Project management. La gestione di progetti e programmi.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Project management. La gestione di progetti e programmi."

Transcript

1 , fondatore del Project Management Institut, si è occupato di consulenza per numerose compagnie e agenzie di dodici paesi sparsi nei quattro continenti, oltre che dell'implementazione di processi e sistemi di Project Management e della formazione in questo campo, collaborando con numerose grandi imprese high-tech e agenzie governative.. La gestione di progetti e programmi. Franco Angeli, 2009 ISBN pagine 464 Managing high-technology. Program & Projects, Un classico del management in un'edizione totalmente rivista e aggiornata. Project Management è un indispensabile metodologia e guida professionale per gestire i progetti dall'inizio alla fine, rispondendo alle sfide di un mondo sempre più dinamico, coniugando creatività con sistematicità e razionalità, senza dimenticare il controllo dei costi, l'innovazione e il necessario equilibrio tra la velocità di realizzazione, la qualità totale e il servizio al cliente. Il Project Management è un sistema gestionale orientato ai risultati: una gestione sistemica di un impresa complessa, unica e di durata determinata, rivolta al raggiungimento di un obiettivo chiaro e predefinito mediante un processo continuo di pianificazione e controllo di risorse diverse, con vincoli interdipendenti di costi, tempi, qualità. I sistemi adattativi, temporanei, formati da diversi specialisti e valutatori di problemi, legati insieme da coordinatori e valutatori di compiti, in flusso organico, sostituiranno gradualmente le strutture che conosciamo: avremo delle strutture organico-adattative. Alla centralizzazione e unità di comando, si sostituiscono via via articolati processi di delega e si sviluppano e diffondono forme organizzative basate sull autocontrollo, autodeterminazione e autovalutazione. Una tale innovazione richiede nuove capacità manageriali, nuovi modelli organizzativi, notevoli capacità di programmazione e professionalità multidisciplinari, buona confidenza con il mondo del trattamento e controllo delle informazioni. Programmi e progetti sono elementi della massima importanza per tutte le organizzazioni: industria, società, pubblica amministrazione, persone. Nelle industrie e nelle aziende la ricerca, lo sviluppo, e la commercializzazione si attuano attraverso progetti, così come l innovazione o il miglioramento dei processi produttivi e dei sistemi informativi. Non minore è la rilevanza dei progetti nella pubblica amministrazione: la capacità d elaborare e di realizzare programmi e

2 Effective progetti, condiziona il miglioramento e lo sviluppo della scuola, della sanità, dei trasporti, dell assistenza e di ogni altro settore. I progetti esistono Cos è un progetto? Un progetto è un processo coordinato di azioni finalizzate a ottenere risultati determinanti e nuovi, nel rispetto dei limiti stabiliti di tempo e di risorse. Ogni progetto è composto di più attività elementari, sforzi a breve termine: sono i compiti. Più progetti tra loro correlati, in maggiore o minore misura, costituiscono un programma, un iniziativa a più lungo termine. Tutti i progetti devono essere ben concepiti e ben gestiti nelle fasi di pianificazione e d esecuzione per conseguire i risultati desiderati. Se il project manager, nella selezione dei progetti, nella loro pianificazione ed esecuzione, non è all altezza del suo compito si sprecano tempo, denaro, competenze e si mette a rischio lo stesso committente. L insuccesso di un singolo progetto può inoltre annullare i benefici di molti altri progetti, anche ben gestiti e riusciti. Troppo spesso, infatti, le attività di controllo e valutazione di progetti essenziali non sono svolte in modo efficace, e gli errori sono rilevati solo quando non si è più in grado di evitare conseguenze negative. È quindi essenziale che ogni unità organizzativa abbia la capacità di gestire efficacemente i progetti di sua competenza. Le organizzazioni si possono distinguere in due specie: quelle project driven e quelle project dependent. Nelle prime l'attività principale è la di realizzazione di progetti e da questo dipendono le strategie di crescita. Nelle seconde l'attività principale non è la realizzazione di progetti, ma la fornitura di beni e servizi: i progetti, i committenti e i finanziamenti sono interni. Entrambe hanno però modalità di crescita che possono essenzialmente essere: una crescita progressiva: lenta ma costante, nei prodotti, nei servizi, nei mercati e nelle risorse umane; una crescita per salti: di piccola, media e grande entità, ma più consistenti di quelli che caratterizzano la crescita progressiva. Guida strategica La guida a livello strategico della crescita di un'impresa, di un'istituzione, di un ente o di qualsiasi organizzazione, richiede: l'idea, vision, di che cosa sarà o dovrà essere l'organizzazione nel futuro; il consenso e l'adesione, commitment, nella struttura di potere dell'organizzazione, su traguardo strategico, mission, e orientamento generale che l'organizzazione si deve dare per il futuro; la documentazione dei maggiori obiettivi e delle principali strategie per il conseguimento del traguardo strategico; la pianificazione e l'implementazione di programmi e progetti specifici, per l'attuazione delle strategie stabilite e per il conseguimento degli obiettivi. Gli obiettivi indicano dove si vuole andare, mentre le strategie stabiliscono come andarci. Strategie che sono attuate attraverso progetti o programmi multi-progetto: i progetti servono quindi a mettere in pratica le strategie e a tradurre in realtà gli obiettivi stabiliti. Il processo di Project Management Il moderno Project Management si pone due obiettivi: assicurare che programmi e progetti concepiti e approvati siano coerenti con gli obiettivi strategici dell organizzazione e comportino rischi accettabili; pianificare, controllare e condurre ciascun progetto in concomitanza con tutti gli altri progetti, secondo criteri di efficacia ed efficienza, in modo che ognuno raggiunga l obiettivo 2

3 Effective strategico che li sottende tutti, nel rispetto dei vincoli di costi e tempo. Il primo di questi obiettivi è intimamente connesso alla conduzione strategica dell'organizzazione e ne deriva una maggior sicurezza della buona riuscita dei progetti intrapresi, e una maggiore garanzia di successo. La documentazione Per ottenere tutti i benefici derivanti dall utilizzo del Project Management, occorre però dotarsi di un quadro ben documentato del suo processo generale. Questo processo descrive come i portafogli di progetti siano correlati alle strategie di crescita dell'organizzazione di appartenenza; identifica e definisce le specie, o le categorie di progetti, considerando tanto i progetti in corso, quanto quelli ancora in fase di pianificazione; definisce la vita del progetto e il processo dettagliato di Project Management per ciascuna categoria progettuale; definisce, per ciascuna categoria progettuale, le linee guida dell'impresa in materia di analisi del rischio, pianificazione e controllo, con gli opportuni adattamenti per situazioni particolari; specifica le prassi e i poteri di approvazione in merito all'avviamento e all'autorizzazione dei nuovi progetti, o di cambiamenti di rilievo a progetti già autorizzati; identifica i ruoli determinanti e definisce responsabilità e poteri in materia di conduzione strategica, di Project Management e di management di funzione; specifica e descrive i metodi, le procedure e gli strumenti da impiegare in ciascuna categoria progettuale; specifica le procedure per il rimando al livello gerarchico appropriato dei conflitti e delle questioni irrisolte ai livelli inferiori, in modo da arrivare a una soluzione. Il processo di Project Management, quindi, si fonda concettualmente su tre elementi: responsabilità bene identificate per l integrazione degli apporti al progetto; pianificazione e controllo di progetto con funzione predittiva e integrativa dei singoli apporti; costituzione, gestione e conduzione del team di progetto come luogo dell integrazione dei singoli apporti al progetto. Nell ambito di questi tre elementi, i più importanti ruoli di responsabilità per l'integrazione dei singoli apporti ai progetti sono l'alta direzione, i Project managers e i Program managers, i capi funzione. Il team di progetto riunisce poi tutte le conoscenze, professionalità e competenze specialistiche necessarie alla riuscita del progetto. Programmi e progetti Il Project Management tratta della concezione, selezione, autorizzazione, pianificazione e realizzazione d iniziative chiamate progetti. I concetti e i sistemi utilizzati per gestire progetti, e le loro difficoltà, derivano dalla natura dei progetti stessi. È perciò importante avere ben chiare le loro caratteristiche specifiche e ordinarle secondo una classificazione che ne agevoli la descrizione e la gestione. I progetti sono sforzi complessi che hanno inizio e fine, e non sono ripetitivi. Un progetto è il processo di creazione di determinati risultati. Il progetto ha una vita finita. Il carattere del progetto cambia a ogni fase. L incertezza per i tempi e i costi complessivi diminuiscono man mano che il progetto procede. Molti progetti non sopravvivono alla fase di concezione o di definizione. Il costo d accelerazione di un progetto, man mano che ci si avvicina al completamento, aumenta esponenzialmente. 3

4 Effective Da queste caratteristiche si può comprendere come i progetti debbano essere gestiti in base al loro life cycle Project Management, ciclo di vita, con continuità di responsabilità, pianificazione e controllo integrato dall inizio alla fine. Deve essere dedicata uguale cura alla gestione sia del prodotto del progetto sia al processo generale che lo crea, cioè il progetto stesso. La definizione delle fasi, ognuna delle quali svilupperà un proprio life cycle project, del ciclo di vita tipico di una categoria progettuale è relativamente facile: concezione: inizio, identificazione, selezione; definizione: fattibilità, sviluppo, dimostrazione, progettazione, quantificazione; esecuzione: implementazione, produzione, esecuzione, collaudo; chiusura: conclusione e valutazione. A queste fasi bisogna poi aggiungere la considerazione di alcuni fattori del contesto progettuale variabili da progetto a progetto: le caratteristiche organizzative; il grado di familiarità con le tecniche da impiegare; la pressione concorrenziale che induce ad avviare il progetto in questione. Nei cicli di vita predittiva, la preminenza è data all'ottimizzazione rispetto all'adattabilità, in quelli adattativi si cerca, invece, di rendere le fasi progettuali più compatibili con le esigenze di cambiamento in corso d'opera, rinviando il più possibile la pianificazione di dettaglio. Contesto Ogni progetto deve, infatti, essere concepito e gestito secondo il suo particolare contesto operativo, che deve essere attentamente studiato e compreso, perché ciò che funziona egregiamente in un determinato contesto può rivelarsi inefficace in un altro. Molti progetti incontrano difficoltà o non riescono perché i loro obiettivi, la loro impostazione e le loro tecniche di management non si accordano agli elementi del contesto in cui si svolgono. Il successo del progetto, in molte situazioni, dipende quindi non solo dalla logica e dalla consequenzialità della distribuzione di ruoli, responsabilità, e risorse, ma dall'adattamento delle varie parti agli elementi esterni, gli stakeholders. Stakeholders La definizione stakeholders, elaborata nel 1963 al Research Institute dell Università di Stanford, identifica i portatori d interessi nei confronti di un'iniziativa economica, di un azienda o di un progetto: clienti, fornitori, finanziatori, collaboratori, ma anche gruppi d interesse esterni come i residenti in aree limitrofe o gruppi d interesse locali. Ogni iniziativa deve soddisfare soglie critiche di costo, servizio e qualità, diverse e specifiche per ogni stakeholders: al di sotto di quelle soglie, il cliente cambia fornitore, manager e collaboratori si licenziano e i processi non possono materialmente continuare. Una concezione più etica definisce stakeholders tutti i soggetti che possono influenzare l'impresa o che da questa sono influenzati. L'impresa deve quindi tener conto anche di quanti non hanno potere diretto su processi e profitti, portatori d'interesse passivi, ma ne subiscono le conseguenze (esempio un impatto ambientale negativo). È la responsabilità sociale dell impresa. Il valore dei progetti deve essere sempre equilibrato con la strategia d impresa. L'entità dei costi totali nel Project Management varia notevolmente, secondo il tipo, l'entità e il numero dei progetti, ma anche in dipendenza del grado di maturità che l'organizzazione ha raggiunto nella padronanza della disciplina di Project Management. Si possono quindi individuare opportunità di miglioramento dell'efficacia del Project Management, riferendole anche al personale, all'organizzazione, ai processi, ai sistemi e alle procedure in atto. Opportunità che sono: 4

5 Effective l'identificazione dei sintomi dell'inefficacia; l attribuzione dei sintomi alle cause; la definizione di un programma di miglioramento; l attuazione del programma e la valutazione dei risultati. Gestire progetti è gestire il cambiamento Migliorare le tecniche di Project Management significa quindi cambiare. L'implementazione o il miglioramento delle tecniche richiedono però l'applicazione di tecniche a lungo termine. Non esiste, infatti, un'unica risposta a tutte le situazioni. Un progetto pilota non troppo avanzato nel suo ciclo di vita, rappresentativo di gran parte degli altri progetti, strutturato in modo da non essere sprecato permette quindi di sviluppare e verificare un particolare gruppo di cambiamenti prima di introdurre su vasta scala le innovazioni ipotizzate. Comprendere e utilizzare in modo appropriato i ruoli d integrazione degli apporti progettuali, secondo la disciplina del Project Management, è determinante per il successo dei progetti complessi che molte grandi organizzazioni si trovano a dover gestire. Se qualcuno di questi ruoli è lasciato vacante, o non è definito adeguatamente, sorgeranno conflitti e si sconterà un degrado nell'efficacia progettuale. Per quanto sofisticato sia, un software di Project Management non potrà, infatti, mai sopperire agli errori nella definizione dei ruoli e della loro assegnazione. I sistemi, gli strumenti e i metodi di pianificazione e controllo dei progetti con funzione predittiva e integrativa dei singoli apporti formano il nocciolo del Project Management. Si basano sull'integrazione, in un sistema coerente, di tutte le fasi progettuali e di tutti gli elementi informativi necessari per la predizione di ciò che accadrà al progetto, in base ai piani e alle stime correnti, alla valutazione dell'avanzamento del progetto stesso e all'assorbimento dei costi preventivati. La logica è prevedere gli sviluppi non desiderati con un anticipo sufficiente a consentire azioni correttive capaci di prevenirli. Sistemi e metodi Tra i molti strumenti che permettono la migliore applicazione del Project Management si possono considerare: TPM - Total Productive Maintenance: in tutte le aziende impianti e macchine richiedono una gestione che ne garantisca l'utilizzo ottimale, poiché il loro impiego incide notevolmente sui costi di prodotto. I metodi per ottenere tale risultato sono diversi: il TPM consente di sviluppare un sistema completo di manutenzione produttiva e di migliorare l'efficienza globale degli impianti attraverso il coinvolgimento di tutte le funzioni aziendali. XPM - Extreme Project Management: X significa expanded o extreme e in questo caso vale estremo come al limite, rapido, mutevole. XPM è la gestione estrema dei progetti, o la gestione di progetti estremi. È il free climbing rispetto l alpinismo d alta quota. Più flessibile, leggero e più adatto a gestire progetti turbolenti come la creazione e lo sviluppo di un software, di un sito Web, di un prodotto con time to market molto ridotto. L XPM è governato dal chaos management. SCRUM: è un termine che deriva dal rugby, dove indica la squadra che si muove sul campo come un unica entità, mentre i giocatori si passano la palla con l obiettivo di andare a meta. Nella gestione dei progetti si propone come metodo alternativo al Project Management: aspetta l inatteso ed esercita il controllo attraverso ispezioni frequenti e adattamenti continui di processi definiti in maniera imperfetta. Meno tempo nel pianificare e definire i task. Più tempo con il team di progetto, non più un gruppo di individui in attesa di istruzioni ma gruppo che agisce autonomamente. SWOT - Strenght Weakness Objection and Threatness Analysis: permette di analizzare contestualmente i punti di forza e criticità del 5

6 Effective contesto interno ed esterno entro cui si colloca un progetto/intervento consentendo di visualizzare contemporaneamente: punti di forza interni: Strenght; punti di debolezza interni: Weakness; opportunità esterne: Opportunities; minacce esterne: Threats. È così possibile, in base ad un ottica sistemica, evidenziare in modo chiaro e sintetico le variabili capaci di agevolare o ostacolare il raggiungimento degli obiettivi, distinguendo tra i fattori legati all ambiente esterno e quelli legati invece all organizzazione interna e consentendo di orientare in modo più efficace le successive scelte strategiche e operative. Diagramma di GANTT: è uno strumento di supporto alla gestione dei progetti, ideato dall'ingegnere, studioso di scienze sociali, Henry Laurence Gantt nel Un diagramma di Gantt rappresenta graficamente un calendario di attività, utile al fine di pianificare, coordinare e tracciare le specifiche attività di un progetto dando chiara illustrazione del loro stato d avanzamento. Di contro, una delle cose non tenute in considerazione in questo tipo di diagrammazione, è l'interdipendenza delle attività sottostanti, cosa evidenziata viceversa nei diagrammi PERT e CPM. PERT/CPM: è un sistema di metodologie di gestione progetti, nato nella seconda metà degli anni cinquanta. PERT Program Evaluation and Review Technique: è una tecnica di Project Management sviluppata nel 1958 dalla Booz Allen & Hamilton in collaborazione con la Marina degli Stati Uniti. Con questa tecnica si controllano le attività di un progetto utilizzando una rappresentazione reticolare che considera l interdipendenza tra tutte le attività necessarie al completamento del progetto (considerando però infinite le risorse). CPM Critical Path Method: ovvero metodo del percorso critico, è uno strumento di gestione progetti che individua, nell'ambito di un diagramma a rete (tipo PERT), la sequenza di attività più critica (massima durata) ai fini della realizzazione del progetto. Individuato il percorso critico si tengono sotto stretto controllo le attività che lo compongono, perché un ritardo (maggiore durata del previsto) di una qualsiasi di queste comporta inevitabilmente un ritardo dell'intero progetto. Il team di progetto L efficacia del Project Management si fonda sul riconoscimento che progetti pianificati siano realizzati con l apporto di un gruppo composito di persone e sul funzionamento di tale gruppo. Ma senza un attento e capace project manager, nulla di tutto ciò può funzionare. Il team di progetto è uno dei tre elementi concettuali del Project Management, assieme all esplicitazione delle responsabilità per l'integrazione dei singoli apporti al progetto e alla pianificazione di tali apporti. E sono questi tre elementi concettuali a distinguere il Project Management dalle altre forme di direzione aziendale. In senso lato, infatti, si può dire che tutti partecipanti al progetto possono considerarsi membri del team, ma, ovviamente, occorre individuare quali sono i membri determinanti del team di progetto. Le condizioni tutte essenziali perché questo accada sono: individuazione esplicita dei membri del team, dei loro ruoli e delle loro responsabilità; obiettivi del progetto chiari e ben compresi; piani di lavoro realistici con scadenze ben chiare; regole ben ragionate in merito al flusso delle informazioni, alle comunicazioni, alle riunioni, ecc.; leadership del project manager. Una leadership è necessaria e fondamentale e deve essere capace di cogliere i tratti distintivi delle circostanze e delle personalità che di volta in volta entrano in gioco. Per far questo potrà utilizzare: tecniche motivazionali: bisogna rendersi conto dei bisogni insoddisfatti dei singoli membri del team di progetto; comunicazione interpersonale e 6

7 Effective organizzazione: le situazioni conflittuali sono comuni, e un utile strategia per superarle è quella di instaurare un clima ispirato al confronto leale e al problem solving; competenze di decision making e di team building: risponde ai bisogni dei singoli e contribuisce alla qualità delle decisioni e all'unità del team; processi d integrazione. Processi d integrazione che, all interno del gruppo di lavoro, si attuano attraverso: comportamenti rafforzativi: concentrarsi e far concentrare su ciò che più conta; dare l esempio; premiare collaborazione e risultati; reagire ai comportamenti denigratori; comportamenti innovativi: cercare di fare sempre meglio; rimuovere i blocchi nelle aspettative; creare un contesto aperto alle nuove idee; favorire una ragionevole apertura al rischio. I comportamenti rafforzativi e innovativi consolidano il senso di affiliazione al team. Il project manager deve perciò: offrire un modello comportamentale positivo; sollecitare a tutti il feedback continuo sull avanzamento dei lavori e sulle opportunità di miglioramento; prestare attenzione all applicazione dei piani e alla ricerca di miglioramento; mantenere l equilibrio fra esigenze e priorità. Le risorse e la loro gestione Le risorse da gestire sono diverse. Sono tempo, denaro, persone, mezzi a disposizione, attrezzature, materiali. Il tempo è risorsa fondamentale perché scorre inesorabilmente, le altre devono essere pianificate. La gestione delle risorse è quindi essenziale e comporta: la stima e la previsione delle risorse necessarie ai compiti delle singole funzioni per ogni progetto (schedulazione); l acquisizione, la fornitura e l allocazione delle risorse, in modo tempestivo ed efficiente; la pianificazione del lavoro in modo da tener conto dei limiti delle risorse disponibili; il controllo dell utilizzo delle risorse, per far completare il lavoro secondo il piano del progetto. La pianificazione e il controllo delle operazioni facenti parte di un progetto o di più progetti richiede l applicazione di modelli di moderno management e di gestione di sistemi. Un adeguata struttura organizzativa è, infatti, necessaria alla crescita di un adeguato sistema di pianificazione e controllo. Pena l inefficienza. Per risolvere il problema della pianificazione e del controllo del complesso delle operazioni occorre quindi saldare il momento organizzativo al momento dello sviluppo sistemico. Occorre valutare integralmente il progetto per: assicurare la maggiore trasparenza delle interdipendenze tra costi, tempi e realizzazioni lungo tutto il progetto; individuare i problemi prima che accadano, in modo da evitarli o minimizzarne gli effetti; individuare rapidamente le opportunità e sfruttarle in modo da accelerare la schedulazione, ridurre i costi e migliorare gli aspetti realizzativi. La valutazione integrata di un progetto è un processo da svolgere con continuità lungo tutta la durata del progetto stesso e mai un intervento da effettuare senza pianificazione solo quando emerge un problema. Nel processo di valutazione si possono individuare tre fasi da ripetere a intervalli regolari: stabilire per l intero progetto il lavoro effettivamente eseguito; i risultati tecnici ottenuti e previsti; le risorse utilizzate: tempo, personale, denaro; 7

8 Effective raffrontare la situazione di piano per: o schedulazioni; o costi budgetari; o specifiche di realizzazione; identificare gli scostamenti tra: o costi; o schedulazioni; o piani. I metodi e i procedimenti che permettono di eseguire la valutazione dei progetti si fondano sull osservazione diretta, sull interpretazione di rendiconti orali o scritti, sulla presentazione grafica delle informazioni, sulle riunioni di valutazione del progetto, sulla revisione della realizzazione, sull attività di un centro di controllo. La valutazione è però necessaria anche a progetto concluso. Al completamento del progetto si: individuano gli errori; verificano le conseguenze prodotte dagli stessi e si stabilisce come evitarli in futuro; si avviano le necessarie modifiche di miglioramento delle politiche e delle procedure nelle singole funzioni e nel Project Management. Questa valutazione finale è assimilabile allo stesso Project Management e deve essere condotta con gli stessi criteri: stabilendo obiettivi iniziali e finali (realizzazione, costi, tempi); capendo se sono stati raggiunti e individuando le cause del sì o, nel caso, del no; decidendo quali cambiamenti, di politica e procedure, compiere per rimuovere le cause di errore e implementando i cambiamenti. La diffusione delle tecniche di Project Management è seguita dall Association for Project Management e dal Project Management Institute. L APM è un organizzazione indipendente inglese con la missione di sviluppare e diffondere le pratiche di Project Management. Conta oltre soci individuali e oltre 300 aziende associate. Rilascia una certificazione internazionale di Project Management sulla base dei canoni dell International Project Management Association IPMA. Il Project Management Institute è un ente noprofit statunitense con la missione di coltivare e diffondere l eccellenza sul Project Management. La sua attività si sviluppa attraverso la gestione e pubblicazione di standard e best practices e la gestione di certificazioni internazionali sul Project Management. Se vuoi che le cose siano differenti diventa differente. Norman Vincent Peale Effective permette di aggiornare le proprie conoscenze, fornendo validi strumenti per poterle subito applicare aumentando così la propria produttività. Maggiori Conoscenze Maggiori Capacità Effective seleziona, tra le migliaia di libri pubblicati annualmente, una serie di testi italiani e internazionali, preparando per ognuno un Book Brief: una presentazione dei contenuti del libro, un sunto dei suoi concetti e delle sue idee, uno strumento efficace e rapido di conoscenza e crescita professionale e personale. È il come fare : conoscenze subito applicabili perché trasformate in capacità. Ottimizzate il tempo. Risparmiate centinaia di ore di lettura. Aumentate la produttività. Memorizzate nuove idee chiave subito applicabili. I benefici di Effective, con efficacia e concisione, sono questi. 8

Dalla storia antica ai tempi moderni

Dalla storia antica ai tempi moderni Dalla storia antica ai tempi moderni Il termine project management oggi ampiamente diffuso nel mondo dell ICT (Information and Communication Technologies) fa, da sempre, riferimento alla organizzazione

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali Cos è un progetto? Un iniziativa temporanea intrapresa per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management

Dettagli

Corso di «Ingegneria Economica» Sessione #8.1 «Principi e Strumenti della Gestione dei Progetti»

Corso di «Ingegneria Economica» Sessione #8.1 «Principi e Strumenti della Gestione dei Progetti» Università del SALENTO - Facoltà di INGEGNERIA CdL Ingegneria Civile (Lecce) & CdL Ingegneria Industriale (Brindisi) A.A. 2014/2015 Corso di «Ingegneria Economica» Sessione #8.1 «Principi e Strumenti della

Dettagli

Indice. 1 Evoluzione dell Idea di project management e definizione del progetto ----------------------4

Indice. 1 Evoluzione dell Idea di project management e definizione del progetto ----------------------4 LEZIONE LA GESTIONE DEI PROGETTI DOTT. GIUSEPPE IULIANO Indice 1 Evoluzione dell Idea di project management e definizione del progetto ----------------------4 1.1 La prima fase di impostazione ---------------------------------------------------------------------7

Dettagli

Project management. La gestione di progetti e programmi complessi. Russell D. Archibald

Project management. La gestione di progetti e programmi complessi. Russell D. Archibald M A N A G E M E N T Project La gestione di progetti e programmi complessi Russell D. Archibald FRANCOANGELI Informazioni per il lettore Questo file PDF è una versione gratuita di sole 20 pagine ed è leggibile

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSI DI ALTA FORMAZIONE MANAGEMENT.LUM.IT IPMA EDUCATION E REGISTRATION. Project Management Base. Project Management Avanzato

PROJECT MANAGEMENT CORSI DI ALTA FORMAZIONE MANAGEMENT.LUM.IT IPMA EDUCATION E REGISTRATION. Project Management Base. Project Management Avanzato PROJECT MANAGEMENT CORSI DI ALTA FORMAZIONE A.A. 2013-2014 MANAGEMENT.LUM.IT IPMA EDUCATION E REGISTRATION Project Management Base Project Management Avanzato PROJECT MANAGEMENT PREMESSA Il Project Management

Dettagli

ELEMENTI BASE DI PROGETTAZIONE

ELEMENTI BASE DI PROGETTAZIONE ELEMENTI BASE DI PROGETTAZIONE Urbino: 3 e 4 ottobre 2008 A cura di: Stefano Santini sve@provincia.ps.it Definizione di progetto Opera complessa, unica e di durata limitata rivolta a produrre un risultato

Dettagli

Gli strumenti del project management

Gli strumenti del project management Gli strumenti del project management Il ciclo di pianificazione e controllo dei progetti Pianificazione e controllo è il processo mediante il quale si governa lo svolgimento di un attività. In sostanza

Dettagli

Lezione n.15 IL CRONOPROGRAMMA

Lezione n.15 IL CRONOPROGRAMMA Lezione n.15 IL CRONOPROGRAMMA Prof. arch. Renato Laganà Articolo 17. All. XXI Codice Appalti Cronoprogramma. 1. Il progetto definitivo è corredato dal cronoprogramma delle lavorazioni, redatto anche al

Dettagli

Introduzione al Project Management

Introduzione al Project Management Introduzione al Project Management Che cos è il project management Gestione di un impresa complessa, unica e di durata determinata rivolta al raggiungimento di un obiettivo chiaro e predefinito mediante

Dettagli

IL CRONOPROGRAMMA 04/05/2015

IL CRONOPROGRAMMA 04/05/2015 Corso di Progettazione e Organizzazione della Sicurezza nel Cantiere - prof. arch. Renato G. Laganà IL CRONOPROGRAMMA Prof. arch. Renato Laganà Articolo 17. All. XXI Codice Appalti Cronoprogramma. 1. Il

Dettagli

COMUNICAZIONE PER IL MANAGEMENT D IMPRESA

COMUNICAZIONE PER IL MANAGEMENT D IMPRESA COMUNICAZIONE PER IL MANAGEMENT D IMPRESA Roma, aprile 2015 Project Management (Prof. A. Rocchi) A cosa si riferisce Diverse sono le problematiche relative alla gestione dei progetti all interno di ogni

Dettagli

IMPOSTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO

IMPOSTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO Minimaster in PROJECT MANAGEMENT IMPOSTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO Giovanni Francesco Salamone Corso Professionale di Project Management secondo la metodologia IPMA (Ipma Competence Baseline)

Dettagli

Il Project Management. Dott.ssa Alessia Sozio

Il Project Management. Dott.ssa Alessia Sozio Il Project Management Dott.ssa Alessia Sozio PROJECT Un insieme di persone e di altre risorse temporaneamente riunite per raggiungere uno specifico obbiettivo, di solito con un budget determinato ed entro

Dettagli

Governare il tempo IV Bando l.r. 28/2004

Governare il tempo IV Bando l.r. 28/2004 Governare il tempo IV Bando l.r. 28/2004 Progettare il tempo Il metodo, il processo e gli strumenti della progettazione in ottica temporale Costantina Regazzo, Antiforma srl - Milano Percorso formativo

Dettagli

DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA IMPIANTI INDUSTRIALI. Andrea Chiarini andrea.chiarini@chiarini.it. Andrea Chiarini 1

DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA IMPIANTI INDUSTRIALI. Andrea Chiarini andrea.chiarini@chiarini.it. Andrea Chiarini 1 IMPIANTI INDUSTRIALI Andrea Chiarini andrea.chiarini@chiarini.it Andrea Chiarini 1 PARTE 5 PIANIFICAZIONE DELLE FASI DI UN PROGETTO Andrea Chiarini 2 PROGETTAZIONE E SVILUPPO DEL PRODOTTO E DEL PROCESSO

Dettagli

La gestione dei tempi IL CRONOPROGRAMMA

La gestione dei tempi IL CRONOPROGRAMMA Dipartimento di Architettura e Territorio darte Corso di Studio in Architettura quinquennale Classe LM-4 Corso di Project Management, Gestione OO.PP e Cantiere - C prof. Renato G. Laganà La gestione dei

Dettagli

IL PROJECT MANAGEMENT

IL PROJECT MANAGEMENT IL PROJECT MANAGEMENT Scopi e campi di applicazione La pianificazione del progetto Le tecniche di pianificazione del progetto Le tecniche di pianificazione dei tempi La gestione e il controllo del progetto

Dettagli

1. B - Caratteristiche essenziali e modalità applicative del Sistema di Gestione Responsible Care

1. B - Caratteristiche essenziali e modalità applicative del Sistema di Gestione Responsible Care 1. B - Caratteristiche essenziali e modalità applicative del Sistema di Gestione Responsible Care 20 gennaio 2009 INDICE Sezione Contenuto 1. Il programma Responsible Care: scopo e campo di applicazione

Dettagli

DAL PROGETTO/DESIGN PROGETTO/PROJECT

DAL PROGETTO/DESIGN PROGETTO/PROJECT DAL PROGETTO/DESIGN AL PROGETTO/PROJECT Dal Progetto / Design al Progetto / Project. Il Project Management come strumento per la competitività. Una panoramica su strumenti e tecniche per la gestione efficace

Dettagli

Proposte formative CHANGE MANAGEMENT MANAGEMENT DELLE RISORSE UMANE GESTIONE EFFICACE DEL TEMPO E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO NELLA PMI

Proposte formative CHANGE MANAGEMENT MANAGEMENT DELLE RISORSE UMANE GESTIONE EFFICACE DEL TEMPO E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO NELLA PMI Proposte formative Un team di esperti in progettazione formativa è a disposizione per lo sviluppo di soluzioni personalizzate e la realizzazione di percorsi costruiti intorno alle esigenze di ciascuna

Dettagli

ORGANIZZAZIONE E PROJECT MANAGEMENT

ORGANIZZAZIONE E PROJECT MANAGEMENT MUSEOLOGIA E CONSERVAZIONE DEI BENI MUSEALI ORGANIZZAZIONE E PROJECT BARBARA SORESINA Project Manager 16 DICEMBRE 2013 01.1 GESTIONE STRATEGICA PREMESSA PIANIFICAZIONE DI PROGRAMMI E PROGETTI scelta delle

Dettagli

Esempio di check list per la gestione di un progetto. nel settore dello spettacolo dal vivo LUCIO ARGANO

Esempio di check list per la gestione di un progetto. nel settore dello spettacolo dal vivo LUCIO ARGANO Lucio Argano Esempio di check list nella gestione di progetti di spettacolo 1 LUCIO ARGANO Esempio di check list per la gestione di un progetto nel settore dello spettacolo dal vivo sintesi da L.Argano

Dettagli

Introduzione al Project Management

Introduzione al Project Management Introduzione al Project Management corso Capacity Building Fondazione Cariplo Giuliana Baldassarre Federica Bandini Public Management & Policy Perché è importante progettare per le aziende non profit Perché

Dettagli

Il project management: tecniche e strumenti

Il project management: tecniche e strumenti 122109CFC1209_0982a0987.qxd 30-11-2009 8:47 Pagina 982 pianificazione, finanza Il project management: tecniche e strumenti Le fasi: tre momenti fondamentali Fabrizio Bencini Dottore commercialista, Partner

Dettagli

Guida al livellamento delle risorse con logica Critical Chain (1^ parte)

Guida al livellamento delle risorse con logica Critical Chain (1^ parte) Paolo Mazzoni 2011. E' ammessa la riproduzione per scopi di ricerca e didattici se viene citata la fonte completa nella seguente formula: "di Paolo Mazzoni, www.paolomazzoni.it, (c) 2011". Non sono ammesse

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE PRO.GE.A. PROGETTO GESTIONE AZIENDA Sede Legale: Via XXV Aprile, 206 21042 Caronno Pertusella (Va) Sede Operativa: Via IV Novembre, 455 21042 Caronno Pertusella (Va) Tel. 02.96515611 Fax 02.96515655 Uffici

Dettagli

Il Lavoro per Progetti per il Servizio Civile

Il Lavoro per Progetti per il Servizio Civile Il Lavoro per Progetti per il Servizio Civile ovvero come qualche strumento tecnico può aiutare la gestione, ma solo se restiamo umani Traccia del contributo progetto e lavoro per progetti progetto e servizio

Dettagli

LA GESTIONE DEI PROGETTI

LA GESTIONE DEI PROGETTI Mara Bergamaschi LA GESTIONE DEI PROGETTI Copyright SDA-Bocconi Nota didattica PA 2365 LA GESTIONE DEI PROGETTI Di Mara Bergamaschi SOMMARIO: La nozione di progetto; L importanza di un project management

Dettagli

Scrum. Caratteristiche, Punti di forza, Limiti. versione del tutorial: 1.0. www.analisi-disegno.com. Pag. 1

Scrum. Caratteristiche, Punti di forza, Limiti. versione del tutorial: 1.0. www.analisi-disegno.com. Pag. 1 Scrum Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 1.0 Pag. 1 Scrum è uno dei processi agili (www.agilealliance.com) il termine è derivato dal Rugby, dove viene chiamato Scrum il pacchetto

Dettagli

Ottimizzare Agile per la. agility made possible. massima innovazione

Ottimizzare Agile per la. agility made possible. massima innovazione Ottimizzare Agile per la agility made possible massima innovazione Agile accelera l'offerta di innovazione Lo scenario aziendale attuale così esigente e in rapida evoluzione ha enormemente amplificato

Dettagli

Il ciclo di vita del progetto Laboratorio di progettazione con il metodo del quadro logico

Il ciclo di vita del progetto Laboratorio di progettazione con il metodo del quadro logico Il ciclo di vita del progetto Laboratorio di progettazione con il metodo del quadro logico MODULO D Roma, 06/08 e 11/13 maggio 2015 Carlos Costa FINANZIAMENTO REALIZZAZIONE 2 La pianificazione delle attività:

Dettagli

Organizzare e gestire progetti

Organizzare e gestire progetti Organizzare e gestire progetti Competenze per il Project Management Nuova edizione aggiornata e ampliata ENZO BAGLIERI - ALFREDO BIFFI ELENA COFFETTI - CLAUDIO ONDOLI NICOLA PECCHIARI - MASSIMO PILATI

Dettagli

Sviluppo e Gestione Progetti. docente: Prof. Filippo Ghiraldo f.ghiraldo@bep.co.it

Sviluppo e Gestione Progetti. docente: Prof. Filippo Ghiraldo f.ghiraldo@bep.co.it Sviluppo e Gestione Progetti docente: Prof. Filippo Ghiraldo f.ghiraldo@bep.co.it Struttura del corso - ID CONTENUTI TEORIA PROJ. WORK DATA WORK SHOP Conoscenza dei principi di base, metodi e tecniche

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT: Utilità, Contenuti, compiti e Responsabilità. Dott. Dario Fresa

PROJECT MANAGEMENT: Utilità, Contenuti, compiti e Responsabilità. Dott. Dario Fresa PROJECT MANAGEMENT: Utilità, Contenuti, compiti e Responsabilità Dott. Dario Fresa 1 I. L utilità e i contenuti del Project Management II. Metodi di Pianificazione e Strumenti 2 Il project management A

Dettagli

IL PROCESSO TECNICO DI SCHEDULAZIONE: TEMPI E COSTI DI UN PROJECT LABORATORIO INTEGRATO DI COSTRUZIONE E PRODUZIONE LEZIONE 4

IL PROCESSO TECNICO DI SCHEDULAZIONE: TEMPI E COSTI DI UN PROJECT LABORATORIO INTEGRATO DI COSTRUZIONE E PRODUZIONE LEZIONE 4 IL PROCESSO TECNICO DI SCHEDULAZIONE: TEMPI E COSTI DI UN PROJECT UNA VOLTA CREATA LA WBS E, QUINDI, INDIVIDUATA CIASCUNA PARTE ELEMENTARE DEL PROJECT, SI PASSA ALLA SCHEDULAZIONE CHE CONSISTE NELL ASSEGNARE

Dettagli

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione Introduzione Perché il controllo di gestione? L azienda, come tutte le altre organizzazioni, è un sistema che è rivolto alla trasformazione di input (risorse tecniche, finanziarie e umane) in output (risultati

Dettagli

Unità Formativa 10.2: Strumenti per la programmazione delle attività.

Unità Formativa 10.2: Strumenti per la programmazione delle attività. Unità Formativa 10.2: Strumenti per la programmazione delle attività. Nella precedente Unità formativa si è fatto cenno ad alcuni strumenti molto diffusi per la programmazione delle attività e, in particolare,

Dettagli

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio Allegato 1 REVISIONE DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DEL COMPARTO Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio SINTESI DEI COMPORTAMENTI ORGANIZZATIVI

Dettagli

Verona 18 novembre 2010 Ing. Ezio MIOZZO www.ingmiozzo.it. Ing.Ezio MIOZZO

Verona 18 novembre 2010 Ing. Ezio MIOZZO www.ingmiozzo.it. Ing.Ezio MIOZZO Verona 18 novembre 2010 Ing. Ezio MIOZZO www.ingmiozzo.it 1 Indice Il contesto Metodologie Agili L extreme Project Management Lean Thinking o pensiero Snello Convergenza dei vari approcci 2 Contesto Da

Dettagli

ISIPM Base. Project Management epmq: Project Management Fundamentals (ISIPM Base)

ISIPM Base. Project Management epmq: Project Management Fundamentals (ISIPM Base) ISIPM Base Project Management epmq: Project Management Fundamentals (ISIPM Base) Gruppo B Conoscenze Tecniche e Metodologiche Syllabus da 2.1.1 a 2.7.1 1 Tema: Gestione Ambito del Progetto e Deliverable

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali II

Sistemi Informativi Aziendali II Modulo 5 Sistemi Informativi Aziendali II 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali II - Modulo 5 Modulo 5 La gestione dei Progetti (Project Management): Generalità e metodologie; Gestire un progetto con uno

Dettagli

Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching

Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching Il team Un gruppo di persone che: condividono uno scopo, hanno un obiettivo in comune collaborano, moltiplicando le loro risorse condividono i vantaggi

Dettagli

MEDIATORI DELL INNOVAZIONE

MEDIATORI DELL INNOVAZIONE MEDIATORI DELL INNOVAZIONE INTRODUZIONE AL PROJECT MANAGEMENT ----------------------- Le tipologie organizzative, il project management, i clienti, le competenze del PM. 15 giugno 2011 Ing. U. Forghieri

Dettagli

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA Il project management nella scuola superiore di Antonio e Martina Dell Anna 2 PARTE I PROCESSI AZIENDALI E PROGETTI UDA 3 I PRINCIPI DEL PROJECT MANAGEMENT

Dettagli

Guida al livellamento delle risorse con logica Critical Chain (2 parte)

Guida al livellamento delle risorse con logica Critical Chain (2 parte) Paolo Mazzoni 2011. E' ammessa la riproduzione per scopi di ricerca e didattici se viene citata la fonte completa nella seguente formula: "di Paolo Mazzoni, www.paolomazzoni.it, (c) 2011". Non sono ammesse

Dettagli

Scuola di formazione all Impegno Sociale e Poli5co. Corso di Amministrazione Avanzata DAI PROGRAMMI AI PROGETTI

Scuola di formazione all Impegno Sociale e Poli5co. Corso di Amministrazione Avanzata DAI PROGRAMMI AI PROGETTI Scuola di formazione all Impegno Sociale e Poli5co Strumen5 e Metodi per agire nel Sociale e in Poli5ca DIOCESI DI VERONA Corso di Amministrazione Avanzata DAI PROGRAMMI AI PROGETTI Sabato 12 maggio 2012

Dettagli

TECNICHE DI PROGRAMMAZIONE

TECNICHE DI PROGRAMMAZIONE CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE TECNICA E SICUREZZA DEI CANTIERI TECNICHE DI PROGRAMMAZIONE Nicola Marotta La programmazione nel cantiere edile La programmazione dei lavori all interno di un cantiere

Dettagli

Work Breakdown Structure (WBS) (1) Strumenti del Project Management. Work Breakdown Structure (WBS) (2) Work Breakdown Structure (WBS) (3)

Work Breakdown Structure (WBS) (1) Strumenti del Project Management. Work Breakdown Structure (WBS) (2) Work Breakdown Structure (WBS) (3) Work Breakdown Structure (WBS) (1) Strumenti del Project Management Work Breakdown Structure, Organizational Breakdown Structure, GANTT, Pert È una illustrazione (grafica) del progetto che articola il

Dettagli

di Sara Baroni Produzione e logistica >> Sistemi di management

di Sara Baroni Produzione e logistica >> Sistemi di management MISURE DI COMMESSA E MISURE DI SISTEMA COSTRUIRE UN PONTE TRA IL SINGOLO PROGETTO E GLI OBIETTIVI AZIENDALI di Sara Baroni Produzione e logistica >> Sistemi di management IL RUOLO DEL SISTEMA DI MISURA

Dettagli

La Gestione del progetto

La Gestione del progetto Il Laboratorio e la Professione La Gestione del progetto Padova 25-26 settembre 2009 M. Iside Bruschi REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 18 ROVIGO Il Project Management è un sistema che utilizza ed applica conoscenze

Dettagli

Glossario Project Cycle Management

Glossario Project Cycle Management Glossario Project Cycle Management Albero degli obiettivi Diagramma, utilizzato nell ambito dell Approccio del Quadro Logico, che permette di rappresentare, in un quadro unitario, ciò che si potrebbe osservare

Dettagli

GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE Alta Formazione per il Business Executive master GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE Bologna, 4 maggio 2013 introduzione al Project management a cura del dott. Stefano Soglia Materiale riservato alla

Dettagli

Questionario Modello di Maturità di Project Management (V.1.5.0)

Questionario Modello di Maturità di Project Management (V.1.5.0) Questionario Modello di Maturità di Project Management (V.1.5.0) E necessario rispondere a tutte le domande riportate di seguito, selezionando la risposta ritenuta migliore o quella che meglio descrive

Dettagli

Programmazione operativa. Organizzazione del cantiere con laboratorio

Programmazione operativa. Organizzazione del cantiere con laboratorio Programmazione operativa Programmazione operativa La programmazione operativa è la traduzione della progettazione dei sistemi edilizi, in termini di programma temporale della fase esecutiva dell opera

Dettagli

PERCORSO LABORATORIO CAF

PERCORSO LABORATORIO CAF PERCORSO LABORATORIO CAF I.I.S.S. Majorana-Laterza Il progetto FORMIUR Miglioramento delle performance delle Istituzioni scolastiche, realizzato nell'ambito del PON 2007-2013 "Competenze per lo sviluppo"

Dettagli

E. Struttura e organizzazione del sistema

E. Struttura e organizzazione del sistema E. Struttura e organizzazione del sistema E. Struttura e organizzazione del sistema E.1 Sistema di gestione L azienda dovrebbe strutturare il SGSL seguendo i contenuti espressi nel presente documento,

Dettagli

Gestione dei Progetti (2005-2006)

Gestione dei Progetti (2005-2006) Gestione dei Progetti (2005-2006) Alessandro Agnetis DII Università di Siena (Alcune delle illustrazioni contenute nella presentazione sono tratte da PMBOK, a guide to the Project Management Body of Knowledge,

Dettagli

ILSISTEMA INTEGRATO DI PRODUZIONE E MANUTENZIONE

ILSISTEMA INTEGRATO DI PRODUZIONE E MANUTENZIONE ILSISTEMA INTEGRATO DI PRODUZIONE E MANUTENZIONE L approccio al processo di manutenzione Per Sistema Integrato di Produzione e Manutenzione si intende un approccio operativo finalizzato al cambiamento

Dettagli

IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice

IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice CORSO DI ALTA FORMAZIONE 38 ORE IN AULA 8 Moduli Didattici Roma, dal 13 novembre al 5 dicembre 2015 Hotel

Dettagli

Psicologa, Psicoterapeuta, Antropologa Articolo scaricato da HT Psicologia PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT: CARATTERISTICHE GENERALI

Psicologa, Psicoterapeuta, Antropologa Articolo scaricato da HT Psicologia PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT: CARATTERISTICHE GENERALI Project management Pag. 1 di 5 PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT: CARATTERISTICHE GENERALI I motivi per cui la metodologia di project management è attualmente ritenuta uno strumento vincente nella

Dettagli

Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico

Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico wwwisipmorg Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico Arch Eugenio Rambaldi Presidente ISIPM Istituto Italiano di Project Management wwwisipmorg Intervento all interno del

Dettagli

Il Project Management per la piccola-media impresa: aumentare l efficienza per superare la crisi

Il Project Management per la piccola-media impresa: aumentare l efficienza per superare la crisi Il Project Management per la piccola-media impresa: aumentare l efficienza per superare la crisi Prato, 25 Settembre 2009 1 Programma 15:00 15:10 Benvenuto e apertura lavori 15:10 15:20 Presentazione del

Dettagli

Perché un altra pubblicazione sulla gestione di progetti?

Perché un altra pubblicazione sulla gestione di progetti? 4 Perché un altra pubblicazione sulla gestione di progetti? Nell agosto 2000, facendo una ricerca in Internet sulla gestione di progetti uno dei principali motori di ricerca ha individuato 579.232 siti

Dettagli

LA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DEGLI APICALI (Posizioni Organizzative) Manuale

LA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DEGLI APICALI (Posizioni Organizzative) Manuale LA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DEGLI APICALI (Posizioni Organizzative) LA VALUTAZIONE CCNL 31.3.1999 Personale dei livelli ART. 9 - Conferimento e revoca degli incarichi per le posizioni organizzative

Dettagli

Dalla motivazione del personale al miglioramento della qualità dei Servizi Sanitari

Dalla motivazione del personale al miglioramento della qualità dei Servizi Sanitari Dalla motivazione del personale al miglioramento della qualità dei Servizi Sanitari Definizione di progetto Cos è un progetto Progetto si definisce, di regola, uno sforzo complesso di durata solitamente

Dettagli

Fase 3: Mettere a fuoco il disegno della Valutazione

Fase 3: Mettere a fuoco il disegno della Valutazione Fase 3: Mettere a fuoco il disegno della Valutazione Per usare il tempo e le risorse nel modo più efficiente possibile, la valutazione deve essere concentrata sui problemi di grande interesse per i committenti

Dettagli

Gestione parte IIC. Diagrammi di Gantt. Esempio. Schemi di scomposizione delle attività

Gestione parte IIC. Diagrammi di Gantt. Esempio. Schemi di scomposizione delle attività Schemi di scomposizione delle attività Gestione parte IIC Work Breakdown Structures (WBS) Struttura ad albero: radice: attività principale i nodi figli rappresentano la scomposizione del nodo padre le

Dettagli

Pianificazione e gestione di progetto. Adozione di tecniche e metodologie usate anche in settori diversi dalla progettazione sw

Pianificazione e gestione di progetto. Adozione di tecniche e metodologie usate anche in settori diversi dalla progettazione sw Pianificazione e gestione di progetto Responsabile di progetto: attività 1) Pianificazione 2) Organizzazione 3) Gestione del personale (staffing) 4) Direzione 5) Controllo Adozione di tecniche e metodologie

Dettagli

OSSERVATORIO IT GOVERNANCE. Premessa

OSSERVATORIO IT GOVERNANCE. Premessa OSSERVATORIO IT GOVERNANCE IL NUOVO STANDARD SUL PORTFOLIO MANAGEMENT DEL PROJECT MANAGEMENT INSTITUTE (PMI) a cura di Flavio De Trane, manager di HSPI (liberamente tratto dallo Standard sul Portfolio

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Comune di Inverigo Provincia di Como SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDICE INTRODUZIONE TITOLO I FINALITA E PRINCIPI Art. 1 - Finalità e oggetto Art. 2 - Principi di riferimento

Dettagli

IMPLEMENTAZIONE di un SISTEMA di GESTIONE AMBIENTALE (secondo la norma UNI EN ISO 14001-2004)

IMPLEMENTAZIONE di un SISTEMA di GESTIONE AMBIENTALE (secondo la norma UNI EN ISO 14001-2004) Dott. Marco SALVIA IMPLEMENTAZIONE di un SISTEMA di GESTIONE AMBIENTALE (secondo la norma UNI EN ISO 14001-2004) Dr. Marco SALVIA 1 Perché gestire la variabile ambientale in azienda? 1. Perché rappresenta

Dettagli

Il controllo di gestione nelle aziende che operano su commessa e l informativa di bilancio sui lavori in corso

Il controllo di gestione nelle aziende che operano su commessa e l informativa di bilancio sui lavori in corso Dipartimento Impresa Ambiente & Management Mirella Zito Il controllo di gestione nelle aziende che operano su commessa e l informativa di bilancio sui lavori in corso Copyright MMIX ARACNE editrice S.r.l.

Dettagli

Approccio alla logica della finanza aziendale

Approccio alla logica della finanza aziendale Corso Formazione Approccio alla logica della finanza aziendale OBIETTIVI Capire il contenuto del bilancio per creare valore. A CHI SI RIVOLGE Tutti i manager. IMPARERETE A Capire il contenuto del bilancio

Dettagli

FORMAZIONE AVANZATA. Corso di introduzione al Project Management

FORMAZIONE AVANZATA. Corso di introduzione al Project Management FORMAZIONE AVANZATA Corso di introduzione al Project Management 1 1. Scenario di riferimento La costante diminuzione delle risorse di bilancio e dei trasferimenti pubblici, da un lato, e la necessità di

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO KNOWITA

CATALOGO FORMATIVO KNOWITA Il Catalogo Formativo 2015 di Knowità è composto da incontri pensati per soddisfare le esigenze di figure di responsabilità che necessitano di risposte concrete alle principali e più attuali priorità aziendali.

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

Prefazione. Parte I Informazioni preliminari 1. Capitolo 1 Introduzione 3

Prefazione. Parte I Informazioni preliminari 1. Capitolo 1 Introduzione 3 Prefazione IX Parte I Informazioni preliminari 1 Capitolo 1 Introduzione 3 Immaginate.................................................... 3 Contenuto del libro..............................................

Dettagli

5 Gestione dei progetti software. 5.1 Attività gestionale. Sistemi Informativi I Lezioni di Ingegneria del Software

5 Gestione dei progetti software. 5.1 Attività gestionale. Sistemi Informativi I Lezioni di Ingegneria del Software 5 Gestione dei progetti software. Dopo aver completato lo studio del ciclo di vita del software, in questa parte vengono discussi gli aspetti gestionali della produzione del software. Vengono esaminate

Dettagli

1. Il ruolo della pianificazione nella gestione del progetto

1. Il ruolo della pianificazione nella gestione del progetto 11 1. Il ruolo della pianificazione nella gestione del progetto Poiché ciascun progetto è un processo complesso ed esclusivo, una pianificazione organica ed accurata è indispensabile al fine di perseguire

Dettagli

Feedback report ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO TECNICO AGRARIO E PROFESSIONALE FIRENZE

Feedback report ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO TECNICO AGRARIO E PROFESSIONALE FIRENZE Feedback report ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO TECNICO AGRARIO E PROFESSIONALE FIRENZE 4 GIUGNO 2014 Feedback report Nome dell organizzazione: Indirizzo: Referente: ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE

Dettagli

PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI QUALITÀ

PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI QUALITÀ PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI QUALITÀ La qualità dei servizi e delle politiche pubbliche è essenziale per la competitività del sistema economico e per il miglioramento delle condizioni di vita dei

Dettagli

ISIPM Base. Project Management epmq: Project Management Fundamentals (ISIPM Base) Gruppo A Conoscenze di Contesto Syllabus da 1.1.1 a 1.10.

ISIPM Base. Project Management epmq: Project Management Fundamentals (ISIPM Base) Gruppo A Conoscenze di Contesto Syllabus da 1.1.1 a 1.10. ISIPM Base Project Management epmq: Project Management Fundamentals (ISIPM Base) Gruppo A Conoscenze di Contesto Syllabus da 1.1.1 a 1.10.1 1 Tema: Progetto 1.1.1 Conoscere la definizione di progetto e

Dettagli

PMO: così fanno le grandi aziende

PMO: così fanno le grandi aziende PMO: così fanno le grandi aziende Tutte le grandi aziende hanno al loro interno un PMO - Project Management Office che si occupa di coordinare tutti i progetti e i programmi aziendali. In Italia il project

Dettagli

I Sistemi Gestione Energia e il ruolo dell energy manager

I Sistemi Gestione Energia e il ruolo dell energy manager I Sistemi Gestione Energia e il ruolo dell energy manager Valentina Bini, FIRE 27 marzo, Napoli 1 Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnico-scientifica

Dettagli

Il sistema di gestione dei dati e dei processi aziendali. Il sistema di controllo interno

Il sistema di gestione dei dati e dei processi aziendali. Il sistema di controllo interno Il sistema di gestione dei dati e dei processi aziendali Il sistema di controllo interno Argomenti della lezione 1 - Controllo Interno: definizione e componenti 2 - Ambiente di controllo 3 - Valutazione

Dettagli

La gestione dei progetti informatici

La gestione dei progetti informatici Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Ingegneria del Software La gestione dei progetti informatici Giulio Destri Ing. del Sw: Gestione - 1 Scopo

Dettagli

Profilo aziendale. Giugno 2008 - Pubblica

Profilo aziendale. Giugno 2008 - Pubblica Profilo aziendale Chi siamo Siamo un gruppo di professionisti esperti di gestione aziendale, che si propone come valido supporto ad imprenditori, dirigenti e manager nel ricercare, sviluppare ed applicare

Dettagli

Forniture informatiche

Forniture informatiche Forniture informatiche Nella Pubblica Amministrazione: gestione dei processi contrattuali e qualità Chianese Angelo Contenuti Strategie di acquisizione delle forniture ICT Contratti ICT Qualità delle forniture

Dettagli

Condizioni organizzative per la gestione di progetti di successo Project Management

Condizioni organizzative per la gestione di progetti di successo Project Management Condizioni organizzative per la gestione di progetti di successo Project Management L organizzazione del lavoro per progetti è stata per lungo tempo una caratteristica prevalente delle aziende che operano

Dettagli

IV. TEMPI E RISORSE: STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO

IV. TEMPI E RISORSE: STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO IV. TEMPI E RISORSE: STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO Dopo aver affrontato la prima stesura del POP, si deve passare piano al vaglio del committente per avere il via definitivo. Se OK Si procede

Dettagli

Ambiti Contestuale, Tecnico e Comportamentale

Ambiti Contestuale, Tecnico e Comportamentale Ambiti Contestuale, Tecnico e Comportamentale 1 Premessa Il Project Management da alcuni anni rappresenta uno dei temi all attenzione e in significativa espansione all interno delle organizzazioni complesse

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO

ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO L organizzazione di un progetto è la realizzazione del processo di pianificazione. In altre parole, organizzare significa far funzionare le cose. Nello specifico, implica una

Dettagli

PERCORSO DI FORMAZIONE PER PROJECT MANAGER

PERCORSO DI FORMAZIONE PER PROJECT MANAGER PERCORSO DI FORMAZIONE PER PROJECT MANAGER CODICE PM 10.25 DURATA 10 giorni CATEGORIA Project Management DESTINATARI Project manager, responsabili di funzione, membri del Project Management Office, dirigenti,

Dettagli

ing. consuelo rodriguez

ing. consuelo rodriguez TECNICHE DI PROGRAMMAZIONE La ricerca operativa La ricerca operativa può essere considerata una scienza finalizzata allo studio di problemi decisionali. Consiste in un sistema di analisi quantitativo finalizzato

Dettagli

PROGETTO CONTROLLO GESTIONE. Per la P.M.I. Per l Artigianato

PROGETTO CONTROLLO GESTIONE. Per la P.M.I. Per l Artigianato PROGETTO CONTROLLO GESTIONE Per la P.M.I. Per l Artigianato Valutare costantemente l'andamento economico della attività dell'azienda per stabilire se la sua struttura dei costi è adeguata per confrontarsi

Dettagli

La gestione manageriale dei progetti

La gestione manageriale dei progetti PROGETTAZIONE Pianificazione, programmazione temporale, gestione delle risorse umane: l organizzazione generale del progetto Dimitri Grigoriadis La gestione manageriale dei progetti Per organizzare il

Dettagli

Root Cause Analysis come strumento di audit clinico: metodo e strumenti. Donatella Rizzini Ausl 1 Massa e Carrara

Root Cause Analysis come strumento di audit clinico: metodo e strumenti. Donatella Rizzini Ausl 1 Massa e Carrara Root Cause Analysis come strumento di audit clinico: metodo e strumenti Dott.ssa Donatella Rizzini Ausl 1 Massa e Carrara Root Cause Analysis Root Cause Analysis è un indagine strutturata che ha lo scopo

Dettagli