Pack per l'ortofrutta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pack per l'ortofrutta"

Transcript

1 Bimestrale - N 33 Mag-Giu ANNO VI e d i z i o n i A R T E K Poste Italiane S.p.a.- Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004 n 46) art.1, comma 1, DCB Varese. ISSN Overview Pack per l'ortofrutta Pack for fruit and vegetable Un nuovo concetto di easy-peel NotePack In vetro veritas Patrocinato da BIMONTHLY ON TESTING, DESIGN & TECHNOLOGIES IN PACKAGING

2 RICERCA APPLICATA E PACKAGING CONVENIENCE Un nuovo concetto di easy-peel Tecnologie Proteco, ITP, e Berg, un metadistretto unito in un unico obiettivo: quello di realizzare una saldatura permanente che al tempo stesso sia un apertura facilitata Sono sempre più diffuse le confezioni di alimenti e bevande dotate di dispositivi e di soluzioni che conferiscono elementi di facilità d uso per il consumatore finale. L aspettativa di praticità è certamente forte nel consumatore moderno, che dedica meno tempo alla prepa- razione dei pasti e, di conseguenza, il valore praticità si è rapidamente affermato tra i progettisti di packaging e rappresenta ormai uno dei fattori che influenzano maggiormente l innovazione in questo settore. È necessario tuttavia essere ben consapevoli che, a volte, queste soluzioni, dette anche di convenience, introducono nell imballaggio elementi di debolezza e di precarietà e che, in altre circostanze, la praticità introdotta risulta in contrasto con le esigenze di protezione del prodotto confezionato. Casi emblematici di tali situazioni sono, ad esempio, gli imballaggi perfettamente trasparenti: sebbene la visibilità del contenuto facilita l apprezzamento da parte del consumatore, questi pack hanno lo svantaggio di esporre i prodotti a radiazioni potenzialmente dannose per le loro qualità sensoriali; inoltre i dispositivi di chiusura si aprono facilmente ma dovrebbero richiudersi altrettanto efficacemente; infine, ricordiamo quei sigilli e quelle saldature che si aprono senza sforzo ma che devono garantire comunque l integrità del prodotto lungo tutta la supply chain. L antitesi che molte di queste soluzioni di packaging convenience comportano le rende innovazioni particolarmente difficili da realizzare e piuttosto critiche nell impiego. Ciò che potrebbe apparire una scelta edonistica, di vantaggio superficiale e non sostanziale, è sempre un innovazione di complessa e delicata realizzazione, soprattutto quando riguarda gli aspetti dell integrità e dell ermeticità di una confezione. In questa prospettiva va considerata e analizzata l innovazione del progetto ID 4237 del Bando Metadistretti 2007, intitolato Nuovi poliaccoppiati destinati all'imballag- 24

3 gio alimentare capaci di saldatura permanente (non pelabile) e al tempo stesso di facile apertura: un nuovo concetto di easy-peel. Il progetto, finanziato dalla Regione Lombardia e recentemente concluso, ha visto impegnate tre aziende che, di fatto, rappresentano l intera filiera produttiva degli oggetti che si voleva realizzare: la ITP di Bosnasco (PV), la Proteco di Milano e la Berg di Voghera (PV). Infatti la prima produce film poliolefinici tramite estrusione, cioè converte in film i granuli delle diverse resine, Proteco accoppia questi film a supporti stampati o non, e produce quindi il poliaccoppiato finale e Berg produce le vaschette cui i poliaccoppiati sono destinati e ha messo a disposizione le macchine di confezionamento che hanno consentito di testare sul campo i coestrusi sviluppati, a completamento delle prove condotte in laboratorio. Il consorzio, pienamente rispondente al criterio di Meta-distretto introdotto dalla regione Lombardia per finanziare quelle aree in cui si concentrano imprese di una stessa filiera ritenuta strategica, ha affrontato un tema fortemente attuale, quale appunto quello delle aperture facilitate, introducendo una effettiva innovazione, grazie alla scelta dei materiali di base e alla progettazione delle strutture multistrato finali. Fino ad oggi i sistemi impiegati per ottenere un apertura facilitata in un imballaggio flessibile, di tipo cosiddetto pelabile, sono essenzialmente tre e vengono indicati come di tipo coesivo, adesivo e per frattura. Il meccanismo di tipo coesivo: corrisponde all introduzione all interno di una matrice poliolefinica di un componente poco compatibile, in bassa concentrazione; questo componente si disperde nella matrice plastica, ma ne interrompe la 1. Pelabilità di tipo coesivo Fase incompatibile Fase continua Substrato Top pelabile 2. Pelabilità di tipo adesivo 3. Pelabilità per frattura La separazione avviene dove le due fasi si incontrano Film coestruso Linea di frattura Strato saldante Apertura della confezione sotto controllo; ampia finestra di saldabilità; elevata riproducibilità delle prestazioni di pelabilità; versatilità della forza di pelabilità in funzione delle richieste dell utilizzo finale. Funziona solo su se stesso: su PE o su PP. Offre una soluzione dove altri sistemi non funzionano (PET, PVC, PS, ); apertura agevole della confezione (normalmente basse forze di pelabilità). Apertura della saldatura a scatti e/o rumorosa; film intrinsecamente appiccicoso, difficoltà di produzione e utilizzo. Buona tenuta della saldatura anche in presenza di contaminazioni grazie all'utilizzo di resine molto performanti da questo punto di vista; normalmente basse forze di apertura. Difficile realizzazione; applicabile solo per saldatura di polimeri con la stessa natura. Foto 1: I meccanismi di apertura facilitata nell imballaggio flessibile Tecnologie 25

4 Tecnologie continuità, formando isole il cui numero e la cui dimensione possono essere facilmente controllabili in fase di produzione. Quando il film così realizzato è saldato su se stesso o su un atra poliolefina, si ha la formazione di legami forti (di tipo coesivo, tra molecole uguali) solo in corrispondenza della matrice continua e di molti legami deboli (di tipo secondario) in corrispondenza delle isole di componente incompatibile, che conferiscono la scarsa resistenza opposta all apertura. Accanto a molti vantaggi, soprattutto legati alla modulabilità della resistenza, questo sistema, a tutt oggi, si applica solo ai materiali poliolefinici (PP e PE) escludendo tutte le soluzioni che impiegano PVC, PS, PET, PLA e ogni altro nuovo materiale. Saldatura permanente: Apertura per delaminazione: Il meccanismo di tipo adesivo: si basa, come evidente dalla denominazione, sulla possibilità di realizzare in fase di saldatura legami di tipo adesivo che interessano molecole diverse e sono sostenuti dalle cosiddette forze di van der Waals. Si tratta di forze relativamente deboli, quali quelle che normalmente entrano in gioco nell applicazione di nastri adesivi. Uno specifico polimero di natura poliolefinica, polare e aggiunto di specifici additivi, viene estruso come strato saldante. Le forze di apertura sono modeste ed è possibile applicare questi sistemi su qualsiasi materiale ma le resine che sono più performanti per questo sistema sono intrinsecamente appiccicose, e quindi inducono ad attivazioni che riducono la trasparenza in modo non trascurabile. PET Adesivo Coestruso PET Adesivo Coestruso Foto 2: Nuovo meccanismo di apertura facilitata realizzato Il meccanismo per frattura: detto anche per delaminazione a rottura preferenziale. Anche in questo caso si ricorre a strutture multistrato nelle quali sono indebolite le forze di adesione tra lo strato saldante e quello sovrastante. Al momento dell apertura, esercitando un azione di strappo, lo strato saldante si rompe delaminandosi all interfaccia tra due strati del film coestruso. La tecnologia di produzione del multistrato non è semplice e la tipologia di resina e gli spessori dei singoli strati sono fondamentali nel regolare la forza di apertura; l inconveniente maggiore, comunque, è che il sistema risulta oggi applicabile solo dove la saldatura avvenga tra polimeri della stessa natura e per specifiche applicazioni. Il problema da risolvere, e al quale si sono applicate le imprese finanziate dalla regione Lombardia, era quindi quello di realizzare una saldatura permanente e al tempo stesso un apertura facilitata, grazie all intrinseca scarsa coesione tra alcuni degli strati del poliaccoppiato. Un apertura che fosse applicabile per il confezionamento di prodotti molto umidi o addirittura liquidi, un sistema di saldatura che funzionasse in presenza di frammenti e di residui alimentari, solidi o liquidi, che fosse efficace anche per resine additivate di antifog, antistatici o altri additivi indispensabili nelle applicazioni più critiche. Per raggiungere l obiettivo, i servizi di R&D delle tre aziende hanno dovuto concentrare la loro attenzione sulla misura delle forze di coesione tra gli strati del poliaccoppiato, di tenuta della saldatura (adesione del film sul bordo di vaschette di materiali diversi), della resistenza alla lacerazione dello strato più esterno e dell intera struttura realizzata attraverso coestrusione. Attraverso la valutazione accurata di queste proprietà e la comprensione del ruolo che esse giocano sull effetto finale desiderato e della possibilità di modularle attraverso 26

5 Foto 3: l'evidente delaminazione dopo l'apertura del provino corrisponde alla striscia biancastra laddove è avvenuta la saldatura della saldatura [g/15mm] TOP dopo apertura della confezione: zona in corrispondenza della saldatura Zona del bottom corrispondente al profilo di saldatura dopo l'apertura della confezione Grafico 1: la curva di saldatura su PP ottenuta in laboratorio (forza di apertura della saldatura vs. temperatura di saldatura). Il film comincia ad avere saldatura efficace a partire da 170 C la scelta delle materie prime e dei parametri di processo della coestrusione e della saldatura, è stato possibile raggiungere il risultato atteso. Un classico esempio di ricerca applicata dunque, nella quale, fissato un obiettivo e formulata una serie di ipotesi, il risultato è perseguito attraverso la scelta di misurazioni attendibili e di valutazioni dei risultati. Il fine è quello di realizzare un oggetto di largo consumo e basso costo come un imballaggio a perdere, un obiettivo concreto e di utilità immediata la cui realizzazione non sia banale o frutto di scelte solo formali. Anzi, il progetto implica Strato delaminatosi dal Top (~15µm) Bottom (PP) (~250µm) Vista in sezione al microscopio del bottom l applicazione di rigorosi protocolli di valutazione e la capacità di collegare dati oggettivi a fenomeni reali, di comprendere e di descrivere l effetto di variabili e di inferire un risultato atteso. Un risultato che, converrà ribadirlo, ha a che fare con la praticità d uso di un imballaggio alimentare (la sua facile apertura) ma riguarda anche un requisito fondamentale e assolutamente critico della confezione che è la sua ermeticità. La garanzia di sicurezza igienica e di mantenimento delle qualità originali di un alimento o di una bevanda confezionati è assicurata, prima di ogni altra considerazione, dal confinamento del prodotto rispetto all ambiente esterno che potenzialmente lo può contaminare. Sono l integrità e l ermeticità dell imballaggio che, in primo luogo, rappresentano la capacità protettiva di un prodotto sensibile. Aver puntato a una soluzione che fosse una vera saldatura, attuabile tenendo conto delle necessità di additivazione dei materiali oggi impiegati, ma in grado di soddisfare le aspettative del consumatore, quali sono emerse da un analisi delle tendenze di mercato, è certamente un punto di forza di questo progetto di cui, in conclusione, non è neppure fuori luogo sottolineare anche la positiva e non così comune collaborazione tra un pool di aziende private e un Ente Pubblico di finanziamento. Luciano Piergiovanni DiSTAM, Università degli Studi di Milano Tecnologie 27

Cos è il nastro autoadesivo?

Cos è il nastro autoadesivo? Cos è il nastro autoadesivo? Per nastro autoadesivo si intende una striscia di materiale che può aderire con la semplice pressione su varie superfici senza la necessità di calore, umettatura od altro.

Dettagli

Obiettivi del Progetto Metalaboratorio

Obiettivi del Progetto Metalaboratorio Obiettivi del Progetto Metalaboratorio LUIGINO MAGGI LABANALYSIS s.r.l. CONVEGNO NUOVE REALTÁ E PROSPETTIVE PER GLI IMBALLAGGI PER ALIMENTI 27 Ottobre 2006 Castello di San Gaudenzio Cervesina (PV) COME

Dettagli

Recycling & Horticultural Packaging Systems

Recycling & Horticultural Packaging Systems Recycling & Horticultural Packaging Systems 1 Overview AMP Recycling - Ferrara Fondazione 1962 Dipendenti 570 Fatturato 2012 195 M (+10%) Fatturato 2013 200 M (+2,5%) ILIP e MP3 - Valsamoggia Loc. Bazzano

Dettagli

Università degli Studi di Parma Centro Interdipartimentale Packaging CIPACK. (Dir. Prof. Angelo Montenero)

Università degli Studi di Parma Centro Interdipartimentale Packaging CIPACK. (Dir. Prof. Angelo Montenero) Università degli Studi di Parma Centro Interdipartimentale Packaging CIPACK (Dir. Prof. Angelo Montenero) Lo spreco alimentare Nel mondo: Viene sprecato 1/3 del cibo prodotto Lo spreco equivale a 1,3 miliardi

Dettagli

NOBILIUM VEL. Velo per armatura di fibra NOBILIUM SCHEDA TECNICO-COMPARATIVA

NOBILIUM VEL. Velo per armatura di fibra NOBILIUM SCHEDA TECNICO-COMPARATIVA NOBILIUM VEL Velo per armatura di fibra NOBILIUM SCHEDA TECNICO-COMPARATIVA Origine: Il velo è un prodotto relativamente nuovo nel settore edilizio ed è principalmente associato alla fibra di vetro e/o

Dettagli

Quando la Natura protegge la freschezza. l innovativo imballo alimentare brevettato SCHEDA TECNICA

Quando la Natura protegge la freschezza. l innovativo imballo alimentare brevettato SCHEDA TECNICA Quando la Natura protegge la freschezza. l innovativo imballo alimentare brevettato SCHEDA TECNICA CARATTERISTICHE TECNICHE Descrizione Imballaggio innovativo idoneo al contatto alimentare costituito in

Dettagli

MATERIALI A CONTATTO CON GLI ALIMENTI: ESEMPI DI PROBLEM SOLVING

MATERIALI A CONTATTO CON GLI ALIMENTI: ESEMPI DI PROBLEM SOLVING MATERIALI A CONTATTO CON GLI ALIMENTI: ESEMPI DI PROBLEM SOLVING 3 Congresso Scientifico Nazionale Food Contact Expert Desenzano del Garda (BS) - 26 Giugno 2014 Mara Baronciani - SepackLab S.r.l. Valter

Dettagli

LINEA BIOF3< IMBALLAGGI FLESSIBILI IN POLIETILENE

LINEA BIOF3< IMBALLAGGI FLESSIBILI IN POLIETILENE > LINEA BIOF3< IMBALLAGGI FLESSIBILI IN POLIETILENE > LINEA BIOF3< Gli shoppers e i sacchi della nostra Linea BIOF3 sono realizzati in coestrusione a tre strati, utilizzando solo materiali certificati,

Dettagli

Competenze e attività di ISMAC nel settore dell imballaggio alimentare

Competenze e attività di ISMAC nel settore dell imballaggio alimentare Regione Lombardia Progetto n. 310372 - Metalaboratorio Competenze e attività di ISMAC nel settore dell imballaggio alimentare Palmira Bonassi Castello di San Gaudenzio, Gervasina 27 ottobre 2006 Consiglio

Dettagli

I fosfolipidi. Figura 3: tipica struttura di un fosfolipide. Schema 1. Struttura del fosfolipide POPE.

I fosfolipidi. Figura 3: tipica struttura di un fosfolipide. Schema 1. Struttura del fosfolipide POPE. Proprietà chimico-fisiche di modelli di sistemi biologici Materiale didattico per lo stage presso il laboratorio NanoBioLab Abstract L attività è basata sull utilizzo di tecniche sperimentali avanzate

Dettagli

Il progetto Fortipack

Il progetto Fortipack Packaging&Design Silvia Guenzi Il progetto Fortipack Le pellicole estensibili (PES) sono utilizzate per il confezionamento di formaggi porzionati, anche Dop. In funzione delle condizioni di conservazione

Dettagli

realizzazione e stampa www.grafiti.it Divisione Imballaggio a Verona dal 1952 MASTER Al vostro servizio dal 1952 MASTER

realizzazione e stampa www.grafiti.it Divisione Imballaggio a Verona dal 1952 MASTER Al vostro servizio dal 1952 MASTER realizzazione e stampa www.grafiti.it Divisione Imballaggio a Verona dal 1952 MASTER Al vostro servizio dal 1952 MASTER Divisione Imballaggio La nostra azienda è in grado di fornire una vasta gamma di

Dettagli

Tubazioni in cemento armato ordinario (CAO)

Tubazioni in cemento armato ordinario (CAO) Tubazioni in cemento armato ordinario (CAO) Le tubazioni in cemento armato ordinario utilizzano le caratteristiche di resistenza alla compressione del calcestruzzo ed a trazione per l'acciaio. Le condotte

Dettagli

T-VAPO FAST 95 membrana traspirante e impermeabile per il controllo del vapore

T-VAPO FAST 95 membrana traspirante e impermeabile per il controllo del vapore T-VAPO FAST 9 membrana traspirante e impermeabile per il controllo del vapore Dati tecnici T-VAPO FAST 9 materiale PP+controller lunghezza rotolo 0 m larghezza, m bobine/bancale 0 spessore totale 0, mm

Dettagli

Macrorinforzo delle pavimentazioni flessibili con GEOSINTETICI

Macrorinforzo delle pavimentazioni flessibili con GEOSINTETICI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria DCT ICAR/04 STRADE, FERROVIE, AEROPORTI Macrorinforzo delle pavimentazioni flessibili con GEOSINTETICI Ing. Nicola Baldo e-mail: nicola.baldo@unipd.it

Dettagli

Innovazione e qualità

Innovazione e qualità Innovazione e qualità La filosofia dell azienda si basa fin dagli anni 70 sulla ricerca della qualità per garantire al consumatore finale un prodotto fresco e sano TEDALDI L azienda Tedaldi, con sede principale

Dettagli

A1U2L3 L INDUSTRIA CARTOTECNICA E I PRODOTTI CARTARI

A1U2L3 L INDUSTRIA CARTOTECNICA E I PRODOTTI CARTARI A1U2L3 L INDUSTRIA CARTOTECNICA E I PRODOTTI CARTARI CARTA ADATTA ALLA STAMPA CARTA ADATTA ALLA SCRITTURA CARTA PER INVOLGERE CARTA PER USI DOMESTICI CARTE SPECIALI CARTA COME BASE DEI CONTENITORI IN POLIACCOPPIATO

Dettagli

Materiali a contatto con gli alimenti (MCA): obblighi di legge e normativa volontaria. Seminari QualyFood Cremona 04/06/2010 Paolo Brusutti

Materiali a contatto con gli alimenti (MCA): obblighi di legge e normativa volontaria. Seminari QualyFood Cremona 04/06/2010 Paolo Brusutti Materiali a contatto con gli alimenti (MCA): obblighi di legge e normativa volontaria Seminari QualyFood Cremona 04/06/2010 Paolo Brusutti Contenuti: panoramica del settore, dei materiali e delle problematiche

Dettagli

Regolamento Ecofeste

Regolamento Ecofeste Regolamento Ecofeste Gli eventi enogastronomici che nella stagione estiva si susseguono in tanti comuni del Cilento sono, nella maggior parte dei casi, caratterizzati dalla produzione di una grande quantità

Dettagli

L Istituto specializzato nelle Ricerche di Mercato via Web. PRESENTAZIONE ricerca sulla RACCOLTA DIFFERENZIATA

L Istituto specializzato nelle Ricerche di Mercato via Web. PRESENTAZIONE ricerca sulla RACCOLTA DIFFERENZIATA L Istituto specializzato nelle Ricerche di Mercato via Web PRESENTAZIONE ricerca sulla RACCOLTA DIFFERENZIATA 1 Angelo Faravelli Membro Comitato Esecutivo PackWatch Amm. Del. ADVANCE Brand Appeal Nicola

Dettagli

AirCap Film a bolle barriera

AirCap Film a bolle barriera AirCap Film a bolle barriera LA DIFFERENZA È L EFFETTO BARRIERA Rispetto al film a bolle tradizionali non barriera, la presenza dello strato barriera limita lo sgonfiamento delle bolle garantendo nel tempo

Dettagli

IMPIANTI DI COESTRUSIONE FILM IN BOLLA

IMPIANTI DI COESTRUSIONE FILM IN BOLLA IMPIANTI DI COESTRUSIONE FILM IN BOLLA Le origini di un azienda solida proiettata al futuro Fondata nel 1947 da Luigi Bandera, sin dalle origini ha dimostrato di essere un impresa energica e determinata

Dettagli

Ciclo carta e cartone

Ciclo carta e cartone Ciclo carta e cartone la carta e il cartone inseriti negli appositi contenitori vengono prelevati dal gestore del servizio 6 PRODOTTI a seconda della carta recuperata (giornali, cartoni, carta mista) si

Dettagli

SEAL PROOF Dispositivo di validazione per il controllo delle termosaldatrici DOCUMENTAZIONE

SEAL PROOF Dispositivo di validazione per il controllo delle termosaldatrici DOCUMENTAZIONE Dispositivo di validazione per il controllo delle termosaldatrici DOCUMENTAZIONE Schede tecniche illustrative Certificati B.S. Export S.r.l. Via Tedeschi, 4 42124 Reggio Emilia 0522.515380 0522.515316

Dettagli

INTERPRETARE IN MODO CORRETTO I SIMBOLI SULLE CONFEZIONI

INTERPRETARE IN MODO CORRETTO I SIMBOLI SULLE CONFEZIONI ORDINE DEI TECNOLOGI ALIMENTARI EMILIA ROMAGNA, TOSCANA, MARCHE ED UMBRIA INTERPRETARE IN MODO CORRETTO I SIMBOLI SULLE CONFEZIONI 12 Settembre 2015 dott.ssa Rosanna Corò (tecnologo alimentare) Consigliere

Dettagli

DIREZIONE INGEGNERIA SICUREZZA E QUALITA DI SISTEMA

DIREZIONE INGEGNERIA SICUREZZA E QUALITA DI SISTEMA DIREZIONE INGEGNERIA SICUREZZA E QUALITA DI SISTEMA Viale Spartaco Lavagnini, 58 50129 FIRENZE Identificazione n 307974 Esp. 04 Pagina 1 di 16 Fornitura di marchi, etichette, pittogrammi, iscrizioni prespaziate,

Dettagli

DIVISIONE DISTRIBUZIONE FLUIDI DENOMINAZIONE IMPIANTO O LAVORO (PLANT OR PROJECT DESCRIPTION)

DIVISIONE DISTRIBUZIONE FLUIDI DENOMINAZIONE IMPIANTO O LAVORO (PLANT OR PROJECT DESCRIPTION) 01/11/2008 Golinelli Massarenti Morgagni Revisione 2 0/05/2007 Golinelli Massarenti Anzalone Revisione 1 12/05/2006 Golinelli Massarenti Massarenti Revisione 0 02/07/200 Emissione REV. DATA (DATE) REDATTO

Dettagli

Consorzio volontario CORIPET: la prima filiera chiusa del PET

Consorzio volontario CORIPET: la prima filiera chiusa del PET Consorzio volontario CORIPET: la prima filiera chiusa del PET I sistemi indipendenti del riciclo, il mercato della plastica Ravenna, 27 settembre 2013 Giancarlo Longhi, presidente Coripet 1 2 Lo scenario

Dettagli

MANUALE DIDATTICO PLASTICA

MANUALE DIDATTICO PLASTICA MANUALE DIDATTICO sui temi della raccolta, del riciclo e del recupero dei rifiuti di imballaggio Anno 2010/2011 Un iniziativa con il patrocinio di Ministero dell Istruzione dell Università e Ricerca Un

Dettagli

1. INTRODUZIONE. L odontoiatria restauratrice, ha lo scopo di restaurare dal punto di vista

1. INTRODUZIONE. L odontoiatria restauratrice, ha lo scopo di restaurare dal punto di vista 1. INTRODUZIONE L odontoiatria restauratrice, ha lo scopo di restaurare dal punto di vista anatomico-funzionale, gli elementi dentari compromessi, con l intento di mantenere e preservare l integrità dei

Dettagli

MrPACK. Il cassonetto intelligente per la raccolta dei contenitori per liquidi

MrPACK. Il cassonetto intelligente per la raccolta dei contenitori per liquidi MrPACK Il cassonetto intelligente per la raccolta dei contenitori per liquidi MrPACK gestisce in maniera intelligente i tradizionali cassonetti destinati agli imballaggi in plastica, preserva gli investimenti

Dettagli

RELAZIONE DI FINE TIROCINIO

RELAZIONE DI FINE TIROCINIO RELAZIONE DI FINE TIROCINIO Laurea magistrale in ingegneria civile per la protezione del territorio dai rischi naturali A.A. 2014/2015 CARATTERIZZAZIONE DI MATERIALI COMPOSITI FRCM MEDIANTE PROVE A TRAZIONE

Dettagli

Rivestimento Igienico. Lastra in PVC

Rivestimento Igienico. Lastra in PVC Rivestimento Igienico Lastra in PVC 02 Rivestimento Igienico La caratteristiche superficie liscia, facile da pulire e resistente dei prodotti Marvec lo rendono il materiale di rivestimento ideale per pareti

Dettagli

LE TECNOLOGIE ITALIANE PER IL RICICLO MECCANICO DELLE MATERIE PLASTICHE

LE TECNOLOGIE ITALIANE PER IL RICICLO MECCANICO DELLE MATERIE PLASTICHE LE TECNOLOGIE ITALIANE PER IL RICICLO MECCANICO DELLE MATERIE PLASTICHE Oreste Pasquarelli D.1 RICICLO MECCANICO IMPIANTI ITALIANI Il settore è molto sviluppato come selezione dei diversi materiali e come

Dettagli

L Istituto specializzato nelle Ricerche di Mercato via Web

L Istituto specializzato nelle Ricerche di Mercato via Web L Istituto specializzato nelle Ricerche di Mercato via Web PRESENTAZIONE ricerca sulla RACCOLTA DIFFERENZIATA Scaricato da www.largoconsumo.info 1 Angelo Faravelli Membro Comitato Esecutivo PackWatch Amm.

Dettagli

R 250 PET. Dimensioni contenitore scatola chiusa : Peso Totale (gr) / Weight (gr) silicone application for well- unstacking

R 250 PET. Dimensioni contenitore scatola chiusa : Peso Totale (gr) / Weight (gr) silicone application for well- unstacking R 2 PET confezionato / of secco, umido, grasso, dolce, salato, solido, semilavorati e lavorati, 1^, 2^ e 3^ lavorazioni 300 µ Microns 115 45 14,12+/- 15% 600 n vaschette a confezione / containers 8,473+/-

Dettagli

Rapporto di sostenibilità Conai 2013. La governance

Rapporto di sostenibilità Conai 2013. La governance 62 Rapporto di sostenibilità Conai 2013 La governance Conai dispone di una propria organizzazione che svolge, attraverso le sedi di Roma e Milano, l attività di coordinamento e gli altri compiti descritti

Dettagli

Polistirene espanso macinato a granulometria variabile. Polistirene espanso macinato a granulometria variabile,

Polistirene espanso macinato a granulometria variabile. Polistirene espanso macinato a granulometria variabile, Massetti leggeri Perliking : Polistirene macinato e perla vergine per massetti in CLS leggero Tipo PKM Polistirene espanso macinato a granulometria variabile PKM/ADD Polistirene espanso macinato a granulometria

Dettagli

INTERVENTO DI CLAUDIA RICCARDI PLASMAPROMETEO - Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Milano - Bicocca

INTERVENTO DI CLAUDIA RICCARDI PLASMAPROMETEO - Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Milano - Bicocca INTERVENTO DI CLAUDIA RICCARDI PLASMAPROMETEO - Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Milano - Bicocca La ricerca come strumento per lo sviluppo aziendale: sinergia tra università e industria

Dettagli

GESTIONE DEI RIFIUTI PRESSO I LOCALI DEI SERVIZI CLINICI DELL OSPEDALE DIDATTICO VETERINARIO

GESTIONE DEI RIFIUTI PRESSO I LOCALI DEI SERVIZI CLINICI DELL OSPEDALE DIDATTICO VETERINARIO ALLEGATO 1 GESTIONE DEI RIFIUTI PRESSO I LOCALI DEI SERVIZI CLINICI DELL OSPEDALE DIDATTICO VETERINARIO RIFIUTI SANITARI: i rifiuti sanitari devono essere gestiti in modo da diminuirne la pericolosità,

Dettagli

DI LUCE SEGNALI. FUTURi. di John Borell, Stephen Lee (*) (*)John Borell lavora alla Steel Art Company, costruttore Americano di insegne luminose.

DI LUCE SEGNALI. FUTURi. di John Borell, Stephen Lee (*) (*)John Borell lavora alla Steel Art Company, costruttore Americano di insegne luminose. FUTURi SEGNALI DI LUCE I SISTEMI PER TAGLIO LASER OFFRONO IMPORTANTI VANTAGGI RISPETTO ALLE TECNICHE TRADIZIONALI NELLA LAVORAZIONE DI MATERIALI ACRILICI CON CUI VENGONO REALIZZATE GRAN PARTE DELLE MODERNE

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI DANNO ORGANOLETTICO E TOSSICOLOGICO DEI MATERIALI A CONTATTO CON GLI ALIMENTI

LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI DANNO ORGANOLETTICO E TOSSICOLOGICO DEI MATERIALI A CONTATTO CON GLI ALIMENTI FOODPACKAGING LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI DANNO ORGANOLETTICO E TOSSICOLOGICO DEI MATERIALI A CONTATTO CON GLI ALIMENTI VALTER ROCCHELLI IRCPACK Srl Istituto Ricerca Consulenza sul Packaging NORMATIVA

Dettagli

Guida ai prodotti per la stampa e la grafica La stampa prende vita

Guida ai prodotti per la stampa e la grafica La stampa prende vita Guida ai prodotti per la stampa e la grafica La stampa prende vita Scapa - Il vostro partner di fiducia per la stampa Scapa Group Scapa è una società leader del mercato dedicata allo sviluppo e alla produzione

Dettagli

SCHEDA SUBLIMAZIONE TERMICA CAPITOLO III LA FORMAZIONE DI UN DOCUMENTO LA COMPLILAZIONE

SCHEDA SUBLIMAZIONE TERMICA CAPITOLO III LA FORMAZIONE DI UN DOCUMENTO LA COMPLILAZIONE SCHEDA SUBLIMAZIONE TERMICA Il trasferimento termico (detto anche a sublimazione) è un processo di stampa che avviene utilizzando una stampante con testina di stampa composta da resistenze termiche che

Dettagli

Pavimenti Interni Piastrelle Cemento Legno Marmo Resina di finitura all acqua

Pavimenti Interni Piastrelle Cemento Legno Marmo Resina di finitura all acqua tutta la linea SottoSopra Colore per Interni Pareti e Mobili TM Sotto Sopra il camaleonte di casa paints Pavimenti Interni Piastrelle Cemento Legno Marmo Resina di finitura all acqua Libretto di istruzioni

Dettagli

PET FOOD PACKAGING SOLUTIONS

PET FOOD PACKAGING SOLUTIONS PET FOOD PACKAGING SOLUTIONS s p e c i a l i s t i n p a c k a g i n g Sacchi a bocca aperta e fondo incollato Per questo prodotto vengono utilizzati da 1 a 5 fogli in carta o materiale plastico anche

Dettagli

Liquid Handling & Filling. Materiali: focus sul PET (riciclato e non)

Liquid Handling & Filling. Materiali: focus sul PET (riciclato e non) Liquid Handling & Filling 10 febbraio 2015 Materiali: focus sul PET (riciclato e non) G. Vestrucci Pack Co. Srl Indice: 1. Il Regolamento (EU) n. 10/2011 riguardante i materiali e gli oggetti di materia

Dettagli

Norme sull alluminio vigenti in Italia. (aggiornamento al 29 aprile 2008)

Norme sull alluminio vigenti in Italia. (aggiornamento al 29 aprile 2008) Nelle tabelle seguenti riportiamo gli elenchi delle norme vigenti in Italia sull alluminio e sui trattamenti superficiali di verniciatura e di ossidazione anodica. L associazione non può rilasciare alcuna

Dettagli

SCHEDA TECNICA DEL PRODOTTO STERIDIAMOND BUSTE E ROTOLI

SCHEDA TECNICA DEL PRODOTTO STERIDIAMOND BUSTE E ROTOLI SCHEDA TECNICA DEL PRODOTTO STERIDIAMOND BUSTE E ROTOLI Mod. ST19 Rev. 2 Del 10.02.2009 Identificazione del Fabbricante ECS SRL Via XXV Aprile, 3 23854 Olginate (LC) Italia Identificazione del dispositivo

Dettagli

Imballaggio. Sacchi Rafia Bianca. Sacchi Shopper Polietilene Rigenerato C. Sacchetti in Polietilene 40 C. Sacchetti in Polietilene 60/70 C

Imballaggio. Sacchi Rafia Bianca. Sacchi Shopper Polietilene Rigenerato C. Sacchetti in Polietilene 40 C. Sacchetti in Polietilene 60/70 C Sacchi Rafia Bianca Dimensioni: 35x50 cm. Peso: 30 gr. Dimensioni: 40x70 cm. Peso. 47 gr. Dimensioni: 60x110 cm. Peso: 110 gr. Imballaggio Linea MIX Sacchi Shopper Polietilene Rigenerato C Dimensioni:

Dettagli

EVA reticolata espansa

EVA reticolata espansa EVA reticolata espansa Gli EVA sono prodotti reticolabili ed espandibili a base di poliolefine modificate con elastomeri di elevatissima qualità, creati per rispondere all esigenza del mercato di realizzare

Dettagli

Principio di funzionamento dei cavi scaldanti autoregolanti

Principio di funzionamento dei cavi scaldanti autoregolanti 1 Principio di funzionamento dei cavi scaldanti autoregolanti Sfruttando un particolare principio fisico, i cavi scaldanti autoregolanti consentono di mantenere sgelati o in temperatura tubazioni, sili

Dettagli

VISITA SITEIA.PARMA - CIPACK - CIM

VISITA SITEIA.PARMA - CIPACK - CIM VISITA SITEIA.PARMA - CIPACK - CIM 16 NOVEMBRE 2011 ore 11:00 18:00 Campus Universitario c/o Dipartimento di Ingegneria Industriale, Viale delle Scienze, Parma Saletta riunioni palazzina 8 Unioncamere

Dettagli

PROCESSO DI ASSEMBLAGGIO

PROCESSO DI ASSEMBLAGGIO PROCESSO DI ASSEMBLAGGIO La fabbricazione degli elementi meccanici seguita dalla loro unione sono i principali compiti dell industria produttiva. Essenzialmente l assemblaggio consiste nel collegare degli

Dettagli

Storage dei circuiti stampati e problemi correlati. Uno sguardo alla "nuova" IPC 1601

Storage dei circuiti stampati e problemi correlati. Uno sguardo alla nuova IPC 1601 Storage dei circuiti stampati e problemi correlati - Uno sguardo alla "nuova" IPC 1601 Guido Scarpa Fabio Calderoni Fortronic 2011 Milano LA FLESSIBILITA DEL MERCATO RICHIEDE TEMPI DI IMMAGAZZINAMENTO

Dettagli

Riciclo e recupero dell alluminio

Riciclo e recupero dell alluminio Capitolo 13 Riciclo e recupero dell alluminio 13.1. Alluminio e sviluppo sostenibile È sviluppo sostenibile quello in grado di soddisfare i bisogni delle generazioni attuali senza compromettere la capacità

Dettagli

Centro studi MatER. Il Caso di Studio del Legno

Centro studi MatER. Il Caso di Studio del Legno Centro studi MatER Materia & Energia da Rifiuti Il Caso di Studio del Legno Riciclaggio e Ciclo di Recupero 10 Dicembre 2013 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. IL RICICLAGGIO DEL LEGNO...3 3. IL RUOLO DI RILEGNO...5

Dettagli

INDICE 1 REQUISITI GENERALI... 2 2 RIFERIMENTI PARTICOLARI... 3 3 TERMINI, DEFINIZIONI, SIMBOLI ED ABBREVIAZIONI... 3 4 MATERIALE... 4 5 TUBI...

INDICE 1 REQUISITI GENERALI... 2 2 RIFERIMENTI PARTICOLARI... 3 3 TERMINI, DEFINIZIONI, SIMBOLI ED ABBREVIAZIONI... 3 4 MATERIALE... 4 5 TUBI... REGOLAMENTO PARTICOLARE CERTIFICAZIONE BV DI TUBI E RACCORDI IN PER LA DISTRIBUZIONE DELL'ACQUA IN INDICE 1 REQUISITI GENERALI... 2 2 RIFERIMENTI PARTICOLARI... 3 3 TERMINI, DEFINIZIONI, SIMBOLI ED ABBREVIAZIONI...

Dettagli

CHIUSURE VER VER ICALI TRASPARENTI

CHIUSURE VER VER ICALI TRASPARENTI CHIUSURE VERTICALI TRASPARENTI Serramenti Chiusure Verticali Trasparenti Vetrate continue Con specchiatura unica A doppia pelle SERRAMENTI ESTERNI Elementi costruttivi funzionali che devono soddisfare

Dettagli

non fateci fare una brutta fine siamo riciclabili! guida utile al corretto conferimento dei rifiuti da conservare

non fateci fare una brutta fine siamo riciclabili! guida utile al corretto conferimento dei rifiuti da conservare non fateci fare una brutta fine siamo riciclabili! guida utile al corretto conferimento dei rifiuti da conservare a tutte le famiglie... perchè è importante separare i rifiuti Con questa pubblicazione,

Dettagli

CATALOGO ACQUEDOTTI e RETI GAS

CATALOGO ACQUEDOTTI e RETI GAS CATALOGO ACQUEDOTTI e RETI GAS TUBI in POLIETILENE o ACQUEDOTTI o IRRIGAZIONE o GAS RACCORDI IN POLIETILENE o Saldabili TESTA/TESTA o ELETTROSALDABILI TUBI in ACCIAIO o GENERALITA o DIAMETRI E SPESSORI

Dettagli

La tecnologia a plasma freddo si sta dimostrando

La tecnologia a plasma freddo si sta dimostrando Tecnologia TECNOLOGIA A PLASMA FREDDO MODIFICA DELLE PROPRIETÀ SUPERFICIALI DEI MATERIALI La tecnologia a plasma freddo si sta dimostrando efficace e sorprendentemente versatile tanto da sostituire, in

Dettagli

Materiali polimerici strutturali e funzionali

Materiali polimerici strutturali e funzionali Materiali polimerici strutturali e funzionali Valter Castelvetro Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale Università di Pisa e SPIN PET PET s.r.l. Materie plastiche come sensori Plastiche fotocromiche

Dettagli

Il confezionamento dei formaggi in pellicole estensibili: aspetti qualitativi e fenomeni di migrazione

Il confezionamento dei formaggi in pellicole estensibili: aspetti qualitativi e fenomeni di migrazione 2 Congresso Lattiero-Caseario 21 Settembre 2010, Torino Il confezionamento dei formaggi in pellicole estensibili: aspetti qualitativi e fenomeni di migrazione S. Limbo 1, S. Panseri 2, G. Battelli 3, L.

Dettagli

LAYMAN S REPORT. www.lifeplus-lightpet.com

LAYMAN S REPORT. www.lifeplus-lightpet.com LIFE11 ENV/IT/000184 Il progetto è realizzato con il contributo dello strumento finanziario LIFE dell Unione Europea PROCESSO INNOVATIVO E SOLUZIONI PER DIMINUIRE IL PESO DEI CONTENITORI IN PET E PROMUOVERE

Dettagli

CAI S.Donà e Treviso Scuole Alpinismo e Scialpinismo

CAI S.Donà e Treviso Scuole Alpinismo e Scialpinismo CAI S.Donà e Treviso Scuole Alpinismo e Scialpinismo Valanga = massa di neve, piccola o grande che sia, in movimento lungo un pendio (definizione AINEVA). A. La zona di distacco è il luogo dove prende

Dettagli

AL RICONOSCIMENTO DELLE STARTUP A VOCAZIONE SOCIALE. La nuova procedura per accedere ai vantaggi fiscali

AL RICONOSCIMENTO DELLE STARTUP A VOCAZIONE SOCIALE. La nuova procedura per accedere ai vantaggi fiscali GUIDA AL RICONOSCIMENTO DELLE STARTUP A VOCAZIONE SOCIALE La nuova procedura per accedere ai vantaggi fiscali Il rischio dell Italia è di città straordinariamente belle ma città del passato. La sfida è

Dettagli

PREPARAZIONI PIGMENTARIE PER LA COLORAZIONE IN MASSA DEI POLIMERI

PREPARAZIONI PIGMENTARIE PER LA COLORAZIONE IN MASSA DEI POLIMERI C.F./P MESGO IRIDE COLORS S.r.l. PREPARAZIONI PIGMENTARIE PER LA COLORAZIONE IN MASSA DEI POLIMERI MESGO IRIDE COLORS S.r.l. è il primo produttore Italiano, che nel mercato della colorazione in massa,

Dettagli

I materiali e i contenitori per il condizionamento asettico

I materiali e i contenitori per il condizionamento asettico I materiali e i contenitori per il condizionamento asettico Patrizia Fava Dipartimento di Scienze Agrarie e degli Alimenti Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Modena 6 marzo 2007 Un po di

Dettagli

Sacs. avanzate per a b b a s s a re significativamente

Sacs. avanzate per a b b a s s a re significativamente Sacs. A Mojo de Calvi (Alpi Orobiche), 50 km a nord di Bergamo, tra picchi rocciosi, boschi rigogliosi e aria pulita, si trova un impianto tecnologicamente all avanguardia nato dalla collaborazione tra

Dettagli

NASTRI SPECIALI NASTRI SPECIALI MAC AUTOADESIVI

NASTRI SPECIALI NASTRI SPECIALI MAC AUTOADESIVI NASTRI SPECIALI Studiati per soddisfare ogni esigenza nel mondo del fai da te e nelle piccole riparazioni domestiche. Sono tutti concepiti attraverso mirate politiche di ricerca e sviluppo per ottenere

Dettagli

Tecnologia di formatura in autoclave

Tecnologia di formatura in autoclave POLITECNICO DI MILANO Dipartimento di Ingegneria Aerospaziale Corso di Tecnologie Aeronautiche Docente: Giuseppe Sala Tecnologia di formatura in autoclave Paolo Bettini tel. 0223998044 E-mail bettini@aero.polimi.it

Dettagli

Si riporta una sintesi dei risultati

Si riporta una sintesi dei risultati Le filiere del recupero degli imballaggi in Lombardia Lucia Rigamonti, Mario Grosso, Michele Giugliano L analisi del ciclo di vita (Life Cycle Assessment LCA) consente una visione globale della filiera

Dettagli

Il ruolo di CONAI nella filiera del riciclo

Il ruolo di CONAI nella filiera del riciclo Il ruolo di CONAI nella filiera del riciclo Pierluigi Gorani Area Tecnica CONAI Piacenza, 15 maggio 2013 INDICE Il Sistema CONAI Composizione Obiettivi Finanziamento del Sistema Accordo Quadro Anci CONAI

Dettagli

additivato con fibre polimeriche strutturali nel mondo della

additivato con fibre polimeriche strutturali nel mondo della Comportamento del calcestruzzo additivato con fibre polimeriche strutturali nel mondo della prefabbricazione SandroMoro,BryanBarragan,BASFConstructionChemicalsItaliaSpa EmilioVendrame,DanieleCapoia,CostruzioniGeneralidiCapoiaDaniele

Dettagli

PALI IN ACCIAIO IMMEDIATAMENTE ATTIVI. COSI REALIZZIAMO FONDAZIONI PROFONDE A BASSA INVASIVITÀ. Spesso ciò che non si vede è quello che conta.

PALI IN ACCIAIO IMMEDIATAMENTE ATTIVI. COSI REALIZZIAMO FONDAZIONI PROFONDE A BASSA INVASIVITÀ. Spesso ciò che non si vede è quello che conta. PALI IN ACCIAIO IMMEDIATAMENTE ATTIVI. COSI REALIZZIAMO FONDAZIONI PROFONDE A BASSA INVASIVITÀ. Spesso ciò che non si vede è quello che conta. CEDIMENTI NELLE FONDAZIONI? Crepe e fessurazioni sui muri

Dettagli

Successo grazie ad una moderna tecnologia di produzione di pannelli in tamburato

Successo grazie ad una moderna tecnologia di produzione di pannelli in tamburato Successo grazie ad una moderna tecnologia di produzione di pannelli in tamburato Un azienda del gruppo HOMAG HOMAG Italia S.p.A. Viale Elvezia, 35 20052 MONZA - MI Tel. +39 039 2362 1 Fa +39 039 325049

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI PER MEDICAZIONE: OVATTA, ALTRE GARZE E MEDICAZIONI IN TNT (CND M01 M02 M04)

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI PER MEDICAZIONE: OVATTA, ALTRE GARZE E MEDICAZIONI IN TNT (CND M01 M02 M04) ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DELLA FORNITURA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI PER MEDICAZIONE: OVATTA, ALTRE GARZE E MEDICAZIONI IN TNT (CND M01 M02 M04) CND lotto voce Descrizione prodotto

Dettagli

RICOSTRUZIONE UNGHIE

RICOSTRUZIONE UNGHIE RICOSTRUZIONE UNGHIE Santolo Testa Le unghie non hanno una resistenza infinita, gli agenti patogeni, lo stress e le carenze alimentari (calcio, ferro, vitamine D-B6-B12) possono disidratarle,indebolirle,

Dettagli

9.4. Applicazione e funzione. Sistema per pavimenti con funzione di isolamento acustico

9.4. Applicazione e funzione. Sistema per pavimenti con funzione di isolamento acustico Schlüter -BEKOTEC-EN 18 FTS Sistema per pavimenti con funzione di isolamento acustico 9.4 Struttura per massetto di basso spessore privo di tensioni, a ridotta deformazione. Particolarmente indicato per

Dettagli

La scelta del metodo corretto per la codifica di codici a barre su ogni tipo di packaging secondario

La scelta del metodo corretto per la codifica di codici a barre su ogni tipo di packaging secondario Whitepaper La scelta del metodo corretto per la codifica di codici a barre su ogni tipo di packaging secondario Guida per la conseguire risultati ottimali nella stampa di codici a barre La tendenza verso

Dettagli

CENTRO DI INFORMAZIONE SUL PVC

CENTRO DI INFORMAZIONE SUL PVC 1 CENTRO DI INFORMAZIONE SUL PVC Oggetto: CONFRONTO FRA SERRAMENTO IN PVC E ALLUMINIO La relazione redatta da FDS di Vrtojba (SLO) ha come oggetto il confronto economico prestazionale del PVC e dell alluminio

Dettagli

Una bella etichetta nasce da un frontale di qualità. Together, we can.

Una bella etichetta nasce da un frontale di qualità. Together, we can. Una bella etichetta nasce da un frontale di qualità Together, we can. Non è solo un etichetta: è il vostro marchio I materiali autoadesivi sono i soli in grado di garantire all etichettatura dei vini l

Dettagli

IMPIEGO DELLA METODICA DELLA REPLICAZIONE NELL AMBITO DELLE PND: CONFRONTO DI METODOLOGIE PER L ESAME MICROSTRUTTURALE E FRATTOGRAFICO

IMPIEGO DELLA METODICA DELLA REPLICAZIONE NELL AMBITO DELLE PND: CONFRONTO DI METODOLOGIE PER L ESAME MICROSTRUTTURALE E FRATTOGRAFICO IMPIEGO DELLA METODICA DELLA REPLICAZIONE NELL AMBITO DELLE PND: CONFRONTO DI METODOLOGIE PER L ESAME MICROSTRUTTURALE E FRATTOGRAFICO F. Ciuffa (1)*, A. Alvino (1), C. Delle Site (2), U. Iglio (3), D.

Dettagli

imballaggi protezione durante

imballaggi protezione durante s c h i u m e ava n z at e p e r il s e t to r e imballaggi protezione durante trasporto e stoccaggio AZOTE Schiume poliolefiniche ad alto rendimento Zotek Schiume polimeriche avanzate Imballaggi Protezione

Dettagli

COLORDOC PLUS ESTERNI/INTERNI SCHEDA TECNICA Rev.5 del: 02-01-2013

COLORDOC PLUS ESTERNI/INTERNI SCHEDA TECNICA Rev.5 del: 02-01-2013 Rev.5 del: 02-01-2013 COLORDOC FINITURA AGGREGANTE COLORABILE A BASE DI RESINA FLUORURATA IN EMULSIONE ACQUOSA BATTERIOSTATICO, ANTIMACCHIA,IDRO-OLEOREPELLENTE ANTIGRAFFITI SEMIPERMANENTE DOCCHEM S.r.l.

Dettagli

L UTILIZZO DEI MATERIALI RECUPERATI NELL INDUSTRIA DELLA PLASTICA IL CASO ERREPLAST

L UTILIZZO DEI MATERIALI RECUPERATI NELL INDUSTRIA DELLA PLASTICA IL CASO ERREPLAST L UTILIZZO DEI MATERIALI RECUPERATI NELL INDUSTRIA DELLA PLASTICA IL CASO ERREPLAST Antonio Diana INTRODUZIONE La rigenerazione delle materie plastiche in Italia è nata negli anni 50 per recuperare scarti

Dettagli

(Nome azienda o ospite)

(Nome azienda o ospite) (Nome azienda o ospite) Minerbio, (oppure sede dell incontro e data) Proprietà Riservata Indice 1. Profilo aziendale 2. Storia: le tappe principali 3. Tecnologia: i raggi gamma 4. Attività 5. I prodotti

Dettagli

» LINEA PITTURE PELABILI ALL ACQUA

» LINEA PITTURE PELABILI ALL ACQUA PITTURA PELABILE» LINEA PITTURE PELABILI ALL ACQUA COS È UNA PITTURA PELABILE Le pitture pelabili sono pitture che si possono facilmente distaccare, per strappo, dai supporti sui quali sono applicate e

Dettagli

Nastri Adesivi. Scatole Cartone Imballaggi. I.R.M. Packaging Srl. I.R.M. Packaging Srl. I.R.M. Packaging Srl. I.R.M. Packaging Srl

Nastri Adesivi. Scatole Cartone Imballaggi. I.R.M. Packaging Srl. I.R.M. Packaging Srl. I.R.M. Packaging Srl. I.R.M. Packaging Srl Nastri Adesivi Scatole Cartone Imballaggi sconti, offerte, stock, promozioni, novità www.irmsrl.net - info@irmsrl.net IRM Packaging Srl opera nel settore degli imballi da diversi anni. Si indirizza inizialmente

Dettagli

La qualità dei tappi di sughero

La qualità dei tappi di sughero La qualità dei tappi di sughero Franco Pampiro, Maria Giua, Giovanni Antonio Farris Alla Ricerca della qualità nella filiera sughero-vino Oristano 12 maggio 2006 - Auditorium di San Domenico Le prestazioni

Dettagli

www.bigpaper.it LICENZIATARIO INTERNAZIONALE SISTEMA CONFORME REG. CE 2023/2006 Gastronomia Big Paper Big One Big Bag

www.bigpaper.it LICENZIATARIO INTERNAZIONALE SISTEMA CONFORME REG. CE 2023/2006 Gastronomia Big Paper Big One Big Bag www.bigpaper.it LICENZIATARIO INTERNAZIONALE SISTEMA CONFORME REG. CE 2023/2006 Gastronomia Big Paper Big One Big Bag Semplicemente inimitabile STRATO INTERNO INCONTAMINATO A COPERTURA TOTALE ALETTE LATERALI

Dettagli

Problematiche tecnologiche nella trasformazione dei materiali da raccolta differenziata

Problematiche tecnologiche nella trasformazione dei materiali da raccolta differenziata Problematiche tecnologiche nella trasformazione dei materiali da raccolta differenziata Flavio Deflorian Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e Tecnologie Industriali, Università di Trento, Via Mesiano

Dettagli

technostuk 2-12 09/13 127

technostuk 2-12 09/13 127 technostuk 2-12 09/13 127 TECHNOSTUK 2-12 Sigillante cementizio per fughe da 2 a 12 mm. La protezione attiva di Microshield System aiuta a prevenire la crescita di batteri, funghi e muffe, che possono

Dettagli

Aerosol, Sigillanti e Lubrificanti per cavi

Aerosol, Sigillanti e Lubrificanti per cavi 10 3M offre una serie di soluzioni che proteggono, isolano, puliscono il cavo e le connessioni elettriche ed elettroniche in maniera veloce ed economica. Con questi prodotti oltre a risolvere una serie

Dettagli

Osteointegrazione. Definizione della American Academy of Implants Dentistry:

Osteointegrazione. Definizione della American Academy of Implants Dentistry: Osteointegrazione 1 Osteointegrazione Definizione della American Academy of Implants Dentistry: "Contatto che interviene senza interposizione di tessuto non osseo tra osso normale rimodellato e un impianto

Dettagli

Primer a basso contenuto di sostanze organiche volatili

Primer a basso contenuto di sostanze organiche volatili 58012 low VOC Primer a basso contenuto di sostanze organiche volatili Applicatore primer: 3M 8605 PART NUMBER E CONFEZIONE 3M 58012 flacone 30ml DESCRIZIONE 3M 58012 low VOC è una miscela di oligomeri

Dettagli

LE LIMITAZIONI SULLA DURATA DELLA GARANZIA REMMERS SENZA ALCUNA MANUTENZIONE

LE LIMITAZIONI SULLA DURATA DELLA GARANZIA REMMERS SENZA ALCUNA MANUTENZIONE LE LIMITAZIONI SULLA DURATA DELLA GARANZIA REMMERS SENZA ALCUNA MANUTENZIONE LE LIMITAZIONI SULLA DURATA DELLA GARANZIA SENZA ALCUNA MANUTENZIONE La garanzia rilasciata da Pavanello Serramenti sulla durata

Dettagli

Caratteristiche della carta. Selezione di moduli prestampati e carta intestata

Caratteristiche della carta. Selezione di moduli prestampati e carta intestata La qualità di stampa e l'affidabilità della stampante e delle opzioni variano a seconda del tipo e del formato del materiale di stampa utilizzato. Questa sezione contiene le istruzioni per ogni tipo di

Dettagli

VALERIA ADRIANI MATECH PARCO SCIENTIFICO GALILEO Padua Italy

VALERIA ADRIANI MATECH PARCO SCIENTIFICO GALILEO Padua Italy VALERIA ADRIANI MATECH PARCO SCIENTIFICO GALILEO Padua Italy Laureata in Ingegneria Chimica, dal 2001 lavora a MaTech, attività del Parco Scientifico Galileo di Padova, con ruolo di responsabile progetto

Dettagli