Più qualità, meno spesa (parte II) Cosa ci insegna l esperienza della Svizzera?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Più qualità, meno spesa (parte II) Cosa ci insegna l esperienza della Svizzera?"

Transcript

1 Più qualità, meno spesa (parte II) Cosa ci insegna l esperienza della Svizzera? (Università della Svizzera Italiana) Brescia,

2 Tre peculiarità della società svizzera Un sistema politico fortemente decentrato, basato sul federalismo, la concordanza e la democrazia diretta (il ruolo della Confederazione è sussidiario rispetto ai cantoni art. 5A CF). Un sistema economico di ispirazione liberale, che (congiuntamente al federalismo) si ripercuote anche in sanità ( forte frammentazione del sistema di cure), confidando nella libertà di commercio, nella libera scelta del medico, nella concorrenza di mercato e nella legittima rappresentanza degli interessi corporativi. Una tradizione di sicurezza sociale tutta particolare; a partire dalla metà del secolo XX si assiste all introduzione di assicurazioni universali (LAVS[1946], LAI[1959], LAINF[1981], LADI[1982], LAMal[1994]) nella cui gestione giocano un ruolo essenziale il settore privato e la società civile (mutue, casse pensioni). L OMS ha definito questo modello, di ispirazione bismarckiana, sistema pluralista. 0. INTRODUZIONE (1/3) 2

3 Le «innovazioni» della Svizzera dalla prospettiva internazionale Sono essenzialmente 3 gli aspetti del sistema sanitario elvetico che suscitano interesse in altri paesi (e in particolare in quello italiano), per quanto concerne il quesito di fondo di questa lezione: 1.La scelta per il cittadino e la competizione tra compagnie assicurative private nella garanzia di una copertura sanitaria universale (obbligatoria). Domanda: il cosiddetto modello di managed competition comporta più qualità con meno spesa? 2.Il decentramento e il federalismo fiscale, all origine di scelte profondamente diverse tra i cantoni svizzeri in ambito sanitario. Domanda: gli assetti organizzativi molto diversi dei cantoni svizzeri consentono di rilevare esperienze in cui si ottiene più qualità con meno spesa? 0. INTRODUZIONE (2/3) 3

4 Le «innovazioni» della Svizzera dalla prospettiva internazionale (continua) 3. La diffusione di reti integrate di cura (managed care), rese possibili dalla riforma della sanita elvetica del Il principale merito delle reti integrate di cura (a cui può essere associata una responsabilità finanziaria) consiste nel fornire incentivi ad adottare un approccio multidisciplinare, per aumentare il coordinamento delle cure e sviluppare programmi capaci di migliorare la presa a carico dei pazienti cronici e/o affetti da polimorbilità. Purtroppo non ci sarà il tempo di entrare in questo «cantiere aperto» e stabilire in che misura la diffusione (ancora limitata) di queste reti in Svizzera stia consentendo cure di qualità superiore a costi più contenuti. 0. INTRODUZIONE (3/3) 4

5 1. Il modello della «managed competition» Brescia,

6 Interesse nei confronti della concorrenza nell assicurazione malattia universale (1) 1. Crescente interesse in Europa, negli ultimi 2 decenni, nei confronti della libera scelta dell assicuratore e della concorrenza nell ambito di un assicurazione malattia obbligaroria. Le esperienze pionieristiche di Svizzera, Belgio, Olanda e Germania, hanno portato dagli anni 90 ha implementare riforme su questa linea anche in paesi in transizione (Repubblica Ceca, 1992; Federazione Russa, 1993; Slovacchia, 1994; Georgia, per persone sotto la linea di povertà). 1. MANAGED COMPETITION (1/26) 6

7 Interesse nei confronti della concorrenza nell assicurazione malattia universale (2) 2. L Affordable Care Act del presidente americano Obama si è ispirato (in parte indirettamente, per il tramite della riforma realizzata in Massachusetts da Mitt Romney) alle esperienze olandese e svizzera. The Swiss Menace By PAUL KRUGMAN Published: August 16, 2009 ( ) So where does «Obamacare» fit into all this? Basically, it s a plan to Swissify America, using regulation and subsidies to ensure universal coverage. If we were starting from scratch we probably wouldn t have chosen this route. ( ) But a Swiss-style system of universal coverage would be a vast improvement on what we have now. And we already know that such systems work. 1. MANAGED COMPETITION (2/26) 7

8 Tipologie di sistema sanitario basato su una copertura universale (obbligatoria) SISTEMA BEVERIDGE Per lo più fornitura pubblica di servizi sanitari ed assicurazione pubblica (fiscalità generale) Interazione verticale tra sistema assicurativo e di cura Esempi: Italia, Inghilterra, Danimarca, Nuova Zelanda, Spagna, Finlandia COPERTURA NON UNIVERSALE Assicurazione sanitaria facoltativa (aziendale per i dipendenti) Compertura pubblica per anziani e poveri (Medicare/Medicaid) Ricorso al meccanismo di mercato per l erogazione delle cure Esempi: Stati Uniti SISTEMA BISMARCK Assicurazione pubblica (un unico ente assicurativo di riferimento) Ricorso al meccanismo di mercato per l erogazione delle cure Esempi: Francia, Canada, Australia, Giappone, Austria (Germania, fino al 1991) SISTEMA ENTHOVEN (MANAGED COMPETITION) Assicurazione sanitaria competitiva (libera scelta, rischio di insolvenza) Ricorso al meccanismo di mercato per l erogazione delle cure Esempi: Svizzera, Olanda, Germania (dal 1992) 1. MANAGED COMPETITION (3/26) 8

9 Funzioni dell assicurazione sanitaria Raccolta dei fondi Pooling delle risorse Acquisto di servizi sanitari (contrattazione) Adattato da WHO Regional Office for Europe, MANAGED COMPETITION (4/26) 9

10 Aspettative (teoriche) dal funzionamento di un mercato assicurativo Una volta risolto il problema di selezione avversa con l obbligo assicurativo e l imposizione di un pacchetto di prestazioni uniforme (Rothschild & Stiglitz, 1976): La possibilità per i cittadini di acquistare la copertura da compagnie diverse in concorrenza tra loro, Il rischio di insolvenza sopportato dalle compagnie, la possibilità (per le compagnie) di acquistare le prestazioni sanitarie per conto dei propri clienti spinge il sistema assicurativo ad assecondare meglio le preferenze dei cittadini, ad assicurare l efficienza, ad incrementare la performance del sistema sanitario (rapporto qualità/prezzo). 1. MANAGED COMPETITION (5/26) 10

11 La logica del sistema «Enthoven» Libera scelta Fornitori Finanziamento pubblico Rimborso dei costi + Acquisto di prestazioni Cittadini Sussidi Libera scelta Premio di comunità Tasse / contr. sociali Obbligo di assicurazione Stato Assicuratori Regolazione (Quality assurance) Compensazione dei rischi Finanziamento pubblico 1. MANAGED COMPETITION (6/26) 11

12 Differenze nella spesa sanitaria in % del PIL (2009) ,4 11,8 11,6 12,0 11,4 9,5 ITA FRA GER NL SVI US Fonte: OECD (2011), Health at a Glance 1. MANAGED COMPETITION (7/26) 12

13 Differenze nella spesa sanitaria pro capite (2009) US$ PPP (2009) ITA FRA GER NL SVI US Fonte: OECD (2011), Health at a Glance 1. MANAGED COMPETITION (8/26) 13

14 Differenze negli outcomes (2006/2007) Tasso standardizzato di mortalità (per 100,000 abitanti) derivante da cause amenable to health care ,9 55,0 76,7 65,6 54,7 95,5 0 ITA FRA GER NL SVI US Fonti: Nolte e McKee (2011) / Quaglia per la Svizzera 1. MANAGED COMPETITION (9/26) 14

15 1. MANAGED COMPETITION (10/26) 15

16 Differenze a livello di equità (2004) (Differenze nella probabilità di visita medica tra classi sociali) * Significant for income with p<0.05 / ** Significant for income and wealth with p<0.05 ** * ** Fonte: Allin et al (2009), American Journal of Public Health 1. MANAGED COMPETITION (11/26) 16

17 Risultato preliminare Nessuna evidenza schiacciante che i tre paesi che hanno adottato il modello di Enthoven (Germania, Olanda e Svizzera) si caratterizzino per una performance globale migliore rispetto a Francia (sistema Bismarck) o all Italia (Sistema Beveridge), ad eccezione dell aspetto dell equità. 1. MANAGED COMPETITION (12/26) 17

18 Sommario delle recenti riforme adottate nei paesi che hanno scelto il sistema Enthoven 1. Assicurazione sanitaria universale (obbligatoria) (1996 in SVI, 2009 in GER, 2006 in NL) 2. Libera scelta della compagnia assicurativa (1996 in SVI eger, 1991 in NL) 3. Estensione graduale del rischio di insolvenza per gli assicuratori; 4. Introduzione e affinamento della compensazione dei rischi (1993/2012 in SVI, 1995/2001/2007 in GER, 1992/2002/2004 in NL); 5. Ampliamento del ruolo di acquirente (selective contracting, integrazione verticale, altri strumenti) (1996 in SVI, 2004/2007 in GER, 2006 in NL); 1. MANAGED COMPETITION (13/26) 18

19 Sommario delle opzioni di scelta in GER/NL/SVI GER NL SVI Essere assicurati No (opting-out dalla SHI alla PHI possibile se reddito>50,000 ) No No Pacchetto di prestazioni assicurate No No No Assicuratore Si Si Si Condizioni di cambiamento Dopo 18 mesi (o entro 2 mesi sei aumentano i premi) una volta all anno due volte all anno (con preavviso di 3 mesi) Livello del premio di comunità Si Si Si Partecipazione ai costi Limitato Si Si Altri aspetti contrattuali Si (gatekeeping o reti integrate) Si (lista dei farmaci, selective contracting) Si (managed care) 1. MANAGED COMPETITION (14/26) 19

20 Pre-condizioni per il funzionamento della concorrenza tra assicuratori 1. Le persone devono essere in grado di scegliere e di cambiare compagnia assicurativa con facilità e senza dover sostenere costi di transazione (reali o percepiti) elevati. 2. La concorrenza tra assicuratori deve fondarsi su qualità e prezzo e non sulla selezione dei rischi (in caso contrario il mercato assicurativo non produrrebbe gli effetti sperati in termini di efficienza la caccia ai buoni rischi comporterebbe una concorrenza socialmente rovinosa). 3. Gli assicuratori dovrebbero disporre di strumenti che consentano loro di creare valore (e devono essere pure disposti ad usarli), come l acquisto di prestazioni per conto dei propri assicurati e la sottoscrizione di contratti selettivi. 1. MANAGED COMPETITION (15/26) 20

21 Regolamentazioni in favore del cambiamento di assicuratore GER, SVI e NL hanno introdotto regolamentazioni simili per permettere alle proprie popolazioni di cambiare facilmente compagnia assicurativa: Obbligo per gli assicuratori di accettare chiunque Copertura completa delle malattie preesistenti Premi che non riflettono il rischio di malattia Pacchetto di prestazioni uniforme (contratto standard) per faicilitare i confronti Messa a disposizione di informazioni comparative trasparenti (quotidiani, siti internet, ecc.) Introduzione di una compensazione dei rischi per redistribuire le risorse tra le compagnie in base al portafoglio di rischi assicurati. 1. MANAGED COMPETITION (16/26) 21

22 Struttura del mercato dell assicurazione sanitaria obbligatoria GER NL SVI Statuto giuridico delle compagnie SHI non profit PHI libere di scegliere la forma giuridica Enti privati che possono distribuire profitti Enti privati che non possono distribuire profitti realizzati nel comparto della copertura di base Nr. di assicuratori 169 SHI 46 PHI 28 compagnie (appartenenti a 11 holding) 82 compagnie (50% delle quali riunite in 7 holdings) Quota di mercato dei top 3 (2010) Circa 32% per SHI Circa 42% per PHI 74% per le holding 45% per le holding 28% per le singole casse Possibilità di offrire coperture supplementari Vendita di contratti sottoscritti dagli assicuratori privati Si Si Fusioni in GER e SVI, creazione di holding in NL e SVI, passaggio da piccole compagnie locali a global players in SVI. 1. MANAGED COMPETITION (17/26) 22

23 Differenze di prezzo tra compagnie Il prezzo è una buona ragione per cambiare compagnia? GER Prima del 2009: Si (negli anni 90 vi erano differenze significative nelle percentuali di contributo). Dopo il 2009 (tasso di contributo uniforme a livello nazionale): No, il premio di comunità è piccolo (massimo 100 all anno, nel 10% delle casse) Prima del 2006: No (differenze di premio trascurabili). NL SVI Dopo il 2006: Si (Sconti importanti per franchigie elevate o per polizze di gruppo differenza massima di premio : 216 nel 2010) Si (differenze significative di premio e grandi sconti per franchigie elevate e contratti managed care, fino al 50% del premio base differenze di 1000 all anno sono abituali) 1. MANAGED COMPETITION (18/26) 23

24 Tassi di cambiamento GER NL SVI Tasso minimo osservato - Prima del 2000: 1% (Laske et al, 2004) : Tasso medio di cambiamento : 4 5.8% (Portratz & Zerres, 2010) : 3 5.5% (Westert et al, 2010) 4.8%-2.1 (Frank & Lamiraud, 2009) : 3.3%-2.0% (comparis) Tasso massimo osservato : 18% (Roos & Schut, 2011) 2010: 15.4% (comparis, 2010) 1. MANAGED COMPETITION (19/26) 24

25 Evoluzione della varianza dei premi all interno dei cantoni svizzeri (log) Le notevoli differenze di premio non denotano una tendenza alla riduzione anche a 10 anni di distanza dalla riforma Fonte: Dormont et al MANAGED COMPETITION (20/26) 25

26 Incentivo alla selezione dei rischi GER NL SVI Formula di compensazione dei rischi contenente criteri di salute Si Si No (migliorata nel 2012 ospedalizzazione nell anno precedente) Pooling dei rischi No Si (90% dei costi individuali che eccedono 22,500) No (ma il 55% dei costi ospedalieri/drg finanziato dalla fiscalità generale ) Incentivo alla selezione dei rischi Elevato Moderato Molto elevato 1. MANAGED COMPETITION (21/26) 26

27 Caratteristiche di chi cambia assicuratore GER NL : 2010: Prior to 2006: : Con maggior probabilità giovani e persone in salute (Gresz et al, 2002; Knaus & Nuscheler, 2005; Zok, 1999; Schut et al, 2003) Con maggior probabilità giovani, con redditi elevati, scolarità superiore e senza patologie croniche (Zok, 2011) Persone giovani con livelli di scolarità superiori (Gresz et al, 2002; van Dijk et al, 2008) Assicurati con una salute soggettiva da buona a molto buona (Roos & Schut, 2011) SWI : Persone che hanno scelto franchigie alte; cambiamento meno frequente tra chi dispone anche di una copertura complementare, se lo stato di salute soggettivo è inferiore a molto buono (Dormont et al, 2009; Frank & Lamiraud, 2009) 1. MANAGED COMPETITION (22/26) 27

28 Possibili ostacoli al cambiamento di assicuratore 1. Status quo bias: uso «comportamentale» di percezioni soggettive (anziché di dati oggettivi) sulle compagnie. Molte persone affermano che è troppo faticoso cambiare spesso (Frank and Lamiraud, 2009; Gresz et al, 2002, Vos & Jong, 2009). 2. Uso delle coperture volontarie per legare i clienti: differenti strategie per associare la vendita di coperture di base e supplementari (Roos & Schut, 2011) 3. Credenze sbagliate: timore che il cambiamento della copertura di base comporti sanzioni nel settore supplementare (Roos & Schut, 2011, Dormond et al, 2009) 4. Ventaglio di scelta troppo ampio: in un contesto caratterizzato da un numero crescente di assicuratori e di opzioni contrattuali (Frank & Lamiraud (2009) 1. MANAGED COMPETITION (23/26) 28

29 Strumenti per l acquisto di prestazioni GER NL SWI Vertical provider integration No Yes (take-up low but growing) Yes (ban if the new MC-bill will be accepted) Selective contracting Yes (in the context of integrated care) Yes (take-up low but growing) Yes (for insured who opted for MC) Financial incentives for patients to use PP Yes (moderate take-up) Yes (take-up low but growing) Planned within the new MC-bill Guidelines, formularies, disease management Yes, (but high take-up only for DM) Yes (take-up low or moderate, but growing) Not explicitly P4P payment schemes Yes (in the context of integrated care) Yes (take-up low but growing) Yes (within MC arrangements) Public disclosure of performance indicators Yes (mandatory for certain hospital indicators) Yes (moderate take-up but growing) Yes (in the hospital sector, but modest results) 1. MANAGED COMPETITION (24/26) 29

30 Uso limitato degli strumenti di acquisto Gli assicuratori non stanno usando gli strumenti a loro disposizione per acquistare prestazioni per conto dei propri clienti. Alcuni di questi strumenti hanno come conseguenza una riduzione della libera scelta del medico e necessitano di informazioni spesso non ancora disponibili. Assicuratori che depennano dalle liste ospedaliere alcuni istituti temono di essere giudicati male, in quanto mossi da considerazioni economiche più che sanitarie (Maarse & Paulus, 2001; Boonen et al, 2011). Assicuratori che pubblicano una classifica sulla qualità degli ospedali devono far fronte con le resistenze dei regolatori e degli istituti (Sheldon, 2010, Busse at al, 2009). Le autority antitrust non di rado bloccano le integrazioni verticali, giudicandole ostili al mercato (Maarse & Paulus, 2011). 1. MANAGED COMPETITION (25/26) 30

31 Conclusioni (parte I) Il modello di managed competition non sembra (ad oggi) aver determinato in GER, NL e SVI migliori outcomes a fronte di meno spesa. Il sistema assicurativo diventa per contro più complesso e soffre di alcuni circoli viziosi: Aumento del rischio di insolvenza per gli assicuratori maggiori incentivi alla selezione dei rischi necessità di formule più sofisticate per la compensazione dei rischi; Permettere alle compagnie di diversificare i prodotti per rispondere meglio alle preferenze dei clienti (usando per es. le coperture integrative) riduzione della mobilità della clientela e difficoltà nel disegnare la compensazione dei rischi; Maggior uso del selective contracting meno libertà di scelta del medico minor mobilità dei cattivi rischi pochi incentivi a contrattare le cure adeguate per i pazienti cronici. 1. MANAGED COMPETITION (26/26) 31

32 2. Il decentramento e il federalismo fiscale Brescia,

33 Teoria economica del federalismo (Oates, JEL 1999) Molti beni e servizi pubblici hanno un carattere locale, nel senso che quelle caratteristiche che rendono pubblico un bene (non rivalità, non escludibilità), non valgono su scala nazionale, ma solo su scala locale. In presenza di beni pubblici locali la decisione di produzione e fornitura è migliore se attuata dal governo locale Quanto più le preferenze degli abitanti e i costi delle singole regioni sono eterogenei, per cui la differenziazione in soluzioni regionali è preferibile ad una scelta uniforme (di produzione e finanziamento) sul piano nazionale (secondo il motto one size fits all ) Quanto più la vicinanza del governo ai propri cittadini (grazie al maggior controllo democratico che ne consegue e alla miglior informazione) e la competizione tra regioni si ripercuote positivamente sulla performance e la capacità di innovazione delle amministrazioni pubbliche. 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (1/34) 33

34 Teoria economica del federalismo (continua) Il decentramento porta però con sé anche degli svantaggi, che sono tanto più forti, Quanto più importanti sono le economie di scala (per cui la taglia ridotta della produzione locale comporta costi medi più elevati); Quanto più importanti sono gli spillovers tra regioni. Con spillovers si intendono esternalità positive e negative, che toccano i cittadini di regioni limitrofe. Attraverso un opportuno trade-off tra costi e benefici del decentramento, il federalismo favorisce l efficienza (nel senso di un più elevato benessere sociale). 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (2/34) 34

35 Le conseguenze del federalismo Federalismo significa dunque «accettazione delle differenze fra regioni» come aumento di efficienza e stimolo all innovazione. In letteratura federalismo e decentralizzazione dei poteri sono stati considerati uno strumento per il contenimento del settore pubblico (Brennan e Buchanan, 1980), per diminuire l effetto redistributivo dei sistemi di welfare (Weingast, 1995). La mobilità dei cittadini (che votano con i propri piedi) porta ad un livello di spesa sociale inferiore all ottimale, se questa è decisa a livello regionale (Oates, 1999 race to the bottom). Diversi studi attestano che il federalismo e la decentralizzazione creano vincoli supplementari all aumento di uno Stato sociale redistributivo (vari livelli con diritto di veto; competizione fra i sistemi fiscali per attirare capitali e famiglie facoltose). Correlazione negativa tra spesa sociale in percentuale del PIL e frammentazione / decentralizzazione del potere decisionale. 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (3/34) 35

36 Il concetto di «cittadinanza sociale» e l accesso alle cure In tutti gli Stati federali, anche quelli che hanno decentralizzato fortemente le competenze in materia sanitaria, si denota una preferenza per soluzioni uniformi (dal profilo dell accesso alle cure, dell offerta sanitaria, dei livelli di spesa). Sanità come settore chiave per consolidare l identità nazionale (attraverso la garanzia a tutti i cittadini di un diritto di cittadinanza sociale e l istituzione di un servizio pubblico uniforme sul piano nazionale). Tensione naturale tra federalismo (accettazione delle differenze regionali, che riflettono le preferenze diverse delle comunità di riferimento) e cittadinanza sociale (accesso universale ad un pacchetto di prestazioni sanitarie di base) 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (4/34) 36

37 Vantaggi e svantaggi di un organizzazione sanitaria federalista (per la teoria economica) Vantaggi: Prossimità (informazione più efficace circa i desideri dei cittadini); Maggior «electoral accountability»; È possibile realizzare un «preference matching» regionale «Voting by feed» (competizione tra giurisdizioni) Possibilità di introdurre e sperimentare delle innovazioni Svantaggi: Coordinamento tra i livelli di governo coinvolti (costi di transazione possibilmente elevati) Economie di scala non sfruttate Effetti di traboccamento Difficoltà nel garantire uguali diritti di cittadinanza sociale Rischio di una «race to the bottom» 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (5/34) 37

38 La Svizzera: un piccolo Stato federale Article 3 et 42/43 de la Constitution Fédérale: 3: «I Cantoni sono sovrani per quanto la loro sovranità non sia limitata dalla Costituzione federale ed esercitano tutti i diritti non delegati alla Confederazione». 42 «La Confederazione adempie i compiti che le sono assegnati dalla Costituzione». 43a «La Confederazione assume unicamente i compiti che superano la capacità dei Cantoni o che esigono un disciplinamento uniforme da parte sua». Organizzazione del sistema sanitario elvetico: Cantoni ed autorità federali portano sussidiariamente la responsabilità per l elaborazione delle politiche sanitarie, la regolamentazione e la sorveglianza del sistema. Forte autonomia dei cantoni nell organizzazione delle cure, ruolo importante del governo federale nell ambito dell assicurazione malattia. Negli ultimi anni si assiste ad un aumento di potere del governo federale nella politica sanitaria, benché la spesa pubblica in sanità rimanga in prevalenza a carico dei cantoni. 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (6/34) 38

39 Differenze nella spesa socializzata dei cantoni svizzeri (2005) 0 1'000 2'000 3'000 4'000 5'000 6'000 7'000 GE BS NE VD TI JU BE CH BL ZH SH FR SO VS GR ZG GL AR LU SZ AG SG UR OW TG NW AI Fonti: BAG, BFS 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (7/34) 39

40 Scomposizione della spesa in prezzi e quantità Indice dei prezzi Indice delle quantità Schleiniger, Slembeck e Blöchlinger (2007) 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (8/34) 40

41 Densità di studi medici per 1000 abitanti (2006) 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (9/34) 41

42 Tasso di ricoveri in ospedali acuti 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (10/34) 42

43 Persone residenti in casa anziani (ogni 1000 abitanti in età superore ai 65) 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (11/34) 43

44 Prestazioni dell assistenza domiciliare 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (12/34) 44

45 AI SH GL SO BS SZ SG ZH TG OW FR AG LU AR GR BE NE UR JU ZG VS BL TI VD NW GE CH Differenze nel tasso standardizzato di mortalità evitabile, ogni abitanti Media Fonte: Calcoli di J. Quaglia, DSS Cantone Ticino 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (13/34) 45

46 Correlazione tra MAHC e spesa pro capite socializzata (Performance) 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (14/34) 46

47 Stima di un modello multivariato ln SHE lny ln DP 7 it 0 it ln DDI 8 1 lnun it 2 SHE = Spesa socializzata pro-capite Y = Reddito pro-capite (+) UN = Tasso di disoccupazione (+) PO = Quota di povertà (+) A75 = % di popolazione con più di 75 anni (+) A05 = % di popolazione con meno di 5 anni (+) MO = Mortalità evitabile (-) DP = Densità della popolazione (+) DDI = Indice cantonale di democrazia diretta (-) PHY = Densità di studi medici ogni 100,000 abitanti (+) BEDS = Densità di letti acuti ogni 100,000 abitanti (+) DLAT = Cantoni latini (variabile dummy) (+) T = Time trend (+) it ln PHY 9 ln PO it 3 10 it ln A75 4 ln BEDS it it 11 ln A05 5 DLAT 12 it T lnmo 6 it it Fonte: Crivelli, Filippini and Mosca (2006) 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (15/34) 47

48 Analisi empirica ( ) Indice di povertà (+) reddito pro capite (-) trend temporale (+) Tassi standard. di mortalità evitabile (-) Tasso di disoccupazione (+) Percentuale di popolazione con meno di 5 anni (-) Percentuale di popolazione con più di 75 anni (+) Spesa sanitaria socializzata pro capite Cantoni latini (+) Densità della popolazione (+) Densità di letti acuti Densità dei medici (+) Indice cantonale di democrazia diretta (-) 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (16/34) 48

49 Nuovo studio (Reich et al, 2011) PHYGP: Densità di medici di base (per abitanti) PHYSPEC: Densità di specialisti (idem) PHARM: Densità di farmacie (idem) BED: Densità di letti acuti (idem) PHYMED: Densità di medici autorizzati alla vendita diretta di farmaci (idem) MCARE: Quota dei contratti managed care (in % degli assicurati) TOBONE: Quota di fumatori regolari (% dei maggiori di 15 anni) Y: Reddito cantonale pro capite (in CHF) UN: Tasso di disoccupazione (in % della forza lavoro) PD: Densità della popolazione (abitanti per km2) FOR: Quota di stranieri (in % della popolazione) A75: Popolazione con oltre 75 anni AU5: Popolazione con meno di 5 anni 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (17/34) 49

50 50

51 Il problema dell equità nel finanziamento Il sistema attuale basato sul premio di comunità chiede un forte contributo di solidarietà ai giovani ed alle famiglie, nei confronti di persone anziane ed ammalate (patto intergenerazionale). Ci sono due modi per raggiungere una copertura assicurativa universale: un imposizione fiscale ad ampio raggio con un sussidio implicito per il povero e l ammalato o un sistema di assicurazione obbligatoria accompagnato dal versamento di un sussidio esplicito dipendente dal reddito. Tra i due preferisco il primo, poiché il secondo sistema è estremamente costoso da amministrare e determina una pesante distorsione degli incentivi; soggetti con reddito di poco superiore alla povertà devono fronteggiare un aliquota marginale che non si esiterebbe a definire predatoria se applicata alle persone benestanti 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (19/34) 51

52 Equità di finanziamento in prospettiva internazionale Evoluzione dell indice di Kakwani in Svizzera 1982 (Wagstaff et al): (Wagstaff et al): (Crivelli & Salari): Fonte: Wagstaff (JHE 1999) 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (20/34) 52

53 Pagamenti out-of-pocket medi 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (21/34) 53

54 Spese mediche out-of-pocket nell ultimo anno, in $ Percento Fonte: 2010 Commonwealth Fund International Health Policy Survey in Eleven Countries. $200 o meno $1,000 o più DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (22/34) 54

55 Ha avuto problemi seri o è stato incapace di pagare fatture mediche nell anno precedente Percentuale 40 Fonte: 2010 Commonwealth Fund International Health Policy Survey in Eleven Countries AUS CAN FR GER NETH NZ NOR SWE SWIZ UK US 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (23/34) 55

56 Evoluzione dei premi netti in % del reddito disponibile per 2 tipologie di economia domestica ( ) 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (24/34) 56

57 Differenze nel sistema di sussidi 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (25/34) 57

58 Differenze nelle strategie di finanziamento dei cantoni 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (26/34) 58

59 Una misurazione dell equità di finanziamento L indice di Kakwani K è un indicatore di diseguaglianza, misurata in termini di scostamento dalla proporzionalità. Un valore positivo (negativo) dell indice indica che il finanziamento è progressivo (regressivo). Il valore zero invece indica un finanziamento proporzionale. Φ qi = CI qi = GINIi ANTE = K i n q 1 qi K qi n q 1 qi CI qi GINI ANTE i Quota % della fonte di finanziamento q alla spesa socializzata per il catalogo LAMal nel cantone i Indice di concentrazione della fonte di finanziamento q nel cantone i. Indice di Gini del reddito disponibile equivalente, prima del finanziamento sanitario nel cantone i. * Scala di equivalenza OCSE modificata 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (27/34) 59

60 Cumulative proportion of income and payments Interpretazione dell indice di Kakwani L of income (before health financing) C della fonte 2 C della fonte 1 L= Curva di Lorenz C= Curva di concentrazione Cumulative proportion of population ranked by income (before health financing) 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (28/34) 60

61 Le banche dati utilizzate Dati individuali dal rilevamento dei redditi e die consumi delle economie domestiche (HABE), per gli anni 1998, e Il campionamento è rappresentativo a livello di macroregioni e contiene circa 3000 famiglie all anno (8000 nel 1998). Informazioni sui redditi, imposte dirette, spese per consumi, contributi sociali, premi, trasferimenti (compresa la riduzione dei premi) e composizione dell economia domestica (CI egini ANTE ). Dati macro (UFSP e UST): Quote di finanziamento φ da imposte federali, cantonali e comunali, contributi sociali e premi netti. Trend temporale: computabile solo per l intera Svizzera. Confronto cross-section: aggregazione dei dati (deflazionati) dei 7 periodi, per ottenere una stima robusta a livello cantonale (i dati di un singolo anno non sono rappresentativi per tutti i cantoni). 2. DECENTRAMENTO E FEDERALISMO (29/34) 61

La cassa malati pubblica in Svizzera:

La cassa malati pubblica in Svizzera: La cassa malati pubblica in Svizzera: pro e contro evidenziati in occasione di un recente referendum popolare Carlo De Pietro carlo.depietro@supsi.ch CALASS 2015 Ancona 1 Oggetto e obiettivi della presentazione

Dettagli

Modifica del 2 aprile 2013. Il Consiglio federale svizzero decreta:

Modifica del 2 aprile 2013. Il Consiglio federale svizzero decreta: Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per il settore privato dei servizi di sicurezza Modifica del 2 aprile 2013 Il Consiglio federale

Dettagli

Fallimenti e costituzioni di imprese nella prima metà del 2012

Fallimenti e costituzioni di imprese nella prima metà del 2012 Studio sui fallimenti aziendali e la costituzione d imprese 24. 7. 2012 A cura di: Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Grossmattstrasse 9 8902 Urdorf Telefono 044 735 61 11 www.dnb.ch/stampa Fallimenti e costituzioni

Dettagli

Grafici con commento riguardanti l'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie per il periodo 1996-2003

Grafici con commento riguardanti l'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie per il periodo 1996-2003 Conferenza stampa DFI/UFAS, 4 ottobre 2002 Grafici con commento riguardanti l'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie per il periodo 1996-2003 Pagina Evoluzione dei costi nel settore della

Dettagli

Le cure a domicilio Dal sistema federale svizzero Il managed care canadese. Philippe Bolla 10 06 2009

Le cure a domicilio Dal sistema federale svizzero Il managed care canadese. Philippe Bolla 10 06 2009 Le cure a domicilio Dal sistema federale svizzero Il managed care canadese Philippe Bolla 10 06 2009 Federalismo e sanità, alcuni dati Il sistema sanitario svizzero Lo sviluppo del "managed care" Le cure

Dettagli

Il credito ai fornitori non è mai stato tanto amato le aziende pagano le fatture con un ritardo medio di 19,5 giorni

Il credito ai fornitori non è mai stato tanto amato le aziende pagano le fatture con un ritardo medio di 19,5 giorni Statistica sul comportamento di pagamento delle Statistica sul comportamento di pagamento delle aziende in Svizzera aziende in Svizzera A cura di: Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Grossmattstrasse 9 892 Urdorf

Dettagli

Modifica del 30 giugno 2008. Il Consiglio federale svizzero decreta:

Modifica del 30 giugno 2008. Il Consiglio federale svizzero decreta: Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per il settore privato dei servizi di sicurezza Modifica del 30 giugno 2008 Il Consiglio federale

Dettagli

Le esperienze europee di co-payment: LA SVIZZERA

Le esperienze europee di co-payment: LA SVIZZERA Le esperienze europee di co-payment: LA SVIZZERA SISTEMA SANITARIO SVIZZERO È fondato sulle assicurazioni sociali (Bismarck). L`assicurazione malattia è obbligatoria e garantisce a tutti i residenti un

Dettagli

La deducibilità dei premi assicurativi: dall iniziativa popolare del Canton Vaud alla situazione nei diversi Cantoni

La deducibilità dei premi assicurativi: dall iniziativa popolare del Canton Vaud alla situazione nei diversi Cantoni La deducibilità dei premi assicurativi: dall iniziativa popolare del Canton Vaud alla situazione nei diversi Cantoni Dubbi sulla compatibilità dell iniziativa popolare proposta dal Partito socialista vodese

Dettagli

Gli oneri ed adempimenti legali per le aziende estere che vogliono operare nel territorio elevetico. Vicenza - 25.05.15

Gli oneri ed adempimenti legali per le aziende estere che vogliono operare nel territorio elevetico. Vicenza - 25.05.15 Gli oneri ed adempimenti legali per le aziende estere che vogliono operare nel territorio elevetico Vicenza - 25.05.15 1. La Svizzera ed il sistema federale differenze territoriali e settoriali 2. Distinzione

Dettagli

Informazioni attuali dalla sua cassa malati. www.mykolping.ch

Informazioni attuali dalla sua cassa malati. www.mykolping.ch 01 2015 Informazioni attuali dalla sua cassa malati www.mykolping.ch Correzione dei premi dal 2015 al 2017 La primavera scorsa il Parlamento ha deciso che determinati squilibri cantonali nel pagamento

Dettagli

Insieme per un'assicurazione malattia duratura. Conferenza stampa Zurigo, 10 maggio 2010

Insieme per un'assicurazione malattia duratura. Conferenza stampa Zurigo, 10 maggio 2010 Insieme per un'assicurazione malattia duratura Conferenza stampa Zurigo, 10 maggio 2010 Programma Sfide nel mercato dell'assicurazione malattia Insieme per un'assicurazione malattia duratura Due partner

Dettagli

Assicurazione militare Assicurati a titolo professionale

Assicurazione militare Assicurati a titolo professionale Assicurazione militare Assicurati a titolo professionale Le agenzie Suva/AM sul territorio Suva Genève Assurance militaire Rue Ami-Lullin 12, Case postale 3949, 1211 Genève 3, Tel. 022 707 85 55 Competente

Dettagli

Formazione e scienza 1558-1500. Edizione 2015. Istituzioni di formazione. Neuchâtel 2015

Formazione e scienza 1558-1500. Edizione 2015. Istituzioni di formazione. Neuchâtel 2015 15 Formazione e scienza 1558-1500 Edizione 2015 Istituzioni di formazione Neuchâtel 2015 Informazioni: Statistica delle istituzioni di formazione (SBI): schulstat@bfs.admin.ch. Altre informazioni inerenti

Dettagli

6.08 Stato al 1 gennaio 2009. Assegni familiari. Scopo degli assegni familiari 1 Con gli assegni familiari si intende compensare parzialmente

6.08 Stato al 1 gennaio 2009. Assegni familiari. Scopo degli assegni familiari 1 Con gli assegni familiari si intende compensare parzialmente 6.08 Stato al 1 gennaio 2009 Assegni familiari In generale Scopo degli assegni familiari 1 Con gli assegni familiari si intende compensare parzialmente i costi sostenuti dai genitori per il mantenimento

Dettagli

6.08 Assegni familiari Assegni familiari

6.08 Assegni familiari Assegni familiari 6.08 Assegni familiari Assegni familiari Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Con gli assegni familiari si intende compensare parzialmente i costi sostenuti dai genitori per il mantenimento dei figli. Essi

Dettagli

La popolazione della Svizzera

La popolazione della Svizzera 1 Popolazione 81-9 La popolazione della Svizzera 29 Neuchâtel, 21 L essenziale in breve Nel 29, l evoluzione demografica della Svizzera si è distinta da quella registrata l anno precedente per un saldo

Dettagli

6.08 Stato al 1 gennaio 2013

6.08 Stato al 1 gennaio 2013 6.08 Stato al 1 gennaio 2013 Assegni familiari In generale 1 Scopo degli assegni familiari Con gli assegni familiari si intende compensare parzialmente i costi sostenuti dai genitori per il mantenimento

Dettagli

Annuario delle assicurazioni sociali

Annuario delle assicurazioni sociali Annuario delle assicurazioni sociali Compendio annuale Contributi Rendite Lacune Fatti Prestazioni 2014 Das Portal für das Personalwesen und für Stellensuchende Sommario 1 1. Il sistema svizzero delle

Dettagli

Campagna OIP 2014: "negozi e offerte online" Risultati

Campagna OIP 2014: negozi e offerte online Risultati Campagna OIP 2014: "negozi e offerte online" Risultati Settori controllati Articoli sportivi Moda, Elettrodomest Apparecchi abbigliamento ici elettronici Mobili, arredamenti Commercio di Generi vini alimentari

Dettagli

Politiche Sanitarie Comparate Lezione 3

Politiche Sanitarie Comparate Lezione 3 Politiche Sanitarie Comparate Lezione 3 Stefano Neri Corso di Laurea in Servizio Sociale 2009/10 Università degli Studi di Milano Bicocca Modelli di organizzazione di un sistema sanitario (a) Si differenziano

Dettagli

Fallimenti e avviamenti aziendali alla fine di gennaio 2012

Fallimenti e avviamenti aziendali alla fine di gennaio 2012 Studio su fallimenti e avviamenti aziendali 22. 2. 2012 A cura di: Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Grossmattstrasse 9 8902 Urdorf Telefono 044 735 61 11 www.dnb.ch/stampa Fallimenti e avviamenti aziendali

Dettagli

Fallimenti e avviamenti aziendali alla fine di settembre 2011

Fallimenti e avviamenti aziendali alla fine di settembre 2011 Studio su fallimenti e avviamenti aziendali 18. 10. 2011 A cura di: Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Grossmattstrasse 9 8902 Urdorf Telefono 044 735 61 11 www.dnb.ch/stampa Fallimenti e avviamenti aziendali

Dettagli

Il sistema sanitario degli Stati Uniti. pag. 1

Il sistema sanitario degli Stati Uniti. pag. 1 Il sistema sanitario degli Stati Uniti pag. 1 pag. 2 pag. 3 pag. 4 Spesa Sanitaria USA 1960-2001 e percentuale su PIL $1,600 $1,400 13.4% 13.2% 13.3% 13.1% 13.1% 14.10% 16.0% 14.0% $1,200 $1,000 $800 7.0%

Dettagli

L indice svizzero dei prezzi delle costruzioni

L indice svizzero dei prezzi delle costruzioni L indice svizzero dei prezzi delle costruzioni Indici sull evoluzione dei prezzi nel settore delle costruzioni Pubblicato ogni 6 mesi da aprile 1999 Neuchâtel, 2005 L indice in 8 risposte 1. Cos è l indice

Dettagli

I COSTI DELL ASSICURAZIONE MALATTIA NEL CANTONE TICINO Rapporto finale

I COSTI DELL ASSICURAZIONE MALATTIA NEL CANTONE TICINO Rapporto finale I COSTI DELL ASSICURAZIONE MALATTIA NEL CANTONE TICINO Rapporto finale Luca Crivelli Massimo Filippini Barbara Mantegazzini-Antonioli Francesca Pallotti Dicembre 2007 2 I COSTI DELL ASSICURAZIONE MALATTIA

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Q1/ Q1/ Buone notizie dal mercato del lavoro svizzero: nel primo trimestre del l offerta di posti di lavoro ha raggiunto livelli che non si registravano da tempo. Gli indici

Dettagli

STATI UNITI IL SISTEMA SANITARIO PIU GRANDE DEL MONDO - LE DIMENSIONI -

STATI UNITI IL SISTEMA SANITARIO PIU GRANDE DEL MONDO - LE DIMENSIONI - STATI UNITI IL SISTEMA SANITARIO PIU GRANDE DEL MONDO - LE DIMENSIONI - 1 Eleonora Corsalini Milano, 23 Novembre 2009 CONTENUTI Comparazione Paesi OCSE Comparazione Paesi G7 Focus sul Sistema Sanitario

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SANITARIA. Prof. A. Mistretta

ORGANIZZAZIONE SANITARIA. Prof. A. Mistretta ORGANIZZAZIONE SANITARIA Prof. A. Mistretta ORGANIZZAZIONE SANITARIA INTERNAZIONALE ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA ( O. M. S. ) WORLD HEALTH ORGANIZATION ( W. H. O. ) AGENZIA SPECIALIZZATA DELL O.N.U.

Dettagli

Diritti e politiche sociali 10.11.2005

Diritti e politiche sociali 10.11.2005 Diritti e politiche sociali 10.11.2005 il welfare state è un insieme di interventi pubblici connessi al processo di modernizzazione, i quali forniscono protezione sottoforma di assistenza, assicurazione

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Quarterly Report Q1/213 Q1/213 Le aziende svizzere si stanno comportando molto bene: la contrazione delle offerte di posti di lavoro nell ultimo trimestre 212 si è rivelata

Dettagli

Avamprogetto concernente la legge federale sulle professioni sanitarie (LPSan) Avvio della procedura di consultazione

Avamprogetto concernente la legge federale sulle professioni sanitarie (LPSan) Avvio della procedura di consultazione Dipartimento federale dell interno DFI Dipartimento federale dell economia, della formazione e della ricerca DEFR Berna, Ai Governi cantonali Avamprogetto concernente la legge federale sulle professioni

Dettagli

5.02 Prestazioni complementari Diritto alle prestazioni complementari all AVS e all AI

5.02 Prestazioni complementari Diritto alle prestazioni complementari all AVS e all AI 5.02 Prestazioni complementari Diritto alle prestazioni complementari all AVS e all AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le prestazioni complementari (PC) sono concesse quando le rendite e il reddito

Dettagli

Forum fiscale Lugano 2009 La piazza fiscale svizzera è in movimento. E la vostra impresa?

Forum fiscale Lugano 2009 La piazza fiscale svizzera è in movimento. E la vostra impresa? Forum fiscale Lugano 2009 La piazza fiscale svizzera è in movimento. E la vostra impresa? Giovedì, Palazzo dei Congressi, Lugano PwC Programma Saluto e introduzione Filippo Celio Dove condurrà la riforma

Dettagli

Formazione e scienza 1386-1500. Persone in formazione. Neuchâtel 2015

Formazione e scienza 1386-1500. Persone in formazione. Neuchâtel 2015 15 Formazione e scienza 1386-1500 Persone in formazione Edizione 2015 Neuchâtel 2015 Introduzione La presente pubblicazione offre una panoramica delle persone in formazione in Svizzera. I risultati statistici

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Quarterly Report Q2/214 Q2/214 Dopo il boom di assunzioni in primavera, l economia svizzera cerca ora meno personale. L (ASJMI) è calato del 7% nell ultimo trimestre. Tenendo

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Quarterly Report Q4/214 Q4/214 L (ASJMI) evidenzia nell ultimo trimestre del 214 una contrazione del 1 percento. Quasi tutte le regioni sono interessate da una diminuzione

Dettagli

Individuare le priorità di Going for Growth 2013. Priorità sostenute dagli indicatori

Individuare le priorità di Going for Growth 2013. Priorità sostenute dagli indicatori ITALIA Il PIL pro capite ha continuato a contrarsi, collocandosi ben al di sotto della media superiore dell OCSE. Nonostante un aumento dell intensità di capitale, la crescita della produttività del lavoro

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Quarterly Report Q3/213 Q3/213 L economia svizzera sta crescendo esponenzialmente. E con essa anche il mercato del lavoro. Mai negli ultimi tre anni erano stati offerti così

Dettagli

Cassa malati 2013: grande successo per il modello alternativo medico di famiglia

Cassa malati 2013: grande successo per il modello alternativo medico di famiglia Cassa malati 2013: grande successo per il modello alternativo medico di famiglia Nella scelta dell assicurazione malattia, gli Svizzeri optano sempre più spesso per il modello alternativo del medico di

Dettagli

Risultati della procedura di consultazione. Modifica del Codice delle obbligazioni

Risultati della procedura di consultazione. Modifica del Codice delle obbligazioni Risultati della procedura di consultazione Modifica del Codice delle obbligazioni (Trasparenza delle retribuzioni corrisposte ai membri del consiglio d'amministrazione e della direzione) Ufficio federale

Dettagli

Enrica Chiappero-Martinetti Università di Pavia

Enrica Chiappero-Martinetti Università di Pavia NELLA TRAPPOLA DELLA CRISI, IL LAVORO COME QUESTIONE SOCIALE Le politiche sociali del lavoro Enrica Chiappero-Martinetti Università di Pavia Libertà e Giustizia, Scuola 2013, Collegio Spunti di discussione

Dettagli

Storia contemporanea WELFARE STATE Percorso analitico tra lo storico e il sociale

Storia contemporanea WELFARE STATE Percorso analitico tra lo storico e il sociale Facoltà di Scienze Sociali Lezioni di Storia contemporanea WELFARE STATE Percorso analitico tra lo storico e il sociale PROGRAMMA DELLE LEZIONI Prima parte Concezione del welfare state e caratteri generali;

Dettagli

La morale di pagamento migliora leggermente: le aziende pagano le fatture in media con un ritardo di 18.1 giorni

La morale di pagamento migliora leggermente: le aziende pagano le fatture in media con un ritardo di 18.1 giorni le aziende in Svizzera pagano così A cura di: Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Grossmattstrasse 9 8902 Urdorf Telefono 044 735 61 11 www.dnb.ch/presse La morale migliora leggermente: le aziende pagano le

Dettagli

Previdenza professionale delle persone disoccupate

Previdenza professionale delle persone disoccupate EDIZIONE 2014 Informazione complementare all Info-Service «Disoccupazione» Un opuscolo per i disoccupati Previdenza professionale delle persone disoccupate secondo la LADI e la LPP OSSERVAZIONI Il presente

Dettagli

Risanare conviene. Breve guida al Programma Edifici

Risanare conviene. Breve guida al Programma Edifici Risanare conviene. Breve guida al Programma Edifici Un esempio Una tipica abitazione unifamiliare svizzera può prevenire fino a 2 tonnellate di emissioni di CO 2 l anno, con un risparmio annuo in spese

Dettagli

Corso di Scienza Politica

Corso di Scienza Politica Anno accademico 2009/2010 Università degli Studi di Milano Facoltà di Scienze Politiche Corso di Scienza Politica Dott. Matteo Jessoula Dipartimento di Studi Sociali e Politici 2 piano stanza 205 Email:

Dettagli

Finanze del sistema formativo

Finanze del sistema formativo 15 Formazione e scienza 1502-1500 Finanze del sistema formativo Edizione 2015 Neuchâtel, 2015 Introduzione Il presente opuscolo offre una panoramica sulle finanze del sistema formativo. Si basa essenzialmente

Dettagli

Continua crescita del parco veicoli: preferenza per i veicoli a diesel e a trazione integrale

Continua crescita del parco veicoli: preferenza per i veicoli a diesel e a trazione integrale Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale di statistica UST Comunicato stampa Embargo: 04.02.2014, 9:15 11 Mobilità e trasporti N. 0352-1400-70 Veicoli stradali nel 2013 Continua crescita

Dettagli

Protezione degli animali: procedure penali segnalate dai Cantoni nel 2010

Protezione degli animali: procedure penali segnalate dai Cantoni nel 2010 Dipartimento federale dell economia DFE Ufficio federale di veterinaria UFV Servizio giuridico Protezione degli animali: procedure penali segnalate dai Cantoni nel 2010 Addizionando le differenti rubriche

Dettagli

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002 HW Health World Ocse health data 2002 di Mario Coi e Federico Spandonaro Ceis Sanità, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Roma Tor Vergata La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei

Dettagli

Monitor Strutturale: 10 anni di crescita economica tra divari e convergenze interregionali

Monitor Strutturale: 10 anni di crescita economica tra divari e convergenze interregionali Monitor Strutturale: 10 anni di crescita economica tra divari e convergenze interregionali Siegfried Alberton, IRE-USI, estratto dal contributo annuale dell IRE al rapporto di attività di Bancastato, edizione

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Quarterly Report Q1/215 Q1/215 Lo shock del franco si ripercuote sul mercato del lavoro svizzero: l (ASJMI) fatica a mantenersi in territorio positivo nel primo trimestre

Dettagli

Profili legali della distribuzione del farmaco. Avv. Dr. Gianluca Airaghi, Avv. Chiara Zanin

Profili legali della distribuzione del farmaco. Avv. Dr. Gianluca Airaghi, Avv. Chiara Zanin Profili legali della distribuzione del farmaco Sottotitolo Distribuzione, della presentazione che il può guado anche tra farmacista essere di due e medico righe Massimo Pharmaday Airagi, 2014, Chiara 25

Dettagli

DISLOCAZIONE DELLA RESIDENZA IN SVIZZERA: OPZIONE E OPPORTUNITÀ

DISLOCAZIONE DELLA RESIDENZA IN SVIZZERA: OPZIONE E OPPORTUNITÀ Steimle & Partners Consulting Sagl Tax & Legal Consultants Via Pretorio 22 CH-6900 Lugano Tel. +41 91 913 99 00 Fax +41 91 913 99 09 e-mail: info@steimle-consulting.ch www.steimle-consulting.ch DISLOCAZIONE

Dettagli

INVESTIRE PER CRESCERE STATI GENERALI DELL EDITORIA 2006 ROMA 21-22 SETTEMBRE

INVESTIRE PER CRESCERE STATI GENERALI DELL EDITORIA 2006 ROMA 21-22 SETTEMBRE INVESTIRE PER CRESCERE STATI GENERALI DELL EDITORIA 2006 ROMA 21-22 SETTEMBRE Rendimenti privati e sociali dell istruzione Piero Cipollone Banca d Italia, Servizio Studi Doi: 10.1389/SG2006_Cipollone_Slide

Dettagli

Dove Famiglia SpA assorbe la crisi

Dove Famiglia SpA assorbe la crisi Nel 200 si prevede che la ricchezza finanziaria delle famiglie in Europa centro-orientale raggiungerà i 1 miliardi di euro, sostenuta da una forte crescita economica e da migliorate condizioni del mercato

Dettagli

I MODELLI DI SISTEMA SANITARIO. Cattedra di Igiene Università di Catanzaro

I MODELLI DI SISTEMA SANITARIO. Cattedra di Igiene Università di Catanzaro I MODELLI DI SISTEMA SANITARIO MODELLO BEVERIDGE SSN BASATI SULL UNIVERSALITÀ DI ACCESSO E IL FINANZIAMENTO ATTRAVERSO LA FISCALITÀ GENERALE LIVELLO DI GOVERNO (ACCENTRAMENTI/DECENTRAMENTI) ASSETTO DEL

Dettagli

Sistema paese e sicurezza economica. Maurizio Franzini Sapienza, Università di Roma

Sistema paese e sicurezza economica. Maurizio Franzini Sapienza, Università di Roma Sistema paese e sicurezza economica Maurizio Franzini Sapienza, Università di Roma I nostri temi Invece di un sistema-paese, un paese diviso e gravato da varie forme di insicurezza economica In che senso

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Quarterly Report Q3/215 Q3/215 I numeri parlano chiaro: le aziende svizzere cercano meno personale. Nell autunno 215 il numero delle offerte di lavoro pubblicate è diminuito

Dettagli

Nota informativa aumento dei costi 2011

Nota informativa aumento dei costi 2011 Nota informativa aumento dei costi 2011 Dal 1 gennaio 2011 le imprese dovranno confrontarsi con notevoli aumenti dei costi. Di conseguenza, il singolo imprenditore deve valutare se e in che misura adeguare

Dettagli

Politica economica (A-D) Sapienza Università di Rome. Lo stato sociale. Giovanni Di Bartolomeo Sapienza Università di Roma

Politica economica (A-D) Sapienza Università di Rome. Lo stato sociale. Giovanni Di Bartolomeo Sapienza Università di Roma Politica economica (A-D) Sapienza Università di Rome Lo stato sociale Giovanni Di Bartolomeo Sapienza Università di Roma Motivazioni Fallimenti informativi e ruolo dei due teoremi dell economia del benessere

Dettagli

Chiesa. persone. Per la. Per le. Poiché uniti siamo più efficienti. Ritratto

Chiesa. persone. Per la. Per le. Poiché uniti siamo più efficienti. Ritratto Ritratto Poiché uniti siamo più efficienti Per la Chiesa Per le persone Conferenza centrale cattolica romana della Svizzera (RKZ) Hirschengraben 66 CH-8001 Zurigo T +41 44 266 12 00 info@rkz.ch www.rkz.ch

Dettagli

OECD Reviews of Health Care Quality: Italy

OECD Reviews of Health Care Quality: Italy 571 Differenti prospettive, differenti finalità OECD Reviews of Health Care Quality: Italy Gavino Maciocco Università di Firenze. Saluteinternazionale.info Abstract I dati OECD presentano alcuni pregi

Dettagli

Le politiche sanitarie

Le politiche sanitarie Corso di Sociologia generale Parte seconda Le politiche sanitarie 1 Le politiche sanitarie Sottoinsieme delle politiche sociali che hanno l obiettivo di promuovere la salute, la cura dei malati e la ricerca

Dettagli

Nascita, caratteristiche ed evoluzione dei sistemi di welfare. Prof. Carlo Borzaga

Nascita, caratteristiche ed evoluzione dei sistemi di welfare. Prof. Carlo Borzaga Nascita, caratteristiche ed evoluzione dei sistemi di welfare Prof. Carlo Borzaga Sommario! alcune definizioni! perché servono politiche di welfare! i principali ambiti di intervento e i modelli di welfare!

Dettagli

La protezione e l'inclusione sociale in Europa: fatti e cifre chiave

La protezione e l'inclusione sociale in Europa: fatti e cifre chiave MEMO/08/XXX Bruxelles, 16 ottobre 2008 La protezione e l'inclusione sociale in Europa: fatti e cifre chiave La Commissione europea pubblica oggi il resoconto annuale delle tendenze sociali negli Stati

Dettagli

1. DEFIZINIZIONE E CARATTERISTICHE DI UN SISTEMA SANITARIO

1. DEFIZINIZIONE E CARATTERISTICHE DI UN SISTEMA SANITARIO 1. DEFIZINIZIONE E CARATTERISTICHE DI UN SISTEMA SANITARIO 2. I MODELLI DI SISTEMI SANITARI IN EUROPA 2.1 IL MODELLO BISMARCK 2.2 IL MODELLO BEVERIDGE 3. ANALISI DEI SISTEMI SANITARI EUROPEI 3.1 UNO SGUARDO

Dettagli

La Svizzera in cifre. Attività lavorativa 2006. Edizione 2007. La Svizzera in cifre

La Svizzera in cifre. Attività lavorativa 2006. Edizione 2007. La Svizzera in cifre Attività lavorativa 2006 ab 3. Settore e. Settore 2. Settore a 8,2 2,0 h g f 6,,8 a 6,9 b c d 8,6 e,9 La Svizzera in cifre d c b 29,4 Addetti per settori Settore primario Agricoltura Settore secondario

Dettagli

INCONTRI RIFORMISTI 2012 SISTEMI SANITARI IN EUROPA

INCONTRI RIFORMISTI 2012 SISTEMI SANITARI IN EUROPA INCONTRI RIFORMISTI 2012 SISTEMI SANITARI IN EUROPA Contributo di Claudio Garbelli La Commissione Europea ha recentemente proposto il Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio sulla istituzione

Dettagli

Federalismo e spesa sanitaria regionale: analisi empirica per i Cantoni svizzeri

Federalismo e spesa sanitaria regionale: analisi empirica per i Cantoni svizzeri Luca Crivelli, Massimo Filippini, Ilaria Mosca Federalismo e spesa sanitaria regionale: analisi empirica per i Cantoni svizzeri Quaderno N. 03-04 Decanato della Facoltà di Scienze economiche Via G. Buffi,

Dettagli

La Sanità. Raffaele Lagravinese. 18 Novembre 2013

La Sanità. Raffaele Lagravinese. 18 Novembre 2013 La Sanità Raffaele Lagravinese 18 Novembre 2013 Argomenti della lezione Aspetti demografici e Sanità Le Giustificazioni dell intervento pubblico in Sanità Sistemi Sanitari a confronto La Spesa sanitaria

Dettagli

Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition. Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005

Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition. Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005 Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition Summary in Italian Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005 Riassunto in italiano L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco

Dettagli

Onere fiscale elevato in Svizzera

Onere fiscale elevato in Svizzera SCHEDA D INFORMAZIONE N 4: QUESTIONI SULLA RIDISTRIBUZIONE Onere fiscale elevato in Svizzera Nel confronto internazionale, la Svizzera viene regolarmente considerata un paradiso fiscale. Le cifre dell

Dettagli

«Specchio delle mie brame» com è la transizione dalla scuola al lavoro in Italia?

«Specchio delle mie brame» com è la transizione dalla scuola al lavoro in Italia? «Specchio delle mie brame» com è la transizione dalla scuola al lavoro in Italia? Relazione presentata in occasione del Seminario Internazionale di Formazione «I percorsi della scuola secondaria: il dilemma

Dettagli

Università Commerciale Luigi Bocconi Econpubblica Centre for Research on the Public Sector SHORT NOTES SERIES

Università Commerciale Luigi Bocconi Econpubblica Centre for Research on the Public Sector SHORT NOTES SERIES Università Commerciale Luigi Bocconi Econpubblica Centre for Research on the Public Sector SHORT NOTES SERIES L ltalia è un Paese con alto costo del lavoro? Giampaolo Arachi Massimo D Antoni Short note

Dettagli

Federalismo e sistema sanitario svizzero

Federalismo e sistema sanitario svizzero Luca Crivelli, Massimo Filippini Federalismo e sistema sanitario svizzero Quaderno N. 03-03 Decanato della Facoltà di Scienze economiche Via G. Buffi, 13 CH-6900 Lugano Federalismo e sistema sanitario

Dettagli

Modelli e regimi di welfare. Corso di Politiche Sociali Facoltà di Scienze della Formazione Università Milano Bicocca Anno Accademico 2011-12

Modelli e regimi di welfare. Corso di Politiche Sociali Facoltà di Scienze della Formazione Università Milano Bicocca Anno Accademico 2011-12 Modelli e regimi di welfare Corso di Politiche Sociali Facoltà di Scienze della Formazione Università Milano Bicocca Anno Accademico 2011-12 Storicamente i sistemi di Welfare State si sono caratterizzati

Dettagli

From HEALTH FOR ALL to UNIVERSAL HEALTH COVERAGE. Gavino Maciocco Centro Regionale Salute Globale www.saluteinternazionale.info

From HEALTH FOR ALL to UNIVERSAL HEALTH COVERAGE. Gavino Maciocco Centro Regionale Salute Globale www.saluteinternazionale.info From HEALTH FOR ALL to UNIVERSAL HEALTH COVERAGE Gavino Maciocco Centro Regionale Salute Globale www.saluteinternazionale.info HEALTH FOR ALL HEALTH FOR SOME HEALTH FOR SOME UNIVERSAL HEALTH COVERAGE World

Dettagli

Quattro persone su dieci si ammalano di tumore

Quattro persone su dieci si ammalano di tumore Dipartimento federale dell interno DFI Ufficio federale di statistica UST Comunicato stampa Embargo: 07.02.2011, 9:15 14 Salute N. 0352-1101-20 I tumori in Svizzera dal 1983 al Quattro persone su dieci

Dettagli

DIPARTIMENTO DIABETE

DIPARTIMENTO DIABETE CORTE DI GIUSTIZIA POPOLARE PER IL DIRITTO ALLA SALUTE III CONGRESSO NAZIONALE IL DIRITTO ALLA SALUTE: UN DIRITTO INALIENABILE CRITICITÀ A CONFRONTO COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE DIPARTIMENTO DIABETE FederAnziani

Dettagli

"No alla cassa unica"

No alla cassa unica "No alla cassa unica" Le nostre ragioni per il no alla cassa unica! Argomentazione in versione dettagliata No a premi più elevati e all'aumento dei costi. La cassa unica elimina gli incentivi al risparmio

Dettagli

Politiche Sanitarie Comparate Lezione 5

Politiche Sanitarie Comparate Lezione 5 Politiche Sanitarie Comparate Lezione 5 Stefano Neri Corso di Laurea in Servizio Sociale 2009/10 Università degli Studi di Milano Bicocca I sistemi sanitari in Europa negli anni 80-90 Il paradiso dei riformatori

Dettagli

altre economie avanzate: composizione geografica e settoriale del debito sovrano a confronto

altre economie avanzate: composizione geografica e settoriale del debito sovrano a confronto altre economie avanzate: composizione geografica e settoriale del debito sovrano a confronto In corrispondenza della crisi finanziaria, confluita nella tumultuosa stagione dei debiti sovrani, la composizione

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Quarterly Report Q4/212 Q4/212 Dopo diversi trimestri di crescita, il mercato del lavoro svizzero nel quarto trimestre 212 ha registrato una chiara tendenza negativa. Ciò

Dettagli

Economia pubblica. Alberto Zanardi

Economia pubblica. Alberto Zanardi Università di Bologna Scuola di Economia, Management e Statistica Corso di laurea CLEF Economia pubblica a.a. 2013-14 14 (8 crediti, 60 ore insegnamento) I beni pubblici Alberto Zanardi Fallimenti del

Dettagli

Malattia da virus Ebola

Malattia da virus Ebola Malattia da virus Ebola Dipartimento della sanità e della socialità Divisione della salute pubblica Giorgio Merlani - Medico cantonale Sommario Malattia da virus Ebola Situazione sul fronte internazionale

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Q2/211 Q2/211 Il mercato del lavoro svizzero ha registrato nel secondo trimestre dell anno in corso movimenti laterali. La dinamica di crescita osservabile con chiarezza nel

Dettagli

ridotti per i figli fino ai 18 anni compiuti (art. 61 cpv. 3 LAMal). 0.5 0.0 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013

ridotti per i figli fino ai 18 anni compiuti (art. 61 cpv. 3 LAMal). 0.5 0.0 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Fatti Premi costi motivazioni curafutura illustra i principali fatti e meccanismi relativi al tema dei premi dell assicurazione malattie, spiega come si arriva alla definizione del premio della cassa malati,

Dettagli

La comparazione tra sistemi sanitari

La comparazione tra sistemi sanitari La comparazione tra sistemi sanitari Le diverse risposte possibili 3 diversi modelli Pubblico Privato Misto ELEMENTI DI DISTINZIONE: Strutture di offerta finanziamento Caratteristiche comuni: Aumento vita

Dettagli

Scenari ed evoluzione delle politiche sanitarie in Italia

Scenari ed evoluzione delle politiche sanitarie in Italia Scenari ed evoluzione delle politiche sanitarie in Italia Matteo Lippi Bruni Dipartimento di Scienze Economiche Università di Bologna Facoltà di Economia sede di Forlì matteo.lippibruni2@unibo.it Forlì,

Dettagli

Rapporto sull esito dell indagine conoscitiva del 24 febbraio 2010

Rapporto sull esito dell indagine conoscitiva del 24 febbraio 2010 Dipartimento federale dell economia DFE Segreteria di Stato dell economia SECO - Modifica dell ordinanza del 31 agosto 1983 sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza

Dettagli

La ricerca clinica nel contesto internazionale: l esperienza svizzera

La ricerca clinica nel contesto internazionale: l esperienza svizzera La ricerca clinica nel contesto internazionale: l esperienza svizzera G. M. Zanini Convegno AFI-AFTI l impatto delle nuove normative comunitarie sulla produzione dei farmaci per uso sperimentale e sulla

Dettagli

Argomenti Contro 13.084. Dokumentation Documentation Documentazione

Argomenti Contro 13.084. Dokumentation Documentation Documentazione Parlamentsdienste Services du Parlement Servizi del Parlamento Servetschs dal parlament 13.084 Argomenti Contro Sostenere le famiglie! Esentare dalle imposte gli assegni per i figli e gli assegni di formazione.

Dettagli

Sviluppi globali, tendenze europee e invecchiamento in Svizzera

Sviluppi globali, tendenze europee e invecchiamento in Svizzera Demografia: quello che ci aspetta domani Una vita media in costante aumento a fronte di una natalità in calo e, nel contempo, un intensificazione della migrazione internazionale. Pur con intensità e tempistiche

Dettagli

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori.

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013 1 La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. A luglio 2013 gli occupati sono il 55,9% ossia 22 milioni 509 mila, mentre i disoccupati sono 3 milioni

Dettagli

EMBARGO. Da non pubblicare prima di Giovedì 4 dicembre 2014, ore 23:01 GMT (5 dicembre, ore 00:01 CET)

EMBARGO. Da non pubblicare prima di Giovedì 4 dicembre 2014, ore 23:01 GMT (5 dicembre, ore 00:01 CET) Sintesi del rapporto EMBARGO Da non pubblicare prima di Giovedì 4 dicembre 2014, ore 23:01 GMT (5 dicembre, ore 00:01 CET) Rapporto globale sui salari 2014/15 Disparità di salario e di reddito Rapporto

Dettagli

dossier politica Controllo delle spese dello Stato La salute

dossier politica Controllo delle spese dello Stato La salute Controllo delle spese dello Stato La salute 20 giugno 2003 Numero 11/2 dossier politica economiesuisse Federazione delle imprese svizzere Verband der Schweizer Unternehmen Fédération des entreprises suisses

Dettagli

Trasporti terrestri: fatti e cifre

Trasporti terrestri: fatti e cifre Trasporti terrestri: fatti e cifre Riassunto del rapporto 2006 dell ARE Considerato il numero di progetti previsti nel settore dei trasporti devono essere fissate delle priorità nell attribuzione delle

Dettagli