SILLOGE EPIGRAFICA SIGNORILIANA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SILLOGE EPIGRAFICA SIGNORILIANA"

Transcript

1 SE LA SILLOGE EPIGRAFICA SIGNORILIANA POSSA ATTRIBUIRSI A COLA. DI RIENZ O DI ANGELO SILVAGN I A tutti gli studiosi è nota la grande scarsezza, che l'italia presenta, di testi epigrafici dal sec. vii al x ; ma non è da credere in - vero che a così meschini avanzi corrisponda u n ' altrettanto scars a produzione di iscrizioni ciel tempo. Le epigrafi metriche, infatti, funerarie e monumentali, furono composizioni molto gradite all a cultura irlandese e carolina, che sì larga diffusione ebbe nei centri dell ' alta Italia ; e Roma non interruppe mai la fiorente tradizion e di questo genere letterario, di cui a cominciare proprio da l sec. vu dette i modelli con numerose antologie, diffuse nell e scuole anglo-sassoni e franche. Piuttosto, quando al cadere del medio evo i dotti umanisti, rivolgendosi alle iscrizioni classiche co n intenti paleografici, storici e letterari, compilarono le prime ver e sillogi epigrafiche, trascurarono con deliberato proposito le barbare iscrizioni cristiane, che la non minore rozzezza artistica con - dannava ad una perdita crescente nel grande movimento edilizi o ciel Rinascimento. La silloge, detta Signoriliana, che in ordine di tempo rappresenta il primo frutto delle ricerche epigrafiche degli umanisti, offre una vera singolarità, perchè contiene un gruppo importante di iscrizioni medievali, delle quali alcune anteriori al sec. x spettan o a monumenti distrutti nel corso del sec. xv e xvi, e non furono riportate in nessun altra raccolta. Non meno singolare essa è pe r la personalità dell ' autore, a cui si è voluta ricollegare ; oggett o 1. A. Silvagni, Nuovo ordinamento delle sillogi epigrafiche di Roma anteriori a l sec. XI, in Dissertazioni della Pontificia Accademia romana di archeologia, vol. XV, 1921, pp

2 A. s1lvagni. di cure lunghe ed appassionate per parte del de Rossi e da lui attribuita, col pieno consenso dei più grandi dotti, a Cola d i Rienzo, questa silloge circonfuse la figura ciel tribuno generoso e sognatore di una luce eli scienza, che la rese interessante agli archeologi oltre che agli storici. Ma tale paternità è tosi sicura da reggere ad un severo esam e critico? * Nel 1852 il de Ross i l pubblicando questa silloge insieme act una altra parimenti sconosciuta di Poggio l 'attribuiva a Nicola Signorili, sotto il cui nome la ritrovò riunita nel cod. Vat. lat e nel cod. Mediceo Palatino 118, e divisa in clue parti nella «Des - criptio urbis Romae» contenuta nel cod. Chigiano I, v, 168 e i n quella inserita dal Signorili stesso iella sua opera «De iuribus e t excellentiis urbis Romae a, scritta per incarico di papa Martino V. Nel 1870, in un discorso letto all ' Istituto di Corrispondenza 2, i l de Rossi modificava il suo primitivo giudizio riguardo all' età ed all ' autore della silloge stessa, indotto dal! ' esame di due nuovi e più antichi esemplari della a Descriptio urbis Romae», ritrovat i in un codice della biblioteca Benedettina di S. Nicolò dell' Arena a Catania e nel cod. Chigiano I, vi, 204 (da cui dipende il cod. Chigiano sopra citato), il primo dei quali giudicò scritto dentr o l 'anno 1388 ed il secondo nel breve tratto di tempo tra il 1344 e il '1347. Intorno a tale anno egli pose la compilazione della sillog e e della Descriptio ~c a, attribuendo l ' una e l'altra a Cola di Rienzo. Continuando le ricerche su tale silloge il de Rossi ritrovò altr i codici che la contenevano, ed il risultato dei suoi studi pubblic ò l 'Henzen 3 nel 1886, per comunicazione di lui, e pochi anni dopo i l de Rossi stesso, assai più dilfusamente, nella sua ultima opera 4, in cui fissa tre recensioni della silloge. La recettsio prima è data dal codice miscellaneo Vat. Barber. 1952, già Barber. xxx, 25, dal cui dipende il cod. Marciano la De Rossi, Le prime raccolte d'antiche iscrizioni compilate in Ronza tra il finire del sec. XIV, ed il cominciare del XV in Giornale arcadico, t. CXXVII, 1852, p e seg. 2. Bullettino dell 'Institulo di Corrispondenza archeologica per l'anno 1871, Roma. 1871, p. 3 e seg. 3. Corpus inscriptionum latínarunz, vol. VI, pars I, pp. xv-xvi. te. De Rossi, Inocripliones ehristianae urbis Romae, vol. II, Roma, 1888, pp. 31e

3 LA SILLOGE EPIGRAFICA SIGNOIIILIANA clas. xiv, 214 ; in esso una rilegatura delle carte dell' opuscol o contenente la silloge per adattarlo nella rilegatura al formato degli altri lasciò leggibili del titolo le sole parole : Rocnae reperta in annis domini millesimo quaclriig. entesimo nono et omniu m archuunz triunzphaliuin et aliarum seriptura.rum et saatcti Jolzannis in Laterano tabul(a)e ene(a)e. Le iscrizioni sono raccolte co n un certo ordine topografico in due gruppi, sono talora riprodott e con le lacune della lapide e spesso con lezione alquanto different e dalle recensioni seguenti ; il de Rossi le stimò a ragione i «pugillaria s della silloge e l'anno 1.409, in essi segnalo, ritenne non data della sua compilazione, ma semplice cenno ciel tempo in cui u n anonimo studioso ne trasse copia. La recensio altera, che è un rimaneggiamento della prima co n poche aggiunte, apparisce inserita sotto i clue capitoli intitolati «de archis» e «de epitaphiis s nell ' opuscolo «Descriptio urbis Romae eiusgue excellentie a ciel cod. Chigiano 1, vi, 204 compilat o secondo il de Rossi tra il 1344 e il 1347, del cod. Catanese, da lui attribuito all ' anno 1378, e dei più tardi codici Chigiano 1, v, 16 8 e Taurinense, derivati dai primi. Privata della parte «de epitaphiis a la silloge ritorna anche nella Descriptio stessa, che il Signorili riportò cella sua opera già ricordata : De iuribus et, excellentiis urbis Roma.c. f,a recensio tertia è data dalla raccolta delle iscrizioni conte - nute nei clue capitoli, riunita e staccata dalla Descriptio. Precedut a dal titolo che porta il nome dell ' autore «Nicolaus Signorilis d e Urbe», comparisce nel cod. Mediceo Palatino 118, interrotta dop o il titolo nel cod. Vaticano lat. 3851, privata del titolo intero nel cod. Traiectino lat. 59, e con il nome di Fabius Valerius sostituito nel titolo a quello abraso del Signorili nei cod. Vatic. Olioboniano Tale ordinamento scientifico della silloge fu da tutti i dotti accettato e fu del pari accettata l 'attribuzione della prima e second a recensione a Cola di Rienzo e della terza al Signorili, espressamente in essa nominato. Ma se l'ordinamento della silloge è di tale saldezza che pu ò ritenersi definitiva, a me pare che altrettanto non possa affermars i dell' attribuzionea Cola di Rienzo delle prime due recensioni e che essa poggi su 'fondamenti mal sicuri, per ;'modo che debba riaprirsi una discussione che nel generale consenso pareva chiusa. Nel designare Cola di Rienzo quale compilatore della silloge il

4 178 A. SILVAGNI. de Rossi, come apparisce chiaro dai brevi cenni antecedenti sull a storia della questione, fu indotto unicamente dal resultato dei suo i studi sul codice Catanese e specialmente su quello Chigiano, resultato che credette così sicuro da non dare nessun peso alla dat a del 1409 offerta dal cod. Vat. Barber. 1952, spiegandola com e semplice indicazione del tempo in cui la silloge stessa fu trascritt a da un anonimo autore. Occorre quindi riprendere tali codici sott o un accurato esame di controllo. Il cod. Chigiano 1, vi, 204, cartaceo, si compone dei seguent i opuscoli : a) cc. 1-31, Descriptio urbis Rornae eiusque exeellenti(a)e ; b) cc , Commentario di Marsilio Patavino de translation e imperii romani; c) cc. 40"-41, Testimonia Lentuli, Pilati et Flatki i Joseph.i de Christo ; cl) cc. 41 "-47, Carmi vari di Claudiano, Ci - priano e Lattanzio ; e) cc. 47 r'-49, Jacobi Lubaei epistula de sacerdotio Christi; f) cc , Regna quae fherunt ab origine mundi ; g) cc , Notae Valera Probi; h) co , Retiiones acrbis Romae. Il de Rossi assegnò al sec. xiv la scrittura del codice e per il fatto che nell ' opuscolo f) la serie dei re ed imperator i con numerazione continua si arresta al n. 129 colla nota Henricus septimus comes de Luezemburg annis 5, a cui di altra mano è aggiunto nel rigo seguente Ka.rolus quartes imperaeit annis argomentò giustamente che tale serie doveva esser e stata compilata dopo la morte di Enrico VII e prima dell' elezion e di Carlo IV, cioè tra il 1313 e il 1347 ; riferendo quindi senz 'altro, con procedimento non rigoroso, tale deduzione cronologica a tutto il codice e specialmente alla Descriptio e alla sua silloge, nella a lex regia Vespasiani n ivi riferita, la cui scoperta si dev e a Cola di Rienzo, trovò la prova per portare al 1344 il termin e post quernz della compilazione della silloge medesima e per attri - buir la allo stesso Cola. Però è da osservare, in primo luogo, che contro l 'asserzion e del Maestro il codice non è di una sola mano ciel sec. xiv, nia d i quattro mani diverse, coeve, e tutte del sec. xv, coane mostra un a semplice visione di esso (cf. fig. 1) ; secondariamente che la sua ar - gomentazione sulla data di compilazione se è giusta per la serie de i regni, siccome il codice è una riunione di opuscoli diversi, non le - gati nemmeno tutti da affinità di argomento, può criticamente va - lere solo per quello o per quegli opuscoli con cui la serie stess a sia così strettamente legata da apparire opera del medesimo autore.

5 EELEI2)RAN Lll ~PERFFCE RV NT- Al, Ft, N ES- N1 - VALE Pr1VS ' BRAN DVA ti1 A VRICVS PONTI E 'ETA NTO N IA VITELI,L, A fia51vs. HoNoRA TVs' :-I:AN `+IAEVS- 1'-~LACIDVS -.~_),_~) ~~tte i~ty c~lcl" lx p~~ylr r>1 toyt/~ ~+n ~~n,ttí + ~ "' 7 li~nrcyl~?~ Cl D ~,CY(1~~~ nnt' - ~~Ylr1n ~~l Jm-2, C7tvtc'+~~ k~ O~»+~ (,{[~ yta/"..,(-- yli~rrtrit4nticri1^tta' ttyi~l(tt lnn+oyvjr oyít p Yl paul - Yc-rit., I VN DA, LMAT EARNIS l\, l ACVIAS ~ SeD- CRI N'1 l N A 'P VRU AT ICAT O.Vé ANI NI AS!\/1V N D IO R. AN N E TIDE S a-vlso...i,'e SVIS'NERlTh'VENE - ~.AN DA SAC.KRRIA PAVLI NGREDEP,IS `VP1_EN ABLVE'FO N T`E N1ANVS PERD1 CSER:AT LATlC,V_N'1!LONGA E VAI N CVRIACVRsv s LA SILLOGE I'.1'IGItAPICA SICS0I11LIA1A

6 LA SILLOGE EI'IGRAFICA SIGSOEILIANA. 179 Quindi degli altri opuscoli, che non si trovano in tale condizione. la data di origine va ricercata separatamente con prove tratte da i propri caratteri esterni ed interni. Ora, tralasciando tutte le altr e parti inutili per la presente ricerca, che la serie dei regni facci a parte integrante della Descriptio urbis Romae non si può sostener e con alcuna fondata ragione, si può invece più facilmente mostrar e che essa doveva essere unita all' opuscolo di Marsilio Patavino, co n cui va di pieno accordo sia per il contenuto come per il temp o della compilazione. Infatti nel commentario di Marsilio sono indicate, divise in capitoli, le traslazioni clell ' impero dai Romani a i Greci, da questi ai Franchi e per ultimo dai Franchi ai Germani, con accenni al tempo anteriore ai Romani ; nella series, cominciando addirittura a ab origine mundi a, sono enumerati in successione cronologica i re e gli imperatori lino ad Enrico VII eon annotazioni margginali (della stessa mano) sulle traslazioni accennate, che rimandano ai capitoli del commentario. Per quel che riguarda la sua datazione, questo commentario essendo posteriore all ' altra famosa opera eli Marsilio stesso, intitolata a Defensor pacis» (due volte infatti questa vi è nominata), la cui compilazione dagl i ultimi studi del Sullivan 1 e dello Stieglitz 2 è assegnata al giugn o ciel '1324, va riportato al breve spazio di tempo che corre tra il 1324 e il 1330, anno della morte ciel fiero sostenitore di Lodovic o il Bavaro ; quindi anche cronologicamente si trova nei limiti della series, compilata tra il 1313 e il ' II codice Catanese, fino dal 1904 entrato nella Biblioteca Vati - cana dove si conserva sotto il n , ha grande affinità con il codice Chigiano ; contiene trascritti di seguito da due mani coeve, molti degli opuscoli dati dal Chigiano e nel medesimo ordine ; mancano quelli indicati sotto d), e), g), lc); esso termina co n la series reguin scritta dalla stessa mano sino alla notazione final e Karolus quartas imperavit aimis... Rispetto alla datazione assegnatagli dal de Rossi confutazione non ho che a rimettermi all ' autorevole giudizio di Mons. Vattasso 3. a Quod ad huius libri aetaa tem attinet haec animadvertenda sunt..1.-b. de Rossi, vir claris- 1. Sullivan, The manuscripts and date of Marsilio of Padua'.s Defensor paris, in English hist. Review, 1905, p. 293 e seg. 2. Stieglitz (L.), Die Staatstheorie des Marsilius von Padua, Leipzig, Codices Vaticani latini. Codices vecensuerunt M. Vattasso a t H. Carus], Romae, 1920, pp

7 180 A. SILVAGNI. «simus, sententiam Aloysii de la Marra secutus, codicem inte r «aprilem et novembrem anni 1378 scriptum esse allirmat, eo quad «in littera initiali depictum esse credidit stemma Urbani VI pona tificis maximi et quod series imperatorum desinit in Carolo IV a nondum vita functo. Res tauten quoad primum aliter sere habet. «In prima enim littera non stemma Urbani VI, secl duo stemmat a «conspiciuntur, quorum prius in parte superiore depictum est, «alterum in parte inferiore : prius exhibet duas claves s. Petri in q arvo rubro, superimposito triregno, ad significandam pontificia m «potestatem ; alteram vero aquilam nigram praebet, cui superim - «ponitur corona, ad imperialem potestatem innuendam. Quoacl «secundum nihil certi ex eo coniici potest ; ceterum quominus co - «dicem saec. xrv attribuamus prohihet forma scripturae et prae - «sertiln forma quarunclam litterarum, ut exempli gratia, r, g, «çl a. Anche questo codice deve quindi riportarsi con sicurezza a i primi del sec. xv e viene ad apparire coevo ciel codice Chigiano. Vale naturalmente anche per questo ciò che poco sopra ho osservato a proposito della series e della sua relazione stretta con il commentario di Marsilio Patavino : soltante è da notare che essa deriva qui da un esemplare aggiornato col nome ciel vivente iluperatore Carlo 2. La Descriptio urbis Ronzae, identica in ambedue i codici riman e dunque isolata e va esaminata per ciò in se stessa. Formata da no - tizie tratte dai Mirabilia, dalla Graphia e aggiunte all' antico Curiosr.mz Urbis, come non offre nel suo contenuto alcuna prova pe r portarne la composizione al tempo e alla persona di Cola d i Rienzo, così non dà alcun elemento storico per una approssimativamente sicura datazione. Quindi sino a che non comparisca u n esemplare più antico bisogna rimettersi ai filati cronologici dei du e codici, ed il termine ante quern è Tissato dalla sua inserzione nel trattato del Signorili, compiuto tra il 1417 e il Riguardo poi alle iscrizioni contenute nella Descriptio, non è inutile richiamare come la silloge sia stata originariamente for- 1. A complemento delle osservazioni paleografiche si può aggiungere come l a capitale sia usata nel riprodurre le iscrizioni ; il che ci riporta al sec. xv. 2. Da un esemplare simile a questo un'altra mano aggiunse uel codice Chigian o la nota di re Carlo. 3. Il Signorili, che mori nel 1427, ebbe l'incarico di compilare il trattato stess o dal papa Martino V, eletto nel 1417.

8 LA SILLOGE EPIGRAFICA SICNOa1LIANA mata a sè prova certa ne è l 'esemplare del codice Barb. Vat. 1952), e come in un secondo tempo sia stata innestata nella Descriptio stessa ; quindi la questione dell ' origine dell ' una e dell' altra è ben distinta e del tutto indipendente. Altri indagherà sulla composizione della Descriptio, io mi limito qui alla silloge epigrafica. La sua attribuzione a Cola di Rienzo fu dal de Rossi propugnat a con ragionamenti di un semplicismo insolito e eli una sicurezza, che non conobbe pentimento, i quali si possono ridurre a quest a forma schematica : a La series è anteriore al 1347, lo è quindi co n il resto del codice anche la Descriptio e la silloge inserita, perci ò l ' anno 1409, dato dall ' esemplare dei pugillaria della silloge con - tenuta nel cod. Vat. Barb. 1952, va riferito ad una semplice collazione fatta da un più tardo epitafista ; siccome poi la raccolt a contiene la lex regia, da Cola di Rienzo i rimessa in luce intorno al '1.344, i termini della sua compilazione sono da porsi tra il e il 1347 e l'autore si presenta indubbiamente nella persona eli Cola stesso n. Veramente il valore eli Cola come epigrafista è solo affidato all a testimonianza ciel suo biografo contemporaneo, e dinanzi all e strane sue fan tasticherie nell ' interpretazione della lux regia be n severo giudizio ne aveva nel dato de Rossi, ma poi, per ardore della sua tesi, peccò di esagerazione lasciandosi andare a d inunaginare questo generoso sognatore della grandezza roman a tutto intento, prima della sua attività politica iniziata nel 1344, a trascrivere iscrizioni latine e greche (era invero così erudit o da leggere epigrafi in greco :') in Roma e anche fuori di Roma, direttamente o per mezzo di corrispondenti (c 'erano allora anch e altrove colti amatori di tali studi :'), a Nepi, a Fara, ad Arezzo, ad Ancona, a Capua e a Napoli, con un' abilità non troppo inferior e a quella del primo umanista, trascrittore di iscrizioni, Poggio fiorentino. Ma prescindendo da questi apprezzamenti, che hanno pure l a loro importanza, se si richiama la mia discussione anteriore, da l 1. De Rossi, hascr., II, p Anonimo in Muratori, Antiq. it., III, p. 399 : «Tutta la die se speculav a negl' intagli de marmo, li quali jacciono intorno Roma : non era aitri che esso, che sapesse lejere li antichi pataflìi. n 3. Bollettino dell Inst. di corrisp. are/t., 1871, p. 8 : «Questo saggio di valor e epigrafico del tribuno ce ne dà un assai meschino concetto e ci fa sospettare che tutta della stessa lega sia stata la sua perizia archeologica.»

9 1.82 A. SILVAGNI. woinento che Deseriptio, silloge e series sono tra loro affatto indipenclenche i codici che le contengono non appartengono al sec. xiv e ehe sopratutto nella silloge manca qualsiasi elemento intrinseco i che induca ad attribuirla a quel secolo, la data dell409 offerta dal citato codice Barberino riprende tutto quel valore, ch e non si sarebbe veramente mai dovuto negarle. Infatti il titolo, ch e ivi procede la silloge, nella sua parte superstite Rome reperta. in anlzis Domini millesimo tluadrintientesinzo nono indica in modo evidente un ritrovamento e quindi una compilazione dell a silloge ; il de Rossi ne detorse invece il chiaro e semplice sens o con una sforzata parafrasi : a eo tarnen anno antiquitatum stucliosus huius libelli cluetu epitaphia repperit inspexitque.» Concludendo : credo che debba riconfermarsi l'ordinament o della silloge nelle tre recensioni indicale, nonchè l 'attribuzion e della terza recensione al Signorili, ma si debba negare che al sec. xiv risalga l'origine della prima e seconda recensione, tanto men o che possano attribuirsi a Cola di Rienzo ; la compilazione della sil - loge va riportata indubbiamente ai primi del see. xv, con tutta pro - babilità all' an. 1409, certo avanti il 1.427, nel qualle anno mori i l Signorili, a cui spetta la terza recensione ; ad ogni modo è anteriore alla silloge Poggiana compilata intorno al Non è qui ii luogo 3 di stendere una minuta analisi critica dell e varianti della prima e seconda recensione della silloge Signoriliana e un confronto epigrafico tra questa e la silloge Poggiana, ne di seguirne le traccie nella letteratura epigrafica posteriore ; ma posso brevemente riassumerne i resultati, a cui con una cert a sicurezza mi lusingo di esser giunto. La prima recensione pili dell a seconda è fedele al lesto originale delle iscrizioni e si avvicina maggiormente alle lezioni della silloge Poggiana ; la silloge ne l suo complesso appare per diverse parti un complemento eli quell a Poggiana e per qualche indizio accenna al Poggio come a suo au - tore, od ogni modo sia opera diretta dell' Umanista (e allora potrebbe dare spiegazione a qualche sospetto che l 'Henzen 4 ebbe sopra una piìt antica recensione delle silloge del Poggio stesso), o 1, La presenza della lem regia non costituisce naturalmente un sicuro argoment o cronologico per la compilazione della silloge. tutto al più dà il termine post quent. 2. De Rossi, laser., II, p Tale studio comparirà per esteso nei Rendiconti della Pont. Accademia ro - mana di archeologia. 4. Corpus inser. lat., VI, p. xxviu.

10 I.A SILI.OGE EPIGRAFICA SIGNOIILIAPIA sia opera di qualche suo compagno di ricerche l, la raccolta Signoriliana conserva, non sappiamo in quale misura, il frutto di quell a attività epigrafica del Poggio anteriore al 1414 (anno della su a partenza per la Svizzera e la Germania), che il de Ross i 2 lamentav a essere rimasta completamente ignota. Però fino a ohe non si a possibile una personale identificazione dell ' autore, potrà opportunamente conservare questa silloge la sua denominazione dal Signorili, la cui opera inesperta si limitò ad usarla prima e a darl e poi il suo nome con una disinvoltura non insolita nella lettera - tura epigrafica. A. SILVAGNI. 1. Di un certo Ccacius Romanus ci conserva memoria Quirini, Diatriba ad Pr. Barbari, epiet., p. x ; a questi compagni di Poggio appartenne l'anonimo compila - tore dell' itinerario di Roma, detto Magliabechiano. 2. De Rossi, Riso., II, p. 338.

Breve storia del corsivo

Breve storia del corsivo Breve storia del corsivo A cura di Monica Dengo Il modello di scrittura spiegato nell articolo Come imparare a scrivere meglio, ha origine nelle scritture del Rinascimento. Queste ultime si possono sommariamente

Dettagli

L ANTICA ORA ITALICA DEL VATICANO

L ANTICA ORA ITALICA DEL VATICANO L ANTICA ORA ITALICA DEL VATICANO Uno sconosciuto orologio meccanico a sei ore del 700 posto sui palazzi del Vaticano riemerge da un dipinto del Panini Nicola Severino www.nicolaseverino.it agosto 2007

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO D AUTORE

CODICE DEL DIRITTO D AUTORE 461. Regio decreto 10 agosto 1875 n. 2680 che approva il regolamento per l esecuzione delle leggi sui diritti spettanti agli autori delle opere dell ingegno. Questo decreto è stato pubblicato in Raccolta

Dettagli

www.studibiblici.eu Giuseppe Guarino Introduzione alla lettura della Bibbia Appendice IV Cronologia delle epistole dell'apostolo Paolo

www.studibiblici.eu Giuseppe Guarino Introduzione alla lettura della Bibbia Appendice IV Cronologia delle epistole dell'apostolo Paolo Giuseppe Guarino Introduzione alla lettura della Bibbia Appendice IV Cronologia delle epistole dell'apostolo Paolo Indice Introduzione Gli eventi principali della vita di Paolo - schema La cronologia delle

Dettagli

La destinazione dell uomo

La destinazione dell uomo Lettura 2 Johann Gottlieb Fichte La destinazione dell uomo Johann Gottlieb Fichte, Lezioni sulla missione del dotto, a cura di G.P. Marotta, Bergamo, Minerva Italica, 1969, pp. 47-53, 56-57, 59-60 Nel

Dettagli

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e.

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e. In m o l ti pa e s i po c o svil u p p a t i, co m p r e s o il M al i, un a dell a pri n c i p a l i ca u s e di da n n o alla sal u t e e, in ulti m a ista n z a, di m o r t e, risi e d e nell a qu al

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Carlo Magno e il Sacro Romano Impero

Carlo Magno e il Sacro Romano Impero Leggo il testo e faccio gli esercizi. Non importa se non capisco tutto subito, posso ritornare tante volte sul testo. unità Carlo Magno e il Sacro Romano Impero 5.1 II popolo dei Franchi crea uri grande

Dettagli

III Incontro Storicità della Risurrezione: Il Vangelo di Giovanni. www.rebaoratorio.org/spazio_genitori

III Incontro Storicità della Risurrezione: Il Vangelo di Giovanni. www.rebaoratorio.org/spazio_genitori III Incontro Storicità della Risurrezione: Il Vangelo di Giovanni www.rebaoratorio.org/spazio_genitori RISURREZIONE: RACCONTO O ANCHE FATTO? METODO PER RISPONDERE: STORICO 1) RICERCA DEI DOCUMENTI E CRITICA

Dettagli

Concorso di idee per la Copertura dell Auditorium dell imperatore Adriano in piazza Madonna di Loreto (ROMA) Relazione Storica

Concorso di idee per la Copertura dell Auditorium dell imperatore Adriano in piazza Madonna di Loreto (ROMA) Relazione Storica Concorso di idee per la Copertura dell Auditorium dell imperatore Adriano in piazza Madonna di Loreto (ROMA) Relazione Storica La campagna archeologica preventiva per la realizzazione delle opere di risalita

Dettagli

3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI

3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI 3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI SIGNORI E PRINCIPI Fra la metà del Duecento e il Quattrocento, nell'italia settentrionale e centrale > numerose signorie. Molti signori, dopo avere preso il potere con la

Dettagli

Presentazione A bituati oggi alle guide turistiche con belle immagini colorate, dal ricco corredo informativo sia culturale che pratico, ritrovarsi tra le mani questa ristampa anastatica di una guida di

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.)

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) (A cura di Barbara Limonta e Giulia Scacco) INDICE Introduzione pag. 3 Efficacia della registrazione

Dettagli

L idea di Medioevo. Lezioni d'autore

L idea di Medioevo. Lezioni d'autore L idea di Medioevo Lezioni d'autore Immagine tratta da http://bibliotecamakart.altervista.org Il Medioevo come un lungo periodo di secoli oscuri : guerre, torture, caccia alle streghe. È importante sradicare

Dettagli

UN LIBRO PER DUE RELIGIONI

UN LIBRO PER DUE RELIGIONI UN LIBRO PER DUE RELIGIONI La Bibbia è un libro il cui contenuto è considerato sacro sia dalla religione ebraica sia dalla religione cristiana. Le prime comunità cristiane conoscevano come libro sacro

Dettagli

INTRODUZIONE I. PROGETTI DIDATTICI SCUOLA PRIMARIA. Obiettivi

INTRODUZIONE I. PROGETTI DIDATTICI SCUOLA PRIMARIA. Obiettivi INTRODUZIONE In occasione del XVI Centenario della Lettera Decretale di papa Innocenzo I a Decenzio vescovo di Gubbio, la Diocesi di Gubbio propone un progetto formativo articolato per ogni scuola di ogni

Dettagli

BREVE STORIA DELLA LINGUA ITALIANA

BREVE STORIA DELLA LINGUA ITALIANA BREVE STORIA DELLA LINGUA ITALIANA Introduzione. Nei film del Neorealismo, spesso gli attori non parlano in italiano standard, ma parlano in dialetto. Cosa sono i dialetti? Come sono nati? 1. Dal latino

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI 1 ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI Il pr e s e n t e do c u m e n t o for ni s c e le info r m a z i o n i ne c e s s a r i e ed es s e n z i a l i a su p p o r t

Dettagli

PROGETTO DI RICERCA FINANZIAMENTO «GIOVANI RICERCATORI»

PROGETTO DI RICERCA FINANZIAMENTO «GIOVANI RICERCATORI» PROGETTO DI RICERCA FINANZIAMENTO «GIOVANI RICERCATORI» 1 Caterina Samà via Gregorio Aracri, 24, Squillace 88069 (CZ), 0961 912117 / 338 1791895 e-mail : caterinasama@libero.it Al Magnifico Rettore dell

Dettagli

TABELLA DI CORRISPONDENZA TRA GLI INSEGNAMENTI DEI VECCHI E DEI NUOVI ORDINAMENTI

TABELLA DI CORRISPONDENZA TRA GLI INSEGNAMENTI DEI VECCHI E DEI NUOVI ORDINAMENTI TABELLA DI CORRISPONDENZA TRA GLI INSEGNAMENTI DEI VECCHI E DEI ANTICHITÀ GRECHE ANTROPOLOGIA CULTURALE ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE GRECA E ROMANA ARCHEOLOGIA MEDIEVALE BIBLIOGRAFIA E BIBLIOTECONOMIA

Dettagli

Vademecum per l inoltro di domande di promozione

Vademecum per l inoltro di domande di promozione Vademecum per l inoltro di domande di promozione Gentili richiedenti, la stesura di una domanda di promozione convincente, in termini di forma e contenuto, rientra oggi tra i principali criteri in vista

Dettagli

La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo.

La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo. La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo. La parola BIBBIA deriva da una parola greca (biblia) che vuol dire I LIBRI. Possiamo dire, infatti che la Bibbia è una BIBLIOTECA perché raccoglie 73 libri.

Dettagli

Laboratorio di Termodinamica

Laboratorio di Termodinamica Anno Accademico 2003-2004 Prof. Claudio Luci Laboratorio di Termodinamica http://www.roma1.infn.it/people/luci/corso_labotermo.html Introduzione al corso Richiami di termologia Termometri Calorimetria

Dettagli

IL DUOMO RACCONTA LA SUA STORIA

IL DUOMO RACCONTA LA SUA STORIA IL DUOMO RACCONTA LA SUA STORIA C a l e n da r i o 2 0 1 2 Nel 1481 il neoeletto vescovo di Pavia, Ascanio Sforza, presentò un progetto di ampliamento e rinnovo delle due cattedrali gemelle di Santo Stefano

Dettagli

UNA INEDITA FOTOGRAFIA DEGLI ESORDI DI ADRIANO DE BONIS Andrea Sciolari, settembre 2014

UNA INEDITA FOTOGRAFIA DEGLI ESORDI DI ADRIANO DE BONIS Andrea Sciolari, settembre 2014 UNA INEDITA FOTOGRAFIA DEGLI ESORDI DI ADRIANO DE BONIS Andrea Sciolari, settembre 2014 1 UNA INEDITA FOTOGRAFIA DEGLI ESORDI DI ADRIANO DE BONIS Andrea Sciolari, settembre 2014 La fotografia del Colosseo

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Dati Anagrafici: MATTALONI VALERIA

CURRICULUM VITAE. Dati Anagrafici: MATTALONI VALERIA CURRICULUM VITAE Dati Anagrafici: MATTALONI VALERIA nata a Cividale del Friuli (UD) il 13/08/1980 residente a UDINE in via Cefalonia 1/6 CAP 33100 tel. cell. 348 3601368 e mail: vale_matti@hotmail.com

Dettagli

PARERE DEL CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA SULLE "VACAZIONI"

PARERE DEL CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA SULLE VACAZIONI PARERE DEL CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA SULLE "VACAZIONI" La semplice lettura della tariffa vigente non è sufficiente a fornire una risposta al quesito relativo alla qualificazione da

Dettagli

Elementi di catalogazione. Prof. Francesco MORANTE

Elementi di catalogazione. Prof. Francesco MORANTE Elementi di catalogazione Prof. Francesco MORANTE PRINCIPI DI CATALOGAZIONE Le schede di catalogo sono modelli descrittivi che raccolgono in modo organizzato le informazioni sui beni culturali. Le schede

Dettagli

La Statistica in Classe. Ing. Ivano Coccorullo

La Statistica in Classe. Ing. Ivano Coccorullo La Statistica in Classe Ing. Ivano Coccorullo Presentazioni Mi chiamo Ivano Coccorullo Ho?? anni Insegno Fisica a Vallo della Lucania e Matematica al Liceo De Filippis di Cava Ho insegnato Matematica al

Dettagli

1 INTRODUZIONE 1.1 Computer Vision e Pattern Recognition

1 INTRODUZIONE 1.1 Computer Vision e Pattern Recognition 1 INTRODUZIONE 1.1 Computer Vision e Pattern Recognition Gli studi condotti nel corso del mio Dottorato di Ricerca si possono maggiormente ricondurre a quella branca della scienza che va sotto il nome

Dettagli

T RASFORMAZIONE DELL EDILIZIA PRIVATA E PUBBLICA

T RASFORMAZIONE DELL EDILIZIA PRIVATA E PUBBLICA Tesi di Laurea in Storia dell Arte Medievale T RASFORMAZIONE DELL EDILIZIA PRIVATA E PUBBLICA IN EDIFICI DI CULTO CRISTIANI A R OMA TRA IV E IX SECOLO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTÀ

Dettagli

Il Vangelo secondo Giovanni

Il Vangelo secondo Giovanni Corso biblico diocesano 1994 Il Vangelo secondo Giovanni Conversazioni bibliche di don Claudio Doglio La festa della Dedicazione (10,22-42) Alla festa delle Capanne fa seguito la festa della Dedicazione

Dettagli

Parere motivato sulla validità del testamento olografo recante scritti di mano aliena

Parere motivato sulla validità del testamento olografo recante scritti di mano aliena Parere motivato sulla validità del testamento olografo recante scritti di mano aliena Dr. Pasquale Matarrese 1 Milano lì 22 febbraio 2005 Oggetto: - disamina sulla validità del testamento olografo recante

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Dott.ssa Cristina Soraci

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Dott.ssa Cristina Soraci CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Dott.ssa Cristina Soraci La dott.ssa Cristina Soraci ha conseguito il Diploma di Laurea in Lettere Classiche il 5/11/2001 presso l Università degli Studi di Catania con voti

Dettagli

Giovedì Santo, Messa del Crisma 2015

Giovedì Santo, Messa del Crisma 2015 Giovedì Santo, Messa del Crisma 2015 Cari confratelli, cari fratelli e sorelle nel Signore, volgiamo lo sguardo alla Parola dell Apocalisse di Giovanni: Colui (Gesù) che ci ama e ci ha liberati dai nostri

Dettagli

UU. D. A. Classe 3^ - A.S. 2014/15

UU. D. A. Classe 3^ - A.S. 2014/15 PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE correlare la conoscenza storica generale agli sviluppi delle scienze, delle tecnologie e riconoscere gli aspetti geografici, ecologici, territoriali dell ambiente naturale ed

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

PREMESSA. L idea è che a studiare si impara. E nessuno lo insegna. Non si insegna a scuola e non si può imparare da soli, nemmeno con grande fatica.

PREMESSA. L idea è che a studiare si impara. E nessuno lo insegna. Non si insegna a scuola e non si può imparare da soli, nemmeno con grande fatica. PREMESSA I libri e i corsi di 123imparoastudiare nascono da un esperienza e un idea. L esperienza è quella di decenni di insegnamento, al liceo e all università, miei e dei miei collaboratori. Esperienza

Dettagli

L ultima cena fu dipinta da Leonardo da Vinci tra il 1494 e il 1498 nel refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie a Milano.

L ultima cena fu dipinta da Leonardo da Vinci tra il 1494 e il 1498 nel refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie a Milano. 2. Storia, politica, filosofia e arte nel Rinascimento Un esempio di prospettiva: L ultima cena di Leonardo L ultima cena fu dipinta da Leonardo da Vinci tra il 1494 e il 1498 nel refettorio del convento

Dettagli

Il restauro architettonico agli inizi del XIX secolo

Il restauro architettonico agli inizi del XIX secolo Il restauro architettonico agli inizi del XIX secolo Abbiamo ricordato alcuni fenomeni che caratterizzano la cultura architettonica del XVIII secolo: Le scoperte archeologiche (Pompei, Ercolano, Ostia

Dettagli

Enzo Bianchi. Raccontare l amore. Parabole di uomini e donne

Enzo Bianchi. Raccontare l amore. Parabole di uomini e donne Enzo Bianchi Raccontare l amore Parabole di uomini e donne Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-06573-3 Prima edizione: maggio 2015 Le traduzioni dei testi classici,

Dettagli

Dai comuni alle signorie Dalle signorie ai principati

Dai comuni alle signorie Dalle signorie ai principati Dai comuni alle signorie Dalle signorie ai principati 1000-1454 ITC Custodi, gennaio 2012 1 La nascita dei comuni Le città dell Europa centrale, che erano sottoposte a un signore, a un conte o a un vescovo,

Dettagli

Civico Museo Archeologico di Como. Marina Uboldi. L archeologo non è Indiana Jones. Motivazioni e finalità della ricerca archeologica.

Civico Museo Archeologico di Como. Marina Uboldi. L archeologo non è Indiana Jones. Motivazioni e finalità della ricerca archeologica. Civico Museo Archeologico di Como Marina Uboldi L archeologo non è Indiana Jones. Motivazioni e finalità della ricerca archeologica 16 gennaio 2013 l archeologo nell immaginario cinematografico - che lavoro

Dettagli

ANNULLI POSTALI RIPRODUZIONI DI IMMAGINI INDIVIDUAZIONE DEGLI AVENTI DIRITTO

ANNULLI POSTALI RIPRODUZIONI DI IMMAGINI INDIVIDUAZIONE DEGLI AVENTI DIRITTO ANNULLI POSTALI RIPRODUZIONI DI IMMAGINI INDIVIDUAZIONE DEGLI AVENTI DIRITTO 1. Immagine di pura inventiva creata per l occasione. Un immagine nuova può essere utilizzata dall autore salvo che l opera

Dettagli

Santi e agiografia medievale di Otricoli

Santi e agiografia medievale di Otricoli EDOARDO D ANGELO Santi e agiografia medievale di Otricoli Il cantiere archeologico e storico-artistico di Otricoli (TR) ha condotto, tra le altre iniziative (vedi relazione di Lara Catalano in questo volume),

Dettagli

Dopo Zancle fu la volta di Naxos (735 a. C.), per lungo tempo considerata la prima colonia greca

Dopo Zancle fu la volta di Naxos (735 a. C.), per lungo tempo considerata la prima colonia greca Itinerario della Sicilia Greca La Sicilia è culla di un antica storia che affonda le sue radici nei lontanissimi secoli Ante Christum, quando a dominare erano i greci, diffusori di una cultura fatta di

Dettagli

La Bibbia. Divisione Ebraica delle Sacre Scritture

La Bibbia. Divisione Ebraica delle Sacre Scritture La Bibbia Divisione Ebraica delle Sacre Scritture Gli Ebrei suddividevano gli scritti dell'a.t. In tre gruppi: La Legge, i Profeti e gli Scritti Luca 24:44 La TORA' (Legge) NEBIIN (Profeti) KETHUBIM (Scritti)

Dettagli

Risultati della sperimentazione: - Pareti semplici Si sono riscontrate le seguenti situazioni che servono ad avere una idea globale del fenomeno:

Risultati della sperimentazione: - Pareti semplici Si sono riscontrate le seguenti situazioni che servono ad avere una idea globale del fenomeno: IL POTERE FONOISOLANTE DI COMPONENTI IN LATERIZIO I dati che seguiranno si riferiscono a una indagine sperimentale sulle prestazioni acustiche di pareti e solai in laterizio. Le tipologie analizzate sono

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI. Nome Indirizzo Telefono E-mail. Aurora Cuntro. Data di nascita 16/10/1984 ESPERIENZA LAVORATIVA

INFORMAZIONI PERSONALI. Nome Indirizzo Telefono E-mail. Aurora Cuntro. Data di nascita 16/10/1984 ESPERIENZA LAVORATIVA C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono E-mail Aurora Cuntro Nazionalità Italiana Data di nascita 16/10/1984 ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) Anno Accademico 2014/2015

Dettagli

Un complotto in Julia Augusta Taurinorum

Un complotto in Julia Augusta Taurinorum Giulia Piovano Un complotto in Julia Augusta Taurinorum I diritti di traduzione, memorizzazione elettronica, riproduzione e di adattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo (compresi i microfilm e

Dettagli

FILOSOFIA SCIENZA E SOCIETÀ: UN DIALOGO APERTO

FILOSOFIA SCIENZA E SOCIETÀ: UN DIALOGO APERTO FILOSOFIA SCIENZA E SOCIETÀ: UN DIALOGO APERTO Numero Terzo Novembre 2007 Idee per una rilettura Hans Georg Gadamer La ragione nell'età della scienza (Il nuovo melagnolo, Genova 1999) di Scilla Bellucci

Dettagli

Non dimentichiamoci di Dio

Non dimentichiamoci di Dio Angelo Scola Non dimentichiamoci di Dio Libertà di fedi, di culture e politica Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2013 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-06129-2 Prima edizione: marzo 2013 Prefazione

Dettagli

Capitolo I Generalità

Capitolo I Generalità Prefazione................................. VII Capitolo I Generalità 1. Principi generali sul regime patrimoniale fra coniugi.......... 1 1.1. Introduzione......................... 1 1.2. Le convenzioni

Dettagli

Teologia Fondamentale Domande per la preparazione dell esame orale

Teologia Fondamentale Domande per la preparazione dell esame orale Teologia Fondamentale Domande per la preparazione dell esame orale Lo studente è tenuto a rispondere alle domande qui presentate, preparando un esposizione orale ordinata di circa 5 minuti per ciascuna

Dettagli

NAZISMO E DIRITTI DEGLI ANIMALI

NAZISMO E DIRITTI DEGLI ANIMALI Pagina 1 di 19 STORIA FILOSOFIA RELIGIONE SCIENZA ECONOMIA SINCRONIA TAVOLE GENEALOGICHE CARTOGRAFIA STORICA MAPPA DEL SITO LIBRI COMUNICAZIONI RICERCHE HOME PAGE VERSIONE INGLESE NAZISMO E DIRITTI DEGLI

Dettagli

Vediamo concretamente come si fa l edizione critica di un manoscritto recante

Vediamo concretamente come si fa l edizione critica di un manoscritto recante COME SI FA UN EDIZIONE CRITICA Vediamo concretamente come si fa l edizione critica di un manoscritto recante varie serie di correzioni. Prendiamo come esempio un testo leopardiano molto noto, e particolarmente

Dettagli

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo.

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo. PRESENTAZIONE Giornalino sul FATTO DA I BAMBINI DELLA 4^B CON L AIUTO DELL INS.TE (PISCHEDDA ELISABETTA) DELLA SCUOLA ELEMENTARE ITALO CALVINO DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI BEINASCO ANNO SCOLASTICO 2005/2006

Dettagli

I canti dell ordinario della messa

I canti dell ordinario della messa I canti dell ordinario della messa I canti dell ordinario sono quelle parti della messa il cui testo rimane sempre identico nel corso dell anno liturgico: Kyrie, Gloria, Credo, Sanctus-Benedictus e Agnus

Dettagli

Gli Ebrei a Taranto. Nella documentazione epigrafica (sec. IV-X) custodita nel Museo Archeologico di Taranto (MARTA)

Gli Ebrei a Taranto. Nella documentazione epigrafica (sec. IV-X) custodita nel Museo Archeologico di Taranto (MARTA) Gli Ebrei a Taranto Nella documentazione epigrafica (sec. IV-X) custodita nel Museo Archeologico di Taranto (MARTA) TARANTO Palazzo di Città 23 gennaio 2014 Liceo Ginnasio Statale Aristosseno con indirizzi

Dettagli

C. GINI SULLA REGOLARITÀ DEI FENOMENI RARI

C. GINI SULLA REGOLARITÀ DEI FENOMENI RARI 303 C. GINI SULLA REGOLARITÀ DEI FENOMENI RARI In questa Nota mi propongo di esaminare se la regolarità dei fenomeni rari è maggiore o minore della regolarità dei fenomeni più frequenti. Si consideri una

Dettagli

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 Il cantoniere di Cisterna, Roberto Massocco, ci ha portato un bel bidone

Dettagli

LA PAROLA E LA COSA SONO MODERNE

LA PAROLA E LA COSA SONO MODERNE LA PAROLA E LA COSA SONO MODERNE E. E. VIOLLET-LE-DUC, 1863 L ARTE DEL RESTAURARE E RECENTE E NON POTEVA RITROVARE I SUOI METODI SE NON IN UNA SOCIETA LA QUALE, MANCANDO QUALSIVOGLIA STILE NELLE ARTI DEL

Dettagli

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell avere nuovi occhi M.Proust Per migliorare la propria autostima

Dettagli

Guida alla stesura di una tesi di laurea breve

Guida alla stesura di una tesi di laurea breve Guida alla stesura di una tesi di laurea breve Dipartimento di Lingua e Cultura Italiana Università di Amsterdam Linda Pennings & Ronald de Rooy Fare una tesi significa divertirsi. [ ] L importante è fare

Dettagli

STATUTO ORGANISMO MONDIALE DEI CURSILLOS DI CRISTIANITA (OMCC)

STATUTO ORGANISMO MONDIALE DEI CURSILLOS DI CRISTIANITA (OMCC) STATUTO ORGANISMO MONDIALE DEI CURSILLOS DI CRISTIANITA (OMCC) INTRODUZIONE 01. Il Movimento dei Cursillos di Cristianità è un movimento ecclesiale a diffusione mondiale che opera all interno della Chiesa

Dettagli

Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13

Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13 Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13 LE FONTI DELLA CATECHESI RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI Al capitolo VI il Documento di Base indica 4 fonti per la catechesi: 1. la SACRA

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

La vita dell uomo come esistenza liturgica nella teologia di Salvatore Marsili

La vita dell uomo come esistenza liturgica nella teologia di Salvatore Marsili UNIVERSITÀ CATTOLICA PÉTER PÁZMÁNY FACOLTÀ DI TEOLOGIA La vita dell uomo come esistenza liturgica nella teologia di Salvatore Marsili Dissertatio ad Doctoratum Autore: Kulcsár Sándor Moderatore: Dr Kajtár

Dettagli

Universitas, 2014. Raccolta completa delle poesie di una vita. POESIE DEI RITAGLI DI TEMPO. (Legenda di tutti i generi di poesie contenute nell'ebook)

Universitas, 2014. Raccolta completa delle poesie di una vita. POESIE DEI RITAGLI DI TEMPO. (Legenda di tutti i generi di poesie contenute nell'ebook) Universitas, 2014. Raccolta completa delle poesie di una vita. POESIE DEI RITAGLI DI TEMPO (Legenda di tutti i generi di poesie contenute nell'ebook) 1 / 7 Haiku L haiku ( 俳 句 ) è un genere di poesia di

Dettagli

La Biblia Latina di Gutenberg

La Biblia Latina di Gutenberg La Biblia Latina di Gutenberg Il libro che ha rivoluzionato la Storia www.codices-illustres.it L uomo che ha cambiato la Storia L uomo a cui va attribuito il merito di aver inventato la stampa tipografica

Dettagli

Gli Etruschi. Roma Caput Tour della D.ssa Marta De Tommaso telefono 333.4854287 www.romacaputour.it info@romacaputour.it partita iva 02158020566

Gli Etruschi. Roma Caput Tour della D.ssa Marta De Tommaso telefono 333.4854287 www.romacaputour.it info@romacaputour.it partita iva 02158020566 Gli Etruschi Ori, bronzi e terracotte etrusche nel Museo etrusco di Villa Giulia Alla scoperta dei corredi funerari etruschi nel Museo Gregoriano etrusco dei Musei Vaticani Dove riposano gli antenati dei

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 ITALIANO (BIENNIO CLASSICO E SCIENTIFICO) Obiettivi generali dell insegnamento della lingua italiana nel biennio sono: affinare le capacità espressive

Dettagli

SEZIONE PRIMA SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DELLA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA ART. 1

SEZIONE PRIMA SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DELLA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA ART. 1 SEZIONE PRIMA SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DELLA FACOLTÀ DI LETTERE E ART. 1 Presso la Facoltà di Lettere e filosofia sono costituite le seguenti scuole di specializzazione in: a) Archeologia b) Storia dell

Dettagli

Disse messere Orlando a santo Francesco: «Io ho in Toscana uno monte divotissimo il quale si chiama il monte della Vernia, lo quale è molto solitario

Disse messere Orlando a santo Francesco: «Io ho in Toscana uno monte divotissimo il quale si chiama il monte della Vernia, lo quale è molto solitario Itinerario Disse messere Orlando a santo Francesco: «Io ho in Toscana uno monte divotissimo il quale si chiama il monte della Vernia, lo quale è molto solitario e salvatico ed è troppo bene atto a chi

Dettagli

I SIGNIFICATI DEL TERMINE CHIESA.

I SIGNIFICATI DEL TERMINE CHIESA. LA NASCITA DELLA CHIESA (pagine 170-177) QUALI SONO LE FONTI PER RICOSTRUIRE LA STORIA DELLA CHIESA? I Vangeli, gli Atti degli Apostoli le Lettere del NT. (in particolare quelle scritte da S. Paolo) gli

Dettagli

PREMIO GIANNI OBERTO EDIZIONE 2015. Gianni Oberto Tarena (Brosso 1902 Ivrea 1980)

PREMIO GIANNI OBERTO EDIZIONE 2015. Gianni Oberto Tarena (Brosso 1902 Ivrea 1980) PREMIO GIANNI OBERTO EDIZIONE 2015 Gianni Oberto Tarena (Brosso 1902 Ivrea 1980) Avvocato, impegnato nell'azione Cattolica, dopo il ritorno dall'internamento in Germania, durato 22 mesi, si dedicò alla

Dettagli

Il Castello di Usigni. Paese natale del Cardinale Fausto Poli

Il Castello di Usigni. Paese natale del Cardinale Fausto Poli Il Castello di Usigni Paese natale del Cardinale Fausto Poli Servizio Turistico della Valnerina Cascia Via Giovanni da Chiavano, 1 Cascia tel. 0743 71401-0743 71147 fax 0743 76630 info@lavalnerina.it www.lavalnerina.it

Dettagli

Caterina Verbaro. I margini del sogno. La poesia di Lorenzo Calogero. Edizioni ETS

Caterina Verbaro. I margini del sogno. La poesia di Lorenzo Calogero. Edizioni ETS Caterina Verbaro I margini del sogno La poesia di Lorenzo Calogero Edizioni ETS www.edizioniets.com In copertina: Paul Klee, Il funambolo, 1923 Il presente volume è stato pubblicato con il contributo del

Dettagli

Cosimo Costa L UMANO RIUSCITO. Una ermeneusi dei Ricordi di Marco Aurelio

Cosimo Costa L UMANO RIUSCITO. Una ermeneusi dei Ricordi di Marco Aurelio Cosimo Costa L UMANO RIUSCITO Una ermeneusi dei Ricordi di Marco Aurelio Presentazione Firmo, ancora una volta, una breve presentazione ad un lavoro fuori registro per la corrente letteratura pedagogica.

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO 2015. Linee programmatiche

BILANCIO PREVENTIVO 2015. Linee programmatiche BILANCIO PREVENTIVO 2015 Linee programmatiche Il 2014 ha rappresentato, così come nelle intenzioni del Consiglio, un anno di forte rilancio delle attività della Fondazione e conseguentemente di ampliata

Dettagli

L Italia nei secoli XIV e XV

L Italia nei secoli XIV e XV L Italia nei secoli XIV e XV Con le sue città, i suoi commerci, la sua cultura, l Italia di fine Medio Evo costituisce forse la più alta espressione delle civiltà europea, ma allo stesso tempo è insidiata

Dettagli

Presentazione. L inizio fu rappresentato da un mio saggio: Per una politica di comunicazione nell azienda, L Impresa, 1973, 5-6, pp. 325 ss.

Presentazione. L inizio fu rappresentato da un mio saggio: Per una politica di comunicazione nell azienda, L Impresa, 1973, 5-6, pp. 325 ss. Presentazione Proprio quarant anni fa, dopo un periodo di tempo dedicato allo studio specifico della pubblicità 1 allora, a livello internazionale e non solo italiano, di gran lunga il più importante strumento

Dettagli

1)il rifiuto dell arte barocca e della sua eccessiva irregolarità;

1)il rifiuto dell arte barocca e della sua eccessiva irregolarità; Il Neoclassicismo inizia alla metà del XVIII sec., per concludersi nel 1815. Ciò che contraddistingue lo stile artistico di quegli anni fu l adesione ai principi dell arte classica. Quei principi di armonia,

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

IL CALENDARIO CELESTE DEGLI ANTICHI

IL CALENDARIO CELESTE DEGLI ANTICHI Libri pubblicati in Russia nel 2011 T.V. Fomenko, A. T. Fomenko, G.V. IL CALENDARIO CELESTE DEGLI ANTICHI Gli zodiaci egiziani. La storia dei secoli di mezzo sulla carta del cielo. L astronomia cinese.

Dettagli

GIACOMO LEOPARDI. LEOPARDI.notebook

GIACOMO LEOPARDI. LEOPARDI.notebook GIACOMO LEOPARDI una famiglia di rango nobiliare da...(nasce)... a Recanati nel 1798 PADRE il conte Monaldo Leopardi: uomo molto colto; aveva messo insieme una notevole biblioteca; l'orientamento politico

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA Normativa di riferimento: DECRETO LEGISLATIVO 10 febbraio 2005 n. 30 "Codice della proprietà industriale"; DECRETO 13 gennaio

Dettagli

UU. D. A. Classe 3^ A.S.2014/15

UU. D. A. Classe 3^ A.S.2014/15 PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE ITALIANO - Anno Scolastico 2014 2015 CLASSE 3^ Conoscenze Lingua Radici storiche ed evoluzione della lingua italiana dal Medioevo al sec. XVII Lingua letteraria e linguaggi della

Dettagli

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ 2011-2012 Μάθημα: Iταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

Le Dottrine della Bibbia Il Signore Gesù Cristo

Le Dottrine della Bibbia Il Signore Gesù Cristo Le Dottrine della Bibbia Il Signore Gesù Cristo Il Figlio di Dio - Deità La coscienza che Cristo aveva di Sé A dodici anni disse ai genitori «Non sapevate che io dovevo trovarmi nella casa del Padre mio?»

Dettagli

CENTRO INTERDISCIPLINARE LAIKOS (CIL) REGOLAMENTO

CENTRO INTERDISCIPLINARE LAIKOS (CIL) REGOLAMENTO 1 CENTRO INTERDISCIPLINARE LAIKOS (CIL) Esistenza cristiana ed etica pubblica REGOLAMENTO Approvato dal Consiglio Direttivo in data 12 marzo 2010 Art.1 Natura e fine di Laikos 1. Il Centro Interdisciplinare

Dettagli

HISTOIRE DES COLLECTIONS NUMISMATIQUES ET DES INSTITUTIONS VOUÉES À LA NUMISMATIQUE

HISTOIRE DES COLLECTIONS NUMISMATIQUES ET DES INSTITUTIONS VOUÉES À LA NUMISMATIQUE 44 HISTOIRE DES COLLECTIONS NUMISMATIQUES ET DES INSTITUTIONS VOUÉES À LA NUMISMATIQUE Lavinia Sole COLLEZIONI NUMISMATICHE DEI MUSEI DELLA PROVINCIA DI CALTANISSETTA Le principali collezioni numismatiche

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Num. rep. A04010/85/2015 Data: 06 maggio 2015 Direzione: A04010

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Num. rep. A04010/85/2015 Data: 06 maggio 2015 Direzione: A04010 REGIONE PIEMONTE BU22 04/06/2015 Consiglio Regionale DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Num. rep. A04010/85/2015 Data: 06 maggio 2015 Direzione: A04010 Adempimenti amministrativi per l organizzazione dell edizione

Dettagli

ITINERARI IGNAZIANI A ROMA. 8. Luoghi legati alla Compagnia di Gesù in tempi posteriori a sant Ignazio

ITINERARI IGNAZIANI A ROMA. 8. Luoghi legati alla Compagnia di Gesù in tempi posteriori a sant Ignazio ITINERARI IGNAZIANI A ROMA Cf. A.M. De Aldama sj, Roma ignaziana. Sulle orme di sant Ignazio di Loyola, Piemme, Casale Monferrato 1990 Paolo Monaco sj www.raggionline.com 8. Luoghi legati alla Compagnia

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Valutazione della Didattica A.A.2008-2009 Facoltà di Lettere e Filosofia

Università degli Studi di Perugia Valutazione della Didattica A.A.2008-2009 Facoltà di Lettere e Filosofia BENI E ATTIVITÀ CULTURALI (Classe L01) LETTERATURA LATINA-DEL CHICCA 9,0 2 STORIA DELLA MUSICA MEDIEVALE E RINASCIMENTALE 8,7 17 TEORIA E TECNICHE DEL LINGUAGGIO MUSICALE 8,1 9 STORIA MODERNA 8,1 41 GEOGRAFIA

Dettagli

8.4.2004 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 104/59 Note esplicative 1. Regole generali 1.1. Il regolamento (CEE) n. 3911/92 del Consiglio, del 9 dicembre 1992, contempla il rilascio dell'autorizzazione

Dettagli

I NUOVI PARCHEGGI DI ROCCARAINOLA

I NUOVI PARCHEGGI DI ROCCARAINOLA Marzo - Aprile 2007 - Anno IV n 3 NEWS DI INFORMAZIONE POLITICA roccanews@supereva.it ESTRATTO DAL PROGRAMMA DELL ARCOBALENO A pag. 2 e 3 COLLEGAMENTO AD INTERNET CON IL WI-FI a pag. 4 Programma di Valorizzazione

Dettagli

ISBN 88-89619-09-0. Arena, Eugenio

ISBN 88-89619-09-0. Arena, Eugenio ISBN 88-89619-09-0 Arena, Eugenio Messa a cappella per la solennità di San Giovanni Battista Patrono dei Cavalieri del Sovrano militare Ordine di Malta nell anno giubilare del 3. millennio / Eugenio Arena.

Dettagli