IL TRIBUNALE DI ROMA. SEZIONE 12 CIVILE. in composizione monocratica nella persona del giudice unico dotto Antonella Di Florio ha emesso la seguente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL TRIBUNALE DI ROMA. SEZIONE 12 CIVILE. in composizione monocratica nella persona del giudice unico dotto Antonella Di Florio ha emesso la seguente"

Transcript

1 c~r\0jro U J LnJJ'~l "Q, '" L TRBUNALE D ROMA. SEZONE 12 CVLE n composzone monocraca nella persona del gudce unco doo Anonella D Floro ha emesso la seguene SENTENZA nella causa cvle scra al n /2010 del R.E.G.E. TRA b ADRAN~_.a. LUC~ l NATALA, " MARCO GDSEPPE rappresena e dfes dau'avv.o Fabrzo Laanz elevamene domcla presso l suo sudo n Roma, va Raffa~le Cadorna n022; ATTOR : E LAMBARD FABO, rappresenao e dfeso dall'avv.o Rossella Buonann ed elevamene domclao presso l suo sudo n va Anonno Po n 40; CONVENUTO

2 E FONDARA SA SPA, n persona del legale rapp.e prd empore, rappresenao e dfeso dall'avv.o Tommaso Spnell Gordano ed elevamene dom9ao presso l suo sudo n Roma, va L. Bssola 76; CONVENUTO OGGET'O: conroversa per rsarcmeno dann da luo. CONCLUSON: come da ao nroduìvo e verbale d udenzj del 22.1L2012 SVOLGMENTO DEL PRoCESso ~ ~ Con ao d cazone regolarmene nofcao Adrana f conuge), 3 Naala e", Luca ( fgle),_marco e"luca, ques due ulm ~ qualà d esercen la poesà sul fglo mnore Gabrele ( npoe );. Guslppe e ~ Naala n qualà dì esercen la poesà sulle fgle mnor Veronca e Deborah ( npo ), u n qualà d ered d _ Francesco, convenvano n gudzo Lombard Fabo e la Fondara Sa Spa per accerare l'esclusva responsablà n capo al Lombard del snsro avvenuo n daa , a seguo del quale, sane la gravà delle leson r~jae,,,-francesco decedeva; chedevano, alresì, che enramb convenu venssero condanna n soldo al rsarcmeno del danno per la perda del rapporo parenale nonché del danno m'oraleloro dervane ure heredas dalla more del conguno avvenua dopo un' agona d due gorn nonché del danno parmonale da, loro subo a seguo della prvazone dell'apporo economco delloro conguno deceduo. S cosuvano n gudzo sa l Lombard che la Fondara ~a Spa chedendo l rgeo della; domanda aorea. ~ La causa venva srua con prove esrnonal e cru medco l~g'ale sugl a prodo e relav al.' decesso del defuno Francesco. ' ~ All'udenza del la causa venva renua n decsojb sulle concluson delle par con concessone del ermne per l deposo delle comparse conclusdnal. MOTV DELLA DECSONE j

3 Prelmnarmene deve respngers l'eccezone d mprocedbljà della domanda sollevaa dalla Fondara Sa. Rsula nfa documenalmene provao che le par arc Adrana,"'Naala e-" RfJ. n propro hanno avanzao n daa (poch go dopo l decesso del"), a., mnsero dell'avv.o Fabrzo Laanz, la rchesa d rsarcmeno de dann conseguen al snsro alla Fondara Sa Spa ( che rceveva la mssva l :, dc, 11 fasc. pare arce ); rsula alresì che n daa la rchesa venva reeraa dalle Sesse par ed avanzaa anche da npo ndca n epgrafe (v. doc. 11 ) ; rsula nfne che n da~ a Fondara Sa Spa ha dao rsconro alla rchesa, offrendo una somma - sa pur a: mero scopo ransav relazone al rsarcmeno de npo ( v. doc. n o 13 ). - anche n Ne consegue che l'avà prevsa dagl ar. 145 e 148 CdA èsaa correamene svola e che la conroversa, scra a ruolo l , è saa nzaa nel rspeo de emp prevs dalle norme sopra rchamae. Tano premesso, s rene che la domanda, nel mero, sa PTalmene fondaa e debba essere accola per quano d ragone.. Va precsao n lmne, nfa, che la maera conroversa s n nra esclusvamene sul quanum debeaur n quano, conraramene a quano eccepo dalla Fo ìdarìa Ass.n Spa nella comparsa conclusonale: 1. l Lombard, nel cosurs, non ha conesao affao lr responsablà del snsro la cu dnamca appare assoluamene chara dall'esame dellolschzzo planmerco della Polza f Muncpale prodoo e dalla sessa dcharazone ( doc)2 ) da lu resa subo dopo fa, dcharazone con la quale s è assuno la responsablà ~ aver nveso con la propra auo, probablmene abbaglao dal sole, l _ menre ~raversava la srada sulle srsce pedonal; 2. n ale suazone la senenza penale con la quale, ex a. 444 cpc, è saa applcaa, su ; rchesa, la pena d un anno d reclusone per omcdo.colposo, assume un elemeno fore d convncmeno della responsablà del Lombard n dne al snsro occorso, con ue le conseguenze rsarcore d legge;, 3. dfensor delle sesse par convenue, ",all~'u~d.e~~~~~~~~~~~~~~~~~ hanno congunamene dcharao d "non conesare Hdebeaur" (v. verbale udenza). Cò deo, s rleva che gl aor e coè la mogle e le fgle d Francesco ( 7 Adrana, Naala e "Luca) n propro e le fgle~nadla e"luca (unamene a l rspev conug ) n qualà d genor esercen la poesà su fgl mnor ( npo del ~ ) Gabrele, Veronca e Debomh hanno ago n gudzo p",pone~

4 la domanda d rsarcmeno rapporo parenale con '-Francesco; del danno da cascuno d loro subo per la perda del la domanda d rsarcmeno del danno morale u/' haeredas loro rasmesso dal de cuus, deceduo, secondo dopo due gorn d agona e sofferenze; la domanda d rsarcmeno del danno parmon le dervane dalla prvazone che gl aor hanno dovuo subre a causa del man.o apporo economco conseguene alla more del con~uno assumendo che egl, ;cn l suo reddo, provvedeva, n modo sosanzoso, a conrbure al sosenamero'd~ fgl e de npo. La domanda d rsarcmeno delle spese funebr aanzaa a 1 ~drana. Va accola la domanda proposa da u gl aor per l rsjcmeno del danno da perda del rapporo parenale, menre va respna sa la domanda, avanzaa ure haeredas, per l danno morale dervao al _ dalla sofferenza d aver percepo la' fne della propra va che quella relava al danno parmonale che 'gl aor assumono d aver subo, Quano al danno da perda del rapporo parenale n capo agl s&e congun ( mogle e fgle ) s osserva che l nocumeno dervane dal ragco ed mprovvso aecesso del ~non può essere messo n dubbo: le par apparengono alla srea cercha f~are (n cu s reomprendono l conuge, genor ed fgl) per la quale non rsula essere 'n~dìscussone che possa presumers che l'nensà del vncolo con la vma dell'lleco deermìn l grave dolore ed una perdurane ed rreversble sofferenza per la sua perda. Cò, relavamerle~ue va presunva anche quando le sesse abbano cosuo un nud~ fgle, può essere affermao n famlare a se sane e compora un'nversone dell'onere della prova n capo alla conropare cae: volesse dmosrare l'assenza d affeco, onere che non rsula sao assolo ( né preceduo da corrspondene allegazone ), dovendos comunque renere che, nel caso d spece, dalle ldeposzon esmonal assune è emersa una pologa d legam famlar fra padre e fgle non all~na dalla loro emancpazone. Le rchese rsarcore provengono nolre da npo ex flae del_ La Fondara Sa Spa, anche n relazone a dea domanda ha ~ccepo l'nessenza d un danno rsarcble n capo alle mnor. Deve premeers che la gursprudenza d legmà non presena, sul puno, un orenameno. consoldao e d cò prende ao anche la recene Casso 4 ~3/ rchamaa dalla pare convenua - che per la rconoscblà del rsarcmeno del d'oda perda parenale n capo a. npo, mpone che per ale caegora d paren debba essere allegaa e provaa la convvenza, renendo che la presunzone d susssenza del danno des o ; le dal fao lleco n se possa reners suffcene solo per componen della famgla nucleares ~ ~ ()N.

5 Queso gudce rene condvsble l predeo orenameno solo nella pare n cu - parendo dalla muaa realà socale n cu la famgla allargaa, radzonalnene legaa ad un coneso rurale, non esse pù - appare gusamene fnalzzao a lmare l J.olferare d paren non doa de presuppos su qual l rconoscm~no del paema d'anmo s f01da; rene peralro, per cò che nel: caso d spece può valere, che la convvenza come requso ndvduane la susssenza d un parcolare legame affevo non sa l'unco elemeno.. 'epe, sul quale possa basars l rconoscmeno del presupposo rsarcrono, n quano le mun b relazon socal hanno orma ~ : superao anche la famgla nucleare vso che la cassca rguar ane le dnamche relazonal della. famgla presena una galoppane' evoluzone verso modal~ conìugìo e d genoralà basaa sulla dsanza fsca fra maro e mogle, fra padr, madr e flgl, ~ fra ques ed paren, dsanza che spesso nercorre perfno fra nazon dverse, senza con cr. naccare - ma solo muando le modalà relazonal - l vncolo d soldareà e la comunone va e d affe che governano le relazon parenal e che rappresenano l valore fondane ~ella uela garana dalla Cara Cosuzonale ( ar. 2 e 30 ) e dalle fon nernazonal e com,are ( Cara d Nzza, Traao d Lsbona che l'ha recepa e norme della C.E.D.U.).. A maggor ragone, l'evoluzone sopra segnalaa s può consbare fra membr della famgla non nucleare, che sempre pù spesso vvono lonan fra loro ~anenendo quas sempre rappor araverso modern mezz d elecomuncazone. Conseguenemene, la prova deua convvenza non può essere l,.co paramero per accoglere o negare una rchesa rsarcora wovenene da componen d Uh.famgla dvers da quell pù sre: queso gudce rene, n buona sosanza,che n alé uao coneso socale non possa ma prescnders dalla valuazone del caso concreo, con p 'Colare rfermeno all'aeggars delle modalà d va de componen della famgla, e dalla -, ove l coneso lo consena, dell'nensà della relazone es ene fra congun e la vma dell'lleco. Tano premesso, s osserva che, nel caso d spece, sulla baje 'degl elemen emers nel corso dell'sruora, con parcolare rfermeno alle prove esmona assune, le domande avanzae da ~uca e ~ Naala unamene a rspev conug, Jnome e per cono de fgl mnor ~.'E. Gabrele, Veronca e Sl Deborab devono reners fondae e vanno accole..' es Ra ( vcna d casa della. p p e.l Govanna hanno nfa " dcharao che le fgle del _ avevano frequen rappor con padre l quale s occupava spesso delle npo, fgle d _; che le bambne rascorrevano mol ~empo presso nonn, rmanendo a dormre presso la loro casa dalle due alle quaro vole alla mana; che l nonno le andava a " :"

6 prendere a scuola u gorn, e che lo sesso nenso rappo ro egl nraeneva con l cugno Gabrele; che dopo la more del nonno le abudn d va de Dol cambarono, n quano le fgle d Naala doveero rasferrs presso un'alra scuola vcno alla psa della nonna maerna per poer frure del suo appoggo (ese n )n quano la ~veva meno auonoma del maro non ave~do ~a condase1:ro :a pagl~ne;che anche la ~gla kl~ca (d~adre d b b~ab(rele ) avorava e venva auaa ne accompagnamen e ner accu ìmeno de am mo ese g ) e rascorreva molo empo con lu. ; Dalle dcharazon sopra rporae emerge una relazone affe \ra assa nensa fra l nonno ed npo ed un ruolo quas sosuvo d quello paerno e maerno che ceramene confgura n capo, agl sess l dro ad oenere l rsarcmeno del danno per la p da del rapporo parenale, a nulla rlevando l'assenza d coabazone' ampamene sosua da una equenazone quas quodana...,., Deve ora passars alla deermnazone del quanum per l: q ale devono applcars crer d valuazone equava rmess alla prudene dscrezonalà del g :dce. Queso gudce rene d aeners, come paramero d rfermenf per la quanfcazone, alle abelle del Trbunale d Roma, aggornae al 2013 che prevedono un Jpneggo dversfcao per dvers grad d parenela, con coeffcen aggunv o dmnuv lej. all'eà della vma, all'eà del conguno ed alla presenza o all'assenza della convvenza, Quano all'applcazone delle abelle d rfermeno, s osserv che la abella del Trbunale d Roma rsula essere parcolarmene donea per la soluzone de ~o n esame conenendo paramer 1 che consenono una aena personalzzazone. r Essa, perodcamene rvaluaa, ha l precpuo scopo: a) d ormare le lqudazon d 'dann denc; b) d dare un paramero precosuo della lqudazon* equava ex ar c.c.ì c) d evare dsparà d lqudazon ra gudc operan n una slsa Sezone d Trbunale e n un medesmo Uffco gudzaro, dando così al cadno\dan~e~o- la cerezza d una assolua unformà d raameno per cas analogh ; d) d favorlr' e conclazon sragudzal o endoprocessual da pare degl en asscurav che prma della. anazone della abella-puno non avevano alcun paramero d rfermeno.. ' Cò charo, va precsao che sulla base d dea abella vanno lruda seguen mpor: 1) ad.. Adrana, n relazone alla qualà d conuge'( 20 pun), all'eà della vma (2 pun),all'eà dell' (2 pun) ed alla convvenj essene ( 4 pun) : ,00 ~ per un oale d 28 pun; ~ 2) a ~aala, n relazone alla qualà d fgla (18 pj), all'eà della vma (2 pun), all'eà della~ 4 pun) - 20% per l'assenza d convvenza : ,00 r S, l: [\N, ì

7 ZlS d rs09010 o ZOO~OOSSJ OOOSW l : 3) a_luca, n relazone, alla qualà d fgla (18 pm }, all'eà della vma (2 pun),.. all'eà della ~( 4 pun) - 20% per l'assenza d conv enza : ,00 4) a Gabrel, Veronca e. f. borh n relazone alla qualà d npo ex flae (6 pun), all'eà della vma (2 pun..~d alla loro eà (5 pun) - 20% per l'assenza d convvenza: 96564,00 per cascuno Dalle somme rconoscue alle prme re par dovranno essere ferae quelle gà corrspose dalla Fondara Sa a olo d accono. Perano la Fondara Sa Spa e Lombard Fabo dovrann essere condanna n soldo a corrspondere ad l.adrana la resdua somma d OO;. a l...,;==-"'-"'~""'-"l::.:u""cl= a, pro cape, la resdua somma d 68272,00; ",a,,-,m,., ~Oll..lSO~ra~n~'f:"'l~~~e,,-r ~lo~r~o~a. ~re~ll:.a~ V1..: ~e~n~~o~r esercen la poesà la somma d 96564,00 per cascuno. \ Alle somme sopra ndcae, devaìuae alla daa del decesso d Francesco ( ),: _' dovrà essere aggunl?}llucro~essane che d?vrà essere calcol o' a mene de no Rr.cps.=an:;::.Cl=.: = dalla S.C. con senenza n. 1712/95, applcando l saggo d n~r ~ equavamene deerrnnable, n ragone del 3% annuo, a decorrere dalla predea daa, par al ~ndmeno che presumblmene gl aor avrebbero rcavao dalle somme loro dovue, se le av ssero empesvamene percepe, ulzzandole ne pù comun ssem d nvesmeno (ad es. fol d Sao), preva derazone dell'accono a cascuno gà corrsposo e rvaluao sno alla d a d pubblcazone della presene senenza. ' ; Per quano rguarda la domanda relava al rsarcmeno del dannb morale ure haeredas dervane dalla more del conguno, deve prem~ers che. la gursprode d Cassazone s è.rp~uamene espressa sul puno, affermando che n caso d more della v~a a poche ore d dsanza dal verfcars d un snsro sradale, l rsarcmeno del c.d.dan "caasrofale" - ossa del danno conseguene alla sofferenza paa dalla persona che lucdamen va - può essere rconoscuo agl èredì, a olo d danno morale :a.sse allo spegners della propra solo a condzone che sa enrao a far pare del parmono della vma al momeno della more. erano, n assenza d prova della susssenza d uno sao d coscenza della persona nel breve n rvallo ra l snsro e la more, la,, lesone del dro alla va non è susceble d rsarcmeno, eppure soo l proflo del danno bologco, a favore del soggeo che è moro, essendo nconcepb] ~ l'acquszone n capo a lu d un dro che derva dal fao sesso della more; e, d'alra pare,:, -consderazone della naura non sanzonaora, ma solo rparaora o consolaora del rsarcm o del danno cvle, a congun spea n queso caso l solo rsarcmeno conseguene alla les l ne della possblà d godere del rapporo parenale con la persona defuna ( v. Cass. 6754/201:l ) E' sao alresì renuo che ch perda la va a causa delle leson, può acqusare e rasmeere af(1ered l dro a rsarcmeno del : ()N l '., l,

8 danno non parmonale consso nella sofferenza morale prova n ale perodo d empo, sa rmasa lucda e coscene. Perano f'a l'nforuno e la more solo se, o~e la more segua d poche ore l verfcars del snsro, senza che la vma sa saa eoscìe el n ale nervallo d empo, a congun non spea l rsarcmeno del danno morale "ure bere Deve qund valuars, per la soluzone del caso n esame, se.d b l'ncdene l sa rmaso vgle e consapevole della sua condzone fno al decesso e, nel. la perda d coscenza relavamene alle propre condzon val sa avven a dopo qualche empo, se l lasso emporale nercorso dal snsro possa reners awrezzable a d confgurare l danno morale oggeo della domanda per l quale gl aor hanno ago ure he edas. Queso gudce, sulla base delle rsulanze della documenazo, e sanara prodoa e della ero espleaa rene d dover respngere la domanda n pare qua. Dall'accerameno ecnco espleao è nfa emerso che a dell'ncdene l" ha rporao un grave polraumasmo con successvo ngrandì 'eno della regone alarnca che deermnava lo sfondameno delle pare venrcolar con emove "colo e successvo decesso. E' sao pure accerao che l. gungeva al prono soccors crca 40 mnu dopo l snsro ( che s verfcò alle 7,30 ) ed l medco d guarda cerfcava fa. condzone d ''pazene n sao saporoso, con puplle reagen e capacà d esegure comand mpììeì moor»; alle ore 8,13 ( v. doe 2 prodoo) vene regsrao un peggorameno progreàvo ed mmedao dello sao d coscenza; alle 10,09 rsula essere ancora n sao soporoso coll~ogressvo scvolameno verso lo sao comaoso (v. relazone del Cl'U"). L'agona coscene rdel ~ è duraa dunque per un empo brevssmo durane l quale, olreuo, la sommnsrazbne d una pesane dose d morfna (v. cerfcazone n a) ha ceramene conrbuo a vanfcàrd la consapevolezza della propra mmnene fne. l empo per l quale l _ è sao menfmene presene e consapevole ( deermnaa, po, da un arreso cardaco durane l'nerveno chrurgco al quale fu sooposo) è, sao, dunque, almene breve da non essere apprezzable n rel.one alla sessa confgurazone del danno morale e delle conseguen rchese rsarcore avanzae da congun ure haeredas : la domanda va qund respna. Quano al danno parmonale relavo alla perda del conrb~ economco che l ~fornva a var membr della famgla, s osserva che manca una Pro~ cera della msura d esso e, soprauo, n relazone alle rchese avanzae dalla mogl. relavamene al mnore apporo dervane dalla percezone della pensone d reversblà rspeo a reddo complessvo precedene, la dmosrazone del quanum debeaur per l olo dedoo: e, ve 'solo la pena d rlevare che a ale carenza probaora non può cero sopperre l crero equavo. l l.: l ~ ;, l,

9 ll/c'd (6 9é lo loool0085j((000sw , Emerge, nfa, dalla documenazone prodoa che l l conrìbuìva ~eme alla mogle all'andameno economco famlare, ma non è dao compreruj ~ la msura della demnuo del l reddo della dervane dal suo decesso. n relazone alle fgle, po, manca del uo la prova della creos ~ cosane e non rconducble a me,re e consuee lberalà, pc, affevo fra congun, al sosenameno economco loro deermnable. La relava domanda deve, dunque, essere respna., a che egl provvedesse n modo' ;d un nenso e cosane legame 'delle loro famgle n msura Va, nvece, accola l domanda della vola ad 0nrnere l rsarcmeno delle spese sosenue per le onoranze funebr del maro, d cu rsula pro10a faura e che ammonano ad 1650,00 l Le spese d le - da dsrars n favore del dfensore anrsaard - seguono la soccombenza e sono 4--- lqudae a mene del DM 140/2012. Le spese d cru devono e~ere defnvamene j)ose a carco delle par convenue che dovranno rfonderle all'aore che le halmcpae ;: PQM 1\ Defìnìvamene pronuncando, accogle la domanda proposa da 1& Adrana, "u' 'e _ Naala e, quese ulme due n propro ed, unamene a Marco e Guseppe, n qualà d genor esercen la poesà su fgl mnor Gabrele, Veronca e Deborah e per l'effeo, dcharao che l'ncdene per cu è causa, gà 4ualfcao come poes d reao n sede penale, deve essere neramene ascro a Lombard FaAo, lo condanna n soldo con la Fondara Sa Spa a corrspondere a olo d rsarcmeno del dm\n0 per perda parenale le seguen somme, gà dera gl accon corrspos: l 1) a 1 Adrana la somma d U9.980,OO; j, 2) a uca, pro cape, la somma d 6827,2,00; 3) a'" Naala e Guseppe n qualà d gen. r esercen la poesà su mnor] Veronca e L.Debora la somma d 965 ;00 per cascun mnore; 4) a ~uca e & Marco n qualà d genor esercen 'a poesà sul fglo mnore"- Gabrele la somma d 96564,00. Condanna alresì convenu n soldo a corrspondere ad Adrana, la somma d 1650,00 per rsarcmeno del danno parmonale subo. r:yn 9

10 l/'cl EOl 6ZZ6Z010 lo ZlV81006SH ' Co~danna alresì convenu, n soldo, a corrspondere, sulle., come sopra ndcae, l lucro cessae da calcolars, a far daa dal decesso, secondo crer P alla pare mova della senenza olre agl neress legal dalla daa dì pubblcazone della senen al saldo. Respnge ogn alra preesa. ', l. Condanna Lombard Fabo e la Fondara Ass.n Sa Spa a rfon ere agl aor l~ spese d le jche _ dsrae n favore dell'avv.o Fabrzo Laanz -lquda n ce lessv ,00 per compens :. ed 500,00 per esbors olre ad VA, CPA e rmborso spese fofr. ;. o nella msura d legge., ; Pone defnvamene a carco de convenu n soldo le spee. cru come lqudae n corso d. ;;; cause e l condanna alla resuzone agl aor d quano gà da l ro corrsposo per deo olo.,, Roma, DEPOSTATA N CANCELLERA L l lo

Elementi di matematica finanziaria

Elementi di matematica finanziaria APPENDICE ATEATICA Elemen d maemaca fnanzara. Il regme dell neresse semplce L neresse è l fruo reso dall nvesmeno del capale. Nel corso dell esposzone s farà rfermeno a due regm o pologe d calcolo dell

Dettagli

CAPITOLO PRIMO LEGGI E REGIMI FINANZIARI 1. LEGGI FINANZIARIE

CAPITOLO PRIMO LEGGI E REGIMI FINANZIARI 1. LEGGI FINANZIARIE CAPITOLO PRIMO LEGGI E REGIMI FINANZIARI SOMMARIO:. Legg fnanzare. - 2. Regme fnanzaro dell neresse semplce e dello scono razonale. - 3. Regme fnanzaro dell neresse e dello scono composo. - 4. Tass equvalen.

Dettagli

Costi della politica: Giudizio positivo per i sindaci, maglia nera per parlamentari e consiglieri regionali

Costi della politica: Giudizio positivo per i sindaci, maglia nera per parlamentari e consiglieri regionali XXVI I IAssembl eaanci-larepubbl cadecomun Au onom apercamb ar e lpaese Lac l assepol c aec ad n Op n onsucos,r esponsab l àe mpegnodch gover nal e s uz on Cos della polca: Gudzo posvo per sndac, magla

Dettagli

82n5. frrj+p',' 1, euesta Corte, con sentenza n.5357812074 del 2311tt2011 rigettava il IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. c.c.3o/9/201s

82n5. frrj+p',' 1, euesta Corte, con sentenza n.5357812074 del 2311tt2011 rigettava il IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. c.c.3o/9/201s 82n5 frrj+p',' 4- ::.' -. 'jr.'. f, à REPUB N NOME DEL POPOLO TALANO LA CORTE SUPREMA D CASSAZONE Sezone Penale ; composa da do. Anono Esposo - Presdene - do. Percamllo Davgo - Consglere - do. Andrea Pellegrno

Dettagli

Osservatorio dinamica prezzi dispositivi medici Assobiomedica - CEr. Presentazione. Assobiomedica Centro Studi

Osservatorio dinamica prezzi dispositivi medici Assobiomedica - CEr. Presentazione. Assobiomedica Centro Studi Osservaoro dnamca prezz dsposv medc Assobomedca - CEr Presenazone Assobomedca Cenro Sud L Osservaoro L ndagne è condoa dal CER a cadenza semesrale presso le mprese assocae ad Assobomedca per rlevare la

Dettagli

OGGETTO: Modalità di invio di istanze di liquidazione e di istanze di emissione mandati di pagamento, in materia di spese di giustizia.

OGGETTO: Modalità di invio di istanze di liquidazione e di istanze di emissione mandati di pagamento, in materia di spese di giustizia. TRBUNALE D BARCELLONA P.G. Va Govann Facone- 9805 BarceonaP.G. (ME) -aa - Te/. 090/9793 Fax 090/979769 e-ma!: rbunae.barceonapozzodgoo@gusza. L PRESDENTE Pro. n. "J05 A. n. 2. ORDNE DEGL AVVOCAT BARCELLONA

Dettagli

Capitolo 2 Le leggi del decadimento radioattivo

Capitolo 2 Le leggi del decadimento radioattivo Capolo Le legg del decadmeno radoavo. Sablà e nsablà nucleare Se analzzamo aenamene la cara de nucld, vedamo che n essa sono rappresena, olre a nucle sabl, anche var nucle nsabl. Con l ermne nsable s nende

Dettagli

COMUNE DI VERZUOLO BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016 - ENTRATA

COMUNE DI VERZUOLO BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016 - ENTRATA MUNE D VERZUOLO BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE ANNO. Avanzo di amministrazione 20., 3.002,2 di cui: Vincolato

Dettagli

":l BANDO DI GARA PR.OCEDUR APERTA

:l BANDO DI GARA PR.OCEDUR APERTA ":l!.l CON{UNE D TAORMNA \ ( U.R.E.G.A. Sezone Provncale d MrSSN.A.) BANDO D GARA PR.OCEDUR APERTA :!ra -Y r l : r, l, Él, lr' r lr. A sens del Decreo Legslavo 12 Aprle 2006, n. 163 e ss.mm.., come recepo

Dettagli

Regolamento dell Indice. Banca IMI Protected Basket Index June 2015 A

Regolamento dell Indice. Banca IMI Protected Basket Index June 2015 A Sede legale n Pazzea Gordano Dell Amore 3, 20121 Mlano scra all Albo delle Banche con l n. 5570 Soceà apparenene al Gruppo Bancaro Inesa Sanpaolo scro all Albo de Grupp Bancar Soceà soggea alla drezone

Dettagli

COMUNE DI GELA BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA

COMUNE DI GELA BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE ANNO. Avanzo di amministrazione.2.0,0..,03.3.02,.3.02, di cui: Vincolato..,2..,2

Dettagli

Allocazione Statica. n i

Allocazione Statica. n i Esercazon d Sse Inegra d Produzone Allocazone Saca I eod asa sull'allocazone saca scheazzano l processo d assegnazone delle rsorse alle par consderandolo da un lao ndpendene dal epo e rascurando dall'alro

Dettagli

Prodotti extra prenotabili e pagabili in anticipo

Prodotti extra prenotabili e pagabili in anticipo gu da ag ex r a ho dayau os Anche prodo prenoab n ancpo sono commssonab. Ques prodo sono: 1. Rmborso dea Franchga STANDARD 2. Rmborso dea Franchga TOTALE 3. Proezone dea Canceazone Qu d seguo speghamo

Dettagli

COMUNE DI SOLARINO BILANCIO PLURIENNALE

COMUNE DI SOLARINO BILANCIO PLURIENNALE MUNE D SOLARNO BLANCO PLURENNALE Periodo: /20 Parte prima - Entrata MUNE D SOLARNO BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI " ',, C", -, 'ra L," ' CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER PRESSO L MNSTERO DELLA GUSTZA - 00186 ROMA - VA ARENULA, 71 PRESDENZA E SEGRETERA 00187 ROMA - VA V NOVEMBRE, 114 TEL. 06.6976701 r.a. - FAX 06.69767048

Dettagli

Nel caso di un regime di capitalizzazione definiamo, relativamente al periodo [t, t + t] : i t

Nel caso di un regime di capitalizzazione definiamo, relativamente al periodo [t, t + t] : i t 4. Approcco formale E neressane efnre le caraersche e var regm fnanzar n manera pù asraa e generale, n moo a poer suare qualsas regme fnanzaro. A al fne efnamo percò e paramer n grao escrvere qualsas po

Dettagli

COMUNE DI FOSSANO BILANCIO PLURIENNALE 2012-2014 - ENTRATA

COMUNE DI FOSSANO BILANCIO PLURIENNALE 2012-2014 - ENTRATA MUNE D FOSSANO BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE ANNO. Avanzo di amministrazione.32.,..,3.00.00.00.00 di cui: Vincolato

Dettagli

tp = 0 P + t r a 0 P Il modello di crescita aritmetico deriva dalla logica del tasso di interesse semplice

tp = 0 P + t r a 0 P Il modello di crescita aritmetico deriva dalla logica del tasso di interesse semplice Eserciazione 7: Modelli di crescia: arimeica, geomerica, esponenziale. Calcolo del asso di crescia e del empo di raddoppio. Popolazione sabile e sazionaria. Viviana Amai 03/06/200 Modelli di crescia Nella

Dettagli

CITTÁ DI PIOSSASCO. Città di Piossasco Piazza Tenente Nicola, 4 CAP 10045 Piossasco Tel 011 90271 - Fax 011 9027261 - Partita IVA 01614770012

CITTÁ DI PIOSSASCO. Città di Piossasco Piazza Tenente Nicola, 4 CAP 10045 Piossasco Tel 011 90271 - Fax 011 9027261 - Partita IVA 01614770012 CÁ D POSSAS Città di Piossasco Piazza enente Nicola, CAP 00 Piossasco el 0 02 - Fax 0 022 - Partita VA 0002 CA' D POSSAS BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL

Dettagli

CITTÀ DI SAN MAURO TORINESE PROVINCIA DI TORINO BILANCIO PLURIENNALE ANNI 2015 2017

CITTÀ DI SAN MAURO TORINESE PROVINCIA DI TORINO BILANCIO PLURIENNALE ANNI 2015 2017 Allegato C) Delib. C.C. n. 0 / CÀ D SAN MAURO ORNESE PROVNCA D ORNO BLANCO PLURENNALE ANN 20 Parte Prima - Entrata MUNE D SAN MAURO ORNESE BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni

Dettagli

BILANCIO PLURIENNALE 2015-2017 - ENTRATA

BILANCIO PLURIENNALE 2015-2017 - ENTRATA BRUSAPORO BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE ANNO. Avanzo di amministrazione.,0 di cui: Vincolato Finanziamento nvestimenti

Dettagli

Operazioni finanziarie. Operazioni finanziarie

Operazioni finanziarie. Operazioni finanziarie Operazioni finanziarie Una operazione finanziaria è uno scambio di flussi finanziari disponibili in isani di empo differeni. Disinguiamo ra: operazioni finanziarie in condizioni di cerezza, quando ui gli

Dettagli

L ipotesi di rendimenti costanti di scala permette di scrivere la (1) in forma intensiva. Ponendo infatti c = 1/L, possiamo scrivere

L ipotesi di rendimenti costanti di scala permette di scrivere la (1) in forma intensiva. Ponendo infatti c = 1/L, possiamo scrivere DIPRTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE Modello di Solow (1) 1 a. a. 2015-2016 ppuni dalle lezioni. Uso riservao Maurizio Zenezini Consideriamo un economia (chiusa e senza inerveno dello sao) in cui viene prodoo

Dettagli

Università di Siena Sede di Grosseto Secondo Semestre 2010-2011. Macroeconomia. Paolo Pin ( pin3@unisi.it ) Lezione 7 2 Maggio 2011

Università di Siena Sede di Grosseto Secondo Semestre 2010-2011. Macroeconomia. Paolo Pin ( pin3@unisi.it ) Lezione 7 2 Maggio 2011 Unversà d Sena Sede d Grosseo Secondo Semesre 200-20 acroeconoma Paolo Pn ( pn3@uns. ) Lezone 7 2 aggo 20 La lezone d ogg Rpasso e conclusone capolo 4 qulbro nel mercao della monea e la relazone L Polca

Dettagli

Controllo predittivo (MPC o MBPC)

Controllo predittivo (MPC o MBPC) Conrollo predvo MPC o MBPC Nella sa formlaone pù enerale, l conrollo predvo consa d re dee d base:. L lo d n modello maemaco ao a prevedere le sce del processo nel san d empo fr l orone. Le sce fre, comprese

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. IL TRlBUNALE ORDINARIO DI ROMA SENTENZA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. IL TRlBUNALE ORDINARIO DI ROMA SENTENZA REPUBBLCA TALANA N NOME DEL POPOLO TALANO L TRlBUNALE ORDNARO D ROMA [ - SEZONE V CVLE n composzone monocratca, nella persona del dott. PAOLO D'AvNO Gudce ha pronunzato la seguente SENTENZA nella causa

Dettagli

COMUNE DI QUINTO VICENTINO BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA

COMUNE DI QUINTO VICENTINO BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA MUNE D QUNO VCENNO BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE ANNO. Avanzo di amministrazione 2.00.,00 di cui: Vincolato Finanziamento

Dettagli

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI A.A. 2013/14 Eserciazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI Esercizio 1 - IRPEF Il signor X, che vive solo e non ha figli, ha percepio, nel corso dell anno correne, i segueni reddii: - Reddii da lavoro dipendene

Dettagli

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE)

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE) Analisi degli invesimeni Il bilancio è una sinesi a poseriori della siuazione di un'azienda. La valuazione degli invesimeni è un enaivo di valuare a priori la validià delle scele dell'azienda. L'invesimeno

Dettagli

COMUNE DI MARENE BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016 - ENTRATA

COMUNE DI MARENE BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016 - ENTRATA MUNE D MARENE BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE ANNO. Avanzo di amministrazione di cui: Vincolato Finanziamento nvestimenti

Dettagli

SCELTE INTERTEMPORALI E DEBITO PUBBLICO

SCELTE INTERTEMPORALI E DEBITO PUBBLICO SCELTE INTERTEMPORALI E DEBITO PUBBLICO Lo sudio delle poliiche economiche con il modello IS-LM permee di analizzare gli effei di breve periodo delle decisioni di poliica fiscale e monearia del governo.

Dettagli

VILLANOVA MONDOVI' PAG. 1 BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA

VILLANOVA MONDOVI' PAG. 1 BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA VLLANOVA MONDOV' PAG. 1 BLANCO PLURENNALE - 2015 - ENRAA Accertamenti PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 2015 Risorse ultimo es. chiuso esercizio in corso 2015 OALE ANNO. 1 2 3 4 5 6 7 8 Avanzo di amministrazione

Dettagli

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2013/14

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2013/14 Universià di isa - olo della Logisica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sisemi Logisici Anno Accademico: 03/4 CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO Docene: Marino Lupi

Dettagli

Manutenibilità e Disponibilità

Manutenibilità e Disponibilità produzone servaa ffdablà, Manuenblà e Dsponblà Sefano Ierace Obev Ulzzo dell anals d affdablà come srumeno predvo d comporameno d un ssema Valuazone requs d funzonameno d un componene Confrono d alernave

Dettagli

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali POCESSI CASUALI POCESSI CASUALI Segnal deermnsc e casual Un segnale () s dce DEEMIISICO se è una funzone noa d, coè se, fssao un qualunque sane d empo o, l valore ( o ) assuno dal segnale è noo con esaezza

Dettagli

1 Valutazione dei costi pag. 2. Premessa pag. 2. 1.1 Rete idrica pag. 2. 1.2 Rete telefonica pag, 3. 1.3 Rete trasmissione dati pag.

1 Valutazione dei costi pag. 2. Premessa pag. 2. 1.1 Rete idrica pag. 2. 1.2 Rete telefonica pag, 3. 1.3 Rete trasmissione dati pag. E l a b. R. 5 apr l e 2008 -Prof.Arch.G anl u g N gro f ebbra o 2013 -Arch.Francesco N gro Ar ch e T z anaal er S l v acuzz ol Fr ancescon gr o Rober opar o o Fr ancescaval en n Ar ch e T z anaal er Rober

Dettagli

La vischiosità dei depositi a vista durante la recente crisi finanziaria: implicazioni in una prospettiva di risk management

La vischiosità dei depositi a vista durante la recente crisi finanziaria: implicazioni in una prospettiva di risk management La vischiosià dei deposii a visa durane la recene crisi finanziaria: implicazioni in una prospeiva di risk managemen Igor Gianfrancesco Camillo Gilibero 31/01/1999 31/07/1999 31/01/2000 31/07/2000 31/01/2001

Dettagli

Il valore dei titoli azionari. a) DCF Model con TV. I metodi finanziari. I flussi di cassa. Flussidi cassa t

Il valore dei titoli azionari. a) DCF Model con TV. I metodi finanziari. I flussi di cassa. Flussidi cassa t Il valore de ol azoar IL VALORE DEI TITOLI AZIONARI: meod azar Soo possbl dvers approcc: approcco basao su luss d rsulao: meod azar, redduale e del valore (exra pro); approcco d mercao: meodo de mulpl

Dettagli

COMUNE DI GANGI BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA

COMUNE DI GANGI BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA MUNE D GANG BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE ANNO. Avanzo di amministrazione.,00.2,00 2.0 2.0 di cui: Vincolato.32,00.32,00

Dettagli

Criteri metodologici per la valutazione dei titoli obbligazionari standard e dei contratti derivati non quotati

Criteri metodologici per la valutazione dei titoli obbligazionari standard e dei contratti derivati non quotati Crer meodologc per la valuazone de ol obblgazonar sandard e de conra derva non quoa Adoao con delbera del Consglo d ammnsrazone del /0/20 Modfcao con delbera del Consglo d Ammnsrazone del 28//20 Aggornao

Dettagli

1.7. Il modello completo e le sue proprietà

1.7. Il modello completo e le sue proprietà La Teoria Generale 1 1.7. Il modello compleo e le sue proprieà Il ragionameno svolo fino a queso puno è valido per un livello dao del salario nominale e dei prezzi. Le grandezze preseni nel modello, per

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE. Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica! "#$

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE. Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica! #$ UNIVERITA DEGLI TUDI DI FIRENZE Facolà d Ingegnera Corso d Laurea n Ingegnera Informaca! "#$ ##%& ' ommaro OMMARIO... 1 INTRODUZIONE... 2 1.1 I DATI BIOLOGICI COME EQUENZE DI IMBOLI... 3 1.1.1 Qualà delle

Dettagli

Capitolo III: I Regolatori

Capitolo III: I Regolatori SCC Cap. III: Regolaor Capolo III: I Regolaor III-1: Inrouzone Il regolaore ha l ompo sablre l azone orreva a apporare n ngresso al proesso, per mezzo ell auaore; l segnale n usa al regolaore (s) è funzone

Dettagli

VILLANOVA MONDOVI' PAG. 1 BILANCIO PLURIENNALE 2012-2014 - ENTRATA

VILLANOVA MONDOVI' PAG. 1 BILANCIO PLURIENNALE 2012-2014 - ENTRATA VLLANOVA MONDOV' PAG. 1 BLANCO PLURENNALE - 2014 - ENRAA Accertamenti PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 2014 Risorse ultimo es. chiuso esercizio in corso 2014 OALE ANNO. 1 2 3 4 5 6 7 8 Avanzo di amministrazione

Dettagli

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria Universià di Napoli Parenope Facolà di Ingegneria Corso di Comunicazioni Elerice docene: Prof. Vio Pascazio a Lezione: 7/04/003 Sommario Caraerizzazione energeica di processi aleaori Processi aleaori nel

Dettagli

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia.

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia. Risparmio Energeico Risparmio Energeico per Scale e Tappei Mobili La riduzione dei consumi di energia proveniene dalle foni fossili non rinnovabili (perolio, carbone) è una delle priorià assolue, insieme

Dettagli

V AK. Fig.1 Caratteristica del Diodo

V AK. Fig.1 Caratteristica del Diodo 1 Raddrizzaore - Generalià I circuii raddrizzaori uilizzano componeni come i Diodi che presenano la caraerisica di unidirezionalià, cioè permeono il passaggio della correne solo in un verso. In figura

Dettagli

I confronti alla base della conoscenza

I confronti alla base della conoscenza I confroni alla ase della conoscenza Un dao uaniaivo rae significao dal confrono con alri dai Il confrono è la prima e più immediaa forma di analisi dei dai I confroni Daa una grandezza G, due suoi valori

Dettagli

Note su energie e forze del campo elettromagnetico

Note su energie e forze del campo elettromagnetico A. Maffucc: oe su Energe e Forze e campo eeromagneco ver.. /4. Energe e forze n un ssema eerosaco.. Energa n funzone carche e poenza. conser ssema n fgura, uo a conuor ne vuoo o n mezzo eerco omogeneo,

Dettagli

Economia e gestione delle imprese - 07. Sommario. Liquidità e solvibilità

Economia e gestione delle imprese - 07. Sommario. Liquidità e solvibilità Economia e gesione delle imprese - 07 Obieivi: Descrivere i processi operaivi della gesione finanziaria nel coneso aziendale. Analizzare le decisioni di invesimeno. Analizzare le decisioni di finanziameno.

Dettagli

UNIVERISITA DEGLI STUDI DI PADOVA. Marketing e Pubblicità: una rassegna

UNIVERISITA DEGLI STUDI DI PADOVA. Marketing e Pubblicità: una rassegna FACOLTA DI SCIENZE STATISTICHE UNIVERISITA DEGLI STUDI DI PADOVA Corso d Laurea n STATISTICA E GESTIONE DELLE IMPRESE Currculum: Anals d Mercao Tes d Laurea d: Eva Luse Markeng e Pubblcà: una rassegna

Dettagli

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE OO E AZZATO PECSONE raddrzzar ( refcar) sn crcu mpega per la rasfrmazne d segnal bdreznal n segnal undreznal. Usand, però, dd per raddrzzare segnal, s avrà l svanagg d nn per raddrzzare segnal la cu ampezza

Dettagli

QUARTO PERIODO DI REGOLAZIONE DELLA DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE. Guida al calcolo delle tariffe di riferimento (gestioni comunali e sovracomunali)

QUARTO PERIODO DI REGOLAZIONE DELLA DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE. Guida al calcolo delle tariffe di riferimento (gestioni comunali e sovracomunali) QUARTO PERIODO DI REGOLAZIONE DELLA DISTRIBUZIONE DEL GAS NURALE Guda al calcolo delle arffe d rfermeno (geon comunal e ovracomunal) 30 aprle 2015 1 1. Inroduzone... 3 2. Calcolo degl aggrega relav al

Dettagli

RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO

RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO Nel dominio del empo le variabili sono esaminae secondo la loro evoluzione emporale. Normalmene si esamina la risposa del sisema a un segnale di prova canonico, cioè si sollecia

Dettagli

Tariffe degli scarichi industriali: riordino in arrivo Laboratorio Servizi Pubblici Locali

Tariffe degli scarichi industriali: riordino in arrivo Laboratorio Servizi Pubblici Locali gennao 2015 laboraoro Tarffe degl scarch ndusral: Laboraoro Servz Pubblc Local Absrac A dsanza d quas quaran'ann sarà preso rvsaa la arffazone degl scarch produv. Le nuove arffe dovranno consderare un

Dettagli

Osservabilità (1 parte)

Osservabilità (1 parte) eoria dei sisemi - Capiolo 9 sservabilià ( pare) Inroduzione al problema della osservabilià: osservazione e ricosruzione. Sai indisinguibili e sai non osservabili...3 Soospazi di osservabilià e non osservabilià

Dettagli

La programmazione aggregata nella supply chain. La programmazione aggregata nella supply chain 1

La programmazione aggregata nella supply chain. La programmazione aggregata nella supply chain 1 La programmazione aggregaa nella supply chain La programmazione aggregaa nella supply chain 1 Linea guida Il ruolo della programmazione aggregaa nella supply chain Il problema della programmazione aggregaa

Dettagli

Titoli obbligazionari (Bond) Tipi di titoli obbligazionari

Titoli obbligazionari (Bond) Tipi di titoli obbligazionari Tol obblgazoar Bod U obblgazoe è u olo d debo emesso da ua soceà da uo sao o da u ee pubblco che dà dro al suo possessore al rmborso del capale presao alla scadeza e al pagameo d eress cedole. La emssoe

Dettagli

Programmazione della produzione a lungo termine e gestione delle scorte

Programmazione della produzione a lungo termine e gestione delle scorte Programmazione della produzione a lungo ermine e gesione delle score Coneso. Il problema della gesione delle score consise nel pianificare e conrollare i processi di approvvigionameno dei magazzini di

Dettagli

Lezione 10. (BAG cap. 9) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia

Lezione 10. (BAG cap. 9) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Lezione 10 (BAG cap. 9) Il asso naurale di disoccupazione e la curva di Phillips Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia In queso capiolo Inrodurremo uno degli oggei più conosciui

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE POMPE

CARATTERISTICHE DELLE POMPE CARATTERISTICHE DELLE OME La pompa rappresena l elemeno pù complesso e pù mporane d un crcuo draulco perché ha l compo d rasferre l fludo draulco e realzzare l flusso d poraa che permee la conversone dell

Dettagli

CRESCERE NELLA REGIONE PIEMONTE

CRESCERE NELLA REGIONE PIEMONTE CRESCERE NELLA REGIONE PIEMONTE Caraerisiche ecniche dell iniziaiva iniziaiva Sede legale e operaiva Inizio aivià Forma ecnica Finalià Plafond Imporo Duraa Tipologia garanzia Piemone Micro, piccole e medie

Dettagli

A. Quantità edificatorie e densità territoriale...1

A. Quantità edificatorie e densità territoriale...1 Cara di Urbanisica I Pro.ssa Arch. Fabiola Fraini Cara di Urbanisica I --- a.a. 2003/2004 PROGETTO PER UN AMBITO URBANO NEL QUARTIERE DI CENTOCELLE Laboraorio progeuale annuale INDICAZIONI RIGUARDO LE

Dettagli

ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES

ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES 1. Irpef 1) Dopo avere definio il conceo di progressivià delle impose, si indichino le modalià per la realizzazione di un sisema di impose progressivo. 2) Il signor

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO SIMULAZIONE DELLA II PROVA A.S. 014-15 Indirizzo: SCIENTIFICO Tema di: MATEMATICA 1 Nome del candidao Classe Il candidao risolva uno dei due problemi; il problema da

Dettagli

S U A L T R E F IG U R E (1 ) ~ IL TEOREMA DI PITAGOR'A NH RETTANGOLO

S U A L T R E F IG U R E (1 ) ~ IL TEOREMA DI PITAGOR'A NH RETTANGOLO :';.usrqponmkjhgfedcbazyxwvutsrqponmlkjhgfedcb! } @: :! : e e: :". Nome Cognome Casse. "" o' o _.HGFEDCB T E O R E M D P T G O R S U L T R E F G U R E ( ) P a r o e j;.hgfedcb c h a v e :bazyxwvutsrqponmlkjhgfedcb

Dettagli

SINGOLARITA DELL ANTIMERIDIANO DI GREENWICH(di mortolacarlo)

SINGOLARITA DELL ANTIMERIDIANO DI GREENWICH(di mortolacarlo) SINGOLARITA DELL ANTIMERIDIANO DI GREENWICH(di orolacarlo) La peculiariàdella doppia daa di cui gode l anieridiano di Greenwic è noa, ance ai non addei ai lavori;per esepio a ci a leo il libro di avvenura

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

Ottobre 2009. ING ClearFuture

Ottobre 2009. ING ClearFuture Oobre 2009 ING ClearFuure Una crescia cosane. Con una solida proezione nel empo. ING ClearFuure è la soluzione assicuraiva Uni Linked di dirio lussemburghese, realizzaa apposiamene da ING Life Luxembourg

Dettagli

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne Metod e Modell per l Ottmzzazone Combnatora Progetto: Metodo d soluzone basato su generazone d colonne Lug De Govann Vene presentato un modello alternatvo per l problema della turnazone delle farmace che

Dettagli

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche LEZIONE 3 INDICATORI DELLE RINCIALI VARIABILI MACROECONOMICHE Argomeni raai: definizione e misurazione delle segueni variabili macroecomiche Livello generale dei prezzi, Tasso d inflazione, π IL nominale,

Dettagli

Esercizi di Matematica Finanziaria

Esercizi di Matematica Finanziaria Esercizi di Maemaica Finanziaria Copyrigh SDA Bocconi Faori nanziari Classi care e rappresenare gra camene i segueni faori nanziari per : (a) = + ; 8 (b) = ( + ; ) (c) = (d) () = ; (e) () = ( + ; ) (f)

Dettagli

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica Finanziaria aa 2012-2013 Esercitazione: 4 aprile 2013

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica Finanziaria aa 2012-2013 Esercitazione: 4 aprile 2013 Dpartmento d Statstca Unverstà d Bologna Matematca Fnanzara aa 2012-2013 Eserctazone: 4 aprle 2013 professor Danele Rtell www.unbo.t/docent/danele.rtell 1/41? Aula "Ranzan B" 255 post 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Dettagli

(TRECASTELLI) Provincia di Ancona

(TRECASTELLI) Provincia di Ancona Comune d CASTEL COLONNA Comune d MONTERADO Comune d RPE (TRECASTELL) Provnca d Ancona AWSO Con Legge della Regone Marche del 22 luglo 2013, n. 18, a decorrere dal 01 gennao 2014, e sttuto nella Provnca

Dettagli

L inchiesta ISAE sugli investimenti delle imprese manifatturiere ed estrattive: aspetti metodologici e risultati

L inchiesta ISAE sugli investimenti delle imprese manifatturiere ed estrattive: aspetti metodologici e risultati ISTITUTO DI STUDI E ANALISI ECONOMICA L nchesa ISAE sugl nvesmen delle mprese manfaurere ed esrave: aspe meodologc e rsula d Taana Cesaron ISAE, Pazza dell Indpendenza, 4, 0085 Roma Unversà degl Sud d

Dettagli

Risoluzione quesiti I esonero 2011

Risoluzione quesiti I esonero 2011 Rsoluzone quest I esonero 011 1) Compto 1 Q3 Un azenda a a dsposzone due progett d nvestmento tra d loro alternatv. Il prmo prevede l pagamento d un mporto par a 100 all epoca 0 e fluss par a 60 all epoca

Dettagli

PARTE II REGOLAZIONE DELLE TARIFFE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE E MISURA DEL GAS PER IL PERIODO DI REGOLAZIONE 2014-2019 (RTDG 2014-2019)

PARTE II REGOLAZIONE DELLE TARIFFE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE E MISURA DEL GAS PER IL PERIODO DI REGOLAZIONE 2014-2019 (RTDG 2014-2019) Teso Uno delle dsposzon della regolazone della qualà e delle arffe de servz d dsrbuzone e msura del gas per l perodo d regolazone 2014-2019 (TUDG) PARTE II REGOLAZIONE DELLE TARIFFE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE

Dettagli

ITI GALILEO FERRARIS S. GIOVANNI LA PUNTA APPUNTI DI TELECOMUNICAZIONI PER IL 5 ANNO IND. ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI

ITI GALILEO FERRARIS S. GIOVANNI LA PUNTA APPUNTI DI TELECOMUNICAZIONI PER IL 5 ANNO IND. ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI ITI GALILEO FERRARIS S. GIOVANNI LA PUNTA APPUNTI DI TELECOMUNICAZIONI PER IL 5 ANNO IND. ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI Prof. Ing. R. M. Poro A cura della TELECOMUNICAZIONI Con il ermine elecomunicazioni

Dettagli

Appunti del Corso di. Costruzioni In Zona Sismica. Prof. Ing. Camillo Nuti. Università Degli Studi Roma Tre

Appunti del Corso di. Costruzioni In Zona Sismica. Prof. Ing. Camillo Nuti. Università Degli Studi Roma Tre Prof. Camllo Nu Dspense d Cosruzon n Zona Ssmca 7 Appun del Corso d Cosruzon In Zona Ssmca Prof. Ing. Camllo Nu Unversà Degl Sud Roma Tre Prof. Camllo Nu Dspense d Cosruzon n Zona Ssmca 7 RISPOSTA DINAMICA

Dettagli

I COMPONENTI DEGLI IMPIANTI TERMICI 2 parte

I COMPONENTI DEGLI IMPIANTI TERMICI 2 parte I comonen degl man ermc II.8 I COMPONENTI DEGLI IMPIANTI TERMICI are II. Generalà sulle macchne a fludo Per "macchna" s nende normalmene un ssema comao d organ (fss e mobl) n grado d effeuare una rasformazone

Dettagli

Schemi a blocchi. Sistema in serie

Schemi a blocchi. Sistema in serie Scem a blocc Nel caso ssem semplc, ques possoo essere scemazza meae blocc, ce rappreseao vers compoe, collega ra loro sere o parallelo a secoa ella logca uzoameo. Vl Valvolal solvee Sesore Pompa Pompa

Dettagli

/f*e*ékfu. utffi6úà/6r.** -r tèv {z l.e6ha. 6tro,gq ---4\ 9"* @y*d"-/%éé/ ,tr. Al Comune di Procida Via LibeÉà, L2-80079 Procida (NA1

/f*e*ékfu. utffi6úà/6r.** -r tèv {z l.e6ha. 6tro,gq ---4\ 9* @y*d-/%éé/ ,tr. Al Comune di Procida Via LibeÉà, L2-80079 Procida (NA1 Mod. 162 /f*e*ékfu utff6úà/6r.** DPARTMENTO PER LE RSORSE DRCHE DREZONE PER LA DFESA DEL MARE 6tro,gq Al Comune d Procda Va LbeÉà, L2-80079 Procda (NA1 % -r tèv {z l.e6ha @y*d"-/%éé/,tr 9"* ---4\ Oggetto:

Dettagli

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo)

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo) V A = AMPIEZZA = lunghezza di V A ALTERNATA Proiezione di V X ISTANTE = velocià angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un inervallo di empo) DEVE ESSERE COSTANTE Angolo

Dettagli

Trasformazioni di Galileo

Trasformazioni di Galileo Principio di Relaivià Risrea (peciale) e si sceglie un dr rispeo al uale le leggi della fisica sono scrie nella forma più semplice (dr ineriale) allora le sesse leggi valgono in ualunue alro dr in moo

Dettagli

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE Durane un erreoo, le oscillazioni del erreno di fondazione provocano nelle sovrasani sruure delle oscillazioni forzae. Quando il erreoo si arresa, i ovieni della sruura

Dettagli

Sviluppare una metodologia di analisi per valutare la convenienza economica di un nuovo investimento, tenendo conto di alcuni fattori rilevanti:

Sviluppare una metodologia di analisi per valutare la convenienza economica di un nuovo investimento, tenendo conto di alcuni fattori rilevanti: Analisi degli Invesimeni Obieivo: Sviluppare una meodologia di analisi per valuare la convenienza economica di un nuovo invesimeno, enendo cono di alcuni faori rilevani: 1. Dimensione emporale. 2. Grado

Dettagli

INDICATORI PER IL MERCATO AZIONARIO (aggiornato il 2-2-2007)

INDICATORI PER IL MERCATO AZIONARIO (aggiornato il 2-2-2007) INDICATORI PER IL MERCATO AZIONARIO (aggiornao il 2-2-2007). Obievi della rilevazione Negli anni 60 Mediobanca avviò la rilevazione sisemaca dei corsi delle azioni quoae in Borsa, ideando un indice con

Dettagli

Lezione n.12. Gerarchia di memoria

Lezione n.12. Gerarchia di memoria Lezione n.2 Gerarchia di memoria Sommario: Conceo di gerarchia Principio di localià Definizione di hi raio e miss raio La gerarchia di memoria Il sisema di memoria è molo criico per le presazioni del calcolaore.

Dettagli

GURU. Facebook. Gli strumenti avanzati di Facebook ADS WEBLIME

GURU. Facebook. Gli strumenti avanzati di Facebook ADS WEBLIME Facebook GURU Gl srumen avanza d Facebook ADS Un corso ecnco-praco d approfondmeno sugl srumen pù avanza d Facebook ADS. Il Corso s rvolge esclusvamene a ch gà gessce nserzon con Facebook. Ogg mole persone

Dettagli

Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendite mensili di shampoo

Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendite mensili di shampoo Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendie mensili di shampoo Mese y 1 266,0 2 145,9 3 183,1 4 119,3 5 180,3 6 168,5 7 231,8 8 224,5 9 192,8 10 122,9 11 336,5 12 185,9 1 194,3 2 149,5 3 210,1

Dettagli

4 La riserva matematica

4 La riserva matematica 4 La riserva maemaica 4.1 Inroduzione La polizza, come si è viso, viene cosruia in modo da essere in equilibrio auariale alla daa di sipula = 0 e rispeo alla base ecnica del I ordine: se X è il flusso

Dettagli

METODI DECISIONALI PER L'AZIENDA. www.lvproject.com. Dott. Lotti Nevio

METODI DECISIONALI PER L'AZIENDA. www.lvproject.com. Dott. Lotti Nevio METODI DECISIONALI PER L'AZIENDA www.lvprojec.com Do. Loi Nevio Generalià sui sisemi dinamici. Variabili di sao, di ingresso, di uscia. Sisemi discrei. Sisemi lineari. Paper: Dynamic Modelling Do. Loi

Dettagli

Soluzione degli esercizi del Capitolo 2

Soluzione degli esercizi del Capitolo 2 Sisemi di auomazione indusriale - C. Boniveno, L. Genili, A. Paoli 1 degli esercizi del Capiolo 2 dell Esercizio E2.1 Il faore di uilizzazione per i processi in esame è U = 8 16 + 12 48 + 6 24 = 1. L algorimo

Dettagli

DAL DATO ALL INFORMAZIONE GESTIONALE

DAL DATO ALL INFORMAZIONE GESTIONALE DAL DATO ALL INFORMAZIONE GESTIONALE Srumen sasc per supporare ssem d conrollo d gesone e d comuncazone negraa Ducco Sefano Gazze Con l conrbuo d: Gan Pero Cervellera e Gann Be 1 Inroduzone... 4 Capolo

Dettagli

Bilancio dello Stato e Debito pubblico. Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 Università Bocconi a.a. 2012-2013 Dott.ssa Simona Scabrosetti

Bilancio dello Stato e Debito pubblico. Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 Università Bocconi a.a. 2012-2013 Dott.ssa Simona Scabrosetti Bilancio dello Sao e Debio pubblico Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 Universià Bocconi a.a. 2012-2013 Do.ssa Simona Scabrosei Il bilancio dello Sao Due versioni alernaive: - bilancio di previsione:

Dettagli

Esercitazioni del corso di Relazioni tra variabili. Giancarlo Manzi Facoltà di Sociologia Università degli Studi di Milano-Bicocca

Esercitazioni del corso di Relazioni tra variabili. Giancarlo Manzi Facoltà di Sociologia Università degli Studi di Milano-Bicocca Eserctazon del corso d Relazon tra varabl Gancarlo Manz Facoltà d Socologa Unverstà degl Stud d Mlano-Bcocca e-mal: gancarlo.manz@statstca.unmb.t Terza eserctazone Mlano, 8 febbrao 7 SOMMARIO TERZA ESERCITAZIONE

Dettagli

Pcc-mail; aspi pfg> poeta ceri, istruzione.il rnail: mptp(a>ìstruzione-h C. F. 80003400811 Fax: 0923.872597 IL DIRIGENTE

Pcc-mail; aspi pfg> poeta ceri, istruzione.il rnail: mptp(a>ìstruzione-h C. F. 80003400811 Fax: 0923.872597 IL DIRIGENTE r ' USR SICILIA www.usr.scla. www.p.usr.scla. UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA SICILIA UFFICIO XVIII - AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI TRAPANI Va Cosfefammare, - JOO Trapan - Te. / Pcc-mal;

Dettagli

Processi periodici. Capitolo 2. 2.1 Modello. 2.1.1 Simboli. 2.1.2 Grafico dei processi. {τ 1,...,τ n } processi periodici

Processi periodici. Capitolo 2. 2.1 Modello. 2.1.1 Simboli. 2.1.2 Grafico dei processi. {τ 1,...,τ n } processi periodici 3 Capolo 2 Process perodc 2. Modello 2.. Smbol {,...,τ n } process perodc τ,k sanza k-esma del processo φ fase d un processo (prmo empo d avazone) T perodo del processo r,k = φ +(k ) T k-esma avazone D

Dettagli

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica finanziaria aa 2012-2013 lezione 13: 24 aprile 2013

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica finanziaria aa 2012-2013 lezione 13: 24 aprile 2013 Dpartmento d Statstca Unverstà d Bologna Matematca fnanzara aa 2012-2013 lezone 13: 24 aprle 2013 professor Danele Rtell www.unbo.t/docent/danele.rtell 1/23? reammortamento uò accadere che, dopo l erogazone

Dettagli