QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI (sommatoria delle risposte)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte)"

Transcript

1 1 QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI (sommatoria delle risposte) (ALLEGATO N 2) Sono pervenuti 90 questionari compilati ma non tutti completi. Non è stata prevista una differenziazione per categorie di ragazzi (piccoli amici pulcini esordienti) 1. Lei in passato ha fatto sport? - Si a livello amatoriale o dilettantistico (padre) 21 - Si e lo faccio tuttora (padre) 13 - Si a livello agonistico (padre) 9 (TOTALE 43) No (Padre) 2 - Si a livello amatoriale o dilettantistico (madre) 15 - Si a livello agonistico (madre) 7 - Si e lo faccio tuttora (madre) 2 - SI a livello agonistico (nonno paterno) (TOTALE 23) No (madre) 7 NO (facenti veci del genitore) SI a livello amatoriale o dilettantistico (non specificato se padre o madre) SI a livello agonistico 2 (non specificato se padre o madre) 2. SECONDO LEI QUALI SONO LE FINALITÁ DI SUO FIGLIO NEL FREQUENTARE LA SCUOLA CALCIO? Solo per divertirsi 56 Per divertirsi e poi eventualmente diventare un professionista 16 Perché è già un piccolo campione 2 Per divertirsi e misurarsi con gli altri Per divertirsi e fare sport Per divertirsi e trovare un impegno costante sportivo per la vita Per divertirsi, imparare a stare in un gruppo e socializzare Per migliorare una conoscenza tecnica dello sport praticato Per svolgere un attività fisica e divertirsi Per una buona crescita fisica ed imparare a stare nel gruppo Perché è uno sport che piace a lui Aiutare la crescita psico-fisica Nessuna risposta 3. PERCHÉ COME GENITORE HA SCELTO DI ISCRIVERE SUO FIGLIO ALLA SCUOLA CALCIO? o Per seguire una sua inclinazione e farlo divertire 81 o Perché ha la stoffa del campione 3 o Perché ha scelto lui lo sport che più gli piace 2 o La scelta è stata tutta sua nonostante gli siano stati proposti numerosi sport alternativi o Per fargli fare uno sport di gruppo o Per i benefici fisici dello sport all aperto o Per il suo futuro o Perché ritengo importante per la sua crescita praticare sport di gruppo

2 2 4. SECONDO LEI QUALI DOVREBBERO ESSERE I COMPITI DI UN ALLENATORE PER SUO FIGLIO? - aiutare la crescita dei ragazzi 46 - aumentare la conoscenza teorica a pratica del calcio dei ragazzi 34 - Rinforzare l autostima e la socializzazione 14 - l integrazione in un gruppo 11 - incrementare la passione per il calcio 2 5. AL TERMINE DI QUESTA STAGIONE SPORTIVA QUALI RISULTATI VORREBBE APPREZZARE IN SUO FIGLIO? Una maggiore autostima 39 Un miglioramento tecnico nel gioco del calcio 37 Una maggiore integrazione nel gruppo 20 Un suo maggiore entusiasmo per il calcio 3 6. QUALI SONO LE PRINCIPALI DIFFICOLTA FINORA INCONTRATE CON: A. GLI ALLENATORI Nessuna 52 nessuna risposta 30 fare più incontri con i genitori 5 troppa importanza al risultato finale e dare più rilievo al divertimento 3 Poca attenzione ai rapporti tra i bambini 2 Poche regole disciplinari (2) c è tempo di parlare solo di questioni tecniche credo sia importante far divertire i figli anche perché si sta parlando di scuola cacio eccesso di importanza al risultato finale (troppo agonismo in relazione all età) garantire la salvaguardia del proprio lavoro. Senza interferenze o preferenze. incompatibilità di carattere incontro collettivo periodico mancanza di comunicazione con la famiglia mancanza di tempo per discutere dei programmi e degli obiettivi comuni nei primi anni ho riscontrato una preferenza nei confronti degli altri bambini Poca partecipazione con i genitori gruppi numerosi, spogliatoio scarso e poche regole importanti poco dialogo Troppo attenti al risultato e meno ai bisogni dei ragazzi B. STAFF DIRIGENZIALE Nessuna 43 nessuna risposta 39 Responsabile scuola calcio molto disponibile 2 appare distante Conosco poche persone Dovrebbe limitarsi a fare ciò che gli spetta Incontro collettivo periodico le divisioni in campo ridicole. Non aver ancora ricevuto il kit della misura giusta. Lontananza da piano di realtà mai visto partecipare migliorare la comunicazione tra segreteria e allenatori Molto carente ( che pena rispetto alle altre scuole calcio) mostrare delle linee dirigenziali chiare ed idonee, affinché le scelte degli allenatori siano serene ed imparziali

3 3 nessuna a parte troppa importanza ad alcuni genitori che si ritengono dei veri esperti e pretendono i insegnare ai mister. Vorrei più autorità e rispetto. Nessuna integrazione costruttiva Più attenzione agli orari dei più piccoli delle partite Poca collaborazione e partecipazione Poca comunicazione Poco contatto con le altre squadre Poco interesse per la scuola calcio quest anno è stato carente: 1) muta direttore? 2) torneo Natale: primo e secondo premio ok e un premio di consolazione per chi ha partecipato? 3) album foto: altre società hanno regalato già compilato la foto dei NOSTRI FIGLI. Mi da fastidio la speculazione. Troppi ragazzi per gruppo e quindi nessuna soddisfazione Un organizzazione ingiusta C. CON GLI ALTRI GENITORI o Nessuna difficoltà 52 o nessuna risposta 32 o Alcuni genitori escludono gli altri o Buon rapporto o Ci sono dei genitori che pensano che il loro figlio sia un campione, si mettono in mezzo arrabbiandosi con il loro allenatore per le scelte effettuate o Gentilezza, educazione e amicizia o integrazione non sempre facile nei gruppi già esistenti o mentalità di supremazia o Non d accordo con le aspettative di altri genitori o Ottimo rapporto o Poca comunicazione o Poco inserimento in un gruppo già formato l anno precedente o Qualcuno è meglio non frequentarlo o Sgomitare per far prevalere i figli o troppa competitività e poca leggerezza, i ragazzi si devono primariamente divertire. o trovo l invadenza e la costante intromissione in campo veramente difficile da sopportare. o o Vedute diverse riguardo lo scopo e le aspettative di questo sport Vorrei più rispetto e un luogo dove non sia il campo ne tantomeno lo spogliatoio dove poter eventualmente protestare (sempre civilmente) D. CON I RAGAZZI Nessuna 60 nessuna risposta 29 Alcuni bambini sono più scaltri di altri 2 Arroganza se sostenuti dai genitori Maleducazione Poco rispetto per l autorità Poco rispetto tra di loro negli spogliatoi Qualcuno è meglio non frequentarlo 7. LA COLLABORAZIONE TRA ALLENATORE E PSICOLOGO POTREBBE AIUTARE A: Migliorare il rapporto con i ragazzi tra di loro e farli divertire 48 migliorare il rapporto tra i ragazzi ed allenatore per capirli di più 26 gestire le problematiche dei ragazzi compresi i problemi in famiglia 11 Raggiungere gli obiettivi prefissati dall allenatore 7 migliorare la comunicazione tra ragazzi e genitori 2 nessuna riposta 3

4 4 8. CHE COSA UNO PSICOLOGO DOVREBBE CAPIRE DEI GENITORI? La difficoltà nel rapportarsi con il figlio 39 La loro mancanza di tempo 32 nessuna risposta 19 La difficoltà a rapportarsi con l allenatore 8 Lascio il lavoro a lui Se i genitori riescono ad aiutare a crescere nel migliore dei modi Totale disponibilità a qualsiasi attività nell interesse del bambino Rispettare i figli, sia nelle vittorie che nelle sconfitte. A non umiliarli né esaltarli. Rispetto per avversari e compagni che sbagliano. Che sono tanti e tutti diversi Facilitare la comunicazione I sacrifici per portarlo agli allenamenti, partite restando libero dal lavoro Non so La difficoltà nel rapportarsi con il figlio Che cosa uno psicologo dovrebbe capire dei genitori La loro mancanza di tempo nussuna risposta La difficoltà nel rapportarsi con l'allenatore risposte singole 9. CHE COSA UNO PSICOLOGO DOVREBBE CAPIRE DEI RAGAZZI: I loro problemi di crescita e la sua autostima 63 Le loro difficoltà sportive, scolastiche, tra amici e familiari 28 Il rapporto con l allenatore 6 le difficoltà sportive 2 nessuna risposta 3

5 5 Le loro difficoltà sportive, scolastiche, tra amici e familiari 28% Il rapporto con l allenatore 6% nessuna risposta 3% I loro problemi di crescita e la sua autostima 63% Che cosa uno psicologi dovrebbe capire dei ragazzi 10. RAPPORTO SPORTIVO GENITORE FIGLIO: A) Quando parlo con lui del suo impegno per il calcio, lui mi sembra: - punteggio 1, insoddisfatto 1 - punteggio 4, più o meno soddisfatto 1 - punteggio 5, più o meno soddisfatto 9 - punteggio 6, più o meno soddisfatto 15 - punteggio 7, più o meno soddisfatto 16 - punteggio 8, molto soddisfatto 16 - punteggio 9, molto soddisfatto 11 - punteggio 10, molto soddisfatto 14 nessuna risposta 1 B) Quando sono presente agli allenamenti lui mi sembra: o punteggio 1 nessuno o punteggio 2, insoddisfatto 1 o punteggio 3, insoddisfatto 1 o punteggio 4, più o meno soddisfatto o punteggio 5, più o meno soddisfatto 3 o punteggio 6, più o meno soddisfatto 5 o punteggio 7, più o meno soddisfatto 8 o punteggio 8, molto soddisfatto 13 o punteggio 9, molto soddisfatto 15 o punteggio 10, molto soddisfatto 36 nessuna risposta 1 C) Quando gli faccio il tifo durante la partita lui mi sembra: - punteggio 4, più o meno soddisfatto 1 - punteggio 5, più o meno soddisfatto 2 - punteggio 6, più o meno soddisfatto 3 - punteggio 7, più o meno soddisfatto 12 - punteggio 8, molto soddisfatto 19 - punteggio 9, molto soddisfatto 12 - punteggio 10, molto soddisfatto 34

6 6 nessuna risposta 2 Non mi sente quando faccio il tifo, è troppo concentrato D) Quando gli parlo dopo la partita lui mi sembra: - punteggio 2, insoddisfatto 1 - punteggio 3, insoddisfatto 2 - punteggio 4, più o meno soddisfatto 4 - punteggio 5, più o meno soddisfatto 6 - punteggio 6, più o meno soddisfatto 18 - punteggio 7, più o meno soddisfatto 10 - punteggio 8, molto soddisfatto 22 - punteggio 9, molto soddisfatto 11 - punteggio 10, molto soddisfatto 14 nessuna risposta 1 RAPPORTO SPORTIVO GENITORE - FIGLIO molto insoddisfatto molto soddisfatto Quando gli parlo dopo la partita Quando gli faccio il tifo durante la partita Quando sono presente agli allenamenti Quando parlo con lui del suo impegno per il calcio In questo grafico appare molto chiaramente che agli occhi dei genitori: a) il rapporto sportivo col proprio figlio appare molto buono; b) il figlio appare molto più soddisfatto quando gli si parla dopo la partita. Sarà interessa verificare in futuro come i figli percepiscono il rapporto sportivo col proprio genitore, col mister ed il loro grado di soddisfazione. COMMENTO DEI DATI In questo campione di genitori quasi 70 hanno un contatto personale con lo sport (N. 1). La quasi totalità dei genitori intervistati ritiene che le finalità del proprio figlio nel frequentare la Scuola Calcio sia il divertimento e per seguire una sua inclinazione. Solo 2-3 genitori ritengono che il proprio figlio sia già un piccolo campione e che abbia la stoffa del campione. (NN. 2, 3) Per la quasi totalità di questi genitori compiti di un allenatore dovrebbero essere: aiutare la crescita dei ragazzi; aumentare la conoscenza teorica a pratica del calcio e dei ragazzi; Rinforzare l autostima, la socializzazione e l integrazione in un gruppo. (N. 4) Al termine della stagione sportiva ( 09-10) la maggior parte dei genitori si aspetta di poter osservare nel proprio figlio: una maggiore autostima; un miglioramento tecnico nel gioco del calcio e una maggiore integrazione nel gruppo. (N. 5)

7 7 Finora le principali difficoltà incontrate con gli allenatori (6/A) sono state: fare più incontri con i genitori; poca attenzione ai rapporti tra i bambini; troppa importanza al risultato finale e dare più rilievo al divertimento; poche regole disciplinari; c è tempo per parlare solo di questioni tecniche; garantire la salvaguardia del proprio lavoro senza interferenze o preferenze; incompatibilità di carattere; fare più incontri con i genitori; nei primi anni ho riscontrato una preferenza nei confronti degli altri bambini; gruppi numerosi, spogliatoio scarso e poche regole importanti; poco dialogo. La maggior parte dei genitori (82) non ha o non dichiara difficoltà con gli allenatori. Le principali difficoltà incontrate con lo STAFF dirigenziale (N. 6/B) sono state: appare distante; conosco poche persone; dovrebbe limitarsi a fare ciò che gli spetta; fare incontri collettivi periodici; divisioni in campo ridicole; non aver ancora ricevuto il kit della misura giusta; lontananza da piano di realtà; mai visto partecipare; migliorare la comunicazione tra segreteria e allenatori; molto carente; mostrare delle linee dirigenziali chiare ed idonee, affinché le scelte degli allenatori siano serene ed imparziali; troppa importanza ad alcuni genitori che si ritengono dei veri esperti e pretendono i insegnare ai mister; più autorità e rispetto; nessuna integrazione costruttiva; più attenzione agli orari dei più piccoli delle partite; poca collaborazione e partecipazione; poca comunicazione; poco contatto con le altre squadre; poco interesse per la scuola calcio; quest anno è stato carente: 1) muta direttore?; 2) torneo natale: primo e secondo premio ok e un premio di consolazione per chi ha partecipato? 3) album foto: altre società hanno regalato già compilato la foto dei nostri figli. mi da fastidio la speculazione; troppi ragazzi per gruppo e quindi nessuna soddisfazione; un organizzazione ingiusta. Tra questi genitori un ampia maggioranza (82) non ha (o non indica delle difficoltà con lo STAFF dirigenziale) Le difficoltà con gli altri genitori (N. 6/C) che sono emerse ed espresse da singoli sono: alcuni genitori escludono gli altri; ci sono dei genitori che pensano che il loro figlio sia un campione, si mettono in mezzo arrabbiandosi con il loro allenatore per le scelte effettuate; integrazione non sempre facile nei gruppi già esistenti; mentalità di supremazia; non d accordo con le aspettative di altri genitori; poca comunicazione; poco inserimento in un gruppo già formato l anno precedente; qualcuno è meglio non frequentarlo; sgomitare per far prevalere i figli; troppa competitività e poca leggerezza, i ragazzi si devono primariamente divertire; trovo l invadenza e la costante intromissione in campo veramente difficile da sopportare; vedute diverse riguardo lo scopo e le aspettative di questo sport; vorrei più rispetto e un luogo dove non sia il campo ne tantomeno lo spogliatoio dove poter eventualmente protestare (sempre civilmente). Un ampia maggioranza dei genitori non (84) ha (o non ha espresso) difficoltà con gli altri genitori. Le difficoltà che questi genitori hanno riscontrato con i ragazzi (6/D) sono state: alcuni bambini sono più scaltri di altri; arroganza se sostenuti dai genitori; maleducazione; poco rispetto per l autorità; poco rispetto tra di loro negli spogliatoi; qualcuno è meglio non frequentarlo. La quasi totalità del genitori intervistati (89) non ha (o non evidenzia) difficoltà con i ragazzi. La quasi totalità dei genitori (87) indica come punti di collaborazione con lo psicologo (N. 7) il miglioramento della relazione dei ragazzi: tra di loro; con il loro allenatore ed in famiglia (per meglio gestire le loro problematiche). Solo 3 degli intervistati non ha risposto a questo items. Lo psicologo dovrebbe anche comprendere il tempo a disposizione del genitore (N. 8). La maggior parte dei genitori intervistati pensa che relativamente ai ragazzi lo psicologo dovrebbe capire (N. 9) è prevalentemente: la difficoltà nel rapportarsi con il figlio; la loro mancanza di tempo; nessuna risposta e la difficoltà a rapportarsi con l allenatore. Solo un genitore non ha risposto.

8 8 Sembra che quando il genitore parla a suo figlio del suo impegno per il calcio (N. 10) il ragazzo appare molto soddisfatto (41); più o meno soddisfatto (41); insoddisfatto (1). Solo un genitore non ha risposto. Quando il genitore è presente agli allenamenti, sembra che il ragazzo sia, secondo la percezione del genitore, molto soddisfatto (64); più o meno soddisfatto (17); insoddisfatto (2). Solo un genitore non ha risposto. Quando, durante la partita, il genitore fa il tifo per il proprio figlio questo appare agli occhi del genitore: molto soddisfatto (65); più o meno soddisfatto (18). Quando il genitore parla al figlio dopo la partita, il figlio gli appare: molto soddisfatto (47); più o meno soddisfatto (38); insoddisfatto (3). Solo un genitore non ha risposto. CONCLUSIONE SINTETICA È molto rilevante che lo sport sia un valore vissuto per la maggior parte dei genitori (1) e la quasi totalità di loro intendono la Scuola Calcio per il proprio figlio un opportunità ludica finalizzata alla crescita (NN. 2, 3, 4, 5). La maggior parte delle difficoltà finora incontrate con gli allenatori, con lo staff e con i ragazzi (N. 6) sono quasi tutte legate a situazioni che si allontanano dall opportunità ludica finalizzata alla crescita. La collaborazione con lo psicologo della Scuola Calcio (N. 7), considerando i tempi del genitore (N. 8) è vista dalla quasi totalità dei genitori in termini di crescita nelle competenze relazionali (N. 9). Il rapporto sportivo genitore-figlio (parlando del suo impegno per il calcio, quando è presente agli allenamenti, durante la partita e dopo la partita) è considerato prevalentemente molto soddisfacente dal figlio (secondo la valutazione del genitore) e in quasi la metà dei casi il ragazzo appare più o meno soddisfacente. I miglioramenti da apportare sono in tutte le situazioni che si allontanano dall obiettivo condiviso: la Scuola Calcio come un opportunità ludica finalizzata alla crescita.

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze.

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Roberto Babini (Allenatore di base con Diploma B UEFA) svolge da 13 anni l attività di allenatore.

Dettagli

L impegno e l abbandono dei giovani nello sport. Il progetto europeo PAPA e l Empowering Coaching TM

L impegno e l abbandono dei giovani nello sport. Il progetto europeo PAPA e l Empowering Coaching TM L impegno e l abbandono dei giovani nello sport. Il progetto europeo PAPA e l Empowering Coaching TM Tenero, 25-26.01.2013 Prof. Philippe Sarrazin Laboratorio sport e ambiente sociale Università J. Fourier,

Dettagli

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI ALLEGATO n 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI (2010-1011) Il presente questionario è anonimo per dare una maggiore libertà di espressione ed ha lo scopo di individuare meglio le priorità o le cose

Dettagli

QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEI GENITORI DEI BAMBINI CHE HANNO PARTECIPATO AL CENTRO ESTIVO A. ANALISI DI SFONDO: STRUTTURA FAMILIARE a) Da quante persone è composta la sua famiglia?

Dettagli

- Cassinetto - Scuola Addestramento Tennis

- Cassinetto - Scuola Addestramento Tennis - Cassinetto - Scuola Addestramento Tennis Il Tennis e la preparazione mentale Progetto per la Stagione sportiva 2011/2012 Agosto 2011 Project Leader: Chiara Valdata Obiettivi del Progetto: Il progetto

Dettagli

IL CALCIO È UN GIOCO PER TUTTI; IL CALCIO DEVE POTER ESSERE PRATICATO DOVUNQUE; IL CALCIO È CREATIVITÀ; IL CALCIO È DINAMICITÀ; IL CALCIO È ONESTÀ;

IL CALCIO È UN GIOCO PER TUTTI; IL CALCIO DEVE POTER ESSERE PRATICATO DOVUNQUE; IL CALCIO È CREATIVITÀ; IL CALCIO È DINAMICITÀ; IL CALCIO È ONESTÀ; IL CALCIO È UN GIOCO PER TUTTI; IL CALCIO DEVE POTER ESSERE PRATICATO DOVUNQUE; IL CALCIO È CREATIVITÀ; IL CALCIO È DINAMICITÀ; IL CALCIO È ONESTÀ; IL CALCIO È SEMPLICITÀ; IL CALCIO DEVE ESSERE SVOLTO

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF Manuale Azzurro allegato D FEDERAZIONE ITALIANA GOLF Modello per la creazione e gestione di un Club dei Giovani Il modello, tratto dall esperienza maturata nei Circoli che hanno svolto con successo l Attività

Dettagli

POLISPORTIVA CALISIO SCUOLA CALCIO ISCRIZIONE STAGIONE SPORTIVA 2014-15 Pulcini ed Piccoli Amici

POLISPORTIVA CALISIO SCUOLA CALCIO ISCRIZIONE STAGIONE SPORTIVA 2014-15 Pulcini ed Piccoli Amici POLISPORTIVA CALISIO SCUOLA CALCIO ISCRIZIONE STAGIONE SPORTIVA 2014-15 Pulcini ed Piccoli Amici Alla Scuola Calcio della Polisportiva Calisio si possono iscrivere i bambini nati dagli anni 2004 al 2009.

Dettagli

CRE Centri Ricreativi Estivi Citizen Satisfaction 2012

CRE Centri Ricreativi Estivi Citizen Satisfaction 2012 CRE Centri Ricreativi Estivi Citizen Satisfaction 2012 QUESTIONARI COMPILATI DAI GENITORI DEI BAMBINI CHE HANNO FREQUENTATO I CRE RIVOLTI ALLA FASCIA DI ETÀ 6-11 ANNI Questionari elaborati: 370 Modalità

Dettagli

QUESTIONARIO DI PERCEZIONE DEL SERVIZIO SCOLASTICO

QUESTIONARIO DI PERCEZIONE DEL SERVIZIO SCOLASTICO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 24124 Bergamo C.F. 95118530161 Tel 035243373 Fax: 035270323 e-mail: segreteria@darosciate.it

Dettagli

F.I.G.C. - Settore Giovanile e Scolastico CARTA DEI DIRITTI DEI BAMBINI E DEI DOVERI DEGLI ADULTI

F.I.G.C. - Settore Giovanile e Scolastico CARTA DEI DIRITTI DEI BAMBINI E DEI DOVERI DEGLI ADULTI F.I.G.C. - Settore Giovanile e Scolastico CARTA DEI DIRITTI DEI BAMBINI E DEI DOVERI DEGLI ADULTI In tutti gli atti relativi ai bambini, siano essi compiuti da autorità pubbliche o da istituzioni private,

Dettagli

Codice di Comportamento 2015

Codice di Comportamento 2015 Codice di Comportamento 2015 Raccolta di modi di agire ai quali tendere, frutto di una ricerca e del confronto con altre società sportive, non solo nel settore pallavolo. Polisportiva D. Borgo Virgilio

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

IL PROGETTO EDUCATIVO SPORTIVO

IL PROGETTO EDUCATIVO SPORTIVO IL PROGETTO EDUCATIVO SPORTIVO Aprile 2013 1 La Polisportiva San Marco è una realtà presente all interno dell Oratorio San Marco dal 1970 e si propone di educare ai valori cristiani attraverso la pratica

Dettagli

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI 1. La rilevazione La rilevazione presso le famiglie con bambini da zero a 3 anni, residenti nei comuni dell Ambito territoriale dei servizi sociali

Dettagli

Confronto sulle motivazioni all attività sportiva negli atleti disabili praticanti adaptive rowing e normodotati praticanti canottaggio.

Confronto sulle motivazioni all attività sportiva negli atleti disabili praticanti adaptive rowing e normodotati praticanti canottaggio. Confronto sulle motivazioni all attività sportiva negli atleti disabili praticanti adaptive rowing e normodotati praticanti canottaggio. Fossati Emanuela astrid8@tiscali.it - M. Martinelli Lo scopo di

Dettagli

Indagine sulla soddisfazione lavorativa e le condizioni di lavoro dei docenti delle scuole cantonali - 2014

Indagine sulla soddisfazione lavorativa e le condizioni di lavoro dei docenti delle scuole cantonali - 2014 Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Divisione della scuola Indagine sulla soddisfazione lavorativa e le condizioni di lavoro dei docenti delle scuole cantonali - 2014 Giugno 2015

Dettagli

Questionario genitori Scuola Primaria

Questionario genitori Scuola Primaria www.survio.com 23/06/2015 11:32:42 Generale Nome sondaggio Questionario genitori Scuola Primaria Autore ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE SUD Lingua Italiano URL Sondaggio http://www.survio.com/survey/d/i9m4l2p7a9r4a1j9r

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Io tifo positivo nel segno di Candido

Io tifo positivo nel segno di Candido BRUGHERIO Io tifo positivo nel segno di Candido La PROPOSTA parte da un lavoro che ha visto in questi anni coinvolti circa 10000 ragazzi delle scuole primarie e secondarie di molti comuni della provincia

Dettagli

Fattori r O r O g r ani n co M us u c s olari r : Fattori r a na n gra r fi f ci s t s ru r t u tur u a r li

Fattori r O r O g r ani n co M us u c s olari r : Fattori r a na n gra r fi f ci s t s ru r t u tur u a r li Il Coaching nei Giochi Sportivi Perché un atleta si allena? Per far in modo che nell organismo avvengano dei cambiamenti tali da determinare un miglioramento della prestazione. Dr. Fabrizio Perroni, Ph.D.

Dettagli

Questionario genitori scuola dell'infanzia

Questionario genitori scuola dell'infanzia www.survio.com 23/06/2015 11:36:10 Generale Nome sondaggio Questionario genitori scuola dell'infanzia Autore ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE SUD Lingua Italiano URL Sondaggio http://www.survio.com/survey/d/g4t6y5e1l5y8h3h7x

Dettagli

CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLO SPORT

CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLO SPORT Osservatorio sui Diritti dei Minori CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLO SPORT Per i giovani e con i giovani Presentazione Il Codice di autoregolamentazione dello Sport è una dichiarazione di intenti,

Dettagli

QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DEL SERVIZIO E RILEVAMENTO DEI BISOGNI (PER LE FAMIGLIE)

QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DEL SERVIZIO E RILEVAMENTO DEI BISOGNI (PER LE FAMIGLIE) ISTITUTO COMPRENSIVO DON MILANI-AZZARITA-DE FILIPPO-UNGARETTI BARI Viale delle regioni 62-70123- BARI Tel 080 5371951 Fax 0805375520 Scuola Secondaria di I grado QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DEL SERVIZIO

Dettagli

REGOLAMENTO. Art.1 ETA :

REGOLAMENTO. Art.1 ETA : CONERO-DRIBBLING CALCIO Sede: Via Moglie snc Offagna (AN) P.I. e C.F. 02598120422 Matr. F.I.G.C. 937749 F.I.G.C. I.N.D. S.G.S. Scuola Calcio e Centro di Avviamento allo sport riconosciuta CONI Tel e Fax

Dettagli

La dispersione scolastica in Liguria

La dispersione scolastica in Liguria La dispersione scolastica in Liguria Ricerca quali-quantitativa sulla dimensione del rischio e l esperienza della dispersione Presentazione dei risultati Genova 8 novembre 2012 1 Metodologie dell indagine

Dettagli

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI Documento riservato non riproducibile CHI SIAMO La XXL PALLACANESTRO è un associazione sportiva dilettantistica, nata ufficialmente nel 1989, che opera sul territorio

Dettagli

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5.

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. 1) Ciao Laura e ben trovata, parliamo del Campionato appena terminato, un ottimo risultato della vostra squadra

Dettagli

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare?

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Intervista all educatore cinofilo E. Buoncristiani 1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Gli aspetti positivi di questa

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana Primo Istituto Comprensivo di Scuola Materna, Elementare e Media Leonardo Da Vinci Via Concetto Marchesi

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO COSA E L insieme di attività avviate dall allenatore per formare il ragazzo, attraverso lo sport, ai valori umani e cristiani PARTI COINVOLTE - ALLENATORE RESP. ANNATA

Dettagli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli QUADERNO DI LAVORO PER I GENITORI attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli Percorso per genitori di studenti/studentesse in uscita dalla scuola

Dettagli

AAA ADHD, ADOLESCENZA, AMICIZIA

AAA ADHD, ADOLESCENZA, AMICIZIA Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività VIII CONGRESSO NAZIONALE AIDAI AAA ADHD, ADOLESCENZA, AMICIZIA Pescara 16/17 settembre 2011 Difficoltà comportamentali e relazioni sociali in adolescenza

Dettagli

Circolo Didattico di Angera

Circolo Didattico di Angera Circolo Didattico di Angera COME AIUTARE I PROPRI FIGLI A STUDIARE E A FARE I COMPITI Indicazioni della scuola per i genitori degli alunni Linee guida redatte dal Nucleo di Autovalutazione e Qualità PREMESSA

Dettagli

IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento

IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento Riflessioni su tempo, sviluppo, regole, autonomia, fiducia, sostegno Dr.ssa Nadia Badioli IL SENSO DEI COMPITI STRUMENTO PER: incentivare

Dettagli

Avvicinare i giovani allo Sport fa bene all Impresa

Avvicinare i giovani allo Sport fa bene all Impresa Avvicinare i giovani allo Sport fa bene all Impresa Un progetto socialmente responsabile in collaborazione tra Assolombarda Coni Lombardia Fondazione Sodalitas Impresa & Sport è un progetto che nasce da

Dettagli

Il bambino con ADHD a scuola

Il bambino con ADHD a scuola Teramo 20-04-2010 Dott.ssa Adriana Sigismondi ADHD Caratteristiche DISATTENZIONE IMPULSIVITA IPERATTIVITA 1 1 ATTENZIONE I bambini con un disturbo di attenzione manifestano problemi in compiti che richiedono

Dettagli

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione Fare sport: tra tradizione e innovazione Lo sai papa, che quasi mi mettevo a piangere dalla rabbia, quando ti sei arrampicato alla rete di recinzione, urlando contro l arbitro? Io non ti avevo mai visto

Dettagli

Progetto per la Scuola Primaria Attività motorie e sportive

Progetto per la Scuola Primaria Attività motorie e sportive Progetto per la Scuola Primaria Attività motorie e sportive Premessa La Scuola Primaria di Casamicciola Terme è una realtà educativa che da sempre pone l alunno al centro del processo di apprendimento

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

progetto educativo per uno stile di vita sano, attivo e sostenibile

progetto educativo per uno stile di vita sano, attivo e sostenibile progetto educativo per uno stile di vita sano, attivo e sostenibile. anno scolastico 2013 2014 Il programma Coca-Cola Cup propone alle prime due classi delle scuole secondarie di secondo grado un articolata

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO. TORELLI-FIORITTI VIA PRINCIPESSA MAFALDA 71011 APRICENA (FG) www.istitutocomprensivotorelli-fioritti.gov.it Tel: 0882/641311

ISTITUTO COMPRENSIVO. TORELLI-FIORITTI VIA PRINCIPESSA MAFALDA 71011 APRICENA (FG) www.istitutocomprensivotorelli-fioritti.gov.it Tel: 0882/641311 ISTITUTO COMPRENSIVO. TORELLI-FIORITTI VIA PRINCIPESSA MAFALDA 71011 APRICENA (FG) www.istitutocomprensivotorelli-fioritti.gov.it Tel: 0882/641311 elaborazione dati dei QUESTIONARI DI VALUTAZIONE E AUTOVALUTAZIONE

Dettagli

Questionario finale soddisfazione rappresentanti dei genitori. Classi prime anno scolastico 2011/12

Questionario finale soddisfazione rappresentanti dei genitori. Classi prime anno scolastico 2011/12 Questionario finale soddisfazione rappresentanti dei genitori. Classi prime anno scolastico 2011/12 Totale rappresentanti genitori: 22 Totale questionari cartacei distribuiti: 22 Totale questionari ricevuti:

Dettagli

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO QUESTIONARIO DI GRADIMENTO Il BRUCO Asilo Nido e Scuola d Infanzia Via Case Basse San Vittore, 24 Pavia www.asiloilbruco.com Tel. 0382.1726.241 Tel. 393.900.6211 Cari Genitori, il questionario è stato

Dettagli

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice?

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice? INTRODUZIONE Perché abbiamo stilato questo Codice? Con questo insieme di regole la società GSD MontecatiniMurialdo vuole avvicinarsi ai propri giovani calciatori, cercando di insegnare loro le fondamentali

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente).

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente). QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO Gentile genitore, le sottoponiamo il presente questionario anonimo al termine dell incontro a cui ha partecipato. La valutazione da lei espressa ci aiuterà a capire

Dettagli

Il Volontariato Ospedaliero: un indagine conoscitiva

Il Volontariato Ospedaliero: un indagine conoscitiva Il Volontariato Ospedaliero: un indagine conoscitiva Raffaele Crescenzo abstract Il Volontariato Ospedaliero ha raggiunto una maggiore consapevolezza della propria identità e delle proprie funzioni e una

Dettagli

Il campus che EMOZIONE!!!! Dott.ssa Silvia Tonelli Psicologa Psicoterapeuta

Il campus che EMOZIONE!!!! Dott.ssa Silvia Tonelli Psicologa Psicoterapeuta Il campus che EMOZIONE!!!! Dott.ssa Silvia Tonelli Psicologa Psicoterapeuta Confusione nell ambiente: cos è un dsa Fino a che una persona non si mette nei panni dell altro è facile sentir parlare di DSA

Dettagli

REGOLAMENTO SCUOLA CALCIO A.S.D. NINO CANTONE. Stagione 2015/16

REGOLAMENTO SCUOLA CALCIO A.S.D. NINO CANTONE. Stagione 2015/16 REGOLAMENTO SCUOLA CALCIO A.S.D. NINO CANTONE Stagione 2015/16 L attività calcistica giovanile è regolata sulla base dei principi dalla Carta dei diritti dei ragazzi allo Sport ( Ginevra 1992 Commissione

Dettagli

QUESTIONARIO PER L'INDAGINE SUI BISOGNI DELLE FAMIGLIE

QUESTIONARIO PER L'INDAGINE SUI BISOGNI DELLE FAMIGLIE Per iniziare, le chiedo di darmi qualche informazione sulla sua famiglia e sull organizzazione dei tempi. QUESTIONARIO PER L'INDAGINE SUI BISOGNI DELLE FAMIGLIE SONO UN INTERVISTATORE INCARICATO DALLA

Dettagli

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 187 docenti di italiano e matematica delle classi prime e seconde e docenti di alcuni Consigli di Classe delle 37 scuole che

Dettagli

A.F.S.D Annunziatella

A.F.S.D Annunziatella Regolamento della scuola calcio L Associazione Formativo Sportiva Dilettantistica Annunziatella ha approvato, in collaborazione con lo staff tecnico, il Regolamento interno della scuola calcio. Tale regolamento

Dettagli

A.S.D. PRO CALCIO ITALIA

A.S.D. PRO CALCIO ITALIA A.S.D. PRO CALCIO ITALIA Gioca a testa alta Stagione 2015-2016 PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (POF) PREMESSA L attività calcistica giovanile è regolata sulla base dei principi dalla Carta dei diritti dei

Dettagli

Comune di Russi QUESTIONARIO. Per alunni neo-arrivati. Fonte: COSPE Firenze

Comune di Russi QUESTIONARIO. Per alunni neo-arrivati. Fonte: COSPE Firenze Comune di Cervia Comune di Ravenna Comune di Russi QUESTIONARIO Per alunni neo-arrivati Fonte: COSPE Firenze 1 Ciao! Sei appena arrivato in questa scuola e anche nella nostra città. Sappiamo che per te,

Dettagli

Un Gradino alla volta. Iniziative per generare Competitività Progetto Bambino dalla scuola calcio all Eccellenza

Un Gradino alla volta. Iniziative per generare Competitività Progetto Bambino dalla scuola calcio all Eccellenza Un Gradino alla volta Iniziative per generare Competitività Progetto Bambino dalla scuola calcio all Eccellenza Scuola Calcio dai 10 anni La Competitività Fa parte della natura dei Bambini? Il nostro compito

Dettagli

Autovalutazione di istituto

Autovalutazione di istituto I.C. "Dante Alighieri" - Aulla Autovalutazione di istituto Nel mese di aprile 2015 sono stati somministrati dei questionari in forma anonima per verificare il livello di gradimento del servizio offerto.

Dettagli

Attività di formazione, attività promozionale e attività scolastica. Corsi di formazione e di informazione. Fuoriclasse cup. Comunicato Ufficilale N 1

Attività di formazione, attività promozionale e attività scolastica. Corsi di formazione e di informazione. Fuoriclasse cup. Comunicato Ufficilale N 1 Stagione sportiva 2006/2007 Comunicato Ufficilale N 1 4 Attività di formazione, attività promozionale e attività scolastica Corsi di formazione e di informazione Fuoriclasse cup C. ATTIVITA PROMOZIONALE

Dettagli

PROGETTO BUTOKU 360 supporto allo studio, ascolto e benessere

PROGETTO BUTOKU 360 supporto allo studio, ascolto e benessere PROGETTO BUTOKU 360 supporto allo studio, ascolto e benessere Il PROGETTO BUTOKU 360: supporto allo studio, ascolto e benessere è un progetto ideato dall A.S.D. BUTOKU KARATE- DO di Solaro, Associazione

Dettagli

INDAGINE del Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi sui Servizi Psicologici nella scuola

INDAGINE del Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi sui Servizi Psicologici nella scuola INDAGINE del Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi sui Servizi Psicologici nella scuola Svolta in collaborazione con gli IRRE e con i Consigli Territoriali dell Ordine degli Psicologi 1. Attività

Dettagli

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Allegato 2 Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Il progetto è stato modificato rispetto alla griglia di progettazione presentata a giugno. Il tempo che è stato possibile

Dettagli

TIMSS 2011. Questionario studente. Scuola secondaria di I grado classe terza. School ID: School Name:

TIMSS 2011. Questionario studente. Scuola secondaria di I grado classe terza. School ID: School Name: Identification Etichetta identificativa Label School ID: School Name: TIMSS 2011 Questionario studente Scuola secondaria di I grado classe terza Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo

Dettagli

Valutazione della Scuola Primaria da parte di alunni e genitori Anno scolastico 2007-2008

Valutazione della Scuola Primaria da parte di alunni e genitori Anno scolastico 2007-2008 Istituto Comprensivo Dante Alighieri Via Giustiniano7 -Trieste Valutazione della Scuola Primaria da parte di alunni e genitori Anno scolastico 2007-2008 I questionari sono stati distribuiti agli alunni

Dettagli

RISULTATI QUESTIONARIO GRADIMENTO MENSA

RISULTATI QUESTIONARIO GRADIMENTO MENSA RISULTATI QUESTIONARIO GRADIMENTO MENSA 2014 COMMISSIONE MENSA COMUNE DI SAN LORENZO IN CAMPO COMPONENTE GENITORI REFEZIONE SCOLASTICA RISULTATI QUESTIONARIO GRADIMENTO MENSA - COMUNE DI SAN LORENZO IN

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

COME MOTIVARE IL PROPRIO FIGLIO NELLO STUDIO

COME MOTIVARE IL PROPRIO FIGLIO NELLO STUDIO COME MOTIVARE IL PROPRIO FIGLIO NELLO STUDIO Studiare non è tra le attività preferite dai figli; per questo i genitori devono saper ricorrere a strategie di motivazione allo studio, senza arrivare all

Dettagli

70 risposte. Riepilogo. Scuola frequentata dai figli. Quanti sono i componenti della famiglia? Età di chi sta compilando il questionario

70 risposte. Riepilogo. Scuola frequentata dai figli. Quanti sono i componenti della famiglia? Età di chi sta compilando il questionario comprensivo.gonzaga@gmail.com Modifica questo modulo 70 risposte Vedi tutte le risposte Pubblica i dati di analisi Riepilogo Scuola frequentata dai figli scuola secondaria 23 32.9% scuola primaria 40 57.1%

Dettagli

L AUTOARBITRAGGIO: Istruzioni per l uso

L AUTOARBITRAGGIO: Istruzioni per l uso L AUTOARBITRAGGIO: Istruzioni per l uso Visti i positivi riscontri avuti, nella corrente stagione sportiva le gare della categoria Pulcini dovranno essere arbitrate con il metodo dell autoarbitraggio [

Dettagli

C.I.M. MAPPANO. Restituzione risultati del QUESTIONARIO DI SODDISFAZIONE ASILO NIDO IL MAPPAMONDO 2014

C.I.M. MAPPANO. Restituzione risultati del QUESTIONARIO DI SODDISFAZIONE ASILO NIDO IL MAPPAMONDO 2014 Restituzione risultati del QUESTIONARIO DI SODDISFAZIONE ASILO NIDO IL MAPPAMONDO 2014 C.I.M. MAPPANO La rilevazione è stata effettuata nel mese di aprile 2014, a circa un anno dalla precedente. L obiettivo

Dettagli

Indagine su abitudini alimentari, attività motoria e benessere fisico dei bambini di 6-11 anni e dei giovani di 12-17 anni

Indagine su abitudini alimentari, attività motoria e benessere fisico dei bambini di 6-11 anni e dei giovani di 12-17 anni Indagine su abitudini alimentari, attività motoria e benessere fisico dei bambini di 611 anni e dei giovani di 1217 anni Sintesi dei risultati Aprile 2004 S. 0402930 Premessa Nelle pagine seguenti vengono

Dettagli

Scuola Secondaria di 1 grado Cena-Corradini Latina Questionario rivolto agli alunni delle classi Seconde

Scuola Secondaria di 1 grado Cena-Corradini Latina Questionario rivolto agli alunni delle classi Seconde Scuola Secondaria di 1 grado Cena-Corradini Latina Questionario rivolto agli alunni delle classi Seconde Segnare in ordine crescente il livello di gradimento: 1=poco; 2= abbastanza; 3=molto Per le risposte

Dettagli

A.S.D. TOTAL SPORT Stagione Sportiva 2012-2013

A.S.D. TOTAL SPORT Stagione Sportiva 2012-2013 A.S.D. TOTAL SPORT Stagione Sportiva 2012-2013 A.S.D. TOTAL SPORT Contenuti Presentazione Obiettivi pag. 3 pag. 5 A chi si rivolge pag. 6 Progetto Pilota Team Impianti pag. 7 pag. 8 pag. 9 Abbigliamento

Dettagli

Servizio di Psicologia dello sport

Servizio di Psicologia dello sport Servizio di Psicologia dello sport SCUOLE CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Ente Comitato Regionale Puglia, Federazione Italiana Giuoco Calcio, Lega Nazionale Dilettanti (Bari). Chi siamo Sportivamente

Dettagli

EASY BASKEY : DALLA SCUOLA AL MINIBASKET UN NUOVO PROGETTO PER CRESCERE INSIEME

EASY BASKEY : DALLA SCUOLA AL MINIBASKET UN NUOVO PROGETTO PER CRESCERE INSIEME SETTORE GIOVANILE E MINIBASKET EASY BASKEY : DALLA SCUOLA AL MINIBASKET UN NUOVO PROGETTO PER CRESCERE INSIEME 1 CI RICORDIAMO I PRINCIPI FONDANTI DELL EASY BASKET. IL GIOCO CRITERI BASE PARTECIPAZIONE

Dettagli

Commissione Statistica. Qualità, Numeri e volontariato: Il Volta si racconta

Commissione Statistica. Qualità, Numeri e volontariato: Il Volta si racconta Commissione Statistica Qualità, Numeri e volontariato: Il Volta si racconta 3 ottobre 2015 1 Indice - Commissione Statistica: chi siamo e cosa facciamo - Come è composta la nostra scuola - Performance

Dettagli

Elaborazione questionari somministrati nel Liceo Pitagora di ISILI

Elaborazione questionari somministrati nel Liceo Pitagora di ISILI SERVIZIO DI MEDIAZIONE SCOLASTICA PLUS SARCIDANO E BARBAGIA DI SEULO Elaborazione questionari somministrati nel Liceo Pitagora di ISILI Classe 2 A Area supporto sociale e familismo Comprende gli item da

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO

CODICE DI COMPORTAMENTO CODICE DI COMPORTAMENTO L ASD RUGBY CERNUSCO è una associazione sportiva dilettantistica che opera, come da Statuto, nei settori sportivo, ricreativo e culturale, con lo scopo di sviluppare e diffondere

Dettagli

Il servizio di Teleassistenza: rilevazione della soddisfazione degli utenti

Il servizio di Teleassistenza: rilevazione della soddisfazione degli utenti Provincia di Milano Direzione Centrale Cultura e Affari Sociali Settore Sostegno e Prevenzione delle Emergenze Sociali Ufficio Teleassistenza Il servizio di Teleassistenza: rilevazione della soddisfazione

Dettagli

Associazione sportiva dilettantistica RAINBOW. www.rainbowapriliavolley.it

Associazione sportiva dilettantistica RAINBOW. www.rainbowapriliavolley.it Caro iscritto, nell ambito del nostro sistema interno di gestione, stiamo svolgendo un indagine per definire la valutazione del livello di qualità dei prodotti/servizi proposti ai nostri preziosi iscritti.

Dettagli

I DIRITTI DEI BAMBINI AGENZIE EDUCATIVE DIDATTICA CONCLUSIONI RINGRAZIAMENTI

I DIRITTI DEI BAMBINI AGENZIE EDUCATIVE DIDATTICA CONCLUSIONI RINGRAZIAMENTI I DIRITTI DEI BAMBINI AGENZIE EDUCATIVE DIDATTICA CONCLUSIONI RINGRAZIAMENTI I DIRITTI DEI BAMBINI Il Table Soccer Club Black Rose 98 Roma regola l attività giovanile per quanto attiene il Subbuteo - Calcio

Dettagli

L allenamento del talento e l equilibrio con la vita personale

L allenamento del talento e l equilibrio con la vita personale L allenamento del talento e l equilibrio con la vita personale A cura di Luca Stanchieri, Scuola Italiana di Life & Corporate Coaching Roma, 16 e 17 maggio 5/23/2013 GLI AUTORI Equipe di Ricerca: Scuola

Dettagli

Nozioni di psicologia applicata ai giovani atleti. Dott.ssa Claudia Fiorini, psicologa

Nozioni di psicologia applicata ai giovani atleti. Dott.ssa Claudia Fiorini, psicologa Nozioni di psicologia applicata ai giovani atleti Un po di teoria: cos è la motivazione L allenatore quale costruttore di un ambiente motivante Motivare la squadra e l atleta PER QUALE MOTIVO, QUESTA SERA,

Dettagli

SSD UP CASTELFRETTESE SCUOLA CALCIO STAGIONE SPORTIVA

SSD UP CASTELFRETTESE SCUOLA CALCIO STAGIONE SPORTIVA SSD UP CASTELFRETTESE SCUOLA CALCIO STAGIONE SPORTIVA 2015 2016 La Scuola Calcio della SSD UP CASTELFRETTESE Una ScuolaCalcio che vada ad integrarsi alla Famiglia e alla Scuola per favorire la crescita

Dettagli

L obiettivo che questa ricerca si propone è di indagare le caratteristiche della attività lavorativa con ospiti anziani.

L obiettivo che questa ricerca si propone è di indagare le caratteristiche della attività lavorativa con ospiti anziani. 1 L obiettivo che questa ricerca si propone è di indagare le caratteristiche della attività lavorativa con ospiti anziani. Le risposte saranno strettamente confidenziali. Il questionario è anonimo. Per

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

Alimentazione al Femminile A cura di

Alimentazione al Femminile A cura di Milano, 22 Giugno 2015 Alimentazione al Femminile A cura di SCENARIO E OBIETTIVI DELLA RICERCA PRESSO LE DONNE ITALIANE Questa ricerca ha l obiettivo di indagare a 360 gradi il tema dell alimentazione

Dettagli

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate!

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Il Consiglio d'europa è un'organizzazione internazionale con 47 paesi membri. La sua attività coinvolge 150 milioni

Dettagli

1 Circolo Didattico di Sondrio - Commissione per l handicap Progetto A piccoli passi

1 Circolo Didattico di Sondrio - Commissione per l handicap Progetto A piccoli passi QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE SULLA QUALITÁ DELL INTEGRAZIONE SCOLASTICA Questo questionario è rivolto a tutte le insegnanti della scuola e vuole essere un occasione di riflessione sulle variabili di

Dettagli

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO ANZIO III Via Machiavelli s.n.c. tel.06/9873212 - Fax 06/9873540 rmic8c700e@istruzione.it

Dettagli

Opportunità e rischi legati all uso di nuove tecnologie da parte dei giovani di 10-17 17 anni

Opportunità e rischi legati all uso di nuove tecnologie da parte dei giovani di 10-17 17 anni Opportunità e rischi legati all uso di nuove tecnologie da parte dei giovani di 10-17 17 anni SINTESI GRAFICA S. 7953C Indagine basata su interviste ad un campione nazionale di genitori e di figli fra

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA SCUOLA CALCIO A 5 REGOLAMENTO. Alla Scuola Calcio a 5 possono iscriversi i bambini e i ragazzi nati negli anni

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA SCUOLA CALCIO A 5 REGOLAMENTO. Alla Scuola Calcio a 5 possono iscriversi i bambini e i ragazzi nati negli anni ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA SCUOLA CALCIO A 5 REGOLAMENTO CHI PUO ISCRIVERSI ALLA SCUOLA CALCIO Alla Scuola Calcio a 5 possono iscriversi i bambini e i ragazzi nati negli anni 1996/1997/1998/1999/2000/2001/2002/2003/2004.

Dettagli

TIMSS & PIRLS 2011. Questionario studenti. Field Test. Classe quarta primaria. Etichetta identificativa

TIMSS & PIRLS 2011. Questionario studenti. Field Test. Classe quarta primaria. Etichetta identificativa Etichetta identificativa TIMSS & PIRLS 2011 Field Test Questionario studenti Classe quarta primaria Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e formazione via Borromini,

Dettagli

La relazione adulto-giovane: le risorse esterne Annella Bartolomeo

La relazione adulto-giovane: le risorse esterne Annella Bartolomeo Servizio di Psicologia dell'apprendimento e dell'educazione in Età Evolutiva Universi a confronto: adulti e bambini-ragazzi nei contesti di crescita La relazione adulto-giovane: le risorse esterne Annella

Dettagli

UNA RICERCA ESPLORATIVA

UNA RICERCA ESPLORATIVA UNA RICERCA ESPLORATIVA ISTRUZIONE E CAPITALE SOCIALE Prof. Adriana Fazio Anno scolastico 2009/2010 1 Istruzione e capitale sociale Capitale sociale è una rete di relazioni caratterizzate da fiducia e

Dettagli

Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento. Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010

Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento. Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010 Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010 Obiettivo: Fornire conoscenze relative alla comunicazione tra istruttore e allievo e strategie funzionali

Dettagli

CONGRESSO SCIENTIFICO AIFI Associazione Italiana Fisioterapisti

CONGRESSO SCIENTIFICO AIFI Associazione Italiana Fisioterapisti CONGRESSO SCIENTIFICO AIFI Associazione Italiana Fisioterapisti "FISIOTERAPIA APPLICATA ALLO SPORT: FORMAZIONE, RICERCA CLINICA, PREVENZIONE E RIABILITAZIONE" FISIOTERAPIA APPLICATA ALLO SPORT FORMAZIONE

Dettagli

Impariamo a conoscerla

Impariamo a conoscerla Impariamo a conoscerla Centro AP - Psicologia e Psicosomatica Piazza Trasimeno, 2-00198 Roma - Tel: 06 841.41.42 - www.centroap.it 1 Che cosa è? La dislessia evolutiva è un disturbo specifico che riguarda

Dettagli