Federico Sorrentino Il marchio d impresa. Prefazione di Giuliana Scognamiglio

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Federico Sorrentino Il marchio d impresa. Prefazione di Giuliana Scognamiglio"

Transcript

1 A12

2

3 Federico Sorrentino Il marchio d impresa Prefazione di Giuliana Scognamiglio

4 Copyright MMXIV ARACNE editrice int.le S.r.l. via Quarto Negroni, Ariccia (RM) (06) ISBN I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento anche parziale, con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i Paesi. Non sono assolutamente consentite le fotocopie senza il permesso scritto dell Editore. I edizione: settembre 2014

5 Indice 11 Prefazione 15 Capitolo I Nozione e funzione Parte I Generalità 1.1. Premessa, Inquadramento normativo (nazionale e comunitario), Interpretazione comunitaria e marchio comunitario, Le fonti internazionali, L oggetto del diritto: il segno, Il principio della relatività del marchio, La funzione del marchio, Segue: funzione di indicazione di origine, Segue: funzione di pubblicità, Segue: funzione di investimento, Il marchio come bene immateriale, Marchi di fabbrica e marchi di commercio, Marchio generale e marchio speciale, Marchio individuale e marchio collettivo, Segue: La giurisprudenza di legittimità, Marchio e ditta, Marchio e insegna (e gli altri segni distintivi), Marchio e dominio, Marchio e creazione (diritto d autore), Marchio e gli altri diritti di proprietà industriale, Capitolo II La scelta del marchio 2.1. Premessa, Il marchio denominativo (o nominativo), Il marchio patronimico, Generalità, Il regime previgente, La qualificazione come marchio forte, Il marchio figurativo, Gli stemmi, I ritratti di persone, i nomi altrui e altri segni notori altrui, Il marchio geografico, Segue: La giurisprudenza di legittimità, Le lettere alfabetiche, Segue: La giurisprudenza di legittimità, I colori, Segue: La giurisprudenza di legittimità, Le cifre, Il marchio sonoro, Segue: La giurisprudenza di legitti- 5

6 6 Il marchio d impresa mità, Il marchio olfattivo, Marchi di forma, Marchi misti, marchi complessi e marchi d insieme, Capitolo I Liceità Parte II I requisiti di validità 1.1. I requisiti del marchio in generale, La liceità In particolare la verità, Segue: La giurisprudenza di legittimità, Capitolo II Capacità distintiva 2.1. Premessa, La principale norma di riferimento, Finalità del requisito: l interesse generale del libero utilizzo dei segni descrittivi, Marchi deboli e marchi forti, Segue: La giurisprudenza di legittimità, Il fenomeno del c.d. secondary meaning, Segue: La giurisprudenza di legittimità, La volgarizzazione del marchio (rinvio), Capitolo III Novità 3.1. Premessa, Priorità della registrazione, Priorità della notorietà, Il principio dell unitarietà dei segni distintivi, Capitolo I La registrazione Parte III Acquisto e tutela del diritto 1.1. La registrazione, Il merchandising e il marchio di gruppo, La mala fede nella registrazione, Effetti della registrazione, La Commissione dei ricorsi, Capitolo II La c.d. doppia tutela 2.1. La doppia tutela (reale e personale), I rapporti tra le due

7 Indice 7 tutele: in particolare l elemento confusorio, La giurisprudenza sulla cumulabilità, Gli elementi di differenza, Capitolo III L azione di contraffazione Sezione I. Generalità 3.1. Inquadramento normativo, La natura reale dell azione, I presupposti dell azione (le ipotesi di usurpazione, contraffazione e soppressione), La tutela ampliata del marchio che gode di rinomanza, Segue: diluizione (o offuscamento), Segue: corrosione, Segue: parassitismo, I limiti dell azione, Il momento perfezionativo dell illecito, Segue: La giurisprudenza di legittimità, Rapporti con l azione di nullità, Rapporti con l azione di concorrenza sleale (rinvio), Durata della tutela, 265 Sezione II. La confondibilità in generale 3.1. La valutazione della confondibilità in generale: il rischio di confusione per il pubblico, La valutazione globale dei vari fattori, Il rischio di associazione fra i due segni (il c.d. rischio di agganciamento), Il riferimento al consumatore medio nell evoluzione della giurisprudenza, 273 Sezione III. La confondibilità dei segni 3.1. Il criterio costituito dalla preliminare qualificazione del marchio come debole o forte, Segue: La giurisprudenza di legittimità, Il differente parametro di valutazione nel raffronto tra marchi deboli e marchi forti, Il criterio della valutazione sintetica o unitaria, Segue: La giurisprudenza di legittimità (casi di riscontrata confondibilità), Segue: La giurisprudenza di legittimità (casi di insussistenza di confondibilità), 298 Sezione IV. La affinità dei prodotti o dei servizi 3.1. La valutazione della affinità dei prodotti o dei servizi (il criterio ontologico), La affinità dei prodotti da un punto di vista merceologico secondo la tabella C, La valutazione del bisogno che il prodotto è diretto a soddisfare, Il concetto dinamico o diacronico del bisogno in relazione alla normale capacità e tendenza espansiva dell attività imprenditoriale, Segue: La giurispru-

8 8 Il marchio d impresa denza di legittimità, La incidenza della diversità qualitativa dei prodotti e la differenza di prezzo, Il marchio noto o notorio, il marchio rinomato e il marchio celebre, Segue: La giurisprudenza di legittimità, Affinità e confondibilità tra prodotti, Segue: La giurisprudenza di legittimità, Capitolo IV Altre azioni e tutele 4.1. Rivendica, L accertamento negativo, L inibitoria (definitiva e cautelare), Descrizione e sequestro, Risarcimento del danno e restituzione dei profitti dell autore della violazione, Le altre misure correttive e sanzioni civili, 358. Parte IV Vicende modificative ed estintive del marchio registrato 363 Capitolo I La nullità del marchio 1.1. Le ipotesi di nullità: premessa, La nullità per illiceità, Segue: Inidoneità di un segno come tale, Segue: Il contrasto con la legge, l ordine pubblico e il buon costume, Segue: Il marchio ingannevole, Segue: La violazione di diritti esclusivi altrui, Segue: Stemmi, simboli o emblemi internazionali o di interesse pubblico, Segue: La mala fede nella registrazione, Segue: La mancanza del consenso dell avente diritto (ritratti, nomi di persona e altri segni notori altrui), Segue: Registrazione da parte di soggetto non legittimato, La nullità per difetto di capacità distintiva, Segue: Segni di uso comune, Segue: Segni denominativi generici o descrittivi, Segue: La giurisprudenza di legittimità, Segue: Il vizio del marchio di forma, Segue: La eccezione del c.d. secondary meaning, La nullità per mancanza di novità: l art. 7 cod. prop. ind., Segue: La violazione dell art. 12 cod. prop. ind., Segue: Anteriorità di marchi non registrati ma noti, Segue: Anteriorità di segni, diversi dal marchio, che siano noti, Segue: Anteriorità di marchi registrati, Segue: Anteriorità di marchi registrati con riferimento a prodotti o servizi identici o affini, Segue: Anteriorità di marchi celebri con riferimento a prodotti o servizi anche non affini, Segue: I criteri di valutazione del difetto di novità (rinvio), La convalidazione, Premessa, L elemento psicologico, La giurisprudenza di

9 Indice 9 legittimità sull ambito di applicazione della norma, Le differenze con il fenomeno della convalidazione, Segue: Nullità relativa e nullità parziale, Capitolo II La decadenza 2.1. Decadenza per non uso, Segue: Marchi protettivi o difensivi Marchi seriali, Segue: la giustificazione di un motivo legittimo, Decadenza per volgarizzazione del marchio: l istituto, Segue: l inerzia del titolare, Segue: sull onere probatorio, Segue: l applicabilità ai marchi di forma, Decadenza per sopravvenuta illiceità, Capitolo III Esaurimento e trasferimento 3.1. Premessa, Esaurimento, Trasferimento, 474. Parte V Diritto e tutela del marchio non registrato 483 Diritto e tutela del marchio non registrato 1.1. Premessa, Le norme di riferimento, Presupposti della tutela, L azione di nullità concessa al preutente, I limiti della tutela del marchio non registrato, La convalidazione come limite della tutela del marchio di fatto, Questioni processuali Parte VI Questioni processuali 1.1. Premessa, Giurisdizione, Competenza, Legittimazione (attiva e passiva), La sentenza e i suoi effetti, Indice analitico

10

11 Prefazione Scopo del libro di Federico Sorrentino è, secondo le parole dell Autore stesso, quello di offrire una rassegna ragionata della giurisprudenza della Suprema Corte di cassazione sull istituto del marchio d impresa. In realtà, l opera di F. Sorrentino va oltre: in essa, infatti, l autore, che è attualmente Sostituto procuratore generale della Corte di Cassazione, non si limita a riferire in forma organizzata e sistematica com è tipico di quel genere letterario che noi giuristi siamo soliti denominare rassegna di giurisprudenza degli orientamenti della giurisprudenza (in questo caso, della Corte di Cassazione) su questioni collegate dall inerenza ad un determinato tema o ad un determinato istituto giuridico (nel nostro caso, il marchio), bensì offre, prima ancora, una ricostruzione attenta, analitica, direi quasi minuziosa, della fattispecie del marchio, in tutte le sue numerose varianti tipologiche, e della sua disciplina giuridica, corredando poi tale ricostruzione con l indispensabile richiamo agli indirizzi che, riguardo alle questioni oggetto di controversia, sono maturati nel corso del tempo nella giurisprudenza di legittimità. Ne risulta un quadro completo ed assai vivo di un istituto giuridico certamente non nuovo e tuttavia ancora oggi capace di offrire alla riflessione dello studioso spunti assai interessanti, che si collegano alle molteplici funzioni economiche puntualmente richiamate dall Autore nel capitolo I, ai paragrafi 7 10 che il marchio assolve con riferimento alla moderna impresa capitalistica. Il volume è suddiviso in sei parti (alcune delle quali, più ampie, sono a loro volta articolate in capitoli) ed in ben 149 paragrafi; il che dà la conferma del carattere analitico della trattazione, alla quale non sfugge alcun aspetto di quel complesso istituto che è il marchio d impresa: si passa, infatti, come si accennava poc anzi, dalla descrizione accurata delle diverse tipologie normative di marchio (parte I) all analisi dei requisiti per l acquisizione del diritto sul segno (parti II) 11

12 12 Il marchio d impresa alla disamina, particolarmente ricca, delle tutele e dei rimedi avverso l eventuale violazione di quel diritto da parte di terzi (parte III); si tratta della nullità del marchio e della perdita del diritto sul marchio per decadenza, esaurimento o trasferimento (parte IV) e delle tutele che l ordinamento appresta nei riguardi del marchio non registrato (parte V), mentre l ultima parte (la VI) del lavoro è dedicata ai profili processuali: giurisdizione, competenza, legittimazione attiva e passiva alle azioni di contraffazione, eccetera. Un opera del genere mancava nella nostra letteratura giuridica: già solo per questo, essa merita attenzione. Lo studioso della complessa materia dei marchi d impresa troverà interessante e stimolante il continuo confronto con gli orientamenti della Corte Suprema. Il docente rinverrà in essa un supporto assai utile alla didattica dei corsi avanzati di diritto commerciale o industriale. Non a caso, val la pena qui ricordarlo, il lavoro di F. Sorrentino scaturisce da un esperienza d insegnamento: precisamente, dai corsi che Egli ha tenuto, con ammirevole serietà ed impegno, nella Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali, istituita presso la Facoltà di giurisprudenza della Sapienza Università di Roma, con lo scopo di preparare i laureati in giurisprudenza alle prove di esame o di concorso per l esercizio delle professioni di avvocato e di magistrato. Chi scrive ebbe l onore di coordinare i corsi di Diritto commerciale negli anni in cui F. Sorrentino è stato docente della Scuola. Fra coloro che hanno apprezzato le sue lezioni e si sono giovati dei suoi insegnamenti vi sono certamente numerosi avvocati e magistrati di domani. GIULIANA SCOGNAMIGLIO

INDICE SOMMARIO. Presentazione... Gli autori... Abbreviazioni delle principali riviste... TITOLO VIII DELL AZIENDA. Capo I DISPOSIZIONI GENERALI

INDICE SOMMARIO. Presentazione... Gli autori... Abbreviazioni delle principali riviste... TITOLO VIII DELL AZIENDA. Capo I DISPOSIZIONI GENERALI INDICE SOMMARIO Presentazione... Gli autori... Abbreviazioni delle principali riviste.... VII XI XXIII TITOLO VIII DELL AZIENDA Capo I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 2555. Nozione... 1 1. La nozione di azienda

Dettagli

INDICE. Parte I LA TUTELA GIURIDICA DEL MARCHIO

INDICE. Parte I LA TUTELA GIURIDICA DEL MARCHIO Prefazione di Luca Lotti.............................. Gustavo Ghidini................................... Massimo Ruffilli................................... V IX XI Parte I LA TUTELA GIURIDICA DEL MARCHIO

Dettagli

L arbitrato estero e l ordinamento processuale italiano

L arbitrato estero e l ordinamento processuale italiano A12 63 Antonio Briguglio L arbitrato estero e l ordinamento processuale italiano Vol. I Arbitrato estero e giurisdizione italiana Copyright MMIV ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it

Dettagli

Indice. Parte prima INVENZIONI E MODELLI INDUSTRIALI. Matteo Dragoni. Capitolo I Introduzione: il brevetto per invenzione in generale

Indice. Parte prima INVENZIONI E MODELLI INDUSTRIALI. Matteo Dragoni. Capitolo I Introduzione: il brevetto per invenzione in generale Indice Parte prima INVENZIONI E MODELLI INDUSTRIALI Matteo Dragoni Capitolo I Introduzione: il brevetto per invenzione in generale 1. Cos è un brevetto per invenzione 15 2. Vantaggi e svantaggi della brevettazione

Dettagli

IL NUOVO DIRITTO DEI MARCHI MARCHIO NAZIONALE E MARCHIO COMUNITARIO

IL NUOVO DIRITTO DEI MARCHI MARCHIO NAZIONALE E MARCHIO COMUNITARIO GIUSEPPE SENA IL NUOVO DIRITTO DEI MARCHI MARCHIO NAZIONALE E MARCHIO COMUNITARIO TERZA EDIZIONE GIUFFRE EDITORE 2001 INDICE-SOMMARIO Capitolo I L'EVOLUZIONE DEL SISTEMA NORMATIVO 1. La direttiva 89/104/CEE

Dettagli

Diritto Industriale e del Commercio Internazionale. aa. 2008/2009 Docente: Alessandra Zanardo

Diritto Industriale e del Commercio Internazionale. aa. 2008/2009 Docente: Alessandra Zanardo Diritto Industriale e del Commercio Internazionale aa. 2008/2009 Docente: Alessandra Zanardo I SEGNI DISTINTIVI: IL MARCHIO I SEGNI DISTINTIVI DELL IMPRENDITORE Presupposto della possibilità che la concorrenza

Dettagli

Prof.ssa Enrica Morena AZIENDA

Prof.ssa Enrica Morena AZIENDA Prof.ssa Enrica Morena AZIENDA Definizione Art. 2555 c.c. È il complesso dei beni organizzati dall imprenditore per l esercizio dell impresa AZIENDA E IMPRESA Sono concetti differenti AZIENDA è il complesso

Dettagli

INDICE CONSIDERAZIONI GENERALI SUGLI ARTT. 1471-1482 C.C.

INDICE CONSIDERAZIONI GENERALI SUGLI ARTT. 1471-1482 C.C. CONSIDERAZIONI GENERALI SUGLI ARTT. 1471-1482 C.C. 1. Opportunità di uno sguardo complessivo sul sistema della legge.... 1 2. La sistematica del codice. Le Disposizioni generali............. 2 2.1. Segue:

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I FALSO E OFFENSIVITÀ

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I FALSO E OFFENSIVITÀ INDICE SOMMARIO L attribuzione dell opera, pur se unitariamente concepita dai due Autori, va così ripartita: A. Larussa, capitoli I, IV (paragrafi da 1 a 6), VI, VII, formule; A. Cisterna, capitoli II,

Dettagli

LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO Aspetti sostanziali e processuali

LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO Aspetti sostanziali e processuali LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO Aspetti sostanziali e processuali LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO Aspetti sostanziali e processuali Filippo Aiello - Francesco Cipriani - Filippo Maria Giorgi Enzo

Dettagli

MARCHIO e BREVETTO. Alleanza delle Cooperative Italiane Imola Progetto Experiment Gennaio Febbraio 2016. Avv. Elena Menotti

MARCHIO e BREVETTO. Alleanza delle Cooperative Italiane Imola Progetto Experiment Gennaio Febbraio 2016. Avv. Elena Menotti MARCHIO e BREVETTO Alleanza delle Cooperative Italiane Imola Progetto Experiment Gennaio Febbraio 2016 DIRITTO DELLA PROPRIETA INTELLETTUALE Diritto della proprietà intellettuale ( in senso stretto ) -

Dettagli

«I LIBRI» DI ARCHIVIO PENALE

«I LIBRI» DI ARCHIVIO PENALE «I LIBRI» DI ARCHIVIO PENALE 6 L argomentazione giudiziale e il suo controllo in cassazione Atti del convegno Lipari, 10 settembre 2011 Promosso dell Unione Camere Penali Italiane a cura di Vincenzo Comi

Dettagli

9 Corso di preparazione per. CONSULENTI IN MARCHI 5 Novembre 2014 27 Ottobre 2015 44 moduli formativi (32 webconference + 6 giornate a Milano)

9 Corso di preparazione per. CONSULENTI IN MARCHI 5 Novembre 2014 27 Ottobre 2015 44 moduli formativi (32 webconference + 6 giornate a Milano) 9 Corso di preparazione per CONSULENTI IN MARCHI 5 Novembre 2014 27 Ottobre 2015 44 moduli formativi (32 webconference + 6 giornate a Milano) Programma e calendario delle lezioni (v. 17/10/2014) APERTURA

Dettagli

Stefano Iuliani Non tutte le vittime sono uguali

Stefano Iuliani Non tutte le vittime sono uguali DIRITTO DI STAMPA 69 DIRITTO DI STAMPA Il diritto di stampa era quello che, nell università di un tempo, veniva a meritare l elaborato scritto di uno studente, anzitutto la tesi di laurea, di cui fosse

Dettagli

Sommario. CAPITOLO I I marchi d'impresa. Inquadramento dell'istituto. CAPITOLO II Gli impedimenti assoluti alla registrazione

Sommario. CAPITOLO I I marchi d'impresa. Inquadramento dell'istituto. CAPITOLO II Gli impedimenti assoluti alla registrazione Presentazione di Mario Barbuto... p. XVII CAPITOLO I I marchi d'impresa. Inquadramento dell'istituto di Nicola Bottero e Massimo Travostino Sommario: 1. La natura del marchio. 2. Le funzioni giuridicamente

Dettagli

DAL MARCHIO AL BRAND. CCIAA Bolzano, 11 settembre 2014. Emanuele Montelione Lexico S.r.l. - emontelione@gmail.com

DAL MARCHIO AL BRAND. CCIAA Bolzano, 11 settembre 2014. Emanuele Montelione Lexico S.r.l. - emontelione@gmail.com DAL MARCHIO AL BRAND CCIAA Bolzano, 11 settembre 2014 Emanuele Montelione Lexico S.r.l. - emontelione@gmail.com PROGRAMMA - Il brand come segno distintivo - Il marchio come cardine del sistema dei segni

Dettagli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2013 di Roberto GAROFOLI

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2013 di Roberto GAROFOLI SCRITTI ESAME AVVOCATO 2013 di Roberto GAROFOLI Valerio de GIOIA COME SI SCRIVE L ATTO GUIDA PRATICA E CONSIGLI OPERATIVI Con la collaborazione di Giovanna SPIRITO Carlo TANGARI PREMESSA Nella preparazione

Dettagli

INDICE CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI FONDAMENTALI

INDICE CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI FONDAMENTALI INDICE CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI FONDAMENTALI ART. 1 (Diritti di proprietà industriale) ART. 2 (Costituzione ed acquisto dei diritti) ART. 3 (Trattamento dello straniero) ART. 4 (Priorità)

Dettagli

La Chimica nella Scuola. a cura di

La Chimica nella Scuola. a cura di A03 La Chimica nella Scuola a cura di Copyright MMXIV ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173 Roma (06) 93781065 ISBN 978-88-548-xxxx-x

Dettagli

Tecniche Informatiche di ricerca giuridica. Nicolò Ghibellini Università di Ferrara ghbncl@unife.it

Tecniche Informatiche di ricerca giuridica. Nicolò Ghibellini Università di Ferrara ghbncl@unife.it Tecniche Informatiche di ricerca giuridica Nicolò Ghibellini Università di Ferrara ghbncl@unife.it Seconda Lezione Le problematiche legali relative al sito web Premessa Quali sono le implicazioni legali

Dettagli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI Valerio de GIOIA COME SI SCRIVE L ATTO GUIDA PRATICA E CONSIGLI OPERATIVI Con la collaborazione di Sonia GRASSI Giovanna SPIRITO Carlo TANGARI SOMMARIO Premessa

Dettagli

Lo statuto di non decettività del marchio fra diritto interno e diritto comunitario

Lo statuto di non decettività del marchio fra diritto interno e diritto comunitario Lo statuto di non decettività del marchio fra diritto interno e diritto comunitario Milano, 2 luglio 2008 Prof. Paola A.E. Frassi Bird & Bird, Milano Recenti evoluzioni normative dello statuto di non decettività

Dettagli

MOBBING ONERE DI ALLEGAZIONE E PROVA DEL DANNO

MOBBING ONERE DI ALLEGAZIONE E PROVA DEL DANNO Cendon / Book PROCEDURA CIVILE PROFESSIONAL MOBBING ONERE DI ALLEGAZIONE E PROVA DEL DANNO Mario Berruti Alessandra Bessi Edizione MARZO 2015 Copyright MMXV KEY SRL VIA PALOMBO 29 03030 VICALVI (FR) P.I./C.F.

Dettagli

Suddivisione per capi sezioni-capitoli

Suddivisione per capi sezioni-capitoli Suddivisione per capi sezioni-capitoli DECRETO LEGISLATIVO 10 febbraio 2005, n.30 Codice della proprieta' industriale, a norma dell'articolo 15 della legge 12 dicembre 2002, n. 273. Capo I DISPOSIZIONI

Dettagli

Diritto Industriale e del Commercio Internazionale. aa. 2008/2009 Docente: Alessandra Zanardo

Diritto Industriale e del Commercio Internazionale. aa. 2008/2009 Docente: Alessandra Zanardo Diritto Industriale e del Commercio Internazionale aa. 2008/2009 Docente: Alessandra Zanardo CONCORRENZA SLEALE art. 2598 e ss. c.c. (primo intervento normativo statale specifico) atti di concorrenza sleale

Dettagli

Andrea Quintiliani L impresa di assicurazione

Andrea Quintiliani L impresa di assicurazione A13 Andrea Quintiliani L impresa di assicurazione Profili di rischio e di solvibilità Prefazione di Antonio Minguzzi Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte generale... pag. 1. Capitolo I La responsabilità (F. Martini)...» 3

INDICE SOMMARIO. Parte generale... pag. 1. Capitolo I La responsabilità (F. Martini)...» 3 Indice sommario 1.1 INDICE SOMMARIO Parte generale...................... pag. 1 Capitolo I La responsabilità (F. Martini)............» 3 1.1. Gli elementi costitutivi della responsabilità.............»

Dettagli

Claudio Colombo Gli interessi nei contratti bancari

Claudio Colombo Gli interessi nei contratti bancari A12 Claudio Colombo Gli interessi nei contratti bancari Copyright MMXIV ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173 Roma (06) 93781065 ISBN

Dettagli

CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO Cendon / Book DIRITTO DEL LAVORO PROFESSIONAL CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO AGGIORNATO AL JOBS ACT Manuela Rinaldi Edizione DICEMBRE 2014 Copyright MMXIV KEY SRL VIA PALOMBO 29 03030 VICALVI (FR) P.I./C.F.

Dettagli

PROFILI PRIVATISTICI DELLA MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE

PROFILI PRIVATISTICI DELLA MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE PROFILI PRIVATISTICI DELLA MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE Osservazioni sugli aspetti di diritto sostanziale e spunti critici GAETANO EDOARDO NAPOLI il Mulino COLLANA DI STUDI GIURIDICI promossa dall Università

Dettagli

Prefazione del prof. Edoardo GHERA Ordinario di diritto del Lavoro dell Università La Sapienza di Roma

Prefazione del prof. Edoardo GHERA Ordinario di diritto del Lavoro dell Università La Sapienza di Roma Prefazione del prof. Edoardo GHERA Ordinario di diritto del Lavoro dell Università La Sapienza di Roma Il rapporto di lavoro pubblico attraverso i contratti. Il titolo indica con chiarezza il contenuto

Dettagli

DOMAIN NAMES E MARCHI Camera di Commercio di Ancona 7.6.2011

DOMAIN NAMES E MARCHI Camera di Commercio di Ancona 7.6.2011 DOMAIN NAMES E MARCHI Camera di Commercio di Ancona 7.6.2011 Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema MARCO BIANCHI Internet è una rete telematica mondiale strutturata in codici di

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone)

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone) INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... Introduzione... XIII XV Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone) 1. Aspetti

Dettagli

INDICE-SOMMARIO CAPITOLO I LE FONTI NORMATIVE DEL TRASPORTO MARITTIMO

INDICE-SOMMARIO CAPITOLO I LE FONTI NORMATIVE DEL TRASPORTO MARITTIMO CAPITOLO I LE FONTI NORMATIVE DEL TRASPORTO MARITTIMO 1. Individuazione del sistema delle fonti normative del trasporto marittimo di persone.... 2 2. La disciplina di diritto uniforme. Profili sistematici

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo Primo LE FONTI E LE AZIONI

INDICE SOMMARIO. Capitolo Primo LE FONTI E LE AZIONI INDICE SOMMARIO Prefazione... Pag. XXI Capitolo Primo LE FONTI E LE AZIONI 1. Il diritto processuale civile internazionale: multigenesi delle fonti, ibridazione delle regole e flessibilità del sistema...

Dettagli

Direttori. Comitato redazionale Laura D AMATI. Maria Teresa NICOTRI. Aniello PARMA. Francesco Maria SILLA. Università degli Studi di Trieste

Direttori. Comitato redazionale Laura D AMATI. Maria Teresa NICOTRI. Aniello PARMA. Francesco Maria SILLA. Università degli Studi di Trieste LE VIE DEL DIRITTO 4 Direttori Mario FIORENTINI Università degli Studi di Trieste Maria MICELI Università degli Studi di Palermo Comitato redazionale Laura D AMATI Università degli Studi di Foggia Maurilio

Dettagli

Esame svizzero per Consulenti in Brevetti. Contenuto dell Esame

Esame svizzero per Consulenti in Brevetti. Contenuto dell Esame Esame svizzero per Consulenti in Brevetti Contenuto dell Esame Le seguenti informazioni sono da intendersi come linee guida e non sono vincolanti. ESAME PARTE 3: A. Tutte le disposizioni della Legge Federale

Dettagli

La Chimica nella Scuola. a cura della

La Chimica nella Scuola. a cura della A03 La Chimica nella Scuola a cura della Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173 Roma (06) 93781065 ISBN 978-88-548-xxxx-x

Dettagli

Umberto Torchio Maria Grazia Santini Sistemi di gestione in sanità

Umberto Torchio Maria Grazia Santini Sistemi di gestione in sanità A09 Umberto Torchio Maria Grazia Santini Sistemi di gestione in sanità Accreditamento, certificazione ed audit clinico in strutture sanitarie e socio-sanitarie Risoluzioni test prove di esami Copyright

Dettagli

Federico Maurizio d Andrea La società per azioni e il suo sistema di controllo interno e di gestione dei rischi

Federico Maurizio d Andrea La società per azioni e il suo sistema di controllo interno e di gestione dei rischi A12 407 Federico Maurizio d Andrea La società per azioni e il suo sistema di controllo interno e di gestione dei rischi Gli attori che presidiano la control governance Copyright MMXII ARACNE editrice

Dettagli

SECONDO ANNO. Le attività del secondo anno si articolano in:

SECONDO ANNO. Le attività del secondo anno si articolano in: ANNO ACCADEMICO 2015/2016 SECONDO ANNO PROGRAMMAZIONE Inizio dei corsi e canali Attività Le lezioni, in aula, iniziano: il primo canale martedì, 29 settembre 2015; il secondo canale giovedì, 1 ottobre

Dettagli

La nuova normativa sugli istituti di vigilanza, di investigazione privata e sulle guardie giurate

La nuova normativa sugli istituti di vigilanza, di investigazione privata e sulle guardie giurate Paolo CALVO Leonardo MAZZA Carlo MOSCA Giovanni MIGLIORELLI La nuova normativa sugli istituti di vigilanza, di investigazione privata e sulle guardie giurate Presentazione di Antonio MANGANELLI CACUCCI

Dettagli

STATUTO DI ASSOCIAZIONE

STATUTO DI ASSOCIAZIONE STATUTO DI ASSOCIAZIONE ART 1 DENOMINAZIONE, SEDE E DURATA È costituita l Associazione Centro Europeo Formazione e Orientamento, da ora definita Associazione. L Associazione ha sede in Roma, Largo Jacobini,

Dettagli

STATUTO DI ASSOCIAZIONE

STATUTO DI ASSOCIAZIONE STATUTO DI ASSOCIAZIONE ART 1 DENOMINAZIONE, SEDE E DURATA È costituita l Associazione Centro Europeo Formazione e Orientamento, da ora definita Associazione. L Associazione ha sede in Roma. L Associazione

Dettagli

TEORIA E RICERCA IN EDUCAZIONE / 13 Collana del Dipartimento di Scienze dell Educazione e della Formazione UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO A11 573

TEORIA E RICERCA IN EDUCAZIONE / 13 Collana del Dipartimento di Scienze dell Educazione e della Formazione UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO A11 573 TEORIA E RICERCA IN EDUCAZIONE / 13 Collana del Dipartimento di Scienze dell Educazione e della Formazione UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO A11 573 Emanuela Maria Torre STRATEGIE DI RICERCA VALUTATIVA

Dettagli

Capitolo I Generalità

Capitolo I Generalità Prefazione................................. VII Capitolo I Generalità 1. Principi generali sul regime patrimoniale fra coniugi.......... 1 1.1. Introduzione......................... 1 1.2. Le convenzioni

Dettagli

LA MEDIAZIONE CIVILE NELL INTERPRETAZIONE DEI GIUDICI

LA MEDIAZIONE CIVILE NELL INTERPRETAZIONE DEI GIUDICI RITA BEVACQUA LA MEDIAZIONE CIVILE NELL INTERPRETAZIONE DEI GIUDICI L istituto della Mediazione civile quale strumento alternativo di giustizia è stato introdotto dal Decreto Legislativo 4 marzo 2010,

Dettagli

LE CLAUSOLE VESSATORIE ED I POTERI DELL AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

LE CLAUSOLE VESSATORIE ED I POTERI DELL AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO Cendon / Book DIRITTO CIVILE PROFESSIONAL LE CLAUSOLE VESSATORIE ED I POTERI DELL AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO DISCIPLINA, STRUMENTI E FATTISPECIE APPLICATIVE Alessandro Palmigiano

Dettagli

Indice sistematico. Parte I Il contratto di leasing. Introduzione

Indice sistematico. Parte I Il contratto di leasing. Introduzione Introduzione Parte I Il contratto di leasing 1 Premessa... 15 2 Il leasing nelle sue diverse forme... 16 3 Il leasing operativo e le sue principali caratteristiche... 17 4 Limiti soggettivi per le società

Dettagli

LA NUOVA REGOLAMENTAZIONE DEL LAVORO NEL PUBBLICO IMPIEGO

LA NUOVA REGOLAMENTAZIONE DEL LAVORO NEL PUBBLICO IMPIEGO Corso universitario di formazione in LA NUOVA REGOLAMENTAZIONE DEL LAVORO NEL PUBBLICO IMPIEGO Tema del corso La nuova disciplina del lavoro pubblico Obiettivi Continua senza sosta il processo di riforma

Dettagli

La successione. Obiettivi

La successione. Obiettivi La successione Prof.ssa Elisa Esposito Obiettivi In questa lezione ci occuperemo delle vicende che possono condurre alla modifica delle parti originarie del rapporto processuale, in particolare, della

Dettagli

INDICE. Abbreviazioni... Art. 2107 (Orario di lavoro) Art. 2108 (Lavoro straordinario e notturno) Art. 2109 (Periodo di riposo)

INDICE. Abbreviazioni... Art. 2107 (Orario di lavoro) Art. 2108 (Lavoro straordinario e notturno) Art. 2109 (Periodo di riposo) INDICE Abbreviazioni...................................... XXIII Art. 2107 (Orario di lavoro) Art. 2108 (Lavoro straordinario e notturno) Art. 2109 (Periodo di riposo) CAPITOLO I: EVOLUZIONE DELLA DISCIPLINA

Dettagli

di Sandro De Gotzen (in corso di pubblicazione in Le Regioni, 2014)

di Sandro De Gotzen (in corso di pubblicazione in Le Regioni, 2014) Discontinuità argomentativa nei giudizi su norme regionali di reinquadramento del personale di enti di diritto privato e di diritto pubblico regionali (nota a sent. 202 del 2014) di Sandro De Gotzen (in

Dettagli

MASSIME CIVILE CIRCOLAZIONE STRADALE. Corte di Cassazione Sez. civ. 26 Gennaio 2012, n 1069

MASSIME CIVILE CIRCOLAZIONE STRADALE. Corte di Cassazione Sez. civ. 26 Gennaio 2012, n 1069 MASSIME CIVILE CIRCOLAZIONE STRADALE Corte di Cassazione Sez. civ. 26 Gennaio 2012, n 1069 Circolazione stradale Incertezze del vigile nella descrizione dell automobile nel verbale di infrazione Multa

Dettagli

CORSO PROFORM DI PREPARAZIONE AL CONCORSO PER

CORSO PROFORM DI PREPARAZIONE AL CONCORSO PER Il corso, rivolto ad avvocati, praticanti avvocati e specializzati presso le Scuole di Specializzazione per le Professioni Forensi, si articolerà in appuntamenti di approfondimento teorico ed in esercitazioni

Dettagli

La disciplina dei prodotti alimentari

La disciplina dei prodotti alimentari Associazione Italiana di Diritto Alimentare La disciplina dei prodotti alimentari Etichettatura, marchi e pubblicità dei prodotti alimentari Le normative europee e nazionali (Stefano Masini) Roma, Cassa

Dettagli

IL NUOVO LICENZIAMENTO INDIVIDUALE

IL NUOVO LICENZIAMENTO INDIVIDUALE IL NUOVO LICENZIAMENTO INDIVIDUALE Avv. Ernesto Vitiello 1 IL D.LGS. N. 23 DEL 4 MARZO 2015 Tale decreto ha dato corpo, per quanto riguarda i licenziamenti, ai principi programmatici di cui alla lettera

Dettagli

Avv. Alberto Pojaghi. Con sentenza n. 24036 del 24 settembre 2008 la Corte di Cassazione ha ritenuto che un'espressione

Avv. Alberto Pojaghi. Con sentenza n. 24036 del 24 settembre 2008 la Corte di Cassazione ha ritenuto che un'espressione NOVEMBRE 2008 Titoli generici ma distintivi. Tra marchio e concorrenza sleale Avv. Alberto Pojaghi Con sentenza n. 24036 del 24 settembre 2008 la Corte di Cassazione ha ritenuto che un'espressione generica

Dettagli

WWW.BERTINIASSICURAZIONI.IT

WWW.BERTINIASSICURAZIONI.IT WWW.BERTINIASSICURAZIONI.IT NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza

Dettagli

Le strategie competitive dell azienda nei mercati finanziari

Le strategie competitive dell azienda nei mercati finanziari Michele Galeotti Le strategie competitive dell azienda nei mercati finanziari ARACNE Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133 A/B

Dettagli

Istituto di Autodisciplina Pubbicitaria: - Dal luglio 2007 (in corso) Membro del Comitato di Controllo dell Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria

Istituto di Autodisciplina Pubbicitaria: - Dal luglio 2007 (in corso) Membro del Comitato di Controllo dell Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria SILVIA GIUDICI Ricercatore confermato in Diritto industriale - Università degli Studi di Milano Abilitazione a professore di seconda fascia IUS04 settore concorsuale 12B1 (tornata 2012) Avvocato Via Osti

Dettagli

Sommario. I. Il reato di riciclaggio e le misure antiriciclaggio pag. 9

Sommario. I. Il reato di riciclaggio e le misure antiriciclaggio pag. 9 I. Il reato di riciclaggio e le misure antiriciclaggio pag. 9 1. Le norme antiriciclaggio previste dal decreto legislativo n. 231 del 21 novembre 2007: applicabilità al nuovo reato di autoriciclaggio pag.

Dettagli

DISCIPLINA DELL AZIENDA

DISCIPLINA DELL AZIENDA Prefazione alla seconda edizione....................... VII Prefazione alla prima edizione........................ IX Avvertenze................................ XIII PARTE PRIMA DISCIPLINA DELL AZIENDA

Dettagli

Compravendita: evizione parziale subita dal compratore dell immobile acquistato

Compravendita: evizione parziale subita dal compratore dell immobile acquistato STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA ABILITATO AL BILINGUISMO TEDESCO - ITALIANO DALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO IDONEO ALL ESAME DI STATO DI COMPETENZA LINGUISTICA CINESE

Dettagli

Il diritto antidiscriminatorio tra norme internazionali, europee e nazionali. Chiara Favilli Torino 12 giugno 2014

Il diritto antidiscriminatorio tra norme internazionali, europee e nazionali. Chiara Favilli Torino 12 giugno 2014 Il diritto antidiscriminatorio tra norme internazionali, europee e nazionali Chiara Favilli Torino 12 giugno 2014 NORME INTERNAZIONALI Divieto nel godimento degli altri diritti sanciti Autonomo Obblighi

Dettagli

La prevenzione e il contrasto dei reati ambientali. polizia municipale. Normativa, casi pratici, modulistica. Mar c o Ma s s a v e l l i

La prevenzione e il contrasto dei reati ambientali. polizia municipale. Normativa, casi pratici, modulistica. Mar c o Ma s s a v e l l i Mar c o Ma s s a v e l l i La prevenzione e il contrasto dei reati ambientali. Il ruolo della polizia municipale Normativa, casi pratici, modulistica Aggiornato con la Legge 22 maggio 2015, n. 68 Il testo

Dettagli

NORMATIVA CONFERIMENTO INSEGNAMENTI A.A. 2011/12 1. CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ DI DIDATTICA UFFICIALE

NORMATIVA CONFERIMENTO INSEGNAMENTI A.A. 2011/12 1. CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ DI DIDATTICA UFFICIALE ALL. 2 NORMATIVA CONFERIMENTO INSEGNAMENTI A.A. 2011/12 Secondo le previsioni dello Statuto e del regolamento didattico di Ateneo la presente normativa disciplina il conferimento delle attività di didattica

Dettagli

CORSO SULLA PROPRIETA' INDUSTRIALE

CORSO SULLA PROPRIETA' INDUSTRIALE Comune di San Giovanni Lupatoto Assessorato alla Comunicazione CORSO SULLA PROPRIETA' INDUSTRIALE Il corso - organizzato dall Assessorato alla comunicazione nella sala civica del centro culturale di piazza

Dettagli

CAPITOLO PRIMO LICENZIAMENTI INDIVIDUALI: PRINCIPI GENERALI

CAPITOLO PRIMO LICENZIAMENTI INDIVIDUALI: PRINCIPI GENERALI INDICE CAPITOLO PRIMO LICENZIAMENTI INDIVIDUALI: PRINCIPI GENERALI 1. Evoluzione storico-giuridica delle principali fonti normative del licenziamento individuale... pag. 9 2. I requisiti formali del licenziamento:

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO Normativa di riferimento: Decreto legislativo 10 febbraio 2005 n. 30 "CODICE DELLA PROPRIETA INDUSTRIALE". DECRETO 13 gennaio 2010 n.

Dettagli

SOMMARIO. CAPITOLO TERZO L USO FRAUDOLENTO DEL FRANCHISING pag. 37

SOMMARIO. CAPITOLO TERZO L USO FRAUDOLENTO DEL FRANCHISING pag. 37 SOMMARIO CAPITOLO PRIMO : LE ORIGINI DEL FENOMENO E LA QUALIFICAZIONE GIURIDICA PRIMA DELLA LEGGE N. 129 DEL 2004 pag. 11 1. Il franchising e la distribuzione commerciale pag. 11 2. Un primo inquadramento

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2012/13 FACOLTA

ANNO ACCADEMICO 2012/13 FACOLTA ANNO ACCADEMICO 2012/13 FACOLTA DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA CON PERCORSO UNITARIO QUADRIENNALE SUCCESSIVO ALL ANNO DI BASE REGOLAMENTO ISCRIZIONI, PASSAGGI E TRASFERIMENTI

Dettagli

INDICE CAPITOLO I LA CIRCOLAZIONE DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE

INDICE CAPITOLO I LA CIRCOLAZIONE DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE CAPITOLO I LA CIRCOLAZIONE DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE 1. Premessa e delimitazione dell indagine. La circolazione delle partecipazionisocietarie... 1 2. La circolazione delle partecipazioni societarie

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN CONDOMINIO

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN CONDOMINIO CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN CONDOMINIO FINALITA E OBIETTIVI l corso si propone di approfondire la disciplina sostanziale e processuale degli istituti propri del condominio anche alla luce dei recenti

Dettagli

INDICE-SOMMARIO CAPITOLO I MATRIMONIO E FAMIGLIA. Sezione I Il matrimonio civile. Origini e principi pag.

INDICE-SOMMARIO CAPITOLO I MATRIMONIO E FAMIGLIA. Sezione I Il matrimonio civile. Origini e principi pag. INDICE-SOMMARIO CAPITOLO I MATRIMONIO E FAMIGLIA Il matrimonio civile. Origini e principi pag. 1. Il matrimonio come fondamento della famiglia. Evoluzione storica, disciplina costituzionale e principi

Dettagli

Corso di Specializzazione in Infortunistica Stradale

Corso di Specializzazione in Infortunistica Stradale Corso di Specializzazione in Infortunistica Stradale OBIETTIVI Il corso si propone di approfondire la disciplina degli istituti sostanziali e processuali in tema di responsabilità civile derivante da circolazione

Dettagli

IL KNOW-HOW NEL DIRITTO INDUSTRIALE

IL KNOW-HOW NEL DIRITTO INDUSTRIALE SOMMARIO Prefazione di Umberto Scotti... I collaboratori... V XVII PARTE PRIMA IL KNOW-HOW NEL DIRITTO INDUSTRIALE CAPITOLO 1 KNOW-HOW E SEGRETO NELL EVOLUZIONE DELLE FONTI di ALBERTO CAMUSSO 1. Introduzione...

Dettagli

SCHEDA DI PRESENTAZIONE / REGOLAMENTO DIDATTICO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN TRADUZIONE GIURIDICA. Art. 1 - FINALITA

SCHEDA DI PRESENTAZIONE / REGOLAMENTO DIDATTICO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN TRADUZIONE GIURIDICA. Art. 1 - FINALITA SCHEDA DI PRESENTAZIONE / REGOLAMENTO DIDATTICO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN TRADUZIONE GIURIDICA Art. 1 - FINALITA Presso l'ateneo di Trieste, in conformità all'art 3, comma 9, del DM 22.10.2004

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO BI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI TEL: 0831228219-221 222

CAMERA DI COMMERCIO BI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI TEL: 0831228219-221 222 CAMERA DI COMMERCIO BI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI TEL: 0831228219-221 222 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA di REGISTRAZIONE PER MARCHIO di IMPRESA DOVE PRESENTARE LA DOMANDA Chi intende

Dettagli

CALENDARIO DIDATTICO

CALENDARIO DIDATTICO SCUOLA FORENSE DI BERGAMO CALENDARIO DIDATTICO * PERIODO gennaio/novembre 2016 * Attenzione: Si avvisano gli iscritti che gli argomenti delle lezioni potrebbero subire modifiche anche alla luce di sopravvenute

Dettagli

in partnership didattica con

in partnership didattica con in partnership didattica con Master di I livello Diritto bancario e finanziario e normativa anti usura in (1500 h 0 CFU) Anno Accademico 2013/2014 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università

Dettagli

PRODUZIONI ANIMALI E SICUREZZA ALIMENTARE

PRODUZIONI ANIMALI E SICUREZZA ALIMENTARE PRODUZIONI ANIMALI E SICUREZZA ALIMENTARE 8 Direttore Paolo POLIDORI Università degli Studi di Camerino Comitato scientifico Federica CHELI Università degli Studi di Milano Biagina CHIOFALO Università

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 10 FEBBRAIO 2005, N. 30 CODICE DELLA PROPRIETÀ INDUSTRIALE, A NORMA DELL ARTICOLO 15 DELLA LEGGE 12 DICEMBRE 2002, N.

DECRETO LEGISLATIVO 10 FEBBRAIO 2005, N. 30 CODICE DELLA PROPRIETÀ INDUSTRIALE, A NORMA DELL ARTICOLO 15 DELLA LEGGE 12 DICEMBRE 2002, N. DECRETO LEGISLATIVO 10 FEBBRAIO 2005, N. 30 CODICE DELLA PROPRIETÀ INDUSTRIALE, A NORMA DELL ARTICOLO 15 DELLA LEGGE 12 DICEMBRE 2002, N. 273 Capo I DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI FONDAMENTALI Art. 1.

Dettagli

INDICE. Sezione 1 PARTE GENERALE. 1. L ESAURIMENTO DEL DIRITTO di MASSIMO TRAVOSTINO

INDICE. Sezione 1 PARTE GENERALE. 1. L ESAURIMENTO DEL DIRITTO di MASSIMO TRAVOSTINO Introduzione di NICOLA BOTTERO... Gli Autori.... XIII XXVII Sezione 1 PARTE GENERALE 1. L ESAURIMENTO DEL DIRITTO di MASSIMO TRAVOSTINO 1. Inquadramento del novellato art. 5, comma 2, del Codice - Il principio

Dettagli

GUIDA Il marchio comunitario (Diritti, costi e fasi del procedimento di registrazione)

GUIDA Il marchio comunitario (Diritti, costi e fasi del procedimento di registrazione) GUIDA Il marchio comunitario (Diritti, costi e fasi del procedimento di registrazione) Il marchio comunitario è un marchio unico valevole sull intero territorio dell Unione Europea. Il marchio comunitario

Dettagli

Articolo 1 (Finalità e ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità e ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

LARICERCA DIANTERIORITÀ IL PRIMO PASSO PER CREARE UN

LARICERCA DIANTERIORITÀ IL PRIMO PASSO PER CREARE UN LARICERCA DIANTERIORITÀ IL PRIMO PASSO PER CREARE UN BUONMARCHIO PRATO, 21.03.2014 Ing. Mari & C. Srl - Corso Garibaldi, 14 55100 LUCCA www.mari.it - info@mari.it lucca@mari.it MARCHIO: DEFINIZIONE SEGNO

Dettagli

Pluralità di parti nel processo: il litisconsorzio

Pluralità di parti nel processo: il litisconsorzio Pluralità di parti nel processo: il litisconsorzio Prof.ssa Elisa Esposito Obiettivi In questa lezione ci occuperemo del processo con pluralità di parti, in particolare, del litisconsorzio. Definizione

Dettagli

Lezione 1 INTRODUZIONE AL DIRITTO DEI MARCHI. GSS - a.a. 2010-2011 - Facoltà di Economia - UNIBA -Introduzione al diritto dei marchi

Lezione 1 INTRODUZIONE AL DIRITTO DEI MARCHI. GSS - a.a. 2010-2011 - Facoltà di Economia - UNIBA -Introduzione al diritto dei marchi Lezione 1 INTRODUZIONE AL DIRITTO DEI MARCHI 1 FONTI Art. 15 L. 12 dicembre 2002 n. 273 Dlgs. n. 30/2005 Codice della proprietà industriale (modificato Dlgs 13 agosto 2010 n.131) 2 Il codice (c.p.i.) =

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Capitolo Primo INQUADRAMENTO STORICO E SISTEMATICO

INDICE-SOMMARIO. Capitolo Primo INQUADRAMENTO STORICO E SISTEMATICO IX INDICE-SOMMARIO Prefazione... pag. V Elenco delle principali abbreviazioni... pag. XV Capitolo Primo INQUADRAMENTO STORICO E SISTEMATICO 1. Inquadramento storico generale...pag. 1 1.1. La tutela del

Dettagli

IL RISARCIMENTO DEL DANNO NEI CONTRATTI DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

IL RISARCIMENTO DEL DANNO NEI CONTRATTI DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI Cendon / Book Collana diretta da Emilio Graziuso IL DIRITTO DEI CONSUMATORI 01 IL RISARCIMENTO DEL DANNO NEI CONTRATTI DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI Federica Rescio Edizione LUGLIO 2015 Copyright

Dettagli

DIRITTO PROCESSUALE AMMINISTRATIVO (1500 h 60 CFU)

DIRITTO PROCESSUALE AMMINISTRATIVO (1500 h 60 CFU) Master di I livello In DIRITTO PROCESSUALE AMMINISTRATIVO (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2015/2016 edizione I sessione II Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva,

Dettagli

La proprietà industriale e intellettuale nell era dell information technology

La proprietà industriale e intellettuale nell era dell information technology La proprietà industriale e intellettuale nell era dell information technology Il ruolo dei diritti di privativa per le aziende del web 2.0 Avv. Nicolò Ghibellini - www.avvghibellini.com I diritti di proprietà

Dettagli

C U R R I C U L U M V I T A E

C U R R I C U L U M V I T A E 1 C U R R I C U L U M V I T A E Informazioni personali Alessia Alesii nata a Roma il 30/12/1968 (tel. 06 77307228; 335 7856529; fax 06 70453977) e-mail: alessia.alesii@gmail.com, alessia.alesii@aslromaa.it

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE 5

INDICE INTRODUZIONE 5 INDICE INTRODUZIONE 5 CAPITOLO I - IL CONTRATTO DI RISTORAZIONE 13 1. Contratto ristorativo come contratto atipico: un tentativo di definizione 13 1.1. Il contratto ristorativo: individuazione del tipo

Dettagli

Profili sostanziali. Inquadramento generale. Le molte facce della responsabilità delle pubbliche amministrazioni

Profili sostanziali. Inquadramento generale. Le molte facce della responsabilità delle pubbliche amministrazioni Premessa...XIX Parte Prima Profili sostanziali Sezione Prima Inquadramento generale Le molte facce della responsabilità delle pubbliche amministrazioni 1. Considerazioni preliminari.... 5 2. La nozione

Dettagli

CAPITOLO XXVI IL RIPARTO DI GIURISDIZIONE

CAPITOLO XXVI IL RIPARTO DI GIURISDIZIONE CAPITOLO XXVI IL RIPARTO DI GIURISDIZIONE 1. Inquadramento del problema della giurisdizione 2. Evoluzione storica dei criteri di riparto della giurisdizione e quadro normativo di riferimento 2.1 La legge

Dettagli

Il tema principale che giustifica il provvedimento che quest oggi ci. occupa verte sulla possibilità di confusione fra le denominazioni di due

Il tema principale che giustifica il provvedimento che quest oggi ci. occupa verte sulla possibilità di confusione fra le denominazioni di due Il tema principale che giustifica il provvedimento che quest oggi ci occupa verte sulla possibilità di confusione fra le denominazioni di due società, regolamentata dell art. 2564 c.c., che prevede l integrazione

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa generale del manuale... Premessa al I volume... Collaboratori... PARTE PRIMA NOZIONI GENERALI

INDICE SOMMARIO. Premessa generale del manuale... Premessa al I volume... Collaboratori... PARTE PRIMA NOZIONI GENERALI INDICE SOMMARIO Premessa generale del manuale... Premessa al I volume... Collaboratori... IX XI XIX PARTE PRIMA NOZIONI GENERALI CAPITOLO I Le situazioni giuridiche. Gli strumenti di tutela 1. Il diritto

Dettagli

Giuseppina Anatriello Matteo Allegro Tavole di Calcolo con GeoGebra

Giuseppina Anatriello Matteo Allegro Tavole di Calcolo con GeoGebra A01 Giuseppina Anatriello Matteo Allegro Tavole di Calcolo con GeoGebra Copyright MMXIV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Quarto Negroni,15 00040Ariccia (RM)

Dettagli