Ean/ucc. il governo della rintracciabilità e gli obblighi di legge (CEE 178/2002)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ean/ucc. il governo della rintracciabilità e gli obblighi di legge (CEE 178/2002)"

Transcript

1 Rintracciabilità SSCC/gtin Regolamento CEE 178/2002 Gestione lotti Ean/ucc il governo della rintracciabilità e gli obblighi di legge (CEE 178/2002) Documento redatto con Openoffice Writer 1.1 tracciab_01_esterno, Pagina 1 di 10

2 INDICE PERCHE LA TRACCIABILITA... 2 NORMATIVA... 2 DEFINIZIONI / GLOSSARIO... 2 Definizioni ISO... 2 Filiera... 3 Tracciabilità... 3 I lotti e i punti di gestione dei flussi... 3 Differenze nei vari settori agroalimentari... 4 ETICHETTATURA E CODIFICA... 6 Ean / Ucc Indicod-Ecr... 6 Sscc... 6 Gln... 6 Gtin... 6 Struttura del Codice UCC/EAN AI Definizione Formato... 8 LA TRACCIABILITÀ NEL GESTIONALE 2 ZUCCHETTI... 9 Azienda commerciale... 9 Azienda di produzione / trasformazione... 9 Modulo SSCC PERCHE LA TRACCIABILITA Vantaggio in termini di immagine e a livello commerciale Miglioramento nel controllo e nella gestione dei sistemi produttivi Riconquista della fiducia dei consumatori Facilitazione nei controlli sanitari e nelle emergenze Prevenzione delle frodi Adeguamento normativo NORMATIVA Dir.CEE 43/93 - DL 155/97: - Analisi dei pericoli in un qualsiasi processo produttivo alimentare - Ricerca dei pericoli durante le fasi produttive, stoccaggio, trasporto, conservazione, vendita utente finale - Entrata in vigore DL 155/97: 30/06/97 (successive proroghe fino al 31/03/00) Dir. CEE 178/2002, art. 18: entrata in vigore 01/01/05 Soggetti interessati : tutte le industrie alimentari e più precisamente : ogni soggetto pubblico o privato, con o senza fini di lucro, che esercita una o più delle seguenti attività: la preparazione, la trasformazione, la fabbricazione, il confezionamento, il deposito, il trasporto, la distribuzione, la manipolazione, la vendita o la fornitura, compresa la somministrazione, di prodotti alimentari. Ma indipendentemente dall aspetto normativo, qualsiasi azienda dovrebbe munirsi di uno strumento per la tracciabilità dei prodotti. DEFINIZIONI / GLOSSARIO Definizioni ISO L International Standardisation Organisation (ISO) fornisce le seguenti definizioni Documento redatto con Openoffice Writer 1.1 tracciab_01_esterno, Pagina 2 di 10

3 della tracciabilità: ISO 8402: "La tracciabilità è la capacità di risalire alla storia e all uso o alla collocazione di un prodotto o di un attività attraverso identificazioni documentate. ISO 9000: L organizzazione deve provvedere a identificare lo stato del prodotto/servizio per quanto riguarda le attività di misurazione e verifica richieste e, ove necessario, deve identificare il prodotto e/o servizio nell intero processo utilizzando i mezzi opportuni. Questo riguarda tutte le parti interessate al prodotto e/o servizio, la cui interazione influisca sulla conformità ai requisiti. Quando è prevista la tracciabilità, l organizzazione deve controllare e registrare l identità univoca del prodotto e/o servizio. Filiera La filiera (agroalimentare) individua le attività e i flussi che hanno rilevanza critica per le caratteristiche di un prodotto. Tracciabilità La rintracciabilità viene definita dal Regolamento (CE) n. 178/2002 come: La possibilità di ricostruire e seguire il percorso di un alimento, di un mangime, di un animale destinato alla produzione alimentare o di una sostanza destinata o atta ad entrare a far parte di un alimento o di un mangime attraverso tutte le fasi della produzione, della trasformazione e della distribuzione (art. 3, comma 15). Lo stesso regolamento impone l obbligo della rintracciabilità di ogni alimento a partire dal 1 gennaio Parlando di tracciabilità, è importante capire la distinzione tra i termini tracciare e rintracciare : Tracciare significa risalire allo stato effettivo di un prodotto, una spedizione, un pacco, ecc. E la capacità di seguire il percorso di un unità e/o un lotto specifico di prodotti a valle attraverso la filiera nel passaggio da un partner commerciale all altro. Dal punto di vista dell utente, questa operazione può essere definita come l identificazione qualitativa e quantitativa degli articoli commerciali nello spazio e nel tempo. È necessario associare sistematicamente un flusso d informazioni al flusso fisico delle merci allo scopo di ottenere dati predefiniti relativi a unità che utilizzano una o più chiavi identificative. Rintracciare significa ricostruire il percorso a monte di un prodotto, di una spedizione, un pacco, ecc. I prodotti vengono rintracciati continuamente per verificarne la disponibilità, la gestione scorte e la logistica. Si possono definire tre tipi di tracciabilità : tracciabilità interna coinvolge solo l azienda e i suoi sistemi produttivi tracciabilità esterna è quella obbligatoria per legge, non sono necessari scambi di informazioni tra i vari soggetti della filiera. tracciabilità di filiera comprende tutti gli attori e tutte le fasi relative alla produzione trasformazione dei prodotti obbligatorio - identificazione dei prodotti - identificazione dei fornitori - identificazione dei clienti - lotto facoltativo - quantità (carico / scarico) - date (produzione / consegna / scadenza) - luoghi di stoccaggio - SSCC - Relazione tra lotti di produzione e lotti distribuiti - Informazioni lotto su etichetta SSCC I lotti e i punti di gestione dei flussi La tracciabilità di filiera implica che le masse di prodotto siano gestite in unità identificabili in punti precisi e critici della filiera. Possiamo chiamare lotti tali unità identificabili e facciamo presente che il termine lotto Documento redatto con Openoffice Writer 1.1 tracciab_01_esterno, Pagina 3 di 10

4 indica, nel nostro caso, una massa di prodotto di nota identità: si deve sapere cioè da quali aziende esso deriva. Questo concetto è diverso da quello generalmente adottato nei sistemi di gestione della qualità. In questi sistemi i lotti devono avere una intrinseca (analitica) omogeneità e pertanto dallo stesso fornitore possono giungere lotti diversi della stessa materia prima, derivanti da giorni di raccolta diversi o da varietà diverse e così via. Ai fini della tracciabilità l unica cosa che conta è l identificazione dell azienda fornitrice e pertanto si potranno considerare anche con un identico codice di identificazione masse contenute un contenitori diversi, purché provenienti dalla stessa filiera di responsabilità. I lotti della tracciabilità sono presenti, per ciascuna azienda della filiera, in due punti: il punto di ingresso o input e il punto di uscita o output. Questi corrispondono solitamente a collocazioni materiali precise nelle zone di ricevimento stoccaggio delle materie prime e di magazzinaggio - spedizione dei prodotti finiti. In questi due punti i lotti di identificazione devono essere in ogni momento riconoscibili con sigle o codici che permettono di risalire a tutta la filiera di responsabilità precedente. Devono essere inoltre misurabili in termini di quantità. Le situazioni che si possono (dare) creare in pratica nella identificazione dei lotti in input e in output di ogni azienda sono le più diverse: se, ad esempio, un azienda di trasformazione riceve la materia prima da un unico produttore, allora essa ha un unico codice della materia prima in input (quale sia il numero di silos o serbatoi di stoccaggio della materia prima in arrivo) ed un unico codice di identificazione del prodotto finito in uscita, che consiste nel codice del produttore della materia prima più il proprio codice; se, invece, un azienda di trasformazione ha diversi fornitori della materia prima e tale materia viene variamente miscelata nelle lavorazioni intermedie, allora il codice di identificazione in uscita sarà diverso in relazione ai fornitori delle materie prime utilizzate ed avrà codici e localizzazioni diverse di stoccaggio in output. Mentre il primo caso è semplicissimo, il secondo caso può essere anche molto complicato, in relazione al numero di fornitori delle materie prime e alla variabilità delle combinazioni che si possono verificare all interno del processo. In questi casi l azienda deve attuare un sistema di gestione per lotti del processo, tale da consentire di sapere quali fornitori sono effettivamente confluiti in un preciso lotto di prodotto finito. le miscelazioni e separazioni dei lotti che avvengono all interno dell azienda sono indicate in termini qualitativi, senza indicazione delle quantità miscelate o separate. Le indicazione quantitative, che potrebbero essere molto importanti nella gestione della qualità, non lo sono ai fini della tracciabilità. Per quello che ci riguarda, le quantità che devono essere invece definite con precisione sono quelle relative all input delle materie prime in entrata e all output dei lotti dei prodotti in uscita. Ovviamente, elemento essenziale di ogni registrazione sono i tempi ai quali si riferiscono trasferimenti e stoccaggi cosicché, in definitiva, i punti critici di gestione dei lotti di identificazione in input ed output devono essere monitorati registrando: quando (data) cosa (identificazione del materiale) dove (localizzazione: azienda e spazi o recipienti di contenimento) Localizzazione di destinazione se si tratta di materiali in arrivo localizzazione di partenza se si tratta di materiali in uscita L identificazione delle localizzazioni (serbatoi, silos, spazi di magazzino) deve essere precisa e riconoscibile con opportune segnalazioni ad una ispezione sul luogo Chi quanto (massa complessiva del lotto identificato) data del documento (ddt entrata/bolla carico da lavorazione/ ddt uscita) codice articolo / magazzino /lotto anagrafica lotto / codice deposito Fornitore / Cliente quantità movimentazioni di magazzino Differenze nei vari settori agroalimentari Documento redatto con Openoffice Writer 1.1 tracciab_01_esterno, Pagina 4 di 10

5 La tracciabilità dei prodotti agroalimentari si differenzia a livello normativo a seconda del settore di appartenenza della filiera con obblighi di identificazione diversi. Tali differenziazioni si attuano soprattutto nel momento dell'etichettatura dei prodotti, ma anche la definizione di "lotto di lavorazione" ha delle differenze tra un settore e un altro e all'interno dello stesso settore tra una tipologia di prodotti e un'altra. Documento redatto con Openoffice Writer 1.1 tracciab_01_esterno, Pagina 5 di 10

6 ETICHETTATURA E CODIFICA All'interno del processo di tracciabilità esiste l'obbligo, per chi produce o mette in commercio i prodotti alimentari, dell'etichettatura dei prodotti con relativi codici a barre. La legge non impone nessun obbligo di standard a tal proposito, anche se le aziende di produzione e distribuzione associate a Indicod-ecr hanno aderito ad una piattaforma comune per la gestione della Tracciabilità e della codifica nella catena. Ean / Ucc Indicod-Ecr Seguendo le indicazioni INDICOD-ECR le principali tipologie di codici nel sistema EAN/UCC per quanto riguarda la tracciabilità sono : SSCC serial shipping container code GLN global location number GTIN global trade item number Lotto Sscc Unità logistica Il Numero sequenziale di collo (Serial Shipping Container Code, SSCC) identifica in maniera univoca ed individuale le unità logistiche. Tutte le parti coinvolte nel processo d imballaggio lo possono utilizzare come codice di riferimento per i dati relativi salvati in un file di computer. Il SSCC è un codice di 18 caratteri non significativo e a lunghezza fissa, che non contiene elementi di classificazione. Il codice SSCC può essere : tipo SSCC Contenuto etichetta - mono prodotto e mono lotto cod. pallet prodotto quantità lotto scadenza - mono prodotto e multi lotto cod. pallet prodotto quantità - pluri prodotto e pluri lotto cod. pallet Gln Il codice di locazione (Global Location Number, GLN) è un codice numerico, che identifica ogni entità legale, funzionale o fisica in un azienda o un organizzazione. A ogni unità operativa viene attribuito un codice univoco. La tracciabilità prevede l identificazione di tutte le entità fisiche (sedi), che intervengono nella produzione e la movimentazione dei prodotti. Queste sono, tra l altro, stabilimenti di produzione, centri d imballaggio, vettori, grossisti e dettaglianti. L identificazione della sede è, inoltre, necessaria per garantire l efficienza del flusso di merci e dati tra i partner attraverso messaggi elettronici che identificano le parti coinvolte nella transazione (per esempio, compratore, fornitore, luogo di consegna, luogo di partenza). Gtin A livello più semplice, la codifica degli articoli è esattamente ciò che indica il nome: un sistema per identificare gli articoli, attribuendo a ciascuno un codice univoco. La codifica può avvenire in ogni fase della produzione e della distribuzione e si usa per identificare prodotti e servizi. L aspetto più evidente della codifica dei prodotti è il codice a barre, che tuttavia è solo una rappresentazione leggibile elettronicamente di un contenuto standard. È il codice stesso che costituisce l elemento più importante del Sistema EAN/UCC, in quanto identifica l articolo a cui è stato assegnato. Un prodotto finito può quindi essere "tracciato" attraverso l'attribuzione dei codici SSCC GLN LOTTO GTIN. Documento redatto con Openoffice Writer 1.1 tracciab_01_esterno, Pagina 6 di 10

7 ESEMPIO DI ETICHETTA SSCC secondo gli standard EAN/UCC Struttura del Codice UCC/EAN-128 Il codice UCC/EAN-128 è un sistema di codifica standard che, oltre ad identificare gli imballi, permette di rappresentare con barre informazioni aggiuntive quali: numero di lotto, quantità di unità, peso netto, data di fabbricazione, di confezionamento e/o scadenza, in modo unico ed inequivocabile. AI DATI Il codice a barre UCC/EAN-128 si rappresenta attraverso gli Identificatori dati (AI), che permettono di classificare in modo standard tutte le informazioni che si leggeranno automaticamente. Gli AI sono prefissi numerici creati per dare significato inequivocabile ai dati che si trovano dopo il codice. Esempio: (13) AI (13): indica che l informazione che segue è la data di confezionamento : data di confezionamento 24/10/00 Documento redatto con Openoffice Writer 1.1 tracciab_01_esterno, Pagina 7 di 10

8 (formato in AA/MM/GG) Gli AI sono sempre fra parentesi e possono essere formati da 2, 3 or 4 cifre numeriche. Gli AI raccomandati da EAN International e da Indicod-Ecr nella codifica di imballi sono: AI Definizione Formato 00 Serial Shipping Container Code (SSCC) n2+n18 01 Global Trade Item Number (GTIN) n2+n14 02 GTIN dell articolo contenuto nell unità logistica n2+n14 10 Lotto n2+an Data di raccolta/produzione n2+n6 (AA/MM/GG) 13 Data di confezionamento n2+n6 (AA/MM/GG) 15 Consumarsi preferibilmente entro n2+n6 (AA/MM/GG) 17 Data di scadenza n2+n6 (AA/MM/GG) 30 Quantità variabile n2+n n Peso netto n4+n6 330n Peso lordo n4+n6 37 Quantità di prodotti contenuti in un unità logistica n2+n Codice di locazione Spedire a n3+n Codice di locazione Acquistato da n3+n Origine n3+n3 90 (flag 61) Trattamenti + Modalità di conservazione + Impatto ambientale imballaggio + Ogm n2+an..30 Documento redatto con Openoffice Writer 1.1 tracciab_01_esterno, Pagina 8 di 10

9 LA TRACCIABILITÀ NEL GESTIONALE 2 ZUCCHETTI Nel Gestionale 2 Zucchetti la tracciabilità viene risolta dalla gestione lotti. A completamento della gestione possono essere utilizzati i seguenti moduli : Gestione codici a barre Gestione penna ottica buffer Estensione tracciabilità gestione SSCC Nel modulo navigatore è presente uno strumento visuale per poter facilmente e velocemente visualizzare la tracciabilità / rintracciabilità dei lotti. Nella gestione lotti sono state implementate le stampe di tracciabilità / rintracciabilità lotti. Sia nel caso della visualizzazione sia nel caso della stampa è possibile, partendo da un prodotto finito e da uno specifico lotto, risalire ai lotti di materia prima che lo costituiscono, oppure, in senso contrario, partendo dalla materia prima di uno specifico lotto verificare quali lotti di prodotti finiti sono stati prodotti e quindi a quali clienti sono stati venduti. Azienda commerciale L azienda, che utilizza il Gestionale 2, è un azienda commerciale che non trasforma in nessun modo la merce che poi viene rivenduta. In questo caso la gestione della tracciabilità è molto semplificata. L unica eccezione può essere la necessità di codificare i pallets con codifica SSCC. fase 1) ricevimento merce dal produttore - identificazione merce con codice lotto (interno / esterno) fase 2) scarico merce - scarico del/i lotto/i caricati In questo caso la gestione della tracciabilità viene risolta con la semplice gestione dei lotti così come è presente nel Gestionale 2 a livello standard. E' prevista una personalizzazione adhoc per l'anagrafica del lotto qualora fosse necessario indicare notizie / riferimenti legati al lotto stesso. Necessario Facoltativo : modulo lotti : personalizzazione anagrafica lotti : gestione SSCC Azienda di produzione / trasformazione Nel caso l azienda sia un azienda di produzione / trasformazione la tracciabilità può presentare delle difficoltà / particolarità legate all organizzazione / produzione fase 1) ricevimento materie prime - identificazione merce con codice lotto (interno/esterno) fase 2) produzione - scarico materie prime - carico prodotto finito - identificazione merce con codice lotto scaricando i lotti di origine. Fase 3) scarico merce - scarico del/i lotto/i caricati da produzione Gestione produzione con distinta base monolivello In questo caso occorre distinguere due casi - durante la produzione vengono utilizzati materie prime derivanti dallo stesso lotto - durante la produzione vengono utilizzati, per la stessa materia prima, diversi codici lotto Nel primo caso utilizzando la distinta base è possibile effettuare il carico del prodotto finito e lo scarico delle materie prime; durante questa fase il programma richiede il codice lotto del prodotto finito e il codice lotto Documento redatto con Openoffice Writer 1.1 tracciab_01_esterno, Pagina 9 di 10

10 della materia prima. Necessario Facoltativo : modulo lotti : modulo distinta base : personalizzazione anagrafica lotti : gestione SSCC Il secondo caso viene sempre risolto con la gestione della distinta base ma a fronte di un codice articolo, riferito alla materia prima scaricata, viene richiesta una tabella nella quale è possibile indicare i codici lotto e le corrispondenti quantità utilizzate. Necessario : modulo lotti : modulo distinta base con gestione multilotto Facoltativo : personalizzazione anagrafica lotti : gestione SSCC Gestione produzione con distinta base multilivello o senza distinta base In questo caso il legame tra il lotto di output con il lotto di input avviene a posteriori analizzando e legando tra di loro i movimenti / lotti di carico del prodotto finito con i movimenti / lotti di scarico delle materie prime. Anche in questo caso è possibile indicare più lotti scaricati. Necessario Facoltativo : modulo lotti : personalizzazione anagrafica lotti : gestione SSCC Modulo SSCC Per le aziende che necessitano della gestione dell etichettatura del pallets è obbligatorio l'utilizzo del modulo SSCC, che completa la gestione dei lotti. La gestione permette di indicare il codice SSCC, tutti gli altri codici da riportare sul pallets, a livello di merce in uscita e di stampare l'etichetta corrispondente. La gestione è paragonabile alla gestione dei lotti. Durante la fase di scarico merce viene richiesto il codice SSCC da assegnare alla merce. In alternativa è possibile attribuire a posteriori il codice SSCC alla merce in attesa di spedizione tramite un apposito programma che si preoccupa di indicare quale merce in uscita sia ancora da "etichettare". Il programma si preoccupa di stampare le etichette da apporre sui pallets e di riportare il codice sscc sul documento di trasporto. Sull etichetta stampata, oltre al codice SSCC vero e proprio, è possibile stampare le informazioni necessarie all identificazione di quanto contenuto nel pallets, es cod.articolo cod.lotto data scadenza quantità. Documento redatto con Openoffice Writer 1.1 tracciab_01_esterno, Pagina 10 di 10

Linee guida per la tracciabilità dei prodotti ortofrutticoli. Istituto per le

Linee guida per la tracciabilità dei prodotti ortofrutticoli. Istituto per le Linee guida per la tracciabilità dei prodotti ortofrutticoli INDICOD-ECR Istituto per le imprese di beni di consumo Centro per la diffusione del sistema EAN INDICE INTRODUZIONE...3 DEFINIZIONI DI TRACCIABILITÀ...3

Dettagli

Pagina 1 di 6 A. & C. Sistemi S.r.l. Via Sprina 2 12038 Savigliano Cn. A.&C. Sistemi

Pagina 1 di 6 A. & C. Sistemi S.r.l. Via Sprina 2 12038 Savigliano Cn. A.&C. Sistemi Pagina 1 di 6 A.&C. Sistemi A. & C. Sistemi da anni sviluppa applicazioni per il sistema informativo nell industria mangimistica, è leader in Italia in questo specifico settore e si propone come Partner

Dettagli

Standard GS1 per ebiz-tcf Un linguaggio comune per il mondo del Tessile & Abbigliamento

Standard GS1 per ebiz-tcf Un linguaggio comune per il mondo del Tessile & Abbigliamento Standard GS1 per ebiz-tcf Un linguaggio comune per il mondo del Tessile & Abbigliamento Eventi ebiz in Italia, Modena 7 Giugno 2010 Biella 7 Maggio 2010 Indicod-Ecr Organizzazione No-Profit che rappresenta

Dettagli

1 CARICAMENTO LOTTI ED ESISTENZE AD INIZIO ESERCIZIO

1 CARICAMENTO LOTTI ED ESISTENZE AD INIZIO ESERCIZIO GESTIONE LOTTI La gestione dei lotti viene abilitata tramite un flag nei Progressivi Ditta (è presente anche un flag per Considerare i Lotti con Esistenza Nulla negli elenchi visualizzati/stampati nelle

Dettagli

Il Regolamento CE 178/2002: La Rintracciabilità negli Alimenti degli Animali. Ragusa 28/01/2005

Il Regolamento CE 178/2002: La Rintracciabilità negli Alimenti degli Animali. Ragusa 28/01/2005 REGIONE SICILIANA ASSESSORATO SANITA' AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 7 RAGUSA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE -AREA DI SANITA' PUBBLICA VETERINARIA IGIENE DEGLI ALLEVAMENTI E DELLE PRODUZIONI ZOOTECNICHE

Dettagli

Linee guida per la tracciabilità e l etichettatura dei prodotti ittici INDICOD. Centro per la diffusione del sistema EAN. imprese di beni di consumo

Linee guida per la tracciabilità e l etichettatura dei prodotti ittici INDICOD. Centro per la diffusione del sistema EAN. imprese di beni di consumo Linee guida per la tracciabilità e l etichettatura dei prodotti ittici INDICOD Istituto per le imprese di beni di consumo Centro per la diffusione del sistema EAN PREMESSA Lo scopo delle Linee Guida per

Dettagli

Caratteristiche generali: Principali funzionalità:

Caratteristiche generali: Principali funzionalità: L entrata in vigore del Regolamento CE 178/2002 ha portato alla ribalta il tema della tracciabilità agroalimentare, rendendola obbligatoria a partire dal 1 gennaio 2005. Adottare un sistema di tracciabilità

Dettagli

sommario 1. introduzione al sistema 2. moduli base 3. tracciabilità e rintracciabilità 4. diagramma di flusso operativo 5.

sommario 1. introduzione al sistema 2. moduli base 3. tracciabilità e rintracciabilità 4. diagramma di flusso operativo 5. tracciabilità rintracciabilità e macellazione avicola sommario 1. introduzione al sistema 2. moduli base 2.1. anagrafica base 2.2. entrata partite avicole 2.3. macellazione partite 2.4. stoccaggio ed immagazzinamento

Dettagli

CONTESTO AZIENDALE DATI GENERALI. 2 RECEPIMENTO NORMA. 4 TIPOLOGIA DEL SISTEMA DI TRACCIABILITA. 7 PERFORMANCE DEL SISTEMA DI TRACCIABILITA.

CONTESTO AZIENDALE DATI GENERALI. 2 RECEPIMENTO NORMA. 4 TIPOLOGIA DEL SISTEMA DI TRACCIABILITA. 7 PERFORMANCE DEL SISTEMA DI TRACCIABILITA. CONTESTO AZIENDALE DATI GENERALI... 2 RECEPIMENTO NORMA... 4 TIPOLOGIA DEL SISTEMA DI TRACCIABILITA... 7 PERFORMANCE DEL SISTEMA DI TRACCIABILITA... 10 DIMENSIONI AZIENDALI... 12 CONTESTO AZIENDALE DATI

Dettagli

Soluzioni, standard e servizi per le imprese. Linee guida per la tracciabilità e l etichettatura delle carni bovine.

Soluzioni, standard e servizi per le imprese. Linee guida per la tracciabilità e l etichettatura delle carni bovine. Soluzioni, standard e servizi per le imprese Linee guida per la tracciabilità e l etichettatura delle carni bovine Terza Edizione 2 PREMESSA Scopo di queste Linee Guida è fornire una soluzione per l implementazione

Dettagli

Linee guida per la tracciabilità e l etichettatura dei prodotti ortofrutticoli. Istituto per le. Centro per la diffusione. consumo

Linee guida per la tracciabilità e l etichettatura dei prodotti ortofrutticoli. Istituto per le. Centro per la diffusione. consumo Linee guida per la tracciabilità e l etichettatura dei prodotti ortofrutticoli Istituto per le consumo Centro per la diffusione del sistema EAN PREMESSA Obiettivo di questo documento è fornire una soluzione

Dettagli

LINEA GUIDA SISTEMA TRACCIABILITA MARCHI D AREA

LINEA GUIDA SISTEMA TRACCIABILITA MARCHI D AREA LINEA GUIDA SISTEMA TRACCIABILITA MARCHI D AREA 1 SOMMARIO 1 PREMESSA...3 2 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...4 3 DEFINIZIONI...5 4 NORMATIVE DI RIFERIMENTO...7 5 PRINCIPI BASE DEL SISTEMA DI TRACCIABILITÀ

Dettagli

Linee guida per la tracciabilità e l etichettatura dei prodotti ortofrutticoli INDICOD-ECR

Linee guida per la tracciabilità e l etichettatura dei prodotti ortofrutticoli INDICOD-ECR Linee guida per la tracciabilità e l etichettatura dei prodotti ortofrutticoli INDICOD-ECR GS1 Italy Indicod-Ecr Lo spazio del dialogo e della collaborazione GS1 Italy Indicod-Ecr è l associazione senza

Dettagli

Sistema Integrato Lavorazione Tracciabilità Industria Natura

Sistema Integrato Lavorazione Tracciabilità Industria Natura S I L T I N Sistema Integrato Lavorazione Tracciabilità Industria Natura Linea Linea Ortofrutta Ortofrutta EOL s.r.l. P.I. 11272160158 Via Del Liri 3 20138 Milano tel. 02-5061690 Siltin è la soluzione

Dettagli

Mon Ami 3000 Lotti e matricole Gestione della tracciabilità tramite lotti/matricole

Mon Ami 3000 Lotti e matricole Gestione della tracciabilità tramite lotti/matricole Prerequisiti Mon Ami 3000 Lotti e matricole Gestione della tracciabilità tramite lotti/matricole L opzione Lotti e matricole è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione Generale

Dettagli

sommario 1. introduzione al sistema 2. moduli base 3. tracciabilità e rintracciabilità 4. esportabilità dati macellazione

sommario 1. introduzione al sistema 2. moduli base 3. tracciabilità e rintracciabilità 4. esportabilità dati macellazione tracciabilità rintracciabilità e carni bovine sommario 1. introduzione al sistema 2. moduli base 2.1. anagrafiche base 2.2. anagrafe bestiame 2.3. entrata capi 2.4. magazzino 2.5. prenotazione macellazione

Dettagli

rispetto a... La normativa Quadro normativo Quadro normativo Regolamento dell'unione Europea Regolamento rintracciabilità sicurezza

rispetto a... La normativa Quadro normativo Quadro normativo Regolamento dell'unione Europea Regolamento rintracciabilità sicurezza rispetto a... La normativa rintracciabilità sicurezza Quadro normativo COGENTE: disposizione di legge che impone l adozione di un sistema gestionale o di uno standard di qualità VOLONTARIO: regola tecnica

Dettagli

settore alimentare produzione, distribuzione, private label e fornitura per la grande distribuzione

settore alimentare produzione, distribuzione, private label e fornitura per la grande distribuzione settore alimentare produzione, distribuzione, private label e fornitura per la grande distribuzione Il comparto alimentare è oggi uno dei più importanti settori industriali del panorama economico italiano.

Dettagli

[ ] G D GESTIONE DEL PRODOTTO BIOLOGICO NELLE IMPRESE DELLA FILIERA COSA DEVONO FARE GLI OPERATORI

[ ] G D GESTIONE DEL PRODOTTO BIOLOGICO NELLE IMPRESE DELLA FILIERA COSA DEVONO FARE GLI OPERATORI Gestione del prodotto biologico nelle imprese della filiera [ ] GESTIONE DEL PRODOTTO BIOLOGICO NELLE IMPRESE DELLA FILIERA G D COSA DEVONO FARE GLI OPERATORI In una stessa azienda agricola, azienda di

Dettagli

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo LOTTI DI MAGAZZINO Gestione dei Lotti di Magazzino In questo manuale sono descritte le procedure per gestire correttamente i lotti di magazzino ed i lotti di trasformazione.

Dettagli

Etichettatura & Tracciabilità Alimentare. Area Acquisti & Area vendite. Magazzino & Produzione. Moduli aggiuntivi

Etichettatura & Tracciabilità Alimentare. Area Acquisti & Area vendite. Magazzino & Produzione. Moduli aggiuntivi Etichettatura Tracciabilità Alimentare Area Acquisti Area vendite Magazzino Produzione Moduli aggiuntivi Etichettatura Tracciabilità Alimentare Etichettatura: è una fase di produzione e come tutte le fasi

Dettagli

LAVORI D UFFICIO, GRAFICA E INFORMATICA MAGAZZINIERE

LAVORI D UFFICIO, GRAFICA E INFORMATICA MAGAZZINIERE MACROSETTORE LAVORI D UFFICIO, GRAFICA E INFORMATICA MAGAZZINIERE 1 MAGAZZINIERE TECNICO PROFESSIONALI prima annualità 2 Accettazione e ricevimento merci (affiancamento del tutor nella esecuzione di interventi

Dettagli

ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE

ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE 1 AREA PROFESSIONALE LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE

Dettagli

Etichettatura: partita o lotto

Etichettatura: partita o lotto Etichettatura: partita o lotto Articolo 118 Applicabilità delle regole orizzontali Salvo ove altrimenti disposto dal presente regolamento, all etichettatura e alla presentazione si applicano la direttiva

Dettagli

31.12.2004: pronti per la rintracciabilità. La carne in scatola. Convegno AITA. Verona, 27 novembre 2003 Giancarlo Mosca. Kraft Foods International

31.12.2004: pronti per la rintracciabilità. La carne in scatola. Convegno AITA. Verona, 27 novembre 2003 Giancarlo Mosca. Kraft Foods International 31.12.2004: pronti per la rintracciabilità La carne in scatola Convegno AITA Verona, 27 novembre 2003 Giancarlo Mosca Rintracciabilità Regolamento CE 178/2002 del 28 gennaio2002 che stabilisce i principi

Dettagli

Pannelli per Gestione Avanzata Ordini

Pannelli per Gestione Avanzata Ordini Linea Verticali Pannelli per Gestione Avanzata Ordini pag.1 Software personalizzato Linea Verticali Pannelli per Gestione Avanzata Ordini Linea Verticali Pannelli per Gestione Avanzata Ordini pag.2 Gestione

Dettagli

Linea Natura. Sistema Integrato Logistica Tracciabilità Industria Natura

Linea Natura. Sistema Integrato Logistica Tracciabilità Industria Natura SILTIN Linea Natura Sistema Integrato Logistica Tracciabilità Industria Natura Information Technology Service P.IVA 03290490873 Via I^Traversa 83-95032 Belpasso CT tel. 095/7053148 its@itsinformation.191.it

Dettagli

Teseo. Noi. enterprise. per Innovare. con Voi TECNOLOGIE INFORMATICHE

Teseo. Noi. enterprise. per Innovare. con Voi TECNOLOGIE INFORMATICHE TECNOLOGIE INFORMATICHE Il gestionale per la distribuzione Il progetto nasce dalla presa d atto che le problematiche del settore idrotermosanitario hanno una forte specificità derivante dalle caratteristiche

Dettagli

Logistica e Magazzino

Logistica e Magazzino Logistica e Magazzino Docente: Luigi Gaibani Il magazzino Contenitore delle merci Contenitore organizzato I costi del magazzino IL Magazzino Strumento per il miglioramento del servizio al cliente Attenti

Dettagli

- C vantaggi competitivi Risparmio dei costi di gestione Ottimizzazione Più risorse validata

- C vantaggi competitivi Risparmio dei costi di gestione Ottimizzazione Più risorse validata - Concerto è un Gestionale nato e sviluppato in stretta collaborazione con una azienda dolciaria toscana. L osservazione costante di tutti i suoi processi produttivi, l affiancamento con le risorse umane

Dettagli

La Rintracciabilità di filiera informatizzata nel comparto animale

La Rintracciabilità di filiera informatizzata nel comparto animale La Rintracciabilità di filiera informatizzata nel comparto animale Fiera di Cremona Ottobre 2004 1 CERMET è nato nel 1985 per valorizzare l'immagine dell'azienda Italia rafforzando la competitività della

Dettagli

I vantaggi del DDT digitale sulla logistica e sul punto vendita

I vantaggi del DDT digitale sulla logistica e sul punto vendita Alessandro Finelli, Claudio Lattanzi I vantaggi del DDT digitale sulla logistica e sul punto vendita Anzola Emilia, 20 novembre 2013 Alessandro Finelli I vantaggi del DDT digitale sulla logistica IL CICLO

Dettagli

è u n p r o d o t t o

è u n p r o d o t t o è un prodotto Introduzione silwa, la soluzione di tipo SCES (Supply Chain Execution System) di Stesi, combina in un unico sistema integrato e completo le funzionalità tipiche WMS e MES, gestendo tutti

Dettagli

DNA ERP Warehouse Management System.

DNA ERP Warehouse Management System. DNA ERP Warehouse Management System DNA ERP Warehouse Management System. Il prodotto Warehouse Management System (WMS) è sviluppato da ITACME Informatica per la completa copertura delle esigenze di gestione

Dettagli

Il sistema GS1: standard di identificazione, comunicazione e allineamento anagrafico. Kappadue - Enna, 15 settembre 2010

Il sistema GS1: standard di identificazione, comunicazione e allineamento anagrafico. Kappadue - Enna, 15 settembre 2010 Il sistema GS1: standard di identificazione, comunicazione e allineamento anagrafico Kappadue - Enna, 15 settembre 2010 Agenda Indicod-Ecr e GS1 Gli standard di Identificazione Automatica di oggetti Lo

Dettagli

GS1 Italy Indicod-Ecr: lo spazio del dialogo e della collaborazione

GS1 Italy Indicod-Ecr: lo spazio del dialogo e della collaborazione GS1 Italy Indicod-Ecr: lo spazio del dialogo e della collaborazione GS1 Italy Indicod-Ecr è l associazione senza scopo di lucro che riunisce 35.000 imprese di beni di consumo. Ha l obiettivo di facilitare

Dettagli

Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia S.c.p.a.

Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia S.c.p.a. P.O.R. SICILIA 2000/2006 Misura 4.17- Sottomisura a) Codice 1999. IT. 16.1.PO.011/4.17 a/8.3.7/0049 PROMOZIONE DEI PRODOTTI DELLA PESCA DELL AREA DELLA PROVINCIA DI PALERMO E AZIONI DI SUPPORTO ALLE AZIENDE

Dettagli

Teseo 7 Trade. Una configurabilità ottimale dei flussi logistici. ZUCCHETTI CENTRO SISTEMI SPA www.centrosistemi.it

Teseo 7 Trade. Una configurabilità ottimale dei flussi logistici. ZUCCHETTI CENTRO SISTEMI SPA www.centrosistemi.it Teseo 7 Trade Una configurabilità ottimale dei flussi logistici ZUCCHETTI CENTRO SISTEMI SPA www.centrosistemi.it tel. (+39) 055 91971 fax. (+39) 055 9197515 e mail: commerciale@centrosistemi.it Che cos

Dettagli

Poter gestire l operatività di magazzino con un sistema semplice e completamente integrato con il tuo sistema informativo aziendale.

Poter gestire l operatività di magazzino con un sistema semplice e completamente integrato con il tuo sistema informativo aziendale. EUROPE CONSULTING S.r.l. software ad ampio respiro Poter gestire l operatività di magazzino con un sistema semplice e completamente integrato con il tuo sistema informativo aziendale. CICO (Check IN Check

Dettagli

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare M. Bettucci R. Secchi V. Veronesi Unit Produzione e Tecnologia Il libro è frutto del lavoro di ricerca svolto con il Gruppo

Dettagli

Tutti i diritti riservati Copyright GS1 Italy Indicod-Ecr 2012 1

Tutti i diritti riservati Copyright GS1 Italy Indicod-Ecr 2012 1 a Documento Condiviso per la Tracciabilità e la Rintracciabilità: Regolamento UE n 931/2011 Giugno 2012 1 Indice Executive summary... 3 Introduzione... 4 I processi coinvolti dalla tracciabilità di filiera

Dettagli

LE CERTIFICAZIONI DI QUALITÀ NEL SETTORE AGRO-ALIMENTARE

LE CERTIFICAZIONI DI QUALITÀ NEL SETTORE AGRO-ALIMENTARE LE CERTIFICAZIONI DI QUALITÀ NEL SETTORE AGRO-ALIMENTARE 1 L'obbedienza da parte di un produttore, agli standard fissati dalle norme volontarie viene garantita e certificata attraverso una: Certificazione

Dettagli

Fondamenti dei sistemi di tracciabilità nell agroalimentare. Istituto per le imprese di beni di consumo. Centro per la diffusione del sistema EAN

Fondamenti dei sistemi di tracciabilità nell agroalimentare. Istituto per le imprese di beni di consumo. Centro per la diffusione del sistema EAN Fondamenti dei sistemi di tracciabilità nell agroalimentare Istituto per le imprese di beni di consumo Centro per la diffusione del sistema EAN GLI OBIETTIVI DI QUESTA PUBBLICAZIONE Tracciabilità rappresenta

Dettagli

L applicazione del pacchetto igiene nell industria alimentare. Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az.

L applicazione del pacchetto igiene nell industria alimentare. Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az. L applicazione del pacchetto igiene nell industria alimentare Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az.Ulss 12 Veneziana c è chi ha detto: In azienda il problema sarà risolto definitivamente

Dettagli

RINTRACCIABILITA. nel SETTORE TACCHINI

RINTRACCIABILITA. nel SETTORE TACCHINI TRACCIABILITA e RINTRACCIABILITA nel SETTORE TACCHINI FILIERA TACCHINO Totale rintracciabilità del prodotto in ogni fase. Identificazione del tipo di alimentazione per Gruppo di animali (LOTTO Allevamento).

Dettagli

Evasione. Evasione. Vendite. Magazzini Immagini

Evasione. Evasione. Vendite. Magazzini Immagini Schema di funzionamento del Carico da Ordini Ordine Archivio di Transito Univoco Evasione Codifica Controllo Articoli Generico Evasione Movimenti Documenti Giacenze Testata Scadenze Vendite Dettaglio Ingrosso

Dettagli

ESSENZIALI, LEGGIBILI E COMPRENSIBILI: LE NUOVE ETICHETTE 2014 PER I PRODOTTI ALIMENTARI. Societa Umanitaria - Milano 17 O3obre 2014

ESSENZIALI, LEGGIBILI E COMPRENSIBILI: LE NUOVE ETICHETTE 2014 PER I PRODOTTI ALIMENTARI. Societa Umanitaria - Milano 17 O3obre 2014 Societa Umanitaria - Milano 17 O3obre 2014 ESSENZIALI, LEGGIBILI E COMPRENSIBILI: LE NUOVE ETICHETTE 2014 PER I PRODOTTI ALIMENTARI L APPLICAZIONE DELLA NUOVA NORMATIVA DA PARTE DELLE AZIENDE: ALCUNI ASPETTI

Dettagli

AREE. www.lenformazione.it

AREE. www.lenformazione.it IL MAGAZZINO AREE PROCESSI OPERAZIONI DEFINIZIONE: Struttura logistica in grado di ricevere le merci, custodirle, conservarle e renderle disponibili per lo smaltimento e la consegna FUNZIONAMENTO E OBIETTIVI

Dettagli

SOFTWARESIRIO L E S O L U Z I O N I P E R L A P M I. SoftwareSirio V10 SIDIS per il settore della distribuzione

SOFTWARESIRIO L E S O L U Z I O N I P E R L A P M I. SoftwareSirio V10 SIDIS per il settore della distribuzione SOFTWARESIRIO L E S O L U Z I O N I P E R L A P M I SoftwareSirio V10 SIDIS per il settore della distribuzione A CHI SI RIVOLGE Alle Piccole e Medie Imprese Italiane del settore merceologico della distribuzione

Dettagli

AD HOC Servizi alla Persona

AD HOC Servizi alla Persona Software per la gestione dell amministrazione AD HOC Servizi alla Persona Softwareuno Ins s.r.l Via Mussolini, 10 Borgoricco (PD) 35010 Tel +39 0499336360 Fax +39 0499335888 P.Iva 02649530280 www.softwareuno.it

Dettagli

SISTEMI DI TRACCIABILITÀ

SISTEMI DI TRACCIABILITÀ LABEL ELETTRONICA S.r.l. Via della Repubblica, 18 35010 LIMENA (Padova) Tel: +39 049 8848130 Fax: +39 049 8848096 Per ulteriori informazioni: SISTEMI DI TRACCIABILITÀ www.labelelettronica.it ENRICO RAMI

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza Avvertenza Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

Warehouse Solution per AS/400. Soluzione in Radio Frequenza per la gestione di centri di distribuzione all interno del sistema logistico aziendale

Warehouse Solution per AS/400. Soluzione in Radio Frequenza per la gestione di centri di distribuzione all interno del sistema logistico aziendale Warehouse Solution per AS/400 Soluzione in Radio Frequenza per la gestione di centri di distribuzione all interno del sistema logistico aziendale 1 Agenda Introduzione Caratteristiche dell applicativo

Dettagli

Documenti: magazzino-acquisti-vendita

Documenti: magazzino-acquisti-vendita Documenti: magazzino-acquisti-vendita Indice Premessa 2 Logistica magazzino 3 Documenti 3 Documenti acquisto 8 Ordini 8 Fatture d acquisto 10 Documenti vendita 13 Ordini 13 Fatture vendita 15 Varie 18

Dettagli

Ricezione dati da file di testo proveniente da gestionale

Ricezione dati da file di testo proveniente da gestionale Descrizione generale Xmobile è un software di tentata vendita e di raccolta ordini operante su piattaforma palmare Windows Mobile / Windows CE. Il programma prevede le seguenti funzioni: - Accesso protetto

Dettagli

REGISTRAZIONE DATI HACCP

REGISTRAZIONE DATI HACCP REGISTRAZIONE DATI HACCP REGISTRO NON CONFORMITA Data Prodotto Fornitore Quantità Motivo della non conformità Azione intrapresa Firma Operatore Questo registro serve per identificare ed allontanare la

Dettagli

Newsletter n. 3/12 del 6 febbraio 2012

Newsletter n. 3/12 del 6 febbraio 2012 Newsletter n. 3/12 del 6 febbraio 2012 Il gestionale S4 si arricchisce costantemente di nuove funzionalità. Di seguito troverete una sintesi delle implementazioni più recenti, già presenti nel sistema.

Dettagli

software gestione imprese settore AEROSPAZIALE

software gestione imprese settore AEROSPAZIALE software gestione imprese settore AEROSPAZIALE L industria aerospaziale italiana ricopre un ruolo di grande rilevanza non solo per le economie territoriali ma anche per il prestigio nazionale e internazionale

Dettagli

TRACCIABILITÀ DEGLI ESPLOSIVI PER USO CIVILE

TRACCIABILITÀ DEGLI ESPLOSIVI PER USO CIVILE TRACCIABILITÀ DEGLI ESPLOSIVI PER USO CIVILE DOCUMENTO RISERVATO Questo documento contiene informazioni strettamente riservate, di proprietà di MaxamCorp holding SL e/o delle sue affiliate ("Gruppo Maxam"),

Dettagli

Rintracciabilità e Sicurezza alimentare

Rintracciabilità e Sicurezza alimentare Rintracciabilità e Sicurezza alimentare Rintracciabilità garantita con il CSB-System Rintracciabilità garantita con il CSB-System Programmato per il successo I Rintracciabilità e Sicurezza alimentare Certificazione

Dettagli

Sommario. 1. introduzione al sistema 2. moduli base. 3. tracciabilità e rintracciabilità. 4. diagramma di flusso operativo. 5.

Sommario. 1. introduzione al sistema 2. moduli base. 3. tracciabilità e rintracciabilità. 4. diagramma di flusso operativo. 5. tracciabilità rintracciabilità e carni suine Sommario 1. introduzione al sistema 2. moduli base 2.1. anagrafica base 2.2. entrata partite suini 2.3. piano macellazione 2.4. macellazione 2.4.1. acquisto

Dettagli

GMP e controllo ufficiale sulla produzione di Materiali e oggetti a contatto con gli alimenti (MOCA)

GMP e controllo ufficiale sulla produzione di Materiali e oggetti a contatto con gli alimenti (MOCA) GMP e controllo ufficiale sulla produzione di Materiali e oggetti a contatto con gli alimenti (MOCA) Elvira Cecere Ministero della Salute Direzione Generale per l Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e

Dettagli

REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI SOLIDARIETA'

REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI SOLIDARIETA' REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI SOLIDARIETA' AREA DI COORDINAMENTO SANITA' SETTORE SANITA' PUBBLICA VETERINARIA. Dirigente Responsabile: Andrea Leto

Dettagli

La disciplina dei MOCA (Materiali ed Oggetti a Contatto con gli Alimenti): profili generali

La disciplina dei MOCA (Materiali ed Oggetti a Contatto con gli Alimenti): profili generali CSI 9 febbraio 2012 La disciplina dei MOCA (Materiali ed Oggetti a Contatto con gli Alimenti): profili generali M R Milana Istituto Superiore di Sanità- Roma MOCA : Quali materiali e oggetti? Tutti i materiali

Dettagli

Immagino e Catalogo Elettronico GDSN: aspetti strategici e operativi

Immagino e Catalogo Elettronico GDSN: aspetti strategici e operativi Immagino e Catalogo Elettronico GDSN: aspetti strategici e operativi AICS - Food & Beverage Forum 2015 Mirko Repetto 14/10/2015 Lo spazio del dialogo e della collaborazione GS1 Italy Indicod-Ecr è l associazione

Dettagli

Automa Gestione scorte informatizzate di reparto

Automa Gestione scorte informatizzate di reparto Automa Gestione scorte informatizzate di reparto 1 POSTAZIONE FISSA DI REPARTO... 2 1.1 GESTIONE UTENTI... 2 1.2 GESTIONE CDC (MDA-CDC)... 4 1.3 LOGIN... 6 1.3.1 Lista articoli in scadenza/scaduti... 7

Dettagli

PACCHETTO IGIENE. 853, 854 e 882 emanati nell anno 2004.

PACCHETTO IGIENE. 853, 854 e 882 emanati nell anno 2004. PACCHETTO IGIENE L Unione Europea ha da sempre attribuito molta importanza all attività legislativa diretta a regolamentare la sicurezza igienico-sanitaria degli alimenti, con l obiettivo primario di tutelare

Dettagli

www.sirio-is.it sidis materiale edile

www.sirio-is.it sidis materiale edile www.sirio-is.it sidis materiale edile WWW.SIRIO-IS.IT SIRIO INFORMATICA E SISTEMI Oltre trenta anni d esperienza consolidata grazie a criteri produttivi all avanguardia e a know-how specialistico, applicati

Dettagli

INFOMAG Warehouse Solution per AS/400

INFOMAG Warehouse Solution per AS/400 INFOMAG Warehouse Solution per AS/400 Soluzione in Radio Frequenza per la gestione di magazzini di Produzione/distribuzione all interno del sistema logistico aziendale 1 Introduzione Soluzione software

Dettagli

DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO RINTRACCIABILITÁ DEGLI ALIMENTI E GESTIONE DI PRODOTTI ALIMENTARI POTENZIALMENTE PERICOLOSI

DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO RINTRACCIABILITÁ DEGLI ALIMENTI E GESTIONE DI PRODOTTI ALIMENTARI POTENZIALMENTE PERICOLOSI DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO 00 - PO DS 07 RINTRACCIABILITÁ DEGLI ALIMENTI E GESTIONE DI PRODOTTI ALIMENTARI POTENZIALMENTE PERICOLOSI INDICE DI REVISIONE 0 SCOPO Copia conforme

Dettagli

Mon Ami 3000 Conto Lavoro Gestione del C/Lavoro attivo e passivo

Mon Ami 3000 Conto Lavoro Gestione del C/Lavoro attivo e passivo Prerequisiti Mon Ami 3000 Conto Lavoro Gestione del C/Lavoro attivo e passivo L opzione Conto lavoro è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione L opzione Conto lavoro permette

Dettagli

Il Portale del contante 13 dicembre 2010

Il Portale del contante 13 dicembre 2010 ABI - Incontro sulla gestione del contante Il Portale del contante 13 dicembre 2010 Il Portale del contante INDICE Il contesto di riferimento L esigenza L architettura del portale Il sistema di codifica

Dettagli

Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000)

Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000) Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000) Ricerca veloce degli atti, archiviazione, fascicolazione ed inventario semplice e funzionale Collegamento tra protocolli tramite la gestione dei fascicoli e visualizzazione

Dettagli

NORME PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI GESTIONE DELL AUTOCONTROLLO NELLE BOTTEGHE

NORME PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI GESTIONE DELL AUTOCONTROLLO NELLE BOTTEGHE NORME PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI E GESTIONE DELL AUTOCONTROLLO NELLE BOTTEGHE Dr. Maurizio Mangelli Responsabile Sicurezza PRINCIPALI NORME DI RIFERIMENTO PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI

Dettagli

Gli standard GS1 per il settore sanitario

Gli standard GS1 per il settore sanitario Gli standard GS1 per il settore sanitario Pharmintech Bologna, 18 aprile 2013 Gli standard GS1 per il settore sanitario Pharmintech BO, 18 aprile 2013 1 GS1 Italy Indicod-Ecr Lo spazio dove nascono le

Dettagli

Manuale Operativo DATALOG EDI. Rel. 4.90. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale Operativo DATALOG EDI. Rel. 4.90. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit EDIFACT Manuale Operativo DATALOG EDI Rel. 4.90 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale Operativo Sommario 1 DATALOG EDI... 3 1.1 EDIFACT... 3 1.1.1 Installazione Componenti... 3 1.1.2 Inserimento

Dettagli

L applicazione della normativa HACCP nell agroindustria. Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az.

L applicazione della normativa HACCP nell agroindustria. Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az. L applicazione della normativa HACCP nell agroindustria Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az.Ulss 12 Veneziana SALUBRITA Assenza di rischi per la salute del consumatore GENUINITA

Dettagli

Regolamento (CE) n. 1028/2006 del Consiglio del 19 giugno 2006 recante norme di commercializzazione applicabili alle uova.

Regolamento (CE) n. 1028/2006 del Consiglio del 19 giugno 2006 recante norme di commercializzazione applicabili alle uova. Regolamento (CE) n. 1028/2006 del 19 giugno 2006. Regolamento (CE) n. 1028/2006 del Consiglio del 19 giugno 2006 recante norme di commercializzazione applicabili alle uova. (pubbl. in Gazz. Uff. dell Unione

Dettagli

PRESENTAZIONE SISTEMA HACCP

PRESENTAZIONE SISTEMA HACCP PRESENTAZIONE SISTEMA HACCP L'HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) è un sistema di autocontrollo igienico che ogni operatore nel settore della produzione di alimenti deve mettere in atto

Dettagli

AREA PROFESSIONALE TECNICO DELLA LOGISTICA INDUSTRIALE TECNICO DI SPEDIZIONE, TRASPORTO E LOGISTICA. pag. 1

AREA PROFESSIONALE TECNICO DELLA LOGISTICA INDUSTRIALE TECNICO DI SPEDIZIONE, TRASPORTO E LOGISTICA. pag. 1 Regione Siciliana Assessorato regionale al Lavoro Previdenza Sociale, Formazione Professionale ed Emigrazione REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI E FORMATIVI AREA PROFESSIONALE LOGISTICA INDUSTRIALE,

Dettagli

www.servistar.it SOLUZIONI DI PESATURA INNOVATIVE TARATURA BILANCE E PESI ASSISTENZA TECNICA QUALIFICATA esigenza

www.servistar.it SOLUZIONI DI PESATURA INNOVATIVE TARATURA BILANCE E PESI ASSISTENZA TECNICA QUALIFICATA esigenza www.servistar.it SOLUZIONI DI PESATURA INNOVATIVE TARATURA BILANCE E PESI ASSISTENZA TECNICA QUALIFICATA esigenza pesatura Da oltre 25 anni a servizio dell industria, del commercio e della ricerca L attività

Dettagli

- 1 - Funzionalità del sistema. Funzionalità di base :

- 1 - Funzionalità del sistema. Funzionalità di base : Funzionalità del sistema Funzionalità di base : 1. Definizione delle mappe, ubicazioni e percorsi 2. Gestione del ricevimento merce 3. Trasferimenti interni 4. Assegnazioni e picking 5. Delivery - Packing

Dettagli

Elementi di sviluppo di un software WEB BASED per la gestione di un magazzino deposito conto terzi

Elementi di sviluppo di un software WEB BASED per la gestione di un magazzino deposito conto terzi Elementi di sviluppo di un software WEB BASED per la gestione di un magazzino deposito conto terzi Descrizione Il gestionale dovrà gestire tutti gli aspetti più comuni di un magazzino con la variante che

Dettagli

Questa lezione tratta il sistema HACCP e la sua applicazione come viene presentata dal Codex Alimentarius

Questa lezione tratta il sistema HACCP e la sua applicazione come viene presentata dal Codex Alimentarius Questa lezione tratta il sistema HACCP e la sua applicazione come viene presentata dal Codex Alimentarius 1 Il Codex ha accettato il sistema HACCP come il migliore strumento per garantire la sicurezza

Dettagli

AREA MAGAZZINO. Information Technology per le Aziende Casearie ed Alimentari

AREA MAGAZZINO. Information Technology per le Aziende Casearie ed Alimentari AREA MAGAZZINO Information Technology per le Aziende Casearie ed Alimentari La soluzione migliore per la gestione delle Aziende Casearie e Alimentari ITACA è un software strutturato su più aree applicative

Dettagli

Corso per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Regolamento CPL UTILIZZATORI PROFESSIONALI RIVENDITORI

Corso per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Regolamento CPL UTILIZZATORI PROFESSIONALI RIVENDITORI Corso per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Regolamento CPL UTILIZZATORI PROFESSIONALI RIVENDITORI Cos è il regolamento CLP e perché è stato definito? Sistema mondiale armonizzato di classificazione

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

LO SPECIALISTA DEL TRATTAMENTO MERCI

LO SPECIALISTA DEL TRATTAMENTO MERCI LO SPECIALISTA DEL TRATTAMENTO MERCI DAL 2000, IMPORTANTE SNODO PRODUTTIVO DEL TERRITORIO RAVENNATE CONSAR LOGISTICI CONSAR servizi logistici è un operatore logistico attivo in tutti i segmenti della movimentazione

Dettagli

Innovazione tecnologica nel Settore Vitivinicolo

Innovazione tecnologica nel Settore Vitivinicolo Innovazione tecnologica nel Settore Vitivinicolo Gruppo di Lavoro Gruppo di lavoro per l innovazione tecnologica nel Settore Vitivinicolo Marzo 2012 1 Scopo Coinvolgere aziende del settore vitivinicolo

Dettagli

DESCRIZIONE FUNZIONALE APPLICATIVO GE.D.A.

DESCRIZIONE FUNZIONALE APPLICATIVO GE.D.A. GEDA è il software modulare ideale per una gestione efficiente e a 360 gradi del vostro centro di distribuzione. Nel corso degli anni abbiamo progressivamente integrato il programma con numerose verticalizzazioni

Dettagli

settore MEDICAL DEVICE

settore MEDICAL DEVICE settore MEDICAL DEVICE Il comparto Medical Device è uno dei settori maggiormente in crescita del nostro panorama industriale. SAM ERP2 è il software ERP di ultima generazione progettato e sviluppato proprio

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Lotti & Matricole. www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Lotti & Matricole. www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Lotti & Matricole www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Configurazione... 6 Personalizzare le etichette del modulo lotti... 6 Personalizzare i campi che identificano

Dettagli

GESTIONE AVANZATA DEI MATERIALI

GESTIONE AVANZATA DEI MATERIALI GESTIONE AVANZATA DEI MATERIALI Divulgazione Implementazione/Modifica Software SW0003784 Creazione 23/01/2014 Revisione del 27/06/2014 Numero 1 Una gestione avanzata dei materiali strategici e delle materie

Dettagli

dichiara di possedere i requisiti di cui all articolo 5 dello Statuto e di appartenere alla seguente categoria e relativa componente:

dichiara di possedere i requisiti di cui all articolo 5 dello Statuto e di appartenere alla seguente categoria e relativa componente: Domanda di adesione Da inviare a: CdA CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.59904315 1 1.1 Ragione Sociale 1.2 Via/Piazza PEC 1.3

Dettagli

LOGISTICA SU PALMARE GESTIONE DINAMICA DEL MAGAZZINO

LOGISTICA SU PALMARE GESTIONE DINAMICA DEL MAGAZZINO LOGISTICA SU PALMARE GESTIONE DINAMICA DEL MAGAZZINO > > Dall antichità fino al 20 secolo, la logistica costituiva una prerogativa esclusivamente militare; essa rappresentava quel particolare ramo dell'arte

Dettagli

Internet: www.gdpconsulting.it email: info@gdpconsulting.it Sede legale: Strada San Giorgio Martire, 97/6 70123 Bari (BA) Tel/Fax: 080/5057504

Internet: www.gdpconsulting.it email: info@gdpconsulting.it Sede legale: Strada San Giorgio Martire, 97/6 70123 Bari (BA) Tel/Fax: 080/5057504 SIGeA è la soluzione informatica per l azienda che opera nel mercato agroalimentare. Sviluppato da GDP Consulting sulla base dell esperienza sul campo di aziende del settore, SIGeA permette una gestione

Dettagli

GESTIONE ANAGRAFICA ARTICOLI. Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione dell anagrafica articoli. Per l inserimento di un nuovo articolo:

GESTIONE ANAGRAFICA ARTICOLI. Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione dell anagrafica articoli. Per l inserimento di un nuovo articolo: GESTIONE ANAGRAFICA ARTICOLI Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione dell anagrafica articoli. Per l inserimento di un nuovo articolo: - Inserire un nuovo codice articolo - campo alfanumerico

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E

Dettagli

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO L attività di audit del Laboratorio Chimico per la ristorazione scolastica LA MISSIONE Essere di ausilio alla Camera di Commercio di Torino ed alle altre

Dettagli

Il sistema completo per la ristorazione collettiva. InfoTecna

Il sistema completo per la ristorazione collettiva. InfoTecna Il sistema completo per la ristorazione collettiva InfoTecna Uno degli elementi fondamentali necessari per garantire la qualità di un buon servizio di ristorazione è il rispetto dei vincoli dietetici che

Dettagli