CitySoftware SERVIZI FINANZIARI. Info-Mark srl

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CitySoftware SERVIZI FINANZIARI. Info-Mark srl"

Transcript

1 CitySoftware SERVIZI FINANZIARI Info-Mark srl Via Rivoli, 5/ GENOVA Tel. 010/ Fax 010/ Sito internet:

2 L area dei servizi finanziari e di bilancio viene gestita da un gruppo di moduli costituito da un applicazione base denominata genericamente Contabilità finanziaria e da diversi moduli opzionali che completano la suite. Le principali funzioni gestite da ciascun modulo sono: 1. Contabilità finanziaria (Modulo base) Bilancio di Previsione, Pluriennale, P.E.G. e allegati, Mastri delle Entrate e delle Uscite e Variazioni di stanziamento Movimenti di Entrata (Accertamenti, Ordinativi, Reversali d incasso, Mastri) Movimenti di Uscita (Impegni, Liquidazioni, Mandati di pagamento, Mastri) Rapporti con la Tesoreria (Trasmissione flussi, Mandato informatico) Rendiconto della gestione (Conto consuntivo e allegati, Quadri riassuntivi, Reports ed estrazioni su Excel) Fornitori (Anagrafica, Fatture passive, Estratti conto, Ritenute d acconto, collegamenti con i moduli CUD e 770) Debitori (Anagrafica, emissione e stampa delle Fatture Attive e gestione dei Corrispettivi) 2. Relazione Previsionale e Programmatica Importazione automatica dei dati dal Bilancio di previsione, Stesura delle parti descrittive su schemi preimpostati con fogli di Excel e documenti di Word. 3. Conto Economico e del Patrimonio Importazione dei dati dalla Contabilità Finanziaria e dall Inventario, Completamento e stampa del Prospetto di Conciliazione, del Conto Economico e del Conto del Patrimonio.

3 4. Patto di Stabilità Determinazione degli obiettivi Monitoraggio delle Entrate e delle Spese in diretto collegamento con la Contabilità Finanziaria 5. Invio telematico alla Corte dei Conti Creazione automatica dei files Xml da trasmettere alla Corte dei Conti Visualizzazione dei relativi prospetti Verifica della correttezza dei files utilizzando il software del Ministero Compattazione automatica secondo le specifiche richieste Collegamento da programma al sito della Corte dei Conti per l invio. 6. Mutui Gestione della scheda del mutuo con relativo piano di ammortamento calcolato in automatico (se a tasso fisso) Associazione del capitolo di bilancio alla quota interessi e alla quota capitale di ciascun mutuo, Interrogazione dei mutui per capitolo di bilancio, Aggiornamento annuale automatico degli stanziamenti sul Bilancio di Previsione, Assunzione automatica degli impegni di spesa a inizio anno, Stampa dell Allegato al Bilancio. 7. Contabilità Iva Impostazione dei registri delle Fatture Ricevute, Fatture Emesse e Corrispettivi per ogni servizio soggetto a Iva e di quello Riepilogativo. Caricamento delle fatture in comune con il modulo base della Contabilità Finanziaria, Stampa dei Registri con relative chiusure mensili e annuale Il tutto è collegato con moduli che gestiscono altre aree applicative quali la Segreteria (Determine), l Ufficio Personale (Paghe e Stipendi), l Economato (Cassa Economale, Inventario). Bilancio di Previsione, Pluriennale e PEG CONTABILITA FINANZIARIA Comprende tutte le funzioni che consentono di impostare lo schema del Bilancio di Previsione e del Piano Esecutivo di Gestione (P.E:G.): La classificazione preimpostata dei capitoli è quella classica per Titolo, Categoria e Risorsa per le Entrate e per Titolo, Funzione, Servizio e Intervento per le Spese, ma può essere impostata anche diversamente per gli Enti che seguissero una diversa normativa. Oltre che secondo la classificazione di base e le altre obbligatorie (Voce economica, Codice Siope, Certificato al Bilancio e al Consuntivo), i capitoli possono essere raggruppati anche secondo altri tipi di classificazione che consentono di ottenere informazioni di tipo diverso: Per Programma e Progetto, Per Centro di Costo e Fattore Produttivo, Per Assessorato I capitoli inoltre, ai fini del PEG, possono essere assegnati ad un Servizio specifico o a Servizi diversi. sulla base di questa suddivisione i relativi stanziamenti saranno resi disponibili ai rispettivi servizi al momento dell assunzione della determina.

4 Bilancio di Previsione, Bilancio Pluriennale e Piano Esecutivo di Gestione possono essere caricati contemporaneamente in un unica fase, indicando gli importi a livello di capitolo con la maschera P.E.G. Pluriennale. Naturalmente le colonne Impegni dell ultimo esercizio chiuso e Previsioni definitive dell esercizio in corso vengono desunte automaticamente dagli anni precedenti. In particolare la colonna delle previsioni definitive dell esercizio in corso può essere riaggiornata automaticamente via via che vengono effettuate delle variazioni di stanziamento. Le colonne degli stanziamenti relativi al 1 e al 2 anno successivo, nel Bilancio Pluriennale, per le spese correnti possono essere calcolate automaticamente applicando una percentuale costante allo stanziamento dell anno di bilancio, con possibilità di modificare successivamente solo i capitoli desiderati. Sulla stessa maschera utilizzata per il caricamento del PEG vengono anche aggiornati in tempo reale i totali a livello di Titolo, Funzione, Servizio e Intervento, dando immediatamente, con un'unica maschera, la situazione anche a livello di Bilancio di Previsione e di Bilancio Pluriennale. Conseguenza di ciò è che non servono altri interventi manuali da parte dell operatore per ottenere automaticamente su video e in stampa: Bilancio di Previsione e allegati: Riepilogo Generale delle Spese, Funzioni delegate dalla Regione, Contributi da Organi Comunitari, Quadro Generale Riassuntivo, Bilancio Pluriennale: Entrate, Spese per Servizio, Spese per Programma, Spese per Intervento Piano Esecutivo di Gestione (P.E.G.): Annuale e Pluriennale, può essere stampato diviso per Servizio e per Classificazioni di Bilancio. Tutti i dati del bilancio possono essere esportati su fogli di Excel per ricavarne riepiloghi e grafici di ogni tipo.

5 La Gestione dei Mastri e dei Movimenti di Entrata e di Uscita A fronte di ogni capitolo di Entrata e di Uscita inserito nel PEG il sistema presenta una scheda di mastro contenente, sia per la Competenza che per i Residui: Stanziamento iniziale, Variazioni intervenute nel corso dell anno, Stanziamento aggiornato, Residui iniziali, Economie/Maggiori Entrate Residui attuali Dettaglio dei movimenti in Competenza e a Residui o Impegni/Accertamenti o Liquidazioni/Ordinativi o Mandati/Reversali Testata Dettaglio

6 Gli impegni possono essere caricati sia dall ufficio Ragioneria che direttamente dai Servizi che li hanno assunti sui capitoli di loro competenza, anche sotto forma di prenotazione. L impegno diventa definitivo quando viene associato ad un provvedimento (Determina) o viene dichiarato Spesa obbligatoria ; diventa esecutivo (quindi liquidabile) quando la Ragioneria pone il visto di Regolarità Contabile sul provvedimento. Gli impegni possono essere assunti anche sui due anni successivi a quello corrente sulla base degli stanziamenti indicati a livello di Bilancio Pluriennale. L assunzione dell impegno, dalla prenotazione alla esecutività, può essere gestita in maniera ancora più dettagliata, tramite il modulo di gestione delle Determine (vedi) che consente di gestire l impegno di spesa contestualmente alla stesura della determina. L impegno, fino ad esaurimento dell importo impegnato, può essere liquidato totalmente o in più riprese anche a fornitori diversi, oppure essere suddiviso in sub impegni ciascuno dei quali potrà essere a sua volta liquidato totalmente o in più riprese. La fase di liquidazione prevede l associazione con la corrispondente fattura emessa dal fornitore che, all emissione del mandato, resterà così automaticamente quietanzata. Al momento della liquidazione è possibile anche segnalare con l'apposita funzione, gli elementi che il sistema dovrà riportare sul prospetto di conciliazione e sul conto economico quando si riferiscono a situazioni a cavallo di esercizio (Ratei e Risconti). Sia l assunzione dei sub-impegni che la liquidazione delle fatture (quando per la liquidazione è prevista una determina) possono essere gestite direttamente dai Servizi interessati utilizzando il modulo di gestione delle Determine. In questo caso la Ragioneria potrà limitarsi a porre (o meno) il visto contabile e ad emettere successivamente il mandato di pagamento. Il mandato può fare riferimento ad un unica liquidazione oppure a più liquidazioni; in quest ultimo caso le liquidazioni devono riferirsi allo stesso capitolo e stessa gestione (competenza o Residui), ma possono fare riferimento anche a beneficiari diversi specificati in una lista allegata. Se il mandato prevede una ritenuta è possibile impostare ed emettere la corrispondente reversale contestualmente all emissione del mandato.

7 Se poi la spesa sostenuta con quel mandato comporta anche un aggiornamento della situazione patrimoniale, l operatore può agganciarsi alla corrispondente funzione del modulo Inventario effettuando automaticamente l aggiornamento. Relativamente alle Entrate la Reversale d incasso può scaricare parzialmente o totalmente un Accertamento esistente oppure caricare contestualmente l accertamento con un unica operazione. Sia il mandato che la reversale, finché non vengono inviati al tesoriere, in caso di errore possono essere annullati e riemessi con lo stesso numero e stessa data; dopo l invio al tesoriere possono essere stornati e riemessi con un nuovo numero e nuova data. La stampa dei mandati e delle reversali viene fatta su modelli personalizzabili tramite Word. L avviso di pagamento può essere inviato al beneficiario anche via direttamente dal programma. Alla tesoreria i mandati e le reversali vengono inviati su supporto cartaceo accompagnato da un file organizzato secondo il tracciato previsto dalla tesoreria stessa, oppure nella forma prevista dalla tesoreria per la gestione del Mandato informatico. Le variazioni di stanziamento Lo stanziamento iniziale dei capitoli può essere modificato in corso d anno attraverso i movimenti di Variazione stanziamento che inizialmente possono essere fatti in via provvisoria per consentirne la stampa da allegare alla delibera da proporre alla Giunta o al Consiglio. Dopo l approvazione della delibera le relative variazioni possono essere rese definitive. Le variazioni che riguardano più capitoli (spostamento di importi da un capitolo all altro, utilizzo di maggiori entrate) possono essere fatte con un unica operazione che carica la variazione su entrambi i capitoli interessati.

8 Il Rendiconto della gestione Il sistema è in grado di fornire per ogni capitolo di bilancio la situazione aggiornata in tempo reale (Stanziamento, impegnato, da impegnare, pagato e da pagare). Non è quindi necessario fare operazioni di chiusura per ottenere le stampe di tipo consuntivo e riepilogative; lo stesso Conto consuntivo può essere stampato anche in corso di esercizio: riporterà la situazione fotografata in quel momento. La sistemazione dei Residui da riportare, finalizzata alla predisposizione del Conto Consuntivo e di tutta la documentazione connessa, risulta particolarmente facilitata dal fatto che l esercizio finanziario dell anno precedente resta strettamente collegato con quello in corso. Tutti i movimenti che vengono effettuati sull'esercizio precedente (rettifiche su impegni, accertamenti, mandati e reversali a copertura) si riflettono in tempo reale sui Residui dell'esercizio in corso finché l esercizio precedente non viene chiuso. In pratica con la stessa videata è possibile effettuare un operazione sull esercizio precedente e vederne immediatamente gli effetti sui residui dell anno in corso. Questo sistema consente anche di non dovere fare operazioni di ribaltamento dei residui a fine anno, ma di mantenere gli impegni con lo stesso numero e la stessa data anche negli anni successivi fino al pagamento totale degli stessi.

9 Oltre alle stampe del Conto Consuntivo e relativi allegati come previsto dalla normativa, e dei residui da riportare in varie forme, sono previste anche tutta una serie di ulteriori stampe a supporto della gestione. Il collegamento con il modulo Conto economico e Conto del patrimonio consente poi di riportare in automatico su quest ultimo i dati necessari per la stesura e la stampa del Prospetto di Conciliazione, del Conto Economico e del Conto del Patrimonio. Per i dati relativi a impegni, accertamenti, liquidazioni, mandati, reversali e conto consuntivo è prevista l esportazione su Excel che consente di effettuare le più svariate elaborazioni ricavandone prospetti e grafici di ogni tipo. La Gestione dei Fornitori e dei Debitori Il programma consente di tenere memorizzati i dati anagrafici dei fornitori e dei debitori ricorrenti e di quelli per i quali sono da registrare fatture ai fini IVA o c'è da gestire la ritenuta d'acconto. Non è obbligatorio caricare sull'anagrafico il Beneficiario di un mandato o il Debitore di una reversale. Se si tratta di un Fornitore o Debitore occasionale i suoi dati anagrafici possono essere indicati direttamente sul mandato o reversale senza doverli registrare in Anagrafico. In ogni caso l'anagrafico Fornitori e Debitori è unico, così che se un Fornitore è anche un Debitore i suoi dati anagrafici vengono registrati una volta soltanto. Anche per le Fatture non esiste l'obbligo del caricamento per essere liquidate e pagate: è sufficiente indicare gli estremi della fattura sulla "liquidazione" per farla comparire sul mandato e sull'estratto conto del Fornitore. La fattura deve essere caricata obbligatoriamente solo se: Si vuole che compaia subito sull'estratto conto del Fornitore, ancora prima che venga liquidata. Deve essere registrata ai fini della Contabilità IVA, Il fornitore è soggetto a Ritenuta d'acconto; per cui gli dovrà essere rilasciato in automatico il certificato di versamento della ritenuta o il CUD e lo si dovrà gestire ai fini del Mod. 770.

10 Il programma consente anche di memorizzare l immagine della fattura o scannerizzandola direttamente, oppure indicandone il numero di protocollo generale se la scannerizzazione è già stata fatta dall ufficio Protocollo al suo arrivo. Per un fornitore è possibile richiedere al sistema l estratto conto sia a livello di impegni, liquidazioni e mandati, che di fatture ricevute.. Per i Fornitori soggetti a Ritenuta d'acconto (Professionisti) e per quelli con redditi assimilati a lavoro dipendente (es. Amministratori) è previsto il collegamento con il moduli CUD e Mod. 770 che consentono la stampa dei certificati di versamento delle ritenute d'acconto per i professionisti e del CUD per i percettori di redditi assimilati a lavoro dipendente. Questi dati vengono poi importati automaticamente dal modulo che gestisce il Modello 770.

11 RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA Questo modulo consente di compilare interamente la Relazione Previsionale e Programmatica attingendo automaticamente i dati deducibili dal P.E.G. e dal Bilancio Pluriennale e dando all'utente la possibilità di inserire le parti descrittive e i dati non ricavabili in automatico e di effettuare la stampa finale. E' basato su modelli preimpostati di fogli EXCEL e di documenti WORD direttamente collegati con la Base dati del Bilancio. La prima fase crea in automatico le varie sezioni riempiendole con i dati del PEG. La seconda fase consente di completare i modelli di ciascuna sezione sfruttando le funzioni di EXCEL e di WORD.

12 CONTO ECONOMICO E DEL PATRIMONIO Questo modulo, anche se nasce come un naturale completamento della Contabilità Finanziaria e dell Inventario (da cui puo importare quasi interamente i dati che gli servono), può essere utilizzato anche autonomamente da chi non dispone di uno o di entrambi i moduli citati; il programma infatti consente di caricare i dati anche manualmente. I prospetti che produce sono: Prospetto di Conciliazione Conto Economico Conto del Patrimonio Dal Prospetto di Conciliazione, compilato in automatico importando i dati dalla Contabilità oppure caricato manualmente, il sistema genera per intero il Conto Economico e parzialmente il Conto del Patrimonio.

13 Per il Conto del Patrimonio potranno poi essere importati i dati riguardanti il Patrimonio dall Inventario e un altra serie di dati dalla Contabilità; resteranno da caricare manualmente solo alcuni dati non ricavabili in automatico. I tre prospetti, una volta completati, possono essere stampati e importati dal modulo che ne consente l invio telematico alla Corte dei Conti.

14 INVIO TELEMATICO ALLA CORTE DEI CONTI Questo modulo facilita notevolmente le operazioni di preparazione del file contenente i prospetti da inviare alla Corte dei Conti. Inseriti infatti in una apposita cartella i modelli scaricati dal sito della Corte dei Conti, il programma compila automaticamente uno ad uno i relativi prospetti dando poi la possibilità di visualizzarli e di controllarne la correttezza con il software di validazione fornito dal Corte dei Conti. Una volta creati e controllati tutti i prospetti, il sistema li compatta in un unico file compresso e si collega al sito della Corte dei Conti per l invio.

15 MUTUI Per ogni mutuo acceso dall Ente questo modulo consente di creare una scheda che ne sintetizza le caratteristiche: Istituto mutuante e Numero di posizione, Descrizione, Anno di partenza e Durata, Capitale erogato, Tasso d interesse e Tipo(fisso o variabile), Rateazione e Scadenze, Eventuali contributi di terzi, Piano d ammortamento Se il tasso è di tipo fisso il piano d ammortamento viene calcolato in automatico.

16

17 Per ogni anno di esercizio è possibile indicare su quali capitoli vanno imputate le spese per la quota interessi e per la quota capitale. Questo consente a inizio anno di aggiornare automaticamente gli stanziamenti iniziali sul bilancio di previsione, di emettere in automatico gli impegni di spesa e di stampare i prospetti da allegare al Bilancio di previsione Vengono inoltre gestite eventuali variazioni, sia di importo che di tasso, con ricalcolo automatico del piano d ammortamento, eventuali devoluzioni e l estinzione anticipata.

18 CONTABILITA IVA Questo modulo consente di gestire i registri dei Servizi soggetti a Iva sia in forma autonoma, che in collegamento diretto con il modulo dei Fornitori e Debitori della Contabilità. In particolare, con la contabilità ha in comune sia l anagrafico dei Fornitori e Debitori, sia la base dati delle fatture attive e passive. Per ogni servizio soggetto a IVA l'operatore indica inizialmente come va gestita la relativa contabilità: quali sono i registri da tenere (Acquisti, Fatture Attive o Corrispettivi), se la chiusura è mensile o trimestrale, se è previsto un Pro rata indetraibilità e quant altro. Le Fatture Attive e Passive e l'anagrafico dei Fornitori e Debitori possono essere caricati indifferentemente dal modulo della Contabilità Finanziaria o dal modulo "Contabilità IVA" in quanto la Base Dati è in comune.

19 Le fatture, come prevede la normativa, vengono trattate tutte in sospensione di Iva, cioè il fornitore verserà l iva solo a pagamento avvenuto; per questo le fatture vengono registrate al loro arrivo, ma vengono conteggiate ai fini della detrazione solamente a pagamento avvenuto. Naturalmente non è necessario che l operatore intervenga per segnalare il pagamento, è il sistema che si accorge del pagamento quando trova emesso il corrispondente mandato. Mensilmente vengono stampati i registri di ciascun servizio e il registro riepilogativo che ne fa la sintesi e chiude il periodo. Prima di effettuare la stampa definitiva su modulo bollato è possibile stampare più volte il registro su carta normale per controllo.

PROGETTO CONTABILITA FINANZIARIA, ECONOMICA E CONTROLLO DI GESTIONE

PROGETTO CONTABILITA FINANZIARIA, ECONOMICA E CONTROLLO DI GESTIONE PROGETTO CONTABILITA FINANZIARIA, ECONOMICA E CONTROLLO DI GESTIONE Come tutte le organizzazioni, le pubbliche amministrazioni, sono caratterizzate da un obiettivo da raggiungere: soddisfare i bisogni

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO Allegato n. 2 alla delibera n. 11 del 12.12.05 SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO..., con sede in.., Codice

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali La procedura è multi aziendale. L'accesso al software avviene tramite password e livello di accesso definibili per utente. L'interfaccia di

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Gamma EVOLUTION. L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale

Gamma EVOLUTION. L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale Gamma EVOLUTION L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale Gamma Evolution Caratteristiche Tecniche Linguaggio di programmazione: ACUCOBOLGT Case di sviluppo: TOTEM Sistema operativo: WINDOWS,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI DI CUI ALLA LEGGE 20 MARZO 1975, N. 70

REGOLAMENTO PER L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI DI CUI ALLA LEGGE 20 MARZO 1975, N. 70 REGOLAMENTO PER L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI DI CUI ALLA LEGGE 20 MARZO 1975, N. 70 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Definizioni e denominazioni 3 Art. 2 - Ambito

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A Comunicazione Spesometro 2 Attivazione 2 Configurazioni 3 Classificazione delle Aliquote IVA 3 Dati soggetto obbligato 4 Opzioni 5 Nuovo adempimento 6 Gestione

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA 2012-2013

RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA 2012-2013 Direzione Generale per il Terzo Settore e le Formazioni Sociali RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA 2012-2013 A seguito della soppressione dell Agenzia per il Terzo Settore (ex Agenzia per le Onlus), le relative

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI 1 Slides a cura del dott. Paolo Longoni!1 PARLARE DI CONTABILITÀ NEGLI ENTI LOCALI.. Significa adottare un punto di vista diverso da quello in uso

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Pagina 1 di 9 Indice generale 1 Accesso alla raccolta... 3 2 Il pannello di controllo della raccolta e attivazione delle maschere...

Dettagli

VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE

VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE COPIA Determinazione n. 812 del 28/11/2013 N. registro di area 139 VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE Assunta nel giorno 28/11/2013 da Laura Dordi Responsabile del Settore AFFARI GENERALI

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Albez edutainment production Il sistema informativo aziendale III classe ITC 1 Alla fine di questo modulo sarai in grado di: conoscere funzioni, obiettivi e struttura del sistema informativo aziendale;

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico VenereBeautySPA Ver. 3.5 Gestione Parrucchieri e Centro Estetico Gestione completa per il tuo salone Gestione clienti e servizi Tel./Fax. 095 7164280 Cell. 329 2741068 Email: info@il-software.it - Web:

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE

L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE IL MONDO CAMBIA IN FRETTA. MEGLIO ESSERE DINAMICO Siamo una società vicentina, fondata nel 1999, specializzata nella realizzazione di software gestionali

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

GesAge 2.0 Gestione Agenti Informazioni di prodotto

GesAge 2.0 Gestione Agenti Informazioni di prodotto GesAge 2.0 Gestione Agenti Informazioni di prodotto EBC Consulting Gestione agenti di commercio e venditori Sistema GesAge 2.0 integrato con H1 hrms EBC Consulting Agenda 1. La soluzione 2. Il target 3.

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio LE SCRITTURE DI RETTIFICA: Attraverso le scritture di rettifica si rinviano al futuro esercizio componenti positivi e negativi di reddito che si sono manifestati nell esercizio, e quindi sono stati in

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

Pacchetto verticale vitivinicolo

Pacchetto verticale vitivinicolo Pacchetto verticale vitivinicolo Descrizione della soluzione Pag. 1 La Cooperativa Seled ha realizzato una completa copertura delle procedure informatiche per Cooperative Vitivinicole in ambiente Windows,

Dettagli

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI SOMMARIO IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI 1. Premessa 2. Funzioni del rendiconto della gestione 3. Quadro normativo di riferimento 4. Attività operative per la predisposizione del rendiconto

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 569 DEL 28-08-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Canone per utilizzo Pos gsm della Cassa di Risparmio del

Dettagli

responsabile procedimento respons abile

responsabile procedimento respons abile Elaborazione indennità mensili amministratori Cedolino mensile per Sindaco e Assessori mensile - no entro il 27 di ogni mese Predisposizione F24EP (per versamento oneri previdenziali e ritenute operate

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

Principio contabile della contabilità finanziaria. 9.3 Il riaccertamento straordinario dei residui

Principio contabile della contabilità finanziaria. 9.3 Il riaccertamento straordinario dei residui Principio contabile della contabilità finanziaria 9.3 Il riaccertamento straordinario dei residui Il riaccertamento straordinario dei residui è l attività prevista dall articolo 3 comma 7, del presente

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013 LINEE GUIDA INVIO PRATICA TELEMATICA SPORTELLO CERC - ANNO 2013 1 INDICE 1. FASE PRELIMINARE pag.3 2. PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE pag.4 3. INVIO DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO pag.4 4. CREA MODELLO

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 398 DEL 17/05/2011 PROPOSTA N. 93 Centro di Responsabilità: Servizio Economato,patrimonio,servizi Informatici, Ambiente Servizio: Patrimonio

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A.

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A. Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA di Namirial S.p.A. Entrata in vigore degli obblighi di legge 2 Dal 6 giugno 2014 le

Dettagli

GESTIONE CENTRI DI COSTO

GESTIONE CENTRI DI COSTO GESTIONE CENTRI DI COSTO Basta attribuire un conto economico ad un solo centro di costo fisso, oppure ad un centro di costo generico che, a sua volta, ridistribuisce a percentuale fissa su altri centri

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Guida al programma 1

Guida al programma 1 Guida al programma 1 Vicenza, 08 gennaio 2006 MENU FILE FILE Cambia utente: da questa funzione è possibile effettuare la connessione al programma con un altro utente senza uscire dalla procedura. Uscita:

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

I PRINCIPI CONTABILI PER GLI ENTI LOCALI

I PRINCIPI CONTABILI PER GLI ENTI LOCALI MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE OSSERVATORIO PER LA FINANZA E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI LOCALI I PRINCIPI CONTABILI PER

Dettagli

COMUNE DI FORIO PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI CONTABILITA

COMUNE DI FORIO PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI CONTABILITA COMUNE DI FORIO PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI CONTABILITA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n.82 del 03.04.2013 INDICE CAPO I: FINALITÀ E CONTENUTI Art. 1 Finalità e contenuti del Regolamento

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO di VERONA Linee Guida per l invio telematico delle domande di contributo di cui al Regolamento Incentivi alle PMI per l innovazione tecnologica 2013 1 PREMESSA

Dettagli

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE Tutto quello che c è da sapere per comprendere meglio l estratto di conto corrente. In collaborazione con la Banca MPS e le Associazioni dei Consumatori: Acu Adiconsum

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01)

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) SINTESI Comunicazioni Obbligatorie [COB] XML ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) Questo documento è una guida alla importazione delle Comunicazioni Obbligatorie: funzionalità che consente di importare

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli