di ing. Simone Tischler, dott. Federico Cal, dott. Luca Sarto IDRA S.R.L.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "di ing. Simone Tischler, dott. Federico Cal, dott. Luca Sarto IDRA S.R.L. www.idramanagement.com"

Transcript

1 SISTEMI DI GESTIONE INTEGRATA E LEAN THINKING: L ECCELLENZA ORGANIZZATIVA. Strumenti chiave per la nuova competitività aziendale nel pieno rispetto normativo. di ing. Simone Tischler, dott. Federico Cal, dott. Luca Sarto IDRA S.R.L. Philip P. Crosby sosteneva che "Il più grande problema che ha il management, quello di realizzare ciò che ha detto, potrebbe essere risolto facilmente se qualcuno lo ascoltasse" e che "Ciò che dovrebbe essere chiaro a tutti è che le persone si adattano agli standard dei loro leader se il management pensa che le persone non siano coinvolte in ciò che fanno, allora non lo saranno davvero. Da qui il sistema di gestione Qualità e i sistemi di gestione con le strutture che oggi conosciamo. Sempre Crosby scriveva: "La qualità è gratis. Non è un regalo, ma è gratis. Quello che costa è la mancanza di qualità, tutte quelle azioni che hanno a che fare con i lavori non fatti bene la prima volta" La qualità è il risultato di un ambiente e di una cultura costruiti con molta attenzione "La Qualità non costa nulla ma nessuno lo saprà mai fino a quando non saremo in grado di mettere in piedi un sistema che lo possa misurare" "La Qualità va costruita, non controllata" "Le cose buone capitano solo se sono state pianificate; le cose cattive capitano da sole" Ripercorrendo la storia dei sistemi e i lori strumenti d impiego, sono passati più di vent anni da quando Womack e Jones nel libro The machine that changed the world coniarono il termine Lean Manufacturing e da quando, qualche anno dopo, gli stessi autori pubblicarono Lean Thinking: Come creare valore e bandire gli sprechi. Con questi due volumi furono rivelati al mondo occidentale quali erano i principi che stavano alla base del sistema produttivo di Toyota (non più fabbrica di grande serie stile Ford ma fabbrica che produceva basandosi sulle richieste dei Clienti ed eliminando tutti gli sprechi) e che cosa fosse la Lean nell interpretazione degli autori. Il pensiero snello può essere riassunto difatti in cinque principi: specificare precisamente il valore dal punto di vista del cliente per ogni specifico prodotto; mappare il flusso del valore per ogni singolo prodotto; fare in modo che il flusso non subisca interruzioni per ridurre i tempi di attraversamento; far tirare la produzione dal Cliente; perseguire la perfezione (valore con zero difetti nel minimo tempo). Pagina 1 di 6

2 Da allora ad oggi il significato di Lean si è evoluto. Oggi la Lean non è più legata soltanto al manufacturing. Possiamo ritrovare i principi Lean applicati nell area R&D con la Lean Product Development, nell area Procurement con la Lean Supply Chain, in contabilità con la Lean Accounting e, in generale, negli uffici con la Lean Office. In sostanza, la Lean è uscita dai reparti produttivi, divenendo un linea guida per un efficiente ed efficace gestione aziendale: la Lean Enterprise. A questo punto la domanda è: come può la Lean, nata per gestire i reparti produttivi in aziende di produzione di serie, essere applicata a realtà così diverse tra loro, comprese aziende di servizi e del terziario? Per poter rispondere a questa domanda bisogna innanzitutto capire cosa serve per passare da un sistema di lavoro esistente ad un organizzazione Lean che funziona con successo attraverso l adozione di un approccio sistematico tipico dei sistemi di gestione. Contrariamente a quanto ci si può aspettare, nonostante i principi Lean sembrino così facili da capire e da mettere in pratica, moltissimi tentativi di implementazione sono finiti in modo disastroso, ed hanno portato le persone ad affermare che La Lean qui non funziona oppure la Lean è roba da giapponesi o, ancora, la Lean non può funzionare con il nostro personale, ecc In realtà, l errore più comune è pensare che l introduzione delle regole del gioco sia sufficiente per far funzionare le cose, ma non si tiene sufficientemente in considerazione che le vecchie abitudini sono dure a morire, soprattutto quando sono profondamente radicate da anni di comportamenti quotidiani (a riguardo i pionieri della BBS Behaviour Based Safety sanno bene cosa significhi intervenire efficacemente sugli standard comportamentali per migliorare il livello di sicurezza sul lavoro). Ruoli, compiti e responsabilità sono, assieme alla consapevolezza, la chiave di attivazione di un processo e sistema valoriale e performante dove il miglioramento non ha alcuna possibilità di essere portato avanti fino a quando le persone non si renderanno conto che è assolutamente necessario. Se si pensa ai comportamenti nella sfera personale, ci si rende facilmente conto che le cattive abitudini come fumare, mangiarsi le unghie, giocherellare con penne e portachiavi non possono essere modificate in un unica soluzione e, una volta modificati, tali comportamenti potranno riapparire. Il motivo è che le abitudini procurano nell uomo un certo senso di conforto. Lo stesso vale anche nell ambiente di lavoro, dove i vecchi metodi riaffiorano nonostante la volontà di cambiamento, proprio perché anche nell ambiente di lavoro questi ci fanno sentire più a nostro agio, ed il loro cambiamento è tanto difficoltoso quanto il cambiamento delle abitudini personali. La parola cambiamento è alla base del ciclo Pagina 2 di 6

3 di Deming (PLAN_DO_CHECK_ACT) quindi dei moderni sistemi di gestione, dove il processo trasformativo delle componenti fondamentali dei processi (persona_prodotto_strumento_ambiente) tende al miglioramento continuo. In parallelo ai cambiamenti fisici dettati dalla Lean (Visual Controls, Leaders Standard Work, Processi quotidiani delle responsabilità, Disciplina della Leadership, Kanban, Supermarket, ecc ) è necessario sviluppare la giusta cultura in azienda, che renda le persone consapevoli delle proprie abitudini rispetto alle nuove attese. Attenzione però: questo non è un target misurabile da raggiungere solamente con compiti, responsabilità e obiettivi assegnati; la cultura aziendale si forma attraverso l applicazione di un metodo gestionale fortemente focalizzato sulla disciplina, sulle pratiche quotidiane e sull uso degli strumenti per stabilire e mantenere un persistente ed intenso focus sui processi Lean. Sensei Wakamatsu, il più grande conoscitore vivente del Sistema di Produzione Toyota, qualche tempo fa disse che nonostante si citino come pilastri della Lean il Just in Time e l Autonomation, la vera forza sta nel basamento di questi due pilastri: l intelligenza e la saggezza dell uomo. E quindi con la fiducia in queste qualità che si educano e si sviluppano le capacità, le competenze, la sagacia, l intuito, il senno dei propri collaboratori. A loro volta, collaboratori formati in questo modo, educheranno altre persone nella stessa maniera dando così inizio ad un giro vorticoso di miglioramenti che è noto come Yukidaruma (palla di neve). Usando la propria intelligenza il personale continua a moltiplicare le iniziative di miglioramento (kaizen) adattandole al gemba (azienda) avvicinandosi sempre di più al punto di vista del cliente. In altre parole, per una corretta gestione del cambiamento, le persone devono essere guidate a rispettare i processi e a non modificare i loro comportamenti rispetto a tali regole. La chiave del successo sta quindi nella leadership dei Manager, siano essi operativi o di Alta Direzione, e nella loro capacità di modificare il loro stile di leadership: da modello da imitare all inizio del cambiamento, a mentore quando il cambiamento è ad uno stadio maturo. Legata a questa capacità c è l abilità di impegnare le persone nel lavoro. Questo significa permettere alle persone che conoscono meglio il lavoro le persone che fanno il lavoro di essere gli artefici del miglioramento. E questo è tanto vero nei reparti produttivi quanto negli uffici. Ecco quindi che i principi Lean, così come quella di un processo integrato attraverso i sistemi di gestione, possono trovare applicazione in ogni azienda che sia alla ricerca di una trasformazione da impresa tradizionale a modello di successo. Pagina 3 di 6

4 Ed è con la stessa metodologia che i sistemi di gestione devono essere introdotti in azienda per poter ottenere i risultati richiesti. Infatti, anche l introduzione di un sistema di gestione della qualità, piuttosto che della sicurezza o dell ambiente può rivelarsi un disastro, nonostante la presenza di manuali e procedure dettagliate, se le resistenze al cambiamento hanno il sopravvento. Sono noti vari casi di aziende che mostravano con fierezza ai propri clienti le certificazioni appese al muro della Direzione ma dovevano poi ricorrere alle grandi pulizie nei giorni precedenti ad un audit di rinnovo, incolpare i lavoratori di questo o quel reparto se l audit non aveva avuto esito positivo e poi tornare a lavorare come abbiamo fatto sempre. Questo atteggiamento risiede principalmente nella bassa convinzione da parte del Management che quanto espresso dalla norma sia davvero un valore da perseguire e quindi, una volta che le azioni necessarie per l acquisizione o il rinnovo della certificazione sono fatte, non fornisce un esempio e non svolge le verifiche necessarie per spingere i collaboratori a modificare i loro comportamenti in tal senso. - Poka Yoke - Jidoka - Autonomation - One piece flow - TPM - 5S S.G.S. OHSAS S.G.Q. ISO 9001 S.G.A. ISO No sovrapproduzione - No trasporti inutili - No sprechi - Filiera corta - La settimana Kaizen S.G.E. EN Questo, esprimendosi in termini Lean, rappresenta uno dei maggiori sprechi che un azienda possa avere al suo interno: la mancata creazione della giusta cultura aziendale. Al contrario, l acquisizione di una certificazione deve innanzitutto derivare da un convincimento fermo ed inamovibile che tale risultato rappresenta un valore e che come tale deve essere difeso da possibili fallimenti, sviluppando assieme alle procedure operative anche quelle di processo (quali verifiche fare, chi le deve fare, ogni quanto vanno fatte, chi deve intervenire a fronte di comportamenti diversi da quanto stabilito, ecc ). Nello stesso modo in cui nella Lean vengono sviluppate le check-list per il mantenimento dell ordine e della pulizia o per verificare l efficacia della Value Stream Mapping, anche nell introduzione di un sistema di gestione è impensabile non sviluppare i punti di verifica della funzionalità dei processi e definire responsabili e frequenza delle verifiche. L introduzione in azienda di un sistema di gestione o l adozione della Lean sono entrambi cambiamenti importanti che richiedono tempo per arrivare al miglior livello di funzionamento, fatto salvo il principio Pagina 4 di 6

5 del miglioramento continuo. Ed entrambi si basano sulla capacità di coinvolgimento di tutto il personale su tali tematiche. Il metodo per una corretta implementazione, è per entrambi lo stesso: 1. Conoscere il tuo business 2. Gettare le fondamenta: definire i processi 3. Capire valore contro spreco 4. Stabilizzare i processi 5. Visibilità e controlli visivi 6. Miglioramento tirato dal basso e non spinto dall alto 7. Prevenire le ricadute alle vecchie abitudini: processi a prova di errore 8. Monitoraggio e miglioramento: le Metriche. Questo aiuta le aziende di qualsiasi settore ad ottenere un approccio più contingente, più snello, più umano e, in definitiva, più sostenibile (LMIS Lean Management Integrated System secondo la filosofia applicativa di Idra S.r.l.). La visione del futuro può germogliare nel presente se le persone cominciano a pensare che potranno svolgere le proprie attività in modo migliore, più efficace ed efficiente di quanto non facciano oggi. Ed è questo il vero punto di forza della cultura Lean sul quale fare leva per tendere alla perfezione attraverso il miglioramento continuo. Infine, ma non per importanza, ricordiamo la necessità per qualunque sistema di gestione implementato in un organizzazione di avere un adeguato sistema informativo di supporto. A fronte di questa considerazione Idra S.r.l. ha sviluppato la soluzione software Idra-Studio, strutturato in 5 moduli indipendenti tra loro ma interfacciati e quindi in grado di condividere dati e azioni sia in forma di analisi che di report. Modulo 1. Sicurezza, salute e igiene sul lavoro (D. Lgs. 81/08), Ambiente (D. Lgs. 152/06) e Medicina del Lavoro; Modulo 2. Gestione schema di certificazione e attività ISO 14001:2008 Pagina 5 di 6

6 Modulo 3. Gestione schema di certificazione e attività OHSAS 18001:2007 Modulo 4. Gestione della Formazione e Sviluppo Risorse Umane (HR Management) Modulo 5. Gestione della Manutenzione. Il Team IDRA S.r.l. è a disposizione per ogni ulteriore approfondimento dei temi trattati nel presente articolo e, in generale, per supportare le aziende nella realizzazione di sistemi di gestione e progetti di miglioramento dell organizzazione in chiave LEAN. Riferimenti: tel mail Responsabile dell area LEAN MANAGEMENT: ing. Simone Tischler Responsabile dell area SISTEMI DI GESTIONE: dott. Federico Cal Pagina 6 di 6

LEAN ORGANIZATION: Introduzione ai Principi e Metodi dell Organizzazione Snella

LEAN ORGANIZATION: Introduzione ai Principi e Metodi dell Organizzazione Snella Introduzione ai Principi e Metodi dell Organizzazione Snella by Per avere ulteriori informazioni: Visita il nostro sito WWW.LEANNOVATOR.COM Contattaci a INFO@LEANNOVATOR.COM 1. Introduzione Il termine

Dettagli

Fabrizio Bianchi-Università Carlo Cattaneo LIUC. di più con meno

Fabrizio Bianchi-Università Carlo Cattaneo LIUC. di più con meno Fabrizio Bianchi-Università Carlo Cattaneo LIUC di più con meno Lean Lean Manufacturing Lean Production Lean Factory Fabbrica Snella Produzione Snella Fabbrica Integrata.. Toyota Production System (TPS)

Dettagli

Approccio Sistemico all innovazione: il Sistema Lean Ripensare la sterilizzazione dei DM. Sfide organizzative e soluzioni innovative

Approccio Sistemico all innovazione: il Sistema Lean Ripensare la sterilizzazione dei DM. Sfide organizzative e soluzioni innovative Approccio Sistemico all innovazione: il Sistema Lean Ripensare la sterilizzazione dei DM. Sfide organizzative e soluzioni innovative Pisa, 6 febbraio 2015 Una filosofia industriale ispirata al Toyota Production

Dettagli

Il Lean Thinking in Sanità

Il Lean Thinking in Sanità INCONTRO TRA NARRAZIONI E EVIDENZE PER UNA SANITÀ DA TRASFORMARE Il Lean Thinking in Sanità Milano 28 ottobre 2011 Carlo Magni Da qualche anno si parla di LEAN THINKING negli Ospedali: Alcuni articoli

Dettagli

Produrre in sicurezza e nel rispetto dell ambiente

Produrre in sicurezza e nel rispetto dell ambiente Produrre in sicurezza e nel rispetto dell ambiente ISO 14001 e OHSAS 18001 nuovi traguardi per una raffineria ogni giorno più compatibile, innovativa, responsabile api raffineria di ancona S.p.A. DUE TRAGUARDI

Dettagli

PerCorsi Lean Production Training per diventare snelli

PerCorsi Lean Production Training per diventare snelli PerCorsi Lean Production Training per diventare snelli I N D I C E Introduzione pag. 3 Lean Production pag. 4 Percorsi pag. 5 Zoom pag. 6 Contatti pag. 7 La formazione a firma Bosch TEC Bosch Training

Dettagli

Corsi di MIGLIORAMENTO CONTINUO

Corsi di MIGLIORAMENTO CONTINUO Corsi di MIGLIORAMENTO CONTINUO Il miglioramento deve costituire un requisito centrale nella vita di una azienda per affrontare con successo le sfide di un mercato globale sempre più competitivo. Varie

Dettagli

INTRODUZIONE PRATICA AL LEAN MANAGEMENT

INTRODUZIONE PRATICA AL LEAN MANAGEMENT INTRODUZIONE PRATICA AL LEAN MANAGEMENT Come ottenere più risultati con meno sforzo Immagina di conoscere quella metodologia aziendale che ti permette di: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. riconoscere e ridurre

Dettagli

Excellence Production System

Excellence Production System Workshop Project Management 2012 Beyond The Project Lean Manufacturing un nuovo modello per l eccelenza Excellence Production System Salerno 27 Gennaio 2012 Giovanni Tullio Scenario : Superare la crisi

Dettagli

Lean Production ed OEE al servizio della produzione di macchine: un caso di successo

Lean Production ed OEE al servizio della produzione di macchine: un caso di successo Lean Production ed OEE al servizio della produzione di macchine: un caso di successo La Lean Production può essere interessante anche per un azienda sana? Evidentemente sì, se è stata adottata dalla famiglia

Dettagli

Verona, 29-30 ottobre 2013!

Verona, 29-30 ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! VERONA ottobre 2013 IL METODO WORLD CLASS MANUFACTURING (WCM) RIDUZIONE DEI COSTI CON INCREMENTO DELL EFFICIENZA AZIENDALE. ASPETTI RELATIVI ALLA SICUREZZA ED ALLA MANUTENZIONE

Dettagli

LEAN ORGANIZATION C A T A L O G O C O R S I L E A N 2 0 1 3 BPR GROUP

LEAN ORGANIZATION C A T A L O G O C O R S I L E A N 2 0 1 3 BPR GROUP LEAN ORGANIZATION Organization fabbrica snella L impatto della sui in ottica 1 8 14 Trasmettere i principi teorici e definire, in termini di logica ed operatività, le principali metodologie del Production

Dettagli

improving performance Il miglioramento dei Processi Aziendali: Lean Thinking e Six Sigma Aldo Gallarà

improving performance Il miglioramento dei Processi Aziendali: Lean Thinking e Six Sigma Aldo Gallarà Il miglioramento dei Processi Aziendali: Lean Thinking e Six Sigma Aldo Gallarà Novara, 10 Luglio 2014 1 Paradigma tradizionale delle prestazioni Nel passato, le aziende credevano che un miglioramento

Dettagli

Coinvolgere per cambiare

Coinvolgere per cambiare Coinvolgere per cambiare Di cosa parliamo oggi 1. L approccio lean al cambiamento 2. Gli attori del processo di cambiamento (operatori, Middle Management, Top Management) 3. Il processo di change management

Dettagli

Introduzione alla norma UNI EN CEI ISO 50001:2011

Introduzione alla norma UNI EN CEI ISO 50001:2011 Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma Seminario di introduzione alla norma ISO 50001 ed ai Sistemi di Gestione per l Energia Integrazione con la legislazione Roma, 16/03/2016 Introduzione alla

Dettagli

Motivare alla sicurezza: IL PROGETTO SCS Sviluppo Comportamenti Sicuri

Motivare alla sicurezza: IL PROGETTO SCS Sviluppo Comportamenti Sicuri Motivare alla sicurezza: IL PROGETTO SCS Sviluppo Comportamenti Sicuri Ing. Alberto Cogo - Dott.ssa Alice Lorenzetto 1 Presentazione dell azienda Vertical spa, azienda metalmeccanica fondata nel 1981 a

Dettagli

Il miglioramento in AVIO. Il sei sigma e il lean manufacturing

Il miglioramento in AVIO. Il sei sigma e il lean manufacturing Il miglioramento in AVIO Il sei sigma e il lean manufacturing 1 Contenuti Introduzione ad AVIO S.p.A. La decisione di avviare il programma Il programma Cartesio Plus Lean Sei Sigma Alcuni esempi Conclusioni

Dettagli

Lean organization: un opportunità per le aziende

Lean organization: un opportunità per le aziende Lean organization: un opportunità per le aziende Prof. Tommaso Rossi Università Carlo Cattaneo LIUC Lean Club, fondato da LIUC con: Parma, 29 marzo 2012 Lean filosofia produttiva consolidata che sposa

Dettagli

Six Sigma Handbook Gli strumenti sei sigma per raggiungere obiettivi, organizzativi e di qualità, ad alto impatto economico con l ausilio di Excel

Six Sigma Handbook Gli strumenti sei sigma per raggiungere obiettivi, organizzativi e di qualità, ad alto impatto economico con l ausilio di Excel Six Sigma Handbook Gli strumenti sei sigma per raggiungere obiettivi, organizzativi e di qualità, ad alto impatto economico con l ausilio di Excel di Rinaldo Tartari Consulente Qualità e Affidabilità Excel

Dettagli

I modelli di qualità come spinta allo sviluppo

I modelli di qualità come spinta allo sviluppo I modelli di qualità come spinta allo sviluppo Paolo Citti Ordinario Università degli studi di Firenze Presidente Accademia Italiana del Sei Sigma 2005 1 Si legge oggi sui giornali che l azienda Italia

Dettagli

PROGRAMMA DI CERTIFICAZIONE PER AGENTI DEL CAMBIAMENTO LEAN: IMPARARE A TRASFORMARE LA SANITÀ ATTRAVERSO IL TOYOTA MANAGEMENT SYSTEM.

PROGRAMMA DI CERTIFICAZIONE PER AGENTI DEL CAMBIAMENTO LEAN: IMPARARE A TRASFORMARE LA SANITÀ ATTRAVERSO IL TOYOTA MANAGEMENT SYSTEM. PROGRAMMA DI CERTIFICAZIONE PER AGENTI DEL CAMBIAMENTO LEAN: IMPARARE A TRASFORMARE LA SANITÀ ATTRAVERSO IL TOYOTA MANAGEMENT SYSTEM. 26-29 SETTEMBRE 2013 LAGO DI GARDA CREDITI ECM LEAN HEALTHCARE MANAGEMENT

Dettagli

Il sistema Toyota per le PMI

Il sistema Toyota per le PMI 28 novembre 2011 Il sistema Toyota per le PMI 1/11 Ambrogio Bollini SVP TMHE CB Supply AD CESAB SpA AD LTE SpA Toyota Material Handling Europe 2/11 CESAB - Storia e posizione nel mondo Toyota CESAB Carrellificio

Dettagli

Introduzione alla filosofia Lean

Introduzione alla filosofia Lean Introduzione alla filosofia Lean La storia, il modello Toyota, i modelli europei applicati alle PMI Michele Bonfiglioli Cuneo, 28 giugno 2011 I pionieri: Taylor e Ford (prima metà del XX secolo) Per capire

Dettagli

LA LEAN MANUFACTURING E TOYOTA. QualitiAmo La Qualità gratis sul web

LA LEAN MANUFACTURING E TOYOTA. QualitiAmo La Qualità gratis sul web LA LEAN MANUFACTURING E TOYOTA GLI SPRECHI DA EVITARE Quali erano gli sprechi che Toyota voleva evitare, applicando la Produzione snella? Essenzialmente 3: le perdite di tempo legate alle rilavorazioni

Dettagli

LogicaLean: principi e metodologie. Dr. Antonio Cavaleri Lean/6 sigma Application Expert Abbott Diagnostics

LogicaLean: principi e metodologie. Dr. Antonio Cavaleri Lean/6 sigma Application Expert Abbott Diagnostics LogicaLean: principi e metodologie Dr. Antonio Cavaleri Lean/6 sigma Application Expert Abbott Diagnostics Sanità Italiana - scenario Forte pressioni (da Ministero e Assessorati) sulle Aziende Sanitarie

Dettagli

Lean Innovation Workshops

Lean Innovation Workshops Lean Innovation Workshops 10 workshop gratuiti in tutta Italia per capire come ridurre gli sprechi in azienda. Non accademia, non teoria, ma casi reali di successo su cui confrontarci e riflettere insieme

Dettagli

Lean Production. e approccio Just In Time CORSO DI GESTIONE DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE. Lean Production. Value stream e lotta agli sprechi

Lean Production. e approccio Just In Time CORSO DI GESTIONE DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE. Lean Production. Value stream e lotta agli sprechi Lean Production CORSO DI GESTIONE DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE Lean Production e approccio Just In Time! Insieme di attività integrate progettato per ottenere alti volumi produttivi pur utilizzando scorte

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

METODI E STRUMENTI PER GESTIRE LA COMPLESSITÀ ASSISTENZIALE LEAN THINKING IN SANITÀ

METODI E STRUMENTI PER GESTIRE LA COMPLESSITÀ ASSISTENZIALE LEAN THINKING IN SANITÀ METODI E STRUMENTI PER GESTIRE LA COMPLESSITÀ ASSISTENZIALE LEAN THINKING IN SANITÀ Francesca Ciarpella Fermo 14 e 15 novembre 2013 SPENDING REVIEW TAGLI ALLA SANITÀ AUMENTO DELLA DURATA DELLA VITA MEDIA

Dettagli

LEAN MANUFACTURING - PRINCIPI E METODI DELL ORGANIZZAZIONE SNELLA

LEAN MANUFACTURING - PRINCIPI E METODI DELL ORGANIZZAZIONE SNELLA LEAN MANUFACTURING - PRINCIPI E METODI DELL ORGANIZZAZIONE SNELLA Nuovi e sempre più agguerriti concorrenti, uniti a trend economici negativi generano sfide competitive sempre più pressanti che impongono

Dettagli

Prefazione all edizione italiana

Prefazione all edizione italiana Prefazione all edizione italiana Più di venticinque anni fa Masaaki Imai, guru della strategia di miglioramento continuo, introduceva il mondo occidentale al concetto di Kai Zen e ai sistemi che nelle

Dettagli

executive master course www.cspmi.it Production Manager Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti

executive master course www.cspmi.it Production Manager Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti executive master course www.cspmi.it Production Manager Modena, aprile - dicembre 20 Sempre un passo avanti EXECUTIVE MASTER COURSE Production Manager OBIETTIVI Il corso mette in condizione i partecipanti

Dettagli

PRESENTAZIONE CORPORATE

PRESENTAZIONE CORPORATE Chiastra&Mazza FORMAZIONE e CONSULENZA PRESENTAZIONE CORPORATE Feb 2012 Chi siamo Esperienza trentennale maturata in importanti realtà industriali e dei servizi Siamo manager e come tali abbiamo vissuto

Dettagli

Valentina Croff * La Certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità del Consorzio Venezia Nuova. Premessa. Contenuti e modalità di attuazione

Valentina Croff * La Certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità del Consorzio Venezia Nuova. Premessa. Contenuti e modalità di attuazione 33 Valentina Croff * Premessa Contenuti e modalità di attuazione La Certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità del Consorzio Venezia Nuova Lo scorso mese di aprile il Consorzio Venezia Nuova

Dettagli

Che cos è. KanbanBOX è un servizio web-based che supporta l'azienda nell implementare, gestire e mantenere il flusso dei materiali a kanban.

Che cos è. KanbanBOX è un servizio web-based che supporta l'azienda nell implementare, gestire e mantenere il flusso dei materiali a kanban. www.kanbanbox.com Che cos è KanbanBOX è un servizio web-based che supporta l'azienda nell implementare, gestire e mantenere il flusso dei materiali a kanban. KanbanBOX è basato sui concetti di kanban elettronico

Dettagli

[r] evolution.. Think [r] evolution.. Think [r]

[r] evolution.. Think [r] evolution.. Think [r] [r] evolution.. Think [r] evolution.. Think [r] La Ekon srl è una società di servizi e consulenza alle imprese Nata dall idea di due professionisti in organizzazione aziendale, la società grazie ai propri

Dettagli

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica ECCELLERE NELLA LOGISTICA Generare opportunità con la logistica INTRODUZIONE Il settore della logistica rappresenta una risorsa strategica per la competitività delle imprese e del territorio ed è attualmente

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SNELLA

ORGANIZZAZIONE SNELLA presenta ORGANIZZAZIONE SNELLA interventi semplici e rapidi -> maggior efficienza dei processi -> riduzione dei costi Pollenzo, 21 maggio 2014 Albergo dell Agenzia GIANLUCA BARALE Consulente in organizzazione

Dettagli

La norma ISO 50001 per il risparmio energetico delle aziende

La norma ISO 50001 per il risparmio energetico delle aziende La norma ISO 50001 per il risparmio energetico delle aziende La norma UNI CEI EN ISO 50001:2011 Sistemi di gestione dell energia Requisiti e linee guida per l uso è la versione ufficiale italiana della

Dettagli

SEMPLICE MENTE ENERGIA

SEMPLICE MENTE ENERGIA SEMPLICE MENTE ENERGIA NOI SIAMO ENERGIA L affermazione siamo fatti di energia è ormai diventata assunto scientifico. Ed al di là di quanto affermato da scienziati e filosofi, conosciamo molto bene, per

Dettagli

La Leadership. Salvatore Savarese

La Leadership. Salvatore Savarese La Leadership Salvatore Savarese 1 Introduzione Lavorare all interno di organizzazioni induce un evoluzione professionale ed umana in più direzioni: aumentano le competenze tecniche specifiche, si sviluppano

Dettagli

Forum Day Mantova, 1 Dicembre 2010 «

Forum Day Mantova, 1 Dicembre 2010 « Forum Day Mantova, 1 Dicembre 2010 «Iso 9001:2015 i «Kata del miglioramento» Gazoldo, 28 Novembre 2014 CRITICITA E NODI Problema 5 Aumento della turbolenza e contrazione dei tempi operativi 1- Impegno

Dettagli

AREA MODELLI ORGANIZZATIVI

AREA MODELLI ORGANIZZATIVI MODELLI ORGANIZZATIVI 1. Crea il tuo sistema qualità 2. Dlgs 231 modello organizzativo come paracadute 3. Crea il tuo sistema privacy 4. Certificazione Etica SA8000 CREA IL TUO SISTEMA QUALITÀ Realizzare

Dettagli

Quality Management and Compliance Monitoring Management Syllabus

Quality Management and Compliance Monitoring Management Syllabus Quality Management and Compliance Monitoring Management Syllabus 1.0 PRINCIPI DI GESTIONE DELLA QUALITÀ: 1.1 Cosa è la Qualità? Introduzione alla Qualità 1.2 Definizione di Qualità 1.3 Cosa non è la Qualità

Dettagli

Management e Certificazione della Qualità

Management e Certificazione della Qualità Management e Certificazione della Qualità Prof. Alessandro Ruggieri A.A. 2012-2013 Oggetto della lezione Certificazione: normazione e accreditamento terminologia e concetti ISO 9001:2008 Introduzione e

Dettagli

SERVE ANCORA AVERE UN SISTEMA DI QUALITÀ CERTIFICATO?

SERVE ANCORA AVERE UN SISTEMA DI QUALITÀ CERTIFICATO? LA NUOVA ISO 9001 : 2008 SERVE ANCORA AVERE NEL 2009 UN SISTEMA DI QUALITÀ CERTIFICATO? Paolo Citti Ordinario Università degli Studi di Firenze Presidente AICQ Tosco Ligure 1 Si legge oggi sui giornali

Dettagli

Gli strumenti innovativi per il miglioramento della competività

Gli strumenti innovativi per il miglioramento della competività Gli strumenti innovativi per il miglioramento della competività Dr. Emanuele Martelli Managing Director - STEMMA SAS Confindustria Mantova, 23 Luglio 2013 2013 Copyright Stemma Sas Tutti i diritti riservati

Dettagli

Precontemplazione. Mantenimento Contemplazione

Precontemplazione. Mantenimento Contemplazione LA RUOTA DEL CAMBIAMENTO (Prochaska J., Di Clemente C., 1980) Precontemplazione Mantenimento Contemplazione Azione Determinazione o Preparazione TEORIA DEGLI STADI DEL CAMBIAMENTO (Prochaska J., Di Clemente

Dettagli

I modelli normativi. I modelli per l eccellenza. I modelli di gestione per la qualità

I modelli normativi. I modelli per l eccellenza. I modelli di gestione per la qualità 1 I modelli di gestione per la qualità I modelli normativi I modelli per l eccellenza Entrambi i modelli si basano sull applicazione degli otto principi del TQM 2 I modelli normativi I modelli normativi

Dettagli

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Logo azienda/università I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Ottimizzazione energetica nelle imprese e nelle istituzioni Labmeeting

Dettagli

Sommario. 3.1 Introduzione... 91 3.2 I fondamenti del Six Sigma... 92 3.3 Perché il Lean Six Sigma nei servizi?... 96

Sommario. 3.1 Introduzione... 91 3.2 I fondamenti del Six Sigma... 92 3.3 Perché il Lean Six Sigma nei servizi?... 96 1. Il Lean Thinking Nelle Aziende Di Servizi 1.1 Introduzione... 27 1.2 Significato di azienda di servizi... 28 1.2.1 Intangibilità dei servizi... 29 1.2.2 Contestualità tra produzione e consumo... 29

Dettagli

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore Salvatore Salamone Manuale d istruzione per Coppie che Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE!... tutto sommato un libro d amore CAPITOLO 18 Voler avere ragione Spesso le coppie incontrano delle barriere insormontabili

Dettagli

NETWORK SICUREZZA. leader thinks simplicity. La Gestione del Rischio è un Risultato Organizzativo www.networksicurezza.net

NETWORK SICUREZZA. leader thinks simplicity. La Gestione del Rischio è un Risultato Organizzativo www.networksicurezza.net NETWORK SICUREZZA leader thinks simplicity La Gestione del Rischio è un Risultato Organizzativo www.networksicurezza.net I SISTEMI DI GESTIONE DEI RISCHI AZIENDALI OHSAS 18001 LINEE GUIDA UNI-INAIL UNI

Dettagli

Audit energetico, Certificazione 50001:2011, UNI EN ISO 14001 modalità di integrazione obblighi e opportunità di efficacia ed efficienza energetica

Audit energetico, Certificazione 50001:2011, UNI EN ISO 14001 modalità di integrazione obblighi e opportunità di efficacia ed efficienza energetica In collaborazione con Audit energetico, Certificazione 50001:2011, UNI EN ISO 14001 modalità di integrazione obblighi e opportunità di efficacia ed efficienza energetica Relatore: ing. M. Capuana Taomina,

Dettagli

LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING

LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING La produzione snella: eliminare gli sprechi aziendali 2010 www.ailog.it LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING La produzione snella: eliminare gli sprechi aziendali 18 gennaio

Dettagli

I titoli dei principali Convegni Galgano organizzati, negli anni, in occasione della Campagna Nazionale Qualità e Innovazione

I titoli dei principali Convegni Galgano organizzati, negli anni, in occasione della Campagna Nazionale Qualità e Innovazione I titoli dei principali Convegni Galgano organizzati, negli anni, in occasione della Campagna Nazionale Qualità e Innovazione 2013 Leadership Etica, l Etica della Responsabilità Innovazione sistematica,

Dettagli

POLITICA DELLA QUALITA DELL AMBIENTE E DELLA SICUREZZA ALIMENTARE

POLITICA DELLA QUALITA DELL AMBIENTE E DELLA SICUREZZA ALIMENTARE POLITICA DELLA QUALITA DELL AMBIENTE E DELLA SICUREZZA ALIMENTARE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Questo documento descrive le responsabilità della Direzione. Responsabilità che si esplicano nel comunicare

Dettagli

Chi Siamo motivazione partecipazione attiva prove esperienziali verificando l apprendimento

Chi Siamo motivazione partecipazione attiva prove esperienziali verificando l apprendimento Chi Siamo ADM Advanced Development of Mind svolge la sua attività nell ambito del Miglioramento Personale, della Formazione Aziendale, della Consulenza e del Coaching. Fondata nel 1997 da Andrea Di Martino,

Dettagli

Hotel Federico II di Jesi,, Ancona. 06 luglio 2005

Hotel Federico II di Jesi,, Ancona. 06 luglio 2005 Hotel Federico II di Jesi,, Ancona. 06 luglio 2005 Dino Petrone Elica Group i dati del Gruppo Elica Dati Gruppo Elica > Fatturato Gruppo Elica 2004 Aggregato 413 milioni di Euro 2300 dipendenti i dati

Dettagli

Re-Imagine Serbian Excellence

Re-Imagine Serbian Excellence RISE Re-Imagine Serbian Excellence Sommario Questo documento è frutto delle discussioni fatte al Tavolo Formazione del 16 Giugno 2011 all interno del programma Obiettivo Kragujevac di Finest. Esso si compone

Dettagli

PRODUZIONE SNELLA GESTIONE DELLE SCORTE IN AMBIENTE SNELLO. LAVORO DI GRUPPO 2014 Venerdì 23 Maggio

PRODUZIONE SNELLA GESTIONE DELLE SCORTE IN AMBIENTE SNELLO. LAVORO DI GRUPPO 2014 Venerdì 23 Maggio PRODUZIONE SNELLA GESTIONE DELLE SCORTE IN AMBIENTE SNELLO LAVORO DI GRUPPO 2014 Venerdì 23 Maggio Una giornata interattiva, dove attraverso un lavoro di gruppo concreto e la dimostrazione di reali applicazioni,

Dettagli

CAPITOLO 11 Innovazione cam i amen o

CAPITOLO 11 Innovazione cam i amen o CAPITOLO 11 Innovazione e cambiamento Agenda Ruolo strategico del cambiamento Cambiamento efficace Cambiamento tecnologico Cambiamento di prodotti e servizi i Cambiamento strategico e strutturale Cambiamento

Dettagli

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti 10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti Nel 2013 hanno chiuso in Italia oltre 50.000 aziende, con un aumento di oltre

Dettagli

Il Pensiero Lean Copyright Bernardo Nicoletti 15 Giugno 2011

Il Pensiero Lean Copyright Bernardo Nicoletti 15 Giugno 2011 Il Pensiero Lean Indice La Gestione per Processi Il Pensiero Lean (Snello) Il Lean Six Sigma Gli strumenti Un esempio Indagine in Italia Inizialmente Oggi Il Pensiero Snello (Lean Thinking) Introdotto

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità Convegno rivolto a dirigenti e personale docente della scuola Fondazione CUOA Altavilla Vicentina, 21 maggio 2008 15.00 18.00 1 Il 21 maggio scorso, la Fondazione

Dettagli

4 Implenia Development SA. 6 Implenia Impresa Generale SA. 10 Reuss Engineering SA. 12 Sostenibilità

4 Implenia Development SA. 6 Implenia Impresa Generale SA. 10 Reuss Engineering SA. 12 Sostenibilità Implenia Real Estate In qualità di fornitore globale di servizi, vi affianchiamo durante l intero ciclo di vita del vostro bene immobiliare. Con costanza e vicinanza al cliente. 2 4 Implenia Development

Dettagli

LE FATTORIE AUMENTANO

LE FATTORIE AUMENTANO LE FATTORIE AUMENTANO Nata dalla collaborazione tra 5 fattorie didattiche, l iniziativa mira a contribuire ad elevare la qualità della didattica in fattoria e a far riconoscere le stesse come agenzie educative,

Dettagli

Rinascimento della Manifattura Bolognese

Rinascimento della Manifattura Bolognese Bologna, 28/03/2013 Rinascimento della Manifattura Bolognese Progetto UNINDUSTRIA-CNA con il contributo di 0 Agenda: 17.00-17.20 Apertura dei Lavori Mauro Ferri - Presidente PROTESA SpA 17.20-17.50 Presentazione

Dettagli

Progettazione/Redazione Contributi/Coordinamento Versione Visto. Ing. Massimiliano Bagagli Rev. 0

Progettazione/Redazione Contributi/Coordinamento Versione Visto. Ing. Massimiliano Bagagli Rev. 0 Studio preliminare sull ipotesi di introduzione di un Sistema di Gestione dell Energia in ARPA Umbria Ottobre 2010 La norma UNI EN 16001 sul Sistema di Gestione dell Energia... 3 La Pubblica Amministrazione

Dettagli

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE Premessa 3 Obiettivi e strumenti metodologici dell intervento di formazione 4 Moduli e contenuti dell intervento di

Dettagli

Lean Organization EXCELLENCE CONSULTING OUTSOURCING STRATEGIES ACCOUNTABILITY TRAINING TO CHANGE

Lean Organization EXCELLENCE CONSULTING OUTSOURCING STRATEGIES ACCOUNTABILITY TRAINING TO CHANGE Lean Organization EXCELLENCE CONSULTING OUTSOURCING STRATEGIES ACCOUNTABILITY TRAINING TO CHANGE Indice 1 VISION E OBIETTIVI DELL INIZIATIVA 2 LE MOTIVAZIONI 3 I PRINCIPI DELL ORGANIZAZIONE SNELLA 4 GLI

Dettagli

Principi del Lean Thinking per la sostenibilità in ambito sanitario

Principi del Lean Thinking per la sostenibilità in ambito sanitario Principi del Lean Thinking per la sostenibilità in ambito sanitario Dott. Ing. Paolo Abundo Dott. Ing. Luca Armisi Servizio di Ingegneria Medica Fondazione PTV Policlinico Tor Vergata di Roma Napoli, 12/04/2013

Dettagli

L approccio Lean. Investire sulle persone chiave individuare i champions e gli agenti del cambiamento

L approccio Lean. Investire sulle persone chiave individuare i champions e gli agenti del cambiamento Cosa si intende per L approccio Lean Investire sulle persone chiave individuare i champions e gli agenti del cambiamento Ottenere e usare il contributo di tutti a tutti i livelli Facciamolo e basta con

Dettagli

DIMINUIRE I COSTI CON IL SISTEMA QUALITA

DIMINUIRE I COSTI CON IL SISTEMA QUALITA DIMINUIRE I COSTI CON IL SISTEMA QUALITA Lo so che è un argomento impopolare; la mia tesi è che si puo' usare un sistema qualità per abbassare i costi invece che fabbricare carte false. L idea mi è venuta

Dettagli

Ing. Stefano Frassetto www.sige.ge.it info@sige.ge.it Un MIX riuscito

Ing. Stefano Frassetto www.sige.ge.it info@sige.ge.it Un MIX riuscito Ing. Stefano Frassetto www.sige.ge.it info@sige.ge.it Un MIX riuscito Servizi Industriali Genova SIGE s.r.l. We reserve all rights of disposal such as copying and passing on to third parties. 2 1 Salute

Dettagli

Alle radici del Lean Thinking

Alle radici del Lean Thinking Alle radici del Lean Thinking Executive Journey Viaggio studio in Giappone con visite a Toyota e ad altre aziende eccellenti Obiettivi del viaggio In un periodo di turbolenza e di imprevedibilità dei mercati,

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

www.leanfactoryschool.it

www.leanfactoryschool.it www.leanfactoryschool.it La formula dell eccellenza aziende eccellenti sostenibilità innovazione efficienza dei processi Bonfiglioli Consulting Consulenza e competenza per favorire lo sviluppo competitivo.

Dettagli

"Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te?

Gli Elementi del Successo non sono per Tutti. Sono per te? "Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te? Stiamo cercando persone che possano avere successo nel MLM. Come abbiamo fatto noi. E come vogliamo fare ancora quando c'è il "business perfetto

Dettagli

Responsabili dei Sistemi Qualità secondo la nuova edizione delle ISO 9000

Responsabili dei Sistemi Qualità secondo la nuova edizione delle ISO 9000 La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Percorso di Specializzazione per Responsabili dei Sistemi Qualità secondo la nuova edizione delle ISO 9000

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

Guida alla Certificazione ISO 9001 per Piccole Medie Imprese

Guida alla Certificazione ISO 9001 per Piccole Medie Imprese Guida alla Certificazione ISO 9001 per Piccole Medie Imprese Tutto quello che c è da sapere per non sbagliare. Guida Pratica per Imprenditori e Manager che devono affrontare il processo di certificazione

Dettagli

WORKSHOP. Alessandro SASSARINI Responsabile Area Commerciale

WORKSHOP. Alessandro SASSARINI Responsabile Area Commerciale WORKSHOP WORKSHOP Alessandro SASSARINI Responsabile Area Commerciale Chi siamo Nati dove la manutenzione è cultura Da secoli la manutenzione dei terrazzamenti preserva le Cinque Terre, patrimonio dell

Dettagli

Presentazione generale

Presentazione generale Presentazione generale Ogni azienda, nel senso etimologico del termine, è concepita come un sistema complesso composto da processi interdipendenti e correlati tra loro teso al raggiungimento di un obiettivo

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

CAPITOLO 1 INTRODUZIONE

CAPITOLO 1 INTRODUZIONE CAPITOLO 1 INTRODUZIONE 1. EVOLUZIONE DEL CONCETTO DI QUALITÀ 2. DEFINIZIONE DI QUALITÀ 3. IL SISTEMA QUALITÀ 4. CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ 5. LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO 6. LA NORMA UNI EN ISO 8402 1.

Dettagli

Come innovare i sistemi di gestione ambientale alla luce dei requisiti della nuova ISO 14001:2015

Come innovare i sistemi di gestione ambientale alla luce dei requisiti della nuova ISO 14001:2015 Come innovare i sistemi di gestione ambientale alla luce dei requisiti della nuova ISO 14001:2015 Le linee guida del Gruppo di Lavoro Qualità Ambientale Assolombarda Vittorio Biondi - Direttore Competitività

Dettagli

RIEPILOGO CONVEGNI FIERA AMBIENTE LAVORO 2015

RIEPILOGO CONVEGNI FIERA AMBIENTE LAVORO 2015 RIEPILOGO CONVEGNI FIERA AMBIENTE LAVORO 2015 Mercoledì 14 ottobre 2015: o SAFETY CRIME Orario 09.30/12.30 Sala Puccini PAD. 36 Obiettivo del convegno è quello di sensibilizzare alla cultura della sicurezza.

Dettagli

Lean Leadership. 30 Settembre 2014 Alberto Portioli. Prof. Alberto Portioli Staudacher www.lean-excellence.it. alberto.portioli@polimi.

Lean Leadership. 30 Settembre 2014 Alberto Portioli. Prof. Alberto Portioli Staudacher www.lean-excellence.it. alberto.portioli@polimi. Lean Leadership Prof. Alberto Portioli Staudacher www.lean-excellence.it Dipartimento Ing. Gestionale Politecnico di Milano alberto.portioli@polimi.it E il momento di decidere di sopravvivere e reagire

Dettagli

INTRODUZIONE. Le società e le economie occidentali, al giorno d oggi, sono fortemente caratterizzate da un

INTRODUZIONE. Le società e le economie occidentali, al giorno d oggi, sono fortemente caratterizzate da un INTRODUZIONE Le società e le economie occidentali, al giorno d oggi, sono fortemente caratterizzate da un continuo aumento d importanza, in termini qualitativi e quantitativi, del settore dei servizi,

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 3 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web MISURAZIONE ED OBIETTIVI INDEX 3 7 13 Strumenti di controllo e analisi Perché faccio un sito web? Definisci

Dettagli

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment General Risk Assessment Conduzione di un General Risk Assessment in coerenza con i requisiti ISO 9001:2015. nel 2015 verrà pubblicata la nuova UNI EN ISO 9001 che avrà sempre più un orientamento alla gestione

Dettagli

EcoDesigne Sistemi di Gestione dell Energia Gian Piero Zattoni

EcoDesigne Sistemi di Gestione dell Energia Gian Piero Zattoni EcoDesigne Sistemi di Gestione dell Energia Gian Piero Zattoni Workshop Chi Siamo EQO S.r.l. da oltre 10 anni riunisce professionisti provenenti da diversi settori e con differenti esperienze professionali,

Dettagli

1. C è spazio, e quanto, per l adozione locale di linee-guida e raccomandazioni

1. C è spazio, e quanto, per l adozione locale di linee-guida e raccomandazioni VII PRESENTAZIONE Le linee-guida e le raccomandazioni scientifiche nella vita vera del Servizio Sanitario Nazionale, ovvero come creare un clima che ne favorisca l adozione sul campo Qualche mese fa sono

Dettagli

Bosco&Co. STRATEGIE E SVILUPPO D IMPRESA AGENZIA DI COMUNICAZIONE ROMA - BATTIPAGLIA (SA)

Bosco&Co. STRATEGIE E SVILUPPO D IMPRESA AGENZIA DI COMUNICAZIONE ROMA - BATTIPAGLIA (SA) BoscoCo. STRATEGIE E SVILUPPO D IMPRESA AGENZIA DI COMUNICAZIONE BoscoCo. è il partner professionale che supporta le imprese nel governo e nella gestione del loro business, aiutandole a raggiungere le

Dettagli

SGSL UN SISTEMA PER LA GESTIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO NELLA SCUOLA

SGSL UN SISTEMA PER LA GESTIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO NELLA SCUOLA SGSL UN SISTEMA PER LA GESTIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO NELLA SCUOLA COSA È IN PRATICA UN SISTEMA DI GESTIONE? L insieme delle regole e dei processi di funzionamento di un organizzazione. Comprende:

Dettagli

Ratti DATI AL 31/12/2009. 69,0 mil di euro di fatturato, di cui il 64% all estero Addetti al 31/12/09 n 505 Stabilimento produttivo a Guanzate (Co)

Ratti DATI AL 31/12/2009. 69,0 mil di euro di fatturato, di cui il 64% all estero Addetti al 31/12/09 n 505 Stabilimento produttivo a Guanzate (Co) Ratti La Ratti è leader nella creazione e produzione di tessuti stampati, uniti e tinti in filo per abbigliamento, camiceria, mare, intimo ed arredamento, e nella realizzazione e distribuzione mondiale

Dettagli

FONDIRIGENTI Avviso 1 / 2013

FONDIRIGENTI Avviso 1 / 2013 CONFINDUSTRIA ALESSANDRIA Unione Industriale della provincia di Asti FONDIRIGENTI Avviso 1 / 2013 Corsi di alta formazione per dirigenti 1 LEAN MANUFACTURING L intervento formativo persegue l obiettivo

Dettagli

Rev. Gen. 2012. Maggio 2016. Company Profile

Rev. Gen. 2012. Maggio 2016. Company Profile Rev. Gen. 2012 Maggio 2016 Company Profile Chi siamo Finint & Wolfson Associati è una giovane e dinamica società di consulenza di Direzione, focalizzata sulla reingegnerizzazione e progettazione dei processi

Dettagli