Preciso che le seguenti considerazioni sono basate esclusivamente sulla mia breve esperienza di utente della piattaforma Blackboard del DOL.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Preciso che le seguenti considerazioni sono basate esclusivamente sulla mia breve esperienza di utente della piattaforma Blackboard del DOL."

Transcript

1 Didattica assistita da Tecnologie I settimana La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono essere utilizzate per l offerta di formazione online. Sulla base dei parametri proposti nel modulo, analizzare le funzionalità offerte dalla Blackboard, focalizzandosi su virtù e difetti e suggerendo eventuali configurazioni maggiormente efficaci relative a: o o o o target di riferimento (es. studenti in età scolare, studenti universitari, studenti lavoratori, ecc.), tipologia di contenuti erogati (es. testi, esercitazioni, risorse multimediali, Learning Object, ecc.), gestione dei diritti di accesso (aree attive per ciascuna tipologia di utente: studente / amministratore / docente / tutor), strumenti di interazione (es. chat, forum, sistema di upload di materiali, commenti, ecc.). La BlackBoard è una piattaforma Learning Management System (LMS) a pagamento, ossia richiede una licenza d uso. (http://www.blackboard.com/platforms/learn/products/blackboard-learn.aspx) In generale, i LMS sono ambienti tecnologici dedicati alla progettazione, sviluppo, realizzazione e gestione di attività formative a distanza, che supportano molteplici funzioni: 1) di GESTIONE, relativamente a: a) organizzazione e amministrazione dei corsi Preciso che le seguenti considerazioni sono basate esclusivamente sulla mia breve esperienza di utente della piattaforma Blackboard del DOL. Database utenti Attribuzione dei ruoli Un generico LMS permette di creare un database contenente i dati degli utenti (amministratori, sottoamministratori, docenti, studenti, ospiti) e la loro eventuale organizzazione in gruppi: la politica di iscrizione alla piattaforma Blackboard del DOL prevede che gli studenti non possano autoiscriversi ma vengano iscritti solo dagli amministratori. Gli studenti sono classificati in gruppi chiusi, ossia visibili solo agli utenti assegnati a quel gruppo (è il caso dei corsi ). Gli iscritti ad un corso sono ulteriormente organizzati in classi virtuali (I1, I2, I3, ), anche trasversali in base al piano di studi scelto. Vengono creati dei sottoamministratori (Staff DOL, tutor, docenti), ossia amministratori con poteri limitati ai quali è delegata parte delle attività; le limitazioni sono a livello di funzioni sui quali sono abilitati ad operare e/o gruppi di studenti da amministrare (ad esempio il tutor è abilitato all iscrizione degli studenti in qualità di ospiti ai moduli opzionali e all inserimento dei voti del gruppo di corsisti che amministra).

2 Gestione degli accessi Alert e notifiche Tracciamento delle attività e dei voti dei corsisti Produzione e invio di report Back-up L accesso prevede l autenticazione dell utente sulla base di user e password. Dopo aver effettuato il login, allo studente viene reso visibile il solo corso al quale è iscritto, mentre non può vedere gli altri corsi attivi. (Es. Corso DOL 2011/12 secondo anno è visibile solo agli utenti di quel corso, che non possono vedere gli altri corsi DOL). Dal punto di vista delle notifiche da inviare agli studenti, è adottata la politica di inoltrare via un avviso legato ad un evento specifico (ad esempio quando viene inserito un nuovo avviso in Come studente, non sono in grado di verificare quali siano le modalità di tracciamento di fatto attuate nella Bb DOL (il sistema non permette al corsista di visualizzare i tracciamenti delle attività che ha svolto). Ritengo che per ogni studente si registrino gli accessi e la loro durata, ho verificato che non è stato configurato un tempo limite di sessione di lavoro durante il quale l utente rimane inattivo, potenzialmente può essere effettuato anche il tracciamento di ogni singolo click del corsista e associazione del click alle funzioni della piattaforma. Di ogni studente vengono memorizzati i voti conseguiti; il tutor ha accesso alla consultazione dei voti dell intero gruppo assegnato, lo studente solo dei voti personali e della media della classe. Il sistema è in grado di produrre un ampia reportistica. Come studente ho ricevuto via certificato di iscrizione, piano di studi, certificazione della frequenza alle attività formative, certificazione dei moduli svolti e dei risultati conseguiti. Attraverso la funzione di Gestione corsi, il sistema consente di effettuare copie di salvataggio dei corsi. Difetti: Benché Blackboard Inc. affermi che i sistemi Blackboard sono progettati per interoperare con i sistemi back-office di Istituto, l Università dell Insubria riconosce a Blackboard limitazioni sull'integrabilità con i propri sistemi di autenticazione sia per gli studenti che per i docenti ed in genere per il personale dell'ateneo. Questo è uno dei fattori che ha portato l Università a preferire a Blackboard la piattaforma Moodle, nella quale è possibile, attraverso l'uso di un sistema chiamato Shibboleth, realizzare un single-sign-on web di tipo federato: ossia che all'immissione di user e password, se correttamente validati dai sistemi di autenticazione di Ateneo, il browser internet riceve una sorta di "chiave di accesso" spendibile, nella stessa sessione di lavoro, in tutti i sistemi appartenenti alla "federazione". (http://elearning2.uninsubria.it/mod/glossary/view.php?id=39731)

3 Come studente rilevo la mancanza del riferimento cronologico relativo alla valutazione conseguita nei diversi moduli. b) organizzazione e gestione dei contenuti Si tratta di funzioni relative alla predisposizione dell ambiente virtuale: Struttura della home-page Essa contiene una serie di riferimenti per le attività didattiche: Strumenti, Cerca sul Web, i miei annunci, il mio calendario, i miei corsi, le mie attività, alcuni dei quali possono essere personalizzati dallo studente Strutturazione in percorsi di navigazione

4 e alla creazione ed organizzazione dei contenuti del corso: Chi è abilitato (staff, docente, tutor) può: creare testi direttamente online (ad es. un avviso) e pubblicarli all interno del corso (si possono anche importare contenuti e-learning creati in strumenti di authoring esterni o qualsiasi strumento di authoring conforme allo SCORM), caricare file, organizzare i contenuti per attività, in cartelle e sottocartelle di risorse didattiche (e non solo di file). Un esempio: Formato dei file supportati Pubblicazione dei contenuti In Blackboard è possibile inserire tutte le tipologie di file più diffuse; non esistono limiti di peso per il caricamento di un singolo file, ma esiste una quota di spazio disponibile assegnata a ciascun corso (250 MB nella release 9.1). Il materiale didattico relativo ad un modulo viene

5 rilasciato agli studenti sulla base di una serie di criteri (nel nostro caso: data/ora, appartenenza ad un gruppo). Difetti: Per quanto riguarda i contenuti erogati nella Blackboard, si avverte la mancanza di una organizzazione degli stessi in Lerning Object 1 (benché la Bb sia compatibile con lo standard Scorm), non tanto per facilitare l apprendimento specifico dei corsisti, quanto piuttosto per proporre loro una diversa metodologia di costruzione e di presentazione delle proposte didattiche, anche in presenza. 2) di COMUNICAZIONE: L efficacia di un corso on line è fortemente influenzata dalla qualità e dalla quantità degli strumenti di comunicazione messi a disposizione degli utenti. Il flusso di comunicazione tra persone è infatti la principale fonte d interazione e gli strumenti a disposizione possono sia potenziarla sia limitarla, a seconda della loro flessibilità, della loro adeguatezza alla strategia didattica scelta dal docente, delle dimensioni del gruppo e della abilità d uso degli utenti. La Blackboard è dotata di un supporto multilingua, consentendo agli istituti di eseguire più lingue sullo stesso sistema; i docenti possono anche impostare la lingua del corso indipendentemente dalla lingua impostata sul sistema. La Blackboard propone diversi strumenti di comunicazione, sia asincrona, cioè non in contemporanea, che sincrona, simultanea. Solo alcuni, tuttavia, e tutti esclusivamente asincroni, sono utilizzati dalla Bb DOL; gli strumenti di comunicazione adottati sono presentati in I miei corsi Informazioni corso Strumenti di interazione. Profilo personale Staff, tutor, docenti e studenti possono pubblicare il proprio profilo personale. I profili di staff e tutor sono visualizzabili da I miei corsi Informazioni staff; quelli dei docenti da I miei corsi [Corso specifico] Informazioni staff. Gli studenti possono creare il proprio profilo da I miei corsi Strumenti Modifica home page. 1 I Learning Object sono unità elementari di apprendimento, costituite da uno o più asset (immagini, video, audio), centrate su un obiettivo di apprendimento, con le quali dovrebbero essere strutturati e costruiti i corsi fruibili in modalità elettronica. Un LO è un unità completa, in quanto deve permettere di apprendere uno specifico contenuto, è ricombinabile con altri LO e riusabile per costruire percorsi rivolti ad utenti con esigenze diverse, reperibile nei repository grazie alla marcatura dei metadati, interoperabile, ossia in grado di funzionare su diverse piattaforme LMS grazie allo standard SCORM che definisce le regole di impacchettamento e l ordine di fruizione dei LO. Inoltre, comunicando con il LMS, i Learning Object permettono all utente di valutare il proprio apprendimento sia in itinere che al termine del percorso.

6 Comunicazioni Selezionato un corso, si può accedere all area destinata alla comunicazione con il tutor e con gli altri studenti iscritti al corso: Registro utenti Dall area comunicazioni della Registro utenti permette di visualizzare le home page degli studenti. Area discussioni L Area discussioni (Forum) consente le conversazioni, ossia le discussioni asincrone. Nella Bb DOL sono configurati più forum relativi ad argomenti differenti e incorporati nelle aree di contenuto appropriate. Oltre che inviarli, gli studenti possono modificare, cancellare i propri messaggi e includere allegati. I forum possono essere ordinati o visualizzati in base alle conversazioni, all autore, alla data o all argomento. In altre Blackboard, l area Comunicazioni offre ulteriori strumenti:

7 a) di comunicazione sincrona, come: La Chat permette ai partecipanti di avere una conversazione scritta in tempo reale, utile per scambiare qualche parere veloce su un argomento in discussione. I testi delle chat posso essere registrati e successivamente riletti. In Blackboard, lo strumento di collaborazione progettato per l interazione sincrona supporta un ambiente di Chat basato su testo e un intera classe virtuale. I docenti possono pianificare sessioni di collaborazione utilizzando i vari ambienti. Oltre alla chat basata su testo, la classe virtuale fornisce funzioni quali la lavagna collaborativa, il browser Web di gruppo, le discussioni private e le stanze private. La sessione può essere eseguita in modalità di lezione o in modalità di partecipazione aperta. Gli utenti possono alzare la mano per essere chiamati o per dimostrare la presenza. Tutte le sessioni Chat possono essere registrate e archiviate. b) di comunicazione asincrona, come: Messaggi, Invia Si tratta di servizi di posta interna/esterna per facilitare la comunicazione all interno di un corso (il primo di questi senza utilizzare sistemi o indirizzi e-

8 mail). nell ambito della quale il docente/tutor può creare ulteriori strumenti di collaborazione per i partecipanti al corso: - blog, dove pubblicare messaggi di riflessione personale che possono essere commentati dagli altri partecipanti; - wiki, per stimolare la collaborazione e come strumento di supporto alla didattica. Il docente ha la possibilità di consultare, raccogliere dati sulla partecipazione di ciascuno studente e visualizzare solo i contributi del singolo; - journal per stimolare la riflessione personale dello studente. Consente di pubblicare messaggi visibili solo al docente, che può inserire commenti e valutare il journal del singolo studente. - sharing di documenti da condividere da parte dei partecipanti al corso. Inoltre Blackboard propone un componente accessorio (Blackboard Unplugged) che consente agli utenti Bb di accedere alle informazioni sul corso tramite un PDA wireless o un altro dispositivo, come il telefono cellulare. Gli utenti possono accedere agli annunci, al calendario, alle attività, ai voti, ai contenuti e ad altre informazioni oppure possono sincronizzare tali informazioni per la visualizzazione offline. Accanto alla piattaforma Blackboard, il DOL offre un sistema di videoconferenza basato sulla piattaforma (sincrona) Adobe Acrobat Connect Pro. Pregi: Ritengo opportuna la disabilitazione dello strumento , in quanto lo scambio di rappresenta, in un contesto di e-learning un fattore negativo: poiché l' opera in un ambiente informatico diverso, disconnesso, i messaggi e i materiali non creano accumulo di conoscenza e non consentono l'attivazione di meccanismi di controllo e monitoraggio dei processi. Attraverso il forum, invece, si creano spesso anche situazioni di apprendimento informale. Difetti: Il tipo di comunicazione che si crea all interno di una piattaforma LMS, come la Blackboard del DOL, è prevalentemente formale, nel senso che si stabiliscono relazioni di tipo simmetrico, con una forte distinzione dei ruoli tra docenti/tutor e allievo, come a scuola. L apprendimento che ne consegue è sequenziale e strutturato, centrato su chi insegna, valutato e certificato e con un aspetto sociale, cioè di collaborazione tra pari, limitato al forum di discussione di classe. Per quanto riguarda il forum, trovo che la sua asincronia sia resa ancor più accentuata dal fatto che l utente on line non ha alcuna indicazione circa eventuali altri utenti connessi in quel momento. Inoltre manca, a mio avviso, la possibilità di accedere, non solo a strumenti di comunicazione sincrona come la chat e l aula virtuale, ma anche a wiki e a spazi dedicati alla condivisione di documenti. Infine, ritengo che si potrebbe facilmente agevolare lo sharing di dati tra studenti di classi diverse e, anche se si tratta in larga parte di limiti connessi agli scopi dell organizzazione che eroga il corso (accesso al corso solo per gli iscritti; nessuna interazione con allievi di

9 altri corsi, nemmeno della stessa organizzazione; perdita della possibilità per lo studente di accedere alla piattaforma oltre la conclusione del percorso formativo), che potrebbe essere utile permettere la comunicazione tra utenti che utilizzano lo stesso sistema, anche se seguono corsi diversi (alcune Blackboard supportano questa possibilità). 3) di VALUTAZIONE: Gli strumenti di valutazione offerti dalla Blackboard DOL sono: Compiti I miei risultati Sondaggi Nel forum di ogni classe vengono creati gli elementi dei compiti attraverso i quali gli studenti inoltrano la loro risposta al compito. Gli elaborati degli studenti possono essere postati nel forum (fino a dimensioni di 5 MB), oppure caricati su un server di appoggio, esterno alla Bb, se di dimensioni superiori. Non viene utilizzata la digital dropbox, cioè una casella virtuale tramite cui gli studenti possono inviare al docente/tutor i propri compiti in forma di file. Il feedback, generalmente sommativo, viene restituito allo studente esclusivamente attraverso il forum. Attraverso lo strumento i miei risultati, lo studente conosce la valutazione sommativa dei moduli seguiti. Non è possibile invece conoscere nel dettaglio la valutazione di ogni singola attività svolta. Il questionario di gradimento che al termine di ogni modulo i corsisti sono invitati a compilare non è gestito da Bb. Più in generale, la Blackboard permette di: Creare test e questionari Registro dei voti I docenti possono creare e distribuire online test e questionari con punteggio automatico. I test possono essere creati da zero o in base a questionari già disponibili. Le domande sono di tipo: formula calcolata, numerico calcolato, area sensibile, frase da riordinare, scala Likert, vero/falso, a scelta multipla, a risposta multipla, ordinamento, corrispondenza, a completamento, risposta breve, verifica, caricamento di file e a scelta binaria. Le varie domande del test possono essere fornite contemporaneamente o una alla volta, possono essere a tempo e non, inoltre i test possono essere svolti una singola volta o più volte. Il docente può scaricare i risultati di un test sul proprio computer. I docenti possono memorizzare i risultati delle prestazioni dello studente nel Registro voti del corso.

10 I punti dei test distribuiti attraverso Blackboard vengono automaticamente registrati nel Registro voti. Il Registro supporta scale personalizzate per l assegnazione di voti, l assegnazione di pesi dei voti, l analisi degli elementi e più viste del registro votazioni. Con l autorizzazione del docente, gli studenti possono vedere i propri voti, e non quelli degli altri studenti, registrati nel Registro del corso. Student tracking Blackboard, anche in base alle versioni, mette a disposizione di docenti/tutor e corsisti vari strumenti di osservazione dei movimenti dello studente all interno del corso. E possibile visualizzare i progressi degli studenti e verificare se gli studenti hanno esaminato specifici elementi di contenuto; ottenere statistiche sull utilizzo (filtrabile in base all utente o a un intervallo di tempo) degli elementi di contenuto singoli, e statistiche sull utilizzo dei dati per un corso completo. Difetti: Come già sottolineato, rilevo la mancanza di un feedback al termine di ogni attività formativa; inoltre sarebbero opportuni feedback sommativi più mirati, in quanto il solo voto al termine del modulo non esplicita aspetti positivi e negativi del lavoro svolto. Osservo poi che la possibilità di accesso agli elaborati dei corsisti, memorizzati su server esterno alla Bb, mediante protocollo http senza alcuna procedura di autenticazione, permette a chiunque di visualizzare e scaricare i materiali prodotti. E un po paradossale che si strutturi la comunicazione nel forum per classi, quando poi è consentito anche l accesso ai compiti degli studenti dei corsi degli anni precedenti. Per rispondere alla richiesta di proporre configurazioni più efficaci per un LMS, posso avvalermi soltanto dell esperienza con la Bb DOL, di quella, non altrettanto positiva, con la

11 piattaforma For durante il corso e di quella di insegnante nella scuola media di secondo grado. Vista la disponibilità di diversi LMS open source (Moodle, Docebo, Claroline, Dokeos, ATutor, Ilias), ritengo che per la scuola non sia percorribile la scelta di un LMS commerciale come Blackboard (per quanto anche l open source richieda risorse, ma, in quanto prettamente intellettuali, di certo sostenibili con il Fondo di Istituto). La configurazione di LMS che vado ad immaginare, da affiancare alle lezioni curriculari, dipende in primo luogo dalla tipologia dei miei studenti (Istruzione professionale e tecnica) e dalle loro necessità formative. Penso a studenti in difficoltà, per i quali i corsi di recupero, dove si propongono per l ennesima volta gli stessi contenuti (mai compresi), non servono a nulla, e ai quali servirebbe invece una diversa metodologia che i tempi scolastici però impediscono di attuare; a studenti che migrano ad un diverso percorso (da professionale a tecnico, dalla scuola media superiore all università), che necessitano di integrare in tempi brevi conoscenze e abilità o di farle riemergere; a gruppi classe fortemente eterogenei, nei quali due terzi stentano e un terzo si annoia. Penso alla possibilità di fare acquisire competenze attraverso quelle attività interdisciplinari che in presenza è sempre difficile attuare, all acquisizione di competenze trasversali mediante l utilizzo di sw non scolastici, ancora non adeguatamente valorizzati e banditi dal laboratorio informatico, a favorire l apprendimento collaborativo, che peraltro richiede anche il mondo del lavoro. Se potessi disporre di una piattaforma LMS, la grafica dovrebbe essere essenziale per facilitare la navigazione e il reperimento di informazioni e risorse. Dovrebbe prevedere la possibilità di gestire gruppi di lavoro e di creare percorsi di apprendimento; necessaria la conformità allo standard SCORM. Inoltre dovrebbe permettere sia la creazione di contenuti all'interno del sistema che l importazione dei più diffusi formati, e mettere a disposizione strumenti di authoring anche per gli studenti. Sarebbe necessario disporre di chat, forum, instant messaging, wiki, di aree di lavoro per lo scambio di materiale e di un motore di ricerca interno al sistema. Inoltre sarebbe opportuno avere uno strumento come l Electric Blackboard, affinché gli studenti possano prendere e salvare appunti online durante l elaborazione dei materiali. Per quanto riguarda poi lo student tracking, il processo di apprendimento dello studente dovrebbe essere continuamente controllabile sia da parte del docente che dello studente stesso e dei genitori relativamente alla consultazione dei contenuti, alle verifiche svolte, all avanzamento di unità in unità e di modulo in modulo, alle valutazioni. Oltre ad un forum (per moderare e offrire spunti di discussione agli studenti) e ad una chat (per comunicare con gli studenti in tempo reale) il docente dovrebbe disporre di una serie di strumenti per la valutazione dell allievo: dalla memorizzazione di unità e moduli svolti da ciascuno studente, alla memorizzazione di ogni elaborato scritto inviato, delle risposte date in ogni verifica, del punteggio conseguito nelle diverse attività, e disporre anche di uno spazio note per segnare le proprie valutazioni/suggerimenti su ciascuno studente (sarebbe davvero la fine del vetusto registro personale dell insegnante ). Clara De Antoni

12 Sitografia Oltre ai già citati: Materiale corso: didattica assistita da tecnologie.pdf manuale_di_amministratore_docebo_lms.pdf

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning.

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning. La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono essere utilizzate per l erogazione di formazione online. Sulla

Dettagli

Regolamento del servizio di tutorato. (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008)

Regolamento del servizio di tutorato. (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008) Regolamento del servizio di tutorato (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008) Sommario Articolo 1 - L istituto del tutorato... 3 Articolo 2 - Obiettivi generali e specifici... 3 Articolo 3 - I tutor...

Dettagli

Blackboard Academic Suite. Descrizione delle funzioni del prodotto

Blackboard Academic Suite. Descrizione delle funzioni del prodotto Blackboard Academic Suite Descrizione delle funzioni del prodotto PANORAMICA Blackboard Academic Suite fornisce agli istituti didattici funzioni straordinarie per raggiungere i propri obiettivi di e-learning.

Dettagli

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015 Carta dei Servizi per lo Studente a.a. 2014/2015 INDICE ART. 1 PRINCIPI GENERALI E FINALITÀ... 3 ART. 2 CONTRATTO CON GLI STUDENTI... 3 ART. 3 TUTELA DEI DATI PERSONALI... 3 ART. 4 MATERIALE DIDATTICO...

Dettagli

GUIDA ALL USO DELLA PIATTAFORMA E-Learning DOCEBO

GUIDA ALL USO DELLA PIATTAFORMA E-Learning DOCEBO GUIDA ALL USO DELLA PIATTAFORMA E-Learning DOCEBO GUIDA A DOCEBO ACCESSO A DOCEBO L indirizzo di DOCEBO dell IPSSAR è il seguente: www.ipssarvieste.info/docebo. C è un apposito link nella parte bassa della

Dettagli

La piattaforma MOODLE. Le risorse e le attività di un corso

La piattaforma MOODLE. Le risorse e le attività di un corso La piattaforma MOODLE Le risorse e le attività di un corso Università di Brescia 9/10 aprile 2013 Per iniziare Le sezioni Formato Settimanale vs. per Argomenti Numero di sezioni di un corso, visibilità

Dettagli

E-learning: esperienza nel Progetto STEEL

E-learning: esperienza nel Progetto STEEL Innovazione nella formazione universitaria Firenze, 21 marzo 2012 E-learning: esperienza nel Progetto STEEL Prof. Enrico Del Re Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Il progetto STEEL Progetto

Dettagli

In homepage troverai una finestra per accedere, inserendo le tue credenziali (login e password), alla tua Area Riservata

In homepage troverai una finestra per accedere, inserendo le tue credenziali (login e password), alla tua Area Riservata Benvenuto, In homepage troverai una finestra per accedere, inserendo le tue credenziali (login e password), alla tua Area Riservata Una volta entrato nella tua area riservata avrai a disposizione, in alto,

Dettagli

elearningforce SharePoint LMS

elearningforce SharePoint LMS elearningforce SharePoint LMS ElearningForce SharePoint LMS estende le funzionalità predefinite di Microsoft SharePoint per creare un ambiente dove insegnanti e studenti possono vivere una nuova esperienza

Dettagli

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Le piattaforme Il concetto di ambiente di apprendimento riconduce storicamente a termini quali formazione

Dettagli

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 FORMAZIONE BLENDED LEARNING http://puntoeduri.indire.it/neoassunti2008/in dex.php DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 e-tutor Lorelle Carini 1 AMBIENTE ON-LINE PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEOASSUNTI CON CONTRATTO

Dettagli

Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning

Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning Rivolto ai discenti Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo Di Potenza Sommario 1. Cos è Moodle... 3 1.1. Accesso alla piattaforma Moodle... 4 1.2. Come

Dettagli

Manuale Piattaforma Didattica

Manuale Piattaforma Didattica Manuale Piattaforma Didattica Ver. 1.2 Sommario Introduzione... 1 Accesso alla piattaforma... 1 Il profilo personale... 3 Struttura dei singoli insegnamenti... 4 I Forum... 5 I Messaggi... 7 I contenuti

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

AREA STUDENTI. Manuale d'uso. Rielaborazione del. Claroline 1.3 - Manuale per gli Studenti

AREA STUDENTI. Manuale d'uso. Rielaborazione del. Claroline 1.3 - Manuale per gli Studenti AREA STUDENTI Manuale d'uso Rielaborazione del Claroline 1.3 - Manuale per gli Studenti Edizione: 01 Revisione: 00 Release software: 1.8.3 Data: 30/03/2007 ELEARNING SYSTEM ITIS A. Einstein - MANUALE STUDENTI

Dettagli

E-learning Guida pratica all utilizzo

E-learning Guida pratica all utilizzo E-learning Guida pratica all utilizzo Riccardo Picen 2014-2015 Sommario Cos è MOODLE?... 2 Come collegarsi alla pagina dei servizi... 2 PIATTAFORMA E-LEARNING... 3 1. Effettuare la registrazione (valida

Dettagli

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE Università degli Studi di Bergamo Centro per le Tecnologie Didattiche e la Comunicazione GUIDA ANALITICA PER ARGOMENTI ACCESSO...2 RISORSE e ATTIVITA - Introduzione...5

Dettagli

Si appoggia a Internet come canale per veicolare le informazioni. Un LMS permette di:

Si appoggia a Internet come canale per veicolare le informazioni. Un LMS permette di: Compito I settimana del II modulo Fagnani Lorena classe E13 1. La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono

Dettagli

Guida Ariel Studenti

Guida Ariel Studenti TECNOLOGIE E LA DIDATTICA UNIVERSITARIA MULTIMEDIALE E A DISTANZA Guida Ariel Studenti La logica della piattaforma e i suoi strumenti 9 agosto 2012 CTU -CENTRO DI SERVIZIO PER LE Struttura ad albero Ogni

Dettagli

RiusaLO, la libreria di Learning Object della PA

RiusaLO, la libreria di Learning Object della PA RiusaLO, la libreria di Learning Object della PA 26 giugno 2013 Di cosa parleremo - Il Progetto ETICA pubblica nel sud e il Social learning - RiusaLO: obiettivi, contenuti e funzionalità della libreria

Dettagli

Piattaforma Moodle I.S.S.M. Tchaikovsky. Guida rapida per gli studenti

Piattaforma Moodle I.S.S.M. Tchaikovsky. Guida rapida per gli studenti Piattaforma Moodle I.S.S.M. Tchaikovsky (www.orientamusa.it/fad) Guida rapida per gli studenti Cos'è Moodle? In questa guida vengono esposte le conoscenze di base per poter navigare in una classe virtuale

Dettagli

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning.

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Manuale sintetico Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Moodle fornisce un supporto all attività didattica attraverso una serie di strumenti molto ampia

Dettagli

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by LMS ERUDIO E-learning Formazione a distanza powered by SISTEMI 0 febbraio 01 Autore: L.albanese www.sgslweb.it Che cos è l E- Learning? L' e-learning sfrutta le potenzialità rese disponibili da Internet

Dettagli

VADEMECUM PIATTAFORMA DOCEBO Operazioni del Docente Esperto

VADEMECUM PIATTAFORMA DOCEBO Operazioni del Docente Esperto VADEMECUM PIATTAFORMA DOCEBO Operazioni del Docente Esperto Indice Premessa Accesso alla piattaforma di gestione dei corsi I miei corsi Finestra di inizio lavoro Il menù di selezione Gestione sessioni

Dettagli

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Uno strumento unico per risolvere i problemi di compatibilità tra le diverse lavagne interattive Non fermarti alla LIM, con

Dettagli

Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica

Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica Sommario Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica Introduzione al portale SSIS infofactory - Laboratorio di Intelligenza Artificiale - Univ. degli Studi di Udine 3-4 Dicembre

Dettagli

E-learning con Docebo

E-learning con Docebo E-learning con Docebo Introduzione La suite Doceboè un progetto open source completamentegratuito che mette a disposizione: LMS (Learning Management System) CMS(Content Management System) Mydocebo( la

Dettagli

TELESKILL PROGETTO E-LEARNING 2.0 PER LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO CONTINUO

TELESKILL PROGETTO E-LEARNING 2.0 PER LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO CONTINUO TELESKILL PROGETTO E-LEARNING 2.0 PER LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO CONTINUO CARATTERISTICHE FUNZIONALI DELLA SOLUZIONE TECNOLOGICA DEDICATA ALLA FORMAZIONE E ALL'AGGIORNAMENTO A DISTANZA

Dettagli

VADEMECUM PIATTAFORMA DOCEBO Operazioni del Docente Corsista

VADEMECUM PIATTAFORMA DOCEBO Operazioni del Docente Corsista VADEMECUM PIATTAFORMA DOCEBO Operazioni del Docente Corsista Indice Premessa Accesso alla piattaforma di gestione dei corsi I miei corsi Finestra di inizio lavoro Il menù di selezione Gestione sessioni

Dettagli

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09 Piattaforma e-learning Moodle Manuale ad uso dello studente Vers. 1 Luglio 09 Sommario 1. Introduzione...2 1.1 L ambiente...2 1.2 Requisiti di sistema...4 2. Come accedere alla piattaforma...4 2.1 Cosa

Dettagli

elearnit propone una modalità di e-learning efficace, integrabile nei processi aziendali e semplice da usare.

elearnit propone una modalità di e-learning efficace, integrabile nei processi aziendali e semplice da usare. Gestire la conoscenza nell'era del web elearnit: un network di consulenti per la crescita della tua azienda Piattaforma di formazione via web senza costi di licenza Oggi molte aziende utilizzano la formazione

Dettagli

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DELLO STUDENTE

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DELLO STUDENTE CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DELLO STUDENTE Sommario 1. Introduzione... 3 2. Registrazione... 3 3. Accesso alla piattaforma (login)... 4 4. Uscita dalla piattaforma (logout)... 5 5. Iscriversi a

Dettagli

C018 Corso di formazione per lavoratori IL RISCHIO ELETTRICO

C018 Corso di formazione per lavoratori IL RISCHIO ELETTRICO C018 Corso di formazione per lavoratori IL RISCHIO ELETTRICO durata 3 ore Artt. 36-37 del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 DESTINATARI DEL CORSO Il corso di formazione è destinato

Dettagli

Gianluca Cicognani. La piattaforma FAD Chronos: demo e metodologia formativa

Gianluca Cicognani. La piattaforma FAD Chronos: demo e metodologia formativa Gianluca Cicognani La piattaforma FAD Chronos: demo e metodologia formativa Il progetto Osservatorio RRHH Spin-Off Formazione a distanza Evoluzione FAD Prima generazione: materiale cartaceo inviato per

Dettagli

STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti

STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti Studium.UniCT Tutorial Studenti v. 6 06/03/2014 Pagina 1 Sommario 1. COS È STUDIUM.UniCT... 3 2. COME ACCEDERE A STUDIUM.UniCT... 3 3. COME PERSONALIZZARE IL PROFILO...

Dettagli

Strumenti E learning. Presentazione tecnica

Strumenti E learning. Presentazione tecnica Strumenti E learning Presentazione tecnica Luglio 2008 Grazie all esperienza del proprio management e alla propria struttura tecnologica, InterAteneo è riuscito a creare un sistema di integrazione, tra

Dettagli

Guida Ariel Studenti

Guida Ariel Studenti TECNOLOGIE E LA DIDATTICA UNIVERSITARIA MULTIMEDIALE E A DISTANZA Guida Ariel Studenti La logica della piattaforma e i suoi strumenti Anno Accademico 2013/2014 CTU -CENTRO DI SERVIZIO PER LE Struttura

Dettagli

Comunità virtuale IRDAT fvg Guida utente

Comunità virtuale IRDAT fvg Guida utente Comunità virtuale IRDAT fvg Guida utente Community_IRDATfvg_ManualeUtente_Vers._1.1 1 INDICE 2. La Comunità virtuale IRDAT fvg...3 3. I servizi della Comunità...3 4. La struttura della Comunità...4 5.

Dettagli

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico MANUALE MOODLE STUDENTI Accesso al Materiale Didattico 1 INDICE 1. INTRODUZIONE ALLA PIATTAFORMA MOODLE... 3 1.1. Corso Moodle... 4 2. ACCESSO ALLA PIATTAFORMA... 7 2.1. Accesso diretto alla piattaforma...

Dettagli

Guida rapida per i corsisti

Guida rapida per i corsisti Guida rapida per i corsisti Premessa La piattaforma utilizzata per le attività a distanza è Moodle, un software per la gestione di corsi online. Dal punto di vista dello studente, si presenta come un sito

Dettagli

Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it. Moodle-manuale. manuale per il docente. Generazione Web 2013-14 - G9

Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it. Moodle-manuale. manuale per il docente. Generazione Web 2013-14 - G9 Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it Moodle-manuale manuale per il docente Generazione Web 2013-14 - G9 Come utilizzare Moodle La versatilità di Moodle consente la totale personalizzazione dell interfaccia,

Dettagli

AMBIENTI DI APPRENDIMENTO: SPERIMENTAZIONE DI WebCeM COME STRUMENTO DI SUPPORTO ALLO STUDIO E ALLA CREAZIONE DI MATERIALE DIDATTICO

AMBIENTI DI APPRENDIMENTO: SPERIMENTAZIONE DI WebCeM COME STRUMENTO DI SUPPORTO ALLO STUDIO E ALLA CREAZIONE DI MATERIALE DIDATTICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO TESI DI LAUREA TRIENNALE IN COMUNICAZIONE DIGITALE AMBIENTI DI APPRENDIMENTO: SPERIMENTAZIONE DI WebCeM COME STRUMENTO DI SUPPORTO ALLO STUDIO E ALLA CREAZIONE DI MATERIALE

Dettagli

LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE

LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE Edutech Vi Offre Un Ambiente Dedicato Per La Formazione A Distanza Cosa vi offre EduTech EduTech, grazie alla collaborazione con il Dipartimento

Dettagli

La piattaforma Moodle dell' ISFOL

La piattaforma Moodle dell' ISFOL La piattaforma Moodle dell' ISFOL Un CMS per la condivisione della conoscenza nei Gruppi di Lavoro e di Ricerca dell'istituto Franco Cesari - ISFOL Gruppi di Lavoro e di Ricerca come Comunità di Pratica

Dettagli

Manuale per l e-learning del Gruppo ECOSafety

Manuale per l e-learning del Gruppo ECOSafety p1/21 Introduzione La piattaforma di e-learning è uno strumento didattico, con accesso ed utilizzo interamente web, che permette al docente in totale autonomia di pubblicare e rendere accessibile ai discenti

Dettagli

La piattaforma e-learning ------------------------- Informazioni e strumenti principali

La piattaforma e-learning ------------------------- Informazioni e strumenti principali La piattaforma e-learning ------------------------- Informazioni e strumenti principali Tipologia di corsi attivabili Pubblico Protetto Privato Disponibile per tutti gli utenti: non è richiesta la registrazione,

Dettagli

Minerva. Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione. dr. Augusto Pifferi. dr. Guido Righini. http://minerva.mlib.cnr.

Minerva. Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione. dr. Augusto Pifferi. dr. Guido Righini. http://minerva.mlib.cnr. Minerva Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione dr. Augusto Pifferi Istituto di Cristallografia C.N.R. dr. Guido Righini Istituto di Struttura della Materia C.N.R. http://minerva.mlib.cnr.it

Dettagli

AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI. Paolo Rigo

AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI. Paolo Rigo AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI Paolo Rigo LA SCUOLA DIGITALE Il progetto di alfabetizzazione digitale della popolazione è ambizioso e la sua realizzazione non può che partire dalla scuola. Occorre potenziare

Dettagli

E-tutor: competenze per la formazione online

E-tutor: competenze per la formazione online Progetto Speciale Multiasse La Società della Conoscenza in Abruzzo PO FSE Abruzzo 2007-2013 Piano degli interventi 2011-2012-2013 INTERVENTO B) Formazione online per le aziende SYLLABUS E-tutor: competenze

Dettagli

www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da

www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da Il nuovo servizio multimediale per la formazione e la didattica DESY è un applicazione web, dedicata a docenti e formatori, che consente, in

Dettagli

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5 www.trustonline.org SOMMARIO 1. Introduzione 3 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3 2.1. Amministrazione degli utenti 5 2.2. Caricamento dei corsi 5 2.3. Publishing 6 2.4. Navigazione del corso

Dettagli

SIMULWARE. SimulwareProfessional

SIMULWARE. SimulwareProfessional SIMULWARE SimulwareProfessional Che cosʼè SimulwareProfessional SimulwareProfessional è una piattaforma elearning SCORM-AICC compliant con un elevato livello di scalabilità e personalizzazione. Si presenta

Dettagli

GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning

GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning nelle Strutture Ospedaliere Caso Studio Le esigenze delle Strutture Ospedaliere Disporre di una soluzione tecnologica avanzata per gestire efficientemente

Dettagli

L offerta formativa della Scuola Master F.lli Pesenti per l A.A.2013/2014. Il Rinnovamento della Tradizione didattica

L offerta formativa della Scuola Master F.lli Pesenti per l A.A.2013/2014. Il Rinnovamento della Tradizione didattica Presidente Prof. Ing. Antonio Migliacci Direttore Prof.ssa Arch. Ing. Paola Ronca L offerta formativa della Scuola Master F.lli Pesenti per l A.A.2013/2014 Il Rinnovamento della Tradizione didattica Scuola

Dettagli

CPS1 Linee guida per l uso dei sistemi di e- learning nella didattica

CPS1 Linee guida per l uso dei sistemi di e- learning nella didattica learning nella didattica Il presente documento propone la struttura e i contenuti di un possibile documento relativo alle linee guida sull uso dell elearning nell ambito delle attività didattiche con riferimento

Dettagli

BREVE GUIDA PER I TUTOR - CORSI DI FORMAZIONE D.M. 821/13 Login

BREVE GUIDA PER I TUTOR - CORSI DI FORMAZIONE D.M. 821/13 Login BREVE GUIDA PER I TUTOR - CORSI DI FORMAZIONE D.M. 821/13 Login 1. accedere alla piattaforma : http://www.istitutoleonori.it/moodle/ 2. cliccare sul link "Login" (in alto a destra) 3. inserire le credenziali

Dettagli

Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale

Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale Pagina 1 di 8 Indice 1. Gli obiettivi del corso...3 2. I contenuti del corso...3 3. Il percorso didattico...4 3.1 Studio individuale...4

Dettagli

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI]

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] 2014 FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] Cosa è. Il portale Docebo è una piattaforma E-Learning e un Content Management System Open Source che La Fondazione Angelo Colocci ha deciso di

Dettagli

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DEL DOCENTE

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DEL DOCENTE CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DEL DOCENTE Sommario 1. Introduzione... 3 2. Registrazione... 3 3. Accesso alla piattaforma (login)... 4 4. Uscita dalla piattaforma (logout)... 5 5. Creazione di un

Dettagli

SISTEMA DI VIDEOCONFERENZA IFOAP

SISTEMA DI VIDEOCONFERENZA IFOAP SISTEMA DI VIDEOCONFERENZA IFOAP MANUALE UTENTE Prerequisiti La piattaforma IFOAP è in grado di fornire un sistema di videoconferenza full active: uno strumento interattivo di comunicazione audio-video

Dettagli

TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE (T.I.C.)

TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE (T.I.C.) TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE (T.I.C.) PROGRAMMAZIONE INIZIALE ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 INSEGNANTE: Teresa Bruno CLASSE: 2 a sez. A Operatore Elettrico SETTORE: Industria e Artigianato

Dettagli

Manuale d uso per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente)

Manuale d uso per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente) per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente) Indice Introduzione... 3 Requisiti minimi di sistema... 4 Modalità di accesso... 4 Accesso alla Piattaforma... 5 Pannello Utente... 6 Pannello Messaggi...

Dettagli

IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE

IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE PROTOMAIL REGISTRO ELETTRONICO VIAGGI E-LEARNING DOCUMENTI WEB PROTOCOLLO ACQUISTI QUESTIONARI PAGELLINE UN GESTIONALE INTEGRATO PER TUTTE LE ESIGENZE DELLA SCUOLA

Dettagli

Funzioni di gestione degli interventi: esperti

Funzioni di gestione degli interventi: esperti Funzioni di gestione degli interventi: esperti Percorso dell esperto: La documentazione dell attività I soggetti che hanno il compito di programmare e attuare percorsi formativi nell ambito del piano dell

Dettagli

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato IL PROGETTO E-LEARNING della Ragioneria Generale dello Stato Il Contesto Nel corso degli ultimi anni, al fine di migliorare qualitativamente i servizi resi dalla P.A. e di renderla vicina alle esigenze

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2010/2011 - PROGETTO CL@SSE 2.0 1D LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE. e-l@boriamo

ANNO SCOLASTICO 2010/2011 - PROGETTO CL@SSE 2.0 1D LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE. e-l@boriamo ANNO SCOLASTICO 2010/2011 - PROGETTO CL@SSE 2.0 1D LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE e-l@boriamo Pag 2 - PROGETTO Pag 3 - OBIETTIVI/ TECNOLOGIE/METODOLOGIE DI LAVORO Pag 4 - PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI

1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI 1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI Per implementare una piattaforma di e-learning occorre considerare diversi aspetti organizzativi, gestionali e tecnici legati essenzialmente

Dettagli

Piattaforma di e-learning I.R.Fo.M

Piattaforma di e-learning I.R.Fo.M Piattaforma di e-learning I.R.Fo.M Manuale d'uso per l'utente Ver. 1.0 Maggio 2014 I.R.Fo.M. - Istituto di Ricerca e Formazione per il Mezzogiorno 1 Sommario 1. Introduzione...3 1.1 L'ambiente...3 1.2

Dettagli

Piattaforma per la realizzazione e distribuzione di corsi formativi in modalità e-learning

Piattaforma per la realizzazione e distribuzione di corsi formativi in modalità e-learning Piattaforma per la realizzazione e distribuzione di corsi formativi in modalità e-learning CNA FORMERETE COSA È L E-LEARNING è l'insieme delle attività didattiche svolte all'interno di un progetto educativo

Dettagli

Guida all uso! Moodle!

Guida all uso! Moodle! Guida all uso della piattaforma online Moodle Guida Piattaforma Moodle v. 1.3 1. Il primo accesso Moodle è un CMS (Course Management System), ossia un software Open Source pensato per creare classi virtuali,

Dettagli

PROPOSTE FORMATIVE E-LEARNING PER LA PROFESSIONALITA DEI DOCENTI NOVITER OBIETTIVI:

PROPOSTE FORMATIVE E-LEARNING PER LA PROFESSIONALITA DEI DOCENTI NOVITER OBIETTIVI: PROPOSTE FORMATIVE E-LEARNING PER LA PROFESSIONALITA DEI DOCENTI NOVITER è una società di studio e ricerca nell ambito dei sistemi di istruzione, formazione e lavoro. OBIETTIVI: Supportare le istituzioni

Dettagli

FAQ EIPASS A COSA SERVONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS?

FAQ EIPASS A COSA SERVONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS? FAQ EIPASS A COSA SERVONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS? COME SI OTTENGONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS? COME SI ACCEDE ALLA PIATTAFORMA? CHE COSA E' AULA DIDATTICA 3.0? IN CHE COSA CONSISTE L'ESAME? La Certificazione

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

MANUALE BREVE PER IL DOCENTE TUTOR

MANUALE BREVE PER IL DOCENTE TUTOR MANUALE BREVE PER IL DOCENTE TUTOR INDICE ARGOMENTO PAGINA Descrizione ruolo svolto 2 Note 2 RUOLO TUTOR Modalità di accesso 3 FUNZIONI SOTTO COMUNICA: Messaggeria 5 FUNZIONI SOTTO STRUMENTI: AGENDA 10

Dettagli

VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER LEZIONI IN AULA VIRTUALE, SEMINARI E RIUNIONI A DISTANZA

VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER LEZIONI IN AULA VIRTUALE, SEMINARI E RIUNIONI A DISTANZA Grifo multimedia Srl Via Bruno Zaccaro, 19 Bari 70126- Italy Tel. +39 080.460 2093 Fax +39 080.548 1762 info@grifomultimedia.it www.grifomultimedia.it VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER

Dettagli

Indice. 01. Presentazione generale. 02. Team. 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community

Indice. 01. Presentazione generale. 02. Team. 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community Indice 01. Presentazione generale 02. Team 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community 04. E-learning 1. Learning Object 2. Piattaforme LMS 3. Business

Dettagli

Università per Stranieri Siena

Università per Stranieri Siena Università per Stranieri Siena per Stranieri di Siena Piazza Carlo Rosselli, 27/28-53100 Siena Tel. +39 0577.240.249-274 e-mail:fast@unistrasi.it sito:www.unistrasi.it Piazza Carlo Rosselli, 27/28-53100

Dettagli

UNIVERSITAS MERC ATORUM

UNIVERSITAS MERC ATORUM All. 4 Carta dei servizi Pag. 1 Carta dei servizi dell Università Telematica Universitas Mercatorum Art. 1- Premessa L Univeristà Telematica Universitas Mercatorum è costituita in seno al Sistema delle

Dettagli

Oggetto: formazione online per insegnanti dal Politecnico di Milano

Oggetto: formazione online per insegnanti dal Politecnico di Milano Apertura iscrizioni master online in tecnologie per la didattica Prof. Paolo Paolini Politecnico di Milano HOC-LAB Viale Rimembranze di Lambrate 14 20134 MILANO Al Dirigente scolastico Milano, 2 Dicembre

Dettagli

Guida dello studente all'uso di Moodle

Guida dello studente all'uso di Moodle Guida dello studente all'uso di Moodle Indice generale Introduzione...3 Registrazione...3 Iscrizione ad un corso...10 Navigazione nel corso...11 Blocchi...12 Risorse...13 Attività...13 Il tuo profilo...14

Dettagli

UNIVERSITÀ DI PISA DIPARTIMENTO II Risorse Umane Ufficio Reclutamento Formazione e tempo Determinato

UNIVERSITÀ DI PISA DIPARTIMENTO II Risorse Umane Ufficio Reclutamento Formazione e tempo Determinato PIATTAFORMA E-LEARNING Overnet.it *** Obiettivo S7 *** Utilizzo dell'area di erogazione didattica come discente Per poter accedere alla piattaforma di e-learning è necessario accedere al sistema (www.overnet.it)

Dettagli

C024 Corso di formazione per lavoratori Il rischio biologico

C024 Corso di formazione per lavoratori Il rischio biologico Corso di formazione e-learning in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro destinato alle varie figure aziendali C024 Corso di formazione per lavoratori Il rischio biologico DURATA 3 ORE Artt.

Dettagli

Il social learning con edmodo

Il social learning con edmodo Il social learning con edmodo gestire ed utilizzare una classe virtuale Cos'è edmodo cos è edmodo È un social network adatto per la creazione di comunità di apprendimento; permette di lavorare e mantenere

Dettagli

EDULINK L.I.V.E. E-LEARNING PLATFORM. Manuale Docente

EDULINK L.I.V.E. E-LEARNING PLATFORM. Manuale Docente EDULINK L.I.V.E. E-LEARNING PLATFORM Manuale Docente Distribuito con licenza Gnu Free Documentation License Paolo Tomè Maggio 2012 INTRODUZIONE Software di Base La piattaforma, raggiungibile all'indirizzo

Dettagli

LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DEI CENTRI PER L IMPIEGO Soluzioni avanzate di e-learning a supporto dei processi di riforma del mercato del lavoro

LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DEI CENTRI PER L IMPIEGO Soluzioni avanzate di e-learning a supporto dei processi di riforma del mercato del lavoro RISORSE COMUNI Milano, 22 gennaio 2003 LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DEI CENTRI PER L IMPIEGO Soluzioni avanzate di e-learning a supporto dei processi di riforma del mercato del lavoro Rosanna Lisco Euform.it

Dettagli

GIOVANNI CALABRESE. Sito E-learning Istituto Tridente. Guida all utilizzo di Moodle per gli studenti

GIOVANNI CALABRESE. Sito E-learning Istituto Tridente. Guida all utilizzo di Moodle per gli studenti GIOVANNI CALABRESE Sito E-learning Istituto Tridente Guida all utilizzo di Moodle per gli studenti Sommario 1. COS È MOODLE... 1 1.1 Requisiti necessari...1 1.2 Configurazione del browser...1 Impostazione

Dettagli

Piattaforma e-learning Unifi Guida rapida per gli studenti

Piattaforma e-learning Unifi Guida rapida per gli studenti Piattaforma e-learning Unifi Guida rapida per gli studenti Premessa: La piattaforma utilizzata per le attività a distanza è Moodle, un software per la gestione di corsi online. Dal punto di vista dello

Dettagli

Moodle 1.5.3+ Breve Guida per il Docente versione 1.2. A cura di Federico Barattini federicobarattini@gmail.com

Moodle 1.5.3+ Breve Guida per il Docente versione 1.2. A cura di Federico Barattini federicobarattini@gmail.com Moodle 1.5.3+ Breve Guida per il Docente versione 1.2 A cura di Federico Barattini federicobarattini@gmail.com Indice 1.0 Primo accesso in piattaforma...3 1.1 Partecipanti, Login come corsista (per vedere

Dettagli

Modello per la progettazione di un percorso formativo. A cura di Novella Caterina

Modello per la progettazione di un percorso formativo. A cura di Novella Caterina A cura di Novella Caterina 1 RACCOLTA DELLE INFORMAZIONI 1.1 Premessa di scenario 1.2 Finalità 1.3 Destinatari del corso 1.4 Obiettivi 1.5 Target di riferimento 1.6 Referenti di progetto manager (Pm) si

Dettagli

La Guida Utente Luglio 2008

La Guida Utente Luglio 2008 La Guida Utente Luglio 2008 Indice 1. Il portale di e-learning e le modalità di accesso 3 2. Le principali funzioni 4 3. Il progetto formativo e i corsi 4 4. La comunicazione 7 2 1. Il portale di e-learning

Dettagli

3.1 Questionario di autovalutazione per pianificare un applicazione web centrata sull utente

3.1 Questionario di autovalutazione per pianificare un applicazione web centrata sull utente 1. INFORMAZIONI GENERALI Che soggetto/progetto culturale sono? Archivio Biblioteca Museo Istituzione che gestisce il patrimonio diffuso sul territorio Istituzione per la gestione e la tutela Centro per

Dettagli

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Indice: 1 Social Learning 2 Social Learning per E.T.I.CA. 3 RiusaLO 4 Percorsi integrati 5 Community 6 Best, la Banca dati delle Esperienze Trasferibili 7 Social

Dettagli

PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine. MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE

PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine. MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE Introduzione 1. Requisiti di sistema 2. Accesso alla piattaforma didattica 2.1. Informazioni

Dettagli

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo 1. Elementi generali Le attività didattiche del Master

Dettagli

Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari. Guida all utilizzo di moodle per studenti

Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari. Guida all utilizzo di moodle per studenti Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari Indice Introduzione p. 01 Come collegarsi p. 02 Come registrarsi p. 03 Come effettuare il login p. 04 La Home dello studente p. 05 Header e Funzionalità p.

Dettagli

IL PROGETTO DIONE IMPLEMETANZIONE DI UN SISTEMA INFORMATICO PER IL SUPPORTO ALLA DIDATTICA DELLA MARINA MILITARE

IL PROGETTO DIONE IMPLEMETANZIONE DI UN SISTEMA INFORMATICO PER IL SUPPORTO ALLA DIDATTICA DELLA MARINA MILITARE IL PROGETTO DIONE IMPLEMETANZIONE DI UN SISTEMA INFORMATICO PER IL SUPPORTO ALLA DIDATTICA DELLA MARINA MILITARE TV (AN) Filippo PONTIL Accademia Navale Livorno Ufficio Informatica/TLC filippo.pontil@marina.difesa.it

Dettagli

STUDIUM.UniCT Tutorial per i docenti

STUDIUM.UniCT Tutorial per i docenti STUDIUM.UniCT Tutorial per i docenti STUDIUM.UniCT Tutorial Docenti v. 7 23/06/2014 Pagina 1 Sommario 1. Cos è STUDIUM.UniCT... 4 2. Come si accede a STUDIUM.UniCT... 6 3. Come personalizzare la pagina

Dettagli

COME ISCRIVERSI AI CORSI FAD

COME ISCRIVERSI AI CORSI FAD Registrazione alla piattaforma E-Learning Per poter accedere alla piattaforma E-Learning è necessario registrarsi, cliccando sul tasto REGISTRATI in basso a sinistra: Inserire tutti i dati richiesti 1,

Dettagli

INCONTRIAMOCI IN RETE Piattaforma digitale accessibile, flessibile e collaborativa, per la comunicazione tra scuola e famiglia, la comunity

INCONTRIAMOCI IN RETE Piattaforma digitale accessibile, flessibile e collaborativa, per la comunicazione tra scuola e famiglia, la comunity INCONTRIAMOCI IN RETE Piattaforma digitale accessibile, flessibile e collaborativa, per la comunicazione tra scuola e famiglia, la comunity scolastica virtuale e molto di più. INinFO di Sabina Nuovo INFORMATICAinFORMAZIONE

Dettagli

TIC & didattica: Seminari 2015. Michele Capalbo

TIC & didattica: Seminari 2015. Michele Capalbo TIC & didattica: una pluralità di relazioni Seminari 2015 Michele Capalbo Progetto: POF 2015\2016 L.S. E. Fermi (CS) Percorso: Orientiamoci sulle TIC nella didattica curriculare Facciamo conoscenza epub

Dettagli