SIDI Scuola Nuovo Bilancio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SIDI Scuola Nuovo Bilancio"

Transcript

1 SIDI Scuola Nuovo Bilancio 1

2 Indice 1. Il Bilancio delle Scuole La Gestione dei Debitori La Gestione dei Creditori La Gestione della Tipologia dei Contratti La Gestione dei Progetti e delle Attività La Situazione Amministrativa Presunta Il Fondo di Riserva Le Entrate del Programma Annuale Le Schede Illustrative Finanziarie L Approvazione del Programma Annuale La Stampa del Programma Annuale La Stampa delle Schede Illustrative Finanziarie La Stampa della Situazione Amministrativa Presunta La stampa dell Utilizzo Avanzo Amministrazione La stampa del Riepilogo per Tipologia di spesa Gli Impegni Gli Accertamenti I Residui Attivi I Residui Passivi Le Reversali La Stampa delle Reversali I Mandati La Stampa dei Mandati La Distinta di Trasmissione all Istituto Cassiere La stampa della Distinta di Trasmissione all Istituto Cassiere Le Variazioni con Prelievo dal Fondo di Riserva Le Variazioni su Entrate Finalizzate Le Variazioni con delibera del Consiglio d Istituto L approvazione delle Modifiche del Programma Annuale La stampa delle Variazioni del Programma Annuale L apertura del Fondo La registrazione delle Minute spese Il reintegro del Fondo La chiusura del Fondo La gestione delle Ritenute La gestione delle Liquidazioni L approvazione del Conto Finanziario La stampa del Conto finanziario La stampa Uscite La stampa delle Entrate La stampa della Situazione amministrativa La stampa dei Residui Attivi La stampa dei Residui Passivi La stampa delle Spese per il personale La stampa del Riepilogo Entrate per conto

3 46. La stampa del Riepilogo Spese per conto Il raccordo Voci Patrimoniali Piano dei conti L inserimento del Conto del Patrimonio La visualizzazione del Conto del Patrimonio La stampa del Conto del Patrimonio Il passaggio all Esercizio finanziario successivo La riclassificazione dei Residui Attivi La riclassificazione dei Residui Passivi

4 1. Il Bilancio delle Scuole 4

5 Il sistema informativo Bilancio Scuole Il sistema informativo Bilancio Scuole permette la gestione della contabilità delle istituzioni scolastiche nel quadro delle disposizioni contenute nel Decreto Interministeriale n. 44 del 1 febbraio La gestione amministrativo-contabile, regolata dal Decreto, prevede per le scuole l elaborazione di un Programma Annuale con la redazione di schede illustrative finanziarie per ciascun progetto/attività previsti per l anno finanziario. Prevede inoltre, che la gestione del Programma sia effettuata attraverso le attività amministrative di impegno, accertamento, effettuazione di mandati e reversali e utilizzo del fondo minute spese. L utilizzo del sistema Bilancio Scuole per registrare contabilmente tali operazioni, consente di avere in tempo reale la situazione di cassa, la situazione finanziaria, i partitari, il giornale di cassa, la situazione di ogni progetto/attività e quella dei singoli fornitori. Il sistema Bilancio Scuole prevede infine la possibilità di gestire le variazioni al bilancio della scuola ed il Conto consuntivo dell esercizio finanziario. Il Ciclo di vita del Bilancio Il ciclo di vita del bilancio di una scuola si sviluppa attraverso le seguenti fasi principali: Programmazione finanziaria; Gestione del bilancio; Gestione delle variazioni di bilancio; Gestione del conto consuntivo. Il sistema informativo Bilancio Scuole supporta tutte le diverse fasi del ciclo di vita con specifiche funzionalità elaborative. La Programmazione Finanziaria Il sistema informativo richiede che prima di predisporre il Programma Annuale, ovvero il bilancio preventivo delle scuole, siano controllate ed inserite le impostazioni generali quali la percentuale del Fondo di Riserva, l Istituto cassiere, il responsabile del Fondo minute spese, le firme ed i nominativi dei responsabili. E anche opportuno verificare il piano dei conti che, se necessario in funzione di modifiche normative, è modificato in maniera automatica. La programmazione finanziaria si realizza attraverso: il calcolo della situazione amministrativa presunta; la determinazione dell avanzo di gestione dell esercizio in corso; l acquisizione delle entrate per ogni singola voce del piano dei conti; l elaborazione delle schede illustrative finanziarie per ciascun progetto/attività. Il Programma Annuale La programmazione finanziaria è formalizzata attraverso la redazione del Programma Annuale che deve essere predisposto entro il 31 Ottobre. Il sistema Bilancio Scuole prevede la registrazione dell iter di predisposizione ed approvazione del Programma Annuale. Consente inoltre di stampare il Programma ed in particolare: 5

6 il modello A - Programma Annuale; il modello B - Scheda Illustrativa Finanziaria; il modello C - Situazione Amministrativa Presunta; il modello D - Utilizzo Avanzo di Amministrazione Presunto; il modello E - Riepilogo per Tipologia Spesa. La gestione del Bilancio Una volta approvato il Programma Annuale, ha inizio la fase di gestione e, di conseguenza, la registrazione contabile delle attività di amministrazione svolte nell esercizio finanziario. La gestione si realizza attraverso: l apertura del Fondo minute spese; la riclassificazione dei residui attivi e passivi; la registrazione di impegni e accertamenti; l emissione di mandati e reversali; la registrazione della movimentazione ed il reintegro del Fondo minute spese; la gestione dei minori impegni e dei maggiori accertamenti (residui); i pagamenti delle liquidazioni ed i versamenti delle ritenute accantonate. Il sistema Bilancio Scuole supporta tutte le fasi gestionali e produce sia la documentazione ufficiale (partitari, giornali di cassa, ecc.) che stampe di controllo. La Gestione delle Variazioni di Bilancio L'attività di gestione delle variazioni di bilancio, svolta durante il corso dell esercizio finanziario, permette di apportare variazioni al Programma Annuale tramite modifiche alle previsioni finanziare relative a progetti/attività. Le variazioni che è possibile effettuare comprendono: le variazioni per entrate finalizzate; le variazioni deliberate dal Consiglio d Istituto; le variazioni con utilizzo del Fondo di riserva. Il sistema Bilancio Scuole supporta tutte le fasi di gestione delle variazioni e produce la relativa documentazione composta da: modello F; modello G; elenco variazioni al Programma; elenco variazioni per progetto/attività. La Gestione del conto Consuntivo La gestione dell esercizio finanziario si completa ed ha termine con l approvazione del Conto consuntivo. Il sistema Bilancio Scuole produce in modo automatico i risultati di dettaglio e riepilogativi del Conto consuntivo, partendo dai dati inseriti nel Programma Annuale e tenendo conto di quelli, elaborati nel corso dell anno finanziario, relativi alla gestione ed alle variazioni. Il sistema Bilancio Scuole consente di stampare il Conto consuntivo ed in particolare: il modello H - Conto Finanziario; 6

7 il modello I - Rendiconto Progetto/Attività; il modello J - Situazione Amministrativa; il modello L - Elenco Residui Attivi e Passivi; il modello M - Prospetto Spese Personale; il modello N - Riepilogo per Conti; il modello K - Conto Patrimoniale. Il sistema Bilancio Scuole prevede infine la registrazione dell iter di predisposizione (che deve essere completato entro il 30 aprile) e di approvazione del Conto consuntivo. 7

8 2. La Gestione dei Debitori 8

9 La funzionalità permette la gestione dell anagrafica dei Debitori dell istituzione scolastica necessaria durante la fase di gestione delle entrate del bilancio. L inserimento di un nuovo elemento in anagrafica debitori comporta l attribuzione di un codice debitore progressivo. Modalità operative di acquisizione dati Viene proposta una maschera che consente di ricercare uno o più debitori presenti a sistema e precedentemente definiti dall istituzione scolastica stessa; per restringere il campo di ricerca, oltre alla ragione sociale è possibile indicare il codice fiscale, la partita iva, l indirizzo di posta elettronica, la tipologia (persona fisica o giuridica) e lo stato (sospesi, attivi). E possibile reperire dalla base dati tutti i debitori riferiti all Istituzione Scolastica in oggetto senza impostare alcun filtro o di restringere il campo di ricerca impostando uno o più criteri contemporaneamente. Se vengono trovati debitori che rispondono ai criteri di ricerca impostati, viene presentata una maschera così come illustrato di seguito; altrimenti sarà possibile attivare la funzione <Inserisci> oppure effettuare una nuova ricerca. La maschera viene presentata nel caso in cui sia stato trovato almeno un debitore o un elenco di debitori che rispondono ai criteri di ricerca impostati A questo punto è possibile effettuare la selezione di un elemento della lista e premere il pulsante relativo all operazione desiderata oppure effettuare la Stampa dell albo debitori relativamente agli elementi della lista (Vedi allegato Elenco Debitori) Successivamente si procede con l inserimento/modifica/visualizzazione delle informazioni raccolte relative all anagrafica del debitore. 9

10 I campi della maschera sono più o meno valorizzati e digitabili/non digitabili a seconda dell operazione che si desidera fare così come illustrato di seguito: inserimento, i campi visualizzati saranno digitabili e vuoti; aggiornamento, sono digitabili e riempiti con le informazioni precedentemente inserite; cancellazione, i campi sono valorizzati con i dati precedentemente inseriti e non digitabili; visualizzazione, i campi sono valorizzati con i dati precedentemente inseriti e non digitabili. In Modalità di modifica o di visualizzazione nella maschera compare una sezione contenente il totale degli importi relativi ai movimenti contabili riferiti al debitore e suddivisi tra competenza e residui; in particolare, riporta l accertato in competenza e relativo incassato e l accertato in conto residui e relativo incassato. Ricerca debitori in caso di elementi non rispondenti ai criteri impostati o in assenza di debitori viene visualizzato un avviso e sarà consentito di Inserire o di ricercare nuovamente. 10

11 I campi obbligatori, per inserire un nuovo Debitore sono: Ragione sociale, cod. fiscale (se Persona Fisica) o Partita Iva (se persona giuridica), la modalità di riscossione. Se modalità di riscossione selezionata è di tipo conto corrente (bancario o bancoposta) è opportuno inserire le coordinate bancarie di riferimento compreso l Abi e il Cab di cui è controllata la validità e l esistenza. La data di nascita (se inserita) deve essere una data formalmente valida e scritta nel formato GG/MM/AAAA. Il codice fiscale deve essere formalmente valido: non vengono effettuati controlli di congruenza rispetto ai dati anagrafici inseriti. Il comune di nascita o di residenza va selezionato dall apposito pulsante di ricerca Per assegnare lo stato di Sospeso ad un debitore è necessario che non esistano movimenti nell esercizio in corso legati ad esso. Durante la fase di salvataggio è controllato inoltre se esiste già il debitore in archivio controllando il cod. fiscale o la Partita iva. In caso di errore viene fornita una opportuna segnalazione e non viene creato/modificato alcun elemento nella base dati. Nel caso in cui invece non si riscontri alcun errore viene fornita una segnalazione di operazione effettuata con successo. 11

12 3. La Gestione dei Creditori 12

13 La funzionalità permette la gestione dell anagrafica dei Creditori dell istituzione scolastica necessaria durante la fase di gestione delle spese del bilancio. L inserimento di un nuovo elemento in anagrafica creditori comporta l attribuzione di un codice creditore progressivo per ogni istituzione scolastica. Modalità operative di acquisizione dati Viene proposta una maschera che consente di ricercare uno o più creditori presenti a sistema e precedentemente definiti dall istituzione scolastica stessa; per restringere il campo di ricerca, oltre alla regione sociale è possibile indicare il codice fiscale, la partita Iva, l indirizzo di posta elettronica, la tipologia (persona fisica o giuridica) e lo stato (sospesi, attivi). E possibile reperire dalla base dati tutti i creditori riferiti all Istituzione Scolastica in oggetto senza impostare alcun filtro o di restringere il campo di ricerca impostando uno o più criteri contemporaneamente. Se vengono trovati creditori che rispondono ai criteri di ricerca impostati, viene presentata una maschera così come illustrato di seguito; altrimenti sarà possibile attivare la funzione <Inserisci> oppure effettuare una nuova ricerca. La suddetta maschera viene presentata nel caso in cui sia stato trovato almeno un creditore o un elenco di creditori che rispondono ai criteri di ricerca impostati A questo punto è possibile effettuare la selezione di un elemento della lista e premere il pulsante relativo all operazione desiderata oppure effettuare la Stampa della rubrica creditori relativamente agli elementi della lista (Vedi allegato Elenco creditori) Successivamente si procede con l inserimento/modifica/visualizzazione delle informazioni raccolte relative all anagrafica del creditore. 13

14 I campi della maschera saranno più o meno valorizzati e digitabili/non digitabili a seconda dell operazione che si desidera fare così come illustrato di seguito: inserimento, i campi visualizzati sono digitabili e vuoti; aggiornamento, sono digitabili e riempiti con le informazioni precedentemente inserite; cancellazione, i campi sono valorizzati con i dati precedentemente inseriti e non digitabili; visualizzazione, i campi sono valorizzati con i dati precedentemente inseriti e non digitabili. In Modalità di modifica o di visualizzazione nella maschera compare una sezione contenente il totale degli importi relativi ai movimenti contabili riferiti al creditore e suddivisi tra competenza e residui; in particolare, riporta l impegnato in competenza e relativo pagato e l impegnato in conto residui e relativo pagato. Ricerca creditori in caso di elementi non rispondenti ai criteri impostati o in assenza di creditori viene visualizzato un avviso e viene consentito di Inserire o di ricercare nuovamente. I campi obbligatori per inserire un nuovo creditore sono: Ragione sociale, cod. fiscale (se Persona Fisica) o Partita Iva (se persona giuridica), la modalità di pagamento. 14

15 Se modalità di pagamento selezionata è di tipo conto corrente (bancario o bancoposta) è opportuno inserire le coordinate bancarie di riferimento compreso l Abi e il Cab di cui viene controllata la validità e l esistenza. La data di nascita (se inserita) deve essere una data formalmente valida e scritta nel formato GG/MM/AAAA. Il codice fiscale deve essere formalmente valido: non vengono effettuati controlli di congruenza rispetto ai dati anagrafici inseriti. Il comune di nascita o di residenza va selezionato dall apposito pulsante di ricerca Per assegnare lo stato di Sospeso ad un creditore è necessario non esistano movimenti nell esercizio in corso legati ad esso Durante la fase di salvataggio viene controllato inoltre se esiste già il creditore in archivio controllando il cod. fiscale o la Partita iva In caso di errore viene fornita una opportuna segnalazione e non viene creato/modificato alcun elemento nella base dati. Nel caso in cui invece non si riscontri alcun errore viene fornita una segnalazione di operazione effettuata con successo. 15

16 4. La Gestione della Tipologia dei Contratti 16

17 La funzionalità permette la gestione delle tipologie di contratti necessari alla gestione del registro contratti. Nel sistema comunque sono già presenti delle tipologie di contratto che sono state definite centralmente, valide per tutte le istituzioni scolastiche ; a queste e possibile aggiungerne altre non presenti, proprie dell istituzione scolastica che li inserisce. Solo le tipologie di contratti definite localmente possono essere modificate o cancellate. Viene proposta una maschera che contiene l elenco delle tipologie contratto sia definite centralmente che localmente. A questo punto è possibile effettuare la selezione di un elemento della lista e premere il pulsante relativo all operazione desiderata. La descrizione della tipologia è modificabile solo in caso di modifica di una tipologia contratto di tipologia Locale o in fase di Inserimento ove viene assegnata per default la tipologia Locale. Il campo della descrizione è obbligatorio e inoltre non devono esistere tipologie di pari descrizione. 17

18 La selezione di una tipologia di contratto definita Centrale non consente alcuna modifica/cancellazione. In caso di errore viene fornita una opportuna segnalazione e non viene creato/modificato alcun elemento nella base dati. Nel caso in cui invece non si riscontri alcun errore viene fornita una segnalazione di operazione effettuata con successo. 18

19 5. La Gestione dei Progetti e delle Attività 19

20 La funzione permette la visualizzazione dei progetti/attività presenti a sistema per l anno finanziario e l istituzione scolastica di riferimento e la personalizzazione dei progetti propri di ogni istituzione scolastica da utilizzare nella compilazione del programma annuale. Per ogni progetto definito a livello locale è possibile attivare le funzioni di Inserimento, visualizzazione, modifica e cancellazione. Per ogni attività definita a livello centrale è possibile attivare le sole funzioni di visualizzazione e modifica delle informazioni infatti non è consentito l inserimento di nuove attività in quanto definite solo a livello centrale. Viene presentata la lista dei progetti/attività reperita dalla base dati in base all istituzione scolastica e all anno finanziario. A questo punto è possibile effettuare la selezione di un elemento della lista e premere il pulsante relativo all operazione desiderata 20

21 I campi della maschera sono più o meno valorizzati e digitabili/non digitabili a seconda dell operazione che si desidera fare così come illustrato di seguito: inserimento, i campi visualizzati (numero, denominazione, descrizione estesa, descrizione ridotta, data inizio, data fine) sono digitabili e vuoti; aggiornamento, sono digitabili (solo i campi non protetti) e riempiti con le informazioni precedentemente inserite; cancellazione, i campi sono valorizzati con i dati precedentemente inseriti e non digitabili; visualizzazione, i campi sono valorizzati con i dati precedentemente inseriti e non digitabili. L inserimento è consentito solo per i nuovi progetti dell istituzione scolastica che verranno automaticamente definiti di tipologia Locale e il cui un numero progressivo deve essere univoco. La modifica di elementi di tipo Locale consente l inserimento/modifica dei campi (numero, denominazione, descrizione estesa, descrizione ridotta, data inizio, data fine,sospeso). La modifica di elementi di tipo Centrale consente invece l inserimento/modifica solo dei campi relativi alle descrizioni, alle date e alla sospensione. Il campo della denominazione è obbligatorio e inoltre non devono esistere numeri di aggregazioni uguali ; se la numerazione non viene inserita viene automaticamente attribuita progressivamente. La selezione di un Progetto/attività definito Centrale non consente alcuna cancellazione. La cancellazione o la sospensione di un progetto viene effettuata solo se non esiste alcuna scheda illustrativa finanziaria e/o movimentazione legata al progetto stesso 21

22 In caso di errore viene fornita una opportuna segnalazione e non viene creato/modificato alcun elemento nella base dati. Nel caso in cui invece non si riscontri alcun errore viene fornita una segnalazione di operazione effettuata con successo. 22

23 6. La Situazione Amministrativa Presunta 23

24 Sulla base dei dati di cassa e dei movimenti contabili dell'esercizio finanziario precedente a quello di riferimento con la funzione di Situazione Amministrativa presunta,viene calcolato l'importo dell'avanzo di amministrazione presunta a fine esercizio. L'utente può intervenire acquisendo o modificando manualmente i dati calcolati. Modalità operative di acquisizione dati Viene presentata la maschera contenente tutte le informazioni organizzate logicamente in sezioni distinte: Conto di cassa; Avanzo o disavanzo complessivo; Integrazione fino a fine esercizio. 24

25 I campi della maschera sono più o meno valorizzati e digitabili/non digitabili a seconda dell operazione che si desidera fare così come illustrato di seguito: inserimento, i campi visualizzati sono digitabili e vuoti; aggiornamento, sono digitabili e riempiti con le informazioni precedentemente inserite; visualizzazione, i campi sono valorizzati con i dati precedentemente inseriti e non digitabili. Per quanto riguarda le informazioni relative ai dati contabili delle sezioni conto di cassa e Avanzo o disavanzo complessivo è facoltà dell utente inserirle ex novo o, se presenti, far effettuare al sistema il calcolo automatico della situazione amministrativa presunta leggendo i dati presenti a sistema dopo aver attivato la funzione di Calcolo. Nel contesto del calcolo assume particolare importanza la Data di calcolo che funge da filtro nella contabilizzazione dei movimenti. L inserimento dei dati presunti dell'integrazione fino alla fine dell'esercizio è effettuato manualmente. In qualunque caso l utente può sempre intervenire per modificare manualmente qualsiasi importo calcolato. Poiché nella maschera di visualizzazione compaiono dei campi la cui dicitura è di cui (*), compare in calce la nota: (*) = soggetto al vincolo per i flussi di cassa di cui al DM n.93 del

26 Azioni del Sistema Informativo Nessun campo è obbligatorio nella gestione della Situazione amministrativa presunta ma ciò che viene inserito o calcolato viene memorizzato per poi ottenere la stampa dell allegato C del programma annuale. La data di calcolo inserita ai fini del Calcolo deve essere nel formato gg/mm/aaaa. Gli importi inseriti nei campi contrassegnati con di cui(* ) devono essere inferiori di quelli globali a cui si riferiscono, ma eventualmente vengono manualmente inseriti importi superiori viene dato un avviso non bloccante durante il salvataggio. Se il programma annuale risulta approvato non è consentita alcuna variazione agli importi della Situazione Amministrativa presunta e viene fornita una opportuna segnalazione. In assenza di errori viene segnalato che l operazione è stata effettuata con successo. 26

27 7. Il Fondo di Riserva 27

28 La funzione consente la visualizzazione e la correzione dell importo destinato al fondo di riserva relativo all anno finanziario in oggetto. Il fondo di riserva viene automaticamente calcolato come una percentuale (definita nei parametri della procedura), della "dotazione ordinaria" registrata sulle entrate del programma annuale (somma degli importi contenuti negli aggregati/voce attivi per il "calcolo fondo di riserva", cioè che risultino avere impostato il relativo flag). Quindi, sulla base dei parametri forniti viene automaticamente proposto il valore massimo del fondo di riserva che l utente ha comunque facoltà di modificare. Modalità operative di acquisizione dati Viene presentata la maschera contenente le informazioni necessarie La modifica del Fondo di Riserva consente di destinare al Fondo di Riserva l importo desiderato che di solito è pari a quello consentito secondo le percentuali previste dalla normativa. E possibile modificare sia la percentuale che l importo del fondo di riserva.. 28

29 Azioni del Sistema Informativo Le informazioni visualizzate sono reperite dalla base dati e ovviamente si riferiscono all anno finanziario impostato. La percentuale del fondo non compresa tra 0 e 100 viene ritenuto un errore bloccante mentre una percentuale superiore a quella prevista nei parametri procedura viene solo segnalata come anomalia. Durante la fase di modifica se l importo del Fondo di riserva risulta superiore all importo massimo consentito, viene visualizzata un opportuna segnalazione. La modifica dell importo del Fondo di riserva è consentita solo se in assenza di approvazione del programma annuale. Nel caso in cui invece non si riscontri alcun errore viene fornita una segnalazione di operazione effettuata con successo. 29

30 8. Le Entrate del Programma Annuale 30

31 La funzione permette la visualizzazione e la modifica degli importi di previsione che costituiscono le entrate del programma annuale. Per ogni aggregato, voce o sottovoce presente nel piano dei conti entrate, ad eccezione delle partite di giro ( e relative voci/sottovoci), è prospettata una riga contenente la descrizione dell elemento del piano dei conti delle entrate e il relativo importo di previsione. Modalità operative di acquisizione dati Viene proposto l elenco del Piano dei conti riferito all anno finanziario impostato con gli eventuali importi di previsione reperiti in archivio; l utente ha così una visione d insieme di tutte le informazioni che compongono le entrate del programma annuale.ha anche a disposizione la sezione relativa ai totali delle Entrate, delle Spese e la disponibilità finanziaria ancora da programmare calcolata come differenza. A questo punto è possibile effettuare la modifica degli importi di previsione solo per gli elementi di secondo e terzo livello (Voci o sottovoci) poiché il primo livello (Aggregato) è calcolato quale sommatoria degli importi delle voci/sottovoci appartenenti all aggregato stesso In basso viene riportato il totale degli importi presenti sul Tipo nelle spese di tutte le schede illustrative finanziarie.(al netto partite di giro) e del Fondo di riserva del programma annuale. 31

32 Azioni del Sistema Informativo Per modificare gli importi di previsione è necessario che il Piano dei conti entrate dell anno finanziario sia esistente e che il programma annuale non sia già stato approvato. In caso di errori viene fornita una opportuna segnalazione. L avvenuto salvataggio è evidenziato fornendo a video un opportuna segnalazione 32

33 9. Le Schede Illustrative Finanziarie 33

34 Le schede illustrative finanziarie la cui compilazione è necessaria alla determinazione delle spese del programma annuale si compongono della parte entrata e della parte spese.vanno ovviamente compilate per tutti i progetti/attività che compongono il programma annuale dell istituzione scolastica. La sezione Entrate è composta dagli elementi del piano dei conti Entrate, dai relativi importi, dall importo di disponibilità ed una sezione riepilogativa dei totali. La sezione Spese è composta dagli elementi del piano dei conti Spese, dai relativi importi ed una sezione riepilogativa dei totali. Gli importi inseriti nelle colonne relative al quinquennio che decorre dall anno finanziario vengono riportati nelle relative colonne del mod. B di stampa. Modalità operative di acquisizione dati Viene presentata la lista dei progetti/attività reperita dalla base dati in base all istituzione scolastica e all anno finanziario con lo stato della Scheda Illustrativa (Presente /Assente) 34

35 A questo punto è possibile effettuare la selezione di un elemento della lista e premere uno dei pulsanti relativi alla Visualizzazione - modifica delle Entrate oppure visualizzazione Modifica delle spese. La visualizzazione Entrate consente di verificare quali somme delle voci di entrate finanziano il progetto o l attività. La visualizzazione Spese consente di verificare quali somme sono state previste nelle varie tipologie di spesa 35

36 La modifica delle entrate presenta la seguente maschera: In particolare consente di modificare tutti gli importi di 2 e 3 livello relativi agli elementi del piano dei conti delle entrate, sia per l esercizio di riferimento che per il pluriennale. 36

37 Per ogni elemento del piano dei conti delle entrate, il sistema visualizza l importo eventualmente già inserito la relativa disponibilità della somma non ancora utilizzata. In basso viene riportata una sezione con il totale delle entrate della scheda, quello delle spese della scheda (entrambi al netto delle partite di giro) e la differenza tra i due totali.una analoga sezione e prevista per le sole partite di giro, se usate. La modifica delle Spese presenta la seguente maschera: In particolare consente di modificare tutti gli importi di 2 e 3 livello relativi agli elementi del piano dei conti delle Spese, sia per l esercizio di riferimento che per il pluriennale. Per ogni elemento del piano dei conti delle Spese, il sistema visualizza l importo eventualmente già inserito. In basso viene riportata una sezione con il totale delle entrate della scheda, quello delle spese della scheda (entrambi al netto delle partite di giro) e la differenza tra i due totali.una analoga sezione è prevista per le sole partite di giro, se usate. La modifica delle Entrate o delle Spese delle schede finanziarie può effettuarsi a condizione che il Piano dei conti entrate e Spese dell anno finanziario sia esistente e che il programma annuale non sia già stato approvato. La Visualizzazione delle entrate e delle spese viene effettuata solo per i progetti/attività con scheda Presente quindi con almeno qualche importo inserito. Nella sezione dei totali della scheda, se risulta una differenza tra il totale delle entrate e quello delle spese compare un messaggio di squadratura 37

38 La sezione dei totali per partita di giro viene evidenziata solo in presenza di entrate o uscita per partita di giro. In caso di errori viene fornita una opportuna segnalazione. L avvenuto salvataggio è evidenziato fornendo a video una opportuna segnalazione: 38

39 10. L Approvazione del Programma Annuale 39

40 La funzione permette di acquisire le informazioni relative alla approvazione del programma annuale che sono organizzate logicamente in sezioni distinte: Dati predisposizione, Parere revisore dei conti, Approvazione la sezione relativa al riepilogo degli importi di entrata o di uscita inseriti nel Programma annuale. Modalità operative di acquisizione dati Viene presentata la maschera contenente le informazioni relative alle varie fasi necessarie all approvazione eventualmente reperite nella B.D. L utente ha la facoltà di inserire tutte le date e le delibere relative delle sezioni oppure inserire man mano che i processi si verificano. Resta comunque inteso che la presenza della data dell avvenuta approvazione da parte del Consiglio di Istituto determina la definitiva approvazione del programma annuale. 40

QUICK GUIDE AREA CONTABILITA

QUICK GUIDE AREA CONTABILITA QUICK GUIDE AREA CONTABILITA Premessa La nuova gestione amministrativo-contabile L AUTONOMIA AMMINISTRATIVA L introduzione dell autonomia scolastica ha comportato molti cambiamenti. Tra questi, in particolare,

Dettagli

CORSO DIFORMAZIONE SULLA

CORSO DIFORMAZIONE SULLA CORSO DIFORMAZIONE SULLA CONTABILITA SCOLASTICA La gestione amministrativo-contabile ed i documenti cardini A cura di Marsico Massimo info@mcminformatica.it mcminformatica@pec.it La Contabilità scolastica

Dettagli

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici Release 5.20 Manuale Operativo BONIFICI Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici La gestione dei bonifici consente di automatizzare le operazioni relative al pagamento del fornitore tramite bonifico bancario,

Dettagli

PREMESSA... 6 MENU PRINCIPALE... 8 PREVISIONE... 9 STRUTTURA DI BASE... 10

PREMESSA... 6 MENU PRINCIPALE... 8 PREVISIONE... 9 STRUTTURA DI BASE... 10 Indice generale PREMESSA... 6 MENU PRINCIPALE... 8 PREVISIONE... 9 STRUTTURA DI BASE... 10 INSERIMENTO DI UNA SOTTOVOCE... 13 FUNZIONE DI RICERCA VOCE... 13 COMPILAZIONE PREVISIONE... 15 SCHEDE PROGETTI/ATTIVITA...

Dettagli

Requisiti: Le informazioni riportate all interno dei file di tipo testo devono seguire fedelmente i tracciati record allegati alla presente;

Requisiti: Le informazioni riportate all interno dei file di tipo testo devono seguire fedelmente i tracciati record allegati alla presente; Allegato 1bis REQUISITI GENERALI PER LA GENERAZIONE DEI FILE PER LO SCAMBIO DATI ISTITUTO CASSIERE SCUOLA Nel presente documento sono riportati i requisiti indispensabili per la corretta predisposizione

Dettagli

VERIFICA DEL PROGRAMMA ANNUALE ATTO GESTIONALE DA COMPIERE ENTRO IL 30 GIUGNO DI OGNI ANNO.

VERIFICA DEL PROGRAMMA ANNUALE ATTO GESTIONALE DA COMPIERE ENTRO IL 30 GIUGNO DI OGNI ANNO. VERIFICA DEL PROGRAMMA ANNUALE ATTO GESTIONALE DA COMPIERE ENTRO IL 30 GIUGNO DI OGNI ANNO. IL REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ DI CUI AL D.I. 44/2001 HA INTRODOTTO UNA GESTIONE FLESSIBILE DEL PROGRAMMA ANNUALE

Dettagli

CODICE: PREV_MAN_CLIENTE REVISIONE: 04 DATA PRIMA EMISSIONE: 11/06/2008 DATA AGGIORNAMENTO: 02/05/2012

CODICE: PREV_MAN_CLIENTE REVISIONE: 04 DATA PRIMA EMISSIONE: 11/06/2008 DATA AGGIORNAMENTO: 02/05/2012 SOMMARIO 1 Scopo e campo di applicazione... 3 2 Responsabilità... 3 3 Riferimenti... 3 4 Accesso all applicazione... 3 4.1 Primo accesso all applicazione Preventivi... 4 4.2 Accessi successivi all applicazione

Dettagli

CARATTERISTICHE DEL BILANCIO Torino, 20 maggio 2014

CARATTERISTICHE DEL BILANCIO Torino, 20 maggio 2014 CORSO DI FORMAZIONE REVISORI ENTI LOCALI Armonizzazione dei sistemi contabili D.Lgs.118/2011 CARATTERISTICHE DEL BILANCIO Torino, 20 maggio 2014 Cristina CHIANTIA dottori commercialisti Massimo STRIGLIA

Dettagli

"Da oggi dirigente: l'agenda dei primi 100 giorni"

Da oggi dirigente: l'agenda dei primi 100 giorni "Da oggi dirigente: l'agenda dei primi 100 giorni" Abano T. vittorio barsotti ANP Lucca 25-26 Agosto 2008 GdP 1 La gestione amministrativo contabile Fasi della gestione finanziaria: 1 - Programmazione

Dettagli

MANUALE UTENTE FACILE CONSUMO. Pagina 1 di 48

MANUALE UTENTE FACILE CONSUMO. Pagina 1 di 48 MANUALE UTENTE FACILE CONSUMO Pagina 1 di 48 1 DESCRIZIONE DELL APPLICAZIONE...4 1.1 INTRODUZIONE...4 1.2 ACCESSO AL SISTEMA...4 1.3 MENU...5 2 FUNZIONI DELL'APPLICAZIONE...6 2.1 GESTIONE...6 2.1.1 Sottogruppo...6

Dettagli

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2009

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2009 Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA ISTITUTO COMPRENSIVO V.LE EUROPA V.LE EUROPA 6 20060 GESSATE (MI) Codice Fiscale: 91546530154 Codice

Dettagli

Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE...

Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE... Manuale Operatore Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE...6 4.1. Saldi...6 4.1.1. Riepilogo saldi...6

Dettagli

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 I.Ri.Fo.R. - ONLUS Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 CAPO I - BILANCIO DI PREVISIONE Articolo 1 - Principi generali 1. La gestione finanziaria della struttura nazionale e delle strutture

Dettagli

CitySoftware SERVIZI FINANZIARI. Info-Mark srl

CitySoftware SERVIZI FINANZIARI. Info-Mark srl CitySoftware SERVIZI FINANZIARI Info-Mark srl Via Rivoli, 5/1 16128 GENOVA Tel. 010/591145 Fax 010/591164 Sito internet: www.info-mark.it e-mail Info-Mark@Info-Mark.it L area dei servizi finanziari e di

Dettagli

COMUNE DI CALANNA (Provincia di Reggio Calabria)

COMUNE DI CALANNA (Provincia di Reggio Calabria) COMUNE DI CALANNA (Provincia di Reggio Calabria) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 01 del 28\12\2007 CAPO I Servizio di Economato Art. 1 Servizio di economato

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. Circoscrizione del Tribunale di Locri. Relazione del Tesoriere

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. Circoscrizione del Tribunale di Locri. Relazione del Tesoriere ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Circoscrizione del Tribunale di Locri Relazione del Tesoriere CONSUNTIVO ANNO 2009 ORDINE DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Circoscrizione

Dettagli

BILANCIO BILANCIO PREMESSA

BILANCIO BILANCIO PREMESSA PREMESSA Il programma ARGO- costituisce uno strumento di elaborazione completo e flessibile realizzato per gestire in modo efficace tutte le informazioni e tutti gli adempimenti legati alla gestione finanziaria

Dettagli

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2013. premessa

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2013. premessa Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO ISTITUTO COMPRENSIVO ISTITUTO COMPRENSIVO PESCARA 2 VIA VINCENZO CERULLI,15 65126 PESCARA (PE) Codice

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITÀ

REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITÀ REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITÀ (adottato ai sensi dell articolo 16, comma 4, della legge 24 dicembre 2012, n. 243, Disposizioni per l attuazione del principio del pareggio di bilancio ai

Dettagli

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO VIA DELLE CARINE VIA DELLE CARINE 2 00184 ROMA (RM) Codice Fiscale: 97713340582

Dettagli

Accreditamento Soggetti Formatori in materia di Sicurezza sul Lavoro

Accreditamento Soggetti Formatori in materia di Sicurezza sul Lavoro Linee guida per l utilizzo del sistema informativo Pag.1 di 12 Linee guida per l utilizzo del sistema informativo Accreditamento Soggetti Formatori in materia di Sicurezza sul Lavoro Il presente documento

Dettagli

LA GESTIONE DEI RESIDUI

LA GESTIONE DEI RESIDUI LA GESTIONE DEI RESIDUI I residui passivi sono somme impegnate ma non ancora pagate entro il termine dell esercizio: costituiscono un debito del Dipartimento. I residui attivi sono somme accertate ma non

Dettagli

Oggetto Chiusura della contabilità finanziaria. Dati per il conto consuntivo 2013. Istruzioni operative.

Oggetto Chiusura della contabilità finanziaria. Dati per il conto consuntivo 2013. Istruzioni operative. Direzione generale Direzione centrale ragioneria Circolare n. 61 Roma, 17 dicembre 2013 Ai Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali e p.c. a: Organi istituzionali Magistrato della Corte

Dettagli

Comunicazione Medico Competente

Comunicazione Medico Competente Comunicazione Medico Competente Manuale utente Versione documento v.2.1 In vigore dal 22/12/2014 Numero totale di pagine 52 Indice Manuale Utente 1 Introduzione... 4 2 Registrazione utente al portale...

Dettagli

SIGOP versione 9.1.0 Rilascio del 26/07/2013

SIGOP versione 9.1.0 Rilascio del 26/07/2013 Pag. 1 di 5 Attività rilasciate nel pacchetto: SIGOP versione 9.1.0 Rilascio del 26/07/2013 1) Caricamento massivo debiti tramite flusso: modificato il controllo sul campo Ente Vdc: deve essere valorizzato

Dettagli

Oggetto Chiusura della contabilità finanziaria. Dati per il conto consuntivo 2015. Istruzioni operative.

Oggetto Chiusura della contabilità finanziaria. Dati per il conto consuntivo 2015. Istruzioni operative. Direzione generale Direzione centrale programmazione, bilancio e controllo Circolare n. 91 Roma, 23 dicembre 2015 Al Direttore generale vicario Ai Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali

Dettagli

SIRTEL. Sistema Informativo per la Rendicontazione Telematica degli Enti Locali. Schema di funzionamento del processo per l Ente Locale

SIRTEL. Sistema Informativo per la Rendicontazione Telematica degli Enti Locali. Schema di funzionamento del processo per l Ente Locale SIRTEL Sistema Informativo per la Rendicontazione Telematica degli Enti Locali Schema di funzionamento del processo per l Ente Locale Sommario del documento Acronimi...3 FASE 1: REGISTRAZIONE ED ABILITAZIONE

Dettagli

CONTABILITÀ ANALITICA

CONTABILITÀ ANALITICA Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ ANALITICA Gestione dei Centri di Costo e delle Commesse Il modulo Contabilità Analitica abilita la gestione dei Centri di Costo e delle Commesse su tre procedure

Dettagli

5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO

5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO 5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO In questo capitolo tratteremo: a) dello scarico della pratica, b) della predisposizione della distinta di accompagnamento e c) di tutte

Dettagli

Giornale di Cassa e regolarizzazione dei sospesi

Giornale di Cassa e regolarizzazione dei sospesi Servizi di sviluppo e gestione del Sistema Informativo del Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Giornale di Cassa e regolarizzazione dei sospesi Guida Operativa Versione 1.0 del RTI

Dettagli

INPS ACCENTRAMENTO DEI MANDATI DI SPESE DI FUNZIONAMENTO

INPS ACCENTRAMENTO DEI MANDATI DI SPESE DI FUNZIONAMENTO INPS ACCENTRAMENTO DEI MANDATI DI SPESE DI FUNZIONAMENTO MANUALE UTENTE INDICE INDICE... 1 1. INTRODUZIONE... 2 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 2 2 DESCRIZIONE DELLA PROCEDURA... 3 3 GESTIONE DELLA PROPOSTA

Dettagli

Gestione delle informazioni necessarie all attività di validazione degli studi di settore. Trasmissione degli esempi da valutare.

Gestione delle informazioni necessarie all attività di validazione degli studi di settore. Trasmissione degli esempi da valutare. Gestione delle informazioni necessarie all attività di validazione degli studi di settore. Trasmissione degli esempi da valutare. E stato previsto l utilizzo di uno specifico prodotto informatico (denominato

Dettagli

Assestamenti al bilancio. Memorandum operazioni di fine anno. Le prime operazioni. Assestamenti per le spese. Programma annuale 2003

Assestamenti al bilancio. Memorandum operazioni di fine anno. Le prime operazioni. Assestamenti per le spese. Programma annuale 2003 Memorandum operazioni di fine anno. Questo memorandum riepiloga, brevemente, le operazioni da eseguire a fine di un esercizio finanziario prima di generare gli archivi per un nuovo esercizio. Si rammenta

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2013

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2013 Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA PUGLIA ISTITUTO D'ISTR.SEC.DI 2 GRADO VINCENZO LILLA VIALE V. LILLA, 21 72021 FRANCAVILLA FONTANA (BR) Codice

Dettagli

SIN. Guida alla compilazione delle domande di ristrutturazione e riconversione vigneti Campagna 2012/2013 Manuale utente

SIN. Guida alla compilazione delle domande di ristrutturazione e riconversione vigneti Campagna 2012/2013 Manuale utente Guida alla compilazione delle domande di ristrutturazione e riconversione vigneti Campagna 2012/2013 Manuale utente 05 dicembre 2012 2-26 Controllo delle modifiche Edizione Pubblicato Motivo della revisione

Dettagli

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo GESTIONE PROGETTO FORMATIVO Pag. 1 di 38 Portale tirocini Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo GESTIONE PROGETTO FORMATIVO Pag. 2 di 38 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. ACCESSO AL SISTEMA...

Dettagli

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet.

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. Prestazioni a sostegno del reddito Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. - ASpI Descrizione del servizio Premessa Questo servizio rende possibile l invio e l istruzione automatica

Dettagli

GUIDA OPERATIVA PER LA PRIMA FORMAZIONE DEL REGISTRO

GUIDA OPERATIVA PER LA PRIMA FORMAZIONE DEL REGISTRO REGISTRO DEI REVISORI LEGALI DEI CONTI GUIDA OPERATIVA PER LA PRIMA FORMAZIONE DEL REGISTRO PER I REVISORI LEGALI E LE SOCIETA DI REVISIONE Versione 1.0 del 31 maggio 2013 Sommario PREMESSA... 4 LA PROCEDURA

Dettagli

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Nota Salvatempo Contabilità 22 APRILE 2013 Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Fino all anno 2012, il

Dettagli

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo Pag. 1 di 41 Portale tirocini Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo INDICE Pag. 2 di 41 1. INTRODUZIONE... 3 2. ACCESSO AL SISTEMA... 4 3. FUNZIONE BACHECA... 8 4. GESTIONE TIROCINANTI...

Dettagli

Copyright Esselibri S.p.A.

Copyright Esselibri S.p.A. CAPITOLO QUARTO PRINCIPI GENERALI SULL AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ 1. L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ In quanto ente pubblico istituzionale l INPS è regolato dai principi della L. 70/1975 che ha

Dettagli

9.1 [5.00\ 25] Commesse e cantieri: costi a carico della commessa

9.1 [5.00\ 25] Commesse e cantieri: costi a carico della commessa Bollettino 5.00-335 9 VERTICALI 9.1 [5.00\ 25] Commesse e cantieri: costi a carico della commessa Con l attuale release è ora possibile rilevare in modo più dettagliato i costi a carico della commessa

Dettagli

Le scuole dimensionate

Le scuole dimensionate Le scuole dimensionate Incontro 30 giugno 2008 Adempimenti contabili A.Panariello USP MILANO 1 Ultime fonti normative C.M. n. 187 del 21 luglio 2000 C.M. n. 211 del 6 settembre 2000 C.USR n. 22354 del

Dettagli

CONFRONTO CON LE REGIONI SPERIMENTATRICI SULL ARMONIZZAZIONE CONTABILE DELLE REGIONI

CONFRONTO CON LE REGIONI SPERIMENTATRICI SULL ARMONIZZAZIONE CONTABILE DELLE REGIONI CONFRONTO CON LE REGIONI SPERIMENTATRICI SULL ARMONIZZAZIONE CONTABILE DELLE REGIONI IL RISULTATO DI AMMINISTRAZIONE (SECONDO L ATTUALE PRINCIPIO APPLICATO) E costituito dal fondo di cassa esistente al

Dettagli

REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA DELLE OT

REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA DELLE OT REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA DELLE OT Deliberato dal Consiglio Federale il 30 marzo 2014 R.A.C. OT DELIBERATO DAL CF IL 30 MARZO 2014 1 INDICE CAPO I INTRODUZIONE ART. 1 PRINCIPI GENERALI..

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA

REGOLAMENTO DI CONTABILITA REGOLAMENTO DI CONTABILITA dell Azienda Speciale del Comune di Cavriago CavriagoServizi Approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 30 luglio 2008 I N D I C E CAPO I FINALITA E CONTENUTO

Dettagli

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA ISTITUTO COMPRENSIVO IST. COMP. TAVERNERIO VIA RISORGIMENTO N. 22 22038 TAVERNERIO (CO) Codice Fiscale:

Dettagli

Tibet. Manuale Centri di Costo. Tibet R 1

Tibet. Manuale Centri di Costo. Tibet R 1 Tibet Manuale Centri di Costo Tibet R 1 Che cosa è la gestione dei Centri di Costo La gestione dei Centri di Costo consente alle aziende di controllare in modo analitico l'aspetto economico della gestione

Dettagli

1. Gestione Archivi 1.a Anagrafiche Clienti - Incassi da Clienti 1.b Anagrafiche Fornitori - Pagamento a Fornitori 1.c Voci dei Rimborsi

1. Gestione Archivi 1.a Anagrafiche Clienti - Incassi da Clienti 1.b Anagrafiche Fornitori - Pagamento a Fornitori 1.c Voci dei Rimborsi 1. Gestione Archivi 1.a Anagrafiche Clienti - Incassi da Clienti 1.b Anagrafiche Fornitori - Pagamento a Fornitori 1.c Voci dei Rimborsi 2. Servizi Interni 2.a Servizi a Consulenti 2.b Gestione Servizi

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PSR 2007-2013 PREISTRUTTORIA E ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE DI PAGAMENTO

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PSR 2007-2013 PREISTRUTTORIA E ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE DI PAGAMENTO SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PSR 2007-2013 PREISTRUTTORIA E ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE DI PAGAMENTO Ottobre 2012 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Tipologie di domande di pagamento... 4 1.2. Premesse...

Dettagli

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2013

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2013 Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO ISTITUTO COMPRENSIVO ISTITUTO COMPRENSIVO MOZZECANE VIA DANTE ALIGHIERI 39 37060 MOZZECANE (VR) Codice

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA GENERALE

REGOLAMENTO DI CONTABILITA GENERALE REGOLAMENTO DI CONTABILITA GENERALE Art. 1 - Oggetto e finalità 1. Il presente regolamento di contabilità, adottato in applicazione dell art. 71 terdecies della Legge regionale 24 febbraio 2005, n. 40

Dettagli

Codice identificativo dell aggiornamento: 20241504A

Codice identificativo dell aggiornamento: 20241504A Sommario VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO... 2 DICHIARAZIONE 770 / 2015... 3 CERTIFICAZIONE DEGLI UTILI CORRISPOSTI... 3 CONTI INDIVIDUALI / 2015... 3 DELEGA F24... 4 COLLEGAMENTO CON IL MODULO

Dettagli

AGRISIAN S.C.P.A. Manuale Utente Fascicolo Aziendale

AGRISIAN S.C.P.A. Manuale Utente Fascicolo Aziendale S.C.P.A. Novembre 2005 2-62 Controllo delle modifiche Edizione Pubblicato Motivo della revisione Cap./Par. Modificati 3-62 Indice Introduzione... 4 Anomalie domanda... 6 Lista delle domande con anomalie...7

Dettagli

SERVICEPACK 16.0.0C MARZO 2010

SERVICEPACK 16.0.0C MARZO 2010 Apogeo gruppo Zucchetti SERVICEPACK 16.0.0C MARZO 2010 SOMMARIO DEGLI ARGOMENTI TRATTATI RICTEL - GESTIONE RICEVUTE TELEMATICHE INTERMEDIARI...1 ACQUISIZIONE FILE ENTRATEL...1 INTRASTAT...1 ASPETTI NORMATIVI...1

Dettagli

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Release 5.20 Manuale Operativo CLIENTI PLUS Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Il modulo Clienti Plus è stato studiato per ottimizzare la gestione amministrativa dei clienti, abilitando la gestione

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 Comunicazione Operazioni rilevanti IVA per

Dettagli

Prot. n. 9045 C14 d Torino, 12 agosto 2010 Circ. Reg. n. 250 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche della Regione Piemonte LORO SEDI

Prot. n. 9045 C14 d Torino, 12 agosto 2010 Circ. Reg. n. 250 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche della Regione Piemonte LORO SEDI Prot. n. 9045 C14 d Torino, 12 agosto 2010 Circ. Reg. n. 250 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche della Regione Piemonte LORO SEDI OGGETTO:Adempimenti amministrativo-contabili da effettuare in riferimento

Dettagli

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti:

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: GESTIONE INVENTARI La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: 1. CHIUSURA DI MAGAZZINO: il classico inventario di fine anno o cambio gestione.

Dettagli

Servizi Online. Manuale utente. Copertura assicurativa per i soggetti beneficiari di misure di integrazione e sostegno al reddito

Servizi Online. Manuale utente. Copertura assicurativa per i soggetti beneficiari di misure di integrazione e sostegno al reddito Servizi Online Copertura assicurativa per i soggetti beneficiari di misure di integrazione e sostegno al reddito Manuale utente 27/03/2015 Pagina 1 di 35 SOMMARIO 1 Introduzione... 4 2 Istituzione della

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015J

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015J CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI Aggiornato alla versione 2015J CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Se l utente intende gestire la conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti a livello fiscale differenti

Dettagli

Gestione Beni Strumentali

Gestione Beni Strumentali Gestione Beni Strumentali La procedura di Gestione Beni Strumentali presente nell omonima voce del menù Contabilità consente di immettere tutti i dati relativi ai Cespiti per ottenerne la stampa del registro

Dettagli

Gestione Fatture/Parcelle/Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione Conto Terzi. Gestione Proforme Conto Terzi

Gestione Fatture/Parcelle/Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione Conto Terzi. Gestione Proforme Conto Terzi Fatturazione Conto Terzi Fct WinParc Gestione Fatture/Parcelle/Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione Conto Terzi Fct Proforma Gestione Proforme Conto Terzi Fct Ddt Gestione Documenti di

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA DEL COMITATO NAZIONALE ITALIANO PERMANENTE PER IL MICROCREDITO TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA DEL COMITATO NAZIONALE ITALIANO PERMANENTE PER IL MICROCREDITO TRA SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA DEL COMITATO NAZIONALE ITALIANO PERMANENTE PER IL MICROCREDITO TRA Il Comitato Nazionale Italiano Permanente per il Microcredito

Dettagli

Manuale Amministratore

Manuale Amministratore Manuale Amministratore Indice 1. Amministratore di Sistema...3 2. Accesso...3 3. Gestione Azienda...4 3.1. Gestione Azienda / Dati...4 3.2. Gestione Azienda /Operatori...4 3.2.1. Censimento Operatore...5

Dettagli

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax 1 INDICE Capitolo 0: Per iniziare Configurazione. 3 Struttura del software.. 4 Utilizzo del software 5 Capitolo 1: Tabelle di base Clienti 6 Consulenti

Dettagli

Conto consuntivo. Il conto consuntivo è predisposto dal DSGA, entro il 15 marzo di ogni anno, poi approvato entro 45 giorni dal Consiglio di Istituto.

Conto consuntivo. Il conto consuntivo è predisposto dal DSGA, entro il 15 marzo di ogni anno, poi approvato entro 45 giorni dal Consiglio di Istituto. Conto consuntivo Il conto consuntivo è predisposto dal DSGA, entro il 15 marzo di ogni anno, poi approvato entro 45 giorni dal Consiglio di Istituto. L'obiettivo della scuola non è quello di risparmiare,

Dettagli

Comunicazione Dichiarazioni di Intento Emesse

Comunicazione Dichiarazioni di Intento Emesse Piattaforma Applicativa Gestionale Documentazione Fast Patch Nr. 0007 Rel.9.1 Comunicazione Dichiarazioni di Intento Emesse COPYRIGHT 1992-2014 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa

Dettagli

Applicativo PSR 2007-2013. Manuale per la compilazione delle domande per il Prestito di Conduzione

Applicativo PSR 2007-2013. Manuale per la compilazione delle domande per il Prestito di Conduzione Applicativo PSR 007-03 Manuale per la compilazione delle domande per il Prestito di Conduzione INDICE Quadri di accesso al sistema Pag. 3 Quadro definizione domanda Pag. 5 Quadro generale di accesso alla

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

ENCI- ENTE NAZIONALE DELLA CINOFILIA ITALIANA

ENCI- ENTE NAZIONALE DELLA CINOFILIA ITALIANA ENCI- ENTE NAZIONALE DELLA CINOFILIA ITALIANA MANUALE UTENTE SOCIO ALLEVATORE VERSIONE 1.0 DEL 01/12/2010 Indice 1 Introduzione... 4 1.1 PREMESSA... 4 1.2 SCOPO... 4 1.3 CAMPO DI APPLICAZIONE... 4 1.4

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE DOMANDE DEL SERVIZIO CIVILE REGIONALE MANUALE UTENTE

SISTEMA DI GESTIONE DOMANDE DEL SERVIZIO CIVILE REGIONALE MANUALE UTENTE SISTEMA DI GESTIONE DOMANDE DEL SERVIZIO CIVILE REGIONALE MANUALE UTENTE DICEMBRE 2011 DATASIEL S.p.A Pag. 2/22 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 1.1. Premessa...3 1.2. Referenti...3 1.3. Servizio Assistenza

Dettagli

DFPA 2013 (Dispositivo Fondo Pensione Aziende)

DFPA 2013 (Dispositivo Fondo Pensione Aziende) DFPA 2013 (Dispositivo Fondo Pensione Aziende) MANUALE UTENTE Pagina 1 SOMMARIO 1. ACCESSO AL SISTEMA... 3 1.1 PRIMO ACCESSO... 3 1.2 ACCESSO SUCCESSIVO... 5 1.3 PASSWORD DIMENTICATA... 6 2. HOMEPAGE...

Dettagli

PARCO NATURALE REGIONALE DELLE ALPI LIGURI (Provincia Imperia) REGOLAMENTO DI CONTABILITA ECONOMICO-PATRIMONIALE

PARCO NATURALE REGIONALE DELLE ALPI LIGURI (Provincia Imperia) REGOLAMENTO DI CONTABILITA ECONOMICO-PATRIMONIALE REGOLAMENTO DI CONTABILITA ECONOMICO-PATRIMONIALE TITOLO I DOCUMENTI CONTABILI E GESTIONE DEL BILANCIO Articolo 1 Contabilità economico-patrimoniale L Ente Parco adotta, quale sistema di rilevazione dei

Dettagli

Servizi telematici on-line per aziende ed intermediari

Servizi telematici on-line per aziende ed intermediari Servizi telematici on-line per aziende ed intermediari Comunicazione nominativi degli RLS Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Manuale Utente Versione documento v.2.1 In vigore dal 29/07/2014

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI PPC. in Genova. Codice fiscale 80036470104 Partita Iva n.01402590994 RELAZIONE DEL CONSIGLIERE TESORIERE AL BILANCIO DI

ORDINE DEGLI ARCHITETTI PPC. in Genova. Codice fiscale 80036470104 Partita Iva n.01402590994 RELAZIONE DEL CONSIGLIERE TESORIERE AL BILANCIO DI ORDINE DEGLI ARCHITETTI PPC in Genova Codice fiscale 80036470104 Partita Iva n.01402590994 RELAZIONE DEL CONSIGLIERE TESORIERE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2016 Egregi Colleghi, mi pregio sottoporre

Dettagli

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E]

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] Bollettino 5.2.0-27 2 CONTABILITA 2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] L implementazione permette di visualizzare nella consultazione e nella stampa dei mastrini solo le causali

Dettagli

Aggiornamento Project 1.10.0

Aggiornamento Project 1.10.0 Indice generale Aggiornamento Project 1.10.0... 2 Aggiornamento Project 1.9.0... 3 Aggiornamento Project 1.8.0... 4 Aggiornamento Project 1.7.0... 5 Aggiornamento Project 1.6.0... 8 Aggiornamento Project

Dettagli

QUICK GUIDE - AXIOS SIDI CONTABILITA (Area Nuovo Bilancio/Contabilità ver. 6.1.0 o succ. SPLIT PAYMENT)

QUICK GUIDE - AXIOS SIDI CONTABILITA (Area Nuovo Bilancio/Contabilità ver. 6.1.0 o succ. SPLIT PAYMENT) QUICK GUIDE - AXIOS SIDI CONTABILITA (Area Nuovo Bilancio/Contabilità ver. 6.1.0 o succ. SPLIT PAYMENT) Prima di proseguire nella lettura della guida controllare di aver acquistato il programma AXIOS SIDI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE PATRIMONIALE, ECONOMICA E FINANZIARIA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE PATRIMONIALE, ECONOMICA E FINANZIARIA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE PATRIMONIALE, ECONOMICA E FINANZIARIA REGOLAMENTO APPROVATO DALLA GIUNTA DI UNIONCAMERE LAZIO CON DELIBERAZIONE N. 64 DEL 30 SETTEMBRE 2013 Articolo 1 Definizione 1. L Unioncamere

Dettagli

MANUALE UTENTE. Manuale utente relativo al software implementato per unità funzionale C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione

MANUALE UTENTE. Manuale utente relativo al software implementato per unità funzionale C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione 1 INFORMAZIONI GENERALI MANUALE UTENTE Progetto Modulo del Piano di Lavoro Unità funzionale del Piano di Lavoro Descrizione SIGFRIDO Modulo C Rendicontazione C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione

Dettagli

Casa di Soggiorno e Pensionato della Città Murata - I.P.A.B. Montagnana - PD -

Casa di Soggiorno e Pensionato della Città Murata - I.P.A.B. Montagnana - PD - Casa di Soggiorno e Pensionato della Città Murata - I.P.A.B. Montagnana - PD - Via Berga, 21-35044 MONTAGNANA (PD) C.F. 82000370286 Tel. (0429) 800228-800670 Fax (0429) 800671 P.I. 00736180282 Posta certificata:

Dettagli

Oggetto; Anagrafe alunni scuole paritarie - Aggiornamento frequenze 2009/10

Oggetto; Anagrafe alunni scuole paritarie - Aggiornamento frequenze 2009/10 Oggetto; Anagrafe alunni scuole paritarie - Aggiornamento frequenze 2009/10 Con la nota prot. 2859 del 21 ottobre u.s la Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi ha invitato

Dettagli

Descrizione delle Funzionalità. Core Banking Retail

Descrizione delle Funzionalità. Core Banking Retail Descrizione delle Funzionalità Core Banking Retail Sommario 1. PAGAMENTI 4 1.1.1 Come inserire un nuovo Bonifico Italia 5 1.1.2 Come inserire un Bonifico Sepa 9 1.1.3 Come eseguire il pagamento di un

Dettagli

TFR On Line PREMESSA...3 ACCESSO AD ARGO TFR ON LINE...5

TFR On Line PREMESSA...3 ACCESSO AD ARGO TFR ON LINE...5 PREMESSA...3 ACCESSO AD ARGO TFR ON LINE...5 AVVIO RAPIDO...7 SELEZIONE DEL DIPENDENTE...8 LEGGIMI...8 MANUALE...8 GUIDA INVIO FILE...9 CERCA DIPENDENTE...9 INSERIMENTO DEI DATI DI SERVIZIO...11 ELABORAZIONE

Dettagli

GALILEO. [OFR] - Progetto GALILEO - How to contabilità. How To Contabilità G.ALI.LE.O. How To Contabilità. pag. 1 di 23.

GALILEO. [OFR] - Progetto GALILEO - How to contabilità. How To Contabilità G.ALI.LE.O. How To Contabilità. pag. 1 di 23. [OFR] - - G.ALI.LE.O pag. 1 di 23 [OFR] - - Sommario 1 Contabilità... 3 1.1 Gestione Casse... 4 1.2 Gestione Entrate... 5 1.2.0 Sportello al pubblico (nel sottomenù ORDINE)... 6 1.2.1 Reversali... 8 1.2.1.1

Dettagli

Guida alla procedura informatica Gestione progetti per la Ristrutturazione degli Enti di Formazione. Versione 1.0

Guida alla procedura informatica Gestione progetti per la Ristrutturazione degli Enti di Formazione. Versione 1.0 Guida alla procedura informatica Gestione progetti per la Ristrutturazione degli Enti di Formazione Versione 1.0 ANNO 2007 INDICE INTRODUZIONE... 3 CAP 1. REQUISITI E MODALITA DI ACCESSO... 4 CAP 1.1 MODALITA

Dettagli

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet.

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. Prestazioni a sostegno del reddito Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. - NASpI Vers. 1.0 28/04/2015 Descrizione del servizio Premessa Questo servizio rende possibile l invio

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DI CONTABILITA'

REGOLAMENTO INTERNO DI CONTABILITA' Centro Residenziale per Anziani Umberto Primo (CRAUP) di Piove di Sacco REGOLAMENTO INTERNO DI CONTABILITA' in esecuzione all'articolo 8, comma 2, Legge Regionale 23 novembre 2012, n. 43 (approvato con

Dettagli

Raccolta, verifica e quadratura dei tributi e degli oneri riflessi a carico dell Ente

Raccolta, verifica e quadratura dei tributi e degli oneri riflessi a carico dell Ente CONTABILITA ATTIVITA /PROCEDIMENTI UFFICIO I - R.E. - CONTABILITA, BILANCIO E SERVIZI A TERZI Area Tipologia Modalità di adempimento Termine iniziale Termine finale Atto conclusivo Responsa bile del procedim

Dettagli

Relazione. illustrativa al Conto Consuntivo per l esercizio finanziario 2013

Relazione. illustrativa al Conto Consuntivo per l esercizio finanziario 2013 Relazione illustrativa al Conto Consuntivo per l esercizio finanziario 2013 Il Dirigente Scolastico Prof. Marco Gioachino Cremonesi Il Direttore dei servizi generali e amministrativi Vincenzo D Arena Membri

Dettagli

PAGAMENTI DI SOMME SOGGETTE A RITENUTA FISCALE: parte pratica SCUOLE

PAGAMENTI DI SOMME SOGGETTE A RITENUTA FISCALE: parte pratica SCUOLE PAGAMENTI DI SOMME SOGGETTE A RITENUTA FISCALE: parte pratica SCUOLE 2012 INDICE RITENUTE... 1 CREAZIONE ACCERTAMENTI CUMULATIVI PER LE RITENUTE FISCALI.1 MENU GESTIONE RITENUTE...1 INSERIMENTO ALIQUOTA

Dettagli

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo Release 5.00 Manuale Operativo CODICI IVA Adeguamento aliquote d'imposta Per rendere funzionale e veloce l adeguamento dei codici Iva utilizzati nel sistema gestionale, e rispondere così rapidamente alle

Dettagli

Amministrazione e Contabilità

Amministrazione e Contabilità Amministrazione e Contabilità Elementi del regolamento di Amministrazione e Contabilità per la gestione nei dipartimenti universitari 2 febbraio 2007 a cura di Noemi Rossi 1 Ambito di applicazione e finalità

Dettagli

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO Il conto consuntivo per l'anno 2014 riepiloga i dati contabili di gestione dell'istituzione scolastica secondo quanto disposto dagli artt. 18, 58 e 60 del D.I. n. 44 del 1

Dettagli

ESSE 3 GUIDA DOCENTI PER LA GESTIONE DEI REGISTRI DELLE LEZIONI e DEGLI IMPEGNI (AGGIORNATO AL 20/04/2015)

ESSE 3 GUIDA DOCENTI PER LA GESTIONE DEI REGISTRI DELLE LEZIONI e DEGLI IMPEGNI (AGGIORNATO AL 20/04/2015) ESSE 3 GUIDA DOCENTI PER LA GESTIONE DEI REGISTRI DELLE LEZIONI e DEGLI IMPEGNI (AGGIORNATO AL 20/04/2015) 1 INDICE 1. Materiale informativo e assistenza... 3 2. Accesso al Registro delle Lezioni di Esse3...

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 4.90.1G DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA : IVA PER CASSA...

Dettagli

CONTABILITA ANALITICA

CONTABILITA ANALITICA CONTABILITA ANALITICA Operazioni da svolgere per gestire Movimentazioni di Contabilità Analitica. Il documento che segue ha lo scopo di illustrare le operazioni che devono essere eseguite per: Predisporre

Dettagli