Promuovere la lettura precoce ad alta voce Verona Palazzo della Sanità 12 aprile 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Promuovere la lettura precoce ad alta voce Verona Palazzo della Sanità 12 aprile 2012"

Transcript

1 Promuovere la lettura precoce ad alta voce Verona Palazzo della Sanità 12 aprile 2012 Paola Campara Referente NPL ULSS 20 Verona Servizio Promozione ed Educazione alla Salute

2 Valenza psicologica e relazionale della lettura precoce ad alta voce B.Bettelheim: Leggere una storia ad un bambino significa offrigli una possibilità di scoperta della sua identità e di esplorazione di quelle esperienze che gli permettono di sviluppare il proprio carattere e di addentrarsi nel suo personale percorso di vita Lo sviluppo di un bambino è un processo complesso di intreccio armonico tra sviluppo sensoriale, motorio, cognitivo, relazionale, emotivo e sociale.

3 Valenza psicologica e relazionale della lettura precoce ad alta voce Il piacere di leggere Lettura:aspetti emozionali e cognitivi si influenzano in maniera reciproca Relazione genitore-bambino- libro Lettura come fonte di piacere e partecipazione emozionale

4 Valenza psicologica e relazionale della lettura precoce ad alta voce LEGAME DI ATTACCAMENTO E LETTURA J.Bowlby: legame specifico tra madre e bambino che fornisce le cure primarie a partire dalla nascita, il benessere, la protezione dai pericoli esterni e dalle tensioni interiori Segnali innati del bambino (pianto,sorriso, vocalizzazione )mantengono il contatto con la madre; sensibilità e disponibilità della madre e la sua capacità di lettura dei segnali del b/o permette lo sviluppo di un attaccamento sicuro Attaccamento sicuro pone le basi per un adeguato sviluppo psicologico,sociale e affettivo FIDUCIA, CURIOSITA, MOTIVAZIONE AD APPRENDERE

5 Valenza psicologica e relazionale della lettura precoce ad alta voce La qualità della relazione genitori-bambino condiziona notevolmente lo sviluppo di diverse competenze e abilità del b/o, tra le quali il linguaggio,l interazione con la parola scritta e la narrazione e l emergent literacy: quell'insieme di condizioni e competenze atte a favorire lo sviluppo delle abilità di lettura e la precoce capacità di risolvere problemi che implicano la comprensione di testi scritti. Rapporto biunivoco tra attaccamento e lettura precoce: lettura è un occasione di relazione molto positiva e intensa che favorisce e mantiene un rapporto di attaccamento sicuro

6 Valenza psicologica e relazionale della lettura precoce ad alta voce LETTURA: momento esclusivo tra madre e bambino per stimolare interesse e curiosità verso l oggetto libro, vissuto come mezzo di comunicazione previlegiato. Creare un rapporto di familiarità tra b/o e libro L esperienza precoce del piacere della lettura dura per tutta la vita e il libro diventa fonte privilegiata di dialogo intergenerazionale. Il rapporto affettivo che si instaura con il genitore durante la lettura consente al bambino di acquisire una sempre maggiore consapevolezza dei propri sentimenti ed emozioni, che sono alla base dell autostima.

7 Valenza psicologica e relazionale della lettura precoce ad alta voce LEGGERE AD ALTA VOCE E UN ESPERIENZA PIACEVOLE Crea l abitudine all ascolto Aumenta i tempi di attenzione Accresce il desiderio di imparare a leggere Stimola la curiosità e la fantasia Migliora il linguaggio ricettivo ed espressivo Accresce l ampiezza del vocabolario Favorisce un miglior sviluppo cognitivo

8 Progetto Nati per Leggere Nasce nel 1999 da un accordo tra: Associazione Culturale Pediatri (ACP) Associazione Italiana Biblioteche (AIB) Centro per la Salute del Bambino (CSB) ALLEANZA TRA PEDIATRI E BIBLIOTECARI

9 GENITORIPIU -LETTURA AD ALTA VOCE La Campagna di sensibilizzazione GenitoriPiù valorizza le capacità dei genitori di rendersi protagonisti nella promozione della salute dei propri figlie. Promuove 7 azioni determinanti per la salute del bambino e riconosce particolare valore alla lettura ad alta voce perchè : favorisce la relazione genitori/figli facilita lo sviluppo del linguaggio arricchisce la memoria stimola la fantasia - promuove la lettura ad alta voce insieme alle altre determinanti lungo tutto il percorso nascita: -Preconcezionale gravidanza - punto nascita prima mesi di vita

10 sito web

11 Manuale per operatori

12 Poster Poster negli spazi dei servizi del percorso nascita (ambulatori distrettuali, consultori familiari, ospedale, ecc.)

13 Spot animato multilingue

14 Questionario GenitoriPiù Questionario operatori :dati 2009

15 Questionario operatori:dati 2009 Questionario GenitoriPiù

16 Questionario operatori:dati 2009 Questionario GenitoriPiù

17

18 Protocollo d Intesa NPL 30 aprile 2010 Protocollo di intesa NPL ( Provincia, Comune Verona,ULSS 20,21,22 e Az.Ospedaliera) ULSS 20 - coinvolgere gli operatori sanitari idonei alla sensibilizzazione dei genitori - valorizzare le iniziative portate avanti da operatori sensibili in diversi Servizi - progettare nuovi interventi mettendo in rete esperienze e risorse

19 Esperienze in atto NPL- Ulss 20 Consultori familiari Dal 2006 le educatrici dei CC FF offrono 3 incontri denominati Raccontami una storia a piccoli gruppi di mamme con bambini di 4-5 mesi. Pediatri di libera scelta: Veronetta:punto di prestito c/o ambulatorio pediatrico Val d Alpone: Coordinamento NPL Castel d Azzano: lavoro di rete biblioteca, comune,insegnanti Distretto n.3: punto di prestito c/o Servizio Riabilitativo

20 GRAZIE PER L ATTENZIONE Servizio Promozione della Salute

COMUNE DI SASSARI. Settore Politiche Educative e Giovanili

COMUNE DI SASSARI. Settore Politiche Educative e Giovanili COMUNE DI SASSARI Settore Politiche Educative e Giovanili Amare la lettura attraverso un adulto un gesto che legge d amore: una storia CHI SONO: Mi presento: sono il progetto Nati per leggere al Nido,

Dettagli

Incontro formativo NPL per bibliotecari e operatori del settore Brescia 9 Maggio 2013 Dott.ssa M.Clerici Schoeller

Incontro formativo NPL per bibliotecari e operatori del settore Brescia 9 Maggio 2013 Dott.ssa M.Clerici Schoeller Incontro formativo NPL per bibliotecari e operatori del settore Brescia 9 Maggio 2013 Dott.ssa M.Clerici Schoeller Già nella vita fetale ci sono sensibilità alla luce, al suono, al dolore, movimenti coordinati

Dettagli

Dono del libro ai nuovi nati

Dono del libro ai nuovi nati Progetto Nati per Leggere a Verona Dono del libro ai nuovi nati Un progetto per i bambini e le famiglie di Verona Comune di Verona Settore Biblioteche Pubblica Lettura Via Cappello 43 37121 Verona Tel.

Dettagli

ASILO NIDO REGINA MARGHERITA Via dei Campani, 75 00185 Roma tel 064462381 fax 0649385738 nido@ipabirai.it - rosarita.antico@ipabirai.

ASILO NIDO REGINA MARGHERITA Via dei Campani, 75 00185 Roma tel 064462381 fax 0649385738 nido@ipabirai.it - rosarita.antico@ipabirai. ASILO NIDO REGINA MARGHERITA Via dei Campani, 75 00185 Roma tel 064462381 fax 0649385738 nido@ipabirai.it - rosarita.antico@ipabirai.it PROGETTO PEDAGOGICO SEZIONE GRANDI La sezione è composta da 21 bambini

Dettagli

MUSICA ATTIVA NELLA SCUOLA MATERNA ED ELEMENTARE

MUSICA ATTIVA NELLA SCUOLA MATERNA ED ELEMENTARE MUSICA ATTIVA SPERIMENTAZIONE MUSICALE NELLA SCUOLA MATERNA ED ELEMENTARE Fare musica è importante. Psicologi dell età evolutiva, pedagogisti, esperti del settore sono concordi nell affermare che un attività

Dettagli

DISPENSA PER LETTORI VOLONTARI. Nati per Leggere. Aggiornata marzo 2015 DISPENSA PER I LETTORI VOLONTARI NATI PER LEGGERE MARZO 2015 1

DISPENSA PER LETTORI VOLONTARI. Nati per Leggere. Aggiornata marzo 2015 DISPENSA PER I LETTORI VOLONTARI NATI PER LEGGERE MARZO 2015 1 DISPENSA PER LETTORI VOLONTARI Nati per Leggere Aggiornata marzo 2015 DISPENSA PER I LETTORI VOLONTARI NATI PER LEGGERE MARZO 2015 1 PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA Nati per Leggere è un Programma di promozione

Dettagli

SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA PRAIA-AIETA-SAN NICOLA ARCELLA ANNO 2014/15

SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA PRAIA-AIETA-SAN NICOLA ARCELLA ANNO 2014/15 SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA PRAIA-AIETA-SAN NICOLA ARCELLA ANNO 2014/15 PREMESSA I primi giorni di scuola segnano per i bambini e le famiglie l inizio di un tempo nuovo : un tempo carico di aspettative ma

Dettagli

QUELLO CHE CERCHI C È Il mago di Oz - L. FrankBaum

QUELLO CHE CERCHI C È Il mago di Oz - L. FrankBaum QUELLO CHE CERCHI C È Il mago di Oz - L. FrankBaum Questa storia è stata scelta perché ricca di spunti educativi. Nel periodo dell inserimento ci guiderà DOROTHY che ci aiuterà nella conoscenza delle regole

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ERASMO DA ROTTERDAM SCUOLA dell'infanzia CISLIANO. Per poter accogliere teneramente... con tutto il tempo necessario...

ISTITUTO COMPRENSIVO ERASMO DA ROTTERDAM SCUOLA dell'infanzia CISLIANO. Per poter accogliere teneramente... con tutto il tempo necessario... ISTITUTO COMPRENSIVO ERASMO DA ROTTERDAM SCUOLA dell'infanzia CISLIANO Per poter accogliere teneramente... con tutto il tempo necessario... per avere lo spazio dove ascoltare le esigenze di ogni bambina

Dettagli

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTO ACCOGLIENZA A SCUOLA SIAMO TUTTI AMICI Fermani Roberta Nocelli Rita - Grassi Katia Bambini di 2 anni e mezzo e 3 anni Sezioni D e E Il progetto Accoglienza

Dettagli

DISPENSA PER I LETTORI VOLONTARI

DISPENSA PER I LETTORI VOLONTARI DISPENSA PER I LETTORI VOLONTARI a cura di Nives Benati, Alfonso Cuccurullo, Alessandra Sila INTRODUZIONE E PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Amare la lettura attraverso un gesto d'amore: un adulto che legge

Dettagli

REGIONANDO 2000 REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 18 ROVIGO SOSTEGNO ALLA RELAZIONE MADRE - BAMBINO NEL 1 ANNO DI VITA

REGIONANDO 2000 REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 18 ROVIGO SOSTEGNO ALLA RELAZIONE MADRE - BAMBINO NEL 1 ANNO DI VITA REGIONANDO 2000 REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 18 ROVIGO SOSTEGNO ALLA RELAZIONE MADRE - BAMBINO NEL 1 ANNO DI VITA La nascita di un figlio rappresenta per il sistema familiare l ingresso in una nuova fase

Dettagli

Centro per la Salute del Bambino / ONLUS

Centro per la Salute del Bambino / ONLUS Progetto In Vitro Progetto formativo Formazione degli operatori dei servizi sanitari, socio-educativi, bibliotecari e dei lettori volontari per la promozione della lettura da 6 mesi a 6 anni di vita Quadro

Dettagli

2. INTEGRAZIONE ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Definizione Alla base dei principi dell integrazione c è il riconoscimento del diritto di ciascun soggetto

2. INTEGRAZIONE ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Definizione Alla base dei principi dell integrazione c è il riconoscimento del diritto di ciascun soggetto 2. INTEGRAZIONE ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Alla base dei principi dell integrazione c è il riconoscimento del diritto di ciascun soggetto a ricevere, nella comunità, tutte le opportunità educative per lo

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008 A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana LA LETTURA COME BISOGNO CULTURALE PER CRESCERE Il desiderio

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO. A scuola SerenaMente

UNITA DI APPRENDIMENTO. A scuola SerenaMente UNITA DI APPRENDIMENTO Denominazione Situazione diagnostica A scuola SerenaMente Il primo giorno di scuola non è lo stesso per tutti i bambini. Per alcuni, si tratta di ritornare in un posto lasciato solo

Dettagli

Il ruolo fondamentale del pediatra nella promozione della musica in famiglia

Il ruolo fondamentale del pediatra nella promozione della musica in famiglia Il ruolo fondamentale del pediatra nella promozione della musica in famiglia A cura di STEFANO GORINI Pediatra di famiglia, Rimini; Coordinamento Nazionale Nati per la Musica «La musica non privilegio

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123

SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123 SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123 ORGANIZZAZIONE La scuola accoglie i bambini da 3 a 6 anni. E aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 7,30

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

LABORATORI CREATIVI PER IL SUCCESSO SCOLASTICO I LABORATORI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SONO RIVOLTI AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI.

LABORATORI CREATIVI PER IL SUCCESSO SCOLASTICO I LABORATORI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SONO RIVOLTI AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI. LABORATORI CREATIVI PER IL SUCCESSO SCOLASTICO I LABORATORI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SONO RIVOLTI AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI. CINEFORUM LABORATORIO DI CERAMICA LABORATORIO DI SCIENZE MOTORIE

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA GIOVANNI XXIII. Progetto Pedagogico della Sezione Primavera

SCUOLA DELL INFANZIA GIOVANNI XXIII. Progetto Pedagogico della Sezione Primavera Pagina 1 di 8 SCUOLA DELL INFANZIA GIOVANNI XXIII Progetto Pedagogico della Sezione Primavera Pagina 2 di 8 1. PREMESSA La scelta pedagogica di istituire la sezione Primavera, all interno della Scuola

Dettagli

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I.C.S. MAREDOLCE FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA La nostra scuola dell Infanzia con la sua identità specifica sotto il profilo pedagogico e metodologico-organizzativo persegue: l acquisizione di capacità

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Scuola Media di Serravalle. Progetto FILO DIRETTO. con se stessi e gli altri

Scuola Media di Serravalle. Progetto FILO DIRETTO. con se stessi e gli altri Scuola Media di Serravalle Maggi Marco Con su len t e edu ca t i vo Esper t o i n pr ocessi for m a t i vi I st r u tt or e Met od o Gor d on Progetto FILO DIRETTO con se stessi e gli altri Proposte di

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

L Ambulatorio Riabilitativo Minori Dipartimento Disabili di Fondazione Sospiro:

L Ambulatorio Riabilitativo Minori Dipartimento Disabili di Fondazione Sospiro: L Ambulatorio Riabilitativo Minori Dipartimento Disabili di Fondazione Sospiro: Marilena Zacchini Referente Servizio Psicoeducativo Ambulatorio Riabilitativo Minori Dipartimento Disabili Fondazione Sospiro

Dettagli

La formazione vola alto.

La formazione vola alto. ALCUNI TRA I MIGLIORI Il vostro viaggio formativo HUMANFORM, FORMAZIONE SU MISURA Humanform è una società di formazione e consulenza aziendale certificata UNI ISO 9000:2008 EA 37 e accreditata Forma.Temp,

Dettagli

AMIGOS servizi per l infanzia, l adolescenza e le famiglie AMIGOS CARTA DEL SERVIZIO

AMIGOS servizi per l infanzia, l adolescenza e le famiglie AMIGOS CARTA DEL SERVIZIO AMIGOS CARTA DEL SERVIZIO CONTESTO: Un percorso di crescita e continuità educativa: bambini 0-6 anni La nostra struttura si occupa dell infanzia e della gioventù dal 2002 offrendo un servizio di Nido d

Dettagli

Consultori familiari

Consultori familiari Consultori familiari Le prestazioni del consultorio corsi di accompagnamento alla nascita rivolti ad entrambi i genitori assistenza a domicilio a mamma e neonato dopo il parto (Servizio di Dimissione protetta):

Dettagli

NATI PER LEGGERE L INSERIMENTO DI NATI PER LEGGERE IN CONSULTORIO AI COSI DI ACCOMPAGNAMENTO ALLA NASCITA E NEL SOSTEGNO POST PARTO

NATI PER LEGGERE L INSERIMENTO DI NATI PER LEGGERE IN CONSULTORIO AI COSI DI ACCOMPAGNAMENTO ALLA NASCITA E NEL SOSTEGNO POST PARTO NATI PER LEGGERE L INSERIMENTO DI NATI PER LEGGERE IN CONSULTORIO AI COSI DI ACCOMPAGNAMENTO ALLA NASCITA E NEL SOSTEGNO POST PARTO Dott. ssa M.C.CEFFA D..M. I. ASL NOVARA Novara 04/12/2012 GENITORI PIU

Dettagli

Copyright GlaxoSmithKline. Obiettivi del progetto Fondamenti Aree di applicazione Il Ruolo di GSK nel progetto La Rete sul territorio Alcuni spunti

Copyright GlaxoSmithKline. Obiettivi del progetto Fondamenti Aree di applicazione Il Ruolo di GSK nel progetto La Rete sul territorio Alcuni spunti Obiettivi del progetto Fondamenti Aree di applicazione Il Ruolo di GSK nel progetto La Rete sul territorio Alcuni spunti Obiettivi del progetto sensibilizzare i genitori ad acquisire un comportamento diffondere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo. Malala Yousafzai Premio Nobel per

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE. referente ins. MASCI LUANA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE. referente ins. MASCI LUANA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE referente ins. MASCI LUANA 1 Con l anno scolastico 2013-14 entrano pienamente in vigore le Indicazioni Nazionali per il Curricolo della Scuola

Dettagli

PROGRAMMAZIONE A.S. 2014/2015 EXPO: PIANETA MILANO

PROGRAMMAZIONE A.S. 2014/2015 EXPO: PIANETA MILANO SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA MATER MEA VIA PUSIANO, 57 MILANO Tel. 02/2722141 Fax 02/2722143 e-mail. Mariamatermea@ libero.it PROGRAMMAZIONE A.S. 2014/2015 EXPO: PIANETA MILANO Questo progetto

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A. S. 2012/13 ATTIVITA CURRICULARI EXTRACURRICULARI PROGETTO L2

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A. S. 2012/13 ATTIVITA CURRICULARI EXTRACURRICULARI PROGETTO L2 PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A. S. 2012/13 ATTIVITA CURRICULARI EXTRACURRICULARI Denominazione del progetto/laboratorio some more PROGETTO L2 Responsabile di progetto D Aniello Michelina Gruppo di progetto

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PIAZZA VALFRE BRA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2011-2012 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI PLESSO

SCUOLA DELL INFANZIA PIAZZA VALFRE BRA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2011-2012 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI PLESSO SCUOLA DELL INFANZIA PIAZZA VALFRE BRA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2011-2012 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI PLESSO INSEGNANTI: BUSSO M.Teresa VIZIO Loredana (sez. A) BERRONE Rosella RAVIOLA Elvira (sez. B) La

Dettagli

POF ANNO SCOLASTICO 2013-2014 IL COLORE DELLE EMOZIONI

POF ANNO SCOLASTICO 2013-2014 IL COLORE DELLE EMOZIONI SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA PARROCCHIA SAN ROCCO SCUOLA MATERNA VIA FORNACI 66/D - 25131 BRESCIA TEL. E FAX: 0302680472 segreteria@sanroccomaterna.it www.sanroccomaterna.it

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

Il nostro Ludobus sostiene e promuove i Progetti Nati per Leggere e Nati per la Musica.

Il nostro Ludobus sostiene e promuove i Progetti Nati per Leggere e Nati per la Musica. CHI SIAMO Melarancia è una cooperativa sociale di tipo A nata nel 1991 che opera nella provincia di Pordenone. E composta da un gruppo di tecnici dell educazione che si occupa di servizi all infanzia:

Dettagli

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE L interesse verso la lettura ed il piacere ad esercitarla sono obiettivi che, ormai da anni, gli insegnanti della scuola primaria di Attimis si prefiggono

Dettagli

SCHEDA DI IDENTIFICAZIONE DEL PROGETTO

SCHEDA DI IDENTIFICAZIONE DEL PROGETTO PROGETTO: (titolo) PROGETTO BIBLIOTECA EQUIPE DI PROGETTO INS. PAD A RIPAMONTI INS. PAD B DE SANTIS INS. PAD C COSTELLA STIMOLARE IL BAMBINO NELSUO PROCESSO DI CRESCITA, DAL PUNTO DI VISTA CONOSCITIVO,-COMUNICATIVO,

Dettagli

MOTIVAZIONE: Tratto da http://www.canossianevilla.it/wp/piano-di-lavoro-annuale-routine-che-accolgono/

MOTIVAZIONE: Tratto da http://www.canossianevilla.it/wp/piano-di-lavoro-annuale-routine-che-accolgono/ Piano di lavoro annuale: Routine che accolgono Istituto Canossiano Villafranca di Verona Esperienze realizzate con tutti i bambini della scuola Da settembre 2012 a giugno 2013 Tratto da http://www.canossianevilla.it/wp/piano-di-lavoro-annuale-routine-che-accolgono/

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN FRUTTUOSO ad indirizzo musicale Via Berghini, 1-16132 Genova TEL. 010352712 fax 0105220210 e-mail geic808008@istruzione.it - www.icsanfruttuoso.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA " MADRE LINDA LUCOTTI" ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE R.C. A.S. 2011 \ 2012

SCUOLA DELL'INFANZIA  MADRE LINDA LUCOTTI ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE R.C. A.S. 2011 \ 2012 ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE PREMESSA L incontro con la fiaba è molto stimolante perché sollecita nei bambini esperienze altamente educative, sul piano cognitivo, affettivo, linguistico e creativo. La fiaba

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

Il progetto provinciale Nati per Leggere

Il progetto provinciale Nati per Leggere Il progetto provinciale Nati per Leggere Provincia di Pesaro e Urbino Asur Marche Area Vasta n. 1 Azienda Ospedali Riuniti Marche Nord Federazione Italiana Medici Pediatri 34 Comuni del territorio Il progetto

Dettagli

LA SALA DELLE FARFALLE

LA SALA DELLE FARFALLE GIOCHI D INTIMITA CON LA CREMA Obiettivi: Favorire il rilassamento. Promuovere e consolidare la percezione dello schema corporeo. Incentivare la relazione di fiducia tra adulto e bambino. Stimolare la

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION sugli utenti dei consultori familiari nel percorso nascita

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION sugli utenti dei consultori familiari nel percorso nascita Servizio Famiglia Infanzia Età Evolutiva Ufficio Promozione Qualità INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION sugli utenti dei consultori familiari nel percorso nascita anno 2012 Pag. 1 di 13 Indice 1. Introduzione...

Dettagli

Narrami, o Musa dell eroe multiforme, che tanto vagò dopo che distrusse la rocca sacra di Troia: di molti uomini vide le città e conobbe i pensieri

Narrami, o Musa dell eroe multiforme, che tanto vagò dopo che distrusse la rocca sacra di Troia: di molti uomini vide le città e conobbe i pensieri C ERA UNA VOLTA ULISSE Narrami, o Musa dell eroe multiforme, che tanto vagò dopo che distrusse la rocca sacra di Troia: di molti uomini vide le città e conobbe i pensieri OMERO, ODISSEA traduzione di G.A.PRIVITERA

Dettagli

PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DEI LINGUAGGI ESPRESSIVI (Arte, musica, ed. fisica) Classi Quarte NUMERO UDA TITOLO PERIODO ORIENTATIVO

PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DEI LINGUAGGI ESPRESSIVI (Arte, musica, ed. fisica) Classi Quarte NUMERO UDA TITOLO PERIODO ORIENTATIVO PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DEI LINGUAGGI ESPRESSIVI (Arte, musica, ed. fisica) Classi Quarte NUMERO UDA TITOLO PERIODO ORIENTATIVO DI SVILUPPO UDA N.1 Di colore in colore a suon di musica

Dettagli

D) Area: IL BENESSERE DI DOCENTI, ALUNNI, GRUPPO CLASSE

D) Area: IL BENESSERE DI DOCENTI, ALUNNI, GRUPPO CLASSE INIZIATIVE di FORMAZIONE DOCENTI di Scuole Secondarie di 1 Grado (Programmi sintetici) D) Area: IL BENESSERE DI DOCENTI, ALUNNI, GRUPPO CLASSE D1) L ACCOGLIENZA A SCUOLA: sviluppare negli alunni il senso

Dettagli

SCUOLA DI MUSICA MUSICANDO

SCUOLA DI MUSICA MUSICANDO Largo Madonna, 22 65125 Pescara Tel. 085.4171765 Cell. 338.1967097 www.scuolamusicando.net info@scuolamusicando.net SCUOLA DI MUSICA MUSICANDO MUSICOTERAPIA: Nuove prospettive per l abilitazione e la riabilitazione

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

Conoscersi è l esperienza tonificante per liberare le proprie potenzialità ed indirizzarsi verso un futuro migliore

Conoscersi è l esperienza tonificante per liberare le proprie potenzialità ed indirizzarsi verso un futuro migliore Area IL VALORE DI UN TEST L equipe orientamento del Centro Studi Evolution propone una serie di di concreta utilità e dall alto valore scientifico. Una valutazione oggettiva è alla base di ogni serio e

Dettagli

Quali sono? Da dove iniziamo? La diagnosi. Transizioni evolutive. shock rifiuto senso di colpa e d inadeguatezza. La comunicazione della diagnosi

Quali sono? Da dove iniziamo? La diagnosi. Transizioni evolutive. shock rifiuto senso di colpa e d inadeguatezza. La comunicazione della diagnosi Dipartimento di Scienze Pediatriche Mediche e Chirurgiche U.O.C Clinica Pediatrica Università di Messina SUPPORTO PSICOLOGICO Psicologa Dott.ssa Maria Pecoraro Da dove iniziamo? La diagnosi La diagnosi

Dettagli

(Legge regionale n. 1/08, Capo II) BANDI 2012-2013. Presentazione del progetto

(Legge regionale n. 1/08, Capo II) BANDI 2012-2013. Presentazione del progetto (Legge regionale n. 1/08, Capo II) BANDI 2012-2013 Presentazione del progetto LA CURA DELL INCONTRARSI: lo stare insieme di bambini e famiglie a Moglia e a Pegognaga per superare l ombra della calamità

Dettagli

Gruppi di auto mutuo aiuto per donne sole: cosa sono e come funzionano

Gruppi di auto mutuo aiuto per donne sole: cosa sono e come funzionano Gruppi di auto mutuo aiuto per donne sole: cosa sono e come funzionano Conducono l incontro: la dott.ssa Monica Tessarolo (psicologa psicoterapeuta ad indirizzo cognitivo comportamentale, criminologa,

Dettagli

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 INDICE Il Piano dell Offerta Formativa 1 Presentazione del Asilo Nido Navaroli 1-2 La nostra idea di bambino 3 Partecipazione

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA a.s. 2014.2015

CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA a.s. 2014.2015 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA a.s. 2014.2015 Coordinatrice Luana Masci Con l anno scolastico 2013-14 entrano pienamente in vigore le Indicazioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LECCO I PROGETTI a.s. 2014/15

ISTITUTO COMPRENSIVO LECCO I PROGETTI a.s. 2014/15 ISTITUTO COMPRENSIVO LECCO I PROGETTI a.s. 2014/15 SCUOLA: Infanzia S. STEFANO Nome progetto Ambito (vedere Classi coinvolte Tempi Obiettivo Costi pof Le attenzioni della scuola ) Progetto Teatro NOI PER

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI

LA CARTA DEI SERVIZI Carta dei Servizi LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è il principale strumento di un organizzazione per far conoscere i progetti che realizza, per informare sulle risorse e le attività a disposizione,

Dettagli

PER UNA CARTA DELL ANIMAZIONE

PER UNA CARTA DELL ANIMAZIONE PER UNA CARTA DELL ANIMAZIONE (documento in progress) 2 PER UNA CARTA DELL ANIMAZIONE COSA SIGNIFICA ANIMAZIONE IN CAMPO GERONTOLOGICO Etimologicamente la parola animazione deriva dal verbo animare che,

Dettagli

PROGETTO Percorsi linguistico-espressivi per la scuola dell infanzia (4-5 anni)

PROGETTO Percorsi linguistico-espressivi per la scuola dell infanzia (4-5 anni) PROGETTO Percorsi linguistico-espressivi per la scuola dell infanzia (4-5 anni) Ci sono tante storie raccontate a voi bambini Da un Raccontastorie Perché siete piccolini E poi ce ne sono altre Suonate

Dettagli

Programmazione Nido Monti 2014-2015

Programmazione Nido Monti 2014-2015 Programmazione Nido Monti 2014-2015 OBIETTIVI GENERALI L obiettivo generale è ambientare il bambino nel contesto educativo e relazionale dell Asilo Nido rispettando e valorizzando l individualità del bambino

Dettagli

UNA SCUOLA VERDE E BLU

UNA SCUOLA VERDE E BLU La Scuola dell Infanzia si propone come contesto di relazione, di cura e di apprendimento nel quale le sollecitazioni che i bambini sperimentano nelle loro esperienze possono essere filtrate, analizzate

Dettagli

I Disturbi del Neurosviluppo

I Disturbi del Neurosviluppo Giornata Mondiale per la consapevolezza dell Auismo Sala della Protomoteca - Campidogio Istituto Superiore di Sanità 2 aprile 2014 I Disturbi del Neurosviluppo hanno una prevalenza circa del 12%. possono

Dettagli

2 - gli esperti selezionati saranno appositamente formati per dare una corretta attuazione a tutti gli interventi previsti dal Programma

2 - gli esperti selezionati saranno appositamente formati per dare una corretta attuazione a tutti gli interventi previsti dal Programma 2 - gli esperti selezionati saranno appositamente formati per dare una corretta attuazione a tutti gli interventi previsti dal Programma 3 - il Programma intende coinvolgere tutte le classi prime di Scuola

Dettagli

1. PROGETTO ACCOGLIENZA 2. PROGETTO NATURA 3. PROGETTO INSIEME PER FESTEGGIARE 4. PROGETTO CONTINUITAˋ SCUOLA DELL INFANZIA- SCUOLA PRIMARIA 5

1. PROGETTO ACCOGLIENZA 2. PROGETTO NATURA 3. PROGETTO INSIEME PER FESTEGGIARE 4. PROGETTO CONTINUITAˋ SCUOLA DELL INFANZIA- SCUOLA PRIMARIA 5 SCUOLA DELL'INFANZIA "PANTANO" PROGETTI CURRICULARI Anno Scollastico 2013 -- 2014 INDICE 1. PROGETTO ACCOGLIENZA 2. PROGETTO NATURA 3. PROGETTO INSIEME PER FESTEGGIARE 4. PROGETTO CONTINUITAˋ SCUOLA DELL

Dettagli

alla Deliberazione Giunta Provinciale di Lucca N.182 del 27.08.2013 PROTOCOLLO D'INTESA TRA

alla Deliberazione Giunta Provinciale di Lucca N.182 del 27.08.2013 PROTOCOLLO D'INTESA TRA alla Deliberazione Giunta Provinciale di Lucca N.182 del 27.08.2013 Promosso dalla Provincia di Lucca PROTOCOLLO D'INTESA TRA ALLEGATO N.1 I Comuni della Piana di Lucca, Media Valle del Serchio e Garfagnana

Dettagli

Il bosco delle sensazioni

Il bosco delle sensazioni Programmazione sezione prima SCUOLA DELL'INFANZIA "VILLA FLAMINIA" A.S. 2015 /2016 Il bosco delle sensazioni INSEGNANTI Maela Avvisati Oriana Riina Tina Iavarone Dimmi e io dimentico Mostrami e io ricordo

Dettagli

UDA n:1 In equilibrio tra arte, musica e movimento

UDA n:1 In equilibrio tra arte, musica e movimento PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DEI LINGUAGGI ESPRESSIVI (Arte, musica, ed. fisica) Classi Seconde NUMERO UDA UDA N.1 TITOLO In equilibrio tra arte, musica e movimento PERIODO ORIENTATIVO DI

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DELLA SCUOLA PRIMARIA

LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DELLA SCUOLA PRIMARIA LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DELLA SCUOLA PRIMARIA Obiettivi generali del processo formativo Costituiscono la base progettuale degli aspetti pedagogico didattici ed organizzativi dell attività didattica.

Dettagli

Vittime minori. LA VIOLENZA ASSISTITA vittime «minori» Dr.ssa Iria Barbiè, psicologa psicoterapeuta

Vittime minori. LA VIOLENZA ASSISTITA vittime «minori» Dr.ssa Iria Barbiè, psicologa psicoterapeuta Vittime minori LA VIOLENZA ASSISTITA vittime «minori» Dr.ssa Iria Barbiè, psicologa psicoterapeuta Migliaia di bambini assistono in casa a scene di violenza domestica: questa è una delle esperienze più

Dettagli

M.Cristina Stradi 2011 1

M.Cristina Stradi 2011 1 M.Cristina Stradi 2011 1 Il gioco riposa e diverte. Evoca un attività non soggetta a costrizioni, ma anche priva di conseguenza per la vita reale. Si contrappone alle serietà di questa e viene perciò considerato

Dettagli

Incontriamoci a scuola

Incontriamoci a scuola a.s. 2014-2015 I. C. via Ferraironi Roma PROGETTO DI PSICOLOGIA SCOLASTICA Incontriamoci a scuola progetto vincitore bando Regione Lazio Promozione di nuove frontiere per l integrazione sociale Premessa

Dettagli

LUDUS IN FABULA Baby Parking - Spazio Bimbi 13 36 mesi

LUDUS IN FABULA Baby Parking - Spazio Bimbi 13 36 mesi LUDUS IN FABULA Baby Parking - Spazio Bimbi 13 36 mesi Premessa Il Baby Parking/Spazio Bimbi è un servizio socio-educativo che può accogliere bambini dai 13 ai 36 mesi, dal lunedì al venerdì, fino a 6

Dettagli

Corso formazione per baby sitter: requisiti trasversali di qualità

Corso formazione per baby sitter: requisiti trasversali di qualità COMUNE DI BOLOGNA ALLEGATO al: PROTOCOLLO D INTESA tra IL COMUNE DI BOLOGNA E IMPRESE, COOPERATIVE E ASSOCIAZIONI PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO SPERIMENTALE TATA BOLOGNA PER UN SERVIZIO DI BABY SITTER.

Dettagli

Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere

Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere Rivolto agli studenti della scuola secondaria di primo grado PREMESSE L educazione affettiva e relazionale dei giovani d oggi pone, a quanti

Dettagli

Scuola dell Infanzia Andersen Istituto Comprensivo Carpi 2. Progetto di plesso di Educazione alla lettura

Scuola dell Infanzia Andersen Istituto Comprensivo Carpi 2. Progetto di plesso di Educazione alla lettura Scuola dell Infanzia Andersen Istituto Comprensivo Carpi 2 Progetto di plesso di Educazione alla lettura Anno scolastico 2013/2014 Motivazioni in relazione al contesto L educazione alla lettura è un attività

Dettagli

Una scuola in-formata

Una scuola in-formata Una scuola in-formata La cura per eccellenza per le persone con autismo è l EDUCAZIONE (E.Micheli) Mireya Moyano Educare una persona con Autismo È un azione complessa che richiede una progettualità di

Dettagli

Nati per la Musica è un progetto che promuove e sostiene attività che mirano ad accostare precocemente il bambino al mondo dei suoni e alla musica

Nati per la Musica è un progetto che promuove e sostiene attività che mirano ad accostare precocemente il bambino al mondo dei suoni e alla musica Nati per Leggere e Nati per la Musica Due programmi di interventi precoci per la promozione del benessere psicofisico e sociale dei bambini a cura di Nives Benati Nati per leggere è un progetto nazionale

Dettagli

Psicologia dell orientamento scolastico e professionale. Indice

Psicologia dell orientamento scolastico e professionale. Indice INSEGNAMENTO DI PSICOLOGIA DELL ORIENTAMENTO SCOLASTICO E PROFESSIONALE LEZIONE I ORIENTAMENTO E PSICOLOGIA PROF.SSA ANNAMARIA SCHIANO Indice 1 L orientamento: significato e tipologie ---------------------------------------------------------------

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012 / 2013 Scuola Comunale dell infanzia Pollicinia Via Roma Potenza Tel. 0971 / 273041 DOVE SIAMO CHI SIAMO Potenza, capoluogo di regione, è la città della

Dettagli

CUOLA DELL INFANZIA PETER PAN QUATTROPONTI

CUOLA DELL INFANZIA PETER PAN QUATTROPONTI CUOLA DELL INFANZIA PETER PAN QUATTROPONTI ISTITUTO COMPRENSIVO POLO I, GALATINA ( LECCE ) Scuola dell Infanzia Plesso di Via Teano a.s. 2013 /2014 Progetto Di Plesso Le storie dove stanno? Ce n è una

Dettagli

L ARTE DI EMOZIONARSI

L ARTE DI EMOZIONARSI ISTITUTO COMPRENSIVO "PIERO FORNARA" DI CARPIGNANO SESIA Via Ettore Piazza, 5-28064 Carpignano Sesia (Novara) C.F.80015590039 Tel. 0321 825185 / 824520 - Fax. 0321 824586 website: http://share.dschola.it/carpignanosesia

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI CAPITONE

SCUOLA DELL INFANZIA DI CAPITONE SCUOLA DELL INFANZIA DI CAPITONE PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO a. s. 2008/2009 INSEGNANTI DI SEZIONE : CANAL Chetti FRANCIA Meri VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE INIZIALE La scuola dell infanzia di Capitone

Dettagli

Conoscere i Disturbi Specifici dell Apprendimento

Conoscere i Disturbi Specifici dell Apprendimento Mira, 27 marzo 2015 Conoscere i Disturbi Specifici dell Apprendimento Dott.ssa Barbara Longhi Psicologa Psicoterapeuta Ulss13 Servizio Età Evolutiva Cosa sono i DSA? Disturbi dello sviluppo che riguardano

Dettagli

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA La Scuola dell Infanzia offre a ciascun bambino un ambiente di vita e di cultura, un luogo di apprendimento e di crescita dalle forti connotazioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA AMPI DI ESPERIENZA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER I BAMBINI DI 5 ANNI ESPERIENZE

Dettagli

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali METODOLOGIA Scuola dell infanzia La scuola dell infanzia è un luogo ricco di esperienze, scoperte, rapporti, che segnano profondamente la vita di tutti coloro che ogni giorno vi sono coinvolti, infatti

Dettagli

Progetto. Educazione alla salute e psicologia scolastica

Progetto. Educazione alla salute e psicologia scolastica Progetto Educazione alla salute e psicologia scolastica Il progetto di psicologia scolastica denominato Lo sportello delle domande viene attuato nella nostra scuola da sei anni. L educazione è certamente

Dettagli

Società Cooperativa Sociale Mediazione Integrazione Onlus

Società Cooperativa Sociale Mediazione Integrazione Onlus PREVENZIIONE DEL DIISAGIIO SCOLASTIICO LA SCUOLA DELLE MAMME ENTE GESTORE ENTI LOCALI COINVOLTI LUOGO DI REALIZZAZIONE DESTINATARI Società Cooperativa Sociale Mediazione Integrazione Onlus Comune di Varese,

Dettagli

L ISTITUTO COMPRENSIVO S. D ARRIGO di VENETICO comunica la realizzazione del Progetto: C-1-FSE-2013-1976

L ISTITUTO COMPRENSIVO S. D ARRIGO di VENETICO comunica la realizzazione del Progetto: C-1-FSE-2013-1976 PERCORSO FORMATIVO COMPETENZE LINGUE STRANIERE (UE) IMPROVE YOUR ENGLISH (MIGLIORA IL TUO INGLESE) un corso di 50 ore, rivolto a 30 Alunni della scuola SECONDARIA Potenziare competenze comunicative audio-orali

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

Scuola di sci Sauze d Oulx Project Piazza Assietta 4 10050 Sauze d Oulx (TO) Tel. 0122 858942 Fax 0122 857877 info@sauzeproject.it

Scuola di sci Sauze d Oulx Project Piazza Assietta 4 10050 Sauze d Oulx (TO) Tel. 0122 858942 Fax 0122 857877 info@sauzeproject.it INSEGNAMENTO DELLO SCI ALPINO E DISABILI: L ESPERIENZA DELLA SCUOLA DI SCI SAUZE D OULX PROJECT e IL PROGETTO SciiAbiille 1 Premessa Gli effetti dell attività sportiva sul benessere fisico sono noti da

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CESALPINO Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 grado Via Porta Buia - Arezzo Tel. 0575/20626 Fax 0575/28056 e mail: media.cesalpino@tin.it sito internet: www.iccesalpino.it

Dettagli