Manuale di programmazione torni con CN Fanuc

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale di programmazione torni con CN Fanuc"

Transcript

1 Manuale di programmazione torni con CN Fanuc R.F. CELADA Ver

2 2

3 PREMESSA Da leggere prima di iniziare la consultazione del seguente manuale : 1. Questo manuale serve solo come aiuto veloce, per la descrizione dettagliata di tutte le operazioni riferirsi ai manuali forniti con la macchina. 2. Il tornio, utilizzato in modo improprio, può risultare altamente pericoloso, quindi leggere tutte le informazioni relative alla sicurezza prima di utilizzare il tornio. 3. Per i codici M o G, che come primo numero hanno lo 0, si può evitare di scrivere tale numero senza cambiare di significato al codice stesso. Quindi scrivere G00 o G0 e M03 o M3 è la stessa cosa. 4. Alcuni codici M o G sono modali, cioè rimangono attivi finchè non vengono annullati da altri codici dello stesso tipo, altri non sono modali e quindi sono attivi solo nel blocco in cui sono scritti. 5. Il seguente manuale fornisce notizie su quasi tutti i codici G disponibili con un CN Fanuc della serie 0/16/18/21: questo non significa che tutte le macchine con il CN Fanuc hanno attivate tutte le funzioni, in quanto le stesse potrebbero essere delle opzioni attivabili in qualsiasi momento previo pagamento. 6. Il parametro (CLR)3402.6=1 ripristina tutti i codici G attivi all accensione. 7. Il presente manuale utilizza le quote espresse in MM, quindi presuppone che i controlli della serie 16/18/21 abbiano il parametro (DPI) =1 e i controlli della serie 0 abbiano il parametro (NPRD) 16.3 = 1, quindi la quota 1 vuol dire un mm e non un millesimo, nel caso i parametri siano a 0 per programmare un mm digitare 1. o Nel seguente manuale tutti i codici G di TIPO B saranno messi tra parentesi tonde dopo il codice corrispondente di TIPO A come segue : G50(G92) S L autore del presente manuale e la R.F. Celada S.p.A. non si assumono nessuna responsabilità su danni causati a persone o cose derivanti dall uso non responsabile del presente manuale, usare tutte le precauzioni possibili per evitare qualsiasi problema. 3

4 SOMMARIO PARTE I PROGRAMMAZIONE 1 GENERALE MOVIMENTO ASSI E PIANI DI LAVORO Tornio orizzontale Piano di lavoro Tornio orizzontale tipo Harrison Tornio verticale Definizione utensile destro o sinistro e tipo lavorazioni FORMULE CALCOLO PARAMETRI DI LAVORO FORMULE TRIGONOMETRICHE INDIRIZZI PRINCIPALI Tipi di indirizzi Esempi CODICI G Codici di tipo A (Hwacheon, Harrison, Star, You Ji, Hardinge) Codici di tipo B (solo differenze) (Colchester) Tipo di Codici G attivi CODICI M Codici M per Hwacheon Codici M per Colchester Codici M per Harrison Codici M per You Ji Codici M per Femco Codici M per Hardinge Codici M per Hardinge con contromandrino e asse Y Codici M per Takahashi mod. LD CHIAMATA UTENSILE CHIAMATA UTENSILE TABELLA UTENSILI POSIZIONE DI CAMBIO UTENSILE DEFINIZIONE VELOCITA CODICE LIMITI NUMERO DI GIRI CODICE DEFINIZIONE VELOCITÀ CODICE DEFINIZIONE AVANZAMENTO PROGRAMMAZIONE PROFILI MOVIMENTI ASSOLUTI E INCREMENTALI Esempio n MOVIMENTI LINEARI Esempio n SMUSSI E RACCORDI Esempio n Esempio n ANGOLI Esempio n ESEMPIO N 6 (SMUSSI, RACCORDI E ANGOLI) MOVIMENTI CIRCOLARI Cerchio con R Cerchio con I K COMPENSAZIONE RAGGIO Descrizione quadrante utensile ESEMPIO N SOTTOPROGRAMMI SOTTOPROGRAMMA ESTERNO AL PROGRAMMA PRINCIPALE FINE SOTTOPROGRAMMA

5 5.3 RICHIAMO SOTTOPROGRAMMA ESTERNO RICHIAMO DI PIÙ VOLTE DI UN SOTTOPROGRAMMA ANNIDAMENTI RICHIAMO DI UN SOTTOPROGRAMMA DA UNA MEMORIA ESTERNA ESEMPIO DI PROGRAMMA PER 3 PEZZI CONSECUTIVI CICLI FISSI ELENCO CICLI FISSI CICLO FISSO DI FORATURA G CICLO FISSO DI ALESATURA G CICLO FISSO DI MASCHIATURA G84(OPZIONE) O G32(G33) CICLO DI TORNITURA LONGITUDINALE G90 (G77) Esempio n Esempio n CICLO DI TORNITURA TRASVERSALE G94 (G79) Esempio n Esempio n CICLI DI SGROSSATURA E FINITURA Descrizione generale Ciclo di sgrossatura longitudinale G Ciclo di sgrossatura trasversale G Ciclo di sgrossatura a copiare G Ciclo di finitura G CICLI DI FILETTATURA G76, G32, G34, G35, G36 E G92 (G78) Tabella filetti Ciclo filettatura longitudinale G Ciclo filettatura longitudinale G32(G33) Ciclo di filettatura a passo variabile G Ciclo filettatura su un arco G35 o G Ciclo di filettatura con specifica della profondità di passata G92 (G78) CICLO PER FORATURE E GOLE G74 E G Ciclo per forature G Ciclo per gole frontali G Ciclo per gole radiali G UTENSILI MOTORIZZATI CODICI USATI Su HWACHEON Su COLCHESTER Codici comuni ASSE B (SOLO HWACHEON SERIE S E SM) ASSE C CICLI FISSI DI FORATURA, ALESATURA E MASCHIATURA Elenco cicli Altri codici Avvertenze Ciclo di foratura in Z G83 o in X G Ciclo di alesatura in Z G85 o in X G Ciclo di maschiatura in Z G84 o in X G ESEMPI DI FRESATURA Esempio n 34 (asole radiali e frontali) Esempio n 35 (fresatura elica) Esempio n 36 (fresatura frontale) COORDINATE POLARI G112(G12.1) E G113(G13.1) Esempio n Esempio n Esempio n Esempio n INTERPOLAZIONE CILINDRICA G7.1 O G Calcolo sviluppo Esempio d interpolazione cilindrica su un D

6 7.7.3 Esempio di interpolazione cilindrica su un D100 (su Hwacheon) CONTROMANDRINO DESCRIZIONE GENERALE Zero pezzo in Z e offset utensili sui 2 mandrini CODICI M USATI Su Hwacheon Su Colchester USO SU HWACHEON Attivazione e rotazione Funzionamento simultaneo mandrino principale e contromandrino Sincronizzazione mandrino principale e contromandrino USO SU COLCHESTER Sincronizzazione tra mandrino principale e contromandrino ESEMPIO N 43 (2 PARTICOLARI UGUALI) ESEMPIO N 44 (1 PARTICOLARE DA BARRA CON SCAMBIO PEZZO) CONTROPUNTA PROGRAMMABILE HWACHEON DESCRIZIONE ATTIVAZIONE/DISATTIVAZIONE CONTROPUNTA SINTASSI PROGRAMMAZIONE PARAMETRICA PREMESSA TIPI DI VARIABILI USO DELLE VARIABILI OPERAZIONI SALTI DI CONDIZIONE SALTO INCONDIZIONATO RIPETIZIONI MACROISTRUZIONI ESEMPIO N 44 (PROGRAMMA PARAMETRICO) MACROISTRUZIONE PER GOLE ESTERNE MACROISTRUZIONE PER FRESATURA FORI VARIABILI DI SISTEMA Alcune variabili di sistema MODIFICA PARAMETRI CON G Modifica Zero Pezzo con codici G tipo A Modifica Zero Pezzo con codici G tipo B Modifica compensazione utensile con codici G tipo A Modifica compensazione utensile con codici G tipo B DIFFERENZE PER TORNI STAR TORNIO TIPO STAR SV TORNIO TIPO STAR SR CODICI G REALIZZATI DALLA STAR OLTRE LA TABELLA DI TIPO A CODICI M PER STAR CHIAMATA UTENSILE Chiamata per macchine tipo SR Chiamata per macchine tipo SV Azzeramento utensili Tabella utensile ESEMPIO PER STAR SR20 R ESEMPIO PER STAR SV32 CON TORRETTA ASSE E DISEGNI PER ESERCIZI ESERCIZIO N ESERCIZIO N ESERCIZIO N ESERCIZIO N

7 13.5 ESERCIZIO N PARTE II - UTILIZZO 1 MONITOR E TASTIERA MONITOR TASTIERA FANUC OPERAZIONI PRELIMINARI PREMESSA ACCENSIONE ROTAZIONE DEL MANDRINO IN MDI CARICAMENTO UTENSILE IN TORRETTA DA MDI CARICAMENTO UTENSILE IN MANUALE AZZERAMENTO PEZZO E UTENSILI AZZERAMENTO PEZZO Zero pezzo su asse Z AZZERAMENTO UTENSILI Azzeramento utensile su asse X (sfiorando il pezzo) Azzeramento utensile su asse Z (sfiorando il pezzo) Azzeramento utensile con presetting (Hwacheon) CREAZIONE E MODIFICA PROGRAMMA CREAZIONE PROGRAMMA NUMERAZIONE AUTOMATICA DEI BLOCCHI PER INSERIRE UN BLOCCO APERTURA DI UN PROGRAMMA GIÀ ESISTENTE INSERIMENTO DI UN COMMENTO O TITOLO PROGRAMMA MODIFICA DI UN BLOCCO CANCELLARE UN DATO CANCELLARE UN BLOCCO INTERO CANCELLARE PIÙ BLOCCHI (I BLOCCHI DEVONO ESSERE NUMERATI) RINOMINARE UN PROGRAMMA CANCELLARE UN PROGRAMMA CANCELLARE TUTTI I PROGRAMMI CANCELLARE ALCUNI PROGRAMMI FUNZIONI ESTETE DI EDITAZIONE (OPZIONE) Duplicare un programma Copia incolla in un nuovo programma Taglia incolla in un nuovo programma Unisci due programmi Sostituzione di parole e indirizzi TRASMISSIONE DATI TRASMISSIONE DATI CON SERIALE RS TRASMISSIONE DATI DA E PER MEMORY CARD (OPZIONE) PROVA PROGRAMMA PROVA GRAFICA SU SERIE 16/18/ PROVA GRAFICA SU SERIE 16I/18I/21I PROVA PROGRAMMA A MACCHINA FERMA ESECUZIONE DEL PROGRAMMA ESECUZIONE DI UN PROGRAMMA BLOCCO-BLOCCO ESECUZIONE DI UN PROGRAMMA IN AUTOMATICO MANUAL GUIDE (OPZIONE) DESCRIZIONE ATTIVAZIONE ESEMPIO

8 8.1.1 Compilazione del programma Esecuzione del programma Modifica di un programma Conversione di un programma da MANUAL GUIDE a ISO

9 PARTE I - PROGRAMMAZIONE 1 GENERALE 1.1 Movimento assi e piani di lavoro Tornio orizzontale R.F. Celada S.p.A Piano di lavoro 9

10 1.1.3 Tornio orizzontale tipo Harrison Tornio verticale 10

11 1.1.5 Definizione utensile destro o sinistro e tipo lavorazioni 11

12 1.2 Formule calcolo parametri di lavoro Di norma i parametri di taglio come la velocità di taglio (Vc) e l avanzamento al giro (fg) vengono forniti dal costruttore degli utensili e vengono scelti in base al materiale del pezzo da lavorare e al tipo di operazione da eseguire (p.e. sgrossatura,finitura, ecc.). Per i torni si può inserire direttamente la Vc come parametro e il controllo calcola automaticamente il numero di giri (vedi G96) come si può inserire l avanzamento al giro (vedi G99), nel caso si voglia programmare con il numero di giri fisso (vedi G97) e l avanzamento in mm al minuto (vedi G98) fare come segue : Parametri per tornitura Vc*1000 S = fg π * Dp = giri al minuto F = = mm/giro Parametri per fresatura con utensili motorizzati S = Vc *1000 π * D F = S * fz * Z = giri al minuto = mm al minuto Leggenda S F Vc Dp fg D fz Z numero di giri avanzamento velocità di taglio diametro pezzo avanzamento al giro diametro fresa avanzamento a tagliente numero taglienti Consigli di lavorazione Il sovrametallo sul diametro deve essere sempre maggiore al raggio di punta dell utensile, diversamente si rischia che il pezzo entri in vibrazione o la finitura superficiale non rispetti la rugosità desiderata. 12

13 1.3 Formule trigonometriche dati incognite formule a (c² - b²) c, b E sen E = b : c D 90 - E b (c² - a²) c, a D sen D = a : c E 90 - D c (b² + a²) b, a E tan E = b : a D 90 E b c * sen E c, E a c * cos E D 90 E b c * cos D c, D a c * sen D E 90 D c b : sen D b, E a b * ctg E D 90 - E c b : cos D b, D a b * tan D E 90 - D c a : cos E a, E b a * tan E D 90 - E c a : sen D a, D b a * ctg D E 90 - D = radice quadrata 13

14 1.4 Indirizzi principali Descrizione Gli indirizzi sono delle lettere, seguite da numeri, che indicano alla macchina il tipo di operazione che deve eseguire Tipi di indirizzi Descrizione Gli indirizzi sono delle lettere che hanno un significato preciso vedi il seguente elenco. Elenco Lettera Descrizione Esempio T identifica l utensile T1010 S numero di giri o velocità di taglio S100 G codici preparazione operazione G02 o G2 M funzioni ausiliarie M03 o M3 N numero di blocco N1000 F avanzamento assi F0.3 X Z Y C assi assoluti X10.35 Z100 U W V H movimento incrementale di X, Z, Y e C U4 W-2 A comando angolare A180.5 I J K centro del cerchio I10 J30.4 R raggio R250 O nome del programma principale (max.8 cifre) O1234 P nome di richiamo del sottoprogramma esterno M98 P1000 X o U o P pausa (X e U espresso in secondi, P in millesimi) G4 X2 L ripetizioni sottoprogramma (da 1 a 9999) L90 ; fine blocco G0 X0;. punto decimale X / blocco barrato (quando attivo il blocco non viene eseguito) /G0 X0 Y0 % codice di fine programma (.) commento scritto tra parentesi tonde (TORNITURA) Esempi Esempio esplicito N100 G0 X100 Z2 S1000 F0.2 M3 Esempio con formula I valori dopo gli indirizzi possono essere inseriti, oltre che esplicitamente, anche sotto formula, quindi il valore sarà il risultato della formula stessa come nell esempio seguente : X[100*2] Z[50/5] S[10000/[3.14*200]] 14

15 1.5 Codici G Codici di tipo A (Hwacheon, Harrison, Star, You Ji, Hardinge) Codice Gruppo Descrizione Altro G0 movimento lineare assi in rapido G1 interpolazione lineare assi in lavoro 01 G2 interpolazione circolare oraria G3 interpolazione circolare antioraria G4 sosta in sec. G10 00 inserimento parametri e compensazioni da programma G11 chiude il G10 G12.1 modo interpolazione in coordinate polari (G112) 25 G13.1 cancella G12.1 (G112) (G113) G17 G18 G19 02 piano di interpolazione XY asse utensile Z piano di interpolazione XZ asse utensile Y piano di interpolazione YZ asse utensile X G20 unità di misura in pollici 06 G21 unità di misura in mm G22 attiva barriera 09 G23 disattiva barriera G25 disattiva G26 08 G26 attiva controllo fluttuazione mandrino G27 verifica punto di riferimento G28 ritorno al punto di riferimento 00 G30 ritorno dal 2 al 4 punto di riferimento G31 salto G32 01 filettatura o maschiatura G36 misura automatica dell utensile in X 00 G37 misura automatica dell utensile in Z G40 annulla compensazione raggio punta G41 07 compensazione raggio punta a sinistra G42 compensazione raggio punta a destra G50 impostazione limite velocità o spostamento origine 00 G65 richiamo macro singolo G68 specularità on 16 G69 specularità off G70 ciclo finitura G71 ciclo di sgrossatura asse Z G72 ciclo di sgrossatura asse X G73 00 ciclo di taglio ad anello chiuso G74 ciclo di foratura a sezioni G75 ciclo di foratura G76 ciclo di filettatura G80 annulla cicli dal G83 al G85 G83 ciclo fisso di foratura lungo asse Z G84 ciclo fisso di maschiatura lungo asse Z 15

16 G85 G87 G88 G89 G90 G92 G94 G96 G97 G98 G ciclo fisso di alesatura lungo asse Z ciclo fisso di foratura lungo asse X ciclo fisso di maschiatura lungo asse X ciclo fisso di alesatura lungo asse X ciclo di taglio longitudinale ciclo di filettatura ciclo di taglio trasversale velocità di taglio costante numero di giri fisso avanzamento mm/min avanzamento mm/g Codici di tipo B (solo differenze) (Colchester) Tipo B Tipo A Descrizione Altro G92 G50 impostazione limite velocità o spostamento origine G77 G90 ciclo di taglio longitudinale G78 G92 ciclo di filettatura G79 G94 ciclo di taglio trasversale G94 G98 avanzamento mm/min G95 G99 avanzamento mm/g G90 - comandi assoluti G91 - comandi incrementali G98 - ritorno alla quota Z (cicli fissi di foratura) G99 - ritorno alla quota R (cicli fissi di foratura) G33 G32 filettatura o maschiatura Nel seguente manuale tutti i codici di TIPO B saranno messi tra parentesi tonde dopo il codice corrispondente di TIPO A come segue : G50(G92) S Tipo di Codici G attivi Parametro Bit 7 (GSC) Bit 6 (GSB) Tipo Codici G attivi A B C 16

17 1.6 Codici M Codici M per Hwacheon Codice Descrizione Altro M00 Stop programma M01 Arresto opzionale attivabile con pulsante da pannello operativo M02 Fine programma M03 Rotazione mandrino oraria M04 Rotazione mandrino antioraria M05 Arresto mandrino M06 Avanzamento canotto contropunta M07 Arretramento canotto contropunta M08 Refrigerante ON M09 Refrigerante OFF M10 M3 + M8 M11 M4 + M8 M12 M5 + M9 M13 Avanza spingibarra M19 Mano preleva pezzo giù M20 Mano preleva pezzo su M22 Apertura porta automatica M23 Chiusura porta automatica M24 Getto aria e rotazione a impulsi del mandrino M26 Errore attivo M27 Errore disattivo M28 Attiva asse C M29 Disattiva asse C M30 Fine programma M32 Bloccaggio funzione ausiliaria M33 Sbloccaggio funzione ausiliaria M34 Getto aria ON M35 Getto aria OFF M36 Uscita pre-setting M37 Ritiro pre-setting M38 Bloccaggio asse C M39 Sbloccaggio asse C M41 Gamma bassa M42 Gamma alta M45 M6+M23+M68 M46 M6+M22+M69 M47 Smusso filettatura ON M48 Smusso filettatura OFF M55 Convogliatore ON M57 Convogliatore OFF M60 Chiusura pinza M61 Apertura pinza M68 Chiusura autocentrante M69 Apertura autocentrante 17

18 M70 Orientamento asse C M74 Attiva maschiatura sinistra con motorizzati M75 Disattiva M74 M76 Disattiva M70 M79 Attiva maschiatura rigida M88 Blocco avanzamenti al 100% M89 Disattiva M88 M90 Aggancia contropunta M91 Sgancia contropunta M98 Richiamo sottoprogramma M99 Fine sottoprogramma M116 Porta asse Z in posizione e aggancia la contropunta o porta a riposo la contropunta M120 Attiva sincronismo contromandrino M121 Disattiva M120 M129 Attiva maschiatura rigida con motorizzato M168 Chiusura contromandrino M169 Apertura contromandrino M170 Orientamento asse C contromandrino M176 Disattiva M170 M200 Comando contromandrino M201 Cancella M200 M203 Rotazione contromandrino orario M204 Rotazione contromandrino antiorario M205 Disattiva M203 o M204 M210 Rotazione contromandrino orario + refrigerante M211 Rotazione contromandrino antiorario + refrigerante M212 Disattiva M210 o M211 18

19 1.6.2 Codici M per Colchester Codice Descrizione Altro M00 Stop programma M01 Arresto opzionale attivabile con pulsante da pannello operativo M02 Fine programma M03 Rotazione mandrino oraria M04 Rotazione mandrino antioraria M05 Arresto mandrino e refrigerante M08 Refrigerante ON M09 Refrigerante OFF M13 Rotazione mandrino oraria + refrigerante M14 Rotazione mandrino antioraria + refrigerante M18 Avvio orientamento mandrino principale M19 Stop orientamento mandrino principale M27 Imposta il tornio per eseguire una filettatura destra in manuale (mandrino) M28 Imposta il tornio per eseguire una filettatura sinistra in manuale (mandrino) M29 Sincronismo per maschiatura rigida M30 Fine programma M31 Attiva freno asse C M32 Disattiva freno asse C M34 Mano prendi pezzo fuori M35 Mano prendi pezzo arretra M36 Apertura aria M37 Chiusura aria M38 Blocco asse A M39 Sblocco asse A M51 Attiva ciclo continuo M52 Disattiva ciclo continuo M68 Avanzamento contropunta M69 Ritiro contropunta M74 Attiva collet chuck M75 Disattiva collet chuck M78 Apertura griffe mandrino M79 Chiusura griffe mandrino M80 Carica barra M86 Pressione avanzamento barra ON M87 Pressione avanzamento barra OFF M90 Avanzamento barra ON M91 Avanzamento barra OFF M92 Caricatore barra in posizione M98 Richiamo sottoprogramma M99 Fine sottoprogramma M103 Rotazione contromandrino oraria M104 Rotazione contromandrino antioraria M105 Stop contromandrino e refrigerante M109 Attiva asse C M110 Disattiva asse C M111 Attiva asse B su contromandrino 19

20 M112 M113 M114 M115 M116 M117 M118 M122 M123 M127 M128 M174 M175 M178 M179 Disattiva asse B su contromandrino Rotazione oraria contromandrino Rotazione antioraria contromandrino Sincronizzazione rotazione mandrino e contromandrino Disattiva sincronismo Sincronizza fase Disattiva M117 Servo asse A OFF Servo asse A ON Imposta il tornio per eseguire una filettatura destra in manuale (controm.) Imposta il tornio per eseguire una filettatura sinistra in manuale (controm.) Contromandrino collet chuck Contromandrino non collet chuck Apertura griffe contromandrino Chiusura griffe contromandrino 20

21 1.6.3 Codici M per Harrison Codice Descrizione Altro M00 Stop programma M01 Arresto opzionale attivabile con pulsante da pannello operativo M02 Fine programma M03 Rotazione mandrino oraria M04 Rotazione mandrino antioraria M05 Arresto mandrino M08 Refrigerante ON M09 Refrigerante OFF M13 Rotazione mandrino oraria + refrigerante M14 Rotazione mandrino antioraria + refrigerante M30 Fine programma M68 Avanzamento contropunta M69 Ritiro contropunta M78 Apertura mandrino M79 Chiusura mandrino M86 Pressione avanzamento barra ON M87 Pressione avanzamento barra OFF M90 Avanzamento barra ON M91 Avanzamento barra OFF M98 Richiamo sottoprogramma M99 Fine sottoprogramma 21

22 1.6.4 Codici M per You Ji Codice Descrizione Altro M00 Stop programma M01 Arresto opzionale attivabile con pulsante da pannello operativo M02 Fine programma M03 Rotazione mandrino oraria M04 Rotazione mandrino antioraria M05 Arresto mandrino M06 Cambio utensile M08 Refrigerante ON M09 Refrigerante OFF M10 Chiusura griffe alta pressione M11 Apertura griffe alta pressione M18 Orientamento mandrino OFF M19 Orientamento mandrino ON M21 Gamma bassa motorizzato M22 Gamma alta motorizzato M25 Controllo errori ON M26 Controllo errori OFF M27 Smusso ON M28 Smusso OFF M30 Fine programma M31 Motorizzato radiale cambio direzione OFF M32 Motorizzato radiale cambio direzione ON M33 Rotazione oraria motorizzato M34 Rotazione antioraria motorizzato M35 Stop motorizzato M37 pre-setting ON (opzione) M38 Pre-setting OFF (opzione) M39 Secondo mandrino orientamento ON M41 Gamma bassa mandrino M42 Gamma alta mandrino M43 Chiusura griffe bassa pressione M44 Apertura griffe bassa pressione M54 Freno ON M55 Freno OFF M56 Asse C ON M57 Asse C OFF M60 Chiusura porta ATC M61 Apertura porta ATC M62 Refrigerante attraverso mandrino ON M63 Refrigerante attraverso mandrino OFF M66 Inserimento automatico asse C (CALL O9002) M67 Disinserimento automatico asse C (CALL O9003) M70 Sgancio utensile M71 Aggancio utensile M72 Magazine TOOL No a Spindle TOOL No M90 Pronto per cambio utensile 22

23 M91 M92 M98 M99 Cambio utensili completato Cambio utensili con posto fisso Richiamo sottoprogramma Fine sottoprogramma 23

24 1.6.5 Codici M per Femco Codice Descrizione Altro M00 Stop programma M01 Arresto opzionale attivabile con pulsante da pannello operativo M02 Fine programma M03 Rotazione mandrino oraria M04 Rotazione mandrino antioraria M05 Arresto mandrino M07 Refrigerante aria-olio M08 Refrigerante ON M09 Refrigerante OFF M10 Chiusura griffe M11 Apertura griffe M12 Contropunta avanti M13 Contropunta indietro M14 Orientamento mandrino per indexing a M15 Orientamento mandrino OFF a M19 Orientamento mandrino ON a M20 Avvio ciclo robot a M21 Gamma bassa b M22 Gamma alta b M23 Smusso ON M24 Smusso OFF M30 Fine programma e riavvolgimento programma M31 Interblocco by-pass ON a M32 Interblocco by-pass OFF a M36 pre-setting ON (opzione) M37 Pre-setting OFF (opzione) M38 Sonda ON a M39 Sonda OFF a M40 Mandrino neutro a M41 Gamma bassa mandrino a M42 Gamma alta mandrino a M63 Chiusura porta automatica a M64 Apertura porta automatica a M68 Blocco contropunta a M69 Sblocco contropunta a M71 Spingibarra ON a M81 Soffio aria ON M82 Soffio aria OFF M83 Prendi pezzo ON M84 Prendi pezzo OFF M85 Disattiva asse C a M86 Attiva asse C a M90 Contapezzi M98 Richiamo sottoprogramma M99 Fine sottoprogramma a solo per modelli WHL-55/WT-50/WT-60, HL-55/HL-55SLN b solo per modelli DURGA-ISE/25E, HL-15/HL-25 24

25 1.6.6 Codici M per Hardinge Codice Descrizione Altro M00 Stop programma M01 Arresto opzionale attivabile con pulsante da pannello operativo M02 Fine programma M03 Rotazione mandrino oraria M04 Rotazione mandrino antioraria M05 Arresto mandrino M08 Refrigerante ON, spento con M0, M1, M5, M9, M30 e Reset M09 Refrigerante OFF M10 Alta pressione ON O M11 Alta pressione OFF O M13 Rotazione mandrino oraria e refrigerante ON M14 Rotazione mandrino antioraria e refrigerante ON M15 Stop mandrino e refrigerante M21 Apertura griffe M22 Chiusura griffe M25 Ritira prendi pezzo O M26 Uscita prendi pezzo O M27 Controllo bloccaggio pezzo con chiusura in apertura M28 Controllo bloccaggio pezzo con chiusura in chiusura M29 Maschiatura rigida M30 Fine programma e riavvolgimento programma M33 Accensione luce zona lavoro M34 Spegnimento luce zona lavoro M36 Aria ON O M37 Aria OFF O M40 Gamma bassa O M41 Gamma alta O M42 Arresto esatto (disattiva M43) M43 Arrotonda spigolo (disattiva M42) M46 Conta tempo ON M47 Conta tempo OFF M48 Blocca potenziometro S e F al 100% M49 Disattiva M48 M61 Consenso di carica nuova barra M66 Consenso apertura/chiusura griffe con rotazione mandrino M67 Disattiva M66 M68 Convogliatore trucioli ON M69 Convogliatore trucioli OFF M72 Disattiva smusso a file filetto con G76/G92 M73 Attiva smusso a fine filetto con G76/G92 M82 Tutto il corpo contropunta avanza in posizione di lavoro ma lontano O dal pezzo (solo Talent 8/52A e 10/78) M83 Tutto il corpo contropunta va indietro sullo ZERO MACCHINA (solo O Talent 8/52A e 10/78) M84 Contropunta contro il pezzo: Su Talent 8/52A e 10/78 il canotto si muove contro il pezzo. Su Talent 6/45 e 8/52 il corpo contropunta si muove contro il pezzo O 25

26 M85 Contropunta indietro: O Su Talent 8/52A e 10/78 il canotto torna indietro per permettere il cambio pezzo Su Talent 6/45 e 8/52 il corpo contropunta torna indietro per permettere il cambio pezzo M86 Contropunta su zero macchina: O Su Talent 8/52A e 10/78 il canotto torna indietro sullo ZERO MACCHINA Su Talent 6/45 e 8/52 il corpo contropunta torna indietro sullo ZERO MACCHINA M90 Attiva sonda misura pezzo O M92 Discesa braccio presetting O M93 Salita braccio presetting O M97 Incremento contapezzi M98 Richiamo sottoprogramma M99 Fine sottoprogramma M106 Mist collector ON O M107 Mist collector OFF O M117 Freno asse C ON M118 Freno asse C OFF M123 Attiva asse C O M124 Disattiva asse C O O = opzione 26

27 1.6.7 Codici M per Hardinge con contromandrino e asse Y Codice Descrizione Altro M00 Stop programma M01 Arresto opzionale attivabile con pulsante da pannello operativo M02 Fine programma M03 Rotazione mandrino principale oraria M04 Rotazione mandrino principale antioraria M05 Arresto mandrino principale M07 Sincronismo orientamento mandrini M08 Refrigerante ON, spento con M0, M1, M5, M9, M30 e Reset M09 Refrigerante OFF M10 Alta pressione ON O M11 Alta pressione OFF O M13 Rotazione mandrino principale oraria e refrigerante ON M14 Rotazione mandrino principale antioraria e refrigerante ON M15 Stop mandrino principale e refrigerante M19 Orientamento mandrino principale ON M20 Orientamento mandrino principale OFF M21 Apertura griffe mandrino principale M22 Chiusura griffe mandrino principale M25 Ritira prendi pezzo O M26 Uscita prendi pezzo O M27 Controllo bloccaggio pezzo con chiusura in apertura mandrino princ. M28 Controllo bloccaggio pezzo con chiusura in chiusura mandrino princ. M29 Maschiatura rigida M30 Fine programma e riavvolgimento programma M32 Sincronismo rotazione mandrini M33 Rotazione contromandrino orario M34 Rotazione contromandrino antiorario M35 Stop rotazione contromandrino M36 Aria mandrino principale ON O M37 Aria mandrino principale OFF O M38 Apertura automatica porte O M39 Chiusura automatica porte O M40 Gamma bassa (780 giri) O M41 Gamma alta O M42 Arresto esatto (disattiva M43) M43 Arrotonda spigolo (disattiva M42) M44 Controllo rotazione senza pezzo ON M45 Controllo rotazione senza pezzo OFF M46 Aria contromandrino ON O M47 Aria contromandrino OFF O M48 Blocca potenziometro S e F al 100% M49 Disattiva M48 M50 Tool probe active in automatico ON O M51 Rotazione oraria motorizzato M52 Rotazione antioraria motorizzato M55 Stop motorizzato e refrigerante M56 Apertura griffe contromandrino 27

28 M57 Chiusura griffe contromandrino M58 Convogliatore trucioli ON M59 Convogliatore trucioli OFF M60 Tool probe active in automatico OFF M61 Consenso di carica nuova barra O M66 Consenso apertura/chiusura griffe con rotazione mandrino principale M67 Disattiva M66 M68 Controllo bloccaggio pezzo con chiusura in apertura contromandrino M69 Controllo bloccaggio pezzo con chiusura in chiusura contromandrino M70 Mandrino principale B funzione orientamento (asse indexato) M71 Contromandrino B funzione orientamento (asse indexato) M72 Disattiva smusso a file filetto con G76/G92 M73 Attiva smusso a fine filetto con G76/G92 M77 Controllo coppia su asse E attivo M78 Controllo coppia su asse E disattivo M92 Discesa braccio presetting O M93 Salita braccio presetting O M97 Incremento contapezzi M98 Richiamo sottoprogramma M99 Fine sottoprogramma M106 Misto aria-olio ON O M107 Misto aria-olio OFF O M110 Freno asse C attivo mandrino principale e contromandrino M111 Freno asse C disattivo mandrino e contromandrino M117 Mandrino principale Bloccato M118 Mandrino principale Sbloccato M119 Contromandrino orientamento ON M120 Scambio pezzo dal contromandrino al mandrino principale senza controllo coppia M121 Scambio pezzo dal contromandrino al mandrino principale con controllo coppia M122 Scambio pezzo dal mandrino principale al contromandrino senza controllo coppia M123 Scambio pezzo dal mandrino principale al contromandrino con controllo coppia M124 Impostazione valore iniziale per scambio pezzo M127 Integrating Meter Start ON M128 Integrating Meter Start OFF M136 Lampada ON M137 Lampada OFF M217 Contromandrino bloccato M218 Contromandrino sbloccato M219 Orientamento motorizzato ON M223 Asse C contromandrino ON M224 Asse C contromandrino OFF M226 Quando il braccio prendi pezzo è attivo il contromandrino si posiziona O = opzione 28

29 1.6.8 Codici M per Takahashi mod. LD65 Codice Descrizione Altro M00 Stop programma M01 Arresto opzionale attivabile con pulsante da pannello operativo M02 Fine programma (reset) M03 Rotazione mandrino oraria M04 Rotazione mandrino antioraria M05 Arresto mandrino M08 Refrigerante ON M09 Refrigerante OFF M10 Orientamento mandrino O M11 O M12 O M13 O M14 Apertura autocentrante mandrino M15 Chiusura autocentrante mandrino M16 Bloccaggio mandrino ON M17 Bloccaggio mandrino OFF M18 Asse C ON M19 Asse C OFF M20 Rotazione oraria utensile motorizzato M21 Rotazione antioraria utensile motorizzato M22 Arresto utensile motorizzato M23 Innesto utensile motorizzato ON M24 Maschiature rigida inversa M25 Controllo bloccaggio torretta M29 Maschiatura rigida M30 Fine programma (reset e riavvolgimento) M33 Rotazione oraria contromandrino M34 Rotazione antioraria contromandrino M35 Arresto contromandrino M42 Refrigerante contromandrino ON M43 Refrigerante contromandrino OFF M44 Apertura autocentrante contromandrino M45 Chiusura autocentrante contromandrino M46 Bloccaggio contromandrino ON M47 Bloccaggio contromandrino OFF M48 Asse A ON M49 Asse A OFF M92 Rilevamento errore ON O M93 Rilevamento errore OFF O M94 Smussatura ON O M95 Smussatura OFF O M98 Richiamo sottoprogramma O M99 Fine sottoprogramma O O = opzione 29

30 2 CHIAMATA UTENSILE 2.1 Chiamata utensile Tttxz tt = numero utensile (numero stazione torretta) xz = correttore utensile, non necessariamente uguale al numero torretta, in quanto corrisponde alla riga della tabella utensile dove vengono inseriti gli azzeramenti dell utensile (offset utensile) Rr1 = T1 = Zz1 Xx1 = R punta numero posizione torretta utensile numero correttore della tabella Offset Utensile 2.2 Tabella utensili No. X Z R T Posizione di cambio utensile Il tornio cambia l utensile in qualsiasi posizione si trova, quindi bisogna prestare attenzione quando si chiama un utensile. Esempio1 : G28 U0 ; G28 W0 ; T0101 ; posizionamento asse X sullo zero macchina posizionamento asse Z sullo zero macchina chiamata utensile e correttore Esempio2 : G0 X Z ; svincolo di sicurezza (deve essere sufficiente ad evitare una collisione degli utensili in torretta con il pezzo durante la rotazione della stessa per il cambio) T0101; chiamata utensile e correttore 30

31 Esempio 3 (solo You Ji) : G0 Z100 ; svincolo T0100 M6; cambio utensile (verrà prelevato l utensile T1) T0101; caricamento correttore G0 X Z ; posizionamento 31

32 3 DEFINIZIONE VELOCITA 3.1 Codice limiti numero di giri Questo codice è una sicurezza per prevenire una programmazione di velocità errata, in oltre posso programmare la velocità di taglio costante (G96) senza rischiare di superare il limite impostato. G50(G92) Sxxxx xxxx = numero di giri massimo oltre il quale il tornio non andrà, tranne che si programmi un altro G50 S. 3.2 Codice definizione velocità Per programmare il numero di giri del mandrino ci sono due possibilità : G96 Sxxxx G97 Sxxxx xxxx = velocità di taglio costante (aumenterà il numero di giro al diminuire del diametro e diminuirà all aumentare del diametro) xxxx = numero di giri fisso (all aumentare o al diminuire del diametro, il numero di giri non cambia) Avvertenze a. programmando la velocità di taglio costante con il G96, quando si programma uno svincolo per cambiare l utensile, la macchina varia drasticamente il numero di giri. Si consiglia di mettere il G97 con un numero di giri nel blocco dello svincolo per evitare questo problema. b. nel programmare filettature o forature usare il G97, diversamente non verrà eseguita correttamente l operazione programmata per ovvi motivi. c. per gli Hardinge e Takahashi con il contromandrino oltre al codice G96 S o G97 S bisogna specificare una P per selezionare il mandrino: G96 S180 P1 per impostare la velocità sul mandrino principale G96 S180 P2 per impostare la velocità sul contromandrino G97 S1000 P3 per impostare la velocità sui motorizzati per impostare il senso di rotazione ci saranno i codici M dedicati dal costruttore (vedi tabella allegata) 3.3 Codice definizione avanzamento Per programmare l avanzamento di lavoro si può scegliere tra due possibilità: G99(G95) Fxxxx G98(G94) Fxxxx xxxx = avanzamento in mm al giro xxxx = avanzamento in mm al min 32

33 4 PROGRAMMAZIONE PROFILI 4.1 Movimenti assoluti e incrementali X Z movimenti assoluti, sono movimenti che hanno le coordinate rispetto allo 0 pezzo U W movimenti incrementali (non modale), sono movimenti che hanno le coordinate rispetto all ultimo punto raggiunto Avvertenze I. I movimenti di X e U sono valori diametrali tutti gli altri sono lineari Esempio n 1 Tralasciando il tipo di movimento i punti da 1 a 8 saranno : X0 Z0 punto1, movimento assoluto X30 punto 2, movimento assoluto Z-50 punto 3, movimento assoluto X50 Z-80 punto 4, movimento assoluto W-60 punto 5, movimento incrementale dell asse Z U-40 W-50 punto 6, movimento incrementale dell asse X e asse Z Z-230 punto 7, movimento assoluto X0 punto 8, movimento assoluto 33

34 4.2 Movimenti lineari Per fare movimenti lineari ci sono 2 codici : G00 X Z G01 X Z F X.. Z.. F.. movimenti lineari con avanzamento rapido movimenti lineari con avanzamento programmato coordinata lungo l asse X con valore diametrale coordinata lungo l asse Z con valore reale avanzamento a secondo del codice G99(mm/giro) o G98(mm/min) Esempio n 2 No. X offset Z offset R T O0001(TORNITURA); N1 G50(G92) S3000 (LIMITE NUMERO DI GIRI) ; N5 G0 X300 Z300 (SVINCOLO PER CAMBIO UTENSILE); N10 T0101 (CHIAMATA UTENSILE E CORRETTORI) ; N11 G96 S200 M4 (GIRI E ROTAZIONE MANDRINO); N12 G0 X105 Z0 M8 (POSIZIONAMENTO E REFRIGERANTE); N15 G1 G99(G95) X-2 F0.2 (1) ; N20 G0 X30 Z2 (2) ; N25 G1 Z-50 (3) ; N30 X50 Z-80 (4) ; 34

35 N35 Z-140 (5) ; N40 X100 (6) ; N45 Z-230 (7) ; N50 G0 X102 ; N55 G0 X300 Z300; N60 M2 ; Descrizione blocchi del programma N1 limitazione numero di giri N5 svincolo prima di chiamare l utensile N10 T0101 (chiamata dell utensili n 1 con l offset 1) N11 G96 S200 M4 (velocità di taglio costante e rotazione antioraria), N12 X102 Z2 (posizionamento in rapido in X e Z) N15 intestatura con avanzamento in mm al giro G99(G95) N20 svincolo in rapido N25 N45 percorso utensile in lavoro con un avanzamento di 0.2mm/giri N55 svincolo N60 fine programma 35

36 4.3 Smussi e raccordi Per programmare uno smusso o un raccordo su uno spigolo a 90 ci sono due codici : X o Z C X o Z R smusso dell entità programmata in C (radiale) raccordo con raggio programmato in R (radiale) Avvertenze I. specificare solo un asse assieme a C o R II. usare il segno + o per specificare la direzione dello smusso o del raggio, bisogna usare il segno solo quando l opzione Angoli non è attiva, diversamente non serve III. per i torni che hanno anche l asse C, per programmare uno smusso o un raccordo bisogna scrivere,c o,r per diversificare i due elementi (il parametro deve essere a 0) Esempio n 3 G1 X0 Z0 F0.3 ; X15 C2 (X15, C2); Z-20 ; X60 C5 (X60, C5); Z-100 ; oppure G1 X0 Z0 F0.3; X11; U4 W-2; Z-20; X50; U10 W-5; Z-100; Esempio n 4 G1 X0 Z0 F0.15 ; X15 R5 (X15, R5); Z-20 R3 (Z-20, R3); X60 R20 (X60, R20); Z-80 ; 36

37 4.4 Angoli Per comandare uno spostamento angolare sul piano Z-X basta digitare l angolo dopo la lettera A. la direzione dell angolo è positiva girando in senso antiorario. Se si programma un blocco specificando solo l angolo A, il blocco successivo deve contenere 3 elementi X, Z e A. Se il tornio ha l asse C e o A è un asse programmare l angolo dopo la virgola,a Esempio n 5 G1 X0 Z0 ; A120 ; X100 Z-70 A160 (,A160); G0 X40 Z2 ; G1 Z-30 F0.2 ; A160 C4 ; X100 Z-68 A110.5 C8(,A110 C8); Z-100 ;... 37

38 4.5 Esempio n 6 (smussi, raccordi e angoli) No. X offset Z offset R T G50(G92) S3000 ; T0202 ; G96 S150 M4; G0 X0 Z2 M8; G99(G95) G1 Z0 F0.1 ; A90 ; X30 A150 Z-18 ; X50 R5 ; Z-58 ; Z-68 A160 ; X70 C2 ; Z-88 ; X75 ; M2 ; 38

39 4.6 Movimenti circolari Cerchio con R Per programmare i movimenti circolari conoscendo il raggio e i punti di arrivo ci sono 2 codici : G02 X (U ) Z (W ) R G03 X (U ) Z (W ) R movimento circolare orario movimento circolare antiorario X (U ) Z (W ) R.. arrivo diametrale del cerchio assoluto (U incrementale) arrivo del cerchio in Z assoluto (W incrementale) raggio del cerchio (valore a disegno) Esempio n 7 G1 X0 Z0 F0.3 ; X20 ; G2 X60 Z-20 R20 ; G3 X120 Z-50 R30 ; G1 Z-80 ; X122 ; 39

40 4.6.2 Cerchio con I K Per programmare i movimenti circolari conoscendo il centro cerchio e i punti di arrivo ci sono 2 codici : G02 X.. Z.. I.. K.. G03 X.. Z.. I.. K.. X..(U) Z..(W) I.. K.. movimento circolare orario movimento circolare antiorario arrivo diametrale assoluto del cerchio (incrementale) arrivo del cerchio assoluto in Z (incrementale) valore incrementale dal punto inizio cerchio al centro cerchio sull asse X valore incrementale dal punto inizio cerchio al centro cerchio sull asse Z Esempio n 8... G0 X0 Z2 ; G1 Z0 F0.2 ; X21.85 ; Z ; G2 X Z K I ; G1 X ; G3 X90 Z-40 I K-17.5 ; G1 Z-80 ; G1 X92 F0.5 ; 40

41 4.7 Compensazione raggio Tutti i profili che abbiamo programmato fino ad ora non tenevano conto del raggio di punta dell utensile, quindi nel caso della programmazione di percorsi non paralleli agli assi, il percorso realizzato differiva dal percorso programmato. Per ovviare a questo problema, si deve utilizzare la compensazione raggio. Di compensazione raggio ne esistono 2 : G41 compensazione con utensile a sinistra del profilo G42 compensazione utensile a destra del profilo Guardando la figura sopra si identificano i due tipi di compensazione raggio utensile. Nota: dal blocco dell attivazione della compensazione raggio (Start-up) il controllo calcola il percorso dell utensile mantenendo il centro del raggio punta perpendicolare al profilo programmato nella direzione in base al quadrante (specificato nella colonna T della tabella OFFSET) e distante del valore del raggio punta (inserito nella colonna R della tabella OFFSET), quindi prestare molta attenzione nel punto di attivazione della compensazione e dei valori inseriti nella tabella OFFSET per evitare che l utensile rovini il profilo. 41

42 G40 (I K ) annulla qualsiasi compensazione raggio, con I (per X) e/o K (per Z) si può specificare l allontanamento dell utensile prima di togliere la compensazione raggio nel caso di annullamento della compensazione con l utensile attaccato ad uno spallamento. 42

43 4.7.1 Descrizione quadrante utensile Per permettere al controllo di calcolarsi il percorso utensile giusto bisogna inserire nella tabella utensile, oltre all offset in X e in Z, il raggio di punta in R e il quadrante, secondo la tabella seguente, in T. 43

44 4.8 Esempio n 9 No. X offset Z offset R T O0002(ESEMPIO); G50(G92) S3000 ; T0101 ; G96 S100 M4 ; G0 X142 Z0 M8; G99(G95) G1 X38 F0.2; G0 X40 Z5; G1 G42 X38 Z2; X80 C5 ; G1 Z-30 ; G2 X100 Z-40 R10 ; G1 Z-50 ; A X140; Z-70 ; X143 F0.5 ; G0 G40 X145 Z2 ; T0202 ; G0 G96 S200 M4 X142 Z2 ; G0 X36 Z2 F0.5 ; G1 G41 X40 Z0 F0.2 ; Z-50 ; 44

45 A X20; Z-91 ; X15 ; Z2 F0.5 ; G0 G40 Z50 ; M2 ; 45

46 5 SOTTOPROGRAMMI Descrizione Un sottoprogramma è una parte di programma che può essere richiamata e ripetuta più volte. Il richiamo può essere fatto dal programma principale o da un altro sottoprogramma. Il sottoprogramma è un programma esterno, di nome diverso da qualsiasi altro programma o sottoprogramma, e deve necessariamente finire con M Sottoprogramma esterno al programma principale Descrizione Si possono creare un numero infinito di sottoprogrammi esterni al programma principale (il limite è la memoria della macchina). I sottoprogrammi esterni non sono nient altro che programmi che vengono chiusi con M99. Il numero del programma può avere al massimo 8 cifre. Esempio Oxxxx (NOME DEL SOTTOPROGRAMMA) (SOTTOPROGRAMMA) M99 (FINE SOTTOPROGRAMMA) 5.2 Fine sottoprogramma M99 M99 P fine del sottoprogramma, ritorno nel livello precedente e partenza dal blocco successivo al blocco di richiamo fine del sottoprogramma, ritorno nel livello precedente e partenza dal blocco specificato nella P, può essere usato anche nel programma principale (vedi esempio 2) Esempio 1 O0005(PRINCIPALE) M98 P1000 N32 M30 O1000 (SOTTOPROGRAMMA) M99 Esempio 2 O0005(PRINCIPALE) M98 P1000 N32 /M30 mentre è attivo il blocco barrato il programma arrivato al blocco M99 salterà M99 P32 al blocco N32, quando il blocco barrato verrà disattivato il programma terminerà 46

47 5.3 Richiamo sottoprogramma esterno Sintassi M98 P1000 richiamo del sottoprogramma O1000 per una volta. Esempio O0001 (PROGRAMMA PRINCIPALE) M98 P1000 (RICHIAMO DEL SOTTOPROGRAMMA O1000) M98 P2000 (RICHIAMO DEL SOTTOPROGRAMMA O2000) M30 (FINE PROGRAMMA PRONCIPALE) O1000 (SOTTOPROGRAMMA O1000) M99 (FINE SOTTOPROGRAMMA O1000) O2000 (SOTTOPROGRAMMA O2000) M99 (FINE SOTTOPROGRAMMA O2000) 5.4 Richiamo di più volte di un sottoprogramma M98 P2000 L10 richiamo del programma O2000 quale sottoprogramma, per 10 volte. Il programma O2000 deve avere come fine programma M99. M98 P richiamo del programma O2000 quale sottoprogramma, per 10 volte. Il programma O2000 deve avere come fine programma M Annidamenti Descrizione Con la parola annidamenti si intende la possibilità di richiamare un sottoprogramma da un altro sottoprogramma che a sua volta ne può richiamare un altro, ecc. Ogni richiamano è detto livello, ci possono essere al massimo 4 livelli di sottoprogramma. Esempio principale 1 livello 2 livello 3 livello 4 livello O0001 O1001 O1002 O1003 O1004 M98 P1001 M98 P1002 M98 P1003 M98 P1004 M30 M99 M99 M99 M99 47

48 5.6 Richiamo di un sottoprogramma da una memoria esterna Descrizione Sulle macchine con Data Server, floppy disk o memory card c è la possibilità di archiviare i programmi, oltre che sulla memoria, anche su un hard disk chiamato Data Server, per poter richiamare un sottoprogramma fare come segue. Sintassi M198 Pxxxx Lnnnn richiamo del sottoprogramma xxxx (max 4 cifre) per nnnn volte (max 9999). Per 1 volta non specificare L M198 Pnnnnxxxx richiamo del sottoprogramma xxxx (max 4 cifre) per nnnn volte (max 9999). Per 1 volta non specificare nnnn Avvertenze I. È necessario che vi sia installata una memoria esterna per poter usare tale funzione II. Questa funzione è abilitata quando il parametro 102 = 4 (no su serie 15) III. Nel parametro 6030 è possibile specificare un numero diverso da 198 per il codice M di richiamo (per la serie 15 usare il parametro 2431) IV. Il sottoprogramma richiamato non può essere editato in macchina, deve essere editato dall unità esterna 48

49 5.7 Esempio di programma per 3 pezzi consecutivi G50S2000 ; G10 P0 Z- (RIPRISTINO ORIGINE DI PARTENZA ) ; nota1 M98 P31001 (RICHIAMO 3 VOLTE IL SOTTOPROGRAMMA); G10 P0 Z- (RIPRISTINO ORIGINE DI PARTENZA ) ; nota1 M2; O1001 (PROGRAMMA COMPLETO PER 1 PEZZO); G50 S2000 ; G0 X400 Z400 ; T0101 (SGROSSATURA) ; G96 S100 M3 ; G0 X62 Z0 M8 ; G99(G95) G1 X-2 F0.3; G0 X62 Z2 ; G71 U4 R1 ; G71 P100 Q101 U2 W0.1 F0.3 ; N100 G0 X20 ; G1 Z0 F0.2 ; X40 Z-10 ; X55 R2 ; 49

50 N101 Z-21 ; G0 X400 Z400 ; T0202 (FINITURA) ; G96 S100 M3 ; G0 X62 Z2 M8 ; G70 P100 Q101 ; G0 X400 Z400 ; T0303 (TRONCATORE LARGO 5MM) ; G96 S100 M3; G0 X62 Z-25 M8; G75 R1 ; G75 X-2 Z-25 P5000 F0.2 ; G0 X400 Z400 ; G10 P0 W26 (SPOSTAMENTO ORIGINE IN Z PER UN NUOVO PEZZO); nota2 M99 ; nota1 : RIPRISTINO ZERO PEZZO (ci sono 2 metodi) 1. G10 P0 Z+/- (codici G di tipo A e B, il segno dipende dalla macchina) spostamento assoluto. Nella Z digitare la quota dello zero pezzo fatto sul pezzo grezzo. Leggere la quota in Z SPOSTAMENTO della pagina OFFSET/SETTING nella sottopagina SHF OR (W.SHFT). 2. G10 G90 P0 Z+/- (codici G di tipo B, il segno dipende dalla macchina) ripristino assoluto eseguire la procedura uguale al punto 2 (es.: G10 G90 P0 Z-300) nota2 : SPOSTAMENTO ZERO PEZZO (ci sono 2 metodi) 1. G10 P0 W+/- (codici G di tipo A e B, il segno dipende dalla macchina) spostamento incrementale dello zero pezzo in Z. 2. G10 G91 P0 Z+/- (codici G di tipo B, il segno dipende dalla macchina) spostamento incrementale (es.: G10 G91 P0 Z-20) Determinazione segno per W Se lo zero macchina si trova a destra (lato contropunta o contromandrino) e nello spostamento origine sulla Z compare un valore positivo usare W+, se il segno è negativo usare W-. Se lo zero macchina e nella parte sinistra (lato autocentrante) e nello spostamento origine sulla Z compare un valore positivo usare W-, se il segno è negativo usare W+. 50

51 6 CICLI FISSI 6.1 Elenco cicli fissi Cicli fissi di foratura G83 G85 G84 G80 ciclo di foratura ciclo di alesatura ciclo di maschiatura annulla cicli di foratura Cicli fissi di tornitura G90 (G77) ciclo di tornitura longitudinale (lungo asse Z) G94 (G79) ciclo di tornitura trasversale (lungo asse X) G70 ciclo di finitura G71 ciclo di sgrossatura longitudinale (lungo asse Z) G72 ciclo di sgrossatura trasversale (lungo asse X) G73 ciclo di tornitura in copiatura G74 ciclo per gole lungo asse Z o forature G75 ciclo per gole lungo asse X Cicli fissi di filettatura G76 G32(G33) G34 G35 G36 G92 (G78) ciclo di filettatura ciclo di una passata di filettatura ciclo di filettatura a passo variabile ciclo di filettatura circolare orario ciclo di filettatura circolare antiorario ciclo di filettatura con impostazione di ogni passata 51

52 6.2 Ciclo fisso di foratura G83 Descrizione Ciclo fisso che permette di fare forature con scarico o rottura truciolo (se il parametro RTR è a 0 vengono eseguite le rotture truciolo se il parametro è a 1 vengono eseguiti gli scarichi, con il parametro 5114 si determina l entità di stacco o pre-arresto). Il ciclo viene annullato con G80 e il numero di giri deve essere sempre fisso. Sintassi G83 X0 Z(W) R Q F P X0 sempre 0 perché il foro può essere fatto solo nel centro di rotazione del pezzo Z(W) quota del fondo del foro, assoluto(incrementale) R avvicinamento al pezzo sull asse Z dal punto di posizionamento (incrementale e facoltativo) Q ogni quanti mm esegue scarico o rottura (valore in millesimi e facoltativo) F avanzamento P sosta in secondi sul fondo foro (facoltativo) Esempio O0021 (ESEMPIO G83); G50(G92) S2000 ; T0101 ; G97 S500 M3; G0 X104 Z2 M8; G99(G95) X0 ; G83 Z-65 Q5000 F0.5 ; G80 (ANNULLA G83); G0 X300 Z300 M5 ; M2 ; 52

53 6.3 Ciclo fisso di alesatura G85 Descrizione Ciclo fisso che permette di fare un alesatura di un foro con l alesatore con avanzamento di lavoro sia in discesa che in salita. Il ciclo viene annullato con G80 e il numero di giri deve essere sempre fisso. Sintassi G85 X0 Z(W) R F P X0 sempre 0 perché il foro può essere fatto solo nel centro di rotazione del pezzo Z(W) quota del fondo del foro, assoluto(incrementale) R avvicinamento al pezzo sull asse Z dal punto di posizionamento (incrementale e facoltativo) F avanzamento P sosta in secondi sul fondo del foro Esempio O0022 (ESEMPIO G85); G50(G92) S2000 ; T0101 ; G97 S300 M3; G0 X104 Z2 M8; G99(G95) X0 ; G85 Z-65 F0.5 P0.5; G80 ; G0 X300 Z300 M5 ; M2 ; 53

54 6.4 Ciclo fisso di maschiatura G84(opzione) o G32(G33) Descrizione per G84 Con questo ciclo si possono fare delle maschiature rigide (cioè il maschio viene stretto in pinza e non compensa eventuali errori tra rotazione pezzo e asse Z). La coordinata X sarà sempre 0, il numero di giri deve essere fisso e l avanzamento in mm/giro. Sintassi M29(M79) S. G84 R Z F R Z F sincronismo con il numero di giri per la maschiatura (M29 per tutte le macchine se non specificato altro codice dal costruttore come M79 per Hwa- Cheon) non impostare se non si vuole la maschiatura rigida ciclo per la maschiatura rigida avvicinamento in rapido dal posizionamento quota fondo maschiatura avanzamento in MM/Giro (passo) Esempio O0150 (MASCHIATURA RIGIDA M8) ; G50(G92) S1500 ; T0101 ; G0 G99(G95) X0 Z5 M3; M29(M79) G97 S300 ; G84 R0 Z-20 F1.25 ; G80 ; M30 ; Descrizione per G32(G33) Quando si vuole filettare un foro con un maschio, ma la macchina non è dotata di maschiatura rigida, bisogna usare il ciclo G32(G33). Usare sempre giri fissi e avanzamento in MM/giro Sintassi G32(G33) Z F ciclo di filettatura Z quota fondo maschiatura (mettere una quota inferiore alla quota reale, provare a maschiare, misurare la quota ottenuta e se necessita modificare e riprovare, bisogna fare questo per via delle accelerazioni/decelerazioni) F avanzamento in MM/Giro (passo, in ingresso mettere un valore di poco inferiore al passo reale (circa -10%), in uscita mettere il passo reale) Esempio T0202; G0 G99(G95) G97 S300 M8 X0 Z5; G32(G33) Z-20 F1.1 M3 ; M5; G32(G33) Z5 F1.25 M4; M30 ; 54

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC Riferimento al linguaggio di programmazione STANDARD ISO 6983 con integrazioni specifiche per il Controllo FANUC M21. RG - Settembre 2008

Dettagli

classe 4 MECCANICI SERALE

classe 4 MECCANICI SERALE TORNIO CNC classe 4 MECCANICI SERALE 1 PARTE COSTRUZIONE DI UN PROGRAMMA TORNIO CNC Il programma di lavorazione deve essere immesso con un formato accettabile dal CNC. Tale formato deve comprendere tutti

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE N10 G0 X5 Y5

LA PROGRAMMAZIONE N10 G0 X5 Y5 LA PROGRAMMAZIONE Un programma per una Macchina Utensile CNC è costituito da una sequenza logica di informazioni geometriche, tecnologiche ed ausiliarie (fasi di lavoro). Le informazioni geometriche riguardano

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLE MUCN

INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLE MUCN INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLE MUCN 1 MACCHINA UTENSILE CN 2 SISTEMA DI RIFERIMENTO Y X Z 3 SISTEMA DI RIFERIMENTO E ASSI MACCHINA L asse Z è sempre coincidente o parallelo con l asse del mandrino.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC

PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC A cura di Massimo Reboldi Versione 2.0 7/1/14 La programmazione EIA/ISO! Introduzione! Assi e Riferimenti! Linguaggio di programmazione! Grammatica;! Lessico;!

Dettagli

Appunti per la programmazione ISO (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti)

Appunti per la programmazione ISO (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti) ITIS Varese Tecnologia Meccanica ed Esercitazioni Reparto Macchine Utensili TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T Appunti per la programmazione ISO (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti) MOVIMENTI

Dettagli

Corso di Automazione industriale

Corso di Automazione industriale Corso di Automazione industriale Lezione 11 Macchine utensili e controllo numerico Programmazione CNC Università degli Studi di Bergamo, Automazione Industriale, A.A. 2015/2016, A. L. Cologni 1 Introduzione

Dettagli

ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato

ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato Nella presente esercitazione si redige il programma CNC per la fresatura del pezzo illustrato nelle Figure 1 e 2. Figura

Dettagli

PROGRAMMAZIONE della M.U. CNC

PROGRAMMAZIONE della M.U. CNC PROGRAMMAZIONE della M.U. CNC 1 La programmazione delle M.U. CNC 1 Generalità 2 Geometrie di riferimento 3 Grammatica 4 Lessico 5 Sintassi 6 Esempi 7 Linguaggio APT 2 La programmazione delle M.U. CNC Le

Dettagli

4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h)

4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h) 37 4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h) 4.1 La disposizione degli assi secondo la norma ISO Ogni asse è definito dal verso e dalla direzione di movimento della slitta ed è caratterizzato

Dettagli

LAVORAZIONI INDUSTRIALI

LAVORAZIONI INDUSTRIALI TORNITURA 1 LAVORAZIONI INDUSTRIALI Nelle lavorazioni industriali per asportazione di truciolo sono sempre presenti: Pezzo Grezzo Macchina Utensile Utensile Attrezzatura 2 1 TORNITURA 3 TORNITURA Obiettivo:

Dettagli

IL TORNIO CNC PRINCIPI FONDAMENTALI Tornio a CNC Graziano CTX310 Controllo Siemens 840D con Shop Turn

IL TORNIO CNC PRINCIPI FONDAMENTALI Tornio a CNC Graziano CTX310 Controllo Siemens 840D con Shop Turn ========================================================== SCUOLA PROFESSIONALE PROVINCIALE PER L INDUSTRIA L ARTIGIANATO ED IL COMMERCIO GUGLIELMO MARCONI Via K. WOLF 42. I-39012 Merano (BZ) Tel.: +39

Dettagli

Esempi di programmazione di un centro di lavoro verticale a CNC

Esempi di programmazione di un centro di lavoro verticale a CNC Istituto Aldini Valeriani VA meccanica, a.s. 2011/2012 Esempi di programmazione di un centro di lavoro verticale a CNC Andrea Burnelli Esempiprogrammazione Andrea Burnelli Pagina 1 Esempiprogrammazione

Dettagli

Corso di controllo numerico (Cnc iso)

Corso di controllo numerico (Cnc iso) Corso di controllo numerico (Cnc iso) A cura di Ferrarese Adolfo. - Copyright 2007 - Ferrarese Adolfo - Tutti i diritti riservati - 1 Prefazione: Il corso si articola in 8 sezioni: 7 lezioni più un'ampia

Dettagli

Software per centro di lavorazione

Software per centro di lavorazione Scheda tecnica H-2000-2295-13-B Software per centro di lavorazione - caratteristiche del software NOVITÀ ORA DISPONIBILI Software base EasyProbe Presetting utensili senza contatto Pacchetti software per

Dettagli

CNC - SERIE S3000-S4000 PROGRAMMA DI PRESETTING UTENSILI AUTOMATICO CON LASER FOCALIZZATO

CNC - SERIE S3000-S4000 PROGRAMMA DI PRESETTING UTENSILI AUTOMATICO CON LASER FOCALIZZATO CNC - SERIE S3000-S4000 PROGRAMMA DI PRESETTING UTENSILI AUTOMATICO CON LASER FOCALIZZATO AGGIORNAMENTO Ed. Data agg. Pagine aggiornate 00 ------- 13/09/00 -------------- Emissione CMAPRL00090I ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

I. Programmazione di un tornio con asse Y. Indice

I. Programmazione di un tornio con asse Y. Indice 1 I. Programmazione di un tornio con asse Y Indice I. Programmazione di un tornio con asse Y... 1 1.1 Introduzione... 2 1.2 Schema di programmazione specifico per il piano G19... 4 1.3 Esempio di programmazione...

Dettagli

MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C.

MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C. 1 MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C. Marino prof. Mazzoni Evoluzione delle macchine utensili Quantità di pezzi 10 10 10 10 6 5 4 3 10 2 1 2 1-MACCHINE SPECIALIZZATE 2-MACCHINE TRANSFERT 3-SISTEMI FLESSIBILI

Dettagli

Centro di Tornitura GOODWAY GS-280M

Centro di Tornitura GOODWAY GS-280M Centro di Tornitura GOODWAY GS-280M STRUTTURA L innovativo basamento nervato ha la peculiarità di essere un unico blocco in ghisa speciale, studiato per garantire prestazioni sempre più elevate, ma mantenendo

Dettagli

CNC. Linguaggio ProGTL3. (Ref. 1308)

CNC. Linguaggio ProGTL3. (Ref. 1308) CNC 8065 Linguaggio ProGTL3 (Ref. 1308) SICUREZZA DELLA MACCHINA È responsabilità del costruttore della macchina che le sicurezze della stessa siano abilitate, allo scopo di evitare infortuni alle persone

Dettagli

Basi di programmazione ISO per macchine CNC con CNC Simulator

Basi di programmazione ISO per macchine CNC con CNC Simulator Basi di programmazione ISO per macchine CNC con CNC Simulator 1. I primi comandi per semplici lavorazioni (coordinate cartesiane assolute)..2 2. Settaggio del software...2 3. Tornitura cilindrica...6 4.

Dettagli

CNC: Caratteristiche Software Base

CNC: Caratteristiche Software Base CNC: Caratteristiche Software Base Gestione assi Gestione di controllo fino a 36 assi con 3 processori. Controllo della accelerazione della velocità e dello spazio. Gestione concorrente tra più interpolatori

Dettagli

TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T

TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T ITIS Varese Tecnologia Meccanica ed Esercitazioni Reparto Macchine Utensili TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T Appunti per l utilizzo del modulo di comando (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti)

Dettagli

PROGRAMMAZIONE TORNIO CNC (controllo Olivetti )

PROGRAMMAZIONE TORNIO CNC (controllo Olivetti ) PROGRAMMAZIONE TORNIO CNC (controllo Olivetti ) Il programma è l insieme di istruzioni in codice necessari al controllo di una macchina utensile equipaggiata con controllo numerico. Il codice è l insieme

Dettagli

CNC PILOT 4290 Asse B e Y

CNC PILOT 4290 Asse B e Y Manuale utente CNC PILOT 4290 Asse B e Y Software NC 625 952-xx Italiano (it) 8/2010 CNC PILOT 4290 Asse B e Y CNC PILOT 4290 Asse B e Y Questo manuale descrive le funzioni disponibili nel CNC PILOT 4290

Dettagli

Il linguaggio G-code RS274 Manuale di Programmazione

Il linguaggio G-code RS274 Manuale di Programmazione Il linguaggio G-code RS274 Manuale di Programmazione SOMMARIO 1 INTRODUZIONE...4 1.1 Premessa... 4 1.2 Il linguaggio RS274/NGC.... 4 2 CENNI GENERALI SUI CENTRI DI LAVORO...4 2.1 Principali componenti

Dettagli

ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660

ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660 ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660 M.I.R.M.U. - Via Baldinucci, 40 20158 Milano - Tel 02.39320593 Fax 02.39322954 info @mirmu.it 1 La macchina utensile di tipo universale con un montante anteriore mobile

Dettagli

FAGOR CNC 800T. Manuale di AUTOAPPRENDIMENTO. Ref. 9804 (ita)

FAGOR CNC 800T. Manuale di AUTOAPPRENDIMENTO. Ref. 9804 (ita) FAGOR CNC 800T Manuale di AUTOAPPRENDIMENTO Ref. 9804 (ita) INDICE Capitolo 1 Questioni teoriche sulla macchina-cnc 1.1.- Assi della macchina...3 1.2.- Zero macchina e zero pezzo.. 4 1.3.- Ricerca del

Dettagli

QUOTATURA. Introduzione

QUOTATURA. Introduzione QUOTATURA 182 Introduzione Per quotatura si intende l insieme delle norme che permettono l indicazione esplicita delle dimensioni(lineari ed angolari) dell oggetto rappresentato. Poiché a ciascun disegno

Dettagli

CNC 8055 TC. Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X

CNC 8055 TC. Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X CNC 8055 TC Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X Tutti i diritti sono riservati. La presente documentazione, interamente o in parte, non può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, memorizzata

Dettagli

Il ciclo di lavorazione

Il ciclo di lavorazione Il ciclo di lavorazione Analisi critica del disegno di progetto Riprogettazione del componente (ove necessario) Determinazione dei processi tecnologici e scelta delle macchine utensili Stesura del ciclo

Dettagli

TORNI VERTICALI A DUE MONTANTI Mod. 1520, 1525, 1L532

TORNI VERTICALI A DUE MONTANTI Mod. 1520, 1525, 1L532 TORNI VERTICALI A DUE MONTANTI Mod. 15, 155, 1L5 M.I.R.M.U. Via Baldinucci, 4 158 Milano Tel.959 Fax.9954 info @mirmu.it 1 Le macchine sono destinate alle operazioni di sgrossatura e di finitura di pezzi

Dettagli

TORNITURA DA BARRA MULTITORRETTA B446-465 T2 B446-465 T3

TORNITURA DA BARRA MULTITORRETTA B446-465 T2 B446-465 T3 TORNITURA DA ARRA MULTITORRETTA 446-465 T 446-465 T3 Centri di tornitura bimandrino a torrette e assi Y: dalla barra al pezzo finito in un solo ciclo. 446-465 T A vent anni dalla presentazione del primo

Dettagli

CENTRI DI TORNITURA CNC B650-M-SM-Y-YS B658-M-SM-Y-YS

CENTRI DI TORNITURA CNC B650-M-SM-Y-YS B658-M-SM-Y-YS CENTRI DI TORNITURA CNC B6-M-SM-Y-YS B658-M-SM-Y-YS Tecnologia all avanguardia: produttività insuperabile. B6-B658 2-3 La rinnovata serie B6/B658 costituisce lo stato dell arte dei centri di tornitura

Dettagli

TORNIO PARALLELO 4 MECCANICI SERALE TORNIO PARALLELO 4 MECCANICI SERALE PAGINA 1/1

TORNIO PARALLELO 4 MECCANICI SERALE TORNIO PARALLELO 4 MECCANICI SERALE PAGINA 1/1 TORNIO PARALLELO 4 MECCANICI SERALE PAGINA 1/1 Basamento E costituito da una struttura portante in ghisa stabilizzata e munito di nervature, garantisce la massima robustezza e rigidità dell'insieme. Le

Dettagli

COD. 410.60 FRESATRICE UNIVERSALE

COD. 410.60 FRESATRICE UNIVERSALE COD. 410.60 FRESATRICE UNIVERSALE Precisione e maneggevolezza garantite dalle viti a ricircolo di sfere per la movimentazione dei tre assi X; Y; Z. Macchina comprensiva di schermo antinfortunistico secondo

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

TORNIO PARALLELO. Esercitazioni Pratiche di Tecnologia Meccanica. I. S. S. Serafino Riva Sarnico (BG)

TORNIO PARALLELO. Esercitazioni Pratiche di Tecnologia Meccanica. I. S. S. Serafino Riva Sarnico (BG) di Tecnologia Meccanica TORNIO PARALLELO A cura dei proff. Morotti Giovanni e Santoriello Sergio Tornio parallelo In questa trattazione ci occuperemo diffusamente del tornio parallelo, cioè del tipo di

Dettagli

Manuale programmazione ISO

Manuale programmazione ISO DOCUMENTAZIONE PER L UTENTE Manuale programmazione ISO SIDAC S.r.L 21017 Samarate (Varese) Via Acquedotto, 111 E_Mail info@sidaccnc.it Tel. 0331.22.30.19 r.a. Fax. 0331.22.30.78 1 Ver. 1.0 - Aggiornamento

Dettagli

EMCO Win 3D-View Tornitura Descrizione del Software Simulazione Grafica 3D Descrizione del Software EMCO Win 3D-View Tornitura Nr. Rif. TA 1827 Edizione B2006-02 Questo manuale è sempre disponibile in

Dettagli

LE MACCHINE UTENSILI A CONTROLLO NUMERICO

LE MACCHINE UTENSILI A CONTROLLO NUMERICO LE MACCHINE UTENSILI A CONTROLLO NUMERICO Unità 3 PRODUZIONE E MENU VITI A RICIRCOLO DI SFERE TESTA MOTRICE CONTROTESTA CONTROMANDRINO AZIONAMENTO MANDRINO AZIONAMENTO ASSI ELETTROMANDRINI SERVIZI DI MACCHINA

Dettagli

Anno Scolastico 2014/2015

Anno Scolastico 2014/2015 Anno Scolastico 2014/2015 Prof. Marco Coppetti Prof. Rosario Costanzo A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 1 1. IL CNC E LA PROGRAMMAZIONE DELLE MU-CNC CNC NC Istruzione Codice Simulatore Zero pezzo Coordinate

Dettagli

CONFRONTO TRA METODO DI LAVORO ALLE:

CONFRONTO TRA METODO DI LAVORO ALLE: CONFRONTO TRA METODO DI LAVORO ALLE: Macchine utensili tradizionali Con i sistemi tradizionali il disegno del pezzo è una memoria con tutte le informazioni, ma la macchina utensile non è in grado di interpretare

Dettagli

ALESATRICE A CONTROLLO NUMERICO

ALESATRICE A CONTROLLO NUMERICO MetalMacchine S.r.l. Via Don Minzoni,46-40057 Cadriano di Granarolo Emilia (BO) Amministrazione Tel. 0376.556505 ; Fax. 0376.599469 Produzione e Assistenza Tecnica - Tel. 051.0454460 ; Fax. 051.0454459

Dettagli

ADIR C Centro di lavoro a 3 assi controllati con rotazione del piano di lavoro -90 /0 /+90

ADIR C Centro di lavoro a 3 assi controllati con rotazione del piano di lavoro -90 /0 /+90 ADIR C Centro di lavoro a 3 assi controllati con rotazione del piano di lavoro -90 /0 /+90 26/03/2015 - Pagina 1 di 10 Caratteristiche tecniche Carterizzazioni laterale e posteriore fisse. Anteriore a

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

CNC PER PANTOGRAFO DA TAGLIO E INCISIONE CATALOGO APPLICAZIONI. Versione 1.1 08/08/2013. ISAC S.r.l.

CNC PER PANTOGRAFO DA TAGLIO E INCISIONE CATALOGO APPLICAZIONI. Versione 1.1 08/08/2013. ISAC S.r.l. CATALOGO APPLICAZIONI CNC PER PANTOGRAFO DA TAGLIO E INCISIONE Versione 1.1 08/08/2013 ISAC S.r.l. CAPITALE SOCIALE 100.000,00 C.F. e P.I. 01252870504 VIA MAESTRI DEL LAVORO, 30 56021 CASCINA (PI) ITALY

Dettagli

CNC S4000 CNC S3000 FUNZIONI DI PROGRAMMAZIONE

CNC S4000 CNC S3000 FUNZIONI DI PROGRAMMAZIONE CNC S4000 CNC S3000 FUNZINI DI PRGRAMMAZINE PRNTUARI FUNZINI G Le funzioni di programmazione elencate nelle pagine seguenti sono disponibili sui modelli di Controllo Numerico segnalati con il simbolo

Dettagli

Corso di Tecnologia Meccanica

Corso di Tecnologia Meccanica Corso di Tecnologia Meccanica Modulo 4.1 Lavorazioni per asportazione di truciolo LIUC - Ingegneria Gestionale 1 Il principio del taglio dei metalli LIUC - Ingegneria Gestionale 2 L asportazione di truciolo

Dettagli

Centro di lavoro verticale OKUMA MB -56VA Matricola : Rif. Anno : 2013

Centro di lavoro verticale OKUMA MB -56VA Matricola : Rif. Anno : 2013 Centro di lavoro verticale OKUMA MB -56VA Matricola : Rif. Anno : 2013 MACCHINA PROVENIENTE DA NOSTRA SALA DIMOSTRAZIONE Foto da catalogo Condizioni di fornitura Disponibilità : maggio 2015 Trasporto :

Dettagli

www.dmgmori.com torni automatici plurimandrino applicazioni Serie GMC / GM albero di trasmissione perno filettato

www.dmgmori.com torni automatici plurimandrino applicazioni Serie GMC / GM albero di trasmissione perno filettato www.dmgmori.com torni automatici plurimandrino Serie GMC / GM applicazioni gm albero di trasmissione perno filettato gmc albero a camme valvola albero sterzo connettore gildemeister italiana s.p.a. dmg

Dettagli

Progetta Vende Assiste. questo prodotto dal 1980

Progetta Vende Assiste. questo prodotto dal 1980 Progetta Vende Assiste questo prodotto dal 1980 GCAM il CAD/CAM creato da persone che parlano, scrivono, agiscono e pensano come voi e soprattutto... Interamente italiano FORNITURA GCAM è fornito in versione

Dettagli

ESECUZIONE DELLE FILETTATURE

ESECUZIONE DELLE FILETTATURE asdf ESECUZIONE DELLE FILETTATURE 14 January 2012 Il seguente articolo si propone di realizzare un excursus dei principali metodi di esecuzione di una filettatura. Ci soffermeremo maggiormente su alcuni

Dettagli

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4 Foglio Elettronico PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File

Dettagli

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività Foglio Elettronico Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti Tasto dx 1 clic sul pulsante

Dettagli

MANUALE DEL CONTROLLO A DISTANZA

MANUALE DEL CONTROLLO A DISTANZA MANUALE DEL CONTROLLO A DISTANZA ITALIANO SODDISFARE PRECAUZIONI...1-2 IFEEL SLEEP ROOM TIMER SET MODE TEMP USO DEL TELECOMANDO...3 CLEAR HOUR OPERAZIONE...4-8 Grazie per aver comprato il nostro condizionatore

Dettagli

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000 SIATIC F 351 Getting Started Edizione 02/2000 Le presenti informazioni guidano l utente, sulla base di un esempio concreto articolato in cinque fasi, nell esecuzione della messa in servizio fino ad ottenere

Dettagli

Manuale d uso e configurazione

Manuale d uso e configurazione Manuale d uso e configurazione Versione 1.0 1 Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli

[ significa: Tutto da un unico fornitore. EMCOMAT E-200 Easy Cycle. Tornio universale con controllo a cicli EMCO

[ significa: Tutto da un unico fornitore. EMCOMAT E-200 Easy Cycle. Tornio universale con controllo a cicli EMCO [ E[M]CONOMY] significa: Tutto da un unico fornitore. EMCOMAT E-200 Easy Cycle Tornio universale con controllo a cicli EMCO EMCOMAT E-200 Easy Cycle [Testa porta mandrino] - Struttura in ghisa stabile

Dettagli

E TECNOLOGIA MECCANICA Appello 10 settembre 2010 Laurea Ing. Energetica

E TECNOLOGIA MECCANICA Appello 10 settembre 2010 Laurea Ing. Energetica PRINCIPI DI PROGETTAZIONE QUESITI DI TECNOLOGIA MECCANICA E TECNOLOGIA MECCANICA Appello 10 settembre 2010 Laurea Ing. Energetica Nome Matricola Rispondere ai quesiti solo sui fogli protocollo. Tutti i

Dettagli

FANUC series 0-21MC (fresa) FANUC series 0-21TC (tornio)

FANUC series 0-21MC (fresa) FANUC series 0-21TC (tornio) Programmazione di macchine a C.N.C. FANUC series 0-21MC (fresa) FANUC series 0-21TC (tornio) Prof. Ing. Giovanni Bottaini Bibliografia: Manuale di Programmazione macchine utensili C.N.C. Tornitura R.Manzoni

Dettagli

Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino. Il centro di lavoro

Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino. Il centro di lavoro Centri di lavorazione meccanica Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino Il centro di lavoro Il centro di lavoro Il centro di lavoro è una macchina utensile dotata di controllo

Dettagli

c:: .~ ~ GILDEMEISTER ITALIANA GLD 20 GLD 25

c:: .~ ~ GILDEMEISTER ITALIANA GLD 20 GLD 25 o c::.~ ~ GILDEMEISTER ITALIANA GLD 20 GLD 25 L'investimento con la più alta redditività nel settore dei torni automatici. I GLD sono torni automatici a fantina mobile, previsti per il modulare, che può

Dettagli

Campo d'impiego Struttura Cambio utensile/pallet Caratteristiche tecniche

Campo d'impiego Struttura Cambio utensile/pallet Caratteristiche tecniche Campo d'impiego Struttura Cambio utensile/pallet Caratteristiche tecniche Meccaniche Arrigo Pecchioli Via di Scandicci 221-50143 Firenze (Italy) - Tel. (+39) 055 70 07 1 - Fax (+39) 055 700 623 e-mail:

Dettagli

MANUALE DEL CONTROLLO A DISTANZA

MANUALE DEL CONTROLLO A DISTANZA MANUALE DEL CONTROLLO A DISTANZA ITALIANO SODDISFARE PRECAUZIONI...1-2 USO DEL TELECOMANDO...3 OPERAZIONE...4-9 Grazie per aver comprato il nostro condizionatore d aria Prima di utilizzare il condizionatore,

Dettagli

MANUALE DEL CONTROLLO A DISTANZA

MANUALE DEL CONTROLLO A DISTANZA MANUALE DEL CONTROLLO A DISTANZA ITALIANO SODDISFARE PRECAUZIONI...1-2 USO DEL TELECOMANDO...3 OPERAZIONE...4-9 Grazie per aver comprato il nostro condizionatore d aria Prima di utilizzare il condizionatore,

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

PROGR. PRODUZIONE:PROGR. BIGLIA 26-02-2010 12:28 Pagina 1 PROGRAMMA DI PRODUZIONE

PROGR. PRODUZIONE:PROGR. BIGLIA 26-02-2010 12:28 Pagina 1 PROGRAMMA DI PRODUZIONE PROGR. PRODUZIONE:PROGR. BIGLIA 26-02-2010 12:28 Pagina 1 PROGRAMMA DI PRODUZIONE PROGR. PRODUZIONE:PROGR. BIGLIA 26-02-2010 12:28 Pagina 2 I NUOVI TRAGUARDI DI PRODUTTIVITÀ, AFFIDABILITÀ E PRECISIONE

Dettagli

CNC 8055 MC. Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X

CNC 8055 MC. Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X CNC 8055 MC Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X Tutti i diritti sono riservati. La presente documentazione, interamente o in parte, non può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, memorizzata

Dettagli

Programma MANUTENZIONE

Programma MANUTENZIONE Programma MANUTENZIONE MANUALE UTENTE @caloisoft Programma MANUTENZIONE 1 IL PROGRAMMA MANUTENZIONE Il programma dispone di una procedura automatica di installazione. INSTALLAZIONE Per installare il programma

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ASSISTITA DAL COMPUTER (CAD/CAM)

PROGRAMMAZIONE ASSISTITA DAL COMPUTER (CAD/CAM) PROGRAMMAZIONE ASSISTITA DAL COMPUTER (CAD/CAM) Con la programmazione manuale, il programmatore descrive un ciclo di lavoro nella sequenza voluta ed in un linguaggio comprensibile all unità di governo.

Dettagli

FRESATRICI CLASSIFICAZIONE DELLE FRESATRICI

FRESATRICI CLASSIFICAZIONE DELLE FRESATRICI FRESATRC CLASSFCAZONE DELLE FRESATRC Le fresatrici si distinguono principalmente per la disposizione dell albero portafresa e per le possibilità di movimento della tavola portapezzo. Si classificano in

Dettagli

Lavorazioni al TORNIO PARALLELO

Lavorazioni al TORNIO PARALLELO Istituto Istituto Istruzione Superiore G. Boris Giuliano" Via Carducci, 13-94015 Piazza Armerina (En) Corso di Tecnologie Meccaniche e Applicazioni Anno scolastico 2015-2016 Lavorazioni al TORNIO PARALLELO

Dettagli

LA TORNITURA. Corso di Tecnologie Speciali I prof. Luigi Carrino

LA TORNITURA. Corso di Tecnologie Speciali I prof. Luigi Carrino LA TORNITURA L operazione di tornitura consente di ottenere superfici di rivoluzione interne ed esterne variamente conformate tra cui anche filettature e zigrinature. I movimenti nell operazione di tornitura

Dettagli

EMCO Win 3D-View Fresatura Descrizione del Software Simulazione Grafica 3D Descrizione del Software EMCO Win 3D-View Fresatura Nr. Rif. TA 1826 Edizione B2006-02 Questo manuale è sempre disponibile in

Dettagli

CENTRO DI LAVORO EC43 a 5 assi

CENTRO DI LAVORO EC43 a 5 assi Meccaniche Arrigo Pecchioli Via di Scandicci 221-50143 Firenze (Italy) - Tel. (+39) 055 70 07 1 - Fax (+39) 055 700 623 e-mail: pear@pear.it - www.pear.it Altri file a disposizione per informazioni complementari

Dettagli

Fondamenti per la Programmazione delle Macchine a Controllo Numerico

Fondamenti per la Programmazione delle Macchine a Controllo Numerico Fondamenti per la Programmazione delle Macchine a Controllo Numerico Sistemi di Coordinate I sistemi di coordinate, permettono al programmatore di definire i punti caratteristici del profilo da lavorare.

Dettagli

L automazione. L automazione. Insieme delle tecniche e dei metodi per sostituire o ridurre l intervento umano in un attività lavorativa

L automazione. L automazione. Insieme delle tecniche e dei metodi per sostituire o ridurre l intervento umano in un attività lavorativa L automazione 1 L automazione Insieme delle tecniche e dei metodi per sostituire o ridurre l intervento umano in un attività lavorativa Politecnico di Torino 1 Automazione delle macchine utensili (M.U.)

Dettagli

IL CNC IL LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE PER LA MACCHINE UTENSILI A CNC Fondamenti

IL CNC IL LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE PER LA MACCHINE UTENSILI A CNC Fondamenti IL CNC IL LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE PER LA MACCHINE UTENSILI A CNC Fondamenti Centro per l Automazione e la Meccanica Via Rainusso 138/N 41100 Modena INDICE 1- La metodologia ed il linguaggio di programmazione

Dettagli

Campo d'impiego Struttura Cambio utensile/pallet Caratteristiche tecniche

Campo d'impiego Struttura Cambio utensile/pallet Caratteristiche tecniche Campo d'impiego Struttura Cambio utensile/pallet Caratteristiche tecniche Meccaniche Arrigo Pecchioli Via di Scandicci 221-50143 Firenze (Italy) - Tel. (+39) 055 70 07 1 - Fax (+39) 055 700 623 e-mail:

Dettagli

Rappresentazione Denominazione simbolo ISO Riferimento a unificazioni

Rappresentazione Denominazione simbolo ISO Riferimento a unificazioni Tabelle TABELLE 1 Nelle pagine che seguono sono riportati stralci di tabelle che si trovano normalmente sui manuali e che sono di grande importanza durante le fasi di lavorazione. Le tabelle proposte riguar-

Dettagli

Guida rapida. itnc 530

Guida rapida. itnc 530 Guida rapida itnc 530 NC-Software 340 420-xx Italiano (it) 6/2002 La guida rapida Indice è l'ausilio alla programmazione del controllo HEIDENHAIN itnc 530 in breve Le istruzioni complete per la programmazione

Dettagli

FISSAGGIO DEL PEZZO IN LAVORAZIONE SUL TORNIO

FISSAGGIO DEL PEZZO IN LAVORAZIONE SUL TORNIO di Tecnologia Meccanica FISSAGGIO DEL PEZZO IN LAVORAZIONE SUL TORNIO A cura dei proff. Morotti Giovanni e Santoriello Sergio FISSAGGIO DEL PEZZO IN LAVORAZIONE SUL TORNIO Gli attrezzi e i sistemi per

Dettagli

SEGATRICE A NASTRO A DUE COLONNE BROWN SN 650 SEGATRICE A NASTRO SEMIAUTOMATICA IDRAULICA A CONTROLLO NUMERICO

SEGATRICE A NASTRO A DUE COLONNE BROWN SN 650 SEGATRICE A NASTRO SEMIAUTOMATICA IDRAULICA A CONTROLLO NUMERICO IBP SpA SEGATRICE A NASTRO A DUE COLONNE BROWN SN 650 SEGATRICE A NASTRO SEMIAUTOMATICA IDRAULICA A CONTROLLO NUMERICO Segatrice a nastro a due colonne progettata per essere utilizzata principalmente da

Dettagli

SINUMERIK. SINUMERIK 840D sl/840di sl/ 828D/802D sl ISO Fresatura. Concetti fondamentali della programmazione. Comandi di movimento 2

SINUMERIK. SINUMERIK 840D sl/840di sl/ 828D/802D sl ISO Fresatura. Concetti fondamentali della programmazione. Comandi di movimento 2 SINUMERIK SINUMERIK 840D sl/840di sl/828d/802d sl SINUMERIK SINUMERIK 840D sl/840di sl/ 828D/802D sl Manuale di programmazione Concetti fondamentali della programmazione 1 Comandi di movimento 2 Comandi

Dettagli

Versione 1.0. La cartella di Excel contiene, di default, le seguenti schede: Classe, Criteri, 1,Riepilogo, Doc15 come si vede in figura:

Versione 1.0. La cartella di Excel contiene, di default, le seguenti schede: Classe, Criteri, 1,Riepilogo, Doc15 come si vede in figura: Versione 1.0 Premessa Dixit è la griglia per la definizione del voto d orale all esame di Stato; aiuta a mantenere un criterio unico e oggettivo nell assegnazione del voto. La cartella di Excel contiene,

Dettagli

CORSO di AUTOMAZIONE INDUSTRIALE

CORSO di AUTOMAZIONE INDUSTRIALE CORSO di AUTOMAZIONE INDUSTRIALE (cod. 8469) APPELLO del 10 Novembre 2010 Prof. Emanuele Carpanzano Soluzioni Esercizio 1 (Domande generali) 1.a) Controllo Modulante Tracciare qualitativamente la risposta

Dettagli

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO Capittol lo 5 File 5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO In Word è possibile creare documenti completamente nuovi oppure risparmiare tempo utilizzando autocomposizioni o modelli, che consentono di creare

Dettagli

UNIVERSITA degli STUDI di BERGAMO FACOLTA di INGEGNERIA. Corso di AUTOMAZIONE INDUSTRIALE

UNIVERSITA degli STUDI di BERGAMO FACOLTA di INGEGNERIA. Corso di AUTOMAZIONE INDUSTRIALE UNIVERSITA degli STUDI di BERGAMO FACOLTA di INGEGNERIA Corso di AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Prof. Andrea Cataldo andrea.cataldo@itia.cnr.it ARGOMENTI delle ESERCITAZIONI CONTROLLO NUMERICO in AULA CONTROLLO

Dettagli

Strumenti e metodi per la redazione della carta del pericolo da fenomeni torrentizi

Strumenti e metodi per la redazione della carta del pericolo da fenomeni torrentizi Versione 1.0 Strumenti e metodi per la redazione della carta del pericolo da fenomeni torrentizi Corso anno 2011 D. MANUALE UTILIZZO DEL VISUALIZZATORE Il Visualizzatore è un programma che permette di

Dettagli

RatioLine Centri di tornitura e fresatura modulari per la lavorazione economica di pezzi complessi

RatioLine Centri di tornitura e fresatura modulari per la lavorazione economica di pezzi complessi Catalogo generale Da 85 anni la Index-Werke GmbH & Co. KG Hann & Tessky di Esslingen è una delle più importanti aziende tedesche produttrici di macchine utensili. Gli studi tecnologici innovativi, gli

Dettagli

uniflex Centro di lavoro fl essibile per la foratura, fresatura ed inserimento di ferramenta.

uniflex Centro di lavoro fl essibile per la foratura, fresatura ed inserimento di ferramenta. SCM GROUP SPA MORBIDELLI - via Casale 450 I 47826 Villa Verucchio, Rimini - Italy tel. +39 0541 674111 - fax +39 0541 674235 -morbidelli@scmgroup.com - www.scmgroup.com REV. N. 00-04.2015 - MIC STUDIO

Dettagli

E' sempre valido il comando che si usa anche con Outlook Express e con Windows Mail: shift più control più V.

E' sempre valido il comando che si usa anche con Outlook Express e con Windows Mail: shift più control più V. Microsoft Outlook 2007. Di Nunziante Esposito. `*************` Decima ed ultima parte: Varie. `***********` Dopo aver impostato al meglio le opzioni ed il layout di questo browser, e dopo le indicazioni

Dettagli

ITALIANO. Manuale del telecomando. Sommario. Grazie per aver scelto il nostro condizionatore d aria PRECAUZIONI... 1-2 USO DEL TELECOMANDO...

ITALIANO. Manuale del telecomando. Sommario. Grazie per aver scelto il nostro condizionatore d aria PRECAUZIONI... 1-2 USO DEL TELECOMANDO... Manuale del telecomando ITALIANO Sommario PRECAUZIONI... 1-2 USO DEL TELECOMANDO...3... 4-12 Grazie per aver scelto il nostro condizionatore d aria Prima di avviare il climatizzatore, leggere con attenzione

Dettagli

www.tecnoinsrl.it info@tecnoinsrl.it ALESATRICE A MONTANTE MOBILE INNSE MOD. ARIES 1

www.tecnoinsrl.it info@tecnoinsrl.it ALESATRICE A MONTANTE MOBILE INNSE MOD. ARIES 1 1 Campo di lavoro : 11 Corse degli assi : Corsa longitudinale montante (asse X) mm 17000 Corsa verticale testa (asse Y) min mm 3500 Corsa assiale testa (asse W) min mm 1150 Corsa assiale mandrino di alesatura

Dettagli

Il centro di lavoro. Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro. Macchina utensile

Il centro di lavoro. Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro. Macchina utensile Centri di lavorazione meccanica Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino Il centro di lavoro Il centro di lavoro è una macchina utensile dotata di controllo numerico in grado

Dettagli

Manuale d Istruzioni Cronometro digitale. Modello 365535

Manuale d Istruzioni Cronometro digitale. Modello 365535 Manuale d Istruzioni Cronometro digitale Modello 365535 Istruzioni Introduzione Questo fantastico cronometro digitale al quarzo professionale dispone di una memoria cumulativa e di giro e funzionalità

Dettagli

LAVORAZIONI AL TORNIO PARALLELO

LAVORAZIONI AL TORNIO PARALLELO LAVORAZIONI AL TORNIO PARALLELO SGROSSATURA Passate grandi: 0,5 10 mm Avanzamenti grandi: 0,1 0,6 mm/giro Sovrametallo da lasciare per la finitura: 0,2 0,5 mm Utensile in acciaio super rapido HSS UNI 4247

Dettagli

Guida alla fresatura Spianatura 1/24

Guida alla fresatura Spianatura 1/24 SPIANATURA Guida alla fresatura Spianatura 1/24 SCELTA INSERTO/FRESA Una fresa con un angolo di registrazione inferiore a 90 agevola il deflusso dei trucioli aumentando la resistenza del tagliente. Gli

Dettagli

TORNI. parallelo ad uso didattico a revolver CNC. Tipologia:

TORNI. parallelo ad uso didattico a revolver CNC. Tipologia: TORNI Tipologia: parallelo ad uso didattico a revolver CNC Norme di riferimento UNI 8703/84 torni ad asse orizzontale UNI 6175/68 torni per uso didattico UNI 5471/64 tornio parallelo, sensi di manovra

Dettagli