FARMACI DA TENERE IN AMBULATORIO per affrontare un emergenza. Dott Valdo Flori Pediatra di Famiglia Firenze

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FARMACI DA TENERE IN AMBULATORIO per affrontare un emergenza. Dott Valdo Flori Pediatra di Famiglia Firenze"

Transcript

1 FARMACI DA TENERE IN AMBULATORIO per affrontare un emergenza Dott Valdo Flori Pediatra di Famiglia Firenze

2 PIANIFICARE UN EMERGENZA CARRELLO DELLE EMERGENZE DOVE AVERE A PORTATA DI MANO, IN ORDINE, FACILMENTE ACCESSIBILE E CONTROLLABILE : STRUMENTI PRESIDI FARMACI MANUALE LINEE GUIDA

3 ADRENALINA Farmaco salvavita Azione rapida: 1-2 min Paura per l utilizzo

4 ADRENALINA farmaco dose in emergenza Quando utilizzarlo Adrenalina Fiale 1: ml = 1 mg 0,01 ml/kg/dose i.m. Shock anafilattico 0,2 mg/kg/dose Aerosol (1 fiala ogni 5 Kg) In soluzione fisiologica fino a 5 ml Croup Adrenalina diluita 1: (1 Fiala + 9 ml di SF) 0,1 ml/kg/dose e.v. Arresto cardiaco

5 ADRENALINA Preferita la via intramuscolare alla sottocutanea (picchi ematici più rapidi ed elevati)

6 ADRENALINA Preferita la via intramuscolare alla sottocutanea (picchi ematici più rapidi ed elevati)

7 ADRENALINA PRONTA consigliare a pazienti a rischio di anafilassi

8 PIANIFICARE UN EMERGENZA

9 Corticosteroidi cortisonico (Idrocortisone, Betametasone) Flebocortid Fiale 1 gr, 500 mg e.v. 100 mg i.m. Solucortef Fiale 500 mg, 250 mg,100 mg i.m mg/kg/dose i.m./e.v. Shock anafilattico Bentelan cpr 0,5-1 mg 0,1-0,2 mg/kg os Broncostruzione, orticaria angioedema Croup budesonide Budineb, Aircort, Budexan (Fiale 1 mg/2 ml) 2 mg in SF (vol max 5 ml) Aerosol Croup

10 Corticosteroidi Efficaci se somministrati per via sistemica e precocemente Pari efficacia tra via orale ed e.v. Riducono la gravità dell attacco, migliorano la funzione respiratoria, limitano i ricoveri, riducono i tempi di ospedalizzazione Ottimizzano l efficacia dei ß2 Os: Prednisone 1-2 mg/kg/die in 2-3 somministrazioni; Betametasone mg/kg/die in 2-3 somministrazioni Endovena: Metilprednisolone 1-2 mg/kg/6-8 h Idrocortisone 5-10 mg/kg/6-8 h Raccomandazione di classe A

11 Convulsioni farmaco nome commerciale dose in emergenza Quando utilizzarlo diazepam Valium Fiale 2 ml = 10 mg 0,3 mg/kg/dose e.v. (1 fiala ogni 30 Kg - ripetibile) Convulsioni Micropam 5 mg Fino a 10 Kg Micropam 10 mg Oltre i 10 Kg midazolam 0,2 mg/kg

12 Midazolam Midazolam 0,2 0,5 mg / Kg - somministrazione per os (assorbimento transmucosale) - somministrazione per e.v. ed i.m. - inizio d azione rapido (1-5 min) - durata d azione media (1-5 ore) Ipnovel fiale 5 mg/1ml e 15 mg/3ml Farmaco Ospedaliero fascia H

13 ß2 Agonisti farmaco nome commerciale dose in emergenza Quando utilizzarlo beta 2 agonista (Salbutamolo) Ventolin / Broncovaleas spray 1 puff/5 Kg (2 puff < 10 Kg) ogni 20 minuti per 3 volte Broncostruzione

14 ACIDO TRANEXAMICO farmaco nome commerciale dose in emergenza Quando utilizzarlo antistaminico antih1 (Clorfeniramina) Trimeton Fiale 1 ml = 10 mg 0,3 mg/kg i.m./e.v. (½ fiala ogni 25 Kg) Orticaria grave Shock anafilattico

15 CLORFENAMINA Antistaminico anti H1 Effetti sedativi relativamente deboli Indicazioni: trattamento e profilassi reazioni allergiche Via di somministrazione: orale, EV, IM, SC Posologia EV (reazioni allergiche gravi): 0,3 mg/kg (max 10 mg) L'effetto terapeutico nella somministrazione EV è praticamente immediato N.B. La forma iniettabile di Clorfenamina può provocare una transitoria ipotensione.

16 ACIDO TRANEXAMICO - Inibitore della fibrinolisi - farmaco nome commerciale dose in emergenza Quando utilizzarlo Acido Tranexamico Tranex Fiale 5 ml = 500 mg mg/kg/die os Emorragie L'applicazione locale diretta o mediante tamponi di garza previamente imbevuti di soluzione, e' indicata nelle emorragie a livello cutaneo e oro-rino-faringeo in cui si desideri ottenere una rapida emostasi.

17 ACIDO TRANEXAMICO - posologia L'applicazione locale diretta o mediante tamponi di garza previamente imbevuti di soluzione, e' indicata soprattutto nelle emorragie a livello oro-rino-faringeo in cui si desideri ottenere una rapida emostasi. per via orale: somministrare le fiale per os alla dose giornaliera di mg/kg 3 volte al giorno oppure di 5-10 mg/kg 6 volte pro die. per via EV: iniziare con 10 mg/kg per via EV lenta; se necessario somministrare quindi 5 mg/kg per fleboclisi a goccia.

18 ANTIBIOTICO farmaco nome commerciale dose in emergenza Quando utilizzarlo ceftriazone Rocefin Fiale 3,5 ml = 1 gr Fiale 2 ml = 500 mg mg/kg/dose i.m. Sepsi Soluzione fisiologica Fl ml Fl 10 ml

19 CHECK LIST FARMACI PER L'EMERGENZA nome commerciale dose in emergenza Quando utilizzarlo dove si trova scadenza Adrenalina 0,01 ml/kg/dose i.m. Shock anafilattico Fiale 1: ml = 1 mg 1 ml = 1 mg 0,2 mg/kg/dose Aerosol (1 fala ogni 5Kg di peso) Croup Frigo Adrenalina diluita 1: Fiala + 9 ml di SF 0,1 ml/kg/dose e.v. Arresto cardiaco Flebocortid Fiale 1 gr, 500 mg e.v. 100 mg i.m mg/kg/dose Solucortef i.m./e.v. Shock anafilattico Fiale 500 mg, 250 mg,100 mg i.m. Bentelan cpr 0,5-1 mg 0,1-0,2 mg/kg os Broncostruzione, orticaria/angioedem a Croup Budineb, Aircort, Budexan 2 mg in SF (vol max 5 (Fiale 1 mg/2 ml) ml) Aerosol Croup Valium 0,3 mg/kg/dose e.v. Fiale 2 ml = 10 mg (1 fiala ogni 30 Kg - ripetibile) Convulsioni Micropam 5 mg Fino a 10 Kg Micropam 10 mg Oltre i 10 Kg Ventolin / Broncovaleas 1 puff/5 Kg (2 puff < 10 spray Kg) ogni 20 minuti per 3 Broncostruzione volte Trimeton 0,3 mg/kg i.m./e.v. Orticaria grave Fiale 1 ml = 10 mg (½ fiala ogni 25 Kg) Shock anafilattico Tranex Fiale 5 ml = 500 mg mg/kg/die os Emorragie Rocefin mg/kg/dose i.m. Sepsi Fl ml Fl 10 ml armadio primo scafale 01/12/2014

20 Va bene ma Basta Punture!!!!

19 Ottobre 2007 numero 30

19 Ottobre 2007 numero 30 19 Ottobre 2007 numero 30 Newsletter della Sezione Provinciale del Sindacato dei Medici di Medicina Generale LA SEGRETERIA PROVINCIALE INFORMA a cura di Ivana Garione e Aldo Mozzone Caro/a Collega, come

Dettagli

Profilassi vaccinale come scelta consapevole e gestione degli eventi avversi

Profilassi vaccinale come scelta consapevole e gestione degli eventi avversi Piano Regionale delle Vaccinazioni Profilassi vaccinale come scelta consapevole e gestione degli eventi avversi Verona 14 giugno 06 Reazioni avverse a rapida insorgenza dopo somministrazione di vaccini

Dettagli

EMERGENZA-URGENZA NELLO STUDIO PEDIATRICO

EMERGENZA-URGENZA NELLO STUDIO PEDIATRICO L ORGANIZZAZIONE DELL EMERGENZA EMERGENZA-URGENZA NELLO STUDIO PEDIATRICO Francesco Pastore Segretario nazionale SIMEUP Pediatra di famiglia Martina Franca IL PEDIATRA TRA FAMIGLIA, PROTOCOLLI E LINEE

Dettagli

Il Bambino con dispnea

Il Bambino con dispnea Il Bambino con dispnea PARAMETRI VITALI PEDIATRICI FC VEGLIA FC SONNO FR P.A. SISTOLICA P.A. DIASTOLICA NEONATO 100-180 80-160 40-60 60-90 20-60 LATTANTE (1-12 mesi) 100-160 75-160 30-60 87-105 53-66 INFANZIA

Dettagli

QUALI FARMACI NELLO STUDIO ODONTOIATRICO?

QUALI FARMACI NELLO STUDIO ODONTOIATRICO? QUALI FARMACI NELLO STUDIO ODONTOIATRICO? Si vogliono indicare quali farmaci possono essere utilizzati dall odontoiatra, anche in considerazione delle responsabilità delle responsabilità medico-legali

Dettagli

ANAFILASSI. Cuppari C, Messina A, Manti S, Salpietro A, Pizzino MR, Vicchio P, Moschella E, Loddo I, Sturiale M

ANAFILASSI. Cuppari C, Messina A, Manti S, Salpietro A, Pizzino MR, Vicchio P, Moschella E, Loddo I, Sturiale M Università degli Studi di Messina Dipartimento di Scienze Pediatriche Mediche e Chirurgiche UOC di Genetica ed Immunologia Pediatrica Direttore Prof. Carmelo Salpietro ANAFILASSI Cuppari C, Messina A,

Dettagli

Gruppo di studio di pneumoallergologia pediatrica marchigiano. Test di provocazione orale con alimento Documento condiviso

Gruppo di studio di pneumoallergologia pediatrica marchigiano. Test di provocazione orale con alimento Documento condiviso Gruppo di studio di pneumoallergologia pediatrica marchigiano Bianchi Annamaria, Caferri Monaldo, Candelotti Paolo, Carotti Giuliana, De Angelis Fiorella, De Colli Rosa, Filomeni Nazzareno, Franceschini

Dettagli

Gestione degli eventi avversi dopo vaccinazione

Gestione degli eventi avversi dopo vaccinazione Gestione degli eventi avversi dopo vaccinazione Evento avverso Reazione avversa DEFINIZIONE: OMS 2000 Evento avverso: evento medico che si verifica dopo una vaccinazione, può causare preoccupazione e si

Dettagli

LE DISPNEE IN ETÀ PEDIATRICA

LE DISPNEE IN ETÀ PEDIATRICA Corso di aggiornamento per i Medici di Continuità Assistenziale Savona, 14 ottobre 2008 LE DISPNEE IN ETÀ PEDIATRICA con mio estremo orrore e meraviglia, scoprii che avevo perso il fiato Edgar Allan Poe

Dettagli

SHOCK ANAFILATTICO. P. Lorenzi FISIOPATOLOGIA E SINTOMATOLOGIA

SHOCK ANAFILATTICO. P. Lorenzi FISIOPATOLOGIA E SINTOMATOLOGIA SHOCK ANAFILATTICO P. Lorenzi FISIOPATOLOGIA E SINTOMATOLOGIA Lo shock anafilattico costituisce la più grave espressione clinica di una reazione anafilattica-anafilattoide ed è caratterizzato essenzialmente

Dettagli

Procedure operative standard per la gestione delle reazioni a rapida insorgenza dopo la somministrazione di un vaccino

Procedure operative standard per la gestione delle reazioni a rapida insorgenza dopo la somministrazione di un vaccino Procedure operative standard per la gestione delle reazioni a rapida insorgenza dopo la somministrazione di un vaccino Introduzione Tipi di reazioni a rapida insorgenza. A. Reazioni non allergiche 1. Spasmi

Dettagli

Gestione infermieristica delle terapie antiblastiche. Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale Mammella S.Orsola-Malpighi Bologna

Gestione infermieristica delle terapie antiblastiche. Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale Mammella S.Orsola-Malpighi Bologna Gestione infermieristica delle terapie antiblastiche Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale Mammella S.Orsola-Malpighi Bologna L infermiere che gestisce la chemioterapia deve conoscere: - Farmaci

Dettagli

IDROSSIZINA. Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M. Molteni, M. Pozzi, S. Radice

IDROSSIZINA. Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M. Molteni, M. Pozzi, S. Radice a cura di: IRCCS E. MEDEA LA NOSTRA FAMIGLIA (Direttore sanitario Dott. M. Molteni) UO FARMACOLOGIA CLINICA AO L. SACCO (Direttore Prof. E. Clementi) Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M.

Dettagli

Le Tragedie dell Infanzia. Dr. A. Manzi Simeup Campania

Le Tragedie dell Infanzia. Dr. A. Manzi Simeup Campania Le Tragedie dell Infanzia Dr. A. Manzi Simeup Campania Corriere della Sera 26 Giugno 2006 Corriere del Mezzogiorno 16 Luglio 2006 Libero 28 Giugno 2006 Corriere della Sera 6 Luglio 2006 Corriere della

Dettagli

REAZIONI AVVERSE A RAPIDA INSORGENZA DOPO LA SOMMINISTRAZIONE DI UN VACCINO

REAZIONI AVVERSE A RAPIDA INSORGENZA DOPO LA SOMMINISTRAZIONE DI UN VACCINO REAZIONI AVVERSE A RAPIDA INSORGENZA DOPO LA SOMMINISTRAZIONE DI UN VACCINO INTRODUZIONE I vaccini attualmente in commercio sono prodotti molto sicuri ed efficaci; tuttavia, come per qualsiasi altra sostanza,

Dettagli

FISIOPATOLOGIA, FARMACI, E FARMACOLOGIA CLINICA DELL ASMA. www.slidetube.it

FISIOPATOLOGIA, FARMACI, E FARMACOLOGIA CLINICA DELL ASMA. www.slidetube.it FISIOPATOLOGIA, FARMACI, E FARMACOLOGIA CLINICA DELL ASMA Incidenza superiore al 5% nei pazienti industrializzati Marcato restringimento vie aree (colpi di tosse, respiro superficiale, senso di costrizione

Dettagli

TRATTAMENTO DEL DOLORE POSTOPERATORIO

TRATTAMENTO DEL DOLORE POSTOPERATORIO TRATTAMENTO DEL DOLORE POSTOPERATORIO SITUAZIONE ALGICA MAGGIORE PERIDURALE CONTINUA Analgesia OPPURE PERINERVOSO CONTINUO + AD ORARI FISSI OPPURE ENDOVENOSO CONTINUO * + AD ORARI FISSI * in mancanza di

Dettagli

L anafilassi nel bambino

L anafilassi nel bambino L anafilassi nel bambino Dr. Marisa Gigliotti U.O. Pediatria A.O. della Provincia di Lodi 13 marzo 2014 Anafilassi L anafilassi è un emergenza medica che può avere un esito fatale o potenzialmente tale

Dettagli

Regione Marche - Azienda Sanitaria Unica Regionale ZONA TERRITORIALE n 9 - MACERATA MACROSTRUTTURA TERRITORIO Procedura Generale

Regione Marche - Azienda Sanitaria Unica Regionale ZONA TERRITORIALE n 9 - MACERATA MACROSTRUTTURA TERRITORIO Procedura Generale TAssA03 Data 3/2/2007 Rev. Pagina di 5 INDICE. SCOPO 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 2 3. TERMINOLOGIA ED ABBREVIAZIONI. 2 4. DIAGRAMMA DI FLUSSO... 2 5. RESPONSABILITÀ 3 6. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ.. 3 6.

Dettagli

IPOGLICEMIA/IPERGLICEMIA IN OSPEDALE: GESTIONE INFERMIERISTICA

IPOGLICEMIA/IPERGLICEMIA IN OSPEDALE: GESTIONE INFERMIERISTICA IPOGLICEMIA Bellini Elisa Azienda Ospedaliera Sant'Anna - Como Presidio Ospedaliero Cantù-Mariano Comense Struttura di Mariano Comense Direttore della scuola formatori OSDI COMO 14 15 GIUGNO 2013 HOTEL

Dettagli

Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore. Atosiban Ibisqus 6,75 mg/0,9 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente

Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore. Atosiban Ibisqus 6,75 mg/0,9 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore Atosiban Ibisqus 6,75 mg/0,9 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché

Dettagli

Cause più frequenti di dispnea

Cause più frequenti di dispnea Cause più frequenti di dispnea Malattie polmonari (asma, B.P.C.O., bronchiolite) Malattie cardiache (scompenso cardiaco, vizi cardiaci) Obesità Anemia Iperventilazione funzionale Paziente con dispnea:

Dettagli

(jos. a. bellanti) Storia naturale dell asma nell infanzia

(jos. a. bellanti) Storia naturale dell asma nell infanzia (jos. a. bellanti) Storia naturale dell asma nell infanzia L asma é un disturbo infiammatorio cronico nel quale l infiammazione delle vie aeree porta ad iperreattivita bronchiale verso una miriade di fattori

Dettagli

T - est P - rovocazione O - rale ALIMENTARE

T - est P - rovocazione O - rale ALIMENTARE T - est P - rovocazione O - rale ALIMENTARE P.O. Gubbio-Gualdo Tadino Servizio Allergologia Pediatrica Direttore Dr. Guido Pennoni Dr.ssa Nadia Caruso L ARTE DELLA MEDICINA CONSISTE NEL DIVERTIRE IL PAZIENTE

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Tobramicina Ibi 100 mg/2 ml soluzione iniettabile Tobramicina Ibi 150 mg/2 ml soluzione iniettabile Tobramicina solfato Medicinale equivalente Legga

Dettagli

FIMP Rete allergologica

FIMP Rete allergologica Linee Guida ASMA Il presente questionario è ANONIMO FIMP Medico compilatore ANONIMO Regione e località N bambini in convenzione Anno di entrata in convenzione Specializzazioni (oltre a quella in Pediatria)

Dettagli

Shock Anafilattico: come riconoscerlo? come trattarlo?

Shock Anafilattico: come riconoscerlo? come trattarlo? Shock Anafilattico: come riconoscerlo? come trattarlo? Dr. Luca Cantadori Responsabile Struttura Semplice Emergenza Territoriale-118 Azienda USL di Parma- PO Fidenza Dipartimento Emergenza Servizio Anestesia

Dettagli

CHECK LIST CARRELLO EMERGENZA

CHECK LIST CARRELLO EMERGENZA CHECK LIST CARRELLO EMERGENZA Emergenza Respiratoria Quantità Aspiratore secrezioni motore proprio Bombola O Litri Cannule GUEDEL mis,3,4 Laringoscopio Mac- Intosh mis 3,4, + batterie Mandrino per intubazione

Dettagli

L EPILESSIA NEL CANE E NEL GATTO. terapia dello status epilepticus (emergenza clinica)

L EPILESSIA NEL CANE E NEL GATTO. terapia dello status epilepticus (emergenza clinica) L EPILESSIA NEL CANE E NEL GATTO PRINCIPI DI TERAPIA: Due obiettivi terapia dello status epilepticus (emergenza clinica) controllo del ripetersi degli episodi convulsivi (terapia a lungo termine) Riduzione

Dettagli

Immunoterapia iposensibilizzante specifica nelle malattie allergiche respiratorie e da veleno di imenotteri. Dr. Grazia Manfredi 2006

Immunoterapia iposensibilizzante specifica nelle malattie allergiche respiratorie e da veleno di imenotteri. Dr. Grazia Manfredi 2006 Immunoterapia iposensibilizzante specifica nelle malattie allergiche respiratorie e da veleno di imenotteri Dr. Grazia Manfredi 2006 A.R.I.A. Position Paper 2001 Allontanamento dell allergene indicato

Dettagli

Raccomandazioni sulla diagnosi e trattamento dell anafilassi in pediatria F. Baldi 1, C. Caffarelli 2,GP. Garani 3, L. Grandori 4

Raccomandazioni sulla diagnosi e trattamento dell anafilassi in pediatria F. Baldi 1, C. Caffarelli 2,GP. Garani 3, L. Grandori 4 Raccomandazioni sulla diagnosi e trattamento dell anafilassi in pediatria F. Baldi 1, C. Caffarelli 2,GP. Garani 3, L. Grandori 4 1 Pediatria Ospedale di Imola, 2 Dipartimento dell età Evolutiva Clinica

Dettagli

RICETTARIO SSN MODULO M TIMBRO PENNA CON INCHIOSTRO NERO

RICETTARIO SSN MODULO M TIMBRO PENNA CON INCHIOSTRO NERO RICETTARIO SSN MODULO M TIMBRO PENNA CON INCHIOSTRO NERO Farmaci utili e/o necessari Adrenalina fiale: nonostante i problemi di conservazione, è bene averla non tanto per l arresto cardiaco, quanto per

Dettagli

OSPEDALE SENZA DOLORE

OSPEDALE SENZA DOLORE OSPEDALE SENZA PROTOCOLLO TERAPIA ANTALGICA PRONTO SOCCORSO Direttore: Dott.ssa Maria Serena Verzuri Imposta la terapia antalgica: medico di reparto Gestione terapia antalgica: medico di reparto Collaboratori:

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. ENDOREM

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. ENDOREM RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. ENDOREM 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE ENDOREM, 11,2 mg Fe/ml, concentrato per sospensione per infusione. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA 1 ml

Dettagli

ALLERGIE. Dott Marco Binotti. AOU Maggiore della Carità di Novara SCDO Terapia Intensiva Neonatale

ALLERGIE. Dott Marco Binotti. AOU Maggiore della Carità di Novara SCDO Terapia Intensiva Neonatale ALLERGIE Dott Marco Binotti AOU Maggiore della Carità di Novara SCDO Terapia Intensiva Neonatale Un problema non nuovo. L allergia è nota fin dai tempi piu remoti; il primo caso di cui si ha conoscenza

Dettagli

Terapia Trasfusionale

Terapia Trasfusionale Percorso Didattico S.I.M.U.T.I.V Ordine dei medici veterinari della provincia di Ravenna Ravenna, 15 settembre 2014 Pronto Soccorso Terapia Trasfusionale Dott. Paolo Gaglio Ospedale Veterinario Gregorio

Dettagli

PIANO ATTUATIVO LOCALE

PIANO ATTUATIVO LOCALE REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI PIANO ATTUATIVO LOCALE Allegato n 2 Ambulatorio infermieristico Servizio Aziendale Professioni Sanitarie dr.ssa Agnese Barsacchi ASL RIETI AMBULATORIO

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Ampicillina e Sulbactam IBI 500 mg + 250 mg / 1,6 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile Ampicillina/Sulbactam Leggere attentamente il foglio

Dettagli

L anafilassi (e lo shock anafilattico) in Pronto Soccorso. Casi clinici

L anafilassi (e lo shock anafilattico) in Pronto Soccorso. Casi clinici Lo shock anafilattico: prevenzione, diagnosi e trattamento L anafilassi (e lo shock anafilattico) in Pronto Soccorso. Casi clinici dott. Roberto Fiorini U.O. Pronto Soccorso e Medicina d Urgenza P.O. Fidenza

Dettagli

REPARTO DI TERAPIA INTENSIVA PEDIATRICA

REPARTO DI TERAPIA INTENSIVA PEDIATRICA BRONCODILATATORI CASSETTO 1 FARMACI SALBUTAMOLO: BRONCOVALEAS soluzione da 500 mg / 100 ml 1 flac. BRONCOVALEAS aerosol dosato 1 fl VENTOLIN 0,5 mg/ 1ml 10 fl VENTOLIN 2 mg 10 cp SODIO BICARBONATO 1 meq/ml

Dettagli

Università degli studi di Bologna

Università degli studi di Bologna Università degli studi di Bologna Master in tossicologia forense Giugno 2013 Franco Cantagalli USI ALTERNATIVI DELLE BENZODIAZEPINE Lormetazepam in gocce 1 Analisi chimica benzodiazepina composto insaturo

Dettagli

Proibiti solo IN GARA CORTICOSTEROIDI. 10 clismi 3 mg sosp rett + 10 cannule rett. schiuma rettale 35 ml 3 mg + cannule

Proibiti solo IN GARA CORTICOSTEROIDI. 10 clismi 3 mg sosp rett + 10 cannule rett. schiuma rettale 35 ml 3 mg + cannule Proibiti solo IN GARA S9 beclometasone CLIPPER CLIPPER CLIPPER BECOLEX BECOLEX BECOLEX BIDICLIN BIDICLIN BIDICLIN TOPSTER TOPSTER TOPSTER KLOSTENAL KLOSTENAL betametasone CELESTONE CELESTONE CRONODOSE

Dettagli

Protocollo d intesa per la somministrazione di farmaci in ambito scolastico

Protocollo d intesa per la somministrazione di farmaci in ambito scolastico Protocollo d intesa per la somministrazione di farmaci in ambito scolastico Premessa Gli studenti che frequentano ogni ordine e grado di scuola, a causa di patologie acute o croniche, possono avere la

Dettagli

PUNTURE... PERICOLOSE! Sergio Lupo

PUNTURE... PERICOLOSE! Sergio Lupo PUNTURE... PERICOLOSE! Sergio Lupo Alcuni insetti, sempre più aggressivi, possono essere anche pericolosi per l uomo. Forse il cambiamento del clima o la maggiore circolazione di persone e merci da ogni

Dettagli

PRIMA DELL USO. CHE COSA E Levotuss 30 mg/5 ml sciroppo è un farmaco sedativo per la tosse

PRIMA DELL USO. CHE COSA E Levotuss 30 mg/5 ml sciroppo è un farmaco sedativo per la tosse FOGLIO ILLUSTRATIVO PRIMA DELL USO LEGGERE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO Questo è un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che può essere usato per curare disturbi lievi

Dettagli

CORSO INTENSIVO PRATICO SU SIMULATORI SPECIFICI DI RIANIMAZIONE, TRACHEOSTOMIA, EMERGENZE MEDICHE E ANESTESIA

CORSO INTENSIVO PRATICO SU SIMULATORI SPECIFICI DI RIANIMAZIONE, TRACHEOSTOMIA, EMERGENZE MEDICHE E ANESTESIA CORSO INTENSIVO PRATICO SU SIMULATORI SPECIFICI DI RIANIMAZIONE, TRACHEOSTOMIA, EMERGENZE MEDICHE E ANESTESIA 25 CREDITI ECM (rif. 327-8020685) Data del prossimo corso: 22-23-24 Novembre 2010. Il corso

Dettagli

I bambini allergici a scuola

I bambini allergici a scuola I bambini allergici a scuola Qualche numero.. Le allergie alimentari interessano l 8% dei bambini nei primi 3 anni di vita, il 3-4% di quelli in età scolare, e rimangono persistenti nel 2% dopo i 10 anni.

Dettagli

Aghi cannula: N 20 2 Ringer acetato 1000 ml 1 N 18 2 Soluzione fisiologica ml 100 1 Lacci emostatici 2

Aghi cannula: N 20 2 Ringer acetato 1000 ml 1 N 18 2 Soluzione fisiologica ml 100 1 Lacci emostatici 2 MATERIALE PER VALIGETTA/ZAINO URGENZE sedi ospedaliere dove disponibile da sede vicina carrello emergenza standard AZIENDA USL 3 01 Novembre 2009 M A T E R I A L E QUANTITA' M A T E R I A L E Cannule di

Dettagli

A.S.P. Regione Calabria Azienda Sanitaria Provinciale-Cosenza

A.S.P. Regione Calabria Azienda Sanitaria Provinciale-Cosenza A.S.P. Regione Calabria Azienda Sanitaria Provinciale-Cosenza U.O. di RISK MANAGEMENT Responsabile : Dott. Berardo S. Cavalcanti Via Duca degli Abruzzi.15 Cosenza PERCORSOASSISTENZIALE PERCORSO TEMPORALE

Dettagli

Terapia della RAO. Atropina. belladonna, sodio nitroprussiato oppioidi. sodio nitroprussiato. Introduzione. Introduzione. Precursore Ossido di azoto

Terapia della RAO. Atropina. belladonna, sodio nitroprussiato oppioidi. sodio nitroprussiato. Introduzione. Introduzione. Precursore Ossido di azoto Terapia della RAO Introduzione Fisiologia belladonna, confusa sodio nitroprussiato oppioidi. Gresswell and Gresswell, 1880 Introduzione belladonna, sodio nitroprussiato oppioidi. Atropina Precursore Ossido

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE PARMA SUD EST Pediatri di libera scelta - Medici di continuità assistenziale Otorinolaringoiatri

AZIENDA SANITARIA LOCALE PARMA SUD EST Pediatri di libera scelta - Medici di continuità assistenziale Otorinolaringoiatri AZIENDA SANITARIA LOCALE PARMA SUD EST Pediatri di libera scelta - Medici di continuità assistenziale Otorinolaringoiatri OTITE MEDIA ACUTA E FARINGOTONSILLITE ACUTA IN ETA' PEDIATRICA PROTOCOLLO ASSISTENZIALE

Dettagli

L asma bronchiale In Pediatria

L asma bronchiale In Pediatria UNIVERSITÀ DEGLI STUDI - AZIENDA USL - CHIETI - www.unich.it/cliped/ Department of Women and Children s Health (Head: Prof. Francesco Chiarelli) L asma bronchiale In Pediatria Clinica Pediatrica, Università

Dettagli

sul territorio, in pronto soccorso, in reparto Gestione farmacologica del dolore: Esperienze a confronto

sul territorio, in pronto soccorso, in reparto Gestione farmacologica del dolore: Esperienze a confronto MI PUO CAPITARE! L URGENZA IN PEDIATRIA sul territorio, in pronto soccorso, in reparto Gestione farmacologica del dolore: Esperienze a confronto Emanuele Castagno S.C. Pediatria d Urgenza, OIRM, Torino

Dettagli

RICETTE E PRESCRIZIONI. Ricetta bianca

RICETTE E PRESCRIZIONI. Ricetta bianca RICETTE E PRESCRIZIONI Ricetta bianca Serve per la prescrizione di farmaci o prestazioni non mutuabili o per la prescrizione di analisi o esami o farmaci mutuabili che poi il medico di medicina generale

Dettagli

RUCONEST (Conestat alfa) RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RUCONEST (Conestat alfa) RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RUCONEST (Conestat alfa) RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Ruconest 2100 U polvere per soluzione iniettabile. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Un flaconcino

Dettagli

Effetti degli steroidi topici. Corticosteroidi topici. Attività antinfiammatoria non specifica. Attività antimitotica 14.1.2009

Effetti degli steroidi topici. Corticosteroidi topici. Attività antinfiammatoria non specifica. Attività antimitotica 14.1.2009 Corticosteroidi topici 14.1.2009 Effetti degli steroidi topici! Si tratta dei farmaci più frequentemente prescritti e usati in ambito dermatologico.! Attività antinfiammatoria! Attività antimitotica! Attività

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Aspetti pratici della gestione della vaccinazione antiinfluenzale nel setting della Medicina Generale

Aspetti pratici della gestione della vaccinazione antiinfluenzale nel setting della Medicina Generale Aspetti pratici della gestione della vaccinazione antiinfluenzale nel setting della Medicina Generale Paolo Morato Paolo.morato1@gmail.com Domus De Maria (CA) 5-10 ottobre 2015 Chi non dovrebbe essere

Dettagli

L ESPERIENZA DELL AUTO INFERMIERISTICA

L ESPERIENZA DELL AUTO INFERMIERISTICA Congresso Regionale SIMEU Emilia Romagna 2017 TEAM WORKING IN EMERGENZA-URGENZA: DAL TERRITORIO ALLA MEDICINA D URGENZA IN UN LAVORO DI EQUIPE MULTIPROFESSIONALE E MULTIDISCIPLINARE Competenze infermieristiche

Dettagli

Dott.ssa PINTO ANGELA AEROSOLTERAPIA : DAL BAMBINO ALL ADULTO

Dott.ssa PINTO ANGELA AEROSOLTERAPIA : DAL BAMBINO ALL ADULTO Dott.ssa PINTO ANGELA AEROSOLTERAPIA : DAL BAMBINO ALL ADULTO VANTAGGI DELLA TERAPIA INALATORIA elevate concentrazioni locali di farmaco ridotte concentrazioni sistemiche di farmaco ridotti effetti collaterali

Dettagli

Università degli Studi di Perugia ANAFILASSI. www.slidetube.it

Università degli Studi di Perugia ANAFILASSI. www.slidetube.it Università degli Studi di Perugia ANAFILASSI ANAFILASSI L anafilassi è una fisiologica risposta infiammatoria sistemica deputata ad inattivare una sostanza estranea Diviene situazione di emergenza quando

Dettagli

Ipoadrenocorticismo (Malattia di Addison)

Ipoadrenocorticismo (Malattia di Addison) Ipoadrenocorticismo (Malattia di Addison) L ipoadrenocorticismo è una malattia endocrina causata dalla ridotta produzione di mineralcorticoidi (aldosterone) e glucocorticoidi (cortisolo) da parte delle

Dettagli

SHOCK. DOTT. Nicola Menestrina

SHOCK. DOTT. Nicola Menestrina SHOCK DOTT. Nicola Menestrina DEFINIZIONE SINDROME CARATTERIZZATA DA UNA IPOPERFUSIONE TISSUTALE SISTEMICA ACUTA CHE CONDUCE AD UNA IPOSSIA DEI TESSUTI E ALLA DISFUNZIONE DEGLI ORGANI VITALI SHOCK SETTICO

Dettagli

ATTACCO ACUTO DI ASMA

ATTACCO ACUTO DI ASMA ATTACCO ACUTO DI ASMA Giuseppe Furcolo U.O.C. Pediatria e PS Pediatrico Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati Avellino ATTACCO ACUTO DI ASMA Perché è un urgenza IPOSSIEMIA + IPERCAPNIA (PaO 2 < 60 mmhg)

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Anexate 0,5 mg/5 ml soluzione iniettabile per uso endovenoso Anexate 1 mg/10 ml soluzione iniettabile per uso endovenoso 2.

Dettagli

L Ambulatorio Pediatrico OnLine

L Ambulatorio Pediatrico OnLine AVVELENAMENTI Per avvelenamento s'intende l'assorbimento per ingestione, inalazione o per contatto cutaneo di sostanze nocive per l'organismo umano. La gravità è spesso in funzione della dose assorbita.

Dettagli

Anafilassi. 10 Congresso Nazionale MI PUO CAPITARE! medico - infermieristico L URGENZA IN PEDIATRIA

Anafilassi. 10 Congresso Nazionale MI PUO CAPITARE! medico - infermieristico L URGENZA IN PEDIATRIA 10 Congresso Nazionale medico - infermieristico MI PUO CAPITARE! L URGENZA IN PEDIATRIA sul territorio, in pronto soccorso, in reparto Anafilassi Dott.ssa Eleonora TAPPI S.C. Pediatria d Ugenza Città della

Dettagli

Foglio illustrativo. AIRCORT 100 microgrammi Spray nasale, sospensione AIRCORT 50 microgrammi Spray nasale, sospensione Budesonide

Foglio illustrativo. AIRCORT 100 microgrammi Spray nasale, sospensione AIRCORT 50 microgrammi Spray nasale, sospensione Budesonide AIRCORT 100 microgrammi Spray nasale, sospensione AIRCORT 50 microgrammi Spray nasale, sospensione Budesonide Foglio illustrativo CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Preparato rinologico corticosteroideo. INDICAZIONI

Dettagli

PREVENZIONE DELL ENDOCARDITE ENDOCARDITE BATTERICA. Lega Friulana per il Cuore

PREVENZIONE DELL ENDOCARDITE ENDOCARDITE BATTERICA. Lega Friulana per il Cuore Lega Friulana per il Cuore PREVENZIONE DELL ENDOCARDITE ENDOCARDITE BATTERICA Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

ANAFILASSI DA CONTATTO CON ALBUME IN LATTANTE CON STORIA FAMILIARE POSITIVA PER ATOPIA

ANAFILASSI DA CONTATTO CON ALBUME IN LATTANTE CON STORIA FAMILIARE POSITIVA PER ATOPIA Napule è... PEDIATRIA PREVENTIVA E SOCIALE 30 APRILE - 3 MAGGIO 2015 Hotel Royal Continental, Napoli ANAFILASSI DA CONTATTO CON ALBUME IN LATTANTE CON STORIA FAMILIARE POSITIVA PER ATOPIA Cristiana Indolfi

Dettagli

CONTROLLI PRESSO GLI ALLEVAMENTI APISTICI DEL LAZIO INDICE:

CONTROLLI PRESSO GLI ALLEVAMENTI APISTICI DEL LAZIO INDICE: ALLEGATO A/14/2B CONTROLLI PRESSO GLI ALLEVAMENTI APISTICI DEL LAZIO INDICE: 1. Materiale necessario 2. Verifica documentale 3. Verifica Conduzione dell apiario 4. Verifica stato sanitario 5. Campionamenti

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1 DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITA' MEDICINALE CERNEVIT 2. COMPOSIZIONE QUALI/QUANTITATIVA Ogni flacone di Polvere Per Soluzione Iniettabile contiene: Principi

Dettagli

UNA PUNTURA PARTICOLARE

UNA PUNTURA PARTICOLARE ASL Salerno Presidio Ospedaliero Vallo della Lucania Unità Operativa di Pronto Soccorso e Medicina di Urgenza direttore dott. Antonio Apolito UNA PUNTURA PARTICOLARE relatore dott. Luigi di Martino Trattamento

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE BLEOPRIM 15 mg polvere per soluzione iniettabile 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Un flaconcino di polvere contiene:

Dettagli

NUOVE PROBLEMATICHE PER L ASSISTENZA ALL EMERGENZA NELLO STUDIO PEDIATRICO

NUOVE PROBLEMATICHE PER L ASSISTENZA ALL EMERGENZA NELLO STUDIO PEDIATRICO NUOVE PROBLEMATICHE PER L ASSISTENZA ALL EMERGENZA NELLO STUDIO PEDIATRICO Francesco Pastore Segretario nazionale SIMEUP Pediatra di famiglia Martina Franca 5 Congresso nazionale SIMEUP U R G E N Z A SIGNIFICATO

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Valium 10 mg/2 ml soluzione iniettabile 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Una fiala contiene: principio attivo: diazepam

Dettagli

Allergico al veleno di ape o al veleno di vespa? PUNTURE DI APE O DI VESPA POSSONO ESSERE FATALI

Allergico al veleno di ape o al veleno di vespa? PUNTURE DI APE O DI VESPA POSSONO ESSERE FATALI Allergico al veleno di ape o al veleno di vespa? PUNTURE DI APE O DI VESPA POSSONO ESSERE FATALI Ë INDIRIZZI DI RIFERIMENTO PER SOSPETTA ALLERGIA AL VELENO DI IMENOTTERI Ospedale Regionale di Bolzano,

Dettagli

CASSETTE DI PRONTO SOCCORSO A NORMA FOR THE ITALIAN MARKET VALIGIETTE. QUICKFARMA (Allegato 1) FARMASTAR (Allegato 1) LEADERFARMA (Allegato 2)

CASSETTE DI PRONTO SOCCORSO A NORMA FOR THE ITALIAN MARKET VALIGIETTE. QUICKFARMA (Allegato 1) FARMASTAR (Allegato 1) LEADERFARMA (Allegato 2) CASSETTE DI PRONTO SOCCORSO A NORMA FOR THE ITALIAN MARKET (Decreto n. 388/03) per luoghi di lavoro VALIGIETTE QUICKFARMA (Allegato 1) 1.1 FARMASTAR (Allegato 1) 1.2 LEADERFARMA (Allegato 2) 1.3 FLEXIFARMA

Dettagli

Bollate. D Clementi. 5 Febbraio 2011 INFILTRAZIONI DI GINOCCHIO, SPALLA ED ALTRE ARTICOLAZIONI

Bollate. D Clementi. 5 Febbraio 2011 INFILTRAZIONI DI GINOCCHIO, SPALLA ED ALTRE ARTICOLAZIONI Bollate D Clementi 5 Febbraio 2011 INFILTRAZIONI DI GINOCCHIO, SPALLA ED ALTRE ARTICOLAZIONI TIPI DI ARTICOLAZIONI - Semimobili: Anfiartrosi - Immobili: Sinartrosi TIPI DI ARTICOLAZIONI TROCLEO-ARTROSI

Dettagli

Shock Anafilattico: come riconoscerlo? come trattarlo?

Shock Anafilattico: come riconoscerlo? come trattarlo? Shock Anafilattico: come riconoscerlo? come trattarlo? Dr. Luca Cantadori Responsabile Struttura Semplice Emergenza Territoriale-118 Azienda USL di Parma- PO Fidenza Dipartimento Emergenza Servizio Anestesia

Dettagli

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON L Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) IMPORTANTI INFORMAZIONI DI SICUREZZA BUFLOMEDIL

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON L Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) IMPORTANTI INFORMAZIONI DI SICUREZZA BUFLOMEDIL NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON L Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) Febbraio 2010 IMPORTANTI INFORMAZIONI DI SICUREZZA BUFLOMEDIL Nuove informazioni di sicurezza relative ai medicinali contenenti

Dettagli

I FARMACI: dalla scoperta all immissione in commercio

I FARMACI: dalla scoperta all immissione in commercio I FARMACI: dalla scoperta all immissione in commercio Farmacologia generale FARMACO 1. Qualsiasi sostanza che introdotta in un organismo vivente modifica un processo biologico 2. Qualsiasi sostanza che

Dettagli

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 007 Gestione reazioni avverse alla donazione. Data: 13/12/2013

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 007 Gestione reazioni avverse alla donazione. Data: 13/12/2013 1 Prima Stesura Redattori: COSENZA Data: 13/12/2013 1 2 1 SCOPO Lo scopo generale della presente procedura è di descrivere le modalità dell assistenza al donatore in caso di insorgenza di reazioni avverse

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO DEGLI ANALGESICI. del Dolore e Cure Palliative

GUIDA RAPIDA ALL USO DEGLI ANALGESICI. del Dolore e Cure Palliative GUIDA RAPIDA ALL USO DEGLI ANALGESICI SSD Terapia del Dolore e Cure Palliative USO DEGLI ANALGESICI Scegliere e e via somministrazione s o più semplice Seguire la scala degli analgesici dell OMS Somministrare

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. Medicinale equivalente

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. Medicinale equivalente RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO Medicinale equivalente 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE KESOL 50 microgrammi Spray nasale, sospensione KESOL 100 microgrammi Spray nasale, sospensione 2. COMPOSIZIONE

Dettagli

Convegno Nazionale MALATTIE RARE E AMBIENTE

Convegno Nazionale MALATTIE RARE E AMBIENTE Convegno Nazionale MALATTIE RARE E AMBIENTE MIASTENIA E AUTOIMMUNITA : POSSIBILE RUOLO DELL AMBIENTE NELL INNESCO DELLA MALATTIA Roberta Ricciardi Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana Firenze, 20 settembre

Dettagli

Emergenze allergologiche. Coordinatore: Prof. Carlo Caffarelli

Emergenze allergologiche. Coordinatore: Prof. Carlo Caffarelli Emergenze allergologiche Coordinatore: Prof. Carlo Caffarelli 1 Allergia alla puntura di imenotteri Definizione Reazione di ipersensibilità IgE-mediata verso il veleno contenuto nel pungiglione degli

Dettagli

IL KIT DA PRONTO SOCCORSO PER L ESCURSIONISTA (C. FALASCONI)

IL KIT DA PRONTO SOCCORSO PER L ESCURSIONISTA (C. FALASCONI) IL KIT DA PRONTO SOCCORSO PER L ESCURSIONISTA (C. FALASCONI) PREMESSA Andare in montagna per escursioni più o meno impegnative rappresenta un'attività ludicoricreativa (evidentemente la nostra preferita)

Dettagli

ALLERGIE E SHOCK ANAFILATTICO

ALLERGIE E SHOCK ANAFILATTICO ALLERGIE E SHOCK ANAFILATTICO Allergia deriva da due parole greche: allos che significa diverso, ergon che significa effetto. reattività spontanea ed esagerata dell organismo del soggetto allergico a particolari

Dettagli

L allergia L allergia è una reazione eccessiva del sistema immunitario verso una sostanza, detta allergene, che solitamente non dà alcun problema nella maggior parte della popolazione. L allergia può essere

Dettagli

VIE DI SOMMINISTRAZIONE PARENTERALE

VIE DI SOMMINISTRAZIONE PARENTERALE VIE DI SOMMINISTRAZIONE PARENTERALE CORSO DI TECNICHE E FORME FARMACEUTICHE CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA IN BIOTECNOLOGIE ANNO ACCADEMICO 2007-2008 SOMMINISTRAZIONE PARENTERALE IL TERMINE PARENTERALE SI

Dettagli

IL DOLORE DEL BAMBINO Seconda Parte. SONIA BASIGLI Faenza, 29/3/2014

IL DOLORE DEL BAMBINO Seconda Parte. SONIA BASIGLI Faenza, 29/3/2014 IL DOLORE DEL BAMBINO Seconda Parte SONIA BASIGLI Faenza, 29/3/2014 1 TECNICHE NON FARMACOLOGICHE SOLLIEVO DEL DOLORE NEL NEONATO MODIFICHE AMBIENTALI Luce, suoni, clustering attività infermieristiche,

Dettagli

Desensibilizzazione. o Immunoterapia Allergene specifica

Desensibilizzazione. o Immunoterapia Allergene specifica La Desensibilizzazione o Immunoterapia Allergene specifica Le allergie interessano il 25% della popolazione italiana e raggiungeranno 1 persona su 2 entro il 2010 La ragione di questo aumento è in parte

Dettagli

IPOGLICEMIA LIEVE- MODERATA

IPOGLICEMIA LIEVE- MODERATA TERAPIA IPOGLICEMIA Il trattamento dell ipoglicemia è diverso a seconda del grado dell ipoglicemia stessa ed inoltre è diverso a seconda del setting di cura. IPOGLICEMIA LIEVE- MODERATA L obiettivo del

Dettagli

La somministrazione dei vaccini da parte del pediatra. Aspetti organizzativi

La somministrazione dei vaccini da parte del pediatra. Aspetti organizzativi La somministrazione dei vaccini da parte del pediatra Aspetti organizzativi L esecuzione delle vaccinazioni nell ambulatorio presuppone da parte del pediatra la conoscenza di alcuni aspetti organizzativoburocratici

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Via S. D Acquisto, 7-37122 Verona - 045 807 59 11, 045 807 50 03 (Direttore dott. Massimo Valsecchi) Procedura per la gestione, la notifica e il follow

Dettagli

Report Consumi di Magazzino 1 semestre 2015

Report Consumi di Magazzino 1 semestre 2015 DESCRIZIONE REPARTO SERVIZIO 118 DESCRIZIONE CONTO Materiale radiografico, lastre RX, mezzi descrizione prodotti descrizione operatore quantità importo CARTA X DEFRIBILLATORE MINDRAY D6 80X20 MT(A SERVIZIO

Dettagli

LA CHECK-LIST DELL URGENZA

LA CHECK-LIST DELL URGENZA LA CHECK-LIST DELL URGENZA Newsletter di Febbraio 2008 di Collegio Infermieri IPASVI della Spezia www.ipasvi.laspezia.net a cura di Patrizia Nunziante, Infermiera specialista visita le altre nostre newsletter

Dettagli

Le buone pratiche di somministrazione e prescrizione. Waldispühl Suter Brigitte Responsabile EOFARM

Le buone pratiche di somministrazione e prescrizione. Waldispühl Suter Brigitte Responsabile EOFARM Le buone pratiche di somministrazione e prescrizione Waldispühl Suter Brigitte Responsabile EOFARM Agenda - Introduzione - Prescrizioni farmacologiche in degenza - Preparazione e somministrazione di farmaci

Dettagli