Finanza strutturata. Structured Loans: - semplificazione processi - automazione - governo e controllo. Luca Fontana.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Finanza strutturata. Structured Loans: - semplificazione processi - automazione - governo e controllo. Luca Fontana."

Transcript

1 Finanza strutturata Structured Loans: - semplificazione processi - automazione - governo e controllo Luca Fontana 27 Ottobre 2010 Senior Executive Banking Consultant Italy

2 Contesto di riferimento Operazioni di finanziamento in ambito Investment Bank - Structured Finance Loans Operazioni rivolte al large corporate, sindacate tra gruppi bancari nei principali settori : Aerospace finance Real Estate Telecom & media Leverage & Acquisition Finance Leverage buy out Project Finance Import & Export loans Securitisation con forme tecniche e modalità operative: Cassa Firma IBLOR Term Revolving Bullet Pool Plan vanilla Operazioni con struttura finanziaria complessa e variegata: con sottostanti contratti differenziati (BT / MLT), paniere divise,term oppure revolving, con impiego diretto o tramite sottoscrizione di pool; con utilizzi per ciascun contratto di differente durata e rimborso, con somministazioni uniche o a tranche, La composizione dell offerta al cliente e estremamente impegnativa: in termini di struttura finanziaria, di ricerca banche sottoscrittrici, di analisi del cliente o dei cash flow dei veicoli (vedasi operazioni Project finance). Coinvolte più strutture della Investment bank (origination, syindication, distribution, ) che debbono essere costantemente fasate tra di loro.

3 Attuali esigenze della finanza strutturata Strutturazione delle operazioni di impiego Gestione processi creditizi Proposizione verso il mercato Governance delle operazioni (forme tecniche miste) mantenendo il controllo globale della stessa (relazioni di pricing con rating controparte) di affidamento e analisi cliente (definizione precisa di contratti e condizioni (Vigilanza, controllo gestione, contabilità) Calcolo redditività delle operazioni (es : Roca, Raroc, composizione EVA) Assegnazione indicatori di rischio al portafoglio (PD, LGD, EAD) Monitoraggio andamentale Per direzione crediti corporate Integrazione con il sistema di controllo A livello gruppo bancario Gestione documentale Gestione dei processi Predisposizione di datawarehouse Enterprise Content Management inerente i documenti relativi alla operazione Tramite workflow management system, misurazione indicatori per l analisi dei dati di portafoglio (aggregazioni impieghi, determinazione LDR)

4 Attuali esigenze della finanza strutturata (segue) L armonizzazione di tali processi e il loro supporto dal punto di vista tecnologico/informatico porta l istituzione finanziaria a posizionarsi in una fascia di eccellenza in quanto: e in grado di essere competitiva soddisfa pienamente i clienti e incrementa la propria leadership Eccellenza nei processi dell istituzione finanziaria ottiene una efficiente governance della materia riduce i costi derivanti da rischi operativi (riduzione accantonamento capitale in un modello AMA) efficienta la struttura di middle e back office (riducendone i rischi e i costi)

5 PROJECT FINANCE multi-borrower: una rappresentazione La complessità dell operazione, insita nella sua natura, rende necessario avere un controllo e una visione globale della stessa. I processi relativi al perfezionamento e alla gestione dell operazione debbono essere ben rappresentati ed al contempo devono avere un elevato margine di flessibilità per poter gestire al meglio le casistiche diverse che si presentano per ogni operazione. SPV OPERAZIONE Prodotto/condizioni finanziarie Di riferimento globali Borrower OPERAZIONE Prodotto finanziario dedicato Borrower OPERAZIONE Prodotto finanziario dedicato Borrower OPERAZIONE Prodotto finanziario dedicato Contratto BT Cassa Contratto Credito Firma Contratto derivati Contratto MLT Cassa Condizioni specifiche Deroghe Utilizzo Utilizzo Utilizzo Utilizzo tranche tranche tranche tranche

6 Esempio : Processo Loans Syndication (macro) PREMANDATO POSTMANDATO POSTFIRMA individuazione e analisi bisogni del prenditore configurazione proposta finanziaria analisi offerte banche arranger competitor scelta eventuale della banca arranger (dal prenditore) relationship banking speciality banking queue open bidding presentazione offerta al prenditore sole bidding multi bank bidding fully / partial underwritten best effort aggiudicazione del mandato direct loan syndicate participation syndicate Qualificazione del Pool in maniera differenziata per singolo Contratto, o per singolo Utilizzo specializzazione del Pool dell Operazione in ogni momento a livello di singola Entità information memorandum selezione banche per finanziare prenditore road show operazione presentazione alle banche sottoscrittici presentazione al prenditore bookrunning lettere invito adesione sottoscrizioni / rifiuti gestione over/under subscription allocazione prestito formalizzazione quote banche sottoscrittrici eventuale riduzione prestito prenditore(best effort) contrattualistica pubblicazione Tombstone Bank8 20% Bank5 50% Bank1 10% Ban 9 20% OPERAZIONE : EXPORT Utilizzo Contratto MLT Cassa Utilizzo tranche tranche presa in carico operazione Agent Bank definizione reference Bank gestione eventuale sindacazioni quota in carico Lead Bank gestione amministrativo contabile controllo gestionale operazione (redditività) adempimenti normativi (vigilanza) QUOTA AFFIDAMENTO ISTITUTO 30% QUOTA AFFIDAMENTO ALTRI 70% Bank1 10% Bank2 20% Bank4 10% Bank5 20% Bank3 70% Bank6 60% Bank7 10% SYNDICATE BANKS UNDERWRITERS

7 Processo Loans Syndication Ingresso nel pool di un nuovo partecipante con aumento quota contratto Passaggio da un contratto non in pool ad uno in pool Processo Loans Syndication zoom processi post firma middle/back office Gestione di Sindacazione per operazioni Multicurrency sia con tassi di cambio ufficiali che con cambi specifici di sindacazione Cessione o acquisizione quota di finanziamento tra i partecipanti senza interessare la quota dell istituto Ingresso nel pool di un nuovo partecipante con cessione quote da altri partecipanti Uscita dal pool di un partecipante Gestione azzeramento quota banca principale (vendita intera partecipazione a ulteriori underwriters) Cessione o acquisizione quota di finanziamento da parte dell istituto Per il governo di tali processi: efficientamento del sistema organizzativo (workflow management) informatico (applicazione dedicata) controllo totale dell evoluzione del business gestito

8 Esempio di efficientamento attraverso varie fasi implementative Situazione di partenza tutto e gestito ma non efficiente Sistemi Dipartimentali (.XLS, ACCESS, ) Norme operative : : circolari Input Transazionali diversi Co.Ge. Input Transazionali diversi Dati Manuali Crediti Sistema di regolamento Datawarehouse Controllo di gestione Conti Correnti PROVIDER ESTERI Operazioni in POOL Vigilanza

9 Esempio di efficientamento attraverso varie fasi implementative Prima fase: gestione delle operazioni con un sistema unico ed integrato nel contesto bancario Tutti gli attori della Investment bank hanno a disposizione un unico sistema applicativo integrato efficiente Direzione rischi Direzione crediti Internal audit Struttura Finanziaria (regole di business) C.F. Operazioni Project Finance Structured Finance Real Estate Syndicated Loans Anagrafe / CRM Controllo di gestione Conti correnti Regolamenti Co.GE. Vigilanza Provider Risk Management SISTEMA INFORMATIVO BANCA

10 Esempio di efficientamento attraverso varie fasi implementative Seconda fase: gestione documentale e controllo delle operazioni Circolarità e condivisione dei documenti, reportistica e monitoraggio organizzato delle operazioni Direzione rischi Direzione crediti Internal audit Struttura Finanziaria (regole di business) Enterprise Content Management C.F. Operazioni Project Finance Structured Finance Real Estate Syndicated Loans Anagrafe / CRM Controllo di gestione Conti correnti Regolamenti Co.GE. Vigilanza Provider Datamart & Busines Intelligence Risk Management SISTEMA INFORMATIVO BANCA

11 Esempio di efficientamento attraverso varie fasi implementative Terza fase: gestione workflow e business process management Direzione rischi Direzione crediti Internal audit Workflow Management Struttura Finanziaria (regole di business) Enterprise Content Management Datamart & Busines Intelligence C.F. Operazioni Project Finance Structured Finance Real Estate Syndicated Loans Anagrafe / CRM Controllo di gestione Conti correnti Regolamenti Co.GE. Vigilanza Risk Management Provider SISTEMA INFORMATIVO BANCA

12 Obiettivi raggiunti Riduzione rischi operativi Gli utenti dell istituzione finanziaria operano su un unico sistema, integrato nel sistema informativo del gruppo e pertanto i dati sono tracciati, controllati, ricostruibili. Il sistema e pertanto compliance con le regole di vigilanza, di risk management e di processo audit interno. Vengono abbattuti i rischi operativi. Vengono controllati i rischi finanziari. Efficientamento dell operatività Gli utenti delle strutture centrali, deputati all organizzazione dell operazione, dispongono di un workflow di processo per l efficientamento dell operatività comune (lettere alle banche, gestione esiti, road show, ); cio non limita o riduce la libertà di manovra ma ottimizza i carichi di lavoro laddove necessario. Circolarità delle informazioni di premandato a tutti gli attori partecipanti all operazione (interni all istituzione finanziaria o esterni alla stessa). Razionalizzazione del cartaceo e riduzione dei tempi I documenti delle operazioni finanziarie - dalle lettere di invito alla sindacazione, ai contratti, alle comunicazione da e verso le banche (chiamata fondi, tassi riferimento, ) - sono digitalizzati e storicizzati. Quindi accedibili e consultabili. Razionalizzazione del cartaceo e abbreviazione dei tempi di recupero dello stesso e dei dati. Riduzione dei costi per informazioni estemporanee Le operazioni finanziarie (singole e raggruppate in portafogli) sono consultabili in viste differenti in base alle esigenze di business (finanziarie, risk management, direzionali, commerciali, ). Ogni operazione complessa e sempre rappresentata in un quadro di controllo riepilogativo generale. Riduzione dei costi legati alla produzione di informazioni estemporanee. Ottimizzazione carichi di lavoro Gli utenti di middle e back office dispongono di un workflow organizzato che guida le azioni comuni indirizzando gli applicativi di competenza (bonifici, erogazioni, rinegoziazioni, variazioni tassi,.); con monitoraggio dell efficienza dei processi e la possibilità di intervento a rettifica per migliorare. Riduzione del rischio operativo, ottimizzazione dei carichi di lavoro.

13 Moduli applicativi che permettono la realizzazione dell architettura esposta permettendo l efficientamento del sistema Workflow Management IBM WebSphere BPM IBM WEBSPHERE LOMBARDI Teamworks Struttura Finanziaria (regole di business) C.F. Operazioni Project Finance Structured Finance Real Estate Syndicated Loans Enterprise Content Management Datamart & Busines Intelligence IBM Sistemi Informativi Corporate Finance Loans extended Finance Puma extended Finance Payments IBM Filenet Content Manager FileNet IBM Sistemi Informativi Credit Datawarehouse IBM Cognos Business Intelligence

14 Grazie per l attenzione Luca Fontana Senior Executive Banking Consultant Italy

Credit Factory. Piattaforma completa e integrata per la gestione del Credito

Credit Factory. Piattaforma completa e integrata per la gestione del Credito Credit Factory Piattaforma completa e integrata per la gestione del Credito Canali e Core Banking Finanza Crediti Credit Factory Piattaforma completa e integrata per la gestione del Credito Sistemi Direzionali

Dettagli

IC Satellite. Investment Banking Advisors. Autocartolarizzazione. icsatellite.com. a different perspective. 2013-2014 riservato confidenziale

IC Satellite. Investment Banking Advisors. Autocartolarizzazione. icsatellite.com. a different perspective. 2013-2014 riservato confidenziale Autocartolarizzazione icsatellite.com a different perspective Chi siamo e che facciamo in 10 sec. IC Satellite è una società di CONSULENZA DIREZIONALE IN FINANZIARIA STRATEGICA (qualcuno la chiamerebbe

Dettagli

Titolo corso Prestiti Sindacati

Titolo corso Prestiti Sindacati Titolo corso Prestiti Sindacati Milano, 17 Maggio 2014 A cura di Fabrizio Chiacchiera Cosa sono i Prestiti Sindacati - Nel Mercato dei Capitali la Banca ha il ruolo di erogare credito - Credito concesso

Dettagli

Cosa significa Corporate Finance?

Cosa significa Corporate Finance? Gestione della funzione di Corporate Finance in una Banca Internazionale 1 Cosa significa Corporate Finance? Corporate Finance o «Finanza d Impresa», è una specifica area della finanza che tratta delle

Dettagli

Gestione della funzione di Corporate Finance in una Banca Internazionale

Gestione della funzione di Corporate Finance in una Banca Internazionale Gestione della funzione di Corporate Finance in una Banca Internazionale Dott.ssa Simona Casaroli Corporate Banking Coverage Barclays Bank Plc, Italy Testimonianza UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA Dipartimento

Dettagli

consulenza e soluzioni applicative al servizio dei Confidi

consulenza e soluzioni applicative al servizio dei Confidi consulenza e soluzioni applicative al servizio dei Confidi Un partner unico e innovativo: esperienze, competenze e soluzioni a supporto di ogni processo Dedagroup partner dei Confidi Oggi il mondo dei

Dettagli

Tecnica finanziaria fondata sul principio secondo il quale una specifica iniziativa economica viene valutata principalmente per le sue capacità di

Tecnica finanziaria fondata sul principio secondo il quale una specifica iniziativa economica viene valutata principalmente per le sue capacità di GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE IL PROJECT FINANCING La finanza di progetto Tecnica finanziaria fondata sul principio secondo il quale una specifica iniziativa economica viene valutata principalmente

Dettagli

DDConfidi è una soluzione per: LA SUITE DI SOLUZIONI SOFTWARE E SERVIZI DISEGNATA PER I CONFIDI

DDConfidi è una soluzione per: LA SUITE DI SOLUZIONI SOFTWARE E SERVIZI DISEGNATA PER I CONFIDI DDConfidi è una soluzione per: LA SUITE DI SOLUZIONI SOFTWARE E SERVIZI DISEGNATA PER I CONFIDI SELEZIONARE CON ATTENZIONE I CLIENTI, MONITORARE IN MODO EFFICACE LA QUALITÁ DEL PORTAFOGLIO, RISPONDERE

Dettagli

I prestiti sindacati. Sommario

I prestiti sindacati. Sommario I prestiti sindacati Lucidi a cura di Giovanna Zanotti Sommario Definizione Il processo di sindacazione I diversi ruoli in un prestito sindacato Struttura tecnica di un prestito sindacato Il pricing Confronto

Dettagli

Il contributo si focalizza sugli aspetti organizzativi/ funzionali connessi allo sviluppo/ implementazione dei sistemi di rating interno

Il contributo si focalizza sugli aspetti organizzativi/ funzionali connessi allo sviluppo/ implementazione dei sistemi di rating interno IL CONTRIBUTO DI UNICREDITO ITALIANO AL PROGETTO DI RICERCA Rating interni e controllo del rischio di credito Esperienze, problemi, Soluzioni Milano - 31 marzo 2004 NEWFIN Centro Studi sull innovazione

Dettagli

Il Rating e il Pricing Risk Adjusted dei nuovi finanziamenti delle banche

Il Rating e il Pricing Risk Adjusted dei nuovi finanziamenti delle banche S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL RAPPORTO BANCA-IMPRESA Il Rating e il Pricing Risk Adjusted dei nuovi finanziamenti delle banche ROBERTO RIZZO 21 NOVEMBRE 2014 MILANO Agenda Premessa

Dettagli

Polizze MULTIRAMO. Gestione applicativa. Luca Fontana. Flessibilità, Persistenza, Multicanalità. ROMA 8-9 Ottobre 2015.

Polizze MULTIRAMO. Gestione applicativa. Luca Fontana. Flessibilità, Persistenza, Multicanalità. ROMA 8-9 Ottobre 2015. ROMA 8-9 Ottobre 2015 Polizze MULTIRAMO Gestione applicativa Flessibilità, Persistenza, Multicanalità Luca Fontana Slide numero 1 Le attuali pressioni del mercato VITA per essere COMPETITIVI I sistemi

Dettagli

Finanziamento Immobiliare Finanziamenti strutturati, leasing, mezzanine e NPL

Finanziamento Immobiliare Finanziamenti strutturati, leasing, mezzanine e NPL Finanziamento Immobiliare Finanziamenti strutturati, leasing, mezzanine e NPL Giacomo Morri Antonio Mazza Capitolo 6 GLI ACCORDI DI BASILEA E I FINANZIAMENTI IMMOBILIARI STRUTTURATI Il Nuovo Accordo Obiettivi

Dettagli

RATING INTERNI E CONTROLLO DEL RISCHIO DI CREDITO. Gianpaolo Sevà Divisione Risk Management Banca Popolare di Lodi - Gruppo Bipielle

RATING INTERNI E CONTROLLO DEL RISCHIO DI CREDITO. Gianpaolo Sevà Divisione Risk Management Banca Popolare di Lodi - Gruppo Bipielle RATING INTERNI E CONTROLLO DEL RISCHIO DI CREDITO BANCA POPOLARE DI LODI Gianpaolo Sevà Divisione Risk Management Banca Popolare di Lodi - Gruppo Bipielle BANCA POPOLARE DI LODI RETI BANCARIE H. SPA BIPIELLE

Dettagli

vision CHI SIAMO MISSION Pagina 1

vision CHI SIAMO MISSION Pagina 1 company profile vision chi siamo mission back office rete distributiva struttura e modello organizzativo processi di certificazione collaboratori e accreditamento presso partner prestitosi governance e

Dettagli

Dal CRM Strategy al CRM Technology: la soluzione di Banca Popolare di Bari. Convegno ABI CRM 2004-13 dicembre 2004

Dal CRM Strategy al CRM Technology: la soluzione di Banca Popolare di Bari. Convegno ABI CRM 2004-13 dicembre 2004 Dal CRM Strategy al CRM Technology: la soluzione di Banca Popolare di Bari Giovanni Ciccone Stefania De Maria 080 5274824 Marketing Strategico Sistemi Informativi Convegno ABI CRM 2004-13 dicembre 2004

Dettagli

Funzionigrammi della Divisione Banca dei Territori

Funzionigrammi della Divisione Banca dei Territori Funzionigrammi della Divisione Banca dei Territori Luglio 2010 Indice Divisione Banca dei Territori 3 Direzione Marketing Privati 6 Direzione Marketing Small Business 15 Direzione Marketing Imprese 23

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

Introduzione all attività bancaria

Introduzione all attività bancaria Università Bicocca - Milano Anno Accademico 2007 / 2008 Introduzione all attività bancaria Corso di Risk Management Milano, 27 Febbraio 2008 1 Organizzazione Lezioni nella fascia oraria 16,45-19,00 Ricevimenti

Dettagli

Le regole di Basilea 2 per il credito al consumo

Le regole di Basilea 2 per il credito al consumo Le regole di Basilea 2 per il credito al consumo Francesco Cannata Banca d Italia Vigilanza Creditizia e Finanziaria Convegno ABI Credito alle famiglie 2007 Sessione Parallela A2 L efficienza nel credito

Dettagli

Roberto Marconi UN ESPERIENZA DI UTILIZZO DELLA TECNOLOGIA PER INNOVARE IL SISTEMA DI MANAGEMENT

Roberto Marconi UN ESPERIENZA DI UTILIZZO DELLA TECNOLOGIA PER INNOVARE IL SISTEMA DI MANAGEMENT Roberto Marconi UN ESPERIENZA DI UTILIZZO DELLA TECNOLOGIA PER INNOVARE IL SISTEMA DI MANAGEMENT Abstract Il progetto BALANCED SCORECARD del Consorzio Operativo Gruppo Montepaschi corona una famiglia di

Dettagli

Agenda. La società. Industries. I servizi. Credentials. Il network. I contatti

Agenda. La società. Industries. I servizi. Credentials. Il network. I contatti Company profile Agenda La società Industries I servizi Credentials Il network I contatti 1 La società Profile KEP Consulting è una società di consulenza indipendente creata da professionisti con esperienza

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Profilo della società

Profilo della società Profilo della società Febbraio 2014 Indice Dal 2005 una realtà in forte crescita nella gestione di cartolarizzazioni e servizi in outsourcing agli Intermediari Finanziari 2 Le nostre eccellenze Reputazione

Dettagli

EXPORT PROGRAM. Merito di credito dei debitori esteri

EXPORT PROGRAM. Merito di credito dei debitori esteri EXPORT PROGRAM Merito di credito dei debitori esteri 2 PUNTI DI FORZA Fattori distintivi dell'executive Export Program 1 TEAM DI ANALISTI ESPERTI 2 CONOSCENZA DEL MERCATO executive export program L'Executive

Dettagli

I FATTORI DISTINTIVI Esperienza multisettoriale e stato dell'arte delle tecnologie favoriscono:

I FATTORI DISTINTIVI Esperienza multisettoriale e stato dell'arte delle tecnologie favoriscono: Giuseppe Nassi dottore commercialista e revisore legale LoStudioDigitale Consulenza fiscale, contabile e gestionale per persone ed imprese, tempestiva, di qualità, a costi efficienti. CHE COSA Dichiarazioni

Dettagli

Il credito: evoluzione e innovazione dei criteri di valutazione A.A. 2008/2009

Il credito: evoluzione e innovazione dei criteri di valutazione A.A. 2008/2009 Il credito: evoluzione e innovazione dei criteri di valutazione di Ornella Ricci oricci@uniroma3.it Agenda Il rischio di credito e le sue componenti Il pricing del credito e la redditività corretta per

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese. Acquisition & Mezzanino

Gestione Finanziaria delle Imprese. Acquisition & Mezzanino GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE L acquisition finance e il debito mezzanino L acquisition finance Sostegno finanziario alle operazione di acquisizione di aziende da parte di investitori finanziari o

Dettagli

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa Indice 3 PREFAZIONE 5 INTRODUZIONE - Tendenze evolutive del rapporto banca-impresa 5 I.1 Premessa 6 I.2 Le recenti riforme dell ordinamento bancario 9 I.2.1 Le direttive del Comitato di Basilea 12 I.2.2

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Direzione Marketing Small Business Missione

Direzione Marketing Small Business Missione Direzione Marketing Small Business Missione Soddisfare i bisogni della clientela Small Business 1, compresi gli Enti, attraverso un presidio integrato di segmento, prodotto e canale Definire un modello

Dettagli

Basilea 2: Assistenza per il Credito e la Finanza. Vincere la sfida del RATING

Basilea 2: Assistenza per il Credito e la Finanza. Vincere la sfida del RATING Basilea 2: Assistenza per il Credito e la Finanza. Vincere la sfida del RATING Il Comitato di Basilea Il Comitato di Basilea viene istituito nel 1974 dai Governatori delle Banche Centrali dei 10 paesi

Dettagli

La Società S.R. Infotech s.r.l., nasce nell aprile del 2004 dalla. scissione di una precedente società operante nel settore finanziario dal 1995.

La Società S.R. Infotech s.r.l., nasce nell aprile del 2004 dalla. scissione di una precedente società operante nel settore finanziario dal 1995. Il gruppo La Società S.R. Infotech s.r.l., nasce nell aprile del 2004 dalla scissione di una precedente società operante nel settore finanziario dal 1995. Attualmente conta di 2 soci e di una rete di professionisti

Dettagli

Gianpaolo Bresciani Copyright IBM Corporation 2007

Gianpaolo Bresciani Copyright IBM Corporation 2007 FINANCIAL INTELLIGENCE dati, informazioni e fattore tempo Gianpaolo BRESCIANI CFO IBM ITALIA S.p.A. Globalizzazione: opportunità e sfide Opportunità... Ottimizzazione supply chain Mercato del lavoro (costi

Dettagli

Le regole di Basilea 2 per il credito al consumo

Le regole di Basilea 2 per il credito al consumo Le regole di Basilea 2 per il credito al consumo Francesco Cannata Banca d Italia Vigilanza Creditizia e Finanziaria Convegno ABI Credito alle F1amiglie 2008 Sessione Parallela A2 Gestione dei rischi e

Dettagli

Le nuove soluzioni in risposta alle esigenze delle imprese

Le nuove soluzioni in risposta alle esigenze delle imprese Le nuove soluzioni in risposta alle esigenze delle imprese Giuseppe Troncone Partner, Business Consulting Service Financial Services Sector Leader IBM Italia Il Modello competitivo del mercato Corporate

Dettagli

Milano, Settembre 2014

Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 Agenda - Il mercato italiano - Chi Siamo - Le nostre competenze - La nostra offerta - La Piattaforma IT - Processi supportati - Modularità - Principali funzionalità - Risultati raggiunti

Dettagli

Servizi di revisione contabile e verifica delle informazioni finanziarie nel processo di listing e post listing

Servizi di revisione contabile e verifica delle informazioni finanziarie nel processo di listing e post listing Servizi di revisione contabile e verifica delle informazioni finanziarie nel processo di listing e post listing Nel seguito sono presentati i servizi di revisione contabile e verifica delle informazioni

Dettagli

idee fanno grande un idea

idee fanno grande un idea Tante idee fanno grande un idea Tante idee fanno grande un idea IBT è una software house del movimento cooperativo nazionale per l informatica bancaria che ha un unica mission: la produzione di un sistema

Dettagli

SELEZIONE FIA PRIVATE DEBT OTTOBRE 2015. QUESTIONARIO - RfP

SELEZIONE FIA PRIVATE DEBT OTTOBRE 2015. QUESTIONARIO - RfP Requisiti di partecipazione Per FIA si intende lo OICR in fase raccolta che viene proposto. Per GEFIA (di seguito per brevità SOCIETA o GEFIA) si intende il soggetto che ha costituito e gestirà il FIA.

Dettagli

Il sistema di condivisione delle informazioni sulle abitudini di pagamento

Il sistema di condivisione delle informazioni sulle abitudini di pagamento Il sistema di condivisione delle informazioni sulle abitudini di pagamento Alcune Premesse Un terzo delle risorse delle imprese servono per finanziare i clienti attraverso il credito commerciale. Quando

Dettagli

2.2.7 Strumenti finanziari - fair value e gestione dei rischi

2.2.7 Strumenti finanziari - fair value e gestione dei rischi 114 2.2.7 Strumenti finanziari - fair value e gestione dei rischi 2.2.7.1 Gerarchia del fair value 2. Bilancio consolidato Le tabelle di seguito forniscono una ripartizione delle attività e passività per

Dettagli

Daisy allegato illustrativo. Pagina 1 di 11. Daisy. Partecipazioni Soggetti Rilevanti Bilancio Consolidato

Daisy allegato illustrativo. Pagina 1 di 11. Daisy. Partecipazioni Soggetti Rilevanti Bilancio Consolidato Pagina 1 di 11 Daisy Partecipazioni Soggetti Rilevanti Bilancio Consolidato Pagina 2 di 11 Premessa Con la soluzione Daisy, AlmavivA Finance ha creato una piattaforma unica che distribuisce servizi alle

Dettagli

Il Business Plan nel processo di comunicazione tra Banca ed Impresa

Il Business Plan nel processo di comunicazione tra Banca ed Impresa S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il Business Plan nei rapporti con il mondo finanziario Il Business Plan nel processo di comunicazione tra Banca ed Impresa Massimo Talone Milano, 26 maggio

Dettagli

Nuove soluzioni di Factoring e nuovi rapporti con la Clientela

Nuove soluzioni di Factoring e nuovi rapporti con la Clientela Nuove soluzioni di Factoring e nuovi rapporti con la Clientela Intervento di Antonio De Martini Milano, 16 maggio 2006 Il vantaggio competitivo Principali elementi di soddisfazione: o Velocità e sicurezza

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Software a cura della FinWin S.r.l. www.finwin.it. pag. 1 di 5

Software a cura della FinWin S.r.l. www.finwin.it. pag. 1 di 5 Software a cura della FinWin S.r.l. www.finwin.it pag. 1 di 5 INDICE Introduzione Pag. 3 Erogazioni proprie Pag. 4 Erogazioni plafonate Pag. 4 Vantaggi Pag. 5 pag. 2 di 5 1. INTRODUZIONE La Suite FinWin

Dettagli

IASCRED IAS 39 nell'area Crediti

IASCRED IAS 39 nell'area Crediti Finance Solutions Salvatore Sessa IASCRED IAS 39 nell'area Crediti 3 Forum di aggiornamento tecnico APB "L impatto dei nuovi principi contabili internazionali sul controllo direzionale" Milano, 1 luglio

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 BANKING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it STUDIO DI RETRIBUZIONE Banking Note relative alle tabelle retributive: RAL = Retribuzione Annua Lorda Le retribuzioni

Dettagli

Il project finance. Lorenzo Faccincani

Il project finance. Lorenzo Faccincani Il project finance Lorenzo Faccincani 1 Il project finance: definizione Il project finance è un operazione di finanziamento di una particolare unità economica nella quale un finanziatore è soddisfatto

Dettagli

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi Approvate dal Consiglio di Amministrazione dell 11 marzo 2014 1 Sommario 1. Il Sistema di Controllo Interno e di

Dettagli

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi Approvate dal Consiglio di Amministrazione dell 11 marzo 2014 1 1 Ultimo aggiornamento in data 3 marzo 2016. 2 Sommario

Dettagli

BNP Paribas. Corporate & Investment Banking in Italia. Nicola D Anselmo. Responsabile CIB Italia. Roma, 1 Dicembre 2006

BNP Paribas. Corporate & Investment Banking in Italia. Nicola D Anselmo. Responsabile CIB Italia. Roma, 1 Dicembre 2006 BNP Paribas Corporate & Investment Banking in Italia Nicola D Anselmo Responsabile CIB Italia Roma, 1 Dicembre 2006 Sommario BNP Paribas CIB in Italia prima di BNL Nuove prospettive per CIB Implementazione

Dettagli

Segnalazioni di Vigilanza e Bilancio

Segnalazioni di Vigilanza e Bilancio Segnalazioni di Vigilanza e Bilancio Canali e Core Banking Finanza Crediti Sistemi Direzionali Smart Accounting Sistema di contabilità bancaria su piattaforma SAP Smart Invoice Gestione elettronica e workflow

Dettagli

Studio di retribuzione 2016

Studio di retribuzione 2016 Studio di retribuzione 2016 BANKING & FINANCIAL SERVICES Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Note relative alle tabelle retributive: RAL = Retribuzione Annua Lorda Le retribuzioni

Dettagli

Obbligazioni e prestiti sindacati

Obbligazioni e prestiti sindacati Obbligazioni e prestiti sindacati Letture Obbligatorie: G.Forestieri (a cura di) Corporate and Investment Banking Quarta Edizione EGEA 2008 Capitolo 8 Per il remainder sulla valutazione M. Fumagalli Appunti

Dettagli

LE AREE D AFFARI DEL CORPORATE & INVESTMENT BANKING

LE AREE D AFFARI DEL CORPORATE & INVESTMENT BANKING LE AREE D AFFARI DEL CORPORATE & INVESTMENT BANKING Giuseppe G. Santorsola Università Parthenope - Napoli 1 SOMMARIO La finanza mobiliare Il corporate finance Il merchant banking La finanza strutturata

Dettagli

CONSOLIDATO. Le vostre esigenze. La nostra offerta di sevizi. I nostri punti di forza. Formazione. Assistenza nei processi complessi

CONSOLIDATO. Le vostre esigenze. La nostra offerta di sevizi. I nostri punti di forza. Formazione. Assistenza nei processi complessi Le vostre esigenze Beneficiare di un assistenza puntuale e regolare nella produzione della vostra informativa finanziaria consolidata permettendovi di rendere flessibile il vostro livello di risorse Rendere

Dettagli

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS www.btoweb.it L unione tra il know-how gestionale e organizzativo maturato in oltre 12 anni di consulenza e l esperienza nell ambito dell informatizzazione dei processi ha consentito a Sinergest lo sviluppo

Dettagli

Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING

Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING Il Comitato di Basilea viene istituito nel 1974 dai Governatori delle Banche Centrali dei 10 paesi più industrializzati. Il Comitato non legifera, formula

Dettagli

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio Glossario Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio (nell accezione accolta nella Relazione e con esclusione dei termini entrati nel lessico comune italiano oppure inseriti in un contesto

Dettagli

*(67,21(,03$77,25*$1,==$7,9,(

*(67,21(,03$77,25*$1,==$7,9,( 3,1,),=,21((21752//2, *(67,21(,0377,25*1,==7,9,( 68//(5,6256(801( 7HVWLPRQLDQ]DGHO*UXSSR%DQFD/RPEDUGD *=DQRQL 0LODQRJLXJQR Struttura del Gruppo Banca Lombarda 6WUXWWXUDGHO*UXSSR%DQFD/RPEDUGDH3LHPRQWHVH

Dettagli

WORKSHOP Riorganizzazione aziendale: ri-partenza per lo sviluppo 30/11/2012

WORKSHOP Riorganizzazione aziendale: ri-partenza per lo sviluppo 30/11/2012 WORKSHOP Riorganizzazione aziendale: ri-partenza per lo sviluppo 30/11/2012 KPMG nel mondo 2 KPMG Advisory in Italia 3 I servizi che offriamo KPMG ITALIA AUDIT ADVISORY TAX CORPORATE FINANCE TRANSACTION

Dettagli

La gestione del debito dopo gli accordi di Basilea II

La gestione del debito dopo gli accordi di Basilea II La gestione del debito dopo gli accordi di Basilea II Massimo Buongiorno Convegno ARGI Milano, 27 ottobre 2004 Perché Basilea II, esisteva un Basilea I? Nel 1988 il Comitato di Basilea stabilisce una quota

Dettagli

Assetti Organizzativi, di Controllo e Risk Governance nei Confidi. Firenze, 28 Febbraio 2013

Assetti Organizzativi, di Controllo e Risk Governance nei Confidi. Firenze, 28 Febbraio 2013 Assetti Organizzativi, di Controllo e Risk Governance nei Confidi Firenze, 28 Febbraio 2013 Indice ß Introduzione ß Assetti Organizzativi ß Sistema dei Controlli Interni ß Risk Governance ß Conclusioni

Dettagli

Rating interni e controllo del rischio di credito

Rating interni e controllo del rischio di credito interni e controllo del rischio di credito Fernando Metelli Banca Popolare di Milano Newfin Bocconi, 31 marzo 2004 1 1 - L ambiente in cui si sviluppa l applicazione di Basilea2 4,50% 4,00% 3,50% 3,00%

Dettagli

CheSicurezza! Lorenzo Mazzilli e Alessio Polati Architetture e sicurezza CheBanca!

CheSicurezza! Lorenzo Mazzilli e Alessio Polati Architetture e sicurezza CheBanca! CheSicurezza! Lorenzo Mazzilli e Alessio Polati Architetture e sicurezza CheBanca! Indice Le sfide Dal foglio bianco allo spot:la progettazione execution Dal primo cliente al prossimo: la partenza e la

Dettagli

Il ruolo del credito per favorire l integrazione

Il ruolo del credito per favorire l integrazione Il ruolo del credito per favorire l integrazione Corrado Piazzalunga Direttore Regione Commerciale Ovest Forte di Bard, 26 settembre 2008 AGENDA Le caratteristiche delle imprese italiane: struttura finanziaria

Dettagli

ICT e sicurezza delle transazioni a servizio dell evoluzione dei sistemi di supporto alla gestione del circolante

ICT e sicurezza delle transazioni a servizio dell evoluzione dei sistemi di supporto alla gestione del circolante ICT e sicurezza delle transazioni a servizio dell evoluzione dei sistemi di supporto alla gestione del circolante Claudio Mauro Direttore RA Computer S.p.A. SIA Milano, 4 Dicembre 2012 SIA Verso il futuro:

Dettagli

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager è una soluzione completa

Dettagli

CONFORMIS IN FINANCE S.R.L Via Carroccio, 16 20123 Milano P.IVA/C.F. 07620150966

CONFORMIS IN FINANCE S.R.L Via Carroccio, 16 20123 Milano P.IVA/C.F. 07620150966 CONFORMIS IN FINANCE S.R.L Via Carroccio, 16 20123 Milano P.IVA/C.F. 07620150966 Tel: 0287186784 Fax: 0287161185 info@conformisinfinance.it pec@pec.conformisinfinance.it www.conformisinfinance.it Obiettivi

Dettagli

Conferimento Ramo d azienda. Siena, 6 maggio 2014

Conferimento Ramo d azienda. Siena, 6 maggio 2014 Conferimento Ramo d azienda Siena, 6 maggio 2014 2014 Widiba. All rights reserved. Gruppo MPS 1 Il mercato italiano è fortemente influenzato dalla digital evolution e dai nuovi modelli relazionali Da banca

Dettagli

I prestiti (parte III) Corso di Economia delle Aziende di Credito Prof. Umberto Filotto a.a. 2011/2012

I prestiti (parte III) Corso di Economia delle Aziende di Credito Prof. Umberto Filotto a.a. 2011/2012 I prestiti (parte III) Corso di Economia delle Aziende di Credito Prof. Umberto Filotto a.a. 2011/2012 Problematiche dell attività creditizia OBIETTIVI/DECISIONI: Dimensione Composizione A livello di portafoglio

Dettagli

Tavolo di Sanità Elettronica progetto: "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line"

Tavolo di Sanità Elettronica progetto: Rete dei centri di prenotazione - Cup on line Tavolo di Sanità Elettronica progetto: "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line" Roma, 28 Giugno 2011 La storia Ø Ha origine nel corso del 2005 dal primo Piano di e-government Obiettivo Programma

Dettagli

L integrazione dei dati da fonti interne ed esterne nel processo Order to Cash 27 Maggio, Bardolino

L integrazione dei dati da fonti interne ed esterne nel processo Order to Cash 27 Maggio, Bardolino L integrazione dei dati da fonti interne ed esterne nel processo Order to Cash 27 Maggio, Bardolino AICS MEETING DAY 2009 Agenda La partnership La survey L integrazione Le soluzioni 2 Agenda La partnership

Dettagli

CST Consulting Gestione del ticket: snellire e organizzare i processi informativi di supporto al cliente interno

CST Consulting Gestione del ticket: snellire e organizzare i processi informativi di supporto al cliente interno CST Consulting Gestione del ticket: snellire e organizzare i processi informativi di supporto al cliente interno Luciano Balzarini CEO CST Consulting CST Consulting CST Consulting overview CST Consulting

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Prof. Filippo Stefanini A.A. Corso 60012 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Edile Il modello di business divisionalizzato delle banche e la contestuale

Dettagli

Soluzioni informatiche per l'efficacia dei processi bancari

Soluzioni informatiche per l'efficacia dei processi bancari Soluzioni informatiche per l'efficacia dei processi bancari Michele Vaccaro Presale Manager Content Management & Archiving EMC Software Italy 1 Agenda BPM secondo EMC Case study: processo Origination BPM

Dettagli

231 e Reati ambientali. HSE Management: reati ambientali e sistemi informativi a supporto

231 e Reati ambientali. HSE Management: reati ambientali e sistemi informativi a supporto 231 e Reati ambientali HSE Management: reati ambientali e sistemi informativi a supporto Indice Sistemi informativi - dalle esigenze alla selezione Sistemi informativi - requisiti HSE Scenari di selezione

Dettagli

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma Il Risk Management Integrato in eni Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato 1 Ottobre 2014, Roma Indice - Sviluppo del Modello RMI - Governance e Policy - Processo e Strumenti

Dettagli

BANKING SUMMIT 2012 TRA DECLINO E RILANCIO: LA SFIDA DELLE BANCHE ITALIANE

BANKING SUMMIT 2012 TRA DECLINO E RILANCIO: LA SFIDA DELLE BANCHE ITALIANE BANKING SUMMIT 2012 TRA DECLINO E RILANCIO: LA SFIDA DELLE BANCHE ITALIANE Sessione Plenaria 2: L innovazione nei processi del Credito quale fattore competitivo: le esperienze di Sempla Franco Saracco,

Dettagli

MUZINICH ITALIAN PRIVATE DEBT

MUZINICH ITALIAN PRIVATE DEBT Workshop Gli investitori incontrano le imprese --- Valeria Lattuada MUZINICH ITALIAN PRIVATE DEBT Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 Chi siamo Muzinich & Co. è una società di asset management istituzionale

Dettagli

MPS Capital Services - Direzione Investment Banking. Luglio 2013

MPS Capital Services - Direzione Investment Banking. Luglio 2013 MPS Capital Services - Direzione Investment Banking Luglio 2013 1. Il Gruppo Montepaschi 2 Il Gruppo Montepaschi Overview Filiali in Italia Il Gruppo Montepaschi, terzo gruppo bancario Italiano, è attivo

Dettagli

Convegno AIEA 2010. Incrementare la performance e migliorare la capacità di controllo: l esperienza A2A. 22 Ottobre 2010.

Convegno AIEA 2010. Incrementare la performance e migliorare la capacità di controllo: l esperienza A2A. 22 Ottobre 2010. Convegno AIEA 2010 Incrementare la performance e migliorare la capacità di controllo: l esperienza A2A 22 Ottobre 2010 Stefano Perfetti Introduzione Contesto: - Mondo ancora segnato da una crisi che sembra

Dettagli

Basilea II - L accuratezza e la qualità delle informazioni chiave: survey qualitativa

Basilea II - L accuratezza e la qualità delle informazioni chiave: survey qualitativa Governance & Compliance Customer Relationship Payments & Settlements Wealth Management Insurance Basilea II - L accuratezza e la qualità delle informazioni chiave: survey qualitativa Alessandra Bertulli

Dettagli

Classificazione tipologie di rischio

Classificazione tipologie di rischio Università Bicocca - Milano Anno Accademico 2007 / 2008 Classificazione tipologie di rischio Corso di Risk Management Milano, 27 Febbraio 2008 1 Rischi impliciti nell attività bancaria RISCHIO DI CREDITO

Dettagli

Microsoft Dynamics AX per le aziende di servizi

Microsoft Dynamics AX per le aziende di servizi Microsoft Dynamics AX per le aziende di servizi Una crescita sostenibile attraverso il potenziamento dei clienti più redditizi 2012 Microsoft Dynamics AX con il modulo Professional Services offre una soluzione

Dettagli

Direzione Centrale Sistemi Informativi

Direzione Centrale Sistemi Informativi Direzione Centrale Sistemi Informativi Missione Contribuire, in coerenza con le strategie e gli obiettivi aziendali, alla definizione della strategia ICT del Gruppo, con proposta al Chief Operating Officer

Dettagli

Principali caratteristiche Tecnico Funzionali di LEANUS v2.0 la piattaforma per i professionisti di Impresa

Principali caratteristiche Tecnico Funzionali di LEANUS v2.0 la piattaforma per i professionisti di Impresa Principali caratteristiche Tecnico Funzionali di LEANUS v2.0 la piattaforma per i professionisti di Impresa La piattaforma denominata Leanus è una Web Application che utilizza tecnologie moderne ed aperte

Dettagli

Il data quality nei progetti IRB e nel processo creditizio. Vincenzo M. Re

Il data quality nei progetti IRB e nel processo creditizio. Vincenzo M. Re Il data quality nei progetti IRB e nel processo creditizio Vincenzo M. Re Il documento riflette le opinioni personali del relatore che non possono in alcun modo essere ritenute espressione della posizione

Dettagli

Il ruolo del Dottore Commercialista nell attività di rating advisory ed il visto di conformità sul merito creditizio

Il ruolo del Dottore Commercialista nell attività di rating advisory ed il visto di conformità sul merito creditizio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Rating Advisory e reporting finanziario del rischio d impresa Il ruolo del Dottore Commercialista nell attività di rating advisory ed il visto di conformità

Dettagli

Strada Canta, nr 7, et.1,2 e mansarda 700528 Iasi - E-mail vscomunication@yahoo.it Cod Inregistrare RO 22180182 - R Comert J22 / 2148 / 2007 -

Strada Canta, nr 7, et.1,2 e mansarda 700528 Iasi - E-mail vscomunication@yahoo.it Cod Inregistrare RO 22180182 - R Comert J22 / 2148 / 2007 - Strada Canta, nr 7, et.1,2 e mansarda 700528 Iasi - E-mail vscomunication@yahoo.it Cod Inregistrare RO 22180182 - R Comert J22 / 2148 / 2007 - Capital social 3.120,40 RON CONTENUTI 1. Prevenzione e criticità

Dettagli

Corso di alta formazione per imprenditori e manager del settore edile in gestione aziendale

Corso di alta formazione per imprenditori e manager del settore edile in gestione aziendale Corso di alta formazione per imprenditori e manager del settore edile in gestione aziendale Il corso è progettato e strutturato per offrire la possibilità di aggiornare le competenze dell imprenditore

Dettagli

IL PIANO STRATEGICO DELLA BANCA

IL PIANO STRATEGICO DELLA BANCA IL PIANO STRATEGICO DELLA BANCA 1 IL PIANO INDUSTRIALE STRUMENTO DI GOVERNO DELLA STRATEGIA AZIENDALE ORIZZONTE PLURIENNALE OBIETTIVI STRUTTURA E CONTENUTI MODALITA DI COSTRUZIONE E DI LETTURA 2 1 PIANO

Dettagli

Un nuovo rapporto impresa/banca

Un nuovo rapporto impresa/banca Basilea 2: sfide e opportunità Un nuovo rapporto impresa/banca Cremona 19/12/06 Agenda Il rapporto Banca - Impresa Intesa Basilea Uno strumento di dialogo Basilea 2 in pratica Le principali aree di impatto

Dettagli

Una soluzione applicativa a supporto del disegno strategico per la SEPA

Una soluzione applicativa a supporto del disegno strategico per la SEPA Una soluzione applicativa a supporto del disegno strategico per la SEPA Stefano Bergamin Responsabile BU Incassi e Pagamenti Nuova Trend Spa Gruppo Engineering Impatti SEPA: Sfide ed Opportunità Essere

Dettagli

Nuove funzioni e responsabilità del Risk Management in banca: la view di una banca di piccole/ medie dimensioni. Iris Pennisi Federcasse

Nuove funzioni e responsabilità del Risk Management in banca: la view di una banca di piccole/ medie dimensioni. Iris Pennisi Federcasse Nuove funzioni e responsabilità del Risk Management in banca: la view di una banca di piccole/ medie dimensioni Roma, 9 aprile 205 Iris Pennisi Federcasse Una premessa di metodo: «trasformare un vincolo

Dettagli

Tecnica Bancaria (Cagliari - 2015)

Tecnica Bancaria (Cagliari - 2015) Tecnica Bancaria (Cagliari - 2015) prof. Mauro Aliano mauro.aliano@unica.it 1 Seconda Parte Aspetti gestionali: scelte organizzative e distributive, la gestione dei rischi, il bilancio della banca 2 Argomenti

Dettagli

DEFINIO REPLY FINANCIAL PLATFORM

DEFINIO REPLY FINANCIAL PLATFORM DEFINIO REPLY FINANCIAL PLATFORM Definio Reply è una piattaforma tecnologica in grado di indirizzare le esigenze di gestione, analisi e reporting su portafogli di strumenti finanziari (gestiti, amministrati,

Dettagli