PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA"

Transcript

1 Istituto Comprensivo 1 F. GRAVA CONEGLIANO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012/ 2013 A pagina 2 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA MEDIA A pagina 9 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA PRIMARIA 1

2 Istituto Comprensivo 1 F. GRAVA CONEGLIANO Scuola Secondaria di 1 grado PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012/ 2013 Opuscolo informativo per i genitori 2

3 PRESENTAZIONE Il Piano dell Offerta Formativa (POF) è lo strumento adottato nell ambito della nostra autonomia per rendere esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa. I tre ordini di scuola che confluiscono nel nostro Istituto accompagnano la formazione della persona nella fascia d età compresa tra i 3 e i 14 anni: la Scuola dell infanzia guida il bambino nel passaggio dall ambiente familiare ad un nuovo contesto adeguato a sperimentare le prime relazioni sociali la Scuola primaria, valorizzando le conoscenze e le esperienze acquisite, sostiene l alunno ad utilizzare diverse modalità espressive e a passare dal sapere comune al sapere scientifico la Scuola secondaria di 1 grado lo prepara ad un contesto più ampio, dove agire le proprie conoscenze e competenze in una dimensione collaborativa. La nostra scuola è orientata alla promozione delle potenzialità di ciascun alunno tenendo presenti le dimensioni affettiva, cognitiva e meta-cognitiva, mantenendo solida la tradizione dei valori e della cultura della scuola, con attenzione alle attese del territorio. Nel presente documento, sintesi del Piano dell Offerta Formativa della Scuola secondaria di 1 grado, i genitori possono trovare informazioni relative all organizzazione e ai servizi che l Istituto offre agli alunni e alle loro famiglie. ORGANIZZAZIONE L Istituto Comprensivo 1 F. Grava di Conegliano, è costituito dalle seguenti scuole: SCUOLE DELL NFANZIA: Matteotti e Campolongo SCUOLE PRIMARIE: Pascoli, Marconi, Campolongo, Scuola in Ospedale SCUOLA SECONDARIA di 1 grado Centro Territoriale Permanente Istituto Comprensivo 1 F. Grava Via F. Filzi, Conegliano tel.: 0438 / fax: 0438/ Dirigente Scolastico dott. Aldo Tonet Orari apertura al pubblico della segreteria: dal lunedì al venerdì: dalle 7.30 alle 8.30 e dalle alle martedì e giovedì anche dalle alle sabato dalle 9.00 alle Collaboratrice del Dirigente: Del Pio Luogo Mara (Scuola secondaria 1 grado) Mail: Sito: 3

4 ORARI DI FUNZIONAMENTO All atto dell iscrizione, compatibilmente con la disponibilità complessiva dei posti e dei servizi, le famiglie possono esprimere la propria preferenza tra i seguenti modelli di orario: a) classi a tempo-scuola ordinario, corrispondente a 30 ore settimanali b) corso a tempo prolungato, corrispondente a 36 ore settimanali c) corso ad indirizzo musicale, con 32 ore settimanali Spazi e aule speciali della Scuola: laboratorio di Scienze, di Informatica, Biblioteca, aula Multicultura, aula Spazio Ascolto, aula Sostegno, Mensa, Palestra, aula Arte, Aula Magna. MODELLI TEMPO SCUOLA Materie Tempo normale Tempo prolungato Indirizzo musicale ITALIANO STORIA - GEOGRAFIA 10 14* 10 MATEMATICA e SCIENZE 6 8* 6 TECNOLOGIA INGLESE SECONDA LINGUA COMUNITARIA ARTE SCIENZE MOTORIE MUSICA RELIGIONE CATTOLICA TEORIA e LETTURA della MUSICA 1 STRUMENTO 1 Mensa (è tempo scuola) 2 TOTALE *sono previste due ore di compresenza italiano/matematica ORARIO DELLE LEZIONI Dal lunedì al sabato: orario antimeridiano dalle ore 7.55 alle ore (gli alunni entrano nei locali della scuola alle ore 7.50). Rientri pomeridiani: martedì -giovedì dalle ore alle ore Corso a indirizzo musicale: rientro della classe (martedì/giovedì), rientri individuali dal lunedì al venerdì. Mensa: dalle ore alle ore per le classi a Tempo Prolungato. 4

5 FORMAZIONE DELLE CLASSI Le classi ad Indirizzo Musicale e quelle a Tempo Prolungato vengono formate su richiesta dei genitori. Le altre classi sono formate secondo i seguenti criteri: scelta della seconda lingua costituzione di classi omogenee fra loro ed eterogenee al loro interno equilibrio tra la componente maschile e quella femminile quando possibile, mantenimento di piccoli gruppi provenienti dalla stessa classe delle elementari richiesta dei genitori di far frequentare al proprio figlio la stessa sezione del fratello\sorella. Gli alunni ripetenti possono essere iscritti anche in una sezione diversa da quella che hanno frequentato. Nel caso di esubero degli iscritti ad una classe, si opererà: 1) valutando con i genitori una diversa scelta 2) sorteggiando 3) per il corso di musica si valuteranno i test attitudinali LIBRI DI TESTO La lista dei libri, da acquistare presso qualsiasi libreria, sarà disponibile a giugno in segreteria. Si consiglia la prenotazione in tempo utile dei testi indicati affinché gli alunni ne siano forniti fin dai primi giorni di scuola. Esistono specifiche normative che prevedono la corresponsione di un contributo regionale, a sostegno delle spese sopportate per l istruzione, alle famiglie in particolari condizioni economiche. Per ulteriori informazioni rivolgersi alla Segreteria della Scuola che fornirà gli appositi moduli per la richiesta. RACCORDI TRA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA Incontri tra docenti appartenenti ai diversi gradi scolastici: Scuola Primaria (cl. 5^) e Scuola Secondaria (cl. 1^) per la presentazione degli alunni e per la formazione delle classi. Programmazione di attività di accoglienza per gli alunni di 5^ presso i locali della Scuola secondaria. Individuazione di obiettivi e di metodologie comuni nell ambito della Commissione Continuità. Incontro, nel mese di gennaio, degli insegnanti di Scuola Secondaria e del Dirigente Scolastico con i genitori degli alunni frequentanti l ultimo anno di Scuola Primaria. Attività di accoglienza per gli alunni nella prima settimana di scuola, finalizzate alla conoscenza dei compagni e degli spazi scolastici. 5

6 AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA La scuola è aperta agli interventi di esperti, anche esterni, che possono contribuire all integrazione dei percorsi formativi programmati dai docenti e promuove diverse iniziative: Educazione alla legalità Consiglio Comunale Legalità nell uso dei mezzi di comunicazione digitali La città invisibile Educazione stradale/patentino Prevenzione del disagio Spazio-ascolto Educazione all affettività Laboratori alunni stranieri e progetti sulla multiculturalità (Letture dal mondo, ) Accoglienza Progetto gruppo Primo soccorso Progetto Guinea Bissau Attività Sportive Giochi sportivi Attività con la collaborazione delle società sportive Rapporti con il territorio Partecipazione a mostre, spettacoli teatrali e musicali Partecipazione a concorsi Manifestazioni Pane e tulipani Approfondimenti e attività interdisciplinari, per sostenere la motivazione: Ambito linguistico: Libernauta Attività di recupero orario pomeridiano Ambito matematico: logico- Scacchi KANGOUROU della matematica Attività di recupero in orario pomeridiano Lingua inglese: English Camp KET Potenziamento lingua inglese Ambito scientifico: Attività proposte dalla SAVNO Animazioni Coop Progetti ULSS Attività con l AVIS Corso di primo soccorso Ambito espressivo: Musica: musica d insieme e progetto orchestra Corso di percussioni Teatro Continuità Incontri tra docenti anni ponte Presentazione scuole ai genitori Scuola aperta Attività in comune (musica-..) Curricoli verticali Attività per l orientamento 6

7 VERIFICA e VALUTAZIONE Attraverso la valutazione del servizio scolastico si rilevano i bisogni reali degli alunni, delle famiglie, degli insegnanti e del territorio per migliorare la qualità dell offerta formativa. La verifica rappresenta il momento di raccolta delle informazioni in ingresso, in corso d anno, a fine anno per accertare i risultati conclusivi alla luce delle previsioni su cui si era fondata la programmazione. Gli scopi della valutazione sono: prestare attenzione ai processi cognitivi di ogni singolo alunno e predisporre opportuni percorsi rivolti al singolo, al piccolo o grande gruppo; riorientare i processi di insegnamento a partire dall analisi del lavoro docente. A questo scopo gli insegnanti propongono le prove MT per le classi prime e i test d ingresso concordati con la Rete di Autovalutazione. Per la valutazione degli apprendimenti a livello nazionale sono somministrate annualmente alle classi di prima media le prove INVALSI. Per la valutazione del servizio erogato allo scopo di attivare processi migliorativi, annualmente vengono somministrati dei questionari al personale docente, ATA, ai genitori e alunni delle classi terze. RAPPORTI CON LE FAMIGLIE Sono previsti: incontri con i genitori degli alunni delle classi quinte nel mese di gennaio per illustrare il Piano dell Offerta Formativa incontro di accoglienza dei genitori delle classi prime all inizio dell anno scolastico assemblea di inizio anno per l elezione dei rappresentanti dei genitori (4 per ogni classe) colloqui individuali (ogni insegnante mette a disposizione un ora settimanale in orario antimeridiano, anche su appuntamento) consegna schede a fine I e II quadrimestre consegna del consiglio orientativo nel mese di dicembre ai genitori degli alunni delle classi terze due colloqui pomeridiani generali all anno tenuti in giornate diverse per gruppi di insegnanti nei mesi di dicembre e aprile partecipazione ai Consigli di classe, aperti ai genitori conferenze e incontri tra genitori ed esperti su problematiche relative all educazione dei preadolescenti 7

8 ALCUNE REGOLE È vietato usare il telefono cellulare e qualsiasi altro materiale improprio nella sede scolastica. Gli alunni dovranno rispettare scrupolosamente gli orari scolastici per permettere un regolare svolgimento delle lezioni. I ritardi e le uscite anticipate devono sempre essere giustificate per iscritto sul libretto scolastico. In caso di assenza, è necessaria la giustificazione scritta sul libretto scolastico. Se l assenza supera i cinque giorni consecutivi, compresi i festivi (cioè dopo il 6 giorno), è obbligatorio presentare il certificato medico insieme alla giustificazione. Nel caso di assenze di più giorni per motivi di famiglia la scuola dovrà essere preavvertita e in tal caso non sarà necessario il certificato medico. Occorre motivare con giustificazione scritta la richiesta di non partecipare attivamente alle lezioni di Scienze motorie e sportive. Gli alunni potranno lasciare la scuola solo se provvisti di richiesta scritta e se saranno prelevati da un genitore o da altra persona autorizzata a cui verrà richiesto un documento di identificazione. Nel caso di un malore improvviso o in caso di incidente, si ricorrerà al Pronto Soccorso, avvisando la famiglia. Qualora ci siano variazioni nel numero di telefono o nell indirizzo, è necessario informare tempestivamente la scuola. 8

9 ISTITUTO COMPRENSIVO Conegliano1 -GRAVA- PIANO OFFERTA FORMATIVA Per Scuola Primaria A.S. 2012/2013 Opuscolo informativo per i genitori 9

10 Il Piano dell Offerta Formativa (POF) è lo strumento adottato nell'ambito della nostra autonomia per rendere esplicita la "progettazione curricolare, extracurricolare, educativa". I tre ordini di scuola che confluiscono nel nostro Istituto accompagnano la formazione della persona nella fascia d età compresa tra i 3 e i 14 anni: la scuola dell infanzia guida il bambino nel passaggio dall ambiente familiare ad un nuovo contesto adeguato a sperimentare le prime relazioni sociali la scuola primaria, valorizzando le conoscenze e le esperienze acquisite, sostiene l alunno ad utilizzare diverse modalità espressive e a passare dal sapere comune al sapere scientifico la scuola media lo prepara ad un contesto più ampio dove agire le proprie conoscenze e competenze in una dimensione collaborativa. FINALITA La nostra scuola è orientata alla promozione delle potenzialità di ciascun alunno tenendo presenti le dimensioni affettiva, cognitiva e meta-cognitiva, mantenendo solida la tradizione dei valori e della cultura della scuola, con attenzione alle attese del territorio. ORGANIZZAZIONE Istituto Comprensivo 1 F. Grava Via F. Filzi, Conegliano tel.: 0438 / fax: 0438/ Dirigente Scolastico dott. Aldo Tonet Orari apertura al pubblico della segreteria: dal lunedì al venerdì: dalle 7.30 alle 8.30 e dalle alle martedì e giovedì anche dalle alle sabato dalle 9.00 alle Collaboratrice del Dirigente: Camozzi Laura (Scuola primaria) Mail: Sito: 10

11 L ISTITUTO COMPRENSIVO 1 F. GRAVA DI CONEGLIANO, È COSTITUITO DALLE SEGUENTI SCUOLE: SCUOLE DELL NFANZIA: MATTEOTTI E CAMPOLONGO SCUOLE PRIMARIE: PASCOLI, MARCONI, CAMPOLONGO, SCUOLA IN OSPEDALE SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE LE NOSTRE SCUOLE PRIMARIE: MARCONI - PASCOLI - CAMPOLONGO dalla 1^ alla 5^ Tempo Pieno da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle dalla 1^ alla 5^ Tempo Normale da lunedì a sabato dalle 8 alle Per le classi 4^- 5^ un rientro pomeridiano dalle alle16.00 Mensa / Per tutti i plessi: Numero massimo 25 alunni per classe, che si riduce in presenza di bambini con disabilità. Servizio accoglienza alunni: con Collaboratori Scolastici dalle ore 7.30 alle ore 8.00 e 15 minuti al termine delle lezioni. Il Comune attiva su richiesta di almeno 15 genitori il Centro Ed. Pomeridiano a prolungamento dell'orario scolastico. MODELLI TEMPO SCUOLA ORARIO SETTIMANALE TEMPO NORMALE n 27 ore obbligatorie senza rientro pomeridiano ORARIO SETTIMANALE TEMPO PIENO n 40 ore obbligatorie (dalle 8.00 alle 16.00) DOCENTI di CLASSE Ins.te Area linguistico-espressiva-storico-geografica (Lingua Italiana- Storia- Geografia-Arte) Ins.te Area Scientifica (10 ore per matematica e scienze) Ins.IRC ( 2 ore facoltative ) Ins.te Inglese 11

12 Quota oraria classi con 27 ore di tempo scuola Tempo Normale DICIPLINE I Ciclo II Ciclo ITALIANO 7 7 INGLESE 1 in 1^ 2 in 2^ 3 STORIA 2 2 GEOGRAFIA 2 2 MATEMATICA 7 in classe 1^ 6 6 in classe 2^ SCIENZE 2 2 MUSICA 1 1 ARTE E IMMAGINE 2 1 SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE 1 1 RELIGIONE CATTOLICA 2 2 Curricolo essenziale = T.N. Orario obbligatorio h. h.2727 h h classi con 40 ore di tempo scuola DICIPLINE I Ciclo II Ciclo ITALIANO 7 7 INGLESE 1 in 1^ 3 2 in 2^ STORIA 2 2 GEOGRAFIA 2 2 MATEMATICA 7 in classe 1^ 6 6 in classe 2^ SCIENZE 2 2 MUSICA 1 1 ARTE E IMMAGINE 2 1 SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE 1 1 RELIGIONE CATTOLICA 2 2 h h 12

13 METODOLOGIA DIDATTICA Gli insegnanti elaborano ed utilizzano metodi e strumenti per rendere efficace l insegnamento / apprendimento, valorizzando gli stili individuali degli alunni per lo sviluppo delle competenze ritenute essenziali nel percorso formativo di ciascuno. I metodi e gli strumenti utilizzati si esplicitano in: lezione dell insegnante lavoro individuale e di gruppo, lavoro cooperativo, lavoro a coppie attività di laboratorio, ricerca e azione apprendimento in contesti reali e a misura di bambino rinforzo dell incoraggiamento, motivazione, interesse AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA Nel nostro Istituto l' ampliamento dell'offerta formativa avviene attraverso progetti educativi e didattici diffusi in tutti i plessi e possono differenziarsi per modelli e forme organizzative sulla base delle specifiche singole realtà. 1. PROGETTI PER LA PREVENZIONE DEL DISAGIO Per favorire l'integrazione dei bambini diversamente abili, curare l'accoglienza dei bambini stranieri, tenere conto dei bisogni di tutti i bambini: 13

14 Progetto Psicopedagogico: il distacco di un insegnante con funzione di psicopedagogista permette di riservare particolare attenzione ai bambini e alle bambine con difficoltà di apprendimento, supportando gli insegnanti nella lettura e valutazione delle situazioni per predisporre percorsi educativi idonei. L insegnante dedica uno spazio alle famiglie interessate a colloqui per meglio affrontare e conoscere le problematiche educative Tutti i bambini vanno bene a scuola progetto per la prevenzione delle difficoltà di letto scrittura. Educazione all Affettività e Alla Sessualità per le classi quinte, promuove relazioni positive tra gli alunni in classe e maggiore consapevolezza dei cambiamenti fisici ed emotivi. Multiculturalità: in tutti le scuole si attivano percorsi per gli alunni stranieri che necessitano di migliorare la conoscenza della lingua, percorsi per tutti gli alunni per conoscere culture diverse. Continuità: presta attenzione a garantire il passaggio di informazioni e la valorizzazione delle esperienze significative tra i diversi ordini di scuola. Prevede iniziative di scuola aperta, scambi di materiali, incontri fra docenti, iniziative per gli alunni per un "passaggio" sereno tra i diversi ordini di scuola. Scuola in Ospedale : un insegnante è utilizzata presso il reparto di pediatria dell Ospedale Civile di Conegliano per promuovere azioni di accoglienza, prevenzione del disagio da ricovero e progettualità con altre scuole del territorio 2. EDUCAZIONE ALLA LEGALITA' Per rendere consapevoli gli alunni dell importanza del rispetto delle regole per una partecipazione attiva e positiva alla vita sociale Consiglio Comunale dei Ragazzi Legalità nell uso dei mezzi di comunicazione digitali Educazione stradale e ambientale 14

15 3.PROGETTI PER SOSTENERE MOTIVAZIONE ED INTERESSE Lettura: coinvolge classi e sezioni di tutti i plessi dell Istituto, allo scopo di trovare strategie adeguate per stimolare negli alunni il piacere alla lettura, attraverso attività di drammatizzazione, interpretazione testuale, costruzione del libro. Il progetto è effettuato in rete con altri Istituti di Conegliano. Musica: sostiene ed integra i percorsi di educazione musicale anche con intervento di specialisti. Scacchi: il gioco sollecita la capacità di concentrazione e di attenzione, sviluppa il pensiero logico l immaginazione e la capacità di formulare ipotesi. E rivolto alle classi 3^-4^-5^. Gioco/Sport: si propone di far maturare la corretta percezione del sé, di consolidare gli schemi motori e posturali, di avviare ad una prima pratica sportiva, di far acquisire un comportamento rispettoso nello sport. Piedibus/Mobilità sostenibile: è un progetto di educazione all'ambiente, sviluppo del benessere, della sicurezza; si propone di introdurre i bambini all'educazione stradale e all'utilizzazione degli spazi urbani in sicurezza, promuove il movimento nel bambino, sviluppa le abilità sociali necessarie allo stare insieme serenamente ed in autonomia: sono attivi piedibus in tutte le scuole primarie, vengono attuati percorsi di educazione stradale nel quartiere e lezioni pratiche anche con l'uso della bicicletta nel campo scuola di educazione stradale permanente con la collaborazione della Polizia Municipale. VERIFICA E VALUTAZIONE Per prestare attenzione ai processi cognitivi di ogni singolo alunno e predisporre opportuni percorsi rivolti al singolo, al piccolo o grande gruppo, riorientare i processi di insegnamento a partire dall analisi del lavoro docente, nell Istituto gli insegnanti:

16 di scuola primaria propongono agli alunni prove strutturate (MT per gli alunni di classe 2^-3^-4^-5^, Q1 per gli alunni di classe 3^- 4^-5^) e non, per verificare la progressione dei traguardi e misurare i livelli di profitto, le abilità e i processi di apprendimento. Per la valutazione degli apprendimenti a livello nazionale sono somministrate annualmente alle classi seconda, quinta, prima media le prove INVALSI. Per la valutazione del servizio erogato allo scopo di attivare processi migliorativi, annualmente vengono somministrati dei questionari al personale docente, ATA,ai genitori degli alunni delle sezioni dei medi della scuola dell infanzia, a genitori e alunni delle classi terze della scuola primaria, a genitori e alunni delle classi terze della scuola secondaria di 1 grado. LE COLLABORAZIONI Intervengono nelle classi o hanno offerto disponibilità, specialisti che affiancano l'insegnante nel coordinamento di progetti specifici come: consulenti dell Equipe medico-psico-pedagogica dell A.S.L. n.7 e della Nostra Famiglia Allenatori delle Associazioni sportive Esperti per progetto lettura/musica Esperti per l alimentazione della Regione Veneto e dell A.S.L n.7 Esperti dell ASL n.7 per progetti sulla salute e il benessere Esperti della SAVNO per progetti legati all ambiente Animatori teatrali Associazioni culturali e di volontariato

17 ALCUNE REGOLE INGRESSO E USCITA DA SCUOLA La scuola richiede la massima collaborazione alle famiglie nel rispetto di alcune semplici ma essenziali regole organizzative: puntualità nell accompagnare e riprendere i figli aiuta i bambini ad iniziare serenamente l attività scolastica, è messaggio di rispetto nei confronti degli altri, di riconoscimento del compito stesso del bambino comunicazione scritta all insegnante se i figli devono uscire in orario diverso da quello previsto, con delega scritta se il minore viene affidato a persona, comunque maggiorenne, diversa dal genitore giustificazioni scritte per ogni assenza con la presentazione del certificato medico nel caso di assenza per malattia superiore ai 6 giorni anche se comprendenti festività VISITE E VIAGGI DI ISTRUZIONE Nel corso dell anno scolastico si possono effettuare visite di istruzione. Le uscite possono essere effettuate con autobus o altri mezzi di trasporto e devono essere preventivamente programmate. Le visite di istruzione si inseriscono nella programmazione didattica approvata dal team docente della classe. Per ogni visita viene richiesta l'autorizzazione scritta dei genitori degli alunni interessati mentre per le uscite a piedi viene chiesta una autorizzazione unica ad inizio anno scolastico.

18 COMPITI PER CASA Gli insegnanti del team si impegnano a programmare insieme l assegnazione dei compiti per casa in modo che siano distribuiti equamente tra i giorni della settimana. Nei giorni di rientro si eviterà di assegnare compiti per il giorno dopo e il sabato per il lunedì. E importante che i compiti vengano eseguiti con impegno e ordine perché favoriscono: l autodisciplina l instaurarsi di corrette abitudini di organizzazione personale il consolidamento delle attività per il tempo pieno solitamente non si assegnano compiti scritti per casa: resta indispensabile comunque per tutti gli alunni avere a casa un tempo per lo studio individuale che non può essere sostituito dal lavoro in classe. ZAINI E CARTELLE Gli insegnanti evitano il più possibile che un numero eccessivo di quaderni e libri appesantiscano gli zaini dei bambini, quelli non necessari ai compiti per casa saranno trattenuti a scuola. E importante che, a loro volta, i genitori controllino periodicamente il contenuto di zaini e cartelle in base ai quadri orari e alle indicazioni fornite dagli insegnanti. MEDICINALI Gli insegnanti non sono tenuti a somministrare medicinali prescritti ai bambini fatta eccezione per i farmaci salva vita. E responsabilità del genitore comunicare tempestivamente alla scuola il manifestarsi di malattie infettive o pediculosi nei propri figli per consentire agli insegnanti di avvisare la competente autorità sanitaria. ASSICURAZIONE La copertura assicurativa per infortuni o per responsabilità civile è garantita dal versamento effettuato all inizio dell anno scolastico da ciascun alunno.

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti»

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti» Studenti-LRF-2013 Utenti che hanno svolto il test: 262 Famiglie-LRF-2012/2013 Utenti che hanno svolto il test: 173 1) Un Liceo classico Risp. 1) È ancora una scelta valida (Utenti: 140 Perc.: 53.44%) Risp.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012.

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012. Circolare interna n. 25 Ai docenti Al DSGA Alla segreteria alunni Alla segreteria docenti E, p.c. ai collaboratori scolastici Ve Mestre, 15 settembre 2011 Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015.

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015. CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014 Ai Docenti Agli Studenti Al Personale A.T.A. Alle Famiglie Al D.S.G.A. Oggetto: Piano delle attività a.s. 2014-2015 Si trasmette, in allegato, il piano delle attività

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14 STTUTO COMPRENSVO UGO FOSCOLO SCUOLA SECONDARA D 1 GRADO PANO ANNUALE DELLE ATTVTA' A.S. 2013/14 PROT. N. 5991 /A-19 Vescovato, 19/09/2013 Data Giorno Sedi scolastiche Classi Orario Durata ATTVTA' COLLEGO

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ISTITUTO COMPRENSIVO C. LEVI MANIACE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 AUTOANALISI D ISTITUTO Anno scolastico 2012/2013 RELAZIONE In data

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA RISULTANZE MONITORAGGIO GENITORI A.S. 2012-13

SCUOLA DELL INFANZIA RISULTANZE MONITORAGGIO GENITORI A.S. 2012-13 SCUOLA DELL INFANZIA RISULTANZE MONITORAGGIO GENITORI A.S. 2012-13 STRUTTURE PULIZIA AMBIENTI 12 10 8 6 4 2 servizio di pulizia efficiente 10 0,0 AMBIENTI ADEGUATI ALLA FUNZIONE 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 AMBIENTI

Dettagli

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ Amministrazione Comunale Amministrazione Scolastica Zanica I.C. Zanica Commissione Inter-istituzionale La Commissione Inter-istituzionale è una commissione mista tecnico-politica

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

1 Circolo Didattico di Abbiategrasso

1 Circolo Didattico di Abbiategrasso 1 Circolo Didattico di Abbiategrasso Anno Scolastico 2011/2012 1 Indice Mappa pag. 3 La struttura del Circolo pag. 4 Premessa pag. 5 Obiettivi formativi Scuola dell Infanzia pag. 7 Obiettivi Formativi

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa Allegato 1. Carta dei servizi scolastici Patto educativo di corresponsabilita Premessa Il patto educativo di corresponsabilità ribadisce i contenuti presenti nella Carta dei Servizi dei P.O.F. precedenti.

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Comprensivo GIORGIO GABER Scuola Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria I grado Via Trieste, 85 55041 Lido di Camaiore (LU) Tel. 0584 67563 Fax 0584 67047 e-mail: luic83200q@istruzione.it

Dettagli

Rapporto di autovalutazione

Rapporto di autovalutazione Rapporto di autovalutazione Sommario 1. Codice meccanografico istituto principale...3 2. Griglie di autovalutazione...3 1.1 Esiti...3 1.2 Contesto e risorse...4 1.3 Processi...5 3. Individuazione obiettivi

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri La documentazione Dall ICF alla DF al PDF al PEI La Diagnosi Funzionale (DF) 1. Utilizzo degli items di ICF nella definizione

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA P9.07.1 attività didattica scuoleinfanzia.doc P9.07.1 Comune di Rimini p.za Cavour, 27 47921 Rimini http://qualità.comune.rimini.it Direzione e di Protezione Sociale via Ducale, 7 47900 Rimini tel. 0541/

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008 A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana LA LETTURA COME BISOGNO CULTURALE PER CRESCERE Il desiderio

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE PREMESSA 1 SERVIZIO ORIENTAMENTO E RIORIENTAMENTO 2 C.I.C. (Centro di Informazione e Consulenza) 4 SERVIZIO PSICOLOGICO 7 LA BIBLIOTECA 8 ATTIVITA CULTURALI 8 ATTIVITÀ EXTRACURRICOLARI

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni A.S. 2011/2012 Giulia Tavellin Via Palesella 3/a 37053 Cerea (Verona) giulia.tavellin@tiscali.it cell. 349/2845085

Dettagli

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO EDUCAZIONE STRADALE GEMELLAGGIO EDUCAZIONE ALLA LEGALITA NUOTO XX CONCORSO LETTERARIO «POESIA A MEOLO» EDUCAZIONE ALLA SALUTE PARLAWIKI LINGUA LATINA CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Dettagli

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI ALCUNI DATI L Istituto Trento 5 comprende 3 scuole primarie e 2 scuole secondarie di I grado. Il numero totale di alunni

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime -

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Progetto Continuità" Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria 2010-11 11 Anno Scolastico 2010 Funzioni Strumentali A. Rubino Scuola Infanzia P. Stramonio Scuola

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante approvazione del testo

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI GELLO PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE. Anno scolastico 2012-2013

SCUOLA DELL INFANZIA DI GELLO PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE. Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA DELL INFANZIA DI GELLO PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE Anno scolastico 2012-2013 INSEGNANTI Clagluna Alessandra Corvitto Giovanna De Gaetanis Antonella Ficicchia Valeria Giuliani Cristina

Dettagli

ANALISI QUALITATIVA RISULTATI PROVE SNV INVALSI 2011/2012

ANALISI QUALITATIVA RISULTATI PROVE SNV INVALSI 2011/2012 ANALISI QUALITATIVA RISULTATI PROVE SNV INVALSI 2011/2012 Nella restituzione dei dati delle prove INVALSI 2011 12 ci sono state alcune significative novità, tra cui la possibilità per ogni team docenti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it Indirizzi di studio 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia 2. Elettronica ed Elettrotecnica 3. Informatica e Telecomunicazioni

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO N. O. Barnaba- S. G. BOSCO di OSTUNI Sede centrale: N. O. Barnaba via C. Alberto,2 tel/fax 0831301527 Plesso S. G. Bosco Via G. Filangieri, 24 TEL./FAX 0831 332088 C.F. 90044950740

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Cà Dotta Le Vie del Fumo

Cà Dotta Le Vie del Fumo Cà Dotta Le Vie del Fumo Laboratorio di didattica multimediale per la Promozione della Salute Esperienze Sensazioni Conoscenze - Emozioni L ULSS n 4 Alto Vicentino, in collaborazione con la Regione Veneto

Dettagli

ELENCO COMUNICAZIONI A.S. 2013/14

ELENCO COMUNICAZIONI A.S. 2013/14 ELENCO COMUNICAZIONI A.S. 2013/14 Comun.n. O g g e t t o 1. Convenzione per l'acquisto abbonamento annuale ATAF con sconto 2. Desiderata a.s. 2013/14 3. Orario funzionamento classi dal 11.09.13 al 14.09.13

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Breve descrizione dell alunno

Breve descrizione dell alunno Breve descrizione dell alunno M.F. è un bambino di 11 anni che frequenta la classe prima della scuola secondaria di I grado G. Mompiani. È affetto da Encefalopatia mitocondriale, una grave patologia progressiva

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Sede Centrale: Scuola Media Statale "San Francesco d'assisi" Via Jonghi, 3-28877 ORNAVASSO (VB) - cod. fiscale 84009240031

Dettagli

Ministero dellʼistruzione, dellʼuniversità e della Ricerca Direzione Generale per gli Affari Internazionali. Il sistema educativo italiano

Ministero dellʼistruzione, dellʼuniversità e della Ricerca Direzione Generale per gli Affari Internazionali. Il sistema educativo italiano Ministero dellʼistruzione, dellʼuniversità e della Ricerca Direzione Generale per gli Affari Internazionali Il sistema educativo italiano 29 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca (MIUR)

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

Presentazione di un caso

Presentazione di un caso Presentazione di un caso Corso Tutor per l autismo (Vr) Roberta Luteriani Direzione Didattica (BS) Caso: Giorgio 8 anni! Giorgio è un bambino autistico verbalizzato inserito in seconda elementare. Più

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Domande & Risposte sulle entrate posticipate e le uscite anticipate e le giustificazioni

Domande & Risposte sulle entrate posticipate e le uscite anticipate e le giustificazioni LICEO GINNASIO STATALE G. d Annunzio Distretto Scolastico n 12 Via Venezia,41 65121 PESCARA - Codice Scuola PEPC010009 Fax : 085-298198 Tel. 085-4210351 - Segreteria C.F. 80005590684 E-MAIL : pepc010009@istruzione.it

Dettagli