CitySoftware SERVIZI FINANZIARI. Info-Mark srl

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CitySoftware SERVIZI FINANZIARI. Info-Mark srl"

Transcript

1 CitySoftware SERVIZI FINANZIARI Info-Mark srl Via Rivoli, 5/ GENOVA Tel. 010/ Fax 010/ Sito internet:

2 L area dei servizi finanziari e di bilancio viene gestita da un gruppo di moduli costituito da un applicazione base denominata genericamente Contabilità finanziaria e da diversi moduli opzionali che completano la suite. Le principali funzioni gestite da ciascun modulo sono: 1. Contabilità finanziaria (Modulo base) Bilancio di Previsione, Pluriennale, P.E.G. e allegati, Mastri delle Entrate e delle Uscite e Variazioni di stanziamento Movimenti di Entrata (Accertamenti, Ordinativi, Reversali d incasso, Mastri) Movimenti di Uscita (Impegni, Liquidazioni, Mandati di pagamento, Mastri) Rapporti con la Tesoreria (Trasmissione flussi, Mandato informatico) Rendiconto della gestione (Conto consuntivo e allegati, Quadri riassuntivi, Reports ed estrazioni su Excel) Fornitori (Anagrafica, Fatture passive, Estratti conto, Ritenute d acconto, collegamenti con i moduli CUD e 770) Debitori (Anagrafica, emissione e stampa delle Fatture Attive e gestione dei Corrispettivi) 2. Relazione Previsionale e Programmatica Importazione automatica dei dati dal Bilancio di previsione, Stesura delle parti descrittive su schemi preimpostati con fogli di Excel e documenti di Word. 3. Conto Economico e del Patrimonio Importazione dei dati dalla Contabilità Finanziaria e dall Inventario, Completamento e stampa del Prospetto di Conciliazione, del Conto Economico e del Conto del Patrimonio.

3 4. Patto di Stabilità Determinazione degli obiettivi Monitoraggio delle Entrate e delle Spese in diretto collegamento con la Contabilità Finanziaria 5. Invio telematico alla Corte dei Conti Creazione automatica dei files Xml da trasmettere alla Corte dei Conti Visualizzazione dei relativi prospetti Verifica della correttezza dei files utilizzando il software del Ministero Compattazione automatica secondo le specifiche richieste Collegamento da programma al sito della Corte dei Conti per l invio. 6. Mutui Gestione della scheda del mutuo con relativo piano di ammortamento calcolato in automatico (se a tasso fisso) Associazione del capitolo di bilancio alla quota interessi e alla quota capitale di ciascun mutuo, Interrogazione dei mutui per capitolo di bilancio, Aggiornamento annuale automatico degli stanziamenti sul Bilancio di Previsione, Assunzione automatica degli impegni di spesa a inizio anno, Stampa dell Allegato al Bilancio. 7. Contabilità Iva Impostazione dei registri delle Fatture Ricevute, Fatture Emesse e Corrispettivi per ogni servizio soggetto a Iva e di quello Riepilogativo. Caricamento delle fatture in comune con il modulo base della Contabilità Finanziaria, Stampa dei Registri con relative chiusure mensili e annuale Il tutto è collegato con moduli che gestiscono altre aree applicative quali la Segreteria (Determine), l Ufficio Personale (Paghe e Stipendi), l Economato (Cassa Economale, Inventario). Bilancio di Previsione, Pluriennale e PEG CONTABILITA FINANZIARIA Comprende tutte le funzioni che consentono di impostare lo schema del Bilancio di Previsione e del Piano Esecutivo di Gestione (P.E:G.): La classificazione preimpostata dei capitoli è quella classica per Titolo, Categoria e Risorsa per le Entrate e per Titolo, Funzione, Servizio e Intervento per le Spese, ma può essere impostata anche diversamente per gli Enti che seguissero una diversa normativa. Oltre che secondo la classificazione di base e le altre obbligatorie (Voce economica, Codice Siope, Certificato al Bilancio e al Consuntivo), i capitoli possono essere raggruppati anche secondo altri tipi di classificazione che consentono di ottenere informazioni di tipo diverso: Per Programma e Progetto, Per Centro di Costo e Fattore Produttivo, Per Assessorato I capitoli inoltre, ai fini del PEG, possono essere assegnati ad un Servizio specifico o a Servizi diversi. sulla base di questa suddivisione i relativi stanziamenti saranno resi disponibili ai rispettivi servizi al momento dell assunzione della determina.

4 Bilancio di Previsione, Bilancio Pluriennale e Piano Esecutivo di Gestione possono essere caricati contemporaneamente in un unica fase, indicando gli importi a livello di capitolo con la maschera P.E.G. Pluriennale. Naturalmente le colonne Impegni dell ultimo esercizio chiuso e Previsioni definitive dell esercizio in corso vengono desunte automaticamente dagli anni precedenti. In particolare la colonna delle previsioni definitive dell esercizio in corso può essere riaggiornata automaticamente via via che vengono effettuate delle variazioni di stanziamento. Le colonne degli stanziamenti relativi al 1 e al 2 anno successivo, nel Bilancio Pluriennale, per le spese correnti possono essere calcolate automaticamente applicando una percentuale costante allo stanziamento dell anno di bilancio, con possibilità di modificare successivamente solo i capitoli desiderati. Sulla stessa maschera utilizzata per il caricamento del PEG vengono anche aggiornati in tempo reale i totali a livello di Titolo, Funzione, Servizio e Intervento, dando immediatamente, con un'unica maschera, la situazione anche a livello di Bilancio di Previsione e di Bilancio Pluriennale. Conseguenza di ciò è che non servono altri interventi manuali da parte dell operatore per ottenere automaticamente su video e in stampa: Bilancio di Previsione e allegati: Riepilogo Generale delle Spese, Funzioni delegate dalla Regione, Contributi da Organi Comunitari, Quadro Generale Riassuntivo, Bilancio Pluriennale: Entrate, Spese per Servizio, Spese per Programma, Spese per Intervento Piano Esecutivo di Gestione (P.E.G.): Annuale e Pluriennale, può essere stampato diviso per Servizio e per Classificazioni di Bilancio. Tutti i dati del bilancio possono essere esportati su fogli di Excel per ricavarne riepiloghi e grafici di ogni tipo.

5 La Gestione dei Mastri e dei Movimenti di Entrata e di Uscita A fronte di ogni capitolo di Entrata e di Uscita inserito nel PEG il sistema presenta una scheda di mastro contenente, sia per la Competenza che per i Residui: Stanziamento iniziale, Variazioni intervenute nel corso dell anno, Stanziamento aggiornato, Residui iniziali, Economie/Maggiori Entrate Residui attuali Dettaglio dei movimenti in Competenza e a Residui o Impegni/Accertamenti o Liquidazioni/Ordinativi o Mandati/Reversali Testata Dettaglio

6 Gli impegni possono essere caricati sia dall ufficio Ragioneria che direttamente dai Servizi che li hanno assunti sui capitoli di loro competenza, anche sotto forma di prenotazione. L impegno diventa definitivo quando viene associato ad un provvedimento (Determina) o viene dichiarato Spesa obbligatoria ; diventa esecutivo (quindi liquidabile) quando la Ragioneria pone il visto di Regolarità Contabile sul provvedimento. Gli impegni possono essere assunti anche sui due anni successivi a quello corrente sulla base degli stanziamenti indicati a livello di Bilancio Pluriennale. L assunzione dell impegno, dalla prenotazione alla esecutività, può essere gestita in maniera ancora più dettagliata, tramite il modulo di gestione delle Determine (vedi) che consente di gestire l impegno di spesa contestualmente alla stesura della determina. L impegno, fino ad esaurimento dell importo impegnato, può essere liquidato totalmente o in più riprese anche a fornitori diversi, oppure essere suddiviso in sub impegni ciascuno dei quali potrà essere a sua volta liquidato totalmente o in più riprese. La fase di liquidazione prevede l associazione con la corrispondente fattura emessa dal fornitore che, all emissione del mandato, resterà così automaticamente quietanzata. Al momento della liquidazione è possibile anche segnalare con l'apposita funzione, gli elementi che il sistema dovrà riportare sul prospetto di conciliazione e sul conto economico quando si riferiscono a situazioni a cavallo di esercizio (Ratei e Risconti). Sia l assunzione dei sub-impegni che la liquidazione delle fatture (quando per la liquidazione è prevista una determina) possono essere gestite direttamente dai Servizi interessati utilizzando il modulo di gestione delle Determine. In questo caso la Ragioneria potrà limitarsi a porre (o meno) il visto contabile e ad emettere successivamente il mandato di pagamento. Il mandato può fare riferimento ad un unica liquidazione oppure a più liquidazioni; in quest ultimo caso le liquidazioni devono riferirsi allo stesso capitolo e stessa gestione (competenza o Residui), ma possono fare riferimento anche a beneficiari diversi specificati in una lista allegata. Se il mandato prevede una ritenuta è possibile impostare ed emettere la corrispondente reversale contestualmente all emissione del mandato.

7 Se poi la spesa sostenuta con quel mandato comporta anche un aggiornamento della situazione patrimoniale, l operatore può agganciarsi alla corrispondente funzione del modulo Inventario effettuando automaticamente l aggiornamento. Relativamente alle Entrate la Reversale d incasso può scaricare parzialmente o totalmente un Accertamento esistente oppure caricare contestualmente l accertamento con un unica operazione. Sia il mandato che la reversale, finché non vengono inviati al tesoriere, in caso di errore possono essere annullati e riemessi con lo stesso numero e stessa data; dopo l invio al tesoriere possono essere stornati e riemessi con un nuovo numero e nuova data. La stampa dei mandati e delle reversali viene fatta su modelli personalizzabili tramite Word. L avviso di pagamento può essere inviato al beneficiario anche via direttamente dal programma. Alla tesoreria i mandati e le reversali vengono inviati su supporto cartaceo accompagnato da un file organizzato secondo il tracciato previsto dalla tesoreria stessa, oppure nella forma prevista dalla tesoreria per la gestione del Mandato informatico. Le variazioni di stanziamento Lo stanziamento iniziale dei capitoli può essere modificato in corso d anno attraverso i movimenti di Variazione stanziamento che inizialmente possono essere fatti in via provvisoria per consentirne la stampa da allegare alla delibera da proporre alla Giunta o al Consiglio. Dopo l approvazione della delibera le relative variazioni possono essere rese definitive. Le variazioni che riguardano più capitoli (spostamento di importi da un capitolo all altro, utilizzo di maggiori entrate) possono essere fatte con un unica operazione che carica la variazione su entrambi i capitoli interessati.

8 Il Rendiconto della gestione Il sistema è in grado di fornire per ogni capitolo di bilancio la situazione aggiornata in tempo reale (Stanziamento, impegnato, da impegnare, pagato e da pagare). Non è quindi necessario fare operazioni di chiusura per ottenere le stampe di tipo consuntivo e riepilogative; lo stesso Conto consuntivo può essere stampato anche in corso di esercizio: riporterà la situazione fotografata in quel momento. La sistemazione dei Residui da riportare, finalizzata alla predisposizione del Conto Consuntivo e di tutta la documentazione connessa, risulta particolarmente facilitata dal fatto che l esercizio finanziario dell anno precedente resta strettamente collegato con quello in corso. Tutti i movimenti che vengono effettuati sull'esercizio precedente (rettifiche su impegni, accertamenti, mandati e reversali a copertura) si riflettono in tempo reale sui Residui dell'esercizio in corso finché l esercizio precedente non viene chiuso. In pratica con la stessa videata è possibile effettuare un operazione sull esercizio precedente e vederne immediatamente gli effetti sui residui dell anno in corso. Questo sistema consente anche di non dovere fare operazioni di ribaltamento dei residui a fine anno, ma di mantenere gli impegni con lo stesso numero e la stessa data anche negli anni successivi fino al pagamento totale degli stessi.

9 Oltre alle stampe del Conto Consuntivo e relativi allegati come previsto dalla normativa, e dei residui da riportare in varie forme, sono previste anche tutta una serie di ulteriori stampe a supporto della gestione. Il collegamento con il modulo Conto economico e Conto del patrimonio consente poi di riportare in automatico su quest ultimo i dati necessari per la stesura e la stampa del Prospetto di Conciliazione, del Conto Economico e del Conto del Patrimonio. Per i dati relativi a impegni, accertamenti, liquidazioni, mandati, reversali e conto consuntivo è prevista l esportazione su Excel che consente di effettuare le più svariate elaborazioni ricavandone prospetti e grafici di ogni tipo. La Gestione dei Fornitori e dei Debitori Il programma consente di tenere memorizzati i dati anagrafici dei fornitori e dei debitori ricorrenti e di quelli per i quali sono da registrare fatture ai fini IVA o c'è da gestire la ritenuta d'acconto. Non è obbligatorio caricare sull'anagrafico il Beneficiario di un mandato o il Debitore di una reversale. Se si tratta di un Fornitore o Debitore occasionale i suoi dati anagrafici possono essere indicati direttamente sul mandato o reversale senza doverli registrare in Anagrafico. In ogni caso l'anagrafico Fornitori e Debitori è unico, così che se un Fornitore è anche un Debitore i suoi dati anagrafici vengono registrati una volta soltanto. Anche per le Fatture non esiste l'obbligo del caricamento per essere liquidate e pagate: è sufficiente indicare gli estremi della fattura sulla "liquidazione" per farla comparire sul mandato e sull'estratto conto del Fornitore. La fattura deve essere caricata obbligatoriamente solo se: Si vuole che compaia subito sull'estratto conto del Fornitore, ancora prima che venga liquidata. Deve essere registrata ai fini della Contabilità IVA, Il fornitore è soggetto a Ritenuta d'acconto; per cui gli dovrà essere rilasciato in automatico il certificato di versamento della ritenuta o il CUD e lo si dovrà gestire ai fini del Mod. 770.

10 Il programma consente anche di memorizzare l immagine della fattura o scannerizzandola direttamente, oppure indicandone il numero di protocollo generale se la scannerizzazione è già stata fatta dall ufficio Protocollo al suo arrivo. Per un fornitore è possibile richiedere al sistema l estratto conto sia a livello di impegni, liquidazioni e mandati, che di fatture ricevute.. Per i Fornitori soggetti a Ritenuta d'acconto (Professionisti) e per quelli con redditi assimilati a lavoro dipendente (es. Amministratori) è previsto il collegamento con il moduli CUD e Mod. 770 che consentono la stampa dei certificati di versamento delle ritenute d'acconto per i professionisti e del CUD per i percettori di redditi assimilati a lavoro dipendente. Questi dati vengono poi importati automaticamente dal modulo che gestisce il Modello 770.

11 RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA Questo modulo consente di compilare interamente la Relazione Previsionale e Programmatica attingendo automaticamente i dati deducibili dal P.E.G. e dal Bilancio Pluriennale e dando all'utente la possibilità di inserire le parti descrittive e i dati non ricavabili in automatico e di effettuare la stampa finale. E' basato su modelli preimpostati di fogli EXCEL e di documenti WORD direttamente collegati con la Base dati del Bilancio. La prima fase crea in automatico le varie sezioni riempiendole con i dati del PEG. La seconda fase consente di completare i modelli di ciascuna sezione sfruttando le funzioni di EXCEL e di WORD.

12 CONTO ECONOMICO E DEL PATRIMONIO Questo modulo, anche se nasce come un naturale completamento della Contabilità Finanziaria e dell Inventario (da cui puo importare quasi interamente i dati che gli servono), può essere utilizzato anche autonomamente da chi non dispone di uno o di entrambi i moduli citati; il programma infatti consente di caricare i dati anche manualmente. I prospetti che produce sono: Prospetto di Conciliazione Conto Economico Conto del Patrimonio Dal Prospetto di Conciliazione, compilato in automatico importando i dati dalla Contabilità oppure caricato manualmente, il sistema genera per intero il Conto Economico e parzialmente il Conto del Patrimonio.

13 Per il Conto del Patrimonio potranno poi essere importati i dati riguardanti il Patrimonio dall Inventario e un altra serie di dati dalla Contabilità; resteranno da caricare manualmente solo alcuni dati non ricavabili in automatico. I tre prospetti, una volta completati, possono essere stampati e importati dal modulo che ne consente l invio telematico alla Corte dei Conti.

14 INVIO TELEMATICO ALLA CORTE DEI CONTI Questo modulo facilita notevolmente le operazioni di preparazione del file contenente i prospetti da inviare alla Corte dei Conti. Inseriti infatti in una apposita cartella i modelli scaricati dal sito della Corte dei Conti, il programma compila automaticamente uno ad uno i relativi prospetti dando poi la possibilità di visualizzarli e di controllarne la correttezza con il software di validazione fornito dal Corte dei Conti. Una volta creati e controllati tutti i prospetti, il sistema li compatta in un unico file compresso e si collega al sito della Corte dei Conti per l invio.

15 MUTUI Per ogni mutuo acceso dall Ente questo modulo consente di creare una scheda che ne sintetizza le caratteristiche: Istituto mutuante e Numero di posizione, Descrizione, Anno di partenza e Durata, Capitale erogato, Tasso d interesse e Tipo(fisso o variabile), Rateazione e Scadenze, Eventuali contributi di terzi, Piano d ammortamento Se il tasso è di tipo fisso il piano d ammortamento viene calcolato in automatico.

16

17 Per ogni anno di esercizio è possibile indicare su quali capitoli vanno imputate le spese per la quota interessi e per la quota capitale. Questo consente a inizio anno di aggiornare automaticamente gli stanziamenti iniziali sul bilancio di previsione, di emettere in automatico gli impegni di spesa e di stampare i prospetti da allegare al Bilancio di previsione Vengono inoltre gestite eventuali variazioni, sia di importo che di tasso, con ricalcolo automatico del piano d ammortamento, eventuali devoluzioni e l estinzione anticipata.

18 CONTABILITA IVA Questo modulo consente di gestire i registri dei Servizi soggetti a Iva sia in forma autonoma, che in collegamento diretto con il modulo dei Fornitori e Debitori della Contabilità. In particolare, con la contabilità ha in comune sia l anagrafico dei Fornitori e Debitori, sia la base dati delle fatture attive e passive. Per ogni servizio soggetto a IVA l'operatore indica inizialmente come va gestita la relativa contabilità: quali sono i registri da tenere (Acquisti, Fatture Attive o Corrispettivi), se la chiusura è mensile o trimestrale, se è previsto un Pro rata indetraibilità e quant altro. Le Fatture Attive e Passive e l'anagrafico dei Fornitori e Debitori possono essere caricati indifferentemente dal modulo della Contabilità Finanziaria o dal modulo "Contabilità IVA" in quanto la Base Dati è in comune.

19 Le fatture, come prevede la normativa, vengono trattate tutte in sospensione di Iva, cioè il fornitore verserà l iva solo a pagamento avvenuto; per questo le fatture vengono registrate al loro arrivo, ma vengono conteggiate ai fini della detrazione solamente a pagamento avvenuto. Naturalmente non è necessario che l operatore intervenga per segnalare il pagamento, è il sistema che si accorge del pagamento quando trova emesso il corrispondente mandato. Mensilmente vengono stampati i registri di ciascun servizio e il registro riepilogativo che ne fa la sintesi e chiude il periodo. Prima di effettuare la stampa definitiva su modulo bollato è possibile stampare più volte il registro su carta normale per controllo.

Comune di.. Piano di addestramento della Procedura PF Finanziaria

Comune di.. Piano di addestramento della Procedura PF Finanziaria PREMESSA Lo scopo di questo documento è quello di offrire al Cliente una formazione standard ed adeguata per un corretto utilizzo delle procedure Halley. Le fasi dell addestramento sono state studiate

Dettagli

Servizi Economici. PAL Informatica srl. Soluzioni e progetti per la Pubblica amministrazione. Sito Internet: http://www.palinformatica.it.

Servizi Economici. PAL Informatica srl. Soluzioni e progetti per la Pubblica amministrazione. Sito Internet: http://www.palinformatica.it. srl Soluzioni e progetti per la Pubblica amministrazione Sito Internet: http://www.palinformatica.it Servizi Economici E-mail info@palinformatica.it Telefono 059/82.90.99 Fax 059/82.91.22 PAL Informatica

Dettagli

AREA CONTABILITÀ AREA CONTABILITÀ CONTABILITÀ FINANZIARIA BILANCIO DI PREVISIONE PATTO DI STABILITÀ GESTIONI CERTIFICAZIONI GESTIONE ORDINI

AREA CONTABILITÀ AREA CONTABILITÀ CONTABILITÀ FINANZIARIA BILANCIO DI PREVISIONE PATTO DI STABILITÀ GESTIONI CERTIFICAZIONI GESTIONE ORDINI AREA CONTABILITÀ AREA CONTABILITÀ CONTABILITÀ FINANZIARIA BILANCIO DI PREVISIONE PATTO DI STABILITÀ GESTIONI CERTIFICAZIONI GESTIONE ORDINI GESTIONE MAGAZZINO FATTURAZIONE ED IVA GESTIONE DEL PATRIMONIO

Dettagli

CONTABILITÀ FINANZIARIA

CONTABILITÀ FINANZIARIA D.Lgs. 267/2000 (ex D.Lgs 77/95) CONTABILITÀ FINANZIARIA Il nuovo ordinamento finanziario e contabile degli enti locali arriva dopo tutta una serie di innovazioni legislative (L. 142/90, L. 241/90, D.L.

Dettagli

Contabilità Finanziaria

Contabilità Finanziaria Possibilità di gestire in parallelo il bilancio secondo il D.Lgs. 118/2011 relativo all Armonizzazione dei sistemi contabili. Elaborazione in automatico del Bilancio di Previsione e del Pluriennale. Gestione

Dettagli

Contabilita finanziaria

Contabilita finanziaria Contabilita finanziaria Come tutte le organizzazioni, le pubbliche amministrazioni, sono caratterizzate da un obiettivo da raggiungere: soddisfare i bisogni dei propri cittadini secondo la regola del minimo

Dettagli

Servizio Bilancio e Controllo di Gestione

Servizio Bilancio e Controllo di Gestione Servizio Bilancio e Controllo di Gestione Responsabile settore: Mara Fabbiani Telefono: 0522 610 214 e mail: m.fabbiani@comune.castelnovo-nemoti.re.it Dotazione organica Loretta Marciani Rossella Tognetti

Dettagli

Contabilità Finanziaria

Contabilità Finanziaria Possibilità di gestire in parallelo il bilancio secondo il D.Lgs. 118/2011 relativo all Armonizzazione dei sistemi contabili. Acquisizione automatica delle fatture elettroniche in formato XML. Gestione

Dettagli

SIDI Scuola Nuovo Bilancio

SIDI Scuola Nuovo Bilancio SIDI Scuola Nuovo Bilancio 1 Indice 1. Il Bilancio delle Scuole... 4 2. La Gestione dei Debitori... 8 3. La Gestione dei Creditori...12 4. La Gestione della Tipologia dei Contratti...16 5. La Gestione

Dettagli

UFFICI DEL SETTORE ECONOMICO- FINANZIARIO E TRIBUTARIO SERVIZIO FINANZIARIO E RAGIONERIA

UFFICI DEL SETTORE ECONOMICO- FINANZIARIO E TRIBUTARIO SERVIZIO FINANZIARIO E RAGIONERIA UFFICI DEL SETTORE ECONOMICO- FINANZIARIO E TRIBUTARIO SERVIZIO FINANZIARIO E RAGIONERIA Ufficio Supporto adempimenti fiscali Responsabile dei procedimenti sotto elencati i dipendenti Lipira Giuseppina

Dettagli

www.gruppofinmatica.it Contabilità Armonizzata Gruppo Finmatica a process enabling IT company

www.gruppofinmatica.it Contabilità Armonizzata Gruppo Finmatica a process enabling IT company Contabilità Armonizzata Gruppo Finmatica a process enabling IT company Contabilità Armonizzata www.armonizzazionecontabile.it Premessa Premessa Un sistema contabile appropriato oggi deve ottimizzare i

Dettagli

Raccolta, verifica e quadratura dei tributi e degli oneri riflessi a carico dell Ente

Raccolta, verifica e quadratura dei tributi e degli oneri riflessi a carico dell Ente CONTABILITA ATTIVITA /PROCEDIMENTI UFFICIO I - R.E. - CONTABILITA, BILANCIO E SERVIZI A TERZI Area Tipologia Modalità di adempimento Termine iniziale Termine finale Atto conclusivo Responsa bile del procedim

Dettagli

Sistema COM.net. Datagraph. CONTABILITA FINANZIARIA D.Lvo 267/2000 MAILING EXPORT DATI AVANZATO FIRMA DIGI TALE

Sistema COM.net. Datagraph. CONTABILITA FINANZIARIA D.Lvo 267/2000 MAILING EXPORT DATI AVANZATO FIRMA DIGI TALE Sistema COM.net CONTABILITA FINANZIARIA D.Lvo 267/2000 EXPORT DATI AVANZATO MAILING FIRMA DIGI TALE SCANSIONE FATTURE SITUAZIONE FORNITORI INTERNET Datagraph 41100 MODENA Via Collegarola 160 Tel. (059)

Dettagli

4 CONTABILITA' E FINANZE. Nr. Servizio RAGIONERIA E PROGRAMMAZIONE

4 CONTABILITA' E FINANZE. Nr. Servizio RAGIONERIA E PROGRAMMAZIONE Settore CENTRO RESPONSABILITA' Categoria TEOLDI SILVIA D3G RAGIONERIA E PROGRAMMAZIONE ordinaria PROGRAMMAZIONE: BILANCIO/PEG/PDO 2 GESTIONE: INVENTARIO 3 GESTIONE: BILANCIO/PEG/PDO RENDICONTAZIONE: RENDICONTO

Dettagli

Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011

Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011 Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011 Dott.ssa Paola BULFON SEGRETARIO COMUNALE TITOLARE DELLA POSIZIONE ORGANIZZATIVA ECONOMICO - FINANZIARIA RESPONSABILE DEI SERVIZI

Dettagli

Suite Pro. Contabilità generale e cespiti. Compensi a terzi e certificazioni. Parcellazione. Simulazione fiscale. Telematico. Anagrafica nominativi

Suite Pro. Contabilità generale e cespiti. Compensi a terzi e certificazioni. Parcellazione. Simulazione fiscale. Telematico. Anagrafica nominativi Suite Pro Gestione completa delle attività dello studio commercialista Struttura modulare Integrazione tra i moduli software, che condividono un anagrafica realmente unica Impostazione grafica e funzionale

Dettagli

Contabilità: chiusure mensili ed annuali

Contabilità: chiusure mensili ed annuali Contabilità: chiusure mensili ed annuali Indice Report fiscali 2 Registri IVA 2 Liquidazione IVA 2 Riepilogo annuale IVA 3 Elenco clienti e fornitori - SPESOMETRO 3 Giornale Bollato 4 Certificazioni collaboratori

Dettagli

Sistema Contabile Enti Locali

Sistema Contabile Enti Locali Sistema Contabile Enti Locali Creatori di software Profilo Tinn è un importante realtà nel settore dell ICT con una posizione di leadership nell offerta di soluzioni software per la Pubblica Amministrazione.

Dettagli

Azienda con Sistema Qualità Certficato secondo UNI EN ISO 9001:2008 REG. N: 1216-A da Cermet

Azienda con Sistema Qualità Certficato secondo UNI EN ISO 9001:2008 REG. N: 1216-A da Cermet Azienda con Sistema Qualità Certficato secondo UNI EN ISO 9001:2008 REG. N: 1216-A da Cermet 2 Contabilità Finanziaria Indice CONTABILITÀ FINANZIARIA pag 3 CONTABILITÀ ORDINARIA, REGISTRAZIONI IN PARTITA

Dettagli

Ai Dirigenti dei Servizi Economo degli uffici centrali Agenti Contabili

Ai Dirigenti dei Servizi Economo degli uffici centrali Agenti Contabili Ai Dirigenti dei Servizi Economo degli uffici centrali Agenti Contabili e p.c. Al Direttore Capo di Gabinetto Segretario Revisori Contabili Loro sedi CIRCOLARE N. 2 /2011 OGGETTO: Procedimento amministrativo

Dettagli

Azienda con Sistema Qualità Certficato secondo UNI EN ISO 9001:2000 REG. N: 1216-A da Cermet

Azienda con Sistema Qualità Certficato secondo UNI EN ISO 9001:2000 REG. N: 1216-A da Cermet Azienda con Sistema Qualità Certficato secondo UNI EN ISO 9001:2000 REG. N: 1216-A da Cermet CONTABILITÀ FINANZIARIA Indice UFFICIO RAGIONERIA CONTABILITÀ FINANZIARIA pag 2 CONTABILITA ORDINARIA, REGISTRAZIONI

Dettagli

c.a. Responsabile Ufficio Ragioneria PROCEDURA CONTABILITA FINANZIARIA (vers. 10.27.00 o superiore) Istruzioni per l apertura del nuovo anno

c.a. Responsabile Ufficio Ragioneria PROCEDURA CONTABILITA FINANZIARIA (vers. 10.27.00 o superiore) Istruzioni per l apertura del nuovo anno c.a. Responsabile Ufficio Ragioneria OGGETTO: PROCEDURA CONTABILITA FINANZIARIA (vers. 10.27.00 o superiore) Istruzioni per l apertura del nuovo anno ATTENZIONE!!!!! Per procedere con la creazione degli

Dettagli

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE servizi per la gestione delle risorse economico-finanziarie servizi di provveditorato ed economato servizi tributari servizio del personale servizi istituzionali

Dettagli

QUICK GUIDE - OIL (Ordinativo Informatico Locale) (Area Nuovo Bilancio ver. 410 e successive)

QUICK GUIDE - OIL (Ordinativo Informatico Locale) (Area Nuovo Bilancio ver. 410 e successive) QUICK GUIDE - OIL (Ordinativo Informatico Locale) (Area Nuovo Bilancio ver. 410 e successive) L integrazione del modulo School Banking consente, con poche e semplici funzioni, la generazione di uno o più

Dettagli

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 I.Ri.Fo.R. - ONLUS Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 CAPO I - BILANCIO DI PREVISIONE Articolo 1 - Principi generali 1. La gestione finanziaria della struttura nazionale e delle strutture

Dettagli

CONDOM@T versione 11.00

CONDOM@T versione 11.00 CONDOM@T versione 11.00 L aggiornamento Condom@t 2014 prevede una serie di modifiche, di cui, una parte di maggiore entità e altre modifiche minori. Di seguito tratteremo dapprima le modifiche più importanti,

Dettagli

5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO

5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO 5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO In questo capitolo tratteremo: a) dello scarico della pratica, b) della predisposizione della distinta di accompagnamento e c) di tutte

Dettagli

CitySoftware SEGRETERIA DELIBERE DETERMINE ALBO PRETORIO. Info-Mark srl

CitySoftware SEGRETERIA DELIBERE DETERMINE ALBO PRETORIO. Info-Mark srl CitySoftware SEGRETERIA DELIBERE DETERMINE ALBO PRETORIO Info-Mark srl Via Rivoli, 5/1 16128 GENOVA Tel. 010/591145 Fax 010/591164 Sito internet: www.info-mark.it e-mail Info-Mark@Info-Mark.it Gli Atti

Dettagli

GB Software Contabilità Base

GB Software Contabilità Base In collaborazione con Presenta: GB Software Contabilità Base per la piccola azienda che deve gestire internamente la propria contabilità GB Software Contabilità Aziende è il software dedicato alla contabilità

Dettagli

GB Software Contabilità Piccola Azienda

GB Software Contabilità Piccola Azienda In collaborazione con Presenta: GB Software Contabilità Piccola Azienda Per la piccola impresa che vuole gestirsi da solo la propria contabilità Con il GB Software Contabilità Piccola Azienda potrai gestire:

Dettagli

BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE

BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE A. ASPETTI GENERALI Oggetto Il presente regolamento

Dettagli

DAI FORMA AL TUO SUCCESSO

DAI FORMA AL TUO SUCCESSO DAI FORMA AL TUO SUCCESSO CONTABILITÀ E BILANCIO REDDITI ANALISI ANTICIPATA IMPOSTE Soluzione per il commercialista E un sistema affidabile ed innovativo KING STUDIO è progettato per il professionista

Dettagli

Istituto Statale d Istruzione Superiore Miraglia LAURIA - dsga D. Di Lascio

Istituto Statale d Istruzione Superiore Miraglia LAURIA - dsga D. Di Lascio - dsga D. Di Lascio Promemoria per il personale amministrativo assegnato ai progetti P.O.N. 2000/2006 A cura del Direttore Servizi Generali e Amministrativi DI LASCIO Domenico Ogni progetto dovrà essere

Dettagli

SCHEDA OBIETTIVI PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE DEI TITOLARI DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA E DEL PERSONALE DIPENDENTE

SCHEDA OBIETTIVI PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE DEI TITOLARI DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA E DEL PERSONALE DIPENDENTE ALLEGATO 1 PIANO DI ASSEGNAZIONE DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI E DELLA PERFORMANCE - PAROP SCHEDA OBIETTIVI PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE DEI TITOLARI DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA E DEL PERSONALE

Dettagli

COMUNE DI TOIRANO. Provincia di Savona REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO

COMUNE DI TOIRANO. Provincia di Savona REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO COMUNE DI TOIRANO Provincia di Savona REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO TITOLO I Disposizioni generali Art. 1 Oggetto e scopo del regolamento 1. Il presente regolamento disciplina le procedure di acquisto,

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DI CONTABILITA'

REGOLAMENTO INTERNO DI CONTABILITA' Centro Residenziale per Anziani Umberto Primo (CRAUP) di Piove di Sacco REGOLAMENTO INTERNO DI CONTABILITA' in esecuzione all'articolo 8, comma 2, Legge Regionale 23 novembre 2012, n. 43 (approvato con

Dettagli

GB Software Contabilità Piccolo Professionista

GB Software Contabilità Piccolo Professionista In collaborazione con Presenta: GB Software Contabilità Piccolo Professionista Per il piccolo professionista che vuole gestirsi da solo la propria contabilità Con il GB Software Contabilità Piccolo Professionista

Dettagli

COMUNE DI NERETO AREA CONTABILE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE CONTABILE DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE 19/12/2012

COMUNE DI NERETO AREA CONTABILE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE CONTABILE DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE 19/12/2012 COMUNE DI NERETO COPIA N. Registro Generale 506 del 19/12/2012 AREA CONTABILE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE CONTABILE DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. Registro di Settore 48 del 19/12/2012 OGGETTO: ESTINZIONE

Dettagli

Procedura Amministrativo-Contabile Bilancio e Fiscalità. Gestione della fiscalità e libri obbligatori

Procedura Amministrativo-Contabile Bilancio e Fiscalità. Gestione della fiscalità e libri obbligatori Procedura Amministrativo-Contabile Bilancio e Fiscalità Gestione della fiscalità e libri obbligatori 1. OBIETTIVO... 4 2. REFERENTI DELLA PROCEDURA... 4 3. AMBITO DI APPLICAZIONE... 4 4. DEFINIZIONI E

Dettagli

Armonizzazione Contabile e Fattura Elettronica. Relatore: dott. Vincenzo Cuzzola ATRIPALDA 20 aprile 2015

Armonizzazione Contabile e Fattura Elettronica. Relatore: dott. Vincenzo Cuzzola ATRIPALDA 20 aprile 2015 Armonizzazione Contabile e Fattura Elettronica Relatore: dott. Vincenzo Cuzzola ATRIPALDA 20 aprile 2015 CORRELAZIONE TRA FATTURA ELETTRONICA REGISTRO UNICO DELLE FATTURE ARMONIZZAZIONE DEL BILANCIO Sul

Dettagli

LA CONTABILITÀ DI ACTAGEST Versione 5.0 - aprile 2009

LA CONTABILITÀ DI ACTAGEST Versione 5.0 - aprile 2009 LA CONTABILITÀ DI ACTAGEST Versione 5.0 - aprile 2009 Le funzioni contabili sono disponibili nelle soluzioni di ACTAGEST Amministrazione Struttura ISO9000 La contabilità non è disponibile nelle soluzioni

Dettagli

COMUNE DI PEDEMONTE ETNEO PROVINCIA DI CATANIA SETTORE FINANZIARIO CONTABILE

COMUNE DI PEDEMONTE ETNEO PROVINCIA DI CATANIA SETTORE FINANZIARIO CONTABILE COMUNE DI PEDEMONTE ETNEO PROVINCIA DI CATANIA SETTORE FINANZIARIO CONTABILE 44 (o(0 r Determinazione dirigenziale n.40 del 09.05.2012 OGGETTO: Assegnazione responsabilità di procedimento. Premesso che

Dettagli

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE Gestione Archivi 2 Configurazioni iniziali 3 Anagrafiche 4 Creazione prestazioni e distinta base 7 Documenti 9 Agenda lavori 12 Statistiche 13 GESTIONE ARCHIVI Nella

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA GESTIONE BUDGET

ISTRUZIONI PER LA GESTIONE BUDGET ISTRUZIONI PER LA GESTIONE BUDGET 1) OPERAZIONI PRELIMINARI PER LA GESTIONE BUDGET...1 2) INSERIMENTO E GESTIONE BUDGET PER LA PREVISIONE...4 3) STAMPA DIFFERENZE CAPITOLI/BUDGET.10 4) ANNULLAMENTO BUDGET

Dettagli

www.gruppofinmatica.it Contabilità Armonizzata Gruppo Finmatica a process enabling IT company

www.gruppofinmatica.it Contabilità Armonizzata Gruppo Finmatica a process enabling IT company Contabilità Armonizzata Gruppo Finmatica a process enabling IT company Contabilità Armonizzata www.armonizzazionecontabile.it Company Profile ADS Siamo una società del Gruppo Finmatica che è presente sul

Dettagli

CONTABILITÀ FINANZIARIA ASCOT 3 IL PROSPETTO DI CONCILIAZIONE SPECIFICHE FUNZIONALI SCHEMI OPERATIVI SOLUZIONE AI PROBLEMI

CONTABILITÀ FINANZIARIA ASCOT 3 IL PROSPETTO DI CONCILIAZIONE SPECIFICHE FUNZIONALI SCHEMI OPERATIVI SOLUZIONE AI PROBLEMI PROGETTO ASCOT COD. : ASCOT-31-PC-01 VERS. : 1.00.00 DATA : 1.03.2002 CONTABILITÀ FINANZIARIA ASCOT 3 IL PROSPETTO DI CONCILIAZIONE SPECIFICHE FUNZIONALI SCHEMI OPERATIVI SOLUZIONE AI PROBLEMI AGGIORNAMENTI

Dettagli

ANTONIO TALONE. a.talone@provincia.roma.it

ANTONIO TALONE. a.talone@provincia.roma.it CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANTONIO TALONE Telefono 0667667159 Fax 0667667157 E-mail a.talone@provincia.roma.it Nazionalità ITALIANA Data di nascita 08/01/1967 ESPERIENZA LAVORATIVA Nome

Dettagli

ANALISI DELLE RISORSE ASSEGNATE E GRADO DI UTILIZZO PROGRAMMA DI BILANCIO N 06 - GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE FINANZIARIE

ANALISI DELLE RISORSE ASSEGNATE E GRADO DI UTILIZZO PROGRAMMA DI BILANCIO N 06 - GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE FINANZIARIE ANALISI DELLE RISORSE ASSEGNATE E GRADO DI UTILIZZO PROGRAMMA DI BILANCIO N 06 - GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE FINANZIARIE Spese correnti Previsione Previsione Somme non Impegni iniziale Assestata

Dettagli

CitySoftware. IMU ed ICI. Info-Mark srl

CitySoftware. IMU ed ICI. Info-Mark srl CitySoftware IMU ed ICI Info-Mark srl Via Rivoli, 5/1 16128 GENOVA Tel. 010/591145 Fax 010/591164 Sito internet: www.info-mark.it e-mail Info-Mark@Info-Mark.it Il modulo di Gestione dell IMU prevede tutte

Dettagli

Comune di Sondalo (Provincia di Sondrio) SERVIZIO ECONOMICO-FINANZIARIO Elenco tipologie di procedimento DENOMINAZIONE PROCEDIMENTO

Comune di Sondalo (Provincia di Sondrio) SERVIZIO ECONOMICO-FINANZIARIO Elenco tipologie di procedimento DENOMINAZIONE PROCEDIMENTO Comune di Sondalo (Provincia di Sondrio) SERVIZIO ECONOMICO-FINANZIARIO Elenco tipologie di procedimento NR 1 DENOMINAZIONE PROCEDIMENTO Predisposizione del bilancio di previsione e dei relativi allegati

Dettagli

CitySoftware PROTOCOLLO. Info-Mark srl

CitySoftware PROTOCOLLO. Info-Mark srl CitySoftware PROTOCOLLO Info-Mark srl Via Rivoli, 5/1 16128 GENOVA Tel. 010/591145 Fax 010/591164 Sito internet: www.info-mark.it e-mail Info-Mark@Info-Mark.it SISTEMA DI PROTOCOLLAZIONE AUTOMATICA Realizzato

Dettagli

EasyCo News 02/2007 (marmisti) 25/05/2007

EasyCo News 02/2007 (marmisti) 25/05/2007 NOVITA INTRODOTTE DALLA VERSIONE 5.7.21.1 Tabelle: o Anagrafiche Clienti / Fornitori: aggiunta una richiesta di conferma per la creazione di un nuovo magazzino intestato al cliente/fornitore, in caso di

Dettagli

TABELLA RELATIVA AL REGOLAMENTO SUI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI del SERVIZIO CONTABILITA'

TABELLA RELATIVA AL REGOLAMENTO SUI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI del SERVIZIO CONTABILITA' ELENCO DEI PROCEDIMENTI del SETTORE III TABELLA RELATIVA AL REGOLAMENTO SUI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI del SERVIZIO CONTABILITA' DENOMINAZIONE PROCEDIMENTO STRUTTURA ORGANIZ- ZATIVA COMPETENTE RESPONSABILE

Dettagli

FSE 2007-2013 Vademecum per la presentazione dei giustificativi di spesa

FSE 2007-2013 Vademecum per la presentazione dei giustificativi di spesa FSE 2007-2013 Vademecum per la presentazione dei giustificativi di spesa PREMESSA La programmazione FSE 2007-2013 prevede che le erogazioni a favore del beneficiario avvengano secondo il seguente schema:

Dettagli

SETTORE FINANZIARIO ATTO DI DETERMINAZIONE DEL CAPO SETTORE

SETTORE FINANZIARIO ATTO DI DETERMINAZIONE DEL CAPO SETTORE COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI (PROVINCIA DI POTENZA) SETTORE FINANZIARIO C.A.P. 85034 P.IVA 00242110765 ORIGINALE Proposta di Determinazione N. 53 del 13/12/2013 Determinazione Generale N 508 del 16/12/2013

Dettagli

GB Software Contabilità Aziende

GB Software Contabilità Aziende In collaborazione con Presenta: GB Software Contabilità Aziende per l'azienda che deve gestire internamente la propria contabilità Con il GB Software Contabilità Aziende potrai gestire: 1. CB101 Contabilità

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi.

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi. Registro generale n. 3314 del 25/11/2015 Determina di liquidazione di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi Servizio Cultura

Dettagli

SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE INTEGRATO

SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE INTEGRATO 181818Pagina 1 di 18 SYSINFO SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE INTEGRATO SCHEDA INFORMATIVA Realizzato da SYSLOG srl Release: 1.9 Pagina 1 di 18 181818Pagina 2 di 18 PRINCIPALI MODULI DEL SISTEMA 1) Modulo

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Finanziario SETTORE : Saba Maria Laura. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 09/11/2012. in data

COMUNE DI SESTU. Finanziario SETTORE : Saba Maria Laura. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 09/11/2012. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Finanziario Saba Maria Laura DETERMINAZIONE N. in data 1975 09/11/2012 OGGETTO: Rettifica determinazione n. 1137 2011. Impegno e liquidazione." C O P I A IL RESPONSABILE

Dettagli

Sistema Ipsoa Professionista

Sistema Ipsoa Professionista Sistema Ipsoa Professionista CONTABILITA RITENUTE CESPITI Competenza e Innovazione al centro del Sistema Un software innovativo Software nativo Windows Interfaccia intuitiva apprendimento immediato Archivi

Dettagli

CONFRONTO CON LE REGIONI SPERIMENTATRICI SULL ARMONIZZAZIONE CONTABILE DELLE REGIONI

CONFRONTO CON LE REGIONI SPERIMENTATRICI SULL ARMONIZZAZIONE CONTABILE DELLE REGIONI CONFRONTO CON LE REGIONI SPERIMENTATRICI SULL ARMONIZZAZIONE CONTABILE DELLE REGIONI IL RISULTATO DI AMMINISTRAZIONE (SECONDO L ATTUALE PRINCIPIO APPLICATO) E costituito dal fondo di cassa esistente al

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Economia e delle Finanze N. 0045475 - DIPARTIMENTO della RAGIONERIA GENERALE dello STATO - I.Ge.P.A. - Ufficio II di concerto con IL MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO per gli AFFARI INTERNI

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA DEL COMITATO NAZIONALE ITALIANO PERMANENTE PER IL MICROCREDITO TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA DEL COMITATO NAZIONALE ITALIANO PERMANENTE PER IL MICROCREDITO TRA SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA DEL COMITATO NAZIONALE ITALIANO PERMANENTE PER IL MICROCREDITO TRA Il Comitato Nazionale Italiano Permanente per il Microcredito

Dettagli

PIANO ATTUATIVO DELLA CERTIFICABILITÀ: PROCEDURE DI COMPETENZA DELLA S.S. SISTEMI INFORMATIVI ED INFORMATICI

PIANO ATTUATIVO DELLA CERTIFICABILITÀ: PROCEDURE DI COMPETENZA DELLA S.S. SISTEMI INFORMATIVI ED INFORMATICI PIANO ATTUATIVO DELLA CERTIFICABILITÀ: PROCEDURE DI COMPETENZA DELLA S.S. SISTEMI INFORMATIVI ED INFORMATICI Obiettivo A3) Disporre di sistemi informativi che consentano la gestione ottimale dei dati contabili

Dettagli

PARCO NATURALE REGIONALE DELLE ALPI LIGURI (Provincia Imperia) REGOLAMENTO DI CONTABILITA ECONOMICO-PATRIMONIALE

PARCO NATURALE REGIONALE DELLE ALPI LIGURI (Provincia Imperia) REGOLAMENTO DI CONTABILITA ECONOMICO-PATRIMONIALE REGOLAMENTO DI CONTABILITA ECONOMICO-PATRIMONIALE TITOLO I DOCUMENTI CONTABILI E GESTIONE DEL BILANCIO Articolo 1 Contabilità economico-patrimoniale L Ente Parco adotta, quale sistema di rilevazione dei

Dettagli

CONTABILITÀ E CESPITI

CONTABILITÀ E CESPITI Information Technology Solutions Scheda tecnica CONTABILITÀ E CESPITI Rev. 10/11/2014 Sede legale: Via Conciliazione 90 46100 Mantova (Italy) Sede operativa: Cisa 146/B 46034 Borgo Virgilio (MN) P.Iva

Dettagli

ANAGRAFI A.P.R. ED A.I.R.E.

ANAGRAFI A.P.R. ED A.I.R.E. ANAGRAFI A.P.R. ED A.I.R.E. La procedura consente all ufficio Anagrafe la gestione della popolazione residente (A.P.R.) e dei cittadini residenti all estero (A.I.R.E.), nel rispetto del DPR 30/05/1989

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO. Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO. Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria Gestione dei Pagamenti e degli Incassi 1. OBIETTIVO... 4 2. REFERENTI DELLA PROCEDURA... 4 3. AMBITO DI APPLICAZIONE... 4 4.

Dettagli

ALBANELLA ROBERTA. ragioneria@comune.capoterra.ca.it. Comune di Capoterra

ALBANELLA ROBERTA. ragioneria@comune.capoterra.ca.it. Comune di Capoterra F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail ragioneria@comune.capoterra.ca.it Nazionalità ITALIANA Data di nascita 22/05/1978 ESPERIENZA LAVORATIVA

Dettagli

PROCEDIMENTI UFFICIO I /R.E. (Ragioneria)

PROCEDIMENTI UFFICIO I /R.E. (Ragioneria) PROCEDIMENTI UFFICIO I /R.E. (Ragioneria) Gestione dei rapporti con Istituto di credito incaricato del servizio di Tesoreria e Tesoreria Banca D'Italia Tipologia procedimenti Modalità di adempimento Termine

Dettagli

VERBALE DEL REVISORE DEI CONTI DELL UNIONE DEI COMUNI LOMBARDA DI LONATE POZZOLO E DI FERNO

VERBALE DEL REVISORE DEI CONTI DELL UNIONE DEI COMUNI LOMBARDA DI LONATE POZZOLO E DI FERNO Verbale n. 2/2014 VERBALE DEL REVISORE DEI CONTI DELL UNIONE DEI COMUNI LOMBARDA DI LONATE POZZOLO E DI FERNO Il giorno 18 del mese di aprile dell anno 2014 alle ore 10,15 il sottoscritto Dott. Damiano

Dettagli

Manuale Avviso 02/14. Guida alla presentazione gestione e rendicontazione dell attività formativa a catalogo

Manuale Avviso 02/14. Guida alla presentazione gestione e rendicontazione dell attività formativa a catalogo Manuale Avviso 02/14 Guida alla presentazione gestione e rendicontazione dell attività formativa a catalogo INDICE PREMESSA ED OBIETTIVI DELL AVVISO CAPITOLO 1: ATTIVITÁ DI PRESENTAZIONE 1.1 Documentazione

Dettagli

Art. 1 (Bilancio di competenza Stato di previsione dell entrata e della spesa)

Art. 1 (Bilancio di competenza Stato di previsione dell entrata e della spesa) Legge regionale 27 dicembre 2012, n. 71 Bilancio di previsione della Regione Calabria per l anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale 2013-2015. (BUR n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario

Dettagli

COMUNE DI CALANNA (Provincia di Reggio Calabria)

COMUNE DI CALANNA (Provincia di Reggio Calabria) COMUNE DI CALANNA (Provincia di Reggio Calabria) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 01 del 28\12\2007 CAPO I Servizio di Economato Art. 1 Servizio di economato

Dettagli

Equitalia spa Equitalia è una società per azioni, a totale capitale pubblico (51% Agenzia delle entrate, 49% Inps), incaricata dell attività di riscossione nazionale dei tributi. Il suo fine è di contribuire

Dettagli

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI TERNI ********** CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA ********** REPUBBLICA ITALIANA

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI TERNI ********** CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA ********** REPUBBLICA ITALIANA ALLEGATO ALLA DEL. DI CC N. 200 DEL 13.07.2005 AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI TERNI ********** CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA ********** REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila il giorno.

Dettagli

Massima facilità d uso. Autoinstallante

Massima facilità d uso. Autoinstallante Versione mono o multi-utente. Funzioni potenti e complete. In linea con le procedure di certificazione di qualità. Massima facilità d uso Personalizzabile per i tuoi modelli di documenti. Autoinstallante

Dettagli

Articolo 227 Rendiconto della gestione

Articolo 227 Rendiconto della gestione TITOLO VI DLGS 267/200 RILEVAZIONE E DIMOSTRAZIONE DEI RISULTATI DI GESTIONE Articolo 227 Rendiconto della gestione 1. La dimostrazione dei risultati di gestione avviene mediante il rendiconto, il quale

Dettagli

LA GESTIONE DEI RESIDUI

LA GESTIONE DEI RESIDUI LA GESTIONE DEI RESIDUI I residui passivi sono somme impegnate ma non ancora pagate entro il termine dell esercizio: costituiscono un debito del Dipartimento. I residui attivi sono somme accertate ma non

Dettagli

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Direzione Centrale Organizzazione Servizi on-line per le Aziende

Dettagli

Trasferimenti interni. Modalità di esecuzione

Trasferimenti interni. Modalità di esecuzione Trasferimenti interni Modalità di esecuzione 1 Trasferimenti interni Sono trasferimenti interni tutti i movimenti tra unità amministrative dell Ateneo per i quali non si deve registrare il costo o il ricavo.

Dettagli

Eurofin 1.3. Gestione Mutui per gli Enti Pubblici

Eurofin 1.3. Gestione Mutui per gli Enti Pubblici Eurofin 1.3 Gestione Mutui per gli Enti Pubblici Danais S.r.l. 01/04/2008 Pag. 2 di 22 Indice 1 Scenario... 3 2 Caratteristiche funzionali... 5 2.1 Concessione mutuo istituto ordinario... 8 2.2 Concessione

Dettagli

CARATTERISTICHE DEL BILANCIO Torino, 20 maggio 2014

CARATTERISTICHE DEL BILANCIO Torino, 20 maggio 2014 CORSO DI FORMAZIONE REVISORI ENTI LOCALI Armonizzazione dei sistemi contabili D.Lgs.118/2011 CARATTERISTICHE DEL BILANCIO Torino, 20 maggio 2014 Cristina CHIANTIA dottori commercialisti Massimo STRIGLIA

Dettagli

COMUNE DI PIANEZZA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI PIANEZZA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI PIANEZZA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Allegato alla deliberazione del consiglio comunale 52 del 24 luglio 2003 1 ARTICOLO 1 Oggetto del regolamento 1. Il presente regolamento stabilisce

Dettagli

Gestione Contabilità Integrata

Gestione Contabilità Integrata Co.El.Da. Software S.r.l. Coelda.NET Presentazione Gestione Contabilità Integrata 2012 Gestione Contabilità Integrata Coelda.NET I punti chiave della procedura Presentazione del prodotto Integrazione con

Dettagli

E.P.Gestione procedure di ragioneria Prefazione. Procedure Di Ragioneria. STS sas Gestione procedure di ragioneria Manuale d'uso pag 1 i 9

E.P.Gestione procedure di ragioneria Prefazione. Procedure Di Ragioneria. STS sas Gestione procedure di ragioneria Manuale d'uso pag 1 i 9 Procedure Di Ragioneria STS sas Gestione procedure di ragioneria Manuale d'uso pag 1 i 9 Caratteristiche tecniche DataBase relazionale 4th Dimension della ACI france Client/Server - Grafico - Web Server

Dettagli

Enti e Aziende del SSN

Enti e Aziende del SSN Allegato A Enti e Aziende del SSN PERCORSI ATTUATIVI DELLA CERTIFICABILITA Ministero della Salute Ministero dell Economia e delle Finanze 48 1. Premessa Ai sensi di quanto disposto dall articolo 2 del

Dettagli

Il processo di formazione del bilancio: le scritture di assestamento

Il processo di formazione del bilancio: le scritture di assestamento Tracce di temi 2010 Scuola Duemila 1 Traccia n. 5 Il processo di formazione del bilancio: le scritture di assestamento Walter Roverelli Sulla base del seguente bilancio di verifica al 31/12/n, redatto

Dettagli

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI PONTOGLIO Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Indice Art. 1 Servizio di Economato Art. 2 Economo Comunale Art. 3 Funzioni del Servizio di Economato Art. 4 Indennità

Dettagli

VADEMECUM SULLA TENUTA DEL FASCICOLO DI OPERAZIONE PRESSO I BENEFICIARI FINALI

VADEMECUM SULLA TENUTA DEL FASCICOLO DI OPERAZIONE PRESSO I BENEFICIARI FINALI UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO CENTRO REGIONALE DI PROGRAMMAZIONE POR SARDEGNA 2000 2006 VADEMECUM SULLA TENUTA DEL FASCICOLO

Dettagli

Contabilità in Azienda

Contabilità in Azienda Contabilità in Azienda Addetti al bilancio e consulenti fiscali FANNO PER TE SCOPRIRE COME Addetti area contenzioso Azienda Invia/consegna file o documenti a Feinar FANNO PER TE Raccoglie la documentazione

Dettagli

Casa di Soggiorno e Pensionato della Città Murata - I.P.A.B. Montagnana - PD -

Casa di Soggiorno e Pensionato della Città Murata - I.P.A.B. Montagnana - PD - Casa di Soggiorno e Pensionato della Città Murata - I.P.A.B. Montagnana - PD - Via Berga, 21-35044 MONTAGNANA (PD) C.F. 82000370286 Tel. (0429) 800228-800670 Fax (0429) 800671 P.I. 00736180282 Posta certificata:

Dettagli

il software per la gestione della CONTABILITÀ ECONOMICA, PATRIMONIALE E CONTROLLO DI GESTIONE

il software per la gestione della CONTABILITÀ ECONOMICA, PATRIMONIALE E CONTROLLO DI GESTIONE il software per la gestione della CONTABILITÀ ECONOMICA, PATRIMONIALE E CONTROLLO DI GESTIONE ...il metodo più semplice per far tornare i conti... CONTABILITÀ ECONOMICA, PATRIMONIALE E CONTROLLO DI GESTIONE

Dettagli

SETTORE 2 DIPENDENTE CATEGORIA SERVIZIO/UFFICIO FARRIS GIANCARLO C ISTRUTTORE CONTABILE RAGIONERIA RAGIONERIA CONTABILE

SETTORE 2 DIPENDENTE CATEGORIA SERVIZIO/UFFICIO FARRIS GIANCARLO C ISTRUTTORE CONTABILE RAGIONERIA RAGIONERIA CONTABILE SETTORE 2 RESPONSABILE LINDIRI DANIELA DIPENDENTE CATEGORIA SERVIZIO/UFFICIO FARRIS GIANCARLO C ISTRUTTORE CONTABILE RAGIONERIA NONNIS GINO D ISTRUTTORE DIRETTIVO CONTABILE RAGIONERIA GRAMAI ANNARELLA

Dettagli

Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura. PAGHE Rel. 5.0.2.0. Data rilascio: 30 Settembre 2014

Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura. PAGHE Rel. 5.0.2.0. Data rilascio: 30 Settembre 2014 Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura PAGHE Rel. 5.0.2.0 Data rilascio: 30 Settembre 2014 Lo scopo che si prefigge questa guida è quello di documentare le implementazioni introdotte nella

Dettagli

AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE

AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE Documento Sistema di Gestione Qualità ISO 900:000 Area Settore/ Servizio Processo Rev. Data AA-GG PE 0 0 AMMINISTRAZIONE DEL TIPO DI PROCEDURA: di supporto AREA DI RIFERIMENTO: Affari Generali DEFINIZIONE

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI RIMINI REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA'

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI RIMINI REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA' AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI RIMINI REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA' Approvato con Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 25 del 17.12.2001 1 CAPO I FINALITA E CONTENUTO

Dettagli

BILANCI E ANALISI DEI DATI

BILANCI E ANALISI DEI DATI Release 5.20 Manuale Operativo BILANCI E ANALISI DEI DATI Libro Inventari La gestione del libro inventari consente di effettuare l elaborazione e la stampa del libro inventari. Può essere composto da:

Dettagli

CHECKLIST ADEMPIMENTI

CHECKLIST ADEMPIMENTI CHECKLIST ADEMPIMENTI CHECK LIST - INTRODUZIONE La CHECKLIST completa la funzione IMMISSIONE REVISIONE ATTIVITÀ UTENTE già presente nel programma fornendo un sistema integrato per il controllo di gestione

Dettagli

REGOLAMENTO DELL UFFICIO ECONOMATO. Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 38 del 24.09.2009

REGOLAMENTO DELL UFFICIO ECONOMATO. Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 38 del 24.09.2009 REGOLAMENTO DELL UFFICIO ECONOMATO Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 38 del 24.09.2009 Pubblicato all Albo pretorio del Parco Adda Nord dal 30.09.2009 al 15.10.2009 ART. 1

Dettagli