STRATEGIE D INVESTIMENTO IN UN MONDO NUOVO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STRATEGIE D INVESTIMENTO IN UN MONDO NUOVO"

Transcript

1 STRATEGIE D INVESTIMENTO IN UN MONDO NUOVO Tutti sanno e affermano che il mondo è oggi molto diverso da quello che era: stagnazione nei paesi sviluppati, crescita nei BRICS e altri mercati emergenti, rischi significativi nei debiti pubblici, crescenti scarsità nelle risorse naturali, ecc.; in sintesi, una serie di squilibri e di evoluzioni fortemente differenziate. Quando però si tratta di decidere come e dove investire, le convinzioni sull ambiente economico lasciano il passo alle tradizioni e molto spesso non si fanno ragionamenti deduttivi sulle conseguenze ultime degli attuali trend macroeconomici, in termine di valore dei patrimoni di individui, fondazioni, compagnie di assicurazione, casse di previdenza e altri investitori istituzionali. Tutte le teorie relative a come investire un patrimonio si basano su concetti di rendimento e di rischio; il rendimento totale è basato sul rendimento netto annuo (dividendi, interessi, affitti ecc.) e il maggiore o minore valore che l investimento potrà avere al momento del realizzo rispetto al momento iniziale; il rischio viene normalmente definito come volatilità o come probabilità che il rendimento possa variare rispetto ad una serie storica. Tutti i parametri in gioco sono basati su statistiche e anche le attese sul futuro, per quanto concerne il rischio, sono basate sul passato; tuttavia, in un ambiente profondamente cambiato è veramente arduo poter sostenere che quello che è successo in passato possa esser predittivo di quello che succederà in futuro. Un osservatore razionale arriverebbe alla conclusione che nessuna delle teorie sulle quali si basano i consigli dei gestori dei patrimoni può avere validità in quanto, applicandola retroattivamente a lunghi periodi, la teoria non sopravvive allo stress test di quello che è successo dal 008 ad oggi. Ma le abitudini, e soprattutto gli interessi in gioco di chi gestisce i patrimoni, sono dure a morire e si continua quindi ad investire seguendo le orme del passato. Pochi sono quelli che cercano di dedurre dai trend macroeconomici (che oggi sono sotto gli occhi di tutti) le regole da seguire oggi. La maggioranza degli investitori vuole avere il conforto dell analisi retroattiva, che per però, per dare tale conforto, deve considerare il periodo 008/10 come un incidente invece che un punto di svolta epocale. Se si analizza com è investito il patrimonio degli investitori istituzionali (italiani in particolare ma anche di altri paesi) si constata una prevalenza d immobiliare, di titoli di stato e di azioni del paese dell investitore; oggi come ieri. Il ragionamento prevalente è di privilegiare investimenti considerati sicuri, ma ovviamente l aggettivo si riferisce a una tradizione storica; oggi la sicurezza non esiste proprio, e anzi quei tipi d investimento hanno una maggior probabilità di altri di valere meno in futuro. Prendiamo ad esempio il settore immobiliare; in un paese che risparmia sempre di meno, com è l Italia o il Giappone, e nel quale il reddito disponibile diminuisce, l equilibrio domanda/offerta tende a far ridurre i prezzi. Fatta eccezione per i pezzi unici, quali gli appartamenti di lusso nel centro di Roma Milano o Tokio, è probabile che il valore del metro quadrato di immobili civili tenda a diminuire e tenda ad esser in relazione alle capacità di spesa per affitti degli individui; potrebbe inoltre diminuire in modo importante se gli enti pubblici dovessero cercare di fare cassa mettendo sul mercato il loro ingente patrimonio immobiliare o se dovesse arrivare una patrimoniale ; il fatto che il mattone sia sempre stato considerato un bene rifugio, quindi con una domanda sostenuta, può non funzionare più in un contesto economico in cui le famiglie devono disinvestire dai propri risparmi per sostenere le spese correnti (come sembra esser il caso per l Italia e per il Giappone). Per gli immobili industriali o commerciali la riduzione del valore dovrebbe esser più accentuata perché in un paese stagnante le aziende delocalizzano o non riescono più a pagare gli affitti storici. Una fondazione o un ente di previdenza dovrebbe quindi disinvestire rapidamente dal settore immobiliare italiano ed eventualmente investire nello stesso settore ma nei mercati che hanno un equilibrio domanda/offerta rovesciato; e ben fanno compagnie di assicurazioni come Generali o Allianz che investono nell immobiliare meno del 5% dell attivo. Lo stesso ragionamento vale per i titoli di stato; l apparente buon rendimento di titoli di paesi in difficoltà (Grecia in testa) dovrebbe esser corretto con dei credit default swaps che ne annullerebbe il vantaggio apparente; non coprirsi dal rischio equivale a contabilizzare come proventi degli interessi eccessivi e a non tener conto della probabilità di perdere una parte del valore del capitale; in altre parole, equivale a fare un bilancio falso. Alla fine, per una Fondazione o una Cassa di previdenza è più semplice investire in titoli di stato del proprio paese. E ovvio che uno stato come l Italia, che non cresce e continua ad aumentare il debito pubblico, ormai sopra il 1 del PIL, avrà significativi problemi in futuro, e dovrà pagare interessi maggiori con la conseguenza che i titoli già emessi perderanno di valore; è quindi preferibile investire in obbligazioni di corporation apparentemente solide o di paesi poco indebitati (per

2 es. Svezia), e/o anche in high yeld bonds (ma bisogna esser capaci o utilizzare gli ETF); tuttavia, un investitore di lungo periodo dovrebbe comunque limitare l esposizione a questa asset class in quanto per lui è inutile pagare il prezzo della maggior liquidità o presunta maggior stabilità del reddito fisso 1. La teoria finanziaria tradizionale considera razionale allocare al reddito fisso solo in proporzione ai fabbisogni di erogazione di breve periodo, anche se ci sono mezzi più efficienti (per esempio ricorrendo al debito) per affrontare un disallineamento temporale fra gli aumenti di valore e/o i ricavi da dividendi e interessi ed i fabbisogni finanziari. Un ulteriore riflessione sull allocazione al reddito fisso dovrebbe dipendere dalle aspettative di inflazione, ma se si ritenesse probabile tale scenario l allocazione al reddito fisso dovrebbe diminuire ulteriormente. Le fondazioni universitarie americane allocano al reddito fisso un massimo del 15% del proprio patrimonio, mentre fondazioni e casse di previdenza italiane hanno un esposizione molto maggiore; la Fondazione CARIPLO alloca ben il 5% del proprio patrimonio, la cassa dei Commercialisti il 7 e molte compagnie di assicurazione allocano percentuali ancora maggiori. La tabella seguente riporta l asset allocation-obiettivo delle 4 maggiori fondazioni universitarie con un patrimonio di quasi $ 70 miliardi. Asset allocation obiettivo di 4 principali fondazioni universitarie americane Fondi gestiti (Miliardi di Dollari) Azioni. 17.5%. 7. Immobiliare e risorse naturali Immobiliare Private Equity Risorse naturali Absolute Return Reddito fisso Liquidità % Princeton Yale Harvard Stanford Nota: le asset allocation obiettivo si riferiscono al 0 giugno 009, ad esclusione di Harvard, aggiornata al 0 giugno 010 Fonti: 009 Report from Stanford Management Company, 009 Report from Yale Endowment, sito web di Harvard Management Company, Princeton Report of the Treasurer Infine, qual è la percentuale logica del patrimonio da allocare alle azioni quotate? Normalmente un investitore istituzionale di lungo periodo dovrebbe avere un allocazione superiore al (negli USA CALPERS arriva al 49%), ma in un mondo percorso da grandi squilibri l allocazione dovrebbe esser sbilanciata a favore di mercati e aree geografiche che crescono; invece è esattamente il contrario di quello che succede in Italia, ma anche in tanti paesi (come Giappone, USA ecc.) nei quali i titoli domestici ricevono un illogica preferenza. In particolare, le Fondazioni italiane investono pesantemente nel settore bancario, che in un contesto di economia in difficoltà, e quindi di crescenti perdite su crediti, risparmi in diminuzione, commissioni compresse, di costi operativi in crescita, e maggiore attenzione ai ratios patrimoniali (leggasi futuri aumenti di capitale) può solo portare a continuare ad avere minusvalenze, risicati dividendi e, in ultima analisi, ritorni inadeguati. 1 Il prof. Jeremy Siegel ha dimostrato in modo conclusivo nel suo libro Stocks for the Long Run che su periodi pluridecennali l investimento in azioni batte, in termini di rendimento assoluto, l investimento in titoli di stato o obbligazioni; la ricerca è stata confermata dalle analisi di Goetzmann e Ibbotson che vanno indietro nel tempo fino al Anche il prof. David F. Swensen, che come gestore della Fondazione Yale è stato capace di aumentarne il valore di oltre 10 volte in circa 15 anni, considera illogico per una fondazione investire in titoli a reddito fisso. Per giudicare la logica dell allocazione occorre tener conto del tipo di impegni al passivo; se gli impegni sono fissi e a breve scadenza è logico tenere una parte consistente dell attivo investita in titoli a reddito fisso Il tema di quale rischio di cambio sia logico che un fondo pensione si assuma richiederebbe una trattazione a parte

3 Un altra categoria di investimenti che è molto presente nei portafogli di investitori istituzionali esteri è chiamata risorse naturali. Siamo quasi tutti convinti che la continua crescita dei paesi in via di sviluppo porterà a forti aumenti dei prezzi delle materie prime; coerentemente, i titoli di aziende o i fondi specializzati in tali settori dovrebbero ricevere una forte allocazione; non appare esser questa la situazione italiana che praticamente ignora tale categoria, mentre nelle fondazioni universitarie degli USA è almeno il 5% del patrimonio. Infine il tema degli alternative assets (private equity, venture capital, hedge funds, mezzanine, secondaries, funds of funds, distressed, infrastrutture, ecc.); in passato questo settore ha permesso di ottenere rendimenti superiori a quelli degli altri settori, magari anche solo perché non era contabilizzato il suo maggior rischio, e ancor oggi le Fondazioni universitarie americane allocano agli alternatives dal al 48% del patrimonio. Oggi il settore, ed in particolare il private equity, vive la classica bolla : sono sparite le condizioni esterne per guadagnare (e cioè la crescita, la disponibilità di leva, la limitata concorrenza nell acquisto delle aziende, e multipli di valutazioni in crescita) ma ci sono in giro quasi $ 400 miliardi di commitment per i fondi LBO che i gestori vogliono a tutti i costi utilizzare, sia che ci siano o che non ci siano prospettive di guadagno, pena la perdita delle commissioni di gestione; contemporaneamente i nuovi commitment degli investitori istituzionali sono lungi dal rimpiazzare i vecchi 4, per quantità o per destinazione geografica, per cui è molto probabile che le acquisizioni di aziende fatte nei prossimi 1- anni, utilizzando lo stock dei commitments esistenti, continuino ad avvenire a prezzi elevati, mentre le vendite del portafoglio dei fondi che avverranno negli anni successivi otterranno moltiplicatori in diminuzione: una bella ricetta per avere rendimenti bassi o negativi, per di più in una categoria rischiosa e illiquida. Per quanto riguarda gli hedge funds, tipicamente focalizzati su strategie di absolute return, è ormai accertato che a fronte dei pochissimi gestori capaci o fortunati 5, la maggioranza degli operatori genera costi di commissioni che non compensano il differenziale di ritorno rispetto a gestioni passive. La capacità di identificare i gestori vincenti è limitata a pochissimi grandi investitori istituzionali; tutti gli altri possono solo attendersi rendimenti medi, e quindi inaccettabili. Da queste constatazioni e ragionamenti emerge una strategia di un investitore istituzionale di lungo periodo molto più orientata alla categoria delle azioni internazionali, a commodities, a indici o altre forme di gestione passiva, e a sotto-settori degli alternative assets che finora hanno ricevuto poca attenzione e nelle quali ci sono gestori con un ottimo track record anche negli anni recenti (per esempio growth equity). In Italia le fondazioni e le casse di previdenza sono invece pesantemente investite nell immobiliare e nei titoli a reddito fisso, con una preferenza per l area Italia. Passare ad una asset allocation razionale sarebbe una vera e propria rivoluzione rispetto all asset allocation tradizionale ma qui scatta un meccanismo perverso di incentivi: non fare niente, e continuare con un asset allocation sbagliata porterà verosimilmente a risultati deludenti in futuro, ma che saranno simili a quelli di tutti gli altri gestori di fondazioni e fondi pensione; sbagliare in compagnia non comporta una stimmate negativa o sanzioni significative. Invece, fare un asset allocation molto diversa da quella prevalente può portare a buoni risultati, che verranno però etichettati come fortuna, mentre se per caso la nuova asset allocation si rivelasse sbagliata l etichetta di incompetenza verrà applicata impietosamente, con tutte le conseguenze del caso. L incentivo a fare bene è limitato e le penalità per pensare e fare in modo diverso dagli altri possono essere elevate. Uno dei maggiori problemi nella gestione delle fondazioni o delle casse di previdenza è l analisi della performance, in termini assoluti o relativi a soggetti simili (e comunque su periodi pluriennali); in Italia c è quasi un allergia a misure e confronti perché alla fine è inevitabile arrivare alla conclusione che qualcuno magari ha fatto bene, ma molti altri hanno fatto male. Nel mondo anglosassone il confronto è la norma; la tabella successiva mostra la performance nel 009 di 1 fondazioni private che hanno una valore complessivo superiore ai $ 100 miliardi. 4 Nel 010 per tutte le categorie del private equity sono stati raccolti capitali al ritmo di circa $ 50 miliardi al trimestre; nella seconda metà del 007 fino alla prima metà del 008 la raccolta era circa $ 00 miliardi al trimestre (dati Prequin) 5 John Paulson è stato il campione dei gestori degli hedge funds nel periodo

4 Distribuzione dei rendimenti delle principali fondazioni private americane nel 009 (Numero di fondazioni per classe di rendimento; totale = 1 fondazioni) 8 4 n/a < -5% -5% > Classe di rendimento Nota: le fondazioni considerate sono Andrew W. Mellon, Annenberg, Annie E. Casey, Bill & Melinda Gates, Carnegie Corporation of New York, Charles Stewart Mott, David and Lucile Packard, Duke Endowment, Ewing Marion Kauffman, Ford, Gordon and Betty Moore, Harry and Janette Weinberg, John D. and Catherine T. MacArthur, Kresge, McKnight, Robert W. Woodruff, Robert Wood Johnson, Rockefeller, Skoll, The California Endowment, William and Flora Hewlett Foundation Interessante anche analizzare l asset allocation, che privilegia le azioni e i fondi hedge, pur con significative variazioni all interno di ciascuna classe; immobiliare e reddito fisso ricevono allocazioni limitate. Asset allocation delle pricipali fondazioni private americane (Percentuale del patrimonio investito per classe di investimento; mediana del campione di 1 fondazioni) 4 17% 11% 9% 6% 4% % 6% Max Min Azioni 9 17% Fondi Hedge 1% Obbligazioni e reddito fisso 5 Private Equity 18% Venture Capital 16% Immobiliare 48% Liquidità Altri investimenti 16% 6% 1% Come potrebbe fare un fondo pensioni o fondazione italiana a modificare profondamente la propria asset allocation, in un contesto di scarsi incentivi a farlo e enormi difficoltà a realizzare un asset allocation diversa da quella utilizzata in passato? L unica ricetta che si può suggerire per uscire da questa impasse è quella di ricalcolare a posteriori quello che sarebbe stato il valore del patrimonio della propria istituzione se si fosse seguita una asset allocation logica fin dall inizio; dopotutto, la necessità di focalizzarsi su azioni internazionali, la scarsità delle materie prime, l insufficiente redditività del reddito fisso e le opportunità degli alternative assets erano sotto gli occhi di tutti già 10 o 0 anni fa. Se si confronta quale sarebbe il valore del patrimonio di un investitore istituzionale che avesse sempre seguito la politica di investire i flussi netti annuali in una asset allocation focalizzata nel modo citato, con

5 quello che realisticamente è il valore oggi, chi dovesse constatare un differenziale positivo può trarre una conclusione molto facile: gestire passivamente, con costi minimi, diversificando (ma sempre fra le asset class che rendono di più in termini assoluti nel lungo termine) e ripartendo gli investimenti negli anni, è la ricetta vincente 6. Magari se i gestori del patrimonio fossero incentivati davvero sulla creazione di valore di lungo periodo i risultati potrebbero essere molto migliori. 6 La strategia di investire un patrimonio in azioni di aziende internazionali quotate (o meglio un ETF o indice equivalente) ripartendo gli acquisti su un periodo lungo (in quanto nessuno sa scegliere il momento adatto), è una strategia che produce risultati positivi indipendentemente dalle crisi che si verificano nel periodo e indipendentemente dal momento di inizio. Ipotizziamo di aver utilizzato una strategia investimento retroattivamente, focalizzata su azioni internazionali quotate, in ciascun anno a partire dal 1970 per 10 anni; abbiamo quindi 1 portafogli, del quale l ultimo inizia nel 000; i portafogli che terminano nel 000 hanno attraversato solo momenti positivi, mentre quelli che iniziano nel 1994 hanno dovuto affrontare anche i grandi cali del 004 e 009. E interessante notare che dei 1 portafogli nessuno ha perso, solo hanno avuto rendimenti bassi, e tutti gli altri rendimenti accettabili. La tabella seguente illustra la performance. Distribuzione della performance di portafogli che replicano MSCI Europe 1 per 10 anni a partire dal 1970 (# di portafogli; totale 1 portafogli ) >,0x,0x-,5x 1,5x-,0x 1,0x-1,5x <1,0x 1) MSCI Europe espresso in Dollari Americani; include dividendi ) Rendimento calcolato come multiplo del capitale investito Fonte: Bloomberg 0 Classe di rendimento

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

Le scelte per la media impresa tra debito e capitale

Le scelte per la media impresa tra debito e capitale IFFI 10 edizione VALORIZZARE L IMPRESA E ATTRARRE GLI INVESTITORI La liquidità dei mercati finanziari per lo sviluppo delle imprese Le scelte per la media impresa tra debito e capitale MILANO, 11 Novembre

Dettagli

FR0010222224 LU0613540185 FR0010344853 LU0533032859

FR0010222224 LU0613540185 FR0010344853 LU0533032859 Vediamo di aggiornare l Etf Portfolio in ottica di Investimento, che avevo introdotto a fine gennaio 2009. (a fondo articolo metto anche un portafoglio per chi inizia adesso, chiaramente con differenti

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario

Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario Per Consulenti E Investitori Qualificati Strategic Solutions Schroder Global Diversified Growth Fund Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario Quando gli strumenti classici non bastano

Dettagli

Dividendi e valore delle azioni

Dividendi e valore delle azioni Dividendi e valore delle azioni La teoria economica sostiene che in ultima analisi il valore delle azioni dipende esclusivamente dal flusso scontato di dividendi attesi. Formalmente: V = E t=0 1 ( ) t

Dettagli

Indagine sugli strumenti fiscali e finanziari a sostegno della crescita

Indagine sugli strumenti fiscali e finanziari a sostegno della crescita Indagine sugli strumenti fiscali e finanziari a sostegno della crescita Camera dei Deputati VI Commissione Finanze Audizione del Direttore Generale Pianificazione, Immobiliare e Diversificate Gruppo Unipol

Dettagli

Il risparmio durante la crisi: Diversificazione o concentrazione del rischio?

Il risparmio durante la crisi: Diversificazione o concentrazione del rischio? Il risparmio durante la crisi: Diversificazione o concentrazione del rischio? Fabio Innocenzi CEO UBS Italia S.p.A. 8 Giugno 2012 QFinPanel, Politecnico di Milano Gli effetti della crisi economica sul

Dettagli

Il tramonto del risk free: flessibilità e disciplina come bussola per la navigazione

Il tramonto del risk free: flessibilità e disciplina come bussola per la navigazione c è una rotta fuori dai porti sicuri? Il tramonto del risk free: flessibilità e disciplina come bussola per la navigazione Giovanni Landi, Senior Partner Anthilia Capital Partners Anthilia Capital Partners

Dettagli

Data xx/xx/xxxx. Cliente: ESEMPIO/09/03/1. Piano di Intervento

Data xx/xx/xxxx. Cliente: ESEMPIO/09/03/1. Piano di Intervento Data xx/xx/xxxx Piano di Intervento Cliente: ESEMPIO/09/03/1 Gentile CLIENTE, Il presente elaborato è stato redatto sulla base di quanto emerso durante i nostri precedenti incontri e costituisce uno strumento

Dettagli

Principi Guida per l Investimento Finanziario

Principi Guida per l Investimento Finanziario Principi Guida per l Investimento Finanziario Giovanna Nicodano Università di Torino e CeRP-Collegio Carlo Alberto I nostri risparmi seminario di Financial Education Biennale Democrazia, Torino, Aprile

Dettagli

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo No. 5 - Settembre 2013 2 I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo Con il mercato obbligazionario

Dettagli

Calcolo del valore attuale e principi di valutazione delle obbligazioni

Calcolo del valore attuale e principi di valutazione delle obbligazioni PROGRAMMA 0. Introduzione 1. Valore: Pianificazione finanziaria Valore attuale Valutazione delle obbligazioni e delle azioni, Valore attuale netto ed altri criteri di scelta degli investimenti 2. Valutazione

Dettagli

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato No. 10 giugno 2015 N. 10 giugno 2015 2 Le principali Banche Centrali hanno aumentato complessivamente di oltre 6.000 miliardi

Dettagli

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Mercato delle fonti energetiche rinnovabili INVESTIMENTI CAPITALE / CREDITO? INVESTITORI QUALIFICATI PLAYER INDUSTRIALI CARATTERIZZATI

Dettagli

Principali indici di bilancio

Principali indici di bilancio Principali indici di bilancio Descrizione Il processo di valutazione del merito creditizio tiene conto di una serie di indici economici e patrimoniali. L analisi deve sempre essere effettuata su un arco

Dettagli

Come si seleziona un fondo di investimento

Come si seleziona un fondo di investimento Come si seleziona un fondo di investimento Francesco Caruso è autore di MIB 50000 Un percorso conoscitivo sulla natura interiore dei mercati e svolge la sua attività di analisi su indici, titoli, ETF,

Dettagli

Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti

Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti Fausto Tenini - Analista Quantitativo presso Ufficio Studi MF-MilanoFinanza - Prof. presso Univ. Statale di Milano, facoltà

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

fondi attivi, private equity, asset illiquidi, strategie flessibili, hedge fund, infrastrutture, private debt.. è sempre più difficile (investire)?!?!

fondi attivi, private equity, asset illiquidi, strategie flessibili, hedge fund, infrastrutture, private debt.. è sempre più difficile (investire)?!?! Authorized and regulated by the Financial Conduct Authority fondi attivi, private equity, asset illiquidi, strategie flessibili, hedge fund, infrastrutture, private debt.. è sempre più difficile (investire)?!?!

Dettagli

Paolo Cappugi Gli investimenti nella previdenza integrativa: filosofia di gestione e orizzonte temporale

Paolo Cappugi Gli investimenti nella previdenza integrativa: filosofia di gestione e orizzonte temporale 1 Paolo Cappugi Gli investimenti nella previdenza integrativa: filosofia di gestione e orizzonte temporale Indice Parte 1 Premessa Parte 2 Quadro generale Parte 3 Struttura degli investimenti e orizzonte

Dettagli

L impostazione dell analisi: 5 possibili approcci. L approccio del valore. Cos è la creazione di valore? Questo livello, nella logica del valore, è

L impostazione dell analisi: 5 possibili approcci. L approccio del valore. Cos è la creazione di valore? Questo livello, nella logica del valore, è L impostazione dell analisi: 5 possibili approcci l approccio dello schema di raccordo degli indici l approccio dei flussi di cassa l approccio dello sviluppo sostenibile l approccio del valore l approccio

Dettagli

L investimento immobiliare delle Casse e degli Enti di Previdenza privatizzati: cosa è cambiato nell ultimo anno

L investimento immobiliare delle Casse e degli Enti di Previdenza privatizzati: cosa è cambiato nell ultimo anno L investimento immobiliare delle Casse e degli di Previdenza privatizzati: cosa è cambiato nell ultimo anno Pubblicato su Il Settimanale di Quotidiano Immobiliare del 27/04/2013 n. 19 Introduzione Dopo

Dettagli

La crisi iniziata nel 2007

La crisi iniziata nel 2007 La crisi iniziata nel 2007 In questa lezione: Analizziamo lo scoppio della crisi finanziaria. Studiamo l effetto della crisi finanziaria sull economia reale. 300 L origine della Crisi Nell autunno del

Dettagli

IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO. Gli effetti di una profonda trasformazione

IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO. Gli effetti di una profonda trasformazione IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO Gli effetti di una profonda trasformazione 1 LA TRASFORMAZIONE DEL SISTEMA BANCARIO TENDENZE DI FONDO DELLO SCENARIO MACROECONOMICO LA RISPOSTA DELLE BANCHE Progresso tecnologico

Dettagli

INVESTIMENTI INFRASTRUTTURALI: UNA ASSET CLASS ATTRAENTE PER I FONDI PENSIONE.

INVESTIMENTI INFRASTRUTTURALI: UNA ASSET CLASS ATTRAENTE PER I FONDI PENSIONE. INVESTIMENTI INFRASTRUTTURALI: UNA ASSET CLASS ATTRAENTE PER I FONDI PENSIONE. www.quercusfunds.com Strettamente Privato e Confidenziale CONSIDERAZIONI DI ASSET ALLOCATION Gli Endowment Funds In US ci

Dettagli

2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca?

2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca? 2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca? Venerdì 29 novembre 2013 In questo Diario di Bordo parliamo in sintesi: MERCATO OBBLIGAZIONARIO. MEGLIO FONDI O ETF? MEGLIO OPERARE CON UNA SOLA SOCIETA DI GESTIONE

Dettagli

AREA DI CORE BUSINESS PATRIMONIO

AREA DI CORE BUSINESS PATRIMONIO AREA DI CORE BUSINESS PATRIMONIO 59 60 Nell ambito degli Investimenti Patrimoniali, si illustrano qui di seguito le linee programmatiche che la Fondazione intende perseguire nel corso del prossimo esercizio,

Dettagli

Il risparmio degli italiani e l evoluzione dell offerta dei prodotti vita

Il risparmio degli italiani e l evoluzione dell offerta dei prodotti vita Il risparmio degli italiani e l evoluzione dell offerta dei prodotti vita Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2011-2012 Roberto Manzato Vita e Danni non Auto Milano, 16 luglio 2012

Dettagli

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap Small Cap Piccole imprese grandi opportunità. A sei anni dall inizio della crisi finanziaria internazionale, l economia mondiale sembra recuperare, pur in presenza di previsioni di crescita moderata. In

Dettagli

Il ruolo del Credito in Sardegna

Il ruolo del Credito in Sardegna Il ruolo del Credito in Sardegna Seminario del 16 luglio 2007 Vorrei circoscrivere il perimetro del mio intervento alle problematiche che coinvolgono il target di clientela di Artigiancassa. Noi infatti

Dettagli

Metti un pò di indipendenza nel tuo business

Metti un pò di indipendenza nel tuo business ssbb IInnvveessttmeennttss & TTrruussttss CCoonnssuul lttaanncc yy Metti un pò di indipendenza nel tuo business 1 DALLE VECCHIE GPF ALLE GPF INDIPENDENTI I manager di una societä di consulenza, di una

Dettagli

Capitolo 20: Scelta Intertemporale

Capitolo 20: Scelta Intertemporale Capitolo 20: Scelta Intertemporale 20.1: Introduzione Gli elementi di teoria economica trattati finora possono essere applicati a vari contesti. Tra questi, due rivestono particolare importanza: la scelta

Dettagli

Risparmio, investimenti e sistema finanziario

Risparmio, investimenti e sistema finanziario Risparmio, investimenti e sistema finanziario Una relazione fondamentale per la crescita economica è quella tra risparmio e investimenti. In un economia di mercato occorre individuare meccanismi capaci

Dettagli

L impostazione dell analisi: 5 possibili approcci

L impostazione dell analisi: 5 possibili approcci L impostazione dell analisi: 5 possibili approcci l approccio dello schema di raccordo degli indici l approccio dello sviluppo sostenibile l approccio dei flussi di cassa l approccio del valore l approccio

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa Economia La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa DIECI PRINCIPI DELL ECONOMIA Così come in una famiglia, anche in una economia si devono affrontare molte

Dettagli

Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile

Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Sviluppo Rete Arca Fund Manager Webinar Fondi Obbligazionari

Dettagli

Portafogli efficienti per ogni profilo

Portafogli efficienti per ogni profilo Portafogli efficienti per ogni profilo di rischio con gli ETF Fausto Tenini -Analista Quantitativo presso Ufficio Studi MF-MilanoFinanza - Prof. presso Univ. Statale di Milano, facoltà di Economia Offerta

Dettagli

Investire in Fondi Immobiliari: un percorso da seguire in tempi di crisi

Investire in Fondi Immobiliari: un percorso da seguire in tempi di crisi Seminario, 24 Aprile 2009 Investire in Fondi Immobiliari: un percorso da seguire in tempi di crisi Massimo Caputi Amministratore Delegato Fimit E ARRIVATO IL CIGNO NERO! Evidenze teoriche sull asset class

Dettagli

P o r me m t e ei e a/ci s a Link Ist s ituti t ona n l a Ad A vi v so s ry

P o r me m t e ei e a/ci s a Link Ist s ituti t ona n l a Ad A vi v so s ry Prometeia/CI spa: La confrontabilità dei bilanci è necessaria quanto l adozione di criteri contabili in grado di esprimere equilibrio tra resilienza nei momenti di crisi e trasparenza. Se non c è autoregolamentazione

Dettagli

CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L USO

CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L USO www.momentumborsa.it Pierluigi Lorenzi Muoversi nel mercato finanziario per uscire dalla crisi CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L USO 2 CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L USO Muoversi nel mercato finanziario

Dettagli

Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario

Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario Relazioni monetarie e finanziarie si stabiliscono anche tra i residenti di un paese e i non-residenti. Le transazioni internazionali necessitano di istituzioni

Dettagli

La programmazione delle scelte finanziarie

La programmazione delle scelte finanziarie Economia e gestione delle imprese II La programmazione delle scelte finanziarie dott. Matteo Rossi Benevento, 23 febbraio 2009 La gestione finanziaria La gestione finanziaria ha ad oggetto il complesso

Dettagli

Lo Strumento Fondo Immobiliare per la Valorizzazione del Patrimonio dei Soggetti Previdenziali

Lo Strumento Fondo Immobiliare per la Valorizzazione del Patrimonio dei Soggetti Previdenziali Lo Strumento Fondo per la Valorizzazione del Patrimonio dei Soggetti Previdenziali VI Itinerario Previdenziale Andrea Cornetti Dirtettore Business Development e Fund Raising Settembre 2012 ENTI PREVIDENZIALI

Dettagli

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog Asset allocation: settembre 2015 /blog Come sono andati i mercati? Il rallentamento della Cina, la crisi in Grecia, il crollo delle materie prime e la moderata crescita dell economia americana hanno sollevato

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

info Prodotto Eurizon GP Unica Facile A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon GP Unica Facile A chi si rivolge Eurizon Eurizon è il Servizio di Gestione di Portafogli di Eurizon Capital SGR dove l investitore può scegliere tra due Componenti differenziate su tre dimensioni: classi di attività finanziarie (azioni,

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A.

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. Relazione Semestrale al 30.06.2015 FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO Kairos Income Kairos Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via San Prospero 2, 20121 Milano Tel 02.777181

Dettagli

LYXOR UCITS ETF IBOXX $ TREASURIES 1-3Y

LYXOR UCITS ETF IBOXX $ TREASURIES 1-3Y Verso fine gennaio 2009 avevo introdotto un Portafoglio in Etf. Ricordo che questo portafoglio, è stato concepito per essere tenuto fino alla completa uscita dalla crisi. Introdurrò in questo report un

Dettagli

CoStrUirE Un patrimonio mese dopo mese ControLLando il rischio Con nord ESt fund

CoStrUirE Un patrimonio mese dopo mese ControLLando il rischio Con nord ESt fund CoStrUirE Un patrimonio mese dopo mese ControLLando il rischio Con nord ESt fund piano di accumulo gennaio 100 febbraio 50 marzo 150 agosto 50 aprile 15o maggio 100 LUgLio 100 giugno 50 La SoLUzionE per

Dettagli

ANALISI PER INDICI BILANCIO CONSOLIDATO CDC ESERCIZI ANNI 2010 E 2009

ANALISI PER INDICI BILANCIO CONSOLIDATO CDC ESERCIZI ANNI 2010 E 2009 ANALISI PER INDICI BILANCIO CONSOLIDATO CDC ESERCIZI ANNI 2010 E 2009 1. PREMESSA: ANALISI DEGLI SCHEMI Il gruppo CDC redige il proprio bilancio consolidato, in migliaia di euro, in conformità agli IAS/IFRS

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 8 agosto A cura dell

Dettagli

Diversifica et Impera La forza tranquilla del Fondo Comune - Citywire

Diversifica et Impera La forza tranquilla del Fondo Comune - Citywire Pagina 1 di 10 Diversifica et Impera La forza tranquilla del Fondo Comune DiSimone Funghi / 28 luglio 2015 Ebbene sì. Esiste. Non è una leggenda metropolitana. Non è come il Bigfoot o Nessy a Lochness.

Dettagli

Edizione autunnale dell Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane

Edizione autunnale dell Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane COMUNICATO STAMPA Edizione autunnale dell Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane Aumentano gli ottimisti sulle prospettive dell Italia e calano i pessimisti In attesa che la ripresa

Dettagli

Intervista. Intervista a Wolfgang Mader e Olga Braun-Cangl: Gli investimenti nel private market sono adatti a tutti i portafogli istituzionali?

Intervista. Intervista a Wolfgang Mader e Olga Braun-Cangl: Gli investimenti nel private market sono adatti a tutti i portafogli istituzionali? Intervista Intervista a Wolfgang Mader e Olga Braun-Cangl: Gli investimenti nel private market sono adatti a tutti i portafogli istituzionali? 34 Update I/2014 Marty-Jörn Klein, Redattore capo, intervista

Dettagli

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds Relazione Semestrale al 30.06.2013 Fondo ADVAM Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via Turati 9, 20121 Milano Tel 02.620808 Telefax 02.874984 Capitale Sociale Euro 1.903.000 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA

Dettagli

IL RISCHIO DI INVESTIRE IN AZIONI DIMINUISCE CON IL PASSARE DEL TEMPO?

IL RISCHIO DI INVESTIRE IN AZIONI DIMINUISCE CON IL PASSARE DEL TEMPO? IL RISCHIO DI INVESTIRE IN AZIONI DIMINUISCE CON IL PASSARE DEL TEMPO? Versione preliminare: 1 Agosto 28 Nicola Zanella E-mail: n.zanella@yahoo.it ABSTRACT I seguenti grafici riguardano il rischio di investire

Dettagli

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Piano Economico Finanziario 2008 e previsioni anni 2009 e 2010 Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Indice Scenario & Previsioni PIANO ANNUALE 2008 1Fonti di finanziamento 2Impieghi 3Ricavi 4Costi

Dettagli

Gli investimenti in titoli di capitale delle banche per Le società di assicurazione:

Gli investimenti in titoli di capitale delle banche per Le società di assicurazione: Gli investimenti in titoli di capitale delle banche per Le società di assicurazione: Il passaggio dalla crisi finanziaria al Nuovo contesto regolamentare Milan, 7 giugno 2010 GENERALI INVESTMENTS Generali

Dettagli

PRIVATE EQUITY esperienze internazionali per la gestione dei portafogli istituzionali italiani

PRIVATE EQUITY esperienze internazionali per la gestione dei portafogli istituzionali italiani PPORTUNITA PER GLI INVESTITORI PREVIDENZIALI a cura di Roberto Alazraki, Presidente Europa Benefits www.europabenefits.it PRIVATE EQUITY esperienze internazionali per la gestione dei portafogli istituzionali

Dettagli

IL CONTESTO Dove Siamo

IL CONTESTO Dove Siamo IL CONTESTO Dove Siamo INFLAZIONE MEDIA IN ITALIA NEGLI ULTIMI 60 ANNI Inflazione ai minimi storici oggi non è più un problema. Tassi reali a: breve termine (1-3 anni) vicini allo 0 tassi reali a medio

Dettagli

Cash flow e capacità di rimborso

Cash flow e capacità di rimborso Cash flow e capacità di rimborso Descrizione 1. I fabbisogni finanziari I fabbisogni finanziari di una azienda sono determinati da: incremento delle attività; decremento delle passività. Appartiene alla

Dettagli

ILR con. Posizione. attuale.

ILR con. Posizione. attuale. ILR con il gestore G. Spinola del 16/04/15 Trend vs. Msci World Dal lancio ( 15/02/93 ) al 16/04/15. Posizione attuale. 63% %* in Azioni (profilo di rischio teoricoo del portafoglio mediamente in lineaa

Dettagli

RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO

RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO Roma, 28 giugno 2013 Luigi Tommasini Senior Partner Funds-of-Funds CONTENUTO Il Fondo Italiano di Investimento: fatti e

Dettagli

operatori finanziari in piazza Godiasco Salice Terme 14-15-16 settembre 2012

operatori finanziari in piazza Godiasco Salice Terme 14-15-16 settembre 2012 1 operatori finanziari in piazza Godiasco Salice Terme 14-15-16 settembre 2012 Focus surischi e probabilità Le probabilità per una corretta misurazione dei rischi: giocare al gioco dei practitioners Costruire

Dettagli

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici Giorgio Ricchiuti Cosa abbiamo visto fin qui Abbiamo presentato e discusso alcuni concetti e fenomeni aggregati: 1) Il PIL, il risparmio e il debito pubblico.

Dettagli

La gestione degli investimenti

La gestione degli investimenti La gestione degli investimenti Un servizio personalizzato, professionale e trasparente. L investimento patrimoniale dovrebbe produrre il massimo rendimento possibile in base all evoluzione dei mercati

Dettagli

La ricchezza Private in Italia

La ricchezza Private in Italia La ricchezza Private in Italia Il contesto attuale, lo scenario futuro, le prossime sfide: una leva per la sostenibilità del sistema e la solidità del paese 14 giugno 2011 Indice 1. La ricchezza Private

Dettagli

PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive

PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive S Studi di Settore PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive L analisi dei risultati derivanti dall applicazione degli studi di settore offre molteplici spunti di riflessione in relazione

Dettagli

ECONOMIA URBANA. Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre. Contatti: costanti@uniroma3.it

ECONOMIA URBANA. Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre. Contatti: costanti@uniroma3.it ECONOMIA URBANA Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre Contatti: costanti@uniroma3.it LA MACROECONOMIA Economia Urbana 2 L economia aperta Per economia aperta si intende l insieme

Dettagli

WARREN MOSLER LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI

WARREN MOSLER LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI WARREN MOSLER LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI PRIMA FRODE Il governo (quello sovrano, non quello che ha rinunciato alla sovranità come il nostro) spende ciò che raccoglie con tasse e prestiti. FALSO!

Dettagli

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds Relazione Semestrale al 30.06.2014 Fondo ADVAM Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via Turati 9, 20121 Milano Tel 02.620808 Telefax 02.874984 Capitale Sociale Euro 2.200.000 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA

Dettagli

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012 Come usare gli ETF Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team Rimini, 17 maggio 2012 Cosa sono gli Etf? Gli Etf sono una particolare categoria di fondi d investimento mobiliare quotati

Dettagli

Esame preliminare delle decisioni di finanziamento

Esame preliminare delle decisioni di finanziamento PROGRAMMA 1) Nozioni di base di finanza aziendale - Valore: Valore attuale Valutazione delle obbligazioni e delle azioni, Valore attuale netto ed altri criteri di scelta degli investimenti Esame preliminare

Dettagli

I FONDI DI FONDI DI PRIVATE EQUITY: UN INVESTIMENTO DECORRELATO

I FONDI DI FONDI DI PRIVATE EQUITY: UN INVESTIMENTO DECORRELATO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica I FONDI DI FONDI DI PRIVATE EQUITY: UN INVESTIMENTO DECORRELATO FRANCO MOSCA 16 Marzo, Milano Sommario Non è vero che il private

Dettagli

European Payment Index 2013. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future

European Payment Index 2013. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future European Payment Index 2013 Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future Intrum Justitia è il gruppo leader in Europa nei servizi di Credit Management Unica

Dettagli

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 98 MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico"

Portafoglio Invesco a cedola Profilo dinamico Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico" Questo documento è riservato per i Clienti Professionali/Investitori Qualificati e/o Soggetti Collocatori in Italia e non per i clienti finali. È vietata

Dettagli

RISCHIO E CAPITAL BUDGETING

RISCHIO E CAPITAL BUDGETING RISCHIO E CAPITAL BUDGETING Costo opportunità del capitale Molte aziende, una volta stimato il loro costo opportunità del capitale, lo utilizzano per scontare i flussi di cassa attesi dei nuovi progetti

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

www.cicliemercati.it Tutti i diritti riservati Pag. 1

www.cicliemercati.it Tutti i diritti riservati Pag. 1 LA MATRICE DEI MERCATI DESCRIZIONE E UTILIZZO PER L INVESTITORE DESCRIZIONE La Matrice è basata su un algoritmo genetico proprietario che permette di individuare e visualizzare, a seconda delle preferenze

Dettagli

Rassegna stampa - TENDERCAPITAL

Rassegna stampa - TENDERCAPITAL Rassegna stampa - TENDERCAPITAL Rassegna del 22/05/2014 INDICE TENDERCAPITAL 21/05/2014 Fondi & Sicav È sempre grande America 21/05/2014 Fondi & Sicav Nel complesso benino 21/05/2014 Fondi & Sicav Il vero

Dettagli

BASILEA II. Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa. Milano, 12 maggio 2004

BASILEA II. Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa. Milano, 12 maggio 2004 BASILEA II Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa Relatore: Aldo Camagni Presidente commissione finanza, controllo di gestione e contabilità d impresa dell Ordine dei Dottori Commercialisti

Dettagli

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Economia dei mercati mobiliari e finanziamenti di aziende Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Gli stili di gestione Stile di gestione come espressione

Dettagli

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI Silvano Carletti * Nei suoi primi cinque appuntamenti (l ultimo a fine settembre 2015) il Targeted Longer-Term Refinancing Operations (TLTRO)

Dettagli

Le analisi di bilancio per indici

Le analisi di bilancio per indici Riclassificazione e interpretazione Le analisi di bilancio per indici di Silvia Tommaso - Università della Calabria Obiettivo delle analisi di bilancio è quello di ottenere informazioni adeguate a prendere

Dettagli

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 VALORI % Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 Abbiamo alle spalle ancora un anno difficile per le famiglie La propensione al risparmio delle famiglie italiane ha evidenziato un ulteriore

Dettagli

IL GRUPPO ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2016-2019

IL GRUPPO ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 IL GRUPPO ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 Il nuovo piano si basa su quello presentato a marzo 2015, accelerando la creazione di valore nell ambito dei quattro principi fondamentali ed aggiungendone

Dettagli

Sicurezza per il futuro: interessante investimento di capitale e copertura finanziaria per i vostri cari

Sicurezza per il futuro: interessante investimento di capitale e copertura finanziaria per i vostri cari PREVIDENZA E PATRIMONIO L ASSICURAZIONE SULLA VITA SCALA PREVIDENZA E PATRIMONIO Assicurazione sulla vita a premio unico CONFORTA Sicurezza per il futuro: interessante investimento di capitale e copertura

Dettagli

BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO

BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO La riclassificazione del bilancio Lo schema di bilancio attualmente utilizzato nell'unione Europea non soddisfa interamente le esigenze degli analisti. E'

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE DI UN ALBERGO

CRITERI DI VALUTAZIONE DI UN ALBERGO CRITERI DI VALUTAZIONE DI UN ALBERGO PERCHE UN AZIENDA ALBERGHIERA VA IN CRISI? 1) PER LA DESTINAZIONE 2) PER MOTIVI GESTIONALI 3) PER MOTIVI ECONOMICO- FINANZIARI OVVIAMENTE LA SECONDA E LA TERZA MOTIVAZIONE

Dettagli

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library.

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library. Questo Documento fa parte del corso N.I.Tr.O. di ProfessioneForex che a sua volta è parte del programma di addestramento Premium e non è vendibile ne distribuibile disgiuntamente da esso. I testi che seguono

Dettagli

18 novembre 2014. La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina

18 novembre 2014. La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina 18 novembre 2014 La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina Costruire un portafoglio? REGOLE BASE IDENTIFICARE GLI OBIETTIVI INVESTIMENTO E RISCHIO IDONEO ORIZZONTE TEMPORALE Asset allocation Diversificazione

Dettagli

L ANALISI PER INDICI

L ANALISI PER INDICI Obiettivo dell analisi per indici è la valutazione delle scelte dell imprenditore attraverso la misurazione degli effetti economici, finanziari e patrimoniale prodotti dalle stesse. La corretta misurazione

Dettagli

CAPITOLO I GLI EFFETTI DELLA CRISI FINANZARIA DEL SISTEMA CREDITIZIO/BANCARIO SUGLI INVESTIMENTI DELLE CASSE

CAPITOLO I GLI EFFETTI DELLA CRISI FINANZARIA DEL SISTEMA CREDITIZIO/BANCARIO SUGLI INVESTIMENTI DELLE CASSE DOCUMENTO CONCLUSIVO DELL INDAGINE CONOSCITIVA SULLA SITUAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE CASSE PRIVATIZZATE ANCHE IN RELAZIONE ALLA CRISI DEI MERCATI INTERNAZIONALI Obiettivo dell indagine CAPITOLO

Dettagli

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale No. 4 - Giugno 2013 Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Nelle ultime settimane si sono verificati importanti

Dettagli