Il Direttore Amministrativo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Direttore Amministrativo"

Transcript

1 ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO SMS V.PADULA IPSSCT Don MILANI CROSIA CSMM C.F SITO WEB:www.istitutomnicrosia.eu DISTRETTO SCOLASTICO N 26 TEL/FAX. O983/42309 Al Dirigente Scolastico Dell Istituto Omnicomprensivo di Crosia-Mirto PROPOSTA DEL PIANO DELLE ATTIVITA DEL PERSONALE ATA PRESENTATO AL DIRIGENTE SCOLASTICO Anno Scolastico 2011/2012 Il Direttore Amministrativo VISTA la Direttiva di Massima del Dirigente Scolastico; SENTITO il Personale A.T.A convocato in Assemblea giorno02/09/2011; PROPONE al Dirigente Scolastico il presente Piano delle Attività del Personale A.T.A.. L elaborazione del Piano e stata preceduta da una riunione con il personale al fine di ottenere il coinvolgimento e la condivisione, tenendo conto delle risorse personali e materiali di cui si dispone e degli obiettivi indicati nel P.O.F.. Il piano delle attivita riguarda la ripartizione dei compiti tra il personale, le funzioni aggiuntive, la definizione dei turni di lavoro e l orario di servizio di ciascuno. Tale ripartizione si ispira al principio di equita. Il Dirigente Scolastico, adottera il Piano delle Attivita del Personale A.T.A. con formale decreto,tenendo conto delle modalita definite nella Contrattazione Integrativa e della presente proposta di Piano elaborata dal Direttore S.G.A. L attuazione del Piano e affidata alla diretta responsabilita del Direttore S.G.A. (art 52,C.C.N.L ) che ne predisporra gli atti di esecuzione per renderlo operativo, assegnando con apposita lettera di incarico a ciascun dipendente, i compiti e gli obiettivi individuali da perseguire.

2 In essa evidenziera altresi, la responsabilita per l attivita da svolgere nella posizione occupata, designando il Responsabile del Procedimento Amministrativo del settore specifico di servizio. Gli atti di esecuzione riguarderanno: La ripartizione dei compiti tra il personale; L assegnazione del personale ai turni di lavoro in relazione alle esigenze di servizio; La determinazione dell orario individuale di lavoro; L emanazione di direttive; Istruzioni sulle procedure e sulle modalita di esecuzione del lavoro. Cio premesso il Piano del personale A.T.A. in servizio nell Istituto Omnicomprensivo di Crosia Mirto, e cosi articolato: 1. individuazione dei Servizi Amministrativi e Generali strumentalmente collegati alle attivita del P.O.F.; 2. i criteri di preposizione del Personale ai servizi; 3. l utilizzo dell orario di lavoro; 4. le attività aggiuntive; 5. assegnazione : degli incarichi/mansioni, degli orari di lavoro, degli ambiti di responsabilita ; 6. Servizi minimi in caso di sciopero; 7. Attivita di Aggiornamento e di Formazione del Personale. 1.individuazione e articolazione dei servizi Servizi Amministrativi Gestione alunni amministrazione del personale gestione finanziaria servizi contabili archivio e protocollo gestione beni patrimoniali contabilità di magazzino organi collegiali supporto amministrativo e didattico affari generali.

3 Servizi ausiliari Come da proprio profilo professionale,stabilito dal C.C.N.L.,il Collaboratore Scolastico e addetto: A compiti di accoglienza e di sorveglianza nei confronti degli alunni e del pubblico; Alla collaborazione dei docenti; Ai servizi di pulizia e di carattere materiale inerenti l uso dei locali, degli spazi scolastici,degli arredi; Ai servizi generali di vigilanza sugli alunni, di custodia e sorveglianza ai locali scolastici e alle aule, in caso di assenza degli alunni; Al servizio di portineria con custodia e sorveglianza degli ingressi e loro apertura e chiusura; Alla pulizia dei locali scolastici, degli spazi scoperti,degli arredi e relative pertinenze,anche con l ausilio di mezzi meccanici; A compiti di carattere materiale compreso lo spostamento delle suppellettili,il trasporto e la sistemazione dei materiali scolastici,dei sussidi,audiovisivi ed attrezzature multimediali; All accompagnamento degli alunni in occasione del loro trasferimento dai locali della scuola ad altre sedi anche non scolastiche; All espletamento dei servizi esterni interni la qualifica; Al supporto di attività amministrative, didattiche e progettuali; Rapporti con gli alunni; Sorveglianza generica nei locali; Pulizia di carattere materiale; Particolari interventi non specialistici; Supporto amministrativo e didattico; Produzione di fotocopie docenti/alunni Servizi esterni - servizio di custodia. 2. Criteri di preposizione del personale ai servizi Nell assegnazione dei compiti del personale si terrà conto: Del criterio della rotazione,anche al fine di fare acquisire competenze specifiche a tutto il personale; Delle caratteristiche personali e professionali; Della posizione che il dipendente occupa nell organizzazione del servizio; Delle preferenze espresse dal personale;

4 Cercando di contemplare l uso del personale con l esigenza dell organizzazione, nonchè di trovare quel giusto equilibrio per rendere coerenti gli uni e gli altri. 4-Le attivita Aggiuntive Con il trasferimento di quasi tutte le funzioni dell Ufficio Scolastico Provinciale alle scuole,la mole di lavoro per l Ufficio di Segreteria e aumentata enormemente. Con l avvento dell autonomia, le scuole attuano tantissime attività (progetti) che richiedono maggiore impegno e lavoro per l Ufficio di segreteria. L adozione di sistemi informatici e l invio di quasi tutte le pratiche per via telematica fa si che un Assistente Amministrativo debba,necessariamente impiegare molte ore (e molti giorni) solo per il collegamento e per l immissione dei dati del computer. Oggi il lavoro e raddoppiato perchè, una volta trascritta su supporto cartaceo, la stessa pratica deve essere inserita e trasmessa per via telematica;in precedenza questo lavoro competeva al Provveditorato, a cui trasmettevano i documenti cartacei. L enorme numero di leggi, decreti, circolari, lettere, note esplicative,ecc. quotidianamente impiegano alla lettura ed interpretazione piu unita dell Ufficio di segreteria. Sono aumentati gli impegni,rispetto al passato,per tutte le riunioni degli Organi Collegiali inserite in un contesto di Istituto Omnicomprensivo con due Scuole di Tipologia Diversa, Scuola Media con Sede Associata I.P.S.S.C.T. i cui adempimenti gravano su un Ufficio di Segreteria unico che sempre con maggiori difficoltà opera su fronti diversi, con esigenze organizzative diverse che assorbono la maggior parte del turno antimeridiano con la necessità di effettuare più rientri nel pomeriggio per smaltire le pratiche amministrative. Occorre tener conto, infine,di tutta l organizzazione scolastica. Pertanto, in virtu di quanto considerato,si ritiene necessario incentivare le attivita aggiuntive con il fondo di istituto. La tipologia delle attivita e il relativo compenso orario,saranno definiti in relazione alla somma messa a disposizione per le attivita del Personale A.T.A. Le attivita incentivanti dovranno essere individuate in attivita diverse da quelle per le quali verranno assegnati gli Incarichi Specifici. Le attivita aggiuntive consistono in prestazioni di lavoro oltre l orario d obbligo ma possono configurarsi anche come intensificazione di lavoro ordinario. In particolare:

5 Per gli Assistenti Amministrativi Percorsi di approfondimento da programmare per il buon fine delle pratiche e per fornire adeguata risposta all utenza; Uso di sistemi di informatica, di cui la scuola e dotata o potra dotarsi,al fine dell efficienza,snellimento e rapidita del servizio (informatizzazione delle certificazioni,scrittura e stampati in genere, graduatorie,progressioni di carriera,elezioni,progettazioni,ecc.); Prestazioni aggiuntive necessarie per far fronte ad esigenze straordinarie (adempimenti conseguenti a disposizioni normative che riducono i tempi materiali utili per l espletamento delle pratiche,ritardo delle circolari e sovrapposizione di scadenze non programmabili): Attivita di cooperazione volte a migliorare la qualita delle prestazioni e a favorire il funzionamento dell ufficio in modo continuo ed omogeneo (interscambio delle informazioni sia sulla normativa che sull uso delle tecnologie); Sostituzione colleghi; Turnazione; Apertura prolungata dell ufficio al pubblico; Sostituzione del Direttore Amministrativo; Incarichi per progetti; Partecipazione a progetti etc., etc.; Turnazioni: possibilità di garantire la copertura massima dell orario di servizio con turnazioni: i criteri da osservare per l organizzazione del lavoro su turni sono i seguenti: si considera in turno il personale che si avvicenda in modo da coprire, a rotazione, l intera durata di servizio;la ripartizione del personale nei vari turni dovrà avvenire sulla base delle competenze necessarie per ciascun turno; l adozione dei turni può prevedere la sovrapposizione tra il personale subentrante e quello del turno precedente. Il turno serale, che vada oltre le 20.00, può essere attivato solo in presenza di casi specifici ed esigenze connesse all attività didattica. C) Ritardi Il recupero di ritardi avverrà cercando di contemperare le esigenze del servizio e quelle personali. D) Recuperi e riposi compensativi

6 Il recupero di eventuali ore aggiuntive prestate per esigenze di servizio dal personale, potranno essere retribuite compatibilmente con la disponibilità finanziaria, oppure recuperate con riposi compensativi, tenendo conto delle esigenze della scuola. 3- Utilizzo dell orario di lavoro A) Orario dei vari servizi e calendarizzazione delle attività: secondo quanto è definito e deliberato nel P.O.F; B) Orario di lavoro ( art. 51 C.C.N.L./ ) Orario ordinario: 36 ore settimanali, Assistenti amministrativi / Tecnico CAMPISCIANO L.Dina 7,30/14,50 (orario scivolato) giorno libero Sabato GRECO Vittoria 8,00/14,00-2 rientri pomeridiani Lunedì e Giovedì dalle ore 14,30 alle ore 17,30 giorno libero Venerdì MARINGOLO Giovanna 8,00/14,00-2 rientri pomeridiani Martedì e Venerdì dalle ore 14,30 alle ore 17,30 giorno libero Lunedì MARINGOLO Maddalena 8,00 /14,00 MARINO Chiarina 8,00/14,00-2 rientri pomeridiani Lunedì e Giovedì dalle ore 14,30 alle ore 17,30 giorno libero Mercoledì BRINDISI Francesco 8,00 /14,00 Collaboratori Scolastici SMS AMODEO Pietro CENA Domenico PRANTEDA Petronilla dalle ore 7,30 alle ore 13,30 FORCINITI Angelo TORDO Vincenzo SANTORO Vittoria SAPIA Francesco Da lunedì a Venerdì 1 turno dalle ore 8,00 alle ore 14,00 2 turno dalle ore 13,00 alle ore 19,00 Sabato dalle ore 8,00 alle ore 14,00 I.P.S.S.C.T. LE PERA Francesco dalle ore 8,00 alle ore 14,00 CHIARELLI Gaetano Corso Serale dalle ore 15,00 alle ore 21,00

7 RUSSO Antonio orario flessibile dalle ore 7,30 alle ore 13,30 TORDO Rosellina dalle ore 8,00 alle ore 14,00 Dall inizio della sesta ora di lezione il personale Collaboratore Scolastico in servizio effettuerà una mezz ora di servizio in più per effettuare le pulizie di dine giornata che confluirà nella banca ore ed utilizzata per eventuali permessi. Orario flessibile: consiste nel posticipare l orario di inizio del lavoro. Ovvero nell anticipare l orario di uscita o nell avvalersi di entrambe le facoltà. Tale flessibilità oltre a soddisfare la necessità dell utenza, mira al miglioramento dell efficienza dei servizi e al soddisfacimento delle esigenze del personale. Per i Collaboratori Scolastici: - attività di supporto alla segreteria: uso della fotocopiatrice, archiviazione dei materiale e dei documenti scolastici di fine anno, timbratura dei documenti, servizi esterni (Ufficio Postale, Istituti di Credito, Comune, Scuole, enti vari, famiglie, ecc.) pulizia giornaliera degli Uffici di Presidenza, Segreteria ( 4 stanze ampie ) bagno, corridoio, archivio, per la quale necessita un Collaboratore Scolastico che effettui il SOLO turno antimeridiano; - sistemazione arredamento: smontaggio, spostamento, montaggio e sistemazione di scaffalature, nonché spostamento e sistemazione di mobili e/o libri; - attività di sorveglianza agli alunni in situazione di handicap; - accoglienza e sorveglianza degli alunni: - interventi di piccola manutenzione: riparazione banchi, sedie, armadi, maniglie, termosifoni, rubinetti, attrezzature sportive ecc.; - supporto all attività didattica di laboratorio e palestra: lavori in collaborazione con gli insegnanti per la preparazione di mostre, saggi, recite, addobbi, esposizioni, concorsi, gare ed attività ginniche e sportive; - sostituzione dei colleghi assenti; - lavoro svolto dopo le 20,00, il sabato pomeriggio o in giorno festivo: protrarsi delle riunioni degli OO.CC., elezioni, riunioni dei genitori; - aggiornamento (fuori dall orario di servizio); - partecipazione a progetti, ecc.;

8 PERSONALE COLLABORATORE SCOLASTICO A) Collaboratori Scolastici con sede di servizio: Piano terra 1 CENA DOMENICO 2^A 3^B 2^ E CORRIDOIO- BAGNO PROFESSORI, BAGNO ALUNNE 2 TORDO VINCENZO 1^D 2^D 3^D- CORRIDOIO BAGNI RAGAZZI BAGNI ALUNNE- 3 SANTORO VITTORIA 3^ A 1^ A CORRIDOIO ATRIO INGRESSO- BAGNI ALUNNI BAGNO DISABILI Primo piano 4 AMODEO PIETRO 1^A- 2^C CORRIDOIO BAGNI RAGAZZI SCALA CENTRALE 5 FORCINITI ANGELO 1^C-2^B- BAGNO RAGAZZE SCALE ANTINCENDIO LAB. SCIENZE- 6 SAPIA FRANCESCO 1^E- 3^E- 3^C - CORRIDOIO BAGNI RAGAZZE ARCHIVIO PIANO SUPERIORE BAGNO DOCENTI DONNE- Uffici di Presidenza/Segreteria 1_PRANTEDA Petronilla CORRIDOIO BAGNO UFFICI- UFFICIO DOCENTI UFFICIO PROTOCOLLO-UFFICIO ALUNNI - UFFICIO D.S.G.A.- UFFICIO DIRIGENTE SCOLASTICO- CORRIDOIO. Il Collaboratore Scolastico FORCINITI Angelo svolge Funzioni di coordinamento del personale di pari profilo professionale per la Sede Centrale. SERVIZI IN COMUNE: APERTURA/CHIUSURA CANCELLI E INGRESSI EDIFICIO (con turnazione tra il personale), LABORATORIO DI CERAMICA, PULIZIA SPAZI ESTERNI, PULIZIA MENSA, PULIZIA LABORATORIO MULTIMEDIALE I PIANO, SALA DOCENTI, AULA SOSTEGNO I PIANO,ATRIO MENSA, SERVIZIO MENSA.

9 PERSONALE COLLABORATORE SCOLASTICO I.P.S.S.C.T. COMPITI I PIANO RUSSO ANTONIO : Centralino- Rapporti con i Docenti, Alunni, Genitori. Presidenza, Sala Docenti, Laboratorio Multimediale, bagni lato A e B, corridoio e scale lato A e B, Biblioteca, gestione fotocopiatrice. Il Coll. Scolastico RUSSO Antonio curerà la custodia del materiale di facile consumo e di pulizia in dotazione e vigilerà sulla corrispondenza tra le Bolle di consegna e il materiale fornito alla Sede dell I.P.S.S.C.T. tenendo un elenco aggiornato del materiale prelevato. II PIANO TORDO ROSELLINA: Aule lato B, corridoio e bagno di pertinenza, scale Lato B, sorveglianza lato A e B, Il Collaboratore Scolastico TORDO Rosellina ha il compito di collaborazione con gli Uffici di Segreteria e in particolare si occuperà della distribuzione e/o raccolta di eventuali Circolari, della ricezione della corrispondenza (che sarà, di volta in volta, consegnata al Collaboratore del Dirigente Scolastico), in caso di assenza, supplisce il Collaboratore Scolastico più anziano in servizio. III PIANO LE PERA FRANCESCO: Aule 3, corridoio lato A e B e bagni di pertinenza, scale lato A e B, sala TV, sorveglianza al piano. CORSO SERALE CHIARELLI GAETANO: Aule lato A 2 Piano, corridoio e bagno di pertinenza, scale lato A, aula Corso Serale ( 1 classe). IN COMUNE: Palestra: RUSSO Antonio, LE PERA Francesco. Spazi esterni: CHIARELLI Gaetano. Laboratori piano terra: TORDO Rosellina. Il Collaboratore Scolastico CHIARELLI Gaetano, impegnato nel Corso Serale, dalle ore 15,00 alle ore 16,00 (inizio lezioni) pulirà le aule di pertinenza e svolgerà il servizio di sorveglianza al piano terra. Il Collaboratore Scolastico TORDO Rosellina ha il compito di collaborazione con gli Uffici di Segreteria e in particolare si occuperà della distribuzione e/o raccolta di eventuali Circolari, della ricezione della corrispondenza (che sarà, di volta in volta, consegnata al Collaboratore del

10 Dirigente Scolastico), di collaborazione con i docenti ed alunni per l uso della fotocopiatrice; in caso di assenza, supplisce il Collaboratore Scolastico più anziano in servizio. Il Coll. Scolastico RUSSO Antonio curerà la custodia del materiale di facile consumo e di pulizia in dotazione e vigilerà sulla corrispondenza tra le Bolle di consegna e il materiale fornito alla Sede dell I.P.S.S.C.T. tenendo un elenco aggiornato del materiale prelevato. I Collaboratori Scolastici PRANTEDA Petronilla e FORCINITI Angelo hanno compiti di collaborazione con la Segreteria, con gli alunni e i Docenti per l uso delle fotocopiatrici. PERSONALE ASSISTENTE AMMINISTRATIVO B)Direttore dei Servizi Generali Amministrativi 1) MARINGOLO Carmela C)Assistenti Amministrativi: 1 CAMPISCIANO Leonarda Dina Responsabile Area Protocollo 2 GRECO Vittoria Responsabile Area Alunni IPSSCT 3 MARINGOLO Giovanna Responsabile Area Alunni SC.M. 4 MARINGOLO Maddalena Responsabile Area Retribuitivo/Fiscale 5 MARINO Chiarina Responsabile Area Personale B) Assistente Tecnico : 1) BRINDISI Francesco Responsabile Laboratori IPSSCT SERVIZI AMMINISTRATIVI Gestione Finanziaria Servizi Contabili Elaborazione Programma Annuale. Conto Consuntivo.Mandati di pagamento e Reversali di incasso. Stipula contratti, adempimenti connessi ai progetti, liquidazione fatture, compensi, accessori e indennità al personale. Direttore SS.GG.AA. Carmela Maringolo

11 Gestione Protocollo Gestione e custodia Albo Sede Centrale Responsabile chiavi bacheche Albo. Gestione corrispondenza in entrata e in Uscita. Scarico Corrispondenza Enti Ministeriali e Locali. Archiviazione atti e pratiche. Gestione assenze del personale, gestione Visite Fiscali- Decreti. Ass. Amm.va CAMPISCIANO Leonarda Dina Gestione Alunni IPSSCT Iscrizioni, movimenti in entrata e uscita esami, rilascio pagelle, attestazioni, certificati degli Alunni, diplomi, infortuni, assenze, tenuta fascicoli, registri, anagrafe. Rapporti con le famiglie, statistiche, rapporti di collaborazione col Docente Responsabile alunni diversamente abili Aggiornamento dati Portale Sidi Produzione corrispondenza. Ass. Amm.vo GRECO Vittoria Gestione Alunni SC. MEDIA Iscrizioni, movimenti in entrata e uscita esami, rilascio pagelle,attestazioni, certificati degli Alunni, diplomi, infortuni, assenze, tenuta fascicoli, registri, anagrafe. Rapporti con le famiglie, Servizio raccolta dati mensa, statistiche, rapporti di collaborazione col Docente Responsabile alunni diversamente abili. Rapporti con l Ente Locale Aggiornamento dati Portale Sidi Produzione corrispondenza. Ass. Amm.vo MARINGOLO Giovanna Amministrazione del Personale Stipula contratti, assunzioni in servizio, periodo di prova, documenti di rito, certificati di servizio, decreti, i inquadramenti economici contrattuali, riconoscimento servizi, gestione docenti, gestione graduatorie, produzione corrispondenza. Ass. Amm.vo MARINO Chiara

12 Gestione beni patrimoniali Gestione area fiscale Gestione economica malattie; tenuta inventari, discarico, passaggi consegne, tenuta registri impianto contabilità magazzino; Gestione area fiscale Gestione area retribuzioni Produzione di corrispondenza ; Ass. Amm.vo MARINGOLO Maddalena Per garantire la funzionalità dell Area Protocollo, nel giorno libero e in caso di assenza dell Ass. Amministrativo preposto, si osserverà una turnazione giornaliera tra il personale in servizio con inizio dall Assistente Amm.vo ultimo in graduatoria di Istituto ( a seguire tutti gli altri) che apporrà la propria firma, sul registro delle presenze, accanto a quella dell Ass. Amm.vo CAMPISCIANO Dina. L Assistente supplente garantirà lo scarico della posta fino alle ore 9,00 e protocollerà le eventuali pratiche prodotte dagli altri settori dalle ore 11,30 in poi. AREA TECNICA Ass. Tecnico BRINDISI Francesco Supporto Laboratori tecnici I.P.S.S.C.T COLLABORATORI SCOLASTICI Tutto il personale Collaboratore Scolastico, ai sensi del C.C.N.L. 2007/2009, esegue nell ambito di specifiche istruzioni e con responsabilità connessa alla corretta esecuzione del proprio lavoro, attività caratterizzata da procedure ben definite che richiedono preparazione professionale non specialistica. Il Personale Collaboratore Scolastico, è addetto ai servizi generali della scuola con compiti di accoglienza e sorveglianza nei confronti degli alunni e del pubblico, di pulizia e di carattere materiale, compiti inerenti l uso dei locali, degli spazi scolastici e degli arredi, di vigilanza sugli alunni, di custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici, di collaborazione con i docenti. L individuazione del personale e la conseguente assegnazione degli incarichi di lavoro tengono conto, compatibilmente con le esigenze di funzionalità e di razionalizzazione dei servizi generali, amministrativi, contabili e tecnici e ausiliari, delle preferenze manifestate

13 dal personale interessato;, nel caso di più richieste, la scelta sarà effettuata sulla base dei seguenti criteri: Particolari attitudini all incarico riconosciute dal Direttore dei S.G.A. Disponibilità degli interessati. Rotazione Orario di lavoro L orario di lavoro si articola di norma in 36 h. settimanali antimeridiane. L'articolazione dell'orario di lavoro del personale ha di norma durata annuale. In coincidenza di periodi di particolare intensità del lavoro è possibile una programmazione plurisettimanale dell orario di servizio mediante l effettuazione di un orario settimanale eccedente le 36 ore e fino ad un massimo di 42 per non più di tre settimane continuative. Tale organizzazione può essere effettuata di norma solo previa disponibilità del personale interessato. Le ore prestate eccedenti l orario d obbligo e cumulate sono recuperate, su richiesta del dipendente e compatibilmente con il numero minimo di personale in servizio, di preferenza nei periodi di sospensione dell attività didattica e comunque non oltre il termine del contratto per il personale a tempo determinato e il termine dell Anno scolastico per il personale a tempo indeterminato. L orario di lavoro deve essere rispettato. Orario di lavoro articolato su 5 giorni Compatibilmente con le esigenze didattiche, di servizio e organizzative l orario di lavoro potrà articolarsi (a richiesta del dipendente) in modo flessibile anche su 5 giorni con due rientri pomeridiani di 3 ore ciascuno o come da Piano delle Attività A.T.A. inserito nel P.O.F. Il giorno libero che può essere uno qualsiasi della settimana, dovrà comunque tenere conto delle esigenze di servizio. Si potranno inoltre cumulare i permessi in modo da usufruirne nei giorni pre-festivi e di sospensione delle attività didattiche. Il giorno libero non s intende goduto in coincidenza di una festività o altre cause. In tal caso il dipendente non dovrà effettuare i 2 (due) rientri pomeridiani di 3 (tre) ore ciascuno o in alternativa godrà di un credito di 6 (sei) ore che potrà utilizzare per permessi brevi o per giorni di ferie e/o di recupero. Qualora una festività o altre cause impediscano uno o più rientri pomeridiani il dipendente avrà un debito di tre o più ore che dovrà recuperare entro i sessanta giorni successivi concordando la data con il DSGA. Flessibilità La flessibilità dell orario è permessa se favorisce e/o non contrasta con l'erogazione del servizio; L'orario flessibile consiste, di norma, nel posticipare l orario di inizio del lavoro o anticipare l orario di fine di uscita o di avvalersi di entrambe le facoltà. L'eventuale periodo non lavorato

14 verrà recuperato mediante rientri pomeridiani per non meno di 3 ore di completamento dell orario settimanale; Qualora le unità di personale richiedente siano quantitativamente superiori alle necessità si farà ricorso alla rotazione fra il personale richiedente; Sostituzione colleghi assenti In caso di assenza per malattia di un collega per meno di 10 giorni, la sostituzione verrà fatta da altro personale, previo riconoscimento di un compenso aggiuntivo pari a 1 ore (una) da usufruire in riposo compensativo; Chiusura prefestiva Nei periodi di interruzione dell attività didattica e nel rispetto delle attività programmate dagli organi collegiali è possibile la chiusura dell'unità scolastica nelle giornate prefestive; Tale chiusura è disposta dal Dirigente Scolastico quando è richiesta dal 75% del personale in servizio. Il relativo provvedimento di chiusura deve essere reso pubblico all Albo della Scuola e comunicato alle RSU; Le ore di servizio non prestate devono essere recuperate, tranne che il personale intenda estinguere tali debiti di lavoro, con: a. giorni di ferie o festività soppresse; b. ore di lavoro straordinario non retribuite; c. recuperi pomeridiani durante i periodi di attività didattica. Crosia Mirto 23/09/2011 IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO Carmela MARINGOLO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi A tutti i Colleghi Assistenti Amministrativi delle Segreterie Scolastiche Italiane RIVENDICHIAMO LA QUALIFICA DI VIDEOTERMINALISTA CON UNA PETIZIONE ON LINE AL MINISTERO. Lavoriamo con il computer ma non

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 (Campo di applicazione) 1. Il presente Contratto

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015.

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015. CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014 Ai Docenti Agli Studenti Al Personale A.T.A. Alle Famiglie Al D.S.G.A. Oggetto: Piano delle attività a.s. 2014-2015 Si trasmette, in allegato, il piano delle attività

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Protocollo n. 8077/A26/1 Milano, 31/10/2014

Protocollo n. 8077/A26/1 Milano, 31/10/2014 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE V I A D E A N D R E I S Sede: Via L. De Andreis, 10-20137 MILANO Tel.: 0288447156 (centralino) Fax: 0288447157 Codice Mecc. MIIC8DW00R Cod. Fiscale 80126130154 Protocollo n.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL.

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. ISTITUTO COMPRENSIVO DI CESIOMAGGIORE sc. dell Infanzia di Pez, sc. primarie di Cesio, Soranzen, San Gregorio nelle Alpi, sc. sec. di I gr. di Cesiomaggiore VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. e

Dettagli

SEDE PROVINCIALE DI FOGGIA. Gilda degli Insegnanti. Guida pratica per le RSU Gilda-Unams

SEDE PROVINCIALE DI FOGGIA. Gilda degli Insegnanti. Guida pratica per le RSU Gilda-Unams SEDE PROVINCIALE DI FOGGIA Gilda degli Insegnanti Guida pratica per le RSU Gilda-Unams Guida pratica per le RSU Gilda-Unams A cura di Gina Spadaccino Indice Introduzione pag. 1 I diritti delle RSU pag.

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Definizione Riposi compensativi La banca ore è un istituto contrattuale che consiste nell accantonamento, su di un conto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno Indicazioni operative per quanto riguarda l adesione allo sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA per due giornate consecutive in concomitanza con l effettuazione degli

Dettagli

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa Allegato 1. Carta dei servizi scolastici Patto educativo di corresponsabilita Premessa Il patto educativo di corresponsabilità ribadisce i contenuti presenti nella Carta dei Servizi dei P.O.F. precedenti.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

ARIENZO Regolamento per l'ordinamento degli Uffici e dei servizi

ARIENZO Regolamento per l'ordinamento degli Uffici e dei servizi Comune di ARIENZO Regolamento per l'ordinamento degli Uffici e dei servizi Comune di Arienzo - Regolamento per l'ordinamento degli uffici e dei servizi Pagina 1 INDICE Art. 1-Oggetto del regolamento Art.

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 ART. 1 SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI 1. Ai sensi della legge 12 giugno 1990, n. 146, i servizi pubblici da considerare

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Verbale del Consiglio di Istituto del 2 ottobre 2013

Verbale del Consiglio di Istituto del 2 ottobre 2013 Anno scolastico 2013-2014 Verbale n. 1 Verbale del Consiglio di Istituto del 2 ottobre 2013 Il 2 Ottobre 2013, alle ore 16.30, si riunisce il Consiglio di Istituto del Comprensivo 1 di Frosinone nell aula

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA. FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012

IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA. FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012 IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012 Art. 2 - Procedure per il rinnovo del CCNL PARTE PRIMA Titolo I Il sistema delle relazioni sindacali

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Guida sul part time personale di ruolo (trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale). Presentazione domande entro il 15 marzo

Guida sul part time personale di ruolo (trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale). Presentazione domande entro il 15 marzo Liceo Primo Levi _- S. Donato Milanese Guida sul part time personale di ruolo (trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale). Presentazione domande entro il 15 marzo Scade il 15 marzo la

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l.

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Con l'ipotesi di accordo 14 gennaio 2014 le Parti stipulanti (Anfida, Anigas, Assogas, Confindustria Energia, Federestrattiva, Federutility con Filctem-Cgil, Femca-Cisl,

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 31.551,42 01 Non vincolato 30.426,92 02 Vincolato 1.124,50 02 Finanziamenti dello Stato 52.872,58

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c.

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c. ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE Regolamento Regolamento GLHI del gruppo di lavoro sull handicap Ai sensi dell art. 15 c. L 104/92 Approvato dal Consiglio di stituto in data 08/07/2013 1 Gruppo di Lavoro

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione)

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione) 1 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Sanità Dipartimento regionale per la pianificazione strategica ********** Servizio 1 Personale dipendente S.S.R. LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 15.000,00 01 Non vincolato 11.602,54 02 Vincolato 3.397,46 02 Finanziamenti dello Stato 1.500,00

Dettagli

Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto

Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto Il presente Regolamento disciplina le procedure per la trasformazione del

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI 1 All. 2) GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 La Scuola Comunale dell Infanzia assume e valorizza le differenze individuali dei bambini nell ambito del processo

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 MINIMI ED ALTRI ISTITUTI ECONOMICI 130 euro al 5 livello; 112 euro al 3 livello; 132 euro in media Tranche: 1/1/ 13 35 euro; 1/1/ 14 45 euro; 1/1/ 15 50 euro Conglobamento

Dettagli

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricadono durante degli scrutini di fine anno

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricadono durante degli scrutini di fine anno Indicazioni operative per quanto riguarda l adesione allo sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA per due giornate consecutive in concomitanza con l effettuazione degli

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

PART TIME DOCENTI DI RUOLO. GUIDA E MODELLO DI DOMANDA. SCADENZA 15 MARZO 2015

PART TIME DOCENTI DI RUOLO. GUIDA E MODELLO DI DOMANDA. SCADENZA 15 MARZO 2015 PART TIME DOCENTI DI RUOLO. GUIDA E MODELLO DI DOMANDA. SCADENZA 15 MARZO 2015 di Lalla, Orizzonte scuola 23.2.2015 Scade il 15 marzo la domanda per la richiesta di part time. I requisiti e le modalità

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE V. BACHELET

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE V. BACHELET VERBALE n. 8 DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO dell Istituto di Istruzione Superiore V. Bachelet di Abbiategrasso in data 11 ottobre 2013 Il giorno 11 ottobre 2013 alle ore 18.00 nella Sala Professori dell Istituto,

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO Ufficio VI -Area amministrazione e gestione delle risorse finanziarie Corso Ferrucci n. 3 10138 Torino SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012.

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012. Circolare interna n. 25 Ai docenti Al DSGA Alla segreteria alunni Alla segreteria docenti E, p.c. ai collaboratori scolastici Ve Mestre, 15 settembre 2011 Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione del Direttore Generale n. 500 del 9.6.2011 INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Albo Pretorio on line Art. 3 Modalità di pubblicazione e accesso Art.

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it Indirizzi di studio 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia 2. Elettronica ed Elettrotecnica 3. Informatica e Telecomunicazioni

Dettagli