GUIDA DOMANDA ONLINE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA DOMANDA ONLINE"

Transcript

1 GUIDA DOMANDA ONLINE Cassa depositi e prestiti società per azioni - Via Goito, Roma - Capitale sociale euro ,00 i.v. - Iscritta presso CCIAA di Roma al n. REA C.F. e iscrizione al Registro delle Imprese di Roma Partita IVA Tel. (+39) Fax (+39)

2 COS'È DOMANDA ONLINE... 3 REGISTRAZIONE AL SERVIZIO E ACCESSO ALL APPLICATIVO... 5 REGISTRAZIONE NUOVI UTENTI... 5 COME ACCEDERE... 6 COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI PRESTITO... 7 PRIMO ACCESSO - BONIFICA DEI DATI... 7 INSERIMENTO DI UNA NUOVA DOMANDA... 8 SELEZIONE PRODOTTO... 9 DOCUMENTAZIONE ISTRUTTORIA RICHIESTA REQUISITI MINIMI PER L ACCESSO AL CREDITO COMPILAZIONE GUIDATA Domanda di prestito Condizioni per il ricorso all indebitamento e patto di stabilità interno Capacità di indebitamento Certificazione parametri obiettivi Informazioni sull indebitamento dell Ente Storia delle modifiche Individuazione del soggetto dotato dei poteri di sottoscrizione della domanda SCELTA DEL CANALE DI TRASMISSIONE TRASMISSIONE DELLA DOMANDA VIA WEB IL RESPONSABILE DELLA DOMANDA IL CARICAMENTO DELLA DOCUMENTAZIONE CONFERMA DELLA TRASMISSIONE MONITORAGGIO ONLINE DELLA DOMANDA DI PRESTITO CONTATTI

3 Cos'è Domanda online Domanda online (DOL) è un servizio web, ideato da CDP e riservato agli Enti locali, finalizzato a supportare l Ente nella fasi di compilazione e di invio della documentazione necessaria per perfezionare una richiesta di prestito. L applicativo DOL dà avvio ad un ampio processo di innovazione con cui la CDP vuole favorire e semplificare la comunicazione con la propria clientela. A partire dal mese di settembre, è disponibile sul sito CDP una nuova versione di DOL che, attraverso uno specifico processo di accreditamento, permette di completare l intero iter di richiesta di finanziamento via web (si invita a prendere visione del Regolamento per l utilizzo della piattaforma informatica DOL ) In particolare l applicativo consente di: definire le caratteristiche del prestito (es. Durata, tipo ammortamento, tipologia di destinazione); individuare la documentazione istruttoria richiesta (modulistica predisposta da CDP e documentazione da produrre in autonomia da parte dell Ente e da allegare attraverso l utilizzo della piattaforma); verificare le condizioni necessarie per accedere al credito; compilare in modo guidato tutta la modulistica istruttoria prevista; caricare direttamente sul sito l eventuale ulteriore documentazione istruttoria richiesta; avviare la lavorazione della pratica da parte degli uffici CDP competenti; controllare lo stato d avanzamento delle pratiche e la conformità della documentazione inviata; interagire on line con CDP, nel corso del processo istruttorio, attraverso la trasmissione di eventuali ulteriori documenti richiesti ovvero la segnalazione di particolari problematiche o criticità riscontrate. L'utilizzo da parte degli Enti locali di questa nuova modalità di interazione con CDP consentirà di raggiungere importanti risultati in termini di efficienza ed efficacia, velocizzando i tempi di servizio grazie alla rapidità propria del canale web e alla consistenza e completezza della documentazione fornita. 3

4 Successivamente sarà resa disponibile un ulteriore funzionalità che assisterà l utente durante la fase di formulazione delle proposte contrattuali. In questa prospettiva, l'invito che CDP rivolge agli Enti è quello di utilizzare sempre di più i servizi online in sostituzione dei canali tradizionali quali il fax e la posta ordinaria e di trasmettere tutti i documenti in formato elettronico attraverso il canale web, senza eccezione, con l'intento di migliorare progressivamente il servizio offerto. Il servizio attualmente è disponibile solo per gli Enti locali, per domande di prestito ordinario e prestito flessibile. 4

5 Registrazione al servizio e accesso all applicativo Il servizio è riservato agli Enti locali registrati alle Aree Utenti. Registrazione nuovi utenti 1) accedere all homepage del sito 2) cliccare su Richiesta di registrazione e compilare il modulo CDP02 3) compilare e inviare la richiesta seguendo le istruzioni ivi specificate 4) La richiesta dell Ente, correttamente compilata, potrà essere inviata telematicamente a CDP via Posta Elettronica Certificata (PEC) dell'ente all indirizzo di PEC 5) Qualora tale documento non sia firmato digitalmente esso dovrà essere anticipato in copia, accompagnato dalla fotocopia di un valido documento di riconoscimento del soggetto per il quale viene richiesta l abilitazione, all indirizzo di PEC ovvero a mezzo fax al numero All'invio dei documenti in copia dovrà seguire anche l'invio degli originali all indirizzo seguente: Enti Pubblici Registrazione Area Riservata ELPA Cassa depositi e prestiti società per azioni Via Goito, Roma 5

6 Come accedere 1) accedere all'area riservata agli Enti Locali e PA ; 2) autenticarsi utilizzando le credenziali già in uso per il servizio InCDP (nome utente e password) ovvero quelle rilasciate da CDP agli utenti per i quali è stata richiesta la registrazione per l utilizzo del servizio Domanda Online; 3) richiamare la voce di menu Domanda online presente nell'area Enti Locali. 6

7 Compilazione della domanda di prestito Primo accesso - Bonifica dei dati Al primo accesso al servizio è richiesto di aggiornare i dati relativi all utente registrato e di modificare la propria password. I dati inseriti saranno utilizzati per inviare la documentazione prodotta e per altre finalità di comunicazione da parte di CDP. 7

8 Inserimento di una nuova domanda La procedura di compilazione della domanda di prestito si avvia con una maschera che oltre a fornire alcune informazioni di base e a consentire di accedere alla presente guida, permette di inserire una nuova domanda cliccando sul pulsante Inserisci nuova domanda Nell esame della documentazione istruttoria per la concessione dei prestiti, CDP fa affidamento sulla veridicità, sulla completezza e sulla liceità della documentazione, delle informazioni e delle attestazioni fornite in piena autonomia dall Ente. In ogni caso la concessione di un prestito è sempre subordinata: alla verifica della documentazione fornita dall Ente; all esito favorevole dell iter istruttorio interno di CDP; all approvazione dei competenti Organi deliberanti di CDP. Le condizioni economiche del prestito, tassi di interesse e maggiorazioni, sono determinate, come di consueto e in analogia con i prestiti le cui domande sono compilate o inviate con i metodi tradizionali, con riferimento ad intervalli temporali predeterminati (es. su base settimanale). Qualsiasi richiesta di finanziamento che verrà presentata, utilizzando dati o informazioni presenti sul sito, è di esclusiva responsabilità dell Ente. La documentazione fornita da CDP costituisce un format standardizzato ed uniforme, necessaria per effettuare l istruttoria della pratica. 8

9 Selezione prodotto Per iniziare l iter della domanda è necessario confermare che l Ente debitore coincida con l Ente beneficiario. In caso contrario, non sarà possibile procedere con la compilazione online della domanda. Dopo aver selezionato Si alla voce descritta in precedenza, sarà possibile procedere nella scelta del prodotto, del tipo di investimento oggetto del finanziamento e di altre informazioni necessarie per il completamento della procedura. Si precisa che per la trasmissione delle domande di prestito flessibile sarà possibile sottoporre la domanda esclusivamente tramite i canali tradizionali (PEC, FAX, POSTA). 9

10 Documentazione istruttoria richiesta Compilati tutti i campi richiesti e dopo aver cliccato su Avanti, il sistema rende disponibile un elenco riepilogativo della documentazione istruttoria necessaria per la domanda di prestito eventualmente integrabile con ulteriore documentazione che sarà indicata nel prosieguo dell iter di completamento della domanda. 10

11 Requisiti minimi per l accesso al credito In fase di verifica delle condizioni, l utente, dopo aver visionato il disclaimer proposto, dichiara di possedere i requisiti minimi necessari per accedere al credito. E sufficiente che l utente non sia in possesso di uno solo dei requisiti perché la procedura sia interrotta. 11

12 Compilazione guidata La compilazione guidata consente di inserire i dati necessari per produrre la domanda di prestito e le relative attestazioni. 12

13 I passi necessari per la compilazione di ciascun modulo sono: 1. cliccare sul modulo da compilare 2. valorizzare di tutti i campi richiesti 3. cliccare su Salva per validare e salvare i dati inseriti Nel lato destro dei moduli sono presenti delle icone grafiche atte ad indicare lo stato di completamento del modulo (rosso modulo non completo, verde modulo completo). Utilizzare il pulsante Salva ed esci per salvare i dati ed interrompere temporaneamente la compilazione guidata (la domanda sarà presente nell Elenco domande in stato Bozza ). Si raccomanda la massima cura nella compilazione dei vari moduli e nella verifica dei dati immessi. 13

14 All interno dei moduli da compilare sono previsti dei testi guida per aiutare l utente nella comprensione di ciò che gli viene richiesto, inoltre alcuni campi si valorizzano in modo automatico in base a precedenti selezioni dell utente, rendendo più semplice e veloce la compilazione. 14

15 Domanda di prestito Oltre la compilazione dei dati relativi alla domanda di prestito (tipo di intervento, importo richiesto, descrizione dell investimento, scelta del tipo di tasso di interesse e dell inizio e durata dell ammortamento) per il modulo EP001- Domanda di prestito 1 è necessario inserire i dati relativi al nuovo progetto da finanziare. 1 La domanda di prestito è identificata dal codice EP001 per la domanda di prestito ordinario e dal codice EP014 per la domanda di prestito flessibile. 15

16 È possibile inserire più progetti finanziabili con lo stesso prestito 2. Nel caso in cui il progetto non sia interamente finanziato con il prestito richiesto sarà necessario compilare le informazioni relative ai mezzi finanziari aggiuntivi, in particolare nel campo Contributi da terzi dovrà essere indicato l importo delle eventuali contribuzioni ricevute da terzi (ad esempio: Stato, Regione). 2 Si rammenta che tra i dati relativi al progetto da finanziare (per ogni finanziamento è possibile inserire più progetti) è necessario inserire il Codice Unico Progetto (CUP). Se il CUP, previsto dall art.11 della L. 16/01/2003, n 3, non è stato ancora acquisito, è possibile richiederlo collegandosi al sito Per assistenza rivolgersi all Help Desk CUP, che può essere contattato nei seguenti modi: Numero Verde Per finanziamenti destinati a trasferimenti di capitale o alla copertura di debiti fuori bilancio,per i quali il CUP potrebbe non essere disponibile, il sistema procederà ad una valorizzazione automatica del campo CUP. 16

17 Condizioni per il ricorso all indebitamento e patto di stabilità interno Nel modulo EP009 - Condizioni per il ricorso all indebitamento e patto di stabilità interno il sistema propone la compilazione guidata dei requisiti oggettivi e soggettivi per l accesso al credito, secondo quanto disposto dall art. 203 del TUEL e del patto interno di stabilità. 17

18 Capacità di indebitamento Nel modulo EP002 Capacità di indebitamento, dopo aver compilato tutti i campi, il sistema calcola in automatico se la capacità di indebitamento dell Ente rientra nei limiti stabiliti dall art. 204 del TUEL. Viene inoltre fornito, per la quantificazione degli interessi passivi presente mutuo, il tasso settimanale vigente corrispondente alle condizioni di durata e inizio ammortamento specificate dall Ente nel modulo EP001 Domanda di prestito 18

19 Certificazione parametri obiettivi L ente dovrà compilare il seguente modulo EP033 Certificazione parametri obiettivi 3 sulla base di ciò che è riportato nel rendiconto dell anno precedente a quello di richiesta del prestito, ai sensi dell art. 242 comma 1 TUEL (Parametri di deficitarietà strutturale). Nella fase di trasmissione della domanda sarà comunque richiesto all Ente di inviare la certificazione sui Parametri di deficitarietà strutturale estratta dal rendiconto approvato. Il presente modulo dovrà essere compilato in occasione della prima richiesta online dell anno. Per le successive richieste, pertanto, la compilazione di tale modulo non sarà riproposta. 3 Il modello EP033 è valido per i Comuni. Per le Province è disponibile il modello EP

20 Informazioni sull indebitamento dell Ente Nei seguenti moduli sono richieste informazioni sull indebitamento dell Ente Locale ed in particolare: EP035 Informazioni indebitamento stock di debito al 31 Dicembre dell anno precedente e ripartizione per tipologia tasso (per la quota a carico Ente); EP036 Informativa ricorso a nuovo indebitamento con soggetti diversi da CDP descrizione di eventuali operazioni di indebitamento (mutui, prestiti obbligazionari, etc) con soggetti diversi da CDP I presenti moduli dovranno essere compilati in occasione della prima richiesta online dell anno. Per le successive richieste, pertanto, la compilazione di tali moduli non sarà riproposta. 20

21 Storia delle modifiche Tutti gli Utenti dello stesso Ente possono visualizzare e modificare le Domande salvate e non ancora complete: il sistema prevede la tracciatura degli interventi degli Utenti sulla domanda nella sezione Storia delle modifiche. Completata la compilazione di tutti i moduli richiesti (tutte le icone grafiche sono di colore verde), cliccare su Avanti per accedere ai passi successivi dell applicativo Domanda online. 21

22 Individuazione del soggetto dotato dei poteri di sottoscrizione della domanda Per proseguire nella compilazione della domanda e nella sua trasmissione è necessario individuare il soggetto dotato dei poteri di sottoscrizione della domanda di prestito. I seguenti quesiti sono necessari per individuare la documentazione che potrà eventualmente essere acquisita direttamente dall utente collegato ovvero sottoscritta dai soggetti dotati dei poteri necessari. I QUESITO : Il soggetto che sottoscrive la domanda coincide con il responsabile finanziario o con il soggetto che possiede i poteri corrispondenti? SI Nel caso in cui il soggetto che sottoscrive la domanda coincida con il responsabile finanziario (o con il soggetto dotato dei poteri corrispondenti) le seguenti attestazioni saranno acquisite direttamente da CDP, compilate con i dati già inseriti dall Ente: EP002 Capacità di indebitamento; EP009 - Condizioni per il ricorso all indebitamento e patto di stabilità interno; EP035 Informazioni indebitamento e EP036 Informativa ricorso a nuovo indebitamento con soggetti diversi da CDP NO In caso contrario le suddette attestazioni dovranno essere sottoscritte dal responsabile finanziario (o dal soggetto che ne possiede i poteri), e quindi caricate e trasmesse attraverso l utilizzo della piattaforma, con le modalità specificate nel prosieguo. 22

23 II QUESITO : L utente che sta compilando la domanda è il soggetto che sottoscrive la domanda? SI Se l'utente che sta compilando la domanda e' il soggetto che sottoscrive la domanda stessa, alcuni moduli saranno precompilati con i dati anagrafici dell utente attualmente collegato. NO Eventuale III QUESITO : Il soggetto che sottoscrive la domanda è già registrato? 23

24 SI In tal caso sarà necessario selezionare il nominativo dall elenco degli utenti registrati. NO Se il soggetto che sottoscrive la domanda non è già registrato, sarà necessario fornire i suoi dati anagrafici e il suo indirizzo . All indirizzo specificato inviata copia della documentazione prodotta. sarà 24

25 Scelta del canale di trasmissione Per proseguire con la procedura, sarà necessario prestare il consenso al trattamento dei dati personali per poi decidere con quale canale di trasmissione, tra quelli disponibili (web, PEC, Fax o posta), si desidera inviare la domanda: 25

26 Dopo aver scelto il canale di trasmissione e aver cliccato il pulsante Avanti, lo stato della domanda passerà da Bozza a Completa e indipendentemente dal canale scelto, il sistema invierà sia all utente sia al soggetto che sottoscrive la domanda una mail contenente la documentazione compilata e le indicazioni sulle modalità di trasmissione della stessa in base al canale di trasmissione scelto: WEB - Per la trasmissione dei documenti via web e l'avvio immediato dell'istruttoria della domanda di prestito ordinario, è necessario accedere nuovamente all'elenco delle domande online, e in corrispondenza della domanda di interesse, scegliere l'operazione "TRASMETTI". Il sistema indicherà la sola documentazione di cui e' richiesto il caricamento 4. Al soggetto dotato dei poteri di sottoscrizione della domanda verrà richiesto di accettare i termini e le condizioni di utilizzo del servizio di cui al Regolamento per l'utilizzo della DOL pubblicato sul sito internet di CDP (c.d. "Responsabile della domanda") attraverso la compilazione, la sottoscrizione e la trasmissione del modulo EP040 - Modulo di conferma incluso nella documentazione allegata. PEC L intera documentazione, quella compilata via web e allegata alla mail, nonché gli allegati da produrre per proprio conto dovrà essere inviata all'indirizzo La documentazione dovrà pervenire sottoscritta esclusivamente con firma elettronica digitale, in originale o in copia conforme. In particolare, le delibere di Consiglio di Giunta e le determinazioni dirigenziali dovranno essere esecutive ai sensi di legge e munite dei prescritti visti. FAX - Stampare su carta intestata i documenti prodotti (in mancanza di carta intestata è sufficiente apporre un timbro dell'ente su ogni documento) e inviare tutta la documentazione richiesta, debitamente sottoscritta, via fax ai numeri da in sequenza fino a POSTA - Stampare su carta intestata i documenti prodotti (in mancanza di carta intestata è sufficiente apporre un timbro dell'ente su ogni documento) e inviare tutta la documentazione richiesta, debitamente sottoscritta, a CDP Spa - Enti Pubblici, Via Goito 4, Roma. 4 Al termine della procedura viene inviata l intera documentazione prodotta dalla piattaforma. Sia quella costituita dai dati e dalle informazioni inseriti e acquisiti online da CDP (per i quali non viene richiesto il caricamento) sia l insieme dei moduli per i quali è richiesta la sottoscrizione e la trasmissione tramite il caricamento via web. 26

27 È, inoltre, possibile scaricare dall applicativo l ulteriore documentazione istruttoria di cui CDP fornisce lo schema (es. EP012 - schema di determinazione a contrattare, EP011 Beni culturali e paesaggistici, etc..). Attenzione: E possibile trasmettere la documentazione relativa ad una domanda attraverso uno e un solo canale tra quelli disponibili. Alla fine della procedura cliccare su Elenco domande per tornare al menù dell applicativo Domanda online. 27

28 Nel menù è possibile visionare l elenco delle domande per le quali sono disponibili diverse operazioni a seconda dello stato in cui si trovano: Bozza Modifica permette di proseguire nella compilazione della domanda ed eventualmente modificare dei dati già inseriti. Completa Modifica entro le ore del giorno di completamento permette di modificare i dati già inseriti. Invia Mail la piattaforma DOL invia l contenente la documentazione compilata e le istruzioni per la trasmissione a seconda del canale scelto qualora non fosse arrivata. Trasmetti consente di trasmettere la domanda unicamente nel caso di scelta del canale di trasmissione WEB. 28

29 Trasmissione della Domanda via Web Per proseguire nella trasmissione della domanda, e' necessario che il soggetto dotato dei poteri di sottoscrizione della domanda ("Responsabile della domanda") compili e sottoscriva il modulo EP040 - Modulo di conferma, incluso nella documentazione ricevuta tramite , in cui dichiara di accettare i termini e le condizioni di utilizzo del servizio di cui al Regolamento per l'utilizzo della DOL pubblicato nel sito internet CDP. Per la trasmissione dei documenti è necessario accedere all Elenco domande, e in corrispondenza della domanda di interesse, scegliere l'operazione "TRASMETTI". 29

30 Il Responsabile della domanda Al fine di garantire il corretto completamento della procedura, l invio delle domande via WEB è subordinato alla validazione della domanda da parte del soggetto dotato dei poteri di sottoscrizione della stessa (c.d. Responsabile della Domanda ) con le modalità specificate di seguito. La validazione della domanda da parte del Responsabile è effettuata via web mediante il caricamento della documentazione richiesta in formato elettronico, la sottoscrizione del Modulo di Conferma (modulo facente parte della documentazione istruttoria richiesta e con il quale egli accetta i termini e le condizioni di utilizzo della DOL specificate nel Regolamento) e l autorizzazione alla trasmissione della domanda attraverso l immissione di un Codice Dispositivo nella esclusiva disponibilità del Responsabile. Con il modulo di Conferma in particolare, il Responsabile della domanda dichiara: di aver preso visione del regolamento e di accettarne in toto il contenuto; la veridicità e la correttezza formale dei dati inseriti nei moduli compilati online sulla piattaforma DOL ai fini dell inoltro della domanda di Prestito e acquisiti direttamente da CDP; la conformità all originale dei documenti informatici trasmessi online alla CDP, previo caricamento, tramite la piattaforma DOL, costituiti da copia per immagine dei documenti originali in possesso dell Ente di appartenenza e ivi disponibili. 30

31 Il caricamento della documentazione Sarà, quindi, necessario inserire il numero e la data di protocollo (campi obbligatori) ed allegare la documentazione richiesta (fase di upload) 5. I documenti possono essere allegati agendo sul pulsante di upload file e poi cliccare sul pulsante Browse 6 per poter scegliere il relativo documento da allegare: 5 L upload è il caricamento dei documenti 6 Ovvero Sfoglia per la ricerca dei documenti salvati sulla postazione dell utente. 31

32 I documenti trasmessi possono consistere in: copia per immagine dell originale cartaceo preventivamente scansionato; documenti elettronici firmati digitalmente. Tra i documenti da caricare in particolare, è previsto anche il modulo EP040 - Modulo di conferma ed il relativo allegato (EP041 Elenco documentazione istruttoria Web) che il Responsabile della domanda dovrà compilare, stampare, sottoscrivere e scansionare (ovvero sottoscrivere con firma elettronica digitale se disponibile). Per ogni documento trasmesso è permessa una dimensione massima, indicata di volta in volta, in funzione della tipologia del documento. Si consiglia pertanto di effettuare eventuali scansioni di allegati ad una risoluzione massima di 150 dpi in scala di grigi o 300 dpi in bianco e nero. Inoltre, i documenti trasmessi via web sono considerati validi ai fini del procedimento amministrativo soltanto se corrispondono alle caratteristiche di sicurezza, integrità, leggibilità, accessibilità e immutabilità del contenuto e della sua struttura nel tempo. Tali caratteristiche sono necessarie ai fini della garanzia del valore giuridico-probatorio del documento stesso (artt. 3 e 4 Deliberazione AIPA n. 51/2000) e sono le seguenti: 1. i file non devono contenere macro istruzioni o codici eseguibili tali da attivare funzionalità che possano modificare la struttura e gli atti, i fatti o i dati in esso rappresentati (come ad esempio, l aggiornamento automatico di data e ora o di altre parti del documento); riferimenti (link) a pagine od oggetti esterni al documento; 2. i file devono essere redatti con formati non proprietari, aperti, standard e trasparenti in grado di garantire la conservazione a lungo termine dei documenti informatici. Sono formati non proprietari quelli non legati all esistenza di una specifica azienda che ne detiene i diritti di proprietà intellettuale. Si dicono aperti quei formati il cui codice sorgente e le cui specifiche tecniche sono state rese pubbliche in modo esaustivo e sono liberamente accessibili. Un formato è invece standard quando le sue specifiche sono definite o approvate ufficialmente da un organismo di standardizzazione (standard de jure) oppure è diventato uno standard grazie alla sua ampia diffusione (standard de facto). Infine, il formato è trasparente se ne è possibile la lettura diretta da parte dell uomo, adoperando semplici strumenti software di base. Accanto a questi requisiti di primo livello, i formati dei file destinati alla conservazione devono inoltre garantire: robustezza, stabilità (compatibilità in avanti e indietro), auto-contenimento, autodocumentazione, indipendenza dal dispositivo, assenza di meccanismi tecnici di protezione, assenza di limitazioni sull utilizzo, accessibilità, non modificabilità, sicurezza ed efficienza. 32

33 Di seguito i formati ammessi per la presentazione della domanda: PDF (.pdf) PDF/A (.pdf); TIFF (.tif); JPEG (.jpg); JPEG 2000 (.jp2,.j2f). Non sono pertanto ammessi formati non indicati anche se comunemente utilizzati quali ad esempio file Word (.doc o.docx) e Excel (.xls o.xlsx). Non è inoltre consentito l utilizzo di formati di compressione di file quali.zip,.rar o altro. 33

34 Conferma della trasmissione Una volta completato il caricamento della documentazione, il Responsabile della domanda potrà confermare la trasmissione della domanda di prestito, che avviene tramite i seguenti step: Richiesta del codice dispositivo (o PIN); trasmissione della documentazione. Il primo passo da compiere è quello di richiedere il Codice dispositivo (PIN) cliccando sull apposito pulsante Richiedi Codice dispositivo. Il codice sarà inviato all indirizzo del Responsabile (tale indirizzo deve essere nell'esclusiva disponibilità del Responsabile della domanda). 34

35 Ricevuto il codice dispositivo, il Responsabile potrà confermare la trasmissione della domanda attraverso l inserimento del Codice ricevuto e cliccando sul pulsante Conferma trasmissione. Il sistema confermerà l avvenuta trasmissione della domanda e l avvio della fase istruttoria. Attenzione: non inviare la documentazione già trasmessa via WEB utilizzando gli altri canali (PEC, FAX, POSTA) 35

36 Monitoraggio Online della domanda di prestito Le domande compilate (anche parzialmente) sono disponibili nell Elenco domande in cui è descritto lo stato delle stesse: pre-trasmissione: bozza, completa post-trasmissione: trasmessa, protocollata, in lavorazione, in interlocutoria e affidata A partire dallo stato protocollata, nelle operazioni disponibili sarà possibile visualizzare la voce Protocolli in cui sono elencati tutti i protocolli relativi all interazione CDP/Ente successivi alla trasmissione della domanda. 36

37 Contatti Enti locali di Liguria, Lombardia, Piemonte Tel Fax Maria Rita STEFANO Enti locali di Valle d Aosta, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia Tel Fax Luigi CANGIANO Enti locali di Emilia Romagna, Lazio, Marche, Toscana, Umbria Tel Fax Paola CHECCOLI Enti locali di Abruzzo, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia Tel Fax Massimo CUNTO Enti locali di Calabria, Basilicata, Campania Tel Fax Antonio MANCINI Numero Verde Enti Locali e PA attivo da lunedì a giovedì dalle 9:00 alle 16:00 e il venerdì dalle 9:00 alle 12:00 Numero Verde dedicato a problemi tecnici relativi alla Domanda online attivo da lunedì a venerdì dalle 8:30 alle 18:00 37

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PER LE AMMINISTRAZIONI E GLI ENTI PUBBLICI Versione 1.1 del 06/12/2013 Sommario Premessa... 3 Passo 1 - Registrazione dell Amministrazione/Ente...

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione dei moduli di Gestione dei Progetti Finanziati del Sistema GEFO Rev. 02 Manuale GeFO Pagina 1 Indice 1. Introduzione... 4 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo 1. Credenziali di accesso alla piattaforma Ai fini della trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Pagina 1 di 9 Indice generale 1 Accesso alla raccolta... 3 2 Il pannello di controllo della raccolta e attivazione delle maschere...

Dettagli

Progetto SINTESI. Dominio Provinciale. Guida alla compilazione del form di Accreditamento. -Versione Giugno 2013-

Progetto SINTESI. Dominio Provinciale. Guida alla compilazione del form di Accreditamento. -Versione Giugno 2013- Progetto SINTESI Dominio Provinciale Guida alla compilazione del form di Accreditamento -Versione Giugno 2013- - 1 - Di seguito vengono riportate le indicazioni utili per la compilazione del form di accreditamento

Dettagli

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE ECM Educazione Continua in MANUALE UTENTE Ver. 3.0 Pagina 1 di 40 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Informazioni relative al prodotto e al suo utilizzo... 3 2.1 Accesso al sistema... 3 3. Accreditamento

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI DI SMOBILIZZO DEL CREDITO CERTIFICATO CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE AMMINISTRAZIONI DEBITRICI Versione 1.1 del 06/12/2013

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39 Qualità dei servizi internet da postazione fissa - Delibere n. 131/06/CSP, 244/08/CSP e 400/10/CONS Anno riferimento: 2014 Periodo rilevazione dei dati: 2 SEM. X Per. Denominazione incatore Tempo attivazione

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 21 febbraio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 PROGETTO ISTANZE ON LINE... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Guida all uso www.accessogiustizia.it Altri Servizi SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche,

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013 LINEE GUIDA INVIO PRATICA TELEMATICA SPORTELLO CERC - ANNO 2013 1 INDICE 1. FASE PRELIMINARE pag.3 2. PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE pag.4 3. INVIO DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO pag.4 4. CREA MODELLO

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO di VERONA Linee Guida per l invio telematico delle domande di contributo di cui al Regolamento Incentivi alle PMI per l innovazione tecnologica 2013 1 PREMESSA

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE 1. L istanza di riconoscimento dei CFP, deve essere presentata esclusivamente al CNI mediante una compilazione online di apposito modulo disponibile sulla piattaforma della formazione

Dettagli

Guida al portale produttori

Guida al portale produttori GUIDA AL PORTALE PRODUTTORI 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. GENERALITA... 4 3.1 CREAZIONE E STAMPA DOCUMENTI ALLEGATI... 5 3.2 INOLTRO AL DISTRIBUTORE... 7 4. REGISTRAZIONE AL PORTALE...

Dettagli

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante REGOLAMENTO FUI anni termici 2014-2016 Regolamento disciplinante le procedur re concorsuali per l individuazione dei fornitori i di ultima istanza di gass naturale per il periodo 1 ottobre 2014-30 settembre

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - BRESCIA Sportello Telematico CERC PROCEDURA AGGIORNATA 2012 Brescia, 11 dicembre 2012 1 SERVIZIO WEB PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTI

Dettagli

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris Uno Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Lungavita) Iris PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. **** Comunicazione periodica agli iscritti

Dettagli

Procedura per la Pre-registrazione, registrazione e l iscrizione delle imprese nell Albo Fornitori della Società Aeroporto Toscano G. Galilei S.p.A.

Procedura per la Pre-registrazione, registrazione e l iscrizione delle imprese nell Albo Fornitori della Società Aeroporto Toscano G. Galilei S.p.A. Procedura per la Pre-registrazione, registrazione e l iscrizione delle imprese nell Albo Fornitori della Società Aeroporto Toscano G. Galilei S.p.A. I passi necessari per completare la procedura sono:

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04.

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04. P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione Generale in

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

INTERMITTENTI GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL FORM WEB

INTERMITTENTI GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL FORM WEB INTERMITTENTI GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL FORM WEB 1. Introduzione Attraverso la funzionalità Gestione chiamate intermittenti le aziende e i consulenti interessati potranno inviare il modulo di chiamata

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Guida al sistema Bando GiovaniSì

Guida al sistema Bando GiovaniSì Guida al sistema Bando GiovaniSì 1di23 Sommario La pagina iniziale Richiesta account Accesso al sistema Richiesta nuova password Registrazione soggetto Accesso alla compilazione Compilazione progetto integrato

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Dipartimento Comunicazione Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Sommario 1. Premessa... 3 2. Identificazione al Portale di Roma Capitale tramite documento d identità... 4 2.1 Registrazione

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento al 31 dicembre 2013 Marzo 2014 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento

Dettagli

ISCRIZIONI ON LINE Registrazione delle famiglie. Direzione Generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica

ISCRIZIONI ON LINE Registrazione delle famiglie. Direzione Generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica Registrazione delle famiglie Come avviene la registrazione da parte delle famiglie La registrazione alle Iscrizioni on-line è necessaria per ottenere le credenziali di accesso al servizio. La registrazione

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Bando per la selezione di 1.526 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale nella Regione

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel FATTURAZIONE ELETTRONICA Fa# PA è il servizio online di fa/urazione ele/ronica semplice e sicuro

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE 6 l agenzia in f orma 2006 GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE INDICE INTRODUZIONE 2 1. I VERSAMENTI TELEMATICI 3 I vantaggi dei versamenti on line 3 Come si effettuano 3 Il conto su cui addebitare

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

della domanda di agevolazione

della domanda di agevolazione Guida alla presentazione della domanda di agevolazione 1. MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA La domanda di agevolazione e i relativi allegati, pena l inammissibilità della stessa domanda, devono essere

Dettagli

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa (intervento 2.B - art. 4, comma 2, lettera b) D.M. 28 dicembre 2012 Agosto 2013 AIEL Annalisa Paniz

Dettagli

DATI. Partita Iva: Via: Telefono: Fax: e mail: Web: Telefono: Cellulare: Indicazione

DATI. Partita Iva: Via: Telefono: Fax: e mail: Web: Telefono: Cellulare: Indicazione Processo Qualifica N. /2015 DOMANDA DI PREQUALI DATI IDENTIFICATIVI DELL OPERATORE ECONOMICO (inserire i datii relativi alla SEDE LEGALE) L Denominazione / Ragione Sociale Operatore: Partita Iva: Codice

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT Informationssystem für Öffentliche Verträge Manuale CIG Vers. 2012-09 IT AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL Informationssystem

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE Protocollo PCT di Reggio Emilia 1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE 1.1 Premessa Per effetto dell art.16 bis, 3 comma, del D.L. n.179/2012, conv. con modifiche nella L. 24.12.2012, n. 228 e dell'art. 44

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI

GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI 1. Dotazioni informatiche minime: Pc con accesso ad internet Contratto Telemaco

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI Firenze, mercoledì 10 Maggio 2011 VERSIONE 1.2 DEL 10 Maggio2011 Pagina 2 di 8 In queste pagine

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia. TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.it Firenze,.18. (?D.-l ~ AI SIGG.RI PRESIDENTIDEGLI ORDINI

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015 Foglio informativo INTERNET BANKING INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA: TEORIA ED APPLICAZIONI AOSTA, Loc. Amérique Quart (AO), 18-19 Ottobre 2011 Assessorato OO.PP., Difesa Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica - Servizio Geologico ATTIVITA

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

Guida alla compilazione

Guida alla compilazione Guida alla compilazione 1 Guida alla compilazione... 1 PARTE I REGISTRAZIONE ORGANIZZAZIONE... 5 LA PRIMA REGISTRAZIONE... 5 ACCESSO AREA RISERVATA (LOGIN)...11 ANAGRAFICA ORGANIZZAZIONE...12 ANAGRAFICA

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

ARTICOLO 2 - OBIETTIVI

ARTICOLO 2 - OBIETTIVI Bando di partecipazione al Programma "Attività di formazione e sensibilizzazione del corpo docente delle scuole primarie e secondarie sui temi della lotta alla contraffazione e della valorizzazione e tutela

Dettagli

COME PRESENTARE IN MODO UTILE UN RICORSO O.S.A. OVVERO DI OPPOSIZIONE A SANZIONI AMMINISTRATIVE (esempio multe codice della strada).

COME PRESENTARE IN MODO UTILE UN RICORSO O.S.A. OVVERO DI OPPOSIZIONE A SANZIONI AMMINISTRATIVE (esempio multe codice della strada). Aggiornamento 12.07.2014 COME PRESENTARE IN MODO UTILE UN RICORSO O.S.A. OVVERO DI OPPOSIZIONE A SANZIONI AMMINISTRATIVE (esempio multe codice della strada). Praticamente esistono due modi per proporre

Dettagli

REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI E SOCIETA' SPORTIVE DILETTANTISTICHE (RASSD)

REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI E SOCIETA' SPORTIVE DILETTANTISTICHE (RASSD) REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI E SOCIETA' SPORTIVE DILETTANTISTICHE (RASSD) GUIDA AL PROGRAMMA DI GESTIONE DELLE ISCRIZIONI Ufficio Organismi Sportivi DSA, EPS, AB novembre 2014 1 Informazioni Generali 1.

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA PROVA FINALE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA PROVA FINALE GUIDA ALLA COMPILAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA PROVA FINALE Collegati allo sportello internet studenti (click su login ed inserisci nome utente e password). Clicca su Laurea. Clicca sul

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0004509.09-06-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli