Dipartimento Donna Bambino con l integrazione dei servizi consultoriali territoriali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dipartimento Donna Bambino con l integrazione dei servizi consultoriali territoriali"

Transcript

1 Dipartimento Donna Bambino con l integrazione dei servizi consultoriali territoriali Il passa o p rto per la futura mamma

2 Consigli ed informazioni utili per la gravidanza per rendere più tranquillo e sereno il corso della sua gravidanza La gravidanza non è una malattia e, nella maggioranza dei casi, ha un decorso normale che si conclude con un parto naturale tuttavia, talvolta, presenta complicazioni e perciò sono raccomandati periodici controlli. La donna sana, nel corso dell evoluzione fisiologica della gravidanza, non ha bisogno di modificare sostanzialmente il suo stile di vita; è il buon senso che la deve guidare, come del resto in qualsiasi altra circostanza. Si propongono tuttavia alcuni utili suggerimenti: Non è controindicato il bagno in vasca o sotto la doccia, ad una temperatura gradevole compresa tra i C; evitare solo l uso di acqua troppo calda o troppo fredda. Non esistono dati certi sull assenza di rischio nei riguardi di tinture per capelli e prodotti per permanenti: è probabile che siano innocui, ma è comunque prudente non adoperarli, soprattutto nel primo trimestre di gravidanza. La cura dei denti presso i medici dentisti può essere praticata normalmente e può essere eseguita, se necessario, l anestesia locale. Gli abiti devono essere ampi per evitare costrizioni; si consigliano scarpe comode a pianta larga, con tacco ampio e basso; può essere utile una ventriera elastica. È bene che l attività sessuale prosegua, salvo che si presenti una tendenza all aborto o al parto prematuro; spesso, andando avanti nella gravidanza, si verifica una naturale riduzione di essa per l infondato timore di provocare danno al bambino e per spontanea idealizzazione della donna. Il fumo di sigaretta fa aumentare il rischio di aborto di circa il 50% rispetto alle non fumatrici; ed i neonati hanno mediamente minor peso alla nascita; inoltre il fumo può essere causa del distacco precoce della placenta. Il consumo elevato di alcool può avere effetti dannosi sul corso della gravidanza; infatti l alcool passa la barriera placentare e la sua concentrazione nel feto è simile a quella della madre; non è chiaro se vi sia rischio associato ad un suo consumo moderato. L eccessivo uso di caffè in gravidanza può determinare un aumento di rischio d aborto o di dare alla luce bambini di basso peso alla nascita Non sussistono particolari contrindicazioni ai viaggi, purché si evitino situazioni disagevoli. L aereo è il mezzo più idoneo per le lunghe distanze. Tutte le infezioni contratte in gravidanza possono risultare dannose sia per la madre che per il prodotto del concepimento; perciò misure igieniche abituali vanno seguite scrupolosamente. Oggi è diventata routine la ricerca degli anticorpi anti Rosolia, Toxoplasmosi e Malattia da Citomegalovirus, anticorpi IgG (espressione di malattia contratta in passato e dunque di protezione attuale) ed anticorpi IgM (espressione di malattia in atto o recente e dunque di pericolo). La Rosolia se contratta entro le prime 24 settimane di gravidanza può causare gravi danni all embrione o al feto. L esame da eseguire è il RUBEO TEST : risultati possibili: RUBEO TEST IgG positivo - IgM negativo: infezione già contratta e superata => assenza di rischio attuale RUBEO TEST IgG negativo e IgM negativo: malattia mai contrattata=> precauzioni da seguire: evitare fonti di contagio (bambini affetti da rosolia), ripetizione periodica del Rubeo test; somministrazione di anticorpi specifici IgG in caso di contagio avvenuto o sospetto RUBEO TEST IgG negativo - IgM positivo: possibile infezione in atto => ulteriori accertamenti su indicazione medica specialistica La Toxoplasmosi è una malattia trasmessa dalle feci del gatto e di alcuni uccelli, dalla carne cruda, la verdura e la frutta non accuratamente lavate, le uova crude e i salumi. È generalmente priva di sintomi e può determinare danni all embrione ed al feto se contratta per la prima volta in gravidanza e non curata. L esame da eseguire è il Toxo test i cui risultati possibili sono: TOXOTEST IgG positivo - IgM negativo: infezione già contratta e superata= assenza di rischio attuale TOXOTEST IgG negativo e IgM negativo: infezione mai avvenuta=>precauzioni da seguire evitare contatti con animali e in particolare gatti e uccelli evitare le pulizie domestiche e giardinaggio senza guanti evitare di mangiare uova crude e carne cruda

3 lavare accuratamente le verdure e la frutta curare accuratamente l igiene delle mani ripetere periodicamente il TOXOTEST durante la gravidanza TOXOTEST IgG negativo - IgM positivo: possibile infezione in atto=>ulteriori accertamenti da discutere con il proprio medico per eventuale appropriata terapia. La MALATTIA DA CITOMEGALOVIRUS è anch essa solitamente priva di sintomi. Se contratta per la prima volta in gravidanza, in una piccolissima percentuale di casi, può essere fonte di danni per l embrione ed il feto. L esame da eseguire è il CITOMEGALOVIRUS (C.M.V.) TEST: risultati possibili: C.M.V. Test IgG positivo - IgM negativo: malattia già contratta e superata=> rischio minimo di reinfezione. C.M.V. Test IgG negativo e IgM negativo: malattia mai contratta=> ripetizione del C.M.V. Test alla 35 settimana. C.M.V. Test IgG negativo IgM positivo: possibilità di infezione in atto=> ulteriori accertamenti su indicazione medica specialistica. Per la ricerca di anomalie genetiche (o cromosomiche) come per esempio il mongolismo (sindrome di Down) è possibile eseguire esami particolari: la Villocentesi e l Amniocentesi. La VILLOCENTESI consiste nel prelievo dei villi coriali sotto guida ecografica. L esame si effettua tra l settimana di gravidanza; per la sua complessità e per il lieve aumento di rischio abortivo deve essere eseguito in un Centro abilitato di Riferimento della Regione. La AMNIOCENTESI consiste nel prelievo di liquido amniotico sotto guida ecografica e può essere effettuato nei due Presidi Ospedalieri di Imperia e Sanremo. Le cellule in esso contenute vengono analizzate in un Centro di Riferimento della Regione Liguria. L esame si effettua alla settimana di gravidanza, non è obbligatorio, presenta il rischio di abortività dello 0,5-1%. Inoltre, per il suo costo e complessità, il Sistema Sanitario Nazionale riserva questo esame gratuito alle donne gravide: d età superiore ai 35 anni che abbiano famigliari affetti da malattie a trasmissione ereditaria che abbiano partorito figli con anomalie cromosomiche o genetiche su indicazione del Duo o Tri test o ecografica. Le donne gravide (la maggioranza) che non sono candidate all amniocentesi, per basso rischio genetico, possono eseguire il DUO test oppure il TRI test. Il DUO TEST (screening combinato) consiste nella elaborazione al computer di due dati: la misura ecografica della traslucenza nucale dell embrione e il dosaggio di P.P.A. e Free Beta HCG, sostanze presenti nel sangue materno. Il test si effettua tra l 11 e la 14 settimana di gravidanza; esso non ha lo stesso valore dell amniocentesi in quanto non esprime una diagnosi, ma indica soltanto il rischio statistico, con il 75-80% di affidabilità, per quel feto di essere affetto da malattia cromosomica. In caso di rischio aumentato, ciò non equivale ad una sicura malattia del feto: infatti la maggior parte delle donne con rischio aumentato ha un feto normale; è però necessario escludere ogni dubbio mediante l esecuzione dell amniocentesi. Il TRISTEST consiste nell elaborazione al computer dei valori di tre sostanze (estriolo, HCG, alfafetoproteina) presenti nel sangue materno. Il test si effettua intorno alla settimana di gravidanza ed offre risultati analoghi al Duo test. Sono inoltre raccomandati altri due esami: il Test glicemico e il Tampone vaginale. Il TEST GLICEMICO ha lo scopo di svelare una tendenza al diabete; si effettua alla 24 settimana di gravidanza, ma in taluni casi di donne a rischio aumentato, si anticipa all inizio del 2 trimestre. Il TAMPONE VAGINALE si effettua tra la 34 e la 37 settimana di gravidanza. Si tratta di un test utile per la ricerca dello streptococco beta-emolitico, microrganismo responsabile, in bassissima percentuale, di gravi danni al neonato durante il parto; l adeguato trattamento antibiotico va effettuato soltanto in travaglio di parto.

4 Cartella ostetrica Cartella n Data: Sede: Cognome e Nome nata a il Residente a Via N Telefono Professione Ultima mestruazione Epoca presunta del parto Ultima mestruazione con USG Gruppo sanguigno Epoca presunta del parto con USG Fattore Rh Test di Coombs indiretto Hbs Ag: Anti HCV Anti HIV VDRL-TPHA Rubeo - Test Toxo - Test Citomegalovirus Test Elettroforesi Hb Periodo del parto dal al Partner Cognome e Nome Nato a il Residente a Via N Telefono Professione Gruppo sanguigno Fattore Rh Glucosio 50 gr OGTT Tampone vaginale Duo Test Tri Test Amniocentesi Pap test Malattie ereditarie Ascendenti diabetici Ipertensione Altre Menarca mestruazioni successive Sigarette/die n. uso alcolici e/o farmaci Malattie pregresse e/o in atto N parti: N aborti: N parti prematuri:

5 Decorso Prenatale AUMENTO PONDERALE MATERNO LUNGHEZZA SINFISI FONDO UTERINO Data Settimana di gravidanza B.C.F Osservazioni

6

7 L ecografia in gravidanza Alcune informazioni utili Che cosa è l ecografia? L ecografia è una tecnica che consente di vedere gli organi del nostro corpo con l utilizzo di onde sonore ad alta frequenza (oltre la capacità percettiva dell orecchio umano e perciò non udibiliultrasuoni) che attraversano i tessuti. Il principio dell ecografia è lo stesso usato dai sonar delle navi per localizzare i sottomarini o i banchi di pesci. Dalla sonda posta sull addome materno partono impulsi di onde sonore che attraversano il corpo. Tali onde sono riflesse sia dalla parete addominale che dalla parete dell utero creando echi. Le onde sonore che arrivano al feto mandano a loro volta altri echi (o onde di ritorno) che sono trasformati in immagini su un monitor. Con l ecografia è, dunque, possibile osservare il feto nell utero. Che cosa si vede con l ecografia? Come si utilizzano i dati? Nei primi due tre mesi di gravidanza, l ecografia fa vedere il piccolo embrione nel suo sacco gestazionale. Misurandone la lunghezza è possibile valutarne il suo sviluppo rispetto all epoca di gravidanza, calcolata in riferimento alla data dell ultima mestruazione. Se questa non è ricordata esattamente o se le mestruazioni non sono regolari, un ecografia eseguita nei primi tre mesi di gestazione consente di datare con precisione l epoca della gravidanza e di poter risalire correttamente all epoca presunta del parto. Dalla fine del secondo mese si visualizza l attività pulsatile del cuore, i movimenti embrionali ed il numero degli embrioni. Più tardi, dal quarto mese in poi, si effettuano misurazioni della testa, dell addome e del femore fetale; confrontando i valori di tali misure con quelli delle curve di riferimento è possibile valutare se le dimensioni del feto corrispondono a quelle attese per l epoca. In questo stesso periodo si visualizzano la sede di inserzione placentare, la quantità di liquido amniotico e alcuni organi interni. Il sesso del feto è evidenziabile dal quarto mese, ma la possibilità di definirlo dipende dalla posizione del feto stesso; è possibile che, anche a termine di gravidanza, non si riesca a determinare il sesso se la posizione del feto non è favorevole. È possibile valutare gli organi interni del feto? Oltre alle strutture che vengono visualizzate e misurate normalmente (testa, addome, femore) si visualizzano e si studiano la vescica, i reni, lo stomaco, la colonna vertebrale, le strutture intracraniche e gli arti. L ecografia consente di visualizzare anche altre parti del corpo fetale (ad esempio il cuore); esami dettagliati di certi organi vengono eseguiti solo quando vi sia l indicazione specifica e con strumentazione adeguata. La possibilità di rilevare un anomalia dipende dalla sua dimensione, dalla posizione del feto nell utero, dalla quantità di liquido amniotico dallo spessore della parete addominale materna e dall epoca di gravidanza. Pertanto, per i limiti della metodica, si sottolinea che un esame ecografico anche accurato può non evidenziare alcune anomalie morfologiche, specialmente a carico del cuore e delle estremità. Alcune anomalie inoltre possono avere carattere evolutivo e dunque possono essere evidenziate solo in epoca avanzata. Cosa si intende per ecografia morfologica? Col termine di ecografia morfologica ci si riferisce ad una valutazione ecografica del feto eseguita tra la 21 e la 23 settimana di gestazione, finalizzata a svelarne alcune anomalie, anche se non tutte le malformazioni possono essere identificate; non si può dunque considerare quest esame come assolutamente sicuro. L identificazione di alcune alterazioni può portare a terapie tempestive ed anche risolutive. L ecografia è innocua per il feto? Gli ultrasuoni sono utilizzati nella pratica ostetrica da oltre venticinque anni e mai sono stati riportati effetti dannosi, anche a lungo termine, sul feto. Per tale ragione, con le procedure oggi adottate, l uso diagnostico dell ecografia è ritenuto esente da rischi. Quanti esami ecografici è bene fare nel corso della gravidanza? Nella gravidanza normale sono ritenuti sufficienti tre esami: nel primo trimestre, nel secondo (a settimane) e nel terzo trimestre (a settimane); su indicazione del medico curante, l ecografia può essere effettuata anche in altre date. In alcuni casi è necessario ripetere l esame più volte, su consiglio e a giudizio del medico specialista.

8 Ecografia standard per il primo trimestre di gravidanza U.M. Epoca mestruale Fattori di rischio Fattori limitanti l esame Obesità Oligodramnios Camera Gestazionale: localizzazione intrauterina SI NO N Diametro medio mm Embrione Rilevato Non rilevato N Attività cardiaca presente SI NO CRL mm Diametro biparietale mm Datazione ecografica corrispondente all epoca di amenorrea: SI NO Patologie uterine associate: SI NO Patologie annessiali materne associate: SI NO Osservazioni Si consiglia di eseguire un ulteriore esame ecografico tra Si consiglia di eseguire ulteriori esami ecografici tra le 20 e 22 settimane e tra le 30 e 34 settimane Apparecchio utilizzato Sonda transaddominale Sonda transvaginale Data / / Firma e timbro CRL CM SETTIMANE

9 Ecografia standard per il secondo trimestre di gravidanza U.M. Epoca mestruale Fattori di rischio Fattori limitanti l esame Obesità Oligodramnios N. Feti Situazione: Longitudinale Trasversale Presentazione: Cefalica Podalica ESTREMITÀ CEFALICA E RACHIDE DBP mm CC mm DTC mm Trigono mm Orbite visualizzate: SI NO Colonna vertebrale visualizzata: SI NO CUORE Attività cardiaca presente: SI NO 4 camere visualizzate: SI NO ADDOME CA mm Reni visualizzati: SI NO Vescica visualizzata: SI NO stomaco visualizzato: SI NO Parete addominale visualizzata: SI NO ARTI LF mm Estremità visualizzate: SI NO Ossa lunghe visualizzate: SI NO LIQUIDO AMNIOTICO normale assente diminuito aumentato polidramnios PLACENTA anteriore posteriore fundica laterale dx laterale sx praevia centrale marginale laterale ACCRESCIMENTO Biometria corrispondente all epoca di amenorrea: SI NO Osservazioni Si consiglia di eseguire un ulteriore esame ecografico tra Si consiglia di eseguire un ulteriore esame ecografico tra 30 e 34 settimane Apparecchio utilizzato Sonda transaddominale Sonda transvaginale Data / / Firma e timbro

10

11 Ecografia standard per il terzo trimestre di gravidanza U.M. Epoca mestruale Fattori di rischio Fattori limitanti l esame Obesità Oligodramnios N. Feti Situazione: Longitudinale Trasversale Presentazione: Cefalica Podalica DBP mm CC mm CA mm FL mm Attività cardiaca presente: SI NO Ventricoli cerebrali regolari: SI NO Stomaco visualizzato: SI NO Reni regolari: SI NO Vescica visualizzata: SI NO LIQUIDO AMNIOTICO normale assente diminuito aumentato polidramnios PLACENTA anteriore posteriore fundica laterale dx laterale sx praevia centrale marginale laterale ACCRESCIMENTO Biometria corrispondente all epoca di amenorrea: SI NO Osservazioni Si consiglia di eseguire un ulteriore esame ecografico tra Apparecchio utilizzato Sonda transaddominale Sonda transvaginale Data / / Firma e timbro

12 Monitoraggio della gravidanza a termine Data Ora E.G. V.B.T. I.P. M.A.F. A.F.I. P.A. Medico sett+gg Ms % si/no cm mm/hg Visita ostetrica ed eventuali indicazioni Data Data

13 Data Data Data

14 Monitoraggio della gravidanza a termine Il monitoraggio della gravidanza a termine a basso rischio si riferisce ai controlli che deve effettuare una donna gravida giunta a termine di una gravidanza evoluta senza complicazioni. Per le gravidanze che decorrono con complicazioni, e perciò definite ad alto rischio, il medico curante specialista indicherà quali e quanti controlli dovranno essere fatti, e quando farli. Il termine della gravidanza deve essere stabilito in riferimento alla ecografia del primo trimestre; il monitoraggio deve iniziare a 40 settimane compiute e consiste nella esecuzione di un tracciato cardiotocografico computerizzato associato ad una ecografia che valuti la quantità di liquido amniotico (A.F.I.) ancora presente nel sacco gestazionale. Questi test consentono di avere preziose informazioni relative allo stato ossigenativo del bambino; sono i test più diffusi per conoscere lo stato di benessere fetale. Malgrado tali informazioni consentano una notevole sicurezza circa il benessere ossigenativo del feto, sono considerate attendibili al 98%. In riferimento al tracciato cardiotocografico, questo esame, della durata variabile da 10 a 60 minuti, fornisce informazioni sulla situazione attuale delle condizioni fetali e non consente di escludere il verificarsi successivo di patologie placentari o funicolari, per altro rare, che potrebbero instaurarsi dopo la fine dell esame stesso. [GYNECOAOGOI n modificato] I controlli verranno suggeriti dallo specialista che avrà sottoscritto l esame e, se non insorge un travaglio di parto spontaneo, questo verrà indotto a 41 settimane + 4 giorni. Corsi di preparazione alla nascita Il Dipartimento Donna Bambino organizza per le donne in gravidanza corsi di preparazione alla nascita, attraverso un servizio cogestito dai reparti di ostetricia, pediatria ed i consultori, su tutto il territorio della provincia di Imperia. Si tratta di un percorso di accompagnamento, confronto con scambi informativi, lezioni pratiche e teoriche sull esperienza dell attesa, del parto e sul sostegno per le prime cure del bambino. I corsi si articolano in circa una decina di incontri che intendono proporsi come spazio per la mamme (e in alcune occasioni anche i papà) per imparare ad ascoltare le sensazioni, i ritmi personali, i movimenti di un corpo nuovo. Per fare questo vengo utilizzate varie tecniche: dal rilassamento, allo stretching, dalla ginnastica dolce al massaggio, allo yoga al movimento terapia... Si tratta di una occasione per informarsi e trovare sostegno e confronto nella scelta dei comportamenti più idonei e naturali rispetto al travaglio, al parto ed ai primi mesi di vita del bambino....e dopo la nascita? Il servizio organizza per le mamme con i neonati spazi per condividere dubbi, fatiche, emozioni del dopo nascita e per confrontarsi sul tema dell allattamento. Per entrambi i corsi è possibile contattare i reparti di ostetricia e i consultori per conoscere le modalità di partecipazione.

15 Note e osservazioni

16 Il passaporto per la futura mamma Sedi e orari dei servizi ospedalieri e territoriali OSPEDALI Ospedale di Imperia Reparto di Ginecologia e Ostetricia Tel 0183/ Ospedale di Sanremo Reparto di Ginecologia e Ostetricia Tel 0184/ SERVIZI TERRITORIALI Ambito Imperiese Sede di Imperia Via Dietro Monastero Tel e Fax: 0183/ Sede di Pontedassio Via Garibaldi 154 Tel: 0183/ Sede di Pieve di Teco Via Vittorio Emanuele Tel: 0183/ Sede di Diano Marina Via XX settembre Tel: 0183/ Ambito Sanremese Sede di Sanremo Via Fiume 22 Tel: 0184/ Sede di Ospedaletti Via Matteotti, 116 Tel: 0184/ Ambito Ventimigliese Sede di Ventimiglia (ex Ospedale) Via Basso, 2 Tel: 0184/ Sede di Dolceacqua Tel:

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

L' ecografia delle 11 13 +6 settimane di gravidanza

L' ecografia delle 11 13 +6 settimane di gravidanza L' ecografia delle 11 13 +6 settimane di gravidanza Kypros H. Nicolaides Laura Bedocchi L ecografia delle 11 13 +6 settimane di gravidanza Fetal Medicine Foundation, Londra 2004 Dedicato a Erodoto e Despina

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

AD OGNI DONNA IL SUO PARTO

AD OGNI DONNA IL SUO PARTO AD OGNI DONNA IL SUO PARTO Nascere a Verona e Provincia dati 2014 Via del Bersagliere 16, 37123 Verona - tel. 349 6418745 - info@melogranovr.org www.melogranovr.org Via Tito Speri 7, 37121 Verona - tel.

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE In un qualsiasi anno prima dell'uso esteso dei vaccini in Italia si registravano circa 3.000 casi di poliomielite, circa 12.000 di difterite, circa 700 casi

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Le NIPT utilizzano DNA libero. Campione di sangue materno DNA

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

Cos'é un test genetico predittivo?

Cos'é un test genetico predittivo? 16 Orientamenti bioetici per i test genetici http://www.governo.it/bioetica/testi/191199.html IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI Autorizzazione al trattamento dei dati genetici - 22 febbraio

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità Uno più uno fa tre di Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità La formula della fertilità Esiste una stretta relazione tra fertilità e stili di vita: individui perfettamente sani dal

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

esami sono stati eseguiti ed interpretati con una tecnica di studio ecografico non perfettamente idonea. Scopo di questa presentazione è quello di

esami sono stati eseguiti ed interpretati con una tecnica di studio ecografico non perfettamente idonea. Scopo di questa presentazione è quello di L ecografia delle anche: una review Giuseppe Atti Centro Marino Ortolani per la diagnosi e la terapia precoce della Lussazione Congenita delle Anche Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara email:

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

INDICATORI DI SALUTE Diretti (negativi) Sanitari

INDICATORI DI SALUTE Diretti (negativi) Sanitari INDICATORI DI SALUTE Diretti (negativi) Sanitari MORTALITA Mortalità generale o grezza = numero di morti per tutte le cause registrati nella popolazione Mortalità specifica = numero di morti per tipologia

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) 1. Tutti i convocati (uomini e donne) dovranno presentarsi con: - originale o copia

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

La famiglia è la cellula primaria della società, che si rinnova perennemente con la procreazione.

La famiglia è la cellula primaria della società, che si rinnova perennemente con la procreazione. IL DONO DELLA VITA ProCreazione on s a p ev o le La famiglia è la cellula primaria della società, che si rinnova perennemente con la procreazione. A cura dell A.I.L.U. Associazione Italiana Leucodistrofie

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Dott.ssa Lorenza Donati Convegno Agli albori della salute: prevenzione

Dettagli

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia PICC e Midline Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa sono i cateteri PICC e Midline Pag. 3 Per quale terapia sono indicati Pag. 4 Quando posizionare un catetere PICC o Midline

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

MAMME LIBERE DAL FUMO

MAMME LIBERE DAL FUMO MAMME LIBERE DAL FUMO Il razionale Il fumo di tabacco è un problema di sanità pubblica rilevante per la donna, per la mamma, per il bambino; esistono evidenze scientifiche di azioni preventive efficaci;

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

INDAGINE CONOSCITIVA SUL PERCORSO NASCITA, 2002 ASPETTI METODOLOGICI E RISULTATI NAZIONALI

INDAGINE CONOSCITIVA SUL PERCORSO NASCITA, 2002 ASPETTI METODOLOGICI E RISULTATI NAZIONALI INDAGINE CONOSCITIVA SUL PERCORSO NASCITA, 2002 ASPETTI METODOLOGICI E RISULTATI NAZIONALI Michele Grandolfo, Serena Donati e Angela Giusti Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Jane Gick www.e-imd.org Indice Introduzione...3 Il metabolismo...4 Ecco come l organismo utilizza le proteine...4 Quali sono

Dettagli

Liceo T. Mamiani. Viale delle Milizie, 30 Roma. Febbraio 2014

Liceo T. Mamiani. Viale delle Milizie, 30 Roma. Febbraio 2014 .. Arch. Cristina Maiolati Via U. Saba,72 Roma Via Ulisse 28 S. F. Circeo (LT) c. maiolati@tiscali.it DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI redatto ai sensi dell art. 26 C. 3 del D.Lgvo. 81/08 Febbraio 2014

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

ŀregione Lazio Progetto Dioniso

ŀregione Lazio Progetto Dioniso Progetto Dioniso Screening audiologico per la sordità neonatale Ogni anno nascono 3 bambini su mille con problemi gravi di sordità. Con un esame semplicissimo, di pochi secondi, non invasivo, non doloroso

Dettagli

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST?

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? Informazioni sui percorsi di approfondimento diagnostico e di cura PROGRAMMA REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Coordinamento editoriale e di redazione:

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Gentili Pazienti, desideriamo fornirvi alcune informazioni utili per affrontare in modo

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Percorsi diagnostico-assistenziali in Ostetricia-Ginecologia e Neonatologia

Percorsi diagnostico-assistenziali in Ostetricia-Ginecologia e Neonatologia Gruppo multidisciplinare Malattie infettive in ostetricia-ginecologia e neonatologia AMCLI (Associazione Microbiologi Clinici Italiani), SIGO (Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia), SIMaST (Società

Dettagli

MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA. pertinenza dermatologica. e nei confronti di loro conviventi o contatti

MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA. pertinenza dermatologica. e nei confronti di loro conviventi o contatti MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA Fonte: Ministero della Salute Circolare n 4 del 13 marzo 1998 del MINISTERO DELLA SALUTE Provvedimenti da adottare nei confronti di

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Catene Leggere Libere nel Siero

Catene Leggere Libere nel Siero Conoscere e capire il dosaggio delle Catene Leggere Libere nel Siero International Myeloma Foundation 12650 Riverside Drive, Suite 206 North Hollywood, CA 91607 USA Telephone: 800-452-CURE (2873) (USA

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. Troina (EN)

I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. Troina (EN) I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. Troina (EN) VALUTAZIONE DELLA TERAPIA FARMACOLOGICA PER LA CURA DEI COMPORTAMENTI PROBLEMATICI IN SOGGETTI CON SINDROME DI PRADER WILLI State per compilare un questionario sull'utilizzo

Dettagli

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice MATERNITA E CONGEDI PARENTALI Indice Interdizione.pag. 2 Interruzione della gravidanza.pag. 3 Astensione obbligatoria..pag. 4 Astensione obbligatoria della madre....pag. 4 Astensione obbligatoria del padre....pag.

Dettagli

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV Arcispedale S. Maria Nuova Dipartimento Ostetrico Ginecologico e Pediatrico Prof. Giovanni Battista La Sala - Direttore PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

Test per portatori sani

Test per portatori sani 16 Test per portatori sani Tutti i nomi originali in questo opuscolo sono stati cambiati per proteggere l'identità degli intervistati. Queste informazioni sono state elaborate dal Genetic Interest Group.

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA INCAPACITA VENTILATORIA (flussi e/o volumi alterati alle PFR) INSUFFICIENZA RESPIRATORIA (compromissione dello scambio gassoso e/o della ventilazione alveolare) Lung failure (ipoossiemia) Pump failure

Dettagli

1 di 2 04/10/2012 10:12

1 di 2 04/10/2012 10:12 http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.vp.a.a.a.a 1 di 2 04/10/2012 10:12 Numero 4 - Novembre 2010 Il potere degli eletti : come lo interpretano alcuni e cosa ne penso io. Uno dei temi che sicuramente

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

Ipertiroidismo. Serie n. 15a

Ipertiroidismo. Serie n. 15a Ipertiroidismo Serie n. 15a Guida per il paziente Livello: medio Ipertiroidismo - Series n. 15a (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera, dal Prof. Gary Butler

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A.

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. Marra PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE ( POMI) DM 24 APRILE 2000 TRE

Dettagli

Kangaroo Mother Care Una guida pratica

Kangaroo Mother Care Una guida pratica ARTICOLO DI AGGIORNAMENTO Acta Neonantologica & Pediatrica, 1, 2006, 5-39 Kangaroo Mother Care Una guida pratica Edizione Italiana del testo WHO a cura del Gruppo di Studio della S.I.N. sulla Care in Neonatologia

Dettagli

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d

Dettagli

SVILUPPO EMBRIONALE (PARTE PRIMA)

SVILUPPO EMBRIONALE (PARTE PRIMA) SVILUPPO EMBRIONALE (PARTE PRIMA) Lo sviluppo embrionale è il processo che, per successive mitosi porta dallo zigote all'individuo completo. Lo sviluppo embrionale comprende in realtà vari aspetti, che

Dettagli

50 domande e risposte sul tema ipertensione arteriosa

50 domande e risposte sul tema ipertensione arteriosa 50 domande e risposte sul tema ipertensione arteriosa Gruppi di N Domanda Risposta argomenti Sintomi 1. Ho 52 anni e sono iperteso. Ultimamente vedo meno bene e l ottico mi ha prescritto degli occhiali.

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli