prof.sse SOMMA M.- PIAZZOLLA M. 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "prof.sse SOMMA M.- PIAZZOLLA M. 1"

Transcript

1 prof.sse SOMMA M.- PIAZZOLLA M. 1

2 Definizione dell adhd (Attention Deficit Hyperactivity Disorder) L ADHD è un disordine dello sviluppo neuropsichico dello studente caratterizzato da incapacità a mantenere attenzione prolungata,da impulsività e iperattività. Il disturbo ha un origine multifattoriale. Tra i vari fattori che possono intervenire nello sviluppo dell ADHD quelli maggiormente sostenuti sono i fattori neurobiologici. prof.sse SOMMA M.- PIAZZOLLA M. 2

3 Criteri diagnostici per l'adhd 1) Disattenzione: non riesce a prestare attenzione ai particolari o commette errori di distrazione nei compiti scolastici, sul lavoro o in altre attività; ha difficoltà a mantenere l'attenzione sui compiti o sulle attività di gioco; - non sembra ascoltare quando gli si parla direttamente; non segue le istruzioni e non porta a termine i compiti scolastici, le incombenze o i doveri sul posto di lavoro (non a causa di un comportamento oppositivo o di incapacità di capire le istruzioni); ha difficoltà a organizzarsi nei compiti e nelle attività; evita, prova avversione o è riluttante a impegnarsi in compiti che richiedono sforzo mentale protratto (come compiti a scuola o a casa); perde gli oggetti necessari per i compiti o le attività (ad es. giocattoli, compiti di scuola, matite, libri o strumenti); è facilmente distratto da stimoli estranei; è sbadato nelle attività quotidiane. prof.sse SOMMA M.- PIAZZOLLA M. 3

4 2) Iperattività: Muove con irrequietezza mani o piedi o si dimena sulla sedia; lascia il proprio posto a sedere in classe o in altre situazioni in cui ci si aspetta che resti seduto; scorrazza e salta dovunque in modo eccessivo in situazioni in cui ciò è fuori luogo (negli adolescenti o negli adulti, ciò può limitarsi a sentimenti soggettivi di irrequietezza); ha difficoltà a giocare o a dedicarsi ad attività divertenti in modo tranquillo; è spesso "sotto pressione" o agisce come se fosse "motorizzato"; - parla troppo. 3) Impulsività: "spara" le risposte prima che le domande siano state completate; ha difficoltà ad attendere il proprio turno; interrompe gli altri o è invadente nei loro confronti (ad es. si intromette nelle conversazioni e nei giochi). prof.sse SOMMA M.- PIAZZOLLA M. 4

5 Quali caratteristiche possono trovarsi associate all ADHD? Bassa autostima, difficoltà nell auto-regolare le emozioni (es. la rabbia), problemi comportamentali (avere atteggiamenti oppositivi e provocatori ecc.), difficoltà o disturbi specifici nella letto-scrittura, nella grafia, nel calcolo; difficoltà di pianificazione deficit nella memoria di lavoro; difficoltà nell organizzare il discorso; demotivazione allo studio; poca coordinazione motoria, predisposizione ad incidenti (per le scale, in bicicletta, ecc.), tic, ansia, enuresi, tratti depressivi. prof.sse SOMMA M.- PIAZZOLLA M. 5

6 Adhd: disturbo di autoregolazione prof.sse SOMMA M.- PIAZZOLLA M. 6

7 Differenze tra DSM IV e DSM V nella valutazione dell ADHD Nel DSM IV per fare la diagnosi di ADHD occorre che i sintomi chiave di questa sindrome (disattenzione,iperattività e impulsività) devono essere presenti per almeno sei mesi ed aver fatto la loro comparsa prima all età di sette anni. La diagnosi si basa sulla presenza di sei o più dei nove sintomi di disattenzione, e/o sei o più dei nove sintomi di iperattività/impulsività. Secondo il DSM-IV per fare diagnosi di ADHD occorre che i sintomi impediscano il funzionamento sociale del bambino e che la compromissione funzionale sia presente in almeno due diversi contesti sociali. Nel DSM V la definizione di ADHD è stata aggiornata modificando i criteri diagnostici in base all età del bambino per confermare la diagnosi, il bambino deve presentare i sintomi prima dei dodici anni, e non più prima dei sette. Inoltre sono state apportate modifiche per descrivere più accuratamente la patologia in età adulta. prof.sse SOMMA M.- PIAZZOLLA M. 7

8 Accorgimenti per aiutare lo studente con ADHD a migliorare il rapporto con i compagni di classe Rinforzare gli studenti quando includono lo studente con ADHD Programmare attività in cui lo studente con ADHD possa dare il suo contributo. Programmare attività nelle quali la riuscita dipende dalla cooperazione tra gli alunni prof.sse SOMMA M.- PIAZZOLLA M. 8

9 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione - Direzione Generale per lo Studente, L Integrazione, la Partecipazione e La Comunicazione - Ufficio 6 Prot. N /6/2010 Si ritiene opportuno che tutti i docenti: predispongano l ambiente nel quale viene inserito inserito lo studente con ADHD in modo tale da ridurre al minimo le fonti di distrazione. Prevedano l utilizzo di tecniche educative di documentata efficacia(es.aiuti visivi, introduzione di routine, tempi di lavoro brevi o con piccole pause, gratificazioni immediate, procedure di controllo degli antecedenti e conseguenti). I docenti inoltre dovrebbero avvalersi dei seguenti suggerimenti: Definire con gli studenti poche e chiare regole di comportamento da mantenere all interno della classe. Concordare con l alunno obiettivi comportamentali e didattici realistici da raggiungere nel giro di qualche settimana. Allenare lo studente ad organizzare il proprio setting Occupparsi della corretta scrittura dei compiti sul diario prof.sse SOMMA M.- PIAZZOLLA M. 9

10 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione - Direzione Generale per lo Studente, L Integrazione, la Partecipazione e La Comunicazione - Ufficio 6 Prot. N /6/2010 Incoraggiare l uso di diagrammi di flusso, tracce, tabelle, parole chiave per favorire l apprendimento. Favorire l uso del computer e di enciclopedie e vocabolari multimediali. Assicurarsi che durante l interrogazione, l alunno abbia ascoltato e riflettuto sulla domanda e incoraggiare una seconda risposta qualora tenda a rispondere frettolosamente Organizzare prove scritte suddivise in più parti Comunicare chiaramente i tempi necessari per l esecuzione del compito. Valutare gli elaborati scritti in base al contenuto, senza considerare esclusivamente gli errori di distrazione, valorizzando il prodotto e l impegno profuso piuttosto che la forma. Le prove scritte dovrebbero essere suddivise in più quesiti. Evitare di comminare punizioni mediante un aumento dei compiti per casa, una riduzione dei tempi di ricreazione e gioco, l eliminazione dell attività motoria, l esclusione della partecipazione alle gite. Le gratificazioni devono essere ravvicinate e frequenti. prof.sse SOMMA M.- PIAZZOLLA M. 10

11 . Criteri e modalità applicative della valutazione del comportamento In merito al Decreto Ministeriale 16 Gennaio 2009 n 5 è auspicabile che i docenti considerino i fattori presenti nella diagnosi ADHD prima di procedere alla valutazione dello studente. Si sottolinea l importanza e delicatezza della valutazione periodica del comportamento dello studente (voto di condotta). Occorre infatti tenere conto del fatto che il comportamento di uno studente con ADHD è condizionato fortemente dalla presenza dei sintomi del disturbo. Sarebbe pertanto auspicabile che la valutazione delle sue azioni fosse fatta evitando di attribuire valutazioni negative per comportamenti che sono attribuibili a fattori di tipo neurobiologico. prof.sse SOMMA M.- PIAZZOLLA M. 11

Prot. N. 4089-15/6/2010 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali Loro Sedi

Prot. N. 4089-15/6/2010 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali Loro Sedi Prot. N. 4089-15/6/2010 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali Loro Sedi Oggetto: Disturbo di deficit di attenzione ed iperattività Premessa In considerazione della sempre maggiore e segnalata

Dettagli

ADHD DISTURBO DA DEFICIT DELL ATTENZIONE / IPERATTIVITÀ. prof.ssa adriana Volpato 11 Aprile 2015

ADHD DISTURBO DA DEFICIT DELL ATTENZIONE / IPERATTIVITÀ. prof.ssa adriana Volpato 11 Aprile 2015 DISTURBO DA DEFICIT DELL ATTENZIONE / IPERATTIVITÀ prof.ssa adriana Volpato 11 Aprile 2015 DEFINIZIONE L ADHD è un disturbo evolutivo dell autocontrollo di origine neurobiologica le cui manifestazioni

Dettagli

ADHD: AttentionalDeficit HyperactivityDisorder

ADHD: AttentionalDeficit HyperactivityDisorder 1 1. COS E ADHD: AttentionalDeficit HyperactivityDisorder E Un disturbo evolutivo dell autoregolazione del comportamento che si manifesta soprattutto con difficoltà di mantenimento dell attenzione, gestione

Dettagli

Indicazioni della scuola per l'inclusione degli alunni con ADHD. Franco Castronovo

Indicazioni della scuola per l'inclusione degli alunni con ADHD. Franco Castronovo Indicazioni della scuola per l'inclusione degli alunni con ADHD Franco Castronovo Como 24 febbraio 2015 Documenti Gazzetta Ufficiale n. 106 del 24 aprile 2007 allegato PROTOCOLLO DIAGNOSTICO E TERAPEUTICO

Dettagli

I criteri del DSM-IV

I criteri del DSM-IV La diagnosi ADHD in età evolutiva I criteri del DSM-IV Dott.ssa Galati Monia Azienda Ospedaliera G. Salvini Servizio Territoriale N.P.I. Garbagnate Milanese Un Po Di Storia. Nel 1925 alcuni autori individuano

Dettagli

Oggetto : Problematiche collegate alla presenza nelle classi di alunni affetti da sindrome ADHD (deficit di attenzione / iperattività)

Oggetto : Problematiche collegate alla presenza nelle classi di alunni affetti da sindrome ADHD (deficit di attenzione / iperattività) Ufficio 4 Roma 4 dicembre 2009 Prot.6013 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI Oggetto : Problematiche collegate alla presenza nelle classi di alunni affetti da sindrome ADHD

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER ALUNNI CON ADHD

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER ALUNNI CON ADHD I S T I T U TO C O M P R E N S I V O S TATAL E D I S O S S AN O Via San Giovanni Bosco, 4 36040 SOSSANO (VI) Tel. 0444/885284 viic89000e@istruzione.it viic89000e@pec.istruzione.it www.icsossano.it C.F.

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER ALUNNI CON ADHD

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER ALUNNI CON ADHD ISTITUTO COMPRENSIVO n. 19 Santa Croce VERONA Via S.Felice Extra 15/a 37131 Verona Tel.045 526583 - Fax 045 8402228 vric89100p@istruzione.it www.comprensivo19.it PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER ALUNNI

Dettagli

Quale legislazione per i bambini con ADHD?

Quale legislazione per i bambini con ADHD? Seminario regionale di approfondimento Livorno 14 dicembre 2013 L attenzione del bambino a scuola: contributi per la formazione e la didattica Quale legislazione per i bambini con ADHD? Dott.ssa Marianna

Dettagli

S.C. di NPI ASL CN 1- Savigliano Fossano Saluzzo

S.C. di NPI ASL CN 1- Savigliano Fossano Saluzzo S.C. di NPI ASL CN 1- Savigliano Fossano Saluzzo D.ssa Francesca Ragazzo Descrivere cosa si prova a vivere con un bambino ADHD è inspiegabile: è un rapporto fatto di odioamore, un sentimento nuovo tutto

Dettagli

Rilevazione alunni con sospetto di ADHD ATTENTION DEFICIT HYPERACTIVE DISTURB

Rilevazione alunni con sospetto di ADHD ATTENTION DEFICIT HYPERACTIVE DISTURB Rilevazione alunni con sospetto di ADHD ATTENTION DEFICIT HYPERACTIVE DISTURB Questionario richiesto alla scuola dall UST relativo a : MODALITA DI INTERVENTO (PROTOCOLLO) MAPPATURA DEGLI ALUNNI CON ADHD

Dettagli

...sembra mosso da un motorino ADHD definizione e strategie scolastiche

...sembra mosso da un motorino ADHD definizione e strategie scolastiche DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 Circolo Sesto Fiorentino A.S. 2012/2013...sembra mosso da un motorino ADHD definizione e strategie scolastiche Gruppo di ricercazione ADHD A tutti quei bambini che affrontano

Dettagli

è la sigla della sindrome da deficit di attenzione e iperattività. Si tratta di un disturbo tra i più diffusi dell età evolutiva.

è la sigla della sindrome da deficit di attenzione e iperattività. Si tratta di un disturbo tra i più diffusi dell età evolutiva. Il Miur ha emanato una nuova Circolare Prot. n. 4089 del 15 giugno 2010 che informa le scuole sulle caratteristiche dell ADHD e consiglia modalità per affrontare le possibili problematiche che si possono

Dettagli

Il DDAI è una patologia complessa che implica. -cognitiva (disattenzione), -motoria (iperattività), -comportamentale - relazionale (impulsività).

Il DDAI è una patologia complessa che implica. -cognitiva (disattenzione), -motoria (iperattività), -comportamentale - relazionale (impulsività). La caratteristica fondamentale del Disturbo da Deficit d Attenzione/Iperattività (DDAI) è una modalità di disattenzione e/o d iperattività - impulsività persistente e più frequente e grave di quanto si

Dettagli

NEUROPSICOLOGIA DEL DEFICIT

NEUROPSICOLOGIA DEL DEFICIT Cagliari Iglesias - Olbia NEUROPSICOLOGIA DEL DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITÀ IN ETÀ EVOLUTIVA Dr.ssa Sabrina Cesetti Qualsiasi bambino (e la gran parte degli adulti) tende a distrarsi e a commettere

Dettagli

IL DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITÀ: 7 CONSIGLI INVINCIBILI.

IL DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITÀ: 7 CONSIGLI INVINCIBILI. IL DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITÀ: 7 CONSIGLI INVINCIBILI. WWW.DIDATTICAPERSUASIVA.COM Per capire bene come si sente un bambino con DFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITA immagina di trovarvi

Dettagli

ADHD: il Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività COME AGIRE A SCUOLA E A CASA

ADHD: il Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività COME AGIRE A SCUOLA E A CASA ADHD: il Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività COME AGIRE A SCUOLA E A CASA Seconda lezione Le manifestazioni dell ADHD Non lancerò più le penne di Marco Laura Barbirato psicologa dell apprendimento

Dettagli

I Sintomi. Disattenzione Iperattività Impulsività

I Sintomi. Disattenzione Iperattività Impulsività Definizione di ADHD ADHD è l' acronimo per l inglese Attention Deficit Hyperactivity Disorder) traducibile con Disturbo da Deficit Attentivo con Iperattività. E' un disordine dello sviluppo neuropsichico

Dettagli

L ALUNNO CON DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE ED IPERATTIVITA : COME INTERVENIRE NELLA SCUOLA?

L ALUNNO CON DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE ED IPERATTIVITA : COME INTERVENIRE NELLA SCUOLA? L ALUNNO CON DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE ED IPERATTIVITA : COME INTERVENIRE NELLA SCUOLA? ADHD: STRUTTURARE L AMBIENTE E MIGLIORARE IL COMPORTAMENTO CTI ADRIA ROVIGO E BADIA POLESINE INCONTRI LABORATORIALI

Dettagli

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO IN ETA EVOLUTIVA

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO IN ETA EVOLUTIVA I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO IN ETA EVOLUTIVA IL DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE / IPERATTIVITA. 1. Che cos è l ADHD Il Disturbo da deficit di attenzione ed iperattività (DDAI), conosciuto anche con

Dettagli

I DISTURBI DA DEFICT DI ATTENZIONE CON IPERATTIVITA (ADHD o DDAI) Corso di formazione per docenti della scuola di base.

I DISTURBI DA DEFICT DI ATTENZIONE CON IPERATTIVITA (ADHD o DDAI) Corso di formazione per docenti della scuola di base. I DISTURBI DA DEFICT DI ATTENZIONE CON IPERATTIVITA (ADHD o DDAI) Corso di formazione per docenti della scuola di base Laura Barbirato Febbraio/marzo 2011 1 Esistono i Disturbi da Deficit di Attenzione

Dettagli

I DISTURBI ESTERNALIZZANTI A SCUOLA. Dr.ssa Susanna Acquistapace Dr. Giampaolo Ruffoni

I DISTURBI ESTERNALIZZANTI A SCUOLA. Dr.ssa Susanna Acquistapace Dr. Giampaolo Ruffoni I DISTURBI ESTERNALIZZANTI A SCUOLA Dr.ssa Susanna Acquistapace Dr. Giampaolo Ruffoni Sondrio, 18 Novembre 2013 Circolare del 4/12/2009, Oggetto: Problematiche collegate alla presenza nelle classi di alunni

Dettagli

Il Disturbo da deficit di attenzione/ iperattività

Il Disturbo da deficit di attenzione/ iperattività Il Disturbo da deficit di attenzione/ iperattività Dott.ssa Sara Bernardelli Psicologa-Psicoterapeuta SPC-Scuola di Psicoterapia Cognitiva Cos è il disturbo da deficit di attenzione/ iperattività Alessandro

Dettagli

I DISTURBI DELL ATTENZIONE E L IPERATTIVITA (A.D.H.D)

I DISTURBI DELL ATTENZIONE E L IPERATTIVITA (A.D.H.D) I DISTURBI DELL ATTENZIONE E L IPERATTIVITA (A.D.H.D) SEGNALI PREMONITORI IN ETA PRESCOLASTICA Laura Barbirato Mamma di tre figli Psicologa dell apprendimento Dirigente Scolastica 1 Normalità o patologia?

Dettagli

FORMAZIONE PER GLI INSEGNANTI TENUTA DA DOTT.SSA PAOLA MOROSINI DOTT.SSA ARIANNA BORCHIA DOTT.SSA TATIANA QUINTINI 24 E 31 OTTOBRE 2012

FORMAZIONE PER GLI INSEGNANTI TENUTA DA DOTT.SSA PAOLA MOROSINI DOTT.SSA ARIANNA BORCHIA DOTT.SSA TATIANA QUINTINI 24 E 31 OTTOBRE 2012 FORMAZIONE PER GLI INSEGNANTI TENUTA DA DOTT.SSA PAOLA MOROSINI DOTT.SSA ARIANNA BORCHIA DOTT.SSA TATIANA QUINTINI 24 E 31 OTTOBRE 2012 Cosa é l ADHD? Il Disturbo da Deficit dell attenzione ed iperattività,

Dettagli

i sintomi I o entrambi I sintomi devono essere presenti prima dei 7 anni. I sintomi devono essere presenti in almeno due contesti (tipicamente casa e

i sintomi I o entrambi I sintomi devono essere presenti prima dei 7 anni. I sintomi devono essere presenti in almeno due contesti (tipicamente casa e L iperattività e il Disturbo da deficit attenzione/iperattività (ADHD): Il gioco sportivo come setting di intervento sulle problematiche specifiche Dott.ssa Oldani, Milano Ottobre 2011 Criteri diagnostici

Dettagli

Tipologie di BES e problemi diagnostici di confine con i DSA

Tipologie di BES e problemi diagnostici di confine con i DSA Lab.D.A. Laboratorio sui Disturbi dell Apprendimento Galleria Berchet, 3 Padova Direttore: Prof. Cesare Cornoldi Tipologie di BES e problemi diagnostici di confine con i DSA www.labda-spinoff.it 0498209059/3284366766

Dettagli

Qual è il ruolo del Pediatra nel caso di un bambino con sospetto ADHD?

Qual è il ruolo del Pediatra nel caso di un bambino con sospetto ADHD? ADHD - Introduzione L ADHD (Attention Deficit Hyperactivity Disorder) è un disturbo dello sviluppo caratterizzato da: inattenzione, impulsività e iperattività motoria. Questi comportamenti, inappropriati

Dettagli

APPLICAZIONE DI UN TRATTAMENTO METACOGNITIVO DI GRUPPO PER BAMBINI AFFETTI DA DISTURBO DA DEFICIT DELL ATTENZIONE CON

APPLICAZIONE DI UN TRATTAMENTO METACOGNITIVO DI GRUPPO PER BAMBINI AFFETTI DA DISTURBO DA DEFICIT DELL ATTENZIONE CON APPLICAZIONE DI UN TRATTAMENTO METACOGNITIVO DI GRUPPO PER BAMBINI AFFETTI DA DISTURBO DA DEFICIT DELL ATTENZIONE CON IPERATTIVITÀ E DI UN PERCORSO DI PARENT TRAINING RIVOLTO AI GENITORI Laura Vanzin,

Dettagli

IL LAVORO CON I DSA NELLA CLINICA E NELLA SCUOLA: COMPITI ED OBIETTIVI DI CIASCUNO MULTIDISCIPLINARE

IL LAVORO CON I DSA NELLA CLINICA E NELLA SCUOLA: COMPITI ED OBIETTIVI DI CIASCUNO MULTIDISCIPLINARE I Bambini con DSA nella scuola: dalla Legge 170 alle pratiche didattiche quotidiane IL LAVORO CON I DSA NELLA CLINICA E NELLA SCUOLA: COMPITI ED OBIETTIVI DI CIASCUNO NELL OTTICA DI UN INTERVENTO MULTIDISCIPLINARE

Dettagli

Attention Deficit Hyperactivity Disorder

Attention Deficit Hyperactivity Disorder Attention Deficit Hyperactivity Disorder ADHD Disturbo da deficit dell attenzione con iperattività/impulsività Dott.ssa Caterina Rosa Dott.ssa Elisa D Agati Neuropsichiatria Infantile Università di Roma

Dettagli

Le caratteristiche principali del bambino disattento e iperattivo

Le caratteristiche principali del bambino disattento e iperattivo Le caratteristiche principali del bambino disattento e iperattivo Gian Marco Marzocchi Università di Milano-Bicocca Presentazione di un caso Luca ha nove anni, frequenta la quarta elementare e da qualche

Dettagli

Il bambino con ADHD a scuola

Il bambino con ADHD a scuola Teramo 20-04-2010 Dott.ssa Adriana Sigismondi ADHD Caratteristiche DISATTENZIONE IMPULSIVITA IPERATTIVITA 1 1 ATTENZIONE I bambini con un disturbo di attenzione manifestano problemi in compiti che richiedono

Dettagli

Immaginate di vivere in un caleidoscopio in veloce movimento, dove suoni, immagini pensieri cambiano costantemente.

Immaginate di vivere in un caleidoscopio in veloce movimento, dove suoni, immagini pensieri cambiano costantemente. Immaginate di vivere in un caleidoscopio in veloce movimento, dove suoni, immagini pensieri cambiano costantemente. e Di provare noia facilmente, di non riuscire bisogna completare. a rimanere concentrati

Dettagli

PROF.SSA CATIA GIACONI

PROF.SSA CATIA GIACONI A.D.H.D. E GESTIONE DELLA CLASSE PROF.SSA CATIA GIACONI CATIA.GIACONI@UNIMC.IT SAN BENEDETTO 7 MARZO 2014 COSA VEDREMO COSA SI DEVE SAPERE DELL ADHD COSA FARE A SCUOLA COSA DEVO SAPERE LA TRIADE E LE CARATTERISTICHE

Dettagli

DEFICIT D ATTENZIONE E IPERATTIVITA. ADHD o DDA/I

DEFICIT D ATTENZIONE E IPERATTIVITA. ADHD o DDA/I DEFICIT D ATTENZIONE E IPERATTIVITA ADHD o DDA/I *COSA E? *Disturbo del comportamento caratterizzato da inattenzione, impulsività e iperattività motoria *Ha un esordio precoce *È più frequente nei maschi

Dettagli

IL DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE CON IPERATTIVITA ADHD

IL DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE CON IPERATTIVITA ADHD IL DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE CON IPERATTIVITA ADHD Dott.ssa Anna Maria Re Università degli studi di Padova Servizio per i disturbi dell apprendimento Sintomi nucleari dell ADHD Deficit di attenzione

Dettagli

L ALUNNO IPERATTIVO IN CLASSE:COME SOPRAVVIVERE

L ALUNNO IPERATTIVO IN CLASSE:COME SOPRAVVIVERE L ALUNNO IPERATTIVO IN CLASSE:COME SOPRAVVIVERE IN CLASSE SONO COSI Interessato dalle cose nuove ma ho difficoltà a stare tranquillo ed attento. Mi alza di continuo; Mi distraggo sempre! E pare che io

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO "CIRO SCIANNA" C.F. 81002590826 - C.M.

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO CIRO SCIANNA C.F. 81002590826 - C.M. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO "CIRO SCIANNA" C.F. 81002590826 - C.M. PAMM06400T * Via De Spuches, n.4-90011 BAGHERIA (PA) (091/9430-17-18-19 091/943347

Dettagli

Problematiche psicopatologiche dell'infanzia

Problematiche psicopatologiche dell'infanzia Problematiche psicopatologiche dell'infanzia La fasce di età di infanzia, preadolescenza e adolescenza rappresentano un processo evolutivo molto complesso : per questo motivo è importante rivolgere un

Dettagli

12/10/2013. Di cosa parleremo oggi. Personalizzare. Le richieste di consulenza. Francesco, 7 anni. Valutazione di Francesco

12/10/2013. Di cosa parleremo oggi. Personalizzare. Le richieste di consulenza. Francesco, 7 anni. Valutazione di Francesco Di cosa parleremo oggi La presa in carico del bambino con ADHD: il lavoro con insegnanti e genitori Università di Milano-Bicocca Gian Marco Marzocchi Centro per l Età Evolutiva - Bergamo Presentazione

Dettagli

Claudio Vio psicologo-psicoterapeuta UO di NPI San Donà di Piave, Direttivo AIRIPA

Claudio Vio psicologo-psicoterapeuta UO di NPI San Donà di Piave, Direttivo AIRIPA Centro Territoriale per l Integrazione degli alunni con disabilità Treviso Centro Claudio Vio psicologo-psicoterapeuta UO di NPI San Donà di Piave, Direttivo AIRIPA Attention Deficit Hyperactivity Disorders

Dettagli

PROFILI CHE NECESSITANO DI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI. Do2.ssa Anna Vi2a. Neuropsicologa dello sviluppo Associazione Professionale Nuovamente

PROFILI CHE NECESSITANO DI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI. Do2.ssa Anna Vi2a. Neuropsicologa dello sviluppo Associazione Professionale Nuovamente PROFILI CHE NECESSITANO DI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Do2.ssa Anna Vi2a Neuropsicologa dello sviluppo Associazione Professionale Nuovamente Firenze 9 Maggio 2013 OBIETTIVO DELLA PRESENTAZIONE: Dal documento

Dettagli

La Dislessia è uno dei disturbi specifici di apprendimento, di seguito denominati «DSA» (LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 ) Lucia Scuteri 30.06.

La Dislessia è uno dei disturbi specifici di apprendimento, di seguito denominati «DSA» (LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 ) Lucia Scuteri 30.06. La Dislessia è uno dei disturbi specifici di apprendimento, di seguito denominati «DSA» (LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 ) Alla base della dislessia ci sarebbe una comunicazione carente fra le aree cerebrali

Dettagli

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ED EMOZIONALI AD INSORGENZA TIPICA NELL INFANZIA Conoscerli per contenerli

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ED EMOZIONALI AD INSORGENZA TIPICA NELL INFANZIA Conoscerli per contenerli I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ED EMOZIONALI AD INSORGENZA TIPICA NELL INFANZIA Conoscerli per contenerli Il disagio in età evolutiva Il disagio in età evolutiva ha origine dall interazione tra diverse variabili

Dettagli

1 FF.SS. area 4 BES/DSA I.C. G.MAMELI a.s. 2014/15

1 FF.SS. area 4 BES/DSA I.C. G.MAMELI a.s. 2014/15 Bambini troppo vivaci, disattenti e. Spesso ci capita di osservare bambini estremamente vivaci, che faticano a mantenere a lungo l attenzione su uno stesso stimolo o sentono il bisogno di muoversi continuamente.

Dettagli

Le aspettative dei partecipanti al corso

Le aspettative dei partecipanti al corso Le aspettative dei partecipanti al corso Confronto, condivisione di esperienze Unione di pratica e di teoria Conoscenza delle dinamiche relative all attenzione Conoscenza del Disturbo dell Attenzione ed

Dettagli

L ALUNNO CON ADHD Attention Deficit Hyperactivity Disorder

L ALUNNO CON ADHD Attention Deficit Hyperactivity Disorder L ALUNNO CON ADHD Attention Deficit Hyperactivity Disorder Lecco, 12 marzo 2015 Relatore: Jessica Sala IL PERCORSO Domanda stimolo Apertura-Rompighiaccio: video+discussione Le caratteristiche dell'adhd:

Dettagli

Oggetto: Corsi approfondimento a.s. 2012/13 per insegnanti di sostegno e curricolari di ogni ordine e Grado - CALENDARIO

Oggetto: Corsi approfondimento a.s. 2012/13 per insegnanti di sostegno e curricolari di ogni ordine e Grado - CALENDARIO Corso A. De Gasperi, 40 12100 CUNEO tel 0171/318.411 fax 0171/318.506 usp.cn@istruzione.it Ufficio Sostegno alla Persona Prot. n. 151/A36b Cuneo, 8 gennaio 2013 Ai Dirigenti Scolastici Ai docenti referenti

Dettagli

PRINCIPALI PROBLEMATICHE RILEVABILI NELLE SCUOLE

PRINCIPALI PROBLEMATICHE RILEVABILI NELLE SCUOLE PRINCIPALI PROBLEMATICHE RILEVABILI NELLE SCUOLE Alunni ADHD ( Attention- Deficit / Hyperactivity Disorder ) Sindrome comportamentale caratterizzata da : - impulsività - incapacità di mantenere l attenzione

Dettagli

Profilo delle diverse tipologie di BES

Profilo delle diverse tipologie di BES Profilo delle diverse tipologie di BES Con la Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 e la CM n. 8 del 6 marzo 2013 che ha per oggetto l attuazione della direttiva Strumenti d intervento per alunni

Dettagli

Sintomi di allarme psichico in età evolutiva

Sintomi di allarme psichico in età evolutiva Sintomi di allarme psichico in età evolutiva Dr. Maurizio Pincherle Responsabile U.O. Neuropsichiatria infantile Ospedale Macerata 27/05/2014 Cosa produce la patologia psichica? Nel primo anno di vita:

Dettagli

IL DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE IPERATTIVITA :

IL DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE IPERATTIVITA : IL DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE IPERATTIVITA : ADHD PROGRAMMA Caratteristiche generali del DDAI Aspetti teorici Evoluzione del DDAI Informazioni sulla procedura diagnostica Cos è necessario osservare

Dettagli

LA TERAPIA PSICO- COMPORTAMENTALE. Gian Marco Marzocchi Università di Milano-Bicocca

LA TERAPIA PSICO- COMPORTAMENTALE. Gian Marco Marzocchi Università di Milano-Bicocca LA TERAPIA PSICO- COMPORTAMENTALE Gian Marco Marzocchi Università di Milano-Bicocca PANORAMICA Scopi e obiettivi del trattamento Ridurre i sintomi dell ADHD Ridurre i sintomi in comorbidità Ridurre il

Dettagli

NON SOLO DSA. DIFFICOLTA DI ATTENZIONE E DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITA (ADHD)

NON SOLO DSA. DIFFICOLTA DI ATTENZIONE E DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITA (ADHD) 6 marzo 2015 Auditorium museo di scienze Brescia Dott.ssa Erminia Botturi Pedagogista clinica Formatrice AID Formatrice AIDAI NON SOLO DSA. DIFFICOLTA DI ATTENZIONE E DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE

Dettagli

Video corso Multimediale Interattivo Ideato e realizzato da Dott.ssa Anna La Prova

Video corso Multimediale Interattivo Ideato e realizzato da Dott.ssa Anna La Prova Video corso Multimediale Interattivo Ideato e realizzato da Dott.ssa Anna La Prova Di cosa ti parlerò in questo Corso? Cosa devi sapere sull ADHD? Quali sono le caratteristiche di un bambino che ha un

Dettagli

IL DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE - IPERATTIVITA (ADHD) Parte teorica

IL DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE - IPERATTIVITA (ADHD) Parte teorica IL DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE - IPERATTIVITA (ADHD) Parte teorica Dott.ssa Laura Bedin, psicologa presso Centro Diurno Archimede per minori con Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività, difficoltà

Dettagli

INCONTRO GENITORI 23 Maggio 2013 Dr.ssa Tiziana Serra. l importanza di una diagnosi precoce

INCONTRO GENITORI 23 Maggio 2013 Dr.ssa Tiziana Serra. l importanza di una diagnosi precoce INCONTRO GENITORI 23 Maggio 2013 Dr.ssa Tiziana Serra l importanza di una diagnosi precoce GLI INSEGNANTI DICONO CHE mio figlio.. è troppo frettoloso o lento; è intelligente ma svogliato, è distratto,

Dettagli

RIEDUCHIAMO IL CERVELLO PROGETTO EDUCATIVO DI PREVENZIONE DESTINATO A SCUOLE DELL INFANZIA, SCUOLE PRIMARIE SCUOLE SECONDARIE 1 CICLO

RIEDUCHIAMO IL CERVELLO PROGETTO EDUCATIVO DI PREVENZIONE DESTINATO A SCUOLE DELL INFANZIA, SCUOLE PRIMARIE SCUOLE SECONDARIE 1 CICLO RIEDUCHIAMO IL CERVELLO PROGETTO EDUCATIVO DI PREVENZIONE DESTINATO A SCUOLE DELL INFANZIA, SCUOLE PRIMARIE SCUOLE SECONDARIE 1 CICLO PROPOSTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROGRAMMA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA

Dettagli

dr.ssa Fernanda Bernabei

dr.ssa Fernanda Bernabei I disturbi specifici dell apprendimento dr.ssa Fernanda Bernabei 1 IL DISTURBO SPECIFICO DELL APPRENDIMENTO Il disturbo specifico si presenta in genere come una difficoltà specifica isolata, in contrasto

Dettagli

dai D.S.A. ai B.E.S. 3-10-2013

dai D.S.A. ai B.E.S. 3-10-2013 dai D.S.A. ai B.E.S. 3-10-2013 DSA - disturbi specifici dell apprendimento L apprendimento Ciascun allievo impara in maniera diversa, ognuno con un proprio stile di apprendimento. L insegnamento deve tener

Dettagli

Descrizione e definizione dell alunno con ADHD in classe. Gian Marco Marzocchi

Descrizione e definizione dell alunno con ADHD in classe. Gian Marco Marzocchi Descrizione e definizione dell alunno con ADHD in classe Gian Marco Marzocchi Università di Milano-Bicocca Centro per l Età Evolutiva - Bergamo Alla scuola materna Alcuni bambini iperattivi non riescono

Dettagli

CENTRO PER LO STUDIO, LA DIAGNOSI E LA TERAPIA DELL ADHD

CENTRO PER LO STUDIO, LA DIAGNOSI E LA TERAPIA DELL ADHD Azienda Ospedaliera G. Salvini Garbagnate Milanese Unità Operativa di Neuropsichiatria dell Infanzia e dell Adolescenza. CENTRO PER LO STUDIO, LA DIAGNOSI E LA TERAPIA DELL ADHD Direttore: prof. Giuseppe

Dettagli

ADHD: Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività. Germana Englaro Tolmezzo, 23/01/2015

ADHD: Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività. Germana Englaro Tolmezzo, 23/01/2015 ADHD: Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività Germana Englaro Tolmezzo, 23/01/2015 COS E L'ADHD? A D H D Attention Deficit Hyperactivity Disorder Disturbo da Deficit di Attenzione / Iperattività

Dettagli

CLINICA DELLE DIFFICOLTÀ E DEI DISTURBI DI APPRENDIMENTO IN ETÀ EVOLUTIVA E ADULTA

CLINICA DELLE DIFFICOLTÀ E DEI DISTURBI DI APPRENDIMENTO IN ETÀ EVOLUTIVA E ADULTA CLINICA DELLE DIFFICOLTÀ E DEI DISTURBI DI APPRENDIMENTO IN ETÀ EVOLUTIVA E ADULTA PROGRAMMA DEL CORSO 14/11/2014 Comorbilità e aspetti associati alle difficoltà e ai disturbi dell apprendimento: un introduzione

Dettagli

COSA SONO I D.S.A.? circoscritte

COSA SONO I D.S.A.? circoscritte D.S.A. COSA SONO I D.S.A.? Si parla di D.S.A.quando un bambino mostra delle difficoltàcircoscrittenella lettura, nella scrittura o nel calcolo, in una situazione in cui lo sviluppo intellettivo ènella

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER ALUNNI DSA Decreto n. 5669 del 12 luglio 2011, attuativo della legge 170 dell 8 ottobre 2010

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER ALUNNI DSA Decreto n. 5669 del 12 luglio 2011, attuativo della legge 170 dell 8 ottobre 2010 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE «GUGLIELMO MARCONI» FORLÌ Viale della Libertà, 14-Tel. 0543-28620 -Fax 0543-26363 - -DISTRETTO 42 e mail itisfo@itisforli.it SITO www.itisforli.it PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO

Dettagli

NOSOGRAFIA E PSICOPATOLOGIA DEI DISTURBI DI APPRENDIMENTO. M. Cremonte SOC di Neuropsichiatria Infantile ASO di Alessandria

NOSOGRAFIA E PSICOPATOLOGIA DEI DISTURBI DI APPRENDIMENTO. M. Cremonte SOC di Neuropsichiatria Infantile ASO di Alessandria NOSOGRAFIA E PSICOPATOLOGIA DEI DISTURBI DI APPRENDIMENTO M. Cremonte SOC di Neuropsichiatria Infantile ASO di Alessandria DISTURBI DI APPRENDIMENTO (learning disorders DSM IV) Livello di apprendimento

Dettagli

ADHD DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITA

ADHD DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITA ADHD DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITA ARGOMENTI: ADHD: sintomi, sottotipi e frequenza le cause i disturbi associati emozioni e ADHD gli interventi terapeutici O (1) o (2): DSM IV 1) sei

Dettagli

I DISTURBI COMPORTAMENTALI

I DISTURBI COMPORTAMENTALI IC1 PESCANTINA A.S. 2013-2014 I DISTURBI COMPORTAMENTALI Ins. Francesca Bonafini Ins. Gisella Di Marco Associazione Nuovi Talenti Speciali BES: BISOGNO EDUCATIVO SPECIALE MACROCATEGORIA CHE COMPRENDE MOLTE

Dettagli

I. C. I. NIEVO CAPRI. Modello di PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Anno Scolastico

I. C. I. NIEVO CAPRI. Modello di PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Anno Scolastico I. C. I. NIEVO CAPRI Scuola secondaria di I grado Classe Coordinatore di classe 1. DATI RELATIVI ALL ALUNNO: Modello di PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Anno Scolastico Cognome e nome Data e luogo di nascita

Dettagli

Stili cognitivi e difficoltà comportamentali

Stili cognitivi e difficoltà comportamentali + Stili cognitivi e difficoltà comportamentali Centro Psiky Dott.ssa Giorgia Concari Psicologa-Psicoterapeuta Dottore di Ricerca in Psicologia dell educazione e disabilità Università di Parma + Complessità

Dettagli

Disturbo da deficit di attenzione con iperattività (ADHD) IL BAMBINO IPERATTIVO. Dispense a cura di. Dott.ssa Chiara Baiamonte

Disturbo da deficit di attenzione con iperattività (ADHD) IL BAMBINO IPERATTIVO. Dispense a cura di. Dott.ssa Chiara Baiamonte Disturbo da deficit di attenzione con iperattività (ADHD) IL BAMBINO IPERATTIVO Dispense a cura di Dott.ssa Chiara Baiamonte DISTURBI DA DEFICIT DI ATTENZIONE/IPERATTIVITA E DISTURBI DELLA CONDOTTA Serie

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Per alunni con DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI (ai sensi del DM 27 /12/2012) Anno Scolastico

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Per alunni con DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI (ai sensi del DM 27 /12/2012) Anno Scolastico PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Per alunni con DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI (ai sensi del DM 27 /12/2012) Anno Scolastico Classe.. Sezione Indirizzo di studio.. Referente o coordinatore di classe 1. DATI

Dettagli

Disturbo dello sviluppo intellettuale

Disturbo dello sviluppo intellettuale Disturbo dello sviluppo intellettuale Disturbo dello sviluppo intellettuale Il termine ritardo mentale è stato usato nel DSM-IV. OGGI, disabilità intellettiva (disturbo dello sviluppo intellettuale) è

Dettagli

Scheda Illustrativa dei corsi. Corso n. 2/Formazione sull AUTISMO (a cura della dott.ssa Monia Di Palma)

Scheda Illustrativa dei corsi. Corso n. 2/Formazione sull AUTISMO (a cura della dott.ssa Monia Di Palma) Scheda Illustrativa dei corsi Corso n. 2/Formazione sull AUTISMO (a cura della dott.ssa Monia Di Palma) COS È E COSA NON È L AUTISMO Recentemente gli studiosi preferiscono parlare di autismi piuttosto

Dettagli

Piano didattico personalizzato

Piano didattico personalizzato Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Dante Alighieri Via Falck n 110 20099 Sesto S. Giovanni (MI) Telefono: 02 36 57 471 Fax: 02 36 57 47 36 E-mail: segreteria@comprensivodante.it

Dettagli

TOKEN ECONOMY. Fabriano Istituto COmprensivo Marco Polo. La gestione della classe

TOKEN ECONOMY. Fabriano Istituto COmprensivo Marco Polo. La gestione della classe Fabriano Istituto COmprensivo Marco Polo ADHD La gestione della classe 2^ parte mercoledì 10-05 05-2006 16.30-19.30 19.30 Dr.ssa Psicologa Studio di Psicologia Amaltea chiara.dellabetta@studioamaltea.it

Dettagli

Aspetti psicopedagogici associati all ADHD

Aspetti psicopedagogici associati all ADHD Aspetti psicopedagogici associati all ADHD PROF. AGOSTINO PORTERA Dipartimento di Scienze dell Educazione Centro Studi Interculturali (CSI) Università degli Studi di Verona (Italy) Definizione: disturbo

Dettagli

B.E.S. Anno 2014. Fortunata Daniela Vetri. Daniela Vetri

B.E.S. Anno 2014. Fortunata Daniela Vetri. Daniela Vetri B.E.S. Anno 2014 Fortunata Daniela Vetri Daniela Vetri DISTURBI SPECIFICI D APPRENDIMENTO D. S. A. FONTI NORMATIVE LEGGE 8 OTTOBRE 2010 N. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici d apprendimento

Dettagli

PERCORSO DIDATTICO/EDUCATIVO SPECIFICO PER ALUNNI CON D. S. A.

PERCORSO DIDATTICO/EDUCATIVO SPECIFICO PER ALUNNI CON D. S. A. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PERCORSO DIDATTICO/EDUCATIVO SPECIFICO PER ALUNNI CON D. S. A. Anno Scolastico Nome e cognome - Classe Data e luogo di nascita Diagnosi specialistica

Dettagli

ALLEGATO B I DSA: DISLESSIA DISORTOGRAFIA DISCALCULIA;

ALLEGATO B I DSA: DISLESSIA DISORTOGRAFIA DISCALCULIA; ALLEGATO B Elenco di atteggiamenti, strategie (comprese le misure compensative e dispensative) e riflessioni risultato dalla combinazione delle indicazioni ministeriali con le risposte date da tutti i

Dettagli

A cura della dott.ssa Francesca Venditti Psicologa e Psicoterapeuta francescavenditti@libero.it 349.4289838

A cura della dott.ssa Francesca Venditti Psicologa e Psicoterapeuta francescavenditti@libero.it 349.4289838 A cura della dott.ssa Francesca Venditti Psicologa e Psicoterapeuta francescavenditti@libero.it 349.4289838 Che cosa succede in classe? ... Quando la diagnosi è caratterizzata

Dettagli

Il Piano Didattico Personalizzato: se e come costruirlo

Il Piano Didattico Personalizzato: se e come costruirlo Napoli 7 aprile 2014 Il Piano Didattico Personalizzato: se e come costruirlo Relatore: Indice Gli alunni con BES Il Piano Didattico Personalizzato 2 Gli alunni con BES 3 COSA SONO? QUALI ALUNNI? I B.E.S.

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/15

ANNO SCOLASTICO 2014/15 ANNO SCOLASTICO 2014/15 VADEMECUM PER IL DOCENTE CON ALUNNI CHE RIENTRANO NELL AREA BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI BES (H, DSA, ADHD, difficoltà psicologiche) A cura della prof.ssa Annarita Caponera Il coordinatore

Dettagli

Cosa sono i Disturbi Specifici di Apprendimento?

Cosa sono i Disturbi Specifici di Apprendimento? Cosa sono i Disturbi Specifici di Apprendimento? Considerati parte della famiglia dei Disturbi Evolutivi Specifici, i Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) affliggono alcune specifiche abilità che

Dettagli

L alunno con ADHD (disturbo dell attenzione e/o iperattività) a scuola: Costruzione del Piano Didattico Personalizzato e gestione in classe

L alunno con ADHD (disturbo dell attenzione e/o iperattività) a scuola: Costruzione del Piano Didattico Personalizzato e gestione in classe L alunno con ADHD (disturbo dell attenzione e/o iperattività) a scuola: Costruzione del Piano Didattico Personalizzato e gestione in classe Corso di Alta Formazione Facoltà di Psicologia SPAEE - Servizio

Dettagli

L ICF E I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO. Riccardo Lancellotti

L ICF E I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO. Riccardo Lancellotti L ICF E I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO Riccardo Lancellotti I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO SONO, TRA LE VARIE CATEGORIE DIAGNOSTICHE, QUELLI CHE GENERANO MAGGIORE ALLARME TRA GLI INSEGNANTI E I GENITORI DEGLI

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO (P.D.P.) per alunni BES (Bisogni Educativi Speciali)

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO (P.D.P.) per alunni BES (Bisogni Educativi Speciali) PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO (P.D.P.) per alunni BES (Bisogni Educativi Speciali) (Dir. Min. del 27/12/2012; C.M. n.8 del 6/03/2013; Nota prot n.2563 del 22/11/2013) ANNO SCOLASTICO 2014/15 ALUNNO/A:

Dettagli

La gestione dei disturbi della condotta nella scuola: un esperienza condivisa

La gestione dei disturbi della condotta nella scuola: un esperienza condivisa La gestione dei disturbi della condotta nella scuola: un esperienza condivisa Annarita Milone, Azzurra Manfredi Cinzia Fratoni, Laura Ruglioni Servizio Al di là delle nuvole IRCCS Fondazione Stella Maris

Dettagli

Quando decidi di crescere? LE DIFFICOLTA EMOTIVO-RELAZIONALI

Quando decidi di crescere? LE DIFFICOLTA EMOTIVO-RELAZIONALI Quando decidi di crescere? LE DIFFICOLTA EMOTIVO-RELAZIONALI Le difficoltà emotivo-relazionali in ambito evolutivo Tutti quei segnali di disagio e di sofferenza, che coinvolgono la dimensione emotiva e

Dettagli

DISLESSIA E RETE DI SUPPORTO. 17/09/2015 PH.D Francesca Salis 1

DISLESSIA E RETE DI SUPPORTO. 17/09/2015 PH.D Francesca Salis 1 DISLESSIA E RETE DI SUPPORTO 17/09/2015 PH.D Francesca Salis 1 17/09/2015 PH.D Francesca Salis 2 famiglia osservo mio figlio e mi accorgo che.. gli insegnanti mi dicono che 17/09/2015 PH.D Francesca Salis

Dettagli

Disturbi Specifici dell apprendimento. Dott.ssa Valentina Genitori D Arrigo Psicologa e Psicoterapeuta

Disturbi Specifici dell apprendimento. Dott.ssa Valentina Genitori D Arrigo Psicologa e Psicoterapeuta Disturbi Specifici dell apprendimento Dott.ssa Valentina Genitori D Arrigo Psicologa e Psicoterapeuta Con il termine Disturbi Specifici dell Apprendimento (DSA) vengono indicate una serie di difficoltà

Dettagli

Il Disturbo da Deficit di Attenzione ed Iperattività: epidemiologia e clinica

Il Disturbo da Deficit di Attenzione ed Iperattività: epidemiologia e clinica Il Disturbo da Deficit di Attenzione ed Iperattività: epidemiologia e clinica Il Disturbo da Deficit di Attenzione ed Iperattività (ADHD acronimo per l inglese Attention Deficit Hyperactivity Disorder)

Dettagli

I DSA: un emergenza educativa Condividere i significati Legge n. 170 del 08-10-2010 Linee guida sui D.S.A. La personalizzazione didattica

I DSA: un emergenza educativa Condividere i significati Legge n. 170 del 08-10-2010 Linee guida sui D.S.A. La personalizzazione didattica MASTER DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER I D.S.A Dalla Legge 170/2010 alle Linee Guida: un percorso di tutela dei diritti all apprendimento degli alunni con DSA I DSA: un emergenza educativa Condividere i

Dettagli

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia Istituto Comprensivo - Monte Urano Via Vittorio Alfieri 1 - Monte Urano - prov. Ascoli Piceno - cap.63015 telefono 0734/840605 Fax 0734/840880 Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

DISTURBI DA DEFICIT ATTENZIONALI con o senza iperattività

DISTURBI DA DEFICIT ATTENZIONALI con o senza iperattività DISTURBI DA DEFICIT ATTENZIONALI con o senza iperattività DISTURBI DA DEFICIT ATTENZIONALI con o senza iperattività Regolazione deficitaria in tre aree Attenzione Inibizione della risposta Livello di attività

Dettagli

Disturbo da deficit di attenzione con iperattività

Disturbo da deficit di attenzione con iperattività Disturbo da deficit di attenzione con iperattività Il disturbo da deficit di attenzione con iperattività (ADHD: Attention Deficit Hyperactivity Disorder o DDAI in italiano) è definito secondo la quarta

Dettagli

DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI

DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE LEONIDA MONTANARI Via Cesare Battisti, 14-00040 Rocca di Papa (Roma)- Tel: 06/9499928 Fax:06/9495523

Dettagli