CRS è una società di consulenza direzionale che si colloca nella fascia delle piccole strutture specialistiche e innovative

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CRS è una società di consulenza direzionale che si colloca nella fascia delle piccole strutture specialistiche e innovative"

Transcript

1 COMPANY PROFILE

2 CHI SIAMO CRS è una società di consulenza direzionale che si colloca nella fascia delle piccole strutture specialistiche e innovative Intende differenziarsi per l'elevata specializzazione, garantita da consulenti con elevata esperienza, di forti collegamenti con il mondo scientifico e della ricerca in ambito sanitario e della pubblica amministrazione

3 STRUTTURA ORGANIZZATIVA PARTNER DIRETTORE SCIENTIFICO B.U. SANITA B.U. PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI B.U. INDUSTRIA CONSULENTI INTERNI CONSULENTI ESTERNI SENIOR ADVISORS

4 STRUTTURA ORGANIZZATIVA STRUTTURA INTERNA Partners : A. Campana, G. Samuelli Ferretti, Virgilio Ritzu Project Leader : C. Bellotti, Senior Consultants : G. Lapadula Consultants: E. Marino Stageur : V. Sala, G. Avallone, F. Carlomagno Senior Advisors Interni : A. Marini, A. Scopa, R. Ricciardi Staff Amministrativo : A. Rendina Direzione Scientifica : Prof. Walter Ricciardi ALTRI ADVISORS Senior Advisors/Consulenti Esterni : P. Stacchiola, V. Favaretti, M. Riccioni, N. Signorelli, M. Guerritore (Niguarda), G. Maresca, O. Frascone, R. Gioia, M. L. Specchia, G. De Belvis Consulenti esterni : C. Aversa, S. Longhi, A. Lazzari

5 PARTNER Alessandro Campana, laureato in Economia e Commercio, ha conseguito la specializzazione ITP (International Teachers Programs) alla London Business School. Managing Director presso primarie aziende del settore della consulenza. Esperto a livello internazionale di processi clinici e modelli di sistemi sanitari. E' docente di Scienze economiche e gestionali nell Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. E' autore di numerosi articoli e pubblicazioni. Giacomo Samuelli Ferretti, laureato in Ingegneria, ha conseguito il MBA alla università Bocconi di Milano. E stato dirigente presso aziende internazionali nell ambito della consulenza e dell ICT. Esperto di misurazione di processi e risultati nell ambito delle aziende pubbliche e sanitarie. Ha svolto numerose docenze presso università pubbliche e scritto articoli e pubblicazioni. Virgilio Ritzu, laureato in Economia Aziendale presso l Università degli Studi di Roma La Sapienza, ha conseguito il MBA alla LUISS Business School di Roma. Esperto nella consulenza di direzione in ambito sanitario con particolare riferimento ai temi della strategia e dell organizzazione, della qualità dell assistenza e dell innovazione, del controllo direzionale e del performance management. E' autore di numerosi articoli e pubblicazioni e ha svolto una intensa attività formativa sui temi dell Healthcare Management. DIRETTORE SCIENTIFICO Walter Ricciardi, Professore Ordinario di Igiene presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli dell Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, di cui ne è vice-preside. Direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica, ricopre diversi incarichi in società scientifiche focalizzate sull organizzazione e la programmazione sanitaria, e in organismi istituzionali di livello nazionale e internazionale.

6 Nel periodo il fatturato di CRS è raddoppiato (+108%). Nello stesso periodo, i crediti e i debiti si sono progressivamente ridotti per effetto della diminuzione dei tempi di pagamento e dell indebitamento verso le banche. Composizione del fatturato tra i settori (2013) 21% 36% 43% Sanità PPAA Industria (dal 1 marzo) Fatturato Trend (dati provvisori) Andamento Crediti e Debiti Trend (mgl di ) Crediti Debiti (dal 1 marzo) (dati provvisori)

7 CHI SIAMO SETTORI SERVIZI PRODOTTI CLIENTI CONTATTI ALLEGATI QUALITA CRS (sede di Roma) è una società certificata ISO L oggetto della Certificazione: «Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza di direzione. Studi di fattibilità e valutazione di investimenti. Analisi organizzative e di processo, anche propedeutiche alla identificazione di soluzioni ICT. Trasferimento tecnologico e valorizzazione della ricerca. Sistemi di controllo direzionale e supporto alla gestione di progetti complessi».

8 Sanità e previdenza con particolare riguardo alla gestione strategica delle aziende sanitarie, agli strumenti organizzativi impiegati per il loro governo, alla misurazione e valutazione sia degli aspetti assistenziali sia di quelli gestionali. Pubbliche Amministrazioni con riferimento alla realizzazione di sistemi di controllo di gestione per aziende pubbliche centrali e sistemi di misurazione della qualità dell azione degli enti pubblici locali. Industria e servizi con riferimento al supporto di start up di imprese ed alla realizzazione di modelli per il trasferimento tecnologico ed alla realizzazione di portali di servizi

9 Strategia e Piani di Sviluppo. Supporto personalizzato alla definizione ed attuazione di strategie aziendali di crescita attraverso l elaborazione di Piani di Sviluppo. Misurazione dei risultati e sistemi di controllo. Valutazione delle performance e del conseguimento degli obiettivi della singola struttura. Sviluppo di modelli di controllo e successivo supporto nel processo di integrazione con i sistemi informativi preesistenti. Organizzazione e gestione del cambiamento. Interventi di riorganizzazione e valorizzazione dell Azienda e delle risorse umane. Innovazione e trasferimento tecnologico. Supporto ai processi di innovazione e trasferimento tecnologico di piccole e medie imprese al fine di aumentarne la competitività.

10 PRODOTTI E METODOLOGIE Sanità Optigov Pubblico Indipolicy/Pianificazione regionale Industria Easy tender Distrigov Sistema di Controllo PA Dr Foster Portali di accoglienza HeST Libera Professione, Fondi e Outsourcing

11 SANITÀ E PREVIDENZA OPTIGOV è una metodologia proprietaria di misurazione della qualità dei processi e delle procedure per il controllo della governance clinica delle strutture ospedaliere (AO, AOU, IRCCS, ). DISTRIGOV è una metodologia proprietaria che fornisce elementi di analisi decisionale e di benchmarking con i quali poter attuare azioni di miglioramento e definire azioni di governance clinica delle attività delle strutture sanitarie territoriali (ASL). DR FOSTER è una metodologia, di cui CRS è licenziatiaria esclusiva per il mercato italiano, che consente di acquisire i dati aziendali/regionali relativi ai ricoveri e fornire informazioni utili per la misurazione degli esiti clinici (indicatori di outcome).

12 SANITÀ E PREVIDENZA PORTALI DI ACCOGLIENZA E ORIENTAMENTO DEL PAZIENTE rappresentano uno strumento di erogazione di servizi di carattere informativo/relazionale verso cittadini, pazienti, famigliari, professionisti sanitari coinvolti, a vario titolo, in prestazioni sanitarie a livello territoriale. HeST consente alle Aziende Sanitarie di valutare le proprie capacità di governance sulle principali aree di costo inerenti le prestazioni assistenziali e le relative procedure organizzativo-gestionali. LIBERA PROFESSIONE, FONDI E OUTSOURCING, consiste in un approccio strutturato di definizione e/o revisione degli strumenti, regolamentari, organizzativi, informativi e di gestione esternalizzata, correlati alla gestione della libera professione nelle strutture sanitarie pubbliche, attraverso anche il coinvolgimento di Fondi integrativi ed Enti Mutualistici.

13 PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI INDIPOLICY/PIANIFICAZIONE REGIONALE è una metodologia di valutazione delle performance della Regione, attraverso la definizione ed utilizzo di una serie di indicatori di contesto e di risultato, relativi alle politiche di intervento dell'ente territoriale ed ai fondi erogati nel periodo. Tale metodologia costituisce uno strumento di supporto alla programmazione della Regione, grazie al monitoraggio dei risultati ottenuti ed al continuo confronto con realtà locali comparabili a livello nazionale ed internazionale. SISTEMA DI CONTROLLO PA è una metodologia di supporto alle Amministrazioni Pubbliche nella definizione ed attuazione di un modello di controllo (Pianificazione, Consuntivazione ed analisi scostamenti per centro di costo/attività) utile alla implementazione di un sistema informativo integrato con i sistemi operativi esistenti. INDUSTRIA E SERVIZI EASY TENDER è uno strumento che permette di gestire e tracciare lo svolgimento delle attività relative alle gare comunitarie, la gestione dei relativi prezzi e di valutare le politiche della concorrenza

14 SANITA E PREVIDENZA Agenas A.O. G. Salvini - Garbagnate Asl Oristano Asl Lanusei Asl Sassari Asl Nuoro A.O. Niguarda A.O. U. Udine A.O. U. Verona Fatebene Fratelli e Oftalmico - Milano Sanitanova Asl Matera Asl Potenza E-Care Asl Roma H Asl Rieti CTO Torino A.O. Cuneo PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Ministero dell'ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Ministero della Salute Regione Lazio Regione Lombardia Comune di Roma AVCP Eupolis Cestec INDUSTRIA E SERVIZI Pfizer Italia Abbott Cerim (UE) Sanofi Aventis spa Salus Service Johnson & Johnson Itas Vita spa Torino Wireless Ecopneus NBME (National Board of Medical Examiners)

15 PROPOSTE EMESSE SANITA E PREVIDENZA AO Catanzaro AO S. Carlo Potenza Assessorato Sanità Regione Basilicata Regione Friuli Direzione Sanità A.O. Udine A.O. U. Trieste A.O. Pordenone NBME ASL Roma B ASL Roma D ASL Cuneo PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Regione Abruzzo (Internazionalizzazione) Sviluppo Lazio Rete Sviluppo Lazio Premium Care Filas Centro per l innovazione AVCP MIPAF Regione Lazio (Controllo di gestione) Finlombarda INDUSTRIA E SERVIZI Abbott Pfizer

16 Università Reti di imprese Accordi di sviluppo

17 Milano Via Savona, Milano Roma Via Giovanni Nicotera n Roma Contatti

18 SCHEDE PRODOTTI

19 1 - Evidence Based Medicine 2 - Accountability 3 - Clinical audit 4 - Misurazione delle performance cliniche 5 - Valutazione e miglioramento delle attività clinica 6 - Health Technology Assessment 7 - Sistema di Qualità 8 - Risk management - Livello Azienda 8 - Risk management - Livello UO 9 - Informazione e partecipazione cittadino/paziente 1 - Evidence Based Medicine 2 - Accountability 3 - Clinical audit 4 - Misurazione delle performance cliniche 5 - Valutazione e miglioramento delle attività clinica 6 - Health Technology Assessment 7 - Sistema di Qualità 8 - Risk management - Livello Azienda 8 - Risk management - Livello UO 9 - Informazione e partecipazione cittadino/paziente OPTIGOV Metodologia per la misurazione del livello di adozione, da parte delle Aziende e dei Presidi ospedalieri, degli strumenti della clinical governance, necessari per migliorare la qualità dell assistenza e gli esiti clinici. La metodologia è strutturata in 180 domande con risposte chiuse e raccolta di evidenze documentali, che consentono al rilevatore, attraverso interviste al personale professionale e sanitario, di raccogliere le informazioni utili per valutare, anche attraverso la formalizzazione di analisi grafiche e quantitative, la qualità degli strumenti di gestione clinica. Presupposti Strutturali e Funzionali Inserire Inserire grafico grafico 59 A - Gestione risorse e servizi Aree della Clinical Governance 48 B - Cultura dell'apprendimento C - Ricerca e sviluppo D - Sistemi informativi I presupposti della Clinical Governance sono tutti abbastanza sviluppati, anche con punte significative I presupposti della Clinical Governance sono tutti abbastanza sviluppati, anche con L attuazione punte significative delle attività di clinical governance, e di tutte le sue estensioni, risulta consolidata più nel contesto universitario che in quello ospedaliero. Lo sviluppo è più marcato per gli aspetti hard (Sistemi Informativi e Gestione risorse L attuazione e servizi) ma delle gli aspetti attività soft di clinical non sono governance, distanti e di tutte le sue estensioni, risulta consolidata più nel contesto universitario che in quello ospedaliero. Lo sviluppo è più marcato per gli aspetti hard (Sistemi Informativi e Gestione risorse L EBM e servizi) viene praticata ma gli aspetti prevalentemente soft non sono dai distanti medici attraverso l utilizzo delle principali fonti di database. Questa situazione segnala un importante opportunità strategica per lo sviluppo della L EBM Clinical viene Governance; praticata èprevalentemente infatti possibile concepire dai medici interventi attraverso realizzabili l utilizzo in delle tempi principali fonti di database. Questa situazione segnala un importante opportunità strategica per lo sviluppo I della criteri Clinical di rintracciabilità Governance; degli è infatti clinici possibile e di concepire completezza interventi della realizzabili cartella clinica tempi sono stati definiti e diffusi, tuttavia appaiono poco recepiti. relativamente ridotti capaci di innalzare fortemente il livello dei presupposti I criteri di rintracciabilità degli atti clinici e di completezza della cartella clinica sono stati definiti e diffusi, tuttavia appaiono poco recepiti. relativamente ridotti capaci di innalzare fortemente il livello dei presupposti La misurazione delle performance cliniche e HTA risulta particolarmente avanzata. La misurazione delle performance cliniche e HTA risulta particolarmente avanzata. La valutazione delle performance delle singole SC e SSVD viene effettuata con indicatori che riflettono in modo attendibile la qualità e l appropriatezza dell assistenza. La valutazione delle performance delle singole SC e SSVD viene effettuata con indicatori che riflettono in modo attendibile la qualità e l appropriatezza dell assistenza. Le aree su cui occorre concentrare gli sforzi evolutivi sono il Sistema di qualità ed il Risk management. Le aree su cui occorre concentrare gli sforzi evolutivi sono il Sistema di qualità ed il Risk management. La comunicazione ed il coinvolgimento del paziente è estesa anche agli stranieri mediante l intervento dei mediatori culturali. La comunicazione ed il coinvolgimento del paziente è estesa anche agli stranieri mediante l intervento dei mediatori culturali. L Azienda presenta forti opportunità di avanzamento verso un completo sistema di Clinical Governance con interventi mirati e poco onerosi dal punto di vista dell investimento di L Azienda presenta forti opportunità di avanzamento verso un completo sistema di Clinical Governance con interventi mirati e poco onerosi dal punto di vista dell investimento di risorse (economiche od organizzative in generale). risorse (economiche od organizzative in generale) Evidence Based Medicine 8 Diffusione dell EBM/N nelle UU.OO Medici Infermieri 24 Risk Management: il livello Medici Altre professioni aziendale e le uu.oo Infermieri Altre professioni La La pratica pratica dell EBM è diffusa diffusa in in modo modo disomogeneo, con con valori valori più 21 più elevati elevati per per le le professionalità mediche e nel nel contesto universitario; L EBM/N Livello Azienda non non è supportata Livello U.O. da da programmi formativi ciclici ciclici sugli sugli approcci e le le metodologie, si si fa fa piuttosto affidamento sulla sulla preparazione professionale dei dei singoli; singoli; Il Il tema tema del del rischio rischio clinico clinico è è affrontato affrontato a a livello livello centrale, centrale, rimane rimane da da rafforzare rafforzare l adozione l adozione di di strumenti strumenti da da parte parte dei dei livelli livelli più più periferici periferici Esiste Esiste un un sistema sistema di di rilevazione rilevazione degli degli errori errori assistenziali, assistenziali, tuttavia tuttavia la la segnalazione segnalazione non non sempre sempre raggiunge raggiunge livelli livelli importanti; importanti; i i risultati risultati delle delle rilevazioni rilevazioni sono sono comunque comunque utilizzati utilizzati sistematicamente sistematicamente per per la la riduzione riduzione degli degli errori errori Ancora Ancora da da attivare attivare risultano risultano benchmark benchmark strutturati strutturati con con strutture strutture esterne esterne 100 Diffusione del R.M. nelle uu.oo. Estratto reportistica: panoramica dei punteggi ottenuti dall azienda per singola area della Clinical Governance e dei presupposti strutturali e funzionali Estratto reportistica: confronto Unità Operative per area di analisi Risultati/ Vantaggi Valutare l adozione degli strumenti della clinical governance a livello aziendale e di Unità Operativa Valutare i livelli di rischio presenti nella struttura Sviluppare un Piano dei possibili interventi Misurare il livello di cambiamento realizzato nell arco di un determinato periodo di tempo SCHEDA PRODOTTO Attività progetto Selezione degli interlocutori e definizione del Piano di rilevazione Rilevazione informazioni attraverso interviste e acquisizione dati Elaborazione dei e del piano degli interventi di miglioramento Workshop di presentazione del progetto, di esplicitazione dei risultati conseguiti e delle conclusioni finali Referenze Circa 20 aziende sanitarie, tra cui AO Molinette, AO Garbagnate, Policlinico di Tor Vergata, ASL Sassari, ASL Cuneo 1, AOU Novara, AOU Napoli (2 Facoltà), Policlinico Gemelli Tempo di realizzazione A seconda delle dimensioni delle aziende dai 2 ai 4 mesi

20 DISTRIGOV Strumento informativo che fornisce elementi di analisi decisionale e di valutazione degli strumenti di Clinical Governance (CG) con i quali poter attuare azioni di miglioramento delle attività territoriali delle ASL. Le analisi si concentrano sull attività sanitaria e sociosanitaria e sull elaborazione di un insieme di valutazioni sull efficacia nell utilizzo degli strumenti di CG nonché di indicatori in merito alle prestazioni a livello di territorio inerenti la presa in carico del cittadino assistito e la cura delle patologie croniche. Esempio: Grafici e reportistica di dettaglio Esempio di analisi di sistema Risultati/ Vantaggi Valutazione del livello di implementazione degli strumenti e dei processi della governance clinica Valutare i livelli di rischio presenti nella struttura ASL Sviluppare un Piano dei possibili interventi L applicazione della metodologia può essere ripetuta e i risultati confrontati nel tempo. SCHEDA PRODOTTO Attività progetto Selezione degli interlocutori e definizione del Piano di rilevazione Rilevazione attraverso interviste e acquisizione dati Elaborazione dei risultati del prospetto/risultato e del piano degli interventi di miglioramento Workshop di presentazione del progetto e di valutazione delle conclusioni finali Referenze 2 ASL Regione Piemonte 4 ASL Regione Sardegna Tempo di realizzazione Circa 4 mesi

21 METODOLOGIA DR FOSTER E una metodologia che consente di acquisire i dati aziendali/regionali relativi ai ricoveri e fornire informazioni utili per la misurazione degli esiti clinici (indicatori di outcome) relativi a 255 patologie. L applicazione software di supporto consente di approfondire la valutazione dei singoli indicatori, attraverso stratificazioni della casistica per età, sesso, patologie concomitanti, aree geografiche di riferimento. I dati elaborati consentono di fornire alla struttura uno strumento gestionale utile ad attivare processi di miglioramento interni nonché ad effettuare valutazioni comparate scaturenti dall analisi degli indicatori di esito misurati dal Programma Nazionale Esiti (Agenas) Esempio reportistica: valutazione andamento degli outcome nel periodo di tempo esaminato Esempio reportistica: scheda SDO dettagliata del paziente Risultati/ Vantaggi Consente una valutazione approfondita delle patologie trattate in acuzie e degli esiti clinici conseguiti Consente alle direzioni sanitarie di gestire la valutazione delle Unità Operative assistenziali con riferimento all efficacia dell assistenza clinica Consente la comparazione dei propri risultati con quelli di altre strutture eccellenti a livello internazionale e di avviare gruppi di miglioramento sulla gestione delle singole patologie SCHEDA PRODOTTO Attività progetto Acquisizione dei dati da un ampio campo di fonti (es. SDO) Rappresentazione di tali dati in un formato comprensibile dagli stakeholders interessati Mappatura interattiva dei dati Pianificazione di eventuali cambiamenti e/o interventi Referenze: Applicata nel 70% delle strutture Inglesi, e in circa 40 ospedali a livello internazionale In Italia AUO Udine, AO Verona e CTO Torino Tempo di realizzazione 1 mese per la fase di avvio Il monitoraggio avviene su base periodica (trimestrale o mensile)

22 HeST- HEALTH SPENDING TRACK Un pacchetto di servizi (metodologie avanzate e tool informatici) per supportare le aziende sanitarie, sia pubbliche che private, nell allocazione efficiente delle risorse e nella razionalizzazione dei costi nell'area clinico-assistenziale e amministrativo-gestionale, mantenendo inalterati gli obiettivi generali della qualità dell assistenza erogata. Si compone di due moduli: il primo valuta le capacità dell azienda di razionalizzare i costi relativi all attività di supporto all assistenza; il secondo valuta i costi della gestione di singole patologie correlandoli con gli esiti clinici conseguiti. Informatica Servizi a gestione diretta Mensa Autoparco Farmacia Outsourcing ALPI servizi ausiliari Servizi sanitari esternalizzati Utenze Gestione sedi Manutenzioni Formazione Programmazio ne controllo Formazione Organizzazio Risk ne management Sistemi Informativi Health Technology Assessment Risultati/ Vantaggi Consente al Top Management Aziendale di individuare rapidamente le aree gestionali di supporto a quelle assistenziali sulle quali è possibile fare efficienza Consente di riorganizzare l attività assistenziale verso prestazioni a maggior valore aggiunto basandosi su informazioni clinico-organizzative oltre che gestionali SCHEDA PRODOTTO Attività progetto Somministrazione di questionari ai responsabili delle singole aree per l assessment aziendale Analisi dei risultati emersi a verifica dell efficienza delle attività aziendale Analisi di posizionamento e creazione di reportistica Proposte di azioni correttive per il miglioramento Referenze: La metodologia è attualmente in fase di test Tempo di realizzazione Il progetto ha una durata di realizzazione residua di 3 mesi

23 Easy Tender Per la gestione del tender office di una azienda farmaceutica Il processo di gestione delle Gare Ospedaliere è centrale per le aziende farmaceutiche. Easy Tender è uno strumento software flessibile, rapidamente modificabile, integrato con le principali basi dati dell azienda, progettato per seguire le esigenze aziendali e l evoluzione delle normative di settore. Esempio di un processo FASE 1 Storico delle Gare FASE 2 - Aggiudicazione di un prodotto FASE 3 Invio prezzi al sistema di fatturazione al sistema ERP aziendale Risultati/ Vantaggi Sistema completamente integrato con il database aziendale: prodotti, clienti, listino prezzi. Gestisce i contratti attivi con i clienti alimentando direttamente i sistemi di fatturazione di un ERP. Dispone di un ampio set di report per utente e per la Forza vendite, e di strumenti appositi per la Direzione. SCHEDA PRODOTTO Attività progetto Easy Tender contribuisce ad ottimizzare i processi aziendali coinvolti, e ad aumentare l efficienza dell azienda nel presidiare il Business delle Gare Ospedaliere. Rende gli utenti padroni dei propri dati e permette loro di dedicarsi alle attività a maggiore valore aggiunto. Nasce dall esperienza ultra decennale presso primarie aziende farmaceutiche italiane. Referenze Pfizer Italia Durata In uso dal 2011.

24 SISTEMA DI CONTROLLO PA Metodologia di supporto alle Amministrazioni Pubbliche nella definizione ed attuazione di un modello di controllo (Pianificazione, Consuntivazione ed analisi scostamenti per centro di costo/attività) utile alla implementazione di un sistema informativo integrato con i sistemi operativi esistenti. Esempio reportistica: le informazioni contenute sono frutto di elaborazioni di test e non corrispondono a dati reali Risultati/ Vantaggi Assessment organizzativo volto alla definizione del piano dei centri di costo, delle relazioni e delle gerarchie. Definizione del modello di controllo. Analisi delle attività/prodotti. Assistenza nelle attività di chiusura periodiche. SCHEDA PRODOTTO Attività progetto Condivisione delle modalità di gestione e rappresentazione delle informazioni. Impostazione di un sistema di monitoraggio dei trasferimenti effettuati dalla Regione. Definizione del sistema di reporting. Formazione sugli aspetti teorici e operativi del controllo. Referenze: Ministero dell Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Turismo Ministero delle Politiche Agricole Ambientali e Forestali Ministero della Salute Regione Lazio Tempo di realizzazione 3 mesi

25 PORTALI DI ACCOGLIENZA Strumenti di erogazione di servizi di carattere informativo/relazionale verso determinati soggetti destinatari di sistema di salute locale (es. famiglie, medici). Il portale risponde all esigenza di sviluppare e di introdurre innovazioni organizzative basate sulla tecnologia delle informazioni applicabili ad aree patologiche di interesse. Risultati/ Vantaggi Migliorare e facilitare la comunicazione e comprensione reciproca tra gli attori del settore Favorire un approccio integrato al processo di cura e ottimizzare i percorsi di diagnosi e assistenza per le patologie di interesse Sviluppare servizi tesi a fornire risposte concrete per aiutare i cittadini e per agevolare l accessibilità e fruibilità dei servizi socio-sanitari SCHEDA PRODOTTO Attività progetto Avvio, organizzazione e definizione del progetto Definizione funzionale e prima release Sviluppo ed avvio prima release del sistema sulla base delle indicazioni funzionali Manutenzione del sistema ed adeguamento progressivo dei contenuti in corso di sperimentazione Referenze: Portale socio-sanitario Abbott Tempo di realizzazione 10 mesi

26 INDIPOLICY/ PIANIFICAZIONE REGIONALE Metodologia di valutazione delle performance della Regione grazie all utilizzo di indicatori di contesto e di risultato, relativi ai fenomeni su cui le politiche di spesa regionale possono aver avuto influenza e ai servizi erogati. Strumento di supporto alla politica della Regione stessa, grazie al monitoraggio dei risultati ottenuti. Indicatore % studenti sul totale della popolazione % persone anni con laurea magistrale e/o dottorato di ricerca Valore EU 27 statico Valore Italia statico Valore Region e statico Ultimo anno disponi bile Valore EU 27 trend ,12% Valore Italia trend - 0,53% ,33% 2,18% Valor e trend Regi one - 0,86 % 0,51 % Periodo di calcolo Valutazione di sintesi staticodinamico Descrizione Valutazione di sintesi punto di forza, che peggiora, sotto il bench punto di forza, che migliora, sotto il bench 3 4,5 % studenti sul totale della popolazione Abbandono prematuro degli studi (% sul tot) ,56% - 2,78% - 0,38 % punto di forza, che migliora, sotto il bench 4,5 Estratto reportistica: esempio tabella tre Indicatori Educazione e confronto tra Regioni per un solo indicatore. Risultati/ Vantaggi isolando un gruppo di indicatori si può stabilire la prevalenza di performance positive piuttosto che negative; consente di valutare il posizionamento della Regione con la media Italia e con la media europea; consente un analisi sia sul posizionamento statico che dinamico (trend a 3-5 anni). Supporta il decision making sia a livello di Presidenza che a livello di singolo Assessorato SCHEDA PRODOTTO Attività progetto condivisione delle linee strategiche con la Regione; classificazione degli indicatori per area target e linea strategica; posizionamento della Regione rispetto ad altre regioni individuate come «comparables»; calcolo finale del posizionamento statico-trend. Dimensione della Banca Dati: circa 200 indicatori regionali Referenze Regione Lombardia Regione Lazio Durata 6 mesi

27 Efficientamento della Libera Professione Ospedaliera e aumento dei ricavi Metodologia di supporto alle Direzioni Aziendali e agli Uffici LP per la razionalizzazione dei processi di erogazione delle prestazioni in LP intramuraria e per lo sviluppo dei ricavi, anche tramite il Convenzionamento con Fondi sanitari integrativi e Assicurazioni Alcuni numeri sul mercato del terzo pagante in Italia Circa 4,7 milioni di cittadini italiani assistiti da Fondi sanitari integrativi, Casse aziendali e Mutue Integrativi Spesa privata intermediata dai Fondi stimata tra i 2,6 miliardi di euro e i 3,2 miliardi di euro/anno Si consideri che il numero di Fondi è in costante crescita grazie alla dinamica dei rinnovi dei CCNL, alcuni dei quali hanno istituito appunto nuovi Fondi di categoria (ad es. Fondo dei lavoratori dell industria alimentare) Risultati/ Vantaggi Aumento dei ricavi propri Saturazione capacità produttive Riduzione delle liste d attesa e calmiere tariffario Consensus building presso i medici interessati all attività LP SCHEDA PRODOTTO Attività progetto Progettazione dell offerta di prestazioni a pagamento Costing e pricing delle prestazioni finalizzate all integrale copertura dei costi dell Azienda e al contestuale corretto posizionamento sul mercato Revisione dei Regolamenti Efficientamento dei modelli di gestione della cd. «intramoenia allargata) Supporto alle attività di marketing esterno e alla negoziazione con Fondi e Assicurazioni Referenze: AO Fatebenefratelli Milano, AO S. Croce e Carle Cuneo, AO Garbagnate Operatori privati operanti nei settori dell odontoiatria e delle terapie fisico-riabilitative Tempo di realizzazione 6-8 mesi

Fondazione Pinna Pintor sabato 17 novembre 2007

Fondazione Pinna Pintor sabato 17 novembre 2007 Fondazione Pinna Pintor sabato 17 novembre 2007 L errore medico Alla ricerca delle procedure di provata efficacia per prevenirlo Dr.ssa Grace Rabacchi Agenzia Regionale per i Servizi Sanitari (A.Re.S.S.)

Dettagli

Soluzioni per lo sviluppo dell attività Libero Professionale e convenzionamento con i Fondi Sanitari integrativi - 2014 -

Soluzioni per lo sviluppo dell attività Libero Professionale e convenzionamento con i Fondi Sanitari integrativi - 2014 - Soluzioni per lo sviluppo dell attività Libero Professionale e convenzionamento con i Fondi Sanitari integrativi - 2014 - La crescente attenzione delle Direzione Aziendali verso lo sviluppo dell Attività

Dettagli

Corsi Nazionali Itineranti a cura del Laboratorio HTA di SIFO

Corsi Nazionali Itineranti a cura del Laboratorio HTA di SIFO Corsi Nazionali Itineranti a cura del Laboratorio HTA di SIFO in collaborazione con ALTEMS Alta Scuola di Economia e Management Sanitario INTRODUZIONE ALL HTA. COME FARNE UNO STRUMENTO OPERATIVO: DALL

Dettagli

Secondo il Patto per la Salute 2014-2016

Secondo il Patto per la Salute 2014-2016 CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE Standard Generali di Qualità per l Assistenza Ospedaliera Secondo il Patto per la Salute 2014-2016 Bologna, settembre 2015 febbraio 2016 MANAGEMENT & policy making Il Patto

Dettagli

27 ottobre 1953 a Broadstairs (GB) Sassari

27 ottobre 1953 a Broadstairs (GB) Sassari INFORMAZIONI PERSONALI Nome e cognome Data e luogo di nascita Residenza 27 ottobre 1953 a Broadstairs (GB) Sassari ESPERIENZE PROFESSIONALI Date (da a) 01.01.2011 ad oggi Comune di Sassari Ente Locale

Dettagli

Piano degli studi. Master Universitario di II Livello in. (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Roma, 18 gennaio 2010

Piano degli studi. Master Universitario di II Livello in. (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Roma, 18 gennaio 2010 Master Universitario di II Livello in Health Technology Assessment & Management (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Piano degli studi Roma, 18 gennaio 2010 Master Universitario di II Livello

Dettagli

SOLUZIONI DI GOVERNO: HEGOS

SOLUZIONI DI GOVERNO: HEGOS SOLUZIONI DI GOVERNO: HEGOS Il governo della salute è oggi una politica di gestione obbligata per conciliare i vincoli di bilancio, sempre più stringenti, con la domanda di salute dei cittadini. L ICT

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

IL MODELLO EFQM IN APSS

IL MODELLO EFQM IN APSS Auditorium del Centro per i Servizi Sanitari giovedì 13.12.2007 IL MODELLO EFQM IN APSS Carlo Favaretti, direttore generale Ospedale S.Chiara la governance il modello EFQM l approccio APSS IL MODELLO EFQM

Dettagli

Titolo di studio Diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia (1982)

Titolo di studio Diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia (1982) CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SICILIANO GIOVANNI Data di nascita 28.07.1958 Qualifica II Fascia Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale Responsabile Direzione Medica di Presidio Ospedaliero

Dettagli

PROIETTI ANTONELLA CURRICULUM FORMATIVO PROFESSIONALE

PROIETTI ANTONELLA CURRICULUM FORMATIVO PROFESSIONALE PROIETTI ANTONELLA CURRICULUM FORMATIVO PROFESSIONALE Curriculum formativo ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia presso l Università degli Studi di Perugia in data 25/7/85 con voti 110/110 e

Dettagli

www.hcmschool.it APPROFONDIRE POTENZIARE APPLICARE

www.hcmschool.it APPROFONDIRE POTENZIARE APPLICARE www.hcmschool.it APPROFONDIRE POTENZIARE APPLICARE Sviluppare competenze manageriali innovative per il mondo della Sanità Health Care Management School Il Sistema Sanitario rappresenta uno dei settori

Dettagli

Master Universitario di II Livello in

Master Universitario di II Livello in Master Universitario di II Livello in Health Technology Assessment & Management (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Anno Accademico 2009-2010 Master Universitario di II Livello 1 Presentazione

Dettagli

organizzazione sanitaria

organizzazione sanitaria Gianfranco Damiani Walter Ricciardi Manuale di programmazione e organizzazione sanitaria II Edizione IDELSON-GNOCCHI Gianfranco Damiani Walter Ricciardi Manuale di programmazione e organizzazione sanitaria

Dettagli

Programma dei corsi. 1. INVESTOR READINESS Come presentare la propria iniziativa all investitore

Programma dei corsi. 1. INVESTOR READINESS Come presentare la propria iniziativa all investitore 1. INVESTOR READINESS Come presentare la propria iniziativa all investitore Obiettivi e struttura del corso Il corso si pone l obiettivo di preparare i partecipanti a comprendere il punto di vista degli

Dettagli

OPTIGOV: Optimizing Health Care Governance. Clinical Governance Scorecard Methodology

OPTIGOV: Optimizing Health Care Governance. Clinical Governance Scorecard Methodology Aut Mecine OPTIGOV: Optimizing Care Governance. Clinical Governance Scorecard Methodology Ricciar, W., Campana, A. *, Specchia, M.L. Department of Public, Catholic University of the Sacred Heart, Roma,

Dettagli

Via Tartini, n.5 Padova (PD) C.A.P. 35131 +39 3357767447 annamaria.saieva@sanita.padova.it. Sesso F Data di nascita 09/11/1958 Nazionalità italiana

Via Tartini, n.5 Padova (PD) C.A.P. 35131 +39 3357767447 annamaria.saieva@sanita.padova.it. Sesso F Data di nascita 09/11/1958 Nazionalità italiana INFORMAZIONI PERSONALI ANNA MARIA SAIEVA Via Tartini, n.5 Padova (PD) C.A.P. 35131 +39 3357767447 annamaria.saieva@sanita.padova.it Sesso F Data di nascita 09/11/1958 Nazionalità italiana DICHIARA QUANTO

Dettagli

Socio Responsabile progetti in ambito Pubblico e Sanità. Principali progetti di riorganizzazione svolti: Principali Progetti in ambito PA

Socio Responsabile progetti in ambito Pubblico e Sanità. Principali progetti di riorganizzazione svolti: Principali Progetti in ambito PA F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome SAMUELLI FERRETTI GIACOMO Indirizzo Via A.Torlonia, 41 00161 Roma Telefono +39 06 88812285 Fax +39 06 64520260

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ANTONIO NAVA Data di nascita 17/11/1955 Dirigente Amministrativo

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ANTONIO NAVA Data di nascita 17/11/1955 Dirigente Amministrativo CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANTONIO NAVA Data di nascita 17/11/1955 Qualifica Dirigente Amministrativo Amministrazione ASL Lodi Incarico attuale Direttore Dipartimento PAC Responsabile

Dettagli

Azienda Sanitaria territoriale pubblica del Sistema sanitario Nazionale. Governo Economico dell Azienda..

Azienda Sanitaria territoriale pubblica del Sistema sanitario Nazionale. Governo Economico dell Azienda.. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail SALVATORE DE PAOLA Nazionalità Data di nascita Italiana 1 LUGLIO 1955 IN COSENZA

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Nuovi strumenti professionali per il self-audit, il governo clinico e la ri-creazione della Medicina Generale: il MilleGPG e il SISSI

Nuovi strumenti professionali per il self-audit, il governo clinico e la ri-creazione della Medicina Generale: il MilleGPG e il SISSI Professione Nuovi strumenti professionali per il self-audit, il governo clinico e la ri-creazione della Medicina Generale: il MilleGPG e il SISSI Saffi Giustini, Gerardo Medea, Ovidio Brignoli, Claudio

Dettagli

Lo sviluppo del Risk Management in Regione Piemonte

Lo sviluppo del Risk Management in Regione Piemonte La Cultura della Sicurezza in sala Operatoria Fondazione A.Pinna Pintor 22 Novembre 2008 Lo sviluppo del Risk Management in Regione Piemonte Marco Rapellino Coordinatore Scientifico Gruppo Rischio Clinico

Dettagli

MANAGEMENT AZIENDALE E MODELLI ORGANIZZATIVI PER L ATTUAZIONE DEL GOVERNO CLINICO

MANAGEMENT AZIENDALE E MODELLI ORGANIZZATIVI PER L ATTUAZIONE DEL GOVERNO CLINICO Convention Nazionale Clinical Governance e Management Aziendale Sostenibilità delle innovazioni organizzative nell era del federalismo sanitario Bologna, 15-16 ottobre 2010 MANAGEMENT AZIENDALE E MODELLI

Dettagli

Health Technology Assessment

Health Technology Assessment Health Technology Assessment Strumento strategico per la valutazione delle Tecnologie Sanitarie 1 Tecnologia e Sanita Lo sviluppo di spazi e strutture a supporto dei percorsi assistenziali deve tenere

Dettagli

ASL SALERNO VIA NIZZA 146-SALERNO Curriculum Formativo e Professionale di :

ASL SALERNO VIA NIZZA 146-SALERNO Curriculum Formativo e Professionale di : ASL SALERNO VIA NIZZA 146-SALERNO Curriculum Formativo e Professionale di : INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Marisa Caruana Telefono 089 693524 Fax 089 251629 E-mail marisa.caruana@aslsalerno2.it

Dettagli

Stato di avanzamento dell analisi preliminare sui costi standard piemontesi con il sistema bottom up. C. Zanon Roma 10 maggio 2011 Forum P.A.

Stato di avanzamento dell analisi preliminare sui costi standard piemontesi con il sistema bottom up. C. Zanon Roma 10 maggio 2011 Forum P.A. Stato di avanzamento dell analisi preliminare sui costi standard piemontesi con il sistema bottom up C. Zanon Roma 10 maggio 2011 Forum P.A. Modello Piemonte Concentrazione dei posti di responsabilità

Dettagli

Management della Farmacia Ospedaliera

Management della Farmacia Ospedaliera - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ & NON

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pinuccia Carena Data di nascita 08/07/1966 - Cuneo Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale Direttore S.C. Programmazione e Politiche di budget Numero telefonico

Dettagli

Impatto dei sistema di finanziamento a DRG sull innovazione tecnologica in sanità Evidenze e proposte emerse dal caso italiano

Impatto dei sistema di finanziamento a DRG sull innovazione tecnologica in sanità Evidenze e proposte emerse dal caso italiano Impatto dei sistema di finanziamento a DRG sull innovazione tecnologica in sanità Evidenze e proposte emerse dal caso italiano Giuditta Callea Cergas Università Bocconi La ricerca Impatto del sistema di

Dettagli

La valutazione individuale e il ciclo delle performance in sanità

La valutazione individuale e il ciclo delle performance in sanità La valutazione individuale e il ciclo delle performance in sanità Responsabile scientifico: Prof. Andrea Vettori, Docente di Healthcare management Università degli studi Guglielmo Marconi, Roma Autori:

Dettagli

Piano Annuale di Risk Management Anno 2014

Piano Annuale di Risk Management Anno 2014 Allegato n. 1 alla deliberazione n..del. Piano Annuale di Risk Management Anno 2014 20024 - Garbagnate Milanese - Viale Forlanini, 121 Tel.02.994.301 Cod. Fisc. e Part. IVA 12314450151 posta elettronica

Dettagli

Massimo Re. Dipartimento interaziendale della Fragilità, ASL/AO di Lecco. Roma, 23 settembre 2015

Massimo Re. Dipartimento interaziendale della Fragilità, ASL/AO di Lecco. Roma, 23 settembre 2015 ICT applicata e interoperabilità l uso degli strumenti di VMD interrai Home Care e Palliative Care nella gestione dei percorsi di cura. L esperienza del DIFRA di Lecco. Massimo Re Dipartimento interaziendale

Dettagli

Direttore UOC Anziani e Cure Domiciliari Azienda Sanitaria Provinciale di Catania ASP di Catania

Direttore UOC Anziani e Cure Domiciliari Azienda Sanitaria Provinciale di Catania ASP di Catania INFORMAZIONI PERSONALI DI FRANCO, Maria Antonina numero telefonico aziendale: 0952545746 numero telefonico aziendale: 3356005678 Viale Regina Margherita, 38-95024, Catania, Acireale Data di nascita [ 31

Dettagli

MESSINA, Walter. Amministrazione, Finanza e Controllo

MESSINA, Walter. Amministrazione, Finanza e Controllo Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Cognome / Nome MESSINA, Walter Luogo e Data di nascita Palermo 26 settembre 1969 SETTORE PROFESSIONALE Amministrazione, Finanza e Controllo ESPERIENZA PROFESSIONALE

Dettagli

Laboratorio Logistica del Paziente (LLP) Strumenti e soluzioni per ottimizzare la gestione dei flussi dei pazienti IV edizione

Laboratorio Logistica del Paziente (LLP) Strumenti e soluzioni per ottimizzare la gestione dei flussi dei pazienti IV edizione Laboratorio Logistica del Paziente (LLP) Strumenti e soluzioni per ottimizzare la gestione dei flussi dei pazienti IV edizione Il Laboratorio Il Laboratorio logistica del paziente (LLP) è una comunità

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CATANZARO

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CATANZARO Estratto dell'agenda dell'innovazione - Milano 2010 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CATANZARO Cap.14 L utilizzo delle ICT nella Pubblica Amministrazione

Dettagli

PROGETTI FORMATIVI PER LE PROFESSIONI SANITARIE, 2015. Innovazione e cambiamento al servizio del management

PROGETTI FORMATIVI PER LE PROFESSIONI SANITARIE, 2015. Innovazione e cambiamento al servizio del management Innovazione e cambiamento al servizio del management PROGETTI FORMATIVI PER LE PROFESSIONI SANITARIE, 2015 Le nuove proposte per lo sviluppo del Dossier Formativo nell'area dell organizzazione, della qualità,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

HePaS HEalth Patient Safety

HePaS HEalth Patient Safety HePaS HEalth Patient Safety Soluzione per la Gestione del Rischio Clinico Enzo Petrelli Consultant HeGoS Business Intelligence Santer Reply Santer è una società del gruppo Reply che opera nel mercato della

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome BRUNELLI VALENTINA Telefono 0372 405737 Fax 0372 405524 E-mail Nazionalità v.brunelli@ospedale.cremona.it Italiana ESPERIENZA LAVORATIVA

Dettagli

Via Vittorio Veneto, n. 21 Albignasego (PD) C.A.P. 35020 +39 3409867729 ketty.ottolitri@sanita.padova.it

Via Vittorio Veneto, n. 21 Albignasego (PD) C.A.P. 35020 +39 3409867729 ketty.ottolitri@sanita.padova.it KETTI OTTOLITRI INFORMAZIONI PERSONALI KETTI OTTOLITRI Via Vittorio Veneto, n. 21 Albignasego (PD) C.A.P. 35020 +39 3409867729 ketty.ottolitri@sanita.padova.it Sesso F Data di nascita 31/03/1971 Nazionalità

Dettagli

AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI

AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI Provincia Autonoma di Trento AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI Trento via Degasperi 79 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Reg. delib. n. 473 2011 OGGETTO: Riorganizzazione delle attività

Dettagli

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma 1 L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA I Cittadini debbono

Dettagli

RISK MANAGEMENT Relazione anno 2006

RISK MANAGEMENT Relazione anno 2006 RISK MANAGEMENT Relazione anno 2006 INDICE: 1. Premessa 3 1.1. Linea guida di prevenzione delle cadute accidentali del paziente ricoverato 3 1.2. Progetto di Gestione dei rischi in sala operatoria 4 1.3.

Dettagli

Via Cornio, n. 5C Vigonovo (VE) C.A.P. 30030 +39 3489839424 rosaria.cacco@sanita.padova.it. Sesso F Data di nascita 22/03/1967 Nazionalità italiana

Via Cornio, n. 5C Vigonovo (VE) C.A.P. 30030 +39 3489839424 rosaria.cacco@sanita.padova.it. Sesso F Data di nascita 22/03/1967 Nazionalità italiana INFORMAZIONI PERSONALI ROSARIA CACCO Via Cornio, n. 5C Vigonovo (VE) C.A.P. 30030 +39 3489839424 rosaria.cacco@sanita.padova.it Sesso F Data di nascita 22/03/1967 Nazionalità italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE

Dettagli

REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007

REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007 REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007 GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO Il rischio clinico rappresenta l eventualità di subire

Dettagli

sponsor unico econilpatrociniodi Comune di Pesaro Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord

sponsor unico econilpatrociniodi Comune di Pesaro Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord sponsor unico econilpatrociniodi Comune di Pesaro Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord PREMESSA Il quadro economico, sociale e demografico attuale è caratterizzato in maniera oramai strutturale

Dettagli

Ospedale e territorio, esperienze ed evoluzione futura

Ospedale e territorio, esperienze ed evoluzione futura Ospedale e territorio, esperienze ed evoluzione futura Enrico Bollero Direttore Generale, Fondazione Policlinico Tor Vergata Coordinatore Forum Direttori Generali FEDERSANITÀ - Anci 1 Il problema La continuità

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

digenerale@aosgmoscati.av.it

digenerale@aosgmoscati.av.it CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ROSATO GIUSEPPE Indirizzo Telefono 0825203004 Fax 0825203637 E-mail N. 2, Fraternità della Misericordia, 83100 Avellino digenerale@aosgmoscati.av.it Nazionalità

Dettagli

Management nell Azienda Sanitaria

Management nell Azienda Sanitaria Management nell Azienda Sanitaria Dr. Paolo Menichetti Perugia, ottobre 2011 1. Finanziamento del S.S.N. 2. Management nell azienda sanitaria: budget 3. Management nell azienda sanitaria: controllo direzionale

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. Snc, Via Arcangelo Sepe 83054 S. Angelo dei Lombardi (AV) gaetanosicuranza@virgilio.it TITOLI SCIENTIFICI

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. Snc, Via Arcangelo Sepe 83054 S. Angelo dei Lombardi (AV) gaetanosicuranza@virgilio.it TITOLI SCIENTIFICI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome GAETANO SICURANZA Indirizzo Telefono 0816060241 Fax 0816060203 E-mail Snc, Via Arcangelo Sepe 83054 S. Angelo dei Lombardi (AV) gaetanosicuranza@virgilio.it

Dettagli

BANDO Servizio Formazione Professionale. ALLEGATO 2 Offerta Tecnica. Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1

BANDO Servizio Formazione Professionale. ALLEGATO 2 Offerta Tecnica. Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1 BANDO Servizio Formazione Professionale ALLEGATO 2 Offerta Tecnica Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA La busta B DENOMINATA Offerta tecnica PROCEDURA APERTA, INDETTA AI SENSI

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Cicogna Vittorio Amedeo. Data di nascita 29/01/1953. Numero telefonico dell ufficio

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Cicogna Vittorio Amedeo. Data di nascita 29/01/1953. Numero telefonico dell ufficio INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 29/01/1953 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Cicogna Vittorio Amedeo Direttore Sanitario ASL DI RM/B Dirigente - Direzione

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome ANTONINO CARTABELLOTTA Nazionalità Italiana Data di nascita 1965

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome ANTONINO CARTABELLOTTA Nazionalità Italiana Data di nascita 1965 F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANTONINO CARTABELLOTTA Nazionalità Italiana Data di nascita 1965 ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) Nome e indirizzo del datore di lavoro

Dettagli

Curriculum Vitae Europeo

Curriculum Vitae Europeo Curriculum Vitae Europeo Cognome(i/)/Nom e(i) Indirizzo(i) Pinna Antonio Maria N 13 Via Carpaccio 18 Oristano Telefono(i) Mobile: +393206635872 Mobile: +393201426960 E-mail okeipinna@gmail.com antonio.m.pinna@asloristano.it

Dettagli

Il Progetto di sviluppo del Sistema di Gestione per la

Il Progetto di sviluppo del Sistema di Gestione per la Il Progetto di sviluppo del Sistema di Gestione per la Qualità dell ASL 2 Savonese Presentazione Convegno Regionale 30 marzo 2006 Gli strumenti del governo clinico: l auditl clinico, il risk management,

Dettagli

Master in Turismo Rurale

Master in Turismo Rurale Master in Turismo Rurale Il Master è inserito nel Catalogo Interregionale di Alta Formazione www.altaformazioneinrete.it GATEWAY TO LEARNING Titolo del corso: Master in Turismo Rurale Tipologia corso:

Dettagli

Linee Guida Cure Domiciliari AIL

Linee Guida Cure Domiciliari AIL Linee Guida Cure Domiciliari AIL In data 21 Novembre 2008, l AIL ha realizzato il Convegno nazionale Cure Domiciliari in Ematologia: una sfida del terzo millennio,a Roma presso la sala Spazio Novecento

Dettagli

Alessandra Bosio. e-mail: alessandra.bosio@vance.it. Da gennaio 2006 libero professionista

Alessandra Bosio. e-mail: alessandra.bosio@vance.it. Da gennaio 2006 libero professionista F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Nazionalità Alessandra Bosio e-mail: alessandra.bosio@vance.it Italiana Data di nascita 07/08/1966 ESPERIENZA LAVORATIVA

Dettagli

Controllo Interno. Aree Territoriali. RUO Sviluppo Organizzativo e Pianificazione

Controllo Interno. Aree Territoriali. RUO Sviluppo Organizzativo e Pianificazione Controllo Interno Aree Territoriali RUO Sviluppo Organizzativo e Pianificazione Agenda 2 Il modello organizzativo : logiche e obiettivi Il perimetro organizzativo/geografico Controllo Interno: Aree Territoriali

Dettagli

Passione per ciò che conta kpmg.com/it

Passione per ciò che conta kpmg.com/it HEALTHCARE Passione per ciò che conta kpmg.com/it Chi siamo Global Reach, Local Knowledge KPMG è uno dei principali Network di servizi professionali alle imprese, leader nella revisione e organizzazione

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III 2 Rapporto Nazionale sull utilizzo

Dettagli

Direzione Generale Sanità

Direzione Generale Sanità SICUREZZA DEL PAZIENTE E ACCREDITAMENTO IN ITALIA IL PERCORSO DI REGIONE LOMBARDIA Enrico Burato AO Carlo Poma di Mantova Gruppo di lavoro regionale per la programmazione delle attività di risk management

Dettagli

RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO. Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale

RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO. Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE E stata fondata da Padre Agostino Gemelli nel 1921 E presente in 4 città: Milano,

Dettagli

ICT IN SANITÀ: IL PERCORSO DEL FUTURO Saronno (Va) 18 febbraio 2009

ICT IN SANITÀ: IL PERCORSO DEL FUTURO Saronno (Va) 18 febbraio 2009 ICT IN SANITÀ: IL PERCORSO DEL FUTURO Saronno (Va) 18 febbraio 2009 Il progetto di sviluppo del sistema informativo nell Azienda Ospedaliera di Legnano Claudio Caccia Responsabile Staff Sistemi Informativi

Dettagli

REFERENZE. Skills Management Consulenza e Formazione

REFERENZE. Skills Management Consulenza e Formazione REFERENZE Skills Management REFERENZE CLIENTE AO CTO MARIA ADELAIDE - TORINO AO VILLA SCASSI - GENOVA AOU S. Giovanni Battista (Molinette) - TORINO ARESS (Agenzia Regionale Servizi Sanitari) PIEMONTE ASL

Dettagli

I N D I C E RIASSUNTO...6 INTRODUZIONE...7. Motivazione e Obiettivi generali del CASE MANAGEMENT...11

I N D I C E RIASSUNTO...6 INTRODUZIONE...7. Motivazione e Obiettivi generali del CASE MANAGEMENT...11 I N D I C E RIASSUNTO...6 INTRODUZIONE...7 Motivazione e Obiettivi generali del CASE MANAGEMENT...11 CAPITOLO 1 - Elementi di un Contesto Ideale per la gestione del CM 1.1 Linee guida clinico/operative

Dettagli

Il processo di Budgeting nelle aziende sanitarie

Il processo di Budgeting nelle aziende sanitarie Master EMSS VIII edizione Lugo, 15 Aprile 2010 Il processo di Budgeting nelle aziende sanitarie Prof.ssa Monia Castellini Monia Castellini Università di Ferrara 1 Obiettivi conoscitivi Il Budget nel sistema

Dettagli

Informazioni personali. Esperienza professionale. Nome / Cognome Federica Rolli. Cittadinanza Italiana Data di nascita 27/07/1971 Sesso F.

Informazioni personali. Esperienza professionale. Nome / Cognome Federica Rolli. Cittadinanza Italiana Data di nascita 27/07/1971 Sesso F. Informazioni personali Nome / Cognome Federica Rolli Cittadinanza Italiana Data di nascita 27/07/1971 Sesso F Esperienza professionale Dal 13 Luglio 2009 ad oggi Coordinatore Sociosanitario contratto di

Dettagli

Consulenza e assistenza per l accreditamento di strutture sanitarie nel Lazio *

Consulenza e assistenza per l accreditamento di strutture sanitarie nel Lazio * Consulenza e assistenza per l accreditamento di strutture sanitarie nel Lazio * 2014 (* ai sensi della Legge Regionale del 03 Marzo 2003, n. 4 in materia di autorizzazione alla realizzazione di strutture

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III Rapporto nazionale sull utilizzo

Dettagli

Innovazione e performance nella gestione della Supply Chain in sanità: esempi nazionali ed internazionali a confronto

Innovazione e performance nella gestione della Supply Chain in sanità: esempi nazionali ed internazionali a confronto Innovazione e performance nella gestione della Supply Chain in sanità: esempi nazionali ed internazionali a confronto di Paola Boscolo * Isabella Giusepi*, Marta Marsilio** e Stefano Villa*** * Ricercatrice,

Dettagli

La logistica del Farmaco nelle strutture ospedaliere. ottimizzazione dei processi

La logistica del Farmaco nelle strutture ospedaliere. ottimizzazione dei processi La logistica del Farmaco nelle strutture ospedaliere. La tracciabilità come garanzia di sicurezza e ottimizzazione dei processi Costi Standard e misurazione delle performance nei processi di approvvigionamento.

Dettagli

Specializzato in Statistica Sanitaria con indirizzo in programmazione socio-sanitaria presso l Università dell Aquila con votazione 70/70 e lode.

Specializzato in Statistica Sanitaria con indirizzo in programmazione socio-sanitaria presso l Università dell Aquila con votazione 70/70 e lode. DOTT. IVAN TERSIGNI CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE STUDI Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'universita' Cattolica del Sacro Cuore di Roma il 21-7-1978, con votazione 110/110 e lode. Specializzato

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO CENTRO DI ATENEO SDM SCHOOL OF MANAGEMENT

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO CENTRO DI ATENEO SDM SCHOOL OF MANAGEMENT UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO CENTRO DI ATENEO SDM SCHOOL OF MANAGEMENT CORSO PER DIRIGENTI DI STRUTTURA COMPLESSA AREA OSPEDALIERA Codice edizione UBG DSCO 1401 Data 11/03/14 12/03/14 18/03/14 Università

Dettagli

1. Soggetto proponente

1. Soggetto proponente Allegato alla Delib.G.R. n. 53/56 del 20.12.2013 PERCORSO DI INFORMAZIONE E DI FORMAZIONE E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER GLI OPERATORI DELLE MENSE SCOLASTICHE, OSPEDALIERE E PUBBLICHE E PER GLI OPERATORI

Dettagli

RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 2012

RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 2012 RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 2012 .. 1 1. Presentazione La Relazione sulla Performance 2012 riassume la valutazione annuale del Ciclo di gestione della performance. In particolare la Relazione è lo strumento

Dettagli

Il Risk Management: risultati conoscitivi dell attività della ASSR

Il Risk Management: risultati conoscitivi dell attività della ASSR Il Risk Management: risultati conoscitivi dell attività della ASSR Sara Albolino sara.albolino@regione.toscana.it Centro Gestione Rischio Clinico Regione Toscana Organismi nazionali Commissione-gruppo

Dettagli

Il documento di seguito presentato è il risultato di

Il documento di seguito presentato è il risultato di Gli indicatori macrostrutturali di qualità dei servizi e delle prestazioni sanitarie GLI INDICATORI MACROSTRUTTURALI DI QUALITÀ DEI SERVIZI E DELLE PRESTAZIONI SANITARIE Prima rilevazione regionale Il

Dettagli

DISCIPLINA DELL ORGANIZZAZIONE E DEGLI ASPETTI OPERATIVI DEL SERVIZIO DELLE PROFESSIONI SANITARIE

DISCIPLINA DELL ORGANIZZAZIONE E DEGLI ASPETTI OPERATIVI DEL SERVIZIO DELLE PROFESSIONI SANITARIE DISCIPLINA DELL ORGANIZZAZIONE E DEGLI ASPETTI OPERATIVI DEL SERVIZIO DELLE PROFESSIONI SANITARIE Indice 1. Denominazione pag 2 2. Natura istituzionale e finalità pag 2 3. Personale afferente al Servizio

Dettagli

Pubblica Amministrazione

Pubblica Amministrazione Servizi offerti Con circa 100 professionisti specializzati nel settore, una tra le più grandi realtà nei servizi professionali alle imprese in Italia supporta la progettazione e l implementazione di soluzioni

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

ECONOMIA E GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI E SANITARI II PARTE I SERVIZI SANITARI

ECONOMIA E GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI E SANITARI II PARTE I SERVIZI SANITARI ECONOMIA E GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI E SANITARI II PARTE I SERVIZI SANITARI OBIETTIVI 1. DARE STRUMENTI PER COMPRENDERE MEGLIO LA REALTA E LE SPECIFICITA DELLA GESTIONE DELLE AZIENDE SANITARIE 2. APPREZZARE

Dettagli

Presidente Prof.ssa M. Luisa Ganadu

Presidente Prof.ssa M. Luisa Ganadu F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Sabrina Porcheddu Indirizzo VIA NAPOLI N 90 07100 SASSARI Telefono 079/2822107 334/8106783 Fax E-mail sabrina.porcheddu@aousassari.it

Dettagli

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA IL CLIENTE Regione Lombardia, attraverso la società Lombardia Informatica. IL PROGETTO Fin dal 1998 la Regione Lombardia

Dettagli

Sicurezza dei pazienti e gestione del rischio clinico: Quadro generale di riferimento

Sicurezza dei pazienti e gestione del rischio clinico: Quadro generale di riferimento ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI MASSA E CARRARA Sicurezza dei pazienti e gestione del rischio clinico: Quadro generale di riferimento Carlo Manfredi Sabato 28 novembre

Dettagli

ISTUD Osservatorio delle Cure Primarie

ISTUD Osservatorio delle Cure Primarie ISTUD Osservatorio delle Cure Primarie Convegno del 27/11/2013 L impatto dei sistemi di Patient Relationship Management (PRM): l esperienza nei Paesi Baschi Relatore: Roberto Giordano - Accenture Leadership,

Dettagli

DOVE STA ANDANDO IL TITOLO SSN?

DOVE STA ANDANDO IL TITOLO SSN? DOVE STA ANDANDO IL TITOLO SSN? Evidenze dal Eventuale Rapporto OASI sottotitolo 2013 Prof. Francesco Nome Cognome Longo Università Carica istituzionale Bocconi Milano, 20.01.2014 I principali trend evolutivi

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI. rcollazzo@cro.it ESPERIENZA LAVORATIVA C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI. rcollazzo@cro.it ESPERIENZA LAVORATIVA C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome COLLAZZO RAFFAELE Indirizzo Telefono 0434 659848 Fax 0434 659265 E-mail rcollazzo@cro.it Nazionalità italiana Data di nascita 22 NOVEMBRE 1951

Dettagli

Finalità dell indagine

Finalità dell indagine Finalità dell indagine Presentazione Osservatorio ICT sanità in FVG Incontro Federsanita ANCI FVG 15 ottobre 2012 Gilberto Bragonz6 medico igiene e sanità pubblica Docente Scuola di specializzazione di

Dettagli

Cristian Vender. Sesso Maschile - Data di nascita 19/12/1973 - Nazionalità Italiana

Cristian Vender. Sesso Maschile - Data di nascita 19/12/1973 - Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI Cristian Vender Residente a Roma Telefono: +39 3287682849 cristianvender@libero.it Sesso Maschile - Data di nascita 19/12/1973 - Nazionalità Italiana POSIZIONE RICOPERTA Collaboratore

Dettagli

Politiche della Qualità Servizio Qualità e Medicina Legale Azienda ULSS 4 Alto Vicentino

Politiche della Qualità Servizio Qualità e Medicina Legale Azienda ULSS 4 Alto Vicentino Politiche della Qualità Servizio Qualità e Medicina Legale Azienda ULSS 4 Alto Vicentino Anno 2014-2015 Un Sistema qualità per l eccellenza socio-sanitaria I piani ed i documenti di governo del sistema

Dettagli

Convention Nazionale L Eccellenza Professionale nell era della Clinical Governance. Bologna, 27 novembre 2009. Il Piano formativo a misura di ECM

Convention Nazionale L Eccellenza Professionale nell era della Clinical Governance. Bologna, 27 novembre 2009. Il Piano formativo a misura di ECM Convention Nazionale L Eccellenza Professionale nell era della Clinical Governance Bologna, 27 novembre 2009 GIMBEducation 2010 Il Piano formativo a misura di ECM Nino Cartabellotta GIMBEducation 1. Obiettivi

Dettagli

POLITICHE DI ATENEO E PROGRAMMAZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA.

POLITICHE DI ATENEO E PROGRAMMAZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA. All.4 POLITICHE DI ATENEO E PROGRAMMAZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA. In linea con quanto programmato negli anni accademici precedenti, l Ateneo intende riaffermare il ruolo centrale di istituzione scientifica

Dettagli

emanager La soluzione a supporto dei processi di Clinical Governance www.dedalus.eu

emanager La soluzione a supporto dei processi di Clinical Governance www.dedalus.eu emanager La soluzione a supporto dei processi di Clinical Governance www.dedalus.eu 3 La Clinical Governance Nell ambito dell erogazione di servizi sanitari è sempre più evidente l esigenza di poter disporre

Dettagli

REGOLAMENTO DEL POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO

REGOLAMENTO DEL POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO REGOLAMENTO DEL POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO Roma, 20 gennaio 2011 Articolo 1: Caratteristiche Generali 1. Il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico (di seguito Policlinico Universitario)

Dettagli

sanità SOLUZIONI PER LA GESTIONE DEI PROCESSI E IL GOVERNO DELL INFORMAZIONE NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

sanità SOLUZIONI PER LA GESTIONE DEI PROCESSI E IL GOVERNO DELL INFORMAZIONE NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE sanità SOLUZIONI PER LA GESTIONE DEI PROCESSI E IL GOVERNO DELL INFORMAZIONE NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Chi è Afea Nata dall incontro fra professionisti dell Information Technology e della consulenza

Dettagli