IL TRIBUNALE DI ROMA. SEZIONE 12 CIVILE. in composizione monocratica nella persona del giudice unico dotto Antonella Di Florio ha emesso la seguente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL TRIBUNALE DI ROMA. SEZIONE 12 CIVILE. in composizione monocratica nella persona del giudice unico dotto Antonella Di Florio ha emesso la seguente"

Transcript

1 c~r\0jro U J LnJJ'~l "Q, '" L TRBUNALE D ROMA. SEZONE 12 CVLE n composzone monocraca nella persona del gudce unco doo Anonella D Floro ha emesso la seguene SENTENZA nella causa cvle scra al n /2010 del R.E.G.E. TRA b ADRAN~_.a. LUC~ l NATALA, " MARCO GDSEPPE rappresena e dfes dau'avv.o Fabrzo Laanz elevamene domcla presso l suo sudo n Roma, va Raffa~le Cadorna n022; ATTOR : E LAMBARD FABO, rappresenao e dfeso dall'avv.o Rossella Buonann ed elevamene domclao presso l suo sudo n va Anonno Po n 40; CONVENUTO

2 E FONDARA SA SPA, n persona del legale rapp.e prd empore, rappresenao e dfeso dall'avv.o Tommaso Spnell Gordano ed elevamene dom9ao presso l suo sudo n Roma, va L. Bssola 76; CONVENUTO OGGET'O: conroversa per rsarcmeno dann da luo. CONCLUSON: come da ao nroduìvo e verbale d udenzj del 22.1L2012 SVOLGMENTO DEL PRoCESso ~ ~ Con ao d cazone regolarmene nofcao Adrana f conuge), 3 Naala e", Luca ( fgle),_marco e"luca, ques due ulm ~ qualà d esercen la poesà sul fglo mnore Gabrele ( npoe );. Guslppe e ~ Naala n qualà dì esercen la poesà sulle fgle mnor Veronca e Deborah ( npo ), u n qualà d ered d _ Francesco, convenvano n gudzo Lombard Fabo e la Fondara Sa Spa per accerare l'esclusva responsablà n capo al Lombard del snsro avvenuo n daa , a seguo del quale, sane la gravà delle leson r~jae,,,-francesco decedeva; chedevano, alresì, che enramb convenu venssero condanna n soldo al rsarcmeno del danno per la perda del rapporo parenale nonché del danno m'oraleloro dervane ure heredas dalla more del conguno avvenua dopo un' agona d due gorn nonché del danno parmonale da, loro subo a seguo della prvazone dell'apporo economco delloro conguno deceduo. S cosuvano n gudzo sa l Lombard che la Fondara ~a Spa chedendo l rgeo della; domanda aorea. ~ La causa venva srua con prove esrnonal e cru medco l~g'ale sugl a prodo e relav al.' decesso del defuno Francesco. ' ~ All'udenza del la causa venva renua n decsojb sulle concluson delle par con concessone del ermne per l deposo delle comparse conclusdnal. MOTV DELLA DECSONE j

3 Prelmnarmene deve respngers l'eccezone d mprocedbljà della domanda sollevaa dalla Fondara Sa. Rsula nfa documenalmene provao che le par arc Adrana,"'Naala e-" RfJ. n propro hanno avanzao n daa (poch go dopo l decesso del"), a., mnsero dell'avv.o Fabrzo Laanz, la rchesa d rsarcmeno de dann conseguen al snsro alla Fondara Sa Spa ( che rceveva la mssva l :, dc, 11 fasc. pare arce ); rsula alresì che n daa la rchesa venva reeraa dalle Sesse par ed avanzaa anche da npo ndca n epgrafe (v. doc. 11 ) ; rsula nfne che n da~ a Fondara Sa Spa ha dao rsconro alla rchesa, offrendo una somma - sa pur a: mero scopo ransav relazone al rsarcmeno de npo ( v. doc. n o 13 ). - anche n Ne consegue che l'avà prevsa dagl ar. 145 e 148 CdA èsaa correamene svola e che la conroversa, scra a ruolo l , è saa nzaa nel rspeo de emp prevs dalle norme sopra rchamae. Tano premesso, s rene che la domanda, nel mero, sa PTalmene fondaa e debba essere accola per quano d ragone.. Va precsao n lmne, nfa, che la maera conroversa s n nra esclusvamene sul quanum debeaur n quano, conraramene a quano eccepo dalla Fo ìdarìa Ass.n Spa nella comparsa conclusonale: 1. l Lombard, nel cosurs, non ha conesao affao lr responsablà del snsro la cu dnamca appare assoluamene chara dall'esame dellolschzzo planmerco della Polza f Muncpale prodoo e dalla sessa dcharazone ( doc)2 ) da lu resa subo dopo fa, dcharazone con la quale s è assuno la responsablà ~ aver nveso con la propra auo, probablmene abbaglao dal sole, l _ menre ~raversava la srada sulle srsce pedonal; 2. n ale suazone la senenza penale con la quale, ex a. 444 cpc, è saa applcaa, su ; rchesa, la pena d un anno d reclusone per omcdo.colposo, assume un elemeno fore d convncmeno della responsablà del Lombard n dne al snsro occorso, con ue le conseguenze rsarcore d legge;, 3. dfensor delle sesse par convenue, ",all~'u~d.e~~~~~~~~~~~~~~~~~ hanno congunamene dcharao d "non conesare Hdebeaur" (v. verbale udenza). Cò deo, s rleva che gl aor e coè la mogle e le fgle d Francesco ( 7 Adrana, Naala e "Luca) n propro e le fgle~nadla e"luca (unamene a l rspev conug ) n qualà d genor esercen la poesà su fgl mnor ( npo del ~ ) Gabrele, Veronca e Debomh hanno ago n gudzo p",pone~

4 la domanda d rsarcmeno rapporo parenale con '-Francesco; del danno da cascuno d loro subo per la perda del la domanda d rsarcmeno del danno morale u/' haeredas loro rasmesso dal de cuus, deceduo, secondo dopo due gorn d agona e sofferenze; la domanda d rsarcmeno del danno parmon le dervane dalla prvazone che gl aor hanno dovuo subre a causa del man.o apporo economco conseguene alla more del con~uno assumendo che egl, ;cn l suo reddo, provvedeva, n modo sosanzoso, a conrbure al sosenamero'd~ fgl e de npo. La domanda d rsarcmeno delle spese funebr aanzaa a 1 ~drana. Va accola la domanda proposa da u gl aor per l rsjcmeno del danno da perda del rapporo parenale, menre va respna sa la domanda, avanzaa ure haeredas, per l danno morale dervao al _ dalla sofferenza d aver percepo la' fne della propra va che quella relava al danno parmonale che 'gl aor assumono d aver subo, Quano al danno da perda del rapporo parenale n capo agl s&e congun ( mogle e fgle ) s osserva che l nocumeno dervane dal ragco ed mprovvso aecesso del ~non può essere messo n dubbo: le par apparengono alla srea cercha f~are (n cu s reomprendono l conuge, genor ed fgl) per la quale non rsula essere 'n~dìscussone che possa presumers che l'nensà del vncolo con la vma dell'lleco deermìn l grave dolore ed una perdurane ed rreversble sofferenza per la sua perda. Cò, relavamerle~ue va presunva anche quando le sesse abbano cosuo un nud~ fgle, può essere affermao n famlare a se sane e compora un'nversone dell'onere della prova n capo alla conropare cae: volesse dmosrare l'assenza d affeco, onere che non rsula sao assolo ( né preceduo da corrspondene allegazone ), dovendos comunque renere che, nel caso d spece, dalle ldeposzon esmonal assune è emersa una pologa d legam famlar fra padre e fgle non all~na dalla loro emancpazone. Le rchese rsarcore provengono nolre da npo ex flae del_ La Fondara Sa Spa, anche n relazone a dea domanda ha ~ccepo l'nessenza d un danno rsarcble n capo alle mnor. Deve premeers che la gursprudenza d legmà non presena, sul puno, un orenameno. consoldao e d cò prende ao anche la recene Casso 4 ~3/ rchamaa dalla pare convenua - che per la rconoscblà del rsarcmeno del d'oda perda parenale n capo a. npo, mpone che per ale caegora d paren debba essere allegaa e provaa la convvenza, renendo che la presunzone d susssenza del danno des o ; le dal fao lleco n se possa reners suffcene solo per componen della famgla nucleares ~ ~ ()N.

5 Queso gudce rene condvsble l predeo orenameno solo nella pare n cu - parendo dalla muaa realà socale n cu la famgla allargaa, radzonalnene legaa ad un coneso rurale, non esse pù - appare gusamene fnalzzao a lmare l J.olferare d paren non doa de presuppos su qual l rconoscm~no del paema d'anmo s f01da; rene peralro, per cò che nel: caso d spece può valere, che la convvenza come requso ndvduane la susssenza d un parcolare legame affevo non sa l'unco elemeno.. 'epe, sul quale possa basars l rconoscmeno del presupposo rsarcrono, n quano le mun b relazon socal hanno orma ~ : superao anche la famgla nucleare vso che la cassca rguar ane le dnamche relazonal della. famgla presena una galoppane' evoluzone verso modal~ conìugìo e d genoralà basaa sulla dsanza fsca fra maro e mogle, fra padr, madr e flgl, ~ fra ques ed paren, dsanza che spesso nercorre perfno fra nazon dverse, senza con cr. naccare - ma solo muando le modalà relazonal - l vncolo d soldareà e la comunone va e d affe che governano le relazon parenal e che rappresenano l valore fondane ~ella uela garana dalla Cara Cosuzonale ( ar. 2 e 30 ) e dalle fon nernazonal e com,are ( Cara d Nzza, Traao d Lsbona che l'ha recepa e norme della C.E.D.U.).. A maggor ragone, l'evoluzone sopra segnalaa s può consbare fra membr della famgla non nucleare, che sempre pù spesso vvono lonan fra loro ~anenendo quas sempre rappor araverso modern mezz d elecomuncazone. Conseguenemene, la prova deua convvenza non può essere l,.co paramero per accoglere o negare una rchesa rsarcora wovenene da componen d Uh.famgla dvers da quell pù sre: queso gudce rene, n buona sosanza,che n alé uao coneso socale non possa ma prescnders dalla valuazone del caso concreo, con p 'Colare rfermeno all'aeggars delle modalà d va de componen della famgla, e dalla -, ove l coneso lo consena, dell'nensà della relazone es ene fra congun e la vma dell'lleco. Tano premesso, s osserva che, nel caso d spece, sulla baje 'degl elemen emers nel corso dell'sruora, con parcolare rfermeno alle prove esmona assune, le domande avanzae da ~uca e ~ Naala unamene a rspev conug, Jnome e per cono de fgl mnor ~.'E. Gabrele, Veronca e Sl Deborab devono reners fondae e vanno accole..' es Ra ( vcna d casa della. p p e.l Govanna hanno nfa " dcharao che le fgle del _ avevano frequen rappor con padre l quale s occupava spesso delle npo, fgle d _; che le bambne rascorrevano mol ~empo presso nonn, rmanendo a dormre presso la loro casa dalle due alle quaro vole alla mana; che l nonno le andava a " :"

6 prendere a scuola u gorn, e che lo sesso nenso rappo ro egl nraeneva con l cugno Gabrele; che dopo la more del nonno le abudn d va de Dol cambarono, n quano le fgle d Naala doveero rasferrs presso un'alra scuola vcno alla psa della nonna maerna per poer frure del suo appoggo (ese n )n quano la ~veva meno auonoma del maro non ave~do ~a condase1:ro :a pagl~ne;che anche la ~gla kl~ca (d~adre d b b~ab(rele ) avorava e venva auaa ne accompagnamen e ner accu ìmeno de am mo ese g ) e rascorreva molo empo con lu. ; Dalle dcharazon sopra rporae emerge una relazone affe \ra assa nensa fra l nonno ed npo ed un ruolo quas sosuvo d quello paerno e maerno che ceramene confgura n capo, agl sess l dro ad oenere l rsarcmeno del danno per la p da del rapporo parenale, a nulla rlevando l'assenza d coabazone' ampamene sosua da una equenazone quas quodana...,., Deve ora passars alla deermnazone del quanum per l: q ale devono applcars crer d valuazone equava rmess alla prudene dscrezonalà del g :dce. Queso gudce rene d aeners, come paramero d rfermenf per la quanfcazone, alle abelle del Trbunale d Roma, aggornae al 2013 che prevedono un Jpneggo dversfcao per dvers grad d parenela, con coeffcen aggunv o dmnuv lej. all'eà della vma, all'eà del conguno ed alla presenza o all'assenza della convvenza, Quano all'applcazone delle abelle d rfermeno, s osserv che la abella del Trbunale d Roma rsula essere parcolarmene donea per la soluzone de ~o n esame conenendo paramer 1 che consenono una aena personalzzazone. r Essa, perodcamene rvaluaa, ha l precpuo scopo: a) d ormare le lqudazon d 'dann denc; b) d dare un paramero precosuo della lqudazon* equava ex ar c.c.ì c) d evare dsparà d lqudazon ra gudc operan n una slsa Sezone d Trbunale e n un medesmo Uffco gudzaro, dando così al cadno\dan~e~o- la cerezza d una assolua unformà d raameno per cas analogh ; d) d favorlr' e conclazon sragudzal o endoprocessual da pare degl en asscurav che prma della. anazone della abella-puno non avevano alcun paramero d rfermeno.. ' Cò charo, va precsao che sulla base d dea abella vanno lruda seguen mpor: 1) ad.. Adrana, n relazone alla qualà d conuge'( 20 pun), all'eà della vma (2 pun),all'eà dell' (2 pun) ed alla convvenj essene ( 4 pun) : ,00 ~ per un oale d 28 pun; ~ 2) a ~aala, n relazone alla qualà d fgla (18 pj), all'eà della vma (2 pun), all'eà della~ 4 pun) - 20% per l'assenza d convvenza : ,00 r S, l: [\N, ì

7 ZlS d rs09010 o ZOO~OOSSJ OOOSW l : 3) a_luca, n relazone, alla qualà d fgla (18 pm }, all'eà della vma (2 pun),.. all'eà della ~( 4 pun) - 20% per l'assenza d conv enza : ,00 4) a Gabrel, Veronca e. f. borh n relazone alla qualà d npo ex flae (6 pun), all'eà della vma (2 pun..~d alla loro eà (5 pun) - 20% per l'assenza d convvenza: 96564,00 per cascuno Dalle somme rconoscue alle prme re par dovranno essere ferae quelle gà corrspose dalla Fondara Sa a olo d accono. Perano la Fondara Sa Spa e Lombard Fabo dovrann essere condanna n soldo a corrspondere ad l.adrana la resdua somma d OO;. a l...,;==-"'-"'~""'-"l::.:u""cl= a, pro cape, la resdua somma d 68272,00; ",a,,-,m,., ~Oll..lSO~ra~n~'f:"'l~~~e,,-r ~lo~r~o~a. ~re~ll:.a~ V1..: ~e~n~~o~r esercen la poesà la somma d 96564,00 per cascuno. \ Alle somme sopra ndcae, devaìuae alla daa del decesso d Francesco ( ),: _' dovrà essere aggunl?}llucro~essane che d?vrà essere calcol o' a mene de no Rr.cps.=an:;::.Cl=.: = dalla S.C. con senenza n. 1712/95, applcando l saggo d n~r ~ equavamene deerrnnable, n ragone del 3% annuo, a decorrere dalla predea daa, par al ~ndmeno che presumblmene gl aor avrebbero rcavao dalle somme loro dovue, se le av ssero empesvamene percepe, ulzzandole ne pù comun ssem d nvesmeno (ad es. fol d Sao), preva derazone dell'accono a cascuno gà corrsposo e rvaluao sno alla d a d pubblcazone della presene senenza. ' ; Per quano rguarda la domanda relava al rsarcmeno del dannb morale ure haeredas dervane dalla more del conguno, deve prem~ers che. la gursprode d Cassazone s è.rp~uamene espressa sul puno, affermando che n caso d more della v~a a poche ore d dsanza dal verfcars d un snsro sradale, l rsarcmeno del c.d.dan "caasrofale" - ossa del danno conseguene alla sofferenza paa dalla persona che lucdamen va - può essere rconoscuo agl èredì, a olo d danno morale :a.sse allo spegners della propra solo a condzone che sa enrao a far pare del parmono della vma al momeno della more. erano, n assenza d prova della susssenza d uno sao d coscenza della persona nel breve n rvallo ra l snsro e la more, la,, lesone del dro alla va non è susceble d rsarcmeno, eppure soo l proflo del danno bologco, a favore del soggeo che è moro, essendo nconcepb] ~ l'acquszone n capo a lu d un dro che derva dal fao sesso della more; e, d'alra pare,:, -consderazone della naura non sanzonaora, ma solo rparaora o consolaora del rsarcm o del danno cvle, a congun spea n queso caso l solo rsarcmeno conseguene alla les l ne della possblà d godere del rapporo parenale con la persona defuna ( v. Cass. 6754/201:l ) E' sao alresì renuo che ch perda la va a causa delle leson, può acqusare e rasmeere af(1ered l dro a rsarcmeno del : ()N l '., l,

8 danno non parmonale consso nella sofferenza morale prova n ale perodo d empo, sa rmasa lucda e coscene. Perano f'a l'nforuno e la more solo se, o~e la more segua d poche ore l verfcars del snsro, senza che la vma sa saa eoscìe el n ale nervallo d empo, a congun non spea l rsarcmeno del danno morale "ure bere Deve qund valuars, per la soluzone del caso n esame, se.d b l'ncdene l sa rmaso vgle e consapevole della sua condzone fno al decesso e, nel. la perda d coscenza relavamene alle propre condzon val sa avven a dopo qualche empo, se l lasso emporale nercorso dal snsro possa reners awrezzable a d confgurare l danno morale oggeo della domanda per l quale gl aor hanno ago ure he edas. Queso gudce, sulla base delle rsulanze della documenazo, e sanara prodoa e della ero espleaa rene d dover respngere la domanda n pare qua. Dall'accerameno ecnco espleao è nfa emerso che a dell'ncdene l" ha rporao un grave polraumasmo con successvo ngrandì 'eno della regone alarnca che deermnava lo sfondameno delle pare venrcolar con emove "colo e successvo decesso. E' sao pure accerao che l. gungeva al prono soccors crca 40 mnu dopo l snsro ( che s verfcò alle 7,30 ) ed l medco d guarda cerfcava fa. condzone d ''pazene n sao saporoso, con puplle reagen e capacà d esegure comand mpììeì moor»; alle ore 8,13 ( v. doe 2 prodoo) vene regsrao un peggorameno progreàvo ed mmedao dello sao d coscenza; alle 10,09 rsula essere ancora n sao soporoso coll~ogressvo scvolameno verso lo sao comaoso (v. relazone del Cl'U"). L'agona coscene rdel ~ è duraa dunque per un empo brevssmo durane l quale, olreuo, la sommnsrazbne d una pesane dose d morfna (v. cerfcazone n a) ha ceramene conrbuo a vanfcàrd la consapevolezza della propra mmnene fne. l empo per l quale l _ è sao menfmene presene e consapevole ( deermnaa, po, da un arreso cardaco durane l'nerveno chrurgco al quale fu sooposo) è, sao, dunque, almene breve da non essere apprezzable n rel.one alla sessa confgurazone del danno morale e delle conseguen rchese rsarcore avanzae da congun ure haeredas : la domanda va qund respna. Quano al danno parmonale relavo alla perda del conrb~ economco che l ~fornva a var membr della famgla, s osserva che manca una Pro~ cera della msura d esso e, soprauo, n relazone alle rchese avanzae dalla mogl. relavamene al mnore apporo dervane dalla percezone della pensone d reversblà rspeo a reddo complessvo precedene, la dmosrazone del quanum debeaur per l olo dedoo: e, ve 'solo la pena d rlevare che a ale carenza probaora non può cero sopperre l crero equavo. l l.: l ~ ;, l,

9 ll/c'd (6 9é lo loool0085j((000sw , Emerge, nfa, dalla documenazone prodoa che l l conrìbuìva ~eme alla mogle all'andameno economco famlare, ma non è dao compreruj ~ la msura della demnuo del l reddo della dervane dal suo decesso. n relazone alle fgle, po, manca del uo la prova della creos ~ cosane e non rconducble a me,re e consuee lberalà, pc, affevo fra congun, al sosenameno economco loro deermnable. La relava domanda deve, dunque, essere respna., a che egl provvedesse n modo' ;d un nenso e cosane legame 'delle loro famgle n msura Va, nvece, accola l domanda della vola ad 0nrnere l rsarcmeno delle spese sosenue per le onoranze funebr del maro, d cu rsula pro10a faura e che ammonano ad 1650,00 l Le spese d le - da dsrars n favore del dfensore anrsaard - seguono la soccombenza e sono 4--- lqudae a mene del DM 140/2012. Le spese d cru devono e~ere defnvamene j)ose a carco delle par convenue che dovranno rfonderle all'aore che le halmcpae ;: PQM 1\ Defìnìvamene pronuncando, accogle la domanda proposa da 1& Adrana, "u' 'e _ Naala e, quese ulme due n propro ed, unamene a Marco e Guseppe, n qualà d genor esercen la poesà su fgl mnor Gabrele, Veronca e Deborah e per l'effeo, dcharao che l'ncdene per cu è causa, gà 4ualfcao come poes d reao n sede penale, deve essere neramene ascro a Lombard FaAo, lo condanna n soldo con la Fondara Sa Spa a corrspondere a olo d rsarcmeno del dm\n0 per perda parenale le seguen somme, gà dera gl accon corrspos: l 1) a 1 Adrana la somma d U9.980,OO; j, 2) a uca, pro cape, la somma d 6827,2,00; 3) a'" Naala e Guseppe n qualà d gen. r esercen la poesà su mnor] Veronca e L.Debora la somma d 965 ;00 per cascun mnore; 4) a ~uca e & Marco n qualà d genor esercen 'a poesà sul fglo mnore"- Gabrele la somma d 96564,00. Condanna alresì convenu n soldo a corrspondere ad Adrana, la somma d 1650,00 per rsarcmeno del danno parmonale subo. r:yn 9

10 l/'cl EOl 6ZZ6Z010 lo ZlV81006SH ' Co~danna alresì convenu, n soldo, a corrspondere, sulle., come sopra ndcae, l lucro cessae da calcolars, a far daa dal decesso, secondo crer P alla pare mova della senenza olre agl neress legal dalla daa dì pubblcazone della senen al saldo. Respnge ogn alra preesa. ', l. Condanna Lombard Fabo e la Fondara Ass.n Sa Spa a rfon ere agl aor l~ spese d le jche _ dsrae n favore dell'avv.o Fabrzo Laanz -lquda n ce lessv ,00 per compens :. ed 500,00 per esbors olre ad VA, CPA e rmborso spese fofr. ;. o nella msura d legge., ; Pone defnvamene a carco de convenu n soldo le spee. cru come lqudae n corso d. ;;; cause e l condanna alla resuzone agl aor d quano gà da l ro corrsposo per deo olo.,, Roma, DEPOSTATA N CANCELLERA L l lo

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali POCESSI CASUALI POCESSI CASUALI Segnal deermnsc e casual Un segnale () s dce DEEMIISICO se è una funzone noa d, coè se, fssao un qualunque sane d empo o, l valore ( o ) assuno dal segnale è noo con esaezza

Dettagli

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE OO E AZZATO PECSONE raddrzzar ( refcar) sn crcu mpega per la rasfrmazne d segnal bdreznal n segnal undreznal. Usand, però, dd per raddrzzare segnal, s avrà l svanagg d nn per raddrzzare segnal la cu ampezza

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE Durane un erreoo, le oscillazioni del erreno di fondazione provocano nelle sovrasani sruure delle oscillazioni forzae. Quando il erreoo si arresa, i ovieni della sruura

Dettagli

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma.

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma. D: 382320 MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 CRCOLARE N. 21 Roma.._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ DPARTMENTO DELLA RAGONERA GENERALE DELLO STATO SPETTORATO GENERALE PER GL ORDNAMENT DEL PERSONALE UFFCO V

Dettagli

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita Automaton Robotcs and System CONTROL Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Corso d laurea n Ingegnera Meccatronca MODI E STABILITA DEI SISTEMI DINAMICI CA - 04 ModStablta Cesare Fantuzz (cesare.fantuzz@unmore.t)

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF TEMPOIZZATOE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A GAO ) SCHEMA A BLOCCHI : M (8) NE555 00K C7 00uF STAT S 4 K C6 0uF (6) (5) () TH C T A B 0 0 Q S Q rese T DIS (7) OUT () 0 T T09*()*C7 (sec) GND () (4) 6

Dettagli

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico Il condensaore IASSUNTO: apacia ondensaori a geomeria piana, cilindrica, sferica La cosane dielerica ε r ondensaore ceramico, a cara, eleroliico Il condensaore come elemeno di circuio: ondensaori in serie

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti

Corrente elettrica e circuiti Corrente elettrca e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà esstenze n sere e n parallelo Effetto termco della corrente Legg d Krchhoff Corrente elettrca

Dettagli

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta Lezione 11 (BAG cap. 10) Inflazione, produzione e crescia della monea Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Tre relazioni ra produzione, disoccupazione e inflazione Legge di Okun

Dettagli

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. IL MODELLO ECONOMETRICO PER LA STIMA DEGLI STOCK SETTORIALI... 3 Foni... 3 Meodologia... 3 La formulazione

Dettagli

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto , PREFAZIONE d Guseppe Berto RICORDO DEL TERRAGLIO Quand'ero govane, e la vogla d grare l mondo m spngeva n terre lontane, a ch m chedeva notze del mo paese, rspondevo: l mo paese è una strada. In effett,

Dettagli

Gestione della produzione MRP e MRPII

Gestione della produzione MRP e MRPII Sommario Gesione della produzione e Inroduzione Classificazione Misure di presazione La Disina Base Logica Lo Sizing in II Inroduzione Inroduzione Def: Gesire la produzione significa generare e sfruare

Dettagli

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future.

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Roma, 11.11.2014

Dettagli

Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto anno tra contenuti e attività

Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto anno tra contenuti e attività XXXII CONVEGNO UMI-CIIM IL VALORE FORMATIVO DELLA MATEMATICA NELLA SCUOLA DI OGGI dedicato a Federigo Enriques Livorno, 16-18 ottobre 2014 Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto

Dettagli

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A.

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A. Eserciio ( es le La marice è diagonaliabile: verificare, rovando la marice diagonaliane, che è simile a. Esisono re auovalori: mol.alg(- dim V - ; mol.alg( dim V ; mol.alg(- dim V -. Esise una marice simile

Dettagli

Problema 1: Una collisione tra meteoriti

Problema 1: Una collisione tra meteoriti Problema : Una colliione ra meeorii Problemi di imulazione della econda prova di maemaica Eami di ao liceo cienifico 5 febbraio 05 Lo udene deve volgere un olo problema a ua cela Tempo maimo aegnao alla

Dettagli

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO NUMERO 2 del 23.04.08 COSER COSER IME Applicazioni Apparecchiature Numero 2 del 23-04-08 APPLICAZIONI APPARECCHIAURE E IMPIANI LE VARIE SOLUZIONI SARANNO ELENCAE NEL MODO PIÙ SINEICO POSSIBILE. ROVAA LA

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA Capializzazioe semplice e composa MATEMATICA FINANZIARIA Immagiiamo di impiegare 4500 per ai i ua operazioe fiaziaria che frua u asso del, % auo. Quao avremo realizzao alla fie dell operazioe? I u coeso

Dettagli

Esercizi svolti di teoria dei segnali

Esercizi svolti di teoria dei segnali Esercizi svoli di eoria dei segnali Alessia De Rosa Mauro Barni Novembre Indice Inroduzione ii Caraerisiche dei segnali deerminai Sviluppo in Serie di Fourier di segnali periodici Trasformaa di Fourier

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica Untà Ddattca N 5 : La corrente elettrca 1 Untà Ddattca N 5 La corrente elettrca 01) Il problema dell elettrocnetca 0) La corrente elettrca ne conduttor metallc 03) Crcuto elettrco elementare 04) La prma

Dettagli

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica Progetto Lauree Scentfche La corrente elettrca Conoscenze d base Forza elettromotrce Corrente Elettrca esstenza e resstvtà Legge d Ohm Crcut 2 Una spra d rame n equlbro elettrostatco In un crcuto semplce

Dettagli

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno Idc d Poszoe Gl dc s poszoe soo msure stetche ( valor caratterstc ) che descrvoo la tedeza cetrale d u feomeo La tedeza cetrale è, prma approssmazoe, la modaltà della varable verso la quale cas tedoo a

Dettagli

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 356/2013/R/IDR CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI SERVIZI IDRICI Documeno per la consulazione nell ambio del procedimeno avviao con la deliberazione

Dettagli

7 I convertitori Analogico/Digitali.

7 I convertitori Analogico/Digitali. 7 I converiori Analogico/Digiali. 7 1. Generalià Un volmero numerico, come si evince dal nome, è uno srumeno che effeua misure di ensione mediane una conversione analogicodigiale della grandezza in ingresso

Dettagli

5. Il lavoro di un gas perfetto

5. Il lavoro di un gas perfetto 5. Il lavoro d un gas perfetto ome s esprme l energa nterna d un gas perfetto? Un gas perfetto è l sstema pù semplce che possamo mmagnare: le nterazon a dstanza fra le molecole sono così debol da essere

Dettagli

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel Zuccarello Francesco Laboratoro d Fsca II Msura della dstanza focale d una lente convergente Metodo d Bessel A.A. 003-004 Indce Introduzone..pag. 3 Presuppost Teorc.pag. 4 Anals de dat.pag. 8. Modo d operare...pag.

Dettagli

Valore di costo procedimen+ sinte+ci

Valore di costo procedimen+ sinte+ci Corso di valutazione es+ma+va del proge5o Clasa a.a. 2012/13 Valore di costo procedimen+ sinte+ci Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini arch. Pietro Bonifaci Il mercato delle costruzioni LE

Dettagli

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica Principi di ingegneria elerica Lezione 19 a Conversione eleromeccanica dell'energia Trasmissione e disribuzione dell'energia elerica acchina elerica elemenare Una barra condurice di lunghezza l immersa

Dettagli

Leggere i dati da file

Leggere i dati da file Esempo %soluzon d una equazone d secondo grado dsp('soluzon d a^+b+c') anput('damm l coeffcente a '); bnput('damm l coeffcente b '); cnput('damm l coeffcente c '); deltab^-4*a*c; f delta0 dsp('soluzon

Dettagli

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012,

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, RIFORMA DELLA LEGGE PINTO Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, riforma la legge Pinto (L. n. 89/2001) per l indennizzo per la durata del processo. Le nuove disposizioni

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel FATTURAZIONE ELETTRONICA Fa# PA è il servizio online di fa/urazione ele/ronica semplice e sicuro

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

Circuiti del primo ordine

Circuiti del primo ordine Circuii del primo ordine Un circuio del primo ordine è caraerizzao da un equazione differenziale del primo ordine I circuii del primo ordine sono di due ipi: L o C Teoria dei Circuii Prof. Luca Perregrini

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere).

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere). Breve percorso sulla Magistratura La Magistratura La funzione giurisdizionale è la funzione dello stato diretta all applicazione delle norme giuridiche per la risoluzione delle controverse tra cittadini

Dettagli

Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Lecce, 19.02.2014 La

Dettagli

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI Alma Maer Sudiorum Universià di Bologna FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Maemaica Maeria di Tesi: Maemaica per le applicazioni economiche e finanziarie MODELLI PER

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

La do&rina del precedente

La do&rina del precedente La do&rina del precedente I Stare Decisis Lo stare decisis è invece una tecnica decisionale elaborata dai giudici per garan6re stabilità, una sorta di «gerarchia» tra le fon6 giurisprudenziali. Esprime

Dettagli

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri Artmetca de calcolator Rappresentazone de numer natural e relatv Addzone e sommator: : a propagazone d rporto, veloce, con segno Moltplcazone e moltplcator: senza segno, con segno e algortmo d Booth Rappresentazone

Dettagli

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus 13, Seembre 10 Lampade: Plus Lampade ai vapori di sodio ad ala pressione di ala qualià realizzae con ecnologia PIA (Philips Inegraed Anenna). Vanaggi La ecnologia PIA aumena l'affidabilià e riduce il asso

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici OTORI A ORRENTE ONTINUA OTORIDUTTORI W W W.DAGU.IT cerificazioni Dagu s.r.l. è un azienda che si è sviluppaa negli anni con discrea rapidià, seguendo un rend di cosane crescia, ciò grazie ad un assiduo

Dettagli

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO.

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO. elazoe d laboratoro d Fsca corso M-Z Laboratoro d Fsca del Dpartmeto d Fsca e Astrooma dell Uverstà degl Stud d Cataa. Scala Stefaa. AGOMENTO: MSUA DELLA ESSTENZA ELETTCA CON L METODO OLT-AMPEOMETCO. NTODUZONE:

Dettagli

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

Diritto Processuale Civile. L Appello

Diritto Processuale Civile. L Appello Diritto Processuale Civile L Appello L'appello nell'ordinamento civile è un mezzo di impugnazione ordinario, disciplinato dagli Artt. 339 e ss c.p.c,, e costituisce il più ampio mezzo di impugnazione,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE ORDINARIO DI COMO SEZIONE DISTACCATA DI MENAGGIO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE ORDINARIO DI COMO SEZIONE DISTACCATA DI MENAGGIO REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE ORDINARIO DI COMO SEZIONE DISTACCATA DI MENAGGIO in composizione monocratica nella persona del giudice dott. Marco Mancini ha emesso la seguente

Dettagli

Art. 54 decreto legge

Art. 54 decreto legge Art. 342 c.p.c. Forma dell appello L appello si propone con citazione contenente l esposizione sommaria dei fatti ed i motivi specifici dell impugnazione nonché le indicazioni prescritte nell articolo

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice Metodologa d controllo AUTORIMESSE (III edzone) Codce attvtà: 63.21.0 Indce 1. PREMESSA... 2 2. ATTIVITÀ PREPARATORIA AL CONTROLLO... 3 2.1 Interrogazon dell Anagrafe Trbutara... 3 2.2 Altre nterrogazon

Dettagli

Buon appetito 3. comunicazione. grammatica. vocabolario Espresso. bene / buono

Buon appetito 3. comunicazione. grammatica. vocabolario Espresso. bene / buono Buon appeio comunicazione Cosa desidera? Vorrei solo un primo Che cosa avee oggi? Prende un caffè? Scusi, mi pora ancora un po di pane? Il cono, per coresia È possibile prenoare un avolo? grammaica I verbi

Dettagli

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione Raduno precampionato 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat Il referto di gara Indicazioni per la corre1a compilazione Il referto di gara Il referto di gara rappresenta il documento che completa l incarico arbitrale:

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

DIDATTICA ALLA PIOPPA. Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit.

DIDATTICA ALLA PIOPPA. Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit. DIDATTICA ALLA PIOPPA Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit. La nostra proposta dida,ca nasce dalla voglia di infondere passione e rispe3o verso la natura e gli animali,

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI Fltraggo d un segnale EABORAZIOE DI SEGAI E IAGII. Bertero P. Boccacc bertero@ds.unge.t boccacc@ds.unge.t Al ne d glorare la qualtà d un segnale dgtale una tecnca d prara portanza è l ltraggo. Con l quale

Dettagli

Il MINISTRO DELLA GIUSTIZIA di concerto con IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI

Il MINISTRO DELLA GIUSTIZIA di concerto con IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI Corrispettivi delle attività di progettazione e delle altre attività ai sensi dell articolo 17, comma 14 bis, della legge 11 febbraio 1994 n.109 e successive modifiche. l MNSTRO DELLA GUSTZA di concerto

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Corte di Cassazione - copia non ufficiale Civile Sent. Sez. 1 Num. 22580 Anno 2014 Presidente: SALVAGO SALVATORE Relatore: GENOVESE FRANCESCO ANTONIO Data pubblicazione: 23/10/2014 Cron.225;20 SENTENZA Rep. 39(4 sul ricorso 24811-2007 proposto

Dettagli

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI LA LEGGE nr. 53/1994 La legge 53/1994 ha inserito nel nostro ordinamento la facoltà, per gli avvocati, di notificare gli atti giudiziari. Consentendo

Dettagli

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO DIREZIONE DIDATTICA DEL 4 CIRCOLO DI FORLI' Va Gorgna Saff, n.12 Tel 0543/33345 fax 0543/458861 C.F. 80004560407 CM FOEE00400B e-mal foee00400b@struzone.t - posta cert.: foee00400b@pec.struzone.t sto web:

Dettagli

Voto attribuito COME SI VOTA Voto non attribuito

Voto attribuito COME SI VOTA Voto non attribuito Voto attribuito O S VOT Voto non attribuito OO PU O RTURO TOS PPPO USPP VR PURO OO ROSS OR PTRO S PO TOO VV SPROO RO O Si può mettere un segno sul candidato alla presidenza e un altro sul simbolo del candidato

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli

Liste di specie e misure di diversità

Liste di specie e misure di diversità Lte d pece e mure d dvertà Carattertche delle lte d pece I dat ono par, coè hanno molt valor null (a volte la maggoranza!) La gran parte delle pece preent è rara. I fattor ambental che nfluenzano la dtrbuzone

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO A. LA NUOVA MODALITA 3 B. RILASCIO DELL ATTESTATO DI ESENZIONE 5 C. REQUISITI PER L ESENZIONE

Dettagli

1. Integrazione di funzioni razionali fratte

1. Integrazione di funzioni razionali fratte . Integazone d fnzon azonal fatte P S songa d vole calcolae n ntegale del to: d Q ove P e Q sono olno nell ndetenata d gado assegnato. Sonao ce: P a n n a n n a a Q b b b b oleent s etod d ntegazone I

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata STRALCIO DI ALTRE LEGGI IN CUI, SEMPRE INGRASSETTO, SONO EVIDENZIATI ALTRI BENEFICI VIGENTI A FAVORE DELLE VITTIME DEL TERRORISMO.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo

Dettagli

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Bologna, 24 febbraio 2014 I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Il P.O.F. La DIAGNOSI Il PDP Il GIUDIZIO

Dettagli

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi.

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi. Iroduzioe () Ua defiizioe (geerale) del ermie qualià: qualià è l isieme delle caraerisiche di u eià (bee o servizio) che e deermiao la capacià di soddisfare le esigeze espresse ed implicie di chi la uilizza.

Dettagli

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE at RISK (VaR) Chara Pederzol - Costanza Torrcell Dpartmento d Economa Poltca - Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Marzo 999 INDICE Introduzone. Il concetto

Dettagli

Product Overview. ITI Apps Enterprise apps for mobile devices

Product Overview. ITI Apps Enterprise apps for mobile devices Product Overview ITI Apps Enterprise apps for mobile devices ITI idea, proge2a e sviluppa apps per gli uten6 business/enterprise che nell ipad, e nelle altre pia2aforme mobili, possono trovare un device

Dettagli

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16 Modello B2 GRADUATORIE PERMANENTI DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO E AUSILIARIO AI SENSI DELL ART. 554 DEL D.L.VO 297/94 (indizione concorsi nell a.s. 2014/15) DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA

Dettagli

Modulistica per richiedere le agevolazioni tariffarie di cui alla L.R. n.22/98, da utilizzarsi a cura degli invalidi con tutela, comprendente:

Modulistica per richiedere le agevolazioni tariffarie di cui alla L.R. n.22/98, da utilizzarsi a cura degli invalidi con tutela, comprendente: Modulistica per richiedere le agevolazioni tariffarie di cui alla L.R. n.22/98, da utilizzarsi a cura degli invalidi con tutela, comprendente: Modello finalizzato a richiedere per la 1 volta la tessera

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE API (FORMAO JSON) PER IMPOR DAI IN CONABILIA' FACILE ONLINE Lo Staff della Geritec SRL mette a disposizione delle API per lo scambio DAI tra applicativi di terze parti e Contabilità facile online (di seguito

Dettagli

5. Limiti di funzione.

5. Limiti di funzione. Istituzioni di Matematiche - Appunti per e ezioni - Anno Accademico / 6 5. Limiti di funzione. 5.. Funzioni imitate. Una funzione y = f(x) definita in un intervao [ a b] imitata superiormente in tae intervao

Dettagli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli IL PIANETA TERRA IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli all a r e a su. EQUATORE: piano perpendic lare all i rotazione,

Dettagli

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile. Sentenza 24 marzo 2010, n. 7045

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile. Sentenza 24 marzo 2010, n. 7045 www.unicolavoro.ilsole24ore.com Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 24 marzo 2010, n. 7045 Integrale Sanzioni disciplinari - trasferimento del lavoratore per giustificato motivo tecnico,

Dettagli

Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa

Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa 1 di 5 26/09/2011 11.11 Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa Giovedì 12 Maggio 2011 13:40 Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - N. RS Anno 2009 N.7088 RGR Anno 1996 ha pronunciato la seguente SENTENZA sul ricorso n.7088

Dettagli

COMUNICAZIONE UNICA REGIONALE ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI, CONSORZI E ORGANISMI ANALOGHI (AI SENSI DELL'ART. 27 DELLA L.R. N.

COMUNICAZIONE UNICA REGIONALE ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI, CONSORZI E ORGANISMI ANALOGHI (AI SENSI DELL'ART. 27 DELLA L.R. N. COMUNICAZIONE UNICA REGIONALE ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI, CONSORZI E ORGANISMI ANALOGHI (AI SENSI DELL'ART. 27 DELLA L.R. N. 1/2008) Nome Cognome in qualità di legale rappresentante pro tempore

Dettagli

-vi; Ma Lu Ta, col proc. dom. aw. AII Pil e Ne Fa1 n.,mi SENTENZA. Mc~ Ne, -ri&rrente- Con ric0rs0 al Tribunale di Milano, sezione lavoro, Ma LU Tal

-vi; Ma Lu Ta, col proc. dom. aw. AII Pil e Ne Fa1 n.,mi SENTENZA. Mc~ Ne, -ri&rrente- Con ric0rs0 al Tribunale di Milano, sezione lavoro, Ma LU Tal SENTENZA Nella causa n. 4626 R.G. 2005 promossa da Ma Lu Ta, col proc. dom. aw. AII Pil e Ne Fa1 n.,mi -vi; Mc~ Ne, -ri&rrente- Svolgimento del processo 3 Con ric0rs0 al Tribunale di Milano, sezione lavoro,

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE AREA LAVORO E PREVIDENZA INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE (a cura di Ernesto Murolo) Indice QUANDO SI MANIFESTA UN INFORTUNIO SUL LAVORO...5 1. Se l infortunio ha prognosi fino a 3 giorni...5

Dettagli