DOCUMENTAZIONE TECNICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOCUMENTAZIONE TECNICA"

Transcript

1 DOCUMENTAZIONE TECNICA Standard HL7 Order Entry SPECIFICHE DEI MESSAGGI Redazione: Zanella Gianpaolo Data: 24/02/2010 Archivio : H:\Area_SWSanitari\Progetti\ Standard HL7\[DOCUMENTAZIONE GPI\Order Entry\GPI][HL7][v-2.3] Specifiche Order Entry.doc STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE Data Versione Autore Note 21/10/ Zanella Gianpaolo Unificazione documenti order entry 04/12/ Zanella Gianpaolo Estensione documento per trasmissione prenotazioni CUP 29/01/ Zanella Gianpaolo Estensione documento per integrazione laboratorio 24/02/ Zanella Gianpaolo Estensione documento per trasmissione prenotazioni CUP SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 1 di 28

2 DETTAGLIO REVISIONI DOCUMENTO Versione Descrizione delle modifiche 2.0 Revisione e unificazione delle precedenti versioni del documento 2.1 Aggiunta informazioni per gestione messaggi OMG^O19: definizione PV1-5; aggiunto dettaglio in ORC-9; aggiunto dettaglio in ORC-12; adeguato campo OBR-46. Tabelle di riferimento: aggiunta HL7 table 0203; aggiunta User-defined table 0363; aggiunti nuovi coding system in HL7 Table Aggiunta struttura OML^O21 e relative informazioni collegate: aggiunto segmento OBX; aggiunto segmento SPM. Aggiunta struttura ORL^O Aggiunta passaggio codice ricetta nel campo OBR-18 SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 2 di 28

3 INDICE DEGLI ARGOMENTI CONTENUTO DEL DOCUMENTO...4 MODALITÀ DI COMUNICAZIONE...5 EVENTI GESTITI...6 STRUTTURA MESSAGGI...9 STRUTTURA SEGMENTI...14 TABELLE DI RIFERIMENTO...25 SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 3 di 28

4 CONTENUTO DEL DOCUMENTO Il presente documento riporta gli elementi di analisi inerenti l integrazione tra sistema dipartimentali esterni e il middleware HL7-Manager mediante utilizzo di messaggi HL7 in base alle specifiche HL7. Tale documento descrive esclusivamente la sintassi dei messaggi gestiti, per consultare i contesti di applicazione dei vari messaggi fare riferimento al documento GPI sulle transazioni. 1.1Documentazione e riferimenti HL7 v 2.5 Standards IHE Laboratory Technical Framework Revision 2.1 IHE Radiology Technical Framework Revision 8.0 Localizzazione Italiana per i Domini di OrderEntry e Scheduling (DRAFT) 1.2Definizioni Order placer: Order filler: Message: Segment: Data field: Delimiters: l applicazione che origina un messaggio HL7. l applicazione che elabora o che risponde ad un messaggio HL7. unità atomica di dati trasferiti fra due sistemi. E composto da un gruppo di segmenti posti in una determinata sequenza. Ogni messaggio è definito da un tipo che ne determina lo scopo. Ad esempio il messaggio SIU è usato per trasmettere schedulazioni. raggruppamento logico di data fields. I segmenti possono essere obbligatori o facoltativi. Possono apparire in modo ripetuto o essere unici. Ogni segmento è identificato da un codice a tre caratteri. un campo è una stringa di caratteri. Il valore nullo è diverso dall omissione del campo (non presente). I campi hanno una posizione predefinita all interno del segmento. I campi sono separati da un carattere delimitatore e possono avere lunghezza variabile nonostante sia definita una lunghezza massima raccomandata. I campi possono essere obbligatori (R), facoltativi (O), da valorizzare se si desidera compatibilità con versioni precedenti (B) dipende (C). Il carattere che termina un segmento deve essere sempre CR (in ASCII, esadecimale 0D). Gli altri delimitatori sono definiti nel segmento di intestazione (MSH). Delimitatore di campo nel 4 carattere e gli altri come definito nel primo campo dopo il segmento ID. In mancanza di altre considerazioni HL7 raccomanda l utilizzo dei caratteri presenti in tabella. Esempio: MSH ^~\& <cr> L applicazione ricevente dovrà utilizzare i caratteri delimitatori presenti nel segmento di intestazione. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 4 di 28

5 Delimiter Segment Terminator Suggested Value <cr> hex 0D Encoding Character Position Usage - Terminates a segment record. This value cannot be changed by implementors. Field Separator - Separates two adjacent data fields within a segment. It also separates the segment ID from the first data field in each segment. Component Separator ^ 1 Separates adjacent components of data fields where allowed. Repetition Separator ~ 2 Separates multiple occurrences of a field where allowed. Escape Character \ 3 Escape character for use with any field represented by an ST, TX or FT data type, or for use with the data (fourth) component of the ED data type If no escape characters are used in a message, this character may be omitted. However, it must be present if subcomponents are used in the message. Subcomponent Separator & 4 Separates adjacent subcomponents of data fields where allowed. If there are no subcomponents, this character may be omitted. Modalità di comunicazione Lo scambio dati avverrà attraverso canale di comunicazione socket con protocollo TCP/IP su porte appositamente concordate. Sul server sarà attivo un servizio HL7 costituito da: 1) listener in grado di interpretare i messaggi in arrivo e di fornire il necessario acknowledge. 2) processo in grado di inviare in modo controllato le notifiche di variazioni anagrafiche e le richieste di esami diagnostici. Il sistema gestirà opportunamente l acknowledge o la condizione di errore garantendo l invio successivo del messaggio o la notifica dell eventuale anomalia in apposito log. Il servizio utilizzerà un apposita tabella di configurazione in cui saranno censiti i sistemi destinatari dei messaggi con indirizzo del server di riferimento, porta di comunicazione e versione HL7 in uso per quel sistema. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 5 di 28

6 Eventi Gestiti Gli eventi di order entry gestiti dal middleware HL7Manager sono i seguenti: EVENT DESCRIPTION NOTE CHAPTER HL7 ORM^O01 General order message Messaggio per una Ordine di Radiologia ORR^O02 General order response message response to any ORM Risposta Applicativa all ORM OMG^O19 General clinical order message Messaggio per Ordine Clinico Generico OML^O21 Laboratory order message Messaggio per Ordine di Laboratorio ORL^O22 General laboratory order response message to any OML Risposta applicativa all'oml Evento ORM^O01 Il messaggio O01 viene utilizzato per trasmettere tutte le informazioni relative ad ordini radiologici. Tale messaggio è utilizzato per inoltrare nuove richieste, modificarle o cancellarle e per gestire l'avanzamento dello stato di lavorazione. La struttura semplificata di questo messaggio è la seguente: Segmento MSH Message Header [ PID ] Dati anagrafici assistito [ PV1 ] Dati relativi alla visita Descrizione { Blocco di segmenti relativi ad ogni prestazione presente all'interno dell'ordine } ORC Utilizzato per trasmettere dati che risultano comuni per uno o più ordini. [ OBR ] Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. [ { OBX } ] Utilizzato per trasmettere dati complementari, quali peso ed altezza, necessari la per valutazione dei risultati. 1.4 Evento ORR^O02 Il messaggio O02 viene utilizzato per estendere il paradigma degli acknowledge, restituendo contestualmente alla valutazione generica di un ordine (del tipo accettato / rifiutato), anche informazioni relative alle prestazioni. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 6 di 28

7 Ad esempio possono essere specificate quali prestazioni sono effettivamente accettate e quali no, informazioni necessarie per stampa di codici a barre generati dal dipartimentale o la data di prevista refertazione. La struttura semplificata di questo messaggio è la seguente: Segmento MSH MSA [{ERR}] Message Header Message Acknowledgment Error Descrizione [ Blocco opzionale di estensione dell'acknowledge ] [ PID ] Dati anagrafici assistito { Blocco di segmenti relativi ad ogni prestazione presente all'interno dell'ordine } ORC Utilizzato per trasmettere dati che risultano comuni per uno o più ordini. [ OBR ] Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. 1.5 Evento OMG^O19 Il messaggio O19 viene utilizzato per trasmettere tutte le informazioni relative ad ordini generici, ovvero senza definire informazioni particolari di dominio. Tale messaggio è utilizzato per inoltrare nuove richieste o cancellazioni da parte del CUP verso ambulatori o dipartimentali. La struttura semplificata di questo messaggio è la seguente: Segmento MSH MSA [{ERR}] Message Header Message Acknowledgment Error Descrizione [ Blocco opzionale di estensione dell'acknowledge ] [ PID ] Dati anagrafici assistito { Blocco di segmenti relativi ad ogni prestazione presente all'interno dell'ordine } ORC Utilizzato per trasmettere dati che risultano comuni per uno o più ordini. [ { TQ1 } ] Contiene i riferimenti di tempo, quantità e priorità dell'ordine. OBR Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 7 di 28

8 1.6 Evento OML^O21 Il messaggio O21 viene utilizzato per trasmettere tutte le informazioni relative ad ordini di laboratorio o di anatomia patologica. Tale messaggio è utilizzato per inoltrare nuove richieste, modificarle o cancellarle e per gestire l'avanzamento dello stato di lavorazione. La struttura semplificata di questo messaggio è la seguente: Segmento MSH PID Message Header Dati anagrafici assistito [ PV1 ] Dati relativi alla visita Descrizione { Blocco di segmenti relativi ad ogni prestazione presente all'interno dell'ordine } ORC [ { TQ1 } ] Utilizzato per trasmettere dati che risultano comuni per uno o più ordini. [ Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. ] OBR [ { NTE } ] [ { } ] SPM Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. Contiene le informazioni relative al campione. [ { OBX } ] Utilizzato per trasmettere dati complementari, quali peso ed altezza, necessari la per valutazione dei risultati. 1.7 Evento ORL^O22 Il messaggio O22 viene utilizzato per estendere il paradigma degli acknowledge, restituendo contestualmente alla valutazione generica di un ordine (del tipo accettato / rifiutato), anche informazioni relative alle prestazioni. Ad esempio possono essere specificate quali prestazioni sono effettivamente accettate e quali no, informazioni necessarie per stampa di codici a barre generati dal dipartimentale o la data di prevista refertazione. La struttura semplificata di questo messaggio è la seguente: Segmento Descrizione MSH Message Header MSA Message Acknowledgment [{ERR}] Error [ Blocco opzionale di estensione dell'acknowledge SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 8 di 28

9 ] Segmento PID Dati anagrafici assistito Standard HL7 Specifiche Order Entry Descrizione { Blocco di segmenti relativi ad ogni prestazione presente all'interno dell'ordine } ORC [ ] OBR Utilizzato per trasmettere dati che risultano comuni per uno o più ordini. Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. [ { SPM } ] Contiene le informazioni relative al campione. Struttura messaggi Di seguito viene presentata la struttura completa dei messaggi gestiti. Struttura completa ORM^O01 ORM^O01 General Order Message Chapter HL7 Utilizzato MSH Message Header x [ { NTE } ] Notes and Comments (for the Headed) x [ --- PATIENT begin PID Patient Identification x [ PD1 ] Additional Demographics [ { NTE } ] Notes and Comments (for Patient ID) [ --- PATIENT_VISIT begin PV1 Patient Visit x [ PV2 ] Patient Visit - Additional Info x ] --- PATIENT_VISIT end [{ --- INSURANCE begin IN1 Insurance [ IN2 ] Insurance Additional Info [ IN3 ] Insurance Add'l Info Cert. }] --- INSURANCE end [ GT1 ] Guarantor [{ AL1 }] Allergy Information SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 9 di 28

10 ORM^O01 General Order Message Chapter HL7 Utilizzato ] --- PATIENT end { --- ORDER begin ORC Common Order x [ --- ORDER_DETAIL begin <OBR Order Detail Segment OBR, etc x RQD RQ1 RXO ODS ODT> [{ NTE }] Notes and Comments (for Detail) [ CTD ] Contact Data [{ DG1 }] Diagnosis [{ --- OBSERVATION begin OBX Observation/Result x [{ NTE }] Notes and Comments (for Results) }] --- OBSERVATION end ] --- ORDER_DETAIL end [{ FT1 }] Financial Transaction [{ CTI }] Clinical Trial Identification [ BLG ] Billing Segment } --- ORDER end Struttura completa ORM^O19 ORM^O19 General Clinical Order Message Chapter HL7 Utilizzato MSH Message Header x [ { NTE } ] Notes and Comments (for the Headed) x [ --- PATIENT begin PID Patient Identification x [ PD1 ] Additional Demographics [ { NTE } ] Notes and Comments (for Patient ID) SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 10 di 28

11 ORM^O19 General Clinical Order Message Chapter HL7 Utilizzato [ { NK1 } ] Next of Kin/Associated Parties [ --- PATIENT_VISIT begin PV1 Patient Visit x [ PV2 ] Patient Visit - Additional Info x ] --- PATIENT_VISIT end [{ --- INSURANCE begin IN1 Insurance [ IN2 ] Insurance Additional Info [ IN3 ] Insurance Add'l Info Cert. }] --- INSURANCE end [ GT1 ] Guarantor [{ AL1 }] Allergy Information ] --- PATIENT end { --- ORDER begin ORC Common Order x [{ --- TIMING begin TQ1 Timing/Quantity x [{ TQ2 }] Timing/Quantity Order Sequence }] --- TIMING end OBR Observation x [{ NTE }] Notes and Comments (for Detail) [ CTD ] Contact Data [{ DG1 }] Diagnosis [{ --- OBSERVATION begin OBX Observation/Result x [{ NTE }] Notes and Comments (for Results) }] --- OBSERVATION end [{ --- SPECIMEN begin SPM Specimen [{ OBX }] Specimen [{ --- CONTAINER begin SAC Specimen Container [{ OBX }] bservation/result }] --- CONTAINER end }] --- SPECIMEN end PRIOR_RESULT (IGNORED) [{ FT1 }] Financial Transaction SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 11 di 28

12 ORM^O19 General Clinical Order Message Chapter HL7 Utilizzato [{ CTI }] Clinical Trial Identification [ BLG ] Billing Segment } --- ORDER end Struttura completa ORM^O21 OML^O21 Laboratory Order Message Chapter HL7 Utilizzato MSH Message Header x [ { STF } ] Software [ { NTE } ] Notes and Comments (for the Headed) x [ --- PATIENT begin PID Patient Identification x [ PD1 ] Additional Demographics [ { NTE } ] Notes and Comments (for Patient ID) [ { NK1 } ] Next of Kin/Associated Parties [ --- PATIENT_VISIT begin PV1 Patient Visit x [ PV2 ] Patient Visit - Additional Info x ] --- PATIENT_VISIT end [{ --- INSURANCE begin IN1 Insurance [ IN2 ] Insurance Additional Info [ IN3 ] Insurance Add'l Info Cert. }] --- INSURANCE end [ GT1 ] Guarantor [{ AL1 }] Allergy Information ] --- PATIENT end { --- ORDER begin ORC Common Order x [{ --- TIMING begin TQ1 Timing/Quantity x [{ TQ2 }] Timing/Quantity Order Sequence }] --- TIMING end [ --- OBSERVATION_REQUEST begin SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 12 di 28

13 OML^O21 Laboratory Order Message Chapter HL7 Utilizzato OBR Observation x [ TCD ] Test Code Details [{ NTE }] Notes and Comments (for Detail) [ CTD ] Contact Data [{ DG1 }] Diagnosis [{ --- OBSERVATION begin OBX Observation/Result [ TCD ] Test Code Detail [ { NTE } ] Notes and Comments (for Results) }] --- OBSERVATION end [{ --- SPECIMEN begin SPM Specimen x [ { OBX } ] Observation/Result x [{ --- CONTAINER begin SAC Specimen Container [ { OBX } ] Observation/Result }] --- CONTAINER end }] --- SPECIMEN end PRIOR_RESULT (IGNORED) [ { FT1 } ] Financial Transaction [ { CTI } ] Clinical Trial Identification [ BLG ] Billing Segment } --- ORDER end SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 13 di 28

14 Struttura segmenti Nota sulle tabelle dei segmenti Le tabelle che rappresentano la struttura dei messaggi contengono la seguente classe di informazioni: SEQ: numero di sequenza, ovvero la posizione del campo all'interno del messaggio considerato; LEN: lunghezza massima del campo; DT: Datatype del campo, che descrive quali informazioni contiene al suo interno; OPT: indica se il campo è obbligatorio (R - required) o opzionale (O - optional) all'interno del messaggio; TBL: indica la tabella di riferimento per i valori che può assumere un campo, se si tratta di un dato tabellato; ELEMENT NAME: descrizione del contenuto del campo; VALORE: contenuto atteso del campo. MSH - Message Header (obbligatorio) Segmento di testata del messaggio, contiene le informazioni generali del messaggio (mittente, destinatario tipo di messaggio). SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 1 ST R Field Separator 2 4 ST R Encoding Characters ^~\& HD R 0361 Sending Application <sistema inviante> HD R 0362 Sending Facility <azienda inviante> HD R 0361 Receiving Application <sistema ricevente> HD R 0362 Receiving Facility <azienda ricevente> 7 26 TS R Date/Time Of Message <yyyymmddhhmmss> 9 15 MSG R Message Type ORM^O01^ORM_O ST R Message Control ID <id univoco del messaggio> 11 3 PT R Processing ID P VID R Version ID 2.5 NTE Notes And Comment Segment SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 4 SI O Set ID - NTE 2 8 ID O 0105 Source of Comment FT O Comment CE O 0364 Comment Type SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 14 di 28

15 NTE-1 Set ID NTE (SI) Standard HL7 Specifiche Order Entry Questo campo contiene il numero progressivo della nota. NTE-2 Source of Comment (ID) Questo campo identifica la sorgente del commento. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0105]. NTE-3 Comment (FT) Questo campo contiene il testo della nota. NTE-4 Comment Type (CE) Questo campo identifica la tipologia della nota. I fields da considerare sono i seguenti: CE.1 (identifier): contiene il codice della tipologia del commento. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [User-defined table 0364]; CE.2 (text): contiene la descrizione della tipologia del commento; CE.3 (name of coding system): nome del sistema di codifica utilizzato. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 Table 0396]. PID - Patient Identification Segment Contiene i dati anagrafici del paziente. Per la specifica fare riferimento al documento di Patient Administration. PV1 - Patient Visit Segment Contiene i dati della visita. Per la specifica fare riferimento al documento relativo all'allineamento anagrafico. Campi in evidenza di particolare interesse per l'order entry: SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 4 SI O Set ID - PV1 Progressivo segmento 2 1 IS R 0004 Patient Class Classificazione paziente 3 80 PL O Assigned Patient Location Reparto di ricovero XCN O Y 0010 Referring Doctor Medico richiedente PL O Temporary Location Reparto d'appoggio CX O Visit Number Identificativo visita 51 1 IS O 0326 Visit Indiricator Indica se i dati si riferiscono alla visita o al paziente (fisso a 'V') Per la lista completa dei campi di questo segmento fare riferimento al documento di Patient Administration. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 15 di 28

16 PV2 - Patient Visit Additional Information Segment Standard HL7 Specifiche Order Entry Contiene i dati aggiuntivi della visita. Per la specifica fare riferimento al documento di Patient Administration. ORC Common Order Segment Il segmento ORC contiene le informazioni generali relative all appuntamento che viene fissato. SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 2 ID R 0119 Order Control <tipo evento relativo all'esame> 2 22 EI C Placer Order Number <codice progressivo esame placer> 3 22 EI C Filler Order Number <codice richiesta filler> 4 22 EI O Placer Group Number <codice richiesta placer> 5 2 ID O 0038 Order Status <stato dell'esame> TQ B Y Quantity/Timing <urgenza, data prenotazione> 9 26 TS O Date/Time of Transaction <data della richiesta> XCN O Y Entered By <utente ultima modifica> XCN O Y Ordering Provider <medico richiedente> CE O Entering Device <terminale inserimento richiesta> XON O Y Ordering Facility Name <struttura richiedente> TS O Filler's Expected Availability Date/Time <data risultati da filler> ORC-1 Order Control (ID) Il campo Order Control definisce l'azione da fare per ogni esame presente all'interno dell'ordine. In particolare, questo campo può comunicare l'aggiunta di una nuova prestazione, il cambio dello stato di lavorazione o la cancellazione. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0119]. ORC-2 Placer Order Number (EI) Contiene il numero identificativo univoco della richiesta di un esame fatta dall'applicazione placer. Nel caso specifico è composto dal codice della richiesta GPI + progressivo su due cifre. ORC-3 Filler Order Number (EI) Contiene il numero univoco della richiesta assegnato dal filler, al momento della ricezione dell'ordine. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 16 di 28

17 ORC-4 Placer Group Number (EI) Standard HL7 Specifiche Order Entry Contiene il numero della richiesta generata all'interno degli applicativi GPI (in funzione di Placer). ORC-5 Order Status (ID) Campo valorizzato dal dipartimentale (in funzione di Placer), per comunicare lo stato attuale delle prestazioni all'interno dell'ordine. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0038]. Attenzione che la notifica di cambio stato può essere definita un informazione composta. Infatti, affinché questa informazione venga letta, il campo ORC-1 (Order Control) deve essere valorizzato a SC. Inoltre, lo stato CM (Completed) può essere esteso con la valorizzazione del campo ORC-25 (Result Status), per indicare la refertazione di una prestazione. ORC-7 Quantity/Timing (TQ) (Deprecato) Questo campo è deprecato, e deve essere utilizzato solo nei messaggi che non contengono il segmento TQ1 (come ad esempio il messaggio ORM^O01). Nel caso di messaggi O01 sono valorizzati i seguenti fields: TQ.1 (quantity): contiene la quantità dell'esame, ad esempio in termini di ripetizioni. Tendenzialmente è valorizzato ad 1; TQ.4 (start date/time): contiene la data e l'ora di prenotazione della richiesta; TQ.6 (priority): contiene il livello di priorità dell'esame. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [User-defined table 0485]. ORC-9 Date/Time of Transaction (TS) Questo campo contiene la data o l'ora della richiesta da parte del placer. Nel caso di trasmissione di prenotazioni, contiene la data della ricetta. ORC-10 Entered By (XCN) Questo campo contiene il codice dell'ultimo utente che ha modificato la richiesta, preceduto dal prefisso GPI, all'interno del field XCN.1 (idnumber). ORC-12 Ordering Provider (XCN) Questo campo contiene le informazioni della persona responsabile della richiesta (ad esempio il medico richiedente o il medico prescrittore). Sono valorizzati i seguenti fields: XCN.1 (idnumber): contiene l'identificato del richiedente (ad esempio la matricola del medico); XCN.2 (family name): contiene il cognome del richiedente; XCN.3 (given name): contiene il nome del richiedente. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 17 di 28

18 Nota: il campo ORC-12 ha lo stesso significato del campo ORC-16 (ordering provider). Se tale informazione non è presente nell'orc-12 deve essere riportata nell'orc-16, ad esempio per i messaggi come gli ORU dove il segmento ORC non è obbligatorio. ORC-18 Entering Device (CE) Questo campo può indicare il device utilizzato per inserire la richiesta, o più in generale dare informazioni relative alla location. ORC-21 Ordering Facility Name (XON) Questo campo contiene i dati della struttura richiedente, all'interno dei seguenti fields: XON.1 (organization name): contiene la descrizione della struttura richiedente; XON.7 (identifier type code): deve contenere il codice FI (Facility ID); XON.10 (organization identifier): contiene il codice della struttura richiedente. ORC-27 Filler Expected Availability Date/Time (TS) Questo campo contiene la data nella quale l applicazione che riveste il ruolo di filler si aspetta che la prestazione sia disponibile; indica ad esempio quando ci si aspetta che sia disponibile un risultato. TQ1 Timing / Quantity Segment Il segmento TQ1 contiene informazioni relative al tempo, alle quantità e alle priorità. SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 4 SI O Set ID TQ1 <numero di sequenza> 2 20 CQ O Quantity <quantità> 7 26 TS O Start date / time <data> CWE O Y 0485 Priority <codice priorità> SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 18 di 28

19 OBR Observation Request Segment Il segmento OBR viene usato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 4 SI O Set ID OBR <numero di sequenza> 2 22 EI C Placer Order Number <codice progressivo esame placer> 3 22 EI C Filler Order Number <codice richiesta filler> CE R Universal Service Identifier <codice richiesta placer> 6 26 TS B Requested Date/Time <data richiesta> ST O Relevant Clinical Information <quesito clinico> XCN O Y Ordering Provider <medico richiedente> ST O Placer Field ST O Placer Field ST O Filler Field ST O Filler Field ID O 0074 Diagnostic Serv Sect ID <codice ambulatorio erogante> 25 1 ID C 0123 Result Status + <stato dei risultati> TQ B Y Quantity/Timing <data richiesta> ID O 0124 Transportation Mode <modalità trasporto paziente> TS O Scheduled Date/Time + <data e ora schedulazione appuntamento> CE O Y 0411 Placer Supplemental Service Information CE O Y 0411 Filler Supplemental Service Information OBR-1 Set ID OBR (SI) Il presente campo indica il valore progressivo del segmento all interno della transazione. OBR-2 Placer Order Number (EI) Questo campo contiene la stessa informazione del campo ORC-2. Per ulteriori dettagli fare riferimento al paragrafo [ORC-2 Placer Order Number]. OBR-3 Filler Order Number (EI) Questo campo contiene la stessa informazione del campo ORC-3. Per ulteriori dettagli fare riferimento al paragrafo [ORC-3 Filler Order Number]. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 19 di 28

20 OBR-4 Universal Service Identifier (CE) Questo campo contiene il codice dell'esame richiesto all'interno dell'ordine. I fields da considerare sono i seguenti: CE.1 (identifier): contiene il codice dell'esame; CE.2 (text): contiene la descrizione dell'esame; CE.3 (name of coding system): nome del sistema di codifica utilizzato. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 Table 0396]. OBR-6 Requested Date/Time (TS) (Deprecato) Questo campo è mantenuto solo per garantire la compatibilità con le precedenti versioni. Fare riferimento al campo OBR-27, o la segmento TQ1 qualora sia previsto. OBR-13 Relevant Clinical Information (ST) Questo campo può contenere dati clinici (in formato testuale), quali: quesito clinico; sospetto diagnostico; indicazioni terapeutiche; informazioni utili alla esecuzione della prestazione richiesta. OBR-16 Ordering Provider (XCN) Questo campo contiene la stessa informazione del campo ORC-12. Per ulteriori dettagli fare riferimento al paragrafo [ORC-12 Ordering Provider]. OBR-18 Placer Field 1 (ST) E un campo di testo libero che il placer può inviare al filler utile per trasmettere informazioni non già previste negli altri campi. Nel caso di passaggio di prenotazioni, questo campo può contenere il numero della ricetta. OBR-19 Placer Field 2 (ST) E un campo di testo libero che il placer può inviare al filler utile per trasmettere informazioni non già previste negli altri campi. Questo campo contiene la struttura destinataria, ossia quella di esecuzione della prestazione. OBR-20 Filler Field 1 (ST) E un campo di testo libero che il filler può inviare al placer utile per trasmettere informazioni non già previste negli altri campi. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 20 di 28

21 OBR-21 Filler Field 2 (ST) Standard HL7 Specifiche Order Entry E un campo di testo libero che il filler può inviare al placer utile per trasmettere informazioni non già previste negli altri campi. Questo campo contiene la struttura destinataria, ossia quella di esecuzione della prestazione. Questa informazione viene popolata dal filler, quindi può essere utilizzata come conferma o modifica del luogo di esecuzione nei confronti di quanto proposto dal placer. OBR-25 Result Status (ID) Campo utilizzato in concomitanza con l ORC-5 (Order Status). Può essere utilizzato, ad esempio, per comunicare lo stato di refertazione relativo ad un ordine completato. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0123]. OBR-27 Quantity/Timing (TQ) (Deprecato) Questo campo contiene la stessa informazione del campo ORC-7. Per ulteriori dettagli fare riferimento al paragrafo [ORC-7 Quantity/Timing (TQ) (Deprecato)]. OBR-30 Transportation Mode (ID) Questo campo identifica la modalità di trasporto del paziente. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0124]. OBR-36 Scheduled Date/Time (TS) Contiene la data e ora programmata per l appuntamento. Il campo viene valorizzato dall order filler per informare l order placer della data e ora dell appuntamento. OBR-46 Placer Supplemental Service Information (CE) E un campo codificabile che il placer può inviare al filler, utile per trasmettere informazioni strutturate non già previste negli altri campi. Questo campo può essere riempito, per esempio, con il dettaglio relativo alla zona / sede di prelievo del campione nel caso di richieste di laboratorio. I fields da considerare sono i seguenti: CE.1 (identifier): contiene il codice dell'informazione da trasmmettere (ad esempio relativo alla zona/sede di prelievo). Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [User-defined table 0411]; CE.2 (text): contiene la descrizione dell'informazione; CE.3 (name of coding system): nome del sistema di codifica utilizzato. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 Table 0396]. I coding system che possono essere utilizzati sono i seguenti: 99GPIZONAPRE: Zone di prelievo; 99GPIDESTINAT: Codice ambulatorio o servizio diagnostico di destinazione;ss 99GPITIMESLOT: Codice del timeslot di prenotazione; SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 21 di 28

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 5

Basi di Dati. S Q L Lezione 5 Basi di Dati S Q L Lezione 5 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Gestione eventi Gestione dei privilegi Query Complesse 2 Esercizio 9 (lezione 4) Indicare nome e cognome, spesa e reddito annuali

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

Inter Process Communication. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese

Inter Process Communication. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Inter Process Communication Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Introduzione Più processi o thread Concorrono alla relaizzazione di una funzione applicativa Devono poter realizzare Sincronizzazione

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Specifiche API. Gestione utenti multipli

Specifiche API. Gestione utenti multipli Specifiche API Gestione utenti multipli v1.3.73 Last update: Ludovico 28/12/2009 Sommario Descrizione del servizio... 3 Come diventare partner... 3 Modalità di accesso al servizio con gestione utenti multipli...

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN per Expert NANO 2ZN Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie Expert NANO 2ZN Nome documento: MODBUS-RTU_NANO_2ZN_01-12_ITA Software installato: NANO_2ZN.hex

Dettagli

Middleware Laboratory. Dai sistemi concorrenti ai sistemi distribuiti

Middleware Laboratory. Dai sistemi concorrenti ai sistemi distribuiti Dai sistemi concorrenti ai sistemi distribuiti Problemi nei sistemi concorrenti e distribuiti I sistemi concorrenti e distribuiti hanno in comune l ovvio problema di coordinare le varie attività dei differenti

Dettagli

Documentazione tecnica

Documentazione tecnica Documentazione tecnica Come spedire via Post 1.1) Invio di Loghi operatore 1.2) Invio delle Suonerie (ringtone) 1.3) Invio di SMS con testo in formato UNICODE UCS-2 1.4) Invio di SMS multipli 1.5) Simulazione

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Manipolazione di testi: espressioni regolari

Manipolazione di testi: espressioni regolari Manipolazione di testi: espressioni regolari Un meccanismo per specificare un pattern, che, di fatto, è la rappresentazione sintetica di un insieme (eventualmente infinito) di stringhe: il pattern viene

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Tracciato Import-Export CareStudio 2.0

Tracciato Import-Export CareStudio 2.0 Il seguente documento definisce i contenuti ed il formato delle informazioni importabili ed esportabili del sistema. Per ciascuna tipologia di informazione è previsto un file di testo codificato secondo

Dettagli

Ultimo aggiornamento sett13

Ultimo aggiornamento sett13 Ultimo aggiornamento sett13 INDICE 1. Invio singolo SMS tramite richiesta POST/GET HTTP...3 1.1 - Messaggi singoli concatenati...4 2. Invio multiplo SMS tramite richiesta POST/GET HTTP...4 2.1 - Messaggi

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 ALLEGATO A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 per i redditi di lavoro dipendente/assimilati e di lavoro autonomo/provvigioni e diversi Specifiche tecniche

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE

Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE 1.1 CARATTERISTICHE DEL SUPPORTO IMMODIFICABILE E SUO FILE-SYSTEM... 2 1.2 SICUREZZA

Dettagli

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it SmsMobile.it Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it Istruzioni Backoffice Post get http VERSION 2.1 Smsmobile by Cinevision srl Via Paisiello 15/ a 70015 Noci ( Bari ) tel.080 497 30 66

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure.

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. TRADUZIONE A CURA DI ASSUNTA ARTE E ROCCO CAIVANO Prima versione dell IFLA 1954 Revisioni principali

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Fattura elettronica Vs Pa

Fattura elettronica Vs Pa Fattura elettronica Vs Pa Manuale Utente A cura di : VERS. 528 DEL 30/05/2014 11:10:00 (T. MICELI) Assist. Clienti Ft. El. Vs Pa SOMMARIO pag. I Sommario NORMATIVA... 1 Il formato della FatturaPA... 1

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO Poste ALL. 15 Informazioni relative a FDA (Food and Drug Administration) FDA: e un ente che regolamenta, esamina, e autorizza l importazione negli Stati Uniti d America d articoli che possono avere effetti

Dettagli

INVIO SMS CON CHIAMATA DIRETTA ALLO SCRIPT

INVIO SMS CON CHIAMATA DIRETTA ALLO SCRIPT INVIO SMS CON CHIAMATA DIRETTA ALLO SCRIPT La chiamata diretta allo script può essere effettuata in modo GET o POST. Il metodo POST è il più sicuro dal punto di vista della sicurezza. Invio sms a un numero

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

Nome del concorrente - Competitor's name :...

Nome del concorrente - Competitor's name :... MODULO DI RICHIESTA DI MATERIALE SUPPLEMENTARE ADDITIONAL MATERIAL ORDER FORM Il materiale e i documenti compresi nella tassa di iscrizione sono elencati nell'appendice VI del 2015 FIA WRC Sporting Regulations

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Tutti i diritti riservati Copyright GS1 Italy Indicod-Ecr 2012 1

Tutti i diritti riservati Copyright GS1 Italy Indicod-Ecr 2012 1 a Documento Condiviso per la Tracciabilità e la Rintracciabilità: Regolamento UE n 931/2011 Giugno 2012 1 Indice Executive summary... 3 Introduzione... 4 I processi coinvolti dalla tracciabilità di filiera

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import dati Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+...

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+... Setup delle ConnessioniTCP Una connessione TCP viene instaurata con le seguenti fasi, che formano il Three-Way Handshake (perchè formato da almeno 3 pacchetti trasmessi): 1) il server si predispone ad

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE, L INOLTRO E LA GESTIONE DELLE SEGNALAZIONI INCONVENIENTI RELATIVE ALLE VARIANTI DEL PROGRAMMA NH-90

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE, L INOLTRO E LA GESTIONE DELLE SEGNALAZIONI INCONVENIENTI RELATIVE ALLE VARIANTI DEL PROGRAMMA NH-90 MINISTERO DELLA DIFESA Segretariato Generale della Difesa e Direzione Nazionale degli Armamenti Direzione degli Armamenti Aeronautici e per l Aeronavigabilità ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE, L INOLTRO

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione SEGNALAZIONE Segnalazione e sistemi di segnalazione Segnalazione Messaggi tra elementi di una rete a commutazione di circuito (apparecchi di utente e centrali o fra le varie centrali) che permettono la

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Pagina 1 di 48 INDICE 1 MODIFICHE DOCUMENTO...4 2 RIFERIMENTI...4 3 TERMINI E DEFINIZIONI...4

Dettagli

Il Ruolo del TSRM come Amministratore di Sistema II Modulo - Gestione dei Sistemi Informativi RIS/PACS

Il Ruolo del TSRM come Amministratore di Sistema II Modulo - Gestione dei Sistemi Informativi RIS/PACS GESIRAD Il Ruolo del TSRM come Amministratore di Sistema II Modulo - Gestione dei Sistemi Informativi RIS/PACS Copyright Siemens AG Healthcare Sector 2009. For internal use only. Roma, 8 marzo 2011 Pellegrini

Dettagli

Business Process Modeling and Notation e WebML

Business Process Modeling and Notation e WebML Business Process Modeling and Notation e WebML 24 Introduzione I Web Service e BPMN sono standard de facto per l interoperabilità in rete a servizio delle imprese moderne I Web Service sono utilizzati

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat with cap. 3015001 with cap. 3900001 with connector 3900200 with cable A richiesta disponibile la versione certifi- Version available on request 124

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon)

sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon) Sed & Awk Sed e Awk sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon) awk: linguaggio per l'elaborazione di modelli orientato ai campi (1977, Bell

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1 SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013 Versione 1.1 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 DEFINIZIONI 4 2. MODALITÀ DI EMISSIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica PHP: form, cookies, sessioni e mysql Pasqualetti Veronica Form HTML: sintassi dei form 2 Un form HTML è una finestra contenente vari elementi di controllo che consentono al visitatore di inserire informazioni.

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 Premessa. In questa nuova versione è stata modificata la risoluzione (dimensione) generale delle finestre. Per gli utenti che navigano nella modalità a Finestre, la dimensione

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN)

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) System Overview di Mattia Bargellini 1 CAPITOLO 1 1.1 Introduzione Il seguente progetto intende estendere

Dettagli

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico-

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- PREMESSA... 3 1. CARATTERISTICHE FISICHE DELLE TS-CNS... 3 1.1. Fronte TS-CNS

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli