SIDI Scuola Nuovo Bilancio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SIDI Scuola Nuovo Bilancio"

Transcript

1 SIDI Scuola Nuovo Bilancio 1

2 Indice 1. Il Bilancio delle Scuole La Gestione dei Debitori La Gestione dei Creditori La Gestione della Tipologia dei Contratti La Gestione dei Progetti e delle Attività La Situazione Amministrativa Presunta Il Fondo di Riserva Le Entrate del Programma Annuale Le Schede Illustrative Finanziarie L Approvazione del Programma Annuale La Stampa del Programma Annuale La Stampa delle Schede Illustrative Finanziarie La Stampa della Situazione Amministrativa Presunta La stampa dell Utilizzo Avanzo Amministrazione La stampa del Riepilogo per Tipologia di spesa Gli Impegni Gli Accertamenti I Residui Attivi I Residui Passivi Le Reversali La Stampa delle Reversali I Mandati La Stampa dei Mandati La Distinta di Trasmissione all Istituto Cassiere La stampa della Distinta di Trasmissione all Istituto Cassiere Le Variazioni con Prelievo dal Fondo di Riserva Le Variazioni su Entrate Finalizzate Le Variazioni con delibera del Consiglio d Istituto L approvazione delle Modifiche del Programma Annuale La stampa delle Variazioni del Programma Annuale L apertura del Fondo La registrazione delle Minute spese Il reintegro del Fondo La chiusura del Fondo La gestione delle Ritenute La gestione delle Liquidazioni L approvazione del Conto Finanziario La stampa del Conto finanziario La stampa Uscite La stampa delle Entrate La stampa della Situazione amministrativa La stampa dei Residui Attivi La stampa dei Residui Passivi La stampa delle Spese per il personale La stampa del Riepilogo Entrate per conto

3 46. La stampa del Riepilogo Spese per conto Il raccordo Voci Patrimoniali Piano dei conti L inserimento del Conto del Patrimonio La visualizzazione del Conto del Patrimonio La stampa del Conto del Patrimonio Il passaggio all Esercizio finanziario successivo La riclassificazione dei Residui Attivi La riclassificazione dei Residui Passivi

4 1. Il Bilancio delle Scuole 4

5 Il sistema informativo Bilancio Scuole Il sistema informativo Bilancio Scuole permette la gestione della contabilità delle istituzioni scolastiche nel quadro delle disposizioni contenute nel Decreto Interministeriale n. 44 del 1 febbraio La gestione amministrativo-contabile, regolata dal Decreto, prevede per le scuole l elaborazione di un Programma Annuale con la redazione di schede illustrative finanziarie per ciascun progetto/attività previsti per l anno finanziario. Prevede inoltre, che la gestione del Programma sia effettuata attraverso le attività amministrative di impegno, accertamento, effettuazione di mandati e reversali e utilizzo del fondo minute spese. L utilizzo del sistema Bilancio Scuole per registrare contabilmente tali operazioni, consente di avere in tempo reale la situazione di cassa, la situazione finanziaria, i partitari, il giornale di cassa, la situazione di ogni progetto/attività e quella dei singoli fornitori. Il sistema Bilancio Scuole prevede infine la possibilità di gestire le variazioni al bilancio della scuola ed il Conto consuntivo dell esercizio finanziario. Il Ciclo di vita del Bilancio Il ciclo di vita del bilancio di una scuola si sviluppa attraverso le seguenti fasi principali: Programmazione finanziaria; Gestione del bilancio; Gestione delle variazioni di bilancio; Gestione del conto consuntivo. Il sistema informativo Bilancio Scuole supporta tutte le diverse fasi del ciclo di vita con specifiche funzionalità elaborative. La Programmazione Finanziaria Il sistema informativo richiede che prima di predisporre il Programma Annuale, ovvero il bilancio preventivo delle scuole, siano controllate ed inserite le impostazioni generali quali la percentuale del Fondo di Riserva, l Istituto cassiere, il responsabile del Fondo minute spese, le firme ed i nominativi dei responsabili. E anche opportuno verificare il piano dei conti che, se necessario in funzione di modifiche normative, è modificato in maniera automatica. La programmazione finanziaria si realizza attraverso: il calcolo della situazione amministrativa presunta; la determinazione dell avanzo di gestione dell esercizio in corso; l acquisizione delle entrate per ogni singola voce del piano dei conti; l elaborazione delle schede illustrative finanziarie per ciascun progetto/attività. Il Programma Annuale La programmazione finanziaria è formalizzata attraverso la redazione del Programma Annuale che deve essere predisposto entro il 31 Ottobre. Il sistema Bilancio Scuole prevede la registrazione dell iter di predisposizione ed approvazione del Programma Annuale. Consente inoltre di stampare il Programma ed in particolare: 5

6 il modello A - Programma Annuale; il modello B - Scheda Illustrativa Finanziaria; il modello C - Situazione Amministrativa Presunta; il modello D - Utilizzo Avanzo di Amministrazione Presunto; il modello E - Riepilogo per Tipologia Spesa. La gestione del Bilancio Una volta approvato il Programma Annuale, ha inizio la fase di gestione e, di conseguenza, la registrazione contabile delle attività di amministrazione svolte nell esercizio finanziario. La gestione si realizza attraverso: l apertura del Fondo minute spese; la riclassificazione dei residui attivi e passivi; la registrazione di impegni e accertamenti; l emissione di mandati e reversali; la registrazione della movimentazione ed il reintegro del Fondo minute spese; la gestione dei minori impegni e dei maggiori accertamenti (residui); i pagamenti delle liquidazioni ed i versamenti delle ritenute accantonate. Il sistema Bilancio Scuole supporta tutte le fasi gestionali e produce sia la documentazione ufficiale (partitari, giornali di cassa, ecc.) che stampe di controllo. La Gestione delle Variazioni di Bilancio L'attività di gestione delle variazioni di bilancio, svolta durante il corso dell esercizio finanziario, permette di apportare variazioni al Programma Annuale tramite modifiche alle previsioni finanziare relative a progetti/attività. Le variazioni che è possibile effettuare comprendono: le variazioni per entrate finalizzate; le variazioni deliberate dal Consiglio d Istituto; le variazioni con utilizzo del Fondo di riserva. Il sistema Bilancio Scuole supporta tutte le fasi di gestione delle variazioni e produce la relativa documentazione composta da: modello F; modello G; elenco variazioni al Programma; elenco variazioni per progetto/attività. La Gestione del conto Consuntivo La gestione dell esercizio finanziario si completa ed ha termine con l approvazione del Conto consuntivo. Il sistema Bilancio Scuole produce in modo automatico i risultati di dettaglio e riepilogativi del Conto consuntivo, partendo dai dati inseriti nel Programma Annuale e tenendo conto di quelli, elaborati nel corso dell anno finanziario, relativi alla gestione ed alle variazioni. Il sistema Bilancio Scuole consente di stampare il Conto consuntivo ed in particolare: il modello H - Conto Finanziario; 6

7 il modello I - Rendiconto Progetto/Attività; il modello J - Situazione Amministrativa; il modello L - Elenco Residui Attivi e Passivi; il modello M - Prospetto Spese Personale; il modello N - Riepilogo per Conti; il modello K - Conto Patrimoniale. Il sistema Bilancio Scuole prevede infine la registrazione dell iter di predisposizione (che deve essere completato entro il 30 aprile) e di approvazione del Conto consuntivo. 7

8 2. La Gestione dei Debitori 8

9 La funzionalità permette la gestione dell anagrafica dei Debitori dell istituzione scolastica necessaria durante la fase di gestione delle entrate del bilancio. L inserimento di un nuovo elemento in anagrafica debitori comporta l attribuzione di un codice debitore progressivo. Modalità operative di acquisizione dati Viene proposta una maschera che consente di ricercare uno o più debitori presenti a sistema e precedentemente definiti dall istituzione scolastica stessa; per restringere il campo di ricerca, oltre alla ragione sociale è possibile indicare il codice fiscale, la partita iva, l indirizzo di posta elettronica, la tipologia (persona fisica o giuridica) e lo stato (sospesi, attivi). E possibile reperire dalla base dati tutti i debitori riferiti all Istituzione Scolastica in oggetto senza impostare alcun filtro o di restringere il campo di ricerca impostando uno o più criteri contemporaneamente. Se vengono trovati debitori che rispondono ai criteri di ricerca impostati, viene presentata una maschera così come illustrato di seguito; altrimenti sarà possibile attivare la funzione <Inserisci> oppure effettuare una nuova ricerca. La maschera viene presentata nel caso in cui sia stato trovato almeno un debitore o un elenco di debitori che rispondono ai criteri di ricerca impostati A questo punto è possibile effettuare la selezione di un elemento della lista e premere il pulsante relativo all operazione desiderata oppure effettuare la Stampa dell albo debitori relativamente agli elementi della lista (Vedi allegato Elenco Debitori) Successivamente si procede con l inserimento/modifica/visualizzazione delle informazioni raccolte relative all anagrafica del debitore. 9

10 I campi della maschera sono più o meno valorizzati e digitabili/non digitabili a seconda dell operazione che si desidera fare così come illustrato di seguito: inserimento, i campi visualizzati saranno digitabili e vuoti; aggiornamento, sono digitabili e riempiti con le informazioni precedentemente inserite; cancellazione, i campi sono valorizzati con i dati precedentemente inseriti e non digitabili; visualizzazione, i campi sono valorizzati con i dati precedentemente inseriti e non digitabili. In Modalità di modifica o di visualizzazione nella maschera compare una sezione contenente il totale degli importi relativi ai movimenti contabili riferiti al debitore e suddivisi tra competenza e residui; in particolare, riporta l accertato in competenza e relativo incassato e l accertato in conto residui e relativo incassato. Ricerca debitori in caso di elementi non rispondenti ai criteri impostati o in assenza di debitori viene visualizzato un avviso e sarà consentito di Inserire o di ricercare nuovamente. 10

11 I campi obbligatori, per inserire un nuovo Debitore sono: Ragione sociale, cod. fiscale (se Persona Fisica) o Partita Iva (se persona giuridica), la modalità di riscossione. Se modalità di riscossione selezionata è di tipo conto corrente (bancario o bancoposta) è opportuno inserire le coordinate bancarie di riferimento compreso l Abi e il Cab di cui è controllata la validità e l esistenza. La data di nascita (se inserita) deve essere una data formalmente valida e scritta nel formato GG/MM/AAAA. Il codice fiscale deve essere formalmente valido: non vengono effettuati controlli di congruenza rispetto ai dati anagrafici inseriti. Il comune di nascita o di residenza va selezionato dall apposito pulsante di ricerca Per assegnare lo stato di Sospeso ad un debitore è necessario che non esistano movimenti nell esercizio in corso legati ad esso. Durante la fase di salvataggio è controllato inoltre se esiste già il debitore in archivio controllando il cod. fiscale o la Partita iva. In caso di errore viene fornita una opportuna segnalazione e non viene creato/modificato alcun elemento nella base dati. Nel caso in cui invece non si riscontri alcun errore viene fornita una segnalazione di operazione effettuata con successo. 11

12 3. La Gestione dei Creditori 12

13 La funzionalità permette la gestione dell anagrafica dei Creditori dell istituzione scolastica necessaria durante la fase di gestione delle spese del bilancio. L inserimento di un nuovo elemento in anagrafica creditori comporta l attribuzione di un codice creditore progressivo per ogni istituzione scolastica. Modalità operative di acquisizione dati Viene proposta una maschera che consente di ricercare uno o più creditori presenti a sistema e precedentemente definiti dall istituzione scolastica stessa; per restringere il campo di ricerca, oltre alla regione sociale è possibile indicare il codice fiscale, la partita Iva, l indirizzo di posta elettronica, la tipologia (persona fisica o giuridica) e lo stato (sospesi, attivi). E possibile reperire dalla base dati tutti i creditori riferiti all Istituzione Scolastica in oggetto senza impostare alcun filtro o di restringere il campo di ricerca impostando uno o più criteri contemporaneamente. Se vengono trovati creditori che rispondono ai criteri di ricerca impostati, viene presentata una maschera così come illustrato di seguito; altrimenti sarà possibile attivare la funzione <Inserisci> oppure effettuare una nuova ricerca. La suddetta maschera viene presentata nel caso in cui sia stato trovato almeno un creditore o un elenco di creditori che rispondono ai criteri di ricerca impostati A questo punto è possibile effettuare la selezione di un elemento della lista e premere il pulsante relativo all operazione desiderata oppure effettuare la Stampa della rubrica creditori relativamente agli elementi della lista (Vedi allegato Elenco creditori) Successivamente si procede con l inserimento/modifica/visualizzazione delle informazioni raccolte relative all anagrafica del creditore. 13

14 I campi della maschera saranno più o meno valorizzati e digitabili/non digitabili a seconda dell operazione che si desidera fare così come illustrato di seguito: inserimento, i campi visualizzati sono digitabili e vuoti; aggiornamento, sono digitabili e riempiti con le informazioni precedentemente inserite; cancellazione, i campi sono valorizzati con i dati precedentemente inseriti e non digitabili; visualizzazione, i campi sono valorizzati con i dati precedentemente inseriti e non digitabili. In Modalità di modifica o di visualizzazione nella maschera compare una sezione contenente il totale degli importi relativi ai movimenti contabili riferiti al creditore e suddivisi tra competenza e residui; in particolare, riporta l impegnato in competenza e relativo pagato e l impegnato in conto residui e relativo pagato. Ricerca creditori in caso di elementi non rispondenti ai criteri impostati o in assenza di creditori viene visualizzato un avviso e viene consentito di Inserire o di ricercare nuovamente. I campi obbligatori per inserire un nuovo creditore sono: Ragione sociale, cod. fiscale (se Persona Fisica) o Partita Iva (se persona giuridica), la modalità di pagamento. 14

15 Se modalità di pagamento selezionata è di tipo conto corrente (bancario o bancoposta) è opportuno inserire le coordinate bancarie di riferimento compreso l Abi e il Cab di cui viene controllata la validità e l esistenza. La data di nascita (se inserita) deve essere una data formalmente valida e scritta nel formato GG/MM/AAAA. Il codice fiscale deve essere formalmente valido: non vengono effettuati controlli di congruenza rispetto ai dati anagrafici inseriti. Il comune di nascita o di residenza va selezionato dall apposito pulsante di ricerca Per assegnare lo stato di Sospeso ad un creditore è necessario non esistano movimenti nell esercizio in corso legati ad esso Durante la fase di salvataggio viene controllato inoltre se esiste già il creditore in archivio controllando il cod. fiscale o la Partita iva In caso di errore viene fornita una opportuna segnalazione e non viene creato/modificato alcun elemento nella base dati. Nel caso in cui invece non si riscontri alcun errore viene fornita una segnalazione di operazione effettuata con successo. 15

16 4. La Gestione della Tipologia dei Contratti 16

17 La funzionalità permette la gestione delle tipologie di contratti necessari alla gestione del registro contratti. Nel sistema comunque sono già presenti delle tipologie di contratto che sono state definite centralmente, valide per tutte le istituzioni scolastiche ; a queste e possibile aggiungerne altre non presenti, proprie dell istituzione scolastica che li inserisce. Solo le tipologie di contratti definite localmente possono essere modificate o cancellate. Viene proposta una maschera che contiene l elenco delle tipologie contratto sia definite centralmente che localmente. A questo punto è possibile effettuare la selezione di un elemento della lista e premere il pulsante relativo all operazione desiderata. La descrizione della tipologia è modificabile solo in caso di modifica di una tipologia contratto di tipologia Locale o in fase di Inserimento ove viene assegnata per default la tipologia Locale. Il campo della descrizione è obbligatorio e inoltre non devono esistere tipologie di pari descrizione. 17

18 La selezione di una tipologia di contratto definita Centrale non consente alcuna modifica/cancellazione. In caso di errore viene fornita una opportuna segnalazione e non viene creato/modificato alcun elemento nella base dati. Nel caso in cui invece non si riscontri alcun errore viene fornita una segnalazione di operazione effettuata con successo. 18

19 5. La Gestione dei Progetti e delle Attività 19

20 La funzione permette la visualizzazione dei progetti/attività presenti a sistema per l anno finanziario e l istituzione scolastica di riferimento e la personalizzazione dei progetti propri di ogni istituzione scolastica da utilizzare nella compilazione del programma annuale. Per ogni progetto definito a livello locale è possibile attivare le funzioni di Inserimento, visualizzazione, modifica e cancellazione. Per ogni attività definita a livello centrale è possibile attivare le sole funzioni di visualizzazione e modifica delle informazioni infatti non è consentito l inserimento di nuove attività in quanto definite solo a livello centrale. Viene presentata la lista dei progetti/attività reperita dalla base dati in base all istituzione scolastica e all anno finanziario. A questo punto è possibile effettuare la selezione di un elemento della lista e premere il pulsante relativo all operazione desiderata 20

21 I campi della maschera sono più o meno valorizzati e digitabili/non digitabili a seconda dell operazione che si desidera fare così come illustrato di seguito: inserimento, i campi visualizzati (numero, denominazione, descrizione estesa, descrizione ridotta, data inizio, data fine) sono digitabili e vuoti; aggiornamento, sono digitabili (solo i campi non protetti) e riempiti con le informazioni precedentemente inserite; cancellazione, i campi sono valorizzati con i dati precedentemente inseriti e non digitabili; visualizzazione, i campi sono valorizzati con i dati precedentemente inseriti e non digitabili. L inserimento è consentito solo per i nuovi progetti dell istituzione scolastica che verranno automaticamente definiti di tipologia Locale e il cui un numero progressivo deve essere univoco. La modifica di elementi di tipo Locale consente l inserimento/modifica dei campi (numero, denominazione, descrizione estesa, descrizione ridotta, data inizio, data fine,sospeso). La modifica di elementi di tipo Centrale consente invece l inserimento/modifica solo dei campi relativi alle descrizioni, alle date e alla sospensione. Il campo della denominazione è obbligatorio e inoltre non devono esistere numeri di aggregazioni uguali ; se la numerazione non viene inserita viene automaticamente attribuita progressivamente. La selezione di un Progetto/attività definito Centrale non consente alcuna cancellazione. La cancellazione o la sospensione di un progetto viene effettuata solo se non esiste alcuna scheda illustrativa finanziaria e/o movimentazione legata al progetto stesso 21

22 In caso di errore viene fornita una opportuna segnalazione e non viene creato/modificato alcun elemento nella base dati. Nel caso in cui invece non si riscontri alcun errore viene fornita una segnalazione di operazione effettuata con successo. 22

23 6. La Situazione Amministrativa Presunta 23

24 Sulla base dei dati di cassa e dei movimenti contabili dell'esercizio finanziario precedente a quello di riferimento con la funzione di Situazione Amministrativa presunta,viene calcolato l'importo dell'avanzo di amministrazione presunta a fine esercizio. L'utente può intervenire acquisendo o modificando manualmente i dati calcolati. Modalità operative di acquisizione dati Viene presentata la maschera contenente tutte le informazioni organizzate logicamente in sezioni distinte: Conto di cassa; Avanzo o disavanzo complessivo; Integrazione fino a fine esercizio. 24

25 I campi della maschera sono più o meno valorizzati e digitabili/non digitabili a seconda dell operazione che si desidera fare così come illustrato di seguito: inserimento, i campi visualizzati sono digitabili e vuoti; aggiornamento, sono digitabili e riempiti con le informazioni precedentemente inserite; visualizzazione, i campi sono valorizzati con i dati precedentemente inseriti e non digitabili. Per quanto riguarda le informazioni relative ai dati contabili delle sezioni conto di cassa e Avanzo o disavanzo complessivo è facoltà dell utente inserirle ex novo o, se presenti, far effettuare al sistema il calcolo automatico della situazione amministrativa presunta leggendo i dati presenti a sistema dopo aver attivato la funzione di Calcolo. Nel contesto del calcolo assume particolare importanza la Data di calcolo che funge da filtro nella contabilizzazione dei movimenti. L inserimento dei dati presunti dell'integrazione fino alla fine dell'esercizio è effettuato manualmente. In qualunque caso l utente può sempre intervenire per modificare manualmente qualsiasi importo calcolato. Poiché nella maschera di visualizzazione compaiono dei campi la cui dicitura è di cui (*), compare in calce la nota: (*) = soggetto al vincolo per i flussi di cassa di cui al DM n.93 del

26 Azioni del Sistema Informativo Nessun campo è obbligatorio nella gestione della Situazione amministrativa presunta ma ciò che viene inserito o calcolato viene memorizzato per poi ottenere la stampa dell allegato C del programma annuale. La data di calcolo inserita ai fini del Calcolo deve essere nel formato gg/mm/aaaa. Gli importi inseriti nei campi contrassegnati con di cui(* ) devono essere inferiori di quelli globali a cui si riferiscono, ma eventualmente vengono manualmente inseriti importi superiori viene dato un avviso non bloccante durante il salvataggio. Se il programma annuale risulta approvato non è consentita alcuna variazione agli importi della Situazione Amministrativa presunta e viene fornita una opportuna segnalazione. In assenza di errori viene segnalato che l operazione è stata effettuata con successo. 26

27 7. Il Fondo di Riserva 27

28 La funzione consente la visualizzazione e la correzione dell importo destinato al fondo di riserva relativo all anno finanziario in oggetto. Il fondo di riserva viene automaticamente calcolato come una percentuale (definita nei parametri della procedura), della "dotazione ordinaria" registrata sulle entrate del programma annuale (somma degli importi contenuti negli aggregati/voce attivi per il "calcolo fondo di riserva", cioè che risultino avere impostato il relativo flag). Quindi, sulla base dei parametri forniti viene automaticamente proposto il valore massimo del fondo di riserva che l utente ha comunque facoltà di modificare. Modalità operative di acquisizione dati Viene presentata la maschera contenente le informazioni necessarie La modifica del Fondo di Riserva consente di destinare al Fondo di Riserva l importo desiderato che di solito è pari a quello consentito secondo le percentuali previste dalla normativa. E possibile modificare sia la percentuale che l importo del fondo di riserva.. 28

29 Azioni del Sistema Informativo Le informazioni visualizzate sono reperite dalla base dati e ovviamente si riferiscono all anno finanziario impostato. La percentuale del fondo non compresa tra 0 e 100 viene ritenuto un errore bloccante mentre una percentuale superiore a quella prevista nei parametri procedura viene solo segnalata come anomalia. Durante la fase di modifica se l importo del Fondo di riserva risulta superiore all importo massimo consentito, viene visualizzata un opportuna segnalazione. La modifica dell importo del Fondo di riserva è consentita solo se in assenza di approvazione del programma annuale. Nel caso in cui invece non si riscontri alcun errore viene fornita una segnalazione di operazione effettuata con successo. 29

30 8. Le Entrate del Programma Annuale 30

31 La funzione permette la visualizzazione e la modifica degli importi di previsione che costituiscono le entrate del programma annuale. Per ogni aggregato, voce o sottovoce presente nel piano dei conti entrate, ad eccezione delle partite di giro ( e relative voci/sottovoci), è prospettata una riga contenente la descrizione dell elemento del piano dei conti delle entrate e il relativo importo di previsione. Modalità operative di acquisizione dati Viene proposto l elenco del Piano dei conti riferito all anno finanziario impostato con gli eventuali importi di previsione reperiti in archivio; l utente ha così una visione d insieme di tutte le informazioni che compongono le entrate del programma annuale.ha anche a disposizione la sezione relativa ai totali delle Entrate, delle Spese e la disponibilità finanziaria ancora da programmare calcolata come differenza. A questo punto è possibile effettuare la modifica degli importi di previsione solo per gli elementi di secondo e terzo livello (Voci o sottovoci) poiché il primo livello (Aggregato) è calcolato quale sommatoria degli importi delle voci/sottovoci appartenenti all aggregato stesso In basso viene riportato il totale degli importi presenti sul Tipo nelle spese di tutte le schede illustrative finanziarie.(al netto partite di giro) e del Fondo di riserva del programma annuale. 31

32 Azioni del Sistema Informativo Per modificare gli importi di previsione è necessario che il Piano dei conti entrate dell anno finanziario sia esistente e che il programma annuale non sia già stato approvato. In caso di errori viene fornita una opportuna segnalazione. L avvenuto salvataggio è evidenziato fornendo a video un opportuna segnalazione 32

33 9. Le Schede Illustrative Finanziarie 33

34 Le schede illustrative finanziarie la cui compilazione è necessaria alla determinazione delle spese del programma annuale si compongono della parte entrata e della parte spese.vanno ovviamente compilate per tutti i progetti/attività che compongono il programma annuale dell istituzione scolastica. La sezione Entrate è composta dagli elementi del piano dei conti Entrate, dai relativi importi, dall importo di disponibilità ed una sezione riepilogativa dei totali. La sezione Spese è composta dagli elementi del piano dei conti Spese, dai relativi importi ed una sezione riepilogativa dei totali. Gli importi inseriti nelle colonne relative al quinquennio che decorre dall anno finanziario vengono riportati nelle relative colonne del mod. B di stampa. Modalità operative di acquisizione dati Viene presentata la lista dei progetti/attività reperita dalla base dati in base all istituzione scolastica e all anno finanziario con lo stato della Scheda Illustrativa (Presente /Assente) 34

35 A questo punto è possibile effettuare la selezione di un elemento della lista e premere uno dei pulsanti relativi alla Visualizzazione - modifica delle Entrate oppure visualizzazione Modifica delle spese. La visualizzazione Entrate consente di verificare quali somme delle voci di entrate finanziano il progetto o l attività. La visualizzazione Spese consente di verificare quali somme sono state previste nelle varie tipologie di spesa 35

36 La modifica delle entrate presenta la seguente maschera: In particolare consente di modificare tutti gli importi di 2 e 3 livello relativi agli elementi del piano dei conti delle entrate, sia per l esercizio di riferimento che per il pluriennale. 36

37 Per ogni elemento del piano dei conti delle entrate, il sistema visualizza l importo eventualmente già inserito la relativa disponibilità della somma non ancora utilizzata. In basso viene riportata una sezione con il totale delle entrate della scheda, quello delle spese della scheda (entrambi al netto delle partite di giro) e la differenza tra i due totali.una analoga sezione e prevista per le sole partite di giro, se usate. La modifica delle Spese presenta la seguente maschera: In particolare consente di modificare tutti gli importi di 2 e 3 livello relativi agli elementi del piano dei conti delle Spese, sia per l esercizio di riferimento che per il pluriennale. Per ogni elemento del piano dei conti delle Spese, il sistema visualizza l importo eventualmente già inserito. In basso viene riportata una sezione con il totale delle entrate della scheda, quello delle spese della scheda (entrambi al netto delle partite di giro) e la differenza tra i due totali.una analoga sezione è prevista per le sole partite di giro, se usate. La modifica delle Entrate o delle Spese delle schede finanziarie può effettuarsi a condizione che il Piano dei conti entrate e Spese dell anno finanziario sia esistente e che il programma annuale non sia già stato approvato. La Visualizzazione delle entrate e delle spese viene effettuata solo per i progetti/attività con scheda Presente quindi con almeno qualche importo inserito. Nella sezione dei totali della scheda, se risulta una differenza tra il totale delle entrate e quello delle spese compare un messaggio di squadratura 37

38 La sezione dei totali per partita di giro viene evidenziata solo in presenza di entrate o uscita per partita di giro. In caso di errori viene fornita una opportuna segnalazione. L avvenuto salvataggio è evidenziato fornendo a video una opportuna segnalazione: 38

39 10. L Approvazione del Programma Annuale 39

40 La funzione permette di acquisire le informazioni relative alla approvazione del programma annuale che sono organizzate logicamente in sezioni distinte: Dati predisposizione, Parere revisore dei conti, Approvazione la sezione relativa al riepilogo degli importi di entrata o di uscita inseriti nel Programma annuale. Modalità operative di acquisizione dati Viene presentata la maschera contenente le informazioni relative alle varie fasi necessarie all approvazione eventualmente reperite nella B.D. L utente ha la facoltà di inserire tutte le date e le delibere relative delle sezioni oppure inserire man mano che i processi si verificano. Resta comunque inteso che la presenza della data dell avvenuta approvazione da parte del Consiglio di Istituto determina la definitiva approvazione del programma annuale. 40

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI DI CUI ALLA LEGGE 20 MARZO 1975, N. 70

REGOLAMENTO PER L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI DI CUI ALLA LEGGE 20 MARZO 1975, N. 70 REGOLAMENTO PER L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI DI CUI ALLA LEGGE 20 MARZO 1975, N. 70 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Definizioni e denominazioni 3 Art. 2 - Ambito

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Principio contabile della contabilità finanziaria. 9.3 Il riaccertamento straordinario dei residui

Principio contabile della contabilità finanziaria. 9.3 Il riaccertamento straordinario dei residui Principio contabile della contabilità finanziaria 9.3 Il riaccertamento straordinario dei residui Il riaccertamento straordinario dei residui è l attività prevista dall articolo 3 comma 7, del presente

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

Gamma EVOLUTION. L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale

Gamma EVOLUTION. L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale Gamma EVOLUTION L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale Gamma Evolution Caratteristiche Tecniche Linguaggio di programmazione: ACUCOBOLGT Case di sviluppo: TOTEM Sistema operativo: WINDOWS,

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno Ministero dell Economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO di concerto con il Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI VISTO il decreto

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Fattura elettronica Vs Pa

Fattura elettronica Vs Pa Fattura elettronica Vs Pa Manuale Utente A cura di : VERS. 528 DEL 30/05/2014 11:10:00 (T. MICELI) Assist. Clienti Ft. El. Vs Pa SOMMARIO pag. I Sommario NORMATIVA... 1 Il formato della FatturaPA... 1

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0004509.09-06-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per

Dettagli

ELEMENTI DI CONTABILITA DI STATO E REGOLAMENTO DI ATENEO

ELEMENTI DI CONTABILITA DI STATO E REGOLAMENTO DI ATENEO ELEMENTI DI CONTABILITA DI STATO E REGOLAMENTO DI ATENEO Docente: Dott. Martino Loddo mloddo@uniss.it Durata: : 8 ore Orario delle lezioni: 2626 febbraio h. 15,00-17,00 17,00 Aula F Scipol 44 marzo h.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011 Elementi innovativi e principali impatti Agenda 1. Il modello contabile previsto dal D.lgs 118/2011 Contesto normativo

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A Comunicazione Spesometro 2 Attivazione 2 Configurazioni 3 Classificazione delle Aliquote IVA 3 Dati soggetto obbligato 4 Opzioni 5 Nuovo adempimento 6 Gestione

Dettagli

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria MANUALE D USO 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2.... 4 3. INVIO CERTIFICATO DI MALATTIA... 4 3.1 SELEZIONE...

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Pagina 1 di 9 Indice generale 1 Accesso alla raccolta... 3 2 Il pannello di controllo della raccolta e attivazione delle maschere...

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Procedura per la Pre-registrazione, registrazione e l iscrizione delle imprese nell Albo Fornitori della Società Aeroporto Toscano G. Galilei S.p.A.

Procedura per la Pre-registrazione, registrazione e l iscrizione delle imprese nell Albo Fornitori della Società Aeroporto Toscano G. Galilei S.p.A. Procedura per la Pre-registrazione, registrazione e l iscrizione delle imprese nell Albo Fornitori della Società Aeroporto Toscano G. Galilei S.p.A. I passi necessari per completare la procedura sono:

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

Relazione del collegio

Relazione del collegio Relazione del collegio revisori i dei conti RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI SUL RENDICONTO DELL'ESERCIZIO 2013 DEL PARTITO "IL POPOLO DELLA L1BERTA'" Il Collegio dei revisori composto dai

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2012 Progetto Istanze On Line MOBILITÀ IN ORGANICO DI DIRITTO PRESENTAZIONE DOMANDE PER LA SCUOLA SEC. DI I GRADO ON-LINE 13 Febbraio 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Manuale Utente. v 1.00. BDAP - Monitoraggio Opere Pubbliche

Manuale Utente. v 1.00. BDAP - Monitoraggio Opere Pubbliche Manuale Utente v 1.00 BDAP - Monitoraggio Opere Pubbliche 03 OTTOBRE2014 INDICE 1 PREMESSA... 9 2 GLOSSARIO DEFINIZIONI ED ACRONIMI... 11 3 DESCRIZIONE UTENTI DEL SISTEMA... 12 4 REGOLE GENERALI DI ACCESSO

Dettagli

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI 1 Slides a cura del dott. Paolo Longoni!1 PARLARE DI CONTABILITÀ NEGLI ENTI LOCALI.. Significa adottare un punto di vista diverso da quello in uso

Dettagli

IMPORTAZIONI. TeamPortal - Importazioni 20120200

IMPORTAZIONI. TeamPortal - Importazioni 20120200 IMPORTAZIONI - INDICE... 3 Anagrafiche... 4 Anagrafiche esterne... 5 Client abilitati... 6 2 Le funzioni trattate in questa sezione permettono di gestire la fase di importazione dei dati provenienti da

Dettagli

QUICK GUIDE ESAMI DI STATO

QUICK GUIDE ESAMI DI STATO QUICK GUIDE ESAMI DI STATO Le operazioni da eseguire sono semplici e lineari, ma è opportuno ricordarne la corretta sequenza nella quale vanno eseguite. Flusso delle operazioni da eseguire: 1. Inserimento

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

HORIZON SQL PREVENTIVO

HORIZON SQL PREVENTIVO 1/7 HORIZON SQL PREVENTIVO Preventivo... 1 Modalità di composizione del testo... 4 Dettaglia ogni singola prestazione... 4 Dettaglia ogni singola prestazione raggruppando gli allegati... 4 Raggruppa per

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI

GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI 1. Dotazioni informatiche minime: Pc con accesso ad internet Contratto Telemaco

Dettagli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli v 4.0 1. Requisiti software Lo studente deve essere dotato di connessione internet

Dettagli

GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it

GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI 21 aprile 2015 www.sistri.it DISCLAIMER Il presente documento intende fornire agli Utenti SISTRI informazioni di supporto

Dettagli

della domanda di agevolazione

della domanda di agevolazione Guida alla presentazione della domanda di agevolazione 1. MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA La domanda di agevolazione e i relativi allegati, pena l inammissibilità della stessa domanda, devono essere

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Guida alla compilazione

Guida alla compilazione Guida alla compilazione 1 Guida alla compilazione... 1 PARTE I REGISTRAZIONE ORGANIZZAZIONE... 5 LA PRIMA REGISTRAZIONE... 5 ACCESSO AREA RISERVATA (LOGIN)...11 ANAGRAFICA ORGANIZZAZIONE...12 ANAGRAFICA

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno Ministero dell Interno Osservatorio per la finanza e la contabilità degli enti locali FINALITA E POSTULATI DEI PRINCIPI CONTABILI DEGLI ENTI LOCALI Testo approvato dall Osservatorio il 12 marzo 2008 1

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2013 Progetto Istanze On Line ESAMI DI STATO ACQUISIZIONE MODELLO ES-1 ON-LINE 18 Febbraio 2013 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 COMPILAZIONE DEL MODULO

Dettagli

PROGETTO CONTABILITA FINANZIARIA, ECONOMICA E CONTROLLO DI GESTIONE

PROGETTO CONTABILITA FINANZIARIA, ECONOMICA E CONTROLLO DI GESTIONE PROGETTO CONTABILITA FINANZIARIA, ECONOMICA E CONTROLLO DI GESTIONE Come tutte le organizzazioni, le pubbliche amministrazioni, sono caratterizzate da un obiettivo da raggiungere: soddisfare i bisogni

Dettagli

GUIDA al SERVIZIO SIMOG

GUIDA al SERVIZIO SIMOG GUIDA al SERVIZIO SIMOG Manuale utente profilo RUP Ver. 3.03.3.0 Questa Guida ha l obiettivo di rendere il più agevole possibile la fruizione del SIMOG nel completamento delle funzionalità esposte. L AVCP

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO

ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO 1 INDICE 1) ASPETTI GENERALI 2) CONTENUTO DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO 2.1) OPERAZIONI 2.2) RAPPORTI 2.3) LEGAMI TRA SOGGETTI 3) CRITERI

Dettagli

Teorema New Gestione condominio

Teorema New Gestione condominio Teorema New Gestione condominio manuale per l'utente 1 Indice Introduzione e condizioni di utilizzo del software La licenza d'uso Supporto tecnico e aggiornamenti I moduli e le versione di Teorema per

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013 LINEE GUIDA INVIO PRATICA TELEMATICA SPORTELLO CERC - ANNO 2013 1 INDICE 1. FASE PRELIMINARE pag.3 2. PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE pag.4 3. INVIO DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO pag.4 4. CREA MODELLO

Dettagli

Guida alla registrazione al sistema Alias nell ambito della sperimentazione di cui alla Delibera n. 42/13/CIR. Versione 1.0

Guida alla registrazione al sistema Alias nell ambito della sperimentazione di cui alla Delibera n. 42/13/CIR. Versione 1.0 nell ambito della sperimentazione di cui alla Delibera n. 42/13/CIR Versione 1.0 1 Introduzione L impiego di Alias come mittente nei messaggi è attualmente regolato dalla delibera n. 42/13/CIR concernente

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

DesioWeb Banking DesioWeb Banking Light DesioWeb Trade DesioPhone DesioMobile

DesioWeb Banking DesioWeb Banking Light DesioWeb Trade DesioPhone DesioMobile GUIDA AI SERVIZI DESIOLINE DesioWeb Banking DesioWeb Banking Light DesioWeb Trade DesioPhone DesioMobile Versione 1.8 del 10/6/2013 Pagina 1 di 96 Documentazione destinata all uso da parte dei clienti

Dettagli

I PRINCIPI CONTABILI PER GLI ENTI LOCALI

I PRINCIPI CONTABILI PER GLI ENTI LOCALI MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE OSSERVATORIO PER LA FINANZA E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI LOCALI I PRINCIPI CONTABILI PER

Dettagli

Obblighi contabili per gli Enti non commerciali D. Quali sono gli obblighi contabili minimi per gli Enti non commerciali?

Obblighi contabili per gli Enti non commerciali D. Quali sono gli obblighi contabili minimi per gli Enti non commerciali? Obblighi contabili per gli Enti non commerciali D. Quali sono gli obblighi contabili minimi per gli Enti non commerciali? 1 R. Per gli enti non commerciali non sussiste, ai fini civilistici, relativamente

Dettagli

Guida al portale produttori

Guida al portale produttori GUIDA AL PORTALE PRODUTTORI 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. GENERALITA... 4 3.1 CREAZIONE E STAMPA DOCUMENTI ALLEGATI... 5 3.2 INOLTRO AL DISTRIBUTORE... 7 4. REGISTRAZIONE AL PORTALE...

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE API (FORMAO JSON) PER IMPOR DAI IN CONABILIA' FACILE ONLINE Lo Staff della Geritec SRL mette a disposizione delle API per lo scambio DAI tra applicativi di terze parti e Contabilità facile online (di seguito

Dettagli

Accesso all Area di Lavoro

Accesso all Area di Lavoro Accesso all Area di Lavoro Una volta che l Utente ha attivato le sue credenziali d accesso Username e Password può effettuare il login e quindi avere accesso alla propria Area di Lavoro. Gli apparirà la

Dettagli

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 NUOVE PRINCIPALI FUNZIONALITÀ 14.3.0 GENERAZIONE FILE EFFETTI IN FORMATO SEPA Dal programma 'Incassi e Pagamenti Automatici' è ora possibile generare file

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01)

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) SINTESI Comunicazioni Obbligatorie [COB] XML ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) Questo documento è una guida alla importazione delle Comunicazioni Obbligatorie: funzionalità che consente di importare

Dettagli

Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA

Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA Modalità di iscrizione al TOLC Per iscriversi al TOLC è necessario compiere le seguenti operazioni: 1. Registrazione nella sezione TOLC del portale CISIA

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

GSE Gestore Servizi Energetici. Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico

GSE Gestore Servizi Energetici. Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico GSE Gestore Servizi Energetici Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico D.M. 28 dicembre 2012 Indice dei contenuti 1. Generalità... 4 Finalità del documento... 4 Requisiti minimi per l utilizzo

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso [OFR] - - G.ALI.LE.O Versione 1.1.0 MANUALE D USO pag. 1 di 85 [OFR] - - pag. 2 di 85 [OFR] - - Sommario 1 - Introduzione... 6 2 - Gestione ALbI digitale Ordini (G.ALI.LE.O.)... 7 2.1 - Schema di principio...

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 ALLEGATO A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 per i redditi di lavoro dipendente/assimilati e di lavoro autonomo/provvigioni e diversi Specifiche tecniche

Dettagli

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI SOMMARIO IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI 1. Premessa 2. Funzioni del rendiconto della gestione 3. Quadro normativo di riferimento 4. Attività operative per la predisposizione del rendiconto

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli