COSEFI. AGENZIA FORMATIVA di CONFINDUSTRIA FIRENZE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COSEFI. AGENZIA FORMATIVA di CONFINDUSTRIA FIRENZE"

Transcript

1 COSEFI AGENZIA FORMATIVA di CONFINDUSTRIA FIRENZE E' stata costituita come business academy tra Confindustria Firenze e Saif S.r.l. in forma di Consorzio con attività esterna, per la fornitura di servizi formativi alle imprese associate. Il ruolo principale di COSEFI è di fungere da business improver per le imprese tramite una maggiore preparazione e qualificazione del capitale umano, promuovendo, progettando e gestendo percorsi formativi personalizzati. In particolare, COSEFI si propone come elemento portante di una struttura a rete costituita dall'offerta formativa di parte imprenditoriale, valorizzando le potenzialità che derivano dalla integrazione nell Associazione Industriali di Firenze e con la rete di contatti con i migliori esperti disponibili sul mercato. COSEFI è agenzia formativa accreditata dalla Regione Toscana (cod. FI0111), con sistema di gestione certificato ai sensi della norma ISO9001:2008 e rispondente ai criteri fissati dal D.Lgs. 231/01. FORMAZIONE A CATALOGO Formazione finalizzata alla formazione, aggiornamento professionale ed alla riqualificazione degli occupati anche attraverso percorsi Interaziendali corsi, cioè, partecipati da dipendenti di più aziende svolti presso la sede di COSEFI I corsi sono proposti, secondo il Catalogo, su tutte le Aree di intervento di maggiore interesse aziendale. ABILITA PERSONALI Titolo corso: Strategie in tempi di crisi-lezioni dalla storia e prassi futura - Le soluzioni concretamente praticabili dalle PMI Mostrare un panorama della strategia dalle origini militari fino alle ultime frontiere aziendali. Fornire dei metodi pratici per scegliere le strategie realistiche di sopravvivenza e di sviluppo, con particolare riguardo alla competizione del medio periodo Origini e fonti del pensiero strategico Arte del comando e scienza della vittoria Co.Se.F.I - Consorzio Servizi Formativi alle Imprese Firenze Via Valfonda, 9 Telefono: Fax: On line: Codice Fiscale e P. IVA: COSEFI è agenzia formativa accreditata dalla Regione Toscana (cod. FI0111) e con sistema di gestione certificato ai sensi della norma ISO9001:2008 ed ai sensi del D.Lgs 231/01 n

2 Principi generali: lo spazio e il tempo Principi generali: l'applicazione della forza Asimmetrie: elementi di forza e debolezza delle parti in lotta Discussione sui principi generali e loro possibile estensione Pianificazione strategica e improvvisazione sul campo "Adattarsi al nemico" Simulazione: il Kriegspiel Cinque casi di campagne esemplari, da Zama al XX secolo Riepilogo e dibattito Adottare un metodo generale Determinare la missione, la posizione competitiva e le strategie realistiche Strumenti di analisi, sviluppo e decisione Gestire e rendere sistematica l innovazione interna Test di autovalutazione. Esercitazione Metodi per gestire i momenti difficili, per ridurre i danni, per affrontare la crisi Il modello Chaotics Metodi per le previsioni importanti Simulazione Cinque casi aziendali Riepilogo e dibattito Modalità di verifica finale: Questionario valutativo, test ed esercitazioni 16 ore Costo: 950,00 + I.V.A. Titolo corso: Prevedere per decidere - Il Crowdshang e altri sette metodi pratici efficaci Fornire un quadro generale e dei metodi pratici per affrontare le previsioni molto importanti. -Cenni su errori e trappole cognitive -Breve storia dei tentativi e delle tecniche per prevedere -Il metodo scientifico e i suoi confini. Locus of control. Procedura per astrarre -Test percettivo e di auto-valutazione. Prevedere l elefante -La valutazione dei rischi. L albero delle decisioni. La stima delle probabilità -La saggezza della folla -Applicare il brainstorming. Esercitazione -Il metodo Delphi. Esercitazione -Il metodo Pfizer. Esercitazione -Il metodo Shang. Tecniche di esercitazione in azienda. -Prevedere le vendite con i metodi Lugli, Langdon, Hiam e MMM. Esercitazione -Il metodo Crowdshang (ideazione del settembre 2014) -Test di autovalutazione. Riepilogo Modalità di verifica finale: Questionario valutativo, test ed esercitazioni 16 ore Costo: 330,00 + I.V.A. Titolo corso: Project management applicato Modulo base Obiettivo del corso è l apprendimento di concetti e pratiche del project management a livello base Introduzione, contesto, processi Integrazione di progetto Gestione dell ambito Gestione dei tempi Gestione dei costi Gestione dei rischi Modalità di verifica finale: Test 16 ore Costo: 300,00 + I.V.A. 2

3 Titolo corso: Gestione negatività in azienda - Contenere e trasformare conflitti, malessere, errori Il corso sottolinea come, nei comportamenti negativi, oltre a disagio e criticità, si possa rintracciare una risorsa seconda, che è possibile sbloccare per il ritorno alla motivazione e alla costruttività. - Acquisire un kit di strumenti operativi da applicare nella realtà produttiva - Trasformare le negatività in nuova risorsa e opportunità - Tecniche per fronteggiare in maniera competente problemi, conflitti, malessere, errori Aggiornare le mappe: la negatività è una risorsa Perché la chiamiamo negatività, tratti e definizioni Formati della negatività: ciclica, sistemica, interconnessa alla positività Una triplice provenienza Le tante negatività in azienda Malintesi, fissità, disattenzioni, egocentrismi, conflitti, malessere, stress, errori Le risposte convenzionali che negano la negatività, aumentandola Il Metodo Antinegatività (man) Saper accogliere, contenere, trasformare Una nuova abilità manageriale per passare da negativo a positivo Le tecniche a supporto Gli strumenti applicativi negli episodi di lavoro Gestire sé, tenere a bada il proprio negativo I capi devono dotarsi In riunione la gestione a tripletta Tre pedali indispensabili: apprezzamento, suggerimento, critica costruttiva Il metodo antinegatività nelle Risorse umane Modalità di verifica finale: Altra modalità: alternanza fra mappe, esercizi e casi concreti 16 ore Costo: 270,00 + I.V.A. Titolo corso: Motivazione e attivazione dei collaboratori - Strumenti operativi Il corso mette i partecipanti nelle condizioni di applicare fin da subito i metodi efficaci alla motivazione al lavoro e all attivazione. La motivazione è la funzione dentro una scala temporale più lunga, mentre l attivazione è quella qualità da suscitare e sollecitare in specifici step quotidiani Motivazione al lavoro Che cosa implica la motivazione? Le basi della motivazione intrinseca Motivazione e prestazione lavorativa Le criticità in azienda Disattenzione, calo del rendimento e ruotine Delega e inerzia sociale nei gruppi Il blocco comunicativo I limiti delle competenze e dei vincoli situazionali Buone pratiche per motivare La progettazione delle attività Comunicazione, partecipazione, apprendimento Soddisfazione e retribuzione La gestione di sé e l autoefficacia Il salto di attivazione Facilitare e allenare la motivazione 8 ore Costo: 200,00 + I.V.A. Titolo corso: Innovazione nella gestione delle risorse umane Riconoscere ed eliminare gli sprechi nelle attività quotidiane Distinguere velocemente tra attività ad alto valore ed attività superflue Mantenere e migliorare nel tempo i risultati raggiunti 3

4 Imparare velocemente dall esperienza, imparando a supportare i processi di cambiamento Far crescere le potenzialità del team valorizzando a pieno le risorse Creare una visione comune in azienda, con una strategia unica ed obiettivi allineati Innalzare i propri livelli di energia fisica, mentale e spirituale per ottenere risultati eccellenti a livello aziendale Semplificare e massimizzare l efficacia dell organizzazione aziendale Come distinguere le attività a valore aggiunto da quelle superflue per se stessi, per il proprio team e per il proprio business Saper scegliere cosa fare in prima persona, cosa delegare e cosa eliminare Sviluppare le capacità di apprendimento rapido in contesti complessi Ritrovare l'energia fisica, emozionale, spirituale e la sostenibilità del proprio stile di vita dentro e fuori l'azienda Fluidificare, snellire e semplificare le proprie giornate lavorative e quelle dei collaboratori Diventare esperti di risultati e non di attività Aumentare le prestazioni del gruppo con lo sviluppo delle capacità relazionali Supportare il miglioramento continuo: la Leadership Diventare agente di cambiamento sul campo attraverso il daily management Creare un visione condivisa, allineare gli obiettivi del team e vivere valori comuni in azienda e passare dalla strategia all azione con semplicità Farsi tirare dalle vere priorità : il True North nella vita e nel business 16 ore Costo: 270,00 Titolo corso: Il lean thinking negli uffici: lean office Aumentare la competitività delle aziende attraverso la caccia agli sprechi negli uffici Imparare facendo e toccare con mano i risultati Dalla teoria: apprendere i principi e le tecniche Lean Thinking Alla pratica: messa in pratica delle metodologia, facendo esercitazioni fisiche, misurando con indicatori il prima e il dopo Passando per tecniche di: miglioramento continuo, il team-learning e team-building Sessione di formazione sui principi e sugli strumenti lean Sessioni pratica di gestione ordini e documenti, prima in modo tradizionale e poi a flusso, con evidenza degli sprechi che vengono via via eliminati Briefing dopo ogni sessione utilizzando gli indicatori lean ed azioni per la riduzione/eliminazione degli sprechi Modalità di verifica finale: Altra modalità: esercitazione fisica (metodo tradizionale e metodo lean) 8 ore Costo: 140,00 + I.V.A. Titolo corso: Un solo obiettivo, persone diverse Guida il tuo team ai risultati Comprendere gli obiettivi, i compiti e le sfide della gestione delle persone Creare consapevolezza su quali sono le responsabilità e le leve del capo Gestire la relazione e motivare adeguatamente i collaboratori (soffermandosi sull empatia, l importanza del feedback, ecc) Apprendere la differenza tra prestazione e potenziale Riconoscere le differenze tra i Collaboratori, per poter trovare ed agire una serie di comportamenti diversi e personalizzati finalizzati a dare efficacia immediata alla azione manageriale L innovazione nel people management, la leadership, i feedback efficaci e la valutazione delle performance e del potenziale La delega come momento di responsabilizzazione e condivisione di obiettivi Il bisogno di riconoscimenti, la motivazione e l engagement dei collaboratori Il colloquio motivazionale (modello operativo) La crescita dei Collaboratori come elemento etico della posizione manageriale Come gestire team con membri e problematiche sfidanti Modalità di verifica finale: Discussioni ed esercitazioni 8 ore 4

5 Costo: 200,00 + I.V.A. Titolo corso: Motivazione & Delega Sblocca il potenziale della tua organizzazione Acquisire metodologie per impostare la delega (definire cosa delegare a chi, perché) Delegare ai propri collaboratori, condividendo obiettivi chiari e risultati Conoscere e sperimentare l uso di strumenti di supervisione, di dialogo manageriale, di feedback per la gestione della delega Promuovere la motivazione ingaggiando i Collaboratori. La cultura gestionale e della delega Esperienze di delega e motivazione dei collaboratori Il processo di delega: le fasi e gli obiettivi I principali errori nella delega L impatto gestionale della delega: motivazione, sviluppo, responsabilizzazione Organizzare il controllo delle deleghe I diversi stili relazionali nella delega: approcci comunicativi differenziati Risultati e feed-back al collaboratore Auto-feedback manageriale Preparazione al follow-up Modalità di verifica finale: Discussioni ed esercitazioni 8 ore Costo: 200,00 + I.V.A. CONTABILITA E FINANZA Titolo corso: Le operazioni di export-import con i Paesi a fiscalità privilegiata Fare business con aziende di Paesi ad alto rischio fiscale Illustrare le principali modalità con cui avvengono le operazioni di pianificazione fiscale sfruttando i vantaggi offerti dai Paesi a fiscalità privilegiata e le principali misure di contrasto ai fini dell imposta sui redditi e dell IVA L impatto del regime fiscale sulla profittabilità delle operazioni internazionali e la pianificazione fiscale dell impresa I Paesi e i Territori a fiscalità privilegiata Le misure di contrasto fiscale L indeducibilità dei costi per le operazioni non white list Le prove esimenti L indicazione dei costi in dichiarazione dei redditi La comunicazione black list ai fini IVA Modalità di verifica finale: Discussioni ed esercitazioni 8 ore Costo: 200,00 + I.V.A. Titolo corso: L I.V.A. minuto per minuto commentata articolo per articolo Fornire una chiara ed approfondita disamina della disciplina I.V.A. vigente con particolare attenzione agli aspetti operativi connessi all applicazione dell imposta Campo di applicazione dell I.V.A. Definizione di cessioni di beni Definizione di prestazioni di servizi Definizione di esercizio di impresa, arte e professione 5

6 Momento di effettuazione delle operazioni Territorialità dell imposta: Cessioni e prestazioni Servizi internazionali Importazioni di beni da Stati EXUE Operazioni esenti Permute e operazioni accessorie Base imponibile ed esclusioni Soggetto passivo e rivalsa dell imposta Emissione fatture e registrazione Autofatture, reverse-charge domestico e INTRAUE Adempimenti per operazioni al dettaglio Registrazione fatture acquisto e bollette doganali Detrazione I.V.A. acquisti Esclusione e/o riduzione della detrazione Variazioni dell imponibile e/o dell imposta Cessioni e acquisti di beni INTRAUE Acquisti con lettera di intento: adempimenti Liquidazione e versamento dell imposta Regimi speciali: agricolo, beni usati, sogg. minimi San Marino Vaticano Organi internazionali Adempimenti dichiarativi Spesometro Intrastat Black List Modalità di verifica finale: Discussioni 32 ore Costo: 460,00 + I.V.A. GESTIONE AZIENDALE E AMMINISTRAZIONE Titolo corso: Il business plan come strumento per ottimizzare il rapporto banca impresa e migliorare il controllo interno dell azienda - La redazione di un piano economico finanziario credibile e prudente che permetta di rendere più trasparente il rapporto banca-impresa e al tempo stessa permetta all azienda di tenere sotto controllo gli andamenti economico-finanziari e le inefficienze Permettere all imprenditore o alla direzione aziendale di valutare gli impatti economici e finanziari di determinati cambiamenti sui dati di bilancio e, allo stesso tempo, spiegare agli eventuali finanziatori i motivi del cambiamento e gli effetti che tali scelte avranno sulla redditività. Prendere coscienza degli indicatori che permettono di mantenere alti i rating bancari permettendo all azienda di sviluppare in modo ottimale e più consapevole il rapporto banca-impresa La presa di coscienza della necessità di cambiamento attraverso l analisi dei dati storici I principi base di impostazione del piano economico finanziario: I prospetti necessari I dati economici essenziali I dati patrimoniali essenziali L impostazione del rendiconto finanziario L analisi degli indicatori storici in relazione ai rating bancari L impostazione del piano prospettico ( 3/5 anni) L analisi dei dati prospettici ( what if ) L impostazione della relazione a corredo del piano Esempio pratico 6

7 Esercitazioni ( in particolare relative alla riclassifica ottimale dei bilanci storici e prospettici) 8 ore Costo: 200,00 + I.V.A. Titolo corso: Amministrazione di magazzino per non specialisti Come si gestisce un magazzino? Fornire dapprima le conoscenze di base dei concetti elementari della gestione di magazzino. Fare acquisire agli operatori di magazzino ed agli amministrativi di magazzino quelle competenze necessarie a considerare il magazzino parte integrante del processo di produzione aziendale e non funzione a se stante. Favorire la comprensione dei processi gestionali del magazzino. Ampliare le competenze sia degli operatori di magazzino, sia degli amministrativi di magazzino oltre le conoscenze «di routine». Acquisire le competenze necessarie ad una corretta gestione delle contabilità di magazzino, facilitando i flussi di informazioni fra operatori di magazzino ed amministrativi di magazzino Fare comprendere l interconnessione fra gestione fisica e gestione contabile del magazzino Le rimanenze di magazzino Fondamenti organizzativi del sistema amministrativo e contabile Modalità di rilevazione della movimentazione delle scorte Possibili accertamenti sulla contabilità di magazzino Modalità di verifica finale: Combinazione tra più modalità: esempi, casi aziendali, confronto 12 ore Costo: 250,00 + I.V.A. INFORMATICA Titolo corso: Excel advanced Corso di aggiornamento Portare fondamentali contributi all innovazione tecnologica aziendale e alla riqualificazione del personale con costi contenuti e risultati eccellenti Formule e Funzioni Tabelle e Grafici Pivot Macro 20 ore Costo: 340,00 + I.V.A. 7

8 MARKETING E VENDITE Titolo corso: Successo nella vendita: tecniche e strategie Analizzare il proprio prodotto e la propria azienda in chiave di marketing, esplicitando benefici vincenti per il cliente; Verificare le proprie skills comunicative e relazionali con specifico riferimento alla vendita Capire come si sviluppa il processo di vendita esercitandosi su ogni singola fase; Pianificare il rapporto col cliente per aumentare la produttività del lavoro Ottenere feedback (trainer + partecipanti) su ogni fase del processo di vendita allo scopo di auto valutarsi e Programmare un proprio piano di sviluppo dopo il corso. I vantaggi competitivi della propria azienda: come sviluppare una presentazione aziendale di forte impatto sulla nuova clientela. Le capacità del venditore di successo: dalle tecniche alle strategie di vendita. Le Qualità personali: come sviluppare le qualità indispensabili nella vendita. Le strategie di vendita: percorsi che mirano direttamente ai risultati. La strategia target clienti: identificare i clienti ad alto potenziale. La strategia acquisizione di nuovi clienti: definire percorsi precisi (GSP) per conquistare nuovi clienti. La costruzione della credibilità: i comportamenti eccellenti che rendono un venditore credibile. Le tecniche di vendita: apertura del colloquio, scoperta, proposta (C.V.B.), gestione obiezioni, chiusura. La strategia gestione del portafoglio clienti: mappa della clientela. La strategia di sviluppo dei clienti esistenti: come formulare piani di sviluppo e strategie per sviluppare i clienti. Modalità di verifica finale: Combinazione tra più modalità: discussioni ed esercitazioni 24 ore Costo: 380,00 + I.V.A. Titolo corso: Sviluppo Capi Area alla Gestione e Motivazione della rete vendita I partecipanti svilupperanno sensibilità e capacità di: Identificare le aree chiave del successo di vendita e focalizzare il proprio tempo sulle attività ad alto valore aggiunto. Utilizzare in modo efficace la pianificazione e monitoraggio dei risultati. Svolgere interventi mirati sui propri venditori al fine di migliorare la loro performance. Utilizzare il coaching come strumento di sviluppo dei propri agenti La direzione commerciale: le condizioni per il successo. Il ruolo del Supervisore di vendita: aree chiave e principali responsabilità. Le tre strategie vincenti: focus sui fattori chiave del successo di vendita. La selezione dei venditori: il profilo condiviso le tecniche di selezione. Targeting: definire il profilo del cliente ottimale. Le strategie sul cliente: classificare la clientela e definire le strategie vincenti per ogni classe / segmento. Analisi dei potenziali: mercato effettivo, mercato potenziali, quote di mercato. Definizione delle conoscenze di base: le conoscenze indispensabili per una buona performance di vendita. La pianificazione delle vendite: la definizione degli obiettivi di vendita e la condivisione con i venditori. Il monitoraggio dei risultati (Funnel analysis): il modello di monitoraggio, gli indicatori di performance, le priorità di intervento. Lo sviluppo del venditore: le conoscenze, le skills di vendita e le strategie. Il check up sul venditore: la creazione di un cruscotto di performance. Il coaching: come favorire i cambiamenti del venditore. performance del venditore: classificare gli agenti e gestirli a seconda della performance. Le attività di impulso alle vendite: le azioni correttive e l applicazione delle nuove strategie 16 ore Costo: 270,00 + I.V.A. 8

9 Titolo corso: Web marketing 3.0 Tecniche e opportunità nella gestione delle relazioni con i clienti nella dimensione Web Fornire alle imprese concreti strumenti di valutazione delle opportunità ed esigenze esistenti in tema di programmazione e controllo della loro identità web Fornire indicazioni in merito alle opzioni organizzative della gestione della Web Identity Rafforzare la capacità di entrare in contatto e gestire consapevolmente le relazioni con i clienti Massimizzare l efficienza dell investimento in Web dell azienda. Comporre il Budget della spesa in Web marketing. Introduzione al Web Marketing Che fine fara il marketing tradizionale? Outbound o inbound? farsi trovare dai consumatori anziché cercarli Come il web ha cambiato il marketing aziendale La lead generation Generare nuovi contatti per moltiplicare il fatturato Obiettivi della presenza sul web - Come si definiscono e in che modo si controllano 5 passi facili per passare dalla creazione di un sito al posizionamento nei motori di ricerca Le mappe strategiche per la pianificazione del Web Marketing Come definire la corretta strategia di investimenti on line: miti da sfatare sui costi della pubblicità in rete Blogging: Contenuti. Esempi di Blog di successo e fallimenti famosi. Prima di aprire la vetrina sul web pensiamoci! Cosa, quando e come scrivere Il coordinamento degli strumenti di comunicazione Web marketing: Perché le aziende ne hanno ancora (un gran) bisogno La landing page: L importanza dell ingresso nell azienda in rete per il successo della relazione. Seo: Perché non vi dovete preoccupare della prima posizione su Google! Social Media: Quando esserci e quali scegliere (Twitter vs. Facebook?) Misurare: Il controllo delle campagne per ottimizzare gli investimenti L analisi dei rapporti di Google Analytics La determinazione del budget di investimenti in media Il ROI (adspot) Organizzarsi per il web: Dove sono e chi sono le persone che possono e devono prendersi cura dell identità aziendale ore Costo: 250,00 + I.V.A. Titolo corso: Marketing e Social Media Marketing Apprendere i concetti di marketing Apprendere le metodologie del social media marketing Apprendere i sistemi di controllo delle attività di marketing La pianificazione di marketing L ambiente di marketing (interno e esterno) Posizionamento Le nuove logiche di comunicazione Obbiettivi del social media marketing Gli strumenti del social media marketing Costo: 16 ore 270,00 + I.V.A. 9

10 Titolo corso: Il marketing management come base del CRM Collegare i vantaggi competitivi di prodotto alle motivazioni di scelta del consumatore Evoluzione del mercato e management Il marketing management in una prospettiva attuale Il marketing plan con attenzione alle relazioni esterne (PENCILS) Strategie gestionali nel marketing dei servizi Costo: 8 ore 200,00 + I.V.A. SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO Titolo corso: Formazione per Formatori Perché insegnare è imparare due volte Rendere efficace ed efficiente la progettazione e la conduzione della formazione sul tema della sicurezza, cercando di rendere operative le conoscenze acquisite, passando così dalla teoria alla pratica. I linguaggi della formazione, le concezioni della formazione L apprendimento negli adulti Esercitazione La funzione e l importanza della formazione nell organizzazione e nella sicurezza sul luogo di lavoro L Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 e l Art. 37 del D.Lgs e s.m.i. La norma ISO:29990-Servizi di formazione per l istruzione e la formazione non formali Esercitazione Il focus group La cultura della sicurezza: norme, clima e leadership Informazione, formazione e addestramento: dalla percezione del rischio alla valutazione del rischio Esercitazione Il Formatore: ruolo e competenze I criteri di qualificazione della figura del formatore per la salute e sicurezza dei luoghi di lavoro Esercitazione Tecniche e strumenti del formatore e loro utilizzo in relazione agli obiettivi formativi: analisi e valutazione delle diverse tecniche e metodologie La partecipazione dei lavoratori: lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi Il gioco dei ruoli l Safety Talk Esame: progettazione e presentazione di un corso della durata di 20 minuti Modalità di verifica finale: Combinazione tra più modalità: progettazione e presentazione di un corso Costo: 20 ore 380,00 + I.V.A. Titolo corso: Leadership emotivamente intelligente per il raggiungimento dell eccellenza nei luoghi di lavoro Far acquisire e praticare ai partecipanti conoscenze teoriche, strumenti e strategie di base per ridurre lo stress e promuovere il benessere e la performance nei luoghi di lavoro attraverso lo sviluppo di una Leadership emotivamente intelligente. I partecipanti avranno la possibilità di: - Assimilare il concetto di Intelligenze Emotiva e conoscerne le concrete applicazioni nella propria organizzazione per migliorarne l efficacia 10

11 - Comprendere e praticare le proprie abilità di Leadership emotivamente intelligente attraverso esercitazioni pratiche e il feedback degli altri partecipanti - Acquisire strategie per la gestione e la valorizzazione delle emozioni sia in se stessi che negli altri - Approfondire casi di studio e discussioni per assimilare i concetti di base e progettare l applicazione degli strumenti proposti dal docente nella propria realtà organizzativa I vantaggi della Leadership emotivamente intelligente: ispirare e motivare il team Comunicazione efficace: riconoscere ed esprimere le emozioni per migliorare la gestione della riunione, la selezione del personale e la negoziazione (saper discriminare tra emozioni sincere e simulate) Time management: programmare le attività con Intelligenza Emotiva Strategie efficaci per la gestione delle emozioni e dello stress Valorizzare le emozioni per migliorare il clima emotivo in azienda, la performance, la risoluzione dei problemi e l abilità di presa di decisioni Casi di studio Action Plan: pianificare l applicazione degli strumenti PERWORK in azienda Durante il corso il formatore proporrà attività esperienziali, role-play, esercitazioni pratiche, dibattiti e scambi di esperienze professionali. Modalità di verifica finale: Combinazione tra più modalità: attività esperienziali, role-play, esercitazioni pratiche, dibattiti e scambi di esperienze professionali 8 ore Costo: 190,00 Titolo corso: Guida sicura Mugello Eventi Motorsport Drive School Experience Formare in modo completo per un corretto uso dell'automobile, concentrando l'attenzione sulla propria e altrui sicurezza. Ore Ritrovo presso l Autodromo del Mugello Ore Ore Ore Ore Inizio teoria con supporto di audiovisivi Divisione in gruppi di lavoro ed inizio esercizi (3 gruppi da 6/8 persone ciascuno) - Evitamento ostacolo improvviso - Antisbandamento - Frenata di emergenza Light-lunch Ripresa lavori - Frenata in curva - Slalom - Percorso attrezzato Ore Consegna Attestati di partecipazione e congedo Modalità di verifica finale: Altra modalità: simulazioni ed esercitazioni Costo: 8 ore 630,00 + I.V.A. 11

12 TECNICHE DI PRODUZIONE Titolo corso: Il lean thinking nel manufacturing: Lean Production Aumentare la competitività delle aziende attraverso la caccia agli sprechi in fabbrica Imparare facendo e toccare con mano i risultati Dalla teoria: apprendere i principi e le tecniche Lean Production Alla pratica: messa in pratica delle metodologia, facendo esercitazioni fisiche, misurando con indicatori il prima e il dopo. Passando per tecniche di: miglioramento continuo, il team-learning e team-building Sessione di formazione sui principi e sugli strumenti lean Sessioni di montaggio con utilizzo dei Lego, prima ad isola e poi a flusso, con evidenza degli sprechi che vengono via via attaccati ed eliminati Briefing dopo ogni sessione produttiva utilizzando gli indicatori lean ed azioni per la riduzione/eliminazione degli sprechi Modalità di verifica finale: Altra modalità: esercitazione fisica (production game) Costo: 8 ore 140,00 + I.V.A. Titolo corso: Il lean thinking in area tecnica: Lean Design Gestione di progetti e commesse parallele Capire i principi e le tecniche Lean Thinking mettendoli in pratica, in modo coinvolgente sulla gestione progetti e commesse parallele, facendo esercitazioni fisiche. Sperimentare cos'è il miglioramento continuo e il team-learning e team-building. Sessione di formazione sui principi e sugli strumenti lean Sessioni pratica di gestione ordini e documenti, prima in modo tradizionale e poi in modalità «multiproject», con evidenza degli sprechi che vengono via via eliminati Briefing dopo ogni sessione utilizzando gli indicatori lean ed azioni per la riduzione/eliminazione degli sprechi Modalità di verifica finale: Altra modalità: esercitazione fisica Costo: 8 ore 140,00 + I.V.A. Si precisa che i suindicati corsi si realizzano al raggiungimento di 8 iscritti e con un massimo di 20 partecipanti Referente formazione a catalogo Cinzia Paoli Tel

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE RIEPILOGO CORSI Tecniche di negoziazione e di redazione dei contratti di vendita e di distribuzione commerciale Talenti & Vendite: la gestione della relazione commerciale Capire per vendere Tecniche di

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE Progetto di formazione Questo progetto si articola in due diversi interventi: - un corso/laboratorio per

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli:

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: 2. IL PROCESSO DI VALUTAZIONE 2.1. Gli attori del processo di valutazione Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: Direttore dell Agenzia delle Entrate.

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

INTRODUZIONE 17. Introduzione

INTRODUZIONE 17. Introduzione INTRODUZIONE 17 Introduzione Questo libro nasce dal desiderio di raccogliere e condividere le idee elaborate dal nostro gruppo di lavoro nel corso della progettazione e realizzazione di progetti inerenti

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Guida 2014 Attività & Progetti

Guida 2014 Attività & Progetti Guida 2014 Attività & Progetti Sommario pag. Premessa... 4 Obiettivo di questa GUIDA... 4 Lista Progetti... 4 Referenti Progetti... 5 I. Progetto UN FIOCCO IN AZIENDA... 6 Benefici del Programma II. Progetto

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Gli strumenti per una didattica inclusiva

Gli strumenti per una didattica inclusiva STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Ottilia Gottardi CTI Monza Est Gli strumenti per una didattica inclusiva Ottilia Gottardi CTI Monza Est PRINCIPI della PEDAGOGIA INCLUSIVA Tutti possono imparare;

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 1 L ASSETTO ORGANIZZATIVO, IL COMPORTAMENTO ORGANIZZATIVO In organizzazione il centro

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Project Management Office per centrare tempi e costi

Project Management Office per centrare tempi e costi Project Management Office per centrare tempi e costi Il Project Management Office (PMO) rappresenta l insieme di attività e strumenti per mantenere efficacemente gli obiettivi di tempi, costi e qualità

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali Cos è un progetto? Un iniziativa temporanea intrapresa per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 Centralized control with decentralized responsibility (Johnson and Kaplan, 1987) 1. Dalla nascita fino al 1920 La General Motors,

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

L Autovalutazione L Autovalutazione con il con il Modello CAF Massimo Tronci

L Autovalutazione L Autovalutazione con il con il Modello CAF Massimo Tronci L Autovalutazione con il Modello CAF Questa presentazione L autovalutazione e il miglioramento Il processo di autovalutazione La scelta dell approccio all autovalutazione Alcuni approfondimenti sull autovalutazione

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA. SCUOLA PRIMARIA DI ALBINO Piazzale caduti 1, Tel/Fax. 035 751 492

SCUOLA PRIMARIA. SCUOLA PRIMARIA DI ALBINO Piazzale caduti 1, Tel/Fax. 035 751 492 SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA DELL'INFANZIA DI ALBINO Viale Gasparini, Tel/Fax 035 754 420 SCUOLA DELL'INFANZIA DI DESENZANO Via Loverini, Tel/Fax. 035 751 436 SCUOLA PRIMARIA SCUOLA PRIMARIA DI ALBINO Piazzale

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli