Supplemento alla Guida Utente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Supplemento alla Guida Utente"

Transcript

1 User Guide Supplemento alla Guida Utente Iniziativa: Global Trade Repository Requisiti European Markets Infrastructure Regulation ( EMIR ) Service - Descrizione Campo per Campo L Autorità Europea degli Strumenti Finanziari e dei Mercati (ESMA) non ha approvato né sanzionato le informazioni contenute in questo documento. I requisiti economici EMIR qui illustrati rappresentano le implementazioni ai rapporti delle transazioni proposte da alle aziende per soddisfare i requisiti EMIR. I lettori non dovrebbero dedurre l approvazione da parte di ESMA dei contenuti di questo documento. Service Descrizione Campo per campo Pagina 1 di 23

2 User Guide Storico delle revisioni Date By Version Description 23 Dicembre 2013 Peter Garratt 1.0 Prima pubblicazione Service Descrizione Campo per campo Pagina 2 di 23

3 Tabella dei contenuti 1 LITE DESCRIZIONE CAMPO PER CAMPO...4 User Guide 1.1 PANORAMICA E INTRODUZIONE CONTROL FIELDS EMIR RTS FIELDS CONTROL & EMIR RTS FIELDS...20 Service Descrizione Campo per campo Pagina 3 di 23

4 1 Descrizione campo per campo 1.1 Panoramica e introduzione L'obiettivo di questo supplemento è di descrivere l'utilizzo ed il fine di ogni campo contenuto nel template. Nota bene: Questa non è da considerarsi una notifica legale. Si prega di consultare il proprio reparto legale interno per questioni relative alla conformità. Questa guida deve essere consultata insieme ai seguenti documenti: message template (versione pubblicata sul portale dedicato alla documentazione) Guida Utente (versione pubblicata sul portale dedicato alla documentazione) Bozza degli standard tecnici EMIR (Final Report) - bozza degli standard tecnici sotto la Regolamentazione (EU) No 648/2012 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 4 l uglio 2012 sui derivati, CCPs e Trade Repositories (pubblicata sul sito web ESMA) ESMA Questions and Answers Implementazione della Regolamentazione (EU) No 648/2012 sui derivati, CCPs e trade repositories (EMIR) (pubblicata sul sito web ESMA) Principi di validazione (spiegati nel dettaglio nella Guida Utente): Campo richiesto deve essere compilato affinché il messaggio sia accettato da Campo opzionale può essere lasciato in bianco e accetterà il messaggio. In ogni caso, si prega di notare che alcuni campi indicati come tali sono campi richiesti da EMIR e devono essere compilati per essere in piena conformità con EMIR Campo Condizionale alcuni campi diventano richesti in base a come vengono compilati determinati campi opzionali Panoramica dei campi: 1.2 Control fields questi campi non sono obbligatori per la Regolamentazione, ma molti di questi campi sono Richiesti come indicato nel template affinché il messaggio venga processato da 1.3 EMIR RTS fields questi campi sono evidenziati nel template (colonna J) e indicano il riferimento all'interno della Bozza degli standard tecnici EMIR ai campi richiesti, e il relativo numero del campo nella Tabella 1 - Counterparty Data o Tabella 2 Common Data 1.4 Control Fields & EMIR RTS fields questi campi sono utilizzati per identificare informazioni aggiuntive che sono state inserite in un campo identificato come specifico EMIR RTS field Pagina 4 di 23

5 1.2 Control Fields Field # Field Name Descrizione 1 Comment Se compilato con * l'intera riga verrà letta come commento 2 Version Specifica un'indicazione della versione del messaggio sotto la quale l'immissione è stata compilata 3 Message Type Indica il tipo di messaggio in entrata nel Scopo Utilizzare un asterisco in questo campo se si vuole indicare che l'intera riga del file CSV è un commento. Le righe di commento in ogni file saranno ignorate e non processate dal. Il supporterà una sola versione del messaggio in produzione, ma nel caso in cui saranno richieste modifiche significative per supportare altre regolamentazioni, usando lo stessi template, allora Version consentirà al la flessibilità di supportare più di un template mentre le versioni vengono aggiornate (ciò non è previsto nel medio termine). Descrive il messaggio che viene riportato al e richiama la necessaria validazione basata sul template. 4 Action Descrive l'azione richiesta dal - New o Cancel Descrive l'azione che il dovrebbe intraprendere sul messaggio riportato. Il "message type Position " supporta solo New come Action al momento di questa versione. 5 Transaction Type 8 Primary Asset Class 9 Data Submitter Message ID 10 As of Date/Time 11 Event ID Party 1 Tipo di transazione - Trade, Exit, Backload, PositionCancel Un'indicazione di quale delle cinque maggiori classi di attività riguardano i dati riportati L'impresa che riporta deve inserire una riga di valore per ogni messaggio (linea all'interno dell'immissione CSV) che essa crea per rintracciare l'immissione. ripeterà questo valore nei messaggi di risposta e nei rapporti, ma non lo utilizzerà per altri propositi (dovrebbe essere unico per ogni messaggio) Su un messaggio Position questo campo indica la data in cui ha effetto la visualizzazione di questa posizione. Position Exit sarà processato quando ricevuto. Un idenfiticativo unico usato per identificare eventi Lifecycle riportati dalla Parte 1, o dove è applicata piena delegazione, la Parte 1 riporterebbe questo Descrive il tipo di transazione supportato per ogni messaggio riportato. "Trade" sarà utilizzato più spesso e rappresenta il rapporto di nuove transazioni ed Eventi Lifecycle successivi. "Backload" può essere utilizzato per individuare transazioni passate che sono ancora aperte al momento di riportare. "Exit" sarà usato per indicare al che una posizione è terminata, soggetta a novazione, esercitata o semplicemente necessita di essere rimossa per ragioni legate al riportare. "Position Cancel" andrebbe usato per rimuovere o cancellare la posizione dell'uti dal trade repository (incluso ogni evento LifeCycle riportato per lo stesso UTI). Questo tipo di transazione dovrebbe essere utilizzato solo quando un UTI è stato riportato per errore. Descrive la classificazione del prodotto sul quale la posizione viene riportata nella classe di attività primaria: "Credit", "InterestRate", "ForeignExchange", "Equity" o "Commodity" Questo è un valore unico per messaggio in ogni file CSV. Non necessita essere unico per diversi file. Tutte le posizioni riportate per un UTI, inclusi eventi Lifecycle che risultano in una ripetizione della posizione durante un giorno. Questo campo è utilizzato dal compliatore per ordinare i messaggi di posizione con l'ultimo messaggio a rappresentare lo stato della transazione alla fine del giorno. Non utilizzato in - ma potrà essere utilizzato in futuro per identificare specifici eventi Lifecycle riportati dalla Parte 1. Pagina 5 di 23

6 Field # Field Name 12 Event ID Party 2 13 Additional Repository 1 Prefix 14 Additional Repository 1 Value 15 Reporting Obligation Party 1 16 Reporting Obligation Party 2 37 Submitted For Prefix 38 Submitted For Value 39 Reporting Delegation Model 44 Execution Agent Party 1 Prefix 45 Execution Agent Party 1 Value 46 Execution Agent Party 2 Prefix 47 Execution Agent Party 2 Value Descrizione valore in quanto farebbe parte dei dati comuni. Per esempio, se esistono cinque terminazioni parziali per uno specifico UTI e riportate per un messaggio di posizione, ognuna deve avere un unico EID. Questo consentirà di identificare un evento. Un identificativo unico che sarà riportato per tutti gli eventi Lifecycle da attribuire alla Parte 2 Se l'uti è stato riportato ad un altro Repository, il valore LEI o dell'identificativo alternativo dell'altro repository (o identificativo rilevante, se noto) Usato per numerare una o più giurisdizioni in cui la transazione è riportabile Usato per numerare una o più giurisdizioni in cui la transazione è riportabile Indica il LEI (o altro ID valido per ) della parte per conto della quale si riporta, o "BOTH" se il messaggio è riportato per due parti. Se non compilato, viene considerato il valore di "Data Submitter" Per identificare il modello di rapporto sotto il quale i dati vengono riportati LEI dell'execution Agent (Asset Manager) riferito alla Parte 1 LEI dell'execution Agent (Asset Manager) riferito alla Parte 2 Scopo Non utilizzato in - ma potrà essere utilizzato in futuro per identificare specifici eventi Lifecycle riportati per la Parte 2 (in modalità piena delegazione). Identifica il valore contenuto in "Additional Repository 1 Value" quando compilato (fare riferimento al template per i valori supportati). Un campo opzionale che può essere utilizzato in futuro per identificare dove l'altra pare della transazione è stata riportata nel caso in cui entrambe le parti dell'uti non riportanto al. Identifica la giurisdizione sotto la quale la Parte 1 sta riportando la transazione. Identifica la giurisdizione sotto la quale la Parte 2 sta riportando la transazione (nel caso in cui si riporti per la Parte 2 o per entrambe le Parti - guardare il valore di "Submitted For"). Identifica il valore in "Submitted For" quando compilato con uno specifico identificativo per la Parte 1 o la Parte 2 (fare riferimento al template per i valori supportati). Identifica per conto di chi si riporta. Può essere la Parte 1, la Parte 2 o entrambe. Identifica il modello di delegazione che viene usato per riportare. Independent - il compilatore riporta i dati propri e i dati comuni per conto di Parte 1 e parte 2 Full - una parte riporta i dati di entrambe le controparti e i dati comuni per conto di entrambe le parti. Identifica il valore in "Execution Agent Party 1 Value" quando compilato (fare riferimento al template per i valori supportati). Identifica l'asset Manager che è abilitato a visualizzare lo specifico UTI riportato per la Parte 1. Identifica il valore in "Execution Agent Party 2 Value" quando compilato (fare riferimento al template per i valori supportati). Identifica l'asset Manager che è abilitato a visualizzare lo specifico UTI riportato per la Parte Party Region Identifica se la Parte 1 è domiciliata in EEA o al di fuori. 89 Prior UTI Prefix (repeatable) Identificazione di un Prefisso o Nome associato ad ogni valore Prior UTI per rendere unico ogni valore I campi Prior UTI Prefix e Value sono usati quando si desidera mantenere una traccia di un UTI riportato precedentemente per il quale è stato effettuato un Exit, ad esempio quando un UTI è stato riportato e successivamente si nota che l'uti non è corretto, perciò si effettua un Exit e si riporta una nuova posizione, compilare questo campo con il valore dell'uti precedente. Pagina 6 di 23

7 Field # Field Name 90 Prior UTI Value (repeatable) 92 Internal Trade reference 117 Lifecycle event Effective Date Descrizione Indica che il valore dell'uti precedente è riferito alla posizione Questo è un campo opzionale che può essere utilizzato per indicare riferimenti a transazioni interne della pare che riporta i dati comuni Data effettiva dell'evento Lifecycle che ha dato come risultato un cambiamento nella posizione. Al momento questo campo è opzionale Scopo Guarda "Prior UTI Prefix" Questo campo può essere usato per riportare al un riferimento interno della transazione come rappresentato nella propria documentazione. Questo non viene riportato ai regolamentatori ma può essere usato in caso di ispezioni. Sebbene non specificatamente richiesto da EMIR, questo campo può essere utilizzato per indicare la data effettiva di ogni evento successivo alla transazione che viene riportata nella posizione (per alcune classi di attività, questo è noto anche come "Agreement Date"). 147 Placeholder Placeholder field in template Nessun dato da riportare in questo campo (campo disponibile per l'utilizzo in versioni future). 156 Trade Link ID Link ID per concatenare due transazioni riportate con UTI diversi Questo campo è specifico per permettere alle imprese di collegare due UTI che sono stati riportati separatamente, ad esempio un FX Swap può essere basato su due FX Forward. L'impresa ha concordato che questi vengano riportati come due UTI separati. Il campo "Trade Link ID" può essere compilato con un identificativo che può essere utilizzato per in caso di ispezione per ricollegarsi ai due FX Forward. Al momento questo campo non viene riportato ai regolatori. 1.3 EMIR RTS Fields Field Name Descrizione Scopo 7 UTI Value Un UTI (Unique Trade Id) concordato a livello europeo, che è fornito dalla controparte che riporta. Se non è presente un UTI, un codice unificato deve essere generato e concordato con l'altra controparte 18 Trade Party 1 Value 20 Trade Party 2 Value 21 Trade Party 1 Domicile LEI (o un valido identificativo SDO) della prima parte della transazione LEI (o un valido identificativo SDO) della seconda parte della transazione. Quando Prefix contiene testi libero, il nome effettivo dell'impresa della controparte dovrebbe essere riportato in questo campo Informazioni sul domicilio della Parte 1 espressamente indicate qui EMIR field = Trade ID e sarà una combinazione di Prefisso + Valore per rappresentare l'id della transazione. Queste è unico per ogni transazione e dovrebbe essere concordato dalle controparti prima di riportare, oppure utilizzare la metodologia aziendale per creare e condividere UTI (consultare il sito web ISDA per il Libro Bianco degli UTI). EMIR field = Countertparty ID. Identifica la Parte 1 nella transazione e dovrebbe essere rappresentato con il codice LEI delle parte 1 ma altri valori sono accettati. EMIR field = ID if the other counterparty. Identifica la Parte 2 nella transazione e dovrebbe essere rappresentato con il codice LEI delle Parte 2 ma altri valori sono accettati. EMIR field = Domicile of the counterparty. Indica dettagli sull'ufficio di registrazione, consistenti di indirizzo completo, città e nazione della controparte che riporta (Parte 1). Pagina 7 di 23

8 Field Name Descrizione Scopo 22 Trade Party 2 Domicile 25 Trade Party 1 Corporate Sector 26 Trade Party 2 Corporate Sector 27 Trade Party 1 Financial Entity Jurisdiction 28 Trade Party 1 Non-financial Entity Jurisdiction 29 Trade Party 2 Financial Entity Jurisdiction 30 Trade Party 2 Non-financial Entity Jurisdiction 32 Broker Id Party 1 Value 34 Broker Id Party 2 Value 36 Data Submitter Value Informazioni sul domicilio della Parte 2 espressamente indicate qui Il settore di attività per la Parte 1 può essere esplicitato qui Il settore di attività per la Parte 2 può essere esplicitato qui EMIR - Indica se la controparte riportante è una controparte finanziaria in accordo con l'articolo 2 (8,9) della Regolamentazione (EU) No 648/2012 EMIR - Indica se la controparte riportante è una controparte non-finanziaria in accordo con l'articolo 2 (8,9) della Regolamentazione (EU) No 648/2012 EMIR - Indica se la controparte riportante (Parte 2) è una controparte finanziaria in accordo con l'articolo 2 (8,9) della Regolamentazione (EU) No 648/2012 EMIR - Indica se la controparte riportante (Parte 2) è una controparte non-finanziaria in accordo con l'articolo 2 (8,9) della Regolamentazione (EU) No 648/2012 Indica il broker per la Parte 1 se applicabile Condizionale: se "Trading Capacity Party 1" indica "Agente" allora è Richiesto, altrimenti Opzionale Indica il broker per la Parte 2 se applicabile Identifica la parte che riporta i dati. Può essere una parte della transazione, una CCP, o qualunque agente autorizzato per le parti primarie Obbligatorio quando si riporta per entrambe le EMIR field = Domicile of the counterparty. Indica dettagli sull'ufficio di registrazione, consistenti di indirizzo completo, città e nazione della controparte che riporta (Parte 2). EMIR field = Corporate sector of the counterparty. Descrive la natura delle attività delle compagnie per le controparti riportanti (Parte 1), ed EMIR concede una lista di valori validi (guardare il template). Questo campo può essere lasciato in bianco quando la Parte 1 è un'entità non finanziaria sotto EMIR. EMIR field = Corporate sector of the counterparty. Descrive la natura delle attività delle compagnie per le controparti riportanti (Parte 2), ed EMIR concede una lista di valori validi (guardare il template). Questo campo può essere lasciato in bianco quando la Parte 2 è un'entità non finanziaria sotto EMIR. EMIR field = Natura finanziaria o non-finanziaria della controparte. Quando la Parte 1 è un'entità finanziaria per le regole EMIR, allora questo campo è applicabile e deve essere compilato con "ESMA". EMIR field = Natura finanziaria o non-finanziaria della controparte. Quando la Parte 1 è un'entità nonfinanziaria per le regole EMIR, allora questo campo è applicabile e deve essere compilato con "ESMA". Obbligatorio quando si riporta per entrambe le EMIR field = Natura finanziaria o non-finanziaria della controparte. Quando la Parte 2 è un'entità finanziaria per le regole EMIR, allora questo campo è applicabile e deve essere compilato con "ESMA". Obbligatorio quando si riporta per entrambe le EMIR field = Natura finanziaria o non-finanziaria della controparte. Quando la Parte 2 è un'entità nonfinanziaria per le regole EMIR, allora questo campo è applicabile e deve essere compilato con "ESMA". EMIR field = Broker ID. Quando la Parte 1 utilizza un broker che agisce da intermediario allora compirlare con l'identificativo del broker usando il LEI, pre-lei, SwiftBIC o, in caso di un individuo, un codice cliente. EMIR field = Broker ID. Quando la Parte 2 utilizza un broker che agisce da intermediario allora compirlare con l'identificativo del broker usando il LEI, pre-lei, SwiftBIC o, in caso di un individuo, un codice cliente (può essere lo stesso per la parte 1 o può essere differente). EMIR field = Reporting entity ID. Identifica l'entità che sta riportando la transazione. Può essere la stessa che per la Parte 1, o la Parte 2 o una terza parte. 41 Clearing Broker LEI of Clearing Broker / Futures Clearing Merchant EMIR field = Clearing member ID. Quando la Pagina 8 di 23

9 Field Name Descrizione Scopo Party 1 Value per la Parte 1 se applicabile transazione è compensata, il Clearing Broker per la Parte 1 deve essere identificato. 43 Clearing Broker Party 2 Value 49 Beneficiary ID Party 1 Value 51 Beneficiary ID Party 2 Value 52 Trading capacity Party 1 53 Trading capacity Party 2 55 Buyer Value (Party 1) 57 Buyer Value (Party 2) LEI of Clearing Broker / Futures Clearing Merchant per la Parte 2 se applicabile Il valore che combinato con il prefisso identifica la parte beneficiaria (es. LEI, ID) Condizionale: se "Trading Capacity Party 1" indica "Agent" allora è Richiesto, altrimenti è Opzionale Il valore che combinato con il prefisso identifica la parte beneficiaria (es. LEI, ID) Identifica se la Parte 1 ha concluso il contratto come principale su proprio acconto (per conto proprio o di un altro cliente) o come a gente su acconto e per conto di un altro cliente. Identifica se la Parte 2 ha concluso il contratto come principale su proprio acconto (per conto proprio o di un altro cliente) o come agente su acconto e per conto di un altro cliente. Il valore che combinato con il prefisso identifica il compratore nella transazione dalla prospettiva della Parte 1 (es. LEI, ID) Condizionale: se "Leg 1 Payer" o " Leg 2 Payer" è compilato, allora è Opzionale, altrimenti Richiesto Il valore che combinato con il prefisso identifica il compratore nella transazione dalla prospettiva della Parte 2 (es. LEI, ID) quando la parte riportante ("Data Submitter") non è una controparte nella transazione e sta riportando per conto di entrambe le controparti ("Submitted for" = "Both") EMIR field = Clearing member ID. Quando la transazione è compensata, il Clearing Broker per la Parte 2 deve essere identificato. EMIR field = Beneficiary ID. La parte avente diritti ed obbligazioni derivanti dal contratto. Quando la transazione è eseguita su una struttura come un fondo fiduciario, che rappresenta un numero di beneficiari, il beneficiario deve essere identificato come quella struttura. Se il beneficiario del contratto non è una parte del contratto, la parte riportante (Data Submitter) deve identificare il beneficiario usando il LEI, pre-lei, SwiftBIC o in caso di un individuo, un codice cliente. Se il beneficiario è la stessa Parte 1 allora compilare questo campo con i dettagli della Parte 1. EMIR field = Beneficiary ID. La parte avente diritti ed obbligazioni derivanti dal contratto. Quando la transazione è eseguita su una struttura come un fondo fiduciario, che rappresenta un numero di beneficiari, il beneficiario deve essere identificato come quella struttura. Se il beneficiario del contratto non è una parte del contratto, la parte riportante (Data Submitter) deve identificare il beneficiario usando il LEI, pre-lei, SwiftBIC o in caso di un individuo, un codice cliente. Se il beneficiario è la stessa Parte 1 allora compilare questo campo con i dettagli della Parte 2. EMIR field = Trading capacity. Identifica se la Parte 1 ha concluso il contratto come principale su proprio acconto (per conto proprio o di un altro cliente) o come agente su acconto e per conto di un altro cliente. Obbligatorio quando si riporta per entrambe le EMIR field = Trading capacity. Identifica se la Parte 2 ha concluso il contratto come principale su proprio acconto (per conto proprio o di un altro cliente) o come agente su acconto e per conto di un altro cliente. EMIR field = Counterparty side. Il dedurrà il lato della controparte quando questo campo viene compilato. Questo deve essere compilato dalla prospettiva della Parte 1, ad esempio, la Parte 1 compra una call option dalla Parte 2, allora questo campo identificherà la Parte 1 come compratore. Obbligatorio quando si riporta per entrambe le EMIR field = Counterparty side. Il dedurrà il lato della controparte quando questo campo viene compilato. Questo deve essere compilato dalla prospettiva della Parte 2, ad esempio, la Parte 1 compra una call option dalla Parte 2, allora questo Pagina 9 di 23

10 Field Name Descrizione Scopo 59 Counterparty Region 60 Directly linked to commercial activity or treasury financing Party 1 61 Directly linked to commercial activity or treasury financing Party 2 62 MTM Value Party 1 63 MTM Value Party 2 Per EMIR: Indica se l'altra parte è domiciliata al di fuori dell'eea (European Economic Area). Informazione sul contratto se è oggettivamente misurabile come direttamente collegato all'attività commerciale o di finanza del tesoro della controparte riportante, come da riferimento all'art. 10(3) della Regolamentazione (EU) No 648/2012. Questo deve essere lasciato in bianco nel caso in cui la controparte riportante è una controparte finanziaria, come da riferimento all'art. 2 (8) della Regolamentazione (EU) No 648/2012. Informazione sul contratto se è oggettivamente misurabile come direttamente collegato all'attività commerciale o di finanza del tesoro della controparte riportante, come da riferimento all'art. 10(3) della Regolamentazione (EU) No 648/2012. Questo deve essere lasciato in bianco nel caso in cui la controparte riportante è una controparte finanziaria, come da riferimento all'art. 2 (8) della Regolamentazione (EU) No 648/2012. Valore MTM calcolato Valore MTM generato dalla Parte 2 64 MTM Value CCP Per distinguere quando una controparte invia una valutazione CCP come valutazione dei dati della campo identificherà la Parte 1 come compratore. Questo campo, se compilato, deve sempre avere lo stesso valore di Buyer Value (Parte 1) EMIR field = Contract with non-eea counterparty. Identifica se la controparte nella transazione (Parte 2) è all'interno o all'esterno dell'eea (European Economic Area). Il campo Counterparty Region [ obbligatorio per ESMA (Transazioni con controparti non-eea) EMIR field = direttamente collegato all'attività commerciale o di finanza del tesoro. Informazione sul contratto se è oggettivamente misurabile come direttamente collegato all'attività commerciale o di finanza del tesoro della controparte riportante (Parte 1), come da riferimento all'art. 10(3) della Regolamentazione (EU) No 648/2012. Questo deve essere lasciato in bianco nel caso in cui la controparte riportante è una controparte finanziaria, come da riferimento all'art. 2 (8) della Regolamentazione (EU) No 648/2012. EMIR field = direttamente collegato all'attività commerciale o di finanza del tesoro. Informazione sul contratto se è oggettivamente misurabile come direttamente collegato all'attività commerciale o di finanza del tesoro della controparte riportante (Parte 2), come da riferimento all'art. 10(3) della Regolamentazione (EU) No 648/2012. Questo deve essere lasciato in bianco nel caso in cui la controparte riportante è una controparte finanziaria, come da riferimento all'art. 2 (8) della Regolamentazione (EU) No 648/2012. Il campo è obbligatorio quando Party 2 è una entità NON finziaria. EMIR field = Mark to market value of contract. Riferimento al valore di mercato del contratto, o riferimento al modello di valutazione quando applicabile secondo l'articolo 11(2) della Regulamentazione (EC) No 648/2012. Questa è la valutazione compilata dalla Parte 1 per la propria parte della transazione. Se submitter for è Party 1, CCP Value o Party 1 è obbligatorio. Se il campo Submitter for è BOTH, i campi CCP Values o Party 1 e Party 2 sono obbligatori. EMIR field = Mark to market value of contract. Riferimento al valore di mercato del contratto, o riferimento al modello di valutazione quando applicabile secondo l'articolo 11(2) della Regulamentazione (EC) No 648/2012. Questa è la valutazione compilata dalla Parte 2 per la propria parte della transazione. Se submitter for è Party 2, CCP Value o Party 1 è obbligatorio. Se il campo Submitter for è BOTH, i campi CCP Values o Party 1 e Party 2 sono obbligatori. EMIR field = Mark to market value of contract. Riferimento al valore di mercato del contratto, o Pagina 10 di 23

11 Field Name Descrizione Scopo 65 MTM Currency Party 1 66 MTM Currency Party 2 67 MTM Currency CCP 68 Valuation Datetime Party 1 69 Valuation Datetime Party 2 70 Valuation Datetime CCP 71 Valuation Type Party 1 72 Valuation Type Party 2 73 Valuation Type CCP 74 Collateralized Party 1 75 Collateralized Party 2 propria controparte Valuta originaria del valore MTM calcolato Valuta in cui il valore MTM è riportato dalla Parte 2 Valuta in cui il valore MTM è riportato dalla CCP Data e ora della valutazione in UTC Fornise la data in cui la valutazione è stata generata dalla Parte 2 Fornise la data in cui la valutazione è stata generata dalla CCP Modello di riferimeto usato dalla Parte 1 per calcolare il riferimento giornaliero Modello di riferimeto usato dalla Parte 2 per calcolare il riferimento giornaliero Modello di riferimento usato dalla CCP per calcolare il riferimento giornaliero Indica se il contratto è garantito o no Indica se il contratto è garantito o no dalla prospettiva della Parte 2 riferimento al modello di valutazione quando applicabile secondo l'articolo 11(2) della Regulamentazione (EC) No 648/2012. Questa valutazione è compilata dalla CCP quando la transazione è compensata. Può essere compilata dalla parte riportante (Data Submitter) ed avrà la precedenza, quando compilata. EMIR field = Currency of the mark to market value of contract. Valuta della valutazione compilata dalla Parte 1. EMIR field = Currency of the mark to market value of contract. Valuta della valutazione compilata dalla Parte 2. EMIR field = Currency of the mark to market value of contract. Valuta della valutazione compilata nel campo "MTM Value CCP". EMIR field = Valuation Date and Valuation Time. Identifica un orario per la valutazione fornita dalla Parte 1. Questo è un unico identificativo temporale piuttosto che due campi separati, come indicato nell'emir RTS. EMIR field = Valuation Date and Valuation Time. Identifica un orario per la valutazione fornita dalla Parte 2. Questo è un unico identificativo temporale piuttosto che due campi separati, come indicato nell'emir RTS. EMIR field = Valuation Date and Valuation Time. Identifica un orario per la valutazione indicata in "MTM Value CCP". Questo è un unico identificativo temporale piuttosto che due campi separati, come indicato nell'emir RTS. EMIR field = Valuation type. Identifica se la valutazione fornita dalla Parte 1 è effettuata secondo valutazione a mercato o valutazione a modello. EMIR field = Valuation type. Identifica se la valutazione fornita dalla Parte 2 è effettuata secondo valutazione a mercato o valutazione a modello. EMIR field = Valuation type. Identifica se la valutazione indicata in "MTM Value CCP" è effettuata secondo valutazione a mercato o valutazione a modello. EMIR field = Collateralisation. Indica se il contratto è garantito e su che base dalla prospettiva della Parte 1. EMIR field = Collateralisation. Indica se il contratto è garantito e su che base dalla prospettiva della Parte Collateral Se la garanzia è riportata su base portafoglio, il EMIR field = Collateral portfolio code. Se la garanzia è Pagina 11 di 23

12 Field Name Descrizione Scopo portfolio code Party 1 77 Collateral portfolio code Party 2 78 Value of the collateral Party 1 (repeatable values) 79 Value of the collateral Party 2 (repeatable values) 80 Currency of the collateral value Party 1 (repeatable values) 81 Currency of the collateral value Party 2 (repeatable values) 82 Product ID Prefix 1 83 Product ID Value 1 portafoglio deve essere identificato come un codice unico determinato dalla controparte riportante Se la garanzia è riportata su base portafoglio, il portafoglio deve essere identificato come un codice unico determinato dalla Parte 2 Valore della garanzia trasferito dalla Parte 1 all'altra controparte. Quando la garanzia è trasferito su base portafoglio, questo campo dovrebbe includere il valore di tutta la garanzia trasferita per il portafoglio Valore della garanzia trasferito dalla Parte 2 all'altra controparte. Quando la garanzia è trasferito su base portafoglio, questo campo dovrebbe includere il valore di tutta la garanzia trasferita per il portafoglio Specifica la valuta della garanzia per la Parte 1 Per dare spazio all'eventuale delegazione per riportare per due parti ad una parte, i campi Counterparty Data sono inclusi due volte in questa specificazione; una volta per la Parte 1 e una volta per la Parte 2. fare riferimento inoltre ai dettagli della Parte 2 di questo campo quando si riporta per entrambe le parti Specifica la valuta della garanzia per la Parte 2 Indicazione della tassonomia utilizzata Specifica la tassonomia utilizzata riportata su base portafoglio, il portafoglio deve essere identificato come un codice unico determinato dalla controparte riportante (Parte 1). L'indicazione di un codice portafoglio collateral indica che la collateralizzazione è stata eseguita su base portafoglio. EMIR field = Collateral portfolio code. Se la garanzia è riportata su base portafoglio, il portafoglio deve essere identificato come un codice unico determinato dalla controparte riportante (Parte 2). L'indicazione di un codice portafoglio collateral indica che la collateralizzazione è stata eseguita su base portafoglio. EMIR field = Value of the collateral. Valore della garanzia trasferito dalla Parte 1 all'altra controparte. Quando la garanzia è trasferito su base portafoglio, questo campo dovrebbe includere il valore di tutta la garanzia trasferita per il portafoglio. Questo campo sarà reso ripetibile per includere valori multipli nel caso in cui la garanzia è basata su più di una valuta. EMIR field = Value of the collateral. Valore della garanzia trasferito dalla Parte 2 all'altra controparte. Quando la garanzia è trasferito su base portafoglio, questo campo dovrebbe includere il valore di tutta la garanzia trasferita per il portafoglio. Questo campo sarà reso ripetibile per includere valori multipli nel caso in cui la garanzia è basata su più di una valuta. EMIR field = Currency of the collateral value. Specifica la valuta della garanzia per la Parte 1. Questo campo sarà reso ripetibile per includere valori multipli nel caso in cui la garanzia è basata su più di una valuta ed ogni valore deve essere associato ai valori inseriti nel campo "Value of the collateral Party 1". EMIR field = Currency of the collateral value. Specifica la valuta della garanzia per la Parte 2. Questo campo sarà reso ripetibile per includere valori multipli nel caso in cui la garanzia è basata su più di una valuta ed ogni valore deve essere associato ai valori inseriti nel campo "Value of the collateral Party 2". EMIR field = Taxonomy used. Indica quale tassonomia è usata per riportare i dati comuni della transazione. Il supporta la tassonomia ISDA perciò il valore "ISDA" dovrebbe essere inserito in questo campo. Il dedurrà i valori di tassonomia da riportare ai regolatori basati sul valore ISDA inserito in "Product ID Value 1" sotto. EMIR field = Product ID 1. Indicare in questo campo il valore della tassonomia ISDA di pertinenza. Finché Pagina 12 di 23

ESMA Colla tera l e Va luation Guida per l utente

ESMA Colla tera l e Va luation Guida per l utente DTCC Product Ma na gement ESMA Colla tera l e Va luation Guida per l utente DTCC GTR Collateral e Valuation Guida per l utente M a ggio 2 0 1 4 L Autorità Europea degli Strumenti Finanziari e dei Mercati

Dettagli

I regolamenti europei EMIR e REMIT

I regolamenti europei EMIR e REMIT I regolamenti europei EMIR e REMIT Implementazione pratica per un azienda NFC- Sommario I. L EMIR ed i suoi obblighi II. REMIT e i suoi obblighi III. EMIR: l implementazione pratica in azienda Che cos

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari Operativitàin derivati Marialaura Napoli 2 Agenda I contratti derivati nell attuale quadro normativo Novità introdotte dalla Dir. 2004/39 Le sedi

Dettagli

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore I principali prodotti derivati Elementi informativi di base Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice I - Premessa 3 II - Cosa sono i prodotti derivati 4 III - I principali prodotti

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

Transazioni in derivati OTC Obblighi di clearing e di trading Derivati su merci Requisiti di trasparenza

Transazioni in derivati OTC Obblighi di clearing e di trading Derivati su merci Requisiti di trasparenza Transazioni in derivati OTC Obblighi di clearing e di trading Derivati su merci Requisiti di trasparenza Martina Tambucci Consob, Divisione Mercati Le opinioni espresse sono a titolo personale e non impegnano

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI I. Disposizioni generali 1. Le presenti Regole di esecuzione delle istruzioni dei clienti riguardanti i contratti di compensazione delle differenze (CFD) e gli strumenti

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation

Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation 20 Dicembre 2002 1 L ABI ha esaminato con uno specifico

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Regolamento EMIR e strumenti di mitigazione. Elementi tecnici di base

Regolamento EMIR e strumenti di mitigazione. Elementi tecnici di base Alessandra Carleo, Carlo Mottura Università degli Studi Roma Tre - Dipartimento di Studi Aziendali Regolamento EMIR e strumenti di mitigazione del rischio di credito di derivati OTC. Elementi tecnici di

Dettagli

Normativa FATCA. Clienti Persone Fisiche

Normativa FATCA. Clienti Persone Fisiche Copia per il cliente Normativa FATCA L acronimo FATCA (Foreign Account Tax Compliance Act) individua una normativa statunitense, volta a contrastare l evasione fiscale di contribuenti statunitensi all

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014

Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014 Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014 Plateroti Fabrizio Head of Regulation and Post Trading Page 1 Elenco dei temi La nuova architettura dei mercati MR, MTF e OTF Algo e high frequency

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Trattamento prudenziale delle esposizioni delle banche nei confronti di controparti centrali

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Trattamento prudenziale delle esposizioni delle banche nei confronti di controparti centrali Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Trattamento prudenziale delle esposizioni delle banche nei confronti di controparti centrali Luglio 2012 Il presente documento è stato redatto in lingua inglese.

Dettagli

ITALIAN MARKET PRACTICE SECOND LAYER MATCHING MATCHING OF CLIENT OF CSD PARTICIPANT IN X-TRM

ITALIAN MARKET PRACTICE SECOND LAYER MATCHING MATCHING OF CLIENT OF CSD PARTICIPANT IN X-TRM ITALIAN MARKET PRACTICE SECOND LAYER MATCHING MATCHING OF CLIENT OF CSD PARTICIPANT IN X-TRM FINALITA DEL DOCUMENTO A partire dal 24 Settembre 2012, Monte Titoli (CSD) ha implementato una nuova funzionalità

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA ECONOMIA E FINANZA IL TRADING DI STRUMENTI DERIVATI. RELAZIONE DI STAGE PRESSO LA T4T. RELATORE: CH.MO PROF.

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit.

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. http://www.borsaitaliana.it/borsa/azioni/scheda.html?isin=it0004781412&lang=en http://www.borsaitaliana.it/borsa/derivati/idem-stock-futures/lista.html?underlyingid=ucg&lang=en

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

Tipologie di strumenti finanziari

Tipologie di strumenti finanziari Tipologie di strumenti finanziari PRINCIPALI TIPOLOGIE DI STRUMENTI FINANZIARI: Azioni Obbligazioni ETF Opzioni 1 Azioni: definizione L azione è un titolo nominativo rappresentativo di una quota della

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. Premessa... 2 1.1 Scopo del documento... 2 1.2 Riferimenti normativi... 2 2. Ambito di applicazione e destinatari... 2 3. Fattori di Best Execution...

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. PREMESSA.3 2. RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 5 3. PRINCIPI GUIDA PER L ESECUZIONE E LA TRASMISSIONE DEGLI ORDINI..7 4. FATTORI DI ESECUZIONE

Dettagli

[B] INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

[B] INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Corso Unità d'italia 11, Cantù (Co) - info@cracantu.it - www.cracantu.it Tel 031/719.111 - Fax 031/7377.800 - Swift ACARIT22XXX Cod.Fisc/P.Iva n.00196950133 - R.E.A. n.43395 Como ABI n.08430 - Albo delle

Dettagli

Asian option (Opzione asiatica) E una opzione cash regolata sul prezzo medio di un metallo specificato in una media di periodo specificato.

Asian option (Opzione asiatica) E una opzione cash regolata sul prezzo medio di un metallo specificato in una media di periodo specificato. Abandon (Rinuncia) Se una opzione non è dichiarata ed esercitata, si intende rinunciata. American Option (Opzione americana) E una opzione, normalmente una opzione sul fisico, che può essere dichiarata

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATIVI

DOCUMENTI INFORMATIVI Sede sociale: Cortona, Via Guelfa, 4 Iscritta all albo delle Banche al n. matr. 506.6.0 Capitale sociale e riserve al 31/12/2013 32.044.372,37 i.v. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di AREZZO

Dettagli

ETFS Commodity Securities Limited

ETFS Commodity Securities Limited ETFS Commodity Securities Limited (Costituita e registrata in Jersey ai sensi della Companies (Jersey) Law 1991 (e successivi emendamenti) con numero di registrazione 90959. Sottoposta alla regolamentazione

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario!

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Manuale del Trader Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Questo manuale spiega esattamente cosa sono le opzioni binarie, come investire e familiarizzare con il nostro sito web. Se avete delle

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Approvato con delibera del consiglio di amministrazione del 26 Novembre 2014 Indice

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL Le osservazioni al documento di consultazione dovranno pervenire entro il 21 Luglio 2014 on-line per il tramite del

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Oggetto: Reporting Solvency II Fase preparatoria. Istruzioni sulla trasmissione di informazioni all IVASS.

Oggetto: Reporting Solvency II Fase preparatoria. Istruzioni sulla trasmissione di informazioni all IVASS. Roma, 4 dicembre 2014 Prot. n. 51-14-001771 All.ti n. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione con sede legale in Italia LORO SEDI Alle Imprese capogruppo LORO SEDI Alle Rappresentanze per l Italia

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN)

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) System Overview di Mattia Bargellini 1 CAPITOLO 1 1.1 Introduzione Il seguente progetto intende estendere

Dettagli

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 2 Agenda 17.00 17.15 Introduzione Matteo Carcano Orc Software 17.15 17.30 Le opportunità di

Dettagli

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore Cicli in Visual Basic for Application Le strutture del programma che ripetono l'esecuzione di una o più istruzioni sono chiamate Cicli. Alcune strutture per i cicli sono costruite in modo da venire eseguite

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

Richiesta di trasferimento internazionale di denaro International money transfer send form

Richiesta di trasferimento internazionale di denaro International money transfer send form Parte A a cura del Mittente/Section A reserved to the Customer Parte B a cura dell Ufficio Postale/Section B reserved to the Post Office Richiesta di trasferimento internazionale di denaro International

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE SOMMARIO 1 INTRODUZIONE ALLE OPZIONI 1.1 Teoria delle opzioni 1.2 Specifiche contrattuali delle opzioni su azioni 2 FORMALIZZAZIONI 3 PROPRIETA FONDAMENTALI DELLE OPZIONI SU AZIONI 3.1 Put-Call Parity

Dettagli

Descrizioni VHDL Behavioral

Descrizioni VHDL Behavioral 1 Descrizioni VHDL Behavioral In questo capitolo vedremo come la struttura di un sistema digitale è descritto in VHDL utilizzando descrizioni di tipo comportamentale. Outline: process wait statements,

Dettagli

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA 1 INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA Revisione del 01/08/2013 2 INDICE PREMESSA 1.RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 2.PRINCIPI GUIDA

Dettagli

INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI CLIENTI PROFESSIONALI

INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI CLIENTI PROFESSIONALI INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI CLIENTI PROFESSIONALI Banca Akros ha predisposto una politica di esecuzione e di gestione degli ordini (di seguito: politica di esecuzione degli ordini)

Dettagli

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario 13 maggio 2009 Agenda Criteri di classificazione dei mercati Efficienza dei mercati finanziari Assetto dei mercati mobiliari

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Lotta alla povertà, cooperazione allo sviluppo e interventi umanitari Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Con il contributo del Ministero

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

AMP Global Clearing, LLC Documentazione per conto future

AMP Global Clearing, LLC Documentazione per conto future AMP Global Clearing, LLC Documentazione per conto future INDIVIDUALE Nome del conto Numero del conto AMP: SOLO PER USO INTERNO Approvazioni (inserire data e firma) F.A. Data Responsabile agenzia Data 1

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli