PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA DEL PERSONALE ATA per l anno scolastico 2013/2014.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA DEL PERSONALE ATA per l anno scolastico 2013/2014."

Transcript

1 LICEO SCIENTIFICO STATALE G. MARCONI Via della Costituente, 4/a PARMA Phone Fax Sito internet: PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA DEL PERSONALE ATA per l anno scolastico 2013/2014. Organizzazione del lavoro, individuazione degli ambiti di maggiore rilevanza. Premessa comune a tutti i profili. Il Liceo Scientifico G.Marconi è un istituzione scolastica complessa che necessita dell armonia e della coesione di tutti i profili del personale ATA in una visione di produttività ed efficienza dei servizi erogati. Servizi che comportano competenze certe ed approfondite soprattutto da parte degli assistenti amministrativi che devono istruire e mettere in atto le procedure riguardanti, per esempio, l accesso ai documenti amministrativi, le innovazioni conseguenti l autonomia delle scuole e il riordino della scuola secondaria di 2 grado, la preparazione degli atti che permettono trasparenza e chiarezza nei processi valutativi e nella certificazione delle competenze, la gestione delle assenze del personale, l attività istruttoria e le determinazioni dirigenziali riguardanti l attività negoziale alla luce del D.lvo 163 del Servizi molteplici da parte dei collaboratori scolastici impegnati in particolare nella vigilanza e, dell accudimento degli adolescenti della scuola secondaria di 2 grado, nell attività di centralinisti. Servizi motivazionali da parte dell assistente tecnico che consentono l attività laboratoriale quotidiana che permea la didattica. L organizzazione del lavoro si ispirerà ai seguenti criteri e strategie: 1 funzionalità nel rispetto degli obiettivi di efficienza, efficacia ed economicità; flessibilità; coordinamento fra i vari settori e all interno dei settori stessi; garanzia dell imparzialità e della trasparenza dell azione amministrativa; armonizzazione degli orari di servizio e di apertura degli uffici con le esigenze dell utenza. Semplificare le procedure amministrative e deburocratizzare gli adempimenti per i docenti; Individuare soluzioni idonee per rendere più efficace la comunicazione con gli organi collegiali e con l utenza.

2 1. L assegnazione ai diversi settori avviene all inizio di ogni anno scolastico e dura, di norma, per tutto l anno. 2. In tutte le fasi, l assegnazione avverrà, nell ordine, secondo i seguenti criteri: I. le precedenze previste dalla Legge e dal C.C.N.L.; II. figli di età inferiore ai tre anni o in età scolare; III. limitazioni certificate dal medico del lavoro; IV. rotazione, per valorizzare la professionalità del personale, che tenga conto della tipologia delle mansioni e dei compiti; V. graduatoria interna; VI. attitudini e capacità comparate alle esigenze di servizio. Il Dirigente scolastico si riserva l assegnazione degli addetti al centralino, alla presidenza, al servizio esterno. a) centralino, presidenza, servizio esterno: il personale addetto dovrà dimostrare: affidabilità, riservatezza, capacità di rapportarsi con il pubblico; DOTAZIONE ORGANICA DI ISTITUTO DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI E AMMINISTRATIVI 1 ASSISTENTI AMMINISTRATIVI 13* COLLABORATORI SCOLASTICI 17** ASSISTENTI TECNICI 3 *N. 4 personale Part-Time (2 unità a 24h, 1 unità a 18h e 1 unità a 6h.) ** N. 4 personale Part-Time (2 unità a 18h, 1 unità a 24h e 1 unità a 12h.) Orario di lavoro (CCNL art. 51, art. 53, art.55). 1- L orario di lavoro è articolato su 36 ore. Si ritiene, inoltre, che ricorrano, a norma dell art. 55 CCNL, le condizioni per applicare la riduzione d orario a 35 ore settimanali, per il personale ATA adibito a regimi d orario articolati su più turni o coinvolto in sistemi d orario comportanti significative oscillazioni degli orari individuali,rispetto all orario ordinario, finalizzato all ampliamento dei servizi all utenza e/o comprendenti particolari gravosità in quanto in presenza del seguente dato: 2 Scuola strutturata con orario di servizio giornaliero superiore alle 10 ore per almeno 3 giorni la settimana. Destinatari della riduzione oraria di lavoro saranno pertanto i dipendenti che si trovano coinvolti in sistemi orari di lavoro caratterizzati da significative oscillazioni degli orari individuali di lavoro programmate. Si individuerà quindi il personale che, al verificarsi dei presupposti sopra evidenziati, avrà titolo alla riduzione dell orario di lavoro, stante che è da escludersi che il beneficio in esame spetti indiscriminatamente a tutto il personale ATA a prescindere dalla valutazione delle singole posizioni individuali. Sarà di 35 ore per il personale che, secondo il piano delle attività annuali del personale ATA, sarà coinvolto in un orario con significative oscillazioni, rispetto all orario ordinario, comprendente rientri pomeridiani anche su turnazioni, finalizzate all ampliamento dei servizi all utenza e/o comprendenti particolari gravosità.

3 La durata relativa al periodo di fruizione della riduzione di orario non comprende il periodo di sospensione di attività didattica. La riduzione oraria, corrispondente a ore, viene trasformata in giornate di recupero da usufruirsi in periodi di sospensione dell attività didattica. L orario definito al comma precedente (le 35 ore) deve assicurare, per quanto possibile, la copertura di tutte le attività didattiche previste dal curricolo obbligatorio, comprensivo della quota nazionale e di quella definita dalla scuola, e di tutte le riunioni degli OO.CC. 3- Orario di lavoro individuale. L orario di lavoro è il tempo della prestazione di ciascun dipendente che, stante la coesistenza di più regimi orari, deve necessariamente essere compreso nell orario di servizio dell istituzione scolastica. L orario di lavoro ordinario, su 5 giorni, flessibile, plurisettimanale e la turnazione sono regimi orari definiti e pertanto non sono modificabili nel caso di assenza del dipendente. In caso di assenza del personale la giustificazione si riferisce all intero servizio da prestare nella giornata. Il servizio dovrà essere comunque garantito mediante gli istituti contrattuali in vigore nella scuola. Il personale assunto per supplenze brevi e saltuarie è tenuto a rendere la propria prestazione lavorativa secondo la programmazione cui era tenuto il personale assente. 4- Orario di lavoro individuale su 5 giorni. In presenza di particolari esigenze di funzionamento dell Istituto scolastico o per migliorare l efficienza e la produttività dei servizi e a seguito di dichiarata disponibilità di singole unità di personale, l orario di 35/36 ore può essere articolato su 5 giorni lavorativi. Il giorno libero, che può essere uno qualsiasi della settimana dovrà comunque tenere conto delle esigenze di servizio e preferibilmente coinciderà con un giorno pre o post festivo. Il giorno libero feriale si intende comunque goduto anche nel caso di coincidenza di malattia del dipendente, di sciopero o di chiusura dell istituzione o perchè ricadente con una festività infra settimanale. 5 - Orario di lavoro flessibile. La flessibilità dell orario è permessa se favorisce e/o non contrasta con l erogazione del servizio. - L orario flessibile consiste, di norma, nell anticipare e posticipare l orario di inizio del lavoro o nell anticipare e posticipare l orario di fine uscita. L eventuale periodo non lavorato verrà recuperato mediante rientri pomeridiani. - Qualora le unità di personale richiedente siano quantitativamente superiori alle necessità si farà ricorso alla rotazione fra il personale richiedente. 3

4 6- Orario plurisettimanale (art.53 CCNL) L orario plurisettimanale, attivabile sulla base delle esigenze di servizio e della dichiarata disponibilità di singole unità di personale, consiste nella possibilità di programmare l orario di lavoro individuale su 2 settimane continuative, entro un margine di oscillazione fra le 30 e le 42 ore settimanali. 7- Turnazioni. Gli assistenti amministrativi presteranno il turno pomeridiano, secondo il piano predisposto all inizio di ogni anno scolastico. I collaboratori scolastici presteranno il turno pomeridiano secondo il piano predisposto all inizio di ogni anno scolastico. Ulteriore richiesta di cambio turno da parte dell Amministrazione sarà esplicitata di norma un giorno prima, previa dichiarazione di disponibilità; in mancanza di disponibilità da parte del personale i turni lavorativi stabiliti potranno essere modificati secondo un criterio di rotazione. Lavoro straordinario (CCNL art 54) L organizzazione del lavoro è tesa a far sì che il ricorso al lavoro straordinario possa essere limitato a casi eccezionali. L Amministrazione procederà a raccogliere in forma scritta la disponibilità del personale alla effettuazione dello stesso. L ammontare del fabbisogno delle ore straordinarie previste per la realizzazione dei P.O.F 2013/2014 sarà oggetto di informazione ogni 3 mesi tra l Amministrazione e la RSU. L amministrazione si impegna a distribuire le richieste di lavoro straordinario il più equamente possibile al personale appartenente allo stesso profilo professionale. All atto dell accettazione del lavoro straordinario, il lavoratore sceglierà e sottoscriverà l opzione fra il recupero e il pagamento subordinatamente alle risorse disponibili. Le ore prestate eccedenti l orario d obbligo possono essere, a scelta del dipendente: a) retribuite, in quanto autorizzate, in base alle misure previste dal CCNL in vigore al momento della prestazione subordinatamente al quantum economico previsto nel Fondo dell Istituzione scolastica; b) cumulate e usufruite nei periodi estivi o di sospensione delle attività didattiche, sempre con prioritario riguardo alla funzionalità e alla operatività dell istituzione scolastica. Le predette giornate di riposo non possono essere cumulate oltre l anno scolastico di riferimento e devono essere usufruite entro l anno scolastico nel quale si sono maturate, eventuali variazioni saranno valutate caso per caso. L Amministrazione si impegna a comunicare di norma agli interessati, con un anticipo di almeno 48 ore, la necessità di ulteriori impegni lavorativi. Modalità della fruizione delle ferie (CCNL art.13). I giorni di ferie previsti per il personale ATA dal CCNL 2006/2009 e spettanti per ogni anno scolastico possono essere goduti, anche in modo frazionato, in più periodi purchè sia garantito il numero minimo del personale in servizio. 4

5 Le ferie spettanti, per ogni anno scolastico, debbono essere godute possibilmente entro il 31 agosto di ogni anno scolastico, con possibilità di usufruire di un eventuale residuo di n. 6 giorni (per motivazioni personali) entro il 30 aprile dell anno scolastico successivo. La richiesta di usufruire di brevi periodi di ferie deve essere effettuata: - per i periodi di attività didattica, di norma 3 giorni prima; 5 - per i periodi delle vacanze natalizie e pasquali di norma 10 giorni prima. I giorni di ferie possono essere concessi, compatibilmente con le esigenze di servizio, e salvaguardando il numero minimo di personale in servizio (vedi permessi brevi). Le ferie estive, di almeno 15 giorni lavorativi consecutivi, saranno fruite nel periodo 1 luglio - 31 agosto. La richiesta dovrà essere effettuata entro il 30 aprile di ogni anno. L autorizzazione delle ferie dovrà essere subordinata alla presenza in servizio di una unità per settore durante tutto il periodo estivo. Sulla base delle richieste avanzate per iscritto entro il 30 aprile di ogni anno il Dirigente scolastico valuterà il piano annuale delle ferie predisposto dal D.S.G.A. dando informazioni dei criteri adottati alla R.S.U. Entro il 31 maggio di ogni anno sarà data comunicazione ad ogni dipendente ATA del piano complessivo delle ferie della scuola. Utilizzo su progetti, criteri e modalità. Disponibilità accertata del personale, in sede di conferenza di servizio, con adesione previa presentazione del Piano delle Attività. Se il numero di personale disponibile fosse superiore alle risorse umane previste dal progetto, si applicherà, nell ordine, il criterio delle competenze e dell anzianità di servizio. Gli indicatori delle competenze saranno: - esperienze pregresse nell ambito del progetto; - formazione nell ambito del progetto. Nel caso di disponibilità in più progetti si procederà applicando il criterio della rotazione numerica. Sostituzione colleghi assenti. 1. In caso di assenza di un unità di personale A.T.A. fino a 5 giorni, la sostituzione verrà fatta da altro personale in servizio, previo riconoscimento di compenso aggiuntivo. 2. In caso di assenza di un collaboratore scolastico, la sostituzione verrà svolta dai colleghi del piano in cui il collaboratore scolastico è inserito, che si sono resi disponibili, previo riconoscimento di compenso aggiuntivo, in base al criterio della disponibilità. In caso di mancata disponibilità si applicherà il criterio della rotazione fra tutto il personale. Chiusura prefestiva. 1. Nei periodi di interruzione dell attività didattica e nel rispetto delle attività didattiche programmate dagli organi collegiali si attua la chiusura dell unità scolastica nelle giornate prefestive sottoelencate. 2. Il provvedimento di chiusura, disposto su base annuale e incluso nel piano delle attività predisposto dal Direttore dei servizi generali amministrativi, è adottato dal Dirigente scolastico.

6 3. Le ore di servizio non prestate dal personale in p.t. e dal personale che non fruisce delle 35 ore, devono essere recuperate con le seguenti modalità: crediti di lavoro precedentemente acquisiti (ore di straordinario) recuperi durante i periodi di attività didattica in un quadro programmato; giorni di ferie o festività soppresse. 4. Per l anno scolastico in corso la chiusura della scuola si effettuerà nei seguenti giorni prefestivi: 2 novembre; 24 dicembre; 28 dicembre; 31 dicembre (nel periodo dal 1^ settembre al 31 dicembre 2013) per gg. 4; 4 gennaio; 19 aprile; 19 luglio; 26 luglio; 2 agosto; 9 agosto; 14 agosto; 16 agosto (nel periodo dal 1^ gennaio al 31 agosto 2014)per gg. 8. Permessi brevi (CCNL art.16) I permessi di uscita, di durata non superiore alla metà dell orario giornaliero, sono autorizzati dal D. S.G.A.: 1. I permessi complessivamente concessi non possono eccedere 36 ore nel corso dell anno scolastico; 2. Salvo motivi imprevedibili e improvvisi, i permessi andranno chiesti all inizio del turno di servizio e verranno concessi in relazione alle esigenze di servizio secondo l ordine di arrivo della richiesta; 3. I permessi andranno recuperati di norma entro due mesi, dopo aver concordato con l amministrazione le modalità del recupero. Ritardi (CCNL art.54). 1. Si intende per ritardo l eccezionale posticipazione dell orario di servizio del dipendente non superiore a 30 minuti. 2. Il ritardo deve essere recuperato o nella stessa giornata o entro l ultimo giorno del mese successivo a quello in cui si è verificato previo accordo con il DSGA. Permessi per motivi familiari o personali. I giorni di permesso per motivi personali o familiari, previsti dal CCNL, di norma sono attribuiti dal Dirigente scolastico a seguito di domanda documentata, anche mediante autocertificazione, del dipendente. Crediti di lavoro. 1. Il servizio prestato oltre l orario d obbligo (prestazioni eccedenti l orario di servizio) nonché tutte le attività riconosciute come maggior onere in orario di servizio oltre il normale carico di lavoro danno diritto all accesso al Fondo di Istituto. 2. A richiesta del dipendente le ore effettuate in aggiunta all attività di servizio potranno essere cumulate e fruite come giornate di riposo in periodi estivi o di sospensione delle attività didattiche. Ambiti di maggior rilevanza da considerare per gli Incarichi specifici : assistenti amministrativi: procedure inerenti l attività istruttoria e le determinazioni dell attività negoziale dell istituto; 6

7 disponibilità a collaborare con altri settori; predisposizione della ricostruzione di carriera del personale Docente e ATA ; disponibilità a collaborare con altri settori sistematizzazione amministrativa delle attività progettuali per il conferimento dei compensi accessori; disponibilità a collaborare con altri settori segreteria del dirigente; disponibilità a collaborare con altri settori 2) collaboratori scolastici: rapporti di front-office e telefonici con gli utenti (centralino) per due; Ambiti di maggior rilevanza da considerare per il Fondo d Istituto: 1) Assistenti amministrativi: procedure liquidatorie personale; (unità operativa personale ); Gestione dell anagrafe e dei portali degli alunni (unità operativa alunni ); redazione atti precedenti e conseguenti il Consiglio di Istituto, i Collegi dei docenti, i Decreti (unità operativa segreteria di Presidenza ); procedure liquidatorie progetti; (unità operativa contabilità ); 2) ASSISTENTE TECNICO Collaborazione ai progetti dell Istituto 3) COLLABORATORI SCOLASTICI. predisposizione palestre (n.1); supporto uffici (n.6); piccola manutenzione (n.2); sostituzione colleghi assenti; partecipazione a progetti didattici. 7

8 ASSISTENTI AMMINISTRATIVI : attività, mansioni, orario di servizio CRITERI GENERALI: Tutti gli atti devono essere verificati nei contenuti e siglati da chi li ha predisposti, prima di essere sottoposti alla firma; Tutte le certificazioni devono essere predisposte per la consegna all utenza nel rispetto dei tempi stabiliti; (ufficio alunni 3 giorni ufficio personale 7 giorni); Agli atti possono accedere soltanto gli assistenti abilitati, secondo le direttive del direttore dei servizi; Le informazioni all utenza devono essere fornite con attenzione e cortesia; L accesso agli atti amministrativi e il trattamento dei dati devono avvenire nel rispetto delle normative; Tutti gli assistenti amministrativi devono essere sempre in grado di sopperire alle esigenze principali degli uffici eventualmente rimasti scoperti dai colleghi (es. per malattia ecc ). Ogni ufficio dovrà provvedere direttamente al protocollo e all invio (consegna in busta per l incaricato) della posta urgente in partenza. Lavoro straordinario personale tecnico e amministrativo Si prevede inoltre il prolungamento dell orario di circa 1, 2, 3 ore lavorative, secondo necessità, previa autorizzazione del Direttore dei servizi, per prolungamento attività scolastiche, progetti didattici, scadenze inderogabili ecc ( con facoltà di recupero nel periodo estivo o, se possibile, con liquidazione di straordinario) N. 6 unità di assistenti amministrativi fruiscono delle 35 ore (Carcelli, Toscani, Ramponi, Draghi, Martinelli, Botti) UFFICIO ALUNNI 3 unità (2 unità a tempo pieno e 1 unità part-time 24h.) MANSIONARIO Tutto il personale assegnato all ufficio alunni dovrà svolgere le seguenti mansioni: Gestione completa degli alunni: - Iscrizioni elenchi, nulla osta; - Fascicoli alunni; certificazioni; registro perpetuo dei diplomi; - Corrispondenza con le famiglie degli allievi; - Esami di Stato diplomi (verbali degli esami preliminari, documento del 15 maggio, preparazione del materiale per le Commissioni); - Compilazione e registrazione diplomi; - Iscrizioni - Libri di testo; buoni libro gratuiti agli alunni che ne hanno diritto; - Vigilanza e controllo sull operato dei consigli di classe per lo scrutinio elettronico e riscontro tabelloni vari, pagelle, registro generale dei voti; - Tenuta verbali Consigli di classe, scrutini intermedi e finali. 8

9 Nello specifico il personale dovrà svolgere le seguenti mansioni: Incaricato Carcelli Maria Elena Terzi Monica Toscani Maria Rita Compiti specifici Gestione crediti e debiti; procedure relative ai diversabili; operazioni relative agli esami di idoneità / integrativi; statistiche alunni (Invalsi, Anagrafe studenti, rilevazioni integrative alunni, ecc.); intercultura; predisposizione e stampa pagelle e tabelloni finali Curriculum alunni; registrazione assenze alunni; gestione crediti / debiti; registrazione e aggiornamento al sistema informatico della carriera dello studente; esoneri degli alunni dalle lezioni di ed. fisica; rilascio certificati alunni (frequenza, nulla-osta, iscrizione, ecc.); trasmissione e richiesta dei fascicoli personali degli alunni ad altre istituzioni scolastiche Fogli notizie; registrazione assenze alunni; pratiche infortuni; esoneri degli alunni dalle lezioni di educazione fisica; rilascio certificati alunni (frequenza, nulla-osta, iscrizione, ecc.) ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO: tutti i giorni dalle ore 7.45 alle 9.00 dalle ore alle giovedì dalle ore alle ore sabato dalle ore 8.00 alle ore Nei giorni nei quali si svolgeranno i colloqui generali con le famiglie e durante lo svolgimento degli scrutini del 1 e 2 periodo valutativo, l orario di servizio delle singole unità potrà essere cambiato. Il personale dovrà attenersi al proprio orario e turno di lavoro e l eventuale assenza dovrà essere comunicata in tempo utile all ufficio personale per le dovute sostituzioni. Per un miglior servizio al pubblico, l ufficio non dovrà mai essere vacante. UFFICIO ALUNNI Operatori Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Carcelli Elena ** * Toscani Maria Rita Terzi Monica (h.24) *A settimane alternate * **Ogni 15 giorni un sabato a casa **

10 UFFICIO PERSONALE 3 unità (2 unità a tempo pieno e 1 unità part-time 24h.) MANSIONARIO Tutto il personale assegnato all ufficio personale dovrà svolgere le seguenti mansioni: Gestione completa del personale docente e ATA - Ricerca del personale supplente saltuario (telegrammi, fonogrammi con registrazione, individuazione di nomina, assunzione in servizio, contratto); - Utilizzo delle procedure al programma SIDI - Rapporti e corrispondenza con DPT e Ragioneria Provinciale dello Stato; - Inserimento dati anagrafici, servizi e assenze sia nel programma Mediasoft (ex Levrini) che nel programma Argo;certificati di servizio o di qualsiasi genere; - Trasmissione informatizzata delle comunicazioni e delle circolari; - Graduatorie d istituto delle supplenze del personale docente e aggiornamento delle stesse sulla base delle disposizioni ministeriali (depennamenti, reinserimenti, nuove iscrizioni, precedenze, ecc.). Nello specifico il personale dovrà svolgere le seguenti mansioni: Incaricato Ramponi Maria Rosa Draghi Gisella Serpagli Evelina Compiti specifici Dichiarazione dei servizi del personale; domande di riscatto/computo ai fini della quiescenza e della buonuscita e ricostruzione della carriera; Mod. PA04; periodo di prova; graduatorie interne del personale; mobilità del personale; corrispondenza con l USP, decreti di assegnazione, aggiornamento delle assegnazioni; organici Tenuta dello stato di servizio del personale a T.I., istruttoria per stipula contratti, tenuta dei fascicoli del personale con conseguente digitazione a SIDI; costituzione, svolgimento, modificazioni, estinzione del rapporto del personale a T.D. (31/08 30/06), assunzione in servizio, richiesta, gestione e tenuta dei fascicoli personali dei dipendenti compresa la relativa documentazione di rito; nomine insegnati di religione (contratti, calendarizzazioni) graduatorie interne del personale; mobilità del personale; gestione e archiviazione attestati e certificati partecipazione ai corsi; procedure relative all insediamento delle Commissioni d Esame; Gestione assenze, visite fiscali, ferie e permessi brevi; infortuni del personale: denunce INAIL e assicurazione scolastica, tenuta del registro infortuni; atti relativi alle cause di servizio; atti relativi al recupero da terzi di somme erogate al personale; 10

11 procedure relative all insediamento delle Commissioni d Esame; controllo cartellini di presenza; incarichi e pratiche relative al divieto di fumo ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO: tutti i giorni dalle ore 7.45 alle 9.00 dalle ore alle giovedì dalle ore alle ore sabato dalle ore 8.00 alle ore Operatori Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Ramponi ** Maria Rosa * Draghi Gisella * ** Serpagli Evelina (24h.) *A settimane alternate **Ogni 15 giorni un sabato a casa Orari di ricevimento: Nei giorni nei quali si svolgeranno i colloqui generali con le famiglie e durante lo svolgimento degli scrutini del 1 e 2 periodo valutativo, l orario di servizio delle singole unità potrà essere cambiato. Il personale dovrà attenersi al proprio orario e turni di lavoro e ed eventuale assenza dovrà essere comunicata in tempo utile all ufficio personale per le dovute sostituzioni. Per un miglior servizio al pubblico, l ufficio non dovrà mai essere vacante UFFICIO CONTABILITA 4 unità (3 unità a tempo pieno e 1 unità part-time 18h.) MANSIONARIO Il personale assegnato dovrà svolgere le mansioni come sotto specificato: 11 Incaricato Compiti specifici Rizzi Emanuela Adempimenti fiscali e contributivi (IRAP INPS MODELLO CUD 770 DMA EMENS); monitoraggi ministeriali per assegnazione fondi; TFR, indennità di disoccupazione a requisiti ridotti e ordinaria; IDEI: organizzazione e nomine, prospetti riepilogativi e liquidazione su cedolino unico; retribuzioni (liquidazioni di tutti i compensi continuativi e accessori del personale); gestione del conto corrente postale;

12 Bianchinotti Alessia Martinelli Rosaria Orzi Elisabetta compensi accessori del personale, nomine, prospetti riepilogativi e liquidazione su cedolino unico; conguaglio contributivo-fiscale; sostituzione DSGA: collaborazione per gestione organizzativa personale ATA Liquidazione fatture mandati di pagamento; gestione entrate e uscite con emissione di mandati e reversali per finanziamenti, fatture e servizi; variazioni di bilancio in collaborazione con DSGA Viaggi d istruzione uscite didattiche (richiesta preventivi, determine, aggiudicazione di gara, raccolta e verifica delle delibere dei Consigli di Classe e del consenso delle famiglie; elenchi degli allievi, disposizioni del Dirigente); progetti: gestione ed adempimenti relativi alla stesura dei contratti consulenti esterni e loro registrazione, verifica documentazione, autorizzazioni e incarichi personale interno; indizione gare ufficiose; procedure per aggiudicazione e collaudi Richiesta preventivi e ordini di materiali; richieste di DURC AVCP ecc.; inventario; tenuta registri facile consumo e inventari: carico e discarico ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO: tutti i giorni dalle ore 7.45 alle 9.00 dalle ore alle giovedì dalle ore alle ore sabato dalle ore 8.00 alle ore OPERATORI Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Rizzi Emanuela Martinelli Rosaria * ** Bianchinotti Alessia ** Orzi Elisabetta (h.18) *A settimane alternate **Ogni 15 giorni un sabato a casa L orario di servizio delle singole unità potrebbe essere cambiato per esigenze di servizio con preavviso di 7 giorni. Il personale dovrà attenersi al proprio orario e turni di lavoro e ed eventuale assenza dovrà essere comunicata in tempo utile all ufficio personale ATA per le dovute sostituzioni. Per un miglior servizio al pubblico, l ufficio non dovrà mai essere vacante 12

13 UFFICIO SEGRETERIA PRESIDENZA / PROTOCOLLO 1 unità a tempo pieno Il personale assegnato all ufficio presidenza dovrà svolgere le seguenti mansioni: Tenuta registro di protocollo; Apertura corrispondenza, scarico posta elettronica con classificazione e smistamento; Contatti con Provincia/Ditte per interventi di manutenzione, e servizi di funzionamento in stretta collaborazione o delegati dal DSGA; Stesura delle circolari e delle comunicazioni relative a tutte le aree; COLLEGIO DOCENTI (istruttoria verbale, atti conseguenti); RSU (convocazione, istruttoria verbali ); Preparazione degli atti che precedono e che seguono gli organi collegiali(convocazioni consigli di classe, dei Collegi docenti, del Consiglio di Istituto); Contratto integrativo d'istituto, convocazione assemblea ATA, verbale, decreto di adozione); Stesura allegati al POF 2013/2014; Agenda e impegni del Dirigente; Trasmissione atti (Comune, Regione, Provincia, USP); Protocollo riservato. Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Botti Maria Cristina ======== L orario di servizio potrebbe essere cambiato per esigenze di servizio con preavviso di 7 giorni. Il personale dovrà attenersi al proprio orario e turni di lavoro e ed eventuale assenza dovrà essere comunicata in tempo utile all ufficio personale ATA. ASSISTENTI TECNICI L area B nei diversi profili svolge le seguenti attività specifiche con autonomia operativa e responsabilità diretta: provvede alla conduzione tecnica dei laboratori, garantendone l efficienza e la funzionalità: assistenza alle fasi di preparazione delle esperienze di laboratorio; approntamento degli ausili tecnici e dei materiali di consumo necessario; rimessaggio delle attrezzature al termine; piccola manutenzione delle apparecchiature, pulizia delle parti tecnologiche delle attrezzature; Adeguamento elenchi di materiale, controllo attrezzature e dotazioni laboratori con adeguamento elenchi in caso di spostamenti; Carico e scarico scorte toner e cartucce stampanti; Contatti con l amministratore di rete per interventi e manutenzione laboratori al bisogno; 13

14 Il personale è tenuto ad agire secondo le istruzioni ricevute nel rispetto delle norme igieniche ed antinfortunistiche previste dal d.l.vo 81/08 segnalando immediatamente ogni anomalia. Nell espletamento dei predetti compiti dovrà osservare le istruzioni operative e precisamente: le richieste di interventi manutentivi saranno inoltrati attraverso documenti cartacei, supporti elettronici. Tali richieste conterranno la descrizione delle cause,degli effetti, delle modalità di guasto e,ove possibile, provvedimenti richiesti; è obbligatorio il rispetto delle condizioni relative all incolumità degli utenti, nonché alla difesa e prevenzione di danni in dipendenza di fattori accidentali; gli interventi di rinnovo o di sostituzione relativi ad uno o più componenti danneggiati, andranno mirati a riportare l attrezzatura entro le condizioni stabilite L orario di lavoro degli assistenti tecnici si articolerà nel seguente modo: a) n 24 ore di laboratorio b) n 12 ore per interventi alle attrezzature tecniche di laboratorio, di cui è propria la competenza e preparazione degli attrezzi e materiale per le esercitazioni: ASSEGNAZIONE REPARTI E ORARI DI SERVIZIO Laboratorio INFORMATICA Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato LoSardo Tiziana Laboratorio CHIMICA Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Morrone Giuseppe Laboratorio FISICA Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Quarticelli Lucia Ripartizione compiti e criteri generali per il funzionamento dei servizi degli assistenti tecnici - le richieste di riparazioni o di sopralluoghi dovranno essere segnalate dai responsabili di laboratorio sui moduli predisposti, al fine di rendere mirati ed efficaci gli interventi dei tecnici. Detti moduli, con data della richiesta, dovranno essere conservati in apposita carpetta al centralino (per chimica, fisica e museo) o all ufficio tecnico (per informatica e lingue). Sui moduli, una volta effettuato l intervento, deve essere indicata la data di risoluzione del problema ed eventuali annotazioni. (es. fatto il xx/xx/xxxx). Le richieste devono essere conservate. - Tutte le richieste di intervento dovranno essere evase nel più breve tempo possibile con premura di mantenere i contatti ed avvisare il responsabile di laboratorio; - Se gli interventi richiedono acquisti di materiale è opportuno seguire la procedura già organizzata con l ufficio acquisti (Sig.ra Orzi Elisabetta) - Per i contatti con la Provincia (Ufficio tecnico) si può procedere direttamente informando la Sig.ra Botti Maria Cristina al Protocollo. - Gli assistenti tecnici dovranno essere sempre a disposizione dei docenti per preparare le esercitazioni di laboratorio, prenotare i laboratori stessi ecc - Deve sempre essere lasciata la reperibilità su apposita agenda al centralino al fine di facilitare i contatti del personale. 14

15 ATTIVITA E MANSIONI DELL AREA DI APPARTENENZA ORARIO DI SERVIZIO,ORARIO DI LAVORO Articolazione dell orario Sulla base dell orario di apertura dell Istituzione scolastica per h giornaliere, si propone la seguente articolazione di orario per il personale sottoindicato B) SERVIZI E COMPITI COLLABORATORI SCOLASTICI 1) Rapporti con gli alunni a) Sorveglianza nelle aule, laboratori, spazi comuni in caso di momentanea assenza dell insegnante. Il servizio prevede la presenza al posto di lavoro e la sorveglianza nei locali contigui e visibili dallo stesso posto di lavoro oltre ad eventuali incarichi accessori quali: controllo chiavi e apertura e chiusura di locali. b) Funzione primaria del collaboratore è quella di vigilanza sugli allievi. A tale proposito devono essere segnalati all Ufficio di Presidenza tutti i casi di indisciplina, pericolo, mancato rispetto degli orari e dei regolamenti e le classi scoperte. La vigilanza prevede anche la segnalazione di atti vandalici che se tempestiva, può permettere l individuazione dei responsabili. Vigilanza in occasione del trasferimento degli studenti dai locali scolastici ad altre sedi anche non scolastiche, palestre, laboratori, ivi comprese le visite guidate ed i viaggi di istruzione. c) Ausilio materiale agli alunni disabili. 2)Sorveglianza dei locali Apertura e chiusura dei locali scolastici Accesso e movimento interno alunni e pubblico. 3) Pulizia di carattere materiale Pulizia locali scolastici, spazi scoperti e arredi. Ogni collaboratore scolastico deve sempre controllare la corretta pulizia dei locali cui è assegnato (aule e corridoi nonostante siano puliti dall impresa). Se all apertura dei locali al mattino, si nota un disservizio, si invita il personale a rimediare tempestivamente e solo successivamente a segnalarlo. Per pulizia, precisamente deve intendersi: lavaggio pavimento, zoccolino, banchi, sedie, lavagne, termosifoni, porte, vetri, utilizzando i normali criteri per quanto riguarda il ricambio d acqua di lavaggio e l uso dei prodotti di pulizia. Si richiama l attenzione sulla custodia del materiale di pulizia che deve essere chiuso a chiave negli appositi armadi. In occasione delle assemblee d istituto si provvederà alla pulizia degli archivi, del Museo ed a una più approfondita pulizia dei propri spazi e delle aree cortili zie. 4)Spostamento suppellettili 5) Particolari interventi non specialistici Piccola manutenzione dei beni. 6) Supporto amministrativo e didattico Duplicazione atti (gli insegnanti e gli esperti faranno pervenire il giorno prima gli originali già pronti da fotocopiare). L uso dei fotocopiatori è solo a cura del personale collaboratore scolastico addetto. Nei turni pomeridiani saranno i collaboratori scolastici in servizio. Approntamento sussidi didattici Assistenza docenti e progetti (POF) 7) Servizi esterni Ufficio Postale, Comune, Banca, altre scuole, Direzione prov.le servizi vari, INAIL,ecc.. 15

16 PORTINERIA 2 unità Centralino, accoglienza e vigilanza sull entrata e sull uscita degli alunni e del pubblico. E fatto divieto a tutto il personale di: a)abbandonare il proprio reparto per recarsi in altri senza motivazione; relativamente ai collaboratori scolastici, in caso di necessità di spostamento, sarà necessario lasciare alla propria postazione un collega; b) fermarsi nei corridoi a chiacchierare; c) fumare durante l orario di lavoro; d) utilizzare in modo improprio il cellulare (lasciare accesa la suoneria, eccedere nel numero delle telefonate, rispondere ad alta voce, recarsi nei corridoi per conversare); ASSEGNAZIONE COMPITI e REPARTI Collaboratori Scolastici PLESSO DI SERVIZIO UNITA COMPITI Sede di Via Costituente 4 7* 1 5* 2* Sorveglianza alunni, anche loro trasferimento dai locali scolastici ad altre sedi anche non scolastiche, palestre, laboratori, ivi comprese le visite guidate e i viaggi di istruzione Apertura e chiusura dell istituto, di aule, laboratori, palestre e uffici, secondo le direttive impartite Controllo chiavi dei locali assegnati Gestione dell accesso ai locali assegnati Gestione dell accesso ai locali dell istituto di persone esterne e prima accoglienza Collaborazione con i docenti e personale di segreteria Sorveglianza sugli spazi di uso comune Pulizia dell area assegnata Duplicazione atti, fotocopie ecc. Segnalazione malfunzionamenti o anomalie varie Piccola manutenzione dei beni Servizi esterni, Provveditorato, ufficio Postale, DPT, altri istituti. Centralino telefonico I predetti compiti sono opportunamente assegnati e diversificati secondo assegnazioni specifiche reparti/compiti. Palestre Via Pintor Via Benassi Idem Idem 16

17 Via Gioia Idem Si sottolinea l importanza della funzione primaria: LA VIGILANZA. N.B. Oltre alla pulizia dei locali assegnati, il personale e altresì responsabile dell apertura relative tapparelle. dei locali stessi e delle ASSEGNAZIONE DEI REPARTI SEDE Incaricato Servizio Reparto per pulizia/apertura Servizi e vigilanza ABLONDI GUERRINA BERNAZZOLI ANGELA Centro Stampa Aula multimediale - Centro Stampa - Laboratorio di Fisica piano rialzato Biblioteca (apertura e pulizia a metà mattina)- Fotocopie, fax centro stampa - Vigilanza ingresso b.go Sorgo PISTIS PAOLA Centro Stampa Aula magna e corridoio seminterrato - Aula ricevimenti Fotocopie, fax servizi al centro stampa apertura uffici BIOLZI NELLY Centralino Aula di Fisica, Aula 52, aula informatica seminterrato e corridoio apertura Uffici e servizi del centralino TUDISCO MARIA GRAZIA Centralino Centralino, Radio Marconi, Sala Server, aule 60, aula EEE, Atrio e scale Servizi al centralino, ricev. Pubblico apertura uffici PRESTIGIOVANNI DOROTEA Primo Piano Aula 57/98, Aula di disegno al 1^ piano piano 1/registri, vigilanza alunni, comunicazioni, apertura aule SILVI ANTONIO Primo Piano - Aula di scienze, laboratorio di chimica, laboratorio macchine matematiche, cortile e spazi esterni (un sabato ogni 15gg. Aula 52) Servizi esterni banca/posta/enti, piano terra vigilanza, Apertura palestra LILLIO ANTONIO Secondo Piano Palestra Aula di disegno al 2^ piano piano 2/registri, vigilanza alunni, comunicazioni, apertura aule PALESTRE DI VIA PINTOR 17

18 PALERMO ATTILIO Palestre di Via Pintor Palestre Via Pintor pulizia spogliatoi e frangia palestra al cambio ora e indicazioni di cui ordine di servizio. Palestra oltre torrente e vigilanza lun e merc. Al bisogno secondo indicazioni VIA BENASSI PUMA MARIA LO VULLO IOLANDA Primo Piano Aula 31 Laboratorio Lingue Servizi al piano 2/registri, vigilanza alunni, comunicazioni, apertura aule GUIDA ALFONSA Primo Piano Ufficio primo piano - Biblioteca RAMPA STEFANIA Primo Piano Aula 20 - Atrio e scalone - Laboratorio Scienze Servizi al piano 2/registri, vigilanza alunni, comunicazioni, apertura aule AGAZZI MIRELLA Piano Terra Sala insegnanti e uffici, centralino, aula orientamento Cortile 2 Servizi al centralino, registri e comunicazioni,vigilanza ingresso/piano terra, apertura uffici TRENTAROSSI CARLA Piano Terra Laboratorio informatica - Aula magna Cortile 1- (un sabato ogni 15gg. Aula 20) Servizi al piano uff/central. registri e comunicazioni,vigilanza piano terra ingresso, apertura aule VIA GIOIA CONFORTI TERESA Piano Terra Centralino, Aula scienze, Bagno insegnanti, Aula docenti, Cortile centralino, registri e comunicazioni,vigilanza piano terra, ingresso, apertura uffici PONTORIERO ROSARIA Primo Piano Aula di disegno, Laboratorio informatica, Corridoio piano terra, Atrio e ingresso principale Presenza vigilanza piano 1, registri e comunicazioni,, apertura uffici 18

19 Criteri generali per l erogazione dei servizi Accesso agli uffici Gli uffici al di fuori dell orario di servizio degli assistenti amministrativi dovranno rimanere chiusi. Sono autorizzati ad accedere i collaboratori scolastici al piano o in turno. In orario di chiusura non si dovranno lasciare pratiche, richieste, documenti incustoditi sui tavoli se non in presenza degli assistenti amministrativi. Albo L albo dovrà essere tenuto aggiornato secondo le indicazioni degli assistenti amministrativi. Le locandine opportunamente aggiornate. L affissione di documenti provenienti dall esterno dovrà essere autorizzata dal Dirigente, dal Vicepreside. Apertura e chiusura edifici Apertura uffici mattino Ascensore L apertura degli edifici al mattino avviene alle 7,20 a cura dei collaboratori incaricati, che avranno cura di comunicare tempestivamente eventuali assenze (impedimento all apertura), con consegna delle chiavi al sostituto. Tutto il personale, nel periodo estivo, dovrà interessarsi del passaggio delle chiavi - causa ferie - L apertura al mattino è svolta dai collaboratori scolastici e la chiusura delle finestre deve sempre essere controllata dal personale in servizio fine turno (14,00 o 18,00) I collaboratori scolastici del piano devono provvedere all apertura delle tapparelle degli uffici avendo cura di richiudere i locali fino all arrivo degli Ass. Amm.vi. L utilizzo dell ascensore è riservato agli alunni portatori di handicap e agli alunni con problemi. Potrà essere consegnata chiave dell ascensore ai suddetti richiedenti con firma per ricevuta e cauzione di 5 euro, che verrà prontamente restituita alla riconsegna della chiave (es. limitatamente periodo gesso..) Assistenza alunni portatori Handicap Cancelli esterni Centralino Occorre garantire tempestivamente l accesso dalle aree esterne alle strutture scolastiche e all uscita da esse, nonché l uso dei servizi igienici e la cura dell igiene della persona I cancelli esterni devono essere aperti e chiusi correttamente, qualsiasi causa ostativa deve essere tempestivamente segnalata al DSGA o sostituto. Tutte le telefonate provenienti dall esterno sono ricevute da un operatore addetto al centralino che alla risposta qualifica l Istituto e se stesso (nome). Nell impossibilità di inoltrare tempestivamente le telefonate agli interessati, sarà prontamente annotata la telefonata e passata l informazione a chi di dovere. Gli addetti riceveranno le telefonate in ingresso contenendo al massimo i tempi di risposta e trasferendole agli interni per non occupare a lungo le linee. Se la richiesta prevede risposte di personale docente, si avrà cura di non disturbare durante l ora di lezione e si invita a richiamare al termine dell orario dell interessato (eccezione per le reali urgenze di familiari ) Per le richieste di telefonate in uscita, dopo aver composto il numero si provvederà a trasferire la chiamata al n.20, di fronte al centralino, sempre per non creare ingorghi al flusso di chiamate. La porta del centralino deve rimanere chiusa e gli utenti saranno ricevuti dall apposito sportello. L apparecchio telefonico della reception è ad uso esclusivo dell operatore. Per altre esigenze 19

20 si utilizza l apparecchio 20. E vietato l utilizzo del telefono per usi diversi da quello consentito per servizio. Comunicati Fumo Igiene e prevenzione Incarichi specifici Lavoro straordinario Luci Tutto il personale è tenuto a prendere visione giornalmente dei comunicati interni contenuti nei registri circolari collocati nell atrio ( o reception). Ogni docente potrà controllare la posta personale nell apposito casellario in sala docenti E vietato fumare in tutti i locali scolastici e anche nelle parti esterne (cortili). Eventuali trasgressioni dovranno essere tempestivamente segnalate L igiene e l osservanza delle norme igienico/sanitarie nell esecuzione delle pulizie, devono essere svolte con scrupolo massimo e con l osservanza delle indicazioni impartite con apposite circolari. Gli incarichi specifici saranno conferiti in forma scritta e comportano assunzione di responsabilità ulteriori, rispetto alle mansioni ordinarie assegnate. (ex art 7, funzioni aggiuntive ) Si prevedono, per esigenze di istituto, prestazioni di lavoro straordinario secondo necessità, sempre previa autorizzazione, per prolungamento attività scolastiche, progetti didattici o per servizi di pulizia particolari ( con facoltà di recupero nel periodo estivo o, se possibile, con liquidazione di straordinario). Occorre sempre preventiva autorizzazione su registro a cura del DSGA o suo Vice. Tutto il personale deve tendere al risparmio energetico e controllare sempre lo spegnimento delle luci nei corridoi, bagni, uffici e aule all uscita degli alunni. Orario di servizio e 35 ore sett.li Art. 54 ccnl 10 collaboratori scolastici seguono un orario plurisettimanale con un sabato libero ogni 15 giorni e un giorno di rientro settimanale fisso (Guida, Rampa, Agazzi, Trentarossi, Conforti, Prestigiovanni, Biolzi, Tudisco, Pontoriero, Pistis); 4 collaboratori scolastici si alternano anticipando l orario al mattino 7,20 13,20 per apertura locali (Biolzi, Tudisco Silvi, Ablondi) Palestra Ha diritto alla riduzione pari a 35 ore sett.li solo chi ha un orario che presenta i requisiti di cui all art.54 del CCNL (turnazione e slittamento del proprio orario per esigenze di istituto); 10 collaboratori (Agazzi, Biolzi, Guida, Palermo, Pistis, Pontoriero, Rampa, Silvi, Trentarossi, Tudisco) Il recupero del monte ore accumulato per effetto della riduzione avviene solo nel periodo di sospensione delle attività didattiche, nei giorni prefestivi di chiusura dell Istituto (Natale, Pasqua, periodo estivo). Per la palestra della sede l incaricato per l apertura e la pulizia è il Sig. Lillio Antonio, chi svolge il turno pomeridiano controllerà la corretta chiusura delle porte della palestra della sede. Ricevimento pubblico I collaboratori scolastici informano l utenza sugli orari di apertura al pubblico degli uffici ( tutti gli uffici ricevono dalle 7,45 alle 9,00 e dalle 11,00 alle 13,15 il giovedì pomeriggio anche dalle 14,30 alle 16,30) Servizi generali per tutti Sicurezza Dopo l intervallo ciascun collaboratore scolastico di vigilanza ai vari reparti controllerà i servizi igienici degli alunni e del personale per assicurarne la disinfezione (versare candeggina o altro prodotto igienizzante e passare anche lavandini, rubinetteria, maniglie) In ogni classe dovrà essere presente il modulo assegnazione incarichi agli allievi e i piani di evacuazione esposti in ciascuna aula, corridoio, vie di fuga, ecc Gli addetti alla sicurezza per ciascun piano ricevono formale incarico e sono tenuti alla relativa formazione 20

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi A tutti i Colleghi Assistenti Amministrativi delle Segreterie Scolastiche Italiane RIVENDICHIAMO LA QUALIFICA DI VIDEOTERMINALISTA CON UNA PETIZIONE ON LINE AL MINISTERO. Lavoriamo con il computer ma non

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL.

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. ISTITUTO COMPRENSIVO DI CESIOMAGGIORE sc. dell Infanzia di Pez, sc. primarie di Cesio, Soranzen, San Gregorio nelle Alpi, sc. sec. di I gr. di Cesiomaggiore VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. e

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 (Campo di applicazione) 1. Il presente Contratto

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Definizione Riposi compensativi La banca ore è un istituto contrattuale che consiste nell accantonamento, su di un conto

Dettagli

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno Indicazioni operative per quanto riguarda l adesione allo sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA per due giornate consecutive in concomitanza con l effettuazione degli

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015.

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015. CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014 Ai Docenti Agli Studenti Al Personale A.T.A. Alle Famiglie Al D.S.G.A. Oggetto: Piano delle attività a.s. 2014-2015 Si trasmette, in allegato, il piano delle attività

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

ALLE OO.SS. DEL COMPARTO SCUOLA ALL' U.R.P.

ALLE OO.SS. DEL COMPARTO SCUOLA ALL' U.R.P. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ufficio Scolastico Provinciale di Roma Via Luigi Pianciani, 32 00185 Roma sito: http:/www.lazio.istruzione.it/csa/csa_roma.shtml

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 ART. 1 SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI 1. Ai sensi della legge 12 giugno 1990, n. 146, i servizi pubblici da considerare

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Protocollo n. 8077/A26/1 Milano, 31/10/2014

Protocollo n. 8077/A26/1 Milano, 31/10/2014 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE V I A D E A N D R E I S Sede: Via L. De Andreis, 10-20137 MILANO Tel.: 0288447156 (centralino) Fax: 0288447157 Codice Mecc. MIIC8DW00R Cod. Fiscale 80126130154 Protocollo n.

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 MINIMI ED ALTRI ISTITUTI ECONOMICI 130 euro al 5 livello; 112 euro al 3 livello; 132 euro in media Tranche: 1/1/ 13 35 euro; 1/1/ 14 45 euro; 1/1/ 15 50 euro Conglobamento

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

La ricostruzione della carriera del personale della scuola

La ricostruzione della carriera del personale della scuola La ricostruzione della carriera del personale della scuola Se guardiamo gli ultimi 50 anni, l evoluzione della progressione di carriera aveva subito parecchie variazioni, ma sostanzialmente un principio

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

responsabile procedimento respons abile

responsabile procedimento respons abile Elaborazione indennità mensili amministratori Cedolino mensile per Sindaco e Assessori mensile - no entro il 27 di ogni mese Predisposizione F24EP (per versamento oneri previdenziali e ritenute operate

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008

FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008 FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008 INSERIMENTO/AGGIORNAMENTO GRADUATORIE ATA DI 1^ FASCIA GUIDA ANALITICA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA (modelli di domanda - allegati B1, B2, F, G, H) 0) La modulistica

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0 DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA MODELLO PA04 EDIZIONE AGGIORNATA AL TRIENNIO 2010 2012 SEMPLIFICATO PER LE SCUOLE EDIZIONE Novembre 2010 1.0 1 COMPILAZIONE MOD. PA04 SEMPLIFICATO INDICAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PART-TIME

REGOLAMENTO DEL PART-TIME REGOLAMENTO DEL PART-TIME (approvato con deliberazione di Giunta comunale n. 279 del 14/11/2012, integrato con deliberazione di Giunta comunale n. 311 del 17/12/2013 e, da ultimo, modificato con deliberazione

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione)

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione) 1 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Sanità Dipartimento regionale per la pianificazione strategica ********** Servizio 1 Personale dipendente S.S.R. LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15.

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15. Istituto Tecnico Statale Settore Tecnologico Via Tronconi, 22-31100 Treviso tel. 0422.430310 fax 0422.432545 mail: pallad@tin.it dirigente@palladio-tv.it pec: itspalladio@pec.palladio-tv.it url: www.palladio-tv.it

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale 1 - Individuazione qualifiche e numero di rapporti di lavoro a tempo parziale Il rapporto di lavoro a tempo parziale, anche se a tempo

Dettagli

Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto

Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto Il presente Regolamento disciplina le procedure per la trasformazione del

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

OrizzonteScuola.it 1

OrizzonteScuola.it 1 1 2014 Orizzonte Scuola S.R.L. Via J. A. Spataro 17/A 97100 Ragusa (Rg) - Sicily E-mail: redazione@orizzontescuola.it http://orizzontescuola.it 2 INDICE LE SUPPLENZE DI COMPETENZA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA. FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012

IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA. FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012 IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012 Art. 2 - Procedure per il rinnovo del CCNL PARTE PRIMA Titolo I Il sistema delle relazioni sindacali

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

Circolare n.20 Roma, 4 marzo 2011 Prot. n. 1483 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI

Circolare n.20 Roma, 4 marzo 2011 Prot. n. 1483 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI Circolare n.20 Roma, 4 marzo 2011 Prot. n. 1483 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI Al Sovrintendente Scolastico della Provincia di BOLZANO Al Dirigente del Dipartimento Istruzione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ Amministrazione Comunale Amministrazione Scolastica Zanica I.C. Zanica Commissione Inter-istituzionale La Commissione Inter-istituzionale è una commissione mista tecnico-politica

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

IPOTESI DI TRA PREMESSO

IPOTESI DI TRA PREMESSO IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO CONCERNENTE LE UTILIZZAZIONI E LE ASSEGNAZIONI PROVVISORIE DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO ED A.T.A. PER L ANNO SCOLASTICO 2015/16. L'anno 2015 il

Dettagli

RINUNCIO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO SU SOSTEGNO HO AVUTO IL RUOLO SECONDO LE ISTRUZIONI MINISTERIALI DEL 25 AGOSTO 2009

RINUNCIO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO SU SOSTEGNO HO AVUTO IL RUOLO SECONDO LE ISTRUZIONI MINISTERIALI DEL 25 AGOSTO 2009 SECONDO LE ISTRUZIONI MINISTERIALI DEL 25 AGOSTO 2009 a cura di Laura Razzano RINUNCIO IN UNA GRADUATORIA PER QUEST'ANNO (2009/2010)O NON POTRO' PIU' LAVORARE NELLA GRADUATORIA DI QUELLA PROVINCIA POTRO'

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli