Informatica & Tecnologia Business s Guide CRM. (Customer Relationship Management ) White Paper Informatica & Tecnologia 2003

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Informatica & Tecnologia Business s Guide CRM. (Customer Relationship Management ) White Paper Informatica & Tecnologia 2003"

Transcript

1 Informatica & Tecnologia Business s Guide to CRM (Customer Relationship Management ) White Paper Informatica & Tecnologia 2003

2 2

3 Indice Introduzione Il CRM (Customer Relationship Management) Perché il CRM Il possesso di una panoramica unificata sui clienti Il fornire ai clienti una panoramica aziendale unificata La teoria che diventa pratica La tecnologia disponibile Sviluppo e Integrazione Considerazioni Il metodo di programma CRM Informatica & Tecnologia 3

4 Introduzione L avvento di tecnologia sofisticata, la proliferazione dei canali di vendita - che la tecnologia mette a disposizione, l aumentata concorrenza e sempre più stringenti vincoli di tempo, hanno costretto le aziende a fornire ai clienti servizi sempre più personalizzati in grado di soddisfare le aspettative più ardue. Nel mercato odierno, le organizzazioni che intendono conservare i clienti acquisiti ed attrarne di nuovi, devono conseguire uno stato di gestione tale dove le vendite ed i servizi ai clienti si realizzano con metodi nuovi e innovativi, e quindi, sviluppare nuovi canali, adottare tecnologia idonea e usare le informazioni sui clienti in modo strategico. Questi aspetti di uno stesso metodo costituiscono uno strumento finalizzato a creare opportunità di business e a migliorare le performances dell azienda. Il Customer Relationship Management (CRM) è lo strumento di business che può raggiungere le condizioni suddette grazie agli aspetti tecno-organizzativi che lo contraddistinguono. Il CRM a giusta ragione può considerarsi come un mix tra un orientamento aziendale, che vede i clienti, e non i processi interni, al centro del business, in termini organizzativi e di filosofia aziendale e la soluzione tecnologia necessaria a realizzarlo. E ormai risaputo che ad un azienda costa notevolmente meno conservare clienti già acquisiti di quanto non costi acquisirne di nuovi e ciò enfatizza ancora di più l importanza del CRM come lo strumento più efficace per allargare la base clienti e massimizzare il valore di ogni transazione commerciale. La crescita del CRM in termini di applicazioni e filosofia è dovuta in parte a Internet. Negli ultimi 5 anni, infatti, c è stato quasi uno sconvolgimento nell uso del Network a scopi aziendali. E stato creato un numero enorme di siti web e home pages ed attualmente l utilizzo efficace della rete, unita ad una struttura web services e ad una ben pensata strategia CRM, sta ed è un mezzo strategico che le aziende possono usare per raggiungere un concreto vantaggio competitivo. Solitamente le politiche di vendita e tutte le applicazioni oggi riconducibili al CRM non solo sono state difficili da implementare, ma hanno anche avuto un posto di secondo piano nella scala dei valori della pianificazione aziendale. Con Internet, la necessità del vantaggio competitivo nonché la velocità con la quale i servizi/prodotti devono essere necessariamente forniti a costo ottimale, e la conoscenza della base clienti, rendono ancora più impellente ed essenziale, consapevolmente o inconsapevolmente, il bisogno di uno strumento CRM. La difficoltà sta nel definire e pianificare una strategia CRM in termini di utilizzo, intervento, gestione e sviluppo della tecnologia, il beneficio reale in rapporto ai 4

5 costi e l integrazione coerente con la strategia E-Business complessiva. Tutto ciò nella salvaguardia degli investimenti già effettuati in termini di sistemi e applicazioni a regime. In breve, una soluzione CRM efficace, generata e pensata sotto l esclusiva spinta della volontà e necessità dell azienda committente in perfetta comprensione, consapevolezza e sintonia sul significato reale e concreto del CRM, pone una azienda in grado di utilizzare efficacemente l estremo potere di Internet, assicura nel contempo che i clienti diventino per tutta l azienda l interesse centrale sotto la spinta dell applicazione e provoca infine la crescita del numero dei clienti, la loro lealtà e la conseguente redditività che è sicuramente il fenomeno più auspicabile che possa accadere a una organizzazione nel mercato convulso del 3 millennio. Informatica & Tecnologia S.r.l

6 Il CRM Nel corso degli ultimi quindici anni le aziende si sono concentrate sul taglio dei costi e sull incremento dei profitti con l ausilio di modelli di organizzazione orientati ai processi e alle procedure operative interne. Il CRM è invece una filosofia di business non orientata ai processi ma ai clienti ed è, senza dubbio, nella ricerca dell efficacia aziendale e commerciale, un arma rilevante ma in molte aziende è stata sottovalutata perché: In mancanza di un approccio professionale padrone dell argomento e che soprattutto sia in grado di trasmettere quali sono I ritorni di tali investimenti, può risultare complesso nonchè oggettivamente difficile come effettivamente in molti casi è avvenuto, spiegare: a) cosa esattamente significa il CRM e come esso può fare leva per creare ROI e vantaggio competitivo non quello soltanto annunciato e poi disatteso ma quello misurabile secondo metriche ben precise. b) come trasferire alle aziende il concetto CRM di reciprocità esistente tra l aspetto organizzativo e quello tecnologico; c) perchè è oggettivamente difficile condurre l implementazione del CRM riducendo al minimo le criticità. I costruttori di applicazioni CRM hanno compreso per tempo che l area CRM poteva rappresentare una rilevantissima quota di per se stessa e quindi hanno immesso sul mercato un numero di prodotti finalizzati a risolvere qualsiasi applicazione CRM con una singola soluzione. Ciò ha creato confusione. In realtà, il CRM è più una filosofia, un etica di business che una suite di prodotti software da implementare a tutti i costi; la tecnologia è importantissima, ma rappresenta il veloce e razionale facilitatore di una strategia che si è già deciso di orientare ai clienti. Altri motivi di confusione, oltre quelli provocati dalla selva di soluzioni esistenti sul mercato, sono costituiti dalle differenze esistenti nella stessa terminologia usata dal Management Consulting e dai fornitori IT; altri disaccordi riguardano i metodi che una organizzazione dovrebbe adottare per implementare sia una strategia che la stessa attività di sviluppo; esiste carenza di consenso unanime perfino sul significato di CRM e sul come il CRM può integrarsi con il back-end. Il contenuto di questo documento è volutamente semplice e non pretende affatto di elargire o suggerire la formula univoca per implementazioni CRM di successo ma tenta esclusivamente di trasmettere il significato fondamentale del CRM sia dalla 6

7 prospettiva del business funzionale che dal punto di vista della tecnologia così come è interpretato in Informatica & Tecnologia. Rappresenta, d altro canto, uno stimolo a riflettere sui veri e molte volte celati benefici di business che il CRM può generare ed è un tentativo di porre enfasi sugli argomenti chiave che dovrebbero, secondo Informatica & Tecnologia, essere trattati con lo scopo di creare soluzioni CRM che rispettino le premesse per le quali sono state pensate, e cioè il successo ed il profitto. Perché il CRM Uno dei grossolani equivoci sul CRM risiede nel fatto che concettualmente viene interpretato da molte realtà come un nuovo nato in casa IT; non è affatto così, ed inoltre, risulterebbe molto più veloce spiegare che cosa il CRM non è piuttosto che spiegare cosa è. Per Informatica & Tecnologia il CRM è una filosofia di business che definisce e descrive concettualmente ed operativamente una strategia che pone i clienti al cuore delle attività e della cultura aziendale - specialmente quella del frontend - e dei processi organizzativi di una azienda, e che ha necessità del supporto di una adeguata tecnologia avanzata per realizzare e per estrinsecare tutti i benefici che potenzialmente può fornire. In primo luogo è importante definire la giusta filosofia di business - come parte di una strategia E-Business complessiva - e successivamente implementare tutto il resto, assolutamente non come una soluzione one-off, ma gradualmente. Per capire a che livello una organizzazione sia posizionata in termini di front-end e a quale distanza virtualmente sia da una potenziale soluzione CRM, potrebbe essere utile formulare e dare responso ai seguenti temi: Se l azienda conosce i clienti esistenti Se tutti i clienti risultano remunerativi Se l azienda conosce quali sono i prodotti/servizi che sono stati più movimentati nel passato Se l azienda possiede i mezzi per catturare le informazioni riguardanti i clienti Se tutti in azienda sono consapevoli di cosa realmente l azienda fa e chi sono i clienti target di mercato 7

8 Se tutti in azienda sono consapevoli che essi stessi sono potenzialmente parte essenziale degli sforzi di marketing/commerciali Se le aree o le divisioni o gli individui che interagiscono con i clienti interagiscono tra di loro Se tutte le informazioni fornite ai clienti sono consistenti, aggiornate e facilmente accessibili Se in azienda esistono livelli di qualità di servizio standard (per esempio tempi di risposta clienti e consegna, risoluzione problemi diversi ecc.) Se si è mai posto in azienda il problema di individuare gruppi specifici di clienti da coniugare con specifici prodotti e/o servizi Se si è mai posto in azienda il problema di eliminare attività commerciali non proficue e di concentrare invece degli sforzi in modo molto più mirato Se esistono sistemi per attrarre nuovi clienti, massimizzare ogni transazione dai clienti esistenti e creare profili clienti singoli, di gruppo e di massa Se esistono sistemi per gestire numerosi clienti simultaneamente e consistentemente e se, nel contempo, eventuali problemi inattesi che riguardano i clienti possono essere risolti con sollecitudine Se esistono in azienda sistemi per fornire consulenza ai clienti indipendentemente dal core-business che contraddistingue l organizzazione Se esiste in azienda una atmosfera tale da prevedere cambi organizzativi e/o tecnologici Se in azienda esistono dei sistemi che la rendono reperibile e accessibile in modo molto semplice dai clienti sul mercato Se le risposte negative sono in numero superiore a quelle positive, le probabilità che una adeguata soluzione CRM possa risultare di beneficio significativo in una azienda sono altissime. Per anni, come è stato già accennato precedentemente, molte aziende hanno focalizzato i propri sforzi per tagliare i costi e migliorare l efficienza interna, semplificando i processi, spesso automatizzando aree di back-end come il manufacturing, la logistica e la parte finanziaria; al contrario, lo sforzo destinato e realizzato in attività di front-end, in termini organizzativi e tecnologici - come vendite e marketing - è stato spesso limitato e ritardato. Ciò è quantomeno risibile dato che una strategia e una implementazione CRM possono essere di gran lunga 8

9 più gratificanti e remunerative di quanto possa esserlo una qualunque applicazione back-end. L argomento sicuramente più forte a sostegno della teoria che afferma l incontrovertibile presenza di una rilevante necessità d applicazione del CRM nel business moderno, indipendentemente dal settore di mercato, è costituito da riflessioni relativamente semplici: Così come i mercati si consolidano in un tutt uno per effetto della globalizzazione e della tecnologia, e l attività dei fornitori diventa più efficace nella distribuzione di prodotti e servizi, così diventa sempre più difficile per i consumatori differenziare i servizi loro offerti; per esempio, capire complessivamente che cosa crea la differenza tra un videorecorder e un altro, oppure capire le differenze tra i vari servizi informativi di stock pricing presenti sul mercato. Al miglioramento della qualità dei prodotti e dei servizi, corrisponde un aumento delle aspettative dei clienti. Fino a che un qualsiasi cliente può, a volontà, cambiare fornitore, diventerà sempre più difficile per un azienda stimolare la lealtà nei clienti. Aumentano sempre più le aziende che si accorgono del maggiore potere discrezionale di cui dispongono i clienti, e ciò avviene proprio per la sempre più stressante concorrenza di mercato. La Deregulation, per esempio, ha forzatamente indotto, in ambito internazionale, la creazione di entità monopolistiche, specialmente nei settori della comunicazione e dei pubblici servizi, specificatamente per conservare quote di mercato significative. Altro esempio, drammaticamente vero negli ultimi tempi visti i fatti gravi di violenza internazionale, riguarda il turismo e la movimentazione di persone: i prezzi sempre più bassi costringono le compagnie aeree, le agenzie di viaggi, gli hotels e così via a livellarsi alle aspettative dei clienti come non hanno mai dovuto fare in precedenza. In aggiunta alla situazione complessiva, Internet mette i clienti, o chi compra in generale, nella posizione di variare fornitore con un semplice movimento del Mouse; tutto ciò è dunque un fenomeno socio/economico/tecnologico che diventa un problema tangibile per qualsiasi organizzazione mirata al profitto, sia essa orientata ai clienti finali o alla vendita business-to-business, indipendentemente dal settore verticale di appartenenza. Come già è stato accennato, è realmente provato che i costi necessari per conservare i clienti sono notevolmente più bassi di quelli che servono per acquisirne di nuovi, in alcuni casi in un rapporto di 5 a 1. 9

10 Ciò nonostante le aziende, nell espandere la base clienti, devono anche conservare quelli già esistenti, e la mole d affari che ogni buon cliente può procurare è di solito importante nella stessa misura in cui lo è l incremento della quota nominale di mercato; mediante un ottima gestione della relazione con un buon cliente possono aumentare le vendite a quel cliente e infine aumentare la redditività di quella relazione. In tutto ciò che è stato detto consiste essenzialmente il CRM. Esempi reali: Un noto gruppo automobilistico europeo, sulla base di statistiche elaborate sull intervallo di tempo tra l acquisto di una automobile e la sua sostituzione e la conoscenza delle categorie clienti, provvede all invio di cortesi lettere d offerta per il test di nuovi modelli; la conoscenza, frutto del CRM, è stata qui utilizzata in modo molto appropriato. Risultato: 9 clienti accettano il test, 7 si presentano per effettuarlo, 5 acquistano i nuovi modelli - questo è CRM. Un noto gruppo internazionale Retail (Grande Distribuzione) immette sul mercato il suo nuovo sistema di acquisto on-line su Internet. Nel giro di poco tempo l utilizzo di questa modalità d acquisto si diffonde a macchia d olio, anche se per parecchi clienti l ingresso in tale servizio all inizio si è dimostrato interessante ma ha generato perplessità. Il cambiamento sostanziale è avvenuto quando parecchi clienti si sono accorti, all ingresso per la seconda volta nel sito d acquisto, che gli articoli visionati nella precedente occasione erano già nel corpo dell ordine. Durante visite fisiche nei negozi della catena, altri clienti acquistano articoli non presenti negli acquisti effettuati precedentemente on-line; al successivo accesso al sito essi ritrovano nel corpo dell ordine anche quegli articoli acquistati di persona: questo è CRM. Un altro esempio è il messaggio di benvenuto che i telecom provider inviano sui cellulari quando si viaggia all estero, identificando l opportuno provider di telefonia mobile e rilasciando un numero d emergenza da chiamare in caso di eventuali problemi: questo è CRM. 10

11 Il possesso di una panoramica unificata dei clienti La considerazione e valutazione delle modalità con le quali un azienda interagisce con i fornitori, con i partners e con i clienti è parte del CRM ma non è esclusivamente da questo lato che può essere emessa una valutazione esaustiva di merito della necessità o meno del CRM. SUPPLIERS Fax Telex Telephone Mobile Brochures YOUR ORGANISATION Web Site PARTNERS Mail Advertising Reps CUSTOMERS Tradizionalmente, le relazioni tra clienti e fornitori sono state multicanale; inoltre, in una organizzazione la divisione finanziaria comunica, agisce con la contabilità, con diversi mezzi; la divisione vendite comunica con gli acquisti, i servizi comunicano con il supporto tecnico; tutte queste entità comunicano ma non interagiscono tra di esse perché non posseggono la capacità di beneficiarsi reciprocamente mediante la conoscenza o esperienza che esiste tra essi stessi; in breve non condividono informazioni razionali, - un esempio potrebbe essere il nonsense che si verificherebbe se un 11

12 qualsiasi direttore acquisti ponesse un cliente in attesa, quando lo stesso cliente si è appena accordato con il direttore commerciale per un ordine molto cospicuo; ciò significa non essere allineati. Il CRM è uno strumento potente che permette a una azienda di capitalizzare tutta la conoscenza di cui dispone su un cliente attraverso tutti i dipartimenti da cui è composta, con tutte le informazioni consistentemente allineate. Il messaggio che qui si intende in sostanza trasferire consiste nella presa di coscienza che: il CRM è una questione che interessa e impatta in tutta l azienda sia da un punto di vista funzionale che tecnologico; una soluzione CRM necessita di comunicazione e condivisione di dati in ogni settore dell azienda, specialmente in alcune, inclusa la produzione e la parte finanziaria. Uno dei passi necessari alla realizzazione di una soluzione CRM, consiste nel porre enfasi funzionale su 3 attività in riferimento a 3 classi di dati riguardanti i clienti: Reperire e riunire informazioni su i clienti provenienti da fonti multiple Collezionare le informazioni in modo centralizzato Fornire accesso e/o trasmettere agli interessati i dati sui clienti pertinenti, sia all interno che all esterno dell azienda Questo processo permette a una organizzazione di costruire una visione unificata dei suoi clienti, e per rendere efficace il processo, occorre anche che ci sia un provenire di flussi costanti di informazioni da tutti i dipartimenti e i dati devono essere correlati, analizzati e presentati in un modo significativo e personalizzato a tutti coloro i quali sono interessati e coinvolti nel front-end, incluso il topmanagement. In realtà, molte aziende operano come singoli dipartimenti e tutte le informazioni prodotte e/o reperite da singoli dipartimenti sono messe a disposizione e riguardano esclusivamente gli scopi di specifici dipartimenti, e queste modalità non ricalcano affatto una prospettiva di integrazione complessiva, e quindi non utilizzano per gli scopi del front-end l enorme patrimonio di dati che posseggono. Per esempio, molte organizzazioni funzionano per linee di prodotto, e ciò significa che uno stesso cliente può acquistare da dipartimenti diversi e con riferimenti contabili diversi; certamente fa senso in ultima analisi, che le basi dei dati, per esempio tra marketing e vendite siano allineati perchè compito delle vendite è cedere prodotti e/o servizi che il marketing promuove. A livello concreto, i benefici che una visione dei clienti unificata può dare sono enormi ed è bene qui sottolinearne alcuni aspetti: per esempio, chiunque, al giusto 12

13 livello e con le necessarie autorizzazioni, dovrebbe essere messo in condizione di accedere alle informazioni riguardanti un cliente, dallo storico d acquisto al servizio richiesto e fino alla situazione finanziaria; un venditore che agisce con un cliente acquisito deve essere consapevole di tutti i problemi di servizio che quel cliente ha avuto precedentemente e deve poter risolvere qualsiasi problema, oppure l intera forza commerciale, con lo storico degli eventi del cliente, può trasformare la casuale risoluzione di un problema in una opportunità per vendere articoli e/o servizi di più alto margine o di vendere un più alto numero di prodotti uguali in una singola transazione, e quindi massimizzare una transazione realizzando il cosidetto up-selling e cross-selling. Dall unione dei dati di back-office - come manufacturing o logistica, con quelli di front-office le aziende possono controllare il ciclo del prodotto e quindi fornire precise e aggiornate informazioni ai clienti riguardo l evasione di ordini o su schede tecniche dei prodotti. Le implicazioni di una visione unificata dei clienti oltrepassa anche le precedenti considerazioni, perché, - e questa è una caratteristica del CRM, la costruzione di profili individuali di clienti permette a una azienda di valutare il valore reale dei clienti, di definire come gli stessi clienti possono incrementare il business e di far migrare sul canale idoneo dati clienti sulla base del valore da essi apportato. Molte aziende sono oggi in condizione di definire quanta redditività proviene da ogni cliente; altre sono in grado di analizzare il costo d acquisizione iniziale di un cliente e la fonte d origine - visite commerciali, sconti, marketing diretto e così via; altre ancora possono stimare il costo di servizio di un cliente sia da una prospettiva tempo/materiali che sulla base pagamento/credito; altre possono avere inputs su potenziali business da processi di gestione contabile o finanziaria; Ma pochissime posseggono un profilo unico per cliente originato da informazioni di più dipartimenti e/o da enti esterni nonché gli strumenti di analisi a supporto che permettono di indirizzare con la massima efficacia strategie di mercato, di frontend, di prodotto/servizio/mercato e di campagne specifiche di marketing. Queste pochissime aziende sono quelle che posseggono una soluzione CRM. Un obiettivo che risulta particolarmente utile, e che il CRM permette, consiste nel dare al management la stessa visione che possiede la parte vendite e dunque la facoltà di comprendere il modo in cui il business funziona, e ciò è impagabile, perché il management può così misurare efficacemente le performances dei prodotti/servizi/addetti e raggiungere più alti profitti mediante più oculate e razionali scelte dei targets di mercato. 13

14 Per riassumere il tema dei dati su i clienti unificati: la base dati CRM accetta tutte le informazioni sui clienti indipendentemente dalla fonte informativa d origine; naturalmente, non a tutti viene permesso l accesso alle informazioni ma a quelli per i quali la conoscenza di quella classe di dati è adeguata alla loro funzione, inoltre potrebbe essere vantaggioso rendere accessibili alcuni dati a fornitori, partners, e altri clienti. Customer Details Service History Credit Rating Quotation Details Purchase History Advertising Response Sales Leads Suppliers Information Partner Details Customer Complaints CRM DATABASE ACCESS AUTHORISATION PROCESS Finance Marketing Production Logistics Sales Logistics Service FIREWALL ACHIEVING A UNIFIED VIEW OF YOUR CUSTOMER Suppliers Partners Customers EXTERNAL ACCESS Esistono attualmente diverse soluzioni tecnologiche che consentono molte delle diverse applicazioni (in alcuni casi tutte) accennate precedentemente, ma è bene tener presente che soltanto in fantomatiche e rarissime occasioni tutte le caratteristiche applicative risulterebbero sinergiche alla struttura e alla volontà di una azienda in un tutt uno potente e flessibile. Le aziende possono aver accumulato anche inconsapevolmente numerosissime informazioni attraverso canali diversi e residenti su basi dati diverse ed è chiaro che occorre salvaguardare i sistemi residenti perché la loro sostituzione non sarebbe certamente una soluzione economicamente efficiente; ed è per questa 14

15 ragione che la tecnologia Web EIP, per esempio posta come base per nuove applicazioni risulterebbe un approccio ben più ottimizzante per una comunicazione complessiva e condivisa. Il messaggio dunque più importante è ancora una volta, quello di non vedere il CRM come una applicazione singola o stand-alone ma come una applicazione complessiva di strategia E-Business. Il fornire ai clienti una panoramica aziendale unificata Nel precedente capitolo si è considerato l approccio di visione unificata dei clienti, come un mezzo di comprensione di alcuni dei differenti aspetti e punti premianti delle soluzioni CRM. Ai fini CRM è basilare anche comprendere il contrario, cioè dare ai clienti una visione unificata dell azienda. Nel mondo odierno tutte le aziende devono adeguarsi all impatto di internet, a maggior ragione con soluzioni CRM oltre che con i canali storici di interazione clienti. Questi ultimi probabilmente sceglieranno l organizzazione con la quale è più facile interagire; possono avere una preferenza per l uso di comunicazioni telefoniche o , ma probabilmente saranno sempre più Internet-consapevoli tanto da reperire informazioni o effettuare transazioni sul Web individualmente; probabilmente useranno diversi canali di comunicazione in tempi diversi o simultaneamente. Questo tipo di gestione clienti multicanale è sempre più una criticità nella strategia CRM perché è particolarmente importante e proficuo poter migrare i clienti su canali ottimali. Diventa quindi un fattore discriminante nel momento in cui occorre valutare soluzioni di tipo tecnologico. L immagine sotto mostra la complessità di interazione con i clienti attraverso canali diversi e indica alcune delle aree nelle quali la tecnologia riduce gli oneri sugli addetti al supporto e taglia i costi. CUSTOMERS Telephone Auto Respond IVR Fax Intelligent Management CTI FAQ s Knowledge Base Website Auto-suggest Phone Me Chat VoIP CONTACT CENTRE AGENTS Immediate Response Delayed Response Possible 15

16 Interactive Voice Response (IVR) Systems I sistemi vocali automatizzati (parti di soluzioni CRM Contact Center) che presiedono alle risposte telefoniche in automatico e indicano opzioni possibili a tastiera, costituiscono un metodo di guida on-line in termini di indirizzamento e/o di priorità alle chiamate e aiutano a dimezzare la durata delle stesse. Questi sistemi sono sicuramente estremamente funzionali, ma allo stesso tempo possono risultare ingestibili e controproducenti per i clienti. In diverse occasioni, infatti, le intenzioni per i quali sono stati progettati hanno dato l effetto opposto e i clienti si sono persi. Dunque, tali sistemi non devono creare un sovraffollamento informativo, ma, al contrario, possedere come linee guida di un sistema IVR brevità, buon senso e cortesia. Intelligent Management La gestione è anche una parte del CRM sempre più in prima linea e la tecnologia di responso automatico può risultare molto efficace; sistemi intelligenti possono ricercare particolari per parole chiavi e suggerire dunque diversi possibili responsi ordinati per probabile accuratezza; la tecnologia Knowledge Management può fornire potenti strumenti per applicazioni CRM; le risposte possono direttamente essere indirizzate all utente in seguito a semplici domande o essere guidate a sistemi cosiddetti auto-suggest in caso di istanze più complesse. World Wide Web Una azienda su Internet può costituire un grande risparmio sui costi perché invoglia i clienti all auto servizio, cioè a trovare in autonomia le risposte ai propri interrogativi socio/commerciali, per mezzo del sistema di risposta automatico a domande frequenti (in inglese FAQs), oppure mediante ricerca rapidissima su basi di conoscenza (Knowledge Management). Mentre il sistema agisce da filtro razionale sulla base delle domande, i clienti possono accedere on-line alla comunicazione con gli agenti o con la forza mobile commerciale per mezzo dei fonemi, una tecnologia attivata quando sul Web viene chiesta l opzione Chiama, la quale mediante un sistema di deviazione tra Call Center e agente via base dati è in grado di allineare chiamate e informazioni simultaneamente. I clienti possono naturalmente, come già detto, porsi in conversazione con gli agenti mediante sistemi di trasmissione vocale su Internet (in inglese VoIP Voice over IP Internet Protocol). 16

17 La teoria che diventa pratica Il concetto CRM che di per se stesso già può risultare annoso se analizzato in tutti i suoi possibili sbocchi, sia funzionali che tecnologici, diventa, a volte un problema nel momento in cui dalle parole è necessario produrre i fatti. Molte aziende per esempio non sono in grado di identificare i loro clienti, raramente hanno una consapevolezza di chi sono i clienti che offrono maggiore redditività, o di quelli che potenzialmente potrebbero offrirla; poche realtà comprendono ciò che in effetti i clienti cercano sia in termini di prodotti che di esigenze di servizio desiderate; pochi, ancora, sono in grado di misurare l efficacia della loro organizzazione interna rivolta ai clienti (ammesso che ce ne sia una). La razionalizzazione di questi temi può impattare sulla cultura e sulla strategia organizzativa di un organizzazione; procedure stabilizzate potrebbero aver bisogno di essere ripensate; i servizi, che normalmente sono interpretati come costi, dovrebbero essere invece interpretati come un mezzo per conservare i clienti nonché come un opportunità di up-selling e cross-selling; le risorse con skill tecnico/commerciale sono un add-on service nelle procedure dell azienda, perché i clienti hanno spesso necessità di spiegazioni che accettano di buon grado solitamente da chi non tenta a tutti i costi di vendere pur di concludere una trattativa. Un tecnico può offrire e spiegare gli aggiornamenti su prodotti acquistati nel passato, ecco perché nell interconnessione tra il Contact Center e i cosiddetti tecnici di supporto su soluzioni CRM, per forza commerciale a regime nel mercato, le aziende preferiscono skills di quel genere ad altri. Spesso, nel corso della realizzazione di soluzioni CRM, alcune funzioni aziendali sono costrette a variare così come variano e migliorano i fenomeni che il CRM evidenzia. Per esempio, in Europa, un fornitore di servizi telefonici doveva ridurre drasticamente l indice di cambiamento fornitore, che è un diritto che i clienti possono esercitare a loro piacimento nel libero mercato dei servizi. Per realizzare le premesse, il fornitore ha deciso di emettere coupons di risparmio ai clienti per la loro lealtà e a tutti i clienti, indiscriminatamente, che avessero deciso di ritornare a servirsi dei loro servizi. Tutto ciò avveniva nel corso di uno sviluppo CRM. Nel momento in cui si è giunti alla realizzazione dell applicazione integrata con il dipartimento contabile/finanziario, finalizzata ad analizzare i modelli di spesa dei clienti, ci si è drammaticamente accorti che moltissimi coupons erano stati inviati indiscriminatamente anche a clienti a basso valore aggiunto che rappresentavano per l azienda solo un onere finanziario sui servizi e nessun beneficio. Questo è anche CRM. E bene enfatizzare in tutto ciò un concetto basilare: anche se le implicazioni organizzative necessarie alla realizzazione del CRM possono essere di rilievo, ciò non significa affatto che l adozione di una strategia CRM e il 17

18 conseguente coinvolgimento programmatico preveda per una azienda una ristrutturazione globale; assolutamente no! Perché no? Semplicemente perché se un programma CRM viene gestito da entità perfettamente allineate a un iter professionale e tecnologico corretto, il processo al quale si accennava poc anzi è evolutivo e non traumatico. L attività di persuasione di una politica aziendale focalizzata e finalizzata ai clienti come modo più efficace di aumentare i profitti in congiunzione con la velocità, la natura del cambio e la priorità delle attività, è e rimane una questione di strategia e tattica di programma CRM. E la tattica CRM, che è poi quella adottata da Informatica & Tecnologia, impone avanzamenti graduali e non soluzioni complessive one-off. L esperienza dei programmi CRM ha già ampliamente dimostrato che la gestione di programma incrementale, che è quella che prevede piccoli cambiamenti successivi, può apportare benefici significativi in contrapposizione ad approcci rivoluzionari ed esplosivi. La tecnologia disponibile Informatica & Tecnologia non possiede una visione del CRM come un set di moduli software da implementare, bensì vede il CRM come un intervento. Tuttavia ritiene utile evidenziare ciò che esiste nel mercato in termini di soluzioni pacchettizzate, evitando nomi di fornitori ma sottolineandone le funzionalità. Alcune grosse realtà nello scenario internazionale hanno sviluppato internamente nel passato alcune delle applicazioni che sono adesso accessibili come soluzioni pacchettizzate. L integrazione di sistemi esistenti con soluzioni CRM nuove deve trovare una via che si riveli percorribile perché non è possibile pensare di eliminare un patrimonio infrastrutturale consistente, ma non è al contempo possibile pensare di creare integrazioni così complesse ed eterogenee da risultare ingestibili; dunque il risultato è nelle mani di chi in stretta ed effettiva cooperazione con il management decide e gestisce strategia e tattica CRM. D altro canto, i risultati complessivi di una strategia CRM non sono generati da un solo progetto, ma sono frutto, come già accennato, di una strategia evolutiva che sottintende modalità e dati di sviluppo delle aree ristrette in rapporto ad applicazioni complessive. Queste modalità (in Inglese quick-win), vantaggiose dal punto di vista politico, tecnologico e commerciale, permettono il raggiungimento di risultati veloci senza alcun trauma per l azienda. A grandi linee, le categorie principali da tradurre in applicazioni necessarie allo sviluppo di una strategia CRM e che fanno parte molte volte di una suite di prodotti tecnologici sono: Contact Management Systems 18

19 Call/Contact Management Systems Field Service Web Self Service Product Information Marketing automation E-marketing Contact Management Systems (CMS) Molte organizzazioni equivocano sul CMS credendolo erroneamente un sinonimo di CRM. Le soluzioni software CMS forniscono solo i contatti con i clienti più importanti, lo storico delle trattative e qualche livello di misurazione performance e analisi dei clienti; soluzioni più sofisticate prevedono automazione forza vendita, calendari commerciali e pianificazione commerciale. E una soluzione che rende omogenee risorse di vendita diverse, che altrimenti agirebbero indipendentemente l uno dall altro. Alcune funzionalità sono imprescindibili dal punto di vista funzionale, altre sono discutibili ai fini CRM. Il cuore dell applicazione CMS deve consistere in uno strumento che coordina le attività di tutti coloro i quali sono coinvolti nei processi di vendita indipendentemente dalla loro dislocazione. Infine, l applicazione deve fornire al management una veduta unificata di tutte le attività di vendita. L applicazione è spesso integrata all applicazione Call Center e consente ritorni e benefici veloci (quick-win); è necessario in questo caso che l infrastruttura supporti sia reti telefoniche tradizionali che dispositivi wireless e fortissime capacità di sincronizzazione dei dati. Questo processo assicura che i dati residenti su supporti remoti, come può essere il portatile di un venditore, siano continuamente aggiornati in senso incrociato con la base dati centralizzata. Alcuni sistemi supportano la sincronia dei dati basata sul Web, il che permette in remoto di ricevere e trasmettere usando un comune browser, caratteristica quest ultima vitale per le aziende a veloce movimentazione prodotto, dove sono richiesti continui aggiornamenti. In ambienti più complessi, invece, dove il ciclo vendite è più collaborativo e di maggiore durata, è richiesta la gestione eventi e calendari in modo da allineare tutti su tutte le attività a regime; le informazioni sugli eventi da organizzare, sui dati da evadere, sugli ordini e sulle vendite devono essere visibili a chi è autorizzato. Come minima caratteristica funzionale CMS, inoltre, devono anche essere prodotti 19

20 reports complessivi con indicazioni per territorio, regione, gruppo di prodotto, addetto e linea di prodotto. Resta naturalmente vitale, l integrazione di queste informazioni con quelle provenienti da contabilità, manufacturing e così via. Call/Contact Centre Management Il Contact/Call Center è sia una infrastruttura che la relativa applicazione, la quale può essere in parte integrata con il precedente CMS. Lo scopo è gestire le interazioni con i clienti su canali multipli (accennati precedentemente); le soluzioni esistenti prevedono tecnologia CTI - integrazione computer/telefono e sofisticati sistemi di indirizzamento, priorità, misurazione chiamate e valutazione delle stesse (nel senso di identificare parole chiave in un messaggio), ricerca base dati e lista di possibili soluzioni in ordine di probabilità, tutto ciò con il Web in linea. Un sistema del genere, una volta a regime, fornisce non soltanto i benefici di integrazione al CRM e di utilizzo reale, i quali sono nelle premesse, ma anche il punto di partenza dal quale può essere misurata l efficacia del Call/Contact Center e il punto di partenza dal quale possono essere formulate nuove strategie di miglioramento. A questo proposito, le architetture funzionali più confacenti ai sistemi CRM sono naturalmente quelle che passano da tecniche di misurazione di base delle attività a un vero e proprio check dell Up-selling, Cross-selling, dell inclinazione e soddisfazione dei clienti con accesso immediato alla storia cliente (che è un must). Field Service La chiave dell allinemento tra la base dati e i dati che la forza commerciale a regime deve possedere, è la comunicazione funzionale e tecnologica con la storia del cliente tanto da porre il funzionario in grado di evadere le aspettative di servizio richiesto, naturalmente anche wireless. Il sistema che categorizza e crea priorità alle attività di interazione con i clienti, su qualsiasi canale siano presenti, deve necessariamente essere integrato con le applicazioni di Back-office, come fatturazione, elaborazione ordini e situazione finanziaria, crediti e così via. Il sistema deve, in ultima analisi, ed è cruciale che lo sia, essere perfettamente allineato non solo al Contact o Call Center, ma anche a tutte quelle applicazioni che richiedono condivisione razionale dei dati on-line. Tali sistemi devono essere in grado di offrire reporting immediato al management, in termini di monitoring delle attività, così che diventi chiaro il livello di efficacia del servizio e del supporto fornito. Web Self Service 20

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Business Intelligence: dell impresa

Business Intelligence: dell impresa Architetture Business Intelligence: dell impresa Silvana Bortolin Come organizzare la complessità e porla al servizio dell impresa attraverso i sistemi di Business Intelligence, per creare processi organizzativi

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo.

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo. Pag. 1/7 Prof. Like you Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01 Email / Web / Social Pag. 2/7 hottimo.crm Con CRM (Customer Relationship Management) si indicano tutti gli aspetti di interazione

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Project Management Office per centrare tempi e costi

Project Management Office per centrare tempi e costi Project Management Office per centrare tempi e costi Il Project Management Office (PMO) rappresenta l insieme di attività e strumenti per mantenere efficacemente gli obiettivi di tempi, costi e qualità

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 Centralized control with decentralized responsibility (Johnson and Kaplan, 1987) 1. Dalla nascita fino al 1920 La General Motors,

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni

Sistemi di supporto alle decisioni Sistemi di supporto alle decisioni Introduzione I sistemi di supporto alle decisioni, DSS (decision support system), sono strumenti informatici che utilizzano dati e modelli matematici a supporto del decision

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Comunicazioni video Avaya

Comunicazioni video Avaya Comunicazioni video Avaya Video ad alta definizione per singoli e gruppi a livello aziendale. Facile utilizzo. Ampiezza di banda ridotta. Scelta di endpoint e funzionalità. Le soluzioni video Avaya sfatano

Dettagli