EASY FSX ITALIA CARTE NAUTICHE NOZIONI GENERALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EASY FSX ITALIA CARTE NAUTICHE NOZIONI GENERALI"

Transcript

1 EASY FSX ITALIA CARTE NAUTICHE NOZIONI GENERALI 1. LE CARTE AEROPORTUALI. le carte aeroportuali individuano le aeree e gli spazi entro i quali i velivoli di varie categorie possono manovrare, decollare e atterrare. Oltre alle piste, individuano anche i raccordi e le vie di rullaggio che servono di raggiungere o allontanarsi da una pista, dai vari parcheggi e dai vari gate. Inoltre hanno delle tabelle informative che danno tutte quelle notizie utili a localizzare l aeroporto, identificarne le piste e la loro quota al suolo e le frequenze radio per contattare i vari ATC (fig.1). Fig.1 stralcio di carta aeroportuale. Oltre a questo tipo di carta, ve ne sono altre che consentono di vedere e localizzare nello specifico i parcheggi dei velivoli e gli ostacoli intorno all aera aeroportuale. In questa piccola guida non verranno illustrate, ma si possono scaricare tutte come spiegato nella pagina DOWNLOAD di Easy Fsx Italia. 2. LE SID. Le SID (Standard Instrument Departure) sono le procedure strumentali di partenza e salita iniziale, che portano il velivolo dalla pista dell aeroporto di partenza al primo 1

2 punto di rotta impostato. Quindi in base a quest ultimo impostato sul nostro piano di volo, ci verrà assegnata una SID riferita alla pista in uso in quel momento. Fig. 2 SID LIEE (Elmas Cagliari) In figura 2 una SID riferita alla pista 14 dell aeroporto di Cagliari Elmas. Questa indica la procedura da seguire per raggiungere i punti rotta KOVAS e CAR, e prendono rispettivamente il nome di KOVAS 6 D e CAR 6 D. Prendiamo in esame la SID KOVAS 6 D selezionata nel riquadro rosso e ingrandita nella fig. 3. KOVAS 6 D: Solo guardando la carta possiamo capire che dopo il decollo dobbiamo procedere per prua 137 fino ad una distanza di 5 NM(miglia nautiche) dal CAG VOR, dove effettueremo una virata a sinistra per prua 317 raggiungendo il punto di termine della virata al di sopra dei 3500 ft(piedi). Continuando a salire procederemo quindi con quest ultima prua, fino ad intercettare la radiale 009 di CAG VOR e ad una quota non inferiore a 5000 ft. Intercettata la radiale vireremo a destra per prua 001 fino ad arrivare a KOVAS. Da quel momento potremo seguire i nostri punti rotta. Generalmente alle carte delle SID, sono allegate anche le descrizioni delle 2

3 procedure, dove si possono trovare anche altre informazioni come il gradiente massimo di salita (angolo di salita) e velocità MAX da mantenere durante la procedura. Fig. 3 Ingrandimento SID KOVAS 6 D 3. LE AEROVIE Le aerovie si dividono in Superiori (da un FL 195 a FL 460 oppure da 19500ft a 46000ft) ed Inferiori (sotto il FL 195 oppure sotto i 19500ft). Sono delle vere e proprie autostrade dell aria che iniziano o consentono l accesso da un punto di rotta 3

4 EASYFSXITALIA.ALTERVISTA.ORG generico (VOR o NDB o Intersezione) e vanno un altro punto di rotta. Le aerovie possono essere percorse in entrambi i versi ma ad altitudini ovviamente differenti, possono comprendere al loro interno altre intersezioni che ne consentono la deviazione su un altra eventuale aerovia, o l uscita da essa per procedere con l avvicinamento ad un aeroporto. Nella prossima figura un esempio carta di crociera comprendente le Aerovie Superiori (fig. 4). Fig.4. Aerovie superiori. Essendo molto intrecciata andremo a ingrandirne una porzione evidenziata dal riquadro rosso come in fig. 5. 4

5 Fig.5.: Ingrandimento della fig.4. Come si può notare, questa carta comprende una serie di semirette che vanno da un punto ad un altro anche intersecandosi tra loro. Queste sono le aerovie, e sono tutte identificate da un codice che è possibile leggere in corrispondenza della semiretta che le rappresentano. Un ulteriore ingrandimento evidenziato nel riquadro rosso della fig. 5. fig.6.: Ingrandimento della fig.5. In fig. 6 notiamo i nomi delle aerovie, quelle evidenziate sono la UQ152 e la UM725. All interno delle aerovie vi sono i punti intersezione (possono essere anche in questo caso VOR o NDB) e consentono la deviazione su un altra aerovia oppure la possibilità di proseguire sulla stessa. Quando presentiamo un piano di volo dobbiamo sempre specificare le aerovie che percorreremo, comprendendo solo gli eventuali punti rotta (intersezioni o radio fari) che useremo per effettuare l ingresso o l uscita da ogni aerovia. Queste carte sono fondamentali per poter studiare e mettere in pratica un piano di volo, che dovrà essere compilato con l ordine in questa sequenza: a. Aeroporto di partenza in codice ICAO; b. Primo punto di rotta dopo il decollo; 5

6 c. Aerovia legata al primo punto di rotta; d. Punto di rotta di uscita sulla aerovia percorsa; e. Aeroporto di destinazione. Qualora ci fossero più aerovie da percorrere per poter arrivare alla nostra destinazione finale, dovremo sempre considerare che il punto di uscita dalla aerovia che lasceremo dovrà coincidere con quello di ingresso della aerovia in cui devieremo. Un esempio di selezione di una breve rotta è illustrato in fig.7. Fig.7. Esempio di selezione di una rotta. ESEMPIO: Ipotizziamo di effettuare un volo in IFR da Roma Fiumicino (LIRF) a Napoli Capodichino (LIRN). In figura è stata evidenziata la rotta da seguire. Il nostro piano di volo dovrà essere scritto in questa maniera: LIRF(A.)//ELVIN(B.)//M729(C.)//PNZ(D.)//M603(E.)//ISKIA(F.)//LIRN(G.) Esaminiamolo punto per punto: A. LIRF = Aeroporto di partenza di Roma Fiumicino; B. ELVIN = Primo punto di rotta (da raggiungere tramite una SID); C. M729 = Aerovia legata al primo punto di rotta ELVIN; D. PNZ = Punto di rotta di uscita dalla M729 e di ingresso nella M603; E. M603 = Aerovia legata al punto di rotta PNZ; F. ISKIA = Punto di rotta di uscita dalla M603; G. LIRN = Aeroporto di Napoli Capodichino destinazione finale che raggiungeremo tramite una STAR e una procedura di avvicinamento finale. 6

7 4. LE STAR Le STAR (Standard Arrival), sono quelle carte che indicano le procedure di arrivo diretto, assegnato a discrezione del controllo del traffico aereo in base alla nostra ultima aerovia percorsa prima dell arrivo all aeroporto di destinazione. fig.8.: Procedure STAR di LIEE. Come le SID anche le STAR hanno un identificativo ben preciso che prende il nome da un punto di rotta sito sull ultima aerovia percorsa. Nella figura 8 abbiamo le STAR dell aeroporto di Elmas Cagliari (LIEE), e come si potrà notare ognuna prende il nome dal punto di rotta in uscita dalla aerovia (non necessariamente l ultimo punto di rotta del nostro piano di volo). ESEMPIO: Nella figura 9, prendiamo in esame la STAR LEDRO 1 B(BRAVO). 7

8 Fig.9.: Ingrandimento particolare della fig.8. Ipotizziamo che il nostro ultimo punto di rotta sul nostro piano di volo (prima dell aeroporto di destinazione) sia CAR VOR. Quindi stiamo percorrendo l aerovia M126 prima dell intersezione LEDRO. A questo punto il controllo del traffico aereo ci informa di deviare su LEDRO 1B(BRAVO). La procedura prevede di raggiungere l Intersezione LEDRO, e virare a destra per prua 265 inbound CAG VOR in direzione dell aeroporto di Cagliari-Elmas, mantenendo un altitudine minima di rotta (MEA) di 5000 piedi. In prossimità dell aeroporto di destinazione il controllo del traffico aereo ci darà le istruzioni per l avvicinamento finale e l atterraggio. 5. AVVICINAMENTO ILS. L avvicinamento ILS (Instrumental Landing System), è una procedura che permette l atterraggio automatico del velivolo. L aereo quindi deve essere dotato di idonea strumentazione che permetta l interpretazione dei segnali-guida emanati dai radiofari (Localizzatore) installati sulla pista di atterraggio dell aeroporto. ESEMPIO: Prendiamo in esame la procedura di avvicinamento ILS-X di Cagliari Elmas. In base alla STAR precedentemente assegnata, il controllo del traffico aereo ci indicherà la procedura ILS adatta. Quindi (per farla difficile) ipotizzando di avere intrapreso la STAR LEDRO 1B(BRAVO) che abbiamo esaminato in precedenza, siamo diretti verso l aeroporto con prua 265 di CAG VOR. Il controllo del traffico aereo ci autorizza ad un avvicinamento ILS-X sulla pista 32 (come da carta in Fig.10.) illustrato nella pagina seguente. 8

9 Fig.10.: ILS-X pista 32 di LIEE. Per capire meglio la procedura, la carta nautica è stata divisa in 2 parti A e B. A. Indica la procedura vista in pianta ed evidenzia soprattutto le traiettorie in riferimento ai VOR/NDB che il velivolo dovrà effettuare per eseguirne correttamente Le manovre. Nella prossima pagina l ingrandimento A (fig.11) ci aiuta a comprendere meglio la dinamica dell avvicinamento. Riassumendo: siamo in direzione di LIEE per prua 265 di CAG VOR, autorizzati ad un avvicinamento ILS-X della pista 32. Raggiunto CAG VOR procederemo a destra per prua 277. Arrivati alla distanza di 5 NM da CAG VOR effettueremo una virata a destra per prua 155, quindi procederemo per questa direzione fino ad una distanza di 14 NM dal CAG VOR. Ora vireremo a sinistra per prua 317 9

10 fino ad intercettare il Localizzatore e il suo sentiero di discesa per la pista dell aeroporto. Fig.11.: Ingrandimento particolare A fig. 10. B. La stessa procedura è riportata anche in sezione, dove sono evidenziate le altezze e le velocità nei vari tratti di avvicinamento che devono essere rispettate al fine di intercettare il segnale del localizzatore (fig. 11). Fig.12.: Ingrandimento particolare B fig. 10. Facendo quindi un riesame della procedura, considerando anche le altezze e le velocità da rispettare potremo interpretare la procedura in questo modo: 10

11 Raggiunto CAG VOR procederemo a destra per prua 277 ad una velocità IAS di 250 Kts mantenendo un altitudine di 5000 ft. Arrivati alla distanza di 5 NM da CAG VOR effettueremo una virata a destra per prua 155 mantenendo velocità e altitudine. Raggiunto di nuovo CAG VOR e mantenendo la prua di 155 inizieremo la nostra discesa arrivando ad una distanza di 14 NM dal CAG VOR con un altitudine di 2700 ft. Ora vireremo a sinistra per prua 317 riducendo gradualmente la nostra velocità di IAS a 150 kts fino ad intercettare il Localizzatore e il suo sentiero di discesa per la pista dell aeroporto. Attenzione: questa procedura è da considerarsi legata alla STAR LEDRO 1B che abbiamo esaminato prima. Se la STAR è diversa sarà diversa anche la procedura assegnata carta, e se arrivassimo per una prua che permette facilmente l intercettazione del localizzatore, basterà solo arrivare all altezza e alla distanza corretta per agganciarne il segnale (in questo caso dovremmo arrivare ad una distanza di 14 NM dal localizzatore con un altitudine di 2700 piedi in una prua compresa tra i + 30 e i -30 di 317 che è la direzione della pista). Se per qualsiasi motivo, l atterraggio viene mancato, vi è un percorso specifico da seguire per la cosidetta RIATTACATA. E indicato dalla linea tratteggiata e ha il compito di portare l aereo ad un aera sicura in un circuito di traffico, in attesa di nuove istruzioni da parte del controllo del traffico aereo.provate ad interpretarla!! Aiuto: per conoscere le varie distanze dal VOR e dal localizzatore, dovremo inserire le frequenze nel nostro pannello radio del velivolo. Sul NAV1 inseriremo la frequenza dell ILS che troviamo nella carta di avvicinamento (LOC IEL ) per intercettarne la radio-guida. Sul NAV2 inseriremo la frequenza di CAG VOR (anch esso sulla carta VOR DME Cagliari CAG ) per conoscere costantemente la distanza ed effettuare le virate che ci porteranno intercettare il localizzatore. Generalmente il controllo del traffico aereo indirizza alle STAR che consentano procedure ILS meno complesse di questa. Ma in caso di intenso traffico non è da escludere che ve ne vengano assegnate anche di più difficili. 11

12 Queste le nozioni per avere un quadro generale delle carte di navigazione aerea, che vengono utilizzate anche nei voli on-line in IVAO. Ovviamente abbiamo visto le più importanti, ma ce ne sono anche delle altre, come le carte di segnalazione degli ostacoli in prossimità degli aeroporti, oppure le carte di avvicinamento visuale e strumentale in riferimento ai VOR o NDB. Nell area DOWNLOADS di Easy FSX Italia potete trovare i collegamenti ai siti web che vi guideranno in un approfondimento chiaro e dettagliato per tutte le carte mancanti. Per ora cercate di memorizzare queste poche cose, e potrete effettuare un volo IFR on-line senza paura di sbagliare. FINE 12

EASY FSX ITALIA AVVICINAMENTO VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT)

EASY FSX ITALIA AVVICINAMENTO VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) EASY FSX ITALIA AVVICINAMENTO VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) A. DURANTE LA DISCESA A circa 70-80NM il controllo di centro potrebbe farci cambiare frequenza sull avvicinamento, se on-line.

Dettagli

EASY FSX ITALIA START UP & PUSH BACK VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT)

EASY FSX ITALIA START UP & PUSH BACK VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) EASY FSX ITALIA START UP & PUSH BACK VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) A. PRE-START (VERIFICA DEI COMANDI). 1. Freni di Parcheggio: Attivati; 2. Manette: Impostate al minimo (IDLE); 3. Interruttore

Dettagli

La lettura delle SID

La lettura delle SID La lettura delle SID In questo tutorial proviamo a introdurre alla lettura delle SID semplificando la trattazione a quanto necessario per un utilizzo pratico nel mondo della simulazione di volo. Come prima

Dettagli

Flight Utilities http://www.flightutilities.com. Le Holding Anche in cielo abbiamo i semafori by Umberto Degli Esposti

Flight Utilities http://www.flightutilities.com. Le Holding Anche in cielo abbiamo i semafori by Umberto Degli Esposti Flight Utilities http://www.flightutilities.com Le Holding Anche in cielo abbiamo i semafori by Umberto Degli Esposti 1 Similmente alla necessità di installare semafori nelle aree di maggior traffico automobilistico,

Dettagli

EASY FSX ITALIA DISCESA VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT)

EASY FSX ITALIA DISCESA VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) EASY FSX ITALIA DISCESA VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) A. CONTATTO RADIO SU UNICOM A circa 130NM/100NM di distanza dall aeroporto di destinazione dovremmo iniziare la nostra discesa (dipende

Dettagli

Tutorial sul Piano di Volo IFR IT-EU

Tutorial sul Piano di Volo IFR IT-EU Tutorial sul Piano di Volo IFR IT-EU In questo tutorial ci limiteremo ad una descrizione generale ed alla pianificazione di un volo in IFR internazionale (Genova Valencia) indicando le varie fasi e procedure

Dettagli

Training su LIRP. - Conoscenza almeno delle basi del volo IFR, intercettazioni radiali VOR, Holding

Training su LIRP. - Conoscenza almeno delle basi del volo IFR, intercettazioni radiali VOR, Holding Training su LIRP Col presente documento si vuol cercare di aiutare i piloti virtuali alle prime armi che si cimentano a volare Online su IVAO ad effettuare correttamente procedure IFR pubblicate, holding,

Dettagli

INTRODUZIONE INTRODUZIONE

INTRODUZIONE INTRODUZIONE Navigazione La Pianificazione del Volo La preparazione del piano di volo. Utilizzo delle procedure standard per la partenza e l avvicinamento. INTRODUZIONE Con il presente inserto, intendiamo introdurre

Dettagli

Procedure base per il volo con l MB339 OVT

Procedure base per il volo con l MB339 OVT Procedure base per il volo con l MB339 OVT Introduzione Le procedure qui descritte si applicano all Aermacchi MB339 OVT con Patch installata. E consigliato lo studio preliminare del manuale dell MB339

Dettagli

Holding Pattern, Virate di Procedura, Archi di DME

Holding Pattern, Virate di Procedura, Archi di DME Holding Pattern, Virate di Procedura, Archi di DME In questo documento verranno affrontate tre manovre molto ricorrenti nell ambito del volo IFR, le holding, le virate di procedura e gli archi di DME,

Dettagli

Copyright 2007 by Roberto Salaris Millenium Air Virtual IVAO Italia LIRR-FIR. FIR di Roma

Copyright 2007 by Roberto Salaris Millenium Air Virtual IVAO Italia LIRR-FIR. FIR di Roma Copyright 07 by Roberto Salaris Millenium Air Virtual IVAO Italia LIRR-FIR FIR di Roma Alghero Fertilia (LIEA) Procedure operative: Unità APP Alghero avvicinamento: Compiti operativi. Alghero avvicinamento

Dettagli

Navigazione con le radioassistenze VOR

Navigazione con le radioassistenze VOR PARABLINDA AIRLINES 2010 Navigazione con le radioassistenze VOR di Alberto Serra Alessio Angius PARABLINDA AIRLINES STAFF Pagina 1 di 27 INDICE DEGLI ARGOMENTI Introduzione pag. 5 1. Definizioni pag. 6

Dettagli

ESERCITAZIONE CON SIMULATORE DI VOLO Attraverso un volo simulato con decollo dall aeroporto di Rimini (LIPR) ed atterraggio all aeroporto di Bologna

ESERCITAZIONE CON SIMULATORE DI VOLO Attraverso un volo simulato con decollo dall aeroporto di Rimini (LIPR) ed atterraggio all aeroporto di Bologna ESERCITAZIONE CON SIMULATORE DI VOLO Attraverso un volo simulato con decollo dall aeroporto di Rimini (LIPR) ed atterraggio all aeroporto di Bologna (LIPE) su un aereo da addestramento Cessna C172SP Skyhawk,

Dettagli

LA PISTA. A < 91 B 91 / 120 C 121 / 140 D 141 / 165 E 166 / 210 (un nodo, abbreviato con il termine kt, equivale a 1,852 Km/h).

LA PISTA. A < 91 B 91 / 120 C 121 / 140 D 141 / 165 E 166 / 210 (un nodo, abbreviato con il termine kt, equivale a 1,852 Km/h). LA PISTA Un pilota, nel pianificare il suo volo, deve scegliere un aerodromo di destinazione con caratteristiche fisiche che soddisfino le esigenze del suo aeromobile. E abbastanza facile intuire che un

Dettagli

PROCEDURE PER ARRIVI E PARTENZE DEI VISITATORI/PILOTI PARTECIPANTI AL SALONE DEL VOLO DI PADOVA

PROCEDURE PER ARRIVI E PARTENZE DEI VISITATORI/PILOTI PARTECIPANTI AL SALONE DEL VOLO DI PADOVA PROCEDURE PER ARRIVI E PARTENZE DEI VISITATORI/PILOTI PARTECIPANTI AL SALONE DEL VOLO DI PADOVA L organizzazione tiene in altissima considerazione la Sicurezza del Volo e per questo, con il supporto e

Dettagli

TURIN FLYING INSTITUTE. Il piano di volo. Navigazione Aerea. Carlo Molino

TURIN FLYING INSTITUTE. Il piano di volo. Navigazione Aerea. Carlo Molino TURIN FLYING INSTITUTE Il piano di volo Navigazione Aerea Carlo Molino 1.1 Il piano di volo: Il piano di volo è un modulo compilato dai piloti e spedito all autorità dell aviazione nazionale (in Italia

Dettagli

TRAFFICO AEREO AUTORIZZAZIONI

TRAFFICO AEREO AUTORIZZAZIONI TRAFFICO AEREO AUTORIZZAZIONI 1 1 AUTORIZZAZIONI DEL CONTROLLO DEL TRAFFICO AEREO... 3 1.1 Autorizzazioni a volare provvedendo alla propria separazione in condizioni meteorologiche a vista... 6 1.2 Informazioni

Dettagli

IL CONTROLLO DI AVVICINAMENTO

IL CONTROLLO DI AVVICINAMENTO ITALIAN AIR TRAFFIC CONTROLLERS ASSOCIATION MEMBER OF IFATCA INTERNATIONAL FEDERATION OF AIR TRAFFIC CONTROLLERS ASSOCIATIONS IL CONTROLLO DI AVVICINAMENTO Introduzione Rifacciamoci a quanto detto a proposito

Dettagli

La radio navigazione in Falcon

La radio navigazione in Falcon Gli autori Merlin & Soul ringraziano Red Dog (Olivier Beaumont) per la concessione di utilizzo di testi e immagini di sua creazione per la realizzazione di questo lavoro. INTRODUZIONE La radio navigazione

Dettagli

DO NOT USE FOR REAL AVIATION PURPOSES - FOR FLIGHT SIMULATION ONLY

DO NOT USE FOR REAL AVIATION PURPOSES - FOR FLIGHT SIMULATION ONLY Radionavigazione Il VOR Che cosa è il VOR Funzionamento ed utilizzo in navigazione e nelle procedure di avvicinamento strumentali La Radionavigazione 1998-2003 All rights reserved La navigazione si dice

Dettagli

EASY FSX ITALIA IMPOSTAZIONE DEL PIANO DI VOLO VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT)

EASY FSX ITALIA IMPOSTAZIONE DEL PIANO DI VOLO VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) EASY FSX ITALIA IMPOSTAZIONE DEL PIANO DI VOLO VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) A. AVVIO DEL SIMULATORE 1. Selezionare Volo Libero dal menù FSX; 2. Selezionare Meteo reale mondiale ; 3. Selezionare

Dettagli

L'instrument landing system, in italiano sistema di atterraggio strumentale, comunemente abbreviato come ILS, è un sistema di terra e di bordo ideato

L'instrument landing system, in italiano sistema di atterraggio strumentale, comunemente abbreviato come ILS, è un sistema di terra e di bordo ideato L'instrument landing system, in italiano sistema di atterraggio strumentale, comunemente abbreviato come ILS, è un sistema di terra e di bordo ideato per guidare gli aeromobili nella fase finale di un

Dettagli

Regolamento per la conduzione di voli di notte con velivoli secondo le regole del volo a vista (VFR/N) nello spazio aereo italiano

Regolamento per la conduzione di voli di notte con velivoli secondo le regole del volo a vista (VFR/N) nello spazio aereo italiano Regolamento per la conduzione di voli di notte con velivoli secondo le regole del volo a vista (VFR/N) nello spazio aereo italiano Edizione 4 approvata con delibera CdA n 38/06 del 19/06/2006 Elenco delle

Dettagli

ILS APPROACH CHARTS INTRODUZIONE AVVICINAMENTI STRUMENTALI

ILS APPROACH CHARTS INTRODUZIONE AVVICINAMENTI STRUMENTALI ILS APPROACH CHARTS In questo documento cercheremo di spiegare come deve essere interpretata una carta di avvicinamento strumentale ILS, aggiungendo anche qualche elemento per le procedure non precision

Dettagli

Esempio di procedura di comunicazione da messa in moto fino ad arresto totale

Esempio di procedura di comunicazione da messa in moto fino ad arresto totale Esempio di procedura di comunicazione da messa in moto fino ad arresto totale Enti in causa delle comunicazioni radio Pilota = Pil1.(..Pil2.Pil3.) Torre = ATC Avvicinamento (Approch) / Radar = Avv. AWACS

Dettagli

Il volo in formazione

Il volo in formazione Il volo in formazione Questo tutorial si prefigge di fornire i rudimenti di base preliminari al volo in formazione ed è quindi necessaria la sua lettura prima di iniziare ad effettuare i primi voli. L

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA FACOLTA DI INGEGNERIA LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA CIVILE

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA FACOLTA DI INGEGNERIA LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA CIVILE UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA FACOLTA DI INGEGNERIA LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI ED ELIPORTUALI LECTURE 06 CARATTERISTICHE FISICHE DELLE

Dettagli

I servizi del traffico aereo

I servizi del traffico aereo TURIN FLYING INSTITUTE I servizi del traffico aereo Circolazione aerea Carlo Molino A.S 2007/08 1.1 Il servizio del traffico aereo Gli stati membri dell ICAO sono tenuti ad indicare,in accordo con quanto

Dettagli

APPROFONDIMENTI E INTEGRAZIONI AL CAPITOLO XIV GIORNALE NAUTICO LIBRO III CONSEGNE DEL COMANDANTE

APPROFONDIMENTI E INTEGRAZIONI AL CAPITOLO XIV GIORNALE NAUTICO LIBRO III CONSEGNE DEL COMANDANTE APPROFONDIMENTI E INTEGRAZIONI AL CAPITOLO XIV GIORNALE NAUTICO LIBRO III CONSEGNE DEL COMANDANTE LINEAMENTI DI NAVIGAZIONE AEREA Parte II a a cura del Comandante Pilota Leonardo LELLA La navigazione aerea,

Dettagli

GUIDA ALLA PIANIFICAZIONE DI ROTTA IFR INTRODUZIONE

GUIDA ALLA PIANIFICAZIONE DI ROTTA IFR INTRODUZIONE GUIDA ALLA PIANIFICAZIONE DI ROTTA IFR INTRODUZIONE In questo documento cercheremo di fornire una piccola guida per una corretta pianificazione di un volo secondo le regole IFR (Instrumental Flight Rules),

Dettagli

Il-2 Sturmovik: 1946 v.4.10m

Il-2 Sturmovik: 1946 v.4.10m Il-2 Sturmovik: 1946 v.4.10m TUTORIAL SULL ATTERRAGGIO CON SISTEMA LORENZ Il sistema Lorenz, antesignano dell'attuale ILS, è in dotazione a numerosi caccia e bombardieri della Luftwaffe. Un sistema simile

Dettagli

SKI CANADA Evento Radio Range Istruzioni per lʼevento. Vedo di scrivere le operazioni nel dettaglio.

SKI CANADA Evento Radio Range Istruzioni per lʼevento. Vedo di scrivere le operazioni nel dettaglio. SKI CANADA Evento Radio Range Istruzioni per lʼevento Vedo di scrivere le operazioni nel dettaglio. Da Ottawa si segue la RED1 (Canada) passando per la stazione di Stirling quindi ad incrociare la Amber

Dettagli

REGOLAMENTO REGOLE DELL ARIA ITALIA

REGOLAMENTO REGOLE DELL ARIA ITALIA REGOLAMENTO REGOLE DELL ARIA ITALIA Edizione 2 del 25 marzo 2015 Regole dell Aria Italia Ed. 2 pag. 2 di 22 STATO DI AGGIORNAMENTO Emendamento Data Delibera N Edizione 1 18/11/2014 Delibera 51/2014 Emendamento

Dettagli

Descrizione dei sistemi. Utilizzo nelle procedure di avvicinamento strumentali di precisione. FlightSimulation.it 1998-2004 All rights

Descrizione dei sistemi. Utilizzo nelle procedure di avvicinamento strumentali di precisione. FlightSimulation.it 1998-2004 All rights Navigazione Descrizione dei sistemi ILS Instrumental Landing System Utilizzo nelle procedure di avvicinamento strumentali di precisione. DESCRIZIONE GENERALE L ILS o Instrumental Landing System, è uno

Dettagli

RAIT.4003 Deroga al preavviso per la presentazione dei piani di volo per operazioni speciali

RAIT.4003 Deroga al preavviso per la presentazione dei piani di volo per operazioni speciali RAIT.4003 Deroga al preavviso per la presentazione dei piani di volo per operazioni speciali a) Il piano di volo può essere presentato senza preavviso per le seguenti categorie di voli: 1) antincendio;

Dettagli

PIANIFICAZIONE VFR STEP BY STEP

PIANIFICAZIONE VFR STEP BY STEP IBN EDITORE prof. Francesco Iaccarino 1 PIANIFICAZIONE VFR STEP BY STEP Stabilire l aeroporto di partenza e di arrivo. Individuare le frequenze di comunicazione e di navigazione (DME, ADF, VOR, ILS). Effettuare

Dettagli

Traino Aliante Manuale Operativo I-RF-083. Ed. 2 - Rev. 0 01.01.2012. Traino Aliante. Manuale Operativo

Traino Aliante Manuale Operativo I-RF-083. Ed. 2 - Rev. 0 01.01.2012. Traino Aliante. Manuale Operativo I-RF-083 Traino Aliante Page 2 di 16 INTENTIONALLY BLANK Page 3 di 16 Sommario 1 Parte generale... 4 1.1 Tipi di traino... 4 1.2 Aeromobili trainatori... 4 1.3 Piloti trainatori... 4 1.4 Condizioni minime

Dettagli

Volare nel cielo sopra la Terra e l Acqua. C o n g r a n d e s i c u r e z z a

Volare nel cielo sopra la Terra e l Acqua. C o n g r a n d e s i c u r e z z a Volare nel cielo sopra la Terra e l Acqua. C o n g r a n d e s i c u r e z z a TRAFFICO AEREO S.A.T. Security air traffic E il traffico operativo militare svolto per la sicurezza nazionale ; comprende

Dettagli

PIANIFICAZIONE IFR. IBN EDITORE www.ibneditore.it IBN EDITORE. prof. Francesco Iaccarino 1. iaccarinofr@gmail.com

PIANIFICAZIONE IFR. IBN EDITORE www.ibneditore.it IBN EDITORE. prof. Francesco Iaccarino 1. iaccarinofr@gmail.com Ottimizzato per Microsoft PowerPoint 2010 versione del 01 12/10/2013 PIANIFICAZIONE IFR IBN EDITORE www.ibneditore.it prof. Francesco Iaccarino iaccarinofr@gmail.com www.itismarconipadova.it Per eventuali

Dettagli

di Gianluca Fusco MED1371 FOR SIMULATION USE ONLY

di Gianluca Fusco MED1371 FOR SIMULATION USE ONLY di Gianluca Fusco FOR SIMULATION USE ONLY VOR - DME NAV Il DME (Distance Measuring Equipment) è un sistema trasmissivo a due vie che consente di fornire la distanza tra l'aeromobile e l'apparato DME al

Dettagli

25 TROFEO CITTA DI LUGO

25 TROFEO CITTA DI LUGO 25 TROFEO CITTA DI LUGO Aeroporto Lugo di Romagna (LIDG) 08-09-10-11 Luglio 2010 Gara di acrobazia aerea Per i giudici di gara Per i partecipanti 1 NORME PER LE OPERAZIONI DI VOLO 2 PARTE PRIMA NORME PER

Dettagli

ATC nell area di Milano. Voghera 26 Gennaio 2014

ATC nell area di Milano. Voghera 26 Gennaio 2014 ATC nell area di Milano Voghera 26 Gennaio 2014 AIP Italia Struttura AIP Italia: È composta da 3 parti ognuna delle quali a sua volta è suddivisa in paragrafi che scendono nei particolari degli argomenti

Dettagli

How to fly it Cessna 172 Skyhawk

How to fly it Cessna 172 Skyhawk How to fly it Cessna 172 Skyhawk Manuale di volo base per X-Plane 7.10 - Realizzazione febbraio 2004 - SBP Perchè questo manuale e a chi è destinato Ho conosciuto tante persone, appassionate di computer

Dettagli

Traduzione dell articolo ACHIEVING THE BEST ANGLE di Ed Kolano tratto dalla rivista Sport Aviation di dicembre 2000.

Traduzione dell articolo ACHIEVING THE BEST ANGLE di Ed Kolano tratto dalla rivista Sport Aviation di dicembre 2000. Traduzione dell articolo ACHIEVING THE BEST ANGLE di Ed Kolano tratto dalla rivista Sport Aviation di dicembre 2000. Otteniamo il miglior angolo di salita. Riduzione dei dati di prestazione in salita,

Dettagli

IMPARIAMO A LEGGERE LE CARTE AERONAUTICHE

IMPARIAMO A LEGGERE LE CARTE AERONAUTICHE IMPARIAMO A LEGGERE LE CARTE AERONAUTICHE BREVE GUIDA PER PILOTI DI PARAPENDIO E DELTAPLANO redatta con il supporto dell amico, socio e pilota Daniele Baranzini Pagina 1 La presente dispensa si pone come

Dettagli

LIBP Pescara Virtual vloa ACC Brindisi Pescara APP

LIBP Pescara Virtual vloa ACC Brindisi Pescara APP LETTERA DI ACCORDO virtuale Tra ACC Brindisi e Pescara APP Lo scopo della seguente lettera di accordo è quello di stabilire le procedure operative che devono essere applicate tra Brindisi e Pescara nella

Dettagli

748.121.11 Ordinanza del DATEC concernente le norme di circolazione per aeromobili

748.121.11 Ordinanza del DATEC concernente le norme di circolazione per aeromobili 748.121.11 Ordinanza del DATEC concernente le norme di circolazione per aeromobili (ONCA) del 20 maggio 2015 (Stato 15 luglio 2015) Il Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e

Dettagli

Strumenti di navigazione radio-goniometrica (strumenti di bordo per la navigazione VFR; le Radiali VOR)

Strumenti di navigazione radio-goniometrica (strumenti di bordo per la navigazione VFR; le Radiali VOR) Strumenti di navigazione radio-goniometrica (strumenti di bordo per la navigazione VFR; le Radiali VOR) Il sistema di Radionavigazione richiede l installazione, sia a terra che a bordo, di dispositivi

Dettagli

ITALIANO. Guida rapida GPS 100 S RICEVITORE PER LA NAVIGAZIONE SATELLITARE. Le istruzioni per iniziare velocemente! Niente si avvicina ad un Cobra

ITALIANO. Guida rapida GPS 100 S RICEVITORE PER LA NAVIGAZIONE SATELLITARE. Le istruzioni per iniziare velocemente! Niente si avvicina ad un Cobra ITALIANO Guida rapida GPS 100 S RICEVITORE PER LA NAVIGAZIONE SATELLITARE Le istruzioni per iniziare velocemente! Niente si avvicina ad un Cobra GPS 100 S RICEVITORE GPS Tasto ZOOM INDIETRO Tasto ZOOM

Dettagli

Il controllo del traffico Aereo

Il controllo del traffico Aereo Il controllo del traffico Aereo Dispensa a cura di Giulio Di Pinto (MED107) Rev. 03 - Mar/11 1 Il controllo del traffico aereo (ATC - Air Traffic Control) è quell'insieme di regole ed organismi che contribuiscono

Dettagli

Manuale per il plugin formation

Manuale per il plugin formation Manuale per il plugin formation Ciao amici, ho scritto questo manuale per aiutarvi ad utilizzare al meglio il plugin formation. Prima di iniziare vediamo di descrivere a cosa serve: il plugin formation

Dettagli

Tutorial autopilota e procedure (versione del tutorial: v1.0b)

Tutorial autopilota e procedure (versione del tutorial: v1.0b) Topflightaustin.com MD-80 Series per X-Plane Tutorial autopilota e procedure (versione del tutorial: v1.0b) a cura di Claudio Fogliato Introduzione Questo tutorial ha lo scopo di integrare il manuale a

Dettagli

TRAFFICO AEREO MODULO 3 STRIP MARKING

TRAFFICO AEREO MODULO 3 STRIP MARKING TRAFFICO AEREO MODULO 3 STRIP MARKING 1 1 Strip Marking... 3 1.1 Introduzione... 3 1.2 Compilazione strisce progresso volo... 3 1.3 Metodo Di Compilazione Strip Marking... 3 1.4 Modelli Di Strisce Progresso

Dettagli

FONIA DI BASE PER UN VOLO IFR

FONIA DI BASE PER UN VOLO IFR FONIA DI BASE PER UN VOLO IFR BOLOGNA GROUND BUONGIORNO, ALITALIA 1234 CON VOI PER PROVA RADIO BOLOGNA GROUND GOOD MORNING, ALITALIA 1234 WITH YOU FOR RADIO CHECK ALITALIA 1234, BOLOGNA GROUND BUONGIORNO

Dettagli

ITALIANO. Guida rapida GPS 100 RICEVITORE PER LA NAVIGAZIONE SATELLITARE. Le istruzioni per iniziare velocemente! Niente si avvicina ad un Cobra

ITALIANO. Guida rapida GPS 100 RICEVITORE PER LA NAVIGAZIONE SATELLITARE. Le istruzioni per iniziare velocemente! Niente si avvicina ad un Cobra ITALIANO Guida rapida GPS 100 RICEVITORE PER LA NAVIGAZIONE SATELLITARE Le istruzioni per iniziare velocemente! Niente si avvicina ad un Cobra GPS 100 RICEVITORE GPS Tasto ZOOM INDIETRO Tasto ZOOM AVANTI

Dettagli

ANS Training Navigazione

ANS Training Navigazione CAPITOLO 7 LE CARTE AERONAUTICHE Cartografia: Arte e scienza della rappresentazione del territorio. La carta è una rappresentazione piana e ridotta della superficie terrestre. Quindi, per arrivare alla

Dettagli

INCONVENIENTE GRAVE a/m Beech 36, marche N767CM

INCONVENIENTE GRAVE a/m Beech 36, marche N767CM INCONVENIENTE GRAVE a/m Beech 36, marche N767CM Tipo dell aeromobile e marche Beech 36 (BE36), marche N767CM. Data e ora 15 giugno 2005, ore 14.45 3. Località dell evento Descrizione dell evento Aeroporto

Dettagli

Marco Fantauzzi 2010 - Mondo Gino Lisa - www.ginolisa.it

Marco Fantauzzi 2010 - Mondo Gino Lisa - www.ginolisa.it ANALISI DATI METAR AEROPORTO GINO LISA FOGGIA Introduzione I dati Metar (METeorological Aerodrome Report) sono messaggi meteorologici relativi ad un aeroporto che contengono le seguenti informazioni: 1.

Dettagli

Antonio Golfari GLI SPAZI AEREI

Antonio Golfari GLI SPAZI AEREI Antonio Golfari GLI SPAZI AEREI Febbraio, 2006 PARTE 1: GLI SPAZI AEREI In questa sezione cercheremo di spiegare come è strutturato il cielo per chi lo percorre a bordo di un aeromobile. Non può e non

Dettagli

Definizioni. Aerodrome beacon (faro di aerodromo). Un faro aeronautico usato per indicare dall alto la collocazione di un aerodromo.

Definizioni. Aerodrome beacon (faro di aerodromo). Un faro aeronautico usato per indicare dall alto la collocazione di un aerodromo. Introduzione Quante volte ci siamo chiesti quale strano significato abbia una striscia sulla pista o perché a volte ci sono luci bianche lampeggianti sulla soglia pista e altre volte no? Bene, cerchiamo

Dettagli

DFY Flight Center - Manuale d uso

DFY Flight Center - Manuale d uso DFY Flight Center - Manuale d uso Generalità DreamFly Flight Center è il nuovo sistema, sviluppato e creato appositamente da DreamFly, che permette di gestire le varie tipologie di volo che sono: Scheduled

Dettagli

AERO CLUB CREMONA Associazione Sportiva Dilettantistica

AERO CLUB CREMONA Associazione Sportiva Dilettantistica REGOLAMENTO DI GARA GARA DEL TORRAZZO 2016 1. L'Aero Club di Cremona con sede in Cremona organizza per i giorni 25 e 26 giugno 2016 in alternativa nei giorni 9 e 10 luglio 2016 la gara RALLY di REGOLARITA

Dettagli

Come preparare un (buon) piano di volo IFR per il volo online

Come preparare un (buon) piano di volo IFR per il volo online Come preparare un (buon) piano di volo IFR per il volo online Lo scopo di questi appunti è fornire una rapida guida per la preparazione di un piano di volo IFR per il volo online. Il tutorial è complementare

Dettagli

Presentazione della pratica online

Presentazione della pratica online Presentazione della pratica online Dalla prima pagina del sito del comune http://www.comune.ficulle.tr.it/, selezionate Sportello Unico Attività Produttive ed Edilizia Selezionate ora ACCEDI nella schermata

Dettagli

Cagliari Approach (118.75 MHz) CIT 124

Cagliari Approach (118.75 MHz) CIT 124 Cagliari Approach (118.75 MHz) CIT 124 04:37:57 CIT Approach good morning, Charlie India Tango one two four, we are descending to flight level niner zero (Avvicinamento buongiorno, CIT 124, stiamo scendendo

Dettagli

INCONVENIENTE GRAVE aeromobile Socata TB 9, marche I-IAEP

INCONVENIENTE GRAVE aeromobile Socata TB 9, marche I-IAEP INCONVENIENTE GRAVE aeromobile Socata TB 9, marche I-IAEP Tipo dell aeromobile e marche Data e ora Località dell evento Descrizione dell evento Esercente dell aeromobile Natura del volo Persone a bordo

Dettagli

Letter Of Agreement. IVAO Italia - LoA Interna 2012. Treviso APP - Padova ACC. Marco Milesi - LIPP-ACH. Massimo Soffientini. Simone Amerini - IT-AOAC

Letter Of Agreement. IVAO Italia - LoA Interna 2012. Treviso APP - Padova ACC. Marco Milesi - LIPP-ACH. Massimo Soffientini. Simone Amerini - IT-AOAC Letter Of Agreement Treviso APP - Padova ACC Aprile 2012 Marco Milesi - LIPP-CH Massimo Soffientini - LIPP-ACH Simone Amerini - IT-AOAC INDICE: 1. Generalità 1.1 - Scopo 2. Area di responsabilità e delega

Dettagli

Politecnico di Bari. Costruzioni di strade, ferrovie e aeroporti Prof. Pasquale Colonna A.A. 2008-2009. Aeroporti

Politecnico di Bari. Costruzioni di strade, ferrovie e aeroporti Prof. Pasquale Colonna A.A. 2008-2009. Aeroporti Aeroporti Politecnico di Bari La regolazione del traffico aereo La regolazione del traffico aereo (1) Le caratteristiche del trasporto aereo rendono necessarie la cooperazione internazionale L attività

Dettagli

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica parte 2/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica parte 2/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica GLI AEROPORTI parte 2/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Airside: classificazione degli aeroporti Gli aeroporti sono classificati in diversi modi.

Dettagli

CAF2- CORSO ADDESTRAMENTO FALCON II LEZIONE #8 IL BULLSEYE

CAF2- CORSO ADDESTRAMENTO FALCON II LEZIONE #8 IL BULLSEYE LEZIONE #8 IL BULLSEYE NEL TESTO CHE SEGUE, OPERA DI LUCA"SPEED" BONGARZONE, VIENE FORNITA UN'IDEA IMMEDIATA E ACCESSIBILE DI COME FUNZIONA IL BULLSEYE, CON ESEMPI SEMPLICI E INTUITIVI. SEGUE POI UN TESTO

Dettagli

CAPITOLO 7 - DISPOSITIVI DI SEGNALAZIONE, SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE

CAPITOLO 7 - DISPOSITIVI DI SEGNALAZIONE, SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE CAPITOLO 7 - DISPOSITIVI DI SEGNALAZIONE, SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE 1 INTRODUZIONE 1.1 I dispositivi di segnalazione e le segnaletiche orizzontali e verticali forniscono ai piloti guida e informazioni.

Dettagli

Aero Club Parma gara ae.c.pr 2015 pag 1

Aero Club Parma gara ae.c.pr 2015 pag 1 Aero Club Parma gara ae.c.pr 2015 pag 1 GARA AEREA TERRE VERDIANE 2015 REGOLAMENTO PARTICOLARE b1 1. L'Aeroclub 'Gaspare Bolla' di PARMA con sede in Via Adriano Mantelli 19A, 43126 Parma organizza sull

Dettagli

Questa guida vi illustrerà i principali passaggi da eseguire per l'inserimento dei Bandi di gara.

Questa guida vi illustrerà i principali passaggi da eseguire per l'inserimento dei Bandi di gara. Piccolo Manuale Manuale Pt 1ª Registrazione (Login) Questa guida vi illustrerà i principali passaggi da eseguire per l'inserimento dei Bandi di gara. Riceverete una email contenente: Link della vostra

Dettagli

Controllo del traffico Aereo

Controllo del traffico Aereo All epoca del debutto dell aeronautica alla fine del diciannovesimo secolo, non ci si preoccupava di organizzare e controllare il traffico Aereo. L obiettivo era quello semplicemente di crearlo un Traffico

Dettagli

ADF. PROGETTO AEROPORTO FROSINONE Strutture ed infrastrutture aeroportuali ed eliportuali e loro integrazione con le reti di mobilità terrestre

ADF. PROGETTO AEROPORTO FROSINONE Strutture ed infrastrutture aeroportuali ed eliportuali e loro integrazione con le reti di mobilità terrestre www.aeroportofrosinone.it AEROPORTO PROGETTO AEROPORTO FROSINONE Strutture ed infrastrutture aeroportuali ed eliportuali e loro integrazione con le reti di mobilità terrestre Progetto Aeroporto Frosinone

Dettagli

Capitolo 11 REGOLE DELL ARIA. Elab. F.Tinarelli

Capitolo 11 REGOLE DELL ARIA. Elab. F.Tinarelli Capitolo 11 REGOLE DELL ARIA Elab. F.Tinarelli 1. INTRODUZIONE Il complesso delle norme istituite allo scopo di garantire la sicurezza e la regolarità dei voli viene definito "Regole dell'aria". Queste

Dettagli

Primi passi per volare on-line sul Network di IVAO

Primi passi per volare on-line sul Network di IVAO Primi passi per volare on-line sul Network di IVAO 1 ) L iscrizione ad IVAO: andate alla pagina http://www.ivao.it/misc/iscrizione/iscrizione1.htm N.B. Ad avvenuta iscrizione IVAO provvederà ad inviarti

Dettagli

Guida di decollo e atterraggio

Guida di decollo e atterraggio Guida di decollo e atterraggio 2 x-plane 8 - Guida di decollo e atterraggio Indice In pista 3 A-380 3 Aeroporto di Parigi Charles de Gaulle 3 Piano di volo 3 Computer di volo (FMC) 4 Torre di controllo

Dettagli

Tutorial Airbus 320 Wilco

Tutorial Airbus 320 Wilco Tutorial Airbus 320 Wilco Di Luca Bonadei (revisione di A. Gespi) In questo tutorial prenderemo in considerazione un volo effettuato con un Airbus A320 da Milano Malpensa a Roma Fiumicino (LIMC-LIRF).

Dettagli

AIP Italia AD 2 LIMJ 6-3. Procedura di salita iniziale RWY 28 Initial climb procedure RWY 28 REMARKS IXITO. REMARKS

AIP Italia AD 2 LIMJ 6-3. Procedura di salita iniziale RWY 28 Initial climb procedure RWY 28 REMARKS IXITO. REMARKS AIP Italia AD 2 LIMJ 6-3 PROCEDURE DI SALITA INIZIALE INITIAL CLIMB PROCEDURES Procedura di salita iniziale RWY 28 Initial climb procedure RWY 28 Dopo il decollo continuare prua pista fino ad 1.5 NM SES

Dettagli

IMPARIAMO A LEGGERE LE CARTE AERONAUTICHE

IMPARIAMO A LEGGERE LE CARTE AERONAUTICHE IMPARIAMO A LEGGERE LE CARTE AERONAUTICHE PICCOLA GUIDA PER I PILOTI DI PARAMOTORE Nota: La presente dispensa si pone come semplice ausilio all interpretazione della carte aeronautiche e delle relative

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DEL PROGRAMMA TUTTORIFIUTI PER L ACCESSO AUTENTICATO AL PORTALE WEB WWW.TUTTORIFIUTI.IT

GUIDA ALL UTILIZZO DEL PROGRAMMA TUTTORIFIUTI PER L ACCESSO AUTENTICATO AL PORTALE WEB WWW.TUTTORIFIUTI.IT GUIDA ALL UTILIZZO DEL PROGRAMMA TUTTORIFIUTI PER L ACCESSO AUTENTICATO AL PORTALE WEB WWW.TUTTORIFIUTI.IT Versione 1.0 Per assistenza tecnica e per qualsiasi informazione contattare il Numero Verde 1

Dettagli

Leggere le Carte. In questa sezione cercheremo di spiegare come si leggono le carte aeronautiche.

Leggere le Carte. In questa sezione cercheremo di spiegare come si leggono le carte aeronautiche. In questa sezione cercheremo di spiegare come si leggono le carte aeronautiche. Non può e non vuole essere esaustiva sull'argomento, in quanto esula dalle intenzioni di questo tutorial. Si presume però

Dettagli

In questo tutorial verrà spiegato come scaricare, installare e far funzionare il network VATSIM sul vostro FSX.

In questo tutorial verrà spiegato come scaricare, installare e far funzionare il network VATSIM sul vostro FSX. In questo tutorial verrà spiegato come scaricare, installare e far funzionare il network VATSIM sul vostro FSX. Per prima cosa bisogna capire cos è VATSIM: http://www.vatsim.net è un network che raccoglie

Dettagli

ALTIMETRIA E REGOLAGGIO ALTIMETRICO

ALTIMETRIA E REGOLAGGIO ALTIMETRICO ALTIMETRIA E REGOLAGGIO ALTIMETRICO 1. Introduzione Quota e livello sono termini generici riferiti alla posizione verticale di un aereo in volo che indicano, a seconda dei casi, un altezza, un altitudine

Dettagli

INCONVENIENTE GRAVE aeromobile B737, volo THY 1874

INCONVENIENTE GRAVE aeromobile B737, volo THY 1874 INCONVENIENTE GRAVE aeromobile B737, volo THY 1874 Tipo dell aeromobile e volo Boeing 737-800, volo THY 1874. Data e ora Località dell evento Descrizione dell evento Esercente dell aeromobile Natura del

Dettagli

OGGETTO: SEGNALAZIONE INCIDENTI DI VOLO /INCONVENIENTI DI VOLO

OGGETTO: SEGNALAZIONE INCIDENTI DI VOLO /INCONVENIENTI DI VOLO AERO CLUB D'ITALIA Prot. nr.: TO - S.V./ 00031917-30.11.2011 Roma, 10 gennaio 2012 CIRCOLARE NR: 44 / 2011 Ai PRESIDENTI AERO CLUB FEDERATI PRESIDENTI ASSOCIAZIONI AGGREGATE DIRETTORI DELLE SCUOLE DI VOLO

Dettagli

Il Volo VFR Di Ruggero Osto Versione documento 1.2

Il Volo VFR Di Ruggero Osto Versione documento 1.2 Il Volo VFR Di Ruggero Osto Versione documento 1.2 Il volo VFR (Visual Flight Rules) differisce per molti aspetti da quello IFR. In questo documento, che non ha alcuna pretesa di rigore, si cercherà di

Dettagli

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-492

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-492 Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-492 Parte 1 - AERODINAMICA Parte 2 - METEOROLOGIA Parte 3 - TECNOLOGIA E PRESTAZIONI DEGLI APPARECCHI VDS Parte 4 -

Dettagli

FlyWise contiene al suo interno il più completo database di aereoporti, campi di volo, aviosuperfici, punti di riporto, radioaiuti e spazi aerei.

FlyWise contiene al suo interno il più completo database di aereoporti, campi di volo, aviosuperfici, punti di riporto, radioaiuti e spazi aerei. FlyWise Navigare con saggezza. FlyWise è un sistema di navigazione completo dedicato ai piloti, che vi aiuta in ogni aspetto della vostra navigazione. Un sistema pensato per rispondere velocemente alle

Dettagli

Versione 2.2 del 22 10 2014

Versione 2.2 del 22 10 2014 Pc Dealer s.r.l. Via Pentelete, 137-80044 - OTTAVIANO ( Na ) Tel. 081-8279343 pbx - Fax 081 8279834 E-Mail: info@pcdealer.it Sito internet : www.pcdealer.it Nota introduttiva : il presente manuale nasce

Dettagli

LA STRUTTURA DEL SITO

LA STRUTTURA DEL SITO LA STRUTTURA DEL SITO è molto semplice: Nella parte superiore c è il logo di Radio Maria il tasto per ASCOLTARE la diretta online - il link a World Family dove troverete le Radio Maria sparse in tutto

Dettagli

Via Attilio Benigni, 53-00156 Roma - Tel. +39 06 8207 8219-06 8207 8200, Fax +39 06 8273 672 - www.ansv.it

Via Attilio Benigni, 53-00156 Roma - Tel. +39 06 8207 8219-06 8207 8200, Fax +39 06 8273 672 - www.ansv.it Incidente occorso in data 2 febbraio 2013, sull aeroporto di Roma Fiumicino, all aeromobile ATR 72 marche di identificazione YR-ATS: raccomandazioni di sicurezza relative alle operazioni di ricerca e soccorso.

Dettagli

Assistenza al volo. Corso di Trasporti Aerei Anno Accademico 2008-2009 Prof. L. La Franca

Assistenza al volo. Corso di Trasporti Aerei Anno Accademico 2008-2009 Prof. L. La Franca Corso di Trasporti Aerei Anno Accademico 2008-2009 Prof. L. La Franca Assistenza al volo Sommario Servizi di assistenza al volo Suddivisione e tipologie degli spazi aerei La suddivisione operativa degli

Dettagli

Logica Numerica Approfondimento 1. Minimo Comune Multiplo e Massimo Comun Divisore. Il concetto di multiplo e di divisore. Il Minimo Comune Multiplo

Logica Numerica Approfondimento 1. Minimo Comune Multiplo e Massimo Comun Divisore. Il concetto di multiplo e di divisore. Il Minimo Comune Multiplo Logica Numerica Approfondimento E. Barbuto Minimo Comune Multiplo e Massimo Comun Divisore Il concetto di multiplo e di divisore Considerato un numero intero n, se esso viene moltiplicato per un numero

Dettagli

ELEMENTI DI TEORIA DEL VOLO E CULTURA AERONAUTICA

ELEMENTI DI TEORIA DEL VOLO E CULTURA AERONAUTICA ELEMENTI DI TEORIA DEL VOLO E CULTURA AERONAUTICA Esercitazioni Dopo avere letto attentamente il testo rispondi alle domande di seguito elencate scegliendo la risposta che ritieni corretta. In alcuni casi

Dettagli

Ente Nazionale per l'aviazione Civile. Regolamento. Operazioni Ogni Tempo nello Spazio Aereo Nazionale

Ente Nazionale per l'aviazione Civile. Regolamento. Operazioni Ogni Tempo nello Spazio Aereo Nazionale Ente Nazionale per l'aviazione Civile Regolamento Operazioni Ogni Tempo nello Spazio Aereo Nazionale Edizione 1-30/06/2003 REGOLAMENTO ENAC Operazioni ogni tempo nello spazio aereo nazionale Art. 1 Definizioni

Dettagli

SERVIZIO DI CONTROLLO DI AVVICINAMENTO

SERVIZIO DI CONTROLLO DI AVVICINAMENTO Capitolo 18 SERVIZIO DI CONTROLLO DI AVVICINAMENTO Elab. D. Colella INDICE Prefazione e Generalità 1. Generalitá 1.1 Responsabilità per la fornitura del Servizio di controllo di avvicinamento 2. DIVISIONE

Dettagli

REGOLAMENTO della AVIOSUPERFICIE DI OLIVOLA

REGOLAMENTO della AVIOSUPERFICIE DI OLIVOLA Aviosuperficie OLIVOLA Gestore Anna ACCETTO AERO CLUB BENEVENTO Gen. Nicola COLLARILE REGOLAMENTO della AVIOSUPERFICIE DI OLIVOLA 1 COPIA N. Pubblicazione edita per gli utenti solo in formato digitale

Dettagli

I primi passi con Microsoft Flight Simulator

I primi passi con Microsoft Flight Simulator I primi passi con Microsoft Flight Simulator Sommario I primi passi con Microsoft Flight Simulator... 1 Sommario... 1 Da dove comincio?... 1 Preliminari... 2 Uno sguardo all aereo... 3 Gli strumenti base...

Dettagli