISPOSITIVO MEDICO CLASSE I/M esame biometrico posturale 3D SISTEMA CERTIFICATO DISPOSITIVO MEDICO CLASSE I/M italiano l evoluzione di un esame completo dell apparato scheletrico. Spinal meter cambia il modo di controllare la colonna

Dettagli

Alcuni esercizi per ridurre la curva di lordosi lombare e reidratare i dischi

Alcuni esercizi per ridurre la curva di lordosi lombare e reidratare i dischi Alcuni esercizi per ridurre la curva di lordosi lombare e reidratare i dischi ( A cura di Nascimben Andrea. Chinesiologo Master in Posturologia) Se la causa dei dolori vertebrali potrebbe essere generata

Dettagli

LA SCOLIOSI. Cenni storici. L'atteggiamento scoliotico

LA SCOLIOSI. Cenni storici. L'atteggiamento scoliotico LA SCOLIOSI La parola "scoliosi" deriva dal greco skolios (storto, contorto) e indica una deviazione laterale e una deformazione permanente della colonna vertebrale, fissata, non modificabile volontariamente,

Dettagli

Test capacità motorie funzionali

Test capacità motorie funzionali Test capacità motorie funzionali Con il termine capacità motorie funzionali si intendono quelle fisiologiche qualità motorie che permettono, nella vita di relazione quotidiana, un opportuno funzionamento

Dettagli

La salute della colonna vertebrale

La salute della colonna vertebrale Parte quarta: L educazione alla salute e alla sicurezza Cªpitºlº 21 Pressmaster - Fotolia La salute della colonna vertebrale OBIETTIVI Sapere quali sono i principali paramorfismi cos è la scoliosi e come

Dettagli

La salute dei nostri bimbi: come prevenire ed accorgerci in tempo dei problemi di postura ed ortopedici

La salute dei nostri bimbi: come prevenire ed accorgerci in tempo dei problemi di postura ed ortopedici Roma lì 20/01/2015 La salute dei nostri bimbi: come prevenire ed accorgerci in tempo dei problemi di postura ed ortopedici Prof. Dario Apuzzo Medico Fisiatra Esperto in Ossigeno-Ozono Terapia Docente Università

Dettagli

Principi di Riabilitazione e Fisioterapia 2 10/11/2015. Corso di Laurea in Fisioterapia

Principi di Riabilitazione e Fisioterapia 2 10/11/2015. Corso di Laurea in Fisioterapia Corso di Laurea in Fisioterapia Corso integrato di INTRODUZIONE ALLA MEDICINA RIABILITATIVA aa 2015-2016 Prof.ssa Laura Perucca IRCCS Istituto Auxologico Italiano UO Riabilitazione Neuromotoria Milano

Dettagli

Il Paziente Ortopedico

Il Paziente Ortopedico Il Paziente Ortopedico Fratturato - Fratture vertebrali - Fratture di femore - Fratture di spalla In elezione - Protesi d anca - Protesi di ginocchio - Protesi di spalla Le fratture CAUSE Le fratture vertebrali

Dettagli

TESTS SCIENTIFICI COMPARAZIONE BIOMECCANICA TRA POSTURA ERETTA E POSTURA SEDUTA

TESTS SCIENTIFICI COMPARAZIONE BIOMECCANICA TRA POSTURA ERETTA E POSTURA SEDUTA Affermare che una seduta è ergonomica non è sufficiente. STOKKE lo conferma con TESTS SCIENTIFICI COMPARAZIONE BIOMECCANICA TRA POSTURA ERETTA E POSTURA SEDUTA presentati al I Congresso Internazionale

Dettagli

MANUALE SUL PIEDE. Doctor Foot srl. 00060 Formello (RM) Via degli Olmetti, 18 tel. 06 9075520 fax 06 9075155 www.doctorfoot.it info@doctorfoot.

MANUALE SUL PIEDE. Doctor Foot srl. 00060 Formello (RM) Via degli Olmetti, 18 tel. 06 9075520 fax 06 9075155 www.doctorfoot.it info@doctorfoot. MANUALE SUL PIEDE 1 Il Piede Il piede è un capolavoro unico d architettura, o meglio di biomeccanica, con le sue 26 ossa, 33 articolazioni, 114 legamenti, 20 muscoli e 250.000 ghiandole sudorifere presiede

Dettagli

I TRAUMI ALLA SCHIENA

I TRAUMI ALLA SCHIENA I TRAUMI ALLA SCHIENA La colonna vertebrale ( rachide ) è composta da 34-35 ossa corte, le vertebre. Si distinguono in 7 cervicali, 12 toraciche, 5 lombari, 5 sacrali (+3/4 coccigee) Funzioni Protezione

Dettagli

Fisioterapia Posturologia Massoterapia Linfodrenaggio Riabilitazione. Dott.ssa. fisioterapista. Sara Vignoli

Fisioterapia Posturologia Massoterapia Linfodrenaggio Riabilitazione. Dott.ssa. fisioterapista. Sara Vignoli Fisioterapia Posturologia Massoterapia Linfodrenaggio Riabilitazione fisioterapista Dott.ssa Sara Vignoli Dott.ssa Sara Vignoli fisioterapista specializzata in posturologia Laureata nel 2010 presso l Università

Dettagli

3D TMT Tridimentional Motion Tracking

3D TMT Tridimentional Motion Tracking 3D TMT Tridimentional Motion Tracking Sistema di visione stereo portatile per registrare il movimento di markers passivi posti sul corpo del paziente. Analisi del movimento Software di facile utilizzo

Dettagli

LA CHIRURGIA NELLE GRAVI DEFORMITA VERTEBRALI NEUROLOGICHE E NEUROMUSCOLARI

LA CHIRURGIA NELLE GRAVI DEFORMITA VERTEBRALI NEUROLOGICHE E NEUROMUSCOLARI LA CHIRURGIA NELLE GRAVI DEFORMITA VERTEBRALI NEUROLOGICHE E NEUROMUSCOLARI M. Brayda-Bruno Spine Care Group U.O. Chirurgia Vertebrale III - Scoliosi IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi MILANO Deformità

Dettagli

Unità Operativa di Medicina Riabilitativa DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE/RIABILITAZIONE - San Giorgio - Direttore: Prof.

Unità Operativa di Medicina Riabilitativa DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE/RIABILITAZIONE - San Giorgio - Direttore: Prof. Unità Operativa di Medicina Riabilitativa DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE/RIABILITAZIONE - San Giorgio - Direttore: Prof. Nino Basaglia MODULO DIPARTIMENTALE ATTIVITÀ AMBULATORIALE Responsabile: Dott. Efisio

Dettagli

SERVIZIO DI REUMATOLOGIA

SERVIZIO DI REUMATOLOGIA SERVIZIO DI REUMATOLOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA I REUMATISMI COME PREVENIRLI E CURARLI Le malattie reumatiche, denominate con varie terminologie (reumatismi,

Dettagli

L ESAME RADIOLOGICO DEL BACINO E DELLE ANCHE

L ESAME RADIOLOGICO DEL BACINO E DELLE ANCHE L ESAME RADIOLOGICO DEL BACINO E DELLE ANCHE PROIEZIONE STANDARD ANTERO- POSTERIORE Indicazioni: traumatologia, neoplasie, alterazioni flogistiche e degenerative delle articolazioni. Posizione del paziente:

Dettagli

ASPETTI ORTODONTICI NEI PAZIENTi AFFETTi DA LABIOPALATOSCHISI (LPS)

ASPETTI ORTODONTICI NEI PAZIENTi AFFETTi DA LABIOPALATOSCHISI (LPS) ASPETTI ORTODONTICI NEI PAZIENTi AFFETTi DA LABIOPALATOSCHISI (LPS) Prof.Aggr.Tiziana Doldo Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia Universita di Siena Dir. Prof. Marco Ferrari Schisi unilaterale

Dettagli