DOCUMENTAZIONE TECNICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOCUMENTAZIONE TECNICA"

Transcript

1 DOCUMENTAZIONE TECNICA Standard HL7 Order Entry SPECIFICHE DEI MESSAGGI Redazione: Zanella Gianpaolo Data: 24/02/2010 Archivio : H:\Area_SWSanitari\Progetti\ Standard HL7\[DOCUMENTAZIONE GPI\Order Entry\GPI][HL7][v-2.3] Specifiche Order Entry.doc STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE Data Versione Autore Note 21/10/ Zanella Gianpaolo Unificazione documenti order entry 04/12/ Zanella Gianpaolo Estensione documento per trasmissione prenotazioni CUP 29/01/ Zanella Gianpaolo Estensione documento per integrazione laboratorio 24/02/ Zanella Gianpaolo Estensione documento per trasmissione prenotazioni CUP SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 1 di 28

2 DETTAGLIO REVISIONI DOCUMENTO Versione Descrizione delle modifiche 2.0 Revisione e unificazione delle precedenti versioni del documento 2.1 Aggiunta informazioni per gestione messaggi OMG^O19: definizione PV1-5; aggiunto dettaglio in ORC-9; aggiunto dettaglio in ORC-12; adeguato campo OBR-46. Tabelle di riferimento: aggiunta HL7 table 0203; aggiunta User-defined table 0363; aggiunti nuovi coding system in HL7 Table Aggiunta struttura OML^O21 e relative informazioni collegate: aggiunto segmento OBX; aggiunto segmento SPM. Aggiunta struttura ORL^O Aggiunta passaggio codice ricetta nel campo OBR-18 SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 2 di 28

3 INDICE DEGLI ARGOMENTI CONTENUTO DEL DOCUMENTO...4 MODALITÀ DI COMUNICAZIONE...5 EVENTI GESTITI...6 STRUTTURA MESSAGGI...9 STRUTTURA SEGMENTI...14 TABELLE DI RIFERIMENTO...25 SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 3 di 28

4 CONTENUTO DEL DOCUMENTO Il presente documento riporta gli elementi di analisi inerenti l integrazione tra sistema dipartimentali esterni e il middleware HL7-Manager mediante utilizzo di messaggi HL7 in base alle specifiche HL7. Tale documento descrive esclusivamente la sintassi dei messaggi gestiti, per consultare i contesti di applicazione dei vari messaggi fare riferimento al documento GPI sulle transazioni. 1.1Documentazione e riferimenti HL7 v 2.5 Standards IHE Laboratory Technical Framework Revision 2.1 IHE Radiology Technical Framework Revision 8.0 Localizzazione Italiana per i Domini di OrderEntry e Scheduling (DRAFT) 1.2Definizioni Order placer: Order filler: Message: Segment: Data field: Delimiters: l applicazione che origina un messaggio HL7. l applicazione che elabora o che risponde ad un messaggio HL7. unità atomica di dati trasferiti fra due sistemi. E composto da un gruppo di segmenti posti in una determinata sequenza. Ogni messaggio è definito da un tipo che ne determina lo scopo. Ad esempio il messaggio SIU è usato per trasmettere schedulazioni. raggruppamento logico di data fields. I segmenti possono essere obbligatori o facoltativi. Possono apparire in modo ripetuto o essere unici. Ogni segmento è identificato da un codice a tre caratteri. un campo è una stringa di caratteri. Il valore nullo è diverso dall omissione del campo (non presente). I campi hanno una posizione predefinita all interno del segmento. I campi sono separati da un carattere delimitatore e possono avere lunghezza variabile nonostante sia definita una lunghezza massima raccomandata. I campi possono essere obbligatori (R), facoltativi (O), da valorizzare se si desidera compatibilità con versioni precedenti (B) dipende (C). Il carattere che termina un segmento deve essere sempre CR (in ASCII, esadecimale 0D). Gli altri delimitatori sono definiti nel segmento di intestazione (MSH). Delimitatore di campo nel 4 carattere e gli altri come definito nel primo campo dopo il segmento ID. In mancanza di altre considerazioni HL7 raccomanda l utilizzo dei caratteri presenti in tabella. Esempio: MSH ^~\& <cr> L applicazione ricevente dovrà utilizzare i caratteri delimitatori presenti nel segmento di intestazione. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 4 di 28

5 Delimiter Segment Terminator Suggested Value <cr> hex 0D Encoding Character Position Usage - Terminates a segment record. This value cannot be changed by implementors. Field Separator - Separates two adjacent data fields within a segment. It also separates the segment ID from the first data field in each segment. Component Separator ^ 1 Separates adjacent components of data fields where allowed. Repetition Separator ~ 2 Separates multiple occurrences of a field where allowed. Escape Character \ 3 Escape character for use with any field represented by an ST, TX or FT data type, or for use with the data (fourth) component of the ED data type If no escape characters are used in a message, this character may be omitted. However, it must be present if subcomponents are used in the message. Subcomponent Separator & 4 Separates adjacent subcomponents of data fields where allowed. If there are no subcomponents, this character may be omitted. Modalità di comunicazione Lo scambio dati avverrà attraverso canale di comunicazione socket con protocollo TCP/IP su porte appositamente concordate. Sul server sarà attivo un servizio HL7 costituito da: 1) listener in grado di interpretare i messaggi in arrivo e di fornire il necessario acknowledge. 2) processo in grado di inviare in modo controllato le notifiche di variazioni anagrafiche e le richieste di esami diagnostici. Il sistema gestirà opportunamente l acknowledge o la condizione di errore garantendo l invio successivo del messaggio o la notifica dell eventuale anomalia in apposito log. Il servizio utilizzerà un apposita tabella di configurazione in cui saranno censiti i sistemi destinatari dei messaggi con indirizzo del server di riferimento, porta di comunicazione e versione HL7 in uso per quel sistema. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 5 di 28

6 Eventi Gestiti Gli eventi di order entry gestiti dal middleware HL7Manager sono i seguenti: EVENT DESCRIPTION NOTE CHAPTER HL7 ORM^O01 General order message Messaggio per una Ordine di Radiologia ORR^O02 General order response message response to any ORM Risposta Applicativa all ORM OMG^O19 General clinical order message Messaggio per Ordine Clinico Generico OML^O21 Laboratory order message Messaggio per Ordine di Laboratorio ORL^O22 General laboratory order response message to any OML Risposta applicativa all'oml Evento ORM^O01 Il messaggio O01 viene utilizzato per trasmettere tutte le informazioni relative ad ordini radiologici. Tale messaggio è utilizzato per inoltrare nuove richieste, modificarle o cancellarle e per gestire l'avanzamento dello stato di lavorazione. La struttura semplificata di questo messaggio è la seguente: Segmento MSH Message Header [ PID ] Dati anagrafici assistito [ PV1 ] Dati relativi alla visita Descrizione { Blocco di segmenti relativi ad ogni prestazione presente all'interno dell'ordine } ORC Utilizzato per trasmettere dati che risultano comuni per uno o più ordini. [ OBR ] Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. [ { OBX } ] Utilizzato per trasmettere dati complementari, quali peso ed altezza, necessari la per valutazione dei risultati. 1.4 Evento ORR^O02 Il messaggio O02 viene utilizzato per estendere il paradigma degli acknowledge, restituendo contestualmente alla valutazione generica di un ordine (del tipo accettato / rifiutato), anche informazioni relative alle prestazioni. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 6 di 28

7 Ad esempio possono essere specificate quali prestazioni sono effettivamente accettate e quali no, informazioni necessarie per stampa di codici a barre generati dal dipartimentale o la data di prevista refertazione. La struttura semplificata di questo messaggio è la seguente: Segmento MSH MSA [{ERR}] Message Header Message Acknowledgment Error Descrizione [ Blocco opzionale di estensione dell'acknowledge ] [ PID ] Dati anagrafici assistito { Blocco di segmenti relativi ad ogni prestazione presente all'interno dell'ordine } ORC Utilizzato per trasmettere dati che risultano comuni per uno o più ordini. [ OBR ] Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. 1.5 Evento OMG^O19 Il messaggio O19 viene utilizzato per trasmettere tutte le informazioni relative ad ordini generici, ovvero senza definire informazioni particolari di dominio. Tale messaggio è utilizzato per inoltrare nuove richieste o cancellazioni da parte del CUP verso ambulatori o dipartimentali. La struttura semplificata di questo messaggio è la seguente: Segmento MSH MSA [{ERR}] Message Header Message Acknowledgment Error Descrizione [ Blocco opzionale di estensione dell'acknowledge ] [ PID ] Dati anagrafici assistito { Blocco di segmenti relativi ad ogni prestazione presente all'interno dell'ordine } ORC Utilizzato per trasmettere dati che risultano comuni per uno o più ordini. [ { TQ1 } ] Contiene i riferimenti di tempo, quantità e priorità dell'ordine. OBR Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 7 di 28

8 1.6 Evento OML^O21 Il messaggio O21 viene utilizzato per trasmettere tutte le informazioni relative ad ordini di laboratorio o di anatomia patologica. Tale messaggio è utilizzato per inoltrare nuove richieste, modificarle o cancellarle e per gestire l'avanzamento dello stato di lavorazione. La struttura semplificata di questo messaggio è la seguente: Segmento MSH PID Message Header Dati anagrafici assistito [ PV1 ] Dati relativi alla visita Descrizione { Blocco di segmenti relativi ad ogni prestazione presente all'interno dell'ordine } ORC [ { TQ1 } ] Utilizzato per trasmettere dati che risultano comuni per uno o più ordini. [ Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. ] OBR [ { NTE } ] [ { } ] SPM Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. Contiene le informazioni relative al campione. [ { OBX } ] Utilizzato per trasmettere dati complementari, quali peso ed altezza, necessari la per valutazione dei risultati. 1.7 Evento ORL^O22 Il messaggio O22 viene utilizzato per estendere il paradigma degli acknowledge, restituendo contestualmente alla valutazione generica di un ordine (del tipo accettato / rifiutato), anche informazioni relative alle prestazioni. Ad esempio possono essere specificate quali prestazioni sono effettivamente accettate e quali no, informazioni necessarie per stampa di codici a barre generati dal dipartimentale o la data di prevista refertazione. La struttura semplificata di questo messaggio è la seguente: Segmento Descrizione MSH Message Header MSA Message Acknowledgment [{ERR}] Error [ Blocco opzionale di estensione dell'acknowledge SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 8 di 28

9 ] Segmento PID Dati anagrafici assistito Standard HL7 Specifiche Order Entry Descrizione { Blocco di segmenti relativi ad ogni prestazione presente all'interno dell'ordine } ORC [ ] OBR Utilizzato per trasmettere dati che risultano comuni per uno o più ordini. Utilizzato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. [ { SPM } ] Contiene le informazioni relative al campione. Struttura messaggi Di seguito viene presentata la struttura completa dei messaggi gestiti. Struttura completa ORM^O01 ORM^O01 General Order Message Chapter HL7 Utilizzato MSH Message Header x [ { NTE } ] Notes and Comments (for the Headed) x [ --- PATIENT begin PID Patient Identification x [ PD1 ] Additional Demographics [ { NTE } ] Notes and Comments (for Patient ID) [ --- PATIENT_VISIT begin PV1 Patient Visit x [ PV2 ] Patient Visit - Additional Info x ] --- PATIENT_VISIT end [{ --- INSURANCE begin IN1 Insurance [ IN2 ] Insurance Additional Info [ IN3 ] Insurance Add'l Info Cert. }] --- INSURANCE end [ GT1 ] Guarantor [{ AL1 }] Allergy Information SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 9 di 28

10 ORM^O01 General Order Message Chapter HL7 Utilizzato ] --- PATIENT end { --- ORDER begin ORC Common Order x [ --- ORDER_DETAIL begin <OBR Order Detail Segment OBR, etc x RQD RQ1 RXO ODS ODT> [{ NTE }] Notes and Comments (for Detail) [ CTD ] Contact Data [{ DG1 }] Diagnosis [{ --- OBSERVATION begin OBX Observation/Result x [{ NTE }] Notes and Comments (for Results) }] --- OBSERVATION end ] --- ORDER_DETAIL end [{ FT1 }] Financial Transaction [{ CTI }] Clinical Trial Identification [ BLG ] Billing Segment } --- ORDER end Struttura completa ORM^O19 ORM^O19 General Clinical Order Message Chapter HL7 Utilizzato MSH Message Header x [ { NTE } ] Notes and Comments (for the Headed) x [ --- PATIENT begin PID Patient Identification x [ PD1 ] Additional Demographics [ { NTE } ] Notes and Comments (for Patient ID) SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 10 di 28

11 ORM^O19 General Clinical Order Message Chapter HL7 Utilizzato [ { NK1 } ] Next of Kin/Associated Parties [ --- PATIENT_VISIT begin PV1 Patient Visit x [ PV2 ] Patient Visit - Additional Info x ] --- PATIENT_VISIT end [{ --- INSURANCE begin IN1 Insurance [ IN2 ] Insurance Additional Info [ IN3 ] Insurance Add'l Info Cert. }] --- INSURANCE end [ GT1 ] Guarantor [{ AL1 }] Allergy Information ] --- PATIENT end { --- ORDER begin ORC Common Order x [{ --- TIMING begin TQ1 Timing/Quantity x [{ TQ2 }] Timing/Quantity Order Sequence }] --- TIMING end OBR Observation x [{ NTE }] Notes and Comments (for Detail) [ CTD ] Contact Data [{ DG1 }] Diagnosis [{ --- OBSERVATION begin OBX Observation/Result x [{ NTE }] Notes and Comments (for Results) }] --- OBSERVATION end [{ --- SPECIMEN begin SPM Specimen [{ OBX }] Specimen [{ --- CONTAINER begin SAC Specimen Container [{ OBX }] bservation/result }] --- CONTAINER end }] --- SPECIMEN end PRIOR_RESULT (IGNORED) [{ FT1 }] Financial Transaction SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 11 di 28

12 ORM^O19 General Clinical Order Message Chapter HL7 Utilizzato [{ CTI }] Clinical Trial Identification [ BLG ] Billing Segment } --- ORDER end Struttura completa ORM^O21 OML^O21 Laboratory Order Message Chapter HL7 Utilizzato MSH Message Header x [ { STF } ] Software [ { NTE } ] Notes and Comments (for the Headed) x [ --- PATIENT begin PID Patient Identification x [ PD1 ] Additional Demographics [ { NTE } ] Notes and Comments (for Patient ID) [ { NK1 } ] Next of Kin/Associated Parties [ --- PATIENT_VISIT begin PV1 Patient Visit x [ PV2 ] Patient Visit - Additional Info x ] --- PATIENT_VISIT end [{ --- INSURANCE begin IN1 Insurance [ IN2 ] Insurance Additional Info [ IN3 ] Insurance Add'l Info Cert. }] --- INSURANCE end [ GT1 ] Guarantor [{ AL1 }] Allergy Information ] --- PATIENT end { --- ORDER begin ORC Common Order x [{ --- TIMING begin TQ1 Timing/Quantity x [{ TQ2 }] Timing/Quantity Order Sequence }] --- TIMING end [ --- OBSERVATION_REQUEST begin SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 12 di 28

13 OML^O21 Laboratory Order Message Chapter HL7 Utilizzato OBR Observation x [ TCD ] Test Code Details [{ NTE }] Notes and Comments (for Detail) [ CTD ] Contact Data [{ DG1 }] Diagnosis [{ --- OBSERVATION begin OBX Observation/Result [ TCD ] Test Code Detail [ { NTE } ] Notes and Comments (for Results) }] --- OBSERVATION end [{ --- SPECIMEN begin SPM Specimen x [ { OBX } ] Observation/Result x [{ --- CONTAINER begin SAC Specimen Container [ { OBX } ] Observation/Result }] --- CONTAINER end }] --- SPECIMEN end PRIOR_RESULT (IGNORED) [ { FT1 } ] Financial Transaction [ { CTI } ] Clinical Trial Identification [ BLG ] Billing Segment } --- ORDER end SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 13 di 28

14 Struttura segmenti Nota sulle tabelle dei segmenti Le tabelle che rappresentano la struttura dei messaggi contengono la seguente classe di informazioni: SEQ: numero di sequenza, ovvero la posizione del campo all'interno del messaggio considerato; LEN: lunghezza massima del campo; DT: Datatype del campo, che descrive quali informazioni contiene al suo interno; OPT: indica se il campo è obbligatorio (R - required) o opzionale (O - optional) all'interno del messaggio; TBL: indica la tabella di riferimento per i valori che può assumere un campo, se si tratta di un dato tabellato; ELEMENT NAME: descrizione del contenuto del campo; VALORE: contenuto atteso del campo. MSH - Message Header (obbligatorio) Segmento di testata del messaggio, contiene le informazioni generali del messaggio (mittente, destinatario tipo di messaggio). SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 1 ST R Field Separator 2 4 ST R Encoding Characters ^~\& HD R 0361 Sending Application <sistema inviante> HD R 0362 Sending Facility <azienda inviante> HD R 0361 Receiving Application <sistema ricevente> HD R 0362 Receiving Facility <azienda ricevente> 7 26 TS R Date/Time Of Message <yyyymmddhhmmss> 9 15 MSG R Message Type ORM^O01^ORM_O ST R Message Control ID <id univoco del messaggio> 11 3 PT R Processing ID P VID R Version ID 2.5 NTE Notes And Comment Segment SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 4 SI O Set ID - NTE 2 8 ID O 0105 Source of Comment FT O Comment CE O 0364 Comment Type SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 14 di 28

15 NTE-1 Set ID NTE (SI) Standard HL7 Specifiche Order Entry Questo campo contiene il numero progressivo della nota. NTE-2 Source of Comment (ID) Questo campo identifica la sorgente del commento. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0105]. NTE-3 Comment (FT) Questo campo contiene il testo della nota. NTE-4 Comment Type (CE) Questo campo identifica la tipologia della nota. I fields da considerare sono i seguenti: CE.1 (identifier): contiene il codice della tipologia del commento. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [User-defined table 0364]; CE.2 (text): contiene la descrizione della tipologia del commento; CE.3 (name of coding system): nome del sistema di codifica utilizzato. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 Table 0396]. PID - Patient Identification Segment Contiene i dati anagrafici del paziente. Per la specifica fare riferimento al documento di Patient Administration. PV1 - Patient Visit Segment Contiene i dati della visita. Per la specifica fare riferimento al documento relativo all'allineamento anagrafico. Campi in evidenza di particolare interesse per l'order entry: SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 4 SI O Set ID - PV1 Progressivo segmento 2 1 IS R 0004 Patient Class Classificazione paziente 3 80 PL O Assigned Patient Location Reparto di ricovero XCN O Y 0010 Referring Doctor Medico richiedente PL O Temporary Location Reparto d'appoggio CX O Visit Number Identificativo visita 51 1 IS O 0326 Visit Indiricator Indica se i dati si riferiscono alla visita o al paziente (fisso a 'V') Per la lista completa dei campi di questo segmento fare riferimento al documento di Patient Administration. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 15 di 28

16 PV2 - Patient Visit Additional Information Segment Standard HL7 Specifiche Order Entry Contiene i dati aggiuntivi della visita. Per la specifica fare riferimento al documento di Patient Administration. ORC Common Order Segment Il segmento ORC contiene le informazioni generali relative all appuntamento che viene fissato. SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 2 ID R 0119 Order Control <tipo evento relativo all'esame> 2 22 EI C Placer Order Number <codice progressivo esame placer> 3 22 EI C Filler Order Number <codice richiesta filler> 4 22 EI O Placer Group Number <codice richiesta placer> 5 2 ID O 0038 Order Status <stato dell'esame> TQ B Y Quantity/Timing <urgenza, data prenotazione> 9 26 TS O Date/Time of Transaction <data della richiesta> XCN O Y Entered By <utente ultima modifica> XCN O Y Ordering Provider <medico richiedente> CE O Entering Device <terminale inserimento richiesta> XON O Y Ordering Facility Name <struttura richiedente> TS O Filler's Expected Availability Date/Time <data risultati da filler> ORC-1 Order Control (ID) Il campo Order Control definisce l'azione da fare per ogni esame presente all'interno dell'ordine. In particolare, questo campo può comunicare l'aggiunta di una nuova prestazione, il cambio dello stato di lavorazione o la cancellazione. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0119]. ORC-2 Placer Order Number (EI) Contiene il numero identificativo univoco della richiesta di un esame fatta dall'applicazione placer. Nel caso specifico è composto dal codice della richiesta GPI + progressivo su due cifre. ORC-3 Filler Order Number (EI) Contiene il numero univoco della richiesta assegnato dal filler, al momento della ricezione dell'ordine. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 16 di 28

17 ORC-4 Placer Group Number (EI) Standard HL7 Specifiche Order Entry Contiene il numero della richiesta generata all'interno degli applicativi GPI (in funzione di Placer). ORC-5 Order Status (ID) Campo valorizzato dal dipartimentale (in funzione di Placer), per comunicare lo stato attuale delle prestazioni all'interno dell'ordine. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0038]. Attenzione che la notifica di cambio stato può essere definita un informazione composta. Infatti, affinché questa informazione venga letta, il campo ORC-1 (Order Control) deve essere valorizzato a SC. Inoltre, lo stato CM (Completed) può essere esteso con la valorizzazione del campo ORC-25 (Result Status), per indicare la refertazione di una prestazione. ORC-7 Quantity/Timing (TQ) (Deprecato) Questo campo è deprecato, e deve essere utilizzato solo nei messaggi che non contengono il segmento TQ1 (come ad esempio il messaggio ORM^O01). Nel caso di messaggi O01 sono valorizzati i seguenti fields: TQ.1 (quantity): contiene la quantità dell'esame, ad esempio in termini di ripetizioni. Tendenzialmente è valorizzato ad 1; TQ.4 (start date/time): contiene la data e l'ora di prenotazione della richiesta; TQ.6 (priority): contiene il livello di priorità dell'esame. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [User-defined table 0485]. ORC-9 Date/Time of Transaction (TS) Questo campo contiene la data o l'ora della richiesta da parte del placer. Nel caso di trasmissione di prenotazioni, contiene la data della ricetta. ORC-10 Entered By (XCN) Questo campo contiene il codice dell'ultimo utente che ha modificato la richiesta, preceduto dal prefisso GPI, all'interno del field XCN.1 (idnumber). ORC-12 Ordering Provider (XCN) Questo campo contiene le informazioni della persona responsabile della richiesta (ad esempio il medico richiedente o il medico prescrittore). Sono valorizzati i seguenti fields: XCN.1 (idnumber): contiene l'identificato del richiedente (ad esempio la matricola del medico); XCN.2 (family name): contiene il cognome del richiedente; XCN.3 (given name): contiene il nome del richiedente. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 17 di 28

18 Nota: il campo ORC-12 ha lo stesso significato del campo ORC-16 (ordering provider). Se tale informazione non è presente nell'orc-12 deve essere riportata nell'orc-16, ad esempio per i messaggi come gli ORU dove il segmento ORC non è obbligatorio. ORC-18 Entering Device (CE) Questo campo può indicare il device utilizzato per inserire la richiesta, o più in generale dare informazioni relative alla location. ORC-21 Ordering Facility Name (XON) Questo campo contiene i dati della struttura richiedente, all'interno dei seguenti fields: XON.1 (organization name): contiene la descrizione della struttura richiedente; XON.7 (identifier type code): deve contenere il codice FI (Facility ID); XON.10 (organization identifier): contiene il codice della struttura richiedente. ORC-27 Filler Expected Availability Date/Time (TS) Questo campo contiene la data nella quale l applicazione che riveste il ruolo di filler si aspetta che la prestazione sia disponibile; indica ad esempio quando ci si aspetta che sia disponibile un risultato. TQ1 Timing / Quantity Segment Il segmento TQ1 contiene informazioni relative al tempo, alle quantità e alle priorità. SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 4 SI O Set ID TQ1 <numero di sequenza> 2 20 CQ O Quantity <quantità> 7 26 TS O Start date / time <data> CWE O Y 0485 Priority <codice priorità> SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 18 di 28

19 OBR Observation Request Segment Il segmento OBR viene usato per trasmettere specifiche informazioni relative a studi diagnostici o osservazioni, esami o valutazioni. SEQ LEN DT OPT RP/# TBL# ELEMENT NAME VALORE 1 4 SI O Set ID OBR <numero di sequenza> 2 22 EI C Placer Order Number <codice progressivo esame placer> 3 22 EI C Filler Order Number <codice richiesta filler> CE R Universal Service Identifier <codice richiesta placer> 6 26 TS B Requested Date/Time <data richiesta> ST O Relevant Clinical Information <quesito clinico> XCN O Y Ordering Provider <medico richiedente> ST O Placer Field ST O Placer Field ST O Filler Field ST O Filler Field ID O 0074 Diagnostic Serv Sect ID <codice ambulatorio erogante> 25 1 ID C 0123 Result Status + <stato dei risultati> TQ B Y Quantity/Timing <data richiesta> ID O 0124 Transportation Mode <modalità trasporto paziente> TS O Scheduled Date/Time + <data e ora schedulazione appuntamento> CE O Y 0411 Placer Supplemental Service Information CE O Y 0411 Filler Supplemental Service Information OBR-1 Set ID OBR (SI) Il presente campo indica il valore progressivo del segmento all interno della transazione. OBR-2 Placer Order Number (EI) Questo campo contiene la stessa informazione del campo ORC-2. Per ulteriori dettagli fare riferimento al paragrafo [ORC-2 Placer Order Number]. OBR-3 Filler Order Number (EI) Questo campo contiene la stessa informazione del campo ORC-3. Per ulteriori dettagli fare riferimento al paragrafo [ORC-3 Filler Order Number]. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 19 di 28

20 OBR-4 Universal Service Identifier (CE) Questo campo contiene il codice dell'esame richiesto all'interno dell'ordine. I fields da considerare sono i seguenti: CE.1 (identifier): contiene il codice dell'esame; CE.2 (text): contiene la descrizione dell'esame; CE.3 (name of coding system): nome del sistema di codifica utilizzato. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 Table 0396]. OBR-6 Requested Date/Time (TS) (Deprecato) Questo campo è mantenuto solo per garantire la compatibilità con le precedenti versioni. Fare riferimento al campo OBR-27, o la segmento TQ1 qualora sia previsto. OBR-13 Relevant Clinical Information (ST) Questo campo può contenere dati clinici (in formato testuale), quali: quesito clinico; sospetto diagnostico; indicazioni terapeutiche; informazioni utili alla esecuzione della prestazione richiesta. OBR-16 Ordering Provider (XCN) Questo campo contiene la stessa informazione del campo ORC-12. Per ulteriori dettagli fare riferimento al paragrafo [ORC-12 Ordering Provider]. OBR-18 Placer Field 1 (ST) E un campo di testo libero che il placer può inviare al filler utile per trasmettere informazioni non già previste negli altri campi. Nel caso di passaggio di prenotazioni, questo campo può contenere il numero della ricetta. OBR-19 Placer Field 2 (ST) E un campo di testo libero che il placer può inviare al filler utile per trasmettere informazioni non già previste negli altri campi. Questo campo contiene la struttura destinataria, ossia quella di esecuzione della prestazione. OBR-20 Filler Field 1 (ST) E un campo di testo libero che il filler può inviare al placer utile per trasmettere informazioni non già previste negli altri campi. SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 20 di 28

21 OBR-21 Filler Field 2 (ST) Standard HL7 Specifiche Order Entry E un campo di testo libero che il filler può inviare al placer utile per trasmettere informazioni non già previste negli altri campi. Questo campo contiene la struttura destinataria, ossia quella di esecuzione della prestazione. Questa informazione viene popolata dal filler, quindi può essere utilizzata come conferma o modifica del luogo di esecuzione nei confronti di quanto proposto dal placer. OBR-25 Result Status (ID) Campo utilizzato in concomitanza con l ORC-5 (Order Status). Può essere utilizzato, ad esempio, per comunicare lo stato di refertazione relativo ad un ordine completato. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0123]. OBR-27 Quantity/Timing (TQ) (Deprecato) Questo campo contiene la stessa informazione del campo ORC-7. Per ulteriori dettagli fare riferimento al paragrafo [ORC-7 Quantity/Timing (TQ) (Deprecato)]. OBR-30 Transportation Mode (ID) Questo campo identifica la modalità di trasporto del paziente. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 table 0124]. OBR-36 Scheduled Date/Time (TS) Contiene la data e ora programmata per l appuntamento. Il campo viene valorizzato dall order filler per informare l order placer della data e ora dell appuntamento. OBR-46 Placer Supplemental Service Information (CE) E un campo codificabile che il placer può inviare al filler, utile per trasmettere informazioni strutturate non già previste negli altri campi. Questo campo può essere riempito, per esempio, con il dettaglio relativo alla zona / sede di prelievo del campione nel caso di richieste di laboratorio. I fields da considerare sono i seguenti: CE.1 (identifier): contiene il codice dell'informazione da trasmmettere (ad esempio relativo alla zona/sede di prelievo). Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [User-defined table 0411]; CE.2 (text): contiene la descrizione dell'informazione; CE.3 (name of coding system): nome del sistema di codifica utilizzato. Per i possibili valori fare riferimento alla tabella [HL7 Table 0396]. I coding system che possono essere utilizzati sono i seguenti: 99GPIZONAPRE: Zone di prelievo; 99GPIDESTINAT: Codice ambulatorio o servizio diagnostico di destinazione;ss 99GPITIMESLOT: Codice del timeslot di prenotazione; SFW\MD04-02 Documentazione tecnica Pagina 21 di 28

DOCUMENTAZIONE TECNICA

DOCUMENTAZIONE TECNICA DOCUMENTAZIONE TECNICA Standard HL7 Document Management SPECIFICHE DEI MESSAGGI AZIENDA OSPEDALIERA SANTA CROCE E CARLE DI CUNEO Redazione: Bonetto Fabio Data: 14/09/2011 Archivio : STORIA DELLE MODIFICHE

Dettagli

DOCUMENTAZIONE TECNICA

DOCUMENTAZIONE TECNICA DOCUMENTAZIONE TECNICA Standard HL7 Patient Administration SPECIFICHE DEI MESSAGGI Redazione: Zanella Gianpaolo Data: 05/07/2011 Archivio : H:\Area_SWSanitari\Progetti\2004-04-03-Standard HL7\[DOCUMENTAZIONE

Dettagli

FSE Componente Locale Specifica dei Requisiti del protocollo di interoperabilità fra la Componente Locale e i dipartimentali

FSE Componente Locale Specifica dei Requisiti del protocollo di interoperabilità fra la Componente Locale e i dipartimentali Pag. 1 di 67 FSE Componente Locale Specifica dei Requisiti del protocollo di interoperabilità fra la Componente Locale e i dipartimentali Pag. 2 di 67 VERSIONE V10 V11 V12 STATO DELLE VERSIONI DESCRIZIONE

Dettagli

FSE SPECIFICA DEI REQUISITI DEL PROTOCOLLO DI INTEROPERABILITÀ FRA LA COMPONENTE LOCALE E I DIPARTIMENTALI HL7

FSE SPECIFICA DEI REQUISITI DEL PROTOCOLLO DI INTEROPERABILITÀ FRA LA COMPONENTE LOCALE E I DIPARTIMENTALI HL7 FSE Componente Locale Specifica dei Requisiti del protocollo di interoperabilità fra la Componente Locale e i dipartimentali (modalità HL7 con invio dei documenti clinici) STATO DELLE VARIAZIONI VERSIONE

Dettagli

Documentazione Tecnica di Prodotto

Documentazione Tecnica di Prodotto G.P.I. Gruppo per l Informatica Gestione Query HL7 GPI S.p.A. Via Ragazzi del 99, 13 38100 Trento Tel. 0461-381515 Fax 0461-381599 E-Mail: gpi@gpi.it URL: www.gpi.it Documentazione Tecnica di Prodotto

Dettagli

Specifiche di Integrazione. HL7 per APC

Specifiche di Integrazione. HL7 per APC Specifiche di Integrazione HL7 per APC Integrazione tramite standard HL7 tra ANAGRAFE PAZIENTI CENTRALIZZATA e sistemi dipartimentali integrati. Versione 4 Gennaio 2011 HL7 per APC v4 Pagina 1 REVISIONI

Dettagli

HL7 Integration Statement. Version: 1.0

HL7 Integration Statement. Version: 1.0 HL7 Integration Statement Version: 1.0 Table of Contents 1 Introduzione...3 1.1 Audience...4 1.2 Nota...4 1.3 Definizioni ed abbreviazioni...4 1.4 Revision History...5 2 Documentazione di riferimento...5

Dettagli

Specifiche integrazione Verticale Erogatore nel SIO

Specifiche integrazione Verticale Erogatore nel SIO Pag.1 ULSS 13 Mirano/Dolo Specifiche integrazione Verticale Pag.2 Versione 1 Variante 13 Modifiche introdotte rispetto a versione precedente 1.13 Aggiunto campo SPM-2 (ID Campione) 1.12 Estesi valori previsti

Dettagli

Servizi Anagrafe Assistiti per MMG/PLS

Servizi Anagrafe Assistiti per MMG/PLS Specifiche Tecniche Servizi Anagrafe Assistiti per MMG/PLS Il presente documento intende fornire la descrizione e le specifiche tecniche necessarie al colloquio fra l Anagrafe Assistiti regionale e i sistemi

Dettagli

A G X S D O C U M E N T. Dafne Portal PRODAT Document Format Flat Version 1.00 27/11/2012. Dafne

A G X S D O C U M E N T. Dafne Portal PRODAT Document Format Flat Version 1.00 27/11/2012. Dafne Dafne Portal PRODAT Document Format Flat Version 1.00 27/11/2012 Dafne IMPORTANT INFORMATION This document is provided to Consorzio Dafne (Dafne) solely for the purpose of its evaluation. The information

Dettagli

FTP NAV - Guida tecnica FTP NAV - Technical Guide

FTP NAV - Guida tecnica FTP NAV - Technical Guide 12 MAR 2009 FTP NAV - Guida tecnica FTP NAV - Technical Guide 1 FTP NAV Borsa Italiana Lodon Stock Exchange Group Sommario - Contents Introduzione - Introduction... 3 Specifiche Tecniche Technical Specifications...

Dettagli

1 Premessa. Allegato al capitolato speciale di gara

1 Premessa. Allegato al capitolato speciale di gara Allegato al capitolato speciale di gara Specifiche Funzionali di Integrazione con il Sistema Informativo dell APSS Il presente documento definisce le specifiche funzionali che devono essere soddisfatte

Dettagli

La Gestione della Immagini all'interno dei Sistemi Informativi Sanitari

La Gestione della Immagini all'interno dei Sistemi Informativi Sanitari Appuntamenti a Fisica Gestione delle Immagini in Medicina La Gestione della Immagini all'interno dei Sistemi Informativi Sanitari Andrea Bo Sistemi Informativi A.O. Ordine Mauriziano Il Sistema Informativo

Dettagli

SMS Gateway interfaccia HTTP

SMS Gateway interfaccia HTTP SMS Gateway interfaccia HTTP Versione 2.3.0 2001, 2002, 2003, 2004 GlobalSms.it www.globalsms.it 1 1 Introduzione 1.1 Sommario Solo gli utenti autorizzati hanno accesso al nostro SMS Gateway e possono

Dettagli

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di fornitura di beni e servizi

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di fornitura di beni e servizi AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza Telefono 0971612677 Fax 0971612551 e-mail: provveditore@ospedalesancarlo.it Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 Contratto ad

Dettagli

SMS-Bulk Gateway interfaccia HTTP

SMS-Bulk Gateway interfaccia HTTP SMS-Bulk Gateway interfaccia HTTP Versione 2.3.1 2001-2014 SmsItaly.Com 1 1 Introduzione 1.1 Sommario Solo gli utenti autorizzati hanno accesso al nostro SMS Gateway e possono trasmettere messaggi SMS

Dettagli

PIATTAFORMA DATI ESTERNI APPLICAZIONE PDE

PIATTAFORMA DATI ESTERNI APPLICAZIONE PDE PIATTAFORMA DATI ESTERNI APPLICAZIONE PDE Implementation Guide INDICE Implementation Guide... 1 1 INTRODUZIONE... 2 1.1 Scopo del documento... 2 1.2 Applicabilità... 2 1.3 Glossario... 2 2 FORMATO DEGLI

Dettagli

Request for Transfer MT101 (SWIFT) Manuale e guida alla formattazione

Request for Transfer MT101 (SWIFT) Manuale e guida alla formattazione Request for Transfer MT101 (SWIFT) Manuale e guida alla formattazione 460.47 it (pf.ch/dok.pf/) 11.2014 PF Manuale Request for Transfer MT101 (SWIFT) Versione novembre 2014 1/10 Assistenza alla clientela

Dettagli

Guida al sistema informatico di laboratorio (LIS)

Guida al sistema informatico di laboratorio (LIS) CELLTRACKS ANALYZER II Guida al sistema informatico di laboratorio (LIS) J40170IT Guida al sistema informatico di laboratorio (LIS) CELLTRACKS ANALYZER II LBL50949 2014-05-06 J40170IT Avviso L'oggetto

Dettagli

FSE SPECIFICA DEI REQUISITI DEL PROTOCOLLO DI INTEROPERABILITÀ FRA LA COMPONENTE LOCALE E I DIPARTIMENTALI - XML

FSE SPECIFICA DEI REQUISITI DEL PROTOCOLLO DI INTEROPERABILITÀ FRA LA COMPONENTE LOCALE E I DIPARTIMENTALI - XML FSE Componente Locale Specifica dei Requisiti del protocollo di interoperabilità fra la Componente Locale e i dipartimentali per l interscambio dati in XML (modalità XML senza invio dei documenti clinici)

Dettagli

Posta elettronica DEFINIZIONE

Posta elettronica DEFINIZIONE DEFINIZIONE E-mail o posta elettronica è un servizio Internet di comunicazione bidirezionale che permette lo scambio uno a uno oppure uno a molti di messaggi attraverso la rete Un messaggio di posta elettronica

Dettagli

Reti e Sistemi per l Automazione MODBUS. Stefano Panzieri Modbus - 1

Reti e Sistemi per l Automazione MODBUS. Stefano Panzieri Modbus - 1 MODBUS Stefano Panzieri Modbus - 1 La Storia Diventa uno STANDARD nel 1979 Nato come protocollo di comunicazione SERIALE si è successivamente adattato alle specifiche TCP/IP Permette una comunicazione

Dettagli

Definizione delle interfacce di colloquio fra le componenti

Definizione delle interfacce di colloquio fra le componenti Definizione delle interfacce di colloquio fra le componenti (integrazione documento) 1 DOCUMENTO:. 1.2 Emesso da: EMISSIONE VERIFICA APPROVAZIONE Nome firma Verificato da: Approvato da: Area ISIC LISTA

Dettagli

L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA. Anna Angeloni

L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA. Anna Angeloni L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA Anna Angeloni Gli strumenti utilizzati in radiologia digitale Modalità digitali Rete telematica ( LAN) Applicativo per la gestione della cartella radiologica (RIS)

Dettagli

Corso: Sistemi di elaborazione delle informazioni 2. Anno Accademico: 2007/2008. Docente: Mauro Giacomini

Corso: Sistemi di elaborazione delle informazioni 2. Anno Accademico: 2007/2008. Docente: Mauro Giacomini Corso: Sistemi di elaborazione delle informazioni 2. Anno Accademico: 2007/2008. Docente: Mauro Giacomini Organizzazione no-profit per lo sviluppo di standard che fornisce linee guida per: lo scambio la

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT. KONTROLDRY mod. 20. KONTROLDRY mod. 20

RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT. KONTROLDRY mod. 20. KONTROLDRY mod. 20 RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT Verifica dei campi magnetici ed elettrici non ionizzanti su KONTROLDRY mod. 20 EMF tests on KONTROLDRY mod. 20 Richiedente (Customer): - Ente/Società (Dept./Firm): S.K.M.

Dettagli

FSE Fascicolo Sanitario Elettronico

FSE Fascicolo Sanitario Elettronico FSE Fascicolo Sanitario Elettronico Pagina 1 di 19 STATO DELLE VARIAZIONI VERSIONE PARAGRAFO O DESCRIZIONE DELLA VARIAZIONE PAGINA 1 Tutto il documento Versione iniziale del documento Pagina 2 di 19 Sommario

Dettagli

INTEGRAZIONE FRA SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI ED eris Integration Platform di EXPRIVIA

INTEGRAZIONE FRA SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI ED eris Integration Platform di EXPRIVIA INTEGRAZIONE FRA SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI ED eris Integration Platform di EXPRIVIA 1 1. Note... 5 1.1. Revisioni documento... 5 1.2. Finalità del documento... 7 1.3. Modalità di comunicazione... 7

Dettagli

Allegato A (PGDA) Versione 2

Allegato A (PGDA) Versione 2 Allegato A Protocollo di comunicazione tra Sistema di elaborazione dei Concessionari e il Sistema centrale di Aams da adottarsi per l esercizio dei giochi di abilità, nonché dei giochi di sorte a quota

Dettagli

TNCguide OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella TNCguide

TNCguide OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella TNCguide Newsletter Application 4/2007 OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella APPLICABILITÀ: CONTROLLO NUMERICO itnc 530 DA VERSIONE SOFTWARE 340 49x-03 REQUISITI HARDWARE: MC 420

Dettagli

ORCHESTRA UN PRODOTTO ORIOR TECNOLOGIE MARIO.ALIBERTI@ORIORTECNOLOGIE.IT

ORCHESTRA UN PRODOTTO ORIOR TECNOLOGIE MARIO.ALIBERTI@ORIORTECNOLOGIE.IT 2014 ORCHESTRA UN PRODOTTO ORIOR TECNOLOGIE MARIO.ALIBERTI@ORIORTECNOLOGIE.IT Orchestra è una suite di prodotti pensata per l oculistica che permette di acquisire immagini da tutti i principali dispositivi

Dettagli

BOZZA. Protocollo di comunicazione tra il Sistema informatico integrato della Sala Bingo ed il Sistema centrale di AAMS per il Bingo di Sala (PBDS)

BOZZA. Protocollo di comunicazione tra il Sistema informatico integrato della Sala Bingo ed il Sistema centrale di AAMS per il Bingo di Sala (PBDS) BOZZA Protocollo di comunicazione tra il Sistema informatico integrato della Sala Bingo ed il Sistema centrale di AAMS per il Bingo di Sala (PBDS) PBDS (BOZZA) del 28 settembre 2012 Pag. 2 di 34 Indice

Dettagli

1. Modifica alla lista dei namespace da indicare nell operazione di Login. 2. Modifica nell intestazione delle risposte inviate dal server EPP;

1. Modifica alla lista dei namespace da indicare nell operazione di Login. 2. Modifica nell intestazione delle risposte inviate dal server EPP; 5 giugno 2012 Principali modifiche apportate alle nuove versioni dei server EPP del Registro.it (disponibili sulla piattaforma di test del Registro - epp-pub-test.nic.it, epp-deletedpub-test.nic.it) e

Dettagli

Collegamento di processori PLC-5 e SLC tramite rete DH+ Utilizzando processori SLC 5/04

Collegamento di processori PLC-5 e SLC tramite rete DH+ Utilizzando processori SLC 5/04 Guida di riferimento Collegamento di processori PLC-5 e SLC tramite rete DH+ Utilizzando processori SLC 5/04 Questo documento mette insieme la documentazione disponibile di PLC e SLC per mostrarvi come

Dettagli

INTEGRAZIONE ANAGRAFE DALL APPLICATIVO

INTEGRAZIONE ANAGRAFE DALL APPLICATIVO INTEGRAZIONE ANAGRAFE DALL APPLICATIVO DI CARTELLA MMG/PLS CICOM PROGETTO ESECUTIVO DEFINITIVO Accordo di Programma Quadro "Sviluppo della Società dell'informcazione nella Regione Abruzzo" Atto Integrativo

Dettagli

UDP. Livello di Trasporto. Demultiplexing dei Messaggi. Esempio di Demultiplexing

UDP. Livello di Trasporto. Demultiplexing dei Messaggi. Esempio di Demultiplexing a.a. 2002/03 Livello di Trasporto UDP Descrive la comunicazione tra due dispositivi Fornisce un meccanismo per il trasferimento di dati tra sistemi terminali (end user) Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it

Dettagli

Linee guida al nuovo portale

Linee guida al nuovo portale TRICARE Overseas Program Linee guida al nuovo portale Febbraio 2014 Gentili Fornitori TRICARE, desideriamo darvi il benvenuto alla nuova versione del portale TRICARE, che potete incontrare nel sito www.tricare-overseas.com.

Dettagli

ProgettoSMS. Manuale Gateway Web Services

ProgettoSMS. Manuale Gateway Web Services ProgettoSMS Manuale Gateway Web Services Indice Indice... 2 Introduzione... 3 http Web Services... 4 Risposta... 4 Descrizione delle costanti... 5 AnswerRecipientType... 5 ErrorID... 5 ProtocolType...

Dettagli

OFFICE PRODUCTS RCF 150 T

OFFICE PRODUCTS RCF 150 T DIVISIONE PRODOTTI / PIANIFICAZIONE E LOGISTICA OFFICE PRODUCTS RCF 150 T (CRF 4050 TERMICO versione T.A.) (CRF 4050 TERMICO versione ROYAL) PROGETTO DI GESTIONE ` CHECKED by : M.T. BERTOLINO APPROVED

Dettagli

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE INDEX: 1. GENERAL INFORMATION 2. REGISTRATION GUIDE 1. GENERAL INFORMATION This guide contains the correct procedure for entering the software page http://software.roenest.com/

Dettagli

IP Internet Protocol

IP Internet Protocol IP Internet Protocol Vittorio Maniezzo Università di Bologna Vittorio Maniezzo Università di Bologna 13 IP - 1/20 IP IP è un protocollo a datagrammi In spedizione: Riceve i dati dal livello trasporto e

Dettagli

PROGRAMMA BBARIANNADISTR (BLACK BOX PER I DISTRIBUTORI)

PROGRAMMA BBARIANNADISTR (BLACK BOX PER I DISTRIBUTORI) ARIANNA PROGRAMMA BBARIANNADISTR (BLACK BOX PER I DISTRIBUTORI) VERSIONE 1.03 GUIDA DI RIFERIMENTO Primo rilascio documento: aprile 2005 Ultima revisione documento: maggio 2006 ELENCO DELLE PRINCIPALI

Dettagli

CODIFICA DELL INFORMAZIONE E CODICI BINARI

CODIFICA DELL INFORMAZIONE E CODICI BINARI Codifica dell informazione 1 CODIFICA DELL INFORMAZIONE E CODICI BINARI Andrea Bobbio Anno Accademico 2001-2002 Codifica dell informazione 2 La codifica dell informazione I sistemi di elaborazione operano

Dettagli

Universal Resource Identifier (URI) Autore slide: Fabio Vitali

Universal Resource Identifier (URI) Autore slide: Fabio Vitali Universal Resource Identifier (URI) Autore slide: Fabio Vitali 1 Introduzione Esaminiamo: Gli Universal Resource Identifier (URI) 2 URI Gli URI (Universal Resource Identifier) sono una sintassi usata in

Dettagli

"#$%&''(%)*%%(+#*,-+.++''*/.)*%%(+#(*,+ 3+43%''*5)*%%,+#*-,+ '2. 01. "*,*%%4+2!)) # 3*/*4''*%%4+!.$&)#$%+ ++.

#$%&''(%)*%%(+#*,-+.++''*/.)*%%(+#(*,+ 3+43%''*5)*%%,+#*-,+ '2. 01. *,*%%4+2!)) # 3*/*4''*%%4+!.$&)#$%+ ++. ! "#$ %#$!""! "#$%&''(%)*%%(+#*,-+.++''*/.)*%%(+#(*,+!.'0 1+2+$&)+# 3+43%''*5)*%%,+#*-,+ '2. 01. 2.'016 "*,*%%4+2!)) # 3*/*4''*%%4+!.$&)#$%+ ++. 22 '01 6 "#33+3,&''(3''*%3%+#54+.+''(%!'*%3%+#3**+ 7!2.8+!.!#$%+'!

Dettagli

OFFICE PRODUCTS CRF 4050

OFFICE PRODUCTS CRF 4050 DIVISIONE PRODOTTI / PIANIFICAZIONE E LOGISTICA OFFICE PRODUCTS CRF 4050 (VERSIONE OLIVETTI) (VERSIONE UNDERWOOD) PROGETTO DI GESTIONE ` CHECKED by : M.T. BERTOLINO APPROVED by : S.GIORDANO TEL. 529416

Dettagli

MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali

MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali INTRODUZIONE Il RDBMS MySQL, oltre a fornire un applicazione che abbia un interfaccia user-friendly, ha a disposizione anche un altro client, che svolge

Dettagli

EDI Manuale Sistemista. EDI Manuale Sistemista

EDI Manuale Sistemista. EDI Manuale Sistemista EDI Manuale Sistemista Paragrafo-Pagina di Pagine 1-1 di 12 Versione 44 del 11/11/2011 SOMMARIO 1 A Chi è destinato... 1-3 2 Pre requisiti... 2-3 3 Obiettivi... 3-3 4 Durata della formazione... 4-3 5 Introduzione

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Giovedì 2-04-2015 1 Come per una pagina Web, anche

Dettagli

SMSPortal. SMS-Gateway interfaccia SMTP. Versione 1.0.0. 2004, 2005, 2006 SMSPortal. Digitel Mobile Srl Via Raffaello, 77 65124 Pescara (Italy)

SMSPortal. SMS-Gateway interfaccia SMTP. Versione 1.0.0. 2004, 2005, 2006 SMSPortal. Digitel Mobile Srl Via Raffaello, 77 65124 Pescara (Italy) SMS-Gateway interfaccia SMTP Versione 1.0.0 2004, 2005, 2006 SMSPortal 1 1 Introduzione 1.1 Sommario Solo gli utenti autorizzati hanno accesso al nostro SMS Gateway e possono trasmettere messaggi SMS attraverso

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

CAMBIO DATI PERSONALI - Italy

CAMBIO DATI PERSONALI - Italy CAMBIO DATI PERSONALI - Italy Istruzioni Per La Compilazione Del Modulo / Instructions: : Questo modulo è utilizzato per modificare i dati personali. ATTENZIONE! Si prega di compilare esclusivamente la

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Scenario reale di integrazione anagrafica in un Sistema Informativo Ospedaliero, tra contraddizioni e criticità, fra i sistemi CUP -RIS e

Scenario reale di integrazione anagrafica in un Sistema Informativo Ospedaliero, tra contraddizioni e criticità, fra i sistemi CUP -RIS e Scenario reale di integrazione anagrafica in un Sistema Informativo Ospedaliero, tra contraddizioni e criticità, fra i sistemi CUP -RIS e l'anagrafica centrale. Con le tecnologie Hardware e Software attualmente

Dettagli

HL7 Italia. www.hl7italia.it. Documento di Localizzazione. Data Types. HL7 Versione 2.5. Release 2013. (IT Realm) Standard. Versione 2.

HL7 Italia. www.hl7italia.it. Documento di Localizzazione. Data Types. HL7 Versione 2.5. Release 2013. (IT Realm) Standard. Versione 2. www.hl7italia.it Documento di Localizzazione Data Types HL7 Versione 2.5 Release 2013 (IT Realm) Standard Versione 2 Maggio 2013 HL7 Version 2 Standard, 2013 Health Level Seven, Inc. All Rights Reserved.

Dettagli

Il protocollo IP (Internet Protocol)

Il protocollo IP (Internet Protocol) Politecnico di Milano Advanced Network Technologies Laboratory Il protocollo IP (Internet Protocol) -Servizi offerti da IP -Formato del pacchetto IP 1 Il servizio di comunicazione offerto da IP Connectionless

Dettagli

L accesso alla Cochrane è consentito solo dal PC collegati alla rete della struttura tramite controllo dell indirizzo IP.

L accesso alla Cochrane è consentito solo dal PC collegati alla rete della struttura tramite controllo dell indirizzo IP. La Cochrane Library è il principale prodotto della Cochrane Collaboration. Si tratta di un Database che raccoglie tutte le revisioni sitematiche (RS) prodotte dalla Cochrane Collaboration ed i protocolli

Dettagli

4 - Il livello di trasporto

4 - Il livello di trasporto Università di Bergamo Dipartimento di Ingegneria Gestionale e dell Informazione 4 - Il livello di trasporto Architetture e Protocolli per Internet Servizio di trasporto il livello di trasporto ha il compito

Dettagli

TITOLO DIGITALE. Come da Unico16042008.dtd nel plico XML potrà essere inserito il titolo digitale:

TITOLO DIGITALE. Come da Unico16042008.dtd nel plico XML potrà essere inserito il titolo digitale: TITOLO DIGITALE Come da Unico16042008.dtd nel plico XML potrà essere inserito il titolo digitale:

Dettagli

GestPay Specifiche tecniche

GestPay Specifiche tecniche GestPay Specifiche tecniche Progetto: GestPay Pagina 1 di 35 Sommario Informazioni documento...3 Informazioni versione...4 1 Introduzione...5 2 Architettura del sistema...6 3 Descrizione fasi del processo...8

Dettagli

Presupposti tecnici e aspetti procedurali dell'interoperabilità tra ILL-SBN e Aleph500

Presupposti tecnici e aspetti procedurali dell'interoperabilità tra ILL-SBN e Aleph500 Presupposti tecnici e aspetti procedurali dell'interoperabilità tra ILL-SBN e Aleph500 Immagine sede evento Liliana Bernardis Roma, 12 maggio 2014 Le origini della collaborazione Roma, 18 settembre 2007

Dettagli

Laurea in INFORMATICA

Laurea in INFORMATICA Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 24/25 Capitolo MESSAGGI di ERRORE e di CONTROLLO alberto.polzonetti@unicam.it Internet Control Message Protocol Il protocollo è un servizio best

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

TCP/IP. Principali caratteristiche

TCP/IP. Principali caratteristiche TCP/IP Principali caratteristiche 1 TCP/IP Caratteristiche del modello TCP/IP Struttura generale della rete Internet IL MONDO INTERNET Reti nazionali e internazionali ROUTER Rete Azienade ROUTER ROUTER

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 8

Reti di Telecomunicazione Lezione 8 Reti di Telecomunicazione Lezione 8 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Livello di trasporto Programma della lezione relazione tra lo strato di trasporto e lo strato

Dettagli

NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY

NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY Il presente documento viene diffuso attraverso il sito del

Dettagli

Portale Materiali Grafiche Tamburini. Grafiche Tamburini Materials Portal

Portale Materiali Grafiche Tamburini. Grafiche Tamburini Materials Portal Portale Materiali Grafiche Tamburini Documentazione utente italiano pag. 2 Grafiche Tamburini Materials Portal English user guide page 6 pag. 1 Introduzione Il Portale Materiali è il Sistema Web di Grafiche

Dettagli

SPECIFICHE FUNZIONALI DEL PUNTO DI ACCESSO

SPECIFICHE FUNZIONALI DEL PUNTO DI ACCESSO SPECIFICHE FUNZIONALI DEL PUNTO DI ACCESSO 05 OTTOBRE 2011 PAG. 2 DI 33 INDICE PREMESSA 4 1. COMUNICAZIONE TRA PUNTO DI ACCESSO E SISTEMA DEL CONCESSIONARIO AWP 5 1.1 MESSAGGI DAL PUNTO DI ACCESSO AL SISTEMA

Dettagli

Stored Procedures. Massimo Mecella Dipartimento di Ingegneria informatica automatica e gestionale Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma

Stored Procedures. Massimo Mecella Dipartimento di Ingegneria informatica automatica e gestionale Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Stored Procedures Massimo Mecella Dipartimento di Ingegneria informatica automatica e gestionale Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Progetto di Applicazioni Software Stored Procedure e User Defined

Dettagli

Classification of Financial Instrument(CFI)] quotazione si /no indicatore eventuale della quotazione

Classification of Financial Instrument(CFI)] quotazione si /no indicatore eventuale della quotazione Allegato 2 TRACCIATO DATI PER ANAGRAFICHE TITOLI INTERMEDIARI Per uniformare l invio delle informazioni sui titoli trattati presso gli internalizzatori sistematici si propone l invio di un file in formato

Dettagli

Clinical Document Architecture (CDA)

Clinical Document Architecture (CDA) Clinical Document Architecture (CDA) Occorre strutturare un referto? interoperabilità!!! i sistemi di laboratorio sono sempre più calati in contesti integrati, la parola d ordine d è INTEROPERABILITÀ...

Dettagli

Perchè utilizzare un'autorità di certificazione

Perchè utilizzare un'autorità di certificazione Una generica autorità di certificazione (Certification Authority o più brevemente CA) è costituita principalmente attorno ad un pacchetto software che memorizza i certificati, contenenti le chiavi pubbliche

Dettagli

SIPAF Sistema Informatizzato Prevenzione Amministrativa Frodi Carte di Pagamento

SIPAF Sistema Informatizzato Prevenzione Amministrativa Frodi Carte di Pagamento SIPAF Sistema Informatizzato Prevenzione Amministrativa Frodi Carte di Pagamento Manuale Operativo Controlli Allegato B4 al Disciplinare di Gara Codice documento: SIPAF-RI-003 Versione 1.1 Manuale Operativo

Dettagli

1. Premessa 2. 5. Annotazioni 33. 6. Proroga telematica 34

1. Premessa 2. 5. Annotazioni 33. 6. Proroga telematica 34 MODALITÀ DI REDAZIONE DELLA TRANSAZIONE XML NELLE INDAGINI FINANZIARIE (5.4) INDICE pagina 1. Premessa 2 2. Struttura e caratteristiche del documento XML 2 2.1 Gli elementi della testata 3 3. La Richiesta

Dettagli

Specifiche Tecniche di trasmissione fattura al Portale Amministrativo Fornitori Eni

Specifiche Tecniche di trasmissione fattura al Portale Amministrativo Fornitori Eni di trasmissione fattura al Portale di trasmissione fattura al Portale Revisione : 00 Data creazione : 29/02/2016 Data revisione : Revisioni : Rev. Riferimento Descrizione Data Autore 00 Specifiche Tecniche

Dettagli

Trofile. identifica il tropismo HIV. Domande? Conoscere il tropismo HIV e la tecnologia Trofi le ; come ordinare un test Trofi le.

Trofile. identifica il tropismo HIV. Domande? Conoscere il tropismo HIV e la tecnologia Trofi le ; come ordinare un test Trofi le. identifica il tropismo HIV Un nuovo standard per riconoscere il tropismo HIV Trofi le identifi ca i pazienti candidati alla terapia con i farmaci CCR5-antagonisti. Trofi le è l unico test clinicamente

Dettagli

THEMIX. Gestione del laboratorio analisi. Manuale d uso. VERSIONE 2.0 BETA release

THEMIX. Gestione del laboratorio analisi. Manuale d uso. VERSIONE 2.0 BETA release THEMIX WLAB Gestione del laboratorio analisi Manuale d uso VERSIONE 2.0 BETA release CONFIGURAZIONI GENERALI DEL PROGRAMMA 3 Configurazione degli esami 4 Inserimento nuovi esami 5 Configurazione dei test

Dettagli

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem.

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem. CRWM CRWM (Web Content Relationship Management) has the main features for managing customer relationships from the first contact to after sales. The main functions of the application include: managing

Dettagli

Internet e protocollo TCP/IP

Internet e protocollo TCP/IP Internet e protocollo TCP/IP Internet Nata dalla fusione di reti di agenzie governative americane (ARPANET) e reti di università E una rete di reti, di scala planetaria, pubblica, a commutazione di pacchetto

Dettagli

EUTELIAF@X GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE E ALL UTILIZZO

EUTELIAF@X GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE E ALL UTILIZZO pag.1 EUTELIAF@X GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE E ALL UTILIZZO pag.2 INDICE SCOPO...3 COME ATTIVARE EUTELIAF@X...3 COME CONFIGURARE EUTELIAF@X...4 COME UTILIZZARE LA RUBRICA EUTELIAF@X...7 COME UTILIZZARE LA

Dettagli

Sistemi Digitali per le Radiologie RIS & PACS

Sistemi Digitali per le Radiologie RIS & PACS Sistemi Digitali per le Radiologie RIS & PACS dr.ssa Michelina Graziano Responsabile Tecnologico di Sistema ASP di Cosenza Sistemi Digitali per le Radiologie RIS &PACS L avvento dell imaging diagnostico

Dettagli

OFFICE PRODUCTS CRF 1500

OFFICE PRODUCTS CRF 1500 PIANIFICAZIONE E FORCASTING OFFICE PRODUCTS CRF 1500 (VERSIONE OLIVETTI) (VERSIONE UNDERWOOD) PROGETTO DI GESTIONE CHECKED by : M. BANDA APPROVED by : S.GIORDANO TEL. 521645 - FAX 521717 PRODUCT : CRF

Dettagli

Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna

Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna Il Progetto SOLE - Sanità On LinE e gli standard Stefano Micocci e Marco Devanna CUP 2000 15 settembre 2010 SOLE-100206 Di cosa parleremo

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone: N. 61273 /2011 protocollo Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione alle Regioni e alle Province autonome di Trento e Bolzano dei dati relativi alla dichiarazione Irap 2011 e alla Comunicazione

Dettagli

Richiesta di attribuzione del codice EORI

Richiesta di attribuzione del codice EORI Allegato 2/IT All Ufficio delle Dogane di Richiesta di attribuzione del codice EORI A - Dati del richiedente Paese di residenza o della sede legale: (indicare il codice ISO e la denominazione del Paese)

Dettagli

Il livello Network del TCP/IP. Il protocollo IP (versione 4)

Il livello Network del TCP/IP. Il protocollo IP (versione 4) Il livello Network del TCP/IP. Il protocollo IP (versione 4) L architettura TCP/IP (il cui nome più preciso è ) è formata da diversi componenti, che si posizionano nello stack dei protocolli a partire

Dettagli

Allegato A. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello 770/2010 Semplificato

Allegato A. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello 770/2010 Semplificato Allegato A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello 770/2010 Semplificato Specifiche tecniche modello 770 semplificato 2010 Allegato A CONTENUTO E CARATTERISTICHE TECNICHE DEI DATI DELLE

Dettagli

Lombardia Informatica S.p.A. Policy Certificati di Firma Digitale su CNS/CRS

Lombardia Informatica S.p.A. Policy Certificati di Firma Digitale su CNS/CRS Lombardia Informatica S.p.A. Policy Certificati di Firma Digitale su CNS/CRS Codice documento: LISPA-CA-PRC#08 Revisione: 2.0 Stato: Data di revisione: 10/07/2013 AREA NOME Redatto da: DCO/SER/Area Servizi

Dettagli

LABORATORIO. 2 Lezioni su Basi di Dati Contatti:

LABORATORIO. 2 Lezioni su Basi di Dati Contatti: PRINCIPI DI INFORMATICA CORSO DI LAUREA IN SCIENZE BIOLOGICHE Gennaro Cordasco e Rosario De Chiara {cordasco,dechiara}@dia.unisa.it Dipartimento di Informatica ed Applicazioni R.M. Capocelli Laboratorio

Dettagli

IL LIVELLO RETE IN INTERNET Protocollo IP

IL LIVELLO RETE IN INTERNET Protocollo IP Reti di Calcolatori IL LIVELLO RETE IN INTERNET Protocollo IP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 4-1 Il Protocollo IP IPv4 Datagram IP: formato Indirizzi IP: formato Protocolli di controllo IP mobile

Dettagli

Il livello Data-Link e i suoi protocolli

Il livello Data-Link e i suoi protocolli Il livello Data-Link e i suoi protocolli Modulo 5 (Integrazione) Livello Data-Link Abbiamo visto che il Livello Data link provvede a: o offrire servizi al livello network con un'interfaccia ben definita;

Dettagli

Allegato A. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello 770/2003 Semplificato

Allegato A. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello 770/2003 Semplificato Allegato A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello 770/2003 Semplificato Allegato A CONTENUTO E CARATTERISTICHE TECNICHE DEI DATI DELLE DICHIARAZIONI MODELLO 770/2003 SEMPLIFICATO DA

Dettagli

Specifiche tecniche per la gestione dei Servizi SMS tramite script HTTP POST/GET Rev. 2012-05-22-3,0

Specifiche tecniche per la gestione dei Servizi SMS tramite script HTTP POST/GET Rev. 2012-05-22-3,0 Specifiche tecniche per la gestione dei Servizi SMS tramite script HTTP POST/GET Rev. 2012-05-22-3,0 Prefazione L'accesso al servizio di invio SMS e gestione back office tramite script è limitato ai soli

Dettagli

Tabella A (Nuova - 3 a Revisione)

Tabella A (Nuova - 3 a Revisione) Utilizzo procedura software per la trasmissione dei dati da parte di soggetti privati in possesso di accreditamento provvisorio convenzionati con il Sistema Sanitario Regionale. Tabella A (Nuova - 3 a

Dettagli

Esercitazione finale per il corso di Sistemi Operativi (A.A. 2004/2005)

Esercitazione finale per il corso di Sistemi Operativi (A.A. 2004/2005) Esercitazione finale per il corso di Sistemi Operativi (A.A. 2004/2005) Descrizione dell esercitazione L esercitazione consiste nell implementare un semplice gestore di aste attraverso il quale gli utenti

Dettagli

Archiviare messaggi da Microsoft Office 365

Archiviare messaggi da Microsoft Office 365 Archiviare messaggi da Microsoft Office 365 Nota: Questo tutorial si riferisce specificamente all'archiviazione da Microsoft Office 365. Si dà come presupposto che il lettore abbia già installato MailStore

Dettagli

MANUALE UTENTE. (Aggiornamento 08 ottobre 2015)

MANUALE UTENTE. (Aggiornamento 08 ottobre 2015) MANUALE UTENTE contenente le specifiche tecniche necessarie per la trasmissione delle negoziazioni dei cambiavalute art. 5, comma 1, della circolare n. 24/15 (Aggiornamento 08 ottobre 2015) OAM Organismo

Dettagli

La Sicurezza delle Reti. La Sicurezza delle Reti. Il software delle reti. Sistemi e tecnologie per la multimedialità e telematica.

La Sicurezza delle Reti. La Sicurezza delle Reti. Il software delle reti. Sistemi e tecnologie per la multimedialità e telematica. Sistemi e tecnologie per la multimedialità e telematica Fabio Burroni Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Siena burronif@unisi unisi.itit La Sicurezza delle Reti La presentazione

Dettagli

Manuale utente del servizio di Posta Elettronica Certificata

Manuale utente del servizio di Posta Elettronica Certificata 27 Ottobre 26 Manuale utente del servizio di Posta Elettronica Certificata Pagina 1 di 5 27 Ottobre 26 TABELLA DELLE VERSIONI Versione Data Paragrafo Descrizione delle modifiche apportate 1A 7-8-22 Tutti

Dettagli

WinLab. Sistema integrato per la gestione dei Laboratori di Analisi

WinLab. Sistema integrato per la gestione dei Laboratori di Analisi WinLab Sistema integrato per la gestione dei Laboratori di Analisi WinLab nasce da decenni di esperienza maturata nella sanità pubblica e privata. E un sistema in continua evoluzione con interfacce intuitive

Dettagli