MUTA Modello Unico Trasmissione Atti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MUTA Modello Unico Trasmissione Atti"

Transcript

1 MUTA Modello Unico Trasmissione Atti A cura di Elisabetta Sciacca Direzione SIRE / Responsabile Progetto Muta Milano, 15 settembre 2011

2 SINTESI DEI CONTENUTI 1. La piattaforma MUTA 2. I servizi 3. Scenari di utilizzo 4. Aggiornamenti della piattaforma 5. Aggiornamenti del servizio SCIA 6. I punti di forza 7. Evoluzioni in attuazione del DPR 160/ Ulteriori nuovi servizi 9. Adesione alla piattaforma 10. Supporto operativo e contatti utili 11. Approfondimenti 2

3 LA PIATTAFORMA MUTA CITTADINI, IMPRESE SISTEMA CAMERALE, PROFESSIONISTI, AGENZIE IMPRESE.. ARCHIVIAZIONE DOCUMENTALE, CONTROLLO FIRMA ELETTRONICA COMUNI, SUAP ALTRI ENTI ASL, ARPA, VV.FF, PARCHI.. PROVINCIE, REGIONE LOMBARDIA, MISE AUTOMAZIONE DEI FLUSSI INFORMATIVI, INTEGRAZIONE TRA SISTEMI CONTROLLO FORMALE E LOGICO DEI DATI, GUIDA NELLA COMPILAZIONE DELLA MODULISTICA, GESTIONE AVANZAMENTO DELLA PRATICA MONITORAGGIO DEL TERRITORIO 3

4 I SERVIZI Gestione e controllo degli accessi (registrazione e profilazione) e degli ambiti di competenza per: - Cittadini/Imprese - Intermediari (CCIAA, Studi professionali, Agenzie delle imprese...) - Enti (Comuni, SUAP, ASL, ARPA, VV.FF, Province, Regione Lombardia..) Gestione modulistica online e fasi del processo (supporto stati della pratica) per le seguenti pratiche: - SCIA - DIA+Agibilità edilizia - SCIA Agriturismo - Carta Esercizio Ambulantato (prossimo rilascio) - Manifestazioni fierstiche (prossimo rilascio) - FER (Fonti Energetiche Rinnovabili) - Servizi di interoperabilità tra sistemi / soggetti - Acquisizione e trasmissione telematica delle pratiche (Upload, Download, Pec, WS, Cooperazione applicativa) - Gestione delle notifiche ai soggetti interessati e acquisizione degli esiti dei controlli dai soggetti preposti ai controlli stessi Gestione monitoraggio statistico su base tabellare e cartografica 4

5 5 I SERVIZI - Monitoraggio

6 6 I SERVIZI - Monitoraggio

7 7 I SERVIZI - Monitoraggio

8 SCENARI DI UTILIZZO Compilazione della SCIA a partire dalla modulistica online di MUTA - Scenario 1 - SUAP non dotato di un proprio sistema informativo - Scenario2 - SUAP dotato di un proprio sistema informativo Compilazione della SCIA a partire dal sistema informativo del SUAP - Scenario 3 SUAP dotato di un proprio sistema informativo Compilazione della SCIA a partire dall applicativo di Infocamere Starweb : - Scenario 4 - SUAP dotato o meno di un proprio sistema informativo Compilazione della SCIA a partire dal sistema informativo del MISE Impresainungiorno nel caso di Comuni che abbiano delegato la funzione di SUAP alla CCIAA in Surroga: - Scenario 5 - SUAP della CCIAA in Surroga 8

9 Il dichiarante (TITOLARE o INTERMEDIARIO) deve compilare la SCIA Accede al sito IMPRESA IN UN GIORNO (MISE) per trovare il portale del SUAP di competenza o, in sua assenza, il portale della CCIAA in surroga Il dichiarante, dotato di PEC, firma digitale e CF impresa, viene indirizzato ad utilizzare direttamente il sistema MUTA per compilare la SCIA A valle della compilazione, dopo tutti i controlli, MUTA confeziona la pratica nella PEC del dichiarante che la trasmette alla PEC del SUAP o CCIAA in Surroga SCENARIO 1 DICHIARANTE DICHIARANTE MUTA PORTALE DEL SUAP dichiarante SUAP/CCIAA MUTA Notifiche ASL WS Esiti WS ARPA VVFF l operatore accede a MUTA e aggiorna lo stato della pratica ( formalmente corretta o formalmente non corretta ) e compila il numero di protocollo Se la SCIA viene posta in stato formalmente corretta MUTA attiva automaticamente il sistema di notifiche verso ASL, ARPA e VVFF per i controlli L esito dei controlli viene restituito da questi enti a MUTA via WS e MUTA li notifica al SUAP per la gestione dell istruttoria

10 Il dichiarante (TITOLARE o INTERMEDIARIO) che deve compilare la SCIA Accede al sito IMPRESA IN UN GIORNO (MISE) per trovare il portale del SUAP di competenza o, in sua assenza, il portale della CCIAA in surroga Il dichiarante viene indirizzato ad utilizzare l applicativo MUTA per compilare la SCIA A valle della compilazione, dopo tutti i controlli, MUTA confeziona la pratica nella PEC del dichiarante che la trasmette alla PEC del SUAP / CCIAA in Surroga SCENARIO 2 DICHIARANTE DICHIARANTE MUTA PORTALE DEL SUAP Dichiarante Pratica WS WS WS SISTEMA DEL SUAP Aggiornamento stato pratica Esiti Esiti WS ASL Notifica APPLICATIVO SCIA PROPRIETARIO DEL SUAP ARPA VVFF Tramite i servizi di integrazione Il sistema MUTA trasferisce la pratica al sistema del SUAP. Tale sistema provvede poi ad aggiornare in MUTA la pratica rispetto al protocollo a allo stato ( formalmente corretta o formalmente non corretta ) MUTA, nel caso di pratica formalmente corretta, attiva automaticamente il sistema di notifiche verso ASL, ARPA e VVFF per i controlli L esito dei controlli viene restituito da questi enti a MUTA che li notifica e li trasmette al sistema proprietario del SUAP tramite i servizi di integrazione

11 Il dichiarante (TITOLARE o INTERMEDIARIO) deve compilare la SCIA Accede al sito IMPRESA IN UN GIORNO (MISE) per trovare il portale del SUAP di competenza o, in sua assenza, il portale della CCIAA in surroga Il dichiarante viene indirizzato ad utilizzare l applicativo proprietario del SUAP per compilare la SCIA Il Sistema Informativo del SUAP, produce la Scia in formato compatibile con il sistema MUTA (XML standard+allegati) SCENARIO 3 DICHIARANTE DICHIARANTE SISTEMA DEL SUAP PORTLE DEL SUAP APPLICATIVO SCIA PROPRIETARIO DEL SUAP Pratica WS Esiti WS MUTA Notifica ASL WS Esiti WS ARPA VVFF Tramite il servizio di integrazione Il sistema del SUAP trasferisce la pratica a MUTA insieme all aggiornamento rispetto al numero di protocollo e allo stato MUTA, al ricevimento della pratica, nel caso di formalmente corretta, attiva automaticamente il sistema di notifiche verso ASL, ARPA e VVFF per i controlli L esito dei controlli viene restituito da questi enti a MUTA via WS, MUTA li notifica al SUAP e li trasmette al sistema proprietario del SUAP via WS

12 Il dichiarante (TITOLARE o INTERMEDIARIO) deve compilare la SCIA Accede al sito IMPRESA IN UN GIORNO (MISE) per trovare il portale del SUAP di competenza o, in sua assenza, il portale della CCIAA in surroga Il dichiarante, se non è dotato di PEC, o di firma digitale o CF impresa, si deve riferire ad un INTERMEDIARIO che può utilizzare STARWEB per la compilazione della SCIA A valle della compilazione, la pratica, completa di XML, viene trasmessa alla PEC del SUAP o della CCIAA in Surroga SCENARIO 4 APPLICATIVO INFOCAMERE DICHIARANTE DICHIARANTE PORTALE DEL SUAP StarWeb Intermediario SUAP/CCIAA MUTA Notifiche ASL WS Esiti WS ARPA VVFF La pratica viene ridiretta sulla PEC di MUTA; l operatore accede a MUTA e aggiorna lo stato della pratica ( formalmente corretta o formalmente non corretta ) e compila il numero di protocollo Se la SCIA viene posta in stato formalmente corretta, MUTA attiva automaticamente il sistema di notifiche verso ASL, ARPA e VVFF per i controlli L esito dei controlli viene restituito da questi enti a MUTA via WS e MUTA li notifica al SUAP per la gestione dell istruttoria

13 Il dichiarante (TITOLARE o INTERMEDIARIO) deve compilare la SCIA Accede al sito IMPRESAINUN GIORNO (MISE) per trovare il portale del SUAP di competenza o, in sua assenza, il portale della CCIAA in surroga Il dichiarante viene indirizzato ad utilizzare l applicativo di Impresainungiorno per compilare la SCIA Il Sistema Informativo di Impresainungiorno produce la Scia in formato compatibile con il sistema MUTA (XML standard+allegati) SCENARIO 5 DICHIARANTE DICHIARANTE Sistema Impresainungiorno CCIAA IN SURROGA WS Pratica Esiti WS COMUNE DELEGANTE MUTA WS Notifica Esiti WS ASL ARPA VVFF Tramite il servizio di integrazione Il sistema di Impresainungiorno trasferisce la pratica a MUTA insieme all aggiornamento rispetto al numero di protocollo e allo stato MUTA, al ricevimento della pratica, nel caso di formalmente corretta, attiva automaticamente il sistema di notifiche verso ASL, ARPA e VVFF per i controlli L esito dei controlli viene restituito da questi enti a MUTA via WS, MUTA li notifica al la CCIAA in surroga e li trasmette al sistema impresainungiorno

14 AGGIORNAMENTI DELLA PIATTAFORMA Standardizzazione di funzioni per tutti i servizi applicativi della piattaforma: Controllo degli accessi: - aggiornamento automatico dell elenco dei SUAP con i dati del MISE - gestione totalmente telematica della nuova adesione alla piattaforma - Introduzione di una nuova tipologia di utenza (intermediari esclusivi) Interoperabilità tra sistemi: - revisione dei tracciati XML per l allineamento con quelli di Impresainungiorno - adozione di motori generalizzati per la trasmissione di notifiche e cambi di stato della pratica - Attivazione della Porta di Dominio SpCoop per trasmissioni in cooperazione applicativa Introduzione di nuove tecnologie per lo sviluppo di nuovi servizi applicativi Nuove tecnologie applicative per la gestione della modulistica: - ulteriori semplificazioni per gli utenti; - velocità di sviluppo 14

15 AGGIORNAMENTI DEL SERVIZIO SCIA Estensioni funzionali: ridefinizione delle regole di visibilità delle pratiche in funzione della tipologia di SUAP: - SUAP singolo; - SUAP associati con delega / senza delega; - CCIAA in surroga; - Comune temporaneamente non ancora accreditato al MISE; implementazione della gestione dell istruttoria: - ridefinizione estensione stati pratica; - nuove funzioni per il SUAP per la gestione di integrazioni / controlli - supporto per le notifiche al compilatore della pratica 15

16 PUNTI DI FORZA Dalla parte del dichiarante (imprenditore o intermediario): Garanzia di coerenza con la modulistica prevista dalla normativa regionale; Controlli e precompilazione automatica dei campi della modulistica; Supporto nella navigazione della modulistica; Predisposizione automatica della procura speciale nel caso di intermediario; Predisposizione automatica della pratica compilata, completa di allegati e XML nella PEC del dichiarante per il successivo inoltro alla PEC del SUAP di competenza; Messa a disposizione degli stati di avanzamento della pratica 16

17 PUNTI DI FORZA Dalla parte del SUAP: Disponibilità in MUTA di pratiche compilate sia a partire da MUTA che a partire da altro applicativo (vedi Starweb..) Garanzia che le pratiche caricate in MUTA attraverso il servizio di modulistica online o acquisite in MUTA telematicamente sono formalmente corrette (vanno verificati solo gli allegati); Notifica automatica di disponibilità della pratica su caselle PEC o via WS e gestione dell inoltro automatico della pratica agli enti controllori e del ritorno egli esiti Disponibilità di funzioni di back-office che consentono al SUAP la gestione completa dell istruttoria della pratica Messa a disposizione dell archivio completo delle pratiche già conforme alle regole di Conservazione Sostitutiva Messa a disposizione delle statistiche sia tabellari che su base territoriale Il sistema assolverà all obbligo di ritorno informativo verso il MISE in nome e per conto di tutti i SUAP della Lombardia 17

18 EVOLUZIONI IN ATTUAZIONE del DPR 160/2010 Informatizzazione del procedimento ordinario Gestione della modulistica supporto informatico e generalizzato (indipendente dalle modulistiche) per le tipologie di procedimento più frequenti; predisposizione per la gestione di modulistiche compilate online con allegate scansioni di documenti cartacei. progettazione con la preventiva condivisione delle specifiche con Infocamere Invio telematico delle pratiche al SUAP o altro Ente deputato: Definizione e pubblicazione documentazione standard delle interfacce. Riutilizzo della gestione telematica flussi già adottata per la SCIA: supporto al compilatore (imprenditore / Intermediario) per la trasmissione delle pratiche via PEC; capacità di acquisire pratiche anche non compilate da MUTA ma coerenti con le interfacce definite per la modulistica trasmissione delle notifiche gestione dell istruttoria con introduzione della conferenza dei servizi 18

19 EVOLUZIONI IN ATTUAZIONE del DPR 160/2010 Informatizzazione del procedimento ordinario Interoperabilità con Enti preposti ai controlli Riutilizzo gestione automatica delle trasmissioni pratiche agli enti controllori (ASL, ARPA, VVFF e altri ENTI) e ricezione esiti; Interoperabilità con Impresainungiorno Muta diventa il canale privilegiato per gli interscambi informativi tra RL e MISE (già dotato di porta di dominio) Disponibile per sperimentazioni di integrazione tra sistemi MUTA e Infocamere; già pianificate le seguenti attività: - acquisizione dei dati composizione SUAP in tempo reale attraverso SPCoop; - trasmissione istanze SCIA per aggiornamento REA - sperimentazione SSO 19

20 ULTERIORI NUOVI SERVIZI Ambulantato (Carta Esercizio) FER (impianti da Fonti Energetiche Rinnovabili) Manifestazioni fieristiche (qualifica Nazionali, Regionali e Internazionali) Luoghi storici (Riconoscimento) Comunicazione Semestrale alle ASL per apparecchi automatici per la vendita di prodotti alimentari Impianti di Carburante. 20

21 ADESIONE ALLA PIATTAFORMA Chi deve trasmettere l adesione L adesione a MUTA deve essere trasmessa dal Responsabile del Comune per il SUAP oltre che da tutti gli altri Enti interessati (ASL, ARPA, VVFF, Province ecc). Nel caso di SUAP associati è necessario che per primo faccia l adesione il responsabile dell Ente capofila e solo dopo sarà possibile per tutti i comuni associati fare l adesione. Lo strumento adottato per l adesione e possibile aderire al nuovo MUTA telematicamente attraverso una estensione del servizio di profilazione messo a disposizione dalla piattaforma. tutti gli Enti già profilati in MUTA dovranno pertanto ripetere la profilazione per poter aderire. Da quando è disponibile la nuova adesione La nuova adesione è disponibile da luglio 21

22 ADESIONE ALLA PIATTAFORMA Modalità operative per effettuare l adesione Tutte le operazioni sono gestite in modalità telematica e in forma semplificata. Non viene richiesto all utente di inserire alcuna informazione relativa al comune, al SUAP o al responsabile di riferimento in quanto tutti questi dati vengono automaticamente acquisiti da impresainungiorno dove i comuni si sono preventivamente accreditati al MISE dichiarando tutte le suddette informazioni I dati vengono precompilati automaticamente nel modulo di adesione che deve essere firmato digitalmente dal responsabile (CRS) e trasmesso alla PEC di Regione Lombardia predisposta per lo scopo: Il sistema rileva automaticamente i contenuti della PEC, e attraverso il CF della firma, abilita in automatico il responsabile ai servizi di MUTA. 22

23 23 ADESIONE ALLA PIATTAFORMA

24 SUPPORTO OPERATIVO Note operative MUTA Contengono il dettaglio delle modalità operative sin qui accennate Sono pubblicate su: - area Imprese - sezione MUTA Assistenza all uso dei servizi applicativi di MUTA E l help on line per gli utilizzatori della piattaforma E pubblicato in ogni pagina di MUTA, alla voce Assistenza di ogni Servizio Applicativo Viene fornita anche attraverso mail all indirizzo: o dal numero verde In fase di predisposizione la formazione a distanza: prevista disponibilità seconda metà di ottobre 24

25 MUTA- CONTATTI UTILI TIPO DI CONTATTO Informazioni generali sul SUAP e su MUTA (inclusi Video, Faq e specifiche tecniche di integrazione) Per il supporto all utilizzo dell applicazione Per l adesione alla piattaforma per informazioni di carattere tecnicogiuridico Per quesiti di carattere generale sulla semplificazione amministrativa Per la trasmissione delle istanze via PEC RIFERIMENTO Area Imprese Comunità di pratiche PRISMA dove è possibile interagire con gli altri soggetti in rete 25

26 26 APPROFONDIMENTI

27 COMPILAZIONE SCIA Punti di attenzione: Procura: - Automaticamente predisposta da MUTA nel caso di intermediario; - Deve essere firmata digitalmente dall intermediario; - Deve essere allegata la carta di identità del delegante, ancora attualmente firmata digitalmente Firma degli allegati: - Attualmente tutti gli allegati obbligatori devono essere firmati con firma forte (non è valida la CRS normale); non vengono controllati gli altri allegati - Sarà rimosso il controllo della firma forte sulla C.I. che deve essere semplicemente allegata per adeguamento a Impresainungiorno ; Invio PEC: - Attiva l invio di tutta la pratica sulla PEC del compilatore affinchè questi la inoltri al SUAP di competenza; - Non sono compatibili con MUTA le PEC di tipo cec-pac rilasciate da Ministero dell Innovazione - In verifica la possibilità per MUTA di spedire la pratica direttamente alla PEC del SUAP Scheda 5: - Viene sempre predisposta e salvata e stampata solo se compilata - Verrà dato un avviso in fase di conferma della pratica nel caso di scheda 5 non compilata e verrà segnalato il link al sito VVF per verificare le condizioni in cui è necessaria la sua compilazione. 27

28 28 COMPILAZIONE SCIA - PROCURA

29 COMPILAZIONE SCIA - PROCURA Dati dell intermediario precompilati Sono i soggetti che compilano la scheda 2 : titolare e soci 29

30 ISTRUTTORIA SCIA Le nuove funzionalità per i SUAP prevedono: Estensione e gestione degli stati della pratica (formalmente corretta, formalmente non corretta, accettata, rifiutata). Gestione delle integrazioni da parte del SUAP delle pratiche Supporto al SUAP per la gestione delle notifiche al dichiarante (titolare o intermediario); Sono rilevanti in quanto: Chiudono il processo di gestione della SCIA; Rispondono alle esigenze di tutti i SUAP specialmente di quelli non dotati di un proprio Sistema Informativo; Sono allineati con le informazioni / stati della pratica che dovranno essere trasmettesse su porta di dominio al MISE attraverso Impresinungiorno 30

31 ISTRUTTORIA SCIA Fino a ieri: Gli stati della pratica erano: - Bozza (a cura del compilatore) - Compilata (a cura del compilatore) - Ricevuta (a cura del SUAP) - Sospesa (a cura del SUAP) Il compilatore: - predisponeva la pratica in bozza e la portava in stato compilata - vedeva tutte le sue pratiche e relativo stato ll SUAP: - vedeva tutte le pratiche di competenza (tutti gli stati escluso bozza) - passava di stato le pratiche da compilata a ricevuta / sospesa 31

32 ISTRUTTORIA SCIA Da oggi: Gli stati della pratica sono: - Bozza (a cura del compilatore in fase di predisposizione della segnalazione) - Compilata (a cura del compilatore a completo caricamento delle informazioni) - Formalmente Corretta (a cura del SUAP subito a valle della ricezione pratica) - Formalmente Non Corretta (a cura del SUAP subito a valle della ricezione pratica) - Accettata (a cura del SUAP a chiusura dell istruttoria con esito positivo) - Rifiutata (a cura del SUAP a chiusura dell istruttoria con esito negativo) Il compilatore: - predispone la pratica in bozza e la porta in stato compilata - vede tutte le sue pratiche e relativo stato Il SUAP : - vede sulla propria scrivania tutte le pratiche di competenza (tutti gli stati escluso bozza) - Gestisce l istruttoria e passa di stato le pratiche in tutti gli altri possibili stati (Formalmente corretta / Formalmente non corretta / Accettata / Rifiutata) 32

33 FLUSSO INFORMATIVO ISTRUTTORIA SUAP 33

34 ISTRUTTORIA SCIA Invio notifica al dichiarante quando la pratica è in stato compilata 34

35 35 ISTRUTTORIA SCIA Funzione di notifica al dichiarante

36 ISTRUTTORIA SCIA Selezione aggiornamento stato della pratica 36

37 ISTRUTTORIA SCIA Aggiornamento stato della pratica 37

38 ISTRUTTORIA SCIA Selezione Istruttoria 38

39 ISTRUTTORIA SCIA Selezione inserimento nuovo controllo 58 39

40 ISTRUTTORIA SCIA Inserimento dati relativi ad un nuovo controllo 58 40

41 ISTRUTTORIA SCIA Selezione aggiornamento stato della pratica 41

42 ISTRUTTORIA SCIA Funzione aggiornamento stato finale della pratica 42

43 ISTRUTTORIA SCIA Funzione invio notifica finale al dichiarante 43

44 44 Grazie per l attenzione

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO di VERONA Linee Guida per l invio telematico delle domande di contributo di cui al Regolamento Incentivi alle PMI per l innovazione tecnologica 2013 1 PREMESSA

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

CABINA DI REGIA SPORTELLI UNICI DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DELLA DELLA PROVINCIA DI BERGAMO & TAVOLO DI COORDINAMENTO UTENTI SUAP

CABINA DI REGIA SPORTELLI UNICI DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DELLA DELLA PROVINCIA DI BERGAMO & TAVOLO DI COORDINAMENTO UTENTI SUAP CABINA DI REGIA SPORTELLI UNICI DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DELLA DELLA PROVINCIA DI BERGAMO & TAVOLO DI COORDINAMENTO UTENTI SUAP STANDARDIZZAZIONE PROCEDURE - NOTA 2/2014 Sommario CESSAZIONE ATTIVITÀ DI

Dettagli

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013 LINEE GUIDA INVIO PRATICA TELEMATICA SPORTELLO CERC - ANNO 2013 1 INDICE 1. FASE PRELIMINARE pag.3 2. PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE pag.4 3. INVIO DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO pag.4 4. CREA MODELLO

Dettagli

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo 1. Credenziali di accesso alla piattaforma Ai fini della trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota

Dettagli

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE I problemi del sistema vigente Lo Sportello Unico per le attività Produttive (SUAP) non ha avuto diffusione su tutto il territorio nazionale e non ha sostituito

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE 1. L istanza di riconoscimento dei CFP, deve essere presentata esclusivamente al CNI mediante una compilazione online di apposito modulo disponibile sulla piattaforma della formazione

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE Pag. 1 di 14 INDICE 1. Glossario... 3 2. il servizio SPCoop - Ricezione... 5 3. Il web-service RicezioneFatture... 8 3.1 Operazione RiceviFatture... 9 3.1.1

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE A cura di Gerardo De Caro: La fatturazione elettronica obbligatoria verso la Pubblica Amministrazione Executive Summary Il formato fattura PA

Dettagli

Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017

Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017 Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017 \ Premessa L obiettivo generale I settori chiave di intervento La cittadinanza digitale Il welfare e la salute Il fisco L edilizia L impresa Gli strumenti

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A.

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A. Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA di Namirial S.p.A. Entrata in vigore degli obblighi di legge 2 Dal 6 giugno 2014 le

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione dei moduli di Gestione dei Progetti Finanziati del Sistema GEFO Rev. 02 Manuale GeFO Pagina 1 Indice 1. Introduzione... 4 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA DA BOLLO DIGITALE Allineato alla versione 1.7 delle Specifiche Attuative del Nodo dei Pagamenti-SPC Versione 1.0 - febbraio 2015 STATO DEL DOCUMENTO revisione data note

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI Firenze, mercoledì 10 Maggio 2011 VERSIONE 1.2 DEL 10 Maggio2011 Pagina 2 di 8 In queste pagine

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Manuale d uso del Sistema di. e-procurement per le imprese

Manuale d uso del Sistema di. e-procurement per le imprese Manuale d uso del Sistema di e-procurement per le imprese Guida all utilizzo del servizio di Fatturazione Elettronica Data ultimo aggiornamento:16/07/2014 Pagina 1 di 39 Indice 1. INTRODUZIONE E PRINCIPI

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE UNICA

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE UNICA Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura Asti CAMERE DI COMMERCIO DI ALESSANDRIA, ASTI, BIELLA, NOVARA,VERCELLI UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA ALLA COMUNICAZIONE UNICA Marzo 2010

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0004509.09-06-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - BRESCIA Sportello Telematico CERC PROCEDURA AGGIORNATA 2012 Brescia, 11 dicembre 2012 1 SERVIZIO WEB PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTI

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Direzione generale degli affari generali e riforma La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Dematerializzazione dei document i dell Amministrazione Regionale Conferenza stampa dell Assessore Massimo

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia. TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.it Firenze,.18. (?D.-l ~ AI SIGG.RI PRESIDENTIDEGLI ORDINI

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA INDICE Art. 1 (Oggetto) Art. 2 (Definizioni) Art. 3 (Ambito di applicazione) Art. 4 (Istituzione dello Sportello Unico

Dettagli

GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI

GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI 1. Dotazioni informatiche minime: Pc con accesso ad internet Contratto Telemaco

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

Procedura per la Pre-registrazione, registrazione e l iscrizione delle imprese nell Albo Fornitori della Società Aeroporto Toscano G. Galilei S.p.A.

Procedura per la Pre-registrazione, registrazione e l iscrizione delle imprese nell Albo Fornitori della Società Aeroporto Toscano G. Galilei S.p.A. Procedura per la Pre-registrazione, registrazione e l iscrizione delle imprese nell Albo Fornitori della Società Aeroporto Toscano G. Galilei S.p.A. I passi necessari per completare la procedura sono:

Dettagli

e, p.c. Ufficio Audit e Sicurezza SEDE

e, p.c. Ufficio Audit e Sicurezza SEDE Direzione Regionale delle Marche Ufficio Gestione Tributi Ancona, 22 marzo 2013 Ai Comuni della Regione Marche LORO SEDI e, p.c. Ufficio Audit e Sicurezza SEDE Reg. Uff. n. 7446 - All. n. 1 OGGETTO: Codice

Dettagli

Guida a. versione: 1.60 data: 26.03.2015 autore: Infocamere collaborazioni: CCIAA di Venezia

Guida a. versione: 1.60 data: 26.03.2015 autore: Infocamere collaborazioni: CCIAA di Venezia Guida a versione: 1.60 data: 26.03.2015 autore: Infocamere collaborazioni: CCIAA di Venezia INDICE 1. La Comunicazione Unica con ComunicaStarweb... 6 1.1 Cos è la Comunicazione Unica... 6 1.1.1 Novità

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel FATTURAZIONE ELETTRONICA Fa# PA è il servizio online di fa/urazione ele/ronica semplice e sicuro

Dettagli

Fattura elettronica Vs Pa

Fattura elettronica Vs Pa Fattura elettronica Vs Pa Manuale Utente A cura di : VERS. 528 DEL 30/05/2014 11:10:00 (T. MICELI) Assist. Clienti Ft. El. Vs Pa SOMMARIO pag. I Sommario NORMATIVA... 1 Il formato della FatturaPA... 1

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

SETTORE VIII SVILUPPO ECONOMICO S.U.A.P. - SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE RESPONSABILE : GEOM. O. CANNIZZARO

SETTORE VIII SVILUPPO ECONOMICO S.U.A.P. - SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE RESPONSABILE : GEOM. O. CANNIZZARO SETTORE VIII SVILUPPO ECONOMICO S.U.A.P. - SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE RESPONSABILE : GEOM. O. CANNIZZARO AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE Lo Sportello Unico Produttive è un servizio istituito dai

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DEGLI ATTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE - MODULISTICA FEDRA E PROGRAMMI COMPATIBILI - MAGGIO 2014 INDICE E SOMMARIO P r e s e n t a z i o n e 9 N O T E G E N E R

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE IL DIRETTORE CENTRALE Visto l articolo 47 comma 1, del decreto legge 24 aprile 2014, n.

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1 SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013 Versione 1.1 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 DEFINIZIONI 4 2. MODALITÀ DI EMISSIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE UTILIZZO DEL SOFTWARE FEDRA PLUS - MODULISTICA FEDRA E PROGRAMMI COMPATIBILI - MODELLO S1 TRASFERIMENTO SEDE DA ALTRA PROVINCIA ISTRUZIONI TRIVENETO PARAGRAFO 5.4 E 12.4 Si fa presente

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 0047 Versione 002 2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA'

Dettagli

Comoda, sicura, conveniente. Legale.

Comoda, sicura, conveniente. Legale. Comoda, sicura, conveniente. Legale. 80.000 caselle attivate. E voi, cosa aspettate? InfoCert è il più importante gestore di Posta Elettronica Certificata. Legalmail è il servizio pensato per professionisti,

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Il presente manuale è adottato ai sensi dell art. 3, primo comma, lettera c) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre

Dettagli

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Dipartimento Comunicazione Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Sommario 1. Premessa... 3 2. Identificazione al Portale di Roma Capitale tramite documento d identità... 4 2.1 Registrazione

Dettagli

Comune di Castelfranco di Sotto

Comune di Castelfranco di Sotto Comune di Castelfranco di Sotto Ufficio Ragioneria OGGETTO: Introduzione alla fatturazione elettronica presso il Comune di Castelfranco di Sotto L obbligo della fatturazione elettronica nei confronti della

Dettagli

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PER LE AMMINISTRAZIONI E GLI ENTI PUBBLICI Versione 1.1 del 06/12/2013 Sommario Premessa... 3 Passo 1 - Registrazione dell Amministrazione/Ente...

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 21 febbraio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 PROGETTO ISTANZE ON LINE... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Sommario INTRODUZIONE... 3 IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO... 3 OBBLIGO DEL DEPOSITO

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI Approvato con deliberazione del Commissario prefettizio assunta con i poteri di Consiglio n. 19 del 02/04/2014

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate dalla legge 3 maggio 1985, n. 204, in attuazione degli

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003 PRIVACY POLICY MARE Premessa Mare Srl I.S. (nel seguito, anche: Mare oppure la società ) è particolarmente attenta e sensibile alla tutela della riservatezza e dei diritti fondamentali delle persone e

Dettagli

Guida alla compilazione

Guida alla compilazione Guida alla compilazione 1 Guida alla compilazione... 1 PARTE I REGISTRAZIONE ORGANIZZAZIONE... 5 LA PRIMA REGISTRAZIONE... 5 ACCESSO AREA RISERVATA (LOGIN)...11 ANAGRAFICA ORGANIZZAZIONE...12 ANAGRAFICA

Dettagli

OsSC Corso Formazione Normativa e processo

OsSC Corso Formazione Normativa e processo OsSC Corso Formazione Normativa e processo Paola Aita, Antonio Galluccio, Raffaella Maione Febbraio Aprile 2014 Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa presentazione sono

Dettagli

della domanda di agevolazione

della domanda di agevolazione Guida alla presentazione della domanda di agevolazione 1. MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA La domanda di agevolazione e i relativi allegati, pena l inammissibilità della stessa domanda, devono essere

Dettagli

OrizzonteScuola.it. riproduzione riservata

OrizzonteScuola.it. riproduzione riservata GUIDA ALLA NAVIGAZIONE SU ISTANZE ON LINE A) Credenziali d accesso - B) Dati personali - C) Codice personale - D) Telefono cellulare E) Posta Elettronica Certificata (PEC) - F) Indirizzo e-mail privato

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

Circolare n. 1 del 6 febbraio 2015

Circolare n. 1 del 6 febbraio 2015 Circolare n. 1 del 6 febbraio 2015 Logo pagopa per il sistema dei pagamenti elettronici a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi. Premessa L Agenzia per l Italia Digitale

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

DECRETO 26 ottobre 2011

DECRETO 26 ottobre 2011 DECRETO 26 ottobre 2011 Modalita' di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA, dei soggetti esercitanti l'attivita' di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli

Dettagli

La posta elettronica certificata

La posta elettronica certificata La posta elettronica certificata Redazione a cura di Claudio Petrucci Marco Orazi Francesco Tortorelli Con la collaborazione di Progetto Europa Consulting Supplemento al n. 1/2007 del periodico Innovazione,

Dettagli

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento...

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... Bando Ambiente 2015 Sommario Lettera d invito... 3 SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... 4 SEZIONE 2. CRITERI PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli