I SISTEMI DI NUMERAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I SISTEMI DI NUMERAZIONE"

Transcript

1 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE G. M. ANGIOY CARBONIA I SISTEMI DI NUMERAZIONE Prof. G. Ciaschetti Fin dall antichità, l uomo ha avuto il bisogno di rappresentare le quantità in modo simbolico. Sono nati così, in ogni diversa civiltà, i numeri. DEFINIZIONE: Un insieme di numeri con le possibili operazioni che su di essi è possibile fare è chiamato sistema di numerazione. Nel tempo, e nelle diverse civiltà, sono stati espressi diversi sistemi di numerazione: ad esempio, i romani non avevano il numero 0 e usavano il sistema che comprende i numeri I, II, III, IV, ecc.; oppure nella civiltà Maya si usavano i numeri ecc.; o ancora, in oriente ancora oggi usano un sistema che utilizza simboli come. A partire dall anno 1000 circa, nella civiltà araba (e poi introdotti in Italia dal matematico Fibonacci nel 1223) si sviluppano i numeri 0, 1, 2, 3, ecc., che usiamo ancora oggi. Il sistema di numerazione decimale, che già conosciamo bene e che attualmente usa l uomo occidentale, è composto dalle 10 cifre 0, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 e 9, e pertanto si dice che ha base 10. Inoltre, è un sistema posizionale: il valore di ogni cifra dipende dalla posizione nella quale la cifra viene scritta. Le diverse posizioni rappresentano successive potenze della base, ossia del 10. Facciamo qualche esempio: nel numero 235, la cifra più a destra vale 5, quella immediatamente alla sua sinistra vale 30, quella più a sinistra vale 200. Infatti, si ha la seguente equivalenza: 235 = 2 centinaia + 3 decine + 5 unità che si può anche scrivere nel seguente modo: 235 = 2* * *10 0 Notiamo dal precedente esempio che la posizione più a destra è la potenza alla 0 della base, poi andando da destra verso sinistra, abbiamo la potenza alla 1, poi alla seconda, ecc. Facciamo un altro esempio per maggiore chiarezza: 4718 = 4 migliaia + 7 centinaia + 1 decina + 8 unità e cioè: 4718 = 4* * * *10 0

2 Ricordiamo sempre che il valore della la cifra più a destra è la 0-esima potenza della base, cioè del 10 nel sistema decimale. Come vedremo tra poco, sarà così anche per gli altri sistemi di numerazione con base diversa dal 10. Il sistema binario Il computer non usa il sistema di numerazione decimale che usiamo noi uomini, ma piuttosto il sistema binario. Anche questo è un sistema di numerazione posizionale, ma ha solo due cifre, che sono 0 e 1. Quindi, il sistema binario ha base 2, e il valore di ogni cifra dipende dalla sua posizione. Una cifra binaria è chiamata un BIT (da BInary digit). Ma quanto valgono le cifre? Se nel sistema di numerazione decimale le diverse posizioni rappresentano potenze del 10, nel sistema binario esse sono potenze del 2, essendo il sistema binario in base 2. Facciamo qualche esempio: 110 = 1*2 2 +1*2 1 +0*2 0 = = = 1*2 5 +1*2 4 +0*2 3 +0* * *2 0 = 1*32 + 1*16 + 0*8 + 0*4 + 0*2 + 0*1 = = = 1*2 4 +0*2 3 +0* * *2 0 = 1*16 + 0*8 + 0*4 + 1*2 + 1*1 = = 19 Per distinguere se un numero è in base 10 o in base 2 (si noti, ad esempio, che il numero 101 può essere il numero cinque espresso in binario, oppure il numero centouno in decimale), si usa le seguente notazione: (numero) base. Così, ad esempio, il numero decimale centodieci lo scriviamo come (110) 10 mentre il numero binario 110 lo scriviamo come (110) 2. Riprendendo i due esempi di sopra, possiamo allora scrivere che (110000) 2 = (48) 10, mentre (10011) 2 = (19) 10. Inoltre, abbiamo imparato a convertire i numeri binari in numeri decimali! Basta infatti, proprio come abbiamo fatto negli esempi di sopra, vedere quanto vale il numero binario, sommando le cifre con il loro valore, che dipende dalla posizione. Questo procedimento può essere ripetuto per vedere quanto vale in decimale ogni numero binario. In generale, per ottenere da un numero binario l equivalente numero decimale, basta vedere il valore delle singole cifre e sommare questi valori tra loro. Abbiamo così i numeri: (0) 2 = 0*2 0 = (0) 10 (1) 2 = 1*2 0 = (1) 10 (10) 2 = 1* *2 0 = = (2) 10 (11) 2 = 1* *2 0 = = (3) 10 (100) 2 = 1*2 2 +0* *2 0 = = (4) 10

3 (101) 2 = 1* *2 1 +1*2 0 = = (5) 10 (110) 2 = 1* *2 1 +0*2 0 = = (6) 10 (111) 2 = 1* *2 1 +1*2 0 = = (7) 10 (1000) 2 = 1*2 3 +0*2 2 +0* *2 0 = = (8) 10 (1001) 2 = 1*2 3 +0*2 2 +0*2 1 +1*2 0 = = (9) 10 (1010) 2 = 1*2 3 +0*2 2 +1*2 1 +0*2 0 = = (10) 10 (1011) 2 = 1*2 3 +0*2 2 +1*2 1 +1*2 0 = = (11) 10 (1100) 2 = 1*2 3 +1*2 2 +0*2 1 +0*2 0 = = (11) 10 e così via. Ora cerchiamo di allenare un po l occhio, e andare più veloci nelle conversioni da binario a decimale: si noti che essendo le cifre binarie 0 e 1, ogni posizione può non essere presa quando la cifra è 0, oppure essere presa una volta quando la cifra è 1 (a differenza del sistema decimale, in cui ogni posizione può essere presa più volte: 3 centinaia, 4 decine, ecc.). Quindi, possiamo dire che ogni numero binario è formato da somme di potenze del 2. O meglio, scorrendo tutte le potenze del 2 dalla cifra meno significativa (quella più a destra, con esponente 0) fino a quella più significativa (quella più a sinistra, con l esponente maggiore), avremo che alcune di esse partecipano (quando c è 1) nel formare il numero, altre invece non partecipano (quando c è 0). Di nuovo, facciamo qualche esempio, scrivendo il valore delle diverse posizioni sopra il numero: (1011) 2 = = (11) (11000) 2 = = (24) 10 Molto più semplice, no? Si provi, per esercizio, a convertire in decimale i seguenti numeri binari: ( ) 2, (100011) 2, ( ) 2, (1111) 2, ( ) 2 Verrebbe da chiedersi: ma perché complicarsi la vita con un diverso sistema di numerazione? Perché il computer usa il sistema binario, e non quello decimale? In realtà, se per noi umani è facile lavorare con 10 cifre, per il computer questo è difficilissimo: esso usa diversi livelli di tensione elettrica per rappresentare diversi numeri; per rappresentare una cifra binaria basta un solo livello di tensione (1 = c è corrente, 0 = non c è corrente), mentre per rappresentare una cifra decimale occorrerebbe distinguere 10 diversi livelli di tensione, cosa molto più difficile. Inoltre, come vedremo in seguito, è molto più facile per il computer effettuare le operazioni in binario piuttosto che in decimale, e anche lavorare con i numeri negativi! E per questo motivo che il computer è velocissimo: fare operazioni in binario è molto più semplice!!!!

4 Prima di imparare a fare l inverso di quanto abbiamo appreso finora, cioè convertire un numero decimale in binario, impariamo a contare in binario. Questo ci aiuterà nella conversione. Per contare in binario, dobbiamo sapere contare bene in decimale: sembra una ovvietà, ma dobbiamo capire bene il meccanismo che usiamo per contare. Iniziamo: Notiamo attentamente come avviene il conteggio: si parte con una sola cifra, e si aumenta il suo valore fino ad arrivare al 9 (il valore più grande nel sistema decimale). Il prossimo numero lo si ottiene aggiungendo un'altra cifra a sinistra, con valore 1, e rimettendo a 0 la cifra più a destra, cioè per fare il numero 10, che è pari alla base decimale, ci occorre prendere una decina, cioè una volta 10 1 e zero unità, cioè 0 volte Si aumenta la cifra più a destra finché si può, cioè fino al 19, dopo di che per aggiungere un altro numero si aumenta quella a sinistra (due decine) e si rimette a zero quella a destra (zero unità). Abbiamo così il numero 20. Si procede in questo modo fino al 29, poi ancora una decina e si ottiene 30, e così via fino a 99. A questo punto, per aumentare ancora di uno, non essendo più possibile con due cifre, prendiamo una terza cifra (una centinaia, cioè una volta 10 2 ) e rimettiamo a 0 le due più a destra. Si ricomincia ad aumentare, finché si può, la cifra più a destra, ottenendo così 101, 102,, 109, poi 110, 111, 112, e così via fino a 199. Per il prossimo numero serve ancora una centinaia, quindi prendiamo due volte 10 2 e ricominciamo con 0 alla sua destra, 200, 201, 202, Facile, no? Vediamo ora in binario. Si utilizza lo stesso sistema: si aumenta la cifra più a destra finché si può, e quando non si può più, si aggiunge una cifra a sinistra, rimettendo a 0 quelle più a destra. Iniziamo con una sola cifra binaria, cioè un solo bit: (0) 2 = 0*2 0 = (0) 10 (1) 2 = 1*2 0 = (1) 10 ora una sola cifra non ci basta più, quindi ne aggiungiamo un altra a sinistra, rimettendo a 0 quella a destra (10) 2 = 1* *2 0 = = (2) 10 (11) 2 = 1* *2 0 = = (3) 10

5 di nuovo, non possiamo aumentare più, quindi aggiungiamo un altra cifra a sinistra, e rimettiamo a zero quelle a destra (100) 2 = 1*2 2 +0* *2 0 = = (4) 10 (101) 2 = 1* *2 1 +1*2 0 = = (5) 10 non è più possibile aumentare quella più a destra, quindi si passa a (110) 2 = 1* *2 1 +0*2 0 = = (6) 10 (111) 2 = 1* *2 1 +1*2 0 = = (7) 10 e così via, ottenendo (1000) 2 = 1*2 3 +0*2 2 +0* *2 0 = = (8) 10 (1001) 2 = 1*2 3 +0*2 2 +0*2 1 +1*2 0 = = (9) 10 (1010) 2 = 1*2 3 +0*2 2 +1*2 1 +0*2 0 = = (10) 10 (1011) 2 = 1*2 3 +0*2 2 +1*2 1 +1*2 0 = = (11) 10 (1100) 2 = 1*2 3 +1*2 2 +0*2 1 +0*2 0 = = (12) 10 (1101) 2 = 1*2 3 +1*2 2 +0*2 1 +1*2 0 = = (13) 10 (1110) 2 = 1*2 3 +1*2 2 +1*2 1 +0*2 0 = = (14) 10 (1111) 2 = 1*2 3 +1*2 2 +1*2 1 +1*2 0 = = (15) 10 E così via. Chiaro? Ora notiamo una cosa: se ad esempio prendiamo il numero (10000) 2, il numero precedente è (1111) 2. Infatti, abbiamo (10000) 2 = 1*2 4 +0*2 3 +0*2 2 +0*2 1 +0*2 0 = = (16) 10 (1111) 2 = 1*2 3 +1*2 2 +1*2 1 +1*2 0 = = (15) 10 Possiamo allora dire che per formare il numero decimale 15, ci servono in binario 4 bit, tutti messi a 1. Per formare il numero decimale 16, invece, ci servono 5 bit, di cui il più significativo (il più a sinistra) è 1, e gli altri sono tutti 0. Non esiste altro modo di fare il numero 16, e non esiste altro modo di fare il numero 15. Lo stesso vale per tutti gli altri numeri. In generale, con un solo bit facciamo i numeri da 0 a 1, con due bit i numeri da 0 a 3, con tre bit i numeri da 0 a 7, con 4 bit i numeri da 0 a 15, e così via. Riprenderemo in un altra dispensa questa caratteristica dei numeri binari. Ora che sappiamo contare in binario, ritorniamo alle conversioni, e vogliamo convertire un numero decimale in binario: esiste un metodo a occhio, che è molto rapido, e un metodo meccanico che è più lento ma non richiede un grande sforzo mentale. - metodo a occhio

6 supponiamo di voler convertire in binario, ad esempio, il numero (23) 10. Sapendo che un numero binario è formato da somme di potenze del 2, ci chiediamo quali servono: elenchiamole (non tutte, non serve andare troppo oltre): dobbiamo decidere quali prendere e quali no per formare il nostro (23) 10. Appare evidente che il 64 e il 32 sono troppo grandi, quindi non vanno presi, come tutte le potenze superiori. Il numero 16 invece va preso, perché se non lo prendessimo, con i rimanenti potremmo formare al massimo il numero 15. Ora, abbiamo 16 nel nostro carniere, manca ancora 7 per arrivare a 23. Ripetendo il ragionamento appena fatto, l 8 non lo prendiamo, mentre prendiamo il 4, il 2 e l 1. Abbiamo la seguente situazione: e sapendo che 0 = non lo prendo e 1 = lo prendo, otteniamo il numero binario Si noti che gli 0 più a sinistra possono essere tolti perché non danno valore al numero, come accade anche in decimale: se mi danno 50 Euro oppure Euro, è la stessa cosa!. Facciamo la conversione contraria, per vedere se torna: (10111) 2 = 1*2 4 +0*2 3 +1*2 2 +1*2 1 +1*2 0 = = (23) 10 Perfetto! - metodo meccanico Il metodo appena visto è semplice e di rapida esecuzione. Ma che succede se qualcuno ci chiede di convertire in binario il numero ? Non è così facile! Un modo per effettuare le conversioni in modo da non scervellarsi troppo è quello di dividere ripetutamente il numero per 2, fino a quando si ha un quoziente nullo, e prendere i resti della divisione in ordine inverso. Facciamo un esempio, ancora con il numero (23) 10 : 23:2 = 11 con resto 1 11:2 = 5 con resto 1 5:2 = 2 con resto 1 2:2 = 1 con resto 0 1:2 = 0 con resto 1 Ci fermiamo quando il quoziente della divisione diventa nullo. Prendendo i resti in ordine inverso, abbiamo il numero in binario: (10111) 2

7 Facciamo un altra conversione, giusto per allenarci un po : vogliamo sapere come diventa in binario il numero decimale (58) :2 = 29 con resto 0 29:2 = 14 con resto 1 14:2 = 7 con resto 0 7:2 = 3 con resto 1 3:2 = 1 con resto 1 1:2 = 0 con resto 1 il numero ottenuto è allora (111010) 2. Facciamo la conversione contraria per accertarci che tutto sia esatto: (111010) 2 = 1*2 5 +1*2 4 +1*2 3 +0*2 2 +1*2 1 +0*2 0 = = (58) 10 Abbiamo imparato a convertire un numero da decimale a binario, e viceversa! Si provi, per esercizio, a convertire in binario i numeri (34) 10, (82) 10, (71) 10, (109) 10. Operazioni nel sistema binario Come nel sistema decimale, nel sistema binario è possibile effettuare le operazioni di addizione, sottrazione, moltiplicazione e divisione. Noi impareremo qui solo le prime due, poiché il computer fa le moltiplicazioni e le divisioni compiendo addizioni e sottrazioni ripetute. Infatti, abbiamo ad esempio per la moltiplicazione: 5*7 = (7 volte) = 35 mentre per la divisione abbiamo 25/ (siamo riusciti 8 volte a togliere 3 da 25) da cui otteniamo 25/3 = 8. Si noti che così possiamo trovare il quoziente della divisione, e non la divisione esatta, poiché stiamo parlando di numeri interi, cioè senza parte decimale. Somma tra numeri binari Per effettuare la somma tra due numeri binari, si procede come per la somma tra numeri decimali, mettendo i numeri in colonna e sommando cifra a cifra, partendo da destra, con la seguente regola: = = = = 0 con riporto di 1

8 Facciamo qualche prova di esempio (abbiamo scritto in piccolo i riporti in alto): (101101) 2 + (45) 10 + ( 111) 2 = (7) 10 = (110100) 2 (52) 10 partendo dalla cifra più a destra, troviamo 1 + 1: seguendo la regola, scriviamo 0 e riportiamo 1. Procedendo a sinistra, troviamo (includendo il riporto), che fa 2, cioè 10 in binario, quindi di nuovo scriviamo 0 e riportiamo 1. Ancora più a sinistra: troviamo (compreso il riporto), cioè 3, che in binario è 11. Quindi, scriviamo 1 e riportiamo 1. Andando ancora a sinistra, troviamo 1 + 0, quindi scriviamo 1. I restanti bit del primo numero li riscriviamo come sono, visto che è come se nel secondo numero ci fosse 0. Facciamo un altro esempio: (1111) 2 + (15) 10 + ( 101) 2 = (5) 10 = (10100) 2 (20) 10 partendo dalla cifra più a destra, troviamo 1 + 1: seguendo la regola, scriviamo 0 e riportiamo 1. Procedendo a sinistra, troviamo (includendo il riporto), che fa 2, cioè 10 in binario, quindi di nuovo scriviamo 0 e riportiamo 1. Ancora più a sinistra: troviamo (compreso il riporto), cioè 3, che in binario è 11. Quindi, scriviamo 1 e riportiamo 1. Andando ancora a sinistra, troviamo 1 + 1, quindi scriviamo 0 e riportiamo 1. Sottrazione tra numeri binari Come per la somma, per effettuare la sottrazione tra due numeri binari, si procede come per la sottrazione tra numeri decimali, mettendo i numeri in colonna e sottraendo cifra a cifra, partendo da destra, con la seguente regola: 0-0 = = 1 con prestito di = = 0 Facciamo qualche prova di esempio: (1111) 2 - (15) 10 - ( 101) 2 = (5) 10 = (1010) 2 (10) 10

9 partendo dalla cifra più a destra, troviamo 1 1, quindi scriviamo 0. Andando a sinistra, troviamo 1 0, per cui scriviamo 1. Poi troviamo di nuovo 1 1, e scriviamo 0, e infine troviamo 1 0 e scriviamo 1. Ora facciamo un altro esempio con i prestiti: 0 (1101) 2 - (13) 10 - (11) 2 = (3) 10 = (1010) 2 (10) 10 partendo dalla cifra più a destra, troviamo 1 1, quindi scriviamo 0. Andando a sinistra, troviamo 0 1, per cui scriviamo 1 e prendiamo un 1 in prestito a sinistra (l 1 diventa perciò 0). Procedendo, otteniamo il nostro risultato. Ancora un altro esempio, in decimale stavolta: 9 9 (1000) 10 - (7) 10 = (993) 10 Osserviamo che non avendo trovato prestito immediatamente a sinistra, siamo andati a prendere il prestito ancora più a sinistra, dove ce n era. Di conseguenza, avendo tolto 1 a 100, quello che resta è 99. Succede lo stesso anche in binario, come si può osservare dal seguente esempio: 1 1 (10001) 2 - (17) 10 - (11) 2 = (3) 10 = (1110) 2 (14) 10 partendo dalla cifra più a destra, troviamo 1 1, quindi scriviamo 0. Andando a sinistra, troviamo 0 1, quindi scriviamo 1 e andiamo a cercare un 1 in prestito a sinistra. Lo troviamo dopo qualche posizione. Ragionando come l esempio precedente, abbiamo tolto 1 dal numero binario 100, quello che resta è 11. Chiaro? Altri sistemi di numerazione: il sistema ottale Nel computer, spesso accade di dover indicare i bit a gruppi di 3. Nasce così una rappresentazione ottale dei numeri. Anche questo è un sistema di numerazione posizionale, ma ha otto cifre, che sono 0, 1, 2, 3, 4, 5, 6 e 7. Quindi, il sistema ottale ha base 8, e il valore di ogni cifra dipende dalla sua posizione. Ma quanto valgono le cifre? Se nel sistema di numerazione decimale le diverse

10 posizioni rappresentano potenze del 10, nel sistema binario invece potenze del 2, nel sistema ottale esse rappresentano potenze dell 8. Facciamo qualche esempio: (541) 8 = 5* * *8 0 = 5*64 + 4*8 + 1*1 = = (353) 10 (1147) 8 = 1*8 3 +1* * *8 0 = 1* *64 + 2*8 + 7*1= = (615) 10 Come prima, abbiamo imparato a convertire un numero ottale in un numero decimale! Per fare la conversione inversa, si procede allo stesso modo della conversione da decimale a binario, solo che stavolta la base è 8 e non 2: allora, si divide per 8 ripetutamente, fino a che si raggiunge un quoziente nullo, e si prendono i resti della divisione (che vanno da 0 a 7, quindi cifre ottali) in ordine inverso. Facciamo un esempio: vogliamo convertire in ottale il numero (187) 10 : 187:8 = 23 con resto 3 23:8 = 2 con resto 7 2:8 = 0 con resto 2 Il numero ottale ottenuto è allora (273) 8. Facciamo la conversione contraria per la prova: (273) 8 = 2* * *8 0 = 2*64 + 7*8 + 3*1 = = (187) 10 Fantastico, ora sappiamo anche convertire un numero decimale in un numero ottale! All inizio di questo paragrafo, abbiamo accennato al fatto che il sistema ottale nasce dalla necessità di dover indicare, nel computer, i bit a gruppi di 3. Infatti, ogni computer lavora con parole che hanno un numero fissato di bit, e ci sono (ma al giorno d oggi forse sono un po obsoleti) computer che hanno parole di 3 bit! Ma cosa c entrano i bit, cioè le cifre binarie, con le cifre ottali? E perché gruppi di 3 bit? Osserviamo che per fare una cifra ottale, bastano 3 bit. Infatti, abbiamo: binario ottale decimale

11 e così via. Come si vede, c è una stretta relazione tra un gruppo di 3 bit e una cifra ottale: Ogni gruppo di 3 bit corrisponde a una cifra ottale, e viceversa, ogni cifra ottale corrisponde a un gruppo di 3 bit! Sfruttando questa osservazione, possiamo imparare a convertire un numero binario in ottale, e viceversa. Basta sostituire a ogni cifra ottale un gruppo di 3 bit, e a ogni gruppo di 3 bit una cifra ottale nella conversione inversa. Facciamo qualche esempio: vogliamo convertire in binario il numero (613) 8. Poiché risulta, su 3 bit, 6 = = = 011 otteniamo il numero binario ( ), cioè ( ) 2. Ancora un esempio, stavolta al contrario, convertiamo un numero da binario a ottale: vogliamo convertire in ottale il numero (11101) 2. Procediamo, come prima, raggruppando i bit a gruppi di 3 (partendo da destra), e trasformando ogni gruppo nella corrispondente cifra ottale. Risultano due gruppi di 3 bit, cioè (11-101), e poiché abbiamo 101 = 5 11 = 3 (è come se fosse 011) otteniamo il numero ottale (35) 8. Per prova, si convertano i seguenti numeri decimali in ottale, e si faccia poi la conversione inversa per verifica: (43) 10, (121) 10, (56) 10, (77) 10. Il sistema esadecimale Oltre che a gruppi di 3 bit, spesso accade nel mondo dei computer di dover raggruppare i bit a gruppi di 4. Nasce così il sistema di numerazione esadecimale. Anche questo è un sistema di numerazione posizionale, ma ha sedici cifre, che sono tutte le cifre del sistema decimale da 0 a 9, più le lettere A, B, C, D, E, F, che rappresentano rispettivamente i numeri 10, 11, 12, 13, 14 e 15. Quindi, il sistema esadecimale ha base 16, e come negli altri sistemi posizionali, il valore di ogni cifra dipende dalla sua posizione. Come è lecito aspettarsi a questo punto, le diverse posizioni rappresentano nel sistema esadecimale potenze del 16. Facciamo qualche esempio: (2F) 16 = 2* *16 0 = 2* *1 = = (47) 10 (A3B) 16 = 10* * *16 0 = 10* * *1 = = (2619) 10 (125) 16 = 1* * *16 0 = 1* *16 + 5*1 = = (293) 10 Come prima, abbiamo imparato a convertire un numero esadecimale in un numero decimale! Dobbiamo solo stare attenti a ricordarci che A = 10, B = 11, C = 12, D = 13, E = 14 e F = 15.

12 Per fare la conversione inversa, cioè convertire un numero da decimale a esadecimale, si procede con il metodo delle divisioni successive, così come abbiamo fatto per le conversioni di numeri decimali in binario e in ottale: si divide per 16 ripetutamente, fino a che si raggiunge un quoziente nullo, e si prendono i resti della divisione (che vanno da 0 a 15, quindi cifre esadecimali, stando attenti a sostituire i numeri superiori al 9 con le lettere opportune) in ordine inverso. Facciamo un esempio: vogliamo convertire in esadecimale il numero (194) 10 : 194:16 = 12 con resto 2 12:16 = 0 con resto 12 C Il numero esadecimale ottenuto è allora (C2) 16. Facciamo la conversione inversa per la prova: (C2) 16 = 12* *16 0 = 12*16 + 2*1 = = (194) 10 Ora sappiamo convertire un numero decimale in un numero esadecimale! Come abbiamo accennato all inizio di questo paragrafo, il sistema esadecimale nasce della necessità di raggruppare i bit in gruppi di 4, quindi ci aspettiamo di poter trasformare un numero da esadecimale a binario sostituendo ogni cifra esadecimale con il corrispondente gruppo di 4 bit, e viceversa, così come accadeva per il sistema ottale con gruppi di 3 bit. Infatti, se riprendiamo la tabella precedente, notiamo che serve un gruppo di 4 bit per formare una cifra esadecimale. binario esadecimale decimale A B C D E F

13 Sfruttando questa osservazione, possiamo imparare a convertire un numero binario in esadecimale, e viceversa, semplicemente sostituendo a ogni cifra esadecimale un gruppo di 4 bit, e a ogni gruppo di 4 bit una cifra esadecimale nella conversione inversa. Facciamo qualche esempio: vogliamo convertire in binario il numero (C3) 16. Poiché risulta, su 4 bit, C = = 0011 otteniamo il numero binario ( ), cioè ( ) 2. Ancora un esempio, stavolta al contrario, convertiamo un numero da binario a esadecimale: vogliamo convertire in esadecimale il numero (11101) 2. Procediamo, come prima, raggruppando i bit a gruppi di 4 (partendo da destra), e trasformando ogni gruppo nella corrispondente cifra esadecimale. Risultano due gruppi di 4 bit, cioè (1-1101), e poiché abbiamo 0001 = = 13 = D otteniamo il numero esadecimale (1D) 16. Per prova, convertiamo in decimale i due numeri: (11101) 2 = 1* * * * *2 0 = = (29) 10. (1D) 16 = 1* *16 0 = = (29) 10.

SISTEMI DI NUMERAZIONE E CODICI

SISTEMI DI NUMERAZIONE E CODICI SISTEMI DI NUMERAZIONE E CODICI Il Sistema di Numerazione Decimale Il sistema decimale o sistema di numerazione a base dieci usa dieci cifre, dette cifre decimali, da O a 9. Il sistema decimale è un sistema

Dettagli

I SISTEMI DI NUMERAZIONE (esercizi svolti)

I SISTEMI DI NUMERAZIONE (esercizi svolti) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE G. M. ANGIOY CARBONIA I SISTEMI DI NUMERAZIONE (esercizi svolti) Prof. G. Ciaschetti Conversione di un numero da binario a decimale Esercizio 1. Convertire in decimale

Dettagli

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione dell informazione negli elaboratori

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione dell informazione negli elaboratori Informazione e computer Si può rappresentare l informazione attraverso varie forme: Numeri Testi Suoni Immagini 0001010010100101010 Computer Cerchiamo di capire come tutte queste informazioni possano essere

Dettagli

Convertitori numerici in Excel

Convertitori numerici in Excel ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE G. M. ANGIOY CARBONIA Convertitori numerici in Excel Prof. G. Ciaschetti Come attività di laboratorio, vogliamo realizzare dei convertitori numerici con Microsoft Excel

Dettagli

4 3 4 = 4 x 10 2 + 3 x 10 1 + 4 x 10 0 aaa 10 2 10 1 10 0

4 3 4 = 4 x 10 2 + 3 x 10 1 + 4 x 10 0 aaa 10 2 10 1 10 0 Rappresentazione dei numeri I numeri che siamo abituati ad utilizzare sono espressi utilizzando il sistema di numerazione decimale, che si chiama così perché utilizza 0 cifre (0,,2,3,4,5,6,7,8,9). Si dice

Dettagli

1 Sistema additivo e sistema posizionale

1 Sistema additivo e sistema posizionale Ci sono solamente 10 tipi di persone nel mondo: chi comprende il sistema binario e chi no. Anonimo I sistemi di numerazione e la numerazione binaria 1 Sistema additivo e sistema posizionale Contare per

Dettagli

I SISTEMI DI NUMERAZIONE

I SISTEMI DI NUMERAZIONE Istituto di Istruzione Superiore G. Curcio Ispica I SISTEMI DI NUMERAZIONE Prof. Angelo Carpenzano Dispensa di Informatica per il Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate Sommario Sommario... I numeri...

Dettagli

I sistemi di numerazione

I sistemi di numerazione I sistemi di numerazione 01-INFORMAZIONE E SUA RAPPRESENTAZIONE Sia dato un insieme finito di caratteri distinti, che chiameremo alfabeto. Utilizzando anche ripetutamente caratteri di un alfabeto, si possono

Dettagli

- Sistemi di numerazione 1 - Sistemi di Numerazione

- Sistemi di numerazione 1 - Sistemi di Numerazione - Sistemi di numerazione 1 - Sistemi di Numerazione - Sistemi di numerazione 2 - Un sistema di numerazione è definito dalla base che usa La base è il numero di differenti simboli richiesti da un sistema

Dettagli

I SISTEMI DI NUMERAZIONE E LA NUMERAZIONE BINARIA

I SISTEMI DI NUMERAZIONE E LA NUMERAZIONE BINARIA I SISTEMI DI NUMERAZIONE E LA NUMERAZIONE BINARIA Indice Introduzione Il sistema decimale Il sistema binario Conversione di un numero da base 10 a base 2 e viceversa Conversione in altri sistemi di numerazione

Dettagli

SISTEMI DI NUMERAZIONE IL SISTEMA DECIMALE

SISTEMI DI NUMERAZIONE IL SISTEMA DECIMALE SISTEMI DI NUMERAZIONE IL SISTEMA DECIMALE La base del sistema decimale è 10 I simboli del sistema decimale sono: 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Il sistema di numerazione decimale è un sistema posizionale. L aggettivo

Dettagli

BIT? Cosa c è dietro a questo nome? Che cos è il bit? Perché si usa? Come si converte un numero binario?

BIT? Cosa c è dietro a questo nome? Che cos è il bit? Perché si usa? Come si converte un numero binario? BIT? Cosa c è dietro a questo nome? Che cos è il bit? Perché si usa? Come si converte un numero binario? Cosa c è dietro a questo nome? BIT è un acronimo e deriva da BInary digit, cioè cifra binaria Che

Dettagli

11010010 = 1*2^7 + 1*2^6 + 0*2^5 + 1*2^4 + 0*2^3 + 0*2^2 + 1*2^1 + 0*2^0 = 210

11010010 = 1*2^7 + 1*2^6 + 0*2^5 + 1*2^4 + 0*2^3 + 0*2^2 + 1*2^1 + 0*2^0 = 210 Il sistema BINARIO e quello ESADECIMALE. Il sistema di numerazione binario è particolarmente legato ai calcolatori in quanto essi possono riconoscere solo segnali aventi due valori: uno alto e uno basso;

Dettagli

Sistemi di Numerazione

Sistemi di Numerazione Fondamenti di Informatica per Meccanici Energetici - Biomedici 1 Sistemi di Numerazione Sistemi di Numerazione I sistemi di numerazione sono abitualmente posizionali. Gli elementi costitutivi di un sistema

Dettagli

Dispense di Informatica per l ITG Valadier

Dispense di Informatica per l ITG Valadier La notazione binaria Dispense di Informatica per l ITG Valadier Le informazioni dentro il computer All interno di un calcolatore tutte le informazioni sono memorizzate sottoforma di lunghe sequenze di

Dettagli

SISTEMI DI NUMERAZIONE

SISTEMI DI NUMERAZIONE Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Medica SISTEMI DI NUMERAZIONE Come nei calcolatori sono rappresentati i numeri Numeri I numeri rappresentano

Dettagli

(71,1), (35,1), (17,1), (8,1), (4,0), (2,0), (1,0), (0,1) 0, 7155 2 = 1, 431 0, 431 2 = 0, 862 0, 896 2 = 1, 792 0, 724 2 = 1, 448 0, 448 2 = 0, 896

(71,1), (35,1), (17,1), (8,1), (4,0), (2,0), (1,0), (0,1) 0, 7155 2 = 1, 431 0, 431 2 = 0, 862 0, 896 2 = 1, 792 0, 724 2 = 1, 448 0, 448 2 = 0, 896 2 Esercizio 2.2 La rappresentazione esadecimale prevede 16 configurazioni corrispondenti a 4 bit. Il contenuto di una parola di 16 bit può essere rappresentato direttamente con 4 digit esadecimali, sostituendo

Dettagli

LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI

LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI ISTITUTO TECNICO E LICEO SCIENTIFICO TECNOLOGICO ANGIOY LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI Prof. G. Ciaschetti DATI E INFORMAZIONI Sappiamo che il computer è una macchina stupida, capace di eseguire

Dettagli

Trattamento dell informazione

Trattamento dell informazione Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2007/8 Trattamento dell informazione Prof. Giorgio Valle D.ssa Raffaella Folgieri giorgio.valle@unimi.it folgieri@dico.unimi.it Lez1 4.10.07 Trattamento

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Dispensa 05 La rappresentazione dell informazione Carla Limongelli Ottobre 2011 http://www.dia.uniroma3.it/~java/fondinf/ La rappresentazione

Dettagli

Informatica. Rappresentazione dei numeri Numerazione binaria

Informatica. Rappresentazione dei numeri Numerazione binaria Informatica Rappresentazione dei numeri Numerazione binaria Sistemi di numerazione Non posizionali: numerazione romana Posizionali: viene associato un peso a ciascuna posizione all interno della rappresentazione

Dettagli

Sistema di numerazione binario, operazioni relative e trasformazione da base due a base dieci e viceversa di Luciano Porta

Sistema di numerazione binario, operazioni relative e trasformazione da base due a base dieci e viceversa di Luciano Porta Sistema di numerazione binario, operazioni relative e trasformazione da base due a base dieci e viceversa di Luciano Porta Anche se spesso si afferma che il sistema binario, o in base 2, fu inventato in

Dettagli

Definizioni iniziali

Definizioni iniziali Fondamenti di Informatica: Codifica Binaria dell Informazione 1 Definizioni iniziali BIT: unita elementare di informazione Due soli valori: 0 e 1 Byte: sequenza di 8 bit Fondamenti di Informatica: Codifica

Dettagli

Codici Numerici. Modifica dell'informazione. Rappresentazione dei numeri.

Codici Numerici. Modifica dell'informazione. Rappresentazione dei numeri. Codici Numerici. Modifica dell'informazione. Rappresentazione dei numeri. A partire da questa lezione, ci occuperemo di come si riescono a codificare con sequenze binarie, quindi con sequenze di 0 e 1,

Dettagli

SISTEMI DI NUMERAZIONE DECIMALE E BINARIO

SISTEMI DI NUMERAZIONE DECIMALE E BINARIO SISTEMI DI NUMERAZIONE DECIMALE E BINARIO Il sistema di numerazione decimale (o base dieci) possiede dieci possibili valori (0, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 o 9) utili a rappresentare i numeri. Le cifre possiedono

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Università degli Studi di Messina Facolta di Ingegneria - 98100 Messina Tel. (090) 393229 - Fax (090) 393502 Fondamenti di Informatica Ing. delle Tecnologie Industriali Docente: Ing. Mirko Guarnera 1 Sistemi

Dettagli

la scienza della rappresentazione e della elaborazione dell informazione

la scienza della rappresentazione e della elaborazione dell informazione Sistema binario Sommario informatica rappresentare informazioni la differenza Analogico/Digitale i sistemi di numerazione posizionali il sistema binario Informatica Definizione la scienza della rappresentazione

Dettagli

RAPPRESENTAZIONE DEI NUMERI BINARI. Corso di Fondamenti di Informatica AA 2010-2011

RAPPRESENTAZIONE DEI NUMERI BINARI. Corso di Fondamenti di Informatica AA 2010-2011 RAPPRESENTAZIONE DEI NUMERI BINARI Corso di Fondamenti di Informatica AA 2010-2011 Prof. Franco Zambonelli Numeri interi positivi Numeri interi senza segno Caratteristiche generali numeri naturali (1,2,3,...)

Dettagli

Alessandro Pellegrini

Alessandro Pellegrini Esercitazione sulle Rappresentazioni Numeriche Esistono 1 tipi di persone al mondo: quelli che conoscono il codice binario e quelli che non lo conoscono Alessandro Pellegrini Cosa studiare prima Conversione

Dettagli

2.12 Esercizi risolti

2.12 Esercizi risolti Codifica dell'informazione 55 Lo standard IEEE prevede cinque cause di eccezione aritmetica: underflow, overflow, divisione per zero, eccezione per inesattezza, e eccezione di invalidità. Le eccezioni

Dettagli

Aritmetica: operazioni ed espressioni

Aritmetica: operazioni ed espressioni / A SCUOLA DI MATEMATICA Lezioni di matematica a cura di Eugenio Amitrano Argomento n. : operazioni ed espressioni Ricostruzione di un abaco dell epoca romana - Museo RGZ di Magonza (Germania) Libero da

Dettagli

Modulo 8. Elettronica Digitale. Contenuti: Obiettivi:

Modulo 8. Elettronica Digitale. Contenuti: Obiettivi: Modulo 8 Elettronica Digitale Contenuti: Introduzione Sistemi di numerazione posizionali Sistema binario Porte logiche fondamentali Porte logiche universali Metodo della forma canonica della somma per

Dettagli

SISTEMA DI RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI E. Giordani

SISTEMA DI RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI E. Giordani SISTEMA DI RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI E. Giordani LEMS- Laboratorio Elettronico per la Musica Sperimentale Conservatorio di Musica G. Rossini- Pesaro,QWURGX]LRQH Tutti i FDOFRODWRUL HOHWWURQLFL

Dettagli

Informazione analogica e digitale

Informazione analogica e digitale L informazione L informazione si può: rappresentare elaborare gestire trasmettere reperire L informatica offre la possibilità di effettuare queste operazioni in modo automatico. Informazione analogica

Dettagli

Sistemi di Numerazione

Sistemi di Numerazione Sistemi di Numerazione un sistema di numerazione è definito da il numero di differenti simboli utilizzati per rappresentare i numeri (BASE) i Sumeri usavano un sistema sessagesimale, basato su 60 simboli

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Codifica dell informazione (parte 1) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente:

Dettagli

Laboratorio di Informatica

Laboratorio di Informatica per chimica industriale e chimica applicata e ambientale LEZIONE 2 Rappresentazione delle informazioni: numeri e caratteri 1 Codice La relazione che associa ad ogni successione ben formata di simboli di

Dettagli

LA NUMERAZIONE BINARIA

LA NUMERAZIONE BINARIA LA NUMERAZIONE BINARIA 5 I SISTEMI DI NUMERAZIONE Fin dalla preistoria l uomo ha avuto la necessità di fare calcoli, utilizzando svariati tipi di dispositivi: manuali (mani, bastoncini, sassi, abaco),

Dettagli

Rappresentazione di informazioni con un alfabeto finito

Rappresentazione di informazioni con un alfabeto finito Rappresentazione di informazioni con un alfabeto finito Sia A = { a 1,, a k } un insieme (alfabeto) di k simboli, detti anche lettere. Quante sono le sequenze composte da n simboli (anche ripetuti) di

Dettagli

Sistemi di numerazione: generalità

Sistemi di numerazione: generalità Sistemi di numerazione: generalità Nel corso della storia sono stati introdotti diversi sistemi di numerazione, dettati di volta in volta dalle specifiche esigenze dei vari popoli. Poiché ogni numero maggiore

Dettagli

Siamo così arrivati all aritmetica modulare, ma anche a individuare alcuni aspetti di come funziona l aritmetica del calcolatore come vedremo.

Siamo così arrivati all aritmetica modulare, ma anche a individuare alcuni aspetti di come funziona l aritmetica del calcolatore come vedremo. DALLE PESATE ALL ARITMETICA FINITA IN BASE 2 Si è trovato, partendo da un problema concreto, che con la base 2, utilizzando alcune potenze della base, operando con solo addizioni, posso ottenere tutti

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007/2008

Università degli Studi di Ferrara Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007/2008 Università degli Studi di Ferrara Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007/2008 Tutorato di Architettura degli Elaboratori e Laboratorio Cambio di base Operazioni binarie Dott.ssa Ambra Giovannini 15 Aprile

Dettagli

ESEMPIO 1: eseguire il complemento a 10 di 765

ESEMPIO 1: eseguire il complemento a 10 di 765 COMPLEMENTO A 10 DI UN NUMERO DECIMALE Sia dato un numero N 10 in base 10 di n cifre. Il complemento a 10 di tale numero (N ) si ottiene sottraendo il numero stesso a 10 n. ESEMPIO 1: eseguire il complemento

Dettagli

la scienza della rappresentazione e della elaborazione dell informazione

la scienza della rappresentazione e della elaborazione dell informazione Sistema binario Sommario informatica rappresentare informazioni la differenza Analogico/Digitale i sistemi di numerazione posizionali il sistema binario Informatica Definizione la scienza della rappresentazione

Dettagli

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 1 RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 Numeri Binari 2 Sistemi di Numerazione Il valore di un numero può essere espresso con diverse rappresentazioni. non posizionali:

Dettagli

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Corso di Calcolatori Elettronici I A.A. 2010-2011 Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Lezione 2 Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Rappresentazione dei numeri

Dettagli

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione in virgola mobile

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione in virgola mobile Problemi connessi all utilizzo di un numero di bit limitato Abbiamo visto quali sono i vantaggi dell utilizzo della rappresentazione in complemento alla base: corrispondenza biunivoca fra rappresentazione

Dettagli

Aritmetica dei Calcolatori 1

Aritmetica dei Calcolatori 1 Architettura degli Elaboratori e Laboratorio 1 Marzo 2013 1 Sistema di numerazione sistema posizionale 2 rappresentazione binaria cambio di base basi potenze di 2 3 Rappresentazione binaria con segno Sistema

Dettagli

APPUNTI DI ELETTRONICA DIGITALE

APPUNTI DI ELETTRONICA DIGITALE APPUNTI DI ELETTRONICA DIGITALE ITIS MARCONI-GORGONZOLA docente :dott.ing. Paolo Beghelli pag.1/24 Indice 1.ELETTRONICA DIGITALE 4 1.1 Generalità 4 1.2 Sistema di numerazione binario 4 1.3 Operazioni con

Dettagli

4. Operazioni aritmetiche con i numeri binari

4. Operazioni aritmetiche con i numeri binari I Numeri Binari 4. Operazioni aritmetiche con i numeri binari Contare con i numeri binari Prima di vedere quali operazioni possiamo effettuare con i numeri binari, iniziamo ad imparare a contare in binario:

Dettagli

La somma. Esempio: Il prodotto. Esempio:

La somma. Esempio: Il prodotto. Esempio: La somma L algoritmo della operazione di somma non cambia qualunque sia la base considerata. Naturalmente, le regole da imparare nel caso di una base b sono relative alle sole b 2 posssibili combinazioni

Dettagli

La Logica Proposizionale. (Algebra di Boole)

La Logica Proposizionale. (Algebra di Boole) 1 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ANGIOY La Logica Proposizionale (Algebra di Boole) Prof. G. Ciaschetti 1. Cenni storici Sin dagli antichi greci, la logica è intesa come lo studio del logos, che in greco

Dettagli

Architettura degli Elaboratori I Esercitazione 1 - Rappresentazione dei numeri

Architettura degli Elaboratori I Esercitazione 1 - Rappresentazione dei numeri Architettura degli Elaboratori I Esercitazione 1 - Rappresentazione dei numeri 1 Da base 2 a base 10 I seguenti esercizi richiedono di convertire in base 10 la medesima stringa binaria codificata rispettivamente

Dettagli

Conversione tra le basi binarie

Conversione tra le basi binarie Conversione tra le basi binarie In questa lezione impareremo la conversione tra binario e ottale la conversione tra binario ed esadecimale la conversione tra ottale ed esadecimale LEZIONE 10 Introduzione

Dettagli

90.1 Sistemi di numerazione. 90.1.1 Sistema decimale. 605 Capitolo 90 Dai sistemi di numerazione all organizzazione della memoria

90.1 Sistemi di numerazione. 90.1.1 Sistema decimale. 605 Capitolo 90 Dai sistemi di numerazione all organizzazione della memoria 605 Capitolo 90 Dai sistemi di numerazione all organizzazione della memoria 90.1 Sistemi di numerazione.................................................... 605 90.1.1 Sistema decimale..................................................

Dettagli

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali 1 Numeri naturali La successione di tutti i numeri del tipo: 0,1, 2, 3, 4,..., n,... forma l'insieme dei numeri naturali, che si indica con il simbolo N. Tale insieme si può disporre in maniera ordinata

Dettagli

Informatica B a.a 2005/06 (Meccanici 4 squadra) PhD. Ing. Michele Folgheraiter

Informatica B a.a 2005/06 (Meccanici 4 squadra) PhD. Ing. Michele Folgheraiter Informatica B a.a 2005/06 (Meccanici 4 squadra) Scaglione: da PO a ZZZZ PhD. Ing. Michele Folgheraiter Architettura del Calcolatore Macchina di von Neumann Il calcolatore moderno è basato su un architettura

Dettagli

LA NOTAZIONE SCIENTIFICA

LA NOTAZIONE SCIENTIFICA LA NOTAZIONE SCIENTIFICA Definizioni Ricordiamo, a proposito delle potenze del, che = =.000 =.000.000.000.000 ovvero n è uguale ad seguito da n zeri. Nel caso di potenze con esponente negativo ricordiamo

Dettagli

Corso basilare di programmazione «

Corso basilare di programmazione « Parte iv Corso basilare di programmazione Introduzione................................................................... 601 Programma didattico.......................................................

Dettagli

Numerazione binaria e rappresentazione delle informazioni

Numerazione binaria e rappresentazione delle informazioni Numerazione binaria e rappresentazione delle informazioni Info Sito del corso: http://home.dei.polimi.it/amigoni/informaticab.html Nicola Basilico, nicola.basilico@gmail.com Problema Abbiamo informazioni

Dettagli

Corso basilare di programmazione

Corso basilare di programmazione Parte vi Corso basilare di programmazione Introduzione............................................ 947 Programma didattico.................................. 947 Strumenti per la compilazione..........................

Dettagli

I diversi tipi di sistemi di numerazione

I diversi tipi di sistemi di numerazione n I diversi tipi di sistemi di numerazione [p. 198] n Cambiamenti di base [p. 200] n Operazioni aritmetiche nei sistemi non decimali [p. 202] I diversi tipi di sistemi di numerazione RICORDIAMO LA TEORIA

Dettagli

LA TRASMISSIONE DELLE INFORMAZIONI QUARTA PARTE 1

LA TRASMISSIONE DELLE INFORMAZIONI QUARTA PARTE 1 LA TRASMISSIONE DELLE INFORMAZIONI QUARTA PARTE 1 I CODICI 1 IL CODICE BCD 1 Somma in BCD 2 Sottrazione BCD 5 IL CODICE ECCESSO 3 20 La trasmissione delle informazioni Quarta Parte I codici Il codice BCD

Dettagli

Parte II Indice. Operazioni aritmetiche tra valori rappresentati in binario puro. Rappresentazione di numeri con segno

Parte II Indice. Operazioni aritmetiche tra valori rappresentati in binario puro. Rappresentazione di numeri con segno Parte II Indice Operazioni aritmetiche tra valori rappresentati in binario puro somma sottrazione Rappresentazione di numeri con segno modulo e segno complemento a 2 esercizi Operazioni aritmetiche tra

Dettagli

BASI NUMERICHE NON DECIMALI

BASI NUMERICHE NON DECIMALI BASI NUMERICHE NON DECIMALI Stefano Borgogni stfbrg@rocketmail.com SUNTO Il presente articolo tratta il tema della numerazione in basi diverse da quella decimale, con l intento di evidenziarne alcune regole,

Dettagli

La codifica dell informazione

La codifica dell informazione La codifica dell informazione Parte I Sui testi di approfondimento: leggere dal Cap. del testo C (Console, Ribaudo):.,. fino a pg.6 La codifica delle informazioni Un calcolatore memorizza ed elabora informazioni

Dettagli

Lezione 3. Sommario. Le operazioni aritmetiche binarie. L aritmetica binaria. La somma La sottrazione La moltiplicazione

Lezione 3. Sommario. Le operazioni aritmetiche binarie. L aritmetica binaria. La somma La sottrazione La moltiplicazione Lezione 3 Le operazioni aritmetiche binarie Sommario L aritmetica binaria La somma La sottrazione La moltiplicazione 1 Definizione Si indica con il termine bit più significativo il bit più a sinistra,

Dettagli

Sistemi di Numerazione Binaria NB.1

Sistemi di Numerazione Binaria NB.1 Sistemi di Numerazione Binaria NB.1 Numeri e numerali Numero: entità astratta Numerale : stringa di caratteri che rappresenta un numero in un dato sistema di numerazione Lo stesso numero è rappresentato

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

Elementi di informatica

Elementi di informatica Elementi di informatica Sistemi di numerazione posizionali Rappresentazione dei numeri Rappresentazione dei numeri nei calcolatori rappresentazioni finalizzate ad algoritmi efficienti per le operazioni

Dettagli

L'informazione e la sua codifica

L'informazione e la sua codifica L'informazione e la sua codifica Corso di Informatica CdL: Chimica Claudia d'amato claudia.damato@di.uniba.it Informatica e telecomunicazione Cos è l informatica informatica? lo studio sistematico degli

Dettagli

Codifica dei numeri negativi

Codifica dei numeri negativi E. Calabrese: Fondamenti di Informatica Rappresentazione numerica-1 Rappresentazione in complemento a 2 Codifica dei numeri negativi Per rappresentare numeri interi negativi si usa la cosiddetta rappresentazione

Dettagli

CODIFICA BINARIA. ... sono rappresentati ricorrendo a simboli che sintezzano il concetto di numerosità.

CODIFICA BINARIA. ... sono rappresentati ricorrendo a simboli che sintezzano il concetto di numerosità. I METODI DI NUMERAZIONE I numeri naturali... sono rappresentati ricorrendo a simboli che sintezzano il concetto di numerosità. Il numero dei simboli usati per valutare la numerosità costituisce la base

Dettagli

L INNOVAZIONE SCIENTIFICO-TECNOLOGICA NEI PROCESSI PRODUTTIVI

L INNOVAZIONE SCIENTIFICO-TECNOLOGICA NEI PROCESSI PRODUTTIVI L INNOVAZIONE SCIENTIFICO-TECNOLOGICA NEI PROCESSI PRODUTTIVI Scienza ed industria hanno oggi costituito legami molto forti di collaborazione che hanno portato innovazione tecnologica sia a livello organizzativo-amministrativo

Dettagli

Rappresentazione binaria dei numeri negativi

Rappresentazione binaria dei numeri negativi Introduzione all Informatica 1 Conversione decimale binario (continuazione) La conversione di un numero decimale (es. 112) in binario si effettua tramite l algoritmo della divisione, dividendo successivamente

Dettagli

Operazioni binarie fondamentali

Operazioni binarie fondamentali Operazioni binarie fondamentali Operazioni fondamentali: operazioni elementari sui bit. Sono definite le operazioni aritmetiche più le operazioni logiche (AND, OR, NOT). Le operazioni possono essere descritte

Dettagli

I.C. Valle Stura Scuola Elementare di Masone Classe V A e V B Modulo (insegnante: Lia Zumino)

I.C. Valle Stura Scuola Elementare di Masone Classe V A e V B Modulo (insegnante: Lia Zumino) I.C. Valle Stura Scuola Elementare di Masone Classe V A e V B Modulo (insegnante: Lia Zumino) TEMA: confronto fra due sistemi di numerazione Per ottenere un inquadramento teorico del sistema di numerazione,

Dettagli

Terza Edizione Giochi di Achille (13-12-07) - Olimpiadi di Matematica Soluzioni Categoria M1 (Alunni di prima media)

Terza Edizione Giochi di Achille (13-12-07) - Olimpiadi di Matematica Soluzioni Categoria M1 (Alunni di prima media) Il Responsabile coordinatore dei giochi: Prof. Agostino Zappacosta Chieti tel. 087 65843 (cell.: 340 47 47 95) e-mail:agostino_zappacosta@libero.it Terza Edizione Giochi di Achille (3--07) - Olimpiadi

Dettagli

Codifica binaria e algebra di Boole

Codifica binaria e algebra di Boole Codifica binaria e algebra di Boole Corso di Programmazione A.A. 2008/09 G. Cibinetto Contenuti della lezione Codifica binaria dell informazione Numeri naturali, interi, frazionari, in virgola mobile Base

Dettagli

FONDAMENTI DI INFORMATICA

FONDAMENTI DI INFORMATICA FONDAMENTI DI INFORMATICA ESERCITAZIONI ANNO ACCADEMICO 2012-2013 DOTT. FABRIZIO SOLINAS Mail: fabrizio.solinas@unica.it Indice Convertire in decimale numeri in base 2, 8, 16. Conversione da base 10 a

Dettagli

Indice. 1 Rappresentazione dei dati... 3

Indice. 1 Rappresentazione dei dati... 3 INSEGNAMENTO DI INFORMATICA DI BASE LEZIONE II CODIFICA DELL'INFORMAZIONE PROF. GIOVANNI ACAMPORA Indice 1 Rappresentazione dei dati... 3 1.1. Rappresentazione dei numeri... 3 1.1.1 Rappresentazione del

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

Operazioni Aritmetiche e Codici in Binario Giuseppe Talarico 23/01/2013

Operazioni Aritmetiche e Codici in Binario Giuseppe Talarico 23/01/2013 Operazioni Aritmetiche e Codici in Binario Giuseppe Talarico 23/01/2013 In questo documento vengono illustrate brevemente le operazioni aritmetiche salienti e quelle logiche ad esse strettamente collegate.

Dettagli

METODI E TECNOLOGIE PER L INSEGNAMENTO DELLA MATEMATICA 2 LEZIONE

METODI E TECNOLOGIE PER L INSEGNAMENTO DELLA MATEMATICA 2 LEZIONE METODI E TECNOLOGIE PER L INSEGNAMENTO DELLA MATEMATICA 2 LEZIONE LE AZIONI DEL FARE MATEMATICA OSSERVARE OSSERVARE Dalla spontanea formazione dei concetti nella mente del bambino fino alla concezione

Dettagli

RETI E SOTTORETI. Copyright 2010 Marco Salatin Pagina 1

RETI E SOTTORETI. Copyright 2010 Marco Salatin Pagina 1 RETI E SOTTORETI Copyright 2010 Marco Salatin Pagina 1 COME CREARE UNA RETE DI COMPUTER Le maschere di rete Una maschera è uno schema usato per filtrare precisi caratteri o numeri da stringhe di caratteri

Dettagli

Corso di informatica di base

Corso di informatica di base Rel. 1.0 16.10.2010 Luigi Ferrari Indice 1. Modulo 1 - Concetti base dell'informatica...1 1.1. Dato e informazione...1 1.1.1. Misura dell'informazione...1 1.2. Sistema decimale e sistema binario, ma non

Dettagli

Obiettivi dell Analisi Numerica. Avviso. Risoluzione numerica di un modello. Analisi Numerica e Calcolo Scientifico

Obiettivi dell Analisi Numerica. Avviso. Risoluzione numerica di un modello. Analisi Numerica e Calcolo Scientifico M. Annunziato, DIPMAT Università di Salerno - Queste note non sono esaustive ai fini del corso p. 3/43 M. Annunziato, DIPMAT Università di Salerno - Queste note non sono esaustive ai fini del corso p.

Dettagli

Semantica operazionale dei linguaggi di Programmazione

Semantica operazionale dei linguaggi di Programmazione Semantica operazionale dei linguaggi di Programmazione Oggetti sintattici e oggetti semantici Rosario Culmone, Luca Tesei Lucidi tratti dalla dispensa Elementi di Semantica Operazionale R. Barbuti, P.

Dettagli

I Polinomi. Michele Buizza. L'insieme dei numeri interi lo indicheremo con Z. è domenica = non vado a scuola. signica se e solo se.

I Polinomi. Michele Buizza. L'insieme dei numeri interi lo indicheremo con Z. è domenica = non vado a scuola. signica se e solo se. I Polinomi Michele Buizza 1 Insiemi In questa prima sezione ricordiamo la simbologia che useremo in questa breve dispensa. Iniziamo innanzitutto a ricordare i simboli usati per i principali insiemi numerici.

Dettagli

Codifica dell informazione

Codifica dell informazione Codifica dell informazione Il calcolatore memorizza ed elabora vari tipi di informazioni Numeri, testi, immagini, suoni Occorre rappresentare tale informazione in formato facilmente manipolabile dall elaboratore

Dettagli

Complemento al corso di Fondamenti di Informatica I corsi di laurea in ingegneria, settore dell informazione Università la Sapienza Consorzio Nettuno

Complemento al corso di Fondamenti di Informatica I corsi di laurea in ingegneria, settore dell informazione Università la Sapienza Consorzio Nettuno Rappresentazione di numeri Complemento al corso di Fondamenti di Informatica I corsi di laurea in ingegneria, settore dell informazione Università la Sapienza Consorzio Nettuno Un numero e un entità teorica,

Dettagli

Informatica Generale 02 - Rappresentazione numeri razionali

Informatica Generale 02 - Rappresentazione numeri razionali Informatica Generale 02 - Rappresentazione numeri razionali Cosa vedremo: Rappresentazione binaria dei numeri razionali Rappresentazione in virgola fissa Rappresentazione in virgola mobile La rappresentazione

Dettagli

PRIMAVERA IN BICOCCA

PRIMAVERA IN BICOCCA PRIMAVERA IN BICOCCA 1. Numeri primi e fattorizzazione Una delle applicazioni più rilevanti della Teoria dei Numeri si ha nel campo della crittografia. In queste note vogliamo delineare, in particolare,

Dettagli

Il simbolo. è è = = = In simboli: Sia un numero naturale diverso da zero, il radicale. Il radicale. esiste. esiste 0 Il radicale

Il simbolo. è è = = = In simboli: Sia un numero naturale diverso da zero, il radicale. Il radicale. esiste. esiste 0 Il radicale Radicali 1. Radice n-esima Terminologia Il simbolo è detto radicale. Il numero è detto radicando. Il numero è detto indice del radicale. Il numero è detto coefficiente del radicale. Definizione Sia un

Dettagli

Nel seguito verranno esaminati i diversi tipi di dato e il modo in cui essi sono rappresentati all interno del calcolatore.

Nel seguito verranno esaminati i diversi tipi di dato e il modo in cui essi sono rappresentati all interno del calcolatore. In una delle molteplici possibili definizioni di informazione, questa viene fatta corrispondere a qualunque elemento, in grado di essere rappresentato e comunicato, che consenta di fornire o aumentare

Dettagli

Nel seguito verranno esaminati i diversi tipi di dato e il modo in cui essi sono rappresentati all interno del calcolatore.

Nel seguito verranno esaminati i diversi tipi di dato e il modo in cui essi sono rappresentati all interno del calcolatore. In una delle molteplici possibili definizioni di informazione, questa viene fatta corrispondere a qualunque elemento, in grado di essere rappresentato e comunicato, che consenta di fornire o aumentare

Dettagli

SOMMARIO. 13.1 I radicali pag. 3. 13.2 I radicali aritmetici pag. 5. 13.3 Moltiplicazione e divisione fra radicali aritmetici pag.

SOMMARIO. 13.1 I radicali pag. 3. 13.2 I radicali aritmetici pag. 5. 13.3 Moltiplicazione e divisione fra radicali aritmetici pag. SOMMARIO CAPITOLO : I RADICALI. I radicali pag.. I radicali aritmetici pag.. Moltiplicazione e divisione fra radicali aritmetici pag.. Potenza di un radicale aritmetico pag.. Trasporto di un fattore esterno

Dettagli

Elementi di Informatica. ( Lezione II, parte I ) Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale

Elementi di Informatica. ( Lezione II, parte I ) Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale Elementi di Informatica ( Lezione II, parte I ) Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale Il sistema di numerazione posizionale decimale Nella numerazione posizionale ogni cifra del numero

Dettagli

Rappresentazione delle informazioni

Rappresentazione delle informazioni Rappresentazione delle informazioni Abbiamo informazioni (numeri, caratteri, immagini, suoni, video... ) che vogliamo rappresentare (e poter elaborare) in un calcolatore. Per motivi tecnologici un calcolatore

Dettagli

SUBNET MASK. Classe A 255.0.0.0 Classe B 255.255.0.0 Classe C 255.255.255.0

SUBNET MASK. Classe A 255.0.0.0 Classe B 255.255.0.0 Classe C 255.255.255.0 SUBNET MASK In informatica e telecomunicazioni, nell'ambito delle reti di telecomunicazioni, la subnet mask o "maschera di sottorete" è il metodo utilizzato per definire il range di appartenenza di un

Dettagli