MUTA Modello Unico Trasmissione Atti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MUTA Modello Unico Trasmissione Atti"

Transcript

1 MUTA Modello Unico Trasmissione Atti A cura di Elisabetta Sciacca Direzione SIRE / Responsabile Progetto Muta Milano, 15 settembre 2011

2 SINTESI DEI CONTENUTI 1. La piattaforma MUTA 2. I servizi 3. Scenari di utilizzo 4. Aggiornamenti della piattaforma 5. Aggiornamenti del servizio SCIA 6. I punti di forza 7. Evoluzioni in attuazione del DPR 160/ Ulteriori nuovi servizi 9. Adesione alla piattaforma 10. Supporto operativo e contatti utili 11. Approfondimenti 2

3 LA PIATTAFORMA MUTA CITTADINI, IMPRESE SISTEMA CAMERALE, PROFESSIONISTI, AGENZIE IMPRESE.. ARCHIVIAZIONE DOCUMENTALE, CONTROLLO FIRMA ELETTRONICA COMUNI, SUAP ALTRI ENTI ASL, ARPA, VV.FF, PARCHI.. PROVINCIE, REGIONE LOMBARDIA, MISE AUTOMAZIONE DEI FLUSSI INFORMATIVI, INTEGRAZIONE TRA SISTEMI CONTROLLO FORMALE E LOGICO DEI DATI, GUIDA NELLA COMPILAZIONE DELLA MODULISTICA, GESTIONE AVANZAMENTO DELLA PRATICA MONITORAGGIO DEL TERRITORIO 3

4 I SERVIZI Gestione e controllo degli accessi (registrazione e profilazione) e degli ambiti di competenza per: - Cittadini/Imprese - Intermediari (CCIAA, Studi professionali, Agenzie delle imprese...) - Enti (Comuni, SUAP, ASL, ARPA, VV.FF, Province, Regione Lombardia..) Gestione modulistica online e fasi del processo (supporto stati della pratica) per le seguenti pratiche: - SCIA - DIA+Agibilità edilizia - SCIA Agriturismo - Carta Esercizio Ambulantato (prossimo rilascio) - Manifestazioni fierstiche (prossimo rilascio) - FER (Fonti Energetiche Rinnovabili) - Servizi di interoperabilità tra sistemi / soggetti - Acquisizione e trasmissione telematica delle pratiche (Upload, Download, Pec, WS, Cooperazione applicativa) - Gestione delle notifiche ai soggetti interessati e acquisizione degli esiti dei controlli dai soggetti preposti ai controlli stessi Gestione monitoraggio statistico su base tabellare e cartografica 4

5 5 I SERVIZI - Monitoraggio

6 6 I SERVIZI - Monitoraggio

7 7 I SERVIZI - Monitoraggio

8 SCENARI DI UTILIZZO Compilazione della SCIA a partire dalla modulistica online di MUTA - Scenario 1 - SUAP non dotato di un proprio sistema informativo - Scenario2 - SUAP dotato di un proprio sistema informativo Compilazione della SCIA a partire dal sistema informativo del SUAP - Scenario 3 SUAP dotato di un proprio sistema informativo Compilazione della SCIA a partire dall applicativo di Infocamere Starweb : - Scenario 4 - SUAP dotato o meno di un proprio sistema informativo Compilazione della SCIA a partire dal sistema informativo del MISE Impresainungiorno nel caso di Comuni che abbiano delegato la funzione di SUAP alla CCIAA in Surroga: - Scenario 5 - SUAP della CCIAA in Surroga 8

9 Il dichiarante (TITOLARE o INTERMEDIARIO) deve compilare la SCIA Accede al sito IMPRESA IN UN GIORNO (MISE) per trovare il portale del SUAP di competenza o, in sua assenza, il portale della CCIAA in surroga Il dichiarante, dotato di PEC, firma digitale e CF impresa, viene indirizzato ad utilizzare direttamente il sistema MUTA per compilare la SCIA A valle della compilazione, dopo tutti i controlli, MUTA confeziona la pratica nella PEC del dichiarante che la trasmette alla PEC del SUAP o CCIAA in Surroga SCENARIO 1 DICHIARANTE DICHIARANTE MUTA PORTALE DEL SUAP dichiarante SUAP/CCIAA MUTA Notifiche ASL WS Esiti WS ARPA VVFF l operatore accede a MUTA e aggiorna lo stato della pratica ( formalmente corretta o formalmente non corretta ) e compila il numero di protocollo Se la SCIA viene posta in stato formalmente corretta MUTA attiva automaticamente il sistema di notifiche verso ASL, ARPA e VVFF per i controlli L esito dei controlli viene restituito da questi enti a MUTA via WS e MUTA li notifica al SUAP per la gestione dell istruttoria

10 Il dichiarante (TITOLARE o INTERMEDIARIO) che deve compilare la SCIA Accede al sito IMPRESA IN UN GIORNO (MISE) per trovare il portale del SUAP di competenza o, in sua assenza, il portale della CCIAA in surroga Il dichiarante viene indirizzato ad utilizzare l applicativo MUTA per compilare la SCIA A valle della compilazione, dopo tutti i controlli, MUTA confeziona la pratica nella PEC del dichiarante che la trasmette alla PEC del SUAP / CCIAA in Surroga SCENARIO 2 DICHIARANTE DICHIARANTE MUTA PORTALE DEL SUAP Dichiarante Pratica WS WS WS SISTEMA DEL SUAP Aggiornamento stato pratica Esiti Esiti WS ASL Notifica APPLICATIVO SCIA PROPRIETARIO DEL SUAP ARPA VVFF Tramite i servizi di integrazione Il sistema MUTA trasferisce la pratica al sistema del SUAP. Tale sistema provvede poi ad aggiornare in MUTA la pratica rispetto al protocollo a allo stato ( formalmente corretta o formalmente non corretta ) MUTA, nel caso di pratica formalmente corretta, attiva automaticamente il sistema di notifiche verso ASL, ARPA e VVFF per i controlli L esito dei controlli viene restituito da questi enti a MUTA che li notifica e li trasmette al sistema proprietario del SUAP tramite i servizi di integrazione

11 Il dichiarante (TITOLARE o INTERMEDIARIO) deve compilare la SCIA Accede al sito IMPRESA IN UN GIORNO (MISE) per trovare il portale del SUAP di competenza o, in sua assenza, il portale della CCIAA in surroga Il dichiarante viene indirizzato ad utilizzare l applicativo proprietario del SUAP per compilare la SCIA Il Sistema Informativo del SUAP, produce la Scia in formato compatibile con il sistema MUTA (XML standard+allegati) SCENARIO 3 DICHIARANTE DICHIARANTE SISTEMA DEL SUAP PORTLE DEL SUAP APPLICATIVO SCIA PROPRIETARIO DEL SUAP Pratica WS Esiti WS MUTA Notifica ASL WS Esiti WS ARPA VVFF Tramite il servizio di integrazione Il sistema del SUAP trasferisce la pratica a MUTA insieme all aggiornamento rispetto al numero di protocollo e allo stato MUTA, al ricevimento della pratica, nel caso di formalmente corretta, attiva automaticamente il sistema di notifiche verso ASL, ARPA e VVFF per i controlli L esito dei controlli viene restituito da questi enti a MUTA via WS, MUTA li notifica al SUAP e li trasmette al sistema proprietario del SUAP via WS

12 Il dichiarante (TITOLARE o INTERMEDIARIO) deve compilare la SCIA Accede al sito IMPRESA IN UN GIORNO (MISE) per trovare il portale del SUAP di competenza o, in sua assenza, il portale della CCIAA in surroga Il dichiarante, se non è dotato di PEC, o di firma digitale o CF impresa, si deve riferire ad un INTERMEDIARIO che può utilizzare STARWEB per la compilazione della SCIA A valle della compilazione, la pratica, completa di XML, viene trasmessa alla PEC del SUAP o della CCIAA in Surroga SCENARIO 4 APPLICATIVO INFOCAMERE DICHIARANTE DICHIARANTE PORTALE DEL SUAP StarWeb Intermediario SUAP/CCIAA MUTA Notifiche ASL WS Esiti WS ARPA VVFF La pratica viene ridiretta sulla PEC di MUTA; l operatore accede a MUTA e aggiorna lo stato della pratica ( formalmente corretta o formalmente non corretta ) e compila il numero di protocollo Se la SCIA viene posta in stato formalmente corretta, MUTA attiva automaticamente il sistema di notifiche verso ASL, ARPA e VVFF per i controlli L esito dei controlli viene restituito da questi enti a MUTA via WS e MUTA li notifica al SUAP per la gestione dell istruttoria

13 Il dichiarante (TITOLARE o INTERMEDIARIO) deve compilare la SCIA Accede al sito IMPRESAINUN GIORNO (MISE) per trovare il portale del SUAP di competenza o, in sua assenza, il portale della CCIAA in surroga Il dichiarante viene indirizzato ad utilizzare l applicativo di Impresainungiorno per compilare la SCIA Il Sistema Informativo di Impresainungiorno produce la Scia in formato compatibile con il sistema MUTA (XML standard+allegati) SCENARIO 5 DICHIARANTE DICHIARANTE Sistema Impresainungiorno CCIAA IN SURROGA WS Pratica Esiti WS COMUNE DELEGANTE MUTA WS Notifica Esiti WS ASL ARPA VVFF Tramite il servizio di integrazione Il sistema di Impresainungiorno trasferisce la pratica a MUTA insieme all aggiornamento rispetto al numero di protocollo e allo stato MUTA, al ricevimento della pratica, nel caso di formalmente corretta, attiva automaticamente il sistema di notifiche verso ASL, ARPA e VVFF per i controlli L esito dei controlli viene restituito da questi enti a MUTA via WS, MUTA li notifica al la CCIAA in surroga e li trasmette al sistema impresainungiorno

14 AGGIORNAMENTI DELLA PIATTAFORMA Standardizzazione di funzioni per tutti i servizi applicativi della piattaforma: Controllo degli accessi: - aggiornamento automatico dell elenco dei SUAP con i dati del MISE - gestione totalmente telematica della nuova adesione alla piattaforma - Introduzione di una nuova tipologia di utenza (intermediari esclusivi) Interoperabilità tra sistemi: - revisione dei tracciati XML per l allineamento con quelli di Impresainungiorno - adozione di motori generalizzati per la trasmissione di notifiche e cambi di stato della pratica - Attivazione della Porta di Dominio SpCoop per trasmissioni in cooperazione applicativa Introduzione di nuove tecnologie per lo sviluppo di nuovi servizi applicativi Nuove tecnologie applicative per la gestione della modulistica: - ulteriori semplificazioni per gli utenti; - velocità di sviluppo 14

15 AGGIORNAMENTI DEL SERVIZIO SCIA Estensioni funzionali: ridefinizione delle regole di visibilità delle pratiche in funzione della tipologia di SUAP: - SUAP singolo; - SUAP associati con delega / senza delega; - CCIAA in surroga; - Comune temporaneamente non ancora accreditato al MISE; implementazione della gestione dell istruttoria: - ridefinizione estensione stati pratica; - nuove funzioni per il SUAP per la gestione di integrazioni / controlli - supporto per le notifiche al compilatore della pratica 15

16 PUNTI DI FORZA Dalla parte del dichiarante (imprenditore o intermediario): Garanzia di coerenza con la modulistica prevista dalla normativa regionale; Controlli e precompilazione automatica dei campi della modulistica; Supporto nella navigazione della modulistica; Predisposizione automatica della procura speciale nel caso di intermediario; Predisposizione automatica della pratica compilata, completa di allegati e XML nella PEC del dichiarante per il successivo inoltro alla PEC del SUAP di competenza; Messa a disposizione degli stati di avanzamento della pratica 16

17 PUNTI DI FORZA Dalla parte del SUAP: Disponibilità in MUTA di pratiche compilate sia a partire da MUTA che a partire da altro applicativo (vedi Starweb..) Garanzia che le pratiche caricate in MUTA attraverso il servizio di modulistica online o acquisite in MUTA telematicamente sono formalmente corrette (vanno verificati solo gli allegati); Notifica automatica di disponibilità della pratica su caselle PEC o via WS e gestione dell inoltro automatico della pratica agli enti controllori e del ritorno egli esiti Disponibilità di funzioni di back-office che consentono al SUAP la gestione completa dell istruttoria della pratica Messa a disposizione dell archivio completo delle pratiche già conforme alle regole di Conservazione Sostitutiva Messa a disposizione delle statistiche sia tabellari che su base territoriale Il sistema assolverà all obbligo di ritorno informativo verso il MISE in nome e per conto di tutti i SUAP della Lombardia 17

18 EVOLUZIONI IN ATTUAZIONE del DPR 160/2010 Informatizzazione del procedimento ordinario Gestione della modulistica supporto informatico e generalizzato (indipendente dalle modulistiche) per le tipologie di procedimento più frequenti; predisposizione per la gestione di modulistiche compilate online con allegate scansioni di documenti cartacei. progettazione con la preventiva condivisione delle specifiche con Infocamere Invio telematico delle pratiche al SUAP o altro Ente deputato: Definizione e pubblicazione documentazione standard delle interfacce. Riutilizzo della gestione telematica flussi già adottata per la SCIA: supporto al compilatore (imprenditore / Intermediario) per la trasmissione delle pratiche via PEC; capacità di acquisire pratiche anche non compilate da MUTA ma coerenti con le interfacce definite per la modulistica trasmissione delle notifiche gestione dell istruttoria con introduzione della conferenza dei servizi 18

19 EVOLUZIONI IN ATTUAZIONE del DPR 160/2010 Informatizzazione del procedimento ordinario Interoperabilità con Enti preposti ai controlli Riutilizzo gestione automatica delle trasmissioni pratiche agli enti controllori (ASL, ARPA, VVFF e altri ENTI) e ricezione esiti; Interoperabilità con Impresainungiorno Muta diventa il canale privilegiato per gli interscambi informativi tra RL e MISE (già dotato di porta di dominio) Disponibile per sperimentazioni di integrazione tra sistemi MUTA e Infocamere; già pianificate le seguenti attività: - acquisizione dei dati composizione SUAP in tempo reale attraverso SPCoop; - trasmissione istanze SCIA per aggiornamento REA - sperimentazione SSO 19

20 ULTERIORI NUOVI SERVIZI Ambulantato (Carta Esercizio) FER (impianti da Fonti Energetiche Rinnovabili) Manifestazioni fieristiche (qualifica Nazionali, Regionali e Internazionali) Luoghi storici (Riconoscimento) Comunicazione Semestrale alle ASL per apparecchi automatici per la vendita di prodotti alimentari Impianti di Carburante. 20

21 ADESIONE ALLA PIATTAFORMA Chi deve trasmettere l adesione L adesione a MUTA deve essere trasmessa dal Responsabile del Comune per il SUAP oltre che da tutti gli altri Enti interessati (ASL, ARPA, VVFF, Province ecc). Nel caso di SUAP associati è necessario che per primo faccia l adesione il responsabile dell Ente capofila e solo dopo sarà possibile per tutti i comuni associati fare l adesione. Lo strumento adottato per l adesione e possibile aderire al nuovo MUTA telematicamente attraverso una estensione del servizio di profilazione messo a disposizione dalla piattaforma. tutti gli Enti già profilati in MUTA dovranno pertanto ripetere la profilazione per poter aderire. Da quando è disponibile la nuova adesione La nuova adesione è disponibile da luglio 21

22 ADESIONE ALLA PIATTAFORMA Modalità operative per effettuare l adesione Tutte le operazioni sono gestite in modalità telematica e in forma semplificata. Non viene richiesto all utente di inserire alcuna informazione relativa al comune, al SUAP o al responsabile di riferimento in quanto tutti questi dati vengono automaticamente acquisiti da impresainungiorno dove i comuni si sono preventivamente accreditati al MISE dichiarando tutte le suddette informazioni I dati vengono precompilati automaticamente nel modulo di adesione che deve essere firmato digitalmente dal responsabile (CRS) e trasmesso alla PEC di Regione Lombardia predisposta per lo scopo: Il sistema rileva automaticamente i contenuti della PEC, e attraverso il CF della firma, abilita in automatico il responsabile ai servizi di MUTA. 22

23 23 ADESIONE ALLA PIATTAFORMA

24 SUPPORTO OPERATIVO Note operative MUTA Contengono il dettaglio delle modalità operative sin qui accennate Sono pubblicate su: - area Imprese - sezione MUTA Assistenza all uso dei servizi applicativi di MUTA E l help on line per gli utilizzatori della piattaforma E pubblicato in ogni pagina di MUTA, alla voce Assistenza di ogni Servizio Applicativo Viene fornita anche attraverso mail all indirizzo: o dal numero verde In fase di predisposizione la formazione a distanza: prevista disponibilità seconda metà di ottobre 24

25 MUTA- CONTATTI UTILI TIPO DI CONTATTO Informazioni generali sul SUAP e su MUTA (inclusi Video, Faq e specifiche tecniche di integrazione) Per il supporto all utilizzo dell applicazione Per l adesione alla piattaforma per informazioni di carattere tecnicogiuridico Per quesiti di carattere generale sulla semplificazione amministrativa Per la trasmissione delle istanze via PEC RIFERIMENTO Area Imprese Comunità di pratiche PRISMA dove è possibile interagire con gli altri soggetti in rete 25

26 26 APPROFONDIMENTI

27 COMPILAZIONE SCIA Punti di attenzione: Procura: - Automaticamente predisposta da MUTA nel caso di intermediario; - Deve essere firmata digitalmente dall intermediario; - Deve essere allegata la carta di identità del delegante, ancora attualmente firmata digitalmente Firma degli allegati: - Attualmente tutti gli allegati obbligatori devono essere firmati con firma forte (non è valida la CRS normale); non vengono controllati gli altri allegati - Sarà rimosso il controllo della firma forte sulla C.I. che deve essere semplicemente allegata per adeguamento a Impresainungiorno ; Invio PEC: - Attiva l invio di tutta la pratica sulla PEC del compilatore affinchè questi la inoltri al SUAP di competenza; - Non sono compatibili con MUTA le PEC di tipo cec-pac rilasciate da Ministero dell Innovazione - In verifica la possibilità per MUTA di spedire la pratica direttamente alla PEC del SUAP Scheda 5: - Viene sempre predisposta e salvata e stampata solo se compilata - Verrà dato un avviso in fase di conferma della pratica nel caso di scheda 5 non compilata e verrà segnalato il link al sito VVF per verificare le condizioni in cui è necessaria la sua compilazione. 27

28 28 COMPILAZIONE SCIA - PROCURA

29 COMPILAZIONE SCIA - PROCURA Dati dell intermediario precompilati Sono i soggetti che compilano la scheda 2 : titolare e soci 29

30 ISTRUTTORIA SCIA Le nuove funzionalità per i SUAP prevedono: Estensione e gestione degli stati della pratica (formalmente corretta, formalmente non corretta, accettata, rifiutata). Gestione delle integrazioni da parte del SUAP delle pratiche Supporto al SUAP per la gestione delle notifiche al dichiarante (titolare o intermediario); Sono rilevanti in quanto: Chiudono il processo di gestione della SCIA; Rispondono alle esigenze di tutti i SUAP specialmente di quelli non dotati di un proprio Sistema Informativo; Sono allineati con le informazioni / stati della pratica che dovranno essere trasmettesse su porta di dominio al MISE attraverso Impresinungiorno 30

31 ISTRUTTORIA SCIA Fino a ieri: Gli stati della pratica erano: - Bozza (a cura del compilatore) - Compilata (a cura del compilatore) - Ricevuta (a cura del SUAP) - Sospesa (a cura del SUAP) Il compilatore: - predisponeva la pratica in bozza e la portava in stato compilata - vedeva tutte le sue pratiche e relativo stato ll SUAP: - vedeva tutte le pratiche di competenza (tutti gli stati escluso bozza) - passava di stato le pratiche da compilata a ricevuta / sospesa 31

32 ISTRUTTORIA SCIA Da oggi: Gli stati della pratica sono: - Bozza (a cura del compilatore in fase di predisposizione della segnalazione) - Compilata (a cura del compilatore a completo caricamento delle informazioni) - Formalmente Corretta (a cura del SUAP subito a valle della ricezione pratica) - Formalmente Non Corretta (a cura del SUAP subito a valle della ricezione pratica) - Accettata (a cura del SUAP a chiusura dell istruttoria con esito positivo) - Rifiutata (a cura del SUAP a chiusura dell istruttoria con esito negativo) Il compilatore: - predispone la pratica in bozza e la porta in stato compilata - vede tutte le sue pratiche e relativo stato Il SUAP : - vede sulla propria scrivania tutte le pratiche di competenza (tutti gli stati escluso bozza) - Gestisce l istruttoria e passa di stato le pratiche in tutti gli altri possibili stati (Formalmente corretta / Formalmente non corretta / Accettata / Rifiutata) 32

33 FLUSSO INFORMATIVO ISTRUTTORIA SUAP 33

34 ISTRUTTORIA SCIA Invio notifica al dichiarante quando la pratica è in stato compilata 34

35 35 ISTRUTTORIA SCIA Funzione di notifica al dichiarante

36 ISTRUTTORIA SCIA Selezione aggiornamento stato della pratica 36

37 ISTRUTTORIA SCIA Aggiornamento stato della pratica 37

38 ISTRUTTORIA SCIA Selezione Istruttoria 38

39 ISTRUTTORIA SCIA Selezione inserimento nuovo controllo 58 39

40 ISTRUTTORIA SCIA Inserimento dati relativi ad un nuovo controllo 58 40

41 ISTRUTTORIA SCIA Selezione aggiornamento stato della pratica 41

42 ISTRUTTORIA SCIA Funzione aggiornamento stato finale della pratica 42

43 ISTRUTTORIA SCIA Funzione invio notifica finale al dichiarante 43

44 44 Grazie per l attenzione

M.U.T.A. Modello Unico Trasmissione Atti

M.U.T.A. Modello Unico Trasmissione Atti Uno strumento per la semplificazione M.U.T.A. Modello Unico Trasmissione Atti un sistema per la Pubblica Amministrazione una risorsa per le Imprese 19 aprile 2011 Videoconferenza di presentazione INDICE

Dettagli

Manuale delle procedure Parte 1. SCIA telematica. Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO.

Manuale delle procedure Parte 1. SCIA telematica. Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO. Manuale delle procedure Parte 1 SCIA telematica Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO Allegato Manuale delle procedure SUAP. Parte 1 SCIA telematica

Dettagli

SERVIZIO MUTA-SCIA NOTE DI RILASCIO DELLA VERSIONE DI MARZO 2013. Revisione del Documento: 01 Data revisione: 04-03-2013

SERVIZIO MUTA-SCIA NOTE DI RILASCIO DELLA VERSIONE DI MARZO 2013. Revisione del Documento: 01 Data revisione: 04-03-2013 SERVIZIO MUTA-SCIA NOTE DI RILASCIO DELLA VERSIONE DI MARZO 2013 Revisione del Documento: 01 Data revisione: 04-03-2013 INDICE DEI CONTENUTI 1. Scopo e campo di applicazione... 3 2. Tipologia dei destinatari...

Dettagli

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP)

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Provincia di Forlì-Cesena Comune di Forlì Comune di Cesena Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Normativa di riferimento D.P.R. 20 ottobre

Dettagli

ASSISTENZA ONLINE. La piattaforma informatica MUTA. Cosa è il Muta, cosa serve e a chi è rivolto. Perchè utilizzare Muta

ASSISTENZA ONLINE. La piattaforma informatica MUTA. Cosa è il Muta, cosa serve e a chi è rivolto. Perchè utilizzare Muta ASSISTENZA ONLINE La piattaforma informatica MUTA MUTA (Modello Unico Trasmissione Atti) è un sistema di servizi implementato e messo a disposizione da Regione Lombardia per tutti i soggetti coinvolti

Dettagli

La Digitalizzazione in Regione Lombardia

La Digitalizzazione in Regione Lombardia La Digitalizzazione in Regione Lombardia Il progetto EDMA: il percorso di innovazione di Regione Lombardia nell'ambito della dematerializzazione Milano, Risorse Comuni, 19 Novembre 2009 A cura di Ilario

Dettagli

Obiettivi e potenzialità del nuovo impegno verso la standardizzazione

Obiettivi e potenzialità del nuovo impegno verso la standardizzazione Obiettivi e potenzialità del nuovo impegno verso la standardizzazione Dott.ssa Maria Pia Giovannini Agenzia per l Italia Digitale Componente della Commissione permanente per il coordinamento della modulistica

Dettagli

Manuale Operativo FER AU LATO ENTE

Manuale Operativo FER AU LATO ENTE Manuale Operativo FER AU LATO ENTE Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili Revisione del Documento: 01 Data revisione: 13-01-2014 INDICE DEI CONTENUTI Indice 1.1 Scopo e campo di applicazione... 3

Dettagli

Le normative relative all avvio, trasformazione, trasferimento, gestione e cessazione dell attività d impresa sono state recentemente modificate.

Le normative relative all avvio, trasformazione, trasferimento, gestione e cessazione dell attività d impresa sono state recentemente modificate. Cos'è lo Sportello Unico Attività Produttive Lo Sportello Unico per le Attività Produttive, già nella sua definizione data dal D.P.R. n. 447/1998, ha per oggetto la localizzazione degli impianti produttivi

Dettagli

Manuale Operativo FER CEL-PAS. Lato Compilatore. Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili

Manuale Operativo FER CEL-PAS. Lato Compilatore. Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili Manuale Operativo FER CEL-PAS Lato Compilatore Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili Revisione del Documento: 06 Data revisione: 13-01-2013 INDICE DEI CONTENUTI Indice 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

LA GESTIONE DEI PRODOTTI ALIMENTARI NELLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE

LA GESTIONE DEI PRODOTTI ALIMENTARI NELLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE Milano, 6 marzo 2015 LA GESTIONE DEI PRODOTTI ALIMENTARI NELLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE Vendita e Somministrazione di alimenti e bevande: modulistica e finalità di semplificazione per le Imprese messe

Dettagli

ARTeS iscrizione Albi e Registri Terzo Settore della Regione Lazio Guida alle procedure di iscrizione. Rev. 0 del 2 maggio 2012

ARTeS iscrizione Albi e Registri Terzo Settore della Regione Lazio Guida alle procedure di iscrizione. Rev. 0 del 2 maggio 2012 ARTeS iscrizione Albi e Registri Terzo Settore della Regione Lazio Guida alle procedure di iscrizione Rev. 0 del 2 maggio 2012 1 Il sistema informativo A.R.Te.S. È operativa dal 2 maggio la nuova procedura

Dettagli

Modalità di presentazione telematica delle istanze e delle SCIA

Modalità di presentazione telematica delle istanze e delle SCIA Modalità di presentazione telematica delle istanze e delle SCIA In base alle indicazioni e regole stabilite dal DPR n. 160/2010, pertanto, tutte le istanze di autorizzazione e SCIA riguardanti attività

Dettagli

MUDE Piemonte. Adempimenti per i Comuni. STATO DELLE VARIAZIONI Versione Paragrafo o Pagina Descrizione della variazione V02 2.1

MUDE Piemonte. Adempimenti per i Comuni. STATO DELLE VARIAZIONI Versione Paragrafo o Pagina Descrizione della variazione V02 2.1 MUDE Piemonte Adempimenti per i Comuni STATO DELLE VARIAZIONI Versione Paragrafo o Pagina Descrizione della variazione V02 2.1 Aggiornamento casella di posta elettronica per comunicazioni 3 3.3; 3.3.1;

Dettagli

Incontro con i SUAP in delega

Incontro con i SUAP in delega Incontro con i SUAP in delega Vercelli, 3 luglio 2012 Cristina Corradino Oneri di gestione SUAP Costi e gli oneri di utilizzo del programma, in termini di canone annuale, sono rapportati alle dimensioni

Dettagli

Sportello unico attività produttive (SUAP)

Sportello unico attività produttive (SUAP) www.globogis.it Sportello unico attività produttive (SUAP) Modulo base Sessione1 Introduzione alla gestione telematica del SUAP Argomenti Logistica e contenuti del corso Normativa nazionale e regionale

Dettagli

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO Determina del Ragioniere generale dello Stato concernente le modalità di trasmissione e gestione di dati e comunicazioni ai Registri di cui al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, concernente la

Dettagli

Evoluzione delle soluzioni paperless a supporto delle PAL

Evoluzione delle soluzioni paperless a supporto delle PAL Evento Regione Veneto 1 Le nuove sfide di dematerializzazione per gli Enti Locali Evoluzione delle soluzioni paperless a supporto delle PAL Marco di Luzio Responsabile Business Consulting Evento Regione

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE TELEMATICA DELLE PRATICHE AL SUAP DELL UNIONE APPENNINO BOLOGNESE (SECONDO AGGIORNAMENTO)

LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE TELEMATICA DELLE PRATICHE AL SUAP DELL UNIONE APPENNINO BOLOGNESE (SECONDO AGGIORNAMENTO) (Provincia di Bologna) CASTEL D AIANO CASTEL DI CASIO CASTIGLIONE DEI PEPOLI GAGGIO MONTANO GRIZZANA MORANDI MARZABOTTO MONZUNO SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO VERGATO Sportello Unico Attività Produttive LINEE

Dettagli

Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente

Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente Comune di Padova Settore Servizi istituzionali e affari generali Servizio archivistico comunale Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente Il sistema di gestione documentale dell

Dettagli

STATO AVANZAMENTO LAVORI

STATO AVANZAMENTO LAVORI ACCORDO DI COLLABORAZIONE INTERISTITUZIONALE (ACI) aggregazione di comuni denominata GRANDE MANTOVA ACCORDO DI COLLABORAZIONE INTERISTITUZIONALE (ACI) AGGREGAZIONE DI COMUNI CITTA DI CURTATONE PORTO MANTOVANO

Dettagli

I servizi on line di prevenzione incendi

I servizi on line di prevenzione incendi I servizi on line di prevenzione incendi Stefano Marsella Il CAD - codice dell Amministrazione digitale (decreto legislativo n. 82 del 2005) prevede che: i servizi erogati dalle PA siano progressivamente

Dettagli

2.2 Subingresso, cessazione, altre modifiche nella gestione

2.2 Subingresso, cessazione, altre modifiche nella gestione 2. Guida alla redazione della SCIA Le modalità di compilazione della SCIA varia a seconda dell'applicativo telematico adottato dallo SUAP. E' possibile, però, affermare che l'utente si troverà a rispondere

Dettagli

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE MANUALE OPERATIVO FUNZIONI DI SCRIVANIA PER GLI UFFICI SUAP

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE MANUALE OPERATIVO FUNZIONI DI SCRIVANIA PER GLI UFFICI SUAP InfoCamere Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE MANUALE OPERATIVO FUNZIONI DI SCRIVANIA PER GLI UFFICI SUAP versione

Dettagli

Scheda rilevazione sistemi ICT e strumenti ICT. Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO.

Scheda rilevazione sistemi ICT e strumenti ICT. Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO. Scheda rilevazione sistemi e strumenti sistemi ICT e strumenti ICT Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO Allegato Sommario 1 Dotazioni informatiche

Dettagli

RisorseComuni. Nuove prospettive per la semplificazione dei procedimenti relativi alle attività produttive in Regione Lombardia.

RisorseComuni. Nuove prospettive per la semplificazione dei procedimenti relativi alle attività produttive in Regione Lombardia. RisorseComuni Nuove prospettive per la semplificazione dei procedimenti relativi alle attività produttive in Regione Lombardia 17 Novembre 2009 Cristina Colombo Direttore Vicario U.O. Semplificazione e

Dettagli

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA TeamSystem ha rilasciato un nuovo modulo software e creato un servizio web per gestire in modo snello, guidato e sicuro l intero processo

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Classificazione Consip Public

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Classificazione Consip Public Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il supporto alla fatturazione elettronica offerto dalla piattaforma Acquistinrete 2 Cos'è la Fatturazione Elettronica 1/2 Fattura elettronica

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PRATICA. InfoCamere Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni. versione 02

MANUALE OPERATIVO PRATICA. InfoCamere Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni. versione 02 InfoCamere Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE MANUALE OPERATIVO FUNZIONI DI PRATICA versione 02 ottobre 2011 COMPILAZIONE

Dettagli

TRA CONSIDERATO CHE VISTO CHE

TRA CONSIDERATO CHE VISTO CHE Protocollo d intesa per l utilizzo della soluzione informatica realizzata dalle Camere di Commercio, Industria e Artigianato per l esercizio delle funzioni assegnate allo Sportello Unico per le Attività

Dettagli

Progetto per la semplificazione amministrativa

Progetto per la semplificazione amministrativa Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura Lecce Città di Lecce Progetto per la semplificazione amministrativa ComUniica lla tua attiiviità commerciialle MODALITA OPERATIVE (VERS. 1.1. DEL

Dettagli

BANDO VOUCHER DIGITALE Per enti locali in forma associata per la digitalizzazione e la semplificazione della PA lombarda

BANDO VOUCHER DIGITALE Per enti locali in forma associata per la digitalizzazione e la semplificazione della PA lombarda BANDO VOUCHER DIGITALE Per enti locali in forma associata per la digitalizzazione e la semplificazione della PA lombarda 1 Finalità dell intervento... 2 2 Modello di riferimento... 2 3 Soggetti abilitati

Dettagli

SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (S.U.A.P.)

SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (S.U.A.P.) SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (S.U.A.P.) INORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.), previsto dal D.Lgs. n. 112/98, in attuazione della legge

Dettagli

CONVENZIONE. Progetto per la semplificazione amministrativa. ComUnica la tua attività commerciale COMUNE DI

CONVENZIONE. Progetto per la semplificazione amministrativa. ComUnica la tua attività commerciale COMUNE DI Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura Lecce COMUNE DI Progetto per la semplificazione amministrativa C O N V E N Z I O N E T R A - la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

Progetto per la semplificazione amministrativa e la realizzazione del SUAP

Progetto per la semplificazione amministrativa e la realizzazione del SUAP Città di Ariano Irpino Progetto per la semplificazione amministrativa e la realizzazione del SUAP Speriimentaziione delllla SCIA iin ComUniica GUIDA OPERATIVA DESCRIZIONE DEL PROGETTO Progetto per la semplificazione

Dettagli

Automazione e gestione dati territoriali

Automazione e gestione dati territoriali Via Crocefisso, 2 20876 ORNAGO (MB) tel. 039.6010966 fax 039.6010532 - www.starch.it C.F. 07795180152 P.I. 00873010961 Registro Imprese MONZA e BRIANZA n. 07795180152 REA n. 1183663 - capitale sociale

Dettagli

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA 23 febbraio 2015, Bologna Circ. N. 0023/02/2015 Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA Gentile Cliente, abbiamo rilasciato un nuovo modulo software e creato un servizio web per

Dettagli

La Fatturazione Elettronica verso la PA

La Fatturazione Elettronica verso la PA La Fatturazione Elettronica verso la PA Il 6 giugno 2014 sarà una data importante in quanto entra in vigore il D.M. 55/2013 che ha stabilito le modalità attuative per fatturazione elettronica nei confronti

Dettagli

Maurizio Vego Scocco

Maurizio Vego Scocco Suap Con il il Comune inizia la dematerializzazione dei servizi Maurizio Vego Scocco Comune di Vicenza 5 aprile 2013 Consulente INFOCAMERE Camere di Commercio di Pordenone e Vicenza 1 Sportello Unico Attività

Dettagli

L interscambio documentale per via telematica: strumenti e mezzi

L interscambio documentale per via telematica: strumenti e mezzi Novembre - dicembre 2012 L interscambio documentale per via telematica: strumenti e mezzi Loredana Bozzi Sistemi di comunicazione telematica Posta elettronica (posta elettronica semplice, PEC, CEC PAC)

Dettagli

S.C.I.A. E COMUNICA CONTESTUALI (art. 25, comma 3, d.lgs. 59/2010 e art. 5, comma 2, d.p.r. 160/2010)

S.C.I.A. E COMUNICA CONTESTUALI (art. 25, comma 3, d.lgs. 59/2010 e art. 5, comma 2, d.p.r. 160/2010) 1 S.C.I.A. E COMUNICA CONTESTUALI (art. 25, comma 3, d.lgs. 59/2010 e art. 5, comma 2, d.p.r. 160/2010) P R E M E S S A Come è noto dal 30 settembre 2011 sono operative tutte le disposizioni contenute

Dettagli

Considerata la complessità degli argomenti trattati, la invitiamo a contattarci per ogni informazione aggiuntiva.

Considerata la complessità degli argomenti trattati, la invitiamo a contattarci per ogni informazione aggiuntiva. Gentile Cliente, come noto dal 6 giugno è entrato in vigore l obbligo di trasmissione delle in modalità elettronica verso Ministeri, Agenzie Fiscali ed Enti Nazionali di Previdenza. Dal 31 marzo 2015 la

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE TELEMATICA DELLE PRATICHE AL SUAP DELL UNIONE APPENNINO BOLOGNESE

LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE TELEMATICA DELLE PRATICHE AL SUAP DELL UNIONE APPENNINO BOLOGNESE (Provincia di Bologna) CASTEL D AIANO CASTEL DI CASIO CASTIGLIONE DEI PEPOLI GAGGIO MONTANO GRIZZANA MORANDI MARZABOTTO MONZUNO SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO VERGATO LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE TELEMATICA

Dettagli

Gestione associata SUAP

Gestione associata SUAP Gestione associata SUAP Comuni aderenti CAPRALBA CREMOSANO DOVERA MONTE CREMASCO PANDINO SPINO D'ADDA VAIANO CREMASCO Manuale delle procedure Parte 1 SCIA telematica Versione da consegnare (gennaio 2012)

Dettagli

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA 15 Luglio 2014 Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA Gentile Cliente, l art. 1, commi da 209 a 214, della legge 24 dicembre 2007 n. 244 (legge finanziaria 2008) ha introdotto l

Dettagli

L evoluzione dei prodotti e dei servizi finanziari della CDP Domanda online

L evoluzione dei prodotti e dei servizi finanziari della CDP Domanda online L evoluzione dei prodotti e dei servizi finanziari della CDP Domanda online Roadshow settembre-novembre 2013 1 Indice Pag. Domanda online 3 1. Registrazione al servizio Domanda online e accesso all applicativo

Dettagli

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA Gentile Cliente, Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA l art. 1, commi da 209 a 214, della legge 24 dicembre 2007 n. 244 (legge finanziaria 2008) ha introdotto l obbligo della

Dettagli

SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE VISTA D INSIEME SISTEMA INFORMATIVO REGIONE PIEMONTE SUI VAR - 41

SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE VISTA D INSIEME SISTEMA INFORMATIVO REGIONE PIEMONTE SUI VAR - 41 Pag. 1 di 10 SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE VISTA D INSIEME agosto 2010 Pag. 2 di 10 SOMMARIO 1. SCOPO DEL DOCUMENTO...3 2. INQUADRAMENTO...3 3. LO USER GROUP SPORTELLO UNICO...4 4. IL SOFTWARE PER

Dettagli

Capitolato speciale per la fornitura di

Capitolato speciale per la fornitura di ALLEGATO A Capitolato speciale per la fornitura di Servizi di verifica procedurale e funzionale delle componenti di servizio della Community Network dell'umbria nell'ambito del piano di Semplificazione

Dettagli

La Fatturazione Elettronica verso la PA

La Fatturazione Elettronica verso la PA N.B.: i collegamenti agli indirizzi web riportati nel testo e alla Presentazione Fatturazione Elettronica Armando Giudici Dylog - Buffetti sono richiamabili cliccandoli col pulsante sinistro del mouse.

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni Ai sensi del comma 3 bis dell art. 24 del D.L. 90/2014 convertito nella legge 11/08/2014 n. 114

Dettagli

TRASMISSIONE PRATICHE SUAP

TRASMISSIONE PRATICHE SUAP COMUNE DI BORGO A MOZZANO Provincia di Lucca Via Umberto I,1-55023 Borgo a Mozzano TEL 0583 820469-52 FAX 0583 820428 comune.borgoamozzano@postacert.toscana.it TRASMISSIONE PRATICHE SUAP MODALITA OPERATIVE

Dettagli

Ufficio per la semplificazione amministrativa. Indagine SUAP. Sintesi dei risultati. Roma, 19 novembre 2015

Ufficio per la semplificazione amministrativa. Indagine SUAP. Sintesi dei risultati. Roma, 19 novembre 2015 Ufficio per la semplificazione amministrativa Indagine SUAP Sintesi dei risultati Roma, 19 novembre 2015 QUALI INFORMAZIONI ABBIAMO USATO Focus group regionali: con amministrazioni con utenza 18 Regioni

Dettagli

11 Azioni previste nel Programma di semplificazione 2011 1 Approvazione Agenda Normativa 2011 che prevede: Report di attuazione

11 Azioni previste nel Programma di semplificazione 2011 1 Approvazione Agenda Normativa 2011 che prevede: Report di attuazione 11 Azioni previste nel Programma di semplificazione 2011 1 Approvazione Agenda Normativa 2011 che prevede: Report di attuazione Approvata con delibera di Giunta regionale n. 744 del 28 Giugno 2011 Semplificazione

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Pesaro, 20 maggio 2014 Il supporto alla fatturazione elettronica offerto dalla piattaforma Acquistinrete 2 Cos' è la Fatturazione Elettronica

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO CITTÀ DI MOGLIANO VENETO Provincia di Treviso Piazza Caduti, 8 31021 Cod. Fiscale 00565860269 Partita IVA 00476370267 Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni

Dettagli

PER PRESENTARE UNA PRATICA SUAP ON LINE su SPORTELLO UNICO WEB https://sportellounico.catrianerone.pu.it SEGUI QUESTE INDICAZIONI PREMESSA

PER PRESENTARE UNA PRATICA SUAP ON LINE su SPORTELLO UNICO WEB https://sportellounico.catrianerone.pu.it SEGUI QUESTE INDICAZIONI PREMESSA PER PRESENTARE UNA PRATICA SUAP ON LINE su SPORTELLO UNICO WEB https://sportellounico.catrianerone.pu.it SEGUI QUESTE INDICAZIONI PREMESSA A) per SCIA CONTESTUALI alla COMUNICAZIONE UNICA/STARWEB del registro

Dettagli

Gentile Cliente, 1.MODULO SOFTWARE FATTURA ELETTRONICA PA

Gentile Cliente, 1.MODULO SOFTWARE FATTURA ELETTRONICA PA Gentile Cliente, come noto dal 6 giugno è entrato in vigore l obbligo di trasmissione delle in modalità elettronica verso Ministeri, Agenzie Fiscali ed Enti Nazionali di Previdenza. Dal 31 marzo 2015 la

Dettagli

Ai Direttori Generali. Unione Province Lombarde Email: upl@legalmail.it

Ai Direttori Generali. Unione Province Lombarde Email: upl@legalmail.it Regione Lombardia - Giunta DIREZIONE GENERALE AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE Piazza Città di Lombardia n.1 20124 Milano www.regione.lombardia.it ambiente@pec.regione.lombardia.it Tel 02 6765.5053

Dettagli

S.C.I.A. Expo. Allegato A Guida alla compilazione

S.C.I.A. Expo. Allegato A Guida alla compilazione S.C.I.A. Expo Allegato A Guida alla compilazione 2 Sommario 1. Procedura Impresainungiorno... 3 1.1. Accesso al portale Impresainungiorno... 3 1.2. Compilazione pratica... 3 1.3. Trasmissione pratica...

Dettagli

SUAP telematico. presentazione ai Professionisti Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Verona 27 novembre 2012

SUAP telematico. presentazione ai Professionisti Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Verona 27 novembre 2012 SUAP telematico presentazione ai Professionisti Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Verona 27 novembre 2012 1 2 Sportello Unico Attività Produttive Pubblicato sulla G.U. del 30 settembre

Dettagli

Il progetto dell Umbria per la realizzazione dell HUB regionale di fatturazione elettronica a supporto degli enti del territorio

Il progetto dell Umbria per la realizzazione dell HUB regionale di fatturazione elettronica a supporto degli enti del territorio #AdUmbria Il progetto dell Umbria per la realizzazione dell HUB regionale di fatturazione a supporto degli enti del territorio Stefano Paggetti Dirigente Servizio Politiche per la Società dell'informazione

Dettagli

Manuale Operativo Front Office e Back Office. Servizio OpenSUAP COD. PRODOTTO D.9.3

Manuale Operativo Front Office e Back Office. Servizio OpenSUAP COD. PRODOTTO D.9.3 Manuale Operativo Front Office e Back Office Servizio OpenSUAP COD. PRODOTTO D.9.3 Indice 1. Configurazione Software 1.1 Configurazione della PEC in OpenSUAP 2. Front Office OpenSUAP 2.1 Utilizzo Front

Dettagli

RICOGNIZIONE DELLA SITUAZIONE ESISTENTE...7

RICOGNIZIONE DELLA SITUAZIONE ESISTENTE...7 COMUNE DI SPECCHIA Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione e la compilazione on-line da parte di cittadini e imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al Comune INDICE

Dettagli

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DI PRATICHE EDILIZIE RESIDENZIALI PER VIA TELEMATICA

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DI PRATICHE EDILIZIE RESIDENZIALI PER VIA TELEMATICA GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DI PRATICHE EDILIZIE RESIDENZIALI PER VIA TELEMATICA INTRODUZIONE Sempre di più l evoluzione normativa è rivolta a favorire l'uso dell'informatica come strumento privilegiato nei

Dettagli

COMUNE DI CARPEGNA. Montefeltro Provincia di Pesaro e Urbino. Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c.

COMUNE DI CARPEGNA. Montefeltro Provincia di Pesaro e Urbino. Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. COMUNE DI CARPEGNA Montefeltro Provincia di Pesaro e Urbino Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. 3bis Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 13 del 16/02/2015 Pag. 2 2.

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività - s.c.i.a. Caratteristiche generali

Segnalazione certificata di inizio attività - s.c.i.a. Caratteristiche generali Segnalazione certificata di inizio attività - s.c.i.a. Caratteristiche generali 2 Segnalazione certificata di inizio attività s.c.i.a. Viene presentata solo per attività di impresa 3 Segnalazione certificata

Dettagli

Introduzione. Le infrastrutture di Regione Toscana. http://www.cart.rete.toscana.it. Versione 0.4 1 10/10/2007

Introduzione. Le infrastrutture di Regione Toscana. http://www.cart.rete.toscana.it. Versione 0.4 1 10/10/2007 Introduzione Le infrastrutture di Regione Toscana http://www.cart.rete.toscana.it Versione 0.4 1 10/10/2007 1 L'ultima versione di questo manuale è diponibile al seguente URL 1 Indice generale Introduzione...3

Dettagli

Regione Lombardia Direzione Generale Commercio, Turismo e Terziario

Regione Lombardia Direzione Generale Commercio, Turismo e Terziario Regione Lombardia Direzione Generale Commercio, Turismo e Terziario GESTIONE INFORMATIZZATA DELLA CARTA D ESERCIZIO ED ATTESTAZIONE PER OPERATORI SU AREE PUBBLICHE MANUALE UTENTE PER INTERMEDIARI versione

Dettagli

Soggetti obbligati. Ambito di applicazione DM 55 3 aprile 2013: Art. 1, comma 209 L. 244/2007

Soggetti obbligati. Ambito di applicazione DM 55 3 aprile 2013: Art. 1, comma 209 L. 244/2007 Soggetti obbligati Ambito di applicazione DM 55 3 aprile 2013: Art. 1, comma 209 L. 244/2007 Al fine di semplificare il procedimento di fatturazione e registrazione delle operazioni imponibili, a decorrere

Dettagli

PROCEDURA PER LA PREDISPOSIZIONE DI PRATICHE TRAMITE IL PORTALE SUAP DEL COMUNE DI GHEDI

PROCEDURA PER LA PREDISPOSIZIONE DI PRATICHE TRAMITE IL PORTALE SUAP DEL COMUNE DI GHEDI PROCEDURA PER LA PREDISPOSIZIONE DI PRATICHE TRAMITE IL PORTALE SUAP DEL COMUNE DI GHEDI Questa procedura consente di fornire informazioni e modulistica agli operatori ed alle imprese per tutti i procedimenti

Dettagli

DPR 160/2010 SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE IN FORMA TELEMATICA INDICAZIONI OPERATIVE

DPR 160/2010 SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE IN FORMA TELEMATICA INDICAZIONI OPERATIVE COMUNE DI CASTELNUOVO RANGONE PROVINCIA DI MODENA Servizio Attività Produttive DPR 160/2010 SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE IN FORMA TELEMATICA INDICAZIONI OPERATIVE Lo sportello Unico per le

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

La Fatturazione Elettronica

La Fatturazione Elettronica Informazioni Generali : La trasmissione di una fattura elettronica in formato Xml alla PA, obbligatoria a partire dal prossimo giugno (a scaglioni) avviene attraverso il Sistema di Interscambio (SdI),

Dettagli

COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso

COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni ai sensi dell articolo 24, comma 3 bis del D.L.

Dettagli

Comune di MELLE Comune di VALMALA PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE

Comune di MELLE Comune di VALMALA PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE Comune di MELLE Comune di VALMALA PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L EVOLUZIONE (TO-BE)... 6 Piano informatizzazione

Dettagli

DISTINTA-MODELLO-RIEPILOGO Codice-pratica.SUAP.PDF.P7M

DISTINTA-MODELLO-RIEPILOGO Codice-pratica.SUAP.PDF.P7M Allegato sub b ) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive del COMUNE DI FIRENZE suap@pec.comune.fi.it DISTINTA-MODELLO-RIEPILOGO Codice-pratica.SUAP.PDF.P7M UFFICIO SUAP DESTINATARIO [ ] COMMERCIO

Dettagli

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche SITAS Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche Le procedure per l edificazione nei comuni della Regione Lazio classificati a rischio sismico soffrivano di: Complessa gestione

Dettagli

La Semplificazione Amministrativa a favore delle Imprese per la ripresa economica del Paese

La Semplificazione Amministrativa a favore delle Imprese per la ripresa economica del Paese La Semplificazione Amministrativa a favore delle Imprese per la ripresa economica del Paese Dal SUAP on line al Contratto in modalità elettronica con firma digitale Antonio Meola Segretario generale del

Dettagli

Progetto Semplifica Italia. Cantieri regionali per la semplificazione

Progetto Semplifica Italia. Cantieri regionali per la semplificazione DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE ATTIVE, I SERVIZI PER IL LAVORO E LA FORMAZIONE Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema Fondo Sociale Europeo - Obiettivo Convergenza 2007-2013

Dettagli

Presentazione della domanda di Voucher in modalità telematica

Presentazione della domanda di Voucher in modalità telematica BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE ALL ESTERO DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE LOMBARDE 2011 Accordo di Programma Competitività tra Regione Lombardia e le Camere di Commercio

Dettagli

IL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DIGITALIZZATO IN BANCA D ITALIA

IL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DIGITALIZZATO IN BANCA D ITALIA IL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DIGITALIZZATO IN BANCA D ITALIA Carlo Pisanti Direttore Centrale - Banca d Italia Accademia dei Lincei Roma, 9 luglio 2010 Slide 1 Quali sono le finalità a cui deve provvedere

Dettagli

SU@P. Comune di AFRAGOLA Servizio S.U.A.P. Attivazione del S.U.A.P. Telematico Informazioni sulle procedure telematiche

SU@P. Comune di AFRAGOLA Servizio S.U.A.P. Attivazione del S.U.A.P. Telematico Informazioni sulle procedure telematiche SU@P Comune di AFRAGOLA Servizio S.U.A.P. Attivazione del S.U.A.P. Telematico Informazioni sulle procedure telematiche Modalità di presentazione telematica delle istanze e delle SCIA La S.C.I.A. (Segnalazione

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLE SCIA AL SUAP

PRESENTAZIONE DELLE SCIA AL SUAP PRESENTAZIONE DELLE SCIA AL SUAP Rev. 0 Novembre 2011 SOMMARIO INTRODUZIONE... 2 CHI GESTISCE IL SUAP... 2 SCIA CONTESTUALE / NON CONTESTUALE ALLA COMUNICAZIONE UNICA... 3 INDIVIDUAZIONE DEL SUAP COMPETENTE...

Dettagli

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria GUIDA OPERATIVA PER UTENTI DELEGATI ALL INVIO NELLA GESTIONE DELLE DELEGHE PER LA RACCOLTA DELLE SPESE SANITARIE Pag. 1 di 11 INDICE 1. INTRODUZIONE...

Dettagli

Posso continuare a presentare le pratiche Suap anche con le tradizionali modalità cartacee?

Posso continuare a presentare le pratiche Suap anche con le tradizionali modalità cartacee? Posso continuare a presentare le pratiche Suap anche con le tradizionali modalità cartacee? Il DPR 160/2010 prescrive che la presentazione delle Segnalazioni o delle Istanze allo Sportello Unico comunale

Dettagli

S.C.I.A. Expo. Service Communication Informazioni generali 1. 1 Si veda l Allegato A con le istruzioni per la compilazione e l inoltro della pratica.

S.C.I.A. Expo. Service Communication Informazioni generali 1. 1 Si veda l Allegato A con le istruzioni per la compilazione e l inoltro della pratica. S.C.I.A. Expo Service Communication Informazioni generali 1 1 Si veda l Allegato A con le istruzioni per la compilazione e l inoltro della pratica. 2 Sommario 1. Cos è la S.C.I.A. Expo... 3 2. Quando occorre

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE CONCERNENTE:

REGOLAMENTO REGIONALE CONCERNENTE: REGOLAMENTO REGIONALE CONCERNENTE: Disposizioni attuative ed integrative dell articolo 1, commi da 111 a 122, della legge regionale 13 agosto 2011 n. 12 in materia di Bollettino Ufficiale telematico della

Dettagli

COMUNE DI PRAMOLLO PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI PRAMOLLO PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI PRAMOLLO PROVINCIA DI TORINO ALLEGATO 7 AL MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI IL SISTEMA DOCUMENTALE E DI PROTOCOLLAZIONE ADOTTATO DALL ENTE

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni Regione Veneto Provincia di Treviso Comune di Castelfranco Veneto Servizio Sistemi Informativi Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni

Dettagli

1. PREMESSA. 2. IL QUADRO DI RIFERIMENTO PER LA COMUNITÀ 3. VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ATTUALE 4. ALTRI PROCEDIMENTI 5.

1. PREMESSA. 2. IL QUADRO DI RIFERIMENTO PER LA COMUNITÀ 3. VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ATTUALE 4. ALTRI PROCEDIMENTI 5. Via Alberti 4 38033 CAVALESE tel. 0462-241311 fax 0462-241322 C.F. 91016130220 e-mail: info@comunitavaldifiemme.tn.it pec: comunita@pec.comunitavaldifiemme.tn.it www.comunitavaldifiemme.tn.it PIANO DI

Dettagli

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese Sintesi del progetto L evoluzione normativa ha portato il Comune di Giugliano ad una revisione del proprio sistema informatico documentale da alcuni anni. La sensibilità del Direttore Generale al miglioramento

Dettagli

La nuova piattaforma AIDA Grassia Mario Coordinatore del progetto AIDA

La nuova piattaforma AIDA Grassia Mario Coordinatore del progetto AIDA La nuova piattaforma AIDA Grassia Mario Coordinatore del progetto AIDA AIDA oggi strumento attivamente utilizzato per la dematerializzazione dei processi di sportello, anche in seguito alle formalizzazioni

Dettagli

Allegato 1 al report del Tavolo SUAP del 9 dicembre 2013. Proposta per il POR Marche 2014/2020 Agenda Digitale Marche

Allegato 1 al report del Tavolo SUAP del 9 dicembre 2013. Proposta per il POR Marche 2014/2020 Agenda Digitale Marche Allegato 1 al report del Tavolo SUAP del 9 dicembre 2013 Proposta per il POR Marche 2014/2020 Agenda Digitale Marche PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE della Conferenza di servizi telematica per l approvazione

Dettagli

IL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE IN BANCA D ITALIA PRECEDENTE PROCEDURA ELETTRONICA DI TRATTAMENTO DOCUMENTALE SCAMBIO DI DOCUMENTI IN FORMATO ELETTRONICO SOLO PER COMUNICAZIONI INTERNE RIGIDITA E COMPLESSITA

Dettagli

Prodotti software attualmente disponibili. Tempistica rilasci

Prodotti software attualmente disponibili. Tempistica rilasci Prodotti software attualmente disponibili ComUnica 1.1.31 - ComUnica Semplificato 2.0.1 Agenzia Entrate, AA7 e AA9 INPS (Dipendenti Agricoli solo iscrizione) INAIL (solo iscrizione) Fedra 6.1 ( solo per

Dettagli

BANDI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

BANDI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI BANDI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI Istruzioni per l invio telematico delle domande e degli allegati previsti dai Bandi pubblicati dalla CCIAA di Cosenza per la concessione di contributi -Edizione 2015-

Dettagli