PLM, IL PRODOTTO SOTTO CONTROLLO. I software per la gestione del ciclo di vita dei prodotti al servizio delle imprese...

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PLM, IL PRODOTTO SOTTO CONTROLLO. I software per la gestione del ciclo di vita dei prodotti al servizio delle imprese..."

Transcript

1 PLM, IL PRODOTTO SOTTO CONTROLLO I software per la gestione del ciclo di vita dei prodotti al servizio delle imprese... non solo grandi a cura della redazione di Computerworld Italia Organizzazione della produzione>> Produzione e logistica

2 Sommario Storia di una rivoluzione digitale... 4 Il PLM arriva nella media impresa italiana... 7 Integrare PLM ed ERP... 9 Glossario Pagina 2 di 12

3 Introduzione Nell'articolo di apertura di questo dossier il PLM (Product Lifecycle Management) viene definito un approccio strategico che applica un insieme consistente di soluzioni a supporto della creazione, gestione, disseminazione e utilizzo collaborativo delle informazioni di definizione del prodotto attraverso l impresa estesa, dalla sua concezione alla fine della vita, integrando persone, processi, sistemi e informazioni. Questo tipo di soluzioni vanno in sostanza a raccogliere le informazioni che si vanno a generare attraverso l'uso dei sistemi deputati alla descrizione di un prodotto nelle sue varie fasi di vita, mettendole al servizio della strategia dell'impresa. Questo mese vi presentiamo una serie di articoli scritti da alcuni esperti del settore, partendo dalla storia di questo tipo di soluzioni, tra passato presente e futuro, la loro utilità e applicazione, le funzionalità che esse offrono e alcuni casi di aziende italiane che le hanno adottate. Continuando, si andrà maggiormente nel dettaglio del mondo delle Piccole e Medie Imprese, oggi anch'esse diventate target delle soluzioni PLM, con la possibilità di applicarle per migliorare le proprie aree di innovazione e i processi di sviluppo dei rispettivi prodotti. L'articolo presenta quindi alcuni casi di successo di tre realtà italiane del mondo manifatturiero che hanno sperimentato risparmi e miglioramenti. Il dossier si chiude infine con un approfondimento su uno scenario che vede le applicazioni di PLM accoppiate e integrate con i sistemi ERP (Enterpise Resource Planning) e gestionali, per risolvere quelle discontinuità che possono esistere fra definizione e realizzazione del prodotto. Tra benefici ottenibili e approcci realizzativi. Pagina 3 di 12

4 STORIA DI UNA RIVOLUZIONE DIGITALE Passato, presente e futuro delle soluzioni applicative che gestiscono il 'ciclo di vita dei prodotti' di Alberto Codrino* La definizione Secondo una diffusa definizione, il PLM è un approccio strategico che applica un insieme consistente di soluzioni a supporto della creazione, gestione, disseminazione e utilizzo collaborativo delle informazioni di definizione del prodotto attraverso l impresa estesa, dalla sua concezione alla fine della vita, integrando persone, processi, sistemi e informazioni. Storicamente i sistemi di Product Lifecycle Management (PLM) nascono dall esigenza delle aziende manifatturiere di gestire dati e documenti generati durante lo sviluppo di un prodotto industriale. L obiettivo è raccogliere e rendere facilmente disponibili tutte le informazioni di descrizione del prodotto (e del suo processo produttivo), generate da diversi enti interni ed esterni, e controllare questo capitale intellettuale dalla nascita dell idea del prodotto fino alla sua dismissione, operando su tutta la catena del valore. Il PLM però non è solo un applicativo: è un approccio strategico. La tecnologia dev essere il fattore abilitante per migliorare organizzazione e processi. Inoltre è una digital revolution, perché consente di simulare con ottima approssimazione i comportamenti di un oggetto prima che il primo esemplare sia realizzato. L attività di prototipazione fisica si riduce, e si può rimandare fino all ultimo la produzione, anticipando molte modifiche e rendendole così più rapide e meno costose. A che cosa serve Oggi la competitività delle aziende dipende dalla capacità di innovare e di adattarsi a un mercato globale. Il PLM facilita l innovazione perché con i prototipi virtuali si possono esplorare molte più alternative rispetto al tradizionale iter design build test. La globalizzazione poi impone di integrarsi con clienti, fornitori e partner in varie parti del mondo. Il PLM migliora l interoperabilità tra formati CAD e di visualizzazione, automatizza lo scambio di informazioni di configurazione dei prodotti, consente l integrazione dell area produttivo-logistica tra soggetti con piattaforme e applicativi diversi. Secondo una recente indagine IBM, oltre due terzi dei componenti di prodotti complessi oggi sono realizzati fuori dall azienda, e oltre il 50% dell innovazione proviene dai partner. Innovazione e globalizzazione sono quindi possibili solo se si opera in ambienti che agevolino la collaborazione. Il PLM infine rende facilmente accessibili competenze e conoscenze aziendali e riduce il rischio di fare attività già svolte o non necessarie. Quando serve In passato l uso di soluzioni PLM era ristretto a grandi aziende nei settori aerospazio/difesa, automotive, elettronica e tlc. L evoluzione delle funzionalità e dei servizi di consulenza ha però ampliato i settori target e ridotto la soglia d ingresso: anche aziende medio-piccole possono ottenere buoni ritorni da progetti PLM. Un sistema PLM è utile quando un azienda deve gestire la complessità. Può essere complesso il prodotto, per l alto numero di componenti o le tecnologie costruttive (aerospace, automotive). O la gestione della sua continua evoluzione (elettronica di consumo), o della conformità a norme interne, contrattuali, internazionali (Vision2000, End of Life Vehicles Directive, per l automotive, CFR Part 11 per farmaceutico e medicale, WEEE e RoHS per l elettronica, ecc.). Ma la complessità può essere anche nella gestione della supply chain, nella dislocazione dei siti produttivi, o nell architettura IT eterogenea. Il mercato Il mercato PLM ha due componenti principali: i Tool, cioè gli strumenti con cui generare i documenti di prodotto (CAD, CAE, CAM, ecc.) e i sistemi PDM (Product Data Management) con Pagina 4 di 12

5 cui gestire la struttura di prodotto e la documentazione prodotta dai tool. Cimdata, nota società di analisi del settore, stima il mercato mondiale 2006 in 18,1 miliardi di dollari (+8,7% rispetto al 2005), con il PDM a quota 6,1 miliardi (+14,7%) e i Tool a 12 miliardi (+6,1%). Europa e Americhe rappresentano ciascuna il 36% del totale, l area asiatica il 28% ma è in forte crescita. Da notare che il tasso di crescita previsto nei prossimi cinque anni è decisamente superiore rispetto alla media del settore IT (8,5% per il PLM, 13,6% per il solo comparto PDM). Quanto al mercato italiano, secondo i dati PLM Systems nel 2006 si è attestato su circa 130 milioni di euro (25% licenze software, 15% manutenzioni, 60% servizi di consulenza). Cosa fa Alcuni casi italiani Il PLM ha raggiunto una buona diffusione in Italia (circa 100mila postazioni installate a fine 2006). E usato in tutte le grandi aziende industriali, e anche in molte realtà medie o medio piccole con forti esigenze innovative. Negli ultimi anni si è diffuso in nuovi settori: farmaceutico, beni di consumo, pubblico, utility, fashion, servizi finanziari. Le grandi industrie sono alla seconda o terza generazione di PLM: Fiat Auto ha riconosciuto i meriti dell adozione estensiva del PLM nella riduzione del time to market della Nuova Bravo a 18 mesi. Sempre nell automotive, Iveco ha un sistema PLM integrato con l ERP ed esteso a oltre utenti (120 concorrenti). Avio ha invece usato il PLM per riposizionarsi da fornitore di componenti a system integrator nell Aerospace. Nel settore difesa, OtoBreda controlla la configurazione dei mezzi corazzati forniti agli eserciti di tutto il mondo tramite un sistema PLM, mentre Alcatel Alenia Space (ASS) gestisce la configurazione e documentazione dei prodotti nei principali programmi aerospaziali mondiali (oltre 40mila elaborati per ogni commessa). Grazie al PLM, AAS ha ridotto del 40% i tempi e del 14% i costi medi per le modifiche tecniche. Bticino usa il PLM non solo per gestire i dati di prodotto (30mila prodotti finiti, 120mila documenti) ma anche le informazioni di supply chain (circa 80 fornitori integrati con 15mila parti e 45mila documenti). Anche in altri settori ci sono notevoli casi PLM, tra cui Artemide, Alessi, Barilla, B&Italia, Luxottica, Italgas. Nell impiantistica sono da citare Italferr (società delle Ferrovie dello Stato che gestisce con il PLM i progetti di tratte ferroviarie, gallerie e stazioni) e Fincantieri o Azimut nella cantieristica navale. Centinaia di aziende medie o medio piccole, inoltre, usano con profitto soluzioni PLM pensate per un parco di qualche decina di utenti. Un sistema PLM supporta tutte le attività per progettare, realizzare, mantenere e dismettere un prodotto. Aiuta a definire un portafoglio prodotti ottimale, a formalizzare i requisiti per ogni prodotto, a gestire la definizione e classificazione dei componenti. Questi sono organizzati in strutture ad albero (distinte base) consultabili secondo diverse viste (di progetto, produttiva, ecc.) e livelli, dalle specifiche di prestazione dei sistemi complessi ai modelli delle parti più semplici. I tool aiutano invece a realizzare la documentazione tecnica (disegni di stile, modelli di simulazione, manualistica). La struttura del prodotto, il processo per produrlo e la documentazione che lo descrive sono in continua evoluzione, e ciò va gestito con un processo di controllo e allineamento delle modifiche, che mostri a tutti la configurazione più aggiornata di prodotto e processo. Lungo la vita del prodotto poi il PLM abilita la collaborazione nella supply chain grazie a sistemi di workflow e notifica, scambio dati, condivisione di applicazioni, gestione di team progettuali. Il suo futuro Il mercato PLM sta raggiungendo la maturità; dopo una serie di acquisizioni (la più clamorosa è l ingresso di UGS nel gruppo Siemens per oltre 3,5 miliardi di dollari) i leader sono ormai tre: Siemens-UGS, Dassault Systèmes e PTC. A questi si aggiungono altri con presenza significativa solo nel PDM (SAP) o nei Tool (Autodesk, Cadence, Mentor Graphics). E probabile che il consolidamento prosegua: i leader continueranno a estendere la copertura funzionale e geografica acquisendo concorrenti. Quanto all evoluzione tecnologica, sale l interesse per le Service Oriented Architecture: il software diventa un fornitore di servizi (una libreria di funzionalità) e aziende e system integrator possono combinare componenti di fornitori concorrenti o di applicativi diversi (ERP, PLM, ). Altro aspetto primario è l integrazione con Windows Vista, per aprire a molti più utenti in azienda il processo di sviluppo e le informazioni di prodotto. Continuano poi a svilupparsi le soluzioni verticali, con modelli dati e funzioni per specifiche tematiche applicative (document management, compliance ) o settori di mercato. Altra evoluzione è il PLM on Demand, fornito a fronte di un canone di noleggio mensile comprendente hardware, licenze e manutenzione. Resta da vedere se le aziende italiane accetteranno che la loro proprietà intellettuale risieda Pagina 5 di 12

6 fuori all esterno, anche se gestita da esperti in ambienti molto presidiati, e se le reti riusciranno a supportare il trasferimento di grandi file dal sito del gestore ai client aziendali. * L'autore è amministratore delegato di PLM Systems Pagina 6 di 12

7 IL PLM ARRIVA NELLA MEDIA IMPRESA ITALIANA Dopo le grandi realtà, anche le PMI possono trovare vantaggi competitivi in questo tipo di soluzioni di Alberto Codrino* Il mercato dei sistemi PLM è tra quelli con il maggior tasso di crescita annua nel comparto dell'ict: circa il 9% per i cosiddetti 'tool', cioè gli strumenti con cui generare la documentazione di prodotto (i sistemi CAS, CAD meccanico ed elettrico, CAE, CAM, CASE ecc.) e il 15% per i sistemi PDM, con cui gestire la struttura di prodotto e la documentazione generata dai tool. Ciononostante una recente indagine della School of Management del Politecnico di Milano presso le PMI italiane evidenzia che mentre il CAD bidimensionale è ormai quasi uno standard, utilizzato da oltre il 90% del campione, e il CAD tridimensionale inizia a diffondersi (25%), solo un esiguo numero di aziende ha adottato soluzioni PDM per la gestione del proprio patrimonio intellettuale. In altri Paesi invece anche le aziende piccole e medie stanno investendo in questa direzione: un'indagine di AMR Research riporta che l'8% ha già adottato tali soluzioni, il 42% ha pianificato un'implementazione entro 12 mesi, il 40% intende valutarne l'opportunità e solo il 10% si è dichiarato non interessato. Questo diverso 'passo' è spiegabile in quanto il tessuto industriale delle PMI italiane è costituito da moltissime microimprese (sotto i due milioni di euro di fatturato), molte piccole imprese (sotto i 10 milioni di ricavi) e un numero più limitato di medie imprese (fino a 50 milioni di fatturato); in tale contesto un progetto PLM risulta spesso non alla portata, sia in termini di investimento che di capacità di gestione. Molti dei problemi che devono affrontare le PMI nello sviluppo dei prodotti sono però comuni a quelli delle aziende multinazionali: immettere sul mercato nel minor tempo possibile prodotti innovativi per mantenere adeguati margini, ridurre i costi per combattere la concorrenza di Paesi dove il costo del lavoro è più basso, reagire tempestivamente alle nuove esigenze dei clienti, garantire gli standard di qualità richiesti dalle normative o dalle aziende acquirenti, gestire prodotti che diventano sempre più complessi per poter soddisfare mercati sempre più esigenti e differenziati e, infine, per il largo impiego dell'elettronica anche in oggetti di basso costo. PLM per le PMI: si può fare Anche se i bisogni delle PMI sono per molti versi simili a quelli delle aziende più grandi, la realizzazione di un progetto PLM presenta maggiori gradi di difficoltà, al di là dei costi del software: la disponibilità di tempo da parte del personale interno per gestire il progetto e successivamente per i programmi di formazione, il costo dei servizi di consulenza, la necessità di intervenire sui processi aziendali, la carenza di competenze (per la revisione dei processi, per lo sviluppo e per la gestione corrente del sistema). Le recenti evoluzioni dell'offerta di software e servizi consentono però ora anche alle PMI di trarre vantaggi competitivi dal PLM. Sono state infatti realizzate soluzioni specifiche, i cosiddetti 'vertical', che indirizzano particolari settori di mercato (aziende meccaniche, impiantistiche, farmaceutiche, della moda ecc.) oppure problematiche specifiche (gestione della configurazione, gestione documentale, gestione degli asset) e che già incorporano processi operativi, modelli dati, terminologie, funzionalità proprie del settore, le cosiddette 'best practice'. Ciò evita alla piccola azienda di avviare un progetto di analisi e revisione dei processi organizzativi che costituirebbe un'ulteriore e significativa voce di costo del progetto se delegato a società esterne. Infine una politica di licenze 'ad hoc' per le PMI e una riduzione delle tariffe di consulenza, grazie alla maggior diffusione delle competenze sul PLM, consentono di ridurre i costi iniziali del progetto. Non solo è stata abbassata la soglia di costo e di rischio dell'iniziativa: le mutate condizioni competitive hanno anche incrementato l'esigenza di introdurre un sistema di PLM. Anche le piccole aziende ormai iniziano a produrre, e in diversi casi a progettare, ricorrendo a fornitori esteri; inoltre si vedono sempre più spesso inserite in catene di fornitura complesse, ove il cliente stesso impone modalità rigorose per la gestione e lo scambio delle informazioni di prodotto. Pagina 7 di 12

8 Alcuni casi di successo Anche se la diffusione del PLM presso le PMI è ancora, almeno in Italia, in fase iniziale, non mancano esperienze incoraggianti. Di seguito alcuni casi significativi. Gruppo Maschio, produttore veneto di macchine agricole con 170 dipendenti, a seguito dell'introduzione del nuovo sistema PLM (CAD e gestione dei dati tecnici) ha ottenuto benefici considerevoli: la riduzione dei tempi di sviluppo del prodotto da 18 a 8 mesi, un incremento di produttività del 50% nel processo di progettazione, un risparmio annuale di euro grazie alla validazione preliminare delle parti stampate. IMA di Bologna, fornitore di macchine e impianti per l'industria farmaceutica, cosmetica e alimentare con circa dipendenti e un fatturato di 425 milioni di euro, ha invece affrontato con il PLM la problematica della riduzione del numero delle parti utilizzate - con un risparmio annuale stimato di euro grazie al riutilizzo di codici già progettati in azienda e di euro per gli articoli commerciali - e ha ridotto il tempo dedicato a ricerche e reperimento di informazioni tecniche su cataloghi valorizzato in euro all'anno. SIAT, azienda milanese fornitrice di macchine per imballaggio con 400 dipendenti, oltre al miglioramento del time to market e alla riduzione delle modifiche tecniche attribuibili a 'errori', ha riscontrato una riduzione del 50% dei componenti grazie a un maggiore riutilizzo dei codici progettati che alla riduzione della varietà dei componenti commerciali acquistati. In conclusione Una recente ricerca di Aberdeen Group ha rilevato che le PMI che attuano iniziative di miglioramento nelle aree dell'innovazione e dei processi di sviluppo del prodotto (per cui il PLM è la tecnologia abilitante) ottengono benefici significativi, tra cui l'incremento del fatturato (19%), la riduzione del costo del prodotto (17%) e dei costi per il suo sviluppo (16%). Mentre nel passato un progetto PLM era inarrivabile per la maggioranza delle piccole e medie imprese, oggi le recenti evoluzioni dell'offerta di software e servizi consentono ora anche a queste aziende di trarre notevoli vantaggi competitivi; inoltre la tendenza dei grossi gruppi industriali a delegare sempre più non solo la produzione ma anche la progettazione di sistemi e sottosistemi renderà progressivamente necessario l'utilizzo di sistemi PLM da parte di tutte le aziende che partecipano a 'supply chain' estese e aperte con partner e fornitori. Nell'intraprendere un progetto PLM, una PMI dovrebbe valutare con attenzione quei fornitori che propongono soluzioni verticali i cui processi, modelli dati e funzionalità sono più vicini alle proprie esigenze, rimanendo però cosciente del fatto che qualche adattamento al modo attuale di lavorare sarà comunque indispensabile; altrettanto importante sarà la valutazione del livello di integrazione con altri ambienti che costituiscono 'l'ecosistema' dello sviluppo prodotto esistente, e in particolare i sistemi CAD ed ERP. Infine sarà utile definire fin dalle prime fasi del progetto se le competenze e la disponibilità di risorse consentano di affidare la gestione operativa dell'applicazione a personale interno oppure sia meglio adottare soluzioni in 'hosting' (ovvero on demand). Il team di progetto dovrebbe essere composto sia da risorse interne, che conoscono i processi e il modo di lavorare degli utenti chiave (che rappresentano l'asset principale dell'azienda), sia da consulenti che portino un contributo di esperienze (a differenza delle grandi imprese che sono alla seconda o terza generazione del sistema PLM, nelle PMI le risorse sono alla prima esperienza), soprattutto per quanto riguarda le fasi di selezione del package, di definizione delle modalità di integrazione con i sistemi esistenti e di pianificazione del 'change management' e della formazione. * L'autore è amministratore delegato di PLM Systems Pagina 8 di 12

9 INTEGRARE PLM ED ERP L'Osservatorio del Politecnico di Milano sulle PMI evidenzia l'evoluzione delle infrastrutture e l'integrazione delle applicazioni di Enrico Reggiani Integrare PLM (Product Lifecycle Management) ed ERP (Enterprise Resource Planning) può dare grossi vantaggi di produttività, riduzione dei costi, miglioramento dei tempi di esecuzione e della qualità percepita dal cliente. L integrazione va però realizzata partendo dalla specificità di ciascuna situazione, poiché si interviene nel punto più critico di una azienda manifatturiera, là dove l idea diventa un oggetto concreto. L evoluzione nei sistemi di gestione dei dati di prodotto degli ultimi anni ci ha portato dal concetto di PDM a quello di PLM, e ha provocato la comparsa di un area di intersezione fra il PLM e l ERP, in cui le informazioni relative ai vari processi possono fluire in modi diversi a seconda degli obiettivi preminenti dell azienda. In realtà, pur essendo in teoria realizzabile un integrazione a livello di sistema, esiste molto spesso nelle aziende una discontinuità fra la definizione del prodotto e la sua realizzazione, che comincia nei processi e continua nell organizzazione. Benefici dell integrazione Integrare processi e sistemi fra PLM ed ERP produce molteplici benefici: informazioni sul prodotto e sul processo produttivo consistenti e condivise; riduzione del time-to-market e dei costi di sviluppo; miglioramento della qualità e della tracciabilità, propagazione del design intent relativo a una modifica fino alla produzione; miglior comunicazione fra le funzioni; possibilità di applicare metodologie di Design for Manufacturing (D4M). Uno studio di CIMdata quantifica i risultati ottenibili: 75% di riduzione di tempi, costi ed errori del data-entry da un sistema all altro; 75% di riduzione dei costi connessi ad errori nella gestione delle BOM (Bill-of-Material), dato che queste sono create una volta per tutte e poi gestite in modo coerente nei due sistemi; 15% di riduzione dei costi di magazzino, in quanto circolano meglio le informazioni sulle parti effettivamente disponibili (riutilizzo dei componenti); 8% di riduzione nello scarto di materiali non utilizzabili in produzione a causa di modifiche dopo il primo rilascio. Aziende diverse, requisiti diversi E importante ricordare che diverse realtà aziendali presentano diverse esigenze di integrazione. In un contesto aeronautico hanno particolare importanza il controllo della configurazione, la possibilità di tracciare in modo puntuale quanto occorso alla singola unità durante la produzione, una rigorosa disciplina del processo di modifica. In un contesto di produzione per commessa di esemplari unici (per esempio macchinari), è invece fondamentale la possibilità di anticipare il rilascio verso la produzione di alcuni sottosistemi per ovviare al lungo lead time di acquisizione di alcuni componenti. Ogni azienda deve essere studiata singolarmente: l integrazione PLM-ERP non può essere un prodotto off-the-shelf. Prima i processi, poi i sistemi Un progetto di integrazione fra PLM ed ERP comincia rilevando i processi aziendali che utilizzano i due sistemi. Quindi occorre determinare quali sono gli oggetti condivisi in questi processi e verificare se hanno lo stesso significato per ogni attore in azienda: un articolo, per esempio, in fase di progettazione viene definito con un certo set di attributi, in produzione con altre informazioni. È quindi necessario stabilire le regole di ownership sulla generazione, modifica e accesso a ciascun dato, e in caso di ridondanza dei dati sui diversi sistemi qual è il sistema master in ogni fase del processo. Il processo aziendale ci dirà infine se occorre un integrazione in cui le informazioni fluiscono nei due sensi, o se ne basta una downstream, in cui il PLM fornisce i dati all ERP ma non ne riceve. Particolare attenzione va anche prestata alla compatibilità dei formati dei dati tra i due sistemi, e soprattutto alla struttura di prodotto ed al processo di modifica. Pagina 9 di 12

10 Usiamo l espressione struttura di prodotto anziché BOM poiché in molte realtà si trovano diverse BOM (a seconda dell utilizzo e dai dati che contengono): idealmente la struttura di prodotto è univoca mentre le BOM rappresentano diverse viste sulla stessa struttura. Le più utilizzate sono: EBOM, Engineering BOM, o anche BOM As-Designed; contiene l informazione di struttura come deliberata dai progettisti. A volte coesistono diverse EBOM (per gruppo funzionale, per zone, per discipline); PBOM, Production BOM, o anche MBOM (Manufacturing BOM) o BOM As-Planned; oltre a essere strutturata secondo l ordine di montaggio, contiene anche informazioni ad uso del processo di produzione, quali cicli di realizzazione, attrezzature, materiali di consumo; BOM As-Built, strutturata come la PBOM, spiega come un determinato serial number è stato prodotto, compresi i riferimenti ai documenti che autorizzano variazioni rispetto alla BOM As- Planned; BOM As-Mantained; contiene le informazioni su come un determinato serial number evolve per interventi di manutenzione o re-fitting nel corso della sua vita. BOM As-Shipped; usata nei contesti di commessa contiene le informazioni sul manufatto così come è stato spedito per il montaggio finale: può infatti essere utile una distinta per ottimizzare le spedizioni, che traccia la posizione dei componenti all interno di imballi, pallet, ecc. Non in tutti i contesti queste viste hanno senso: chi costruisce automobili non traccia così puntualmente ogni unità in esercizio come chi costruisce aerei, mentre per chi lavora a commessa e costruisce singoli esemplari EBOM, PBOM e MBOM possono coincidere. Una corretta integrazione deve prevedere responsabilità, strumenti e regole di congruenza per passare da una BOM all altra. Passando al processo di gestione delle modifiche, può essere più o meno rigoroso e strutturato a seconda di esigenze e vincoli normativi dei diversi mercati. Quando è presente va però incorporato nell integrazione, in modo tale che, pur in differenti contesti, sia possibile tracciare attraverso i sistemi la progettazione e realizzazione del cambiamento attraverso lo stesso oggetto, l ECO (Engineering Change Order). Approcci realizzativi Una volta stabilito come integrare i processi, abbiamo diverse opzioni per la realizzazione pratica, a meno di utilizzare una suite nativamente integrata. Una possibilità è l integrazione punto a punto, che però, pur essere ritagliabile esattamente sui bisogni individuati, presenta svantaggi ben noti: necessità di aggiornare l applicazione ad ogni cambio di release dell ERP o del PLM; necessità di modificare il codice in caso di variazione dei processi (in quanto la logica è cablata nell applicativo); difficoltà nel reperire le competenze per lo sviluppo e la manutenzione, e così via. La seconda alternativa è usare un modulo di integrazione fornito dal fornitore PLM: molti di loro propongono integrazioni off-the-shelf generiche o indirizzate verso gli ERP più diffusi, che però vanno valutate con attenzione, perché in genere sono industrializzazioni di un integrazione effettuata per uno specifico cliente. Il risultato dipende da quanto la logica e processi aziendali di quest ultimo sono vicini ai nostri. Il rischio principale è che, dato che non si ha in genere accesso al codice sorgente, sia molto oneroso variare alcune delle logiche implementate. Inoltre il supporto a livello locale non è in genere ottimale. Una terza opzione è l utilizzo di un middleware di integrazione. A fronte di un investimento piuttosto alto, è garantita una serie di vantaggi, tra cui indipendenza dagli applicativi; disponibilità di connettori standard verso il middleware stesso (prodotti e mantenuti dal fornitore); logica programmata e documentata nel middleware (che consente di sostituire eventualmente uno o l altro dei componenti senza variarla); riutilizzo della stessa logica per consentire ad altri applicativi di accedere a dati e processi. Pagina 10 di 12

11 GLOSSARIO COMPUTER AIDED DESIGN (CAD) Strumenti software indirizzati alla progettazione tramite computer, utilizzati in vari settori, come architettura e meccanica. Altri prodotti di 'aiuto' sono i CAE (Computer Aided Engineering), CAM (Computer Aided Manufacturing), CASE (Computer Aided Software Engineering). ENTERPRISE RESOURCE PLANNING (ERP) Un insieme di moduli software, completo di funzionalità specifiche, che consente all'azienda di integrare in tempo reale i dati e di gestire funzioni e processi operativi PRODUCT DATA MANAGEMENT (PDM)/PRODUCT LIFECYCLE MANAGEMENT (PLM) Sistema per la gestione delle informazioni di prodotto dall'ideazione alla sua realizzazione fino alla sua dismissione. Il PLM è un'evoluzione del PDM SERVICE ORIENTED ARCHITECTURE (SOA) Approccio software che permette l'utilizzo di componenti applicativi riutilizzabili, componibili e integrabili, programmati anche per svolgere solo una particolare funzionalità. Tra questi ci sono anche i cosiddetti web services. Pagina 11 di 12

12 . Documento reperibile, assieme ad altre monografie, nella sezione Dossier del sito Documento pubblicato su licenza Periodici Italia Pagina 12 di 12

PDM, come ben coniugare Partner e Subfornitori d Massimo Fucci

PDM, come ben coniugare Partner e Subfornitori d Massimo Fucci PDM, come ben coniugare Partner e Subfornitori d Massimo Fucci Le aziende manifatturiere, per meglio competere, si sono organizzate secondo il modello della filiera estesa, una modalità operativa in cui

Dettagli

PRODUCT LIFECYCLE MANAGEMENT

PRODUCT LIFECYCLE MANAGEMENT PRODUCT LIFECYCLE MANAGEMENT Una breve introduzione al mondo del PLM Business Development Management S.r.l. con il contributo del DIGEP del Politecnico di Torino Il PLM nasce come metodologia di gestione

Dettagli

SISTEMI DI SVILUPPO PRODOTTO. Realizzazione di maggiore valore. con le soluzioni di gestione del ciclo di vita del prodotto

SISTEMI DI SVILUPPO PRODOTTO. Realizzazione di maggiore valore. con le soluzioni di gestione del ciclo di vita del prodotto SERVIZI E SUPPORTO PROCESSI E INIZIATIVE SISTEMI DI SVILUPPO PRODOTTO PRODOTTI SOFTWARE SOLUZIONI VERTICALI Realizzazione di maggiore valore con le soluzioni di gestione del ciclo di vita del prodotto

Dettagli

Evoluzione dei sistemi gestionali nelle PMI e nuove modalità di fruizione

Evoluzione dei sistemi gestionali nelle PMI e nuove modalità di fruizione Evoluzione dei sistemi gestionali nelle PMI e nuove modalità di fruizione Fabrizio Amarilli Fondazione Politecnico di Milano amarilli@fondazionepolitecnico.it Brescia, 6 maggio 2009 2009 - Riproduzione

Dettagli

I sistemi ERP. sistemi ERP 1

I sistemi ERP. sistemi ERP 1 I sistemi ERP sistemi ERP 1 Il portafoglio applicativo delle industrie manifatturiere Pianificazione delle operazioni Analisi strategica, pianificazione annuale, programmazione operativa, scheduling Esecuzione

Dettagli

Tech-Clarity Insight: Consolidamento delle soluzioni CAD. Vantaggi di una strategia CAD unificata

Tech-Clarity Insight: Consolidamento delle soluzioni CAD. Vantaggi di una strategia CAD unificata Tech-Clarity Insight: Consolidamento delle soluzioni CAD Vantaggi di una strategia CAD unificata Tech-Clarity, Inc. 2010 Sommario Sommario... 2 Panoramica... 3 Costi generali IT ridotti... 3 Riutilizzo...

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ELETECNO ST

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ELETECNO ST Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso ELETECNO ST Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II

Dettagli

PROGETTARE I PRODOTTI DEL FUTURO Metodi, approcci e strumenti per competere. A cura di Sergio Terzi

PROGETTARE I PRODOTTI DEL FUTURO Metodi, approcci e strumenti per competere. A cura di Sergio Terzi PROGETTARE I PRODOTTI DEL FUTURO Metodi, approcci e strumenti per competere A cura di Sergio Terzi 1 Sommario Sommario Sommario... 2 Premessa... 6 1 Metodi, approcci e strumenti di progettazione: dal Concurrent

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.1 Gestire

Dettagli

Sistemi gestionali as a Service:

Sistemi gestionali as a Service: Sistemi gestionali as a Service: Una reale opportunità per le imprese? Andrea Gaschi School of Management Politecnico di Milano Agenda Un introduzione ai sistemi gestionali La situazione in Italia Le spinte

Dettagli

PDForum 2003. I l 26 e 27 Novembre, organizzata

PDForum 2003. I l 26 e 27 Novembre, organizzata PDForum 2003 Una manifestazione dedicata ai progetti di Product Lifecycle Management (PLM) e ai programmi di sviluppo prodotto ANTONELLA CATTANEO I l 26 e 27 Novembre, organizzata dalla divisione Large

Dettagli

Reti di INDUSTRIA 4.0

Reti di INDUSTRIA 4.0 DALLA DIGITALIZZAZIONE DELLE IMPRESE ALLA DIGITALIZZAZIONE DELLA SUPPLY CHAIN LA COMPETITIVITÀ DELLA SUPPLY CHAIN Bologna, 27 novembre 2015 Questa presentazione Imprese e competizione globale Supply Chain,

Dettagli

Share The Vision 2010. La vostra missione, il nostro obiettivo

Share The Vision 2010. La vostra missione, il nostro obiettivo La vostra missione, il nostro obiettivo Obiettivo L'obiettivo di SOFTECH è assistere le aziende manifatturiere nel raggiungimento del successo soddisfacendone le esigenze di globalizzazione, time-to-market

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.2 Gestire

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

PTC: THE PRODUCT DEVELOPMENT COMPANY. Creazione di valore. ottimizzando i processi

PTC: THE PRODUCT DEVELOPMENT COMPANY. Creazione di valore. ottimizzando i processi SERVIZI E SUPPORTO PROCESSI E INIZIATIVE PTC: THE PRODUCT DEVELOPMENT COMPANY PRODOTTI SOFTWARE SOLUZIONI VERTICALI Creazione di valore ottimizzando i processi Il leader globale nella tecnologia di sviluppo

Dettagli

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!!

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! MISSION La mission di CSR Solution è quella di supportare soluzioni software avanzate nei settori della progettazione e della produzione industriale per le aziende

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ORANGE TIRES

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ORANGE TIRES Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso ORANGE TIRES Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione

Dettagli

Software di collaborazione visiva

Software di collaborazione visiva SERVIZI E SUPPORTO PROCESSI E INIZIATIVE PRODOTTI SOFTWARE SOLUZIONI VERTICALI Software di collaborazione visiva ProductView Software di collaborazione visiva Lo sviluppo prodotto è una specie di gatto

Dettagli

SOLUZIONI PER LA PMI myjob.e&c qualificata mysap All-in-One

SOLUZIONI PER LA PMI myjob.e&c qualificata mysap All-in-One SOLUZIONI PER LA PMI myjob.e&c qualificata mysap All-in-One La Soluzione per le piccole e medie imprese di impiantistica e macchinari myjob.e&c è la soluzione qualificata mysap All-in-One basata su mysap

Dettagli

www.siemens.com/solidedge

www.siemens.com/solidedge Solid Edge Insight Siemens PLM Software www.siemens.com/solidedge Il software Solid Edge Insight integra perfettamente CAD, gestione della progettazione e collaborazione basata sul Web in un unico strumento,

Dettagli

Innovazione e competitività nel mercato globale. Il Sistema di Sviluppo Prodotto

Innovazione e competitività nel mercato globale. Il Sistema di Sviluppo Prodotto Innovazione e competitività nel mercato globale Il Sistema di Sviluppo Prodotto La situazione nelle aziende italiane Caratteristiche: Dimensioni medio-piccole Necessità di innovazione Confronto tecnologico

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli I sistemi informativi Il processo

Dettagli

Thea PDM. Cos è Thea PDM? Il PDM (Product Data Management)

Thea PDM. Cos è Thea PDM? Il PDM (Product Data Management) Thea PDM Il PDM (Product Data Management) Nell'industria manifatturiera il PDM è un software per la raccolta ed organizzazione dei file nelle divere fasi di ideazione, progettazione, produzione ed obsolescenza

Dettagli

LA DISTINTA BASE item evidenziare le relazioni o i legami gerarchici diba

LA DISTINTA BASE item evidenziare le relazioni o i legami gerarchici diba LA DISTINTA BASE La distinta base (BOM - bill of material) di un qualsiasi prodotto (finito o semilavorato) è l insieme degli item che lo compongono, organizzato in modo da evidenziare le relazioni o i

Dettagli

Il PLM tra teoria e realtà

Il PLM tra teoria e realtà Il PLM tra teoria e realtà Monica Rossi*, Sergio Terzi** Nell ultimo decennio, l acronimo PLM (Product Lifecycle Management) si è imposto all attenzione di business analyst, imprenditori e manager, generando

Dettagli

L ICT e l innovazione

L ICT e l innovazione Il valore del Project Management nei Progetti di Innovazione nelle Piccole e Medie Imprese L ICT e l innovazione Milano, 15 dicembre 2006 Enrico Masciadra, PMP emasciadra@libero.it Le cinque forze competitive

Dettagli

Sistemi informativi aziendali struttura e processi

Sistemi informativi aziendali struttura e processi Sistemi informativi aziendali struttura e processi I sistemi operazionali complementari Copyright 2011 Pearson Italia Sistemi di supporto primario all ERP Le aree tradizionalmente coperte dai sistemi ERP

Dettagli

Approccio al BIM BUILDING INFORMATION MODELING

Approccio al BIM BUILDING INFORMATION MODELING Dipartimento di Architettura e Territorio darte Corso di Studio in Architettura quinquennale Classe LM-4 a.a. 2014-2015 Corso di Project Management, Gestione OO.PP e Cantiere - C prof. Renato G. Laganà

Dettagli

Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi

Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi Soluzioni per la gestione di risorse e servizi A supporto dei vostri obiettivi di business Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi Utilizzate

Dettagli

Industry 4.0: la visione di IEC. Micaela Caserza Magro, Paolo Pinceti Università di Genova, Dip. DITEN

Industry 4.0: la visione di IEC. Micaela Caserza Magro, Paolo Pinceti Università di Genova, Dip. DITEN Industry 4.0: la visione di IEC Micaela Caserza Magro, Paolo Pinceti Università di Genova, Dip. DITEN Cosa è Industry 4.0 Il termine Industry 4.0 nasce in Germania, e diventa il nome di un progetto pubblico

Dettagli

documenta PLM certificato da Autodesk

documenta PLM certificato da Autodesk documenta PLM documenta PLM certificato da Autodesk Implementare un progetto PLM significa spesso riorganizzare e razionalizzare molti dei processi aziendali legati alla progettazione e produzione. In

Dettagli

Sistemi informativi secondo prospettive combinate

Sistemi informativi secondo prospettive combinate Sistemi informativi secondo prospettive combinate direz acquisti direz produz. direz vendite processo acquisti produzione vendite INTEGRAZIONE TRA PROSPETTIVE Informazioni e attività sono condivise da

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ALCEA

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ALCEA Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso ALCEA Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei processi

Dettagli

6 Le evoluzioni del digital manufacturing e i nuovi modelli di business

6 Le evoluzioni del digital manufacturing e i nuovi modelli di business 6 Le evoluzioni del digital manufacturing e i nuovi modelli di business 6.1 I Centri servizi in Italia Oggi le attività di progettazione e di ricerca avanzata per conto terzi sono svolte da operatori il

Dettagli

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione I sistemi gestionali e le Piccole Medie Imprese A cura di Fabrizio Amarilli Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione Articoli Sono noti

Dettagli

Mercato PLM: utenza e fornitori sotto la lente

Mercato PLM: utenza e fornitori sotto la lente Mercato PLM: utenza e fornitori sotto la lente di Massimo Fucci Il mercato visto da due angolazioni: gli utenti ed i fornitori. Un quadro, frutto delle sinergie tra Progettista Industriale e Pentaconsulting,

Dettagli

ERP Commercio e Servizi

ERP Commercio e Servizi ERP Commercio e Servizi Sistema informativo: una scelta strategica In questi ultimi anni hanno avuto grande affermazione nel mercato mondiale i cosiddetti sistemi software ERP. Tali sistemi sono in grado

Dettagli

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics La suite Microsoft Dynamics comprende soluzioni integrate, flessibili e semplici da utilizzare per automatizzare i

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

3C per Competere di Massimo Fucci

3C per Competere di Massimo Fucci 3C per Competere di Massimo Fucci Questi sono i tre fattori critici di successo indicati da PTC alle imprese per mantenere elevato il proprio livello di competitività nel settore in cui operano. Un invito

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO GRUPPO ITALIANO VINI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO GRUPPO ITALIANO VINI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO GRUPPO ITALIANO VINI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni Biacco Sabrina ENTERPRISE RESOURCE PLANNING Gli ERP sono delle soluzioni applicative in grado di coordinare l'insieme delle attività aziendali automatizzando

Dettagli

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA Service Oriented Architecture Ormai tutti, nel mondo dell IT, conoscono i principi di SOA e i benefici che si possono ottenere

Dettagli

UN SALTO DI QUALITA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

UN SALTO DI QUALITA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE UN SALTO DI QUALITA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Snellimento organizzativo, egovernment, servizi ai cittadini: il rinnovamento della PA trova slancio nelle tecnologie e soluzioni per la gestione dei

Dettagli

MICROSOFT DYNAMICS: SOLUZIONI GESTIONALI PER L AZIENDA

MICROSOFT DYNAMICS: SOLUZIONI GESTIONALI PER L AZIENDA MICROSOFT DYNAMICS: SOLUZIONI GESTIONALI PER L AZIENDA Microsoft Dynamics: soluzioni gestionali per l azienda Le soluzioni software per il business cercano, sempre più, di offrire funzionalità avanzate

Dettagli

ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP.

ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP. INTERVISTA 13 settembre 2012 ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP. Intervista ad Ermanno Pappalardo, Lead Solution Consultant HP Software

Dettagli

Azienda in primo piano: Burner Systems International. Migliorare la collaborazione con la gestione dei dati di prodotto (PDM)

Azienda in primo piano: Burner Systems International. Migliorare la collaborazione con la gestione dei dati di prodotto (PDM) Azienda in primo piano: Burner Systems International Migliorare la collaborazione con la gestione dei dati di prodotto (PDM) Tech-Clarity, Inc. 2009 Presentazione dell'azienda In questo documento verrà

Dettagli

I processi esistenti di pubblicazione della documentazione di manutenzione sono obsoleti e non scalabili

I processi esistenti di pubblicazione della documentazione di manutenzione sono obsoleti e non scalabili P T C. c o m Approfondimento Servizio migliore grazie a migliori informazioni di manutenzione Pagina 1 di 5 Fornitura di manutenzione a costi inferiori Le informazioni di manutenzione coerenti e aggiornate,

Dettagli

IL PROCESSO DI FABBRICAZIONE (sviluppo nuovo prodotto)

IL PROCESSO DI FABBRICAZIONE (sviluppo nuovo prodotto) CORSO DI Gestione aziendale Facoltà di Ingegneria IL PROCESSO DI FABBRICAZIONE (sviluppo nuovo prodotto) Carlo Noè Università Carlo Cattaneo Istituto di Tecnologie e-mail: cnoe@liuc.it 1 Il processo di

Dettagli

Groupware e workflow

Groupware e workflow Groupware e workflow Cesare Iacobelli Introduzione Groupware e workflow sono due parole molto usate ultimamente, che, a torto o a ragione, vengono quasi sempre associate. Si moltiplicano i convegni e le

Dettagli

Teamcenter Express. cpdm viaggia in corsia di sorpasso. www.siemens.com/velocity

Teamcenter Express. cpdm viaggia in corsia di sorpasso. www.siemens.com/velocity Teamcenter Express cpdm viaggia in corsia di sorpasso Siemens PLM Software www.siemens.com/velocity Le piccole e medie aziende manifatturiere affrontano una domanda crescente di nuovi prodotti di qualità

Dettagli

Guadagnare con il Cloud. Come guadagnare di più rispondendo alle esigenze dei clienti.

Guadagnare con il Cloud. Come guadagnare di più rispondendo alle esigenze dei clienti. Guida al Cloud Come guadagnare di più rispondendo alle esigenze dei clienti. La situazione del mercato Le esigenze delle Piccole e Medie Imprese I vantaggi per dealer, ISV e integratori I vantaggi per

Dettagli

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento Bando di concorso per la concessione di contributi alle pmi per favorire lo sviluppo di progetti, prodotti, servizi, processi e modelli organizzativi innovativi nonche l adozione di tecnologie e servizi

Dettagli

PLM Software. Soluzioni per la produzione di componenti. Answers for industry.

PLM Software. Soluzioni per la produzione di componenti. Answers for industry. Soluzioni per la produzione di componenti Una gamma completa di soluzioni per la produzione di componenti per il settore aerospaziale PLM Software Answers for industry. Produzione di componenti per il

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

Gestire il ciclo di vita dei prodotti attraverso le applicazioni CAD e PLM

Gestire il ciclo di vita dei prodotti attraverso le applicazioni CAD e PLM Gestire il ciclo di vita dei prodotti attraverso le applicazioni CAD e PLM Sergio Terzi sergio.terzi@unibg.it 1 Agenda Una rapida introduzione Le prime indagini del 2003-2005 La ricerca del 2006 Le ricerche

Dettagli

sommario l approccio nebri-tech l innovazione

sommario l approccio nebri-tech l innovazione RFID SYSTEMS sommario 4 OUR company 6 8 l approccio nebri-tech 10 12 14 RFID: cos è LA TRACCIABiLITà L ANTICONTRAFFAZIONE SETTORI DI APPLICAZIONE 16 PRODOTTI e servizi 18 l innovazione 4 5 OUR COMPANY

Dettagli

Sotto i riflettori: La Business Intelligence estende il valore di PLM. La maturità del PLM consente di ottenere un nuovo valore dalle analisi

Sotto i riflettori: La Business Intelligence estende il valore di PLM. La maturità del PLM consente di ottenere un nuovo valore dalle analisi Sotto i riflettori: La Business Intelligence estende il valore di PLM La maturità del PLM consente di ottenere un nuovo valore dalle analisi Tech-Clarity, Inc. 2009 Sommario Sommario... 2 Presentazione...

Dettagli

Il tuo partner perfetto

Il tuo partner perfetto tecnologico Partner Il tuo partner perfetto Le soluzioni per la supply chain di Avnet I nostri partner 2 Le soluzioni per la supply chain di Avnet Il tuo partner perfetto La tua logistica è in buone mani,

Dettagli

LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop

LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop Marino Cavallo Provincia di Bologna PROGETTO LOGICAL Transnational LOGistics' Improvement

Dettagli

La collaborazione con I fornitori oggi nel mondo fashion é alla base della strategia di crescita, SAP PLM la soluzione. Il caso Alliance Footwear

La collaborazione con I fornitori oggi nel mondo fashion é alla base della strategia di crescita, SAP PLM la soluzione. Il caso Alliance Footwear La collaborazione con I fornitori oggi nel mondo fashion é alla base della strategia di crescita, SAP PLM la soluzione. Il caso Alliance Footwear Agenda Il contesto aziendale: Alliance Fottwear Company

Dettagli

VERSO LA SMART SPECIALIZATION TRE LEVE MOLTO IMPORTANTI PER UNA NUOVA COMPETITIVITÀ

VERSO LA SMART SPECIALIZATION TRE LEVE MOLTO IMPORTANTI PER UNA NUOVA COMPETITIVITÀ COMPETITIVITA 2.0? VERSO LA SMART SPECIALIZATION TRE LEVE MOLTO IMPORTANTI PER UNA NUOVA COMPETITIVITÀ F.Boccia/B.IT sas 1 SOMMARIO PROGETTAZIONE ASSISTITA DA CAE/SIMULAZIONE/SUPERCALCOLO LOGISTICA INTELLIGENTE

Dettagli

software gestione imprese settore AEROSPAZIALE

software gestione imprese settore AEROSPAZIALE software gestione imprese settore AEROSPAZIALE L industria aerospaziale italiana ricopre un ruolo di grande rilevanza non solo per le economie territoriali ma anche per il prestigio nazionale e internazionale

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

D-View. Un software completo. Accesso e condivisione ovunque e con tutti. Introduzione. Caratteristiche

D-View. Un software completo. Accesso e condivisione ovunque e con tutti. Introduzione. Caratteristiche il software PDM che trasforma le tue idee in prodotti di successo Accesso e condivisione ovunque e con tutti organizza migliaia di informazioni riduce tempi e costi di realizzazione migliora la qualità

Dettagli

La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting

La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting 9 ottobre 2014 L andamento del PIL a livello mondiale: l Italia continua ad arretrare Mondo

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso SIOS

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso SIOS Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso SIOS Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.4 Le opportunità per le imprese derivanti

Dettagli

mysap ERP: IL VOSTRO SETTORE. IL VOSTRO BUSINESS. IL VOSTRO FUTURO.

mysap ERP: IL VOSTRO SETTORE. IL VOSTRO BUSINESS. IL VOSTRO FUTURO. mysap ERP mysap ERP mysap ERP: IL VOSTRO SETTORE. IL VOSTRO BUSINESS. IL VOSTRO FUTURO. mysap ERP è la soluzione più completa esistente sul mercato internazionale, progettata in modo specifico per soddisfare

Dettagli

Mathcad: ottimizzazione dei progetti e del processo di progettazione tecnica

Mathcad: ottimizzazione dei progetti e del processo di progettazione tecnica Mathcad: ottimizzazione dei progetti e del processo di progettazione tecnica Il punto di partenza dell'eccellenza ingegneristica SOFTWARE PER CALCOLI DI PROGETTAZIONE Risoluzione, documentazione, condivisione

Dettagli

Axioma Business Consultant Program

Axioma Business Consultant Program Axioma Business Consultant Program L esclusivo programma Axioma riservato a Consulenti di Direzione, Organizzazione e Gestione Aziendale Le nostre soluzioni, il tuo valore Axioma da 25 anni è partner di

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Windchill : gestione del ciclo di vita completo del prodotto, dalla concezione all'assistenza

Windchill : gestione del ciclo di vita completo del prodotto, dalla concezione all'assistenza Windchill : gestione del ciclo di vita completo del prodotto, dalla concezione all'assistenza Ottimizzazione dei processi di sviluppo prodotto e delle informazioni di supporto ai servizi Coinvolgimento

Dettagli

PRESS KIT Aggiornamento Dicembre 2012. Dassault Systèmes, the 3DEXPERIENCE Company

PRESS KIT Aggiornamento Dicembre 2012. Dassault Systèmes, the 3DEXPERIENCE Company PRESS KIT Aggiornamento Dicembre 2012 Dassault Systèmes, the 3DEXPERIENCE Company Dassault Systèmes, The 3DEXPERIENCE Company (3DS), è leader a livello mondiale nel software di progettazione 3D, nelle

Dettagli

Le caratteristiche distintive di Quick Budget

Le caratteristiche distintive di Quick Budget scheda prodotto QUICK BUDGET Mercato imprevedibile? Difficoltà ad adeguare le risorse a una domanda instabile e, di conseguenza, a rispettare i budget?tempi e costi troppo elevati per la creazione di budget

Dettagli

OT BPM introduce ed automatizza i meccanismi relativi alla gestione del ciclo di vita dei dati e dei documenti.

OT BPM introduce ed automatizza i meccanismi relativi alla gestione del ciclo di vita dei dati e dei documenti. Ottimizzare, Automatizzare e Monitorare i processi aziendali... Migliorare la produttività e la redditività riducendo l investimento Affrontare le sfide del mercato con gli strumenti giusti OT BPM è un

Dettagli

Specialisti della Supply Chain

Specialisti della Supply Chain Specialisti della Supply Chain Link Management Srl Via S. Francesco, 32-35010 Limena (PD) Tel. 049 8848336 - Fax 049 8843546 www.linkmanagement.it - info@linkmanagement.it Analisi dei Processi Decisionali

Dettagli

Come ridurre i costi e recuperare efficienza nella gestione degli Asset del Settore Alimentare

Come ridurre i costi e recuperare efficienza nella gestione degli Asset del Settore Alimentare Come ridurre i costi e recuperare efficienza nella gestione degli Asset del Settore Alimentare From FARM to FORK Farm Fork 2 Alcuni trend di Settore Pressione crescente della compliance normativa: qualità,

Dettagli

CARATTERISTICA / MODULO

CARATTERISTICA / MODULO NextWare Doc è il prodotto che consente di amministrare semplicemente tutte le p roblematiche inerenti la gestione dei documenti; è rivolto sia la settore privato che alla Pubblica Amministrazione, e copre

Dettagli

U n n u o v o a p p r o c c i o a l p r o c e s s o d e c i s i o n a l e d u r a n t e il c i c l o d i vita d e l p r o d ot t o

U n n u o v o a p p r o c c i o a l p r o c e s s o d e c i s i o n a l e d u r a n t e il c i c l o d i vita d e l p r o d ot t o U n n u o v o a p p r o c c i o a l p r o c e s s o d e c i s i o n a l e d u r a n t e il c i c l o d i vita d e l p r o d ot t o C O M P E N D I O Con il supporto di: Siemens PLM Sede centrale globale:

Dettagli

Moduli Applicativi. BMS-PRS: Produzione di Serie

Moduli Applicativi. BMS-PRS: Produzione di Serie Moduli Applicativi BMS-PRS: Produzione di Serie BMS-PRC: Produzione a Commessa BMS-PIP: Pianificazione Produzione BMS-CNP: Configuratore di Prodotto BMS-QUA: Qualità e Non Conformità BMS-DOC: Gestione

Dettagli

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente.

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. esperienza + innovazione affidabilità Da IBM, una soluzione completamente nuova: ACG Vision4,

Dettagli

ché chi WEB DOCUMENT & PROCESS MANAGEMENT BUSINESS MANAGEMENT CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA REVISIONI SPOOL RECOGNITION PEC WORKFLOW PRATICHE

ché chi WEB DOCUMENT & PROCESS MANAGEMENT BUSINESS MANAGEMENT CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA REVISIONI SPOOL RECOGNITION PEC WORKFLOW PRATICHE DOCUMENT R & PROCESS MANAGEMENT ché chi BUSINESS PROCESS MANAGEMENT WEB CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA WORKFLOW FASCICOLI REVISIONI DOCUMENT MANAGEMENT PRATICHE SPOOL RECOGNITION INTEGRAZIONE MAIL e FAX PEC

Dettagli

Telecom Italia, Gruppo innovatore nell ICT, punta sulla flessibilità adottando un server ottimizzato per il cloud

Telecom Italia, Gruppo innovatore nell ICT, punta sulla flessibilità adottando un server ottimizzato per il cloud Telecom Italia, Gruppo innovatore nell ICT, punta sulla flessibilità adottando un server ottimizzato per il cloud Panoramica Paese: Italia Settore: ICT Profilo del cliente Telecom Italia è uno dei principali

Dettagli

Automazione. Attraverso l incontro con l officina meccanica Nuova MG, dal progetto al processo APPLICAZIONI

Automazione. Attraverso l incontro con l officina meccanica Nuova MG, dal progetto al processo APPLICAZIONI Giovanni Albertario Automazione Automatizzare un processo produttivo significa non solo dotare di macchine utensili l officina, ma anche cogliere le opportunità offerte dai sistemi Cad per accelerare lo

Dettagli

Product Data Management & Product LifeCycle Management. Metodi di Progettazione Avanzata F. Campana Sapienza Università di Roma

Product Data Management & Product LifeCycle Management. Metodi di Progettazione Avanzata F. Campana Sapienza Università di Roma Product Data Management & Metodi di Progettazione Avanzata Sapienza Università di Roma Ciclo di Vita di un Prodotto CAD CAE CAPP energia materiali Richiesta Mercato Progettazione Prodotto Programmazione

Dettagli

Come trasformare più idee in prodotti di successo?

Come trasformare più idee in prodotti di successo? Come trasformare più idee in prodotti di successo? Siemens risponde: le soluzioni software PLM per realizzare il prodotto giusto nel modo giusto. www.siemens.com/plm Siemens PLM Software L innovazione

Dettagli

Programma per le soluzioni dei Partner di Altair HyperWorks

Programma per le soluzioni dei Partner di Altair HyperWorks Programma per le soluzioni dei Partner di Altair HyperWorks Domande frequenti (FAQ) Introduzione ad Altair Altair Engineering, Inc. promuove processi di innovazione tecnologica e di decision-making proponendo

Dettagli

Trasformate la vostra visione aziendale in realtà con Microsoft Dynamics NAV

Trasformate la vostra visione aziendale in realtà con Microsoft Dynamics NAV Trasformate la vostra visione aziendale in realtà con Microsoft Dynamics NAV Avete lavorato molto per costruire una visione per la vostra azienda. Con Microsoft Dynamics NAV potrete trasformare questa

Dettagli

Economia e gestione delle imprese 3/ed Franco Fontana, Matteo Caroli Copyright 2009 The McGraw-Hill Companies srl RISPOSTE ALLE DOMANDE DI VERIFICA

Economia e gestione delle imprese 3/ed Franco Fontana, Matteo Caroli Copyright 2009 The McGraw-Hill Companies srl RISPOSTE ALLE DOMANDE DI VERIFICA RISPOSTE ALLE DOMANDE DI VERIFICA (CAP. 9) 1. Illustra le principali tipologie dei processi produttivi. Sulla base della diversa natura tecnologica del ciclo di produzione, i processi produttivi si distinguono

Dettagli

REGIONE MARCHE LEGGE 598/94 ART. 11 INNOVAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

REGIONE MARCHE LEGGE 598/94 ART. 11 INNOVAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI REGIONE MARCHE LEGGE 598/94 ART. 11 INNOVAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI SOGGETTI BENEFICIARI Piccole e medie imprese con unità produttiva ubicata nella Regione Marche PROGETTI AGEVOLABILI 1) Progetti relativi

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.8

Dettagli

Trasforma le tue idee in prodotti di successo

Trasforma le tue idee in prodotti di successo Trasforma le tue idee in prodotti di successo Massimo Faggi - CEO Salvatore Montanarella - Vice President isolutiondesign srl, nasce dall unione delle conoscenze e delle professionalità di Desys e Skyline,

Dettagli

PLM ed ERP, la competizione si gioca sulle loro diverse integrazioni

PLM ed ERP, la competizione si gioca sulle loro diverse integrazioni PLM ed ERP, la competizione si gioca sulle loro diverse integrazioni Le aziende manifatturiere si trovano di fronte a due soluzioni rivolte alla componente tecnica (PLM) ed a quella gestionale (ERP). Solo

Dettagli

Un sistema di valutazione dei fornitori che integra e potenzia i sistemi aziendali di Vendor Assessment

Un sistema di valutazione dei fornitori che integra e potenzia i sistemi aziendali di Vendor Assessment Un sistema di valutazione dei fornitori che integra e potenzia i sistemi di Vendor Assessment Tel. 02 38608265 Fax. 0238608901 Tel. 02 02 72546759 La valutazione del rischio fornitori in meno tempo, riducendo

Dettagli